Sei sulla pagina 1di 1

19

Urbino
MARTEDÌ 15 MARZO 2011 ••

MONTEFELTRO LIBRI «LE MALERBE E IL GIARDINO» CON LUCIA FALCIONI


PROSEGUONO gli appuntamenti per sapere riqualificazione e valorizzazione estetico
tutti sui giardini come spazio di diletto estetico paesaggistica di spazi urbani e periurbani,
e salute intellettuale: questa sera alle 21 alla l’incontro cercherà di spiegare come le
libreria Montefeltro Libri, nella galleria erbacce possono diventare le protagoniste
Raffaello, la seconda conferenza tenuta nella progettazione di giardini contemporanei
dall’architetto Lucia Falcioni che si occuperà e di parchi metropolitani, dal “giardino in
di “Le malerbe e il giardino”. Da erbacce da movimento” di Gilles Clement, al parco
estirpare a soluzione ideale per la urbano delle Vigne a Urbino.

Maria Grazia Cucinotta «studia» Urbino


L’attrice ieri in città per valutare la possibilità di girare alcune scene di un film
A sinistra, il UNIVERSITA’
sindaco
Franco
Oggi Piero Dorfles
Corbucci dialoga sull’utopia
con la
Cucinotta SI RAGIONA e si dialoga
in sull’utopia: oggi alle 15, il Di-
Comune. A partimento di Scienze della
seguito, Comunicazione dell’Univer-
con il sità propone il primo degli
presidente
di Banca incontri e dialoghi con alcu-
Marche, ni dei più grandi protagoni-
Michele sti del dibattito culturale ita-
Ambrosini, liano. L’avvio dei dialoghi sa-
mentre rà preceduto dalla conferen-
riceve il za con Piero Dorfles (critico
libro sulle letterario, giornalista Rai 3,
stampe già presente ad Urbino in
d’Urbino.
Di fianco, il passato per altre lezioni e par-
lancio del tecipazione a convegni) e
film della Giorgio Zanchini (Radio
Cucinotta Rai3) e con la sociologa Lella
su Capri. Mazzoli, autrice dell’iniziati-
Ci saranno va che ne anticiperanno lo
scene ad spirito e ne spiegheranno le
Urbino? dinamiche suggestive.
IL 23 MARZO si partirà uffi-
MARIA GRAZIA Cucinotta ro motivo dell’estemporanea ap- Quanto alle ragioni della visita le te qualche indiscrezione in più cialmente con Gillo Dorfles,
«studia» Urbino. Perché? Cosa ha parizione: «Urbino — ha detto ai risposte sono tornate ad essere si- sui suoi prossimi impegni cinema- critico d’arte e filosofo, pro-
in mente? Perché ieri ha fatto una presenti — rappresenta uno dei billine anche di fronte alla curiosi- tografici è rimasto sulle spine. fessore di estetica nelle Uni-
improvvisa incursione? Da quel luoghi più belli del mondo che at- tà del primo cittadino: «Sono ve- Sull’argomento sono trapelate so- versità di Trieste e di Mila-
che si è capito, la «comparsata» traverso il cinema può viaggiare e nuta in Urbino a fare ciò che so lo pochissime informazioni. Sem- no, nel 1948 tra i fondatori
dell’attrice e produttrice cinema- farsi conoscere da tutti». fare meglio, il cinema». In attesa bra ad esempio che sotto la coltre del Movimento per l’arte
tografica siciliana non ha nulla a di ricevere qualche ragguaglio in di riserbo si stia agitando un pro- concreta e noto anche per il
che vedere con una semplice visi- POCHI sanno cosa stia bollendo più il discorso è poi passato alle getto che affiancherà il nostro ter- suo contributo allo sviluppo
ta di cortesia. Ad accompagnarla veramente in pentola, è fuor di iniziative che promuovono Urbi- ritorio alla Sicilia. dell’estetica italiana del dopo-
per il centro storico di Urbino dubbio però che fra non molto no nel mondo. Non poteva manca- guerra. I sette incontri per i
c’erano il presidente di Banca sentiremo ancora parlare di Urbi- re un accenno all’«Urbino Press NEL CANTIERE della «Seven “Dialoghi dell’Utopia” vor-
Marche, Michele Ambrosini, ed no e cinema. «Non è la prima vol- Award» che — come è stato detto Dreams Production», di cui la Cu- ranno offrire una riflessione
ta — ha proseguito l’attrice — da Michele Ambrosini — ogni an- cinotta è proprietaria, ci sarebbe sul peso, l’importanza della
Elio Pasquini, dirigente della Me- no premia le migliori firme del insomma l’idea di realizzare una
dusa Film che le hanno fatto stra- che vengo nelle Marche, ma sono dimensione utopistica in al-
giornalismo americano. Al tavolo pellicola ambientata proprio ad cuni settori dell’attività o
da tra le bellezze di Urbino. La almeno dieci anni che frequento degli ospiti non è rimasta estra- Urbino. Oppure — dando libero
prima tappa è stata dal magnifico questo territorio. Oltretutto credo dell’espressione umana e sti-
nea la politica, sulla quale la Cuci- sfogo alle ipotesi — non è da molare la creazione di un’im-
rettore Stefano Pivato per un rapi- che siciliani e marchigiani abbia- notta ha espresso le proprie idee, escludere che dietro a questo pic-
do saluto. Poi l’incontro con il sin- mo molte cose in comune. In par- magine positiva a partire da
commentando i fatti e la cronaca colo mistero ci sia in realtà “Road utopie possibili. Parteciperà
daco Franco Corbucci, che non ticolare — ha scherzato — quel italiana con estrema disinvoltura. to Capri”, la commedia scritta e
ha perso tempo abbozzando su che ci accomuna è la testardaggi- anche Filippo La Porta, sag-
Alla fine il primo cittadino ha prodotta da Labadessa che, al fian- gista e critico letterario. Il 10
due piedi una breve cartolina pa- ne». Quindi non ha risparmiato consegnato all’attrice una copia co di Maria Grazia, vedrà sul set
noramica della città. L’attrice, du- battute nemmeno a se stessa: «La maggio per “Utopia e teatro”
del volume sulla storia di Urbino Giancarlo Giannini, Meg Ryan e ci saranno “I Motus” gruppo
rante il colloquio durato una pubblicità ci fa sembrare più bel- e sui tesori d’arte. Ad ogni modo Nicolas Vaporidis. di performers teatrali.
mezz’ora, ha solo accennato al ve- li, ci rende più affascinanti». chi ha atteso fino all’ultimo istan- Emanuele Maffei

STUDENTI IN ARRIVO IL PRORETTORE AMERICANO E’ ANCHE NEL CONSIGLIO DIRETTIVO UNESCO

Accordo siglato tra le università d’Urbino e del Texas


IL PRORETTORE dell’University of Texas sia avvenuta anche perché la città permette di tini direttore dell’Ersu che ospiterà gli ameri-
di San Antonio Julius M. Gribou e il rettore vivere a contatto con le istituzioni, la cultura, cani ai collegi universitari, dove sarà presente
dell’Ateneo di Urbino Stefano Pivato hanno gli studenti italiani e di altre nazionalità in al Colle anche un ufficio stabile dell’universi-
firmato l’accordo per far studiare da settembre una “comunità universitaria”. Pur essendoci tà americana, Fabrizio Maci direttore dell’Uf-
prossimo nella città ducale almeno 50 studen- diverse facoltà in comune tra Urbino e San An- ficio Erasmus e relazioni internazionali, Mi-
ti per tre mesi. Per l’Università statunitense è tonio, gli studenti americani non potranno stu- rko Marinelli imprenditore di Fano ed Euge-
diare specificatamente architettura ad Urbi- nia Esposito della Creation Studio che si è oc-
il primo accordo di questo genere in Italia, pur no, ma, come incoraggiato dallo stesso Gri- cupata dell’intermediazione con l’Università
avendo già attivi altri 57 rapporti con Atenei bou, potranno immergersi in tutte le discipli- del Texas. A favorire l’incontro tra Urbino e
in tutto il mondo: il prorettore Gribou ha illu- ne e le materie umanistiche. All’incontro sono l’America anche il fatto che il prorettore Gri-
strato l’importanza per gli studenti della intervenuti il prorettore ai rapporti internazio- bou fa parte del consiglio direttivo dell’Une-
Texas University di svolgere un’esperienza di nali Giuseppe Giliberti che ha seguito il pro- sco. ACCORDO
studio all’estero e di come la scelta di Urbino getto per l’Università urbinate, Massimo For- Lara Ottaviani Sopra, Gribou e Pivato

Interessi correlati