Sei sulla pagina 1di 36

1

CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI


tokonomaway@tokonomaway.com

i consigli di

TOKONOMAway
per arredare la casa

versione 1.0

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
2
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

INDICE
PREFAZIONE 03

DA DOVE SI COMINCIA 04
Perché arredare
I 4 elementi fondamentali
Cosa vogliamo? 05
Le nostre necessità
Il valore degli ambienti
L'utilizzo degli ambienti
Casa tradizionale o polifunzionale
Quale stile? 06
Cosa non fare
LE 9 REGOLE 07
L'INGRESSO 09
Fisico
Virtuale 10
LE SCALE 11
In muratura
A giorno 12
L'illuminazione
ZONA GIORNO 13
Salotto e TV 14
Pranzo 15
Camini e stufe 16
L'illuminazione
LA CUCINA 17
Consigli 18
Gli elementi fondamentali
Modularità
Le attrezzature
Il piano di lavoro 19
Disposizione
OPEN SPACE 20
Definizione 21
Spazio
Quinte
IL CORRIDOIO 22
LE CAMERE 23
Matrimoniale 24
Bambini
LO STUDIO 26
Ambiente
Angolo
Impianti 27
Luce
I BAGNI 28
A terra
A sospensione
BALCONI E TERRAZZI 30
GLI IMPIANTI 32
MATERIALI, FINITURE, ILLUMINAZIONE 33

CONCLUSIONE 35

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
3
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

PREFAZIONE

Questo manuale nasce dall'esigenza di rispondere alle tante domande che nel corso degli
anni e, in particolare modo, nel corso di questi recenti mesi di attività di TOKONOMAway, mi sono
state rivolte dai tanti visitatori del sito internet www.tokonomaway.com attraverso cui l'Azienda
svolge gran parte della sua attività. Si tratta quindi di una consulenza scritta che può aiutare a
risolvere velocemente gran parte dei problemi che si incontrano arredando la casa.

Le domande ricevute spaziano dai singoli problemi, alle tecniche generali di arredo, alle finiture,
fino ai prodotti in commercio. Spesso per risolvere questi dubbi non è necessario un progetto di
interni, ma solo qualche consiglio e anche per questo motivo ho deciso di scrivere questo manuale.

Per problematiche più complesse e per giungere ad una sintesi a tutto tondo naturalmente sarà
sempre necessario un progetto di interni in 2D e, possibilmente, anche in 3D in modo da avere la
percezione dello spazio disponibile e del risultato finale non solo estetico, ma anche funzionale.

Sì, perché una casa o un ufficio è bene riflettano i gusti di chi li abita e siano gradevoli, ma devono
anche essere comodi da vivere e amichevoli, insomma funzionali.

Come tutto ciò che riflette i nostri tempi, anche questo manuale cercherà di essere preciso e
puntuale, senza dilungarsi troppo, e facile da consultare attraverso il suo indice.

Ti auguro una buona lettura e tante idee nuove per rendere la Tua casa sempre più felice ed
accogliente.

Bologna, 7 febbraio 2006

Con simpatia,

Stefano Boninsegna.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
4
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

DA DOVE SI COMINCIA

Perché ci viene in mente di cambiare l'arredamento di casa o la sua disposizione?

Perché siamo finalmente riusciti a comprare la nostra prima casa.


Perché ci siamo sposati.
Perché abbiamo avuto dei figli.
Perché abbiamo cambiato città
Perché vogliamo qualcosa di nuovo

Perché la nostra vita è cambiata

Tanti possono essere i motivi che ci portano a spendere tempo e risorse nell'arredamento. Tempo
e risorse spesi bene, perché quello sarà il luogo dove correrà la nostra mente anche quando
saremo al lavoro o in viaggio

LA NOSTRA CASA!

Per la maggior parte delle persone la casa è uno dei centri della vita, un punto fermo che, anche
cambiandolo spesso, rimane sempre un obiettivo da raggiungere.
La casa è anche un grande investimento da valorizzare e non importa spendere cifre astronomiche,
l'importante è riuscire a mediare tra 4 elementi fondamentali

NECESSITA'
FUNZIONALITA'
ESTETICA
GUSTI PERSONALI

Ed è quest'ultimo elemento, il gusto personale, che spesso fa la differenza, che fa di ogni casa un
unicum irripetibile e ci permette di sentirla nostra.

Un progetto di interni deve rispondere a questi 4 elementi principali. Per questo TOKONOMAway
dialoga con Te mentre sviluppa il progetto

perché la casa sarà Tua, sarai Tu ad abitarla, tu arriverai a casa alla sera e potrai finalmente
dimenticare una giornata stressante, Tu dovrai sentirti a Casa!

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
5
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

Ma allora da dove si comincia? DAI PROPRI DESIDERI!

Cosa vogliamo che ci sia quando chiudiamo la porta?

1) Quali stanze? Ingresso, soggiorno, cucina, pranzo, camere, servizi, ripostigli,... Una
camera in meno farà sentire il suo peso quando nascerà il prossimo figlio, quando avremo
la necessità di lavorare in casa, quando arriveranno i nipotini. Ma non è sempre necessario
avere un ambiente in più, a volte basta pensare una camera in modo tale da potere
ricavare un letto in più, un angolo studio, una zona libera per i giochi dei bambini. Si trova
sempre una soluzione, che non è detto debba essere un ripiego, ma anzi un punto di forza
dell'arredamento.
Un ripostiglio farà sempre comodo per sistemare tutto ciò che si accumula ma non
vogliamo o possiamo portare via.
Potrebbe fare comodo un bagno in più utilizzabile anche dagli ospiti senza dover entrare
nella zona notte ovvero nella zona privata della casa.

Facciamo un elenco di quelle che sono le nostre necessità in termini di spazi.

2) Quali ambienti vivremo maggiormente? Pensare di spendere cifre enormi in una stanza da
letto può fare piacere, se questo è possibile, ma pensandoci quello non è l'ambiente dove
si vive; si vive nella zona giorno, in salotto, in un open-space soggiorno e cucina.
Dove studieranno i bambini? Se sono più di uno potranno studiare assieme? Allora la
camera andrà pensata non solo per dormire.
Sarà necessaria una cucina enorme se la usiamo solo 1 ora alla sera?

Diamo un valore agli ambienti in funzione del loro utilizzo.

3) Ci sono dei bambini? Allora sarà necessario uno spazio per il gioco abbastanza libero e
non pericoloso.

Pensiamo a chi utilizzerà gli ambienti.

4) Lavoreremo in casa? Allora sarà necessario un luogo attrezzato o un angolo da adibire ad


ufficio.

Pensiamo se sarà una casa tradizionale o un ambiente polifunzionale.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
6
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

E' quindi possibile passare a determinare quale stile ci piacerebbe per l'ambiente dove vivremo

Quale stile?
antico
moderno
contemporaneo
rustico
high-tech
tradizionale
caratteristico di qualche luogo o cultura

Queste considerazioni ci aiuteranno a determinare particolari situazioni che caratterizzeranno gli


ambienti.

Fatto questo cosa si fa? Meglio dire cosa non fare in questo caso!

1) arrivare a casa dopo una giornata di lavoro e cominciare a spostare i mobili tra le invettive
della vicina del piano di sotto, perché tanto un po' di moto non ci farà male.
Risultato: il giorno dopo piegati dal mal di schiena arriveremo alla conclusione che era
meglio se rimaneva tutto come prima.

2) Recarsi nelle ultime due ore di apertura dei negozi di tutta la settimana seguente e pure nel
week-end nei grandi magazzini di mobili dove verremo puntualmente assaliti da venditori
che che non vedranno l'ora di venderci la famosa cabina armadio per la camera dei
bambini che dovremo smantellare sicuramente l'anno successivo perché prende uno
spazio enorme e non serve a nulla.
Risultato: dopo avere aspettato i mobili per i 40 giorni stabiliti, che diventeranno minimo 2
mesi, ci renderemo conto che forse era meglio evitare l'acquisto.

Ma allora cosa fare? Per arredare una casa ci vuole un lasso di tempo ragionevole. Non si fa in una
settimana ma neppure in un'eternità. Prendiamoci il tempo necessario per visitare sì i grandi
magazzini, ma anche negozi più piccoli con prodotti di artigianato, specialmente per gli accessori, o
prodotti locali e valutiamo i prezzi anche con ricerche su Internet. Gli arredi non costano poco,
quindi è meglio soppesare bene il loro acquisto.

Ma il tempo dove lo troviamo? Certo lavorando fino alla sera di tempo ne resta poco. Il consiglio
che mi sento di dare è di fare prima delle ricerche in rete, quindi andare a vedere i prodotti che ci
sembrano facciano al caso nostro. Può essere utile anche farsi inviare i cataloghi per posta o via e-
mail.

TOKONOMAway nei suoi progetti allega sempre una relazione tecnica con esempi di prodotti in
commercio proprio per dare al Cliente questa possibilità.

Quindi, individuati a grandi linee i prodotti da valutare meglio, allora ci recheremo dai rivenditori.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
7
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

LE 9 REGOLE

Definiti i punti del capitolo precedente, cerchiamo alcuni punti fermi per procedere nella
progettazione di interni.

1
Individuare una zona giorno e una zona notte, ovvero una zona pubblica e una privata.

2
Guardare se in pianta si vedono punti morti,

come corridoi troppo lunghi, aree finali del corridoio non utilizzate o ingressi troppo ampi. A volte
basta poco per creare un utile ripostiglio, oppure ampliare o eliminare una porta, o aprire del tutto
un tramezzo interno per creare un ambiente spazioso, accogliente e totalmente utilizzabile.

3
Cercare di evitare gli ingressi in abitazioni non molto grandi

che sono la maggioranza in Italia: l'ingresso è uno spazio totalmente inutilizzato, mentre spesso
può essere usato per aumentare la superficie della zona giorno; in questo secondo caso non va
però pensato come ingresso, con i tipici arredi per questi ambienti, ma come uno spazio giorno
dove quindi si può posizionare anche un mobile giorno, una libreria, parte del salotto.

4
Consideriamo la possibilità di piccole opere di muratura.

5
Guardarsi attorno:

com'è la luce durante la giornata? Dove sono le finestre? Sono abbastanza grandi? C'è un terrazzo
che può ampliare la zona giorno visivamente e, nella bella stagione, anche fisicamente?

6
Controlliamo la posizione degli impianti:

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
8
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

luce, acqua, gas, cablaggi vari, scarichi (se abbiamo in programma di spostare i bagni o la cucina),
posizione della canna fumaria della caldaia ed eventualmente del camino. Tutte cose da non
sottovalutare perché spostarle può portare spese non indifferenti.

7
Individuiamo gli elementi primari,

quelli più grandi che delimiteranno gli spazi, lasciando ad un secondo momento le considerazioni
sugli accessori.

A QUESTO PUNTO 2 REGOLE FONDAMENTALI

8
PENSARE GLI SPAZI IN 4 DIMENSIONI,

fare lo sforzo di vedere gli spazi in pianta e alzato, in prospettiva e spostarcisi dentro. Un utilissimo
esercizio di fantasia che darà i suoi frutti.

9
NON PENSARE GLI ARREDI SOLO SUL PERIMETRO DELLE STANZE

Se li pensiamo solo sul perimetro la funzione degli arredi sarà principalmente statica, mentre noi
vogliamo dargli una funzione dinamica. Pensiamoli quindi anche a centro stanza, con i lati corti
appoggiati alle pareti, disposti in modo tale da creare delle aree funzionali senza dovere per forza
dividere fisicamente gli ambienti.

Un esempio tipico è quello del salotto: se lo spazio lo permette, il salotto può essere disposto a
centro stanza a formare degli angoli o da solo, rettilineo, o con un tratto contro la parete ed un altro
a centro stanza. Questo è un utilizzo dinamico che crea ambienti senza dividere, con lo sguardo
che può andare oltre.

Ancora, la schiena di una libreria, dovutamente nobilitata, può fare da appoggio ad un salotto o da
parete trasversale: anche qui la divisione non è totale perché il mobile potrà essere alto 100-160-
200 cm e non chiudere totalmente l'ambiente che delimita.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
9
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

L'INGRESSO

L'ingresso può essere un ambiente fisico, con limiti e caratteristiche propri, oppure virtuale,
assorbito dalla zona giorno, quindi senza una delimitazione vera e propria.
Rimane in tutti i casi un luogo importante perché dà il benvenuto e introduce in un'area privata
anticipandone spesso le caratteristiche.

AMBIENTE FISICO

Molte abitazioni hanno ancora un ingresso che si configura come una stanza indipendente
circondata da porte che danno sui vari ambienti. Sono arredati con i tipici elementi pensati per
questi ambienti: mobile basso da ingresso con appoggio del telefono, specchio, guardaroba più o
meno aperto e visibile, portaombrelli.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
10
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

In genere, ma non necessariamente, gli arredi di questi ingressi anticipano e seguono lo stile degli
arredi del resto della casa.

AMBIENTE VIRTUALE

In questo caso l'ingresso è inglobato nella zona giorno, che spesso è unita anche alla cucina. In
queste case si entra direttamente nel salotto. Sono stati pensati per utilizzare tutto lo spazio
disponibile.
Nonostante questa situazione, esiste ugualmente un'area, più o meno grande, che fa da ingresso
dove spesso viene posizionato almeno uno specchio. A volte si cerca anche di ricreare il vecchio
ingresso sistemando mobili bassi, fioriere o schermi leggeri, tipo grate, in prossimità della porta.

CONSIGLI

Nell'ingresso fisico cercare di arredare questo spazio senza che resti una zona vuota col solo
valore del passaggio. Un ambiente vuoto non dà il benvenuto a chi entra. Sono sufficienti dei
quadri, uno specchio, un armadio a muro con le ante leggermente lavorate, perché no un
lampadario proporzionato con le dimensioni dell'ambiente. Cercare inoltre di rimanere legati allo
stile della zona giorno in maniera da non lasciare che si avverta una separazione netta.

Nell'ingresso virtuale gli arredi dovranno già essere quelli della zona giorno, quindi evitare di
riproporre i tipici mobili bassi da ingresso che qui non hanno più ragione di essere. Usare subito i
mobili giorno e il salotto anche in prossimità della porta. Evitare assolutamente di lasciare troppo
spazio vuoto attorno all'ingresso: sarebbe solo un antiestetico spreco di spazio inutilizzato.
Uno specchio di dimensioni medio grandi è in genere indicato, come anche un armadio a muro a
tutta altezza che faccia da guardaroba.
Se si vuole delimitare l'ingresso è bene usare degli elementi aperti, tipo grate o librerie a giorno.
L'illuminazione dell'ingresso dovrebbe essere uguale o simile a quella delle altre aree di passaggio,
come i corridoi, in modo tale da dare riconoscibilità funzionale alle aree.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
11
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

LE SCALE

Se la casa ha più di 1 piano ci saranno delle scale, spesso in prossimità dell'ingresso.

La scala può essere in muratura o a giorno.

SCALA IN MURATURA

Sono strutture realizzate in muratura e ancorate alle strutture adiacenti. Sono di spessori notevoli,
quindi il loro impatto estetico sarà importante.
Possono essere rivestite in legno, materiali lapidei, nobilitati, moquette. L'intradosso potrà essere
liscio, oppure riportare i gradini dell'estradosso. La forma varia a seconda dei progetti e dello spazio
a disposizione.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
12
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

SCALA A GIORNO

Queste scale sono più leggere, realizzate in ferro e/o legno, e ancorate alle strutture perimetrali.
Esteticamente sono meno importanti di quelle in muratura, ma il loro impatto visivo dipende molto
dal loro disegno, dal tipo di prodotto e dai materiali utilizzati.

CONSIGLI

La scala di per sé è già un elemento importante, quindi credo sia bene cercare di valorizzarla
piuttosto che nasconderla.
La si valorizza evitando di coprire le rampe. A volte però anche un sottoscala chiuso di una scala in
muratura può essere gradevole nonché utile; in questo caso si considerino anche materiali lapidei,
vetrocemento, decorazioni superficiali.
Un sottoscala aperto invece può essere usato come angolo decorativo con piante verdi oppure
come luogo per sistemare accessori di arredo, vasi, sculture.

ILLUMINAZIONE

L'illuminazione più semplice e classica di questi ambienti è quella con applique a muro ed in questo
caso consiglio di usare quelle a luce indiretta, in modo da non avere la luce diretta contro gli occhi.
Una soluzione semplice ed elegante è anche quella ottenuta con piantane, lampade a stelo, con
luce più o meno indiretta.
La soluzione più complessa è invece data dai faretti e dalle luci a soffitto, tipo lampadari e faretti
appesi, che necessitano di ribassamenti e di molti punti luce. In entrambi i casi è necessario un po'
più di lavoro e la manutenzione può risultare difficoltosa.

Come per l'ingresso, cercare di dare continuità di finiture ed illuminazione alle zone di passaggio.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
13
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

ZONA GIORNO

La zona giorno è il centro della casa e l'area maggiormente utilizzata. Può essere separata dal
resto oppure unita all'ingresso e alla cucina; nel secondo caso assumerà le caratteristiche di un
open space.

Gli arredi fondamentali da considerare per questa zona sono:

mobile giorno, salotto, zona TV, pranzo.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
14
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

CONSIGLI

Raccomandiamo subito di evitare, come già si è detto e se lo spazio lo consente, di sistemare tutti
gli arredi sul perimetro, ma di cercare di creare delle aree funzionali.
Immaginare dei percorsi in modo tale da evitare ingressi alle spalle del salotto e passaggi obbligati
attraverso zone di relax.

IL SALOTTO E LA ZONA TV

Un salotto tutto a centro stanza, o ad angolo con uno dei lati a centro stanza sarà un salotto
importante ed esteticamente gradevole.
Cercare di dotare il salotto di un tavolino basso, di cortesia.
Segnare la zona salotto con un tappeto, che può anche rimanere sotto i divani, abbastanza ampio.

Il salotto, per le nostre abitudini, sarà collegato alla zona TV, che ormai è diventata una zona
importante e sempre più ampia per le dimensioni degli schermi in commercio. Se è possibile si
prendano in considerazione schermi LCD o al plasma che, oltre al beneficio per la salute, hanno
anche il pregio di essere poco ingombranti in spessore e alcuni modelli si possono fissare al muro
come dei quadri.
Assieme alla TV si potrà pensare ad un sistema audio tipo home theatre: in questo caso si dovrà
valutare bene lo spazio a disposizione in base al sistema audio scelto.

La finitura del salotto potrà essere indipendente dal resto, anche con colorazioni particolari.

La zona TV, a sua volta, sarà collegata al mobile giorno, oppure indipendente.
Se inserita nel mobile giorno bisogna riservarle uno spazio significativo.
Nel secondo caso ci sono in commercio mobili porta-TV poco ingombranti ed esteticamente
gradevoli, oppure TV con incorporato il mobile.
Si tenga conto che questi angoli, arricchendosi via via di decoder e lettori vari, diventano pieni di fili
che dovranno essere in qualche modo celati alla vista, o comunque parzialmente nascosti, quindi
bisognerà pensare ad un mobile che possa contenerli egregiamente.
In prossimità della zona TV dovranno esserci almeno un punto luce, una uscita video e una uscita
telefono/fibra ottica per i collegamenti dati.
Inoltre, in prospettiva a breve-medio termine, si può ormai pensare la TV unita al PC e quindi a
Internet, con tutto quello che ne consegue in termini di spazio e fruibilità.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
15
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

IL PRANZO

Il pranzo in genere è un po' defilato rispetto al salotto, anche per non interferire con un angolo di
relax così importante, e devono potere essere usati in contemporanea. Il pranzo è bene sia più al
servizio della cucina, specialmente negli open space dove spesso la cucina non ha molti piani di
appoggio.
Attorno al tavolo dovrà rimanere sufficiente spazio per muoversi e i passaggi non dovranno
interferire con la zona salotto.
Il tavolo potrà riprendere la finitura del mobile giorno, ma potrà anche distaccarsene, ad esempio se
si sceglie un tavolo in cristallo.
Gli accostamenti tra mobile giorno minimal e tavoli in cristallo con base in legno sono
particolarmente gradevoli.

Nella zona giorno si prendano sempre in considerazioni gli elementi nel loro complesso,
quindi gli arredi, ma anche gli accessori, le tende se ci saranno, e la finitura delle pareti.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
16
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

CAMINI E STUFE

A volte in questa zona c'è un caminetto o una stufa. Sono elementi importanti che creano un polo di
attrazione. Possono essere a muro ma anche a centro stanza.

Considerare che è necessaria una certa distanza dai mobili a seconda del modello scelto che potrà
essere più o meno schermato.
Attenzione perché gli imbottiti classificati come ignifughi non è che non brucino, semplicemente
bruciano molto lentamente evitando di dare fuoco subito a tutta la casa! Quindi vanno tenuti distanti
dal calore e dal fuoco anche loro!
Naturalmente non mettere un televisore sui ripiani superiori di un camino o al suo fianco.

Detto questo, l'angolo che si può creare attorno ad un camino o a una stufa è una delle zone più
belle di una casa. Potrà essere moderno, come tradizionale, unito al salotto o separato a creare un
luogo di relax supplementare.

ILLUMINAZIONE

L'illuminazione del salotto e del pranzo potrà essere unitaria, ma anche differenziata. Ci sentiamo
di consigliare due tipi di luce: una luce indiretta per la zona salotto e relax e una luce più classica,
anche con lampadario, per il pranzo. In questo modo il salotto potrà essere usato
indipendentemente con luce soffusa.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
17
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

LA CUCINA

Anche questo ambiente, seppure con i ritmi di vita contemporanei sia meno utilizzato che in
passato, resta fondamentale in una casa.
Oltre che fondamentale, assieme ai bagni, rimane tra gli ambienti più costosi, quindi meritevole di
attenzione.

La cucina potrà essere chiusa, tradizionale, o aperta e unita alla zona giorno. Inoltre potrà essere
classica o moderna. Fatte queste distinzioni tutto il resto viene di seguito.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
18
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

CONSIGLI

La cucina è un luogo principalmente di lavoro, quindi bisognerà fare attenzione in particolare modo
alla

funzionalità

sia dei mobili sia dello spazio nel suo complesso.


Se lo spazio lo permette è bene cercare di lasciare libero il movimento in prossimità dei mobili, il
che significa che, quando gli sportelli della cucina o degli elettrodomestici sono aperti, rimane
ancora spazio sufficiente per camminare senza troppa fatica.
Purtroppo le case contemporanee sono sempre più piccole e non sempre questo è possibile. La
funzionalità dell'ambiente va comunque salvaguardata.

GLI ELEMENTI FONDAMENTALI

cucina (fuochi+forno), cappa aspirante, frigo, lavello, lavastoviglie, piano di lavoro, colonna
e pensili portaoggetti

LA MODULARITA'

I pezzi alla base sono modulari sul modulo 60*60*90h cm

e, in linea di massima, si compongono in base a queste misure. I produttori poi dispongono anche
di mezzi moduli e fasce di aggiustaggio.

LE ATTREZZATURE

Per il costo e l'importanza della cucina, anche se non si pensa di comprare una lavastoviglie o un
microonde, sarebbe bene considerare la possibilità di aggiungerli in seguito lasciando loro lo spazio
senza dovere acquistare altri pezzi che potrebbero non essere più disponibili.
Le lavastoviglie si trovano della misura classica, come le lavatrici, oppure più piccole, tipo bar. Il
loro attacco può essere a muro, indipendente, oppure al sifone del lavello.
Il microonde è fatto per stare appoggiato ad un piano di lavoro, ma si può anche incassare in una
colonna della cucina, in genere più in alto del piano di lavoro che si trova a circa 90 cm da terra.

Il frigo può occupare il posto di una colonna, come anche essere indipendente a una o due ante. E
con diverse altezze.

La cappa, specialmente negli open space, è bene sia aspirante e collegata ad una canna fumaria
esterna per evitare di impregnare l'ambiente con gli odori della cottura. La canna fumaria della
cappa deve essere indipendente da quella della caldaia.

Per la caldaia, che sia interna o esterna, bisogna attenersi scrupolosamente alle indicazioni del
tecnico, della casa produttrice e alle norme vigenti in materia.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
19
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

IL PIANO DI LAVORO

Capita che non ci sia lo spazio per un tavolo da pranzo e per un piano sufficientemente grande per
la cucina; questo fatto può creare scomodità quando si cucina ma ci sarebbe bisogno anche di un
piano libero. A questo proposito si considerino soluzioni a penisola o piani a scomparsa o a ribalta.
Le soluzioni a penisola possono fungere anche da separazione virtuale con la zona giorno e da
piano di appoggio non solo per i lavori in cucina, ma anche per la colazione e durante tutto l'arco
della giornata.

LA DISPOSIZIONE

Un ultimo consiglio da tenere presente è la disposizione della cucina stessa: in genere, per
comodità, si appoggia ai muri così che gli impianti siano tutti vicini e la schiena non sia visibile; è
però anche possibile usare la cucina come una parete divisoria, anche parziale e in questo caso si
creeranno due ambienti, pranzo e cucina, divisi ma non nettamente separati.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
20
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

OPEN SPACE

Gli open space, come già si diceva nel capitolo precedente, sono all'ordine del giorno come
soluzione ingresso+salotto+pranzo+cucina. Sono soluzioni piacevoli: è infatti particolarmente
gradevole entrare in un grande ambiente che contiene diverse aree funzionali e dove lo sguardo si
posa su diversi fondali e su diversi oggetti.

Sono però anche ambienti da pensare bene, proprio per la commistione di funzioni che potrebbe
generare un senso di confusione generale.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
21
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

CONSIGLI

A parte un progetto 2D/3D che dà la certezza del risultato finale, è sempre importante

definire le aree da progettare e la loro funzione.

Dove si troverà il salotto, dove il pranzo, dove la cucina, dove un piccolo ingresso? Ma come
stabilire la loro posizione?

Per la cucina dominano gli impianti che, se si vogliono spostare, si va incontro a spese non
indifferenti, quindi sarebbe meglio lasciarli dove sono, se non si intende spendere troppo.

Per il salotto la cosa più semplice è individuare la posizione della TV che possibilmente non
dovrebbe avere la luce di fronte. Fatto questo si trova la posizione del divano.

Certo, questo non è un metodo universale, ma è comunque pratico.

Un'altra considerazione da fare è

se si preferisce avere molto spazio libero oppure no.

Se dei bambini dovranno vivere la casa, avere un bello spazio libero con un tappeto sarà molto
utile e forse sarà il caso di posizionare i divani lungo le pareti. In una casa per single questa
esigenza non si pone e si potrà disporre il divano a centro stanza.

Credo che la posizione migliore lungo le pareti sia quella del mobile giorno, mentre gli altri elementi
si possono spostare a piacimento.

Un altro consiglio è quello di cercare di

creare delle quinte ove posare lo sguardo.

Evitare quindi le pareti tutte vuote, ma arricchirle almeno con un pannello dipinto, un quadro, o delle
mensole. Un mobile giorno sarà una quinta importante. Il cono prospettico sulla cucina amplierà lo
spazio tridimensionale di tutto l'open space facendo girare lo sguardo lungo i mobili cucina. Il tavolo
da pranzo potrà diventare un elemento orizzontale importante e catalizzatore dello sguardo,
specialmente se sovrastato da un lampadario, mentre il salotto creerà un'isola di relax.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
22
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

IL CORRIDOIO

Il corridoio non è sempre presente, specialmente nelle abitazioni nuove, ma spesso si trova. In
genere fa da ingresso alla zona notte e nello stesso tempo da raccordo tra zona giorno e zona
notte.

Per evitare di viverlo come elemento di puro passaggio, bisogna

cercare di valorizzarlo. Come fare?

Per prima cosa andrà raccordato all'ingresso e alle altre zone di passaggio con le finiture e
l'illuminazione, quindi andrà un poco arricchito con una libreria se c'è posto, qualche mensola poco
profonda, quadri.

Inoltre i corridoi, che in genere sono poco luminosi, non andrebbero finiti con colori scuri, mentre
vanno bene gli specchi che hanno la caratteristica di sfondare le pareti.

Per l'illuminazione è meglio quella indiretta che amplia l'ambiente.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
23
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

LE CAMERE

Le camere sono il luogo del nostro mondo più privato, anche interiore. Quali sono i loro elementi
fondamentali?

Il letto, l'armadio, una scrivania, uno specchio.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
24
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

LA CAMERA MATRIMONIALE

In genere è la camera più grande per potere contenere il letto a 2 piazze che può superare i 200
cm in entrambe le dimensioni.

Il letto potrà avere i tradizionali comodini, come anche una testata profonda 20-30 cm a sostituirli.

L'armadio potrà essere classico, di diverse altezze, o essere una parete attrezzata a tutta altezza,
come anche una cabina armadio, se l'ambiente è abbastanza grande.
Tutte soluzioni che dipendono dalle caratteristiche dell'ambiente e andrebbero progettate almeno in
2D.

Il consiglio è quello di non lesinare troppo sulle dimensioni dell'armadio, che è bene sia grande,
visto che col tempo il posto non sarà mai abbastanza e un armadio a muro a tutta altezza credo sia
la soluzione migliore. Si può obiettare che sia scomodo, perché non si arriva facilmente in alto, ma
sugli ultimi ripiani si riporranno le cose di scarso utilizzo o da conservare.

LA CAMERA DEI BAMBINI

La camera dei bambini andrà pensata con un occhio alla loro privacy, se sono più di uno, e anche
alle loro esigenze di crescita, visto che passeranno dal gioco allo studio in poco tempo e non è
detto che si voglia cambiare gli arredi della camera dopo pochi anni.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
25
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

Un armadio capiente conterrà i vestiti. Una libreria i libri per le varie età. Una scrivania sarà
assolutamente necessaria per lo studio, pensando anche che un bambino prima o poi userà
sicuramente un PC, ma anche come semplice piano di appoggio durante gli anni dell'infanzia.

Per il letto, per guadagnare spazio, possono essere utili le soluzioni a ponte, ma non a tutti sono
gradite. Stesso discorso per la libreria. L'illuminazione non dovrà essere troppo forte, meglio se
regolabile a seconda dei momenti di utilizzo della camera.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
26
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

LO STUDIO

Lo studio, che fino a poco tempo fa si trovava solo in case con particolari esigenze e piuttosto
grandi, ora si trova, anche se di dimensioni ridotte, in quasi tutte le abitazioni.

Mi riferisco non solo ad un

vero e proprio ambiente dedicato a studio,

ma anche ad

un angolo della casa

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
27
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

da dedicare a tutti quei lavori che necessitano di un piccolo appoggio continuativo. Questi angoli
sono sempre più necessari man mano che l'utilizzo dei PC e della Rete Internet diventano di uso
quotidiano.

Se è disponibile un ambiente intero, lo si arrederà con una scrivania abbastanza ampia da


contenere le attrezzature lasciando sufficiente spazio per leggere e scrivere. Sconsiglio l'uso di
postazioni PC separate se è possibile acquistare un tavolo ampio – almeno 160x80 cm – perché il
risultato è sempre poco ordinato.
Ci sarà anche una libreria, che raccomandiamo chiusa con antine, per evitare di trovarsi pieni di
polvere e non c'è nulla di più antipatico di una libreria sporca con tutti i volumi da spostare per
togliere la polvere.

Attenzione agli impianti e ai cavi delle attrezzature.

Sarebbe bene, acquistando la scrivania, pensare anche i cablaggi e a come schermare, anche
parzialmente i cavi. Inoltre è sempre meglio non fare circolare troppi cavi a contatto col pavimento
per il rischio di danni in caso di allagamenti accidentali e per evitare che un bambino, come anche
un animale domestico, ci giochi e si faccia male.

Bisogna inoltre tenere in considerazione la luce

che non dovrà colpire direttamente il monitor ma non dovrebbe neppure trovarsi dietro lo schermo
per evitare un contrasto troppo forte tra luce della finestra e scrivania. Quindi la posizione ideale di
una finestra sarebbe di fianco rispetto al monitor.

Se non si riesce a soddisfare questa esigenza si può schermare la finestra con tende abbastanza
coprenti.
Oltre alle tende tradizionali, per questi locali sono indicate anche le tende verticali (quelle che si
vedono spesso negli uffici) e le veneziane. Le veneziane si trovano anche di 15 mm in modo da
poterle sistemare nello spessore interno dell'infisso e il risultato in genere è elegante e minimale.
Questi accessori sono disponibili in svariati colori e finiture.

Se lo studio è abbastanza grande si può usare la libreria per creare delle divisioni e realizzare più
di una postazione lavoro e questo è ideale per i figli che studiano o per persone che hanno
l'esigenza di lavorare anche in casa.

Se non si possiede un locale da adibire a studio si può ricavare un angolo in qualche altro luogo
tranquillo della casa usando i mobili o le librerie a creare divisioni.
Volendo anche il soggiorno si presta a trovare un piccolo spazio per un PC.
Più spesso però si usano le camere. A questo proposito sono sempre utili le soluzioni a ponte che
liberano lo spazio a terra.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
28
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

I BAGNI

La differenza fondamentale da tenere presente quando si decide di rifare un bagno è se si vogliono


montare dei

SANITARI A TERRA O A SOSPENSIONE

Nei due casi la predisposizione degli impianti è diversa e l'Impresa che si occuperà dei lavori dovrà
esserne al corrente.

Fatto questo, le due grandi famiglie di sanitari sono i bagni tradizionali con sanitari, mobili e
murature integrate e i bagni contemporanei, minimal con i pezzi a sospensione e i mobili e le

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
29
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

murature ridotti al minimo indispensabile.

Una forte integrazione tra sanitari, mobili e murature porta ad una manutenzione più difficoltosa, al
contrario la manutenzione diventa più semplice.

A questo punto sarà il nostro gusto personale che ci farà scegliere una famiglia di sanitari piuttosto
che un'altra.

Il bagno è costoso, si pensi però che ha una vita media più lunga rispetto a tutti gli altri arredi,
quindi si può pensare di spendere qualcosa in più da ammortizzare col tempo.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
30
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

BALCONI E TERRAZZI

Il balcone o il terrazzo possono diventare importanti per l'ambiente su cui si aprono, come il
balcone della zona giorno che amplia la zona giorno stessa.

Nella bella stagione, dotato di una tenda estensibile, un tavolino, qualche seduta, piante verdi e da
fiore, aggiunge superficie al salotto.
Nella brutta stagione rimane comunque un fondale più distante del muro perimetrale e, se abbellito
con sempreverdi, amplia ugualmente l'ambiente.

IMPIANTI, VERDE, FINITURE E ILLUMINAZIONE

Viste queste considerazioni, si cerchi di non occuparli in maniera antiestetica con impianti di

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
31
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

condizionamento o di trasformarli in ripostigli: sarebbe veramente un'occasione sprecata per


ampliare e abbellire con un tocco di raffinatezza la propria casa.

Nel posizionamento degli impianti della climatizzazione si faccia attenzione a dove verrà diretto il
getto d'aria calda: possibilmente non dovrebbe rendere invivibile il balcone, anche se poi nel
momento in cui si usa il condizionatore tutti i vetri saranno chiusi, ma troppo calore brucia le piante.

Nella scelta delle piante si cerchino anche dei sempreverdi così da avere una bella quinta anche
nella stagione fredda.

Se è possibile scegliere le finiture, non ci si fermi alle solite mattonelle da terrazzo, ma si pensi
anche a mattonelle con una certa valenza estetica oltre che di resistenza alle intemperie. Si può
anche usare un paramento lapideo sui muri perimetrali.

L'illuminazione potrà richiamare quella interna, come anche differenziarsene in modo romantico,
usando lanterne o prodotti tradizionali del luogo.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
32
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

GLI IMPIANTI

Tutti gli impianti dovranno sottostare alla regola della massima funzionalità e del risparmio
energetico.

Quali sono gli impianti da tenere in considerazione?

luce
acqua
gas
cablaggi telefono/TV/dati
riscaldamento
climatizzazione

Se è possibile scegliere il loro posizionamento, oppure modificarli, si cerchi di posizionarli dove


effettivamente saranno utili e alle altezze corrette. In questo ci aiuterà un progetto in pianta con la
posizione degli arredi.

Il progetto andrà fornito all'impiantista che si occuperà dell'impianto di riscaldamento e


climatizzazione così che possa prevedere tutti gli elementi nella posizione più corretta per
raggiungere il massimo comfort abitativo.

Gli impianti, se spostati, lasciano sempre qualche traccia tipo canaline o fori sui muri che andranno
coperti alla vista o lasciati nelle posizioni meno visibili.

Una raccomandazione per gli split dell'aria condizionata è di fare in modo che i getti d'aria
non siano diretti verso le aree dove si sosta, come divani, letti o tavoli da pranzo.

Per quanto riguarda l'estetica, in commercio sono disponibili molte soluzioni che andranno adattate
ai propri gusti e al progetto generale dell'ambiente.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
33
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

MATERIALI, FINITURE, ILLUMINAZIONE

Tutti i materiali e le finiture daranno il tocco finale alla casa.

Dovranno rispondere ad esigenze di

DURATA, ROBUSTEZZA ED ESTETICA

I materiali principali utilizzati nella abitazioni sono

l'intonaco con finitura a gesso o calce


materiali lapidei
il cotto
la ceramica
il gres
il legno

Le finiture varieranno tra

grezzo
finitura superficiale più o meno raffinata

L'intonato a gesso o calce potrà essere arricchito con tinte più o meno accese anche usando
tecniche tradizionali tornate di moda come le antiche terre fiorentine o gli stucchi veneziani.

I materiali lapidei, come la pietra serena o il marmo, sono ottimi materiali da finitura ma possono
avere delle controindicazioni per la pulizia perché tendono a macchiarsi e ad invecchiare, ma
questa è una delle loro caratteristiche e andrebbe considerata come un loro punto di forza.

Il cotto, tipo Impruneta, credo sia più adatto per gli esterni perché è veramente scomodo da pulire e
sarebbe necessaria una macchina ad acqua.

La ceramica ed il gres andranno bene in tutte le loro varianti. Se di buona qualità sono
praticamente eterni e le loro caratteristiche non mutano col tempo.

Il legno potrà essere usato quasi al grezzo o finito superficialmente, nelle sue varianti di legno
inchiodato, incollato, flottante con o senza colla.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
34
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

Il parquet potrà essere grezzo, prefinito o laminato. L'ultimo, il laminato, non è un pavimento in
legno ma ha l'aspetto ed il colore di un parquet.

Il parquet può essere usato per ricoprire pavimenti esistenti: in questo caso ricordarsi che
bisognerà correggere l'altezza di tutte le porte, a volte anche accorciando le ante. Non si tratta
quindi di una procedura così semplice come sembra, dovendo anche tagliare il parquet a misura
nelle zone perimetrali e sostituire tutti i battiscopa.

Il legno può essere usato anche nei bagni ma di qualità tale da resistere all'umidità.

In genere si considerano i pavimenti uniformi, ma si possono anche pensare decorati con fasce e
disegni o mischiando fasce in ceramica, marmo, pietra e legno, per risultati particolari e raffinati.

La scelta dei colori è molto personale, ci sono però colori che in genere non sono indicati in alcune
zone come l'azzurro e il blu in cucina o il giallo nelle camere da letto. Credo però sia un po' difficile
e presuntuoso porre delle regole in questi campi: ognuno colorerà i propri spazi come meglio crede.

L'illuminazione la consiglio sempre calda e diffusa. Si potranno scegliere faretti, lampade da terra,
lampade a sospensione, lampade a muro.
La raccomandazione però è sempre quella di non colpire gli occhi con fasci di luce diretti troppo
forti che innervosiscono e rimpiccioliscono gli ambienti.

Evitare i neon negli ambienti di relax e le applique a luce diretta nel salotto. Il salotto ha sempre
bisogno di almeno una lampada regolabile o comunque a luce bassa da accostare all'illuminazione
più potente e diffusa.
Le lampade possono essere dei validi accessori e punti focali del progetto di arredo.

Si consideri sempre che il faretto in genere ha bisogno di un ribassamento del soffitto per
contenerlo e comunque di molti punti luce. Se anche non si fa il ribassamento bisognerà
ugualmente nascondere i fili.

Diverso il discorso se si usano faretti su barre rettilinee o curve. Questi sistemi però sono
abbastanza costosi.

Il lampadario, anche se viene considerato un po' fuori moda, può essere una valida alternativa a
queste soluzioni contemporanee, anche rivisitando aziende che producono forme tradizionali: un
tocco di raffinatezza retrò è ottimo anche in un ambiente moderno.

Non ultima la considerazione sul risparmio energetico. Cercare di accendere le luci con più di un
interruttore, così da accendere solo quelle che servono e non illuminare a giorno un ambiente dove
si deve solo passare o di cui se ne utilizza solo una parte.
Questo è l'esempio degli open space: in questi ambienti spesso si usa il salotto ma non la cucina,
oppure il salotto e solo la penisola della cucina per leggere, o un angolo per il PC, o si guarda la TV
con luce soffusa, oppure si passa dalle aree di passaggio alla cucina. In tutti questi casi non è
necessario illuminare completamente l'ambiente, ma solo le zone effettivamente utilizzate. Anche il
risultato generale sarà molto più piacevole, dinamico e rilassante.

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
35
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

CONCLUSIONE

I consigli sopra esposti sono poche regole fondamentali dettate dalla teoria e dalla pratica della
progettazione di interni.
Sono regole che vanno prese ed adattate alle situazioni particolari e, possibilmente, sintetizzate in
un progetto di arredamento di interni che prenda in considerazione tutte queste tematiche.

Ogni tematica va adattata, ampliata o anche tralasciata a seconda delle situazioni.

L'arredo di interni non può essere il risultato di uno studio verticistico, ma sarà sempre il risultato di
tanti argomenti messi assieme tra loro e anche di diversi punti di vista.
Per questo TOKONOMAway dialoga col Cliente durante la redazione di un progetto, perché il
risultato deve per forza essere particolare e unico, fatto su misura per la persona che abiterà quella
casa.

L'approccio ad un progetto di interni prenderà in considerazione non solo gli interni ma anche gli
esterni, il luogo dell'immobile e, naturalmente, bisognerà sempre pensare a chi abiterà questo
luogo.

Lo stile varierà sempre. Certo, si potrà intravvedere una linea guida importante per dare unitarietà
e coerenza al progetto, ma il risultato sarà sempre una commistione di stili e ricordi.

Ci tengo a sottolineare il valore dei ricordi perché una casa è fatta di ricordi ed esperienze che si
sovrappongono e vanno sempre tenuti in considerazione. Non farlo ci causerebbe un senso
malsano di straniamento dal luogo.

La casa infatti non è solo un'immagine, una crosta data da spazi, mobili e finiture, ma è un mondo
interiore che questi spazi, questi mobili e queste finiture possono lasciare più o meno trasparire,
come il nostro carattere traspare attraverso i nostri vestiti, i nostri movimenti, la nostra voce.

Augurandomi di essere riuscito ad aiutarTi e a fare nascere qualche nuova idea o spunto di
riflessione,

Con simpatia, in una fredda serata di inizio febbraio,

per TOKONOMAway
Stefano Boninsegna.

Bologna, 7 febbraio 2006

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com
36
CHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO PER UN PROGETTO DI INTERNI
tokonomaway@tokonomaway.com

Consulenza scritta prodotta elettronicamente, custodita


e divulgata a richiesta da

TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO

Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO – Italia


Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com

www.tokonomaway.com

By TOKONOMAWAY DI BONINSEGNA STEFANO


Via Pablo Neruda, 2 – 40139 Bologna BO Italia - Tel +39 349 5118740 – Fax +39 051 7456856
E-mail tokonomaway@tokonomaway.com – Http://www.tokonomaway.com