Sei sulla pagina 1di 30

TU + TAROCCHI =

SAGGEZZA MILLENARIA A PORTATA DI MANO

Se potessi chiedere su una relazione, una decisione o una situazione ogni volta che vuoi e...

ricevere chiaramente una risposta in grado di darti le giuste indicazioni, non sarebbe
fantastico?

Ciao, sono Francesco, fondatore della scuola internazionale TDM (www.scuolatdm.com) e


webmaster della community tarologica tarocchi.blog.

Sono qui per aiutarti ad imparare il linguaggio del Tarocco apportando un grado di intuizione e
ispirazione maggiore rispetto a quello che potresti avere ad oggi.

Questo ti permetterà di vivere la vita che vuoi davvero.

Ti parlo molto chiaramente: le carte dei tarocchi - di per sé - non


sono magiche, in realtà sono solo inchiostro su carta.

Attenzione, non c'è nulla di strano o malvagio in quello che


ti sto dicendo.

Ciò che è davvero magico, è il modo in cui le carte ti aiutano a


connetterti con la parte più profonda e più potente di te stesso.

Quella parte di te che sa che non ci sono limiti, che può raggiungere qualsiasi risultato e che tutto,
ma proprio tutto, è possibile.

Ecco perché ho creato questo ebook gratuito, 5 modi per leggere i Tarocchi con semplicità.

L'ho fatto per aiutarti a vivere una vita più intuitiva con il Tarocco come guida.

In queste pagine ti mostrerò tecniche semplici e divertenti che potrai utilizzare, ogni giorno, per
connetterti ai nostri amati Arcani.

Metti la tua intuizione in ciò che fai e impara a leggere i Tarocchi dal tuo cuore e non da un libro.

Copyright © scuola TdM


TU + TAROCCHI =
SAGGEZZA MILLENARIA A PORTATA DI MANO

È una mia profonda convinzione che chiunque possa imparare a leggere il Tarocco,
indipendentemente da tutto e tutti.

Un abbraccio.

Copyright © scuola TdM


PRIMO
STEP

SE VUOI LEGGERE
I TAROCCHI,
DEVI SCRIVERE
SU UN QUADERNO.
Quando ho iniziato a studiare il Tarocco ero a caccia di nozioni in modo così vorace che, nel giro di
un anno, mi sono congestionato con la mole di informazioni che ho preso da corsi, libri e siti
internet.

Questo fin quando mi sono imbattuto nell'unico vero Maestro: il Tarocco stesso.

Vedi, la meditazione quotidiana con il Tarocco mi ha permesso una connessione più informale e
intuitiva con lo strumento. Ed è proprio lì che avviene la magia.

Ho guardato ognuna delle 78 carte per bene. Ho scrutato ogni minimo simbolo presente sulla
carta. Questo mi ha permesso di scoprire gli elementi che componevano ogni Arcano.

E la prima cosa che ho notato è che, durante le mie letture, quelli che mi saltavano agli occhi erano
semplicemente gli elementi di una carta che entravano in relazione con gli elementi di un'altra
carta.

Quindi, quello che devi fare è iniziare a guardare i tuoi Arcani, uno per uno, singolarmente.
Dopodiché, su un bel quaderno, inizierai a scrivere ciò che queste carte ti suggeriscono.

Il tuo quaderno sui Tarocchi è un luogo dove puoi memorizzare idee, lezioni, intuizioni e pensieri.
Puoi utilizzarlo per registrare annotazioni e prese di coscienza sfuggevoli. I più intraprendenti
possono elaborare anche qualche tecnica di lettura.

Oppure, se sei una persona altamente creativa, puoi disegnare gli Arcani e questo ti aiuterà a
costruire e consolidare una connessione personale con le carte.

La bellezza di un quaderno è che rappresenta l'inizio di un percorso che durerà una vita. Stai
fissando nero su bianco ciò che sarà più utile per te negli anni.

Puoi anche colorare i Tarocchi. Se non sai dove trovare un mazzo in bianco e nero puoi cliccare
su questo link. Sono felice di mettere a tua disposizione COLORA I TAROCCHI, una
risorsa riservata ai corsisti della mia scuola.

Mentre scrivi, disegni o colori, stai trasformando questo strumento immenso in qualcosa che ha un
reale significato per te.

Copyright © scuola TdM


Non ti stai affidando semplicemente a cosa dice un libro, ma a cosa ti detta il cuore. E questa è pura
magia.

Per iniziare hai bisogno di un mazzo di carte e di un quaderno.

Se ancora non hai i tuoi Tarocchi, ti consiglio di acquistarli al più presto. La scelta di un mazzo di
carte è la risultante di un lavoro razionale e di un lavoro intuitivo.

Guardando le tue carte devi avere la stessa sensazione di un colpo di fulmine.

Personalmente uso il Tarocco di Marsiglia perché lo trovo l'unico in grado di riflettere una
perfezione simbolica che manca ad altri Tarocchi.

Puoi cliccare sull'immagine qui in basso per vedere il mazzo che uso nei miei corsi e nei miei
consulti.

Copyright © scuola TdM


Ora, trova un quaderno che ti piaccia davvero.

Può avere pagine vuote oppure, qualche simbolo. Può essere semplice, decorato o elaborato.

Potrebbe addirittura essere prodotto a mano o in edizione limitata. Non importa se è rilegato a
spirale, con cordoncino oppure a foglio libero.

Oggigiorno puoi usufruire anche di un notebook, di un tablet o di un computer.

Sì, se sei fan di qualche serie TV può anche avere la copertina che richiama qualche personaggio.

Va bene tutto, purché ti piaccia.

Insomma, scegli tu.

Copyright © scuola TdM


Ora è arrivato il momento di dividere il tuo quaderno in sezioni.

Cercherò di essere più chiaro con un esempio. Qui ci sono un po' di idee per come dividere e
organizzare il tuo lavoro.

SIGNIFICATI: una pagina per ogni carta del Tarocco in cui è possibile annotare le tue intuizioni
personali e le storie associate alla carta.
Puoi anche creare collage di immagini, scrivere poesie, disegnare le classiche nuvolette da fumetto
per far pensare i personaggi, oppure, inventare storie fittizie per aiutarti ad elaborare connessioni
personali con i significati delle carte.

LETTURE: è uno spazio per registrare la data della tua lettura, la domanda, le carte estratte e la tua
interpretazione. Torna su questa sezione dopo poche settimane o pochi mesi e rifletti su cosa è
successo in relazione alla tua interpretazione.
Ti consiglio di inserire sempre questa sezione.

TECNICHE DI LETTURA: raccogli le tue note su come mescolare, porre le domande, estrarre le
carte e così via.

MAZZI DI TAROCCHI: raggruppa i tuoi mazzi di Tarocchi preferiti o, addirittura, disegna il tuo.

RIFLESSIONI PERSONALI: puoi lavorare con una particolare energia. Quello che intendo è che,
magari, stai attraversando un momento in cui stai per cambiare lavoro.
Allora potresti prendere l'arcano numero I, Il Bagatto, che indica l'energia lavorativa, ed iniziare a
descrivere ciò che quella carta significa per te, cercando di trovare anche un modo per sfruttare la
profondità di tutta la lezione.

Copyright © scuola TdM


SECONDO
STEP

DUE CARTE.
OGNI GIORNO.
PER SEMPRE.
Nel primo step ti ho mostrato come creare un quaderno personale per costruire la tua connessione
con il Tarocco.

Come procede?

Hai già iniziato a scriverlo?

Fidati di me, più spesso scriverai sul tuo quaderno, più ti aprirai alla possibilità di capire la potenza
e la bellezza delle carte.

Ora, passiamo al secondo step.

Ho iniziato a studiare i Tarocchi quando avevo circa 18 anni.

Ho letto molti libri, ho memorizzato i significati secondo la Tradizione, gli esperti e anche gli
amatori. Ho studiato come i diversi sistemi di lettura potessero essere più o meno efficienti.

Ho investito ore e ore nella speranza di riuscire, finalmente, a diventare un lettore di Tarocchi
sorprendente, proprio come gli esperti di cui leggevo sui libri o nei blog.

Ma c'era solo un problema: tutto questo, non funzionava.

Stavo affrontando il mio studio con un mazzo in una mano e i libri nell'altra.

Questo però mi faceva lottare per ottenere una connessione genuina con la mia intuizione perché
ero ancorato al razionale, ovvero quel patrimonio nozionistico che proveniva da ciò che già
sappiamo sui Tarocchi, o meglio, da ciò che gli altri ci dicono che noi dobbiamo sapere sui
Tarocchi.

E le mie letture erano insensate, generiche e robotiche.

Tentando di padroneggiare lo strumento attraverso la memorizzazione e l'apprendimento, avevo


ignorato la parte più importante di una lettura di carte: la mia intuizione.

Così ho cambiato la mia strategia. Ho iniziato a studiare dal Tarocco stesso.

Copyright © scuola TdM


Invece di investire ore e ore ogni giorno, trascorrevo non più di 10 minuti di meditazione.

Sì, 10 minuti.

Ora, potresti già conoscere la tecnica che sto per condividere con te, ma ciò che non sai - o di cui
non ti rendi conto - è quanto sia davvero potente questa strategia.

Infatti, è così potente che ha cambiato il modo di leggere le carte delle persone.

Credo che possa fare lo stesso anche per te.

Io le chiamo: carte del giorno o duo.

Ammetto che anche io uso questa tecnica e la mia connessione con i Tarocchi, così come
l'apprendimento dei significati, è diventata molto più facile e veloce.

Ancora più importante, puoi diventare un lettore più sicuro e intuitivo perché, finalmente, ti puoi
connettere con la saggezza interiore e ascoltare la voce della tua anima.

Sei pronto a diventare il miglior lettore di Tarocchi che esiste?

Ecco, se hai solo 10 minuti di tempo al giorno, ti conviene leggere le prossime righe, ma prima,
condivido con te alcune esperienze che ho fatto in giro per il mondo.

Quando ti dico che è importante studiare i Tarocchi in modo semplice, devi credermi. Il Tarocco per
me è uno stile di vita e continuo a immettere informazioni, viaggi, esperienze e ricordi nel mio
curriculum.

Ad oggi continuo a viaggiare e ricercare. America, Nord Europa e Asia sono solo le ultime tappe
sulle quali mi sono affacciato.

Ma tutto questo per dirti che non ce n'è davvero bisogno, soprattutto se sei all'inizio. Ho studiato e
studio così tanto solo per capire che si può fare tutto con più semplicità.

Copyright © scuola TdM


Copyright © scuola TdM
Torniamo a noi. Come si lavora con le due carte?

ESTRAI DUE CARTE: in questa fase non devi fare una domanda, ma devi liberare la mente ed
estrarre, in modo casuale, due carte.
Fallo di mattina, appena ti sei svegliato.
Prendi dal comodino il tuo mazzo di carte (sì, io dormo con i miei Tarocchi), mischia ed estrai due
carte.

GUARDA IL DUO: il duo sono le due carte. Cerca di rimanere ancorato al significato simbolico.
Guardando quelle due carte, cosa noti? Quali energie ti investono? Quali parole ti vengono in
mente? Cosa senti intuitivamente? È tempo di scrivere sul tuo quaderno.
Non devi conoscere i significati delle carte per elaborare delle relazioni simboliche.
Lascia perdere significati. Cosa stanno facendo le due carte che hai estratto?

LA TUA GIORNATA: adesso, vivi la tua giornata normalmente. Quello che devi fare è guardare il
mondo esterno, persone e situazioni che incarnano l'energia delle carte che hai estratto.
Immagina di aver pescato La Casa Dio e Il Matto e di voler passare tutta la tua giornata davanti la
televisione. È ora di prepararsi e di uscire perché, nelle carte, un uomo si sta allontanando da una
casa.

A FINE GIORNATA: alla fine della giornata, torna alle tue carte e scrivi le esperienze personali nel
quaderno. Sarai stupito di quanto avrai appreso sulle carte senza nemmeno aver aperto libro.

Questo semplice esercizio di 10 minuti,


cambierà letteralmente il modo in cui
leggerai i Tarocchi perché ti darà degli
esempi personali e dei veri e propri spunti
su come funzionano le carte,
incoraggiandoti ad avere fiducia nella tua
saggezza interiore piuttosto che far
affidamento esclusivamente ad una fonte
esterna.

Copyright © scuola TdM


TERZO 
STEP

OSSERVA,
OSSERVA
E
OSSERVA.
Ora, condividiamo un modo più creativo e intuitivo di leggere il Tarocco.

Ancora meglio, con questa tecnica semplice, ma efficace, non dovrai memorizzare niente.

Ma, innanzitutto, andiamo velocemente ad una constatazione storica.

Nonostante la moda attuale che vede nei Tarocchi un Vangelo apocrifo, cosa assurda e truffaldina,
possiamo dire che il Tarocco è un prodotto medievale.

Nel Medioevo la stragrande maggioranza delle persone era analfabeta.

Se vuoi conoscere di più sulla storia dei Tarocchi, ma anche sui significati delle carte, la filosofia e i
metodi di lettura, ti invito ad acquistare il mio libro Tarocchi tra ragione e intuizione, con
l'introduzione del grande Giordano Berti.

Click sull'immagine in basso e via.

Copyright © scuola TdM


Comunque, dicevamo che la popolazione era per lo più analfabeta e l'unico modo per trasmettere
lezioni spirituali profonde - o nozioni presenti nei Testi Sacri - era quello di farlo attraverso le
immagini piuttosto che le parole.

E così, le carte dei Tarocchi sono state utilizzate come un'alternativa al materiale scritto per molti
secoli, in vari ambienti religiosi, filosofici e spirituali.

Per questo motivo gli arcani sono incredibili nel loro simbolismo e nell'immaginazione collettiva.

Inizi a capire qual è il modo più semplice, più creativo e più intuitivo per leggere una carta?

Leggere l'immagine. Questa è la risposta!

Tutto quello che devi fare è collegarti a quello che sta accadendo all'interno della carta e, in poco
tempo, avrai la tua lettura bella e pronta.

Sembra impossibile, vero?

Eppure quando inizi a "ragionare con gli occhi", allora stai procedendo bene. Tutto lo studio dei
Tarocchi è uno studio sull'osservazione.

Studiare i Tarocchi significa proprio imparare ad osservare.

E vuoi sapere qualcos'altro di veramente simpatico?

Anche il simbolismo nelle carte è incredibilmente potente.

Non solo perché stai sfruttando la saggezza millenaria che proviene direttamente dal simbolismo
tradizionale, ma perché stai facendo entrare il tutto in relazione con la tua saggezza, che è costituita
da un personale background esperienziale e da una parte direttamente ancorata all'Universo.

Guarda questa carta.

Copyright © scuola TdM


Perché dovresti romperti la testa cercando di ricordare a memoria tutti i suoi possibili significati?

Potresti semplicemente constatare che una donna si trova in ginocchio e, stare in ginocchio,
significa essere umili o sottomessi, ringraziare, oppure è un atto di devozione.

Allo stesso modo, è semplice notare come questo personaggio sta versando dei liquidi e i liquidi,
oggigiorno, sono anche i soldi.

Così, ecco che diviene una donna che sta versando dei soldi, quindi spende oppure investe.

Vedi, meditando sul simbolo, ti connetti in modo potente alle carte dei Tarocchi e sarà più
facile, per te, interpretare e creare dei collegamenti intuitivi e personali.

Ma non è finita qui...

Copyright © scuola TdM


GUARDA LA CARTA: guarda ogni carta per tutto il tempo che credi e senti di aver bisogno. Devi
scansionare l'immagine con i tuoi occhi. Non interpretare niente. Cerca di capire, vedere, scrutare il
significato simbolico di ciò che hai davanti gli occhi.

COSTRUISCI UNA STORIA: ora costruisci una storia attorno alla carta. Cosa succede
nell'immagine? Descrivi esattamente ciò che vedi. Perché sta succedendo? Qual è la lezione più
profonda o la morale della storia?

LA TUA ATTENZIONE: guarda nuovamente la carta e lavora sui simboli che catturano la tua
attenzione. Rifletti per un momento su ciò che significa quel simbolo e, soprattutto, su cosa sai tu di
quel simbolo.
È curioso notare come, a volte, il significato canonico può differire da ciò che è importante per te.
Ad esempio, il leone rappresenta - in diverse culture - la forza, la maestosità e il coraggio.
Però, essendo anche un simbolo di fuoco, può farti pensare al calore di un abbraccio oppure al
focolare domestico.
Magari quando eri più piccolo avevi un giocattolo che rappresentava un leone e quindi può farti
tornare alla tenera età.
Ciò che importa, in questo momento, è che stai collegando la saggezza collettiva alla saggezza
interiore attraverso il simbolismo delle carte.

SIMBOLI NASCOSTI: ogni giorno riprendi in mano la medesima carta e sforzati di cercare, o meglio
trovare, qualcosa che non avevi notato prima. Potrebbe essere lo sfondo, un paesaggio, uno
schema cromatico, oppure un dettaglio all'interno della carta.
Questo è il passaggio che preferisco soprattutto in fase di lettura.
Quali informazioni aggiuntive ti dà questo elemento rispetto al contesto generale?
Ogni carta nei Tarocchi di Marsiglia ha così tanti simboli nascosti che non basterebbe una vita per
cercarli tutti.

RIASSUMI: riassumi ciò che hai appreso dalla carta. Quali nuovi significati hai appreso? Cosa ti dice
quella carta che prima non sapevi?
Scrivi le tue intuizioni sul quaderno che abbiamo visto nel primo step.
Se nelle tue sezioni non c'era la parte sui significati in base alle immagini, puoi aggiungerla.
Scrivi solo ciò che vedi o senti della carta e assicurati di annotare tutto nel quaderno.
In questa fase la tua intuizione sarà già notevolmente più forte.

Vai alla prossima pagina e guarda l'esercizio sul nostro quaderno per capire come svolgere il tutto.

Copyright © scuola TdM


Copyright © scuola TdM
QUARTO 
STEP

TRE
È MEGLIO
DI UNA.
Cos'è che contraddistingue noi esseri umani?

Semplice, ci piace sempre sovrastimare le cose e farle apparire molto più complicate di quelle
che, in realtà, sono.

E sai una cosa?

I Tarocchi non fanno eccezione.

Esistono così tanti mazzi di carte, sistemi interpretativi e significati che possono essere applicati ad
ogni singola carta che è quasi impossibile stare dietro a tutto.

E libro dopo libro, ci si accorge che questo materiale è quotidianamente in aumento.

Aumentano gli studiosi, le teorie, i blog, i libri e tutto ciò che ne consegue.

Aiuto!

Parliamoci chiaramente: quanto di questo materiale ti tornerà utile?

C'è davvero così tanto spazio nella tua testa per ricordarti e per comprendere appieno tutta questa
conoscenza?

E hai davvero tutto questo tempo libero per passare 4 o 5 ore al giorno con il naso dentro a tomi
polverosi?

Esistono tanti professionisti nel mondo del Tarocco che vogliono promulgare l'idea che questo
strumento è super complicato.

Ma questo serve solo a loro, in modo che possono essere considerati come grandi guru, esperti di
ogni cosa e mantenere le persone in uno stato di perenne studio, in questa che viene definita “arte
sacra”.

C'è una tendenza malata a voler obbligare i neofiti a rimanere nel dubbio.

“Chissà se sarò mai in grado di leggere i Tarocchi?!”.

Copyright © scuola TdM


Ma io sono qui per dirti che è tutto il contrario.

I Tarocchi sono semplici, non devono essere complessi e non devi imparare metodi di lettura
difficili, memorizzare grandi quantità di informazioni oppure ottenere delle rivelazioni in
associazioni, gruppi segreti o sette dal dubbio gusto.

E te lo dico io che dopo aver studiato allo sfinimento la storia, il simbolismo, la filosofia e
l’esoterismo, dopo aver conosciuto i codici segreti e i codici meno segreti, dopo aver fondato una
scuola internazionale di Tarocchi, dopo aver scritto libri sull'argomento, dopo aver organizzato
eventi dal vivo in 17 Paesi nel mondo, dopo aver gestito una community tarologica di un milione e
mezzo di utenti e aver dato 1500 consulti ogni anno, sono qui a diffondere l'idea che anche tu puoi
leggere i Tarocchi con semplicità ed un pizzico di intuito.

Otterrai il massimo da questo strumento solo quando deciderai di farlo interagire con la tua
quotidianità.

Se sei nuovo nella materia, non spaccarti subito la testa cercando di assimilare più nozioni di quelle
che servono realmente.

Sul piatto offerto dal Tarocco hai già abbastanza per imparare ciò che c'è da sapere.

Non devi saltare sull'astrologia, sulla cabala o sui simboli nascosti.

Certo, queste sono dimensioni affascinanti quando hai già imparato le basi, ma se stai ancora
costruendo il tuo rapporto, lascia perdere tutto il resto.

E se sei un lettore esperto, scommetto che troverai molto di più mantenendo le cose semplici,
piuttosto che nuotando tra nozioni complesse che, diciamocelo chiaramente, nemmeno tu capisci
fino in fondo.

Quindi, continuiamo su questa linea di indagine e cerchiamo di focalizzarci su come leggere le


carte in soli tre arcani, per sviluppare una profonda intuizione nella tua vita e manifestare i tuoi
obiettivi e i tuoi sogni.

Copyright © scuola TdM


UNA DOMANDA: fai una domanda molto precisa. Esistono due tipi di domande che puoi fare alle
carte.

Le domande di natura divinatoria e le domande che prevedono una scelta.

Le domande di natura divinatoria iniziano con parole del tipo: se, sarà, quando o potrebbe.

“Quando mi chiamerà Paolo?”

Quando chiedi alle carte qualcosa usando queste parole, l’assunto sottinteso è che la persona alla
quale stai dando il consulto è impotente nel creare il proprio futuro.

E questa è la situazione peggiore perché, oltre ad essere una questione truffaldina, stai relegando il
consultante ad un ruolo estremamente passivo e lui, non sarà in grado di creare un cambiamento
proficuo e durevole nella sua esistenza.

Le domande che prevedono scelte iniziano con parole del tipo: cosa, come, perché.

“Cosa posso fare per rendere profittevole questo investimento?”

Queste domande presuppongono che la persona alla quale stai dando una lettura è abilitata a
creare il suo destino proprio nel modo in cui vuole.

La lettura la aiuterà a fare delle buone scelte su ciò che desidera e, soprattutto, su come fare per
farlo accadere.

Le domande basate sulla scelta sono molto più potenti.

MESCOLA ED ESTRAI: una volta fatta la domanda, puoi mischiare le carte. Dopodiché, estraine tre
e mettile coperte, davanti a te, da sinistra verso destra.

Non importa come le mischi, quale mano usi oppure se incroci le gambe.

Cerca di essere il più naturale possibile e vedrai che tutto andrà per il meglio.

Copyright © scuola TdM


GUARDA E RESPIRA: le persone che non sanno leggere i Tarocchi sono quelle che, appena girate
le carte, iniziano a vomitarti addosso parole.

Quello significa non voler capire - né tanto meno penetrare - la logica del tiraggio.

Ti consiglio di fare un bel respiro, osservare le carte e prenderti i tuoi tempi.

RACCONTA LA TUA STORIA: leggi i simboli presenti in ogni carta in relazione a quelli che sono
intorno, alla posizione nella stesa e alla domanda fatta.

Crea una vera e propria frase, analizzando il diagramma, dalla prima all'ultima carta.

Ti consiglio di far sparire mentalmente i bordi delle carte per avere un quadro completo della
situazione.

Devi pensare ai tre Arcani come fossero un trittico.

Il trittico è un'unica opera pittorica o scultorea divisa in tre parti, che possono essere congiunte da
cerniere laterali o da un piedistallo detto predella.

Quando fai sparire mentalmente i bordi e permetti alle tre carte di diventare un'unica storia, allora
noti che qualcosa sta per accadere.

Guarda l'immagine qui in basso.

Copyright © scuola TdM


Facendo leva esclusivamente su ciò che vedi, puoi affermare che:

- un uomo sta andando (Il Matto)


- a sdraiarsi (L'Appeso)
- di notte (La Luna)

Quindi, potrebbe significare: vai a dormire che è tardi.

SCRIVI SUL QUADERNO: prendi nota sul tuo quaderno della lettura quotidiana di tre carte.

E se, infine, vuoi approfondire la tua pratica di lettura, allora ti raccomando il mio programma di
formazione online Impara a leggere i Tarocchi.

Utilizzando tecniche semplici ma potenti, ti mostrerò come leggere il Tarot in modo da creare
cambiamenti e trasformazioni nella tua vita e in quella degli altri.

Ti accompagnerò attraverso cinque moduli e arriveremo insieme a leggere le carte in modo


accurato ed efficiente.

Ti insegnerò a formulare le domande corrette, a scegliere il metodo di lettura in linea con la


simbologia del Tarocco e ti farò vedere come è possibile collegarsi in modo profondo alle carte ed
ai consultanti.

Ti insegnerò a leggere gli Arcani con chiarezza, non solo per te stesso, ma anche per gli altri, in
modo da avere un impatto duraturo ed ispirante per una profonda trasformazione.

E ti permetterò anche di affacciarti su alcuni segreti presi dalla mia esperienza personale.

Per saperne di più, fai click sull'immagine qui a


fianco.

Ma per ora, andiamo avanti con il quinto step,


splendida creatura.

Copyright © scuola TdM


QUINTO 
STEP

E LA PRATICA
DOVE
LA METTI?
Infine, quinto step, forse quello più scontato, ma che molto spesso è un problema per chi sta
studiando le carte: pratica, pratica e ancora pratica.

Questo è il segreto per essere un lettore di Tarocchi completamente sicuro di sé.

Ha senso, vero?

Se vuoi essere un grande lettore di Tarocchi devi iniziare a leggerli questi benedetti Tarocchi.

Pratica le tue capacità di lettura dal primo giorno e noterai come la sicurezza nel maneggiare
questo strumento passerà letteralmente attraverso di te.

Ma come si fa pratica, specialmente quando sei da solo?

Ebbene, il quinto step ti aiuterà a trovare opportunità perfette per esercitarti.

LEGGERE LE CARTE A TE STESSO: è un modo semplice e veloce per guadagnare punti nella scala
che ti porterà ad una maggiore consapevolezza di questo strumento.

La parte positiva è che tu... sei sempre a tua disposizione!

E poi, conosci la situazione, sei a tuo agio, puoi dare delle risposte vere, puoi dare anche qualche
sbirciata agli appunti qualora non ti ricordassi il significato di una carta e non ti devi preoccupare se
stai sbagliando qualcosa.

Tuttavia, leggere i Tarocchi per se stessi può risultare estremamente difficile perché non sei
completamente oggettivo e, quindi, tenderai a dire cose semplicemente perché ti fa piacere dirle.

Oppure, il tuo ego può trarti in inganno perché non sei disposto ad accogliere completamente la
risposta del Tarocco.

Allora, quando fai i Tarocchi a te stesso, assicurati di impostare alcuni confini personali come
leggerli una sola volta su un determinato argomento oppure obbligarti a tirare esclusivamente tre
carte.

Copyright © scuola TdM


FAI UN CASTING: potrà farti ridere, ma un modo davvero semplice per trovare delle persone è
quello di scrivere su un pezzo di carta un nome, creare una storia sul loro conto e poi leggere le
carte in base a ciò che hai scritto, fingendo di sapere i problemi che questa persona potrebbe
affrontare.

Oppure, se sei nel mondo del gossip, puoi prendere una rivista e trovare il dramma più recente
della celebrità sotto i riflettori.

Quindi, inizia a fare delle letture su quella persona.

Ad esempio, potresti leggere di un divorzio di una celebrità o riguardo l'ultimo pettegolezzo sul tuo
cantante preferito.

Fai tiraggi su questa situazione e poi segui la vicenda.

Ricorda che i giornali potrebbero riportare la notizia in modo poco oggettivo, quindi ti conviene
prendere di mira le macro situazioni.

Non tanto se il tuo attore preferito ha trovato l'amore, cosa che potrebbe essere confutabile, ma
quali energie si muovono dietro la sua bancarotta oppure al suo divorzio.

PERSONE REALI: se vuoi veramente diventare un lettore di Tarocchi esperto, sicuro e intuitivo,
allora è fondamentale iniziare a leggere il Tarocco per persone reali e che hanno... domande reali.

Certo, puoi leggere le carte ad amici e familiari.

Tuttavia, quando fai consulti a persone che non conosci, la tua intuizione si mette veramente in
marcia.

Offri le tue letture in modo gratuito, in cambio di un feedback, e assicurati che le persone a cui stai
interpretando le carte, siano a conoscenza del fatto che stai imparando e che sei aperto a
commenti.

Ricorda di fare consulti solo a persone che poi potranno realmente darti un riscontro.

Copyright © scuola TdM


È possibile anche organizzare le tue letture in una caffetteria o in una biblioteca locale, oppure in
associazioni o durante una festa.

Non vergognarti a dire di voler imparare a leggere i Tarocchi.

Infine, puoi entrare a far parte del Laboratorio di scuola TDM che è un servizio gratuito di lettura
Tarocchi dove puoi connetterti con centinaia di persone in linea con te e che amano avere una
lettura di Tarocchi gratuita.

Questo ti aiuterà a studiare e ad imparare sempre meglio.

Anzi, bene e meglio.

Click sull'immagine in basso per accedere al Laboratorio.

Non importa come lo fai, assicurati di iniziare a praticare la lettura del Tarot il più presto possibile.

Non devi essere perfetto o un esperto prima di iniziare a leggere.

Hai semplicemente bisogno della volontà di provare e migliorare.

Buttati là fuori e guarda con fiducia le tue abilità che progrediscono rapidamente, in modo tangibile
e davanti ai tuoi occhi.

Copyright © scuola TdM


E infine...

ricorda che il Tarocco è ARTE SACRA.

Attraverso il suo studio - ed il suo impiego - puoi aiutare le persone ad uscire fuori dal proprio
labirinto personale.

Ci puoi lavorare, certo, io stesso ho scritto un libro a riguardo,


su come monetizzare con questa passione.

Click sull'immagine per vederlo.

Oppure puoi usarlo per te, per gli altri, nella tua sfera intima
e meditativa.

Non importa!

Ciò che importa è che, come qualsiasi strumento


extra-ordinario, ha bisogno di essere maneggiato con costanza e cura.

Quando si decide di lavorare con il Tarocco allora si permette ad un'energia primordiale di


esplodere.

E quando questo avviene, viviamo in asse con la nostra essenza e possiamo semplicemente
accorgerci che i miracoli accadono, in modo tangibile e per tutti.

Ricorda: il Tarocco non è questione di credenza, ma di Sapere.

Rendi la tua vita un capolavoro,

Informazioni di copyright
Le illustrazioni che rappresentano i Tarocchi in questo e-book sono elaborazioni digitali di scuola TdM sul mazzo di
Tadahiro Onuma © 2012 ISIS. Le informazioni di natura pratica possono essere condivise, a patto di salvaguardare il
titolo originale di questo scritto, l'autore e il link ufficiale sul quale l'opera risiede.

Copyright © scuola TdM