Sei sulla pagina 1di 3

La storia rumana hè ciò chì si intendi par li vicendi storichi chì hani vistu prutagunisti

l'antichi Rumani. Par la storia di la cità di Roma, chì par l'antichità cuincidi cù idda, si rimanda à
la boci apposita.

Cuntenutu

 1Fundazioni
 2Età regia
o 2.1rumulu
o 2.2Numa Pompiliu
o 2.3Tullu Ostiliu
o 2.4Ancu Marziu
o 2.5Tarquiniu Priscu
o 2.6Serviu Tulliu
o 2.7Tarquiniu lu Superbu
 3Età ripubblicana
 4Età impiriali
 5liami

Fundazioni[mudificà | edità a fonte]


Sicundu lu racontu tradiziunali, la fundazioni di Roma à mità di l'VIIIu seculu a.C. si devi à li
leghjendari rumulu è Remu, nonostanti lu privalè di lu primu annant'à lu sicundu. La data ufficiali, 21
aprile di lu 753 a.C., venni stabilita da Marcu Terenziu Varrone calcolendu à ritrosu li pariodi di regnu
di li ri capitolini (35 anni circa par ogni re) . Altri funti in rialità riportani dati diffarenti: Quintu Enniu in
li so Annales culluchighja la fundazioni nell'875 a.C., lu storicu grecu Timiu di Tauromeniu nel'814
a.C. (contempuraneamenti, quindi, à la fundazioni di Cartagine), Fabiu Pittore all'annu 748
a.C. è Luciu Cinciu Alimentu in lu 729 a.C. La datazioni di Varroni - quidda tradiziunalmenti celebrata
- hè cunsiderata sia troppu alta (in relazioni à la prima unificazioni di l' abitati, avvenuta
presumibilmenti in la mità di l'VIILi seculu) sia troppu tarda (i primi insediamenti risalini à lu IIu
millenniu a.C.).
Da lu puntu di vista archiulogicu in la zona di lu Latium si sò osservati certi tracci di pastorizia
(porci, pecuri, menu li vacchi) è di modesta agricoltura (soprattuttu farru, spelta è orzu, par quantu
fossi permessu da l'area paludosa). Cù li primi operazioni di bonifica inghjiru all'età di lu Ferru (IX-
VIILi sec. a.C.) si sviluppani puru li primi cultivazioni di frumentu, vita è aliva. Si hani certi tombi
à incinerazione, sostituiti poi in lu IX seculu da li primi sepolture; certi tombi arcaichi mostrani pochi
offerti, segnu di una sucietà omoghjinea, è certi ogghjitti preziosi da lu seculu successivu.
Ma la vera è propria cità si venni furmendu attraversu un fenomenu di sinecismu duratu vari secoli è
culminatu appuntu à la mità di l'VIILi seculu a.C.. In analogia à quantu accadeva in tutta l'Italia
centrale, li urigini di la cità si devini à una progressiva riunioni in un veru è propriu centru urbani di li
villagghj sorti annant'à tradiziunali setti culli: si trattava di insediamenti di l'antica popolazioni di
li Latini, di stirpi indoeuropea (gruppu latino-falisco), già presenti da lu X seculu.
La lucalità presentava ampii zoni pianeghjanti pressu lu Tevere, chì tuttavia erani in parti occupati da
paludi è stagni. Li cullini chì si affacciavani annant'à fiumi erani inoltri ricchi di acqui è cuntrollavani lu
guadu di lu fiumi pressu l'isola Tiberina, à lu puntu di intersezioni di dui importanti direttrici
cummerciali. La prima direttrici cummerciali andava da la custa à li zoni interni di la Sabina lungu la
valli di lu Teveri, è era utilizzata par l'approvvighjonamentu di lu sale indispensabili par li
economii agricolu-pastorali: corrispondi à la via Salaria di epoca storica. La sicunda era
rappresentata da l'itinerariu chì andava da l'Etruria à la Campania.

Età regia[mudificà | edità a fonte]

Pieter Paul Rubens, Romolu è Remu, 1615-16 (Roma, Pinacoteca Capitolina).

Li primi ri di Roma sò ghjineralmenti cunsiderati cumi figuri prettamenti mitologichi, poiché la


datazioni proposta da Varrone - chì cunsidera un totali di 245 anni par li setti monarchi - hè monda
probabilmenti troppu breve. La tradizioni attribuisci à ogni sovrani un particolà cuntributu in la nascita
è nellu sviluppu delli istituzioni romani è dellu sviluppu socio-politicu di l'Urbe.

rumulu[mudificà | edità a fonte]


Romolu hè ritenutu un eroi eponimu, vieni ricordatu cumi lu fondatori di la città, à cui diedi li principali
istituzioni civili, di cui si ricorda la furmazioni di un cunsiddu sceltu da lu ri, lu primu Senatu. Lu mitu
lu voli regnanti finu à lu 717 a.C., quendu li succedi un interrex, ossia un anziani chì faceva li
annant'à veci duranti lu cambiu di regno: questa figura mostra chì la successioni à lu tronu ùn
avvinia certamenti par via dinastica. rumulu realizzò puru la prima distinzioni trà patrizi (discendenti
da padri illustri) è plebei (moltitudine), istituendu puru la clientela è lu patronatu di li sicundi versu li
primi. Divisi puru la cità in tri tribù (Titienses, Ramnenses, Lùceres) è trenta curie, puru si questa
vieni cunsiderata cumi un'attribuzioni piuttostu moderna.

Numa Pompiliu[mudificà | edità a fonte]


Numa Pompiliu, ri da lu 716 à lu 673 a.C., hè un nomi tipicamenti italicu. di urigini osco-umbra. La
legghjinda lu voli creatori delli principali istituzioni relighjose, trà cui li culleghj sacerdotali delli vestali,
di li flàmini, di li pontefici, è di l' àuguri; istituì puru la carica di pontefici massimu (pontifex maximus),
nonché la suddivisioni di l'annu in dodici mesi è la precisa regolamentazioni di tutti li festi è li
celebrazioni, precisendu li ghjorni fasti è nefasti.

Tullu Ostiliu[mudificà | edità a fonte]


Tullu Ostiliu, succedutu subitu à lu precedenti, siedi à lu tronu finu à lu 641, sconfigghjindu li Sabini è
cunquistendu Alba Longa, cù una iniziali espansioni territoriali in lu Laziu. Da un puntu di vista
storicu si tratta di un fattu possibili, poiché à la mità di lu VILi seculu a.C. si hè osservatu un
abbandonu di li villagghj limitrofi. À lu ri vieni attribuita puru la prima pavimentazioni di lu Foru.

Ancu Marziu[mudificà | edità a fonte]


Lu successori Ancu Marziu - da lu 640 à lu 617 a.C. - ni proseguì l'opera fundendu la prima delli
culonii, ossia Ostia (traducibili in latinu cumi foci); la custruzioni di la nova cità era dovuta
probabilmenti à la necessità di cuntrollà la zona meridionali di lu Tevere.

Tarquiniu Priscu[mudificà | edità a fonte]


L'esistenza storica in particolà di l' ultimi tri ri pà esseri accertata, sebbeni sia possibili chì li dui
Tarquini siani una duplicazioni di unu stessu personaghju). Sottu questi sovrani, la cità entrò
nell'orbita etrusca è ebbi una straordinaria fioritura.
Tarquiniu Priscu, regnanti da lu 616 par una ghjinerazioni, effettuò diversi lavori pubblici, cumi lu
drenaghju delli zoni pianeghjanti attraversu la Cloaca Massima. Istituì puru un esercitu guidatu da tri
ufficiali, li tribuni militari (tribuni militum), à capu di 3.000 fanti è 300 cavalieri. Vieni urganizzatu puru
lu sistema elettorali attraversu li curii (dal latinu par co-viria, intendendu una riunioni di omini).

Serviu Tulliu[mudificà | edità a fonte]


Serviu Tulliu riorganizza l'esercitu in la nova falangi oplitica, cù una divisioni di li cittadini in classi
sicundu lu censo, è in tribù sicundu la residenza; li tribù sò divisi in quattru urbani (Suburbana,
Palatina, Esquilina, cullina) è 17 rurali (poi divenuti 31 da lu V seculu). Serviu Tulliu effettua puru un
primu censimentu è la tradizioni lu voli custruttori di lu tempiu di Diana sull'Aventinu. Vieni introdottu
puru l'aes signatum, ossia pani di