Sei sulla pagina 1di 76

PRESENTAZIONE

In casa o all’aperto, giocando o facendo sport purtroppo avrai visto quanto sia facile procurarsi degli incidenti. Nella
maggioranza dei casi la causa di questi incidenti è il mancato rispetto delle norme di prevenzione. La distrazione, la
fretta, l’inesperienza sono i principali motivi di un gran numero di infortuni ed è proprio per evitare che questi
accadano che è fondamentale comportarsi nel modo più sicuro possibile. Spesso sono i piccoli accorgimenti che ci
permettono di evitare i grandi problemi; imparare ad essere sicuri da bambini significa vivere e lavorare in maniera più
serena sia da piccoli che da grandi.
L’ISPESL, la cui sigla sta per Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro, ha affidato a noi della CRF
(Cooperativa Ricerca Finalizzata) il progetto di ricerca su un nuovo mezzo per far conoscere a voi bambini e alle
vostre famiglie le norme della prevenzione.
Ecco il perchè di questo ALBUM-DIARIO che insieme all’AGENDA, consegnata ai vostri genitori, cercherà di essere
un momento di riflessione settimanale sulla sicurezza sia a scuola che a casa. In questo vostro impegno sarete
aiutati da BISI’ una specie di spiritello che con le sue figurine vi renderà più simpatico il compito di imparare in classe,
con la guida degli insegnanti, alcune norme di prevenzione e di illustrare poi a casa ai vostri genitori gli argomenti
trattati a scuola.

BISI’ facendo suo un antico proverbio cinese pensa che:


- se me lo dici = DIMENTICO
- se mi fai vedere = RICORDO
- se mi coinvolgi = CAPISCO

Nota per l’insegnante


Nell’album diario per ogni settimana una pagina riporta un testo semplificato su un argomento di prevenzione che il bambino leggerà
con la guida dell’insegnante. Accanto al testo c’è la figurina corrispondente in bianco e nero sulla quale il bambino incollerà la figurina
autoadesiva colorata.
La pagina di fronte è vuota ed è lasciata a disposizione dei criteri didattici che l’insegnante vorrà adottare: disegno, dettato,
pensierino, domandine, questionario, in base alla realtà della classe e all’approfondimento che vorrà ottenere.
Tornato a casa, il bambino ritroverà le stesse figurine nell’AGENDA della sicurezza e spiegherà ai familiari che cosa significano e che
cosa gli ha detto la maestra in proposito.
Nome..................................................................................................
cognome.............................................................................................
scuola.................................................................................................
classe.................................................................................................
Insegnanti...........................................................................................
...........................................................................................................

numeri utili:

casa....................................................................................................
cellulare..............................................................................................
scuola.................................................................................................
compagni............................................................................................

Pag 3
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 4
Scheda n. 1 - L'energia elettrica

L'energia elettrica è importantissima per la nostra vita:


senza di essa le attività, sia tra le mura domestiche che
nella vita quotidiana, si ridurrebbero quasi
completamente e parole quali frigorifero, lavatrice,
televisori, computer, caldaie, condizionatori sarebbero
solo parole senza significato.
L'energia elettrica è però silenziosa ed invisibile e può
diventare nemica se usata incautamente.

Ricordati:

1 - di non utilizzare gli apparecchi elettrici


senza il permesso dei tuoi genitori che potranno
indicarti quali sono quelli adatti alla tua età e
insegnarti il loro uso corretto;
2 - di non usare apparecchi elettrici vicino all'acqua
(lavandini, vasca da bagno, ecc.) o se hai le mani
bagnate;
3 - di non usare apparecchi elettrici con fili scoperti;
4 - di non toccare le prese alle pareti e non usarle se
rotte;
5 - di non toccare le lampadine anche se spente.

Pag 5
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 6
Scheda n. 2 - Pavimenti, Pericolo scivolamento

Superfici, mobili ed oggetti di vario tipo possono costituire


un elemento di rischio, specialmente per bambini ed
anziani. Pavimenti bagnati, gocce di olio o di sostanze
grasse sul pavimento vanno immediatamente pulite
perché possono essere causa di scivolamenti e, quindi,
di urti contro mobili, pavimenti o pareti dei locali.
La caduta rappresenta il fattore più elevato di rischio
presente negli ambienti di vita.

Ricordati:

1 - di non correre su pavimenti molto lucidi e su


tappeti non ben fissati;
2 - di fare attenzione alle prolunghe, ai fili elettrici, agli
oggetti abbandonati su pavimento, ai piedini e ai
basamenti dei mobili.
3 - Guarda dove metti i piedi.
Per limitare il rischio di caduta nel bagno:
- non camminare sul pavimento bagnato;
- quando fai la doccia metti i piedi sul tappetino di
gomma;
- non usare prodotti per il bagno in bottiglie di
vetro;
- non aggrapparti al portasciugamani, al
portasapone se non sono ben fissati;
- non mettere il sapone sul bordo della vasca da
bagno da dove potrebbe facilmente scivolare,
ma riponilo nel portasapone e chiudi sempre il
tappo delle bottiglie del bagnoschiuma e dello
shampoo;
- quando esci dalla vasca o dalla doccia metti i
piedi su un tappeto da bagno;
- asciuga subito il liquido schiumoso o l'acqua
che potrebbe essere caduta sul pavimento
rendendolo particolarmente scivoloso.

Pag 7
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 8
Scheda n. 3 - Cadute dall'alto

Prendere un oggetto o un libro che sono più in alto della


tua altezza sono piccole operazioni che sei portato ad
eseguire quotidianamente e per farlo sei portato a
utilizzare soluzioni provvisorie spesso pericolose.

Ricordati :

1 - di non salire su cassetti aperti e sgabelli (non


garantiscono equilibrio);
2 - di non usare sedie e tavolini ma di utilizzare invece
le scalette mobili munite di dispositivi
antisdrucciolo, con catena o piattaforma bloccante
nella parte alta, se i tuoi genitori ti hanno
autorizzato a farlo e ti hanno insegnato ad usarle
correttamente;
3 - di non salire sulle scalette con calzature che si
possano sfilare dal piede e che non garantiscono
un appoggio sicuro;
4 - di fare attenzione ai gradini che malauguratamente
interrompono un percorso piano;
5 - di non arrampicarti sui mobili (librerie e scaffalature
a giorno) potresti cadere o tirartele addosso;
di non sporgerti da finestre e balconi, la loro altezza
è fatta apposta per impedirti di cadere perciò non
arrampicarti mai su sedie e altri oggetti per poterti
affacciare. Il pericolo di cadere è grandissimo.

Pag 9
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 10
Scheda n. 4 - Sostanze pericolose: medicinali

L'armadietto, o il contenitore, dei medicinali, devono


essere sempre disposti in modo da non essere raggiunti
dai bambini che per imitare gli adulti possono ingerire i
medicinali. Questo potrebbe causare avvelenamenti. Per
veleno o tossico si intende una sostanza nociva che
introdotta nell'organismo, accidentalmente o
volontariamente, e assorbita anche in piccole quantità
può provocare effetti gravi e anche causare la morte. I
sintomi di avvelenamento sono il vomito e la diarrea,
difficoltà di respirazione, sonnolenza o addirittura
svenimento.

Ricordati :

1 - di non toccare e specialmente non ingerire


medicinali senza il permesso dei genitori;
2 - di avvertire subito i genitori o una persona adulta
se hai ingerito un medicinale per errore dicendogli
quale medicinale hai preso;
3 - di lavarti subito con acqua gli occhi e la pelle se ti
sei versato addosso un medicinale e non c'è con
te un adulto che lo possa fare.

Pag 11
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 12
Scheda n. 5 - Sostanze pericolose : detergenti-
disinfettanti- insetticidi

Detergenti e disinfettanti, insetticidi ed altri prodotti, di


largo impiego domestico devono essere conservati in
luogo non raggiungibile dai bambini. Questi prodotti sono
pericolosi se vengono ingeriti.
Il contatto della pelle e delle mucose con alcuni prodotti
(candeggina, acido muriatico, ammoniaca, ecc.) può
produrre effetti dannosi, come irritazioni,
sensibilizzazioni, allergie ed intossicazioni. Essi sono
molto pericolosi se vengono a contatto con gli occhi e se
vengono inalati. Di solito l'odore e/o il bruciore agli occhi
sono un campanello di allarme: fermati, sei a rischio

Ricordati:

1 - di non toccare mai i detergenti i disinfettanti e gli


insetticidi;
2 - di avvertire subito i genitori o una persona adulta
se hai ingerito, inalato o toccato una sostanza
pericolosa dicendogli quale sostanza hai preso;
3 - di avvertire subito una persona adulta se senti
odore di gas o il caminetto fa uscire fumo o odori.
4 - di lavati subito con acqua se ti sei versato addosso
una sostanza pericolosa e non c'è con te un adulto
che possa farlo;
5 - di fare attenzione a bottiglie senza etichetta
oppure lasciate in giro, non bere da bottiglie “fuori
posto”;
6 - di imparare a riconoscere le etichette che indicano
le sostanze pericolose.

Pag 13
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 14
Scheda n. 6 - Ferite

Spesso nella casa vengono conservati incustoditi e a


portata dei bambini oggetti taglienti. E' buona regola
tenerli in posti sicuri e insegnare ai bambini a non toccare
i coltelli da cucina.
Le ferite non vanno mai trascurate perché rappresentano
una porta di ingresso nell'organismo di ogni tipo di
infezione, in particolare quella tetanica, prodotta da
oggetti sporchi di terriccio od altro. Se l'infortunato non è
vaccinato, deve recarsi subito dal medico per la profilassi
antitetanica.

Ricordati:

1 - di non toccare e non giocare con coltelli, oggetti


taglienti e acuminati;
2 - di avvertire subito i genitori se ti sei procurato una
ferita anche se lieve, nasconderla per paura del
disinfettante che brucia o della sgridata può
essere molto pericoloso;
3 - di lavarti con acqua la ferita se non c'è un adulto
che possa farlo per te;
4 - di avvertire i genitori se una ferita curata e fasciata
ti fa male.

Pag 15
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 16
Scheda n. 7 - Asfissia e Soffocamento

Nella respirazione immettiamo ossigeno nei nostri


polmoni attraverso le vie respiratorie (naso, gola,
trachea). L'ossigeno è indispensabile per la nostra vita
perciò se esso ci viene a mancare andiamo incontro a
grande pericolo anche di morte.
Dobbiamo evitare qualsiasi azione che possa chiudere
direttamente le vie respiratorie (soffocamento) con l'uso
sbagliato di cuscini, buste di plastica lacci e corde. Il
soffocamento può avvenire anche per inserimento di
piccoli oggetti in bocca. Anche il cibo, le lische del pesce,
le caramelle ecc. possono causare il soffocamento.

Ricordati:

1 - di non mettere mai sacchetti e buste di plastica in


testa;
2 - di non mettere lacci e corde intorno al collo;
3 - di non premere cuscini sulla testa;
4 - di masticare con attenzione il cibo;
5 - di non mettere piccoli oggetti in bocca;
di provocare la tosse e di metterti con il tronco
piegato in basso nel caso di ingestione di oggetti.

Pag 17
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 18
Scheda n. 8 - Asfissia e Soffocamento

Vogliamo parlarti ancora dell'ASFISSIA cioè del


mancato apporto di ossigeno alle cellule del nostro
corpo. Questa mancanza di ossigeno può essere
causata dal SOFFOCAMENTO ( vedi scheda
precedente), cioè dalla chiusura meccanica delle vie
respiratorie che impedisce all'ossigeno di arrivare alle
cellule del nostro corpo. Però anche respirare gas
tossici può causare un grave danno al nostro
organismo.

Ricordati:

1 - di non giocare con il gas della cucina (vedi la


scheda 15);
Di non respirare i vapori dalle bottiglie dei
detersivi o dell'alcool

Pag 19
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 20
Scheda n. 9 - Incendio ed ustioni

Il fuoco si sviluppa nelle abitazioni quando, senza


controllo, vengono accostate sostanze infiammabili ed
elementi che possono innescare incendi.
Sostanze infiammabili sono: legno, carta, tessuti di
arredamento e abbigliamento, alcool, benzina, trielina,
vernici, acetone e il gas.
Elementi che possono innescare incendi sono : fornelli,
camini, sigarette accese, impianti elettrici ed
elettrodomestici, superfici surriscaldate

Ricordati:

1. di non giocare con il fuoco o con sostanze


combustibili;
2. di non avvicinare tende e tessuti ai fornelli,
caldaie, impianti elettrici e stufe;
3. di non avvicinarti ai fornelli con indumenti
ciondolanti specialmente se di tessuto sintetico
(nylon);
4. di fare attenzione a non avvicinare i capelli alla
fiamma del fornello, delle candele delle sigarette
accese;
5. di non avvicinarti al caminetto acceso
specialmente se non c'è il parascintille davanti al
caminetto;
6. di non appoggiare alle lampadine oggetti di carta
o di stoffa;
7. di non accendere il televisore durante i forti
temporali;
8. di avvertire subito un adulto in caso di incendio
anche se piccolo; di raffreddare subito con acqua
la scottatura e di avvertire i genitori che la
cureranno nel modo più adatto.

Pag 21
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 22
Scheda n. 10 - Natale

BUONE FESTE ma perché siano anche sicure ricordati


che le illuminazioni dell'albero e del presepe non sono
giocattoli.
Non lasciare accanto alle prese elettriche pezzi di carta o
vestiti. Se tra le decorazioni dell'albero, che sono per la
maggior parte di plastica infrangibile, ve ne sono alcune
di vetro ricordati che esse sono FRAGILISSIME e che
rompendosi formano delle schegge molto taglienti. Nel
caso che una di esse dovesse cadere per terra avverti
subito un adulto e non camminare a piedi nudi fino a
quando non siano state spazzate via. Se hai un gatto o un
cane non farlo avvicinare ai vetri rotti: potrebbe ferirsi
anche lui!

Pag 23
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 24
Scheda n. 11 - Rumore

L'udito è un bene prezioso e delicato da preservare con


attenzione. Questo è possibile prima di tutto con la
prevenzione e con evitare il rumore che è il nemico
numero uno dell'udito.

Ricordati:

1 - di avvertire i tuoi genitori se ti sembra di non


sentire bene la voce della maestra o se devi
alzare il volume del televisore e della radio
rispetto a come lo tengono le altre persone;
2 - di non tenere alto il volume del televisore e della
radio specialmente se usi la cuffia;
3 - di avverti subito i tuoi genitori se hai fastidio o
male alle orecchie;
4 - di non mettere mai piccoli oggetti nelle orecchie;
5 - di pulire le orecchie con attenzione e con
delicatezza;
6 - di avverti subito i tuoi genitori se hai sensazioni di
fastidio alla luce dei videogames, dei cartoni
animati, della luce intermittente;

Pag 25
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 26
Scheda n. 12 - Sicurezza in auto

I bambini rischiano più degli adulti, in caso di incidente, di


essere proiettati in avanti o fuori dell'abitacolo a causa
della loro statura, e questo vale sia per i lunghi viaggi in
autostrada che per i brevi tragitti in città. Inoltre, la scarsa
resistenza muscolare e la delicatezza degli organi
espongono maggiormente i bambini al rischio di lesioni.
Per questo, oltre che per un preciso obbligo di legge, i
bambini devono sempre viaggiare con gli appositi sistemi
di ritenuta.

Ricordati:

1 - di non viaggiare mai libero, né sui posti posteriori


né, a maggior ragione, su quelli anteriori, o
addirittura in piedi specialmente di fronte al vano
in cui è collocato un airbag;
2 - di non viaggiare mai sulle ginocchia di passeggeri,
anteriori o posteriori, specialmente se non hanno
le cinture allacciate;
3 - di viaggiare sul sedile posteriore con l'apposito
sistema di ritenuta, in modo da essere in
condizioni di maggior sicurezza;
4 - di non stare appoggiato alle portiere o al finestrino
specialmente con la testa;
5 - di non sporgerti e di non tenere le braccia fuori dal
finestrino;
Di non uscire dalla parte della carreggiata ma da
quella del marciapiede facendo sempre
attenzione prima di aprire la portiera.

Pag 27
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 28
Scheda n. 13 - Attraversamento stradale

I bambini , a causa della loro ridotta altezza, hanno un


panorama visivo più limitato rispetto ad un adulto, inoltre
a causa della loro inesperienza e immaturità:
1. non possono percepire la presenza di un veicolo
nascosto dietro un altro;
2. non sono in grado di valutare correttamente la velocità di
avvicinamento di oggetti;
3. non hanno esperienza e non sanno valutare quanto
spazio è necessario ad un veicolo per fermarsi;
4. hanno più difficoltà a localizzare l'origine e la direzione di
provenienza dei suoni;
5. hanno un concetto "magico" della realtà, e si aspettano
che i veicoli si fermino per il solo fatto che stanno
attraversando la strada; inoltre, nella ricerca della
soddisfazione di alcuni "bisogni elementari" (tra cui il
gioco) non tengono conto delle circostanze, mentre
alcune "urgenze psicologiche" (ad es. non far tardi a
scuola) fanno loro dimenticare i pericoli della strada. Nel
ritorno da scuola, è più facile che abbandonino certe
regole di prudenza proprio in prossimità di casa: è la
cosiddetta "sindrome del nido" (presente anche negli
adulti), che fa diminuire l'attenzione perché si considera
ormai compiuta l'attività che la richiede.

Ricordati:

1 - di non attraversare la strada se non sei sicuro che non


sopraggiungano veicoli;
2 - di utilizzare sempre le strisce pedonali;
3 - di passare solo con il semaforo verde, non ti fidare
dell'arancione;
4 - di stare comunque attento anche se sei sulle strisce e
con il semaforo verde, non chiacchierare, vai veloce
senza correre;
5 - di non attraversare di corsa dietro al pallone; se sei in
difficoltà aspetta che altri pedoni attraversino con te.

Pag 29
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 30
Scheda n. 14 - Sollevamento di pesi: posizioni errate

Ricordati:

1 - di non sollevare pesi eccessivi per la tua età e per il


tuo fisico;
2 - di non sollevare pesi con la schiena incurvata in
avanti ma tenendo la schiena dritta e le ginocchia
piegate;
3 - di tenere il peso il più vicino al corpo senza
inarcare la schiena;
4 - di utilizzare le gambe e non la schiena per
compiere lo spostamento del peso;
5 - di evitare di sollevare bruscamente i pesi;
6 - di svolgere solo operazioni ed attività adatte alla
tua età;
7 - di non compiere percorsi difficili (scivolosi o con
ostacoli) se non hai le mani libere; di mantenere
una corretta posizione della schiena quando stai
seduto;

Pag 31
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 32
Scheda n. 15 - Sicurezza Impianti Domestici: GAS
BISI' è contenta e fa OK con il pollice! Nella sua casa gli
impianti sono a Norma e si usano con attenzione!
Sicuramente i tuoi genitori hanno preso questa
precauzione ma da parte tua.

Ricordati:

1 - di non giocare mai con la cucina o con altri


impianti che utilizzano il gas (scaldabagno,
caldaia, bombole ecc)
2 - che se senti odore di gas devi avvertire subito un
adulto;
3 - di aprire una finestra e di respirare l'aria esterna e
non quella della stanza;
4 - di non accendere la luce finché c'è odore di gas.
Hai già letto nella scheda n 8 che il gas usato
in cucina e nella caldaia per il riscaldamento
dell'acqua è nocivo all'organismo perché, se
respirato, provoca l'asfissia.

Pag 33
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 34
Scheda n. 16 - Giocattoli

Sicuramente i giocattoli sono il mezzo con cui ti diverti e


impari tante cose ed è perciò importante che tu possa
averne di adatti alla tua età. Però devi fare attenzione
perché se non li usi in modo corretto possono diventare
fonte di pericolo per te o per i tuoi compagni di gioco.

Ricordati:

1 - che un giocattolo rotto può avere schegge di


legno o parti meccaniche che fuoriescono e con
le quali puoi ferirti;
2 - che se hai giocattoli con bordi o punte taglienti,
come, ad esempio, le macchine da cucire devi
usarli solo sotto la sorveglianza di adulti;
4 - che quando giochi con le armi giocattolo non devi
usare proiettili o frecce diversi da quelli forniti dal
fabbricante e non devi sparare i proiettili o le
frecce a distanza ravvicinata o in direzione del
muso degli animali domestici,
5 - che i puntatori laser sono pericolosi e non sono
giocattoli!

Pag 35
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 36
Scheda n. 17 - Giochi all’aperto

I giochi all'aperto oltre a farti godere il sole e l'aria aperta ti


fanno conoscere il mondo esterno alla tua casa e ti fanno
incontrare altri bambini. Certo che, libero fuori dai limiti
dei muri di casa, puoi correre e sentirti più libero però non
dimenticare la sicurezza e pertanto…

Ricordati:

1 - di controllare con un adulto che le altalene e le


altre attrezzature siano robuste e non rotte prima
di salirci sopra;
2 - di non sporgerti oltre le sponde di protezione
quando ti arrampichi sulle attrezzature dotate di
superfici elevate, come le piattaforme o le rampe,
3 - di fare attenzione a non avvicinarti troppo alle
altalene o alle giostre quando sono in movimento;
4 - di controllare che non ci siano punte, angoli
taglienti e parti di legno scheggiate sulla superficie
dell'attrezzatura;
5 - di rimanere visibile all'adulto che ti accompagna e
di NON ALLONTANARTI dalla zona dei giochi,
6 - che quando giochi sulle attrezzature gonfiabili non
devi scatenarti fidandoti troppo della loro
morbidezza;
7 - di non indossare vestiti che potrebbero facilmente
impigliarsi nelle attrezzature o ostacolare la libertà
di movimento (ad esempio lunghe sciarpe o
maglioni e giubbetti dotati di lacci, stringhe, zaini,
borsette, ecc.).

Pag 37
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 38
Scheda n. 18 - Mobili e suppellettili

Non dimenticare che i mobili sono fatti per contenere gli


oggetti non per fare scalate e altri giochi pericolosi.
Quando ci si aggrappa anche nel tentativo di prendere
qualche oggetto posto in alto si possono ribaltare
causando gravi incidenti.

Ricordati:

1 - di non arrampicarti sulle librerie,sui tavoli ed


anche sulle seggiole;
2 - di non usare i cassetti aperti come scalini;
3 - di non usare gli armadi come nascondiglio;
4 - di fare attenzione agli spigoli per non andarci a
sbattere contro;
5 - di non toccare i quadri e gli specchi che
potrebbero sganciarsi e caderti addosso.

Pag 39
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 40
Scheda n. 19 - Vetrate, finestre, porte, scale, porte a
vetri

Anche le PORTE possono diventare un pericolo in


conseguenza del loro movimento. Infatti puoi urtarci
contro o schiacciarti le dita nel tentativo di afferrarle e
fermarle. Il problema più grave è costituito dall'urto
contro porte con pannelli vetrati. Si può urtare la lastra
con la mano o col gomito a causa di movimenti scomposti
provocati per esempio, da un incespicamento. I bambini
come te possono urtarle con violenza perché non
riescono a frenarsi durante una corsa o perché spinti da
un compagno di giochi.

Ricordati:

1 - di non appoggiare mai la mano vicino ai cardini di


una porta perché chiudendosi potrebbe
schiacciarti le dita;
2 - di utilizzate una scopa e una paletta e di non
aiutarti mai con le mani se devi raccogliere cocci
di vetro;
Quando scendi o sali le scale ricordati che esse
non sono un luogo di gioco e per ridurre i rischi di
caduta:

Pag 41
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 42
Scheda n. 20 - Rischi alimentari in casa

Certamente l'igiene degli alimenti è responsabilità dei


tuoi genitori però anche tu puoi dare il tuo aiuto per
mantenere le condizioni igieniche dei cibi. Quando usi il
frigorifero assicurati di averlo chiuso correttamente ed
evita per quanto possibile di aprirlo in continuazione
perché le aperture continue possono compromettere la
stabilità della temperatura interna.

Ricordati anche:

1 - di ricoprire il cibo riposto nel frigorifero e di


richiudere le scatole in cui esso è contenuto;
2 - di non mettete in frigorifero alimenti caldi;
3 - di lavarti sempre le mani prima di preparare il cibo
o di mangiare,;
4 - di non appoggiare cose sporche o che sono state
per terra sul tavolo e sui piani di lavoro della
cucina;
5 - che se il cibo ha un colore o un odore particolare
potrebbe essere “andato a male” e perciò non lo
devi mangiare:
Impara anche a leggere l'etichetta dei prodotti
alimentari, per avere indicazioni utili sia rispetto
all'acquisto, sia rispetto alle modalità di
conservazione del prodotto. Devi prestare grande
attenzione:
- alla data di scadenza;
- all'elenco degli ingredienti che consente di
individuare la presenza, nel prodotto, di
eventuali sostanze alle quali sai di essere
allergico.

Pag 43
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 44
Scheda n. 21 - Terremoto

L'Italia ha parecchie zone “sismiche” cioè zone nelle


quali potrebbe accadere un terremoto. Verifica con i tuoi
genitori e con gli insegnanti la situazione della tua città.
Conoscere ciò che può essere utile prima d'averne
veramente bisogno è il modo migliore per prepararsi al
terremoto:
1 - impara dove si trovano le uscite d'emergenza
nella tua scuola;
2 - individua insieme ai tuoi genitori e ai tuoi
insegnanti gli spazi aperti e sicuri vicini a casa e
alla scuola. Sono quelli nei quali nulla ti può
cadere addosso.
In caso di terremoto la cosa più importante è non
lasciarsi prendere dal panico, devi cercare di
mantenerti calmo e seguire queste regole.
- raggiungi velocemente insieme agli altri uno
spazio aperto lontano da edifici e linee
elettriche;
- se non riesci ad uscire da un luogo chiuso,
rifugiati vicino ai muri portanti, agli angoli, alle
travi e o ai pilastri in cemento armato;
- rannicchiati sotto un tavolo e copriti la testa
con le mani;
- non accendere fiammiferi o candele perché ci
potrebbero essere fughe di gas per rottura
delle tubature;
- non usare l'ascensore: si potrebbe bloccare.

Pag 45
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 46
Scheda n. 22 - I Fenomeni Atmosferici: temporali
alluvioni e frane

I temporali

Ricordati:

1 - di evitare di uscire di casa quando si sta avvicinando


un temporale
2 - che se ti trovi all'aperto devi cercare un riparo
sicuro, comunque non sotto gli alberi, tralicci o
strutture che, in caso di forte vento, possono cadere.
3 - che temporali improvvisi sono molto frequenti in
montagna, specie durante le stagioni calde. È quindi
sempre opportuno affrontare le gite in montagna con
persone esperte, che conoscano i sentieri e i rifugi e
che sappiano individuare in tempo un temporale in
arrivo;
4 - che le escursioni in montagna, le passeggiate in
collina o le uscite in barca sono momenti sereni, che
vanno però vissuti con tutte le conoscenze
necessarie a per rispettare e, temere anche, la
natura e i suoi possibili pericoli.

Pag 47
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 48
Scheda n. 23 - I Fenomeni Atmosferici: temporali
alluvioni e frane

Le alluvioni
Un'alluvione si verifica quando una zona che normalmente è
asciutta viene allagata dalle acque che tracimano dalle rive
o dagli argini di un fiume in piena a seguito di piogge
prolungate e di forte intensità.

Ricordati:

1 - che un'alluvione non è quasi mai un fenomeno che si


sviluppa con una rapidità tale da impedire di mettere
in salvo persone e cose, il pericolo maggiore è
ovviamente in prossimità delle rive dei fiumi;
2 - che se abiti in una casa a più piani e l'acqua impedisce
di uscire perché il livello è ormai molto alto, devi
rifugiarti ai piani più alti o, eventualmente, sul tetto;
3 - di non bere l'acqua potabile che ha un odore, un
colore o un gusto “cattivo” potrebbe essere stata
contaminata.

Le frane
Se sei in montagna stai attento a non arrampicarti lungo
pendii privi di vegetazione e con un terreno non compatto e
che potrebbe franare. Anche le cave abbandonate o
semplici grossi cumuli di terra o ghiaia sono pericolosi e
perciò non cercare di scalarli.
Una frana si verifica quando delle masse di roccia si
staccano da pendii più o meno ripidi e cadono, o scivolano,
verso il basso sotto la spinta della forza di gravità.

Ricordati:
1 - che se ti trovi all'interno di un edificio mentre la frana
è in atto o si sta avvicinando, è più sicuro uscire e
allontanarsi dalla linea del percorso della frana.
Sono fenomeni naturali che si possono manifestare
con semplici rovesci temporaleschi, venti di una certa
velocità e, in condizioni particolari, con grandinate
anche violente.
Pag 49
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 50
Scheda n. 24 - Piante ornamentali velenose

Anche tra le piante ornamentali di comune uso nei


giardini e in casa si nascondono i “FIORI DEL MALE” cioè
delle piante che potremmo dire hanno il “veleno nel
cuore”. Quando vai dal fioraio o al vivaio o in un giardino
cerca, con l'aiuto dei tuoi genitori, di imparare a
riconoscere quelle più pericolose (sono elencate sulla
loro AGENDA DELLA SICUREZZA).

Ricordati:

1 - di non mettere in bocca nessun tipo di fiore o


foglia;
2 - se hai giocato con le piante lavati bene le mani
prima di mangiare,
3 - non mettere i fiori nei bicchieri o in altri recipienti
usati per contenere il cibo o le bevande ma solo
negli appositi vasi,
4 - se non ti senti bene dopo che hai toccato una
pianta e in qualche modo ne hai ingerita una
parte avverti subito un adulto e indica quale
pianta hai toccato.

Pag 51
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 52
Scheda n. 25 - Pericolo di incendio in casa

Generalmente,
un incendio inizia in un punto circoscritto della casa e si
estende in un certo periodo di tempo. E' importante
intervenire nei primi minuti, per rallentarne lo sviluppo e
spegnerlo. Se vedi qualcosa che brucia o senti odore di
bruciato avverti subito un adulto che cercherà di spegnere
l'incendio usando l'estintore o, in mancanza di questo, con
secchi d'acqua, coperte e vecchi cappotti senza però usare
l'acqua su impianti e parti elettriche. Comunque, bisogna
sempre chiamare al più presto i vigili del fuoco ed
abbandonare la casa, se l'incendio diventa incontrollabile.
Quando l'incendio divampa, non rimane che cercare una via
d'uscita, tentando di non farsi prendere dal panico. Spesso,
infatti, basta “non perdere la testa” per salvarsi dall'incendio.

Ricordati:

1 - prima di aprire una porta, appoggia il dorso di una


mano sulla maniglia, se scotta non aprirla: dall'altra
parte c'è l'incendio. Se la maniglia è fredda apri
leggermente la porta, senza spalancarla di colpo e,
una volta uscito, chiudila bene alle spalle per evitare
correnti d'aria. Per lo stesso motivo, tieni chiuse le
finestre
2 - se il locale è invaso dal fumo e dalle fiamme cammina
a “4 zampe” il più vicino possibile al pavimento, dove
l'aria è più respirabile e la visibilità migliore;
3 - se non puoi raggiungere subito l'esterno ricordati che
il locale più sicuro è il bagno, dove vi è abbondanza di
acqua;
4 - getta continuamente acqua sul pavimento, sulle
pareti e sulla porta;
5 - non scendere le scale invase dal fumo e non usare
mai l'ascensore (che potrebbe diventare una
pericolosa trappola), cerca invece di raggiungere
balconi o terrazzini da dove richiamare l'attenzione;
6 - se i vestiti si incendiano, non metterti a correre, ma
rotolati per terra e appena puoi gettati addosso
dell'acqua. Pag 53
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 54
Scheda n. 26 - Pericolo di incendio in casa

Stai attento:

- che non ci siano tende svolazzanti o materiali facilmente


infiammabili vicino alle candele accese;
- a non avvicinarti ai fornelli con indumenti ciondolanti;
- a non coprire le lampade con indumenti o con fogli di carta;
- a non lasciare la bottiglia dell'alcool vicino al fornello, al
caminetto o a una candela accesa,
- che non ci siano sigarette accese sul portacenere e
specialmente appoggiate sul bordo di un mobile;
- non giocare con la brace o il fuoco del caminetto e non
avvicinarti troppo: non solo le fiamme ma anche le scintille
sono pericolose.

Pag 55
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 56
Scheda n. 27- Elettrodomestici

Sicuramente i tuoi genitori avranno preso tutte le


precauzioni nell'acquisto e nell'uso degli
elettrodomestici. Da parte tua NON usarli se non ne hai il
permesso!

E comunque ricordati:

1 - di staccare sempre gli apparecchi dopo il loro


utilizzo e che per staccare la spina non devi tirare il
filo elettrico ma afferrare la spina tra il pollice e
l'indice e tirarla con attenzione verso di te;
2 - di non mettere o utilizzare un apparecchio
elettrico mentre sei nella vasca da bagno o sotto la
doccia o hai le mani bagnate;
3 - di non collegare mai un apparecchio elettrico con
le mani bagnate, e di non aprire il rubinetto
dell'acqua con una mano tenendo nell'altra un
apparecchio acceso.
Stai attento a non toccare il ferro da stiro in uso:
potrebbe ancora essere caldo
Quando usi l'asciugacapelli devi tenerlo a una
certa distanza per evitare che i tuoi capelli siano
risucchiati dalle fessure che servono per
aspirare l'aria. Non usarlo vicino al lavandino o
ad altri contenitori pieni di acqua.

Pag 57
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 58
Scheda n. 28 - Elettrodomestici

Quando usi il televisore RICORDATI che:

1 - per non affaticare la vista, occorre guardare il


televisore da una certa distanza (almeno cinque
volte la larghezza dello schermo) e mantenere la
camera in penombra;
2 - è meglio non rimanere a lungo seduti nella stessa
posizione;
3 - è buona abitudine staccare la spina del cavo
dell'antenna e la spina di corrente del televisore
durante lunghe assenze e in caso di temporali, un
fulmine potrebbe entrare attraverso i cavi della
corrente provocando lo scoppio dell'apparecchio;
4 - il televisore è dotato di fessure nel coperchio
posteriore che servono per far uscire il calore
prodotto durante il funzionamento perciò non
appoggiarci nulla sopra

Quando aiuti a “caricare” la lavastoviglie:

1 - controlla che sia spenta;


2 - non mettere le stoviglie in modo da impedire il
movimento rotatorio degli spruzzatori;
3 - fai attenzione a mettere i coltelli a punta in giù,

Anche per la lavatrice controlla che sia spenta e non


cercare di aprire lo sportello quando è in movimento.

Pag 59
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 60
Scheda n. 29 - Il computer

Trascorrere lunghi periodi di fronte al Computer (per


studio o per divertimento) può provocare intorpidimenti
muscolari vari al collo, alla schiena, alle spalle, agli
avambracci e alle mani. In tutto ciò gli occhi non se la
passano meglio, con bruciori, lacrimazione e la visione
annebbiata! I consigli salutari sono semplici; per
sopravvivere al computer è necessario usarlo in un luogo
adatto, con una giusta illuminazione e con un buon
ricambio d'aria.

Ricordati:

1 - di stare almeno a 50 cm dallo schermo;


2 - di usare una sedia comoda appoggiando sempre
la schiena allo schienale;
3 - che i piedi debbono avere sempre un appoggio, se
la sedia è alta utilizza un poggiapiedi, uno
scatolone, un elenco telefonico o altro per fornire
un appoggio ai piedi;
4 - che gli occhi devono trovarsi all'altezza della
parte superiore dello schermo, per ottenere
questo si può alzare il sedile della sedia, oppure
metterci un cuscino;
5 - che non ci devono essere riflessi sullo schermo né
luci troppo forti.
Evita di stare troppo a lungo davanti al computer,
ed interrompi l'attività con pause.
E' bene effettuare anche una buona attività fisica
per mantenere il tuo sistema muscolo-scheletrico
in salute e per contrastare la staticità dell'attività al
computer al banco di scuola e davanti al
televisore.

Pag 61
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 62
Scheda n. 30 - La bicicletta
Andare in bicicletta è molto importante per un bambino come te.
Infatti puoi accrescere la tua autonomia e migliorare il senso
dell'equilibrio, della velocità e delle distanze, ecc. Poiché hai solo 2
ruote il tuo equilibrio è instabile e precario, perciò devi mantenere
una velocità moderata per essere in grado di controllare la
bicicletta in qualsiasi condizione.

Ricordati anche:

1 - che la bicicletta deve essere della tua misura e perciò,


sedendoti sul sellino, devi potere appoggiare completa-
mente i piedi per terra;
2 - di non fare impennate, le cadute all'indietro sono le più
pericolose;
3 - di controllare che la tua bici abbia i freni, il campanello, le
luci e i catarifrangenti perfettamente funzionanti, come
ciclista devi farti vedere dagli altri utenti della strada
soprattutto di sera;
4 - di portare sempre il casco tutte le volte che usi la bicicletta,
non solo per la strada ma anche in luoghi protetti (piste
ciclabili, cortili, ecc . Ricordati anche che il casco è uno
strumento di prevenzione e non di gioco, e pertanto lo devi
togliere quando scendi dalla bicicletta.
La bicicletta è, comunque, un mezzo di trasporto e come
tale deve essere considerata specialmente se viene usata
sulla strada. In questo caso devi conoscere le principali
regole del traffico e devi imparare a rispettarle …
SEMPRE.
5 - ricordati che i marciapiedi sono fatti per camminare e
perciò se devi percorrerli scendi dalla bici e conducila a
mano;
6 - non fare manovre strane o imprevedibili e segnala con il
braccio eventuali spostamenti;
7 - dai la precedenza ai veicoli che provengono da destra e ai
pedoni sugli attraversamenti pedonali;
8 - fermati al segnale di STOP;
9 - se devi svoltare a sinistra spostati nel mezzo della strada e
aspetta che non sopraggiungano veicoli prima di attraver-
sare.
Sulle piste ciclabili le regole sono sempre le stesse: si tiene
la destra e si sorpassa a sinistra. Alla fine della pista e tutte
le volte che il percorso attraversa una strada, i ciclisti
devono dare la precedenza a tutto il resto del traffico

Pag 63
Settimana da ....................................
Del mese di .......................................

Bisi’ ci ha parlato di:


______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

______________________________________________________________________

Pag 64
Scheda n. 31 - Bisi’ va in vacanza: la sicurezza N0!

Evviva le vacanze sono arrivate! Ma non mandare in


vacanza la prudenza e la prevenzione dei rischi. Molto si
è detto sull'importanza di prendere il sole con
precauzione, un po' alla volta anche stando sotto
all'ombrellone o tenendo una maglietta per i primi giorni e
usando le creme con filtri solari di buona qualità.
Devi essere prudente nel fare il bagno, anche se sai
nuotare bene, non allontanarti da riva e avverti sempre i
genitori quando entri in acqua. Gioca pure con i tuoi amici
facendovi “scherzi acquatici” ma ricordati che, non
essendo un pesce o un anfibio o un mammifero marino,
non sei nel tuo ambiente naturale. Fai attenzione che
nella zona non transitino barche a motore, moto d'acqua
e nel caso segna la tua presenza gridando e agitando le
braccia. Se vai in barca e non sei un provetto nuotatore
indossa il giubbino di salvataggio.
Nelle passeggiate in montagna, se è zona di vipere,
ricordati che è buona norma indossare pantaloni lunghi
o calzettoni alti e battere con un bastone davanti a te.
Non vogliamo continuare per non essere noiosi, le
pagine dell'agenda dedicate ai mesi estivi sono a tua
disposizione per prendere appunti o fare osservazioni
che potrebbero risultare utili in futuro.
BISI' AUGURA BUONA ESTATE ATUTTA LA FAMIGLIA!

Pag 65
L a p i c c o l a T i l l y, l ' a n g e l o d e l l a s p i a g g i a , s a l v a c e n t o t u r i s t i

Aveva saputo dal suo professore di geografia come individuare un maremoto e ha usato le
nozioni apprese a scuola per far mettere in salvo 100 persone, tra cui molti turisti, sulla
spiaggia in cui si trovava, a Phuket, in Thailandia.Protagonista del sorprendente episodio, è
stata una bambina inglese di 10 anni, Tilly Smith, che passava le vacanza con la famiglia sulla
rinomata isola. Tilly era in vacanza con il padre, la madre e la sorella di sette anni. Tilly
frequenta regolarmente la scuola e proprio pochi giorni prima delle vacanze il suo professore
di geografia aveva spiegato che cosa sono gli tsunami e come si formano."Il nostro
professore di geografia ci aveva spiegato nell'ultimo trimestre come nasce e si preannuncia
uno tsunami provocato dal terremoto", ha spiegato Tilly. Quando si è scatenata la catastrofe la
bambina stava guardando il mare. "L'acqua improvvisamente è diventata strana - ha
continuato - e sono apparse delle bolle, poi il mare ha cominciato a ritirarsi. Ho avuto la
percezione che si trattasse di uno tsunami e l'ho detto a mia madre".Così è stato dato l'allarme
e gli ospiti sulla spiaggia e quelli dell'albergo vicino si sono salvati, grazie alla prontezza di
riflessi di Tilly. Nessuno è morto sulla spiaggia di Maikhao.

Pag 66
SEGNALI di pericolo

A B C D E F G H I

1 1

2 2

3 3

1A Vietato fumare o usare 1D Pericolo generico 1G Materiale esplosivo


fiamme libere
1E Rischio biologico 1H Radiazioni non
1B Vietato ai pedoni ionizzanti
1F Sostanze velenose
1C Divieto di spegnere con 1I Pericolo di inciampo
acqua 2D Raggi laser
2G Caduta con dislivello
2A Divieto di accesso alle 2E Materiale infiammabile o
persone non autorizzate alta temperatura 2H Bassa temperatura

2B Vietato fumare 2F Tensione elettrica 2I Sostanze nocive irritanti


pericolosa
2C Acqua non potabile 3G Carichi sospesi
3D Sostanze corrosive
3A Vietato ai carrelli di 3H Materiali radioattivi
movimentazione 3E Campo magnetico
3I Carrelli di
3B Non toccare 3F Intenso materiale movimentazione
comburente

Pag 67
SEGNALI di emergenza SEGNALI per l’antinfortunistica
A B C D E F G H I

4 4

5 5

6 6

7 7
4D Telefono per interventi antincendio

6E Scala
8 4G Guanti di protezione obbligato-
6F Estintore ria
4H Calzature di sicurezza obbliga-
6D Lancia antincendio toria
4I Obbligo generico (con eventua-
4A - 4B - 4C - 5A - 5B le cartello supplementare)
Percorso/uscita di emer-
4E - 4F - 5D - 5E 5G Casco di protezione obbligato-
genza Direzione da seguire rio
(cartelli addizionali a 5H Protezione obbligatoria
5C - 6A - 6B - 6C
Direzione da seguire quelli che precedono) dell'udito
(cartelli addizionali a quelli 5I Protezione obbligatoria del
che seguono) corpo
7A Pronto soccorso 6G Protezione obbligatoria contro
le cadute
7B Doccia di sicurezza 6H Passaggio obbligatorio per i
7C Lavaggio degli occhi pedoni
7G Protezione obbligatoria degli
8A Barella
occhi
8B Telefono per salvataggio e 7H Protezione obbligatoria delle
pronto soccorso vie respiratorie
7I Protezione obbligatoria del viso
Pag 68