Sei sulla pagina 1di 1

Martedì 9 novembre 2010 pagina 5

“A
MACERIE

ndiamo tutti alla caserma di per consegnare gli attestati di merito ai vertici di inganni nessuno è più disposto a credere alle
Oggi Berlusconi Coppito ad accogliere delle strutture operative. "Che cosa viene a fare, promesse. L'Aquila rifiuta gli sciacalli". Duro
Berlusconi e Bertolaso ancora promesse?" si chiedono invece i ragazzi anche un comunicato emesso dalle principali
cantando 'goodbye Ruby tuesday'!". Su Facebook del Comitato 3 2 32, scontenti perché la visita sigle sindacali della Polizia in cui si lamentano
e Bertolaso all’Aquila. c'è chi ha preso così, con ironia, l'appuntamento non prevede un giro in centro. E continuano: strumenti inadeguati alla prestazione dei servizi
di oggi pomeriggio. Alle 15.00 il Presidente del "Bertolaso e Berlusconi vengono forse a ripulirsi di sicurezza sul territorio e gravi ritardi nella
Consiglio e il Capo della Protezione civile l'immagine, tentando ancora una volta di ricostruzione di edifici necessari, a partire dalla
Tra le polemiche saranno alla caserma della Guardia di Finanza accreditare il miracolo aquilano? Dopo 19 mesi Questura. (c.p.)

BONDI, PRONTO
golo il governo e a sfiduciare Le rovine del ministero
Bondi? La posizione è ancora Bondi secondo
una volta di attesa. Dice Granata: Emanuele Fucecchi
“Prima dobbiamo sentire cosa
dice il Ministro. E poi vedere se
Berlusconi se ne andrà prima”.
Ma insomma, i futuristi voteran-

PER LA SFIDUCIA
no o no la mozione? Per
Granata non è ancora il
tempo delle conclu-
sioni politiche:
“Valuteremo se
votare una mo-
zione di altri o di
Il Ministro in Parlamento domani presentarne
una nostra. Ma è
presto per deci-
Il Pd lavora a una mozione, Fli ci pensa derlo”. Sicura-
mente, comun-
que, a un voto
di Wanda Marra Il crollo di nisce senza mezzi termini Bon-
di “ministro della Propaganda”:
non si arriverà
prima di una set-
on è un caso che il disfa- Pompei è solo “Si faccia nominare ministro timana dieci

N cimento di un impero po-


litico sia persino visiva-
mente rappresentato dal
crollo della Domus dei Gladia-
tori a Pompei. Sulle rovine im-
l’ultimo
fallimento
della Propaganda e si dimetta”.
Perché “dopo aver sentito le
sue parole e le sue giustificazio-
ni, dopo anni di Commissaria-
mento di Pompei, si è rafforzata
giorni dopo la re-
lazione di Bondi,
che è il tempo mi-
nimo-tecnico per calendarizza-
re una mozione. Una posizione
ze”. E dunque Bondi de-
ve scegliere tra i suoi incari-
chi. Perché “è difficile mantene-
re contemporaneamente due
alcune uscite poco felici: l’assen-
za alla Mostra del Cinema di Ve-
nezia e quella al festival di Can-
nes (motivata con llo “sconcer-
periali si staglia il viso di un Mi- negli italiani l'idea di una sua to- ancora più attendista quella di ruoli così gravosi: coordinatore to”e il “rincrescimento”causato
nistro, Sandro Bondi, che dav- di un dicastero tale inadeguatezza nella gestio- Antonino Lo Presti, capogruppo del principale partito italiano e dalla presenza di Draquila di Sa-
vero non ne ha fatta una giusta. ne del più grande patrimonio di Fli in Commissione Bilancio: ministro di un dicastero che do- bina Guzzanti). Condite da criti-
Fino a dire davanti alle macerie: che ha culturale del mondo. L’Italia e la '”Chiederemo più soldi per il pa- vrebbe essere considerato il più che durissime al cinema italiano
“Se avessi la certezza di avere sua cultura meritano ben altro trimonio purché vengano gestiti importante a livello italiano”. privo “di autenticità” e della ca-
responsabilità in quanto acca- scontentato tutti di un ministro che è sostanzial- in modo più oculato. Il Ministro pacità di trattae temi interessanti
duto mi dimetterei. Ma rivendi- mente ed esclusivamente solo metta da parte le polemiche con La cultura, un mondo e comunicarli. Bondi è il mini-
co invece il grande lavoro fat- ministro della Propaganda”. Fini e lavori, noi è questo che vo- in fibrillazione stro che ha ptroposto il definan-
to”. Una dichiarazione che non litica potrebbe condizionare le gliamo”. ziamento di ben 232 enti cultu-
convince nessuno. E proprio la scelte. Infatti, il Pd potrebbe de- Aspettando Ma intanto Farefuturo mette rali storici. Ancora: è il Ministro
testa del ministro della Cultura cidere di presentare una mozio- le mosse di B. l’accento su un’altra questione: QUEL CHE appare evidente è che si è visto rifiutare da Napo-
potrebbe diventare una delle ne complessiva di sfiducia al go- “Bondi spieghi però qual è la ve- che il crollo di Pompei è stata so- litano il decreto legge di riforma
occasioni di rottura parlamen- verno (opzione che è ormai tra ra situazione della cultura in Ita- lo la goccia che ha fatto traboc- dei teatri lirici. È quello contro
tare tra Berlusconi e i futuristi. le ipotesi da giorni). L'Italia dei SE LE DICHIARAZIONI di lia e i fondi di cui dispone, espli- care il vaso. Bondi, infatti, è il Mi- cui sciopereranno i musei il 12
Il Pd ha già annunciato una mo- valori la chiede a gran voce. Ri- intenti sono nette e durissime, chi qual è il reale stato del nostro nistro che e riuscito a provocare novembre. Un ottimo risultato
zione di sfiducia. Ma intanto flettori puntati ancora una vol- sono meno chiare le posizioni più importante serbatoio e patri- l’insurrezione del cinema, per per il ministro-poeta che peral-
Bondi ha annunciato che riferi- te sulle mosse dei finiani. A dare che ne seguiranno. Futuro e Li- monio di vita e conoscenza nel una legge che ha promesso e tro è tra i difensori più antichi e
rà in Parlamento mercoledì. “Al- il là è Fabio Granata, che defi- bertà è pronta a stringere all’an- mondo e tragga le conseguen- non ha mai fatto. Senza contare fedeli di Berlusconi.
la Camera spiegherò ciò che è
accaduto e quello che è neces-
sario fare nel futuro, con serietà
e senza scaricare la responsabi-
lità su nessuno”. La mozione
dovrebbe essere presentata
A Pompei un crollo annunciato
con ogni probabilità dopo. Ha UN’ORDINANZA DEL 2009 STABILIVA SUGGERIVA UN CENSIMENTO DELL’AREA. FORSE MAI FATTO
spiegato il capogruppo demo-
cratico, Franceschini: “Stiamo di Antonio Massari A gennaio crolla un muro vo rapporto del 2006, sono
attendendo la risposta da parte della “casa dei casti aman- datati. Sono necessari altri
del ministro Bondi ed è eviden- ento passi, un'ordinan- ti”. A volerlo leggere, è un censimenti, e infatti lo pre-
te che la gravità dei fatti fa rite-
nere che tra le cose possibili
Cmilioni
za, una relazione da 79
di euro. Per com-
segnale chiaro: a circa cen-
to metri c'è anche la cosid-
vede un'ordinanza, quella
del 30 luglio 2009, che sta-
all’esito della informativa vi sia prendere meglio le respon- detta Domus dei gladiatori. bilisce i compiti del “com-
una mozione di sfiducia che na- sabilità del crollo della “do- Quest'ultima, già nel 2006 missario delegato”, cioè
turalmente valuteremo insie- mus gladiatorum” - patri- – e ancor prima tra il 1996 e Marcello Fiori, ex braccio
me agli altri gruppi parlamen- monio dell'umanità andato il 1997 – era stata classifi- destro della Protezione ci-
tari”. Spiega Giovanna Melan- in briciole il 6 novembre - cata area a “rischio tre”: vile, oggi dipendente del
dri, che a proposito di Pompei forse bisogna percorrere “Un rischio mediocre”, di- ministero dei Beni cultura-
ha parlato di “metafora della de- soltanto cento passi, fissare ce Pietro Giovanni Guzzo, li. Il “commissario delega-
sertificazione delle politiche nella mente una data e ri- soprintendente per gli sca- to” deve provvedere alla
culturali di oggi” che Bondi è il leggere il primo articolo di vi di Pompei fino al 2009. “messa in sicurezza e alla
Ministro che si è riuscito a met- un'ordinanza (quella firma- Ma il territorio muta con il salvaguardia dell'area ar-
tere contro - compatto - tutto il ta, il 30 luglio 2009, dalla tempo e gli eventi atmosfe- cheologica”. L'ordinanza
mondo della cultura. In realtà, Presidenza del consiglio e rici: il censimento del stabilisce i metodi: “Piani-
l’evolversi della situazione po- della Protezione civile). 1997, e anche un successi- ficazione di attività di mo-
nitoraggio di rischi sismici, La Domus dei Gladiatori crollata
vulcanici e calamitosi”,
“realizzazione urgente di cia il sindacalista della Uil giugno 2010: entro il 31 lu-
A LETTO PRESTO di Pino Corrias opere di manutenzione Gianfranco Cerasoli che ha glio 2010 doveva elaborare
straordinaria”, “censimen- presentato un esposto in la relazione finale” sugli “in-
Fini-De Niro to dei beni archeologici”
per “pianificare specifiche
procura sulla gestione del-
l'emergenza – sono tutte a
terventi realizzati e in corso
di realizzazione”. E soprat-
misure di tutela”. Quando rischio: dietro c'è un terra- tutto: sulla “situazione con-
e “C’era una volta in Italia” crolla il muro della casa dei
“casti amanti”, Fiori è anco-
pieno che spinge, per effet-
to delle infiltrazioni d'ac-
tabile, indicando prove-
nienza dei fondi e soggetti

“T alvolta una piccola verità dei


fatti appare più chiara grazie
a certe coincidenze. L’altra mattina
si toglie il cappello, si guarda in-
torno. Chiede al suo vecchio ami-
co Fat Moe se su al primo piano ha
ra commissario delegato, e
il monitoraggio era una sua
responsabilità. Effettuare -
qua”.
Se questo censimento sia
stato fatto, non è dato sa-
beneficiari”. Fiori deve pre-
sentarla al ministero e alla
Protezione civile. Al Fatto
Gianfranco Fini è entrato in scena ancora una camera per ospitarlo. per dirla con l'espressione pere: il Fatto Quotidiano ha quotidiano non risulta sia sta-
accolto dal sipario musicale di En- Nessun problema, dice l’amico, e gli di Guzzo – una “analisi del provato a rintracciare Fiori ta ancora formalmente pre-
nio Morricone, note struggenti di chiede: “Che cosa hai fatto in questi sangue” sarebbe stato utile: nel suo nuovo posto di la- sentata. E quindi bisogna ri-
‘C’era una volta in America’, che è la ultimi vent’anni?”. Noodle, che ha il per comprendere la situa- voro, al ministero dei Beni farsi all'informativa del mi-
storia di un esodo e di un ritorno. tempo sulle spalle, non guarda in zione del terreno circostan- Culturali, dove è stato as- nistero: “100 interventi di
Protagonista Noodle, gangster macchina, ma nel cuore delle cose, e te, che forse era mutata, sunto alla “diretta collabo- messa in sicurezza per 65
dell’era proibizionista, che rien- come se niente fosse risponde con la passando da un rischio razione del ministro Sandro milioni di spesa. In totale
tra in scena, a New York vent’an- più bella battuta del film: “Sono an- “mediocre” a un rischio Bondi”. Il suo compenso ne sono stati spesi 79: altri
ni dopo, a fare i conti con il suo dato a letto presto”. La musica cresce maggiore. La “Domus dei annuo: 166mila e 745 euro. 5,5 per la valorizzazione del
passato, un amore (con Carol) e sui violini di quella penombra gladiatori” e la casa dei “ca- La segreteria risponde che sito, 1,5 per il suo funzio-
mai finito, un’amicizia (con qualcuno, l’altra mattina, avrebbe sti amanti”, spiega Guzzo, Fiori è in riunione, propone namento, 4,3 per la promo-
Max) che si è voltata in tradi- dovuto fare la stessa domanda al no- distano soltanto un centi- di richiamare, ma poi nes- zione culturale e 1,8 per al-
mento. stro Gianfranco Fini redivivo: che naio di metri. E infatti: 100 suno risponde più. C'è un tre spese”. Dati divulgati il 5
Noodle, cioe Robert De Niro, en- cosa diavolo ha fatto in questi ultimi metri e 9 mesi dopo crolla altro punto sul quale Fiori ottobre. Cento interventi
tra nel bar della sua giovinezza, vent’anni? anche la casa dei gladiatori. dovrebbe fare chiarezza. Lo prima del disastro. Che era
“Le domus che danno su via prevede l'articolo 1 di un'al- lì: a cento passi dall'ultimo
dell'Abbondanza – denun- tra ordinanza, quella del 18 crollo.