Sei sulla pagina 1di 3

Tibia - Cavita glenoidea con condili femorali.

2 spine (area intercondiloidea) anteriore e posteriore dove


abbiamo l'inserzione di menischi e legamenti crociati. Tuberosità tibiale per inserzione tendine rotuleo.
Distalmente 4 facce, lateralmente incisura fibulare, posteriormente 2 solchi per tendini muscolo tibiale
post e flessure lungo alluce, medialmente articola con caviglia tramite malleolo mediale, inf articola con
troclea astragalica.

Rotula – 2 facce, anteriore con inserzione del tendine rotuleo e tendini del quad, e posteriore.

Fibula – Medialmente articola con tibia mentre lateralmente troviamo il processo stiloideo con
l’inserzione del bicipite femorale e legamento collaterale laterale del ginocchio. Distalmente
costituiscono la faccetta dell’astragalo.

Femore – Articolazione coxo-femorale. Sulla testa del femore troviamo la fossetta per il legame rotondo
del femore. 2 rilievi > grande trocantere che lat-sup articola con gluteo piccolo e medio, otturatore in-es,
gemello sup-inf, piriforme e piccolo trocantere dove med-inf troviamo ileopsoas. Diafisi con margine
posteriore sporgente troviamo la linea aspra con regione laterale (tuberosità glutea per gluteo),
intermedia (linea pettinea per pettineo) e medialmente cresta del vasto mediale. Distalmente abbiamo
2 condili con anteriormente la fossetta patellare, medialmente il tubercolo del gran adduttore.

Acromio clavicolare - Coracoclavicolare (leg. trapezoide + leg conoide), acromio-clavicolare, coraco-


acromiale, trasverso della scapola. Art stabilizzata dai forti legamenti.

Gleno-omerale - La paralisi di uno dei grandi muscoli (trapezio e gran dentato) e invalidante. Ampiezza
di movimento, articolazione più mobile del corpo e quella più soggetta a lussazioni. Sinoviale.
Mantenuta in posizione sulla cavita glenoidea grazie ai muscoli della cuffia dei rotatori. Contenuta dalla
superficie profondo dalla capsula fibrosa e medialmente dalla cavita gleno-omerale. Legamenti principali
sono quelli gleno-omerali (sup, medio e inf), coraco-omerale e trasverso dell’omero. Nervo
sottoscapolare, mentre la capsula dal nervo soprascapolare, ascellare e dal nervo pettorale laterale.
Arteria soprascapolare e dall’arteria circonflessa della scapola. Si osservano numerose borse sinoviali
adiacenti all’articolazione della spalla. Permette flessione, estensione, abduzione e intra-extra-rotazione.
La grande maggioranza delle dislocazioni e anteriore e si verifica quando l’avambraccio e portato
indietro in rotazione laterale mentre si trova in abduzione, estensione, rotazione laterale.

Menischi - Strutture fibrocartilaginee tra condili femorali e piatti tibiali. Menisco laterale più
spesso. Ben vascolarizzate esternamente, mentre internamente avascolarizzate.

Anca – Fusione di 3 ossa ileo-ischio-pube. Articola con sacro (art sacro-iliaca), con l'anca laterale (sinfisi
pubica) e con il femore (art coxo-femorale). Faccia laterale ha 3 linee glutee per inserzione dei muscoli
glutei. Cavita dell’acetabolo e una profonda escavazione che accoglie femore, con 3 incisure inferiore
(dell’acetabolo) anteriore (ileopubica) posteriormente (ileoischiatica). Sotto l’acetabolo abbiamo il foro
otturato con membrana otturatoria in cui passano vasi e nervi otturatori. Medialmente abbiamo la
cresta iliaca delimitata dalle spine iliache SIAS, SIPS (ins di gran dorsale e quadrato dei lombi), SIAI e SIPI.

Legamenti dell’anca – longitudinale anteriore, ileo-lombare, inguinale (SIAS – tubercolo pubico),


sacrotuberoso

Omero – Radiale - Condilo omerale - fovea capituli del radio. Legamento collaterale radiale con fasci
anteriore e posteriore. Condilartrosi.

Omero – Ulnare - Troclea omerale - incisura semilunare dell'ulna. Legamento collaterale ulnare post ant
e obliquo.

Sterno – Clavicola- Legamenti sterno-clavicolare, inter-clavicolare, costo-clavicolare e sterno-costale.

Radio – Ulnare- Prossimalmente abbiamo legamenti anulare del radio e corda obliqua di Weitbrecht.
Distalmente legamenti radioulnare ant e post, membrana interossea e leg triangolare

Ginocchio– Articolazione doppia condilartrosi e trocleoartrosi. 3 ossa concorrono a forare la superficie


articolare del ginocchio (l’estremità inf femore, estremità sup di tibia e faccia post della rotula). Art
femoro-rotulea. Superficie condiloidea non formano concordanza, si inseriscono menischi (lat e med). Il
menisco laterale quasi circolare, mentre laterale forma semilunare.

Legamenti più grande e il legamento patellare che e tendine d’inserzione del quadricipite che termina
sul tubercolo tibiale. Abbiamo la capsula che vascolarizza i menischi e connessa a loro tramite legamenti
coronari. Abbiamo il legamento trasverso che uniscono i corni anteriori dei menischi, il legamento
crociato anteriore che origina sulla regione mediale della superficiale della tibia verso il tratto post
mediale del condilo esterno (se rotto, riscostruito con frammenti ti rotula e tendine rotuleo). Il
legamento crociato posteriore origina sulla porzione retro-spinale della tibia e entra nella fossa
intercondiloidea e laterale del condilo interno. Legamenti collaterali come quello tibiale che origina dal
condilo med del femore e si inserisce sul condilo mediale della tibia e presenta fasci laterali che quasi
circondalo il condilo mediale della tibia. Il collaterale fibulare che origina dalla capsula articolare vicino
al condilo laterale del femore fino alla testa della fibula la cui stabilizza il movimento. Il legamento
popliteo obliquo origina faccia post del condilo mediale della tibia e si inserisce sulla faccia esterna della
capsula faccia mediale del condilo femorale. Legamenti poplitei arcuati il cui fascio lat origina sulla dlal
proc stiloideo della fibula per inserirsi sulla faccia lat del condilo femorale mentre il fascio mediale
origina dalla testa della fibula per andare a formare un arco sulla line ti inserzione tibiale della capsula
articolare.
Coxo – Femorale- Enartrosi tra l'acetabolo dell'osso dell'anca e la testa del femore. La testa del
femore corrisponde a circa 2/3 di sfera, mentre la cavità dell'acetabolo è meno estesa, per
questo è presente sul suo contorno il labbro acetabolare che amplia la cavità e passa a ponte
sopra l'incisura dell'acetabolo come legamento trasverso dell'acetabolo. La testa del femore
entra in contatto con la faccia semilunare mentre la fossa dell'acetabolo è riempita da un
cuscinetto adiposo.

Grande pettorale – O) Superficie ante di clavicola med, superficie ante di sterno, cartilagini
costali di 1°-‐6° costa, estremità sternale di 7° e 8° costa.
INS) Labbro ante di solco bicipitale di omero con tendine largo e appiattito. Pilastro anteriore
del cavo
ascellare.
INN) Nervi pettorali mediale e laterale. Intraruota, adduce, flette omero e muscolo accesorio di
inspirazione.

Diaframma –INS) parte posteriore del processo xifoideo, faccia interna delle ultime sei paia di coste,
alcune vertebre lombari (tramite un sistema di tendini, che formano due arcate e tre pilastri)
A) respirazione
INN) nervi frenici del plesso cervicale (originano a livello di C3, C4 e C5)

Sternocleidomastoideo - Origine: sterno e clavicola


Inserzione: processo mastoideo dell’osso temporale e linea nucale superiore dell'occipitale
Funzione: assieme ai prevertebrali flette la testa e il rachide, da solo estende la testa, la inclina
dal lato della contrazione e la ruota dal lato opposto; muscolo accessorio della respirazione
(respirazione forzata)
Innervazione: nervo accessorio

Gomito- Si tratta di una capsula articolare che racchiude 3 articolazione (omero-radiale-ulnare). Uniti
dalla vasta capsula fibrosa. Si osservano i legamenti omero radiale collaterale, legamento anulare,
collaterale ulnare, quadrato. Ampiezza di 150 gradi di flessione-estensione.

Omero- La grande tuberosità da cui si attaccano 3 muscoli (sopraspinato, infraspinato e grane rotondo)
separata dal solco bicipitale (dove passa tendine di capo lungo bicipite) e piccola tuberosita (inserzione
del muscolo sottoscapolare). Diafisi davanti con tendine appiattito del grande pettorale, post tendine
grand dorsale e gran rotondo. Anterolat tuberosità deltoidea mentre anteromed l’inserzione del
coracobrachiale. Sulla faccia posteriore troviamo solco del nervo radiale e inserzione di tricipite
brachiale. Troclea omerale con ulna mentre condilo omerale con radio.