Sei sulla pagina 1di 182

AFabioAtzori

PREFAZIONE
Questolibrolaraccoltadidelittideltuttoparticolari,gliomicidiseriali.Quellochelidifferenziada
unnormaleomicidioilfattoche,solitamente,noncunmotivoperilcrimineechelomicida(che
chiameremoserialkiller)solitamentenonconoscelavittimasenondisfuggita,maneconoscemolto
beneleabitudini.Ilserialkillerstudiabenelasuavittimaprimadiucciderla,lasceglieinbaseadalcune
caratteristichefisiche.Ilserialkillernonsifermaadunasingolavittima,nonmaisazio,econtinua
conisuoieccidifinchnonvienecatturatodallapolizia.Volutamenteono,lasciasempreunsegno
inequivocabile, ripetendo il modus operandi ogni volta alla ricerca dellomicidio perfetto; ad ogni
criminecercadimigliorarsineidettaglidellasuaesecuzione.Normalmentelavoradasolo,macisono
stati alcuni casi in cui due killers seriali si sono alleati per eseguire lomicidio in coppia. Sulle
motivazionichespingonotalipersone,sicuramentemalate,acompieretalieccididimassatantosi
dettoetantosidir.Iocercherdisoffermarmiilmenopossibilesullapsicologiadelpersonaggio,e
quandolofar,(comenellarticolodiCharlesManson,peresempio)sarunaDottoressainPsicologia
atrattareilprofilodelkiller.Questoperchcredochealgiornodoggi,contuttiimezzicheabbiamo
adisposizione,cisentiamotuttideipiccolipsicologisenzaperaverneititoliesenzaaverstudiato
unminimodellamenteumana.Noncredoquestosiacorretto.Ioinveceriporterifatticomesisono
svolti,cercando,per quanto mi siapossibile, di astenermi dal daregiudizi sullepersone. Anche se
queste persone si sono macchiate di crimini efferati e lo hanno confessato, non sta certo a me
giudicare e instaurare piccoli processi in tribunali virtuali, dove limputato viene giudicato
sommariamenteecondannatoafurordipopolodaunagiuriavirtualechenonhanimezzi,nle
competenzeperpoterlofare.ImieipezzisuisingoliSerialKiller,sonoilfruttodiunaesaustivaricerca
sulpersonaggio,articolidigiornale,libri,interviste,tuttoquellochecipossaaiutareacapirequesti
personaggi.

Ringrazio la Dott.ssa Eleonora Scrimali,IlDott.Vega della Fabbrica del Degrado, Davide Kra di Kra
Satira,IvanoBisidiCinemaniaco,FrancescoBarone,SabinoLosasso,FabrizioLaRocca,LucaLaPorta,
SimoneGiampapa,JessicaPratissoli,senzaiqualiquestoebooknonsarebbemaipotutoesistere.E
ringraziotuttivoichemiaveteseguitopazientementesullamiapaginaFacebook,chelabasedalla
qualesonopartitoperlastesuradellibro.

LoZioMarioGoretti


Jeffrey Dahmer, il cannibale di Milwaukee

Jeffrey Lionel Dahmer (West Allis, 21 maggio 1960 Portage, 28 novembre 1994)
Il famoso serial killer Jeffrey Dahmer nato a Milwaukee, Wisconsin, il 21 maggio 1960, nella casa
di Lionel e Joyce Dahmer. Nei suoi primi anni stato un bambino felice per lo pi fino all'et di 6
anni, quando un piccolo intervento chirurgico per correggere una doppia ernia parve avere strani
effetti nel ragazzo. Dopo l'intervento chirurgico, che ha coinciso con la nascita di suo fratello
minore, egli divent sempre pi isolato e privo di fiducia in s stesso. Nello stesso periodo,
un'opportunit di carriera per il padre, port la famiglia a trasferirsi in Ohio, e le insicurezze del
ragazzo si aggravarono. La sua adolescenza stata isolata, piena di frustrazioni e in gran parte
senza amici. Dahmer sostiene che le sue compulsioni verso la necrofilia e lomicidio sono iniziate
all'et di 14 anni, ma sembra che la rottura del matrimonio
dei suoi genitori, il loro divorzio e gli stress psicologici
associati con questi eventi potrebbero essere stati il
catalizzatore per trasformare questi pensieri precedenti in
azioni. Subito dopo il diploma alla scuola superiore, nel
giugno del 1978, Dahmer raccolse un autostoppista di
nome Steven Hicks e lo port a casa dei suoi genitori,
dove lo fece ubriacare. Quando Hicks cerc di andarsene,
Dahmer lo uccise con un colpo alla testa usando un
bilanciere. Smembr il cadavere della sua prima vittima,
Dahmera14anni confezion le parti del corpo in sacchetti di plastica e li
seppell nel bosco dietro casa dei suoi genitori. Ci sarebbero voluti altri nove anni prima che
mietesse la sua seconda vittima. Nel periodo del suo primo omicidio, il consumo di alcol di Dahmer
era gi fuori controllo. Nel gennaio del 1979, dopo una sola stagione alla Ohio State University,
Dahmer abbandon gli studi a causa del suo problema con l'alcol. Suo padre, recentemente
risposato, insistette che si arruolasse nell'esercito. Dahmer quindi prest giuramento nel dicembre
del 1978 e venne stanziato in Germania poco dopo. Tuttavia il problema con l'alcol di Dahmer
persisteva, e all'inizio del 1981, l'esercito lo dimise a causa del suo alcolismo. Sebbene le autorit
tedesche avrebbero poi indagato su possibili connessioni tra Dahmer e alcuni omicidi avvenuti in
quella zona in quel periodo, non si ritiene che abbia mietuto altre vittime mentre prestava servizio
nelle Forze Armate. Dopo la sua dimissione, Dahmer torn a casa in Ohio, dove, riesumati i resti
di Hicks, li polverizz con un martello e disperse i pezzi ampiamente nel bosco. Un arresto nello
stesso anno per condotta disordinata spinse suo padre a mandare Dahmer a vivere con la nonna
nel Wisconsin, ma il suo problema con lalcol persisteva e fu nuovamente arrestato per condotta
disordinata l'anno successivo. Un altro arresto avvenne anni dopo, nel settembre 1986, ma questa
volta venne arrestato per essersi masturbato davanti a due giovani ragazzi. Ricevette una
condanna di prova di un anno. Nel settembre del 1987, Dahmer uccise la sua seconda vittima,
Steven Toumi, incontrato in un bar gay. Andati in una stanza d'albergo e bevuto pesantemente, la
mattina seguente, Tuomi era morto. Dahmer sostiene di aver trovato Tuomi morto accanto a lui
quando si svegli. Compr una grossa valigia per trasportare il corpo di Tuomi fino alla cantina
della nonna, dove fece sesso e si masturb sul cadavere prima di smembrarlo e lo smaltirne i resti
nella spazzatura. I suoi resti non furono mai ritrovati.


VITTIMADIDAHMERCONSERVATAINUNAVALIGIA
La follia omicida di Dahmer durata per pi di 13 anni. Durante questo periodo ha prevalentemente
colpito uomini afro-americani in luoghi di incontro gay, attirandoli a casa con la promessa di denaro
o di sesso e intontendoli con alcol e droghe prima di strangolarli a morte. Si sarebbe poi impegnato
in atti di sesso con i cadaveri prima del loro smembramento e smaltimento, spesso mantenendo i
loro genitali o teschi come souvenir. Egli spesso scattava foto delle sue vittime nelle varie fasi del
processo di omicidio, in modo da poter ricordare ogni atto in seguito e rivivere l'esperienza. Questa
rievocazione ha talvolta incluso il montaggio dei teschi e una sua masturbazione davanti a loro per
ottenere una gratificazione. La nonna di Dahmer, stanca delle lunghe notti di suo nipote e della
sua ubriachezza, anche se non aveva conoscenza delle sue altre attivit, nel settembre 1988 lo
costrinse a trasferirsi, non prima che egli uccidesse altre due vittime sul posto. In quel periodo, un
incontro con un ragazzino 13enne laotiano provoc accuse di sfruttamento sessuale e di secondo
grado per violenza sessuale. Egli si dichiar colpevole, sostenendo che il ragazzo gli era sembrato
molto pi grande. Mentre era in attesa di giudizio per il suo caso violenza sessuale, Dahmer
temporaneamente torn con sua nonna, ancora una volta utilizzando la sua cantina per fini
macabri; nel marzo 1989, ha attirato, drogato, strangolato, sodomizzato, fotografato, smembrato
e smaltito Anthony Sears, un giovane uomo afroamericano e aspirante modello. Nel maggio del
1989, durante il processo per molestie su minori, Dahmer era un modello di pentimento, e sostenne
con eloquenza in sua difesa, di aver capito il suo errore, e di come il suo arresto aveva segnato
un punto di svolta nella sua vita. Il suo avvocato difensore sostenne che aveva bisogno di
trattamento, non incarcerazione, e, sorprendentemente, il giudice credette a Dahmer e commut
una pena detentiva di un anno in "semilibert" permettendo a Dahmer tornare al suo lavoro
durante il giorno e tornare al carcere di notte, oltre a una fase di prova di cinque anni. In
un'intervista con la CNN, Lionel Dahmer pi tardi ha dichiarato che mentre il figlio era incarcerato
ha scritto una lettera al giudice che ha emesso la sentenza di Dahmer, chiedendo che egli
ottenesse un aiuto psicologico, prima di essere rilasciato sulla parola. Tuttavia, a Jeffrey Dahmer
stato concesso un rilascio anticipato da parte del giudice, dopo aver scontato solo 10 mesi della
sua condanna. Dahmer ha trascorso tre mesi con la nonna dopo la sua liberazione, durante i quali
egli non sembra aver aggiunto nessuno al suo conteggio delle vittime. Si trasferisce nel suo
appartamento nel maggio 1990.


DAHMERINAZIONE(Ricostruzione)
Nel corso dei 15 mesi successivi, il conteggio delle vittime di Dahmer salito alle stelle, con 12 o
pi vite prese sempre con lo stesso modus operandi. La sua necrofilia era generalmente associata
con il voler esercitare il controllo sulle vittime. Dahmer ha sviluppato questi rituali con il progredire
degli omicidi, la sperimentazione di mezzi chimici di smaltimento, e ha anche consumato la carne
delle sue vittime. Ha tentato lobotomie dilettantistiche, perforando i teschi delle vittime mentre
erano ancora vivi e iniettandogli acido muriatico per vedere se poteva estendere il suo controllo ai
vivi. La maggior parte di queste vittime sono morte all'istante, ma ha sostenuto che una delle
vittime sopravvissuta per diversi giorni in uno stato di zombie, con funzione motoria limitata. Egli
stato attento a selezionare le vittime ai margini della societ, spesso criminali itineranti o
borderline, rendendo le loro sparizioni meno evidenti e riducendo cos la probabilit della sua
cattura. Ci sono state affermazioni che agisse a sfondo razziale, dato che la maggior parte delle
sue vittime erano afro-americani. Tuttavia, altrettanto probabile che le sue vittime erano
semplicemente parte della demografia dei poveri quartieri in cui viveva Dahmer, e non selezionati
in base alla loro etnia. Il 27 maggio del 1991, una donna afroamericana vicina di casa di Dahmer,
Sandra Smith, chiam la polizia per segnalare che un giovane ragazzo asiatico correva nudo per
la strada. Quando la polizia arriv, il ragazzo era incoerente, e gli agenti presero per buona la
versione di Dahmer, un uomo bianco in una povera comunit afroamericana, cio che il ragazzo
era il suo amante di 19 anni che aveva bevuto troppo. Questo nonostante le proteste di Smith e
sua figlia, che potevano vedere chiaramente che il ragazzo era terrorizzato da Dahmer. Le
successive indagini di Smith, attraverso le autorit locali, non vennero prese sul serio. La polizia
scort Dahmer e il ragazzo a casa e, non volendo intervenire in una semplice lite domestica tra
omosessuali, diede solo uno sguardo superficiale in giro prima di partire. Una volta che la polizia
lasci la scena, Dahmer strangol il ragazzo e procedette con i suoi soliti rituali. Se avessero
condotto anche una ricerca di base, gli agenti di polizia avrebbero trovato il corpo della 12 vittima
di Dahmer, in decomposizione nella camera da letto, e sufficienti prove fotografiche per arrestare
immediatamente il serial killer. Dopo aver ucciso altri quattro uomini, la fortuna di Dahmer
finalmente si esaurisce il 22 luglio del 1991, quando due agenti di polizia di Milwaukee si imbattono
in Tracy Edwards, un giovane afro-americano che vagava per le strade con manette penzolanti
dal polso. Decisero di indagare sulle affermazioni dell'uomo che un "tizio strano" lo aveva drogato
e lo tratteneva e arrivarono a casa di Dahmer, che gli porse tranquillamente le chiavi delle manette.


VITTIMADIDAHMER
Edwards ha sostenuto che il coltello con il quale Dahmer lo aveva minacciato era in camera da
letto, e quando l'ufficiale entr per verificare la storia, not fotografie di corpi smembrati in giro, tra
cui una che comprendeva una testa nel frigorifero. Grid al suo collega di arrestare subito Dahmer,
che si oppose ferocemente, ma venne comunque trattenuto. Una ricerca successiva rivel la testa
nel frigo, cos come altre tre nel freezer, e un catalogo di altri orrori, tra teschi conservati, barattoli
contenenti genitali, e una vasta galleria di fotografie macabre.


UNAVITTIMADIDAHMERSMEMBRATA

Dato che la maggior parte delle vittime di Dahmer era afro-americana, ci sono stati notevoli tensioni
razziali, e il suo processo iniziato il 13 gennaio 1992, sotto la pi rigorosa delle sicurezze, che
includeva una barriera di otto piedi di vetro antiproiettile, che lo separava dalla galleria. L'inclusione
di un solo afro-americano nella giuria provoc ulteriori disordini, ma alla fine fu contenuta e di breve
durata. Pur avendo confessato gli omicidi durante gli interrogatori della polizia, Dahmer
inizialmente si dichiar non colpevole di tutte le accuse. Tuttavia, contro il parere del suo avvocato,
cambi, durante lappello, la sua posizione in colpevole in virt della sua infermit mentale. La sua
difesa svel poi ogni dettaglio macabro del suo comportamento, come prova che solo qualcuno
folle potrebbe commettere tali atti terribili, ma la giuria scelse di credere all'affermazione del
procuratore che Dahmer era pienamente consapevole del fatto che i suoi atti erano stati commessi
in piena lucidit. Il 17 febbraio del 1992, la giuria, dopo una delibera solo cinque ore lo dichiar
colpevole ma sano di mente, su tutti i fronti. La sua condanna fu di 15 ergastoli consecutivi, o 957
anni in prigione. Dahmer si adatt bene alla vita carceraria, anche se venne inizialmente tenuto in
disparte dalla popolazione generale. Alla fine convinse le autorit a permettergli di integrarsi
maggiormente con gli altri detenuti. Si convert alla religione grazie ai libri e opuscoli inviati da suo
padre, e gli fu concesso il permesso dalla Columbia Correctional Institution di essere battezzato
da un predicatore locale. Il 28 novembre del 1994, in accordo con il suo inserimento regolare nel
lavoro, venne assegnato a lavorare con altri due prigionieri, Jesse Anderson, un suprematista
bianco e assassino condannato, e Christopher Scarver, un afro-americano prigioniero che era in
parte schizofrenico, con una condanna all'ergastolo per omicidio. Venti minuti dopo che erano stati
lasciati soli a espletare i loro compiti, le guardie tornarono e scoprirono che Scarver aveva
schiacciato il cranio di Dahmer e massacrato Anderson con una barra di metallo dalla sala pesi
della prigione. Dopo la sua morte, la citt di Milwaukee ha voluto prendere le distanze dagli orrori
delle azioni di Dahmer e il conseguente circo mediatico. Nel 1996, temendo che qualcun altro
potesse acquistare frigo, fotografie e strumenti e tutta la collezione di Dahmer e aprire un museo,
spese pi di $ 400.000 per comprare i suoi effetti, che furono prontamente inceneriti. Il nome di
Jeffrey Dahmer fatto notizia ancora una volta nel mese di agosto 2012, quasi due decenni dopo la
sua morte, quando la sua casa d'infanzia a Akron, Ohio, dove commise il suo primo omicidio nel
1978, e seppell della sua vittima resti venne messa in vendita. Secondo un articolo del Daily
Beast, il proprietario della casa al momento, il musicista Chris Butler, ha dichiarato che la propriet
sarebbe una grande casa, a patto che l'acquirente possa "andare oltre il fattore di orrore." Pi di
20 anni dopo la morte di Dahmer, il 28 aprile 2015, Christopher Scarver ha parlato al New York
Post riguardo le sue ragioni per aver ucciso Dahmer. Nell'intervista, Scarver affermato di essere
stato disturbato non solo dai crimini di Dahmer, ma da un'abitudine Dahmer aveva sviluppato di
modellare arti mozzati dal cibo della prigione e di antagonizzare altri detenuti. Dopo essere stato
schernito da Dahmer e Anderson durante il loro lavoro, Scarver sostiene che ha rinfacciato a
Dahmer i suoi crimini, prima di uccidere lui e Anderson. Egli sostenne inoltre che le guardie
carcerarie hanno chiuso un occhio e permesso questi omicidi senza intervenire. Allo stato attuale,
il Dipartimento di Correzione del Wisconsin non ha altre osservazioni sulla questione.
THE VIRGIN KILLER - ELLIOT RODGER
DA:UFFICIO DELLO SCERIFFO DI SANTA BARBARA COUNTY, OMICIDIO DI MASSA DI
ISLA VISTA DEL 23 MAGGIO 2014, SOMMARIO INVESTIGATIVO

CAFFE STARBUCKS, ISLA VISTA


Il primo documento video di Elliot Rogder, 22 anni, residente a Isla Vista, Santa Barbara, California,
(che da questo momento identificheremo come il sospetto) viene ripreso il giorno 23 maggio 2014
alle 19:38. Nel video si vede il sospetto comperare un triplo cappuccino alla vaniglia al Caff
Starbucks di Isla Vista, situato al numero 888 di Embarcadero Del Norte, a breve distanza dalla
sua residenza. Il sospetto paga con il suo bancomat della Chase Bank. Egli indossa gli stessi abiti
che indosser durante i tragici avvenimenti di quella stessa sera, a cui dar inizio con lattacco alla
Sorority House Alpha Phi poco meno di due ore dopo. (Nota Del Traduttore: nel Nord America,
le Case di Confraternita o Case di Sorellanza chiamate in Inglese Fraternity House -per i
ragazzi- e Sorority House -per le ragazze- sono le sedi delle varie confraternite in cui i membri
vivono e studiano, e dove hanno luogo numerose e molto frequentate feste. La loro denominazione
contraddistinta sempre dalluso di lettere dellalfabeto Greco, come per esempio Alpha Phi, la
Sorority House di cui si parla ampiamente in questo articolo).

ILCAFE'STARBUCKSDIISLAVISTA
DA: IL MIO MONDO CONTORTO LA STORIA DI ELLIOT RODGER AUTOBIOGRAFIA E
MANIFESTO DI ELLIOT RODGER

Gli esseri umanitutte le mie sofferenze in questo mondo sono state causate dagli uomini, e dalle
donne in modo particolare. Ho capito quanto la specie umana possa essere brutale e contorta.
Tutto ci che mi sarebbe bastato era una vita tranquilla e felice in mezzo agli altri, ma sono stato
scacciato e rifiutato, obbligato a condurre unesistenza dettata dalla solitudine e dalla scarsa
considerazione, e tutto questo perch le femmine della specie umana non sono state capaci di
capire la mia grandezza. Questa la storia di come io, Elliot Rodger, sono diventato quello che
sono. Questa la storia di tutta la mia vita. Questa unoscura storia fatta di tristezza, rabbia e
odio. la storia di una guerra contro crudeli ingiustizie. In questa magnifica storia, sveler ogni
minimo dettaglio della mia vita, fino alla pi insignificante esperienza che ho avuto, dalla sommit
della mia superiore memoria, cos come, allo stesso tempo, sveler quegli avvenimenti che hanno
dato forma alla mia visione del mondo.
DA: UFFICIO DELLO SCERIFFO DI SANTA BARBARA COUNTY, OMICIDIO DI MASSA DI
ISLA VISTA DEL 23 MAGGIO 2014, SOMMARIO INVESTIGATIVO

INFORMAZIONI GENERALI SUL SOSPETTO


Il sospetto un maschio bianco di 22 anni, birazziale Cinese/Inglese. nato a Londra, Inghilterra,
e si trasferito in California a 5 anni. Il padre e la madre hanno divorziato quando lui aveva sette
anni. Dopo il divorzio, il padre si risposato con Soumaya Akaaboune, che divenuta quindi la
sua madre adottiva. La madre naturale Chin, invece, non si mai risposata. Il sospetto ha mostrato
i primi segni di timidezza quando aveva sette anni. Tra i sette e gli otto anni, stato sottoposto a
terapia per un problema di balbuzie, che fu positivamente corretto. Il soggetto amava andare in
skateboard, ma non era coinvolto in nessun altro tipo di attivit sportiva di gruppo durante la
crescita. Non ha mai partecipato ad attivit extra-curricolari.

Relazioni sociali del sospetto


Il sospetto non ha avuto alcun amico durante la sua permanenza a Isla Vista. Non risulta che abbia
mai socializzato coi compagni di classe durante i suoi corsi al Santa Barbara City College (in
breve SBCC). Il sospetto era un solitario che ha sempre isolato s stesso durante la sua
permanenza a Isla Vista e durante i corsi al SBCC.


ELLIOTA11ANNICOLPADREPETER,FAMOSOREGISTADIHOLLYWOOD
Interessi del sospetto
Al sospetto piaceva nuotare, fare escursioni, leggere, scrivere, andare in biblioteca e giocare ai
videogiochi. Era un appassionato di skateboard quandera pi giovane. Il suo videogioco preferito
era World of Warcraft. Il sospetto si curava molto del suo aspetto fisico. Manteneva una dieta
salutare e faceva esercizi ginnici per stare in forma. Preferiva indossare abbigliamento firmato e
occhiali di marca. Riteneva che dare unimmagine di s cos alla moda, avrebbe attratto
inevitabilmente le donne verso di lui.

Formazione del sospetto


Il sospetto veniva definito come calmo sin dal primo anno di scuola. Tra i 7 e gli 8 anni, il sospetto
veniva spesso notato seduto da solo e non interagiva mai con gli altri. Al quinto anno, il sospetto
aveva qualche amico che andava a trovarlo a casa sua. Il sospetto andava in skateboard e giocava
ai videogiochi coi suoi amici. Egli veniva indicato come non partecipativo in classe, senza alcun
desiderio di confrontarsi con gli altri. Preferiva guardare nel vuoto o fissare determinati oggetti. Il
soggetto venne considerato idoneo ad una educazione speciale, in base al fatto che mostrava
comportamenti e atteggiamenti riconducibili alla Sindrome di Asperger. stato riferito che il
soggetto si nascondeva dietro gli edifici, si manteneva in disparte dalle conversazioni, mostrava
tendenze perfezionistiche e altri comportamenti ossessivo-compulsivi. Per esempio, aveva
bisogno che tutti gli oggetti del suo banco fossero sempre al posto giusto. Durante le scuole
superiori, il soggetto aveva bisogno di essere rassicurato dai professori dalle cinque alle dieci volte
al giorno. Era capace, anche se riluttante, di socializzare propriamente con gli altri, ma solo se
erano gli altri a cercarlo.

Salute Mentale del sospetto


Una frequente preoccupazione riguardante il sospetto era il fatto che non riuscisse a mantenere
le nuove amicizie. Preferiva rimanere a casa e non andare in giro con la sua famiglia. A circa 5-6
anni det, stato riferito che il sospetto piangeva spesso quando andava a Disneyland, a causa
della folla e della sua incapacit di aspettare in fila per molto tempo. Non era capace di stare a
Disneyland perch cera troppa gente. Al sospetto venne diagnosticato un possibile Autismo
funzionale o alcune caratteristiche della Sindrome di Asperger. Egli ha ricevuto trattamento
psichiatrico durante ladolescenza e fino alla fine dei suoi giorni. I genitori Peter e Chin Rodger
erano consapevoli delle difficolt del soggetto a socializzare coi suoi coetanei, specialmente con
le ragazze. Mentre viveva a Santa Barbara, il soggetto consult tre differenti consulenti tramite
unagenzia specializzata. Costoro aiutavano il sospetto nelle attivit sociali, nella comunicazione
e nellintegrazione con la societ. Lobiettivo del soggetto era quello di integrarsi con la comunit
di Isla Vista, che per lui significava avere una fidanzata ed essere accettato dalla comunit nella
quale viveva. Il sospetto ricevette la consulenza di Gavin Linderman, un allenatore alla vita
sociale (una sorta di amico a pagamento, N.D.T.). Linderman si incontrava per andare in giro
col soggetto a Los Angeles per la sua riabilitazione psicosociale e per istruirlo sullo stile di vita da
seguire. Nonostante questa assistenza, il sospetto aveva difficolt a conoscere gente, e
descriveva la sua come una inabilit a rompere il ghiaccio. Il sospetto prendeva lo psicofarmaco
Xanax nel 2014. Gli era stato prescritto per aiutarlo con la sua ansiet. Il sospetto diceva che in
effetti riusciva a tenere sotto controllo lansiet se assumeva lo Xanax. Nel 2014, la rabbia e la
frustrazione del soggetto verso le coppie crebbe fortemente. Aveva dei video di coppie registrati
da lui nel suo cellulare, video che guardava di continuo e che lo facevano infuriare. Il sospetto
evitava certi luoghi e certi ristoranti solo perch sapeva che erano frequentati da molte coppie. Il
sospetto non mai stato ricoverato a causa della sua salute mentale. Il sospetto riteneva che certi
lavori di poca responsabilit o manuali fossero inadatti e molto al di sotto delle sue possibilit, e si
rifiut sempre di cercare lavoro come umile apprendista.

DA: IL MIO MONDO CONTORTO LA STORIA DI ELLIOT RODGER AUTOBIOGRAFIA E


MANIFESTO DI ELLIOT RODGER

Questa tragedia non sarebbe dovuta succedere. Non volevo


che le cose andassero cos, ma lumanit mi ha forzato la
mano, e in questa storia vi spiegher il perch. La mia vita
non iniziata oscura e contorta. Io ero un bambino felice e
pieno di gioia, che viveva la sua vita pienamente, in un
mondo che credevo buono e puroLa prima settimana in
quella scuola media (Taft) fu un vero inferno. Ho subto
episodi di bullismo varie volte, anche se non conoscevo
nessuno. Ero chiuso dentro me stesso, come una tartaruga
nel suo guscio. Ero ancora nel periodo della pubert a quel
tempo, quindi apparivo e parlavo come un bambino di dieci
anni. Uno come me non attirava nessuna attenzione da
ELLIOTRODGERALL'ETA'DI8ANNI parte delle ragazze, ma richiamava i bulli come mosche al
miele. Ero completamente e del tutto solo. Nessuno alzava mai nemmeno un dito per aiutarmi.
Ero un innocente, spaventato piccolo bimbetto intrappolato in una giungla piena di perfidi predatori,
e non mi veniva mostrata nessuna piet. Ogni tanto qualcuno, quando giravo per i corridoi della
scuola, mi sbatteva contro gli armadietti quando mi incrociava. Uno di questo ragazzini era biondo
e alto, e mi chiamava "fallito" davanti alle sue amiche. S, c'erano ragazze con lui, belle ragazze.
E a quelle ragazze non importava nulla che lui si comportasse da vero bastardo. Anzi, a quelle
piaceva che lui fosse cos stronzo. cos
che sono le donne, e stavo iniziando a
capirlo [] Mia madre mi disse che avrei
potuto prendere una bottiglia di vino dalla
dispensa in sua assenza, e quella notte di
Capodanno scelsi di aprire la migliore di
tutte, un vino preziosissimo che
sorseggiavo lentamente durante la notte
mentre ero l, a casa di mamma, tutto solo.
Sapevo che altri miei coetanei, i cosiddetti
fighi stavano divertendosi come matti
quella stessa sera, e che avrebbero
festeggiato tutta la notte. Mentre
sorseggiavo il mio vino da solo, nella tenue
luce di luna del giardino di mia madre,
promisi a me stesso che presto avrei avuto
la mia vendetta contro tutti questi fighi.
Presto
CAPODANNOTRAGICO31dicembre2013,
sera,casadimiamadre
1 gennaio 2014, mattina
Dopo una notte senza sonno, mi alzai presto dal letto, in quella prima mattina dellanno 2014.
Questo sarebbe stato lultimo anno. Questo sarebbe stato lanno in cui tutto sarebbe giunto al
termine. In questanno, avrei finalmente avuto la mia conclusione, la mia vendetta! Tutta la mia
tragica vita mi aveva spinto verso questa direzione, ed io ero pronto. Sono stato scacciato,
insultato, umiliato, respinto, vittima di bullismo, affamato, torturato e ridicolizzato per troppo a
lungo. Quella umana una specie crudele e brutale, e lunica cosa che potevo fare per mettermi
alla pari era quella di restituire tutta quella crudelt che mi era stata inflitta, ma moltiplicandola
mille volte. Il rifiuto da parte delle donne per me stata come una dichiarazione di guerra, e se
la guerra che vogliono, guerra avranno. Io sar una guerra che finir con il loro completo e totale
annientamento. Dar ai miei nemici un colpo cos devastante che ridefinir la natura stessa
dellessenza delluomo. Era il momento di tramare cosa avrei fatto nel Giorno del Castigo. Io sar
un Dio, punir le donne e tutta lumanit a causa della sua depravazione. Io gli far soffrire tutto
quel dolore e quella pena che mi hanno fatto subire per cos tanto tempo. La prima cosa da
pianificare era la data esatta in cui il tutto avrebbe avuto luogo. Il giorno di San Valentino sarebbe
stato perfetto, dato che era il giorno di festa che mi faceva sentire pi miserabile e solo, il giorno
in cui le giovani coppie celebrano le loro felici vite assieme. Il problema che il giorno di San
Valentino sarebbe arrivato entro un solo mese. Avevo bisogno di pi tempo. [] Unaltra opzione
era la festa di Deltopia, un giorno in cui molti ragazzi si radunano da tutto lo Stato qui, sulla De
Playa Street. Mi sono immaginato che questo sarebbe stato il giorno perfetto per un attacco a Isla
Vista ma, dopo aver guardato i video degli anni precedenti della festa di Deltopia su YouTube, ho
notato che cera troppa polizia che gironzolava durante levento. Sarebbe stato impossibile
uccidere nemici a sufficienza prima di essere bloccato da quei dannati sbirri. Volevo fissare una
data esatta, in un normale fine settimana, e una volta fissata quella data non lavrei pi cambiata.
Dopo molte riflessioni e considerazioni, decisi che il "Giorno del Castigo" sarebbe stato Venerd
24 Aprile 2014. Dopo aver ripensato ad ogni singola fantasia mai avuta e deciso come avrei punito
i miei nemici, iniziai a fare un piano ben preciso di come sarebbe stato portato avanti il Giorno del
Castigo.

IL GIORNO DEL CASTIGO FASE PRIMA


Nel primo Giorno del Castigo, inizier la PRIMA FASE della mia vendetta: uccidere il maggior
numero possibile di persone che riuscir a trovare a Isla Vista, attirandole con qualche espediente
nel mio appartamento. Le prime persone che dovr uccidere saranno i miei coinquilini, per
assicurarmi che lappartamento sia tutto per me e poter essere cos la mia personale camera di
tortura e di esecuzione. Dopo che mi sar occupato dei coinquilini, inizier ad attirare persone nel
mio appartamento, li intontir con un martello e li sgozzer. Mi occuper di torturare le persone
belle prima di ucciderle, dato che le persone belle sono quelle che hanno la vita sessuale pi
intensa. A causa di tutto quel piacere che hanno sperimentato in vita, li punir facendogli gustare
il dolore e la sofferenza. Ho vissuto una vita piena di dolore e sofferenza, e quindi sar il momento
di far provare quelle stesse sofferenze alle persone che se le meritano davvero. Li taglier a pezzi,
li scorticher, toglier via tutta la pelle dal loro corpo e ci verser dellacqua bollente sopra mentre
sono ancora vivi, questa e una serie di altre torture che gi mi immagino. Una volta morti, gli
taglier la testa e la conserver in una busta, perch le loro teste mozzate mi serviranno per il
Gran Finale. La prima fase sar quindi la mia vendetta contro tutti quegli uomini che hanno avuto
una vita sessuale piacevolmente piena, mentre io ero condannato a soffrire. Le cose
raggiungeranno il loro equilibrio una volta che li avr fatti soffrire come ho sofferto io. Finalmente
faremo i conti.

DA: UFFICIO DELLO SCERIFFO DI SANTA BARBARA COUNTY, OMICIDIO DI MASSA DI


ISLA VISTA DEL 23 MAGGIO 2014, SOMMARIO INVESTIGATIVO

RESIDENZADELSOSPETTO,6598SEVILLEROAD,APPARTAMENTO7SCENADELCRIMINE
Il mattino del giorno maggio 24, 2014 si proceduto a effettuare un mandato di perquisizione
nellappartamento del sospetto, sito al 6598 di Seville Road, App. numero 7. Lappartamento viene
perquisito dai detective forensi dello sceriffo e da tecnici della scena del crimine. In base alle
evidenze forensi scoperte nella scena del crimine, stato determinato che Weihan Wang, Cheng
Hong e George Chen sono stati uccisi tutti allinterno di 6598 Seville Road App.. 7. Il sospetto ha
utilizzato due coltelli a lama fissa per infliggere numerose coltellate a ciascuna vittima. Il corridoio
dellappartamento aveva tenui, colorate strisce rosse che apparivano essere sangue pulito da
quella superficie. Un grande asciugamano bianco contenente macchie di sangue e diversi grandi
tovaglioli di carta di carta inzuppati di sangue sono ritrovati dentro il bagno. Questi tovaglioli fanno
pensare a qualcuno che tenta di pulire il sangue dalle varie superfici. Il corpo di Weihan Wang
stato trovato con la faccia rivolta verso il basso riverso al suolo, dentro la sua camera da letto e
lontano dalla porta della camera. Wang indossava una T-Shirt e pantaloncini sportivi. Wang era a
piedi nudi e aveva piccole macchie di sangue nelle piante dei piedi. Il suo corpo era parzialmente
coperto da un lenzuolo, tovaglioli e vestiti, come se il sospetto avesse cercato di nasconderlo alla
vista di chiunque sarebbe entrato successivamente nella stanza. Cheng Hong stato trovato
dentro la stessa stanza con la faccia rivolta verso il basso. Era vicino a Wang, ma pi vicino alla
porta di lui. Il piede destro di Hong era sopra la schiena di Wang, e ci indicava chiaramente che
Wang era gi stato ucciso quando il corpo di Hong fu messo nel pavimento della stanza da letto.
La gamba destra del pantalone era stata tirata fino al ginocchio, il che indicava che il suo corpo
inerme era stato trascinato fino a quel punto. Cheng Hong stata la seconda vittima ad essere
uccisa dal sospetto. Hong indossava scarpe da tennis e uno zainetto, quindi era appena tornato
dalle lezioni. Le suole delle scarpe di Hong erano intrise di sangue. Il corpo di Hong era
parzialmente nascosto da coperte. A Hong stata deliberatamente tesa unimboscata dal
sospetto, appena Hong entrato dalla porta principale, o appena entrato nella sua camera da
letto. Il suo corpo stato intenzionalmente trasportato dove stato poi ritrovato, nella sua camera,
e posizionato intenzionalmente vicino al corpo di Wang. Hong indossava una t-shirt, pantaloni
sportivi, calze e scarpe Nike. Le suole delle scarpe di Hong contenevano un ampio quantitativo di
sangue. Uno zainetto stato ritrovato vicino alla testa di Hong. George Chen stato trovato nel
bagno, coricato sul fianco. Il corpo era in posizione fetale e la sua schiena era rivolta verso la porta
aperta del bagno. Un asciugamano bianco inzuppato di sangue si trovava sopra la schiena di
Chen. Chen era scalzo e una grande quantit di sangue rappreso copriva le piante dei suoi piedi.
Dei sandali sono stati ritrovati sotto il suo corpo. George Chen stato lultimo ad essere stato
ucciso nellappartamento numero 7 al 6598 di Seville Road.

OGGETTI RITROVATI NELLA STANZA DEL SOSPETTO


Lappartamento del sospetto e la sua camera sono stati perquisiti e fotodocumentati dietro
mandato di perquisizione. La stanza del sospetto era in uno stato di estrema confusione. La stanza
era piena di numerosi oggetti buttati nel pavimento, un computer portatile era nel letto del
sospettato. Lo schermo era acceso e visualizzava una pagina YouTube che diceva che un video
era stato caricato con successo. Il titolo del video era Retribution (Castigo). Le lenzuola del
sospetto avevano numerosi tagli e rotture. Molti cuscini della stanza avevano numerosi tagli e tutto
ci faceva supporre che il sospetto si fosse allenato nelluso del coltello e sul come colpire le sue
vittime, per prepararsi precedentemente alle uccisioni di quella sera.
Una maglietta a maniche lunghe, una camicia e dei jeans sono stati trovati nel letto. Una copiosa
quantit di sangue macchiava gli indumenti, il che suggeriva che questi erano gli indumenti che
aveva usato durante i tre omicidi avvenuti nella sua casa, cio le uccisioni di Weihan Wang, Cheng
Hong e George Chen. Due confezioni aperte di Monster Energy Drink erano in bella vista.
Il suo sogno era quello di diventare ricco. Per raggiungere questo obiettivo, il soggetto giocava
spesso alla lotteria nella speranza di vincerla e diventare un giovane multimilionario. Il sospetto
parla di come sar la sua vita una volta che vincer alla lotteria:
Potr avere pienamente tutto ci di cui sono appassionato: macchine costose, ville lussuose,
vestiti eleganti e, senza dubbio, sesso con ragazze bellissime. Guider una Maserati e una
Lamborghini, e quando le ragazze mi vedranno guidare tali macchine faranno la fila per poter
uscire con me. Finalmente mi vedranno come lEssere Supremo che sono. Quando comprer una
enorme, bellissima villa e ci porter le donne, si innamoreranno tutte. Ne sono certo! Quando avr
tutto questo, finalmente perder la mia verginit! Potr fare sesso! SESSO SESSO SESSO!!!

DA: IL MIO MONDO CONTORTO LA STORIA DI ELLIOT RODGER AUTOBIOGRAFIA E


MANIFESTO DI ELLIOT RODGER

IL GIORNO DEL CASTIGO FASE SECONDA


La SECONDA FASE avr luogo nel Giorno del Castigo stesso, appena prima del Gran Finale. La
seconda fase rappresenter la mia guerra alle donne. Punir tutte le donne, colpevoli di avermi
privato dei piaceri del sesso. Mi hanno affamato di sesso per la mia intera giovinezza, e hanno
scelto di concedere quei piaceri ad altri uomini. Facendo questo, mi hanno sottratto tanti anni di
vita. Non potr certo uccidere tutte le donne sulla terra, ma posso portare a termine un colpo cos
devastante che le far tremare tutte fino al FONDO dei loro malvagi cuori. Attaccher proprio
quelle donne che rappresentano tutto ci che pi odio nel genere femminile: la Casa di Sorellanza
pi celebre. Dopo unaccurata ricerca in questultimo anno, ho deciso che la Sorority House con
le donne pi belle la Alpha Phi Sorority. So esattamente dove si trova, mi sono piazzato proprio
davanti alla loro sede con la macchina molte volte, per spiarle. LAlpha Phi Sorority piena di
fighe, bellissime ragazze bionde; il tipo di ragazze che ho sempre desiderato ma non sono mai
riuscito ad avere perch mi han sempre guardato dallalto in basso. Sono tutte delle viziate cagne
crudeli senza cuore. Pensano di essere superiori a me, e quando ho osato chiedere di uscire ad
una di loro, sono stato scacciato crudelmente. Mi intrufoler nella loro casa intorno alle 9 di sera
del Giorno del Castigo, proprio poco prima che inizi la serata di festa, e massacrer ciascuna di
loro con le mie pistole e i miei coltelli. Se far in tempo, dar fuoco alla loro casa. Allora s che
capiranno chi il vero essere superiore!

DA: UFFICIO DELLO SCERIFFO DI SANTA BARBARA COUNTY, OMICIDIO DI MASSA DI


ISLA VISTA DEL 23 MAGGIO 2014, SOMMARIO INVESTIGATIVO
SORORITY HOUSE ALPHA PHI ISLA VISTA
Il giorno maggio 23 dellanno 2014, alle 21:15 circa, Rachel Glikes, residente della Alpha Phi
Sorority House, sita al numero 840 di Embarcadero Del Norte, sente uno sconosciuto bussare
con forza alla porta della casa per diversi minuti. Nessuno nella casa della confraternita controlla
la porta per vedere chi sta bussando. Circa 30 secondi dopo che il bussare alla porta finito,
Glikes sente sei-sette colpi di pistola, un urlo di donna, e altri 3 colpi di pistola. Glikes corre in una
stanza al secondo piano, per guardare dalla finestra, e vede due ragazze che non danno alcun
segno di vita accasciate nel marciapiede. Glikes si sposta dalla finestra per la paura che le incute
la scena appena vista; infatti ha appena visto il luogo dove Veronica Weiss, Katherine Cooper e
Bianca DeKock sono state freddate. Alle 21:15 circa, Vanessa Brist, una residente della
confraternita Alpha Phi Sorority House, sente 10-11 colpi di pistola mentre si veste. Sulle prime
pensa che siano fuochi dartificio, ma poi capisce che sono colpi darma da fuoco. Dopo i colpi di
pistola sente un urlo, ed allora che inizia a sprangare porte e finestre.

ISLA VISTA SCENA DEL CRIMINE ALPHA PHI E RISPOSTA FORZE DELLORDINE


UNARAGAZZADEPONEDEIFIORIALLASORORITYHOUSEALPHAPHI
Alle 21:28:02, lufficio dello sceriffo riceve una chiamata per Colpi di pistola, tra la Embarcadero
Del Norte e la Pardall. Un agente risponde alla chiamata e il vice sceriffo Gowing assieme ad altre
unit si muovono per recarsi sulla scena. Questa chiamata in riferimento alla sparatoria avvenuta
ai danni di Veronica Weiss, Katherine Cooper e Bianca DeKock, aggredite mentre camminavano
in prossimit della Alpha Phi Sorority House.

Testimonianze delle vittime


Mahad Abedin e Shahzeb Ather sono nel loro appartamento (825, Embarcadero Del Norte)
quando sentono numerosi spari allesterno, seguiti da urla di donne. Abedin guarda fuori dalla
finestra e vede una BMW a due porte che procede su Segovia Road, allontanandosi dallarea dove
ci sono stati gli spari. Approssimativamente uno o due minuti dopo che il veicolo si allontanato,
Abedin esce dal suo appartamento e vede tre donne nel marciapiede dallaltra parte della strada
(si tratta di Weiss, Cooper e DeKock). Abedin vede un agente (lagente Genovese) prestare
soccorso alle ragazze che giacciono a terra. Kyle Sullivan stava camminando sulla Cordoba Road
verso Embarcadero Del Norte, quando sente delle rapide successioni di colpi. Sullivan sente delle
grida di donna, a cui segue una seconda serie di spari. Guarda in direzione della Alpha Phi
Sorority House dove vede due ragazze che giacciono a terra nel marciapiede e una ragazza che
giace sul prato erboso. Sullivan corre verso le donne e vede che una di loro, Bianca DeKock,
cosciente e sta parlando con la madre al telefono. Sullivan si avvicina alla ragazza che sta
nellerba, Katherine Cooper, e nota 6-7 ferite darma da fuoco sul suo corpo. La ragazza non
mostra segni di vita. Sullivan si accorge che la ragazza non respira e non perde sangue dalle ferite.
Sullivan, poi, guarda verso la terza ragazza, Veronica Weiss, che giace sul marciapiede. Weiss ha
evidenti difficolt respiratorie e si muove appena. Sullivan pensa che Weiss sia in stato di shock.
Lagente Genovese in pattugliamento a piedi assieme ad altri agenti nella zona di Embarcadero
Del Norte e Madrid Road quando sente numerosi colpi di pistola. Pochi secondi dopo, 5-6 persone
accorrono verso lagente Genovese urlando: Sangue! C sangue! Tre ragazze sono a terra
colpite. Lagente Genovese corre con loro fino allangolo dove vede le 3 vittime coperte di sangue.
Weiss e Cooper sono di schiena, immobili. DeKock invece urla: Sto per morire! Sto per morire!
Lagente Genovese richiede assistenza via radio e poi applica pressione alle ferite di DeKock.
Sullivan nota un civile che cerca di rianimare Cooper. Nota anche un altro civile che conforta Weiss
mentre le solleva il capo e le parla.
Sullivan dice allagente Genovese che Cooper ormai morta, allora lagente Genovese chiede a
Sullivan di aiutare Weiss. Ma tutto inutile in quanto anche la Weiss morta.
Sullivan nota che DeKock sta parlando con la madre al telefono. Sullivan conforta DeKock e si
inchina su di lei. Sullivan parla al telefono con la madre di DeKock, e la rassicura sul fatto che la
figlia sopravvivr allincidente.

Dopo aver sparato a Weiss, Cooper e DeKock, il sospetto arriva a Pardall Road e guida verso
Sud, in direzione di Embarcadero del Mar.
DA: IL MIO MONDO CONTORTO LA STORIA DI ELLIOT RODGER AUTOBIOGRAFIA E
MANIFESTO DI ELLIOT RODGER
IL GIORNO DEL CASTIGO FASE TERZA

La TERZA FASE, fase finale del giorno del castigo sar il mio ultimo spettacolo e si terr nelle
strade di Isla Vista. Il mattino prima, guider fino a casa di mio padre per uccidere mio fratellino,
negandogli cos la possibilit di crescere e superarmi. E assieme a lui uccider anche la mia
matrigna Soumaya, perch sicuramente ci sar pure lei. Mio padre sar via per uno dei suoi soliti
viaggi di lavoro, cos, fortunatamente, non sar obbligato a dovermi occupare anche di lui. Nel
caso lui non fosse in viaggio in quel giorno, allora forse considerer il fatto di posporre tutto quanto
a causa della paura che ho di esitare a ucciderlo.


ELLIOTRODGERDURANTELAPRIMADI"THEHUNGERGAMES"ASSIEMEALPADREPETER,AIUTOREGISTA
DELFILMECONLAMATRIGNASOUMAYA,CELEBREPERUNREALITYSHOW

Una volta occupatomi di mio fratello e della mia matrigna, prender il fuoristrada Mercedes, e
torner col Mercedes a Isla Vista. User il fuoristrada come arma di strage contro i miei nemici.
Un fuoristrada Mercedes pu fare molti pi danni della mia BMW coup. Dopo aver quindi ucciso
tutte le ragazze alla Sorority House, mi metter alla guida del fuoristrada prima che arrivi la polizia,
che credo arriver entro 3 minuti circa. Quindi andr verso la Del Playa, falciando quanti pi nemici
possibile con la macchina e sparando a tutti quelli che non riuscir a mettere sotto. Posso
solamente immaginarmi quanto sar dolce avventarmi col fuoristrada nel mezzo di quel gruppo di
giovani fichetti che ho sempre visto atteggiarsi camminando in mezzo alla strada come se fossero
meglio di chiunque altro. Quando si contorceranno nella sofferenza, coi corpi a pezzi e morenti
dopo che li avr maciullati per bene, realizzeranno la portata dei loro crimini.
Raggiunta la Del Playa Street, prender la busta con le teste mozzate massa da parte prima e le
getter per terra davanti a tutti, proclamando a gran voce tutto ci che ho fatto per farli soffrire.
Quando vedranno le teste dei loro amici rotolare per la strada, ognuno mi temer per il potente
Dio che realmente sono. Per metter fine alla mia vita, ingoier velocemente tutte le pastiglie di
Xanax e Vicodin che mi sono rimaste, assieme a una bella dose di liquore. Una volta dopo aver
assunto questa miscela, mi sparer alla testa con due delle mie pistole allo stesso tempo. Se le
pistole non mi uccideranno, la miscela di pastiglie lo far. Non sopporterei mai di essere catturato
e messo in prigione. Devo pianificare tutto questo in maniera efficiente. Niente deve andare per il
verso sbagliato. Tutto deve essere perfetto. Questo il mio solo scopo al mondo. I miei piani
verranno realizzati, e non devo permettere a nessuno di fermarmi.

DA: UFFICIO DELLO SCERIFFO DI SANTA BARBARA COUNTY, OMICIDIO DI MASSA DI


ISLA VISTA DEL 23 MAGGIO 2014, SOMMARIO INVESTIGATIVO

Alle 21:28:35, la video sorveglianza registra un veicolo che guida verso est su Pardall Road.
Il sospetto spara una serie di colpi al Coffee Collaborative (6560 Pardall Road), ma il locale
chiuso e nessuno si trova dentro quando lui spara.

IlCoffeeCollaborativeal6560diPardallRoad
Il sospetto continua quindi a guidare in direzione est sulla Pardall Road, fino ad arrivare al
IV Deli Mart (6549 Pardall Road #C).


IVDELIMART,ISLAVISTA

Yessica Castaneda si trova con un gruppo di amici, incluso il suo amico Christopher Michaels-
Martinez, fuori dal IV Deli Mart 6549 Pardall Road #C. Yessica sente un forte rumore (si tratta
dei colpi darma da fuoco sparati al Collaborative Coffe poco fa) ma sulle prime pensa si tratti di
fuochi dartificio, perch non ha mai sentito dei colpi di pistola dal vero. Uno dei suoi amici fa notare
a tutti che quei rumori sono colpi darma da fuoco e incita tutti a cercare riparo dentro il IV Deli
Mart per la loro sicurezza. Tutti entrano nel Deli Mart e Michaels-Martinez segue; la sua amica
Castaneda afferma che i colpi sparati
allinterno del IV Deli Mart sono almeno 6. La telecamera di sorveglianza del IV Deli Mart
riprende il veicolo del sospetto avvicinarsi allingresso del negozio e diverse persone fuggire dentro
il negozio, dato che hanno sentito colpi darma da fuoco.

Michaels-Martinez si trova sulla porta dingresso quando si gira per guardare il veicolo del
sospetto che ora si trova direttamente davanti a lui. Appena Michaels-Martinez si gira e guarda
verso la macchina, viene a trovarsi nella linea di fuoco. Michaels-Martinez entra velocemente nel
negozio e inciampa, cadendo a terra. Il sospetto continua a sparare numerosi colpi di pistola dalla
vetrina nel negozio. Due colpi trapassano la vetrina dalla parte sinistra, e uno di loro colpisce e
uccide sul colpo Michaels-Martinez.


MICHAELSMARTINEZ

Alle 21:29:55 il vice sceriffo Gowing radiotrasmette BMWspariIV Deli. Alle 21:30:10, lagente
DiPinto radiotrasmette una richiesta per "personale medico al IV Deli Mart per un ferito darma da
fuoco. Il ferito Christopher Michaels-Martinez. Gli agenti Gowing e DiPinto girano Michaels-
Martinez con la schiena a terra, e lagente DiPinto inizia a comprimergli il torace per ripristinare il
battito cardiaco, ma entrambi si accorgono che Michaels-Martinez non d alcun segno di vita. Alle
21:30:15, ununit non identificata descrive il veicolo del sospetto come una BMW nera che
viaggia verso est sulla Pardall Road. La descrizione del sospetto : maschio bianco, intorno ai
20 anni.
Cathy Short sta cenando con il marito da Blaze Pizza (6546 Pardall Road) quando sente molti
spari provenire da dietro ledificio, da nord. Continua a sentire questi rumori acuti come spari
provenire dal IV Deli Mart. Mentre guarda verso il IV Deli Mart, Short vede una macchina nera
con vetri oscurati ferma davanti al Deli. Poco dopo vede un colpo darma partire dal veicolo, ma
non vede il guidatore. Dopo questo sparo, vede molti ragazzi fuggire e cercare riparo dentro il IV
Deli Mart.

Dopo aver sparato su Christopher Michaels-Martinez, il sospetto si avvia in direzione est


sulla Pardall Road e gira su Embarcadero Del Norte, in direzione Sud.

Alle 21:30:17, Jin Fu cammina su Embarcadero Del Norte (da est verso ovest) davanti alla
Nespors University Auto House, 924 Embarcadero Del Norte. Fu ricorda di aver camminato su
Embarcadero Del Norte, vicino a Pardall Road, quando sente qualcosa come 3-5colpi darma da
fuoco, ma non ci fa caso pi di tanto. Avvicinatosi a Madrid Road, decide di attraversare la strada.
Verso la fine della strada, il sospetto si avvicina guidando su Embarcadero Del Norte nella sua
direzione. Jin Fu si trova quasi dallaltra parte del marciapiede quando sente il rumore di un motore
vicino a lui. Appena si gira per guardare lauto, il sospetto lo investe in pieno. Anche se Jin Fu
cerca con un balzo di evitare di essere preso dalla macchina, non ci riesce, dato che evidente
lintenzione di investirlo. Fu viene colpito con tanta forza dalla BMW che vola nellaria e atterra,
dopo un volo di circa 2 metri, nel marciapiede, ma fortunatamente riporta un solo graffio al
polpaccio sinistro.

Il sospetto continua a guidare verso sud su Embarcadero Del Norte in direzione Trigo
Road,dove si trova la pizzeria Pizza My Heart (6533 Trigo Road #108).

Alle 21:30 circa, Aaron Zaglin e Bailey Maples si recano a Pizza My Heart (6533 Trigo Road
#108) per comprarsi da mangiare. Dopo aver pagato, Zaglin and Maples escono dalla porta
principale. Maples cammina a fianco a Zaglin alla sua sinistra, e quando Zaglin e Maples si trovano
a circa 4 metri dalledificio, vedono una berlina scura che si dirige molto velocemente nella loro
direzione col guidatore che li fissa. Zaglin descrive il guidatore come un maschio con la pelle
abbronzata, vede un lampo, sente un bang e avverte un dolore al braccio sinistro. Zaglin e
lamico immediatamente scappano dalla zona. Zaglin fugge verso la stazione di polizia, invece
lamica Maples scappa verso la pizzeria Pizza My Heart.
Maples ricorda di essere uscita da Pizza My Heart con lamico Aaron Zaglin, quando ha visto
una BMW nera a quattro porte fermarsi al suo fianco. Il veicolo era guidato da un maschio sui 20
anni, abbronzato, capelli neri, occhi neri, sopracciglia folte e maglietta a maniche corte di colore
scuro. Il guidatore abbassa il finestrino e fa una risatina inquietante. Il guidatore dice qualcosa di
incomprensibile e le punta una pistola. Inizia a sparare a Maples, che viene colpita al braccio
destro. Maples scappa dentro Pizza My Heart e sente altri 2-3 colpi sparati dal sospetto.

Dopo la sparatoria di Pizza My Heart, il sospetto continua verso est su Trigo Road e poi
entra su El Embarcadero Road in direzione di Del Playa Drive.

Megan Carloto esce di casa, sita al numero 6500 Del Playa, a bordo della sua bici. diretta a
casa di unamica, che si trova su El Colegio Road. Carloto guida la sua bici sulla El Embarcadero
diretta al 7-Eleven (6545 Trigo Road) quando sente da 5 a 10 colpi di pistola. In un primo momento
pensa siano fuochi dartificio e continua a pedalare, finch ad un certo punto avverte un forte dolore
alla gamba. Guarda la sua gamba e si rende conto di essere stata ferita. Scende dalla bici, inizia
a gridare aiuto e viene assistita da altri clienti del market 7/11. Si barricano tutti nelle toilettes del
locale e aspettano i soccorsi.
Sierra Swartz cammina sul Del PlayaDrive con la sua amica, Hannah Miller. Girano verso El
Embarcadero quando sentono numerosi colpi di pistola. Swartz crede si tratti di fuochi dartificio
perch sente spesso fuochi dartificio a Isla Vista. Swartz non ricorda quanti colpi sente e da che
direzione provengono. Swartz continua a camminare verso casa parlando con Miller, che si trova
dietro di lei. Swartz si gira per guardare Miller che si dirige verso El Embarcadero in direzione Del
Playa. In quel momento un veicolo nero si avvicina a Swartz e si ferma nel bel mezzo della strada,
proprio davanti a lei. Il guidatore dice: Hey, come va?, e Swartz lo descrive come un tipo del
tutto normale, con capelli scuri e occhiali da sole. Swartz si gira verso il sospetto, che la sta
guardando. Ad un certo punto il sospetto tira fuori una pistola che tiene allaltezza del torace.
Swartz sente un colpo e si sorprende di non essere stata colpita, dato che si trova cos vicina. Si
chiede se quella sia una vera pistola o un giocattolo. Swartz ricorda che il sospetto sorride facendo
una piccola smorfia. Come lei lo guarda ancora una volta, lui le spara di nuovo. Swartz sente il
proiettile passarle accanto al volto come un vento in faccia. Il sospetto continua a sorridere e
sparare. Swartz immediatamente scappa verso El Embarcadero e gira a destra sulla Del Playa.
Arrivata alla prima casa di Del Playa, al numero 6550, Swartz dice agli abitanti della casa che
qualcuno le ha appena sparato, e loro le dicono che ci sono stati parecchi morti a Isla Vista.
Erich Brodbeck visita un amico a 6550 Del Playa quando una ragazza sui 20 anni coi capelli biondi
in bikini corre dentro a rifugiarsi. Brodbeck ricorda che la ragazza era in preda a una crisi isterica
e diceva di essere stata aggredita. Dice di chiamarsi Sierra (Swartz). Swartz lascia 6550 Del Playa
e si rifugia a casa della sua amica al numero 6549.
Dana Tuttle nel salone della sua casa al secondo piano di 6549 Del Playa. Ha sentito degli
spari, e guardando fuori dalla finestra vede una BMW nera che procede verso sud su El
Embarcadero. Vede la BMW avvicinarsi a Sierra Swartz e fermarsi. Tuttle sente uno sparo
provenire dalla direzione della BMW. Swartz corre verso sud su El Embarcadero e gira a destra
sulla Del Playa, e cerca rifugio dentro una casa. Tuttle vede il sospetto seguire Swartz e sparare
verso la casa in cui Swartz sta entrando. Dopo aver sparato, Tuttle vede il sospetto ricaricare
larma e continuare a guidare sulla Del Playa. A questo punto Tuttle vede il vice Sceriffo Marquez
andare sulla Del Playa in direzione della BMW. Quando la BMW si avvicina al vice Sceriffo, Tuttle
sente almeno tre spari. Tuttle vede loccupante della BMW sparare, poi scomparire in lontananza.
Nicholas Pasichuke ricorda che si trovava in skateboard assieme allamico Eggert. Good e
Weberski erano con loro e andavano assieme da Freebirds World Burrito (879 Embarcadero Del
Norte). Pasichuke e Eggert parlavano di surf. Allaltezza del 600 di Del Playa il sospetto travolge
Eggert e Pasichuke da dietro con la sua macchina. Loro, prima di essere colpiti, nemmeno
ravvisano il minimo segno di pericolo. Pasichuke ricorda di aver visto delle luci avvicinarsi da dietro,
questo senza capire quanto il veicolo fosse distante da loro. Pasichuke sente dei colpi di pistola
poco prima di essere investito dal sospetto. Pensa che siano fuochi dartificio. Lultima cosa che
Pasichuke ricorda di essere colpito in pieno dalla macchina e di volare in aria. Pasichuke crede
di aver perso conoscenza quando la sua testa sbatte sul finestrino del veicolo del sospetto. Poi
ricorda di aver visto lamico Eggert in stato di shock camminare in tondo. Pasichuke sente da altri
testimoni che il veicolo ha rallentato, poi si diretto verso di lui e il suo amico e li ha beccati in
pieno. Volano in aria e atterrano nella strada di fronte a 6653 Del Playa, quattro case pi avanti.
Eggert si frattura un ginocchio e ha diverse contusioni a causa della collisione, Pasichuke la
gamba destra fratturata, fratture facciali, con varie abrasioni e contusioni.
Anche Mallory Weberski cammina assieme a Eggert e Pasichuke quando vengono colpiti dal
veicolo del sospetto. Weberski non vede limpatto, ma ne sente il rumore. Appena si gira, vede
che Pasichuke ha volato in aria per circa 20 metri dopo esser stato colpito. Ancora non sa cosa
sia accaduto a Eggert dopo la collisione.
Christopher Hoang si trova allEmbarcadero Hall assieme a degli amici. Se ne va intorno alle
21:15. Dopo aver comprato del cibo al 7-Eleven (6545 Trigo Road), si incammina verso Sabado
Tarde. Dopo aver camminato per un isolato, Hoard sente un rumore come di spari ma pensa siano
fuochi dartificio. Hoang continua a camminare su Sabado Tarde e gira su Camino Del Sur. Hoang
vede una BMW nera apparire come dal nulla, e vede chi sta al volante. Hoang continua a
camminare su Camino Del Sur, quando la BMW si ferma. Il guidatore estrae una pistola e inizia a
sparargli. Hoang si rifugia presso una casa dove trova delle persone in giardino. Hoang e gli altri
che erano in giardino si rifugiano immediatamente dentro casa mentre partono diversi colpi di
pistola sparati nella loro direzione. Una volta dentro, Hoang si rende conto di essere stato colpito
allavambraccio destro e alla natica destra. Gli abitanti della casa prestano le operazioni di primo
soccorso a Hoang, che successivamente viene ricoverato in ospedale.
Victor Garcia e il suo coinquilino Donovan Geronilla sono nella loro casa mentre sentono numerosi
spari, che pensano essere fuochi dartificio. Prendono i loro skateboard e vanno a cercare
qualcosa da mangiare. Garcia e Geronilla sono in skateboard allaltezza di 6688 Sabado Tarde,
quando vedono numerose persone fuggire dallangolo di Camino DelSur e Sabado Tarde. Garcia
nota una BMW nera fare inversione a U su Camino Del Sur. Sente la BMW accelerare e si accorge
che, appena li ha notati cercare di spostare i loro skateboard dalla strada, li ha presi di mira. La
BMW prende Garcia e lo manda a sbattere contro una macchina parcheggiata. La BMW viaggiava,
secondo lui, intorno ai 50 km orari quando lo ha colpito. Viene ferito alla mano destra, che sbatte
contro il finestrino della macchina, e alla gamba destra. Inoltre ha frammenti di vetro del finestrino
sulla mano. Garcia si ricorda di aver notato un buco dalle dimensioni di un pallone da basket nel
parabrezza quando stato colpito dal veicolo. La forza dellimpatto scaraventa Garcia su una
macchina parcheggiata dallaltra parte della strada. Garcia pensa che il guidatore sia ubriaco e
non lo associa agli spari che stanno avvenendo quella sera a Isla Vista. Garcia sale sul suo
skateboard e d la caccia al veicolo del sospetto. Segue la macchina per un isolato finch non
capisce che il guidatore sta sparando e investendo volontariamente i pedoni. Garcia vede un
ragazzo su uno skate nel mezzo della strada e sente un colpo secco. Garcia pensa che il sospetto
abbia sparato al ragazzo sullo skate nella schiena. Inoltre guarda la BMW del sospetto passare
apposta sulle gambe del ragazzo.
Arun Sengupta si trova davanti al 7-Eleven (6545 Trigo Road) quando sente colpi darma da fuoco
e inizia a correre verso Sabado Tarde. Arrivato all'altezza di Sabado Tarde 6636, vede una BMW
nera puntare volontariamente verso di lui e verso un gruppo di persone in strada. La BMW sfiora
Sengupta, che con un balzo evita limpatto, ma vede la BMW colpire Mitchell Lyubarsky, che guida
una bici su Sabado Tarde, a circa due metri da lui. Inoltre vede la BMW investire un altro ragazzo
in bicicletta in mezzo alla strada.
Elliot Gee in skateboard e vede una BMW nera collidere con un ciclista davanti al numero 6640
di Sabado Tarde (Mitchell Lyubarsky). Gee pensa che lautista sia ubriaco e prende il suo cellulare
per cercare di fotografare la targa della macchina. Ma lautista della BMW vede Gee e accelera
verso di lui. Gee cerca di spostarsi dalla traiettoria del veicolo, ma la macchina lo colpisce alla
gamba e lo fa cadere per terra. Il suo skateboard viene preso in pieno dalla macchina e
completamente distrutto. Gee continua a dare la caccia allautomobilista, che crede ubriaco. La
BMW continua verso est, nella zona di 6590 Sabado Tarde e Gee vede la BMW avvicinarsi a un
ragazzo che cammina. Lautista spara al pedone varie volte nella schiena. Il nome della vittima
Antoine Cherchian.
Ryan Carter vede 6 o 7 agenti sparare circa 50-60 colpi. Gli agenti si trovavano a circa un paio
di metri dal veicolo mentre sparavano. Carter afferma che qualcuno aveva appena sparato agli
agenti,e gli agenti rispondevano al fuoco mentre si muovevano sulla El Embarcadero, dallaltra
parte del market 7-11 (Little Acorn Park).
Lagente Oldread e lagente Lupo avevano risposto alla chiamata che chiedeva assistenza alla
pizzeria Pizza MyHeart. In prossimit di Little Acorn Park, gli viene riferito della sparatoria al
Market 7-Eleven.
Lagente Oldread vede il veicolo del sospetto, un modello nuovo di BMW nera. Lagente Oldread
vede il sospetto sparare almeno un intero caricatore in direzione degli agenti. Lagente Oldread
vede il Sergente Welch sparare contro il veicolo del sospetto. Il Sergente Welch stava sparando
in direzione del veicolo del sospetto che si stava allontanando dalla zona. Lagente Oldread
suppone che si trovava a circa 80 metri a nord dal Sergente Welch.
Colby Taylor era in strada, tra il 6559 eil 6561 di Sabado Tarde, quando vede il veicolo del sospetto
andare verso destra su Sabado Tarde. assieme ad un altro testimone, Tommy Tsutsumi. Taylor
sente una raffica di spari prima di vedere il veicolo del sospetto. Taylor vede un gruppo di agenti
correre nel parco con le armi in mano. Questo parco (Little Acorn Park) si trova a Nord del 6559
di Sabado Tarde.
Taylor ricorda di aver visto unarma uscire fuori dal finestrino sparare in direzione degli agenti.
Gli agenti si spostano sulla strada e iniziano a sparare al veicolo del sospetto.
Tommy Tsutsumi sente degli spari da dentro la casa di un suo amico (Alex); esce di corsa
dallappartamento e, una volta sul marciapiede, vede un veicolo che corre e nota che lautista del
mezzo ha unarma. Il sospetto spara cinque colpi e gli agenti di polizia iniziano a sparare verso il
sospetto, appena questo passa oltre la posizione di Tsutsumi.
Il Sergente Welch, il Detective Flick, il vice Walker e il vice Johnson si trovano nella zona di
Little Acorn Park quando vengono informati che il veicolo del sospetto una BMW nera incidentata,
occupata soltanto dal guidatore. Il sospetto guida su Sabado Tarde in direzione dei poliziotti. Come
gli si avvicina, vedono che ha una pistola fuori dal finestrino. Il Sergente Welch, il Detective Flick
e il Vice Walker sparano numerosi colpi verso il sospetto appena cerca di fuggire allontanandosi
su Sabado Tarde in direzione di El Embarcadero.

Il sospetto guida verso Est sulla Sabado Tarde dopo aver sparato agli agenti. Gira su El
Embarcadero in direzione della Del Playa.

Alle 21:34:13, il Vice Sceriffo Smith trasmette alla radio Il sospetto sul veicolo sta sparando, sulla
Del Playa, presso il numero 6500. Il Vice Sceriffo Smith corre sulla prima macchina della polizia
e inizia linseguimento del sospetto. Mentre guida, il Vice Sceriffo Smith comunica alla radio che il
veicolo del sospetto ha avuto un incidente vicino allincrocio tra la Del Playa e la Camino
Pescadero.
Alle 21:35:30, anche il Vice Sceriffo Marquez comunica alla radio che il veicolo del sospetto ha
avuto un incidente vicino allincrocio della Del Playa e della Camino Pescadero. Il Vice Sceriffo
Marquez afferma che il sospetto stato colpito. Il Vice Smith arriva pochi secondi dopo e vede il
veicolo del sospetto sul marciapiede in fronte al 6594 della Del Playa. Il veicolo gravemente
danneggiato dalla collisione con una macchina parcheggiata. La porta del guidatore del veicolo
del sospetto era aperta quando il Vice Smith arrivato.

LABMWNERADIELLIOTRODGERDANNEGGIATA

Il sospetto viene trovato immobile al posto di guida della BMW. Non c nessun altro allinterno del
veicolo. Una pistola Sig Sauer nera, col cane armato, viene trovata nel sedile del guidatore a fianco
dellanca destra del guidatore. Questa arma da fuoco ha un caricatore pieno. Il Vice Marquez
rimuove questarma del sedile del guidatore e la mette al sicuro dentro il bagagliaio di una
macchina di pattuglia.
I Vice Gowing, Marquez e Johnson estraggono il sospetto fuori dal veicolo e lo buttano a terra. Il
sospetto coperto di sangue e ha una ferita alla testa con foro di entrata e di uscita. Il sospetto
viene ammanettato (sic!) dal Vice Sceriffo Gowing. Quando il sospetto viene estratto dal veicolo,
un sacchetto cade a terra. Nel sacchetto ci sono circa sei o sette caricatori pieni.

ILCORPODIELLIOTRODGER,COPERTODAUNTELOGIALLO,ALL'ESTERNODELLASUABMW

Keith Cheung, residente al 6500 di Playa Del stava tornando in bici a casa. Non ricorda se aveva
appena lasciato il suo lavoro al campus, o se stava arrivando da un altro luogo. Cheung stava
guidando in direzione ovest sulla Del Playa quando fu colpito dal veicolo del sospettato. Cheung
ha un ricordo molto vago della collisione a causa delle gravi ferite riportate. Lindsey Baiz e Shields
McKenzie erano al secondo piano, al numero 6583 della Del Playa quando videro una BMW nera
che viaggiava in direzione ovest sulla Del Playa. Mentre il veicolo si avvicinava all'area di
residenza, hanno sentito il veicolo accelerare contro un ciclista che stava pedalando in direzione
est sulla Del Playa (Keith Cheung). Il veicolo colpiva il ciclista, che atterrava sul cofano della
macchina. Il ciclista stato trascinato per diversi metri dalla macchina, prima che la BMW si
schiantasse contro alcune macchine parcheggiate sul lato nord della del Playa. Baiz e Shields
hanno riferito che il sospetto ha intenzionalmente accelerato verso il ciclista con lintenzione di
investirlo.
Il Detective Morris stampa una foto della patente del sospetto e siamo andati al 6594 della Del
Playa 6594 con il Detective R. Vasquez. Il cadavere del sospetto era coricato nella carreggiata, ed
era stato ricoperto con un telo giallo. Il Detective Morris ha rimosso il telo dalla faccia del sospetto
e tentato di confrontare il volto all'immagine della patente del sospetto. Inizialmente, il Detective
Morris stato soltanto in grado di determinare che si trattava di un maschio asiatico.
Successivamente egli trovava un portafoglio nella tasca anteriore del sospetto. Il portafoglio
conteneva una patente di guida della California a nome di Elliot Rodger. Il Detective Morris mi ha
notificato i suoi risultati e, sulla base dellinsieme delle circostanze, stato stabilito che il sospetto
era Elliot Oliver Robertson Rodger (Data di nascita: 24/07/91).
Alle 23:03, ho parlato con Rodger e Chin (genitori del sospetto) al cellulare mentre lei stava
guidando verso Santa Barbara. Chin si identificata come la madre del sospetto. Ha detto che il
sospetto aveva "problemi di socializzazione" e che vedeva un terapista.
Alle ore 23:32, ho chiamato il cellulare di Peter Rodger e sua moglie, Soumaya Akaaboune, ha
risposto. Soumaya si identificata come matrigna del sospetto. Lei e Peter stavano guidando a
Santa Barbara e in precedenza avevano parlato con il Detective Ahrens. Peter ha descritto il
sospetto come una persona molto sola, senza amici e senza ragazza. Il sospetto aveva inviato
una email con un allegato di circa 100 pagine che parlava di un "giorno del Castigo". Il sospetto
ha inviato questa mail a numerose persone. Anche Peter (il padre) aveva letto questa e-mail e si
era detto "spaventato." Successivamente ha sentito parlare di qualcosa di grave che accadeva
proprio a Isla Vista e questo non faceva che aumentare la sua preoccupazione.
Appena ulteriori forze di polizia sono arrivate a IslaVista, un piano tattico stato sviluppato al fine
di condurre in modo sicuro la perquisizione dell'appartamento del sospetto. C'era la
preoccupazione che nellappartamento del sospetto ci potesse essere qualche una trappola
preparata con esplosivi o altri pericoli sconosciuti che avrebbero potuto mettere in pericolo vicini e
forze dell'ordine.
Alle ore 22:38, il Detective Ahrens del dipartimento di Polizia di Santa Barbara ha parlato al
telefono con la madre del sospetto, Chin Rodger. Il detective Ahrens detective viene a sapere dalla
madre Chin che suo figlio, il sospetto, era uno studente al Santa Barbara City College. Lei era
preoccupata per la salute del figlio dopo essere stata contattata da Gavin Linderman, allenatore
per la vita sociale del figlio. Linderman aveva ricevuto il manifesto tramite email ("My Twisted
World, inviata il 23 maggio 2014 alle 21:18:43), nel quale manifesto il sospetto diceva di voler
mettere in atto un violento attacco. Avendo Chin sentito parlare alla radio della recente sparatoria
a Isla Vista, era preoccupata che il figlio (cio il sospetto) potesse, in un qualche modo, esserne
coinvolto. Sulla base quindi del manifesto del sospetto, dei video YouTube e delle informazioni
ottenute dal Detective Ahrens, ho richiesto che venisse controllato lo stato di salute dei coinquilini
del sospetto presso il loro appartamento.


FOTOGRAMMADELVIDEOYOUTUBE"RETRIBUTION",INCUIROGERELLIOTPARLADELLASTRAGECHEFARA'L'INDOMANI
Alle 23:00 circa, ho contattato i membri della squadra dello sceriffo e il vice sceriffo Gotschall.
Gotschall si trovava sulla Trigo Road di fronte alla stazione di polizia di Isla Vista con diversi altri
membri della squadra. Gli ho riferito che la residenza del sospetto era al numero 6598 di Siviglia
Road, appartamento 7, e di prepararsi a un'ispezione per verificare lo stato di salute dei coinquilini
del sospetto.

DA: UFFICIO DELLO SCERIFFO DI SANTA BARBARA COUNTY, OMICIDIO DI MASSA DI


ISLA VISTA DEL 23 MAGGIO 2014, SOMMARIO INVESTIGATIVO

INVESTIGAZIONE SCENA DEL CRIMINE RESIDENZA DEL SOSPETTO, 6598 SEVILLE


ROAD #7
Alle ore 00:20:45, la mattina seguente, una squadra investigativa speciale arriva allappartamento
numero 7 di Siviglia Road 6598, per condurre un sopralluogo. La squadra composta dal Vice
Sceriffo Senior Gotschall, dal Detective Yeates, il Sergente Perkins, il Vice-sceriffo Jones, lagente
McSkimming, il detective Gonzales e il paramedico Lux. La porta d'ingresso al numero 7 chiusa
a chiave. Una luce accesa allinterno della casa illumina una stanza, e un pannello della finestra
viene rimosso in modo da poter aprire la finestra che d sulla stanza. Il Vice Gotschall apriva la
finestra e guardava dentro. Si trovava in un bagno dove cera un cadavere (quello di George Chen)
immerso in una pozza di sangue. A causa di ci, si procedeva ad abbattere la porta dingresso
dellappartamento, alle ore 00:24:29. I membri della quadra conducono una perlustrazione
allinterno della casa e trovano una seconda e una terza vittima in un'altra stanza. Entrambe le
vittime, Weihan Wang e Cheng Hong, erano sdraiati sul pavimento intriso di sangue della camera
da letto e erano stati nascosti con coperte e abbigliamento. Le vittime non mostravano alcun segno
di vita e sono state dichiarate morte dei membri della squadra. George Chen, Weihan Wang e
Cheng Hong erano le ultime vittime del sospetto ad essere scoperte, ma le prime ad essere state
uccise.
DA: IL MIO MONDO CONTORTO LA STORIA DI ELLIOT RODGER AUTOBIOGRAFIA E
MANIFESTO DI ELLIOT RODGER

EPILOGO

E cos finisce la mia triste storia. Chi avrebbe mai immaginato che la mia vita sarebbe finita cos?
Io mai. Un tempo lontano, pensavo che questo mondo fosse un posto buono e felice. Da bambino,
tutto il mio mondo era innocente. stato soltanto quando ho raggiunto la pubert ed ho iniziato a
desiderare le ragazze che tutta la mia vita diventata un inferno. Desideravo le ragazze, ma le
ragazze non desideravano me. C qualcosa di molto sbagliato in tutto questo. uningiustizia che
non pu passare impunita. Non potrei mai vivere una vita felice in un tale scenario. Non soltanto
devo gettare alle ortiche tutta la mia giovinezza soffrendo nella solitudine e nel desiderio represso,
ma devo vivere sapendo che altri come me, della mia et, sono stati capaci di avere tutte quelle
esperienze per le quali io smaniavo. assolutamente sleale e ingiusto. Inoltre, dovevo subire la
vergogna degli altri, che mi mancavano di rispetto dato che non avevo la ragazza. Tutti sapevano
che ero vergine. Tutti sapevano quanto fossi indesiderabile alle ragazze, e io odiavo tutti perch
lo sapevano. Voglio che gli altri pensino che le ragazze mi adorano. Voglio sentirmi degno. Non
c nessun amor proprio nel sentirsi un emarginato. Il mio non pu nemmeno essere chiamato
vivere. Io non sono nato per condurre un'esistenza cos patetica e infelice. Non questo il mio
posto al mondo. Non mi abbasser ad accettare un destino cos orribile. Se gli uomini non hanno
voluto darmi un posto tra di loro, allora io li distrugger. Io sono meglio di ciascuno di loro. Io sono
un Dio. Esigere il mio castigo il mio modo di provare il mio vero valore al mondo.
Non faccio parte della razza umana. Lumanit mi ha respinto. Le femmine della specie umana
non mi hanno mai voluto come compagno, quindi come potrei considerarmi parte dellumanit? Il
genere umano non mi ha mai accettato, e ora so perch. Perch io sono pi che umano, perch
io sono superiore a tutti loro. Io sono Elliot RodgerIl Magnifico, Glorioso, Supremo, EminenteIl
Divino Elliot Rodger! Sono lessere vivente pi vicino a un Dio che possa esistere. La razza umana
una disgustosa, depravata e diabolica specie. E il mio scopo quello di punirli tutti. Purificher
il mondo da tutto quello che c di sbagliato. Nel Giorno del Castigo sar proprio un potente Dio,
punir tutti coloro che ritengo impuri e depravati.
Ci che non posso avere, far ogni cosa che posso per DISTRUGGERLO.
La mia pianificazione del Giorno del Castigo il mio tentativo di fare tutto quello che in mio potere
per distruggere tutto ci che non posso avere. Tutte quelle bellissime ragazze, che ho cos tanto
desiderato durante la mia vita, ma che non ho mai potuto avere perch mi disprezzavano ed erano
disgustate dalla mia persona, le distrugger. Tutti quei fighi che vivono edonistiche vite di piacere,
li distrugger tutti, perch non mi hanno mai accettato come uno di loro. Li uccider tutti e li far
soffrire, cos come loro hanno fatto soffrire me. Mi pare giusto.
Nel travaglio della mia sofferenza, sono stato capace di vedere il mondo molto pi chiaramente
degli altri. Ho visioni che gli altri non hanno. Grazie alla mia sofferenza, sono stato capace di
vedere quanto contorto e sbagliato sia davvero il mondo. La condizione attuale dellumanit ci
che la rende sbagliata. Guardo alla razza umana e vedo solo vigliaccheria e depravazione, tutto a
causa di un qualcosa che conosciuto con il nome disessualit
Il sesso il concetto pi diabolico dellintera esistenza. Il fatto che la vita stessa esista tramite il
sesso la prova che la vita difettosa. Latto del sesso fa provare un'enorme quantit di piacere
agli esseri umani. Piacere che loro non meritano. Nessuno merita di sperimentare cos tanto
piacere, specialmente perch alcuni uomini hanno il privilegio di provarlo ed altri invece no.
Quando un uomo fa sesso con una bellissima donna, probabilmente si sente come se fosse in
paradiso. Ma il mondo non fatto per essere un paradiso. Per certi uomini, essere capaci di
provare tali vette di paradisiaco piacere egoista e edonista.
Il fondamentale demonio che si nasconde dietro il sesso la femmina umana. Loro sono le vere
istigatrici del sesso. Loro decidono chi degli uomini pu averlo e chi no. Le donne sono delle
creature difettose, e il mio essere maltrattato da loro mi ha fatto capire queste triste verit. C un
qualcosa di veramente contorto e sbagliato nel modo in cui le loro menti funzionano. Pensano
come bestie, e, in verit, esse sono bestie. Le donne non sono capaci di avere una morale o di
pensare razionalmente. Sono completamente sotto il controllo delle loro emozioni depravate e dei
loro vili impulsi sessuali. A causa di questo, gli uomini che provano i piaceri del sesso e il privilegio
di procreare sono gli uomini verso i quali le donne sono sessualmente attrattee questi sono gli
uomini stupidi, degenerati e sgradevoli. Ho osservato questo durante tutta la mia vita. Le donne
pi belle scelgono come compagni di vita dei veri e propri bruti, invece di magnifici gentiluomini
come me.
Le donne non dovrebbero avere il diritto di scegliere con chi stare e con chi procreare. Questa
decisione dovrebbe essere presa per loro da uomini razionali dotati di intelligenza. Se le donne
continuano ad avere diritti, esse intralceranno il progredire della razza umana riproducendosi con
uomini degenerati e creando a loro volta figli degenerati e stupidi. Questo causer allumanit di
degenerare di generazione in generazione. Le donne hanno pi potere nella societ di quello che
si meritano, e tutto a causa del sesso. Non c creatura pi diabolica e depravata della femmina
umana. Le donne sono una piaga. Non meritano di avere alcun diritto. La loro malvagit deve
essere controllata per impedire il degradarsi delle generazioni future. Le donne altro non sono che
delle viziose, diaboliche e barbare bestie, e come tali devono essere trattate.
La prima mossa da fare contro le donne sarebbe quella di metterle in quarantena in campi di
concentramento. In questi campi, la stragrande maggioranza della popolazione femminile sar
deliberatamente fatta morire di fame. Questo sarebbe un metodo efficace per ucciderle tutte. Che
gran piacere e soddisfazione sarebbe per me condannare ogni singola donna a morire di fame.
Costruirei una enorme torre solo per me, da cui poter vedere tutta la popolazione femminile del
campo di concentramento morire di fame. Se non posso averle, nessuno le avr, immagino di
pensare mentre osservo divertito quello spettacolo. [] Qualche donna sarebbe risparmiata,
ovviamente, per il solo scopo riproduttivo. Queste donne sarebbero tenute e cresciute in appositi
laboratori. In questi laboratori, sarebbero inseminate artificialmente con campioni di seme maschile
per poter produrre figli. []

Perch le cose sono andate cos? Sono sicuro che questa sar la domanda che tutti si porranno,
quando il Giorno del Castigo sar finito. Si chiederanno "perch". Gi, perch? Questa la
domanda che avrei fatto a tutti voi durante tutti i miei anni di sofferenza. Perch ero condannato a
vivere una vita di miseria e senza alcun valore, mentre altri uomini provavano i piaceri del sesso e
dellamore con le donne? Perch le cose devono essere cos? Io lo chiedo a tutti voi. Tutto quello
che mi sarebbe bastato sarebbe stato di amare le donne, e in cambio di essere amato da loro. Il
loro comportamento nei miei confronti si solamente meritato il mio odio, e giustamente! Io sono
la vera vittima in tutto questo. Io sono quello buono. Lumanit mi ha colpito per prima
condannandomi a provare tanta sofferenza. Non lho chiesto io. Non lho mai voluto. Non ho iniziato
io questa guerranon sono stato io a colpire per primoma sar io a dar fine a questa guerra,
reagendo propriamente. Punir tutti. E sar bellissimo. Finalmente, in definitiva, potr mostrare al
mondo il mio vero valore.


LEVITTIMEDIELLIOTRODGER
DA: UFFICIO DELLO SCERIFFO DI SANTA BARBARA COUNTY, OMICIDIO DI MASSA DI
ISLA VISTA DEL 23 MAGGIO 2014, SOMMARIO INVESTIGATIVO

MAPPADIISLAVISTA,CONLESTRADEEILUOGHIDEGLIINCIDENTI


LISTA DELLE VITTIME DELLA SERA DEL 23 MAGGIO 2014

ILPROFILODIELLIOTRODGER


LAFINEDIELLIOTRODGER,CONLABMWDISTRUTTA

Richard Leonard Kuklinski, The IceMan

Georgia, Stati Uniti, inverno 1974.


Lungo una desolata highway tre bulletti fieramente "sudisti", vedono una macchina con targa dello
stato 'nordista' del New Jersey e, forse perch in preda ai fumi dellalcool, decidono di divertirsi. I
tre si lanciano all'inseguimento del mezzo: da subito iniziano a strombazzare, poi si incollano al
veicolo, per un attimo lo affiancano e, infine, riescono persino a mandarlo fuori strada. Quello che
i ragazzi non sanno che al volante dell'auto c' un serial killer con alle spalle gi un centinaio di
omicidi. Nella malavita noto come IceMan per l'abitudine che ha di conservare i cadaveri in
congelatore, talvolta anche per lunghi periodi. In questo modo rende pi complicato alla scientifica
il compito di stabilire la data della morte delle sue vittime. Appena la macchina si ferma del tutto a
bordo strada, il serial killer esce dall'auto e si dirige verso i tre bulletti e, senza dire una sola parola,
li fredda a bruciapelo, lasciando i cadaveri in bella vista sull'asfalto. Lautore della carneficina
risponde al nome di Richard Leonard Kuklinski e quella che segue la sua vera storia.

La genesi di un serial killer


Linfanzia di Kuklinski marcata da maltrattamenti, abusi e violenze subiti in famiglia e sevizie e
crudelt inferti agli animali. Anni dopo racconter come da piccolo amasse legare tra loro due
povere bestie per le rispettive code, divertendosi ad osservarle mentre si sbranavano. Richard,
primogenito, aveva un fratello e una sorella. Vivevano in uno stato di povert assoluta, dove
praticamente possedevano solamente un vestito, quello che indossavano sempre, di alcune taglie
pi grande, che avrebbero cos potuto continuare a indossare durante gli anni della crescita.
Questo fatto venne presto notato anche dai suoi compagni di classe e ci lo port ad avere una
lunga serie di soprannomi, tra i tanti "Richie, il ragazzo-straccio", "Richie il barbone" e il "Polacco
ossuto".
Nell'immagine sotto: Kuklinski nel giorno della sua prima comunione, con l'abito di un paio di
misure pi grande.

Proprio a causa di questo bullismo che lo aveva lungamente perseguitato, Richard compie a sedici
anni il primo omicidio, uccidendo a colpi di bastone il capo della banda che lo tormentava. Da quel
giorno inizia ufficialmente la carriera di un criminale, che sar tra i serial killer pi efferati e prolifici
della storia del crimine.

Immagini sotto: Kuklinski negli anni della sua prima giovinezza, tra i 20 e i 30 anni, con la
moglie. Ha gi alle spalle decine di omicidi.
Kuklinski, un polacco al servizio di Cosa Nostra
Siamo allinizio degli anni 70 e Richard, che non ha ancora 30 anni ma si racconta ha gi
ucciso 60 volte, si fa notare negli ambienti criminali per la spietatezza e precisione con cui porta a
termine le sue imprese. Queste doti interessano da sempre la mafia italo-americana, che infatti
lo assolda. In breve tempo si crea una solida reputazione presso tutte le maggiori Famiglie mafiose
che si servono di lui per gli omicidi pi difficili, compresi alcuni da compiere in trasferta in Europa
o in Sud America. A nessuno importa molto del fatto che Richard non un "pais", un italiano;
veloce, preciso, sicuro e affidabile e questo a loro basta. Inoltre, non facendo di fatto parte di
nessuna Famiglia, pu operare come freelance per la famiglia mafiosa che gli offre di pi. Come
possiamo immaginare, lavorare per la Mafia un mestiere redditizio, ma anche decisamente
pericoloso. Talvolta basta persino una parola sbagliata per essere condannati a morte da Cosa
Nostra. Ma Richard non ebbe mai noie perch nella sua lunghissima carriera di killer per l'Onorata
Societ, non commise mai neppure il minimo errore.

Modus operandi e codice morale


Richard uccideva per i motivi pi vari. In vita sua ha assassinato per derubare la vittima, per
divertimento, per lavoro, per coprire altri omicidi, per soddisfare la sua rabbia interiore e, persino,
solo per mantenersi in allenamento. A volte bastava anche una parola sbagliata, o (come lui stesso
racconta) persino una sola occhiata che a lui non piaceva, come motivo scatenante per un efferato
omicidio. Kuklinski tra i pochi assassini seriali a non avere mai avuto implicazioni sessuali di
alcun tipo per i suoi omicidi. Inoltre Richard si sempre rifiutato di uccidere donne e bambini.
Questa stata per lui una regola sacra, cui si attenuto fino alla fine dei suoi giorni. Oltre ad
essere - in assoluto - uno dei pi prolifici assassini seriali della storia (gli sono stati attribuiti oltre
250 omicidi) anche uno tra i pi fantasiosi. Per i suoi omicidi ha usato tantissime armi: fucili,
bombe a mano, cacciaviti, chiavi inglesi, balestre, pugni e calci, strangolando con le sue mani
enormi, con stecche da biliardo, seghe elettriche, eccetera. Ma ha sempre prediletto luso del
coltello. Durante unintervista ha dichiarato che amava ammazzare con il coltello. Per lui era il
mezzo pi intimo e pi personale per compiere un omicidio perch gli permetteva di guardare
negli occhi la sua vittima e poi poteva vedere la vita che gli sfugge dal corpo. Richard si
compiaceva allidea che la sua faccia rimanesse impressa negli occhi di chi uccideva e il pugnale
era tra le poche armi che gli offriva questa garanzia. Insomma, niente a che vedere con la grande
delusione che aveva provato la prima volta che aveva utilizzato una pistola. Quella volta,
affiancatosi in moto alla macchina della sua vittima, gli aveva chiesto che ora fosse. Quello gli
aveva risposto malamente, ma rispondendogli si era voltato verso di lui, e ci era bastato a Richard
per riconoscerlo. Un colpo di Smith and Wesson 44 Magnum (una delle pistole pi devastanti) in
mezzo al viso aveva letteralmente fatto esplodere il cranio della sua vittima; della sua faccia non
rimanevano che qualche brandello di pelle attaccato al collo, e tanti pezzi non pi grandi di una
noce distribuiti nellabitacolo, sul vetro e nel tettuccio dellauto. Questo spettacolo, che avrebbe
messo alla prova lo stomaco del pi esperto detective della omicidi di Los Angeles, non produsse
in Richard nientaltro che delusione. Non era riuscito a scorgere nella faccia della sua vittima
nemmeno un attimo di sofferenza e questo lo rendeva triste. Anche la sega elettrica venne da lui
presto abbandonata perch ritenuta inadeguata: troppi pezzi di cadavere in giro da recuperare e
troppo tempo per poterla ripulire per bene dai pezzi di carne che si incastravano nella catena dopo
aver sezionato un cadavere. Molto meglio un affilato coltello da macellaio. Anche se lui stesso
dichiarava: "Ad essere sincero, uccidere non mi gratifica molto. Quello che mi piace ci che
avviene prima: l'agguato, il progetto del crimine, la caccia vera e propria", Richard si sentiva
piacevolmente eccitato quando uccideva, come se una droga gli scorresse nelle vene: era forte e
felice, imprendibile. Finalmente era lui ad avere il controllo totale. Aveva anche un forte, macabro
e particolare senso dellumorismo. Un giorno che stava spiegando alla sua vittima, come faceva
sempre, perch sarebbe morto e come, costui, sentendosi ormai vicino alla fine, pianse come non
mai e lo scongiur di non ucciderlo implorandolo in nome di Dio e dichiarandosi un fedele cattolico.
Ice Man allora gli fece una proposta, di quelle proposte che non si possono rifiutare: gli avrebbe
concesso 30 minuti per pregare il suo Dio, mentre lui gli teneva una pistola puntata contro la testa.
Se entro quei trenta minuti il suo Dio fosse apparso per salvarlo, avrebbe avuto la vita salva. Tenne
luomo a pregare per tutto il tempo sotto la minaccia della pistola, e allo scoccare del trentunesimo
minuto, visto che Dio non si era manifestato, gli spar alla testa.

Videocamere, topi e cereali


Quando il mandante chiedeva che la vittima soffrisse prima di morire, Richard metteva in atto le
sue specialit: gli omicidi compiuti coi metodi pi fantasiosi e pi crudeli.
Ben presto il contratto riguardante un omicidio su commissione si era materializzato; la vittima
designata viveva a Nutley, nel New Jersey. E in questo caso cera stata lesplicita richiesta che
Richard attendeva da tempo: luomo doveva soffrire. Richard nulla sapeva sul conto della vittima,
n lo interessava granch, a lui bastava sapere che se il tizio avesse sofferto molto, il suo
compenso per quellomicidio sarebbe raddoppiato, non solo diecimila, ma ventimila dollaroni tutti
per lui, pronta cassa. Questo lo port ad eseguire lomicidio con una modalit che lui stesso aveva
inventato, e che non vedeva lora di mettere in pratica.
Richard mise nel bagagliaio della sua macchina una videocamera, un treppiede, del nastro adesivo
e un paio di manette, oltre agli altri utensili professionali che si portava dietro ogni volta che doveva
fare uno dei suoi lavoretti. Sapeva che la vittima sarebbe uscita di casa per andare al lavoro alle
10 e, dopo aver studiato attentamente il percorso che l'uomo seguiva ogni volta, aveva stabilito
che l'avrebbe fermato all'altezza di un incrocio poco trafficato, dove sarebbe stato costretto a
fermarsi per via di uno stop. A Kuklinski non piaceva entrare in azione alla luce del giorno, ma
quando c'era un incarico da portare a termine non stava troppo a sottilizzare e sapeva ben
adattarsi: per di pi sapeva che con la luce del giorno la gente stava meno sulla difensiva, un
comportamento sul quale aveva puntato non poche volte.
Quando la vittima predestinata giunse al punto cruciale, Richard lo aspettava accanto alla propria
auto, con il bagagliaio aperto, le luci di emergenza accese e un bel sorrisone stampato sulla faccia.
In una mano stringeva una Magnum calibro .357, tenuta nascosta nella tasca del giaccone. Con
ampi gesti aveva attirato l'attenzione della vittima, che si era accostata all'angolo della strada per
aiutare quello che di l a poco sarebbe diventato il suo carnefice.
Kuklinski, in un batter d'occhio, estrasse la pistola e la punt alla testa del suo obiettivo. Senza
dire una parola lo leg e lo chiuse nel bagagliaio della propria auto. Part e guid come sempre
faceva, cio con un'andatura regolare, rispettando scrupolosamente tutti gli stop e i semafori. In
una manciata di secondi aveva catturato e zittito la preda: la prima parte del lavoro, la pi
pericolosa, era stata svolta egregiamente.
Una volta arrivato all'entrata di una grotta sita in Bucks County, che aveva gi individuato come
sede delluccisione, Kuklinski prese il povero malcapitato e lo spinton fino al punto preciso in cui,
tempo prima, aveva lasciato dei cereali in modo da far accorrere in quella parte di grotta quanti pi
topi possibile. Con svariati giri di corde, abbondante nastro isolante e ricorrendo anche alle
manette immobilizz luomo. La vittima tentava disperatamente di dire qualcosa, ma grazie al
nastro serrato con forza sulla bocca dal suo aguzzino, stentava a riuscirci.
Kuklinski sapeva benissimo quello che luomo voleva dirgli, erano discorsi sempre uguali che
aveva sentito decine di volte: parole vane, suppliche, racconti di famiglie che lo aspettavano a
casa, proposte di denaro in cambio della libert e altre cose che lo annoiavano sempre. Non
provava rimorso, n senso di colpa, n, tanto meno, compassione. Stava semplicemente
svolgendo un lavoro e nemmeno uno di quei sentimenti riusciva a fare capolino nella sua
coscienza.
Tornato alla macchina, prelev la videocamera, il treppiede su cui montarla, una torcia e un
sensore di movimento il quale permetteva alla videocamera di iniziare a riprendere la scena
solamente quando i topi si sarebbero fatti vivi. Sistemato il tutto ritorn a casa, incuriosito e anche
un poco divertito pensando a quello che sarebbe accaduto, se i ratti avrebbero divorato vivo il
malcapitato oppure no e come avrebbe reagito lui se messo davanti a una simile situazione.

Quattro giorni dopo ritorn alla grotta e scopr che i topi avevano
divorato vivo il poveruomo. Ogni traccia di carne era sparita: quello
che ancora restava della vittima non erano che alcune ossa
sparpagliate qua e l. Uno spettacolo spaventoso per chiunque, un
lavoro ricordato con piacere da Richard, orgoglioso della mansione
svolta e di ci che si era inventato. Visto il risultato finale, si era
LagrottanellaqualeKuklinskilasci
premurato di verificare se la videocamera avesse svolto bene il suo
incompagnideitopiaffamatiper compito. Nel video si vedevano le orde di ratti affamati che
quattrogiornilasuavittima. dapprincipio si avvicinavano alla vittima inerte, smaniosa di riuscire
in qualche modo a liberarsi. I famelici assassini, via via sempre pi numerosi e intraprendenti,
avevano alla fine cominciato ad attaccarlo, divorandone prima le orecchie e poi gli occhi. Alla fine,
del cadavere non restava che un mucchietto di ossa rosicchiate. Ritirato l'equipaggiamento se ne
and, e il suo commento fu: "Piccoli bastardi viziati". Consegnando il nastro con la registrazione al
committente, in breve tempo, visionandolo, quest'ultimo si rese conto di non riuscire a continuare
a guardare, da tanto raccapricciante fosse quello spettacolo. E aveva ragione. Kuklinski sfrutt
questo sistema infinite volte, affidando il compito di far sparire i cadaveri a quei ratti affamati e
dannatamente bravi nello svolgere quel bieco lavoro di ripulitura.
Immagine sotto: questo ci che accade normalmente quando si lascia per qualche ora una
persona legata in compagnia dei topi affamati. La vittima di Kuklinski tenne compagnia ai roditori
per 4 lunghi giorni, ma, nonostante il proverbio, dopo 3 giorni "l'ospite" non puzzava; infatti era
stato interamente ripulito, e di lui non restava altro che un mucchietto di ossa rosicchiate.

Il lavoretto per DeMeo


Roy Albert DeMeo era un potente mafioso di New York, membro della famiglia Gambino, che
comandava una gang nota come "The DeMeo Crew" la cui specialit era quella di non far ritrovare
i corpi delle vittime. Come amava ripetere Roy senza corpo non c delitto. DeMeo aveva gi un
centinaio di cadaveri alle spalle, era il mentore di Kuklinski, uno dei suoi maggiori datori di lavoro,
ed era anche lunica persona al mondo in grado di incutere timore in Ice Man.
Richard si trovava a Miami quando DeMeo gli propose un lavoro particolarmente interessante. Era
qualcosa di davvero speciale: un cubano aveva rapito e stuprato la figlia quattordicenne di un
affiliato dei DeMeo. Durante lo stupro, il criminale si era coperto il volto, quindi non si aveva la
certezza che fosse lui, ma i sospetti furono abbastanza per decretare una fine orrenda per il
cubano. Dopo avergli spiegato dove potesse trovarlo, a Richard venne ordinato anche questa volta
di farlo soffrire molto, moltissimo. Dopo una cordiale stretta di mano con DeMeo, e dopo aver
incassato i 20 mila dollari in contanti, Richard si mise sul suo furgone e guid da New York per
Miami. Fece questo estenuante viaggio senza mai fermarsi lungo il tragitto, n per mangiare un
boccone n per riposare. Aveva guidato fino a destinazione senza mollare. Non disponeva di una
fotografia del bersaglio, ma DeMeo gli aveva dato sia il modello che la targa dellautomobile che
luomo guidava, aggiungendo che solitamente luomo parcheggiava nei pressi di un certo hotel. Le
persone che Richard odiava di pi erano gli stupratori e chi faceva del male ai bambini. Cos come
era del tutto indifferente al cospetto della sofferenza di un uomo, Richard era invece empatico e
solidale nei confronti delle giovani ragazze che subivano quel genere di violenza. Per questo stava
gi pregustando l'omicidio che si apprestava a compiere. Era un lavoro che faceva davvero
volentieri, al punto che se glielo avessero chiesto, forse l'avrebbe svolto anche gratuitamente.
Come sua abitudine, Richard aveva ponderato al meglio le sue possibilit d'intervento. Si era
portato dietro una pistola calibro .38 caricata con proiettili a palla appuntiti e un coltello da caccia,
affilato meglio di un rasoio, dalla lama leggermente incurvata. Ogni volta che uccideva qualcuno
con un coltello, aveva preso l'abitudine di segnare una tacca sul manico. Su quello che si era
portato dietro aveva gi quattro tacche.
Raccontava: "Non ricordo bene quando mi venuta questa mania, so solo che a un certo punto
ho incominciato a segnare con delle tacche sul manico dei coltelli ogni omicidio portato a buon
fine. Un po come facevano i pistoleri nel Far West. Nel corso degli anni ho utilizzato dozzine di
pugnali per uccidere, e il manico di alcuni arrivato a riportare 10-15 tacche. A quel punto, dato
che non c'era pi spazio per le tacche, me ne liberavo, li gettavo via. E sono sicuro di averne gettati
via non pochi". Anche col cubano decise di usare un coltello. Durante il viaggio si era immaginato
tante volte lo sguardo dello stupratore che doveva uccidere, pregustava il momento in cui avrebbe
visto la vita abbandonare gli occhi del morente e una soddisfazione ancora maggiore gli derivava
dal fatto che, in quel caso, avrebbe tolto dalla circolazione il pi terribile dei criminali: lo stupratore
di bambini. La vittima risiedeva in un complesso residenziale a tre piani lungo la Collins Avenue,
accanto alla Settantesima strada, che si affacciava sia sull'oceano che sulla grande arteria. Presa
una stanza in un hotel vicino, dopo aver ben pranzato, aveva parcheggiato nel posteggio alla
ricerca dellauto del sospetto. Non l'aveva trovata e se n'era andato, ma solo per ritornare alle
15:30. Stavolta non avrebbe atteso invano. Un signore cubano era arrivato, aveva parcheggiato
ed era sceso fischiettando dalla sua auto del tutto ignaro di quello che gli sarebbe capitato da l a
poco. Richard controll: targa e modello corrispondevano a quelle che gli aveva dato DeMeo. A
quel punto bastava elaborare un piano. Decise di entrare in azione alle 23:30 di quella stessa
notte. Era di nuovo in macchina, nel parcheggio del complesso residenziale. Parcheggiato il suo
furgoncino nel posto libero pi vicino alla macchina del cubano, era sceso, gli aveva squarciato
una gomma ed era tornato sul suo mezzo. Il metodo era ben collaudato e lo aveva applicato in
molte occasioni. Aveva gi anche premeditato di portare la vittima in un palmeto, a circa 2 ore di
auto da dove si trovava. Verso mezzanotte il bersaglio era arrivato a prendere la macchina.
Accortosi della gomma bucata, si era messo a imprecare mentre apriva il cofano per recuperare
la ruota di scorta. Aveva appena voltato le spalle che gi Kuklinski gli puntava la pistola contro la
schiena. Lo intim di seguirlo, con una voce distaccata e fredda. A questo punto gli aveva mostrato
la pistola e lo aveva trascinato fino al suo furgone. Qui l'aveva cacciato dentro, gli aveva stretto le
mani dietro la schiena e infilato uno straccio in bocca sul quale aveva poi applicato il solito pezzo
di nastro isolante grigio. Salito alla guida, con tutta calma aveva fatto manovra ed era uscito dal
parcheggio. Il tutto non era durato pi di un paio di minuti. Mentre procedeva lungo la Collins
Avenue in direzione nord si era rivolto al malcapitato passeggero, spiegandogli il motivo di tale
gesto e come mai avesse scelto proprio lui come bersaglio. La vittima, impossibilitata a parlare,
emetteva soltanto versi e mugugni. Quello che era strano in lui, non erano tanto le parole che
diceva, quanto il modo freddo e distaccato con cui le pronunciava. Richard approfitt anche del
fatto per stuzzicarlo un po, rendendo il tutto molto pi divertente, dicendogli addirittura che prima
di ucciderlo lo avrebbe fatto soffrire moltissimo, dato che lo avevano pagato proprio per quel
motivo. E il cliente, si sa, ha sempre ragione aggiunse ridacchiando gelidamente. Imboccata una
stradina sterrata che conduceva nel cuore di quella isolata e selvaggia distesa di palme, giunto
presso la spiaggia e infilati i soliti guanti in plastica, Richard aveva fatto scendere la vittima,
conducendolo verso una palma dove lo leg per bene con una corda di nylon. A questo punto
l'uomo era precipitato nel panico pi totale: Kuklinski gli mostr il coltello e la sua lama che aveva
affilato alla perfezione personalmente. Gli aveva fatto scendere pantaloni e mutande, quindi,
afferrati i testicoli con una mano, con l'altra glieli aveva staccati di netto con un colpo di coltello.
Un dolore era esploso nell'uomo privato degli attributi. Gli occhi fuori dalla testa, aveva visto i suoi
genitali in mano al killer. Lasciando passare qualche minuto affinch il malcapitato si riprendesse
dallo spavento e dal dolore, Richard non perse tempo per continuare a punzecchiarlo verbalmente,
dato che si stava divertendo un mondo. Riprese subito dopo con il lavoro e, preso questa volta il
pene tra le mani, glielo amput, mostrandoglielo poi in contemporanea a una sadica risata, mentre
ancora la ferita zampillava sangue. Poi, infil il trofeo in un sacchettino per alimenti che si era
portato dietro apposta, in modo tale da avere le prove da esibire al committente e dimostrargli
tangibilmente le sofferenze del povero malcapitato. Tornato dalla vittima, l'aveva completamente
denudata. Poi col coltello aveva incominciato a farlo letteralmente a fettine. Staccava lentamente
delle strisce di carne, come delle piccole bistecche da fare arrosto. Ogni volta che ne tagliava una,
gliela mostrava, con un sorriso. In breve l'uomo era diventato uno spettacolo orribile a vedersi
anche alla pallida luce della luna di Miami. Di nuovo Richard era tornato al furgone. Si era procurato
un barattolo di sale e ora si divertiva a cospargerlo a profusione sulle tante lacerazioni fresche che
gli aveva inflitto. Sapeva che quel tocco aggiuntivo avrebbe provocato un'intensit di dolore ancora
pi straordinaria. Aveva lasciato tempo al sale di svolgere la sua azione. A questo punto, aveva
affondato completamente il coltello nel basso ventre dell'uomo e gli aveva squarciato la pancia. Le
budella erano scivolate fuori dal corpo ed erano rimaste penzoloni per qualche momento. Infine lo
liber dalla palma a cui era ancora legato, gli infil un salvagente e lo trascin fin sulla spiaggia,
al limite dell'acqua. Con la voglia di punzecchiarlo e renderlo pi conscio di quello che gli stava
succedendo, Richard spieg che una volta in acqua i pescecani non ci avrebbero impiegato pi di
un secondo a trovarlo, sentendo l'odore del suo sangue, specialmente in quella zona dove se ne
avvistavano molti, in particolare i temibili squali tigre. Con questa benedizione, lo trascin e spinse
in acqua, affidandolo al mare. Poi ritorn sul suo furgone, raccolse tutti i pezzi di carne staccati dal
corpo dell'uomo e li gett in mare ai famelici squali che nel frattempo erano gi accorsi e si
disputavano luomo tra grida atroci. Completato anche questo lavoro, contento e rilassato pi che
mai, se ne torn in hotel per mangiare qualcosa e per riposarsi, dopo la grande fatica appena fatta.
Gli ultimi giorni di libert di Ice Man
Kuklinski non mai stato un padre violento. Solitamente si sfogava spaccando i mobili o altri
oggetti. Diverso il trattamento che riservava alla moglie Barbara. Lei veniva picchiata abbastanza
frequentemente, anche davanti ai figli. In pi di unoccasione Richard le mise un cuscino in faccia,
fingendo di soffocarla. Una volta la minacci con la pistola. Ossessionato da Barbara ai massimi
livelli, esigeva di conoscere ogni suo minimo spostamento e la esortava (spesso tramite minacce)
a rimanere in casa perch non voleva frequentasse altre persone. Kuklinski era per attento, in
modo quasi maniacale, alle apparenze. Pretendeva che la sua fosse la trasposizione nella vita di
ogni giorno delle perfette famiglie americane che si vedono nei film e, almeno per chi li conosceva
in modo superficiale, la recita ebbe un discreto successo.
A prima vista, la tipica famiglia americana
perfetta: I Kuklinski

Nonostante questa apparentemente idilliaca vita familiare, da anni le forze dell'ordine cercavano
di accumulare prove per incastrarlo. Loccasione giunse quando Ice Man si rivolse, senza
saperlo, ad un agente sotto copertura a cui era stato indirizzato per acquistare del cianuro col
quale avrebbe dovuto uccidere qualcuno quella sera stessa. Il cianuro era diventato, nel
frattempo, uno dei suoi metodi preferiti. Il suo fornitore abituale di questo potente veleno era
stato recentemente arrestato, quindi Kuklinski dovette cercare un nuovo venditore. Aveva
escogitato un metodo infallibile: diluendo il cianuro nellacqua e mettendolo in un nebulizzatore
come quelli che si usano per i nasi congestionati dal raffreddore, si fingeva raffreddato e si
avvicinava alla vittima col nebulizzatore dentro un fazzoletto. Quando gli era vicino, bastava una
spruzzata di veleno per ucciderlo in pochi secondi. E il cianuro, in quelle dosi, non lasciava
tracce, quindi i patologi stabilivano che la persona era morta per cause naturali. Oppure
aggiungeva il cianuro in cibi e bevande destinate alla vittima, e gliele offriva osservando poi con
piacere la straziante agonia. L'agente che aveva venduto il cianuro a Ice Man registr la
conversazione e Kuklinski, prima di tornare a casa, volle testare il veleno su un gatto randagio,
offrendogli un appetitoso sandwich nel quale aveva messo una dose di veleno capace di
uccidere una mandria di brontosauri in pochi secondi. Ma il sandwich non ebbe nessun effetto
sul gatto, che anzi reclamava altro cibo. Accortosi cos che c'era qualcosa che non quadrava,
Kuklinski decise di rinunciare all'omicidio che avrebbe dovuto compiere quella sera e si rec a
casa. Ma a casa trov in sua attesa la polizia di New York e venne arrestato, il 17 dicembre
1987.

Il processo, il carcere e la morte


Mio marito un uomo buono, gentile. Un bravo pap. Tutti gli amici dei miei figli hanno sempre
detto che avrebbero voluto poter avere un padre come Richard cos esordisce la moglie di
Kuklinski quando i poliziotti lo vengono ad arrestare.
Venne condannato a sei ergastoli ma non alla pena di morte, a causa della totale mancanza di
testimoni durante gli omicidi. Un vero professionista non lascia mai testimoni dietro di s, e
Kuklinski, pur avendo ucciso centinaia di persone si accert sempre con estrema pignoleria di non
lasciarne mai nessuna viva. E anche se, a sua insaputa, qualche testimone sopravvisse, si guard
bene dal raccontare quello che aveva visto in unaula di tribunale. Fu rinchiuso all'interno della
prigione del New Jersey nella quale si trovava anche il fratello accusato, pochi anni prima, di aver
violentato e ucciso una ragazzina di 12 anni. Kuklinski si rifiut sempre di vederlo poich, per il
suo codice morale, la violenza sui minori era un crimine inaccettabile. Da quando venne arrestato,
Richard Kuklinski divenne una vera e propria celebrit. Ricevette migliaia di lettere, svariate
proposte di matrimonio, rilasci oltre 200 ore di interviste, sia ai giornalisti pi famosi dAmerica
che agli sconosciuti giornalisti locali. Partecip a vari documentari e accett di scrivere, insieme
all'autore Philip Carlo, la sua biografia The Ice Man: Confessions of A Mafia Contract Killer, dove
raccont nei particolari tutti i suoi innumerevoli delitti.

Nelle immagini: Richard Kuklinski in carcere

L'America fu sconvolta da queste rivelazioni e soprattutto le dichiarazioni rilasciate alla HBO e le


interviste ottennero un successo di ascolti altissimo in tutto il paese. Verso la fine, arriv addirittura
ad affermare di aver partecipato alla famosissima sparizione (e conseguente esecuzione) del
sindacalista Jimmy Hoffa, avvenuta il 30 luglio 1975. Ma su quest'ultima affermazione, i dubbi
rimasero tanti. Si pens che fosse pi che altro una sorta di azione di marketing, un modo di far
parlare di s, per aiutare le vendite della sua autobiografia. A Kuklinski indubbiamente piaceva
molto parlare del suo passato e dei suoi misfatti con i giornalisti e con gli scrittori, e tutto ci non
sfugg ai suoi innumerevoli mandanti e alle varie famiglie mafiose della costa Est per cui aveva
lavorato in passato. il 5 marzo del 2006 quando Richard Kuklinski muore nella sua cella, nella
prigione di Trenton, New Jersey. Il referto ufficiale dellautopsia parla di complicazioni cardiache,
anche se pi di una voce sostiene che IceMan sia stato avvelenato da qualcuno che probabilmente
lo reputava troppo scomodo. Qualche mese dopo quella data avrebbe dovuto testimoniare, guarda
caso, in un processo contro la famiglia mafiosa Gambino, per la quale aveva lavorato in passato.
Ai Gambino non parve vero che Ice Man fosse venuto a mancare proprio poco prima di quel
processo, e, come facevano solitamente, anche stavolta affermarono che ci fosse dovuto al fatto
che il Signore aveva voluto esaudire, ancora una volta, le loro preghiere.
Fonti e Bibliografia:

Philip Carlo: The Iceman: Confessions of Mafia Contract Killer, Published 2008 by Mainstream
publishing.
The Iceman Interviews, The 1991 "Iceman Tapes", Directed by Arthur Ginsberg,
http://www.youtube.com/watch?v=QXgi72W2H7U
Richard Kuklinski, la storia del serial killer, Fabio Totis
The Iceman An In-depth Look at Anti-social and Paranoid Personality Disorder, Dr. Park Dietz
Unmasking the Ice Man: Exploring sociopathy in introductory criminal justice courses, Michael J.
Bolton, Marymount University
Angeli della morte: Harold Shipman

Angelo della Morte un termine utilizzato in criminologia per indicare una categoria di serial killers
piuttosto rara, che agiscono nell'ambiente medico-ospedaliero. Questa definizione deriva dal

soprannome con il quale era noto il medico nazista Josef Mengele, famoso per la sua efferatezza
nel campo di concentramento di Auschwitz. Mengele non era propriamente un serial killer, dato
che il suo fine ultimo non era uccidere, ma portare a termine i suoi folli esperimenti di eugenetica,

cio scoprire il segreto della trasmissione dei geni ereditari (compito assai arduo, dato che il DNA
ancora non era stato scoperto) oltre alla ricerca per la sterilizzazione delle minoranze. Ma Mengele
non esitava ad uccidere freddamente quando i suoi esperimenti fallivano, per nascondere i suoi
insuccessi, arrivando ad essere cos il pi spietato aguzzino dellintero campo di concentramento.

Ci nonostante, il termine viene ormai utilizzato ufficialmente in ambito criminologico. Secondo un


tribunale americano, anche il Dottor Jack Kevorkian (conosciuto come il "Dottor Morte"), noto per
aver praticato il suicidio assistito su 129 malati terminali consenzienti, doveva essere considerato

alla stregua di un serial killer appartenente al ramo degli Angeli della Morte. Venne quindi
condannato a 25 anni di reclusione per omicidio di secondo grado.
Gli angeli della morte sono l'unica categoria di assassini seriali le cui vittime non rispecchiano le
loro preferenze sessuali, e ci li rende una categoria sui generis. Le loro vittime sono i pazienti con
i quali entrano in contatto, spesso persone in cattivo stato di salute, come anziani e malati cronici,

oppure deboli, come neonati o bambini. Il modus operandi prevede in genere la somministrazione
in dosi letali di farmaci o sostanze tossiche tramite iniezioni. Questo rende gli omicidi
particolarmente difficili da scoprire, in quanto ad un esame poco approfondito le morti possono
essere archiviate come incidenti o avvenute per cause naturali. Nell'eventualit di un'autopsia,

inoltre, la presenza di queste sostanze pu essere facilmente giustificata. I moventi di questi serial
killer sono diversi. Alcuni di essi uccidono per la sensazione di onnipotenza che deriva dall'avere
il controllo sulla vita e sulla morte dei pazienti. Altri, invece, dichiarano di agire unicamente per

alleviare le sofferenze delle persone che hanno in cura, motivazione che nella maggior parte dei
casi viene sfatata dalle condizioni di salute non irreversibili (talvolta nemmeno gravi) di molte delle
loro vittime al momento del decesso. Una categoria particolare di angeli della morte comprende i
medici e le infermiere che creano una situazione di emergenza, mettendo volontariamente a

repentaglio la vita del paziente di cui si stanno occupando invece di ucciderlo, unicamente per
attirare l'attenzione su di s. Questo comportamento spesso collegato ad una particolare
manifestazione di sindrome di Mnchausen per procura.

Harold Frederick Shipman (Nottingham, 14 gennaio 1946 Wakefield, 13 gennaio 2004) stato
un medico e assassino seriale britannico, che uccise un numero compreso tra 215 e oltre 260 o
addirittura 345 persone con la Diamorfina, pi comunemente nota come Eroina; al processo gli

furono attribuite soltanto 15 vittime. Shipman studia medicina alla Leeds School of Medicine e si
laurea nel 1970. Inizia a lavorare presso il Pontefract General Infirmary, nella regione dello
Yorkshire, e nel 1974 ottiene un posto come un medico generico presso lAbraham Ormerod
Medical Centre di Todmorden, West Yorkshire. Nel 1975, viene sorpreso ad autoprescriversi della

Petidina (Demerol), un forte stupefacente oppiaceo 3 volte pi potente della morfina, di cui faceva
abbondante utilizzo. Questo gli costa una multa di 600 Sterline, e una cura di disintossicazione in
una clinica di riabilitazione per tossicodipendenti. Nonostante tutto, nel 1977 ritorna a lavorare

come medico generico al Donneybrook Medical Centre di Hyde vicino a Manchester. Durante il
colloquio per l'assunzione, non nega ai vertici dell'ospedale la sua precedente dipendenza dalla
droga, ma la sua sincerit apprezzata e gli viene concessa una "seconda possibilit". Shipman

continua a lavorare in ospedale fino alla fine degli anni 80, per poi fondare il proprio ambulatorio
nel 1993, diventando un membro rispettato della comunit. Nel marzo 1998, la dott.ssa Linda
Reynolds di Hyde, messa in allarme da un'agenzia di pompe funebri riguardo l'alto tasso di
mortalit tra i pazienti del Dottor Shipman, esprime parecchie preoccupazioni a John Pollard,
medico patologo per il Distretto Sud di Manchester. In particolare, si insospettisce per il gran

numero di cremazioni di donne anziane firmate dal Dott. Shipman. La questione viene portata
all'attenzione della polizia, che non trova per le prove sufficienti per formulare accuse precise; il
Dott. Shipman, a sua volta, accusa la polizia di aver assegnato degli agenti inesperti al suo caso.
La sua ultima vittima stata Kathleen Grundy, trovata morta nella sua casa il 24 giugno 1998.

Shipman stato l'ultima persona a vederla in vita, ne ha firmato il certificato di morte, specificando
come causa "vecchiaia". La figlia di Grundy, l'avvocato Angela Woodruff, non si capacita quando
il collega Brian Burgess la informa che dalla madre era stato redatto un testamento. I dubbi sulla

sua autenticit erano parecchi. Lei stessa e i suoi figli erano estromessi dall'eredit, mentre il
lascito di 386.000 Sterline aveva un unico beneficiario: il Dottor Shipman. La polizia inizia
un'inchiesta, riesumando il cadavere della Grundy, nel quale vengono rinvenute evidenti tracce di
Diamorfina. Shipman viene arrestato il 7 settembre 1998, e durante una perquisizione viene

rinvenuta una macchina da scrivere del tipo utilizzato per scrivere il testamento della Sig.ra
Grundy. La polizia ha poi indagato su altre morti certificate da Shipman, e ha stilato una lista di 15
casi si cui indagare. Durante una successiva perquisizione nel suo ambulatorio privato vengono

scoperti un manoscritto che descrive lesatta procedura per somministrare dosi letali di Diamorfina
senza lasciare i segni tipici dell'overdose, i certificati di morte dei suoi pazienti da lui stesso firmati
e una serie di cartelle cliniche falsificate, che indicavano pessime condizioni di salute dei suoi
pazienti, che in realt erano sani.

Sulle motivazioni di Shipman ci sarebbe molto da scrivere, ma, senza entrare in lunghe
dissertazioni sulla psicologia del personaggio, due teorie paiono pi plausibili: la prima dice che
voleva essere catturato perch la sua vita era fuori controllo; l'altra teoria invece dice che aveva in

mente di andare in pensione a 55 anni e poi lasciare il Regno Unito. Va aggiunto il fatto che,
quando era adolescente, la madre si ammal gravemente di cancro e Shipman rimase entusiasta
delle propriet magiche della morfina, che annullava in pochi secondi gli atroci dolori di cui la

madre soffriva. Questo fatto segn sicuramente la sua vita e la sua condotta in ambito medico.

Il processo di Shipman ha inizio il 5 ottobre 1999. Il 31 gennaio 2000, dopo sei giorni di camera di
consiglio, la giuria trova Shipman colpevole di aver ucciso 15 pazienti con iniezioni letali di

diamorfina, e di aver falsificato il testamento di Kathleen Grundy. Il giudice lo condanna a 15


ergastoli senza possibilit di rilascio.
Shipman ha sempre negato la sua colpevolezza, contestando le prove scientifiche contro di lui.
Non ha mai fatto alcuna dichiarazione sulle sue azioni. Anche se si sarebbero potuti portare in
tribunale molti altri casi, le autorit hanno concluso che sarebbe stato difficile avere un processo

equo, vista l'enorme pubblicit mediatica del processo. Inoltre, viste le sentenze del primo
processo, un ulteriore processo non era necessario. Una successiva inchiesta su Shipman ha
concluso che egli era probabilmente responsabile di circa 250 decessi, o addirittura 345.

Shipman si suicida impiccandosi dalle sbarre della finestra della sua cella con le lenzuola nel
carcere di Wakefield alle 06:20 del 13 gennaio 2004, alla vigilia del suo 58 compleanno, e viene
dichiarato morto alle 08:10. In una delle ultime relazioni redatte per il suo caso, pubblicata il 24
gennaio 2005, si giunti alla conclusione che il probabile numero delle vittime di Shipman tra il

1971 e il 1998 stato di 250. In totale per, 459 persone sono morte mentre erano sotto le sue
cure, ma incerto il numero di coloro che sono stati vittime di Shipman, dato che era spesso l'unico
medico a certificare un decesso.
EdGein,ilMacellaioFollediPlainfield

Quando in una fatiscente fattoria del Wisconsin la scena del crimine apparve agli occhi degli

investigatori, si apr il capitolo su una delle pi perverse menti della storia del crimine, quella del
Macellaio Folle di Plainfield, Ed Gein. E lAmerica scopr al suo interno il male in persona. Ma chi
era realmente Ed Gein, e soprattutto, cosa lo spinse a trovare conforto nel dilaniare la carne di altri

esseri umani?

Edward Theodor Gein nacque il 27 agosto 1906 a La Crosse, Wisconsin. I suoi genitori, entrambi
originari del Wisconsin, si erano sposati il 7 luglio 1900, e ebbero due figli, di cui Ed era il minore,

e il maggiore si chiamava Henry G. Gein. George Gein, il capofamiglia, era un violento alcolizzato,
perennemente disoccupato. La madre Augusta aveva un piccolo negozio di alimentari e, pi tardi,
comper una fattoria alla periferia di un piccolo paese, Plainfield, che da allora divenne la dimora

permanente della famiglia Gein. Augusta aveva deciso di trasferirsi in questo luogo desolato
essenzialmente per impedire agli estranei di influenzare i suoi figli. Il piccolo Gein si lasci cos
tutto alle spalle e inizi a evitare ogni rapporto umano a scuola. Trascorreva la maggior parte del
tempo in piccoli lavori manuali nella fattoria. La madre Augusta, una fanatica Luterana, inculc ai

suoi ragazzi l'immoralit innata del mondo, il male in terra e la convinzione che tutte le donne (lei
esclusa) fossero immonde peccatrici e prostitute. A suo dire, l'unica forma possibile di sessualit
era quella atta ai fini della conservazione della specie. Ogni pomeriggio leggeva la bibbia ai
ragazzi, soffermandosi prevalentemente sulle parti inerenti la morte, la violenza, gli omicidi e
menzionando ogni volta lorribile castigo e le sofferenze della punizione divina, la Giustizia di Dio.

Il giovane Ed, a causa della sua statura sotto la norma e per via di un modo di fare lievemente
effemminato, divenne un facile bersaglio per i bulli. I compagni di classe e gli insegnanti ricordano
il suo comportamento bizzarro, i suoi improvvisi attacchi di riso, come se ridesse di una sua stessa
battuta. Nonostante il suo scarso inserimento sociale, andava abbastanza bene a scuola, in

particolar modo in letteratura e nello studio dell'economia. Quando il padre George mor nel 1940,
Henry aveva gi cominciato a criticare la visione del mondo della madre Augusta, a disapprovarla
e a parlarne male con il fratello. Nel marzo 1944, un incendio che divamp nella loro fattoria colse

i fratelli Gein di sorpresa. Quando Ed chiam la polizia, dichiar di aver perso di vista il fratello
durante lincendio, ma ne ritrov subito il corpo e condusse senza indugi gli agenti a recuperare il
suo cadavere. Anche se era evidente che il fratello maggiore aveva subto un forte trauma al cranio
dovuto ad un colpo contundente, il medico legale della contea locale stabil che la sua morte era

avvenuta per normale asfissia, durante la lotta al fuoco. Gein rimase cos a vivere con la sola
madre che, meno di due anni dopo, il 29 dicembre 1945, mor dopo una serie di colpi apoplettici,
lasciando Ed a vivere da solo con s stesso. Nessuno sapeva che passava ore ossessionato a

documentarsi sull'anatomia femminile. Era affascinato anche dagli esperimenti umani dei campi
nazisti. La sua mente era piena di immagini di sesso e di smembramento. Ed condivise le sue
intenzioni con Gus, un suo amico di lunga data molto simile a lui, e assieme i due cominciarono a
profanare tombe, con lintenzione di rifornirsi di parti di cadaveri. Questo scenario and avanti per

pi di 10 anni, e persino il cadavere della sua stessa madre venne riesumato dalla strana coppia
di profanatori di tombe. Col tempo gli esperimenti con i cadaveri divennero sempre pi macabri e
bizzarri, fino ad arrivare a atti di necrofilia e cannibalismo. Ma tutto questo non bastava a Gein. Il

16 novembre 1957 entr, spinto dalle peggiori intenzioni, nel negozio di ferramenta di propriet di
Bernice Worden. Gein era un cliente abituale e la donna non aveva motivo di temerlo. Ma quel
giorno invece Ed prese un fucile calibro 22 dallespositore di vendita, lo caric e spar alla donna.

Ne mise il cadavere su un furgone e la port a casa sua. L'indagine per la sorte di Bernice Worden
inizi quando il figlio Frank, un vice sceriffo, tornato nel tardo pomeriggio da una battuta di caccia,
scopr che la madre era sparita e il pavimento del negozio era zeppo di tracce di sangue. Worden
pens a tutte le attivit insolite notate quegli ultimi giorni e si ricord di Gein, che era entrato e

uscito dal negozio varie volte, spesso intorno allorario di chiusura; ci faceva di lui uno dei primi
sospettati. La polizia si rec quindi alla fattoria della vittima, alla ricerca di ulteriori indizi. Entrando
in un capannone, gli agenti fecero la loro prima orribile scoperta di quella notte: il cadavere della
signora Worden. Era stato decapitato, il suo corpo senza testa appeso a testa in gi per mezzo di
funi ai polsi e una traversa tra le caviglie. Il dettaglio pi raccapricciante era che il corpo era vuoto,

tutti gli organi erano stati rimossi e deposti allesterno. Queste mutilazioni erano state effettuate
post mortem; la morte, di per s, era avvenuta per uno sparo di un fucile calibro 22 a distanza
ravvicinata. Successivamente avvenne la perquisizione della casa di Gein. Gli agenti di polizia si
ritrovarono tra enormi mucchi di spazzatura, guidati soltanto dalla fievole luce delle lampade ad

olio. Man mano che gli occhi si abituarono alla visione nella quasi oscurit, i cumuli di spazzatura
presero per una forma molto pi riconoscibile e ben pi orrenda di quanto si potesse immaginare.
Da tutte le parti apparivano parti di corpi umani, alcuni usati come oggetti decorativi per la casa,

come ciotole realizzate con calotte craniche, gioielli realizzati con pelle umana, paralumi ricavati
dalla carne che emanavano un bagliore misterioso e putrido, sedie tappezzate con pelle umana,
maschere fatte con pelli di viso e una scatola contenente diverse vagine, tutte elegantemente
impreziosite con una verniciatura dargento. Una scatola di scarpe sotto il letto conteneva una

collezione di genitali femminili. I volti di nove donne, accuratamente riempiti e ricostruiti, erano
appesi su una parete. Piatti fondi erano stati ricavati dalle calotte craniche. Numerose sedie erano
state rivestite in pelle umana. Una scatola conteneva una collezione di nasi. Una cintura era stata

creata con capezzoli maschili. Una camicia di pelle umana, con i seni, era stata forgiata dal torso
di una donna di mezza et. Gein avrebbe poi confessato di aver spesso indossato la camicia
fingendo di essere sua madre. A peggiorare le cose, il frigorifero, pieno di organi umani congelati.
Si stabil successivamente che le parti del corpo provenivano da 15 donne diverse. Uno degli

elementi pi scioccanti fu il ritrovamento, in una padella tra i fornelli, del cuore della madre
dellagente Worden. Intorno alle 4:30 del mattino, dopo ore di perquisizione, i ricercatori scoprirono
un sacco di tela ricoperto di sangue. All'interno di esso cera una testa appena mozzata. La testa

apparteneva a Bernice Worden, che Gein aveva previsto di appendere al muro come decorazione.
Gli eventi di quella notte avrebbero cambiato per sempre la vita dei poliziotti che perquisirono
quella casa degli orrori. Questo lelenco di ci che venne trovato durante la perquisizione in casa

Gein: Teschi umani montati sui quattro angoli del letto Un paralume in pelle umana e una sedia
rivestita in pelle umana Calotte craniche utilizzate come scodelle Un cuore umano che cuoceva in
una casseruola sul fuoco La testa di Maria Hogan, proprietaria di un bar locale, in un sacco di tela
Una plafoniera costituita da labbra umane Un giubbotto realizzato dalla pelle del torso di una donna

Una cintura costituita da una serie di capezzoli maschili Delle calze fatte di pelle umana Varie
maschere di pelle umana, molte delle quali rimpicciolite. Ed aveva sentito parlare di queste teste,
rimpicciolite tramite la bollitura e limpiego di alcune erbe, dai racconti di un cugino che, durante la
seconda guerra mondiale, aveva stanziato con lesercito in una isoletta del sud pacifico.
Ovviamente, le aveva realizzate e ne aveva decorato la casa. Gein ammise durante l'interrogatorio

di aver profanato diverse tombe di donne che avevano un qualsiasi nesso con la madre, fosse
let o una vaga somiglianza; in ogni tomba trovava preziosi reperti, che portava a casa e
sottoponeva a vari trattamenti per renderli pi belli e scintillanti. Gein ha per sempre negato
qualsiasi forma di rapporto sessuale con i corpi esumati, giustificandosi con il fatto che puzzassero

troppo. Poco dopo la morte di sua madre, Gein decise di voler cambiare sesso, anche se non
chiaro se fosse un vero transessuale; il pi delle volte, la sua unica intenzione era quella di creare
un vero vestito da donna da indossare in modo da poter fingere di essere sua madre, invece di

voler cambiare sesso. Harold Schechter, autore di diversi libri di criminalit, ha scritto un best-
seller sul caso Gein chiamato Deviant. In questo libro, Schechter afferma che il poliziotto Arte
Schley, preso dalla rabbia, aveva aggredito fisicamente Gein durante gli interrogatori sbattendogli
la testa contro un muro; e fu a causa di questo che la confessione iniziale di Gein fu dichiarata non

valida. Lagente Schley mor per un attacco cardiaco all'et di 43 anni, poco prima del processo
Gein. A detta di chi lo conosceva, Schey era rimasto cos traumatizzato dagli orrori dei crimini di
Gein e dal terrore di dover testimoniare in aula (in particolar modo riguardo alla sua aggressione

allimputato), da morirne di morte prematura al solo pensiero. Uno dei suoi amici disse: "Era
esattamente una vittima di Ed Gein come le altre, proprio come se Gein stesso lo avesse
sgozzato". Poco dopo il suo arresto, Gein fu dichiarato mentalmente instabile e quindi non in
condizione di sostenere un processo, e venne trasferito allo State Central Hospital (ora la Dodge

Correctional Institution) a Waupun, in Wisconsin. Pi tardi, quando il Central State Hospital


divenne un carcere, Gein fu trasferito al Mendota State Hospital di Madison, Wisconsin. Nel 1968,
i medici di Gein decisero per che egli era sufficientemente consapevole per subire un regolare

processo, e in quello stesso processo venne dichiarato non colpevole per infermit mentale e
quindi condannato a trascorrere il resto della sua vita in un manicomio criminale. La sua casa
venne rasa al suolo da un incendio di natura dolosa. Nel 1958, la macchina di Gein, che era servita

per trasportare i corpi delle sue vittime, venne venduta allasta per la somma (allora considerevole)
di 760 dollari a un gestore di spettacoli circensi, che ne fece una delle sue maggiori attrazioni. Per
poter vedere la famigerata macchina chiamata "Ed Gein Ghoul Car", il pubblico doveva pagare un
biglietto dingresso di 25 centesimi. Il 26 luglio 1984 Ed Gein mor per insufficienza respiratoria e

cardiaca nel Mendota Mental Health Institute. La sua tomba, nel cimitero di Plainfield, stata
spesso vandalizzata nel corso degli anni; i collezionisti di souvenirs staccavano piccoli pezzi della
sua lapide come ricordo. Nel 2000 venne rubata e ritrovata nel giugno 2001 vicino a Seattle.
Attualmente si trova in un museo a Wautoma, in Wisconsin. Ma la sua storia non finisce qui, Ed
Gein vive ancora. Anche durante la sua vita, Gein era diventato una mitica creatura da incubo,

grazie alle leggende locali e alla reputazione di Folle Macellaio di Plainfield. Questa oscura
creatura stata immortalata per la prima volta nel 1960 dal regista Alfred Hitchcock nel suo film,
Psycho. Unaltra caratterizzazione di Gein torn sul grande schermo nel 1974 con un b-movie
che divenne un film di culto chiamato Squilibrato. La storia un ritratto agghiacciante del mondo

e della vita di un maniaco. Gein vi raffigurato come un killer di nome Ezra Cobb che mantiene il
corpo mummificato di sua madre quando lei muore, porta a casa altri cadaveri per tenerle
compagnia, e uccide ogni volta che sente il bisogno di indossare nuovi abiti di pelle. Nello stesso

anno (1974), l'influenza di Gein si fece sentire di nuovo in Non aprite quella porta, diretto da Tobe
Hooper, ispirato da fatti reali della vita di Gein. Questo inquietante film considerato un classico
dell'orrore e ritrae un'intera famiglia di pazzi e cannibali che si dilettano a indossare pelle umana
e a creare ornamenti bizzarri dai corpi delle loro vittime. La storia di Gein viene riportata

nuovamente sugli schermi nel 1991 con l'uscita del film Il silenzio degli innocenti. Basato su un
libro di Thomas Harris, il film parla, tra le altre cose, di un serial killer chiamato "Buffalo Bill", perch
scuoiava le sue vittime con lo scopo di creare un vestito di pelle umana e di trasformarsi in una

donna. La storia di Ed Gein ha ispirato anche vari documentari, giochi e pure un fumetto. Insomma,
lo "strano piccoletto" di Plainfield non mai stato dimenticato e sicuramente la sua presenza
continuer a farsi sentire per molti, molti anni a venire

ALCUNIREPERTIDELLA"COLLEZIONEDIGEIN

LACINTURAFATTADICAPEZZOLIMASCHILIDAGEIN

LAMASCHERADIPELLEUMANAINDOSSATASPESSODAGEIN

ILPARALUMEFATTODIPELLEUMANADIGEIN
Albert Fish, il Vampiro di Brooklyn

Ci sono pochi assassini nella storia americana che hanno raggiunto un livello di squilibrio e
perversione pari a Albert Fish, un vecchietto apparentemente gentile e innocuo. A prima vista un
affabile nonnino come quelli amati da tutti i bambini, ma dietro la tranquilla facciata dei suoi capelli

d'argento si nascondeva un orribile mostro e predatore, che operava con i suoi "strumenti
dell'inferno": una mannaia, un coltello da macellaio e una sega. A suo dire, aveva molestato pi di
400 bambini durante l'arco di 20 anni, e nelle parole scioccate di uno degli psichiatri che lo hanno
visitato, Fish aveva vissuto una vita di "perversione senza precedenti." Egli rimane uno degli uomini

pi anziani mai giustiziati sulla sedia elettrica. Dopo la sua cattura, giustific i suoi crimini con
un'infanzia piena di violenza e soprusi. I suoi antenati avevano combattuto durante la Rivoluzione
Americana ed erano eroi di guerra, ma il piccolo Albert venne abbandonato in tenera et alle cure

di un orfanotrofio, dove speriment in prima persona la brutalit dei suoi primi atti di sadismo. Nato
nel 1870 nella zona di Washington DC, si spos ed ebbe sei figli. Terminate le elementari, inizi a
lavorare come tuttofare e pittore. probabile che la sua psicosi si sia effettivamente manifestata
molto precocemente, ma secondo la testimonianza di uno dei suoi figli, il suo comportamento

strano e imprevedibile non ha cominciato ad emergere prima del gennaio del 1917. Proprio in quel
mese la moglie fugg di casa con un certo John Straub, un tuttofare amico della famiglia Fish; un
giorno, Fish torn a casa e la trovo deserta, svuotata persino dei mobili. Anche il comportamento

della Signora Fish dopo quell'episodio fu alquanto bizzarro. Qualche mese dopo si ripresent con
il suo amante John Straub e chiese al marito se poteva tornare a vivere a casa, ma assieme alla
sua ultima conquista; Fish le disse che lei era la benvenuta ma soltanto senza il suo amante, che
la Signora, a quel punto, finse di scaricare su due piedi. Pi tardi Albert scopr che l'altro uomo era
nascosto in soffitta e la sua consorte gli passava quotidianamente del cibo di nascosto. Dopo
questa scoperta, John Straub svan e da quel giorno non si ebbero pi notizie di lui. E da quel
momento le "stranezze" di Fish si fecero sempre pi numerose. Trasferitosi nella casa estiva della

famiglia a Wisteria Cottage, nella contea di Westchester, New York, ogni sera saliva in cima alla
collina, agitando il pugno contro il cielo e gridando ripetutamente: "Io sono il Cristo!". Era un palese
masochista, il dolore lo deliziava, sia quello che infliggeva a s stesso, sia quello che affibbiava
agli altri. Inseriva un gran numero di aghi nel suo corpo, soprattutto nella regione genitale, e si

bruciava continuamente con ferri caldi e mazze. Assiduo lettore di riviste specializzate dove donne
sole cercavano mariti per corrispondenza, tutte le sue 46 lettere furono ritrovate e messe agli atti
del processo. Queste lettere erano cos oscene che per la stessa accusa si rifiut di renderne

pubblico il contenuto. In sostanza, Fish rispondeva alle donne disponibili, ma chiariva subito che il
matrimonio si sarebbe dovuto basare su certe pratiche sado-masochistiche che descriveva nei
minimi dettagli. Nessuna delle donne contattate accett per le sue offerte. I figli testimoniarono
che, nelle notti di luna piena, consumava enormi quantit di carne cruda. Nel corso degli anni,

raccolse una grande quantit di materiale sul cannibalismo, per poter portare sempre con s gli
articoli pi raccapriccianti, in modo da poterli leggere in ogni momento. Prima che iniziasse ad
uccidere, venne esaminato da diversi psichiatri, che lo descrissero tutti come "disturbato ma sano

di mente" e non da considerarsi pericoloso per la societ.

La data e il luogo del primo omicidio di Fish sono sconosciuti, anche se lui ha confessato sei delitti
nei minimi dettagli e decine di altri in maniera molto confusa. Ha ammesso di aver ucciso un uomo

a Wilmington, Delaware; mutilato e torturato a morte un ragazzo mentalmente ritardato a New York
nel 1910; ucciso un ragazzo di colore a Washington nel 1919; molestato e ucciso un bimbo di
quattro anni, William Gaffney, nel 1929; strangolato un bambino di cinque anni, Francis McDonnell,
a Long Island nel 1934. L'omicidio pi efferato di Fish fu per il rapimento e l'orribile

smembramento di Grazia Budd, nel 1928. Il rapimento di Grazia Budd port ad una serrata caccia
all'uomo che dur sei anni. La polizia rinunci infine alla speranza di risolvere questa misteriosa
scomparsa fino a quando un indizio, trovato su una lettera anonima inviata ai genitori della

ragazza, port gli investigatori ad indagare su Albert Fish.

Fish si era presentato alla famiglia di Grace, la sua vittima, in modo insospettabile. Il figlio maggiore
della famiglia, il diciottenne Edward Albert Jr., per aiutare il padre a sbarcare il lunario, pubblic il

27 maggio 1928 nel New York World Telegram questo annuncio: "Giovanotto, 18 anni, cerca
posizione lavorativa", seguito dal suo nome e indirizzo. Quello stesso pomeriggio, un elegante
Albert Fish rispose all'annuncio e si present a casa Budd, nel quartiere Chelsea di Manhattan. Si
present come il signor Frank Howard, un contadino di Long Island che era disposto a pagare 15
dollari a settimana per un giovane operaio volenteroso. La famiglia non si capacitava della fortuna

del figlio e invit il Signor Fish a casa, dove il giovane Edward venne assunto immediatamente.
Fish promise che si sarebbe ripresentato la settimana successiva per prendere il giovane Edward
e portarlo alla sua fattoria. Il giorno concordato, per Fish non si present ma invi un telegramma
di scuse, dove diceva che a causa di troppi impegni di lavoro si sarebbe potuto presentare soltanto

il luned successivo. E il luned si present puntuale. La Signora Budd, impressionata dalle sue
buone maniere e dal suo fare affabile, lo invit a pranzo. Fish si comport come un perfetto
gentiluomo, un gentile vecchietto in visita, regalando banconote da un dollaro ai piccoli. Promise

di ritornare la sera stessa per portare il ragazzo alla sua fattoria e propose di accompagnare la
figlia minore della famiglia ad una festa di compleanno per bambini nel vicinato. Se ne and cos,
preso per mano con la bambina, che dal quel momento in poi non fu mai pi rivista. Quando Fish
non fece ritorno a casa quella notte con la bambina, i genitori sulle prime non si preoccuparono

pi di tanto, dato che nutrivano molta fiducia verso il Signor Fish. Ma, passate le ore, iniziarono ad
inquietarsi fino a scoprire che l'indirizzo al quale Fish aveva detto avrebbe portato la bambina per
la festa in realt non esisteva. Fu allora che si presentarono alla stazione di polizia pi vicina, dove

il caso venne sottoposto all'Ufficio Persone Scomparse e infine al detective veterano William King.
Gli investigatori erano sospettosi della situazione fin dall'inizio. Non ci volle molto per scoprire che
la fattoria a Long Island dove si sarebbe tenuta la festa non esisteva, e che il Signor Fish aveva
coperto bene le sue tracce, arrivando persino a recuperare il telegramma mandato alla famiglia.

Inizi un lungo e faticoso lavoro di ricerca per la copia originale del telegramma, dato che era
l'unica prova tangibile esistente. Dopo estenuanti ricerche, si riusc a contattare un uomo che
aveva avuto contatti con Fish, un venditore di frutta ambulante, ma l'uomo non ricordava niente

della fisionomia del rapitore, a parte la presenza di una bambina e l'acquisto della merce.

Con la scomparsa di Grace Budd inizi una diffusa ricerca a New York, e il padre della bimba si
present ai giornali chiedendo di pubblicare notizie sulla figlia. La foto di Grace apparve sulle prime

pagine dei giornali e raccolse centinaia di segnalazioni da un pubblico inferocito e in preda al


panico. Migliaia di avvisi vennero stampati e inviate ai reparti di polizia in tutti gli Stati Uniti e in
Canada, ma senza risultato. Dopo qualche mese, oramai si erano perse le speranze. L'unico

detective che ancora lavorava sul caso era Will King, una leggenda a New York e l'unico
investigatore che non aveva mai mollato la presa. Non passava giorno in cui l'immagine della
bambina non lo perseguitava, ma non riusciva ad avere alcuna informazione. Ad un certo punto,
le speranze del detective King si riaccesero quando ricevette una segnalazione riguardo un
truffatore e falsario con i capelli grigi di nome Albert Corthell, che era in fuga per aver tentato di

rapire una bambina da un'agenzia di adozioni. King cerc Corthell per mesi, di citt in citt, in tutta
l'America. Alla fine lo trov, ma fu per lui un'amara sorpresa scoprire che Corthell, al momento del
rapimento di Grazia, si trovava in prigione a Seattle. Un altro sospetto, tale Carlo Edoardo Papa,
venne in seguito arrestato e accusato del sequestro di Grace. Tuttavia, la signora Budd, la

principale testimone nel caso, ammise in tribunale di essersi sbagliata nel riconoscere Papa come
colpevole. Poco dopo, Papa venne rilasciato. Nel mentre che Corthell e Papa erano indagati dalla
polizia, un altro vecchietto dai capelli grigi venne arrestato a New York, con l'accusa di divulgazione

di materiale pornografico osceno, per lo pi lettere. Le lettere erano inviate da Albert Fish, che si
fingeva un noto produttore cinematografico di Hollywood, e offrivano grosse somme di denaro alle
donne disposte a impegnarsi in orge sadomaso con lui. trattenuto dalla polizia, venne inviato nel
reparto psichiatrico della clinica Bellevue per una osservazione di dieci giorni. Mentre era l,

afferm che, anche se i suoi amici lo conoscevano come Albert, il suo vero nome era Hamilton
Fish e lui era un parente della famosa famiglia di New York con lo stesso nome. Avrebbe detto di
nuovo la stessa storia quando fu arrestato per l'omicidio di Grace Budd quattro anni dopo.

Stranamente, nessuno dubit della sua versione. Fish rimase a Bellevue per quasi 30 giorni
nell'inverno del 1930. Il suo comportamento era di totale collaborazione con i medici e venne
dichiarato sano di mente, anche se con evidenti problemi legati alla sfera sessuale, attribuibili a
demenza senile. Creduto innocuo, venne rilasciato dalla clinica Bellevue e affidato in custodia alla

figlia Anna. Nel frattempo, gli anni passavano, e nonostante gli sforzi continui del Detective King
nel caso del rapimento della piccola Budd, pareva che il mistero non sarebbe mai stato risolto. Poi,
l11 novembre 1934 - sei anni dopo che la bimba era stata rapita - la Signora Budd ricevette una

lettera non firmata e del tutto anonima. La persona che scriveva la lettera si dichiarava amico di
un certo "Capitano John Davis". Secondo chi scriveva, il capitano Davis era un uomo di mare che,
durante uno dei suoi viaggi in Cina, aveva sviluppato un insano gusto per la carne umana,

specialmente la carne dei bambini, durante una carestia in Estremo Oriente. La lettera poi
descriveva in termini molto specifici come il capitano Davis, dopo il ritorno a New York, aveva
rapito e ucciso due giovani ragazzi, aveva cucinato la loro carne e se ne era cibato. Dopo aver
appreso da Davis che la carne dei bambini era "buona e tenera", anche lo scrittore della lettera

raccont di aver deciso di provare lui stesso. Da qui, la visita di Fish a casa Budd con la scusa
dell'impiego per il ragazzo; subito dopo pranzo aveva preso con s la figlia minore dei Budd con
la scusa di portarla ad una festa di bambini a casa di alcuni suoi amici. Durante la lettura della
lettera, la signora Budd singhiozzava istericamente dato che il racconto scendeva in dettagli
minuziosi e molto descrittivi. Fish raccont di aver portato la bimba nella sua casa, e di averla

mandata a prendere dei fiori in giardino. Quando lei risal in casa, trovatolo nudo, si mise a urlare.
Lei cerc di scappare ma lui la prese, la spogli, e poi la uccise soffocandola. Successivamente
smembr il suo corpicino e la cucin, cibandosi dei pezzi pi piccoli e gustosi. Per finire, nella
lettera assicurava la madre della piccola che nessuna violenza sessuale cera stata sulla piccola,

terminando con la frase " morta vergine", per tranquillizzare, a modo suo, la madre angosciata.
Dopo la terribile lettera, gli investigatori entrarono in azione, guidati dal Detective King. King
controll il telegramma originale dell'altro omicidio e confrontatolo con la lettera, non ebbe alcun

dubbio: la calligrafia era la stessa. "Howard" e chi aveva scritto la lettera erano la stessa persona.
King, tramite un microscopio, trov un disegno quasi impercettibile sul lembo della busta: erano le
lettere N.Y.P.C.B.A. e, con una rapida ricerca attraverso l'elenco telefonico di Manhattan, scopr
che si trattava del "New York Private Chauffeur Benevolent Association", con sede in 627

Lexington Avenue, un'associazione caritatevole di autisti per persone bisognose. L'associazione


diede il via libera al detective King per controllare tutti i suoi 400 dipendenti. Imperterrito, chiam i
dipendenti uno per uno e li interrog nei dettagli, e offr l'immunit per chiunque si fosse presentato

con notizie riguardo la scomparsa della bambina. Dopo il suo appello agli autisti King non dovette
attendere a lungo, quando un uomo in divisa da autista di nome Lee Sicowski buss alla porta.
Sicowski si ricordava di aver utilizzato quella carta da lettere, e di aver lasciato alcuni fogli
inutilizzati in una stanza che aveva occupato, al 622 di Lexington. Gli investigatori si precipitarono

a quell'indirizzo ma non trovarono nulla. King mise sotto pressione Sicowski affinch si ricordasse
di altri possibili posti dove poteva aver portato quella carta da lettere, e Sicowski si ricord
effettivamente di aver trascorso qualche tempo in un'altra pensione a buon mercato, al numero

200 East della 52esima strada. Forse aveva dimenticato qualche foglio proprio l. Era un
dormitorio, ma stavolta gli investigatori avevano imbroccato la strada giusta. La padrona di casa,
la signora Frieda Schneider, dichiar che la vecchia stanza di Sicowski era stata recentemente

occupata da un uomo che corrispondeva alla descrizione di Frank Howard. Il suo nome era in
realt Albert Fish. Controllando attentamente la firma nel registro, gli investigatori notarono che la
calligrafia era sempre la stessa. Fish riceveva un assegno mensile da uno dei suoi figli, sempre
allo stesso indirizzo. King decise di prendere una stanza in quel dormitorio in cima alle scale, da

cui poteva vedere sia il piano di sotto sia quello di sopra. Attese per tre giorni e poi il 13 dicembre
1934, King ricevette una chiamata urgente dal dormitorio. Era la padrona di casa che diceva che
finalmente Fish era tornato! Tornata a casa, la signora Schneider lo aveva incontrato sulla porta.
Fish era tornato da un'ora e lei gli aveva offerto una tazza di th per trattenerlo, in attesa della
polizia. Quando il detective arriv ed entr nella stanza dove si trovava Fish, trov un innocuo

vecchietto con un paio di baffetti ispidi e occhi azzurri acquosi, che sorseggiava tranquillo una
tazza di th. Si identific senza alcun problema e fu molto collaborativo e disponibile a seguire il
detective King in questura per un interrogatorio. Durante il tragitto, d'improvviso, Fish lo aggred
con un rasoio ma venne prontamente disarmato; da una perquisizione risult che aveva le tasche

piene di coltelli e rasoi ben affilati. Alla stazione di polizia, Fish si rassegn al suo arresto e
confess di aver iniziato a placare la sua "sete di sangue" nell'estate del 1928. La sua prima vittima
designata, spieg Fish, era il ragazzo che aveva messo l'annuncio sul giornale, tuttavia, dopo

averlo visto ben piantato e robusto, aveva deciso di uccidere la sorella Grazia, ben pi vulnerabile
e debole. Confess di aver rapito la ragazza, di averla portata a Wisteria Cottage in un luogo
chiamato Worthington Woods, nella contea di Westchester. Si ricordava ogni minimo dettaglio del
giorno in cui aveva rapito la ragazza, perch probabilmente l'aveva rivissuto nella sua memoria

negli ultimi anni. Aveva comprato un biglietto di viaggio in treno andata/ritorno per s ed un biglietto
di sola andata per Grace, la ragazza. Dopo l'arrivo a Wisteria Cottage, Fish aveva strangolato la
ragazza, decapitato e smembrato il suo corpo, sezionato il torso, le aveva tagliato un braccio e

laveva mangiata durante un periodo di nove giorni. Gli investigatori hanno riferito che Fish, mentre
raccontava i fatti, sorrideva beato e ridacchiava al ricordo di quei "bei" momenti. I detective,
inorriditi, si recarono a Wisteria Cottage e recuperarono i resti scheletrici di Grazia Budd, sepolti in
pezzi accanto a un muro di pietra dietro il cottage. Il detective King aveva finalmente il suo

assassino, ma Fish non riusciva a smettere di confessare. Egli descrisse altri omicidi che aveva
commesso tra il 1910 e il 1934. La maggior parte di quello che raccont alla polizia si rivel falso
o esagerato, ma forn elementi sufficienti a convincere gli investigatori che aveva ucciso anche

prima del 1928. Una delle poche persone che non rimasero per niente sorprese dall'arresto di Fish
fu suo figlio, Albert Fish Jr. "Quel vecchio babbione", disse in un'intervista a un giornale, "Ho
sempre saputo che avrebbe fatto una cosa del genere." Continu poi raccontando della

propensione di suo padre per la carne cruda e di come lo sorprese un giorno a percuotersi con un
randello pieno di chiodi. Dopo questo episodio lo mand via di casa e afferm con disgusto "Non
ho mai voluto avere a che fare con lui e non sar certo io ad aiutarlo." Fish stato esaminato da
diversi psichiatri e si sempre dichiarato lusingato per la notoriet acquisita. Ha descritto nei

minimi dettagli le sue perversioni agli specialisti, sempre pi compiaciuto nel raccontare
l'inserimento di aghi nel suo scroto (successive radiografie hanno rivelato 29 aghi arrugginiti nel
suo corpo). Uno psichiatra in particolare, il dottor Frederic Wertham, stato molto vicino a Fish,
prima e dopo il processo. Ha poi scritto che Fish "sembrava un mite e innocuo vecchietto, gentile,
benevolo e disponibile". A prima vista, se avesse avuto bisogno di qualcuno a cui affidare i propri

figli, Fish sarebbe stato la sua prima scelta. Tuttavia, ha poi continuato a descrivere Fish come il
pi complesso esempio di "pervertito polimorfo" che avesse mai conosciuto, qualcuno che aveva
praticato ogni perversione e ogni deviazione che l'uomo conosca, dalla pedofilia al sadismo, al
mangiare escrementi fino all'autolesionismo. Come gli altri medici che lo esaminarono

successivamente, lo dichiar incapace di intendere e di volere. Aggiunse che Fish era un sadico
di incredibile crudelt, un omosessuale e un pedofilo con un debole per i bambini. Venne
riconosciuto colpevole e condannato a morire sulla sedia elettrica. Fish aveva una sola risposta a

questo verdetto: "Andare alla sedia elettrica sar l'emozione suprema della mia vita." Giunse al
carcere di Sing Sing nel 1935 portando una Bibbia e ammanettato ad un altro assassino. Decine
di appelli per salvare Fish furono respinti e la sua esecuzione venne fissata per il 16 gennaio 1936.
Man mano che il suo appuntamento con la sedia elettrica si avvicinava, Fish ripeteva felice ai

giornalisti di attendere con grande impazienza il momento della sua esecuzione. "Sar l'unica
emozione che non ho mai provato," disse. Il 16 gennaio, Fish mangi il suo ultimo pasto (una
bistecca), entr spavaldo nella stanza della morte e si diresse a passo veloce verso la sedia

elettrica. Sal sulla sedia comodamente e aiut le guardie a fissargli gli elettrodi alle gambe. I
giornalisti e testimoni presenti erano inorriditi dal suo comportamento. Riusciva a malapena a
contenere la sua gioia di andare incontro a una morte violenta. La leggenda vuole che la morte
non arriv cos rapidamente come Fish avrebbe voluto. Quando l'interruttore venne azionato,

secondo questa versione, la prima scossa massiccia di oltre 3.000 volt non riusc a ucciderlo. Si
lev soltanto del fumo blu, e si ipotizz allora che gli aghi che aveva in corpo avessero creato una
specie di corto circuito. Una seconda scossa fu invece letale. Pochi istanti dopo, il medico di turno

dichiar che Fish, l'uomo pi vecchio mai giustiziato a Sing Sing, era morto. Mentre il cadavere
veniva portato alla sala autopsie, il suo avvocato difensore Dempsey incontr i giornalisti. In mano
aveva le dichiarazioni finali di Albert Fish, diverse pagine di appunti scritti a mano nelle ore prima

della sua morte. Fino ad oggi, il contenuto di questi scritti non mai stato divulgato. "Non potr
mai mostrarli a nessuno", ha detto Dempsey " la pi schifosa serie di oscenit che io abbia mai
letto".

Amoibambini,sonogustosi"

ALBERTFISHPROVALASUASEDIAELETTRICA

ALCUNIDEGLISTRUMENTICONCUIFISHSITORMENTAVAQUOTIDIANAMENTE
Pedro Alonzo Lopez, il Mostro delle Ande

Pedro Alonzo Lopez, noto anche come il "mostro delle Ande," un serial killer colombiano che
pare abbia ucciso pi di 300 persone. Nato l'8 ottobre 1948 a Santa Isabel, Colombia, sin dalla

prima infanzia ha conosciuto la vita del senzatetto, la violenza e gli abusi sessuali, e il carcere
nella prima et adulta. Dopo il suo primo rilascio ha intrapreso la sua lunga carriera di serial killer
in cui ha preso di mira le ragazze del suo paese d'origine, il Per, e dello stato confinante,

l'Ecuador. Nel 1980, stato arrestato ad Ambato e accusato di 110 omicidi, per i quali si
dichiarato colpevole. Nonostante la portata dei suoi crimini, sono occorsi 14 anni prima che fosse
deportato nel suo Paese dorigine, la Colombia, dove stato ricoverato e infine rilasciato. Nel
1998, dopo essere stato dichiarato sano di mente, stato rilasciato. Attualmente a piede libero

e il suo domicilio sconosciuto. Il padre, Medardo Reyes, era un membro del partito di destra del
paese che era stato ucciso a La Violencia; la morte del padre avrebbe avuto ripercussioni nella
vita del giovane Ricardo per gli anni a venire. La madre di Lopez, Benilda, era incinta di tre mesi

al momento della morte del marito. Pedro, che era il settimo figlio tra 13 fratelli, era un ragazzo
educato che, a detta di sua madre, sarebbe voluto diventare un insegante. Ma pi tardi Lopez
ammise che sua madre abusava fisicamente di lui e si guadagnava da vivere facendo la prostituta,
spesso coinvolta in violente liti con i suoi clienti. Secondo alcuni, Pedro venne cacciato di casa per
avere cercato di abusare di una sorella pi giovane, secondo altri invece semplicemente fuggito.

Recatosi a Bogot, capitale della Colombia, divenne uno dei tanti bambini senzatetto noti come
"gamines." Si un ad una gang locale e divenne dipendente da una droga, il basuco, che uno
scarto della lavorazione della cocaina. Fu proprio durante questo suo vagabondare per le vie della
capitale che venne avvicinato da uno sconosciuto che gli offr un tetto sotto il quale vivere. Luomo,

guadagnatosi la sua fiducia, lo port in un edificio abbandonato e abus sessualmente di lui pi


volte. Sempre secondo il suo racconto, allet di 10 anni una coppia di anziani americani gli diede
un tetto, iscrivendolo per la prima volta ad una scuola per orfani. Ma durante la sua permanenza,

allet di 12 anni, fu molestato da un insegnante della scuola, e fugg inorridito per non farvi mai
pi ritorno. Lopez ha sempre parlato di prendersi la sua rivincita per gli abusi subiti durante la
sua infanzia. A 21 anni, (18 secondo altre fonti) durante la sua vita di vagabondo senza fissa
dimora, venne arrestato per il furto di una macchina. Nei suoi giorni di prigionia, fu violentato da

due carcerati ma si vendic uccidendoli con un coltello rudimentale. Non chiaro se, a causa di
questi omicidi, ricevette una condanna ulteriore. Una volta rilasciato, inizi ad andare a caccia di
ragazzine, la sua ossessione. Le sue vittime avevano tutte uno stesso background: erano native

indigene e con scarse risorse economiche, e la loro bassa rilevanza sociale le rendeva le vittime
perfette; nessuno, tranne le eventuali famiglie, se ne sarebbe occupato. Lasciandosi dietro una
scia di morti impressionante, arriv fino al Per. Il suo modus operandi era sempre lo stesso:
portava le sue vittime in una zona isolata, le stuprava e le uccideva. Confess di averne uccise a

dozzine tra la met e la fine degli anni 70. Lopez venne infine catturato da un membro della trib
degli Ayachucos quando tent di rapire un bambino di nove anni, e la comunit, in base alle leggi
tribali degli Ayachucos, lo condann ad essere bruciato vivo. Un missionario per convinse i

membri anziani della comunit a consegnarlo alle Autorit, la polizia peruviana, che lo deport in
Colombia senza considerare i suoi crimini e senza tenere conto del pericolo che poneva per la
societ. Lopez ha continuato con gli omicidi e, alla fine degli anni '70 era arrivato fino in Ecuador,

dove, durante la sua presenza, decine di ragazze cominciarono a scomparire misteriosamente. Le


famiglie di queste povere ragazze cercavano le loro figlie per proprio conto, dato che la polizia non
si interessava al caso di povere giovani che vivevano ai margini della societ. Le disperate famiglie
delle bambine scomparse mettevano annunci nel giornale e cartelli in strada con la fotografia delle

loro care figlie sparite. Nel 1980, una venditrice ambulante di nome Carlina Ramon e un gruppo di
altri venditori di strada lo catturarono in Ecuador mentre cercava di rapire una bambina da un
mercato affollato. Consegnato alla polizia, inizialmente si rifiut di cooperare chiudendosi in un
ostinato mutismo. Linvestigatore Pastor Cordova Gudino, lavorando sotto copertura nei panni di
un compagno detenuto, riusc per ad ottenere la fiducia di Lopez, che confess i crimini e i luoghi

dove erano sepolte le sue vittime. La polizia alla fine riport alla luce 57 corpi (53 secondo certi
rapporti). Grazie ai ritrovamenti dei cadaveri e alla sua confessione fu dichiarato colpevole della
morte di 110 persone. A suo dire, per, egli si era macchiato di oltre 200 morti, considerando anche
quelle avvenute nei Paesi limitrofi del Per e della Colombia. Il 31 luglio, 1981 il 33enne Lopez

venne dichiarato colpevole da un tribunale per gli omicidi di 57 bambine e fu imprigionato a


Ambato, dove venne ufficialmente diagnosticato come sociopatico. A causa delle leggi
dell'Ecuador, Lopez ricevette la pena massima: 16 anni. Tutto ci scaten ondate di rabbia e

indignazione popolare. Grazie al suo caso LEcuador cambi poi il massimo della pena detentiva
in 25 anni. Il 31 agosto, 1994 Lopez venne rilasciato dalla prigione Garcia Moreno dopo aver
scontato 14 anni, con due anni di anticipo per buona condotta. Fu sommariamente deportato in
Colombia, dove le autorit hanno tentato di condannarlo per un omicidio di due decenni prima. Ma

invece Lopez stato dichiarato pazzo e, nel 1995, ricoverato in una struttura psichiatrica. Nel
febbraio 1998 stato dichiarato sano di mente e rilasciato con meno di 50 dollari di cauzione e
alcune minime limitazioni della sua libert personale. Ha visitato l'anziana madre, ha richiesto la

sua parte di eredit e, venuto a conoscenza che la madre era nullatenente, ne ha venduto il letto
e una sedia per strada ai passanti. Lopez poi scomparso, lasciando dietro di s una serie di
domande senza risposta riguardo i suoi possibili omicidi dal 2002 in poi.

Attualmente a piede libero e la sua residenza sconosciuta.

"Spessoseguolefamigliedituristielelorobellissimefigliebionde."
PedroAlonzoLopez

Serial killers bizzarri


RussellWilliams:rubavalabiancheriaintimadelledonneevideoregistravai
suoiomicidi

Russell Williams, un colonnello decorato delle forze armate canadesi, si divertiva ad irrompere
nelle case di amici e vicini che avevano figlie minorenni, indossare la loro biancheria intima e

festeggiare il tutto a base di iniezioni di PCP (polvere d'angelo) una potente droga dissociante che
ha effetti devastanti sul cervello. In tutto, Williams ha commesso oltre 80 furti di biancheria intima,
e spesso gli ignari proprietari erano in casa; ha mantenuto un database meticolosamente

organizzato di migliaia di fotografie nel seminterrato della sua casa. Quando poi impazzito del
tutto, ha fatto irruzione nelle case di due donne diverse, legandole e costringendole a posare per
le fotografie della sua collezione. Poi Williams penetrato nella casa di un caporale e lo ha
brutalmente assassinato con una torcia elettrica, videoregistrando ogni momento del suo crimine

e scattando abbastanza fotografie per riempire un intero album. Infine, Williams rap una donna e
la port in un cottage di sua propriet, dove la terrorizz per un giorno intero prima di ucciderla a
colpi di torcia elettrica. Ha registrato quattro ore di video del delitto e ha raccolto molte fotografie
e articoli di abbigliamento rubati. Per fortuna, un testimone aveva visto Williams al di fuori della

casa della sua ultima vittima poco prima della sua scomparsa, e la polizia fu in grado di arrestarlo
dopo aver confrontato le tracce dei suoi pneumatici con quelli trovati sulla scena del delitto. Ha
confessato gli omicidi ed stato condannato al carcere a vita, dove ha recentemente tentato di
uccidersi ingerendo un rotolo di carta igienica. (Strano ma vero).


IlColonnelloRussellWilliamsinuniforme

KatherineKnight:cucinilmaritoecercdidarloinpastoaifigli

Katherine Knight aveva un passato colmo di episodi di pura follia, come quando cerc di

strangolare il marito sul letto nuziale, la prima notte di nozze, per aver osato fare sesso con lei per
ben tre volte prima di addormentarsi. Quando il marito, esasperato dal suo comportamento, decise
di lasciarla, la Knight prese con s la figlia neonata e la lasci cadere su un tratto di binari nelle
vicinanze (il bambino fu salvato da un vagabondo), per poi imperversare nelle strade della citt

minacciando e colpendo i passanti con un'ascia. Fer una donna al volto e la costrinse a guidare
fino a una stazione di servizio, dove prese in ostaggio un ragazzino fino all'arrivo della polizia. La
Knight aveva conosciuto John Price, un tranquillo padre di tre figli, e si erano trasferiti a vivere

assieme, nonostante Price fosse ben consapevole dei suoi attacchi esplosivi di inspiegabile rabbia.
Price fin col mandarla via di casa e fece emettere un ordine restrittivo contro di lei, dicendo ai suoi
colleghi che, se mai non si fosse presentato al lavoro, era perch sicuramente la dolce consorte
lo aveva ucciso. In un momento di debolezza per, la fece rientrare in casa e si addorment

accanto a lei. Con ci si guadagn 37 coltellate durante il sonno. Non essendosi presentato al
lavoro il giorno seguente, i colleghi, ricordandosi le sue parole, chiamarono la polizia, che scopr il
suo corpo decapitato e scuoiato sul pavimento del salotto. La Knight gli aveva scucito tutta la pelle
e ne aveva fatto una tenda. La testa, invece, bolliva in una pentola sul fuoco, e parti dei suoi glutei
erano stati cotti in padella con verdure e salsa, accompagnati da un biglietto che ne destinava il
consumo ai figli maggiori di Price. La Knight si dichiarata colpevole ed stata condannata al

carcere a vita senza possibilit di libert condizionale.


Giovani promesse: Barry Dale Loukaitis

Tutto questo meglio dell'algebra, vero?" Il 2 febbraio 1996, alla Scuola Media di Frontier,
Washington, questa la frase che d l'inizio ad una presa di ostaggi e successiva sparatoria

durante una lezione di algebra. Vennero uccise tre persone (due studenti e un insegnante) e un
terzo studente fu ferito gravemente. Il colpevole era un ragazzo di 14 anni di nome Barry Dale
Loukaitis, nel pieno di una tipica tempesta ormonale adolescenziale aggravata da una potente

crisi mistico-delusionale. Barry, vestito come un pistolero del selvaggio West, con uno spolverino
nero, armato fino ai denti con un fucile calibro 30-30, una pistola calibro .357, una pistola calibro
.25 che apparteneva al padre, e un set di 80 munizioni, riusc a tenere l'intera classe in ostaggio
per 10 minuti prima che un allenatore riuscisse a fermarlo. Pare che il delirante stato mentale di

Barry sia stato influenzato dalla canzone e dal video dei Pearl Jam "Jeremy". Il video mostra un
giovane scapestrato che si suicida davanti all'intera classe. Appena Barry vide i compagni presi
dal panico, disse: "Tutto questo meglio dell'algebra, vero?", citazione, questa, presa da un
romanzo di Stephen King, Ossessione (Rage), in cui il protagonista uccide due insegnanti e prende
in ostaggio la sua classe. Loukaitis apr il fuoco contro la professoressa che era appena entrata in
classe, freddandola con un colpo al cuore; mor sul colpo, con ancora il cancellino in mano. Quindi

inizi a sparare sui compagni, uccidendone due, uno dei quali, Manuel Vela, lo tormentava da
tempo senza tregua. Spar anche al braccio di una compagna. Il tutto avvenne, come accertato,
anche a causa di un pesante clima di bullismo, dato che Barry veniva tormentato senza tregua, e
il deteriorarsi delle sue condizioni mentali lo port a compiere la strage. L'anno precedente la

sparatoria, la famiglia Loukaitis stava affrontando vari problemi relazionali. Qualche tempo prima,
il padre di Barry aveva iniziato una relazione extraconiugale e la madre, venuta a conoscenza del
fatto, divenne sempre pi distante. I Loukaitis si separarono nel 1995, dopo che la madre scopr il

tradimento. Jo Ann Phillips era una donna dominante e si fece sempre pi distante e fredda,
minacciando spesso il suicidio, e consigliando al figlio di fare altrettanto. La data del doppio suicidio
sarebbe dovuta essere il giorno di San Valentino del 1996. Barry riusc a dissuaderla dal farlo.
Loukaitis soffriva di iperattivit, e al momento della sparatoria era sotto l'effetto del Ritalin, un

controverso farmaco amfetaminico. Egli soffriva anche di depressione clinica, una malattia mentale
presente nelle ultime tre generazioni della famiglia Loukaitis, e nelle ultime quattro generazioni
della famiglia Phillips. Loukaitis ha affermato che la sua intenzione era di uccidere soltanto il

compagno Manuel Vela, che lo vessava e umiliava senza tregua, e che pochi giorni prima l'aveva
chiamato "frocio" (fag), mentre gli altri decessi erano da considerarsi "morti accidentali".

Barry sta scontando due ergastoli, con l'aggiunta di 205 anni di carcere.
Giovani promesse: Daniel Bartlam

La madre di Daniel, Jaqui, si separ dal padre quando lui aveva nove anni. Ma fu solo dopo il 2009
che il comportamento del ragazzino, allora dodicenne, cominci a diventare preoccupante. La
famiglia si era trasferita in una casa pi piccola a Redhill, Nottingham. Daniel venne spostato dalla

sua scuola privata in una scuola pubblica. Divenne solitario, e gli piaceva pubblicare su youtube
(indirizzo del canale alla fine) le parti pi violente dei suoi programmi preferiti, guardava soltanto
film horror e scriveva storie raccapriccianti. Simon Matters, ex partner di Jacqui, racconta: "Un

giorno mi diede da leggere una storia molto cruenta, di un ragazzo che ne uccideva un altro. Gli
piaceva scioccare le persone." "Aveva molte figurine costose di Star Wars, ma le aveva stracciate
tutte. Le raccoglieva in contenitori di plastica e ci urinava regolarmente." "Gli piaceva anche
defecare nelle scatole, che conservava in tutta la camera da letto. Una delle cose che pi mi ha
disturbato, ma Jaqui (la madre) ci rise sopra, era il fatto che lui conservava una busta piena della
biancheria intima della madre. Da quel giorno mi apparve sempre pi bieco. La Domenica di

Pasqua 2011, Daniel pianific e decise di commettere il delitto perfetto. Quella notte, dopo aver
falciato il prato e mangiato delle uova di Pasqua, si introdusse con un martello nella camera della
madre e la colp con violenza sette volte alla testa fracassandole il cranio. Daniel poi copr il corpo
insanguinato con della carta, lo cosparse di benzina e gli diede fuoco, sperando di distruggere le

prove. Daniel fugg dalla casa in fiamme, salvando il fratello minore e il cane e disse alla polizia
che un intruso aveva attaccato la madre. La sua versione non venne contestata dalla polizia per
varie ore, ma quando trovarono l'arma del delitto nella camera del piccolo Daniel assieme ad un

racconto (cancellato dal computer) dove raccontava come si sarebbe svolto l'omicidio per filo e
per segno, venne arrestato. Nella primavera del 2012 venne condannato all'ergastolo a
Nottingham.

Questo il canale Youtube di Daniel Bartlam, con i suoi video:


https://www.youtube.com/user/danielab1702

O anche questo, il suo ultimo canale:

https://www.youtube.com/user/Danielab1702Gold
JOHN WAYNE GACY, JR., THE KILLER CLOWN

(Illustrazione originale by Giacomo Clerici "La Tana di Grotesquer")


Scritto in collaborazione con l'amico Dr. Vega della Fabbrica del Degrado
https://www.facebook.com/fabbrica.del.degrado.IX

Baciatemi il culo dice John dal suo lettino, rivolto ad un pubblico variegato; c chi osserva lo
spettacolo con un mezzo sorriso, e c chi piange e si dispera. Dopo pochi secondi, una dose da
cavallo di Penthobarbital (un potente barbiturico) gli viene iniettata nel corpo tramite una siringa
nella sua vena del braccio, e lo manda immediatamente nel mondo dei sogni. Seguono un derivato
del curaro, il Pancuronio, che impedisce i movimenti dei polmoni e quindi la respirazione, e infine
il cloruro di potassio, che arresta il cuore.

Lacameradellamorte
A causa dellinesperienza del boia che compie qualche errore, lintera procedura di messa a
morte dura molto pi del dovuto, circa un'ora, dato che si deve interrompere e si deve riprendere
da capo. Solitamente si conclude il tutto entro 10-15 minuti, e questo "ritardo" scatena le solite
polemiche sulla barbarie della condanna a morte, e per metterli a tacere un agente di polizia
esasperato dichiara che s, insomma, in ogni modo, ha sofferto molto meno di quanto hanno
sofferto le sue vittime. Ci troviamo allo Stateville Correctional Center, e alle 12:59 del mattino,
appena la notizia viene data alle duemila persone radunatesi in festa fuori dal carcere, esplodono
tutti in urla, grida di gioia, saltano i tappi delle bottiglie di champagne. Qualche detrattore della
pena di morte si lamenta e si dispera, ma sono pochi casi isolati. Latmosfera di festa, e festa
grande, mentre troupes televisive giunte da tutto il mondo riprendono e trasmettono con grandi
parabole. Il cadavere ancora caldo viene trasferito segretamente poco dopo la sua morte in un
vicino ospedale, dove, intorno alle 3 del mattino, la dottoressa Helen Morrison, che ha avuto
centinaia di ore di colloquio con lui e lo ha studiato a fondo, ma non mai (assieme ad altri
psichiatri) riuscita ad inserirlo in una categoria psichiatrica, gli rimuove il cervello dal cranio per
poterlo studiare: assolutamente convinta che ci deve essere qualcosa di morfologicamente
sbagliato, qualche deformazione nella materia grigia di quella persona, perch non riesce a
spiegarsi in nessun altro modo il suo comportamento e le sue azioni. Ma, dopo aver studiato a
fondo la forma del cervello di Gacy, la dottoressa Morrison deve ammettere che, almeno per
quanto riguarda l'aspetto e la forma, il cervello di Gacy assolutamente nella norma.
Perch tanto odio? Chi stato appena ucciso e soprattutto, che ha fatto per meritarsi un
trattamento e manifestazioni di giubilo tali per la sua fine? In fondo Gacy era uno stimato
professionista che aveva un'avviata impresa di costruzioni, esponente di punta del partito
democratico nella sua cittadina, eletto dal partito democratico della sua cittadina per ben due volte
uomo dellanno, un benefattore che si faceva fotografare sorridente a fianco della First Lady,
moglie dellallora presidente americano Jimmy Carter.
JohnWayneGacyincompagniadellaFirstLadyRosalynnCarter,mogliedell'allora
presidenteamericanoJimmyCarter

Tutti i vicini e gli amici sono pronti a giurare che si tratta di uno sbaglio. Addirittura Gacy spesso si
veste da pagliaccio e va negli ospedali per allestire degli spettacolini per far sorridere i bambini
ricoverati e malati.


JohnWayneGacytravestitoda"Pogoilclown",assiemeadunsuopiccoloamico

Come possibile che ci sia tanto odio per una persona del genere? O si tratta di un enorme errore,
oppure Gacy un furbone che riesce a condurre una doppia vita e a mettere nel sacco tutti. Se
potessero parlare, forse dovremmo chiederlo ai 26 cadaveri sepolti nella cantina della sua casa.
CASAGACY,8213W.SummerdaleAvenue,ChicagoIllinois,UnitedStates(N4158.578W08749.962)

Facciamo allora un salto indietro di una ventina d'anni. Il 2 gennaio 1972, Gacy preleva il
quindicenne Timothy Jack McCoy dalla fermata dell'autobus Greyhound a Chicago. Lo invita a
dormire a casa sua, e lindomani si sveglia e trova il ragazzo con un coltello in mano. Segue una
colluttazione nella quale il ragazzo muore accoltellato. Gacy afferm di essersi in seguito recato in
cucina e di aver trovato una confezione di uova aperta e una fetta di pancetta sul tavolo. McCoy
aveva semplicemente preparato la colazione per entrambi; e poi si era recato a chiamare Gacy
nella sua stanza, facendo l'errore mortale di portarsi dietro il coltello. Gacy seppell McCoy in
cantina e poi copr la tomba con del calcestruzzo. Questo primo omicidio, che lui afferm trattarsi
di semplice autodifesa (personalmente penso che fu davvero autodifesa, Gacy non aveva
intenzione di uccidere ma si lasci senzaltro prendere la mano). Nel corso di un'intervista dopo
l'arresto, Gacy asser che immediatamente dopo aver ucciso McCoy, si sent "totalmente
prosciugato", rendendosi conto di aver avuto un orgasmo completo nell'atto di uccidere il giovane.
In un'intervista successiva del 1980, egli aggiunse: Fu allora che realizzai che la morte era
l'emozione pi grande. Assieme al suo insaziabile appetito per i ragazzini; i suoi preferiti avevano
tra i 14 e i 20 anni, erano esili, quasi femminei, dai tratti delicati.
Alcune delle giovani vittime di Gacy

Da quel momento inizia una serie di omicidi, tutti con lo stesso rituale: Gacy uccideva con una
sorta di garrota fatta in casa, costituita da un asciugamano con una penna e una matita dietro, che
gli permettevano di controllare lo stato di asfissia della sua vittima. A volte la morte dei ragazzi
durava ore. Li portava sul punto di soffocare, poi allentava la presa, li faceva riprendere, e
ricominciava il tutto. Un particolare del quale spesso non si fa menzione, che la vittima di
strangolamento, al culmine dellasfissia, ha una spaventosa erezione incontrollata: particolare che
riporta anche Sigmund Freud, in un punto del suo famoso trattato Sull'interpretazione dei sogni.
E probabilmente era questo il motivo che spinse Gacy ad uccidere tutte le sue vittime (tranne la
prima, che venne accoltellata) con lo stesso modus operandi, un lento strangolamento a pi
riprese. A volte cambiava idea durante lomicidio e non uccideva la vittima, gli dava un po di soldi,
lo minacciava che se mai avesse raccontato qualcosa alla polizia sarebbero stati guai seri per lui,
dato che aveva grossi agganci con la Mafia, e lo faceva andare via. E sebbene alcune di queste
vittime si rivolsero alla polizia, non vennero credute. Gacy era un uomo al di sopra di ogni sospetto.
Se soltanto si fossero presi la briga di controllare la sua fedina penale, avrebbero trovato questo
fatto: nell'agosto 1967, Gacy commise la sua prima aggressione a scopo sessuale ai danni di un
adolescente. Il giovane era il quindicenne Donald Voorhees, il figlio di un suo amico. Gacy attir il
ragazzo in casa sua con la promessa di fargli vedere dei film pornografici. Poi lo fece ubriacare e
lo convinse ad un rapporto orale. Al processo, Gacy si dichiar colpevole di sodomia ma disse che
il ragazzo era consenziente. Ci non bast ad evitargli il massimo della pena per lo stato dell'Iowa:
10 anni di carcere. Detenuto modello e grande manipolatore, Gacy venne scarcerato quasi due
anni dopo, scontando appena 18 mesi di carcere invece di dieci anni. Ed era di nuovo in strada,
pronto a mietere vittime. Tornato libero e divorziato dalla moglie, che lo lascia subito dopo il
processo per sodomia, Gacy solo e pu iniziare a dare atto alle sue pi sfrenate fantasie.
Gacy in carcere (1975)

Dallestate del 1975, inizia una lunga serie di omicidi. A volte uccide anche due persone al giorno
e comunque la frequenza con la quale uccide impressionante. Il suo modus operandi era sempre
lo stesso: con una scusa o con laltra attirava la vittima nella sua casa, (nella quale vennero
commessi tutti gli omicidi) e dopo averlo fatto bere e fumare marijuana, solitamente si esibiva nel
trucco delle manette. Si faceva ammanettare, e entro dieci secondi si liberava dalle manette. Poi
convinceva la vittima a farsi ammanettare a sua volta, promettendogli che gli avrebbe spiegato il
trucco. Appena la vittima si rendeva conto di non riuscire a liberarsi delle manette, Gacy diceva il
trucco sta nellavere le chiavi delle manette che lui infatti nascondeva nel polsino della camicia. A
quel punto, con la vittima ammanettata, lo violentava e poi, una volta stancatosi, lo strangolava e
seppelliva nel seminterrato della sua casa, dove i corpi si ammassavano a decine. Ovviamente,
con decine di cadaveri, una puzza insopportabile di decomposizione si sprigionava dalla cantina
di Gacy, che riusciva a tenere a bada i vicini che si lamentavano costantemente dichiarando di
avere problemi alle fognature, che presto avrebbe risolto. E i ragazzini continuavano a sparire.
Gacy si sentiva pressoch intoccabile data la sua favorevole posizione sociale, salda nei buoni
precetti del sogno americano, ma alla fine anche i migliori possono sbagliare. Fu una leggerezza
che lo mise nel sacco. L'11 dicembre 1978, infatti, la signora Elizabeth Piest and a prendere il
figlio quindicenne Robert nel negozio Nissan di Des Plaines in cui lavorava. Il figlio rassicur la
madre che sarebbe tornato a minuti poich doveva parlare con un uomo che gli aveva offerto un
lavoro. All'alba di mezzanotte, per, Robert doveva ancora rientrare. Partirono subito le ricerche
che durarono tutta la notte ma senza risultati. L'indomani, un capitano della polizia della contea di
Cook, si rec al negozio Nissan e, dopo qualche vaga domanda, scopr dal titolare che aveva visto
John Wayne Gacy parlare con il giovane. Gacy venne convocato al comando e, spavaldo come
sempre, riconobbe subito Robert Piest confermando di avergli offerto un lavoro. I dubbi si fecero
sempre pi grossi, cos la polizia decise di effettuare un sopralluogo a casa dell'imprenditore dietro
suo consenso. Tutto apparentemente in ordine, in ordine come dovrebbe essere la casa di un
rispettato cittadino nonch un benefattore della citt di Des Plaines. Se non fosse stato per un
ispettore che raccolse da terra una ricevuta del negozio Nissan, probabilmente Gacy sarebbe
andato avanti ad uccidere ad oltranza. Lui non sapeva nemmeno cosa fosse quel foglio di carta,
ma il giorno seguente lo stesso ispettore and a suonare a casa Piest, scoprendo che quella
ricevuta apparteneva alla fidanzata di Robert. Certo, tutto ci non bastava per incriminarlo, non
era altro che una prova circostanziale, ma per la polizia era sufficiente per metterlo sotto
sorveglianza 24 ore su 24, oltretutto dopo aver dato una sbirciata alla sua fedina penale:
aggressioni, molestie sessuali e sodomia erano i principali capi d'accusa che gravavano sull'uomo.
Gacy, tuttavia, da grande manipolatore, si fece amici gli agenti di polizia che lo seguivano,
offrendogli pure il pranzo ad un diner nel quale si era fermato, e invitandoli addirittura a casa sua
per una bella cenetta a base di pesce. Gacy era anche un ottimo cuoco. Ma quel giorno fece, molto
probabilmente, il suo errore pi grande, dovuto forse alla sua percezione di essere immortale e
inafferrabile. Durante la cena, quando uno degli agenti dovette recarsi al bagno, sent un fortissimo
odore che proveniva dalle tubature del water che scaricava nella cantina maledetta. Essendo un
agente con molta esperienza negli omicidi, riconobbe senza alcun dubbio di che odore si trattava:
quello era il puzzo di corpi in decomposizione.


CantinadicasaGacy,scenadelcrimine

Scenadelcrimine,cantinacasaGacy


Scenadelcrimine,cantinacasaGacy
Da l, una serie di circostanze che portarono al suo arresto, alla sua confessione, che poi ritratt,
e alla sua incarcerazione. Il dottor Robert Stein, medico legale della contea di Cook, non volle
credere ai suoi occhi quando si rec in casa Gacy con la sua equipe il giorno seguente al suo
arresto: una poltiglia nera e putrida ricopriva l'intera area dello scantinato, preannunciandogli uno
dei peggiori casi della sua carriera. Muniti di tute e maschere anti-gas, gli uomini della scientifica
insacchettarono i resti di 27 corpi, saliti poi a 32 dopo le confessioni del criminale. Nonostante il
suo arduo lavoro, dovette appellarsi all'esperienza di altri tre medici specializzati: il dr. Clyde Snow,
antropologo forense, John Fitzpatrick, radiologo e Betty Ann Gatliff, specializzata nel settore delle
ricostruzioni facciali. Lo sforzo di questa straordinaria equipe port al riconoscimento di soli 15
corpi su 32 ritrovati dopo estenuanti ricostruzioni tramite i pochi resti disponibili. I medici, oltretutto,
incontrarono molte difficolt data la scarsa disponibilit di collaborazione delle famiglie delle
vittime. Erano gli anni '70, l'omosessualit era ancora malvista, e tutto ci cadde quindi in un senso
di omert e occultamento da parte delle famiglie, che non vollero sentirsi oltremodo disonorate.
Nel 1980, a seguito di un processo che dur circa une mese, iniziato il 6 febbraio con decine di
testimoni e scene strazianti dei parenti delle vittime, il 13 marzo dello stesso anno, John Wayne
Gacy venne riconosciuto colpevole di omicidio plurimo e condannato a morte. Dopo la sentenza
di colpevolezza, lo Stato dell'Illinois trasfer Gacy nel Menard Correctional Center di Chester, dove
il prigioniero rimase per 14 anni nel braccio della morte. In prigione, Gacy inizi a dipingere. I
soggetti delle sue opere erano svariati, anche se principalmente ritraevano pagliacci o scene
religiose, alcuni dei quali erano suoi autoritratti nelle vesti di "Pogo", il suo alter ego. Molti dei suoi
dipinti furono venduti nel corso di varie aste. Alcuni quadri furono acquistati con il solo scopo di
essere distrutti dall'acquirente stesso: 25 opere furono bruciate nel giugno 1994 a Naperville,
Illinois nel corso di un fal pubblico a cui presero parte circa 300 persone, inclusi alcuni dei familiari
delle vittime di Gacy. Gacy, in sostanza, confess di aver ucciso 33 persone: 27 le seppell sotto
casa sua, 5 furono scaricati nel fiume Des Plaines (tra cui Robert Piest) e uno disperso. Riusc
solamente a fornire i nomi di sole sei vittime, le restanti non se le ricordava affatto.

Le opere e il loro commercio


Dopo la sentenza di colpevolezza, lo Stato dell'Illinois trasfer Gacy nel Menard Correctional Center
di Chester, dove il prigioniero rimase per 14 anni nel braccio della morte. In prigione, Gacy inizi
a dipingere. I soggetti delle sue opere erano svariati, anche se principalmente ritraevano pagliacci
o scene religiose, alcuni dei quali erano suoi autoritratti nelle vesti di "Pogo". Molti dei suoi dipinti
furono venduti nel corso di varie aste. Alcuni quadri furono acquistati con il solo scopo di essere
distrutti dall'acquirente stesso: 25 opere furono bruciate nel giugno 1994 a Naperville, Illinois nel
corso di un fal pubblico a cui presero parte circa 300 persone, inclusi alcuni dei familiari delle
vittime di Gacy. Un ritratto del suo alter ego Pogo il clown venne battuto allora per la cifra di
20.000 dollari. Non oso immaginare quanto possa valere al giorno doggi. Mostre delle opere di
Gacy si sono succedute fin dagli anni ottanta attirando curiosi attratti dal fascino sinistro dellautore.
Gacy reag alle critiche adducendo il fatto che egli non traeva profitto alcuno dal ricavato delle
mostre, e che le sue opere venivano mostrate al pubblico con l'unico scopo di "portare gioia nella
vita delle persone. Mentre era detenuto in attesa dell'esecuzione, Gacy fece numerosi appelli per
commutare la sentenza in carcere a vita, ma furono tutti respinti. Un ritratto del suo alter ego Pogo
il clown venne battuto allora per la cifra di 20.000 dollari. Non oso immaginare quanto possa valere
al giorno doggi. Mostre delle opere di Gacy si sono succedute fin dagli anni ottanta attirando
curiosi attratti dal fascino sinistro dellautore. Gacy reag alle critiche adducendo il fatto che egli
non traeva profitto alcuno dal ricavato delle mostre, e che le sue opere venivano mostrate al
pubblico con l'unico scopo di "portare gioia nella vita delle persone. Mentre era detenuto in attesa
dell'esecuzione, Gacy fece numerosi appelli per commutare la sentenza in carcere a vita, ma
furono tutti respinti. Nell'estate del 1984, la Corte Suprema dell'Illinois stabil che il condannato
sarebbe stato messo a morte per mezzo di una iniezione letale il 14 novembre seguente. Gacy
ricorse in appello contro la decisione, riuscendo a far spostare la data dell'esecuzione. Dopo un
ultimo appello respinto nell'ottobre 1993, la Corte Suprema fiss la data dell'esecuzione definitiva
per il 10 maggio 1994. Mezzora prima della sua esecuzione, Gacy ricevette (come di norma) la
telefonata del suo avvocato che gli confermava la sentenza e chiedeva se potesse fare qualcosa
per lui. Gacy disse, serissimo, se la sentenza poteva essere rimandata dato che lui era molto
indaffarato. Dopo la risposta negativa dellavvocato, Gacy gli sbatt il telefono in faccia, infuriato.
Jason Moss, un "ammiratore" di Gacy, un ragazzino, inizi una fitta corrispondenza con Gacy fino
a stabilire un rapporto di "amicizia". Gacy lo manipol e lo convinse ad andare a trovarlo in carcere,
arrivando a pagargli il biglietto aereo, convincerne i genitori (era minorenne) e corrompere le
guardie carcerarie per poter esser lasciato solo con il ragazzo per tre visite che duravano ore.
Dopo una serie di abusi subiti dal giovane Moss i primi due giorni, decise di non presentarsi il terzo
giorno, particolare che sicuramente gli salv la vita dato che Gacy quasi sicuramente lo avrebbe
ucciso. Sull'argomento, nel 2010 stato prodotto il film "Dear Mr. Gacy", con William Forsythe nel
ruolo di John Wayne Gacy. Il film basato sul libro The Last Victim di Jason Moss.

MORTE


Gacyincarcerepocheoreprimadellasuaesecuzione,conlasorella

John Wayne Gacy venne giustiziato il 10 maggio 1994 per mezzo di un'iniezione letale
endovenosa, pochi minuti dopo la mezzanotte. La sentenza venne eseguita nella Stateville Prison
di Joliet, Illinois. L'ultima dichiarazione al suo avvocato prima dell'esecuzione fu che "ucciderlo non
avrebbe comunque compensato la perdita delle vite degli altri e che lo Stato lo stava
assassinando". Le ultime parole del condannato prima della morte furono semplicemente:
Baciatemi il culo! (Kiss my Ass!).


GG.ALLIN
Il cantante hardcore punk GG Allin fu uno dei pochi interlocutori regolari di John Wayne Gacy
durante la permanenza di quest'ultimo in carcere. Il commento a riguardo di Gacy fu che era
diventato un buon amico, ma che mai aveva sentito nella sua vita qualcuno che puzzasse di piscio
e sudore cos potentemente come GG Allin.
Anche se mai ammesso dallo scrittore, fuor di dubbio che Stephen King abbia tratto ispirazione
dalla figura di Pogo il Clown e dallenorme impatto che ebbe sull'immaginario collettivo degli
americani per creare l'entit malvagia presente nel suo romanzo It del 1986, il clown assassino
Pennywise.

Frasi Celebri:
- Quando, durante la schedatura allarresto, gli venne chiesto: in quale stato nato, Signor
Gacy? Lui rispose: sono nato in un perenne stato di confusione.
- Colpevole io? No, io sono innocente! Lunica mia colpevolezza stata quella di aver gestito,
nella mia cantina un cimitero senza una regolare licenza.

Pogoilclown
Pogo il clown sulla porta di casa

JohnGacy:Pogoilclown,autoritratto


JohnGacy:Pogoilclown


JohnGacy:Pogoilclown

JasonMoss


LafotografiavolutamenteprovocantecheJasonMossmandaGacy
(ricostruzione)

IvestitidapagliacciooriginalidiGacy


Gacyinfamiglia(1968circa)


GacyconlaFirstLadyAmericana
Theodore Kaczynski - Unabomber

Il 13 aprile del 1996, Theodore (Ted) Kaczynski viene arrestato nella sua piccola capanna nei
boschi di Lincoln, Montana. L'arresto il culmine di quasi 18 anni di una lunga caccia all'uomo per
una figura sfuggente, conosciuta come Unabomber. Conclusa la caccia all'uomo, l'FBI aveva
accumulato migliaia di volumi di informazioni, tra cui circa 9.000 fotografie, in relazione ad una
serie di ordigni esplosivi, per lo pi bombe postali, che avevano ucciso tre persone e provocato il
ferimento di molte altre. Il 22 gennaio del 1998, Kaczynski si dichiar colpevole di questi crimini e
inizi a scontare una condanna all'ergastolo in una prigione del Colorado. Cos fin la carriera di
un uomo tormentato che era entrato a Harvard all'et di 16 anni, completando il suo Master e
dottorato a 25, e insegnando matematica per due anni presso l'Universit della California a
Berkeley. Il caso Unabomber ebbe inizio il 25 maggio 1978, quando un professore della
Northwestern University si insospett di un pacco che gli era stato restituito dal servizio postale,
ma che non aveva mai spedito. Chiam la security del campus, e quando un agente di polizia del
campus apr il pacchetto, questo gli esplose in mano, provocandogli lievi ferite. L'universit
contatt la ATF (Alcohol, Tobacco, Firearms - per esteso Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms
and Explosives, agenzia governativa statunitense), che inizi quel giorno a compilare quello che
sarebbe diventato un lungo dossier sul lavoro del bombarolo. La bomba era il lavoro di un
dilettante, a base di prodotti che potrebbero essere reperiti in qualsiasi ambiente domestico. Si
trattava di un pezzo di tubo di metallo riempito di polveri esplosive. Il dispositivo di azionamento
era elementare, un chiodo tenuto da elastici che era destinato a colpire il tubo esplosivo al
momento della sua apertura. La scatola era di legno, come i tappi alle estremit del tubo. Il 9
maggio del 1979, uno studente laureato alla Northwestern University sfugg a gravi lesioni quando
apr una scatola di sigari che esplose. Questa bomba era pi sofisticata della prima. Anche in
questo caso, la bomba era costituita da elementi comuni: nastro, fili, un cavo di lampada e tasselli
di legno. Il 15 novembre del 1979, una bomba innescata da un altimetro cominci a bruciare nella
stiva di un volo American Airlines 444. La bomba non esplose perch invece di esplosivi conteneva
nitrato di bario, una polvere spesso utilizzata per creare fumo verde in fuochi d'artificio. Il 10 giugno
del 1980, quando il presidente della United Airlines apr un libro ricevuto per posta, venne ferito
da una bomba nascosta tra le pagine. Questa bomba differiva da quelle precedenti perch aveva
una "firma", le iniziali FC (Freedom Club) perforate nel metallo. A questo punto l'FBI coni il
termine Unabomber per riferirsi agli obiettivi finora presi di mira: Universit Uni e Airlines BomBing,
poi modificato dai media in UnaBomber.
Unabomber si ferm per 16 mesi, fino all8 ottobre 1981, quando una bomba trovata nel campus
della Universit dello Utah venne disinnescata senza aver fatto alcun danno. Nel maggio 1982,
una segretaria della Vanderbilt University rimase gravemente ferita quando apr un pacco
contenente una bomba che il servizio postale rimandava al mittente (come la prima bomba) per
un professore di ingegneria elettrica presso la Brigham Young University dello Utah. Due mesi pi
tardi, il 2 luglio, un professore di ingegneria a Berkeley rimase gravemente ferito dopo aver alzato
la maniglia su uno strano pezzo di equipaggiamento in un salotto della facolt, innescando
un'esplosione. Anche in questo caso, ci fu una pausa, quasi tre anni. Poi il 15 maggio del 1985,
uno studente laureato a Berkeley rimase gravemente ferito in un laboratorio informatico quando
apr un raccoglitore a tre anelli che esplose. La scientifica ha dimostrato che l'attentatore era un
esperto di esplosivi letali, un mix di nitrato di ammonio e polvere di alluminio. Le schegge della
bomba erano costituite da puntine, chiodi, e pezzi di piombo. Stampate sul sigillo estremit del
tubo della bomba cerano le iniziali FC. Meno di un mese dopo, il 13 giugno, una bomba simile
venne inviata ad un impianto Boeing a Auburn, Washington. Un impiegato pens che il pacchetto
fosse sospetto e chiam gli artificieri, che smantellarono la bomba, e ancora una volta trovarono il
logo FC. Appena due giorni dopo, il 15 giugno, un professore di psicologia presso l'Universit del
Michigan e il suo assistente vennero feriti da un'esplosione innescata aprendo un libro ricevuto
per posta. Il primo decesso avvenne l11 dicembre 1985, quando il proprietario di un negozio di
computer a Sacramento, in California, not nel parcheggio del negozio un blocco di legno con dei
chiodi sporgenti. Quando lo prese, esplose con grande forza. Un esame forense ha mostrato che
la bomba consisteva di tre tubi 10 pollici riempiti con solfato di potassio, cloruro di potassio, nitrato
di ammonio, e polvere di alluminio. Anche in questo caso, le schegge consistevano di pezzi
taglienti di metallo, chiodi e schegge. A questo punto, le autorit non erano pi vicine alla cattura
di Unabomber di quanto lo fossero nel 1978, ma un indizio significativo emerse nel febbraio 1987,
quando una segretaria di una impresa di computer a Salt Lake City, Utah, vide un vagabondo
sconosciuto al di fuori della ditta. Dalla sua descrizione, i disegnatori crearono l'ormai famoso
schizzo di un uomo incappucciato che indossa una felpa da aviatore e occhiali da sole che si pens
essere Unabomber, che aveva collocato in un blocco di legno nel parcheggio una bomba che fer
gravemente il vice presidente della societ. La scientifica ha dimostrato che l'Unabomber
continuava ad affinare le sue abilit, dato che questa bomba conteneva un nuovo dispositivo di
attivazione, pi sensibile. Gli attentati si fermarono per sei anni. Tornarono con nuova forza nel
giugno 1993. Il 22 giugno, un genetista dellUniversit della California a San Francisco venne
gravemente ferito quando apr una scatola di legno all'interno di una busta imbottita che aveva
ricevuto per posta. Un pacchetto simile inviato nella stessa data, il 18 giugno, giunse presso la
sede di un professore di informatica alla Yale University il 23 giugno. Quando apr la scatola, dalle
dimensioni di una scatola da scarpe, esplose con forza devastante. Lo stesso giorno, la stampa
ricevette la prima comunicazione dellUnabomber, sotto forma di una lettera al direttore del New
York Times, in cui si assumeva la responsabilit per i due attentati pi recenti, identificandosi come
FC (Freedom Club), e promettendo ulteriori comunicazioni in futuro. La task force nata per
contrastare questi attentati, per, non pot evitare altre due bombe letali. Il 10 dicembre del 1994,
un dirigente pubblicitario che aveva cercato di rinnovare l'immagine della Exxon dopo la disastrosa
fuoriuscita di petrolio della Exxon Valdez, mor aprendo un pacco speditogli a casa. Anche in
questo caso, il logo FC venne trovato tra le macerie, insieme con i resti di una scatola di legno.
Poi, il 24 aprile 1995, il presidente della Associazione Forestale della California venne ucciso
aprendo un pacco indirizzato al suo predecessore. Con il tempo, l'identit del Unabomber si fece
sempre pi chiara grazie agli scritti che inviava regolarmente ai media e agli scienziati. Nel 1995,
invi lettere sconnesse e ingiuriose a vari scienziati. In esse ammon i destinatari ad abbandonare
le loro ricerche, chiarendo la sua opposizione alla scienza moderna e alla tecnologia. La pi nota
di queste lettere stata quella che scrisse al il New York Times, minacciando ulteriori attentati e
sostenendo che sia la sua competenza nel fabbricare bombe, sia l'appartenenza al Freedom Club
stavano crescendo. Cerc anche un accordo coi media: avrebbe fermato la sua attivit se il New
York Times avesse pubblicato il suo Manifesto. Il Times e il Washington Post si consultarono con
l'FBI prima di decidere di pubblicare il "Manifesto", una lunga tirata di oltre 35.000 parole contro il
progresso, la rivoluzione industriale, e la tecnologia moderna. Le autorit speravano che, se fosse
stato pubblicato il manifesto, qualcuno avrebbe potuto riconoscere le idee o lo stile di scrittura e
fornire informazioni sull'identit dell'autore. Non si sbagliavano, e quando David Kaczynski lesse il
Manifesto concluse che il suo probabile autore era il fratello maggiore, Ted. David assunse un
investigatore privato per confrontare campioni di scrittura di Ted con il manifesto. L'investigatore,
a sua volta, forn i campioni a specialisti linguistici, che determinarono che la stessa persona che
aveva scritto il manifesto aveva scritto i campioni forniti. Sei settimane dopo, Ted Kaczynski venne
arrestato. La sua capanna in Montana era piena di prove, circa 700 elementi che ammontavano a
una piccola fabbrica di bombe e migliaia di pagine del suo diario. Durante quasi due anni di
procedure legali, i suoi avvocati tentarono di farlo apparire come insano di mente, ma Kaczynski
rifiut sempre di essere esaminato dagli psicologi. Egli cedette solo dopo aver presentato una
petizione alla corte dove chiedeva di rappresentare s stesso al processo, ma la corte stabil che
sarebbe stata d'accordo solo se fosse stato trovato sano di mente per poterlo fare. Di fronte a
prove forensi inattaccabili e alla possibilit della pena di morte, Kaczynski si dichiar colpevole
delle accuse e venne condannato all'ergastolo.
CHARLES MANSON: IL PERSONAGGIO

Luomo che terrorizz una nazione intera nellestate del 1969, Charles Manson, incarna ancora
oggi nella cultura popolare il prototipo del criminale malvagio e spietato totalmente dedito al male.
Una figura ambigua quella di Manson, a tratti affascinante, potente e allo stesso tempo schiava
dei propri complessi, che riuscita a passare alla storia americana venendo raffigurata come
Satana. Per capire lesistenza di questo personaggio bisogna dare un occhio anche alla societ in
cui ha vissuto e alla sua cultura: i favolosi anni 60, periodo di intense rivoluzioni culturali negli Stati
Uniti, della guerra in Vietnam, la filosofia hippie da figli dei fiori, i Beatles. Tutto ci crea un
contesto unico al mondo nel quale personalit come Charles Manson possono non soltanto
affermarsi ma addirittura coesistere. Se Manson fosse trasferito in unaltra epoca storica e culturale
probabilmente non avrebbe avuto limpatto psicologico che in realt c stato, e soprattutto non
sarebbe stato innalzato ad icona e mito satanico. Queste condizioni hanno fomentato un uomo
che ha fatto della violenza e della menzogna lunica arma di sopravvivenza.
Charles Miles Manson nacque il 14 novembre 1934 a Cincinnati, da una giovane prostituta
scappata di casa e da padre sconosciuto. Il cognome Manson gli fu dato dopo la nascita, quando
la madre spos un certo William Manson il cui cognome sembra essere presagio per la vita di
Charles, infatti Manson = figlio dellUomo, ovvero Ges Cristo, come lo stesso Charlie amava farsi
riconoscere dai suoi adepti ma il matrimonio dur poco e Charles non ebbe mai una figura
paterna accanto. Lidentit del padre biologico, infatti, ancora avvolta nel mistero. Alcuni dicono
sia stato un operaio che pur essendo a conoscenza dellesistenza del figlio non se ne occup mai,
altri invece un colonnello. Ulteriori fonti invece osano di pi, affermando che il padre biologico
avesse origini afroamericane. Se cos fosse sarebbe senza dubbio una discendenza, quella di
Charles, abbastanza emblematica, che avrebbe influito sulla futura filosofia razzista delluomo.

La vita di Manson da manuale dellinfanzia tipica di un serial killer, costellata da maltrattamenti,


abusi e abbandoni. La madre, non desiderando il figlio, pi volte lo picchiava o cercava di
sbarazzarsene addirittura barattando il piccolo Charles con della birra. Nonostante ci Manson
non mostr mai segni di odio o rancore nei confronti della madre, anzi molto spesso prendeva le
sue difese, giustificando sia la sua fuga dalla famiglia che le sporadiche volte in cui la madre
doveva vendere il proprio corpo per mantenere entrambi. La realt per era ben diversa, e Manson
dopo esser stato scambiato per un boccale di birra venne affidato agli zii materni anche a causa
dei continui problemi con la legge della madre che presero con loro il bambino tentando di
crescerlo secondo i rigidi principi cristiani. Gli zii di Charlie lo educarono secondo le logiche
fanatiche religiose, umiliando il piccolo e rinfacciandogli lo stile di vita della madre, il tutto
accompagnato da severe punizioni corporali. Si pu dire che anche questo contribu allodio che
Manson covava per la societ, e alla visione della realt che aveva, in particolare le donne, nella
futura filosofia mansoniana, erano viste come schiave degli uomini il cui solo scopo era accoppiarsi
con essi e obbedire ai loro ordini. A 12 anni la madre, stanca di Charlie, sped il figlio in un istituto
dinfanzia, ma la disciplina del posto era molto severa e Charles scapp quasi subito. Da solo e
senza nessuna esperienza su come poter sopravvivere nella cruda realt, ladolescente Charlie
inizi la sua vita da sbandato cercando di mantenersi attraverso furti e rapine. Non pass molto
tempo che Manson venne subito arrestato e portato in riformatorio. Qui Charles visse altre
esperienze che segnarono profondamente la sua psiche: fu sodomizzato e maltrattato pi volte
dagli altri detenuti, che facilmente riuscivano ad imporre la loro forza, per esperienza e anche
grazie allesile corpo di Charlie. Manson per riusc a ribellarsi e cap che il solo modo per passare
da vittima a predatore era di sfruttare ogni occasione a proprio favore. Non a caso Manson un
uomo dotato di grande intelligenza, che riusc a utilizzare sempre a proprio favore. In riformatorio
gli insegnanti vedono in lui un ragazzo molto solo e fragile, che non si fida di nessuno e che lavora
bene soltanto quando sa di poter ottenere qualcosa. Un opportunista, appunto. Tra una fuga e
laltra, passando fra vari riformatori, Manson viene pi volte analizzato da dottori e psichiatri, che
notano in lui un ragazzo con un QI notevolmente alto, sebbene ancora sia analfabeta, ma anche
molto debole e sofferente a causa dei continui rifiuti da parte della madre e della sua condizione
di illegittimo. Per difendersi da tutto questo, Charles cerca in tutti i modi di farsi amare ed accettare,
di attirare costantemente lattenzione degli altri, un modo quindi per compensare la solitudine che
lo affliggeva dalla nascita. Insomma a 16 anni la psiche di Manson era gi in bilico.

A questo punto Charlie, con la buona condotta e le sue doti da abile manipolatore riusc a
convincere uno psichiatra a farsi dare unopportunit per poter uscire da quel girone infernale.
Manson viene quindi trasferito in un riformatorio dalla minima sicurezza. Qui, poco prima di uscire
definitivamente, minaccia un compagno con un coltello mentre lo sta per violentare. Anche se
Charlie faccia di tutto per nascondere il suo odio e la sua violenza, e abbia gi capito che il solo
modo per potersela cavare mentire e offrire ci che gli altri chiedono, non riesce a frenare gli
scatti dira che lo accompagneranno per tutta la vita. Viene quindi subito spedito in un riformatorio,
e poi un carcere, molto pi severi. Manson si impegna, studia molto, e riesce a plagiare la
commissione per ottenere in anticipo la libert vigilata. Siamo allinizio di una lunga serie di vittime
per mano dellarte da ipnotizzatore di Manson. A ventanni Charles finalmente libero. Sembra
che le prime due decadi della vita di Manson possano gi preannunciare il futuro del giovane
uomo. Non ha mai conosciuto il padre, n una vera famiglia, o lamore dei propri cari.
Non ha potuto apprendere le regole base per unadeguata convivenza civile: dalla sua vita ha
soltanto imparato che i pi deboli vengono sempre sopraffatti e umiliati, che i problemi si risolvono
solo con la violenza, e che meglio non fidarsi di nessuno. Conoscere lodio e la violenza sin
dallinfanzia, e non poter avere altre prospettive di vita, concorre di certo a minare la salute mentale
di un bambino, ma ovviamente questo da solo non basta per preannunciare il futuro da criminale
di una persona. Le figure di riferimento del giovane Manson erano gli zii e la madre, e leducazione
deviata, che da loro ha ricevuto, ha di sicuro alimentato la costruzione di una visione della realt
distorta. Da una parte Charles ha la madre che lo ripudia e dalla quale viene subito immerso di
riflesso nel crudo mondo della prostituzione, dallaltra trova il fanatismo bigotto degli zii che
incrementa lodio di Charlie verso la Chiesa e la buona societ. Linfanzia unet delicata, un
bambino non ha esperienza su come fronteggiare le situazioni della vita, e se le persone a lui
vicine manifestano comportamenti disadattivi, specie se aggressivi e violenti, egli sar pi portato
in futuro ad imitare quella condotta e quegli atteggiamenti nelle stesse situazioni che ha osservato.
Questo processo, spiega come il comportamento umano possa essere appreso anche attraverso
losservazione, e per i bambini pu essere addirittura pi efficace dellesperienza diretta, se gli
adulti per timore o adulazione vengono visti come figure superiori e infallibili, come modelli di
riferimento. Da tutto ci si pu capire come Charles Manson non abbia avuto esempi a lui vicino
capaci di insegnargli le giuste strategie di fronteggiamento delle situazioni stressanti e aversive.
Ma nonostante tutto quando usc dal carcere Manson prov a cambiare rotta. Spos una ragazza
dalla quale ebbe un bambino, e mise su famiglia.

Charles tent di mantenere la moglie e il figlio con i vari lavoretti saltuari della giornata, ma a
questet, senza un soldo e appena uscito di prigione, la vita pu sembrare davvero una scalata
insormontabile, e Manson torn a fare la cosa che gli riusciva meglio: furti dauto e rapine. Venne
di nuovo portato in carcere dove rimase, dopo vari periodi di condizionale, poco pi di due anni.
La moglie, nel periodo di detenzione, chiese e ottenne il divorzio, lasciando definitivamente
Charles. Un altro duro colpo. Lultimo barlume di speranza era ormai svanito per Manson. In
carcere Charlie segu i detenuti pi anziani ed esperti, ed apprese tutto quello che cera da sapere
sui traffici di droga e di prostitute, mentre affinava la sua arte di plagiatore di anime. Uscito di
prigione, Manson mise in pratica gli insegnamenti appresi sullo spaccio di droga e sulla
protezione di prostitute, ma viene nuovamente arrestato e portato in carcere per furto. Sembra
davvero incredibile la quantit sproporzionata di crimini federali commessi da Manson, luomo che
tuttoggi viene considerato il serial killer pi efferato dAmerica. Una persona non potrebbe dare
pi allocchio di cos. Ma Manson fece di pi. Charles in galera riesce ancora una volta ad
abbindolare la legge, questa volta aiutato da una sua protetta, che recitando la parte della
ragazza madre sola e abbandonata, prega il giudice affinch conceda la libert vigilata al povero
Charlie, cos che si possa occupare di lei e del nascituro. Detto fatto e Manson di nuovo a piede
libero. Questa volta prende ancora pi sul serio il mestiere di sfruttatore ed inizia a creare un
proprio giro di ragazzine, ma viene di nuovo arrestato, con laccusa di sfruttamento della
prostituzione, di violazione della libert vigilata, e per aver violentato due donne. La libert di
Manson era durata poco pi di un anno, ora lo aspettava una condanna a dieci anni di prigione,
poi ridotta. Uscir nuovamente nel 1967, giusto in tempo per assorbire la cultura del tempo, che
far di lui il simbolo in negativo di unintera generazione. In carcere a McNeil Island, nello stato di
Washington, Manson seguiva i tumulti della realt dellepoca attraverso giornali e opinioni tra
detenuti, perci, fino a quando non venne scarcerato, Charlie era esterno alla filosofia hippie.
Durante la lunga detenzione, Manson si dedic a varie attivit, grazie anche alle influenze degli
altri carcerati. Inizi a studiare la magia, lesoterismo massonico, la scientologia, lipnotismo, la
proiezione astrale, la motivazione subliminale e la musica. Riguardo lipnotismo e la motivazione
subliminale, Manson mise in atto ci che stava imparando, infatti in un episodio riportato da Ed
Sanders, Charlie riusc a manomettere la stazione radio del carcere in modo tale da diffondere
determinati messaggi ad esempio applaudire pi intensamente quando si ascoltava lo stesso
Manson cantare in un concorso canoro nel penitenziario di notte. Per quanto concerne
Scientology, Charlie ne rimase colpito sentendone parlare da alcuni detenuti. In realt Manson,
che aveva seguito soltanto centocinquanta sedute di trattamento Scientology, non apprese tutta
la dottrina, ma soltanto qualche spunto che successivamente, insieme ad altri concetti presi qua e
l, vennero utilizzati da Manson per guidare le menti dei giovani che nel suo vagabondare
raccoglieva e radunava attorno a s, riprogrammandone la personalit. Charles si dedic molto
anche alla lettura, in particolare di due testi utilizzati anchessi nella filosofia mansoniana: Analisi
Transazionale di Eric Berne e Straniero in Terra Straniera di Robert Heinlein. In particolare
questultimo libro sembra quasi esser stato preso alla lettera da Manson. Il testo infatti narra di un
marziano telepatico assetato di potere che vaga sulla terra in compagnia di un harem, sfogando
insaziabili brame sessuali mentre compie il suo proselitismo per un nuovo movimento religioso.
Manson si sarebbe quindi identificato con il protagonista, Valentine Michael Smith nome che in
seguito Charles dar al figlio avuto con la prima discepola un tizio che mentre tentava di
realizzare la propria religione si macchi di numerosi omicidi. Oltre a questi per, Manson nutriva
una passione maniacale per la Bibbia, soprattutto lApocalisse di San Giovanni, da cui Charles
ricav numerosissimi concetti. A tutto ci si aggiunse il talento che Manson scopr di avere per la
musica. Egli si un ad un detenuto, Alvin Karpowicz uno dei pi famosi criminali degli anni 30
e da lui Manson impar a suonare la chitarra. In quegli anni, 63 64, spopolava sia in Europa che
negli Usa, la musica dei Beatles, una delle prime band ad aver avuto un successo cos enorme.
Manson ne fu subito attratto, e lattrazione ben presto si trasform in ossessione. Spesso ai
compagni di cella Charles diceva che poteva benissimo diventare come i Beatles, se solo ne
avesse avuto loccasione. Quella di diventare famoso era unidea costante per Manson, una
fissazione che cercher sempre di realizzare in futuro, utilizzando anche la sua posizione e il suo
prestigio allinterno della Famiglia. Per molti addirittura lossessione di diventare un famoso
cantante, da parte di Manson, la reale motivazione dietro le stragi che hanno reso famoso questo
personaggio, poich pi volte venne scartato dal mondo della musica. Ma non possibile stabilire
con certezza quanto peso abbia avuto questo chiodo fisso per Manson negli omicidi di cui fu
imputato, senza provare ad entrare nella sua testa. Facendolo ci si rende conto di quanto
realmente sia complesso questo individuo.
Dopo cinque anni nel penitenziario di McNeil, Manson si fece aiutare da alcuni detenuti molto pi
esperti di lui per farsi trasferire in un altro carcere, al Terminal Island in San Pedro, California, con
la speranza di poter essere rilasciato prima della effettiva condanna. In carcere Manson si fece
molti amici, alcuni dei quali gli promisero di aiutarlo nel realizzare il suo sogno di diventare una
star. Ad altri invece gi svelava le sue idee per quando sarebbe uscito di prigione. Manson aveva
una visione della realt divisa in due: da una parte potenti i ricchi e benestanti, e dallaltra la gente
come lui, i rifiuti della societ, gli scarti, ci che viene isolato e lasciato fuori dal mondo. Perci la
sua intenzione era reclutare quanti pi rifiuti possibili, per operare al di sotto della coscienza della
cultura madre. Manson nonostante le varie ossessioni che alimenteranno le sue teorie, aveva
trovato in carcere un suo equilibrio. Aveva delle regole da dover seguire, svolgeva
quotidianamente varie mansioni, si sentiva protetto. Non perch la cella gli piacesse, ma perch
Manson sapeva che quella era lunica realt in cui aveva imparato a vivere e in cui sapeva
comportarsi. Era consapevole di sentirsi inadatto alla vita al di fuori del penitenziario. Dai referti
clinici compilati finora dai numerosi psichiatri che cercarono di aiutare Manson in riformatorio e nei
successivi istituti penitenziari, i profili psicologici che ne derivano sono pi o meno gli stessi:
Charles Manson aveva una forte personalit antisociale, cercava di essere sempre al centro
dellattenzione e di assicurarsi lamicizia di tutti, specie dei detenuti pi esperti di lui, e da essi
aveva imparato molto, soprattutto sulla vita criminale; monopolizzava molto spesso le relazioni
sociali che instaurava in carcere, provando sempre a persuadere gli altri circa le proprie
convinzioni; tuttavia dietro la maschera da simpatico ragazzo appassionato di musica ed
esoterismo si nasconde un uomo sociopatico che soffre per i numerosi abbandoni subiti in infanzia,
per i traumi che hanno segnato la sua esistenza e per la sua condizione di uomo solo;
profondamente infelice e mostra segni di odio verso la societ e tutto ci che rappresenta,
proiettando in essa i fantasmi del suo passato. Nelle deposizioni degli psichiatri che lo hanno
esaminato per, si nota anche la volont da parte di Manson di voler cambiare il proprio destino,
di impegnarsi a fondo per poter essere un uomo migliore. Non si mette in dubbio limpegno profuso
da parte di Manson nelle varie attivit penitenziarie sport musica e lettura su tutti e il suo
desiderio di impiegare una condotta migliore, ma la sua tenacia nellessere un uomo diverso era
dettata pi dalla volont di voler apparire che di sentirsi realmente tale. Nelle varie sedute con
psicologi e psichiatri, Manson aveva ormai capito come persuadere il personale per poter ottenere
sconti di pena.

Ovviamente non tutti ci cascarono, ma alcuni di essi invece consigliavano come miglior cura per i
disturbi di Charles, linserimento nella societ. Il referto psichiatrico del dottor Ewin McNiel, che
esamin Charles Manson recita cos:
[] evidente che Manson ha una personalit instabile e che per quasi tutta la sua vita ha subito
dannose influenze dallambiente esterno [] A mio giudizio un rischio concedere a questo
ragazzo la sospensione condizionale della pena, daltra parte ha trascorso nove anni in diversi
istituti con nessun apparente beneficio tranne quello di essere tolto dalla circolazione. Con lo
stimolo di una moglie e di una probabile paternit potrebbe essere in grado di rimettersi sulla retta
via.
Lunico che in realt conosceva davvero Manson era Manson stesso, ed egli sapeva che essere
lasciato solo al mondo senza alcuna possibilit di adattamento alla societ, avrebbe soltanto fatto
di lui un criminale pi esperto. La vita al di fuori delle mura carcerarie lo aveva sempre ostacolato,
ed egli stesso non aveva mai capito come potersi adeguare ad essa, ed anche per questo quando
venne rilasciato il 21 marzo 1967, Manson cerc di convincere le guardie a non farsi liberare, il
carcere era casa sua ormai, e solo l aveva imparato a vivere. Nonostante la sua paura venne
comunque rimesso in libert. Nei primi giorni di libert, Manson, armato di chitarra, girava per le
strade di Los Angeles, cercando anche di riagganciare i rapporti con le persone che aveva
conosciuto in carcere e le quali gli avevano promesso di aiutarlo nel suo sogno di diventare una
star della musica. La cultura in cui viene immerso Charles appena rilasciato, lideale per chi come
lui non ha mai interiorizzato le regole sociali e vuole invece combatterle. In questo luogo e in questo
periodo, Charlie Manson si trova nel cuore della controcultura hippie. Sono gli anni questi, di grandi
rivoluzioni: la lotta contro il razzismo che porter allapprovazione della legge sui diritti civili che
equipara i neri ai bianchi; il famoso discorso di Martin Luther King durante la marcia per i diritti civili
e la sua successiva morte, che trasformer molte delle proteste pacifiche dei neri in scontri violenti
contro le forze armate; gli omicidi dei fratelli Kennedy; la guerra fredda in corso tra Usa e URSS,
con la paura giornaliera di unimminente catastrofe nucleare, sfiorata con la crisi dei missili a Cuba;
lallunaggio dellApollo 11 che avrebbe dovuto sancire la superiorit americana nei confronti dei
sovietici, i primi a mandare un uomo nello spazio; la protesta dei giovani hippies contro la guerra
in Vietnam. Questi sono alcuni degli eventi che travolsero la cultura degli anni sessanta, in
particolar modo quella statunitense, che spaccarono la societ in due, da una parte la fetta ricca,
benestante e tradizionalista della societ che con ogni mezzo cercava di sopprimere le rivolte
giovanili e di protesta, guardando con diffidenza ai cambiamenti sulle differenze di genere e di
razza e di societ, additando la nuova generazione come drogata e sessualmente promiscua,
perci demoniaca, ma che allo stesso tempo era disposta a mandare i propri figli al macello in
Vietnam dallaltra troviamo i figli dei fiori, orfani di una generazione che aveva regalato al mondo
ben due guerre mondiali, e che continuava ancora a seminare sangue e distruzione, e da cui essi
cercavano di discostarsi, cambiando totalmente visione del mondo. La ribellione di questi anni si
viveva per le strade, nelle scuole e universit, nelle proprie famiglie, coinvolgeva ragazzi e ragazze
che volevano dare un proprio contributo alla causa e che non si sentivano pi rappresentati dalla
vecchia tradizione. Moltissimi giovani scappavano di casa e si univano ad altri ragazzi in delle
comunit dove lunica regola era lamore. Si diceva no al materialismo, tutto veniva condiviso con
i propri fratelli, compreso il sesso, che comunque era solo espressione damore. Non a caso
proprio nel 1969 si tenne a Bethel il festival di Woodstock, che divent subito icona del movimento
hippie. Tre giorni di musica e amore libero che diedero una spinta ancor maggiore agli ideali
rivoluzionari dellepoca.
Fu un evento cos significativo che i media premevano perch i giornalisti presenti al concerto
riportassero soprattutto notizie che potessero gettare fango sullideologia hippie, come incidenti,
risse, violenze di ogni tipo e labuso di droghe. Non un mistero che in questi anni fu elevato luso
di sostanze stupefacenti, soprattutto Lsd e marijuana. LLsd una potente droga psichedelica
sintetizzata in laboratorio e derivata dallergot, un fungo parassita della segale. Venne sintetizzata
per la prima volta nel 1938 da Albert Hoffman, a Basilea, e successivamente nel 49 messo in
commercio come ausilio nelle cure psichiatriche. Fu ritenuto illegale dal governo degli Stati Uniti
nel 69. Il successo dellLsd si deve alle sue peculiari caratteristiche, infatti causa alle persone che
lo assumono dei veri e propri viaggi mentali, che venivano interpretati come rivelazioni. Perci
per molti fu un vero e proprio mezzo di esplorazione spirituale che permetteva di aprire la mente
e lanima. Non ci vuole molto a capire che questaura di misticismo e spiritualit dellLsd colp non
solo la filosofia hippie ma anche personalit celebri del tempo. Il successo per queste tematiche,
come sesso libero, amore, condivisione di beni, spiritualit etc. si devono anche allondata di
culture orientali che divennero una moda in quegli anni, e furono fatte proprie da hippie e
anticonformisti. Era facile infatti, imbattersi in discorsi come karma, reincarnazione, pace e amore,
purificazione, magia bianca. Tutto quello che oggi racchiuderemmo nellespressione New Age e
che ha avuto forme pi estreme, come le varie sette occulte dispirazione satanica. La moda delle
filosofie orientali ebbe un gran seguito negli anni sessanta anche perch costituiva ci che da
secoli la Chiesa aveva cercato di etichettare come immorale, o demoniaco. Si cercava perci di
ribellarsi alle catene imposte dalla tirannia ecclesiastica, la quale schiacciava luomo sotto il suo
volere con il concetto del peccato, causando cos sensi di colpa e disagio, che portavano gli uomini
ad autopunirsi per ricevere il perdono celeste. La nuova visione del mondo invece, rende tutto
possibile in nome dellAmore, della condivisione totale con i propri fratelli, riportando luomo alla
vera conoscenza, quella posseduta dalle antiche civilt prima che la religione cristiana opprimesse
la mente umana riducendo il tutto ad atto demoniaco.
Questo breve excursus sulla cultura che si respirava negli anni sessanta pu far capire come per
Manson sia stato facile abbandonare le proprie paure sullinserimento nella societ, e adattarsi
perfettamente alla filosofia underground del momento. Manson in carcere non aveva compreso il
movimento che era in atto tra i giovani, ma quando venne rilasciato si trov capovolto nella
Summer of Love californiana, e da l il suo personaggio complet la trasformazione. Dalla sua
parte Charles non possedeva istruzione ricchezza o famiglia alle spalle, soltanto il proprio talento
per la musica e una forte personalit carismatica e comunicativa. Perci capisce ben presto che
pu non soltanto far parte della rivoluzione culturale che si stava vivendo, ma anche sfruttarla per
i propri scopi. Le idee di Manson per, si discostavano per diversi punti dalla classica ideologia
hippie. Tutto ci che aveva appreso in carcere non poteva esser spazzato via dalla foga
rivoluzionaria del momento. Comunque, Manson fu bravo a sfruttare a proprio favore luso di
droghe, la promiscuit sessuale, discorsi come fratellanza universale, condivisione, pace e
amore per influenzare le menti dei giovani e formare la propria comune, ribattezzata in futuro The
Family.
Manson, in quanto vigilato federale, aveva lobbligo di tenersi in contatto con il funzionario
incaricato di sorvegliarlo, comunicandogli qualsiasi suo spostamento e attivit. Le norme federali
vorrebbero, inoltre, che i vigilati speciali si trovino unoccupazione retribuita, perci Manson riusc
ad ottenere lavoro come cabarettista in un locale di San Francisco. In questo periodo, 1967,
Manson cerc anche di riallacciare i contatti con la madre, senza per riuscire a contattarla.
Durante il giorno, Charlie amava girovagare e fermarsi per i viali dei campus universitari, che
pullulavano di menti giovani e in cerca di un guru spirituale, suonando la chitarra ed elemosinando
qualcosa. cos che un giorno incontra la ventitreenne assistente bibliotecaria Mary Brunner, da
poco laureatasi alla University of Winsconsin Madison. Manson e la Brunner strinsero subito
amicizia, e la ragazza inizi ad essere influenzata dal suo carisma, dalle sue parole e dallaspetto
tipicamente hippie. Manson riusc a catturare e far propria lattenzione della ragazza con gli ormai
classici discorsi dellepoca sullamore, la fratellanza, mostrandosi come un uomo spiritualmente
aperto e profondamente sensibile. La faceva sentire amata, la riempiva di attenzioni, si mostrava
a lei come un uomo sicuro di s che lavrebbe protetta e alla quale avrebbe dato tutte le risposte
sulla propria esistenza. Cos facendo, Manson ottenne la totale fiducia della ragazza, che lo port
a casa sua a vivere con lei. Labilit di persuasione di Charles era sorprendente. Cos Ed Sanders
descrive limpatto che Manson aveva sulla gente:
Charlie esercitava sempre un notevole effetto su tutti quelli che incontrava. Appariva schietto.
Aveva una capacit incredibile nel manovrare una parte di una personalit contro laltra,
nellindividuare al primo istante le debolezze dellinterlocutore, creare confusione e, in tal modo,
presentarsi come scaturigine di leadership. Aveva sempre una risposta a tutto, immediata, abile,
anche se, a quanto sembra, complicata. Se, da un lato, diceva a tutti di essere s stessi, di
comportarsi a proprio piacimento, dallaltro possedeva un magnetismo penetrante che, abbinato a
un infaticabile processo di selezione, attraeva tutti coloro che affannosamente cercavano un
leader.
[] Sono una gran forza positiva, avrebbe detto qualche tempo dopo a un amico avvocato, sono
un potente campo positivo. Attraggo i negativi.
Ovviamente le capacit di Manson erano molto pi efficaci se egli le adottava con persone deboli,
insicure, confuse e spaesate, e in quel periodo era facile trovarne. Una donna sola, per, a Manson
non bastava, cos port nella casa della Brunner unaltra ragazza, Lynette Fromme, sedicenne
appena scappata di casa, anchella persuasa dalle grandi capacit di Charles, in questo caso
sessuali. Mary Brunner si trov spiazzata pensando di poter vivere davvero una relazione normale
con Manson ma anche questa volta Charles demol le opposizioni morali della ragazza e la
convinse che in amore nulla sbagliato. Manson stava riuscendo nellintento di formare un
proprio harem, per soddisfare i suoi istinti sessuali e tenere le ragazze totalmente succubi della
sua volont. Ad essi si aggiunse unaltra ragazza, Susan Atkins, anche questultima scappata di
casa e perci facile preda del carismatico Charlie. Per ogni ragazza che Manson accalappiava nel
suo harem, cera sempre una sorta di rito di iniziazione si trattava sempre di un rapporto sessuale
che incideva cos tanto nella personalit delle giovani donne da sentirsi legate a Manson e
donargli eterno amore. Quello riguardante Susan Atkins consisteva nellimmaginare di fare lamore
con il proprio padre. Charlie chiese alla ragazza se avesse avuto difficolt col padre e se avesse
mai desiderato di avere un rapporto con lui. Ecco, quella era la sua occasione per farlo. Cos
facendo, Manson si mostrava agli occhi delle ragazze come un profeta, totale Amore. In realt
tutte queste erano tecniche psicologiche che Manson usava per indebolire le difese altrui e usarle
a proprio vantaggio. Era in corso la riprogrammazione delle Charlies Girls.

Con le sue ragazze, Manson si trasferisce nel quartiere Haight Ashbury, a San Francisco, cuore
della Summer of Love californiana. in uno dei tanti ritrovi di ragazzi e ragazze che Charlie, in
questo periodo, si approfitta di una donna violentandola. La ragazza, Terry, avr anche un
bambino da questo rapporto, dandolo successivamente in adozione. Nonostante Manson avesse
il proprio harem e un numero sempre in crescita di donne che ne facevano parte, con una quantit
sproporzionata di rapporti sessuali, aveva sempre il bisogno di ottenere di pi. Il desiderio sessuale
per Manson era una vera ossessione, ed egli non aveva freni alle proprie pulsioni. Con la Famiglia
arriver a creare proprie pellicole pornografiche e rituali sessuali a sfondo esoterico, che nella
California a cavallo tra gli anni sessanta e settanta avevano molto commercio. Ma per Charles fu
facile farsi assecondare, bastava seguire londa della cultura underground giovanile per scoprire
che il sesso libero stava entrando di diritto come la droga nel manuale del giovane hippie. Manson,
unendo le conoscenze esoteriche acquisite in carcere con la filosofia Peace and Love di quegli
anni, insieme alla sua straordinaria capacit comunicativa, divenne ben presto un santone,
riunendo attorno a s molti giovani sbandati, perlopi ragazze. In piena estate 1967, il quartiere di
Haight Ashbury era cos denso di filosofia hippie da poter essere pericoloso. Le strade erano
senza inibizioni ed erano facili stupri rapine ed eccessi di ogni tipo. Era troppo anche per Manson,
che avvert il pericolo e port le proprie ragazze lontano dal posto. Questo Manson, molto
premuroso quasi da identificarsi con la figura di padre delle giovani ragazze, molto diverso
dalluomo che poco tempo dopo progetter le stragi a Cielo Drive e dei coniugi La Bianca. Il segreto
della spaccatura di Manson sta nel non possedere unidentit. Manson ci che tu vuoi che egli
sia per te, quello che desideri ma di cui hai profondamente paura, finch egli ti d tutto al punto da
non distinguere pi limiti fra te e lui, appropriandosi di te, non concedendoti pi la possibilit di
scegliere per la propria libert.
LA FAMIGLIA

"LA FAMIGLIA" delle origini con i suoi primi membri.

Prima che lestate dellamore volgesse al termine, Manson convince i suoi seguaci a mettersi in
viaggio per lAmerica su un vecchio autobus scolastico. Fino a quel momento Charlie e i giovani
che aveva reclutato vivevano di elemosine, favori, e qualche furto. Non avendo una fissa dimora,
salire su un autobus tutti insieme era la scelta migliore. Durante i loro viaggi, Manson e i discepoli
incontrano un uomo, Gary Hinman, musicista e spacciatore che da poco si era convertito al
buddhismo. Come quasi tutti gli amici di Manson, si convince ad ospitare la comune nella sua villa,
ma ben presto, per le maniere della Famiglia, li manda via. Manson quindi, porta la Famiglia
lontano dalla citt, spingendosi sempre pi verso il deserto. Ai confini con esso, infatti, si trovava
un vecchio ranch appartenente allottantenne George Spahn. Charlie e i suoi riuscirono a
convincere il proprietario, quasi del tutto cieco, a farsi ospitare per un po. Il vecchio si convinse
soprattutto per la disponibilit offertagli da Manson nel prendersi cura del posto e degli animali ma
in particolar modo nellessere ripagato in natura dalle Charlies Girls, specialmente da Lynette
Fromme. La volont di Manson era di guadagnarsi il favore di George Spahn cosicch alla sua
morte avrebbe intestato la vecchia propriet alla Fromme, e quindi di conseguenza sarebbe stata
sua. Cerano diverse regole nella famiglia, una di queste era lassoluta condivisione di ogni cosa,
e allinizio Manson non lo imponeva, riusciva ad ottenere ci attraverso la persuasione e il senso
di colpa che instillava nella mente dei ragazzi che reclutava. Charlie li salvava dalla strada, dava
loro un posto dove stare, lamore di una famiglia, un nuovo scopo nella vita, ed essi in cambio si
sentivano protetti, appagati, cosicch era quasi un dovere poter ripagare la Famiglia, donandole
fra le varie cose soldi e carte di credito. In questo periodo la famiglia recluta anche una delle sue
prime figure maschili, Bruce Davis. I maschi venivano persuasi ad entrare nella comune soprattutto
per la disponibilit di ragazze che si poteva avere, e per la droga, oltre ai discorsi mistico religiosi
di Manson, che avevano molto presa sui ragazzi facilmente impressionabili come Davis, il quale
svilupper una capacit formidabile di cadere in trance. Uno dei comportamenti che spesso
Manson adottava nella Famiglia e con le persone di cui voleva assicurarsi lamicizia, era il bacio
dei piedi. Un comportamento di sottomissione che doveva far capire al soggetto il totale amore e
la disponibilit di Manson nei suoi confronti.
Charlie manteneva sempre lossessione per il successo, e grazie alle 150 ore di Scientology che
frequent in carcere, riesce ad avere accesso ai vari parties organizzati dalla setta, che venivano
spesso frequentati dalle star di Hollywood. Manson era riuscito perfettamente ad avere contatti
con il mondo delle star, infatti poco dopo conobbe Dennis Wilson, famoso batterista dei Beach
Boys. Si pensa che Manson sia riuscito ad agganciare Wilson grazie alla segnalazione di Gary
Hinman, e successivamente abbia detto alle sue ragazze di sedurlo per potersene avvicinare.
Wilson infatti, nella primavera del 68, diede un passaggio a due autostoppiste, ragazze
appartenenti alla Famiglia, e le port in casa sua con la scusa di mostrar loro la collezione di dischi
doro della sua band. Cos i tre finirono a letto insieme e il giorno dopo, quando Dennis Wilson
torn a casa dopo una sessione di registrazione, trov lintera famiglia nel suo salotto e Manson
che lo accoglieva alla porta baciandogli i piedi. Il batterista si convinse a lasciare che Manson e i
suoi rimanessero nella sua abitazione, dove le ragazze erano sempre a sua disposizione, per
quasi tutta lestate del 68. Wilson si lasci incantare dal sesso facile e la droga che Manson gli
offriva, ma in particolar modo dal talento di Charlie per la musica, cos lo convince di poterlo aiutare
a sfondare nel campo discografico, presentandogli Gregg Jakobson, famoso talent scout.
Anchegli convinto delle doti di Manson perci gli fa registrare delle canzoni da far ascoltare a
Terry Melcher, un importante produttore discografico. Terry per, avendo anche ascoltato dal vivo
le canzoni di Manson, ne rimane perplesso, ma tuttavia accetta di poter girare un documentario
sulla vita della famiglia nello Spahn Ranch. Manson crede davvero di essere riuscito a realizzare
il suo sogno, e quando capir che Melcher non ha intenzione di fargli registrare il suo album, il suo
odio contribuir allavvio di quello che lui definiva lHelter Skelter. Un ulteriore affronto Manson lo
sub da Dennis Wilson il quale, dopo averlo cacciato di casa, convinse la sua band a registrare
una canzone di Charlie ed inserirla nel loro album, il 20/20. La canzone era Cease to exist (Smetti
di esistere), ma venne modificato sia il titolo, che divenne Never Learn Not to Love (Non imparare
mai a non amare), che la frase del ritornello da cease to exist a cease to resist (smetti di
resistermi) e soprattutto il senso del brano stesso, che dallaura di misticismo nella quale era
avvolto fu trasformato in una canzoncina damore. Il 22 novembre del 68 intanto, esce il doppio
album dei Beatles, il White Album, che spianer la strada alla follia apocalittica di Manson.
Manson nel frattempo, aveva conosciuto un altro uomo che entrer a far parte della Famiglia,
Robert K. Beausoleil, cantautore e attore ventenne anchegli amico di Gary Hinman. Beausoleil
aveva una grande passione per la magia nera e lesoterismo ed era amico di un noto regista
occultista, Kenneth Anger, che gli aveva affidato la parte di Lucifero nel suo prossimo film La
resurrezione di Lucifero. Il rapporto tra Charlie e Beausoleil non era sempre idilliaco, a tal
proposito Ed Sanders lo descrive cos:
I rapporti tra Beausoleil e Manson non sarebbero stati affatto facili, poich entrambi avevano il
proprio gruppo di ragazzine. Lattrito si manifest soprattutto a causa della fissazione di Charlie
per il Secondo Avvento: Beausoleil tendeva a isolarsi dalla famiglia e questo suo atteggiamento
veniva considerato peccaminoso. Tra i due esistevano affinit sorprendenti ma il solo Manson
possedeva la passione rommeloide per i minimi dettagli del governo sugli uomini.
Comunque, oltre ad aver trovato un buon rifugio nello Spahn Ranch, Manson decide di stabilirne
un altro presso il Barker Ranch, nella Death Valley un luogo sicuramente magico per Manson,
considerata limportanza che egli dava a nomi, persone ed eventi, e la capacit che aveva di
trovare simbolismi in ognuno di essi al confine tra California e Nevada, un posto molto insidioso
popolato dalle creature pi pericolose e per questo meritevoli della passione del Guru.
La vita nella Famiglia era dettata dalla volont di Manson. Charles fu abile a persuadere i giovani
a seguirlo grazie alle sue ormai note abilit di comunicatore, e a questo aggiunse droga e sesso
per poter plasmare le loro menti. Manson ricorreva a ci che aveva appreso in carcere per
riprogrammare la personalit dei propri discepoli. Egli si mostrava come la persona in grado di
dare risposta a qualsiasi domanda, il Salvatore, toccava quindi le debolezze delle persone e ne
offriva il proprio aiuto, proponendo le varie teorie mistiche di cui si faceva portavoce. Affermava di
dover spezzare ogni inibizione, per lui bisognava essere ci che si esitava ad essere. Charlie era
convinto che ogni persona doveva rompere le catene imposte dalla societ, dai genitori e dalla
cultura, per poter trovare veramente il proprio io. Queste catene erano le regole sociali, la morale,
e tutte le proibizioni che vengono apprese sin dallinfanzia. Per fare ci Manson utilizzava sesso e
droga come mezzi per distruggere ogni vincolo che legava i propri discepoli alla societ. Il sesso
in particolare latto pi estremo di disinibizione, perci esso era quasi come un rito di iniziazione
per le nuove ragazze che entravano nella comune: la prima persona con cui dovevano avere
rapporti sessuali era Manson ed egli utilizzava lamplesso per indebolire le difese mentali delle
ragazze e poterne avere il pieno controllo. Questo procedimento veniva utilizzato soprattutto per
ragazze provenienti da famiglie ben agiate, con una buona cultura alle spalle, che si avvicinavano
a questi ambienti per seguire la moda del momento. Il sesso era controllato non solo quando
Charlie aveva rapporti con le nuove ragazze, ma anche durante le numerose orge che
assumevano carattere mistico nella comune. Infatti era lo stesso Manson a decidere la
disposizione dei ragazzi e le coppie. Velocemente prendeva possesso delle vite dei sui seguaci.
La droga, come il sesso, assumeva carattere mistico e la sostanza pi usata allinterno della
Famiglia era lLsd. Anche in questo caso Charles sfruttava la droga per approfittare della psiche
dei suoi discepoli. Era Manson che decideva il tempo il modo e la quantit di somministrazione,
ed era egli stesso che distribuiva le dosi, le quali erano sempre pi elevate rispetto alla quantit
che egli assumeva, in modo tale da non perder mai il controllo dei propri discepoli. LLsd per
Manson ebbe un impatto molto forte sulla sua personalit e lo aiut ad ampliare notevolmente la
forza del personaggio che stava delineando. Una delle prime volte che Charlie fece uso di questa
sostanza davanti ai suoi membri, disse di aver avuto una visione in cui egli stesso incarnava il
Cristo e veniva crocifisso. Questo episodio non fece altro che aumentare la sua aura mistica di
fronte ai suoi discepoli, che sempre pi lo veneravano. Quello che Manson non sapeva, invece,
che la visione avuta un effetto collaterale molto comune a chi fa uso di droghe psichedeliche.
Non un caso, infatti, che queste venivano utilizzate come pretesto per poter arrivare a livelli di
conoscenza superiori.
Manson faceva anche diversi giochi simbolici con la Famiglia, uno di questi era inscenare la
crocifissione. Charlie, che rappresentava Ges, veniva legato ad una croce di legno mentre i
ragazzi sotto di lui si dividevano le parti fra romani e apostoli, il tutto sotto linflusso dellLsd.
Alla fine il rito si concludeva con unorgia, come quasi tutte le attivit svolte dalla Famiglia. Altre
volte si giocava ad esempio a indiani e cow boy, al lancio dei coltelli, alla guerra tra pastori e
mandriani. Ed Sanders descrive cos lo scopo fondamentale di questi eventi:
[] Il gioco di base consisteva nello scoprire la propria personalit autentica in mezzo alla vasta
gamma di caratteri psicofisici tramandati mediante la reincarnazione oppure imposti dai genitori o
dalla societ; quale che fosse la parte assunta nei vari giochi secondari dallindividuo, egli
ricercava sempre questa autentica personalit archetipica. Charlie parlava sempre di aderire alla
parte.
Anche se in futuro Charles Manson verr ricordato come Satana, allinterno della Famiglia la figura
con cui cercava di essere accostato, fino a farsi totalmente identificare, era Cristo, non solo per le
varie scene di crocifissione che rappresentava con i suoi seguaci, ma anche laspetto non molto
alto, con capelli e barba lunghi e le sue predicazioni lo facevano somigliare al Nazzareno. Charlie
era solito fare numerosi sermoni alla Famiglia, in cui egli si poneva in un punto centrale e i suoi
discepoli a cerchio attorno a lui ad ascoltarlo. In queste occasioni Manson esponeva le proprie
idee e le inculcava ai ragazzi, i quali presero subito labitudine di rispondere amen ad ogni
affermazione di Charlie. Manson utilizzava le ragazze anche per poter adescare gli uomini e farli
entrare nella Famiglia. I ragazzi erano attratti dal gruppo per la totale disponibilit sessuale delle
ragazze e il libero accesso alle droghe. Un paradiso. La considerazione che Charlie aveva delle
ragazze era molto bassa, egli considerava le donne inferiori agli uomini ed utili soltanto per
soddisfare sessualmente questultimi. A tal proposito sono emblematiche le parole di Daniele
Mansuino:
[] Le regole della Family, che si andavano lentamente delineando e avrebbero presto assunto
la rigida connotazione di leggi, erano improntate a una visione della vita rigidamente maschilista e
con aspetti sadici: le ragazze non avevano anima, potevano mangiare solo dopo aver nutrito i loro
uomini e gli animali di propriet del gruppo. Era loro proibito rivolgersi a gli uomini per prime e
porre loro delle domande. Dovevano occuparsi di tutte le faccende domestiche e procurare al
gruppo il denaro necessario per il suo sostentamento. Erano di propriet degli uomini e avevano
lobbligo di congiungersi immediatamente con qualunque uomo del gruppo gli e lo chiedesse.[4]
Manson era anche un fervente ambientalista e animalista, e nella trib da lui formata era
assolutamente vietato usare violenza contro qualsiasi animale. Tuttora nel carcere in cui
rinchiuso, Manson dirige un gruppo di ecologia profonda, lATWA (Air, Trees, Animals, Water) che
compie atti di vandalismo contro macchine inquinanti e minacce di morte contro i capi delle
multinazionali che contribuiscono al degrado dellecosistema. La Famiglia perci era vegetariana
e viveva di avanzi, a tal proposito le ragazze si occupavano dei pasti correndo verso i depositi di
rifiuti dei supermercati limitrofi per rubare gli scarti che venivano gettati via e che essi mangiavano,
dopo averli trattati.

Il processo di insubordinazione avviato da Manson verso la Famiglia, in particolar modo le ragazze,


era stato cos efficiente che ad esse sembrava non pesasse affatto il sessismo di Charles nei loro
confronti. Questo dovuto soprattutto allalta considerazione che esse avevano nei confronti di
Manson, fino a considerarlo superiore e venerarlo. un fenomeno comune nelle sette di vario
genere, dove gli adepti accettano di veder svalorizzata la propria vita per osannare quella del
leader, il quale palesemente utilizza i membri del gruppo per i propri fini. Uno dei casi pi famosi,
ad esempio, quello della setta Tempio del Popolo, fondata da Jim Jones, il quale come Manson
riprogramma i suoi seguaci e li porta lontano dalla societ, si appropria dei loro beni e quando
capisce di essere stato smascherato dal governo convince tutti i membri, circa 900, a suicidarsi
con lui. Le Charlies Girls similmente, erano pronte a morire per Manson come poi si noter al
processo per gli omicidi Tate LaBianca e tutte quante giustificavano il suo comportamento
violento anche quando molte volte era rivolto verso di loro. Ad esempio Manson, nei suoi consueti
attacchi dira, soleva sfogare la propria rabbia contro una delle ragazze, Dianne Snake Lake,
prendendola a calci e pugni come fosse un sacco per pugili. Le ragazze a tal proposito,
affermavano che Charles stesse picchiando Snake Lake solo perch la quindicenne lo desiderava.
Quindi Manson sotto i loro occhi era stato magnanimo nei confronti della ragazza. Poich la vita
allinterno del gruppo era totalmente nelle mani di Manson e le persone da essa andavano via solo
sotto la sua volont, si pu ridurre questo stato riconsiderando le opinioni negative sul gruppo ed
accentuando maggiormente quelle positive. Si finisce cos per essere pi coinvolti nel gruppo e
giudicarlo in maniera pi positiva. Allinterno della Famiglia vi erano anche i bambini, e ci non
stupisce vista lelevata promiscuit sessuale dei suoi membri. I bambini rispetto alle donne, erano
maggiormente considerati da Manson. Essi erano lesempio pratico di ci che Charlie proclamava:
esseri totalmente innocenti e puri non ancora contaminati dai freni inibitori della societ, che
ostacolano il naturale percorso di crescita della vera personalit degli uomini. Manson pensava
che leducazione della madre nella prima infanzia fosse gi un danno alla personalit del bambino,
cos facendo ella inculcava il proprio io dentro il figlio. Perci i bambini erano tenuti insieme in un
dormitorio, dove tutti se ne occupavano lasciandoli liberi di esprimersi, e alle madri era vietato
poter interferire con la loro crescita, o impartire loro ordini e regole sociali.
Manson utilizz le ragazze per reclutare chiunque egli pensava potesse essergli utile,
specialmente le bande dei motociclisti. Per essi Manson aveva una vera e propria ossessione:
dovevano infatti servire da difesa militare contro chi voleva attaccare la Famiglia e Charlie, e
durante limminente apocalisse che lo stesso Manson stava annunciando. Due bande in particolare
furono molto vicine a Manson: gli Satan Slaves (schiavi di Satana) e gli Straight Satans (satanassi
puri). Quando Charlie vedeva passare le bande dei motociclisti ordinava alle ragazze di andare
nude da loro e masturbarsi. Come con qualsiasi altra persona, Manson offriva sesso a volont per
entrare a far parte del suo gruppo. Ed Sanders descrive cos linfluenza dei motociclisti nella vita
della Famiglia:
Sotto molti aspetti la famiglia divenne essa stessa una sorta di club di motociclisti: lo stesso
incredibile sciovinismo maschile, il medesimo atteggiamento da fuorilegge, i viaggi della morte,
il satanismo, i riti macabri. Alle nuove ragazze che entravano a far parte della famiglia vennero
addirittura imposte le catenelle di propriet privata da portare alla caviglia, come sono solite fare
le donne dei motociclisti.
Se allinizio Manson predicava ai suoi seguaci lAmore, la fratellanza, la solidariet, labbandono
dei beni materiali, successivamente trasform questi discorsi nel loro totale opposto: odio, violenza
e accumulo di ricchezze. Ogni membro che entrava nella Famiglia donava infatti i propri risparmi,
le carte di credito, e tutto ci che possedeva. Nessuno allinterno della Famiglia aveva qualcosa
per s, i documenti erano tenuti insieme e custoditi da una sola persona. Neanche i vestiti erano
di propriet alcuna: le ragazze molto spesso andavano in giro seminude, se cera bisogno di
qualche indumento si rovistava tra gli armadi alla ricerca di qualcosa da indossare.
Manson aveva insegnato ai suoi seguaci a non aver paura della morte. Bisognava morire nella
propria testa per poter vivere, questo era il concetto che Charlie predicava spesso. Cos, Manson
attaccava spesso improvvisamente i suoi ragazzi picchiandoli o strangolandoli, e allentava la presa
soltanto quando la persona aveva cessato di opporre qualsiasi resistenza. Egli stesso sfidava la
morte. Quando qualcuno al di fuori della Famiglia si metteva contro di lui minacciandolo, Manson
aveva labitudine ad invitarlo ad ucciderlo, porgendogli ad esempio il coltello per ucciderlo. Manson
sapeva di non rischiare: le persone cos messe con le spalle al muro non agiscono, perci
utilizzava questo a proprio vantaggio, mostrando di essere lui in grado di poter uccidere in qualsiasi
momento. Charlie inoltre, faceva continuamente prove di potere e fedelt. Capitava spesso, infatti,
che Manson chiedesse ai suoi membri dimostrazione della loro devozione. In un episodio chiese
ad una ragazza, Susan Atkins, di procurargli una noce di cocco, anche se avesse dovuto correre
fino a Rio. Susan si alz prontamente, ma Charlie la ferm. Erano dei test che aumentavano
limportanza di Manson nella Famiglia, solo i pi fedeli avevano la piena considerazione del leader.
Di continuo Manson chiedeva ai suoi discepoli Moriresti per me?, un modo per rendersi ancora
pi leader tra i suoi giovani e chiedere loro di mollare tutto e seguirlo, qualunque cosa accada.
Cos agli occhi dei suoi pi fedeli seguaci morire per Charlie sarebbe stato un onore.
Tra il 68 e il 69 le cose allinterno della Famiglia iniziarono a cambiare. Lossessione di Manson
per limminente guerra apocalittica tra bianchi e neri lo port a formare unarmeria personale in cui
raccoglieva le armi che riusciva ad ottenere, in cambio di favori o prestazioni sessuali da parte
delle ragazze. Le Charlies Girls a cui Manson aveva insegnato a rubare a coloro che venivano
sedotti, utilizzavano oltre al loro corpo le stesse frasi ad effetto che il loro Maestro molto spesso
utilizzava per impressionare. Se ad esempio una ragazza stava cercando di lavorarsi su un
motociclista sul piano dei beni materiali, ella sfilava al malcapitato lorologio mentre unaltra
ragazza sussurrava al suo orecchio: non hai bisogno di sapere lora, a che ti serve conoscere il
tempo che passa? Charlie aveva inoltre insegnato ai suoi seguaci, soprattutto alle donne, i diversi
modi per uccidere. Con i coltelli spesso si facevano delle danze come a volersi colpire. Unaltra
pratica che divenne famosa fu quella di intrufolarsi furtivamente di notte nelle case e spostare gli
oggetti. Le ragazze lo chiamavano strisciare. Manson ordinava loro di vestirsi di scuro ed entrare
nelle abitazioni dei piggies per scombussolarli un po. Stava preparando il gruppo verso gli atti
criminali che lo avrebbero reso famoso in tutto il mondo. La parola piggie (porco) era usata spesso
da Manson e divenne la firma dei propri seguaci negli assassini del 69. Essa si riferiva alle persone
che facevano parte di quella porzione di societ ricca e benestante di cui Manson provava un forte
odio. Da qui nasce una delle tante correlazioni con i testi dei Beatles, infatti una delle canzoni della
band, scritta da George Harrison ha come titolo proprio la parola piggies, e alcune strofe recitano
cos:
Everywhere theres lots of piggies/ Livingpiggy lives/ You can see them out for dinner/ With
their piggy wives /Cluthching for skand knives/ To eat their bacon / []/ What they needsa
damned good whacking! Ovunque ci sono tantissimi maialini/che vivono vite da maialini/ Puoi
vederli fuori a cena/ Con le loro mogli maialine/ Agguantare forchetta e coltello/ Per mangiare la
loro pancetta /[]/ Quel che gli serve una bella sculacciata!
Da questa ed altre canzoni Manson trov le giustificazioni alle sue teorie, che verranno inseguito
analizzate.
interessante come Manson, dopo gli omicidi dellestate del 69 che lo resero famoso, venne
utilizzato dai media come simbolo negativo di unintera generazione e di un movimento, quando
in realt Manson aveva poco in comune con la mentalit hippie. Da essa aveva appreso il libero
amore, la modalit con cui sedurre giovani menti e formare un proprio gruppo, ma non se ne
identificava, anzi reputava gli hippie persone deboli perch non condividevano le sue idee di odio
e ribellione violenta contro neri e societ. Il pilastro della sua ideologia era infatti limminente guerra
apocalittica caratterizzata dallo scontro tra bianchi e neri. Per Manson questi ultimi avevano ormai
raggiunto il loro momento di gloria ed era arrivata lora di ribellarsi dal padrone bianco. Charlie
reputava le persone di colore esseri inferiori perci pensava che una volta vinta la guerra essi non
avrebbero saputo governare il mondo da soli, perch per Manson i negri sanno fare solo quello
che i bianchi insegnano loro. A questo punto sarebbe quindi intervenuta la Famiglia, rifugiata
precedentemente, che avrebbe schiacciato di nuovo i neri sotto il dominio delluomo bianco. Negli
anni sessanta non era difficile immaginare una guerra apocalittica la paura di una terza guerra
mondiale a sfondo nucleare era allordine del giorno o uno scontro fra bianchi e neri, la
rivoluzione culturale di quegli anni aveva infatti coinvolto anche la gente di colore che ancora
veniva considerata inferiore e la quale non godeva degli stessi diritti delle persone bianche.
Cos, cerano persone totalmente disponibili alla fratellanza e alluguaglianza, e altre che invece si
opponevano drasticamente ad un totale inserimento dei neri nella societ, a volte anche con
violenze e persecuzioni, come il Ku Klux Klan. Ma i gruppi violenti di ribellione esistevano anche
tra le persone di colore, come le Pantere Nere, perci per Manson essi erano pronti a ribellarsi
e a dare avvio alla fine del mondo. Se si segue la logica del Karma, tutto questo aveva senso non
solo per Manson, ma anche per i membri della sua Famiglia, che lo consideravano un profeta per
le ragioni sopra esposte. La famiglia nel 68 aveva raggiunto un livello di popolarit cos elevato
che il flusso di gente che entrava ed usciva da essa era fin troppo elevato ragazzi che si
avvicinavano alla comune solo per il sesso e la droga per poi lasciare il gruppo anche per
Manson, che alla fine decise chi poteva rimanere e chi no.

I fedelissimi alla Famiglia erano:

Charles Tex Watson: nato il 2 dicembre 1945, Charles stato un ragazzo e studente come
qualsiasi altro al mondo, eccellente atleta, fino allanno in cui entr in college, dove conobbe luso
della droga e la cultura underground. Abbandona da subito gli studi e si trasferisce a San Francisco
dove apre il suo negozio di parrucche. Conosce Manson in uno dei festini a casa di Dennis Wilson,
e da allora non lo abbandona pi. Watson uno dei pochi ragazzi che Manson accetta accanto a
s. Tex fisicamente lopposto di Charlie: molto alto, fisico da atleta, eppure accetta lassoluta
subordinazione nei confronti di Manson. Non si fa crescere la barba perch Manson gli impone di
no. Charlie lo metter a capo dei gruppi che nellestate del 69 assassinarono sette persone.
Charlie la mente, Watson il braccio. Anni dopo larresto, Charles Watson ripudia Manson e si
converte al cristianesimo, sposando una donna, da cui poi divorzier nel 2003, dalla quale avr
quattro figli. Nel 1978 scrive un libro che racconta la vita con Manson intitolato Will You Die For
Me?
Patricia Katie Krenwinkel: nata il 3 dicembre 1947, una delle prime Charlies Girls reclutate
da Manson. una ragazza di buona famiglia che soffre molto a causa del divorzio dei genitori e
delle continue derisioni da parte dei compagni di scuola per il suo fisico grasso e il suo disturbo
endocrino che la porta ad avere uneccessiva peluria. Nel 67 conosce Manson il quale bravo ad
approfittarsi di lei facendola sentire per la prima volta amata e apprezzata. Patricia viene subito
conquistata, decide quindi di abbandonare il suo lavoro, lo stipendio, la casa e la sua vita per
seguire Manson. Parteciper anche lei alle stragi del 69. In carcere oltre a laurearsi, riesce a
spezzare il legame con Manson e a pentirsi.
Leslie Van Houten: nata il 23 agosto 1949, anchella come la Krenwinkel ha unadolescenza
travagliata. Soffre per il divorzio dei genitori e la scelta della madre di farla abortire quando aveva
15anni. Partecipa agli omicidi dei coniugi LaBianca e durante il processo nega di voler passare
come psichicamente debole, nonostante ci la condotta che ha in aula con le altre ragazze
confermer lo stesso la tesi dellavvocato Bugliosi secondo cui Manson esercitava una notevole
influenza sulle ragazze.
Steve Clem Grogan: nato il 24 maggio 1952, era considerato dalla famiglia come poco sveglio,
forse a causa delleccessiva assunzione di Lsd. Arrestato in quanto coinvolto nellomicidio di
Shorty Shea uno degli inservienti dello Spahn Ranch con il quale Manson non aveva buoni
rapporti viene rilasciato nel 1985, dopo aver aiutato la polizia a ritrovarne il cadavere.
Susan Atkins Sadie Mae Glutz: nata il 7 maggio del 1948, trascorre ladolescenza accudendo
la madre gravemente malata di cancro. Dopo la morte della madre, nel 1962, litiga col padre e
scappa di casa, andando a San Francisco dove trova lavoro in un topless bar. Conosce Manson
nel 1962. proprio Charlie a darle il nome di Sadie Mae Glutz, ritenendola pi pazza delle altre
ragazze. anche lei una delle prime ragazze di Manson, e probabilmente, considerando gli
innumerevoli rapporti che Manson aveva con le sue ragazze, da lui ha un figlio, Zezozose Zadfrack
Glutz. Durante la prigione per laccusa di omicidio ai danni di Gary Hinman, diventa un elemento
chiave per la svolta delle indagini sui casi Tate LaBianca, vantandosi con le altre detenute di
aver ucciso Sharon Tate e descrivendo altri particolari della strage. Dopo la condanna, in prigione
si sposa due volte e come Watson ritrova la fede in cristo. Nel 1976 scrive un libro autobiografico
Child Of Satan, Child Of God. Muore il 24 settembre 2009 per un tumore al cervello, dopo
lennesima domanda di scarcerazione.
Kenneth Robert Bobby Beausoleil: nato il6 novembre 1947, Bobby era un appassionato di
musica, magia e satanismo. Conobbe Manson allet di ventanni, con cui in seguito fonder una
band, The Milky Way. Gli interessi in comune li fanno legare e scontrare diverse volte, nonostante
ci, Robert uccide su ordine di Manson Gary Hinman, insieme a Susan Atkins e Mary Brunner.
Mary Brunner: nata il 17 dicembre 1943 e laureatasi allUniversit del Winsconsin Madison nel
1965, anchella viene travolta dalla cultura degli anni 60, abbandonandosi facilmente a Manson,
che la seduce e si stabilisce a casa sua, portando con s altre ragazze e infrangendo i sogni della
Brunner che si aspettava una relazione monogama. Lascia il suo lavoro di assistente bibliotecaria
alla UC Berkley per seguire Charlie da cui poi avr anche un figlio, Valentin Michael Manson. Mary
Brunner viene incriminata per lomicidio Hinman ed in cambio dellimmunit testimonia contro i
suoi compagni. Il 21agosto 1971 viene nuovamente arrestata per aver minacciato di uccidere le
persone che si trovavano in un negozio ad Hawthorne. Il piano della Brunner e degli altri membri
della Family era quello di rifornirsi di armi e dirottare un aereo per chiedere la liberazione di
Manson, che in quel momento stava per essere condannato a Morte insieme agli altri membri della
Famiglia, uccidendo un passeggero ogni ora se non fosse stata accettata la loro richiesta. Viene
rilasciata nel 1977 dove ottiene la custodia del figlio e cambia nome, perdendo ogni contatto con
la famiglia.
Lynette Squeaky Fromme: nata il22 ottobre 1948, Lynette una ragazza di buona famiglia con
un talento per la danza che sembra avviarla ad una carriera da ballerina di successo, ma quando
con i suoi si trasfer a Redondo Beach un quartiere di Los Angeles inizi a fare uso di droga e
alcool, incrinando i rapporti con i genitori. Dopo essere stata cacciata di casa, conosce Manson
che le d il soprannome di Squeaky per il verso della ragazza durante i rapporti sessuali. Avr
totale devozione nei confronti di Charlie, tanto da non voler testimoniare contro di lui al processo
e da rammaricarsi per non aver partecipato alle stragi. Diventa famosa per la stampa nel 1975,
quando tenta di uccidere lallora presidente degli Stati Uniti Gerald Ford. Non si mai pentita degli
anni trascorsi con la Famiglia e Manson, e in carcere insieme a Sandra Good ha fondato il sito
internet dedicato allATWA e a Manson.
Bruce McGregor Davis: nato nellottobre del 1942, vive uninfanzia difficile a causa del padre
alcolista che abusa di lui insieme ad un amico allet di 12 anni. Nel 1967 si lascia influenzare dalla
filosofia di Manson e dalle prediche di Scientology, da cui viene cacciato dal quartier generale per
leccessivo uso di droghe. Era una persona estremamente influenzabile, tanto che a detta degli
altri membri della famiglia riusciva a cadere in trance a comando. Venne inoltre sospettato di
essere lo Zodiac Killer. Anche se ci non stato confermato, utile per alimentare laura satanica
di Manson e della sua Family. Davis viene condannato a morte per gli omicidi Hinman e Shea.
Linda Kasabian: nata il21 giugno 1949, per i continui conflitti con i genitori scappa di casa allet
di 16 anni, perci le riesce facile adottare uno stile di vita hippie. Si sposa due volte e ha due figli.
Dopo lultima litigata con il marito, nel luglio del 1969 si trasferisce allo Spahn Ranch e conosce
Manson, di cui aveva sentito parlare in maniera straordinaria. Anche se resta con la Family poco
pi di un mese, Charlie la manda insieme agli altri nella strage di Cielo Drive forse perch era
lunica ad avere una patente valida nella quale far soltanto da palo per i propri compagni.
Probabilmente grazie al fatto di esser stata meno nel gruppo rispetto alle altre ragazze, risulta
essere rispetto a loro meno influenzata da Manson, di cui comunque si riteneva innamorata,
testimoniando cos contro di lui e i suoi compagni e diventando la testimonianza fondamentale
dellaccusa al processo, volta a smascherare la verit sugli omicidi e la vita allinterno del ranch,
in cambio dellimmunit totale. A processo ultimato, Linda cerca vivere nellanonimato rifiutando
[14]
qualsiasi intervista ad eccezione del 2009, in cui partecipa al documentario su Manson. Questi
erano alcuni dei ragazzi che vivevano nella Famiglia ed piuttosto semplice capire il successo
che ha avuto Manson nel conquistarli. Tutti loro infatti, avevano vissuto uninfanzia difficile o erano
in contrasto con la famiglia, o da essa erano stati cacciati, per cui a Charlie risult facile farsi amare
da essi. Manson era entrato nelle loro vite nel momento in cui erano pi vulnerabili, e se a ci si
aggiunge leccellente capacit di Manson di persuadere la gente con il proprio carisma e le
conoscenze acquisite in carcere, facendola sentire amata e legata a lui, unita alla cultura di amore
e fratellanza degli anni 60 e alleccessivo uso di droghe psichedeliche, ne esce fuori un mix letale
ad ogni adolescente ragazzo che negli anni della Peace and Love cercava di emanciparsi.

Molti si chiedono ancora oggi se il lavoro svolto da Charlie Manson sulle menti dei propri adepti
sia stato cosciente oppure no. Sembra strano, infatti, come un uomo semianalfabeta, senza
nessun titolo di studio o cultura se non quella carceraria, abbia appreso queste tecniche di controllo
mentale e successivamente le abbia applicate ad un numero spropositato di giovani ragazzi.
Secondo una teoria, Manson in realt sarebbe uno dei tanti manichini dellMK ULTRA, un
progetto voluto dai capi della CIA nel 53, il cui scopo era di creare potenziali assassini al servizio
della suddetta organizzazione. Per fare ci venivano usate tecniche invasive e molto violente,
come luso di elettroshock, uso pesante di LSD, deprivazione sensoriale, percosse, tortura,
messaggi continui diffusi da altoparlanti alle cavie chiuse in isolamento, violenze sessuali. Queste
tecniche avevano conseguenze molto gravi negli individui, tanto da danneggiare sensibilmente il
cervello umano e indurre i soggetti in uno stato di dissociazione. A questo punto, la cavia
presentava due o pi personalit, tra loro sconosciute, e i ricercatori le modellavano a proprio
piacimento per creare individui in grado di uccidere, o di farsi uccidere. Le personalit rimanevano
dormienti finch non venivano svegliate da appositi messaggi che le innescavano. I documenti di
questo progetto furono rilasciati nel 75, anche se molti di essi vennero precedentemente distrutti.
In questo macabro disegno, Manson sarebbe dunque anchegli una cavia agli ordini dei servizi
segreti, che avrebbe applicato sui propri adepti le stesse tecniche di controllo mentale, utili alla
distruzione della volont umana, che lui stesso avrebbe subito. In realt questa teoria, molto pi
fantastica che reale, lascia il tempo che trova. Per essere degli spietati assassini non serve
laddestramento da parte di organizzazioni segrete; per avere in pugno la volont delle altre
persone non indispensabile utilizzare macchinari tecnologici e invasivi come quelli usati nell MK
ULTRA: analizzando il fenomeno di controcultura negli anni 60 e la struttura sociale delle comuni
hippie, ci si accorge che il fulcro sempre un leader. Come nel mondo da cui si vuole fuggire,
anche nella comune si ricreano gli stessi meccanismi, ma nel caso di questi gruppi, il leader non
colui che deve soffocare la libert dei suoi adepti, come avviene nella societ civile, al contrario,
la deve liberare. E proprio in questa accezione, il leader assume valenza di Totem, come si faceva
chiamare Manson, lAnima. Ogni anima di un adepto avida di conoscenza e limitata vede in questa
luce dellAnima una strada da seguire, una via che la pu liberare dalla sua prigionia, dalla paura.
Di fronte a questo fenomeno psichico, un condizionamento mentale non poi cos difficile. Dopo
aver appurato che la Family stata una setta bisogna chiarire di che natura lo fosse. Manson
passato alla storia come uno spietato assassino dedito al culto del diavolo, e ancora oggi
nellimmaginario di chi non conosce i delitti commessi dalla Family e le atrocit di Manson, egli
viene identificato con la figura di Satana. Ma Charlie non guidava una setta satanica, essi non
avevano nulla a che fare col satanismo. Manson si riteneva molto pi vicino alla figura di Cristo
rispetto a Satana, fino quasi ad identificarsene e a farsi vedere dai suoi seguaci come
lincarnazione del Nazzareno. Allora perch Manson diventato unicona satanica? Questo lo si
deve al duplice lavoro di Charlie stesso e dei mass media. Durante il processo per gli omicidi Tate
LaBianca, Manson in segno di protesta incise sulla sua fronte una croce poi mutata in svastica,
e i media furono abili ad utilizzare questo presupposto per dare adito alle teorie che vedevano in
Manson un satanista, e nei delitti a lui attribuiti limpronta dei sacrifici satanici. Il Diavolo un
personaggio molto popolare che affascina e incuriosisce la gente, e quando viene tirato in ballo il
suo coinvolgimento in una vicenda criminosa, lattenzione morbosa del pubblico aumenta a
dismisura. Tutto ci va a vantaggio di notiziari, giornali e qualsiasi ente che si occupa di trasmettere
informazioni al pubblico. Da parte sua, Charlie non fece nulla per screditare la visione che si aveva
di lui, anzi cap che essa era utile ad alimentare la sua sete di popolarit, che crebbe a dismisura
durante il processo. Per molti, lintero processo a Manson e alla Family fu inteso come un atto di
demonizzazione e screditamento del movimento hippie che riusc alla perfezione. La volont
dellestabilishment americano infatti, era quella di stroncare la controcultura giovanile degli anni
sessanta, che aveva minato lordine sociale di unintera nazione. Cos, grazie ai mass media e al
loro lavoro svolto durante il processo, la figura di Manson venne presentata come lesempio tipico
di un leader hippie capace di attirare a s giovani ragazzi e soggiogarli alla propria volont,
controllando le loro vite e trasformandoli in crudeli assassini e depravati. Demonizzare Manson
significava quindi gettare cattiva luce sul movimento hippie e decretare la sua morte. Questo aiuta
a capire limpatto che Manson ha avuto sullopinione pubblica sia durante il processo che a
distanza di decenni e il motivo per cui ancora oggi egli alimenta le fantasia dei pi fanatici
sostenitori del Satanismo.

Illustrare esaustivamente tutte le pratiche esoteriche dalle origini sino ai giorni nostri
significherebbe fare una trattazione a parte, perci sufficiente capire in che modo esse hanno
contribuito a formare il personaggio Manson e se hanno avuto influenza sulle sue idee e gli omicidi
dellestate del 69.
Cosa sapeva Manson sul mondo dellocculto? Sostanzialmente le conoscenze di Manson erano
molto frammentarie ma da sole bastarono per ingigantire la sua fama nera e quella della Family.
vero in carcere si dedic agli studi sullesoterismo massonico e sulla magia nera, ma il suo
principale interesse era il controllo e la manipolazione mentale, per i quali, come gi
precedentemente illustrato, fece anche diversi esperimenti in carcere prima di incatenare giovani
ragazzi al proprio volere, e i quali da soli non bastano per rendere Manson un massone dedito al
culto del male. Ci che Manson faceva era sempre mirato alla soddisfazione personale di poter
avere il controllo sugli altri che pu tradursi in un bisogno patologico di affetto e attenzioni e
ci lo realizzava attraverso il sesso e la droga. Ma nella Family non ci sono stati casi di riti o
pratiche volte ad evocare entit o energie trascendentali nascoste ai pi. Anzi, Manson allinterno
del gruppo bandiva qualsiasi libro che trattasse argomenti come la magia nera, oltre a tutti i libri
che non potevano esser letti poich ovviamente avrebbero limitato le capacit coercitive di Charlie.
Il fatto che ci siano alcune testimonianze, riprese da Ed Sanders, che vogliono i membri della setta
di Manson protagonisti di alcuni riti a carattere esoterico non rende essi dei seguaci di culti di
magia nera: bisogna infatti tenere sempre in considerazione il tempo storico in cui viveva la Family,
e da questo punto di vista gli anni sessanta furono un periodo in cui era facile laccesso a culti
orientali e a pratiche che oggi definiremmo New Age pi o meno legali, cos come la possibilit
di entrare in contatto con determinati gruppi anche satanici poich anche qui il sesso veniva
esaltato ed estremizzato, e tutto ci determinava una sottocultura nella societ americana che
attirava ragazzi e ragazze, e la Family non era da meno. Si potrebbe definire tutto ci al pari di
una moda, per Manson e gli adepti. Charlie, che voleva farsi identificare con Cristo, amava
indossare giacche di pelle con simboli magici e satanici; cercava in tutti i modi di ottenere lamicizia
delle bande motociclistiche, la maggior parte delle quali faceva parte di organizzazioni segrete e/o
sataniche. Tutto ci pu sembrare un controsenso se si considera Manson appartenente soltanto
ad una di queste schiere, e la Family di conseguenza: in realt a Manson poco importava delle
distinzioni chiare e nette su cui si basa la societ e sullimportanza di appartenere ad una di esse;
negli anni sessanta era un vantaggio poter apparire come Ges, guidare un proprio gruppo ed
essere identificati con esso ed allo stesso tempo Charlie coniug questa situazione con lidea di
sesso come strumento indispensabile delluomo per poter realizzare se stesso e diventare libero.
Manson portava avanti diverse contraddizioni come gi precedentemente illustrato (amore odio;
fratellanza violenza; rifiuto dei beni materiali accumulo di armi, denaro) e tutto ci era
pienamente in linea con la volont di controllo che egli voleva esercitare sui propri adepti, perci
lutilizzo e/o appartenenza ad alcune pratiche mistico occulte pi che una reale credenza erano
da parte di Manson uno strumento con il quale aver accesso a capacit utili per aggiogare giovani
menti, e grazie ad esse poter essere visto come colui che li avrebbe condotti alla salvezza: un Dio.
Non si pu affermare infatti che Manson sia un aderente delle varie organizzazioni segrete, da
esse estrapol diversi concetti con cui plagiare i propri adepti e creare le proprie teorie, e in questa
non appartenenza si trova il segreto del personaggio Manson: un uomo camaleontico senza
identit ma con mille volti, che ha utilizzato la propria immagine come specchio della societ, dei
suoi desideri e delle sue paure come mezzi per distruggerla e riprogrammarla.

LaFamiglianelperiododimassimaespansione
HELTER SKELTER E LAPOCALISSE DI SAN
GIOVANNI: LAMORE MORTE

When I get to the bottom I go back to the top of the slide /Where I stop and I turn and I go for a
ride /Till I get to the bottom and I see you again./ Do you, dont you want me to love you /Im coming
down fast but Im miles above you/ Tell me tell me tell me come on tell me the answer/
You may be a lover but you aint no dancer! / Helter skelter helter skelter Helter skelter. / Will you,
wont you want me to make you/ Im coming down fast but dont let me break you /Tell me tell me
tell me come on tell me the answer /You may be a lover but you aint no dancer!/ Look out Helter
skelter Helter skelter Helter skelter / Look out, cause here she comes./ When I get to the bottom I
go back to the top of the slide /And I stop and I turn and I go for a ride / And I get to the bottom and
I see you again./ Well do you, dont you want me to make you /Im coming down fast but dont let
me break you /Tell me tell me tell me the answer /You may be a lover but you aint no dancer./
Look out Helter skelter Helter skelter Helter skelter / She coming down fast/ Yes she is.

Helter Skelter un brano pubblicato nel White Album del 22 novembre 1968 dai Beatles. Lalbum,
e la canzone in questione, proprio per le trattazioni dedotte da Manson, passato alla storia come
un incitamento alla violenza e alla rivoluzione.
Ma cos, cosa significa Helter Skelter? Esso un avverbio di uso familiare nella lingua inglese,
una forma idiomatica che si traduce alla rinfusa, ma pi specificatamente anche unantica forma
di attrazione da luna park consistente in una torre intorno alla quale corre uno scivolo a spirale ed
a essa che si sono ispirati i Beatles per il loro brano.
Quando lalbum usc e Manson lascolt per la prima volta, si convinse che il gruppo musicale
stesse chiedendo proprio a lui di pubblicare un suo album in cui spiegare loro come sfuggire
allHelter Skelter, il quale fu interpretato da Manson come limminente guerra apocalittica tra
bianchi e neri dove questultimi sarebbero usciti vincitori e successivamente avrebbero chiesto a
Charlie e i suoi seguaci di prendere il comando della nuova societ , poich secondo Manson
i neri erano troppo stupidi per governare, e riuscivano soltanto nelle cose che i bianchi avevano
loro insegnato. La necessit di pubblicare un album da parte di Manson assume perci una
valenza superiore, diviene un obbligo a cui sottostare, proprio perch, in questa logica, da esso
dipende il futuro dei Beatles e del mondo. In realt i testi dei Beatles non erano nulla pi di normali
canzoni di quellepoca molto allegre e leggere che erano proprie dello stile dei Beatles, le quali
non contenevano incitamenti alla violenza cos come Manson aveva erroneamente dedotto.
Bisogna ricordare infatti, che nel periodo in cui Manson ascolt il pezzo nella societ americana
era diffusa lidea di un imminente scontro razziale, basti pensare ai movimenti portati avanti da M.
Luther King e Malcom X per la parit dei diritti fra bianchi e neri, e alla formazione di gruppi violenti
le Black Panther di gente di colore, con lo scopo di difendere i ghetti neri dalla violenza della
polizia e della societ bianca, in contrapposizione al Ku Klux Klan: un gruppo razzista che voleva
purificare la societ dai neri, usando la violenza. In questo periodo il mondo sembra sullorlo del
precipizio, la guerra fredda tra Stati Uniti e URSS sembra trovarsi ad un punto di non ritorno, e tra
la gente si percepiva il terrore di una guerra nucleare che avrebbe spazzato via ogni forma di vita.
Questo contesto sicuramente terreno fertile per personalit disturbate e fortemente
suggestionabili come quella di Manson, sulla quale basare le proprie teorie attraverso
uninterpretazione frutto della coscienza collettiva del momento.
Oltre ad Helter Skelter, Manson fu ossessionato anche dagli altri brani della band tra cui Piggies,
illustrata nei capitoli precedenti essa fu interpretata da Manson come la rabbia dei neri che si
scaglia dapprima contro la classe benestante dei bianchi, chiamati proprio da Manson piggies
(porci). Linfluenza dei Beatles sulla psiche di Manson si fece pi forte nel 1967, anno di
pubblicazione dellalbum Magical Mystery Tour. Ed Sanders a tal proposito scrive cos:
Sembra che questo sia stato il primo album dei Beatles al quale Manson attinse il proprio
orientamento filosofico. Accadde infatti che al vagabondaggio dellautobus nero cominci a essere
affibbiato il nome di Giro dei misteri magici. I discepoli di Manson avevano subto una tale
trasformazione mistica da formulare gi concettualmente il convincimento che in ogni essere
umano esistesse un nucleo di personalit archetipica da riscoprire tramite lacido, la libert
fantastica, il sociodramma, il capellonismo, la magia, la rottura con il passato, il comunismo. E
tutto questo era appunto il Giro dei misteri magici.
Le altre canzoni del White Album da cui Manson ricava le proprie teorie e linterpretazione da lui
fatta sulla richiesta di aiuto da parte dei Beatles sono:
Rocky Raccoon : So one day (Rocky Raccoon) walked into town/ Booked himself a room in the
local saloon/ Rocky Raccoon / Checked into his room/ Only to find Gideons Bible Now Rocky
Raccoon/ He fell back in his room/ Only to find Gideons Bible/ Gideon checked out/ And he left it
no doubt/ To help with good Rockys revival.
Per i Beatles, Rocky Raccoon era una parodia delle canzoni del vecchio west, ma Manson trasse
da Raccoon il termine dialettale coon che significa negro, e da qui trasse la sua idea insieme a
Helter Skelter dei neri che prima salgono al potere e successivamente sentendosi inadeguati
chiedono aiuto a Manson.
Happiness is a warm gun Blackbird: When I hold you in my arms/ And I feel my finger on
your trigger/ I know no one can do me no harm/ Because happiness is a warm gun Blackbird
sing in in the dead of night/ Take these broken wings and learn to fly/ All your life/ You were only
waiting for this moment to arise. Questi due brani furono interpretati da Manson come
unincitazione da parte del gruppo inglese nei confronti dei neri a combattere i bianchi e ribellarsi,
per dare cos avvio allHelter Skelter.
I Will Honey Pie: And when at last I find you/ Your song will fill the air/ Sing It loud so I can
hear you/ Make it easy to be near you Oh honey pie my position is tragic/ Come and show me
the magic/ Of your Hollywood song .
Per Charlie, questi brani rappresentano la consapevolezza da parte dei Beatles che Cristo
tornato sulla Terra, e si trova a Los Angeles: egli Manson. Essi attraverso queste due canzoni si
chiedono se Charlie abbia ricevuto il messaggio sullHelter Skelter e lo invitano a recarsi in
Inghilterra per registrare insieme a loro lalbum e poterli guidare. Manson per diversi giorni cerc
di mettersi in contatto con la band di Liverpool, invano.
Dont pass me by Yer blues: I listen for your footsteps coming up the drive/ Listen for your
footsteps, but they dont arrive/ Waiting for your knock dear on my old front door/ I dont hear it;
does it mean you dont love me anymore? Yes Im lonely; wanna die/ Yes Im lonely; wanna die/
If aint dead already/ Girl, you know the reason why!
Charlie credeva che questi due brani esprimessero la disperazione dei Beatles nel non ricevere
nessuna notizia da parte di Ges/Manson.
Revolution 1: You say you want a revolution/ Well you know/ We all want to change the world/
But when you talk about destruction/ Dont you know that you can count me out (in) You say you
got a real solution/ Well you know/ Wed all love to see the plan
Questa canzone per Manson rappresentava linvito da parte dei Beatles di scrivere da solo lalbum
che avrebbe rappresentato la salvezza dallHelter Skelter, poich Manson non si era ancora
aggiunto a loro. In realt il significato della canzone era quello di rispondere ai propri fan, che
pretendevano che i Beatles si schierassero dalla parte dei movimenti di contestazione giovanili, di
non essere ancora pronti per farlo.
Revolution9: questo brano forse pi degli altri ha ispirato le logiche di Manson poich esso non
contiene un vero e proprio testo bens il risultato dellassemblaggio di suoni e rumori che ha per
base sei minuti tagliati a Revolution 1, perci proprio per lambiguit del pezzo ognuno pu leggerci
ci che vuole e a tal proposito Manson era convinto che il brano dicesse Charlie, Charlie, send
us a telegram! Un'altra parola che Manson credeva di ascoltare era rise la quale come imperativo
sta a indicare sollvati, rivolto ai neri per la loro battaglia. Oltre a questo, Manson sent nel brano
il crepitare delle mitragliatrici e il grugnire dei maiali. In seguito durante il processo, lo stesso brano
suscit lattenzione del procuratore Vincent Bugliosi avvocato alla guida dellaccusa nel processo
contro Manson e la Family, il quale ide il movente del gruppo mansoniano che per un momento
sent le stesse frasi che Charlie credeva fossero state inserite dai Beatles.
Inoltre, ascoltando ripetitivamente in Revolution 9 le parole Number nine, number nine, Manson
collega subito la canzone allApocalisse di San Giovanni, in particolare al capitolo 9(in inglese
Revelation 9), credendo che esso parlasse proprio di lui. Nella mente di Manson era facile
laccostamento Revolution 9 Revelation9 considerando che durante la sua permanenza in
carcere si dedic alla lettura biblica in particolare proprio allApocalisse, di cui conosceva i brani a
memoria.
assai curioso come i precedenti commentatori dellHelter Skelter si siano arenati quando si tratta
di stabilire lidentit del Quinto Angelo nellinterpretazione mansoniana. Secondo alcuni, Charlie lo
avrebbe identificato in Stuart Sutcliffe, il membro dei Beatles morto ad Amburgo in giovanissima
et quando il gruppo ancora non si chiamava cos; a molti altri, per, egli avrebbe confidato che il
Quinto Angelo, ovvero il Quinto Beatle, era lui stesso.
9:2 3: Ed egli (il Quinto Angelo) apr il Pozzo dellAbisso [] e si sparsero locuste sulla Terra,
e fu dato loro un potere simile a quello che hanno gli scorpioni.
Il Potere degli Scorpioni sarebbe il potere trasmesso dai Beatles a Manson stesso, che
apparteneva al segno astrologico dello Scorpione. Lapertura del Pozzo senz aFondo dischiude
alla Family laccesso alla Citt Sotterranea, per poter effettuare il quale Charlie acquist la Corda
dOro.

9:4 : Tuttavia ho ordinato loro (alle locuste) di non danneggiare n lerba della Terra, n alcunch
di verde, n alcuna pianta, ma solo tutti gli uomini che non hanno il segno di Dio sulla fronte.
Soltanto gli esseri umani, non la natura, sarebbero stati vittima dello Helter Skelter (Charlie e i
membri della Family erano animalisti convinti e minacciarono di uccidere un inserviente dello
Spahn Ranch perch castrava i cavalli). Un segno avrebbe indicato quelli che erano dalla parte di
Charlie: gli altri sarebbero periti.

9:7 : Le locuste, a vederle, parevano cavalli preparati per la guerra


I membri della Family al volante delle loro dune buggies. Non si conosce il numero esatto delle
dune buggies che la Family si procur con mezzi leciti e illeciti, ma erano almeno alcune decine.
Contrariamente a quanto molti sembrano credere, non sarebbero state usate pe rprendere parte
ai combattimenti dellHelter Skelter, ma solo nei casi si fosse reso necessario compiere brevi e
sporadiche escursioni fuori dal Pozzo. La maggior parte erano equipaggiate di mitragliatrici; nella
visione di Charlie, ciascuna dune buggy sarebbe stata guidata da un ragazzo e la mitragliatrice
manovrata da una ragazza.

9:15 : Furono sciolti i quattro angeli che stavano pronti per lora, il giorno, il mese, lanno, per
uccidere la terza parte degli uomini
I Beatles aprono la strada per lAvvento di Charlie/Ges. Lo sterminio della terza parte degli uomini
lannientamento della razza bianca, una delle tre razze.

9: 16 : Limmenso esercito a cavallo comprendeva due miriadi di miriadi: ne intesi il numero.


Le gang di motociclisti, verso le quali la Family perseguiva una politica di alleanze. Nella visione
di Charlie, i motociclisti e la Family avrebbero traversato lHelter Skelter come uno stormo di
uccelli. Ma perch fossero degni di unirsi alla Family nella Citt Sotterranea, dovevano prima
essere guariti dalla loro predisposizione alla monogamia e al materialismo, e fare atto di fede nei
confronti di Charlie/Ges; le ragazze della Family si diedero molto da fare per convincerli,
riuscendo per soltanto in un paio di casi.

9:17 : Ed ecco, nella mia visione, come mi apparvero cavalli e cavalieri: questi avevano corazze
color di fuoco, di giacinto e di zolfo; I cavalli avevano teste simili a quelle dei leoni, e dalla loro
bocca usciva fuoco, fumo e zolfo.
Le corazze erano le chitarre elettriche dei Beatles, e il fuoco, fumo e zolfo dalle loro bocche era il
potere magico dei testi delle loro canzoni.

9:20 : Tuttavia il resto degli uomini, che non furono uccisi da questi flagelli, non si pentirono delle
opere delle loro mani, n cessarono di adorare i demoni e gli idoli doro, dargento, di bronzo, di
pietra e di legno, che non possono n vedere n udire n camminare
Coerentemente con una delle pi diffuse interpretazioni tradizionali, Charlie identific questi idoli
con i beni materiali portati dal consumismo.Oltre che nel capitolo 9, richiami allHelter Skelter
furono scovati da Charlie anche in altre parti dellApocalisse tra cui:

7: 4 : E sentii il numero dei segnati: centoquarantaquattromila segnati di tutte le trib dei figli
dIsraele.
Centoquarantaquattromila sarebbe stato il numero dei membri della Family quando, al termine del
massacro perpetrato dai neri sui bianchi, sarebbero emersi dal Pozzo senza Fondo. Charlie
contava di raggiungere questo numero reclutando giovani per mezzo del disco che la Family
avrebbe pubblicato; contava anche di rapire e adottare i bambini che sarebbero rimasti orfani.

21: 10 21: E (lAngelo) mi trasport in spirito sopra un monte grande ed eccelso, e mi mostr
la citt santa. []. Le(sue) dodici pietre sono dodici perle: ogni pota fatta di una sola perla.
Questo passo particolarmente interessante perch Charlie ne trasse la convinzione che la Citt
Sotterranea fosse in miniatura, e che di conseguenza i membri della Family, calandosi nel Pozzo
senza Fondo, si sarebbero a loro volta miniaturizzati. Questo lo indusse, al momento della Fuga
nel Deserto, a trascurare completamente il problema delle vettovaglie, spingendo ben presto la
Family a dover commettere furti e saccheggi che segnalarono la sua presenza alla polizia.

22: 2: In mezzo alla piazza della citt [] sta un boschetto di alberi della vita, che fruttificano
dodici volte, una volta al mese.
A questo, Charlie aggiunse la convinzione che ogni mese avrebbero fruttificato un tipo di frutta
diverso. Non chiaro, invece, donde abbia tratto la certezza che nella Citt Sotterranea cerano
fontane di cioccolata calda, se non dalla desolante miseria da lui conosciuta durante linfanzia,
quando sua madre era in prigione.Come spiega lo stesso Mansuino, non nellHelter Skelter che
va ritrovato il motivo per cui la Family comp le stragi dellestate 69: infatti lo stesso Charlie dai
Beatles e dallApocalisse trasse le sue teorie apocalittiche e di identificazione con Cristo, ma non
il comando ad uccidere; questo invece fu effettuato a causa dellarresto di Beausoleil per lomicidio
Hinman. Manson temendo che la polizia lo stesse acciuffando cerc di dare una spinta ai neri
nella loro rivoluzione, accelerando cos i tempi dellHelter Skelter.
IL DELITTO DI SHARON TATE
La notte del 9 agosto, Manson, deciso a dare inizio allHelter Skelter, chiama a s Charles Watson,
Susan Atkins, Patricia Krenwinkel e Linda Kasabian ed ordina loro di preparare dei vestiti di
ricambio e di compiere una missione per lui quella notte, rivelando il reale scopo della spedizione
soltanto a Charles Watson. I quattro partono con la macchina guidata da Tex e arrivano a Cielo
Drive, indirizzo 10050. La villetta era di propriet di Rudy Altobelli, che era solito affittarla ai propri
amici, tra questi Terry Melcher, il produttore discografico che aveva illuso Manson di poter
pubblicare il proprio album. Tornando alla notte del 9 agosto 69, i quattro fedelissimi di Manson
arrivarono nella villetta. Watson, dopo aver staccato i fili del telefono, entr insieme alle ragazze e
si trov di fronte una macchina che stava per uscire, guidata da un ragazzo, Steven Parent, che
verr identificato tardivamente e la cui sfortuna era di trovarsi l per vendere la propria radio al
custode della villa William Garretson.
Steven Parent, ovvero come trovarsi nel luogo sbagliato al
momento sbagliato. Dopo il lavoro, Parent decide di andare a
trovare un conoscente di nome William Garretson a cui aveva
dato un passaggio una volta e che per gratitudine lo aveva invitato
ad andarlo a trovare quando avrebbe voluto, nella villa di cui era il
guardiano e di cui occupava una ampia dependance, al numero
10050 di Cielo Drive, Hollywood, nella zona di Benedict Canyon.
Una bella villa sulla collina che domina Los Angeles con una
fantastica vista.

Steven si reca appunto da William


Garretson (nella foto) con lintenzione
di vendergli un orologio Sony
avveniristico (per quegli anni) che
funziona a elettricit. Steven lo collega
alla presa di corrente, ne sincronizza
lorario con precisione, lo mostra
entusiasta allamico che per non lo
vuole comprare, ma gli offre una birra.
Quindi Parent chiama un altro suo
conoscente che crede interessato alla
compera, finisce la birra e scollega
lorologio dalla corrente, che in quel
momento si ferma alle 12:15 esatte.
Proprio questo orologio permetter agli investigatori di stabilire l'orario esatto dei crimini di quella
notte. Pochi secondi e Parent ed in macchina, si ferma davanti al cancello elettronico e
abbassa il finestrino per schiacciare il pulsante che permette al cancello di aprirsi. E proprio in
quel momento, il destino del giovane Parent si incrocia con quello della "famiglia" Manson,
Susan Atkins, Charles "Tex" Watson, Patricia Krenwinkel e Linda Kasabian, che si erano appena
introdotti in quella stessa casa. Nascosto tra i cespugli, Tex si avvia verso la macchina. Appena
Parent abbassa il finestrino per andare ad aprire il cancello, vede una figura che nelloscurit
viene verso di lui e lo accoltella due volte. Tex Watson, a cui era stato raccomandato di non fare
rumore, ad un certo momento decide che le urla, i pianti e i lamenti del disperato Parent
avrebbero richiamato tutti i vicini, e decide di farla breve sparandogli quattro volte per metterlo
IlcorpodiStevenParentnellasuaautovettura

cos a tacere. Curiosamente, n gli occupanti della villa (Sharon Tate, Jay Sebring, Abigail
Folger e Voityck Frykowski) n lamico Garretson, appena salutato nella dependance, sentono
quei colpi di pistola.

StevenParentall'obitorio
Questo, pare, in virt della strana posizione della villa, affacciata su un canyon, la cui acustica
disperde i suoni. Giorni dopo, durante un interrogatorio della polizia, i vicini affermano che
lacustica in quella collina era cos perfetta che ricordavano benissimo di come, durante i parties
che si tenevano in quella casa, riuscivano a sentire distintamente i cubetti di ghiaccio tintinnare nei
bicchieri dei cocktails. Allora si ricordarono di aver sentito quegli spari poco dopo la mezzanotte,
ma di aver pensato che fossero "fuochi dartificio".

10050CieloDrive,posizionatainunacollinaisolata,1969

E persino William Garretson, sulle prime sospettato come responsabile per la serie di crimini che
sta per avvenire, si ricord soltanto nel 2009, 40 anni dopo, che s, in effetti, quella notte aveva
visto nel buio del giardino una persona correre inseguita da unaltra, che a un certo momento grid:
perch mi uccidi, sono gi morta! ma di aver pensato che si trattasse di una battuta da film e che
stessero recitando. I divi di Hollywood sono persone strane con abitudini parecchio bizzarre,
perch intervenire se si stavano divertendo? Le due persone erano Abigail Folger e la sua
assassina Susan Atkins, e quelle furono le ultime parole della Folger, come la Atkins ebbe a
testimoniare divertita durante il processo.
IlcorpodiAbigailFolder,chepocoprimadiesserefinitaacoltellatedaSusan
Atkinsgrid"perchmiuccidi,sonogimorta!",circostanzaconfermatadalla
stessaAtkins.

Dinamica dellomicidio di Cielo Drive.

Tex ordina alle ragazze di perlustrare la casa ed entrare mentre a Linda Kasabian viene chiesto
di fare da palo l in giardino. Linda era entrata nella Family da poco pi di un mese e rispetto alle
altre era quella che si era fatta meno incastrare dal potere coercitivo di Manson, anche se si
dichiarer comunque innamorata di Charlie e a lui legata. Tex entr nella casa dalla finestra della
camera destinata al figlio dei Polanski e successivamente apr la porta principale per far entrare
Susan e Pat. Sul divano del soggiorno trovarono Voyteck Frykowski, dormiente e sotto leffetto di
droghe psichedeliche.
VoyteckFrykowskiall'obitorio

Tex lo svegli chiedendogli di dare tutti i soldi che aveva. Poco dopo Watson ordin a Susan di
controllare le altre camere e dopo aver constatato che cerano altre persone, disse di portarle nella
sala principale: Jay Sebring, Abigail Folger, Sharon Tate. Charles Watson aveva con s una corda
di nylon che avrebbe dovuto servire per appendere le vittime, squartarle e mutilarle. Le persone
vennero legate e da qui inizi a strage, una carneficina a colpi di pistola e coltellate. Le vittime
tentarono di ribellarsi e lottare ma alla fine vinse il Diavolo, Manson. Da fuori, Linda poteva
guardare e ascoltare tutto, vedeva davanti a s le vittime lottare disperatamente, le urla e la follia
omicida dei propri amici. Non fece nulla, impietrita dalla paura si limit a chiedere alla Atkins di
fermare quella atrocit, ma era troppo tardi, i seguaci di Manson erano in balia di unesperienza
pi eccitante di qualsiasi altro trip mentale mai provato prima. Ed erano convinti che fosse tutto
giusto. Come in seguito dir Susan Atkins devi avere un autentico amore nel tuo cuore per fare
questo a beneficio della gente, riferendosi allassassinio di Sharon Tate. I corpi erano stati trafitti
complessivamente da centodue coltellate, in trenta minuti appena: Steve Parent fu ucciso con
quattro colpi di pistola, Voyteck Frykowsi amante di Abigail Folger e intimo amico di Polanski
fu ucciso con due colpi di pistola, cinquantuno coltellate e tredici colpi in testa; Abigail Folger venne
uccisa con ventotto coltellate; Jay Sebring sub un colpo di pistola, un calcio in faccia e sette
coltellate;
JaySebring

JaySebringall'obitorio

Sharon Tate fu lultima vittima, sub sedici coltellate e venne anche strangolata con una corda.
Prima di morire, la giovane attrice moglie di Polanski supplic Susan Atkins di lasciar vivere almeno
il bambino che portava in grembo di oltre otto mesi. Non ci fu piet. Con il sangue della Tate fu
scritta sulla porta dingresso la parola Pig.

Lastragenelsalonedellavilla,icorpisonoquellidiTateeSebring

Stessascenamadadiversaangolazione
JaySebring

Il primo cadavere si trovava a circa cinque, sei metri dalla porta di ingresso. Pi i tre agenti vi si
avvicinavano pi si palesava tutto lorrore della scena. Si trattava di un maschio, di razza bianca,
probabilmente sui trentanni, alto circa un metro e ottanta, con indosso degli stivaletti, dei pantaloni
colorati a zampa delefante, una camicia rossa e un giubbottino casual. Era disteso su un fianco,
con la testa appoggiata sul braccio destro; la mano sinistra stringeva ancora un ciuffo derba. La
testa e il viso erano orrendamente sfigurati a causa dei colpi inferti, il torso e gli arti perforati da
dozzine di ferite. Sembrava inconcepibile che una simile ferocia potesse essere stata opera di una
sola persona. Il secondo corpo si trovava a circa undici metri pi in l rispetto al primo. Era una
donna, di razza bianca, con lunghi capelli neri, probabilmente quasi trentenne. Era in posizione
supina, con le braccia aperte. Scalza, indossava una camicia da notte che le arrivava fino alle
caviglie e che, prima di tutte le coltellate, doveva essere di colore bianco. []
Lasciando DeRosa nel giardino, Whisenhunt e Burbridge tornarono verso langolo nord della
residenza, in cerca di unaltra via daccesso. Si accorsero che a una delle finestre era stata tolta
la zanzariera, poi appoggiata al muro. Whisenhunt not anche uno squarcio orizzontale nella parte
bassa della zanzariera. Sospettando che questo potesse essere il punto da cui era entrato
lassassino (o gli assassini), gli agenti cercarono un altro modo per entrare. Trovarono una finestra
aperta sullo stesso lato. Guardarono dentro e videro quella che sembrava una stanza appena
ridipinta, senza mobili. Entrarono. DeRosa aspett di vederli dentro, poi si avvicin alla porta
dingresso. Cera una macchia di sangue sul vialetto, tra le siepi. Molte altre si trovavano allangolo
destro del portico, e altre ancora appena fuori dalla porta, sulla sua sinistra e sullo stipite. []
Essendo la porta aperta verso linterno, DeRosa si trovava gi sul portico prima di potersi
accorgere che, sulla parte inferiore della porta, era stato scarabocchiato qualcosa. Scritte con
qualcosa che sembrava sangue, cerano tre lettere: pig, porco. [...]
Laportadiingressodellavilla

Svoltando a sinistra verso il soggiorno, si trov il passaggio parzialmente bloccato dai due bauli
blu. DeRosa not inoltre, sul pavimento vicino ai due bauli, un paio di occhiali con montatura di
corno. Burbridge, che lo aveva seguito nella stanza, not altre cose ancora: sul tappeto, a sinistra
dellentrata, cerano due piccoli pezzi di legno, che sembravano appartenere allimpugnatura di
una pistola. [] La stanza era luminosa e spaziosa: cerano una scrivania, una sedia e un
pianoforte. Poi qualcosa di strano. Nel centro della stanza, di fronte al caminetto, si trovava un
lungo divano: sullo schienale era stesa unenorme bandiera americana. Soltanto quando erano
ormai giunti al divano videro che cosa cera dallaltra parte. Una giovane donna, bionda, incinta,
era distesa sul fianco sinistro, proprio ai piedi del divano, con le gambe rannicchiate sullo stomaco
in posizione fetale. Indossava un reggiseno a fiori, e degli slip con la stessa decorazione, ma il
disegno era praticamente irriconoscibile a causa del sangue, che sembrava essere stato spalmato
su tutto il corpo. Una corda di nylon bianca le era stata girata due volte intorno attorno al collo; un
capo di questa corda era stato passato sopra una trave del soffitto, mentre laltro capo, disteso sul
pavimento, portava a un altro corpo, di un uomo, a poco pi di un metro di distanza.
La corda era stata girata due volte anche attorno al collo delluomo; gli passava sotto il corpo e si
allungava ancora per circa un metro. La faccia era coperta da un asciugamano insanguinato, che
ne nascondeva le fattezze. Era un uomo non molto alto, circa un metro e settanta centimetri, ed
era disteso sul fianco destro, con le mani raccolte vicino al viso, come per difendersi dai colpi. I
suoi vestiti camicia blu, pantaloni bianchi a strisce verticali nere, una grossa cintura alla moda e
stivali neri erano pieni di sangue.
Mentre Los Angeles era sotto shock per quel brutale assassinio, Manson preparava il prossimo
capolavoro che avrebbe dovuto scatenare paure e rivolte allinterno della societ. La sera del 10
agosto, Manson e i suoi seguaci Patricia Krenwinkel, Leslie Van Houten, Susan Atkins, Linda
Kasabian e Tex Watson in macchina si dirigono per la prossima strage, quella dei coniugi
LaBianca.

A causa dello strano ritrovamento dei corpi, dellimportanza di quei personaggi e delle loro storie,
nonch la brutale uccisione, i media locali e nazionali avanzarono le ipotesi pi disparate:
uccisione rituale; vendetta satanica; festino a base di droga andato male, orgie. Non aiut certo,
dopo un'attenta perquisizione della casa, il ritrovamento di 30 grammi di hashish, un grammo di
cocaina e una dozzina di pastiglie di metamfetamina. Ma quelli erano gli anni 60 e praticamente
tutti (soprattutto in quell'ambiente) facevano uso di droga. La pressione giornalistica era tale che
gli agenti di polizia si lasciarono sfuggire teorie, sospetti e indizi rilevanti, e tutto ovviamente a
danno dellindagine.
I corpi di Jay Sebring e Sharon Tate, in passato fidanzati, vennero ritrovati distesi e legati insieme
per il collo dalla corda di Watson, e questo scaten le fantasie giornalistiche che alimentarono
teorie dove venne accusato anche il regista polacco, che in quel momento si trovava in Inghilterra.

Dopo una serie di avvenimenti, il 25 gennaio 1971la giuria decret colpevoli Manson, Susan
Atkins, Patricia Krewinkel e Leslie Van Houten (Watson, rifugiatosi dai parenti in Texas, avr un
processo a parte). Il 29 marzo dello stesso anno la sentenza la condanna a morte per i
processati. La condanna venne poi commutata in ergastolo quando nello Stato della California fu
abolita la pena di morte. Prima della sentenza di colpevolezza, a Manson fu concesso di fare una
lunga e famosa dichiarazione, senza per che la giuria la potesse ascoltare.
Ecco alcune parti del suo lungo monologo:
"Non sono mai andato a scuola, cos sono cresciuto preoccupandomi di leggere e
scrivere bene. Sono sempre stato in galera e sono rimasto stupido, sono rimasto un
bambino mentre osservavo il vostro mondo crescere e perci guardo le cose che voi
fate senza riuscire a capirle. Non capisco i tribunali e non capisco un mucchio di cose
che sono portate a mio carico. [] Se mi mettete in un penitenziario ci non significa
niente perch mi cacciate fuori da quello precedente. Non chiedo di essere rilasciato.
Mi piaceva stare dentro perch io mi piaccio. Mi piace stare con me stesso. Ma nel
vostro mondo difficile, perch il vostro modo di capire e i vostri valori sono diversi.
[] Voi mangiate carne e uccidete cose che sono molto migliori di voi. Poi dite quanto
sono cattivi i vostri bambini, addirittura degli assassini. Voi avete reso i vostri bambini
quello che sono. [] Questi bambini che vengono da voi con i coltelli, sono i vostri
bambini. Glielo avete insegnato voi, non io. Io ho solo provato ad aiutarli a stare in
piedi. La maggior parte della gente che stava al ranch, quelli che voi chiamate
Famiglia, era solo gente che voi non volevate, gente che viveva nella strada, che era
stata cacciata dai genitori e che non voleva andare nei centri di recupero; cos io ho
fatto il meglio che ho potuto li ho raccolti nel mio immondezzaio e gli ho detto questo:
che in amore non c niente di sbagliato.[] Gli ho detto che tutto ci che facevano
per i loro fratelli e le loro sorelle era giusto se lo facevano con buone intenzioni. []
Non responsabilit mia, responsabilit vostra. la responsabilit che voi avete nei
confronti dei vostri bambini, che voi trascurate, e che poi volete addossare le colpe
ancora, ancora e ancora su di me. [...] Ogni bambino che voi mettiate nella stanza
dicendogli: non oltrepassare quella porta, non avrebbe mai pensato di oltrepassare
quella porta finch voi non glielavevate detto. Voi andate alle scuole superiori, gli
mostrate delle pillole e gli dite cosa non prendere: in che altro modo potrebbero
conoscerle se non glielo insegnaste voi? E poi gli spiegate che cosa non devono fare
nella speranza che escano e lo facciano, cosicch voi possiate giocare il vostro gioco
con loro. e allora gli date attenzione, perch non date a loro niente del vostro amore.
Gli date solo la vostra frustrazione, gli date solo la vostra ira; gli date solo la parte
peggiore di voi stessi invece di dargli il meglio di voi.
[] Io non ho ucciso nessuno e non ho ordinato la morte di nessuno. Io posso aver
dato limpressione, in diverse occasioni e a parecchie persone che potevo essere
Ges Cristo, ma non ho ancora deciso che cosa sono e chi sono. Mi stato dato un
nome e un numero e sono stato messo in una cella con un nome e un numero. Non so
chi sono. Io sono chiunque voi mi facciate ma ci che voi volete un demonio. Voi
volete un demonio sadico perch questo che voi siete. Voi riflettete su di me quello
che siete allinterno di voi stessi, perch a me non importa niente di voi di ci che fate.
[] Mio padre il penitenziario. Mio padre il vostro sistema. [] Io sono soltanto ci
che voi stessi avete fatto di me. Sono il vostro riflesso. Ho fatto del mio meglio per
tirare avanti nel vostro mondo e adesso voi volete uccidermi, e io vi guardo e vedo
quanto siete incompetenti, e poi mi dico: Voi volete uccidermi mai io sono gi morto,
lo sono stato per tutta la mia vita! Io ho vissuto nella tomba che voi avete costruito.
[] Helter Skelter significa confusione, letteralmente. Non significa guerra con
nessuno. Non significa che quella gente sta per uccidere altra gente. Vuol dire solo
quello che vuol dire. Helter Skelter confusione. La confusione sta arrivando
rapidamente. Se voi non vedete la confusione arrivare rapidamente attorno a voi,
potete chiamarla come volete."

L'OMICIDIO DEI CONIUGI LA BIANCA


Nellagosto del 69 Manson e la Family si trasferiscono definitivamente nella Death Valley, cos
addentrati nel deserto californiano, essi si allontanano ancor di pi dalla societ. Manson prepara
i suoi alla sua delirante profezia: i negri dAmerica faranno una rivoluzione, daranno inizio allHelter
Skelter spazzando via la civilt esistente, e solo la Family, in sella alle dune buggy del deserto,
sapr fronteggiare come ultimo baluardo bianco la razza negra dopo essersi messa al riparo. La
fuga accelerata fu dovuta anche alluccisione di Gary Hinman.
Questultimo infatti, era entrato in conflitto con Manson poich egli chiese al malcapitato dei soldi
che dovevano servire per la spedizione nel deserto in vista dellimminente scontro apocalittico,
secondo le ricostruzioni fornite dai membri della Family. La sera del 25 agosto, Beausoleil, Susan
Atkins e Mary Brunner si recarono a casa di Hinman e non riuscendo ad estorcergli il denaro
chiamarono Manson, il quale diede inizio alla tortura: mozz lorecchio destro di Hinman con una
spada e prima di andar via ordin ai suoi ragazzi di finire il lavoro. Gary Hinman venne ucciso con
due coltellate al petto. Con il suo sangue vennero scritte le parole Political Piggie e fu lasciato un
segno simile allimpronta di una zampa felina: doveva somigliare al simbolo delle Black Panthers.
Il 6 agosto venne arrestato Beausoleil alla guida del furgone di Hinman, con laccusa di omicidio.
Da qui ha inizio la parabola discendente di Manson.
Prima di trasferirsi nella Death Valley, Manson decide di fare un viaggio verso nord per reclutare
quanta pi gente possibile nel suo gruppo, e da questo viaggio torner giusto in tempo per
compiere gli omicidi Tate-LaBianca.
Stavolta, per l'uccisione dei coniugi LaBianca presente anche Charlie in quanto non era rimasto
soddisfatto appieno del lavoro compiuto la sera prima, le vittime avevano urlato troppo e cera
stato il rischio di essere scoperti: decide quindi di mostrare come si fa un lavoro pulito senza creare
disordini. Si fermano di fronte una casa qualsiasi, Manson entra di soppiatto e tranquillizza i due
abitanti i coniugi LaBianca dicendo di voler soltanto rubare qualcosa, mentre lega luomo in
soggiorno e la donna al piano di sopra sul letto, con un bavaglio in testa. A questo punto torna in
auto e ordina a Tex, Pat Krewinkel e Leslie Van Houten di finire il lavoro. Anthony LaBianca viene
assassinato con dodici ferite da coltello e quattordici da forchettone a due punte, che gli rimasto
conficcato nelladdome. Inoltre gli assassini lasciano un coltello da cucina conficcato in gola, e
sempre sulladdome una serie di incisioni a forma di X e una parola: WAR. La moglie, Rosemary
LaBianca, subisce quarantuno coltellate e lo strazio di sentire il proprio marito morire. Anche in
questa occasione gli assassini lasciano segni che possono ricondurre ai militanti di colore: oltre
alle incisioni sulladdome delluomo, con il suo sangue viene scritto sui muri Rise e Death to
pigs, mentre sul frigorifero He[a]lter Skelter. I tre ragazzi non fuggono subito: mangiano quel che
c in frigorifero e si fanno la doccia, infine escono di casa e tornano al ranch in autostop, dove
trovano Manson soddisfatto. Charlie, mentre si compiva la strage si rec nellappartamento di un
giovane attore libanese che in passato aveva avuto un flirt con Linda e Susan. La sua intenzione
era di testare la fedelt della Kasabian e farle uccidere luomo. Ella per buss volutamente alla
porta sbagliata, salvando la vita di quellattore. Gli omicidi delle star hollywoodiane per ora erano
finiti, e probabilmente se il gruppo di Manson non fosse stato arrestato sarebbero continuate: dopo
larresto verr stilata infatti una lista nera di nomi importanti che dovevano essere uccisi dalla
Family e tra cui spiccavano su tutti Elizabeth Taylor e Frank Sinatra.


RomanPolanskinelsalonedellavilla
10050 CIELO DRIVE
Questa la fine del processo Manson. Ma ora, facciamo un salto indietro nel tempo e ricostruiamo
la storia di una delle "case" pi famose d'America. La villa venne costruita nel 1942 per l'attrice
Michle Morgan.

L'attriceMichleMorganparladallasuanuovavillainunarivistadel1943
MichleMorgan,1943

Unbellissimoesempiodistileearchitettura"FrancoProvenzalCaliforniano",
comevennedefinitaallepoca.
Esterni,anni'40

Venne fotografata per alcune riviste di arredamento e architettura, come possiamo vedere in
queste rare foto della rivista House & Home del Luglio 1942.
Lacasaneglianni40
Lacasainalcunefotografiedirivisteanni40,conlastoriadeisuoiresidenti.
Lacasainalcunefotografiedirivisteanni40,conlastoriadeisuoiresidenti.
Tra i suoi residenti successivi, vanno ricordati Cary Grant e Dyan Cannon, Henry Fonda, Mark
Lindsay, il produttore discografico Terry Melcher e la fidanzata Candice Bergen. Essendo una villa
frequentata da personaggi del mondo dello spettacolo e della musica come Jim Morrison e famosi
attori di Hollywood, nell'epoca in cui era affittata a Terry Melcher (figlio di Doris Day e famoso
produttore discografico).

TerryMelcher,27anni,figliodell'attriceDorisDayenotoproduttorediscografico

Nell'epoca in cui era abitata da Melcher (primi mesi del 1969) e poco prima di essere presa in
affitto dalla coppia Tate-Polanski, lo stesso Charles Manson vi si rec pi di una volta, per
accompagnare a casa Terry Melcher, il famoso produttore discografico che si era mostrato
interessato alla musica di Manson, e gli aveva ventilato l'idea che avrebbe potuto incidere qualcosa
per la sua label record.
Dopo il delitto di Sharon Tate, Polanski abbandona immediatamente la casa senza rinnovare
l'affitto e Altobellli ne riprende possesso.
L'ultimo residente della casa fu il musicista Trent Reznor dei Nine Inch Nails. Reznor si trasfer
nella casa nei primi anni novanta e vi costru uno studio di registrazione all'interno. Questo studio,
soprannominato Pig (a volte chiamato Le Pig) in riferimento al fatto che uno degli assassini scrisse
la parola "PIG" con il sangue della Tate sulla porta anteriore della casa, fu il luogo delle sessioni
di registrazione dell'EP dei Nine Inch Nails Broken del 1992 e dell'album The Downward Spiral del
1994 come anche dell'album di debutto di Marilyn Manson prodotto da Reznor Portrait of an
American Family del 1994. Reznor lasci la casa nel dicembre 1993, spiegando pi tardi che
c'era troppa storia in quella casa perch riuscissi a gestirla.
La casa venne demolita completamente nel 1994, ma Reznor prese la porta anteriore della casa
e la port con s quando si trasfer, installandola come porta d'ingresso del suo studio discografico,
il Nothing Studios, che ha sede a New Orleans, dove si trova tutt'ora.

Laportapifamosad'America,attualmenteaNewOrleans.
"justfuckingaround"eunaltrorarodiscodiCharlesManson.

Manson infine la visit quando vi si rec infuriato per discutere con Terry Melcher, dato che i suoi
progetti di diventare una star del mondo della musica pare non andassero avanti come lui
desiderava. Ma Melcher non abitava pi l da oltre un mese. Si trov faccia a faccia con Sharon
Tate, emergente stella di Hollywood e nuova affittuaria della villa assieme al marito, il famoso
regista Roman Polanski. I due si fissarono per alcuni secondi poi Manson venne cacciato via
malamente dallamico ed ex fidanzato di Tate, Sebring. Pochi giorni dopo, durante un viaggio
aereo, Sharon Tate chiese a Sebring come fosse finita la faccenda con quel personaggio
inquietante ("creep" in inglese) che cercava Melcher. Sebring rispose "quello che mi ha dato
fastidio di lui che si comportava come se fosse il padrone. L'ho cacciato via malamente. Ma
credo che, se soltanto Sebring fosse stato un po' pi gentile con Manson, Manson non avrebbe
mandato la sua "famiglia" a fare una strage in quella casa abitata da "porci arroganti". Dopotutto,
lui era convinto di essere la reincarnazione di Ges Cristo e Satana allo stesso tempo, e si sarebbe
aspettato un diverso trattamento. Ma ci rimase molto male e sicuramente se la leg al dito
andandosene offeso senza aggiungere altro.
1969, THE SUMMER OF LOVE

(Quello che appare strano che tutto ci avviene nella "Summer of Love"

(estate dellamore) del 1969, impregnata dal Peace & Love. Proprio mentre il massacro di Cielo
Drive avviene, gi a Woodstock,

JoeCocker,conl'aiutodiun"amico",siesibisceaWoodstockdavantiaunpubblicodioltre
mezzomilionedipersone,nellagosto1969

dove hanno iniziato ad arrivare giovani da ogni parte del Paese, che poi, entro qualche giorno,
supereranno il mezzo milione per un happening di rock, amore &musica (e droga aggiungerei)
che rimarr nella storia, dal 15 al 18 agosto del 1969, quello stesso anno. Siamo nel pieno
dellestate dellamore. In realt, il Peace & Love a San Francisco gi finito da un pezzo, rimane
soltanto nellimmaginario collettivo e nella moda. Anche se una famosissima canzone diceva "se
stai andando a San Francisco, accertati di aver un fiore tra i capelli" i residenti canticchiavano
maliziosamente "se stai andando a San Francisco, accertati di avere una calibro 38 alla cintura".
E in effetti, in quella fine della Summer of Love, nel distretto Haight-Ashbury di San Francisco
epicentro del movimento hippy) pi che fiori tra i capelli vedevi siringhe nelle braccia, ragazzini
sbandati fuggiti di casa buttati per terra, bimbe poco pi che quattordicenni in balia delle bande di
motociclisti, stupratori e spacciatori di droghe pesanti. I delitti Manson daranno una mazzata finale
allimmagine degli hippies che, per quanto, a detta della medio
borghesia americana, erano puzzolenti e poco dediti all'igiene
personale, erano sempre stati considerati del tutto innocui e pacifici.
Ronald Reagan, il presidente degli stati uniti allora governatore della
California, diceva di loro che: "si vestono come Tarzan, assomigliano
a Jane e puzzano come Cheeta la scimmia". E quando loro gridavano
fate lamore non la guerra, Reagan prontamente rispondeva che
secondo lui non sarebbero stati capaci di fare n luno n laltro. Ma
quando si diffonder la notizia che il delitto di Sharon Tate stato
compiuto dalla famiglia Manson, una comune hippy, gli hippies verranno temuti da tutti nel Paese,
e gli abitanti della California, terrorizzati, inizieranno a evitarli e fuggirli come la peste. Coi delitti
Manson si chiude un'era, gli anni '60.
LA FAMA DI MANSON

A quarantacinque anni di distanza dalle stragi della Family, il caso Manson suscita ancora un
CharlesManson:TheManWhoKilledthe60's,documentariodeglianni'70.

enorme fascino nella societ americana. Questo fu dovuto al fatto che fin da subito Charlie e i suoi
adepti vennero esaltati dalla stampa americana e fu ingigantita la loro aura malvagia. Il caso
Manson senza ombra di dubbio uno dei pi strani e originali crimini della storia americana: un
uomo considerato il serial killer pi efferato dAmerica, manipola un gruppo di ragazzi e ordina loro
di uccidere nove persone. Manson su tutti venne innalzato ad icona satanica, avvicinando a s
quelle parti della societ fatta di ragazzi rimasti allombra che invece di scandalizzarsi per i crimini
commessi ne esaltano il loro mandante; perch si sa il male, loscuro, la paura, il proibito e il
perverso vengono condannati ma allo stesso tempo affascinano luomo. Come scrive Bugliosi: Pur
avendo continuato a destare linteresse di tutta lAmerica, Manson ha affascinato soprattutto le sue
frange pi fanatiche. Oggi, negli Stati Uniti, praticamente ogni gruppo scontento e moralmente
distorto, dai satanisti agli skinhead neonazisti, lo esalta e abbraccia la sua velenosa filosofia.
Manson diventato licona spirituale di tutti questi gruppi, lalto sacerdote dellodio anti-
estabilishment. Per molti di coloro che vivono ai margini della nostra societ Manson
effettivamente un eroe. [] Dalla sua cella, Manson mantiene unattiva corrispondenza con il
maggior numero possibile delle persone che gli scrivono. Nel 1986, il suo libro Manson in his own
words (as told to Nuel Emmons) stato pubblicato in edizione rilegata. [] Scritto con lo scopo
di distruggere un mito, Manson, al contrario, cerca di perpetuare il mito che lui stesso e i suoi
seguaci hanno inventato, ossia che gli omicidi erano stati unidea delle ragazze. [] Verso la
conclusione del libro, Manson scrive: Ci sono giorni in cui mi rendo conto di essere il pi famoso
condannato di tutti i tempi. In questo stato danimo, mi diverto per tanta pubblicit e mi fa piacere
quando qualche idiota mi scrive di essere pronto a uccidere dei pig per me. Ci sono state ragazze
che son venute a trovarmi con il loro bambino in braccio e mi hanno detto:
Charlie, farei qualsiasi cosa per te. Sto crescendo mio figlio a tua immagine.
Queste lettere e queste visite un tempo mi deliziavano, ma si tratta di una mia malattia personale.
Qual invece la malattia che continua a spingere verso di me i nuovi ragazzi e seguaci? il vostro
mondo a farlo. Io non scrivo e non chiedo a nessuno di venirmi a trovare. Eppure la posta continua
ad arrivare e i vostri piccoli fiorellini innocenti continuano a presentarsi al cancello del carcere.

La figura di Manson in alcuni casi pu essere esaltata, in altri invece usata come modello per
attivit criminali. Ad esempio nel 1970 una quindicenne di nome Janet Stevens venne rinvenuta
strangolata e con in bocca un ritaglio di giornale raffigurante Charles Manson. Ma uno dei casi pi
famosi senza dubbio la strage di Columbine, dove uno dei due ragazzi, Erik Harris, pochi mesi
prima di commettere insieme a Dylan Klebold la strage nel loro liceo, aveva scritto una tesina in
cui raccontava ammirato la vita di Manson, paragonandolo a Ges.
Ad alimentare la popolarit di Manson si aggiunse anche un certo Brian Hugh Warner alias
Marylin Manson che, come lo stesso Charlie, apparteneva ad una famiglia cattolica moralmente
rigida, in cui la musica rock la musica satanica per eccellenza veniva abolita. Brian invece ne
diventer unicona mondiale, anche grazie al nome usato, Marylin Manson, fusione dei due
personaggi emblemi della societ americana:
Marylin Monroe, il volto buono e positivo dellAmerica, e Charles Manson, la parte pi oscura e
malvagia di essa. Marylin Manson, che venne anche accostato a Anton LaVey e al culto satanico
e di cui se ne allontaner affermando che il diavolo non esiste, contribu ad affermare limmagine
satanica di Manson. anche grazie alla fama del cantante che Charlie ancora oggi viene
mistificato e preso come modello satanico, insieme alla musica metal, dai giovani soprattutto
disadattati. Ma Manson non un satanista. Anche se viene considerato tale non ha mai espresso
una credenza pura per tutto ci che sia trascendente alluomo. Si, era un fervente animalista,
amava farsi riconoscere come Cristo, ma la sua reale natura era la contraddizione, non
apparteneva a nulla, cercava soltanto di potersi adattare alle varie situazioni. Manson non era
neanche il serial killer spietato che tutti riconoscono: le sue caratteristiche non coincidono con
quelle di un assassino seriale. La capacit di Manson, che supera qualsiasi altro criminale, stata
quella di entrare nelle menti dei suoi seguaci, cos tanto da spingerli a fare ci che lui non avrebbe
fatto, non perch non ne fosse capace, ma proprio riuscire a controllare e dominare altre persone
al punto di uccidere per lui che gli conferisce un potere che lo pone allo stesso livello di Ges, o
Satana.
La notoriet, anche se dovuta alla sua immagine diabolica e satanica, ha ingigantito la sua stessa
percezione, gli ha finalmente dato il successo che desiderava dopo una vita di miseria. Manson a
distanza di oltre quarant'anni viene ancora intervistato, messo al centro dellattenzione, innalzato
ad icona metal e satanica, attirando a s moltissimi ragazzi. Viene da pensare allora: se oggi fosse
in libert, Manson riuscirebbe a concentrare attorno a s unulteriore schiera di ragazzi,
influenzando le loro menti, le loro personalit e impadronendosi della loro volont? Probabilmente.
Come accade molto spesso anche oggi, le personalit che definiremmo pi bizzarre, stravaganti
e ai limiti dellestremo come lo era Manson quando si fanno portavoce di un ideale e di una
convinzione attirano sempre un certo numero di persone, spesso le pi emarginate e disadattate,
le quali si identificano con questi leader; in realt essi reinvestono in loro la propria vita che
necessita di un integro adattamento sociale, e con cui completano la loro personalit; nei gruppi
simili alla Family il confine tra lIo e il leader non esiste, egli ingloba ogni personalit, che per essere
attirata gi di per s debole e suscettibile. In ogni epoca esistito, esiste e potrebbe esserci un
Manson capace di plasmare attorno a s giovani assassini, frutto non di una lucida e isolata pazzia
ma di un sistema che ripetutamente compie sui propri figli gli stessi errori che Charlie ha
denunciato al mondo intero.


CharlesMansona5anni


CharlesMansona15anni

Mansona20anniconlasuaprimamoglieRosalieWillis,15,nelgiornodelle
loronozze


Mansonpocodopoilsuoarresto

Mansonincarcere,1975ca.

Mansonoggi,aoltre80anni,conlasecondamoglieStar,26
CONCLUSIONE

Charles Manson pu sembrare a prima vista un uomo fortemente enigmatico e misterioso, a tratti
ambiguo, in realt stato molto chiaro nel suo modo di pensare. Allinizio egli, come si visto, ha
concentrato la sua forza coercitiva sui giovani intorno al concetto dellAmore Manson stesso era
solito farsi chiamare Amore. Sembra strano che un uomo, il cui centro dinteresse della propria
filosofia era lodio e la violenza, possa invece essere cos fermamente convinto che il proprio
pensiero sia totalmente buono e liberatorio, al punto di non pentirsi mai delle proprie azioni.
Tuttavia bisogna considerare il significato che assume lAmore per Manson, per poter tentare di
capire levoluzione del pensiero di questo personaggio.
Per Manson lAmore appropriazione di unaltra persona; sfruttamento della personalit e del
mondo altrui; illusione di una libert psichica e spirituale attraverso lunione con il leader (Manson
stesso) e lannullamento di ogni individualit. Pi che di Amore, in questo caso si dovrebbe parlare
di un sentimento mascherato e illusorio, un amore oscuro. Pu lAmore avere un lato tenebroso
e sinistro? Si, in tutti quei casi in cui non pi un sentimento genuino e produttivo, bens uno
strumento nelle mani delluomo, un mezzo per accrescere il proprio potere, mantenendo cos ogni
barriera divisoria tra s e il mondo. Nel caso specifico di Manson loscurit non coinvolgeva
soltanto lAmore ma copriva unampia gamma di esperienze umane. importante sottolineare
ancora come il contesto storico abbia influenzato la vicenda Manson: gli anni60, infatti, furono
emblematici proprio per la loro portata innovativa allinterno della societ. Concetti come
inconscio; extracosciente e cos via, si infiltrarono nella vita e nel pensiero comune della
societ, alimentando una generazione intera. Tutto ci avviene in unepoca in cui, come gi ripreso
nei capitoli precedenti, si assiste ad una forte presa di posizione nei confronti delle politiche
belliche, e che trova il fulcro nella filosofia hippie. Da un lato si trova, quindi, un uomo pacifico e
compassionevole, dallaltro, come in un romanzo stevensoniano, la parte di s attratta dal fascino
del proibito e misterioso, dalloscuro. Tutto questo divenne spunto per diversi gruppi che non
entrarono mai a far parte della filosofia anni 60, ma che erroneamente ne vennero utilizzati come
simbolo, i quali avevano una rappresentazione di uomo i cui confini tra bene e male erano molto
sottili, a tratti confusi. Tra questi lesempio lampante proprio la Mansons Family. Furono proprio
questi gruppi che macchiarono e resero oscuro il movimento rivoluzionario dei figli dei fiori. Non
poi cos ovvio che Manson sia stato consapevole di ci che stava creando, anzi, lAmore per
come lo intendeva lui, era lunica funzione liberatoria delluomo. Per Charlie, soltanto una
riprogrammazione mentale e spirituale portava alla nascita del vero S individuale, poco
importava poi il modo in cui si arrivava a questo processo, il fine giustifica i mezzi. LAmore
mansoniano pu essere riassunto come amore per s stessi, amore di dipendenza, e non
soltanto perch Manson era cos riuscito a riprogrammare i suoi seguaci al punto da divenire il
centro delle loro esistenze, ma soprattutto in maniera celata perch era lo stesso Charlie ad
aver bisogno di questa forma di relazione. Come il narcisista ha bisogno del suo adulatore e il
sadico del masochista, cos Manson aveva bisogno di un gruppo da poter manipolare e governare
a proprio piacimento, per sentirsi amato, seppure di un amore violento, basato sulleccesso, il
timore e la menzogna: un amore di riflesso pesante e oscuro. Perch dunque, i ragazzi della Family
erano invece fermamente convinti che il proprio Guru incarnasse realmente gli ideali nobili
dellAmore? Secondo Erich Fromm, le ragioni di un atteggiamento simile risiedono nella condizione
stessa delluomo, caratterizzata da profonda solitudine e isolamento rispetto agli altri e alla natura.
Il senso di solitudine [] lorigine di ogni ansia. Essere soli significa essere indifesi, incapaci di
penetrare attivamente nel mondo che ci circonda; significa che il mondo pu accerchiarci senza
che abbiamo la possibilit di reagire. Per sfuggire a questa solitudine luomo cerca di unirsi al
mondo e agli altri, ed esistono vari modi per farlo. Nel mondo occidentale, ad esempio, si tenta di
superare questo senso di solitudine attraverso lunione con un gruppo, una comunit, un ideale e
cos via, dove lindividuo annulla totalmente s stesso per divenire uguale agli altri, azzerando ogni
differenza; se io sono uguale agli altri, sia nelle idee che nei costumi, non posso avere la
sensazione di essere diverso. Sono salvo: salvo dal terrore della solitudine. Questo concetto
sembra calzare a pennello proprio per i membri della Family, ragazzi per la maggior parte scappati
di casa o abbandonati, soli e indifesi. Ma la soluzione migliore invece, riprendendo ancora Fromm,
lAmore. Cosa dunque lAmore? un dare, vissuto non come privazione ma come modo per
donare s stesso, la propria gioia, la speranza e altri attributi del proprio io a unaltra persona. Nel
dono di s non solo ci si arricchisce, ma si porta anche qualche cosa di nuovo nella vita dellaltra
persona; lamore maturo unione a condizione di preservare la propria integrit, la propria
individualit []. Sembra un paradosso, ma nellamore due esseri diventano uno e tuttavia restano
due. Questo concetto di Amore si basa non sullistinto e lirrazionalit, come il senso comune
vuole far credere quando parla di Amore, ma sulla conoscenza, sul rispetto, la responsabilit e la
premura verso gli altri.
LAmore sotto questo punto di vista, non un sentimento possessivo; non diviene mezzo per
utilizzare e manipolare gli altri; non cerca di plasmare laltra persona e cambiarla secondo i propri
voleri; non distruttivo, ma consente alluomo di poter guardare allAltro non pi come un oggetto,
come nel caso degli atteggiamenti di Manson in ogni sua relazione, ma come un essere impossibile
da controllare e dominare, la cui diversit diviene non un elemento di differenza e ostilit ma una
risorsa fondamentale nella crescita e nello sviluppo del proprio Io.
EPILOGO - "Una serata con Charlie al Whisky a Go-
Go"

Quella che segue la mia traduzione dallinglese dellinizio del libro Manson di Jeff Guinn. il
racconto,dalleparoledichiloconoscevaefrequentava(GreggJakobson,unBigdellamusicaaquei
tempi) di una tipica serata passata a gozzovigliare con Charles Manson. Jakobson, probabilmente
gelosodelfortemagnetismodiManson,decideassiemeaisuoiamicidimetterloallaprovaefargli
capireche,nonostantelasuaamicizia,luisempreunSignorNessuno,unapersonainsignificantee
noncertolacelebritchecredediessere.MaManson...
Zio Mario

In una notte d'estate del 1968, tre macchine scivolavano lente sul Sunset Boulevard di Los
Angeles. Erano dirette alla parte "cool" della metropoli, una strada lunga e ventosa conosciuta
come "the Strip", fatta da due chilometri pieni di nightclubs, shops, ristoranti, il vero epicentro della
controcultura Americana. 380 miglia a Nord, il distretto Haight-Ashbury di San Francisco aveva
ancora la reputazione di capitale del Peace & Love, del Flower Power e degli hippies, ma la sua
pretesa di convertire il mondo in una nuova era fatta di musica, amore libero e sostanze psicotrope,
stava sfociando invece in violenze e stupri connessi alle droghe pesanti e alle bande
motociclistiche. Sunset Strip a Los Angeles, invece, era sempre incentrato sulla musica, sesso e
droga, ma pochi tra i frequentatori di quella zona avevano la pretesa di cambiare il mondo. Molto
pi semplicemente, erano concentrati sui loro piaceri personali e sulle loro esigenze.
In quel periodo i disordini civili stavano mettendo sottosopra l'America, in risposta agli odi razziali
e alla guerra in Vietnam. Alcuni giovani ancora andavano a San Francisco in ricerca dell'Utopia.
Quelli che non la trovavano organizzavano un pellegrinaggio a Los Angeles con il sogno di
diventare amici di qualche celebrit e di entrare nel mondo della musica dalla porta principale.
Le Superstars che si esibivano nei locali dello "Strip" a volte indulgevano a chiacchierare con il
pubblico, trattandoli come loro pari, e offrivano consigli per come fare a diventare pi famosi dei
Beatles. I tre autisti delle macchine che discendevano lo Strip, Terry Melcher, Gregg Jakobson e
Dennis Wilson erano amici da anni. Melcher era un famoso producer (figlio dell'attrice Doris Day),
Jakobson un famoso talent scout e responsabile di alcuni studi di registrazione e Wilson il batterista
dei Beach Boys. I tre, sempre assieme, erano conosciuti come il "trio". Da giganti quali erano della
scena musicale di Los Angeles, Melcher, Jakobson e Wilson si diressero verso una destinazione
appropriata sulla Strip. Il Whisky a Go Go, che si trovava sulla Sunset appena oltre i confini di
Beverly Hills, era il pi famoso club in citt e probabilmente in tutta l'America, propagandato come
il posto pi alla moda per fare presenza ed essere visti. Ogni sera, lunghe file si estendevano per
blocchi di due ore o pi prima della apertura del Whisky alle 8:30.
La crema della scena musicale regolarmente scendeva al Whisky; inclusi Jimi Hendrix, Neil Young,
e Eric Clapton. Il Whisky di solito alternava bande locali meno note con grandi nomi come Eric
Burdon e The Animals. Il club era stato uno dei primi luoghi sulla moderna Strip a valorizzare i
musicisti neri. Tra gli altri, Buddy Guy e Sly & the Family Stone, e quando Little Richard si esibiva,
gli Dei del rock Mick Jagger e Keith Richards dei Rolling Stones venivano ad ascoltarlo. Ogni visita
al Whisky era sicuramente qualcosa di speciale. Chiunque fosse di Los Angeles con pretese di
essere "cool" doveva esserci. Anche Elizabeth Taylor e Richard Burton festeggiavano l.
La folla serale poneva molti problemi per il parcheggio delle macchine a chiunque, ma non per
Melcher, Jakobson e Wilson. Come il trio si present alla porta del Whisky non ci fu bisogno per
loro di aspettare in fila o di pagare, dato che gli occhi di tutti erano su di loro. Wilson, grande, bello,
sarebbe stato riconosciuto da quasi tutti i fan della musica del Paese. Melcher e Jakobson non
erano nomi straconosciuti in America, ma la folla del Whisky, di cui la maggior parte aveva buon
senso e conoscenze per tutti gli aspetti della scena musicale, sapeva bene chi fossero e perch
erano cos importanti. Ci non valeva per il quarto membro del club, che era arrivato nella Rolls di
Wilson. Per gli spettatori al di fuori del Whisky, non c'era nulla di speciale nel trentatreenne Charlie
Manson, solo uno tra le migliaia di ambiziosi cantautori che aveva fatto la gavetta a Los Angeles
con l'obiettivo di ottenere contratti discografici e diventare superstar. Manson era basso, circa 1,56,
tutto pelle e ossa. Per gran parte dell'estate, era stato abbastanza fortunato da scroccare vitto e
alloggio al batterista dei Beach Boys, che era noto per aver dato a tutti l'utilizzo temporaneo della
sua lussuosa casa in Sunset Boulevard. La maggior parte dei vagabondi lasciarono la casa dopo
un giorno o due; Manson invece si trattenne parecchio. Per un po', Wilson and d'accordo con il
suo ospite. Oltre a scrivere alcune canzoni interessanti e sentenziare sullabbandono della propria
individualit, Manson aveva con s un seguito di ragazze che lo adoravano e ben felici di
impegnarsi in qualsiasi forma di sesso con le rock star. Di conseguenza, l'estate di Wilson era uno
spettacolo carnale, anche se dovette fare frequenti viaggi dal suo medico in quanto le ragazze di
Manson avevano l'abitudine di infettare chiunque con la gonorrea. Wilson bonariamente aveva
propagandato la musica di Manson agli altri Beach Boys e agli amici della scena musicale di Los
Angeles. Fino a quel momento, nessuno era stato colpito abbastanza dalle canzoni di Manson per
offrire al vagabondo trasandato il contratto discografico che desiderava. Ma Charlie aveva una
incrollabile fede nel proprio talento e nella capacit di Wilson di farlo diventare famoso.
Manson dava per scontato di essere sempre il benvenuto a farsi avanti ogni volta che Wilson
andava a una festa o ad un club. Preoccupati per il coinvolgimento del loro cliente con tale
discutibile personaggio, i managers dei Beach Boys fecero un controllo approfondito su Charlie e
informarono Dennis Wilson che il suo ospite era stato in carcere per rapina a mano armata ed era
attualmente in libert vigilata. Ci non preoccup Wilson, che sapeva che il suo nuovo amico aveva
un background criminale. A Manson piaceva vantarsi che la prigione fosse il suo pap e la strada
sua madre. Avere credenziali criminali, per molti giovani, era un onore, dato che il Governo era il
vero nemico. Ma alla fine la relazione tra Wilson e Manson deterior.
Anche se Wilson e i suoi amici non se lo erano detto, era esplicito che, portandolo al Whisky a Go
Go in quella notte d'estate sarebbe servito a dargli una lezione e a fargli capire quale era il suo
posto. Nonostante quello che Charlie credeva, godere della generosit di una rockstar non fa di te
una rockstar. Il Whisky a Go-Go era l'epicentro delle tendenze e della moda, ma intimidatorio per
tutte le persone "normali". Il club non era particolarmente grande, con una capienza di appena 350
posti, ma il suo arredamento era architettato per impressionare. Decorato a toni rossi e neri, il
luogo era caratterizzato da una pedana nel mezzo di una pista da ballo rialzato. C'erano alcuni
tavoli per il pubblico e una piccola zona soggiorno separata per i dignitari dello show business.
Penzoloni sopra il pavimento in vetro c'erano "gabbie" occupate da ballerine poco vestite che
saltellavano provocatoriamente alla musica che il disc jockey metteva ogni volta che le rockband
di ogni sera prendevano una pausa tra i set delle 9:30 e quello delle 11:30. Questi animatori erano
soprannominati ballerini-Go-Go e avevano imitatori nei club di tutto il mondo.

Per i frequentatori abituali non famosi del Whisky, mettersi a ballare era il vero clou della serata.
La regola non scritta ma inflessibile era quella di non prestare nessuna attenzione agli altri ballerini:
la presunzione di chi ballava era spettacolare e, ignorandosi, spesso si urtavano anche con
violenza, facendo finta di nulla; gli altri semplicemente non esistevano. Era difficile trovare posto
sulla pista; chi voleva ballare doveva aspettare che qualcuno si ritirasse o per andare in bagno o
per riprendere fiato. Occhi di falco e gomiti taglienti erano le armi pi utili. Melcher, Jakobson, e
Wilson erano clienti regolari, e una delle cabine delle celebrit era sempre a loro disposizione.
Mentre si muovevano verso la cabina Manson si stacc, dicendo che voleva danzare sulla pista
da ballo. Charlie non avrebbe potuto scegliere un momento e un luogo pi sbagliato per farlo. Poco
elegantemente vestito, le ragazze celebrit ossessionate del Whisky non si sarebbero mai degnate
di ballare con un basso, trasandato "Mister Nessuno". Se fossero stati in uno stato d'animo
generoso, Wilson, Melcher, o Jakobson avrebbero scortato Manson gi; la pista da ballo era per
le stelle e i loro assistenti. Ma erano contenti di lasciare Charlie per conto suo, dato che gli sarebbe
servito di lezione. Nonostante tutto il suo chiacchiericcio filosofico e i suoi sogni grandiosi di
celebrit, almeno per ora Manson era un granello insignificante nella galassia Los Angeles.
Manson spar tra la folla, e i tre amici sorseggiavano drink e chiacchieravano tranquillamente fino
a quando furono colpiti da una scena. Guardandosi attorno, videro qualcosa di unico nella storia
del Whisky a Go Go: invece di competere per ottenere spazio sulla pista da ballo, ognuno stava
lottando per allontanarsi da essa, dove fino a poco prima erano stipati come sardine. Melcher,
Jakobson e Wilson si scambiarono un'occhiata perplessa. Rimasero in piedi fino ad ottenere una
visuale migliore, e in quel momento videro Charlie, rimasto solo nella pista da ballo, danzare a
ritmo di musica. La sua danza cresceva in maniera maniacale, puntava il viso verso l'alto e metteva
le braccia in basso e pareva che scintille partissero dalle sue dita e capelli. La folla era attorno alla
pista da ballo, attonita e affascinata e come guidata da qualche campo di forza irresistibile. Nel
corso delle ultime settimane, Wilson, Jakobson, e Melcher avevano visto Manson affascinare
senza sforzo piccoli gruppi durante i pasti o le feste. Fino a quel momento non avevano idea che
potesse estendere il suo magnetismo e dominare un pubblico molto pi ampio, per non parlare di
un pubblico stanco e indifferente come i clienti abituali del Whisky. Per Charlie una cosa era
convincere una serie di donne bisognose che lui era un guru onnisciente che deve essere adorato
e obbedito. Ma questi erano hipsters la cui auto-immagine dipendeva in gran parte dal fatto di non
rimanere colpiti se non da grandi celebrit. Adesso invece erano a bocca aperta ad ammirare
quello che era il candidato pi improbabile a catturare la loro attenzione. Era una reazione che
andava molto al di l della deferenza, pens Jakobson. Tutto ci gli mise una grande soggezione.
" stato quel giorno al Whisky il momento in cui ci siamo resi conto che Lui era davvero qualcosa
di diverso", ha detto Jakobson quasi 45 anni pi tardi. "Sempre e ovunque, quando Charlie
decideva di essere al centro dell'attenzione, lo era. Al Whisky a Go-Go, tutti pensavano di avere
visto gi tutto."
"Fino a quella notte, quando videro Charlie."
Jeff Guinn
BIBLIOGRAFIA

AmbroseStephenE.Eisenhower:SoldierandPresident,Touchstone,1990.(OnevolumecondensationofEisenhower:Soldier,Generalofthe
ArmyandEisenhower:ThePresident.)
.Nixon:TheTriumphofaPolitician,19621972.Simon&Schuster,1989.
AmburnEllis,Pearl:TheObsessionsandPassionsofJanisJoplin,Warner,1992.
AtkinsSusan&SlosserBob,ChildofSatan,ChildofGod,Bantam,1978.
AtkinsSusan&WhitehouseJames,TheMythofHelterSkelter.Thisisaroughdraftofabookprojectthatwasnotcompletedatthetimeof
SusanAtkinssdeath.Itcanbeviewedatwww.susanatkins.org.Ithasrecentlybeenpublishedinprint.
AyersBill,FugitiveDays:MemoirsofanAntiwarActivist,Beacon,2001.
BanduraAlbert,SocialLearningTheory,PrenticeHall,EnglewoodCliffs,NewJersey,1977.
BeailLinda&andCrowGreg,WesleyanorFundamentalist?PoliticalandTheologicalStancesofNazarenePastors.AssociationofNazarene
SociologistsandResearchers,KansasCity,March12,2004.
BensonJacksonJ.TheTrueAdventuresofJohnSteinbeck,Writer,Viking,1984.
BeschlossMichael,ReachingforGlory:LyndonJohnsonsSecretWhiteHouseTapes,19641965.Simon&Schuster,2001.
BishopGeorge,WitnesstoEvil:TheUncensoredInsideStoryofCharlesMansonandHisMurderousFamily,Dell,1972.
BoydPatti&JunorPenny,WonderfulToday:TheAutobiography,HeadlineReviewPublishing,2007.
BravinJess,Squeaky:TheLifeandTimesofLynetteAliceFromme,BuzzBooks/St.Martins,NewYork,1997.
BugliosiVincent&GentryCurt,HelterSkelter.StoriadelcasoCharlesManson,Mondadori,Milano,2006.
CleminsJonathanD.WestVirginiaPenitentiary,ArcadiaPublishing,2010.
Doubleday,1988.
DallekRobert,FlawedGiant:LyndonJohnsonandHisTimes,19611973.OxfordUniversityPress,1998.
DaviesHunter,TheBeatles,Revisededition.Norton,1996.
DeAmicisRudyP.,CharlesManson,NuoviEquilibri,Viterbo,2004.
DerossetJohnE.,CharlesMansonUnauthorized,CreateSpace,2013.
DeutschAlbert,OurRejectedChildren,Little,Brown,1950.
EmmonsNuel&MansonCharles,Mansoninhisownword.TheshockingconfessionofThemostdangerousManalive,GrovePress,New
York,1986.
FaithKarlene,TheLongPrisonJourneyofLeslieVanHouten:LifeBeyondtheCult,NortheasternUniversityPress,2001.
FestingerLeon,ATheoryofCognitiveDissonance,StanfordUniversityPress,Stanford,1957.
FrommErich,LArtediAmare,Mondadori,Milano,2015
GeorgeEdward&MateraDary,TamingtheBeast:CharlesMansonsLifebehindBars,St.MartinsGriffin,NewYork,1998.
GilmoreJohn&KennerRon,Manson:TheUnholyTrailofCharlieandtheFamily,AmokBooks,NewYork,2000.
GolightlyAdam&McFarlandShamus,AWhosWhooftheMansonFamily,FeejeePress,2010.
GuinnJeff,Manson:ThelifeandtimesofCharlesManson,Simon&Shuster,NewYork,2013.
GuaitamacchiEnzo,FiglideifiorifiglidiSatana.Lereditdel69:daCharlesMansonaMarylinManson,EditoriRiuniti,Roma,2000.
HaydenTom,TheLongSixties:From1960toBarackObama,ParadigmPublishers,2009.
Hubbard,L.Ron,WhatIsScientology?BasedontheWorksofL.RonHubbard,BridgePublications,1998.
LivseyClara,TheMansonWomen:AFamilyPortrait,RichardMarek,1980.
Manson,Charles,ATWA,WorldOrderMedia,2011.Privatelypublished.
MansonCharles,Ivostribambini,StampaAlternativa,Viterbo,2003.
MarynickMarlin,CharlesMansonNow,CogitoMediaGroup,Quebec,2010.
MassaroBiancamaria,CharlesSatanaManson.Demitizzazionediuniconasatanica,NeroPress,Roma,2014.
MurphyBob,DesertShadows:thebizzarreandfrighteningtruestoryofCharlesManson,FalconPress,Billing,1986.
PerryCharles,TheHaightAshbury:AHistory,WennerBooks,2005.
Reeves,Richard,PresidentNixon:AloneintheWhiteHouse,Simon&Schuster,2001.
RileyTim,Lennon:TheMan,theMyth,theMusicTheDefinitiveLife,Hyperion,2011.
SandersEd,LaFamigliadiCharlesManson.GliAssassinidiSharonTate,Feltrinelli,Milano,1972.
SchillerLawrence,TheKillingofSharonTate,Signet,1970.
SelvinJoel,SummerofLove:TheInsideStoryofLSD,Rock&Roll,FreeLoveandHighTimesintheWildWest,CooperSquare,1999.
SpitzBob,TheBeatles:TheBiography,Little,Brown,2005.
StatmanAlisa&TateBrie,RestlessSouls:TheSharonTateFamilysAccountofStardom,theMansonMurders,andaCrusadeforJustice,
itbooks,2012.
StebbinsJon,DennisWilson:TheRealBeachBoy,ECWPress,2000.
TaijfelHenry,SocialIdentityandintergroupbehavior,SocialScienceInformation,13,6593,1974.
TalbotDavid,SeasonofTheWitch:Enchantment,Terror,andDeliveranceintheCityofLove,FreePress,2012.
UdoTommy,CharlesManson:Music,Mayem,Murder,SanctuaryPublishing,2002.
WatkinsPaul&GuillermoSoledad,MylifewithCharlesManson,BantamBooks,NewYork,1979.
WatsonCharles&RayChaplain,WillyouDieforme?FlemingH.RevellCompany,GrandRapids,1971.

Websites
http://en.wikipedia.org/wiki/Bobby_Beausoleil
http://en.wikipedia.org/wiki/Clem_Grogan
http://en.wikipedia.org/wiki/Leslie_Van_Houten
http://www.en.wikipedia.org/wiki/Linda_Kasabian
http://en.wikipedia.org/wiki/Lynette_Fromme
http://en.wikipedia.org/wiki/Mary_Brunner
http://en.wikipedia.org/wiki/Patricia_Krenwinkel
http://en.wikipedia.org/wiki/Susan_Atkins
http://en.wikipedia.org/wiki/Tex_Watson
http://ildocumento.it/droghe/storiadelladrogalsdedecstasy.html
http://it.wikipedia.org/wiki/Anton_LaVey
http://it.wikipedia.org/wiki/Bobby_Beausoleil
http://it.wikipedia.org/wiki/LSD
http://it.wikipedia.org/wiki/Satanismo
http://it.wikipedia.org/wiki/Satanismo#Satanismo_gnostico
http://it.wikipedia.org/wiki/Satanismo#Luciferismo
http://it.wikipedia.org/wiki/Satanismo#Satanismo_acido
http://www.aboundinglove.org.OfficialsiteofCharlesTexWatsonsministry.
http://www.berkeley.edu/about/hist/architecture.shtml.OfficialsiteoftheUniversityofCaliforniaatBerkeley.
http://www.airesis.net/stagionifollia_sbattimostro.html
http://www.assotutor.it/tecniche_di_plagio.htm
http://www.atwaearth.com
http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/articoli/anton_lavey_uomo_satana.htm
http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/articoli/ordo_templi_orientis.htm
http://www.cepicpsicologia.it/contributi/detective/Massacro_di_Bel_Air_24.doc
http://www.corriere.it/esteri/09_agosto_14/lynette_fromme_torna_libera_e04670a688e011dea98600144f02aabc.shtml
http://www.dimarzio.info/it/glossario/word/word/15.html
http://www.huntingtonarkansas.com/denny.htm.MemoriesofgrowingupinNorthCharleston,WestVirginia.
http://www.icompagnidibaal.myblog.it/tag/mkultra
http://www.igorvitale.org/2014/10/29/le8tecnichedelcontrollomentalenellesette/
http://www.italiafilm.co/21315historychannelluomocheterrorizzoilmondo/
http://jezebel.com/5334444/themansonfamilywomen40yearslater
http://www.lacounty.gov.OfficialsiteofLosAngelesCounty.
http://www.lastampa.it/2008/11/18/esteri/jonestownilpigrandesuicidiodimassadellastoria1VBHvMALbipu4PYkvUkgPK/pagina.html
httpfind://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller
http://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller&pg=4
http://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller
http://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller&pg=4"&
http://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller&pg=4"pg=4"
http://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller&pg=4"&
http://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller&pg=4"
http://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller
http://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller&pg=4"&
http://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller&pg=4"pg=4"
http://www.latelanera.com/serialkiller/serialkillerdossier.asp?id=ZodiacKiller&pg=4"pg=4
http://www.manson2jesus.com.OfficialsiteofFreeIndeedMinistries,foundedbyformerMansonfollowerDennisRice.
http://www.paolofranceschetti.blogspot.it/2013/10/ilcasocharlesmansonlecosemaidette.html
http://www.raistoria.rai.it/articoli/hoffmanelascopertadelllsd/12743/default.aspx
http://www.riflessioni.it/esoterismo/charliemanson1.htm
http://www.riflessioni.it/esoterismo/charliemansonhelterskelter1.htm
http://www.scientology.org.ChurchofScientologyInternational.
http://www.susanatkins.org.MaintainedbySusanAtkinsshusband,JamesWhitehouse.
http://www.tatefamilylegacy.com/brucedavis.html
http://www.treccani.it/vocabolario/occultismo
http://www.treccani.it/vocabolario/setta/
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"view=article
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"id=48
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"view=article
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"id=48
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"view=article
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"view=article
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"id=48
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"view=article
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"id=48
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"id=48
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"view=article
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"id=48
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"view=article
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"id=48
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"&
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"Itemid=44"
http://www.unionesatanistiitaliani.it/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=44"Itemid=44
http://www.wikipedia.org/wiki/The_Process_Church_of_The_Final_Judgment
http://www.wikipedia.org/wiki/Scientology
PAULOGORZOW,LASSASSINODELLAMETROPOLITANA

Paul Ogorzow (29 settembre 1912 26 luglio 1941), conosciuto anche con il nome di assassino

della metropolitana era un serial killer e stupratore tedesco che oper a Berlino durante il periodo
nazista e la seconda guerra mondiale. Ogorzow era un dipendente della metropolitana, e lavorava
per il Sistema di trasporto a Berlino, la S-Bahn. Ogorzow approfittava dei blackout durante la
Guerra, specialmente durante il bombardamento degli alleati su Berlino, per poter avere il miglior

metodo di controllo delle sue vittime. Fu responsabile dellomicidio di otto donne in un periodo di
9 mesi. Venne giustiziato nella prigione di Pltzensee nel luglio 1941, tramite ghigliottina.

Nato il 29 settembre 1912 nel villaggio di Muntowen, East Prussia, era il figlio illegittimo di una

lavoratrice della fattoria , Maria. Nel 1924, lallora dodicenne Paul venne adottato da Johann
Ogorzow, un contadino di Havelland. Paul prese quindi il cognome di Ogorzow e si trasfer a
Nauen, presso Berlino. Inizialmente lavor nella fattoria del padre adottivo, ma pi tardi lavor in

una fonderia a Brandenburg-an-der-Havel. Ogorzow si iscrisse al partito nazista nel 1931, allet
di 18 anni, e nellanno successivo prese parte di unorganizzazione paramilitare chiamata
Sturmabteilung (SA, Squadre dassalto). Dopo lavvento del partito nazista nel governo tedesco,
nel 1933, Ogorzow fece carriera nei ranghi. Al momento della sua cattura, ricopriva il ruolo di

Scharfhrer (Leader di squadra) nei ranghi della SA. Nel 1934, inoltre, Ogorzow lavorava presso
la Deutsche Reichsbahn (Ferrovie di Stato). Continu la sua carriera nellorganizzazione,
lavorando come assistente segnalatore alla stazione di Rummelsburg, nella periferia est di Berlino,
vicino a Karlshorst. Questa area fu quella dove avvenne la maggior parte dei suoi crimini. Nel
1937, spos Gertrude Ziegelmann, una venditrice due anni pi grande di lui. Ebbero due figli, che
inizialmente vissero con la madre di Ogorzow nella zona di Laubenviertel, un quartiere/dormitorio

di lavoratori. La famiglia pi tardi si trasfer in un altro appartamento a Karlshorst. I vicini lo


ricordano come qualcuno che passava molto tempo a giocare coi figli nel giardino di casa. Fu
proprio in quel periodo che la moglie inizi ad accusarlo di essere sempre pi violento e brutale, e
lui la accusava continuamente, interrogandola per ore perch era convinto che lo tradisse con un

altro. Ogorzow andava al lavoro giornalmente col treno, a piedi o in bicicletta. Era ben visto dai
suoi colleghi, considerato affidabile e altamente competente, e lavorava principalmente nella zona
di Zobtener Road; spesso veniva mandato in missione in molte altre zone della metropolitana,

sempre vestito in uniforme. Dopo la sua cattura, Ogorzow raccont nei minimi dettagli le sue attivit
criminali alla polizia, che riusc a ricostruire i suoi crimini. Nellagosto del 1939, mentre lui e la sua
famiglia risiedevano a Karlshorst, Ogorzow inizi una serie di violenti attacchi sessuali, attaccando,
brutalizzando e stuprando dozzine di donne intorno al distretto di Friedrichsfelde. In quel periodo,

il vicinato era costituito soltanto da casalinghe solitarie, dato che I mariti erano in Guerra. Quelle
situazione era ottimale per il predatore Ogorzow, e molte donne furono facili e indifese prede di
attacchi di stupro. La polizia di Berlino document 31 casi di stupro e assalti sessuali che occorsero

in quella zona, e tutti erano collegati a Ogorzow. Durante i suoi attacchi, Ogorzow soffoc le sue
vittime, minacciandole con un coltello. Tutte le vittime sopravvissute agli attacchi ricordavano
benissimo che lassalitore indossava ununiforme. Ogorzow inizi a cercare di uccidere dopo i suoi
attacchi, ma i suoi sforzi ebbero scarso successo. Tra l'agosto 1939 e il luglio 1940 Ogorzow aveva

aggredito e pugnalato tre donne diverse, le quali sopravvissero e testimoniarono contro di lui nel
processo a suo carico. Nellagosto 1940, randell selvaggiamente un'altra donna dopo averla
violentata a bordo di un vagone. Lei sopravvisse solo perch Ogorzow erroneamente la credette

morta, mentre era soltanto priva di sensi. Unaltra vittima sopravvisse un tentativo di
strangolamento e allessere buttata gi da un treno in corsa. Ma Ogorzow sub un'altra battuta
d'arresto quando tent di violentare un'altra donna in una stazione della Metropolitana. Due

conoscenti della vittima, che Ogorzow non aveva visto, si erano precipitati in suo aiuto. Ogorzow
riusc a fuggire dopo essere stato duramente picchiato. Alla luce di questo ennesimo insuccesso,
Ogorzow cambi il suo modus operandi per tutti gli attacchi successivi. Ogorzow riprese le sue
aggressioni sessuali a fine settembre 1940. Si concentr principalmente sul tratto di 9 km di

ferrovia tra le stazioni ferroviarie di Betriebsbahnhof-Rummelsburg e Friedrichshagen. Indossando


la sua uniforme, Ogorzow si nascondeva a bordo di carrozze vuote in attesa di potenziali vittime,
aiutato dal blackout di Berlino. Faceva affidamento sul fatto che i passeggeri solitari di sesso
femminile non si sarebbero insospettite di un dipendente in divisa. Ogorzow avvicinava le vittime
con la scusa di vedere il loro biglietto una volta distratte, Ogorzow attaccava, strangolava o colpiva

la vittima alla testa con pesante raccordo telefonico un pezzo da 2 pollici di piombo. Ogorzow
commise il suo primo omicidio il 4 ottobre 1940, quando accoltell una ventenne, Gertrude Ditter,
madre di due figli, nella sua casa di Berlino. Due mesi pi tardi, Ogorzow commise anche il
secondo e terzo omicidio. La sera del 4 dicembre uccise una passeggera, Elfriede Franke,

schiacciandole il cranio con una spranga di ferro prima di scagliarne il corpo dal treno in
movimento. Ogorzow continu con questo modus operandi nella maggior parte dei suoi futuri
crimini. Meno di un'ora dopo aver ucciso Franke, Ogorzow incontr una 19enne, Irmagard Freese,

su una strada pubblica, e la violent uccidendola. Il 22 dicembre, i lavoratori delle ferrovie


scoprirono il corpo di una quarta vittima, Elisabeth Bungener, abbandonato lungo i binari ferroviari
della strada. Un esame medico ha determinato che era morta a causa di una frattura al cranio. Sei
giorni dopo la polizia recuper il corpo di Gertrude Siewert, la mattina dopo che era stata aggredita

e gettata dal treno da Ogorzow. Questa scena si ripetuta il 5 gennaio 1941, quando il corpo privo
di sensi di Hedwig Ebauer, che era allora incinta di cinque mesi, venne ritrovato vicino alla
metropolitana dove. Ogorzow aveva invano tentato di strangolarla. La Ebauer venne ricoverata,

ma non riprese mai conoscenza. I resti della settima vittima di Ogorzow, Johanna Voigt, vennero
ritrovati l11 febbraio. L'autopsia successivamente ha confermato ci che pi si temeva, che Voigt
era morta a causa di ripetuti colpi alla testa e ferite riportate dopo essere stata gettata dal treno.
Date le evidenti somiglianze nei vari crimini, tutti e sette i decessi vennero ritenuti opera dello

stesso individuo. Due delle altre vittime di Ogorzow, che erano sopravvissute allo stupro e allesser
state lanciate da un treno in corsa, furono in grado di descrivere il tentativo di attacco e l'uccisione,
confermando alla polizia che il loro aggressore era un impiegato delle ferrovie in uniforme nera.

Nel dicembre 1940, grazie alla segnalazione di crimini simili, la polizia aveva iniziato la ricerca di
un sospetto corrispondente alla descrizione di Ogorzow. Tuttavia, le notizie di questi crimini erano
per pesantemente censurate dalle agenzie di stampa del partito Nazista. In particolar modo per

le notizie dei crimini della metropolitana, che avrebbero potuto danneggiare il morale in tempo di
guerra. Il Ministero della Propaganda, guidato da Joseph Goebbels, aveva anche emesso
specifiche direttive. Cos Wilhelm Ldtke, ufficiale delle SS, e direttore della polizia della citt
(Kriminalpolizei, unit di gravi reati), non stato in grado di cercare pubblicamente informazioni

sugli stupri o omicidi o di mettere in guardia la popolazione su come affrontare un viaggio di notte
in treno. Ma Ldtke mise al lavoro i suoi migliori investigatori per affrontare in modo discreto con il
caso. L'operazione di polizia era gi in corso da dicembre 1940, e 5.000 di 8.000 lavoratori delle
ferrovie di Berlino erano gi stati intervistati. Le pattuglie di polizia furono raddoppiate, e il partito
nazista mando alcuni dei suoi funzionari per proteggere personalmente quelle donne non

accompagnate che dovevano passare per la zona dei delitti. Alcuni agenti di polizia di sesso
femminile vennero utilizzati come esca a bordo di carrozze di seconda classe, nel tentativo di
catturare Ogorzow una volta per tutte. Altri agenti vennero travestiti da lavoratori delle ferrovie. Ad
ogni stazione ogni pendolare era sorvegliato. Ma Ogorzow, astutamente, si offr volontario per

scortare le donne solitarie durante le ore notturne. Ogorzow sarebbe riemerso il 3 luglio 1941,
quando uccise la sua ottava e ultima vittima, di 35 anni, Frieda Koziol. Violentata e poi finita a
randellate, Kozial era stata uccisa nella stessa zona in cui Ogorzow aveva iniziato la sua ondata

di crimini sessuali due anni prima. Ogorzow, che spesso faceva commenti misogini coi colleghi e
parlava del fascino del delitto, venne finalmente individuato dagli investigatori alla ricerca di
potenziali sospetti tra i dipendenti delle ferrovie in seguito all'assassinio di Frieda Kozial. Un collega
ha riferito alla polizia che Ogorzow spesso scavalcava la recinzione del deposito ferroviario

durante le ore lavorative, con la scusa di incontrare una donna che aveva un marito nellesercito.
Tuttavia, il capo di Ogorzow, Wilhelm Ldtke, ispezion le uniformi ferroviarie di Ogorzow,
trovandole piene di chiazze di sangue. Ogorzow venne quindi arrestato dalla Polizia Criminale il

12 luglio 1941. In un interrogatorio intimidatorio, in una piccola stanza e sotto la luce di una
lampada puntata in viso, Paul Ogorzow venne messo a confronto con una delle sue vittime
gravemente ferite. Ogorzow fu formalmente espulso dal partito nazista pochi giorni prima del suo
rinvio a giudizio per omicidio a Berlino. Ogorzow infine venne dichiarato colpevole di otto omicidi,

sei tentati omicidi e trentuno casi di violenza. stato prontamente condannato a morte il 24 luglio,
dalla Corte Superiore Regionale di Berlino, in base a tutte le prove e grazie alle testimonianze di
otto vittime. Ogorzow venne anche dichiarato nemico del popolo da parte del regime nazista.

Venne ghigliottinato, nella prigione di Pltzensee il 26 luglio 1941.; appena due giorni dopo il
pronunciamento della sua condanna.

La Polizia Criminale (Kriminalpolizei) venne indubbiamente ostacolata nellindagine sugli omicidi

da diversi ostacoli concomitanti. In primo luogo, il governo nazista aveva istituito un rigoroso
programma di censura dei media, al fine di non diffondere il panico e demoralizzare i civili sul fronte
interno. Queste restrizioni hanno fatto s che si venisse a conoscenza soltanto dei dettagli sommari

rilasciati su ogni singolo caso, e ci che impediva indubbiamente l'avanzamento delle indagini. In
secondo luogo, a causa di continui bombardamenti degli alleati sulla capitale tedesca, le condizioni
di blackout erano necessarie per proteggere obiettivi di importanza strategica dal controllo in volo
e distruzione. Come effetto collaterale, tuttavia, queste condizioni erano anche favorevoli alle
attivit criminali. Ogorzow stesso aveva sfruttato il black-out, utilizzandolo per inseguire e uccidere

le sue vittime e poi fuggire da possibili sorveglianze grazie al favore delle tenebre. In terzo luogo,
la Kriminalpolizei doveva fare i conti con un surplus di cadaveri derivanti sia da morti accidentali
sulla linea ferroviaria e di quelli uccisi durante bombardamenti alleati. Infine, l'ideologia ufficiale
nazista, l'antisemitismo, la xenofobia e la pretesa superiorit razziale tedesca, aveva scoraggiato

gli investigatori dal considerare la possibilit che qualcuno "di razza ariana" potesse essere
responsabile di tali crimini efferati. I sospetti, sulle prime, vennero concentrati sui braccianti
stranieri che operavano nelle numerose fabbriche adiacenti alla rete ferroviaria. Anche gli ebrei

locali erano anche presi di mira ingiustamente per le indagini in relazione con gli omicidi,
soprattutto per motivi politici e ideologici. In ogni caso, lautore dei crimini si rivel essere Tedesco,
membro veterano del partito nazista e membro delle SA (squadre dassalto).
I RACCONTI DI ZIO MARIO

STATISTICHE
Statisticamente, lorario 17:00 / 20:00 il picco. Il picco dei suicidi, il momento della giornata in cui
preferibilmente si attua il piano per porre fine alla propria vita. Ma sono pochi quelli che lo fanno
senza comunicare qualcosa a chi resta, senza dare spiegazioni, come se ci si volesse giustificare.
Al passo coi tempi, c chi invia una mail di massa a tutti i propri amici e parenti un attimo prima di
uccidersi; il tutto stato precedentemente organizzato in ogni aspetto. Una lettera daddio standard
uguale per tutti e inviata a tutti. Saluti a tutti quanti, "ciao, sono nelle montagne russe e stavolta
non posso tornare indietro, stato bello finch durato". Due o tre lettere personalizzate per gli
amici pi cari, saluti speciali, una frase tutta per Lei o Lui nella sua bacheca Facebook, frase che
un arrivederci, arrivederci chiss quando, chiss dove e chiss se. Oppure, come un tempo e
nascoste tra le righe, frasi tristi che rimandano ad uno stato d'animo cupo, quasi sempre le stesse
citazioni rubacchiate da qualche altra bacheca o ripescate dalla memoria. Citazioni illustri sulla
malinconia, riferimenti agli esistenzialisti che, quando non erano nei Caff della Rive Gauche a
fare bisboccia bevendo vini preziosi, ti scrivevano e ti parlavano da un tempo che ormai non pi
e ti rammentavano l'inutilit e la noia dell'esistenza. Un'ultima frase scritta prima di partire e poi
via, si parte per il primo e ultimo viaggio senza ritorno. Ma come lo spiego in poche parole che
quando mi sveglio la mattina e penso alla giornata che dovr affrontare e le persone che dovr
vedere, mi prende lo sconforto? Come gli spiego che non riesco a farcela, che mi sento fuori luogo,
che sono obbligato a recitare una commedia, che devo fingere di essere felice e di stare bene, che
devo ridere quando tutti ridono ed esser triste quando tutti sono tristi, tutto cos fasullo...voglio
che tutto si fermi, non voglio fare niente, non voglio vedere nessuno, non voglio essere disturbato
perch sono gi disturbato. Si chiederanno, e lo sai: non capisco, non me ne aveva parlato, non
aveva problemi, ma siete sicuri? Non c nessuna lettera daddio, perch? A me avrebbe parlato
delle sue intenzioni, -e quasi ti offendi perch non l'ha fatto- a scuola non aveva problemi, era una
persona solare, gli volevamo tutti bene, ci mancher tantissimo, vedo il suo posto nel banco vuoto
e mi sento male, faremo una recita per ricordarlo per sempre perch lui con noi, vive sempre
con noi, e nessuno occuper mai il suo banco. E viene naturale condire tutto con qualche lacrima,
sicuramente sincera ma quasi obbligata dalla piccola platea che, commossa, ascolta queste frasi
come attimi di dolore sospesi nell'aria, tace negli attimi di silenzio imbarazzato che si cerca di
coprire con qualche frase definitiva o con la promessa che non sarai mai dimenticato, e ogni parola
un chiodo in pi che chiude la bara. Sorrisi di circostanza, con la bocca semiaperta pronta a
pronunciare la frase giusta e la testa terrorizzata dall'idea di dire per sbaglio qualcosa fuori luogo;
frasi di circostanza dove vengo ricordato come una specie di santo o eroe. Piccole bugie che si
scioglieranno come neve al sole con il tempo, quando arriver la primavera, quando qualcun altro
si sieder al mio posto e nessuno dir nulla, quando parlare di me non sar pi alla moda ma sar
inopportuno, il passato passato. E quando il mio scomodo e ormai inutile numero di telefono,
assieme alle foto dove sorrido al loro fianco, spariranno senza nessuna cerimonia dai loro cellulari,
io rimarr soltanto una faccia sbiadita nella memoria di chi ha ancora una vita davanti a s. Due
diversi modi di andarsene, di staccarsi dal treno della vita; plateale il primo, al passo coi tempi e
in tempo reale, discreto il secondo, con la stessa discrezione e riservatezza che ci ha messi al
mondo. Ma anche se con modalit e orari diversi, la destinazione sempre quella. Il Dopo. Ma
con che parole saluto chi rimane? Cosa scrivo in questo biglietto daddio? Come metto nero su
bianco quello che ho dentro? Parole come disagio, sentite centinaia di volte, si affacciano alla
mente e si concretizzano. S, disagio. E paura, paura di affrontare un destino che appare sempre
pi scuro, la vita di tutti i giorni che sempre uguale ma ogni giorno pi grigia. Incomunicabilit,
anche quella, s. Avere un mondo nel cuore e non saper esprimerlo, non riuscire a trovare chi in
grado di capire cosa hai dentro, o sapere chi ti pu ascoltare ma non riuscire a parlarci. E domani,
quando non ci sar pi, dopo i grandi pianti (se ce ne saranno), sar soltanto un numero in pi tra
le tante statistiche, se avr "fortuna" sar forse un pomposo discorso fatto dallo psicologo del
momento che si riempie la bocca di stronzate in televisione, tra la pubblicit di una merendina e il
concorrente di telequiz che esulta alla sua risposta esatta con un sorriso imbecille. Agli amici di
sempre mancher, forse, ma, guardando bene, il loro un atteggiamento egoistico, sono
spaventati da cosa potr essere la LORO vita senza di me, in fondo si erano abituati ad avermi
attorno e questo cambio di programma li lascia in quello stato apparentemente di lutto. Guardali,
sono attoniti, sembrano non capire niente, sembra che siano appena sbarcati da un'astronave in
un territorio sconosciuto. Questo appare a chiunque osservi dal di fuori, ma il loro non lutto, loro
si stanno chiedendo come saranno le LORO vite senza te. Tu stai bene invece, anzi non-stai,
quindi non senti dolore, n tristezza o altri sentimenti legati al vivere. Voglio stare in pace solo con
i miei pensieri, lasciarmi andare, sciogliermiE il modo c, ma non si torna indietro. Ma tornare
indietro per fare cosa? Ne vale poi la pena di tornare indietro? Perch tornare indietro? Qualunque
cosa mi aspetti dall'altra parte, se c' un'altra parte, sar certo migliore di questa. Anche il Nulla
meglio di questa scadente rappresentazione di una esistenza. Addio.
IL MESTIERE DEL SERIAL KILLER
Credo che, se per assurdo, fare il serial killer potesse essere paragonato ad un mestiere, sarebbe
il mestiere pi difficile al mondo. Pensate alle forze che si uniscono per poterlo trovare, Esercito,
Polizia, Fbi, Cia, Reparti speciali, Csi, Scotland yard, Kgb, i mezzi che si hanno a disposizione
come il Dna, impronte digitali, intercettazioni telefoniche con geolocalizzazione istantanea e
riconoscimenti facciali e vocali, databases aggiornatissimi, psicologi, criminologi e altro. Decine di
migliaia di persone occupate direttamente o indirettamente nella cattura o nel riconoscimento del
colpevole, centinaia di milioni spesi e alla fine c' sempre chi riesce a nascondersi per 30 anni o
non viene mai catturato. Per assurdo, gli Stati Uniti hanno impiegato a localizzare Bin Laden
"soltanto" una decina d'anni quando lui si nascondeva dall'altra parte del mondo, ma quando il
killer a casa loro si trovano spesso in enorme difficolt (nonostante i loro mezzi potentissimi).
Catturare un cittadino americano che si sta macchiando di crimini orrendi e che probabilmente il
vicino di casa di una di quelle persone che lo cerca impresa ardua, stranamente. CSI e serie
televisive del genere sono piene di cazzate, la realt ben diversa e molto spesso chi uccide la fa
franca.
UNA TELEFONATA INOPPORTUNA
Le tre del mattino, quando il sonno pi pesante e tutti dormono. Il telefono squilla, mi sveglia ma
decido di ignorarlo, chiunque sia non ha nessun diritto di strapparmi al sonno. Ma il telefono insiste,
insiste, e capisco che devo rispondere se voglio farla finita con questo supplizio. il mio migliore
amico, dice che gli venuta voglia di parlarmi e non poteva aspettare; sullo sfondo sento un rumore
ritmico, una specie di "pot-pot", immagino che sia una sorta di base ritmica di qualche musica
dance. Scopro che non ha molto da dirmi, si lancia in una specie di amarcord del passato,
ricordandomi le cose che abbiamo fatto assieme, *pot-pot* i posti dove siamo stati, le persone che
abbiamo conosciuto *pot-pot* e tutte le esperienze che abbiamo condiviso. Mi rendo conto che
depresso e faccio uno sforzo immane per starlo a sentire e reagire al suo monologo con qualche
monosillabo e mugugno, tanto per fargli capire che s *pot-pot* siamo buoni amici, ma telefonarmi
alle 3 di notte per ricordarmelo peggio che confessarmi di essersi scopato la mia ragazza. Alla
fine riesco a metter su una frase con senso compiuto, gli dico che un caro *pot-pot* amico, gli
sono molto affezionato, che se vuole domani vado a trovarlo e parliamo dei suoi problemi. Lui
sembra non sentirmi, ha ancora voglia di parlare, ma capisce dal tono (involontario) delle mie
parole, dette con la massima educazione per non ferirlo che *pot-pot* voglio troncare la
conversazione. Mi saluta *pot-pot* e chiude.
Maledico ogni divinit mai esistita nella mente dell'uomo, dal Dio Ra dei Faraoni a Maometto,
passando per Ges Cristo, suo Padre Dio, Confucio, Buddha, Santi Maggiori e santi minori, profeti
di sciagura e non. E con ci mi sono prenotato un posto all'inferno se per caso uno di costoro
esiste davvero. Poi sbatto il telefono sul comodino, giro la faccia sul cuscino e ritorno finalmente a
dormire.
L'indomani faccio la scoperta: poco prima di chiamarmi aveva collegato il tubo di scappamento
della macchina all'abitacolo, si era rinchiuso dentro e aveva fatto la sua ultima telefonata, proprio
alle 3 precise. Ed ero stato io a riceverla, ma non avevo capito che quel maledetto "pot-pot" era il
rumore del motore della macchina che scaricava nei suoi polmoni il veleno che poco dopo lo
avrebbe ucciso.
Ci sono notti che mi sveglio sudato e urlante, perch nel sonno sento il telefono squillare, e sento
che devo rispondere subito, che lui, che devo dirgli di uscire subito da quella macchina, di non
uccidersi. Ma, a parte quella prima volta, non c' nessun telefono che squilla ma solo un sogno,
sicuramente dettato dal mio senso di colpa. Accendo la luce per cercare un sonnifero per potermi
riaddormentare e guardo l'orologio: puntualmente, ogni volta, sono le 3 di notte esatte e
puntualmente un brivido mi corre lungo la schiena.

INFERNO
"l'inferno ripetizione" dice Stephen King.
In fondo penso abbia ragione. Immaginatevi la giornata peggiore della vostra vita. O se ancora
credete di non averla vissuta, provate ad immaginare come potrebbe essere la peggiore giornata
della vostra vita; lascio spazio alla vostra immaginazione malata. Ora pensate di doverla ripetere
all'infinito, giorno dopo giorno, sempre uguale, per l'eternit, svegliandovi ogni giorno senza sapere
cosa vi attende. Penso che se davvero esiste l'inferno, non fatto di diavoli col forcone che vi
tormentano, o fiamme eterne che bruciano i dannati, ma di ripetizioni eterne di sofferenze che
sembrano spaccati di vita reale, ma non lo sono, e sono invece la vostra condanna che vi siete
ampiamente meritati a causa della vostra condotta. A questo punto qualcuno si porr una semplice
domanda "ma sono gi morto e all'inferno o sono ancora vivo e molto sfortunato?" Volete la
risposta? Chi ha inventato un inferno simile furbo e di sicuro non vi risponder, lasciandovi nel
dubbio eterno. Fa parte del Gioco.
IL MEDIUM
Avevamo messo su un'associazione a delinquere niente male. Dopo esserci informati su qualcuno
che ci avrebbe creato pochi problemi e portato molti soldi, lo rapivamo e chiedevamo un riscatto
alla famiglia. Il tutto velocemente, al massimo 3-4 giorni per avere i soldi; non chiedevamo grandi
somme quindi la cosa si risolveva in breve tempo e con ottimi risultati per noi. Poi venne LUI. Gli
sbirri avevano preso contatto con una sorta di medium, o chiamatelo come vi pare, e iniziarono a
scovare i nostri nascondigli con le persone rapite dopo un giorno o due. Ovviamente noi non ci
credemmo, e iniziammo a sospettare l'uno dell'altro. Ma alla fine questo figlio di puttana esisteva
davvero, una soffiata di un poliziotto corrotto ce lo conferm. Era capace, tenendo in mano un
oggetto appartenuto alla persona scomparsa, di capire dove si trovava in quel preciso momento il
rapito e indirizzare la polizia a ritrovare esattamente il suo nascondiglio. Non sapevamo che fare,
ucciderlo era impossibile, ormai era diventato l'ultima speranza per le persone sparite, e davanti
alla sua casa si radunavano ogni giorno decine di persone con le loro speranze, oltre a qualche
sbirro che controllava la sua incolumit. Un giorno, il mio socio mi disse: "ci penso io a lui", il che
mi strapp una risata. Era una missione gi persa in partenza. Povero illuso. Giorni dopo, trapel
la notizia che il medium era in una sorta di coma profondo, dal quale niente e nessuno pareva
poterlo svegliare. Chiesi al mio socio "ma come hai fatto, sei stato tu vero"?" Lui: "Certo capo. Hai
presente quel pedofilo che abbiamo fatto fuori tre giorni fa? Beh, io ho dato al medium il suo
orologio. Si sar fatto un bel viaggetto all'inferno e ne avr viste tante da non riuscire a tornare in
s.
MIRACOLO INATTESO
Questa volta l'avevo pensata per bene. Basta con le truffe ai pensionati e agli scemi, finiva sempre
con qualche centinaio di euro (se la fortuna mi assisteva) denunce, dovermi sempre guardare le
spalle con la paura di imbattermi in una delle mie vittime. E quei soldi finivano presto, troppo presto.
Per lo stile di vita che intendevo condurre, ci voleva il colpo grosso, quello da un milione di euro
come minimo, e a quello puntavo. Andai da una grossa ditta di assicurazioni e stipulai una polizza
che prevedeva mezzo milione ai miei eredi in caso di morte e un milione e mezzo alla mia persona
in caso di invalidit permanente. Considerando che viviamo in un Paese di falsi invalidi, la mia
prima parte del piano prevedeva che non sarebbe stato difficile simulare una paralisi; quanta gente
lo fa e si gode una bella pensione per tutta la vita? Il difficile per, resta non farsi beccare dopo,
ma anche a questo avevo pensato. Mi buttai dalle scale di casa (tra l'altro mi fratturai pure una
gamba) e quando la frattura era in via di guarigione, finsi spudoratamente di non riuscire ad alzarmi
dal letto, di non potermi muovere, di essere completamente paralizzato. Ovviamente con l'aiuto di
qualche medico compiacente (non avete idea di quanti disoccupati ci sono in Italia tra i medici
laureati e specializzati, che per qualche biglietto da 50 ti certificano qualunque cosa), presentai
all'assicurazione un certificato che diceva che avevo una paralisi del 100%. Ora veniva la parte
difficile: una commissione composta da periti assicurativi doveva esaminarmi per essere sicura
della mia invalidit, prima di potermi pagare il premio assicurativo; anche in questo caso mi venne
incontro un medico disoccupato che, per poche centinaia di euro, mi iniett una sostanza che
impediva ai muscoli di muoversi anche se stimolati. Non chiedetemi cosa mi iniett per la
precisione, ma fece un lavoro fantastico. I periti le provarono tutte, coi martelletti sotto le ginocchia
e mille altri trucchi per far muovere il mio corpo. Ma nulla, e anche se spaventato dalleffetto del
farmaco, che per fortuna dur solo qualche ora, mi sentivo gi il milione e mezzo di euro in tasca.
E cos avvenne, in breve tempo. L'assicurazione, anche se non capiva quale fosse la vera causa
della mia paralisi (le analisi e radiografie dicevano che era tutto a posto e avrei potuto camminare)
e anche se molto dubbiosa, non pot fare altro che pagare il premio. Ero ricco. Ero milionario.
Restava il fatto che, pur potendo muovermi e anche correre benissimo dovevo rimanere incollato
ad una sedia a rotelle tutto il tempo per non farmi scoprire. Ma qui veniva la parte pi ingegnosa
del mio piano: mi sarei fatto portare a Lourdes, la capitale mondiale dei miracoli, avrei finto una
guarigione miracolosa, e sarei tornato a camminare, anzi avrei volato verso il Brasile dove una tale
somma mi permetteva di vivere da nababbo per il resto dei miei giorni e anche pi. Ed eccomi
finalmente a Lourdes, circondato da unumanit sofferente, brutta, malata, suore, preti,
crocerossine, crocifissi, lamenti preghiere e speranza. Detestavo quella gente, per come ti
sbattevano in faccia il loro dolore ma allo stesso modo erano contenti, contenti di essere l nella
speranza di un miracolo, capaci di restare giorni e giorni in attesa di un intervento divino che non
arrivava mai. Ma stavolta io gli avrei fatto vedere il miracolo, e mi divertiva il fatto che, tornando a
camminare, avrei anche rinforzato la loro fede. Subito dopo essermi sistemato in albergo (che mi
pareva pi un ospedale, per dire la verit, che depressione, nemmeno una persona normale,
soltanto malati gravi, suore e volontari) mi feci portare da un volontario nel luogo pi sacro del
santuario di Lourdes, quello dove la madonna apparve e in sua memoria ora si trova una statua.
Aspettai qualche lunga ora in mezzo a quella umanit miserabile e a un certo punto, decisi che
era arrivato il momento. Da grande attore da Oscar quale sono sempre stato, iniziai prima a
balbettare e poi a parlare ed urlare: lho vista, mi ha parlato, ha detto che sono guarito e posso
ritornare a camminare. Una folla di malati mi si avvicin in adorazione, cera chi piangeva, cera
chi diceva di aver visto angeli, madonne, Ges Cristi, sentivo nomi di santi da tutte le parti. Poggiai
le mani sui braccioli della mia maledetta carrozzella ma mi accorsi subito che cera qualcosa che
non andavanon riuscivo a muovermi. Ero realmente paralizzato. Ero incollato alla carrozzellae
stavolta per sempre. Talvolta, a Lourdes, i miracoli avvengono anche al contrario.
INDICEGENERALE
PREFAZIONE .................................................................................................................................... 3

JeffreyDahmer, ilcannibaledi Milwaukee ......................................................................................... 4

Elliot Rodger, The Virgin Killer .................................................................................................... 10

Richard Leonard Kuklinski, The IceMan ..................................................................................... 41

Angeli della morte: Harold Shipman .............................................................................................. 52

Ed Gein, il Macellaio Folle di Plainfield ............................................................................................ 56

Albert Fish, il Vampiro di Brooklyn ............................................................................................... 61

Pedro Alonzo Lopez, il Mostro delle Ande ...................................................................................... 69

Serial killers bizzarri: Russel Williams ............................................................................................ 72

Serial Killers bizzarri: Katherine Knight ......................................................................................... 74

Giovani promesse: Barry Dale Loukaitis ........................................................................................ 76

Giovani promesse: Daniel Bartlam................................................................................................. 78

John Wayne Gacy, Jr., The Killer Clown ....................................................................................... 80

Theodore Kaczynski - Unabomber ................................................................................................ 96

CHARLES MANSON

- Il personaggio ............................................................................................................ 99

- La Famiglia.............................................................................................................. 108

- Helter Skelter e l'Apocalisse di San Giovanni - L'Amore Morte ................................. 120

- Il delitto di Sharon Tate ............................................................................................ 125

- L'Omicidio dei coniugi LaBianca............................................................................... 136

- 10050 Cielo Drive .................................................................................................... 138

- 1969, The Summer of Love ....................................................................................... 146


- La Fama di Manson .................................................................................................. 148

- Conclusioni.............................................................................................................. 154

- Epilogo - Una serata con Charlie al Whisky a Go-Go .................................................. 156

- Bibliografia e fonti ................................................................................................... 160

Paul Ogorzow, il Mostro della Metropolitana ............................................................................... 164

I Racconti brevi di Zio Mario

- Statistiche........................................................................................................................ 170

- Il mestiere del serial killer .............................................................................................. 171

- Una telefonata inopportuna ............................................................................................ 172

- Inferno ............................................................................................................................ 173

- Il Medium ....................................................................................................................... 174

- Un miracolo inatteso ....................................................................................................... 175

POSTFAZIONE ............................................................................................................................ 177