Sei sulla pagina 1di 1

TUTTOSPORT 17

GIOVED, 6 OTTOBRE 2016

calcio serie b

nasce
Cosmi shock: lauto brucia Pisa:
a Dubai il fondo
Il tecnico lascia Trapani Sportativa
IL CAOS SOCIETARIO

Si indaga sulla causa, la societ annuncia: Via per qualche giorno


Lincendio nella notte, non si sa se
doloso o causato da un cortocircuito.
La nota del club: Ha manifestato
lesigenza di stare vicino alla famiglia
PIERO SALVO
TRAPANI

La Trapani calcistica d'improvviso, dopo il


sogno della serie A sfiorato lo scorso anno
fino all'ultimo minuto, si scopre incredula per
quello che successo nella giornata di ieri.
Alle prime ore della mattina infatti si diffusa la notizia che la macchina di Serse Cosmi,
posteggiata davanti alla sua abitazione, aveva preso fuoco. Nell'immediatezza del fatto
escono solo notizie frammentarie e nessuna
certezza sulla matrice del rogo. Inizialmente
sembra doloso, poi via via che passano le ore
la tesi pi accreditata, ma non ufficializzata,
sembra essere quella che a causare lincendio dell'auto sia stato un problema elettrico.
L'attenzione, appena diffusa la notizia fatto mai verificatosi nella lunghissima storia
calcistica trapanese - si concentrata sulla
sconfitta casalinga di domenica contro il Cittadella, con la squadra precipitata all'ultimo
posto senza ancora aver centrato una vittoria, e sulle conseguenti esternazioni dell'allenatore nel dopo partita.

Solidariet dai tifosi

Immediata la solidariet della citt e della tifoseria, che con un comunicato ha manifestato la vicinanza e la solidariet allallenatore, smentendo e allontanando qualunque illazione potesse essere sollevata nei confronti del tifo organizzato (premiato nei giorni
scorsi dal Panathlon club per la sua correttezza e sportivit). La Curva Nord Trapani,
dopo ci che accaduto questa notte all'auto di mister Serse Cosmi, d tutta la piena solidariet al nostro mister e prende le distanze da eventuali strumentalizzazioni nei confronti dei tifosi della curva nord. Confidiamo
nelle indagini da parte delle autorit competenti affinch facciano luce su
quanto accaduto.

ANTONIO SCUGLIA
PISA

Il Pisa riprender oggi a lavorare per preparare il match casalingo di domenica (ore 15)
con la Spal. Procedono molto lentamente i lavori all'Arena Garibaldi e proprio a causa dei ritardi della societ anche la gara contro gli estensi ha rischiato di svolgersi a
porte chiuse. Nella serata di
ieri per arrivata dalle autorit la notizia di una parziale apertura dellimpianto. Ma
non scema la rabbia dei tifosi,
molti dei quali hanno iniziato
una sorta di class action degli
abbonati tramite il Club Autonomo Nerazzurro nei confronti della societ.
Intanto nato ufficialmente
a Dubai Sportativa, il fondo
dinvestimento, incorporato
nel fondo Equitativa fra i cui
obiettivi c da due mesi lacquisizione del Pisa, anche se
la propriet del club ha al momento interrotto la trattativa
per la cessione (a un valore di
6,2 milioni di euro). Sportativa opera nellambito del fondo
Equitativa Real Estate di cui
tra i fondatori Sylvain Vieujot,
che ieri ha illustrato a una platea di potenziali investitori,
Lauto di Serse Cosmi dopo lincendio. Nel riquadro il tecnico del Trapani, condotto lo scorso anno alla finale playoff, ma al momento allultimo posto addetti ai lavoro e vertici del

di mister Cosmi dinanzi ad un evento che a


chiunque, ed a maggior ragione dinanzi a
nessuna certezza, susciterebbe disorientamento e delusione, ma questo il momento in cui necessario pi che mai stare uniti, come una famiglia quale siamo sempre
stati, noi, i nostri tifosi e tutta la nostra Citt.
Mister Cosmi ha manifestato
lesigenza legittima di avvicinarsi alla propria famiglia per
Il comunicato
qualche giorno, una richiesta
La situazione nel corso del
condivisa dalla Societ, che
pomeriggio sembra placarsi
ritiene, oggi ancor di pi, di
e prima della dellallenamendover riconfermare il proprio
to anche previsto un inconmodo di essere e di vivere il
tro chiarificatore tra squadra,
calcio, andando oltre le viallenatore e tifosi per rassecende prettamente sportive
renare lambiente dopo i rie mettendo in primo piano
sultati negativi, quando atgli aspetti umani. Gli allenatorno alle 19 il Trapani emetmenti della squadra, in vista
te un comunicato: La notidella prossima gara, saranno
zia dellincendio, le cui cause
diretti dal vice allenatore Vasono in fase di accertamenleriano Recchi. Comunicato, che ha danneggiato la notto che ha messo in fibrillaziote scorsa lauto di mister Serne lintero ambiente sportise Cosmi non autorizza nessuno, neanche vo trapanese che adesso con trepidazione
la Societ, ad esprimere commenti e valu- attende eventuali sviluppi relativi alla pertazioni di alcun genere, ma ad attendere, manenza delluomo del fiume, che per
com giusto che sia, lesito delle indagini. La a Trapani e diventato luomo del mare, in
nostra Societ comprende lo stato danimo simbiosi con un intera comunit.

La nota della curva


Piena solidariet
al mister. Cosmi
doveva incontrare i
tifosi nel pomeriggio
Citt in fibrillazione
Lambiente trapanese
teme laddio al tecnico
che ha fatto sfiorare
il sogno Serie A

LAscoli a Novara senza Cacia


Carpani: Dobbiamo vincere

ASCOLI PICENO. Mentre la Primavera


dell'Ascoli, con tutto lo staff al completo,
ieri si recata a Roma per l'udienza
generale di Papa Francesco, assieme
all'amministratore unico Andrea
Cardinaletti e al direttore sportivo Cristiano
Giaretta, la prima squadra ha proseguito gli
allenamenti in vista del match di sabato
contro il Novara. E' stata una
soddisfazione enorme, il fatto di sapere che
i nostri giocatori potranno dire di aver visto il
Papa grazie all'Ascoli qualcosa che ci
inorgoglisce come societ, il commento di
Cardinaletti prima che un'altra realt lo
riportasse al calcio giocato, alla prima
sconfitta al Del Duca, sabato scorso contro
lo Spezia, e all'imminente match di Novara.
Vincere a Novara per dimenticare Spezia,
dice Cardinaletti e lo sottolinea Gianluca
Carpani, 23enne gioiello uscito dal settore

giovanile: C' un pessimismo esagerato


dopo la sconfitta con lo Spezia. A Novara
sar una sfida in cui potremo riscattarci:
vero che loro attraversano un momento di
difficolt e hanno bisogno di vincere, ma
altrettanto vero che noi non possiamo
perdere, quindi sar una bella sfida da
affrontare a viso aperto. Una sola volta,
ben 43 anni fa, l'Ascoli riuscito a
strappare i tre punti a Novara con le reti di
Enzo, Gola e Campanini. Non sar facile
sabato eguagliare l'impresa, soprattutto
perch il bomber bianconero Cacia non ce la
fa a recuperare e oggi pomeriggio non
partir con la squadra. In forse anche Giorgi,
che si allenato a parte mentre il resto del
gruppo a disposizione di Aglietti, compresi
i nazionali Hallberg, impegnato in Under 21,
e Orsolini, Cassata e Favilli in Under 20.
ANGELO CAMAIANI

Pordenone vola con Tedino british


ALBERTO BERTOLOTTO

Momenti di anniversari a Pordenone. Sabato scorso, giorno della vittoria col Venezia,
il club compiva 96 anni: si era
affiliato alla Figc il 1 ottobre
1920. Oggi a festeggiare lo
stadio cittadino, l'Ottavio Bottecchia, che fa 90 anni. Non
poteva capitare dunque in un
momento migliore il primato dei "ramarri" nel girone B
di Lega Pro, davanti a Venezia, Parma e Reggiana. Mai,
in quasi un secolo di storia,
la squadra friulana era arrivata cos in alto, con la B nel
mirino: un sogno, se si pensa alla retrocessione in D del
2015, che pu diventare realt perch la squadra ha mezzi
e forse il miglior tecnico della
categoria, il pordenonese d'adozione Bruno Tedino.

Il successo col Venezia ha


dato maggior consapevolezza a un gruppo a cui mancava un risultato cos: col Parma, poche settimane prima,
aveva perso, e la scorsa stagione aveva toppato diversi appuntamenti con le big. I neroverdi ora sono a tutti gli effetti
una squadra da battere: hanno il miglior attacco (15 reti), il
capocannoniere (Arma, con
7 gol), il miglior rendimento in trasferta (9 punti su 9)
e il maggior numero di vittorie (5). Numeri frutto di principi di gioco ben chiari, portati avanti dalla scorsa stagione dai sei titolari rimasti
(Tomei, De Agostini, Stefani,
Ingegneri, Martignago, Berrettoni): grande partecipazione di tutta la squadra in ogni
fase, pressing alto, giocatori
abili a smarcarsi e a muovere velocemente la palla.

La storia

In molti pensavano a un Pordenone protagonista, dopo il


secondo posto dietro al Citta- Bruno Tedino, 52 anni, dal 2015 alla guida del Pordenone (LIVERANI)

della e la semifinale play-off


persa col Pisa nella scorsa stagione. In pochi per potevano immaginare una partenza del genere. Invece per ora
ha ragione Tedino, che dopo
l'addio di Giorgio Zamuner
(passato al Padova come dg)
anche diventato manager:
ha puntato su una parte del
blocco dell'anno scorso e lo
ha migliorato con giocatori forti ma reduci da annate
"normali" come Arma, Burrai,
Suciu, Semenzato (per citarne
alcuni). Ora un'altra gara difficile, in casa di un Bassano nei
quartieri alti e ai play-off nelle ultime due stagioni. Sei ex
in casa neroverde (Berrettoni, Misuraca, Semenzato, Pietribiasi, Cattaneo e Ingegneri)
che, assieme alla spinta di pi
di 100 tifosi, potranno guidare
gli altri in uno stadio - il Mercante - da sempre tab: due
ko per 1-0 di fila per i "ramarri". L'anno scorso lo firm Misuraca. Che stavolta a disposizione di Tedino...
(CREAZ)

E Rino Gattuso aspetta...


calcio degli Emirati Arabi, il
nuovo prodotto insieme ad
Abdul Wahab Al-Halabi, responsabile degli investimenti di Equitativa, e al banchiere
italo-svizzero Pablo Dana, pi
volte nelle settimane scorse a
Pisa, che ha illustrato la strategia del fondo: Siamo interessati a rilevare societ calcistiche in crisi - ha spiegato
Dana - per risanarle attraverso investimenti di medio-lungo periodo. Il neonato fondo
dinvestimento interessato
ad acquisizioni di club professionistici in Europa. Con
la famiglia Petroni, proprietaria del Pisa, aveva firmato
unintesa che secondo i venditori non ha avuto seguito
ma che invece Dana vorrebbe trasformare in contratto di
vendita vero e proprio.

CLASSIFICA SERIE B

DOPODOMANI LANTICIPO DELL8 GIORNATA

LEGA PRO: IL TECNICO E DIVENTATO ANCHE MANAGER E HA COSTRUITO LA CAPOLISTA

La promozione
dellallenatore dopo
laddio di Zamuner:
il capocannoniere Arma
uno dei suoi colpi

Incorporato in Equitativa,
destinato a lavorare per
acquisizioni nel campo
sportivo e tra gli obiettivi
c la societ toscana

RECUPERO GIRONE C

Francavilla
punto doro

PAGANESE-FRANCAVILLA 1-1
Marcatori: st 24' Zerbo, 39' Albertini
Paganese (3-5-2): Marruocco
5;Dicuonzo5(33'stCamillering),
Alcibiade 5.5,Silvestri 5.5; Longo
6,Tagliavacche6,Pestrin6,Cicerelli 6 (37' st Della Corte ng), Herrera 5 (15' st Zerbo 6.5); Deli 6.5;
Reginaldo 6. All. Grassadonia 6
V. Francavilla (3-5-2): Costa 7;
Idda 6, Faisca 6.5, Abruzzese 6;
Triarico5.5(26'stNzolang),Alessandro 5.5, Galdean 6, Prezioso
5.5(11'stBiason5.5),Turi6;Abate 5.5 (20' st Albertini 6), De Angelis 6. All. Calabro 6
Arbitro:DeAngelidiAbbiategrasso 5
Note:500spettatori.EspulsoPestrin. Ammoniti: Idda, Prezioso,
Zerbo, Biason, Marruocco, Deli

SQUADRA PT G V
Cittadella 18 7 6
Verona
16 7 5
Benevento (-1) 14 7 4
Spezia
13 7 3
Pisa
12 7 3
Entella
11 7 3
Brescia
10 7 2
Carpi
10 7 2
Perugia
9 7 2
Bari
9 7 2
Spal
8 7 2
Frosinone
8 7 2
Ascoli
7 7 1
Cesena
7 7 1
Ternana
7 7 1
Salernitana 6 7 1
Avellino
6 7 1
Pro Vercelli 6 7 1
Latina
5 7 0
Novara
5 7 1
Trapani
5 7 0
Vicenza
5 7 1

N P RF RS
0 1 15 6
1 1 16 6
3 0 12 3
4 0 7 3
3 1 5 3
2 2 11 8
4 1 10 6
4 1 8 6
3 2 7 7
3 2 5 8
2 3 10 11
2 3 5 7
4 2 6 7
4 2 5 6
4 2 4 8
3 3 8 9
3 3 5 9
3 3 8 13
5 2 8 12
2 4 6 10
5 2 4 8
2 4 4 13

PROSSIMO TURNO
SABATO 8/10 - ORE 18
Novara-Ascoli
SABATO 8/10 - ORE 20.30
Cittadella-Frosinone
DOMENICA 9/10 - ORE 12.30
Verona-Brescia
DOMENICA 9/10 - ORE 15
Bari-Entella
Latina-Trapani
Perugia-Avellino
Pisa-Spal
Pro Vercelli-Ternana
Spezia-Carpi
Vicenza-Cesena
DOMENICA 9/10 - ORE 17.30
Salernitana-Benevento

PROMOSSE
PLAYOFF
RETROCESSE
PLAYOUT

MARCATORI: 6 RETI: Pazzini (Verona, 4 rig.). 5 RETI: Litteri (Cittadella),


Caputo (Entella, 1 rig.). 4 RETI: Maniero (Bari, 3 rig.), Morosini (Brescia),
La Mantia (Pro Vercelli, 1 rig.), Nen (1 rig.). 3 RETI: Ciciretti (Benevento,
1 rig.), Andrea Caracciolo (Brescia), Strizzolo (Cittadella), Dionisi (Frosinone)

LO AVEVA ACQUISTATO NEL 2014

Dichiarato fallito il Pavia


della cordata cinese
E stato dichiarato fallito, dal
Tribunale di Pavia, il Pavia
Calcio gestito dal 2014 dal
gruppo cinese del presidente
Xiadong Zhu e del vicepresidente David Wang, defilatosi
alla fine dello scorso campionato, il secondo in Lega Pro.
E stata accolta listanza di diversi ex giocatori (che reclamano stipendi per 2,5 milioni di euro) e di sei ex dipendenti (che chiedono un totale di 100mila euro).
L8 GIORNATA
GIRONE A Domenica ore 14.30

Cremonese-Arezzo, Livorno-Renate, Olbia-Giana Erminio, Prato-Como, Viterbese-Pontedera; ore


16.30 Pistoiese-Piacenza; ore
18.30 Lucchese-L. Roma, Pro Piacenza-Carrarese, R. Roma-Siena,
Tuttocuoio-Alessandria. Classifica: Alessandria 19; Viterbese 15;
Arezzo, Cremonese 14; Renate 13;
Piacenza 12; Livorno, Giana Erminio 11; Tuttocuoio 9; Como, Pistoiese, Olbia 8; Lucchese, Siena 7; Pontedera, Racing Roma, Pro Piacenza
6; Lupa Roma 5; Carrarese 4; Prato
2. Recupero 2 giornata: mercoled
12/10 ore 14.30 Como-Pontedera

GIRONE B Sabato ore 14.30 Ancona-AlbinoLeffe, Modena-Alto


Adige; ore 16.30 MacerateseMantova, Venezia-Sambenedettese; ore 18.30 Gubbio-Forl, Teramo-Padova; ore 20.30 BassanoPordenone, Reggiana-Fano, Santarcangelo-Lumezzane.Lunedore
20.45 Parma-FeralpiSal (diretta
RaiSport). Classifica: Pordenone
16; Venezia 14; Sambenedettese,
Gubbio, FeralpiSal 13; Bassano,
Parma, Reggiana 12; Santarcangelo 10; Padova 9; Lumezzane 8; AlbinoLeffe,Alto Adige,Mantova,Modena, Teramo, Ancona 6; Fano 5;
Maceratese 4; Forl 2. Recuperi 1
giornata: marted 11/10 14.30
Samb-Padova; 18.30 AlbinoLeffeMaceratese
GIRONE C Domenica ore 14.30 Siracusa-Matera, V. Francavilla-Casertana; ore 16.30 Catania-Messina, Catanzaro-Taranto, FoggiaAkragas, Fondi-Cosenza, Vibonese-Lecce; ore 20.30 Fidelis Andria-Monopoli, Paganese-Melfi,
Reggina-Juve Stabia. Classifica:
Lecce, Foggia 19; Juve Stabia 16;
Matera 15; Cosenza 13; Monopoli,
Casertana 11; Taranto, Akragas 9;
Fondi (-1), Fidelis Andria 8; Reggina, Paganese, Messina 7; V. Francavilla 5; Catanzaro, Melfi (-1), Vibonese 4; Siracusa 3; Catania (-7) 1