Sei sulla pagina 1di 6

V.

RISORSE PER IL PROGETTO


1. Introduzione ai concetti di economicit ed efficacia
Economicit = Validit economica
LEconomicit si scompone in :

Efficacia
Efficienza

Con il termine EFFICACIA si intende la misura del grado di raggiungimento degli obiettivi
definiti nella stesura iniziale del progetto.

Risultati
EFFICACIA =
Obiettivi di risultato

Con il termine EFFICIENZA si intende la misura del grado di assorbimento delle risorse
impiegate per raggiungere gli obiettivi definitivi

Risultati
EFFICIENZA =
Risorse consumate

Il concetto di economicit si basa sul paradigma: costi tempi qualit


La pianificazione e il controllo delleconomicit di un progetto devono avere come riferimento
congiunto le dimensioni di costo, tempo e qualit della prestazione.
Dato che i progetti, come si detto nelle lezioni precedenti, hanno alcune caratteristiche quali:

Non ripetitivit dellattivit


Non ripetitivit degli output

si differenziano di molto dalle normali attivit aziendali, soprattutto per quanto riguarda le
attivit e gli strumenti di controllo. Proprio per questo motivo importante presidiare il
progetto in corso dopera.
Se si volesse parlare per metafore, per descrivere la disponibilit economica di un progetto, si
potrebbe affe rmare che: La coperta del progetto sempre corta!

36

1.1 Analisi del progetto sulla base delleconomicit


Il semplice rilevamento di eventuali scostamenti dei costi di progetto rispetto alle previsioni
evidenzia problemi sulle performance, ma non fornisce soluzioni a tali problemi.

La pianificazione economica di un progetto fondamentale e, in alcuni casi, gli effetti della


pianificazione economica hanno ripercussioni anche sullo scheduling di progetto (vd. seguito)

La curva di costo tipica, o lineare, non rispecchia quella reale.

Costi
Reale

Lineare

Tempo

Vediamo come procedere:


1. Definire i costi revisionali per ogni attivit e la durata delle stesse:

cost slope

costo attivit
durata attivit

2. definire il PCS ( Project Cost Schedule) = suddividere i costi previsionali sulla base dello
scheduling di progetto.
3. definire il GANTT Cost Schedule.
4. Visualizzare il Bar Chart Cost Schedule definendo ununit minima in tempo:
1 settimana
5 settimane
3 mesi
etc
Quando si giunge alla visualizzazione del Bar Chart Cost Schedule si pu iniziare lattivit di
tuning sui costi, sempre che non sia in contrasto con i CPM di progetto.

Ad esempio:

37

30

20

10

0-5
week

6-10
week

11-15
week

16-20
week

Tempo

Il Bar Chart Cost Schedule evidenzia una distribuzione dei costi non ottimale, Scheduling e
CPM permettendo, sarebbe meglio la distribuzione seguente:

30

20

10

0-5
week

6-10
week

11-15
week

16-20
week

Tempo

1.2 La tentazione di comprimere i tempi


Spesso il Project Manager soggetto a pressioni per la riduzione dei tempi. Le fonti e in motivi
di tali pressioni possono essere diverse:

Il commerciale vuole fare bella figura con il cliente;


Un altro progetto deve partire;
Il project manager stesso vuole fare bella figura e quindi consegnare il progetto in
anticipo sulla scadenza.

ATTENZIONE: Il tempo non una variabile ininfluente, agire riducendo la variabile tempo
spesso produce:

Pi costi
Meno qualit

38

In generale, leffetto che pi spesso si verifica laumento dei costi a causa di:

Straordinari ai lavoratori
Onorari di consulenti esterni
etc

Definite le grandezze di riferimento la formula di costo la seguente:

Normal cost = costo in situazione standard


Crash cost = costo in situazione di rottura
Normal timing = tempi standard
Crash timing = tempi di rottura

Crash cost - normal cost

cost slope

Normal timing - crash timing

12

Crash Cost
10.000

10
Normal Cost
6.000

8
6
4
2
6
week

Crash Timing

9
week

Normal Timing

cost slope (normale) = 6.000/9


= 666,66
cost slope (media) = 1.333,33

Naturalmente ci che si detto non significa che i tempi di un progetto non si possono mai
ridurre, i tempi si possono comprimere, prestando particolare attenzione a:

Ridurre solo le attivit critiche


Ridurre prima le attivit con cost slope basso.

39

Esercitazioni

1) Costituire due Team


2) Eleggere due Project Manager
3) Eleggere due Segretari

BRAINSTORMING

Tempo a disposizione:
30 minuti
Output richiesti:
I.
Chiarirsi le idee
II.
Comporre un set di domande da presentare al committente in fase di Problem
Setting.

PROBLEM SETTING

Tempo a disposizione:
30 minuti
Output richiesti:
I.
Risposte alle domande
II.
Nuove informazioni aggiuntive

POP_cap.1 : OBIETTIVI DEL PROGETTO

Tempo a disposizione:
Output richiesti:
I.
Elenco Obiettivi

15 minuti

POP_cap.2: ATTIVITA DA SVOLGERE

Tempo a disposizione:
15 minuti
Output richiesti:
I.
Elenco delle macro-attivit da svolgere

POP_cap.6 : DEFINIZIONE RISORSE ECONOMICHE

Tempo a disposizione:
15 minuti
Output richiesti:
I.
Preventivo committente

40

Argomento del Progetto: creazione del software per una pizzeria

SCENARIO:

La pizzeria Acme ci ha contattati per avere la quotazione di un Software di gestione.


Hanno fretta, siamo entrati a giochi fatti e, quindi, entro domani dobbiamo fornire loro
la nostra quotazione!

PROBLEMA:
1) La Acme passa da una situazione di 40 coperti su 10 tavoli a una situazione di 200
coperti su 50 tavoli.
2) Le ordinazioni non si possono pi gestire a vista
3) Must! Velocit alla cassa.
4) Evitare le piccole truffe. IL RIGATINO

41