Sei sulla pagina 1di 59
Me A RoC. FR, Sal MESSA PER‘ASSEMBLEA CORO E-ORCHESTRA Mons. MARCO FRISINA - Si é laureato in Lettere all'Universita ‘La Sapienza” e diplomato in Composizione al Conservatorio di *S. Cecilia” in Roma. Dopo gli studi teologici all'Universita Gregoriana si @ licenziato in Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico di Homa. E responsabile del Centro Pastorale per il Culto del Vicariato di Roma e Maestro di Cappella della Basilica di S. Giovanni in Laterano. Svolge da tempo la sua attivita di Compositore sia nell'ambito della musica liturgica, che nell’ambito sinfonico e cameristico. Recentemente ha composto anche la colonna sonora per i film della Bibbia televisiva. E Rettore della Basilica di S. Maria in ‘Montesanto in cui ha sede la “Messa degli Artist” di Roma. | CORO DIOCESANO di ROMA é nato nel 1987 con un duplice intento: fornire alla Diocesi un servizio per !'a- nimazione liturgica e dare ai giovani la possibilita di fare insieme un'esperienza spirituale e culturale. Attualmente il Coro @ formato da 150 elementi provenienti da 70 parrocchie della Diocesi di Roma. Nel corso degli anni ci si @ resi conto di quanto sia importante per i giovani avere un punto di iterimento costan- te per poter fare insieme un cammino di fede e sono stati loro stessi con la numerosa e costante presenza a dare questa conferma, Con le identiche motivazioni e con l'intento di offrire alla Diocesi anche una struttura per I'animazione cultura- le, si @ pensato ai formare un'Orchestta stabile con la denominazione di ORCHESTRA SINFONICA DELLA DIOCES! DI ROMA, formata da giovani diplomati al Conservatorio di S. Cecilia, da affiancare allattivita del Coro Diocesano, Questa @ innanzitutto un’occasione per offrire una struttura che aiutii giovani musicisti a conoscere i valori cri- stiani e un modo per offrire alle parrocchie ed alle scuole un’opportunita di educazione alla musica e attraver- so di essa una orescita nei valori spirituali e cultural Oltre ai concerti, "Orchestra si impegna ad accompagnare gratuitamente alcune liturgie, le pid solenni e signi- ficative, mettendosi, secondo le possibilta, al servizio del Santo Padre per occasioni speciali che si possono presentare. Ogni concerto si propone di awvicinare alla musica le persone semplici ed i giovani con un chiaro intento edu- cativo, dando sia per la musica sacra come per quella pura, delle chiavi di lettura cristiana capaci di far eam- prendere e gustare i grandi capolavori della musica universale. INDICE 4 CRISTO NOSTRA PACE 9 SIGNORE CHE SEI VENUTO 12 GLORIAADIO 25 TUTTALATERRA 27 ALLELUIA, UN GIORNO SANTO. 29 TOTUS TUUS 33 SANTO 37 AGNELLO DI DIO 41 SALDO E IL MIO CUORE 46 OAMORE INEFFABILE 52 IUBILATE DEO Chi avesse la possibilta di realizzare | brani con orchestra potra chiedere le partiture e le part staccate direttamente alEditore. : © 1997 FSP, Roma, Tati id rservati CRISTO NOSTRA PACE cowie! "| | Musica di Marco Frisina i | tu con-du-ciil mon - nf _ s SS SSS =a Ge = a" [Pca ce mora | me = ce, | atee volcom | ml = om + —_ — = SS = z wae re ee ee een nf, 4 = pe = = Cri - sto no-stra pa - ce, gui-da nelcam - mi - no, a : - = »| 9 SS == os = [Gh = alo nocate pe = em gins nelcam = mi < me, th comaill L Ss. . £ | é ———= 3 ee = ® eoroxne vows 5 ag eo Cri-sto no-stra | pa - do-no di sal + vez - za, were Cri- sto no-stra do-no di sal + vez - za, tu sa-rai con | noi. Cri- sto no-stra tu sa-rai con . . Se | | ri-eon-ci-lia | 2io - b {aS . le | Gee * | riscon-ci-lia | 210 - : , 7 SS 7 + vez - 2a, Fi-con = ci- lia | zio - ne stru-| men-to d'u-ni | ta, con il per - ta, con il tuo per - 6 © 1997 FS Romsa, Tutti dit riservat vre-mo sem - prein + wre- mo. sempre in Cristo Sal-va- vre- mo. sem- pre in . Cri - sto Sal-va - to - la tua di -| mo- ra hai | po- stoin mez-zoa eee ee e + t po-sto in mez-z0a CRISTO NOSTRA PACE Testo di Marco Frisina Cristo nostra pace, guida nel cammino, tu conduci il mondo alla vera liberta, nulla temeremo se tu sarai con noi. Cristo nostra pace, dono di salvezza, riconciliazione sstrumento d'unita, ‘con il tuo perdono vivremo sempre in te. Cristo Salvatore nostro Redentore, la tua dimora hai posto in mezzo a noi, tu Pastore e guida sei del'umanita Egl infatt @ la nostra pave. (Et 2,14) Cristo ci ha riconciliati con il Padre attraverso il suo san- gue versato per noi ed & per questo sorgente della nostra gioia. 1 canto, in forma strofica, é un crescendo continuo che of introduce nella celebrazione ribadendo con forza la centralita di Cristo che @ nostra pace, salvezza © guida Le strofe possono essere eseguite in modo alterno tra coro e assemblea. SIGNORE CHE SEI VENUTO. \nvcsse si seen Musica di Marco Frisina Bsns sen , Cristo, che sei ve - nu - to per da-re la ‘ab- bi pie-ta, ab-bi pie-ta di no - sto, pie 10 (© 1997 FSP, Roma. Tut | dirt riservat af fi-glidi-sper - si ab-bi pie-ta, ab-bi pie-ta, _ab-bi pie-ta di no s. — — = SIGNORE CHE SEI VENUTO Testo dalla Liturgia Signore, che sei venuto a cercare chi era perduto, abbi pieta di noi Signore, pieta. Signore, pictd di nei Cristo, che sei venuto per dare la tua vita in riscatto per tutti, abbi pieta, abbi pieta di noi. Cristo, pietd. Cristo, pieta oi noi. Signore, che raccogli nell'unita i tuoi figli dispersi, abbi pieta, abbi pieta, abbi pieta di noi, Signore, pieta. Signore, pieta di noi. 12 Figlio di Davide, Ges, abbi pieta oi me! (Mo 10,47) 1 nostro peccato 8 Voccasione per scoprire Iinfinita misericordia ai Dio che viene a cercarmi e a dare la vita per me. La supplica dell uomo peccatore rivela limmen- ‘sa tenerezza del cuore de! Padre, I canto attida al solista le invocazioni e all'assemblea Ja parte litanica del “Signore peta’ © 1907 FSP, Roma, Tut i dst Hservat GLORIA A DIO Musica di Marco Frisina Shy — =—— == — = . | Glo-ra, goriaa | Dl- 0 nal- Wa et —— = Se y Glo- ria, glo-riaa — | et. - Pp = St Glo-ria, glovina yee J : : pa-cein tersraa -|glluo-mient oi | buo- ne vo-ton | ta [= oe pa-cein ter-ra a -| ee =} fe oe e8elo buo - na vo-lon } ta. buo - na vo-lon + ta. pa-cein ter-ra a - AS pa-cein ter-ra a - th nie a, glo-ria. a + celn ter-fa_ a - ria, glo- ria. a | = cein ter-ra_ a - tia, glo-ria a | pas cein ter-ra a tia, glo-ria a i + coin ter-ra a - Hla, glo-ria a + cein terra a (© glivomisni di, buo- na vo-lon - ta, 4 = 5 | Gee ee = (8 giiuomi-ni di buo = na vo-ton | ta | ee SSS : oe e eee © r ee gliuo-mi-ni di buona vo-lon + ta | Not ti [o-dia-mo, ti = pose ——— = ss ee = aliuo-mi-ni di buona vo-lon + ta, be-ne-di-cia — ae | Se =| Se] ——Tt a a a — gliuo-mi-ni di Buona vo-lon = ta, Noi tf to - 44 (© 1907 FSP, Roma Tat i ditt riser Noi ti lo-diemo, ti | be-ne-di-cia noi ti lo-dia mo, ti lodia - | mo, ti be- ne-di-cia Giamo, ti be-ne-di = cla ~ a-do c Ong: ol ti to-dia mo, ti riemo, tiamo, | ti glori-fi - | chiamo, ti glo { 1i- fi-chiamo, ti glo} i= fi- chia - | mo, 15 = SS Se T . —— _ = per la tu- a glo-rlaim | men = = sa, | = . — L e = aS SS SS SSS ren- dia- mo gra - zie | per la tu- a glo-riaim > men - - ~ $a | | ams 4 bo " o— ee Stabe ie ee = tye 2 = = — — = th ren-dia-mo | gra = le | por ta tu @ glosigim J men =~ | sa pee » == == = 5Iz = = ae 2 ti ren-dia-mo gra - zie per ta tu a glorisim~ men - =~ 5a, mpm eee = s| Sa ae ve | o Si-gno-re Di- 0, Re delcie-lo, | Di- © Padre | on-ni-po-ten - ny | dee == ~ fee Sa mf Si-gno-re | Di- 0, Re = del cielo, DI - 0 Pa-dre | on-ni-po-ten - 4 —_— |p: S jentata ap pope Saas eee ee Si-gno-re Di- 0, Re del cie- Io, Re del cie-lo, | Di- 0 Pa-dre — on-ni-po-ten -_ nf | | | Dee ee eo =e be ee =F —- es Signo-re Di-o, Re del cielo, Re del cie-lo, Ong, 16 4. St - = _ = E = = ' oF = SSS SS Glo - ria, glo-na a GF = onal to desl + ia, glo-ria a + Fla, gloria + tla, glo-riaa + tia, glo-riaa N = hp = Se —- 7 E = [Ge Se ee" =i cle - le pa coin ter-fa a - gliuo-m-nl di bo- ma vo-lon = th = ——— — — ae li uo- mini Si-gno-re, Fi-glio U-ni - go- ni-to, Di-0, A= gnel-lo di Di - Fi- glio 18 © 1997 FSP, Roma, Tut i dist riservat Tu che to-glitipec | ca- tt del mon to-gll ipec- ca- ti del lu che to-glii pee = cas ti detmon — mf si == yo = =| fa = = do, tw che | sie-dial-la de- stra del OS ESS tu che | sle-dial-la de-stra det S55 sie-dial- la de-stra del | Pa - dre, ee sie-dial-la de- stra del A 6* = } tt i] ab-bi pie-ta di no - 16 = = Se ee = Pa - dre, | ab-bi ple-ta, | ab-Bi pie-ta di | ro - | Glo- ria, ghowita 5 7 : - e : SS ne eens = = eee = = = ———— ab- bi ple-ta, | ab-bi pie-ta, | ab-Bi pie-ta di | no - |. | Glo ria, gloviaa k #—| 99. 2 S al D8 : eee ——=— ab-bi pie-ta, ab-bi ple-ta, —ab-Bi pie-ta dino. ~~ «|. Glo tia, gloria be == — : — z —=S ‘ce f aa ania lane le | a4,|4 4 | = = Se ——) pa- coin ter-re@ - ——_ a Te. — pa- cein terra a = a et eg ee pa cein terra a - = ——= = + | pe- coin terra a - 20 © 1997 FSP, Roma, Tut dri iservat. See — = 4 Per- = == - SS che tw 80 = tol | a: i —— buona vo-lon jt, Santo, tu so-oil - 2 es BD ee = = — = buo = na vo-lon - ta. Per = ché tu so- loll San-to, tu so-loil Si- gno = re, $j} = on _ + s ee ee : qa f ==== = F ché tu so-lo il | San-to, tu so-loll'Si -) gno - re, =| Ge = su cH Sa - _| ay _ | tea pee = ———t a a oe oe Santo, tu solo Si | gno - re, tu solo FAI; tis simo, | Ge-su cri- 4 7 s 4 AG == F gno = wu su fcn __f_# * pap 35> f ai — ww + tis = tu solo FAI - tis si-mo, Ge-su Cri- = == = —— ott F one a | a con lo Spi-ri- to Spi-ri - to San gloria del Pa Glo - ria, glo-ria_ a lo - ria, glo- ria a 1 glo-ria a glo-ria det | Pa- dre. 22 (© 1097 FSP, Roma. Tut dirt riservati ===] = tt 23 GLORIA A DIO Testo dalla Liturgia Gloria, gloria a Dio nelalto dei cieli pace in terra agli uomini ai buona volonta Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa, Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente. Gloria, gloria a Dio nell alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volonta. Signore, Figlio unigenito, Gest Cristo, Signore Dio. Aanello di Dio, Fialio de! Padre, tu che togli i peccati del mondo, abi pieta di noi; tu che toglii peccati del mondo, accogll la nostra supplica; tu che siedi alla destra del Padre, abbi pieta, abbi pita, abbi pieta di noi. Gloria, gloria a Dio nelfalto dei ciel pace in terra agli uomini df buona volonta. Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore, tu solo I'Altissimo, Gest Cristo, con lo Spirito Santo nella gloria del Padre. Amen. Gloria, gloria a Dio nel'alto dei cieli pace in terra agli uomini di buona volonta. Amen. 24 E subito apparve con 'angelo una moltitudine delfeser- cito celeste che lodava Dio e diceva “Gloria”. (Lc 2,13- 44) | canto del “Gloria”, qui realizzato in modo motto solen- ne, é linno di tutta la Chiesa, sia oi quella che vive nella beatitudiine del cielo che di quella che é in cammino tra le prove terrene, alla gloria immensa della Trnita II canto irrompe gioiosamente, dopo le accorate invoca- zioni det "Signore pieta”. I rtornello viene prima cantato dal coro e poi dall'assemblea che lo eseguira insieme al coro in tutti gil interventi successivi TUTTA LA TERRA seine sss Sina” Musica di Marco Frisina L— = — = a = : i of = SSS == = f= Cantate al Signoreun canto nuo-vo, perchéhacom - = = = piu- to pro-di- gi 1NSignore ha manifestato la sua sal-vez-za, agli occhi dei popoliharivelatola su~ a giu-sti- zia. Tutti contini della terra han-nove~ du- to la salvezza del no-stro Di - 0. Cantate nial Signo - re con con arpa e con suono me-lo = dio 80; | : — aes SS55—= — . SSS ? * one gle _ 1 = 44410 — — — | Soto 6 p= = = a= Gli ha dato vittoria la sua de-stra ell suo brac-cio san-to, Egli sié ricordato del suo a- mo-re, dolla sua fedelta allacasa.—d'l-sra - e- le. Acclami al Signore tut - ta la ter-ra, - gridate,esultateconcan - ti di gio- conlatrombaealsuo - no del cor-no acclamate davanti al re, I Si- gno- Org: —_— ‘TUTTA LA TERRA - Dal Salmo 97 Testo dalla Liturgia Tutta la terra ha veduto la salvezza del Signore. Cantate al Signore un canto nuovo, perché ha compiuto prodigi. Gli ha dato vittoria la sua destra e il suo braccio santo. Tutta la terra ha veduto la salvezza del Signore. |I Signore ha manifestato la sua saivezza, agli occhi dei popoli ha rivelato la sua giustizia. Egli si é ricordato del suo amore, della sua fedelta alla casa d'leraale Tutta la terra ha veduto la salvezza del Signore. Tutti i confini della terra hanno veduto la salvezza del nostro Dio. Acclami al Signore tutta la terra, gridate, esultate con canti di gioia. Tutta la terra ha veduto la salvezza del Signore. Cantate inni al Signore con l'arpa, con l'arpa e con suono melodioso; con la tromba e al suono del corno acclamate davanti al re, i! Signore. Tutta la terra ha veduto la salvezza del Signore. 26 | miei occhi hanno visto la tua salvezza, preparata da te davantia tutti popoli (Le 2,20-21) 1 salmista proclama la salveza tra le gent, il compi- mento del mistero salviico in Cristo Redentore. © 1997 FSP, Roma, Tt i dit rservai Ora. ALLELUIA, UN GIORNO SANTO casio psims ae vanaeo Musica di Marco Frisina - Testo dalla Liturgia, AY aL a Oo ye, FINE, Un bambino @ nato per noi... ed @ chiamato Dio potente. (Is 9,5) La melodia deltalleluia & quella pasquale nel sesto modo gregoriano a cui segue una for- ‘mula poitfonica che la vilala & ampliica. Se & necessario, /alleluia iniziale pud essere rive tuto due volte per permettere allassemblea di parteciparvi, nella ripetizione, con maggiore sicurezza. Un gior-no san-to @ spun+ ta- to per noi: ve - ni-te tut-tiad a-do - ra-reil Si-gno-re; ni- te tut-tiad a- do Un gior-no san-to i ce ee te tut-tiad a-do (Se og-gi u-na | splen-di- da di-sce-sa sul-la ter = ra. —]—= 5 [° = u-na | ter - ora. | = ae [ter = ra || Da Capo al FINE 28 © 1997 FSP, Roma, Tutti dri riservati TOTUS TUUS! Canto di affidamento alla Madre de! Redentore Musica di Marco Frisina mun-di Sal-va - to — To-tus tu-us sum, Ma - ri - a, Ma-ter Ors. BP roromn.e wosovsm 29 Ore. mun- di Sal- va mun-di Sal- va 30 © 1997 FSP, Rom, Tanti dirt riservat + sti, Marter Org: ee mun- di Sal-va - mun- di Sal- va — oe é Org. ToTUs TUUS Testo di S. Luigi M. Grignion di Montiort Totus tuus sum, Maria, Mater nostri Redemptoris, Virgo Dei, Virgo pia, Mater mundi Salvatoris, Amen. mun- i Salva to - ris, ° Y Reata colei che ha creduto, (Le 1,45) 1 testo di questa antifona mariana @ tradizionalmente attribuito a S. Luigi M. Grignion di Montfort. E un atto di affidamento fiducioso a Maria, Madre de! Redentore. 1 brano 6 stato composto in omaggio al S. Padre che scelse queste parole come motto del suo stemma epi- scopale, ma @ anche un atto di filale abbandono nelle ‘mani ai Maria, Madre del Salvatore e Madre nostra. La meloaia é molto semplice e pud essere eseguita dal- assemblea dopo che il coro V’ha fatta ascoltare la prima volta. 1! canto pud essere eseguito anche senza I'elabo- razione successiva, puramente come una breve antifo- © 1997 FSP, Roma, Tat i dint vservat _SANTO Musica di Marco Frisina =f SS Se = == = 77 2 SSS | Sel = = —— — — Co San- 10, san- to, = te, il Si = gno - re Dio del-T'u- ni - San- to, san- to, san + to, i Si - gno re Dio del-lu-ni - Ore: © : i aa ver-so. 1 | cle-tie ta ter-ra so-no pie-ni delle | th = 8 gh n —_| TG? e = —* = v t = f ver - 50. 1 - no pie-ni dol-ta w-a net - al-to dei cie det- to co- tui che O-san-na nel -| 'al-to dei cie 34 (© 1997 FSP, Roma, Tn dit riservat Ore. Org. GE — = === cee 7 = ; ‘ os Berne + det-(o co: lul che Lp 4 a ¥ = = ——- =| or: 3 = Sa vie = ne nel | nome del Si-gno re. Be-ne-det-t0 co - ppg = = ——— = = Se == ge — = = = = —— det-to co-tui che | vie = ne nel__|no-me del Si- gno re. Be-ne - f£ = See ——— re. Bo-ne - det-to co-lui che , = = = = sa — = —— i * eset | bd__| J & = o = r loa =F = E = =| =e ee - f 5 vie - ne net_| no-me del Si-gno - ~~! ve, © - san - na nel - 6 7 2s 5 Se : tes a oS aa Saal lui che vie-ne net _| mo-me del Si-gno - fe =O) san - na nel ot a : ~ SS oS eS = | at ——— ae det-to co - tui che We = ne nel ne-me del Si | gno- re. 0- san-na net Sed = = = a = eta : vio = ne nel no- me del Si-gno re. ° eS De €B roomate avoiousm 35 Val- to det #2 | san-na nel-fal - to dei Ore. SANTO Testo dalla Liturgia Santo, santo, santo, il Signore Dio dell'universo. I cielie la terra sono pieni della tua gloria. Osanna nellalto dei ciel, (Osanna nellalto dei ciel Benedetto colui che viene nel nome del Signore. ‘Osanna nell'alto dei cieli. Osanna nel'alto dei cieli 36 Vidi il Signore seduto su un trono alto ed elevato, | lembi del suo manto riempivano il tempio. Attorno a lui stava- no dei serafin... e proctamavano l'un altro: Santo... (IS. 61-3) Lino della Chiesa alla santité di Dio & insieme un atto di lode e di adorazione a Colui che fa tremare con la sua potenza il cielo e la terra, ma che in Cristo é venuto a noi nellumilta e nella mitezza, come cantiamo nel “Bene- detto colul che viene”. Tutta Tassemblea canteré Vacclamazione insieme al coro e dopo ripeteré I"Osanna” sempre con grande for- za ed entusiasmo, © 1997 FSP, Roma, Tut i dint servat AGNELLO DI DIO Musica di Marco Frisina ne = i, ‘ab-bi pie-ta di noi. - bi, ab-bi pie - 1a, ab- bi pie- ae a. J epcbardagt ala4 d “Ld, 1 ¢ £ f Z = pS Pre oer De SSS et et 37 = gnel-lo di Di-o, tu che to - gli I pec = ca-ti del mon- ab-bi peta di no = i, ab-bi pie-ta di noi. bi, ab- bi pie | to-gli pec-ca-ti del mon - do, . do-na a no-I la pa - ce, a. gnel-lo di Di-o, tu che do-naa nol-la pa - ce. 39 Do-naa noi lo AGNELLO DI DIO Testo dalla Liturgia Agnello di Dio, tu che toglii peccati de! mondo, abbi pieta di noi, abbi pieta di noi. ‘Abbi pieta, abi pieté di noi. ‘Agnello di Dio, tu che togli i peccati del mondo, abbi pieta di noi, abbi piet di noi Abbi pieta, abbi pieta di noi. Agnello di Dio, tu che toglii peccati del mondo, dona a noi la pace, dona a noi la pace. Dona a noi, dona a noi la pace. 40 Ecco l’Agnello di Dio, ecco Colui che toglie i peccati del mondo, (Gv 1,28) ‘Nella litania a Cristo Agnello che porta su di sé il peso de! peccato del mondo, la Chiesa chiede il soccorso e la pace, chiede di essere liberata dal peso del peccato e ‘nel contempo anche il dono della redenzione operata dal sacrificio di Cristo. ‘Musicalmente i! brano riprende il tema del “Signore pieta” con una sottolineatura maggiore sull'utima richie- sta: Dona a noi fa pace. __ SALDO E IL MIO CUOR Musica di Marco Frisina = SSS 7 1.Sal-do ell mio cuore, Di- 0 Sol ° Ate can-te- ri Vanicma mi Ong. Prre |r 2 2 a lf eee vo- glove gla = rereu - 10 pe-tgt jg ga J is SS = One hye lal 1g ods dt Bre Z B errors nsovowsy a4 ‘i ° z 7 4 ae tm per-ché —thno i q Ge = = = ° oa 2 aa 2Ate la mia perche fhnoai — + = lo-de tra le | gen - ti, [per - ché fhno ai _ | 2 Ce lo-de tra le gen = th, per-che trnoat_ clei! ell woa- | } | ° ajet id yy ly dy Sor-gi ed in + nal Sor - gi ed in - nal 42 © 1997 FSP, Roma. Tati dist viservat Sol ry 3.6on te _nol fa - remo co-se Ore Soto] SSS luceecon- for - — to, for-za, ri - fu-gio,oSi- gno - re, gules Per = ot an -| dre-mo per w |mon- - + (Se “Por ie nol an = areemo perl man = The = -* vie ——% c= = = ape te nolan -|dre-mo per |mon- - + / + = = - SS ; aper te nol en - dre-mo per il mon - =~ doy in-h aan- n= é bea = : = £ =e a rf aa on a o i _. . a = 2 === b o (= = t: = . = wea go-n- mas eo ae fe = ; 6 “= ._ =| si -| gm - - : 6. —— = remoal- la wa gio - |r| ee oe 0 — Fos S = © emoal- la tua | glo - @ cleo 2 : a ae 7S 7 = remoal - la tua : = 44 © 1997 FSP, Roma. Tut dvi viservat Ong. SALDO é IL MIO CUORE Testo di Marco Frisina Saldo @ il mio cuore, Dio mio. ‘Ate cantera anima mia. Destatevi arpa e cetra, voglio svegiiare aurora. Ate la mia lode tra le genti, perché fino ai ciel @ il tuo amore, Sorgi ed innalzati, 0 Dio, splenda sul mondo la tua gloria. Con te noi faremo cose grand. Con te noi convertiremo il mondo. Tu sei nostra luce conforto, forza, ritugio, 0 Signore. Per te noi andremo per il mondo, inni canteremo alla tua gloria. Donaci ta grazia, Signore, annunceremo il tuo amore. Voglio cantare, a te voglio inneggiare: svegliati, mio cuore. (Sal 57,9) | salmi 57 e 108 sono un invito a destare it proprio cuore affinché canti le Jodi di Dio in mezzo al mondo. Tutto !u- nniverso viene coinvotto nella gioia profonda che nasce da un cuore saldo in Dio e sicuro pur nelle prove dolo- rose della vita. I! solista si alterna al coro ¢ allassemblea. I canto inizia doicemente e si rattorza via via, come dice il salmo, fino a divenire una prociamazione solenne e potente ‘da- vanti a tutti i popoli” O AMORE INEFFABILE Musica di Marco Frisina Tu, a-bis-so di ca-ri-ta, ti muo-vea fa-re tan-ta_mi-se-ri - cor = pa- re che sil paz-z0 46 © 1997 FSP, Roms, Tat ditt viservat Ore. s = SSS rae Z = = sei tuo-co da -| mo - 1, e- = a 5 G 7 2 + sei fuo-co da -) mo - re, e- 1 —— sel fuo-co da -| mo - re, e- es Ore. 1.Tu se- | som-ma dol - cez~- za nel-'a-ma- rez-za no - stra, splen- se- i Si-gno-re, Pa-dre, tu sel fra - tel-lo no - stro, tu 48 (© 1997 FSP, Roma. Tut | dvi viservat Sote| [Gor SS = j G go ar = = S| te ~ ne-bre, sa = plen-z0 nel la stol - ter - 8. = ee | OA -| mo-re i- nef- Ora: 4. OA- mo-re 1 = net - fa-bl-te, b ~ " sor = ° ; SSF + | sa, eile oh Shima cli = : = o IS 3 | a-mo-ro-s0 | ver - bo, © - be f fas bie e, dot = SSS ter-na Ve - i = 1 sur- re - zio- ne sur- re - zio- ne © 1997 FSP, Roma, Tat i dist viservat Soto| Ora: G = = = = go - = + -/re f 4 : = = i gos + 2s 1p _ & ty j-2 4 alee { f al a — = ——3 ° © AMORE INEFFABILE Forte come la morte @ l'amore... le sue vampe sono Testo di S. Caterina da Siena. vampe di fuoco, una fiamma del Signore. (Ct 8,6) Tu, abiaso di carita, Wt canto realizza in musica le parole piene di passione & i fuoco di S. Caterina da Siena, rivolte a Cristo. E un canto d'amore profondo come solo i grandi santi hanno saputo esprimere. Allassemblea @ riservato il ritornello ampio, come un O Amore inettabile, orale, da eseguire con grande e vibrante intensita dolcissimo Gest, ‘©. amoroso Verbo, eterna Deita, tu sei fuoco d'amore, eterna Verita. Resurrezione nostra, Signore. pare che sii pazzo delle tue creature. Chi ti muove a fare tanta misericordia? amore. Tu sei somma doicezza nel'amarezza nostra, splendore nelle tenebre, sapienza nella stoltezza. O Amore inetfabite. Tu sei Signore, Padre, tu sei fratello nostro, tu sei Deita eterna, purissima bellezza. 0 Amore inofabile.. O Amore, Amore inestimabile, eterna Deita. IUBILATE DEO Musica di Marco Frisina SF Sopranie assemblea 8. === oS lu-bi { la-te om-onis ter c = = : ve ; oe lusbi | la-te omnis | ter = ra, iu-bi 1 = = lu-bi + la-teom-onis | ter - ra, iu-bit la - te Do - mi+ no no-stro, al-le- —+ = ~ = ° lu-bi = la-te om-onis ter + a, iu-bi- la - te Do-mi-no Ore lu + fa al- tej w= ia, iu-bi-la - te | De - o,ex-sulj ta- tein le- Org, 52 (© 1997 FSP, Roma, Tat iit iservat | ti + tia, tu + bhla- te De-o. la-u-da - te eum in ex-col - Org. quoniam ma - ~ ghus Rex quo-niam | ma - um, quo-niam | ma - gnus Rex est. | Do - mi- nus La-u - da-te pu-e-ri Do-mi-num, la-u - da-te no - men Do- mi-nus. La 54. (© 1997 FSP, Rom. Tutti dst iservat suo + e - lus, be-ne-dic-tus in sa-cu = la, su-per Soprani e assemblea lu bi + la- te om - nis Sf lu- bi | la- te om - nis a lu-bi = la- te om - nis 55 IG =e = — - = “ >| . sat ma f ter no ron c| Ger ¢ o ter = 1\ Ge + a =a tor ra, Wuebi+ la - te Do mi- no no-stro, al-le Nh ee = no - stro, al-le - 1. + — TF tte ju-bi-la - te | De - o,ex-sul; ta - tein le; ti - ju-bi-la- te | De - f2- tein wim} v= ti, | lu - bein - te = + 56 © 1997 FSP, Roma, Tati i dit iservat La-u - da-te eum om-nes an- go-li, la-u - Soto| om-nes gen-tes et po-pu- Ii, quia ip- se man - ter = ra, tu-bi- a Org: Soto| Wee tue | ious re —_ 58 © 1997 FSP, Roma. Tut dri viseevat te inlet ©, ex-sul- ta - te in bi-la - te fom-nis ter - fom-nis ter -| ra. Ors P ionocanovsy 59 IUBILATE DEO Testo dalla Liturgia lubilate omnis terra, iubilate Dornino nostro, alleluia, alleluia, fubilate Deo, exsultate in lastitia, lubilate Deo. Laudate eum in excelsis, laudate Dominum nostrum omnes angeli et virtutes, laudate eum quoniam magnus Rex est Dominus super omnem terram, Laudate pueri Dominum, laudate nomen Domini benedictus nomen eius, benedictus in szacula, super ceelos gloria eius, laudate omnes gentes. lubilate omnis terra, iubilate Domino nostro, allelvia, alleluia, iubilate Deo, exsultate in lestitia, lubilate Deo. Laudate eum omnes angeli, laudate omnes virtutes, in zaternum laudate eum omnes gentes et populi, quia ipse mandavit et omnia creata sunt. lubilate omnis terra, iubilate Domino nostro, alleluia, alleluia, lubilate Deo, exsultate in leetitia, iubilate Deo. lubilate Deo omnis terra, 60 anima mia magnifica il Signore € il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore. (Le 1,46) canto raccogiie alcuni versetti del salterio (Sal 66; 113; ecc.) tutiispirati alla gioia e alla lode af Dio. 1! giubilo nasce dal cuore che scopre amore di Dio Salvatore e si stupisce della sua immensa misericordia canto & strofico e concepito in modo da altemare soli, coro e assemblea come un grande inno al Dio della gioia. © 1997 FSP, Roma, Tut i dri viservat