Sei sulla pagina 1di 11

DOVELA CARITAE VERA

Musicadi MarcoFrisina

(
Organo(

(
4 )))4

Do-ve la ca-ri - e ve-ra e stn Do-ve la ca-ri tà per-do-na e

Do-ve la ca-ri - e ve- ra e stn ce - ra là,- c'è Do-ve la ca-ri tà per-do-na e

Do-ve la ca-ri tà- è ve-raesin Do - ve la ca- ri tà per-do-na e

Do - ve la ca- ri - tà è ve-ra e sin - ce - ra, Ià c'è Di

Do - ve la ca-ri - oren - de e non si

Do - ve la ca-ri - pren - oe e non sr

D o - v e l a c a - r i - tà-, be - ni - gna com pren - de e non si

tut - to sop - por Do - ve la ca-ri - tà be - ni - gna com - pren - de

10 O FSP,Roma2004. Tutti i diritti riservati


to cre - de ed a - ma e tut-to

tut - to cre - de ed a - ma e tut-to

tut - to cre-de ed a - ma e tut-to

tut - to cre - de ed ra la ve-raca- ri

1 . C i h a r i u - n i- t i i n u-no I'a-mo-re di Cri e-sul -tia-moe ral - le-

(
Ors.(
(

oria - mo - ci in lu mia - mo ed-

(
Ors.{
)J)t)
/

no-r con cuo-re stn - ce

\
Ore.(
(

@ AUDroVrsrv|
ro,o*rALE
lg

ffi1
U òte I

Do - ve la ca-ri tà è ve-rae sin ce - ra, là- c'è Di Do - ve la ca-ri -

-----r------_r- l---
.' :+-aa a a ùaJaC à i ?_--/
Do - ve la ca-ri - tà è ve-rae sin ce - ra, là- c'è Di o. Do - ve la ca-ri
Au

-f

Q'I
o
Do - ve la ca-ri tà_ e ve-rae sln ce - ra, là c'è Di o. Do - ve la ca-ri

Do - ve la ca-ri - tà è ve-rae sin - ce - ra, là c'è Di - o, do - ve la ca-ri -


39

-l (r'
org
( a)

vl
f ----fa- ?' r'
t J) I rlr ). -1.

tà per-do-na e I tut-to sop-por Do - ve la ca-ri - oren-oe e non sl

tà per-do-na e Do-ve la ca-ri - oren-de e non si

tà per-do-na e Do-ve la ca-ri tà- be-ni-gna com pren-de e non si

tà per-do-na e tut-to sop-por Do-ve la ca-ri - tà b e - n i - g n ac o m - p r e n - d e e n o n s i

12 , o m a2 0 0 4 .T u t t ii d i r i l l i r i s e r v d t i .
O F S PR
tut - to cre - de ed a - ma e tut-to

tut - to cre-de ed a - ma e tut-to

tut - to cre - de ed a - ma e tut-to

tut - to cre - de ed spe fa ta ve-raca-rl

v i- g i - l i a - m o c h e n o n s i a n d i -

Iboccachiusa]

@ AUDroVrsrvl
uorro*rAlE IJ
si-di e con-te-se ma-

)4)))

gne, ma sia sem - pre in mez-zo_a no - i Cri -sto Si - gno

14 O FSP,Roma2004. Tutti i diritti riservati.


12

ù tJ
Do - ve la ca-ri tà è v e - r ae s i n ce - ra, Ià_ c'è Di-o. Do - ve la ca-ri
ht)
I

d ta t r ù t e_---,,
Do - ve la ca-ri - tà è ve - ra,e sin ce - ra, là_ c'è Di o. Do - ve la ca-ri
I
T=
?
?" ' | r
Do - ve la ca-ri tà- è ve-rae sín ce - ra, là c,è Di Do - ve la ca-ri -
Fg=^ ^-=___--

Dc - v e l a c a - r i - tà è v e - r a e srn - ce - ra, là c'è Di-o, - ve la ca-ri -


72

f
"rll
.-l.J)
r' f, _ lIl r f' î'
€}_-4
-(
'tl tP.
I ). _t.

71

tà per-do-na e tut-to sop-por ù te


ta. Do - ve la ca-ri tà be-ni - gna com pren-oe e non si

T
-'=+- €-.-
i:{j+J+

Jt- - -e + r
-u' è
J ù iJ t à t+-
tà per- do - na e tut- to sop- por +^
Do - ve la ca-ri tà b e - n i - g n a c o m pren-de e non si
h ll
-t-
qr
" tà per-do-na
I
e tut-to sop-por ta. Do - ve la ca-ri tà- b e - n i - g n a c o m pren-de e non si

tà per-do-na e tut-to sop-por ta. Do - ve la ca-ri - tà b e - n i - g n a c o m _ p r e n _ d ee n o n s i


77

r' 't'r.
org ('
ÒI . _1. J)
Ir
?.
T
J
e.
I r'
r'

@ ro,,o*,ÀLE
AUDroVrsrVl
tut - to cre - de ed a - ma e tut-to

to cre - de ed a - ma e tut-to ve - ra ca - n-

a - ma e tut-to

3. Noi ve - dre- mo il tuo vol - to

3. Noi ve - dre - mo in sie-me con tut - ti i

3. Noi ve-dre - mo i n - sie-me con tut - ti i

3.No-i ve ore-mo In- ste- me con tut-tii be-a-tiil tuo

3. Noi ve - dre - mo in sie - me con tut - ti i be ti nel - la glo - ria_il tuo

16 Cr FSP,Roma2004. Tutti i diritti riservati


Nel - la glo il tuo vol

glo - ria-il tuo vol

glo-ria-il tuo vol-to, Ge Di - o, gio - iaim-

to nel - la glo - ri

sù Cri gio - ia im - men - sa,

(
6rs.(
)J) ))
(

e sa - rà gio - ia_im - men - sa, gio

'-- -
lu'
ve - ta no-i vl vre - - lmo

ve - ra no-i vl

v | |
ve - ra no-i vi ter - ni -tà in-fi -

@ ro,ro*,ALE
AUDroVrsrVl 17
per I'e - tef

ni-ta dei se-co-li. Do - ve la ca-ri -

ni-ta dei se-co-li. Do - ve la ca-ri -

de-i se-co-li. Do - ve la ca-ri -

Do - ve la ca-ri -

tà è v e - r a e s i n - ce - ra. là- c'è Do - ve la ca-ri - tà per- do - na e

ce - ra, là- c'è Do - ve la ca-ri - tà per- do - na e

tà- è ve-rae sin ce - ra, là c'è Do - ve la ca-ri - tà per- do - na e

è ve-rae sin - ce - ra. là c'è Di Do - ve la ca-ri - tà oer-do-na e

(
O r' sl , 1

1B O FSBRoma2004. Tutti i dirìtti riservati.


D o - v e l a c a - r i - tà be - ni - gna com pren - de e non si

Do - ve la ca-ri - pren - de e non si

Do - ve la ca-ri tà- be - ni - gna com pren - de e non si

tut - to sop - por be-ni-gna com - pren - de e non si

(
ore.(

(

tut - to cre - de ed a - ma e tut-to

tut - to cre - de ed a - ma e tut-to

tut - to cre - de ed a - ma e tut-to

tut - to cre-de ed la ve-raca-ri -tà.

(
ors.(

@ uo,ro*,aLE
AUDroVrsrVl 19
DOVE LA CARITA E VERA ll canto d'offertoriodella Messa pomeridiana del Giovedi
Testodi MarcoFrisina Santoci ricorda e ci spiega il significatoprofondo dell'a-
more di Cristo che la comunità cristiana rivive nel rito
Dove la carità è vera e sincera, là c'è Dio. della Lavanda dei piedi.
Dove la carita perdona e tutto sopporta. ll testo paolino del capitolo 13 della lettera ai Corinti
Dove la carità benigna comprende e non si vanta, esplicita molto bene la verità dell'amore di Cristo: è la
tutto crede ed ama e tutto spera la vera carità. sublime carità che la Chiesa è chiamata a vivere per
essere una sola cosa con il Signore.
1. Ci ha rrunitiin uno l'amoredi Cristo:
ll canto vuole esprimere l'amore gioioso della Chiesa
esultiamoe rallegriamoci in lui,
che celebra il mistero della sua comunione;la tradizione
temiamoed amiamoil Dio vivente
vuole che sia questo il canto che la Chiesa intona ogni
ed amiamocitra noi con cuore sincero.
volta che vuole chiedere la grazia della comunione e
2. Quandotutti insiemenoi ci raduniamo dell'amore.
vigiliamoche non siandivisii nostricuori,
non più liti,non piùrdissidie contesemaligne,
ma sia semprein mezzoa noi CristoSignore.

3. Noi vedremoinsiemecon tutti i beati


nellagloriail tuo volto,Gesù CristoDio,
gioiarmmensa,gioiaveranoi vìvremo
per I'eternitàinfinitadei secoli.Amen.

' , lrl - - ,or --E- : Tf


11#r-+j=r-n
LJ -ui .,iri*'rr. D e . u si b i e s t .

/ . C o n g r e . g à . v ni to s i n u - r r u m C h r i s t i a m o r

y' lixsultémus et in ipso iu-cundémLrr

g .T i m e é m u s e t a m é m u sD e ' u m v r . v u r r

y ' .[ . t e x c o r d e d i - l i . g í m u s n o s s i n . c é - r o

20 €l FSP,Ronra2004. Tutti i diritti riservati.