Sei sulla pagina 1di 1

CRONACA PISTOIA 13

SABATO 20 DICEMBRE 2014

Due nuovi ambulatori


nel carcere di Santa Caterina
grazie allaccordo con lAsl
Ristrutturata unintera area al piano terra
ASSISTENZA primaria 24 ore
su 24, e una stanza dedicata alle visite specialistiche, attrezzatura dedicata e infine anche una sala dattesa. Sono stati relizzati attraverso un accordo tra la casa circondariale della citt e lAusl 3 nuovi
ambulatori allinterno del Santa
Caterina. Per lutilizzo degli ambulatori da parte dellazienda sanitaria stata firmata una specifica
convenzione. Il direttore della Ausl 3 Roberto Abati ha constatato
lo stato degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, a suo tempo rilevati e indicati
come necessari ai fini dellidoneit allo svolgimento delle funzioni
sanitarie previste.
Dopo la firma della convenzione
tra Abati e Bianchi i nuovi locali
sono stati inaugurati alla presenza di alcuni dirigenti della Casa
Circondariale di Pistoia, dei medici e degli infermieri che vi lavorano e del dottor Domenico Cerullo, referente aziendale per la salute in carcere.
Notevole lintervento di ristrutturazione operato dalla struttura penitenziaria per garantire ai detenuti cure e terapie: si passa da un
ambulatorio, che prima veniva
utilizzato contemporaneamente
da pi operatori sanitari, ad
unarea, situata al piano terra, nel-

PONZANO IL CASO IN CONSIGLIO

Contratti del metano


Molti aspetti da chiarire
IL CASO di Ponzano, dove i costi per lallacciamento alla rete
metano sono molto pi alti che
in zone vicine, potrebbe non essere isolato. Il dubbio, forse qualcosa di pi, sollevato dal consigliere comunale Pistoia Domani, Alessandro Tomasi che fin
dallinizio ha seguito il caso di
Ponzano presentando uninterpellanza.

la zona di transito, articolata in


ben quattro locali distinti: uno dedicato allassistenza primaria con
la presenza, 24 ore su 24 dei medici di medicina di guardia e del personale infermieristico (dalle 8,00
alle 22,00 di ogni giorno): qui vengono svolte visite e somministrate terapie. Nel secondo ambulatorio sono presenti settimanalmente i medici specialisti (principalmente psichiatra, tossicologo, cardiologo, infettivologo); il terzo locale, sar a breve adeguato per accogliere il servizio di odontoiatria. Lintervento si completa con
una piccola sala dattesa, e gli arredi e strumenti diagnostici (elettrocardiografo, defibrillatore e a bre-

Chiude per due giorni il Cup alle Fornaci


NEI GIORNI 20 e 22 dicembre, a seguito della fisiologica diminuzione dellutenza, lo sportello Cup del presidio territoriale Fornaci rimarr chiuso al pubblico per effettuare interventi di ordinaria manutenzione ai locali. I cittadini che devono usufruire di questo servizio
possono rivolgersi agli altri presidi territoriali mentre chi ha lappuntamento per il prelievo potranno eseguirlo al secondo piano.

ve un ecografo) forniti dallazienda sanitaria. Lequipe medico infermieristica composta, oltre


che dal responsabile sanitario della struttura penitenziaria dottor
Paride Giagnoni, da quattro medici (Marco Marconcini, Riccardo
Cappellini, Stefano Ponchietti e
Giuseppe Caruso) e da cinque infermieri di cui Maria Mancino,
la referente infermieristica.
Nella Casa Circondariale di Pistoia sono attualmente presenti settanta detenuti, di cui una trentina
di nazionalit non italiana.
Dallinizio dellanno ad oggi sono
state assicurate dalla Ausl 3 mediamente 4.000 prestazioni mensili.

QUESTE famiglie hanno il diritto di sapere dice Tomasi e


il Comune non pu non sapere,
visto che con i suoi vari rappresentanti ha partecipato alle assemblee pubbliche con Toscana
Energia per presentare e promuovere il progetto. Lha fatto
nel 2013 e continua ancora oggi. Secondo il consigliere, in
questa vicenda vi anche una
questione politica da chiarire
perch nel 2016 si andr a gara
per laffidamento del servizio. Il
rapporto tra il Comune e Toscana energia regolato da un contratto di servizio stipulato nel
2000. Un atto semplice spiega
Tomasi che non contiene nul-

la che tuteli i cittadini e lamministrazione. Nel contratto stipu-

lato tra Toscana Energia (in


particolare Eni) con le famiglie per i lavori di estensione
della rete si legge che la tubazione stradale, una volta installata, rimane di propriet della
societ di distribuzione. Quando ci sar la gara, se non dovesse vincere Toscana Energia, il
nuovo gestore dovr restituire
gli oneri per gli investi fatti e
non ancora ammortizzati e pagare un affitto per le reti di sua
propriet. Questo di fatto sostiene pu metter in una condizione di vantaggio Toscana
Energia. Per questo domando
se non sia il caso di sospendere
lestensione della rete che ora
fanno pagare solo 100 euro a famiglia (contro i 2.160 di Ponzano). Quando lestensione della
rete lhanno pagata i cittadini
come a Ponzano giusto che rimanga di propriet dellazienda? Quale parte della rete verranno restituite la Comune?,
chiede Tomasi.