Sei sulla pagina 1di 4

L La a S Se ec co on nd da a G Gu ue er rr ra a M Mo on nd di ia al le e: : c ca au us se e e ef ff fe et tt ti iv ve e e e l li in ne ee e e es ss se en nz zi ia al li i d di i s sv vo ol lg gi im me en nt to o. .

Premesse
Il nazismo canalizza lo spirito di rivalsa che aleggia nel popolo tedesco, che non si sente sconfitto dalla Grande
Guerra, il cui epilogo, segnato dallarmistizio firmato dalla neorepubblica nel 1918, alimenta sentimenti revanchisti, accolti
dalla fortissima propensione imperialista di Hitler. Il conflitto inoltre era la via per impadronirsi di importanti risorse
economiche e di spazi da sottoporre al suo controllo, in una visione di dominio europeo intrisa di motivazioni razziali.
Questa visione espansionistica anche alla base dellalleanza con il Giappone (patto Anticomintern, 1936) e con lItalia
(patto dAcciaio, 1939). LUnione Sovietica e la Germania avevano siglato un accordo segreto di non aggressione detto
patto Molotov-Ribbentrop il 22-23 agosto 1939, che garantiva ad Hitler la neutralit sul fronte orientale.
Dal punto di vista economico la Seconda guerra mondiale affonda le sue radici nella grande crisi degli anni Trenta,
dai cui effetti socialmente negativi, primi fra tutti la forte disoccupazione e la caduta degli investimenti, gli Stati europei
non si erano liberati. La guerra sarebbe stata la risoluzione finale della crisi, lesito in qualche modo preparato dalle scelte
autarchiche, protezionistiche e nazionaliste che avevano ispirato le politiche economiche per tutto il decennio.
Quella che si combatt dal settembre del 1939 allagosto del 1945 fu una guerra totale sotto ogni aspetto:
geografico, perch non si risparmi alcun continente; economico, perch chiam gli Stati ad uno sforzo produttivo senza
precedenti per ladozione delle nuove armi corazzate e dellaviazione; ideologico, perch fu combattuta in nome di ideali
contrapposti (libert contro nazionalismo, democrazia contro dittatura); demografico, perch coinvolse direttamente la
popolazione civile, martoriata da bombardamenti, da emigrazioni forzate, da amministrazioni straniere vessatorie, quando
non torturata e uccisa per cause politiche o razziali.

Blitzkrieg
Di fronte all'ormai aperta politica aggressiva delle potenze fasciste (annessione dell'Austria da parte della
Germania, 1938), Francia e Inghilterra non seppero reagire con fermezza. Mentre Germania e Italia consolidavano la loro
alleanza (Asse Roma-Berlino, 1936; Patto d'acciaio, 1939), Inghilterra e Francia, pur di scongiurare la guerra, permisero
(Patto di Monaco, 1938) che Hitler smembrasse e occupasse la Cecoslovacchia (1939) e che l'Italia annettesse l'Albania
(1939). Di fronte alle ulteriori pretese, avanzate da Hitler sulla Polonia, le potenze occidentali irrigidirono il loro
atteggiamento: le garanzie da esse offerte alla Polonia e il patto di non aggressione russo-tedesco furono le premesse
della seconda guerra mondiale. Il 1 settembre 1939 tremila mezzi corazzati e 1700 aerei invasero la Polonia,
contemporaneamente aggredita a est dalle truppe sovietiche, e in poche settimane ne annientarono ogni resistenza.
Nella primavera del 1940 Hitler occup la Danimarca e la Norvegia e, dopo aver invaso Belgio, Paesi Bassi e
Lussemburgo (tutti Paesi neutrali), invest le truppe anglo-francesi, giungendo a Parigi il 14 giugno 1940. In estate anche
lInghilterra sub un massiccio attacco aereo, ma fu il primo segnale per Hitler di come non fosse facile piegare un Paese
sorretto da un grande sistema industriale e in grado di mobilitare notevoli energie umane e materiali.

Lapogeo del Reich tedesco (1940-1941)
Mussolini, che aveva seguito con preoccupazione i successi dellalleato tedesco, temendo di essere estromesso
dalla vittoria, il 10 giugno 1940 decise lingresso in guerra dellItalia, sulla base di una linea strategica opportunista, che si
concentrava su zone periferiche del conflitto, a partire dal sud della Francia. Quindi nellestate ordin alle truppe stanziate
in Etiopia di avanzare verso le vicine colonie inglesi, aprendo il fronte africano, nel quale a breve saranno lInghilterra e la
Germania a dirigere il corso degli avvenimenti. Il contrattacco britannico in Libia port alla cattura di oltre 100 mila soldati
italiani e alla conquista di Tobruq e Bengasi, mentre era minacciata la stessa Tripoli. I tedeschi intervennero inviando nel
febbraio un corpo di spedizione (Afrikakorps), guidato dal generale Rommel, che in breve respinse gli inglesi verso il
confine egiziano.
Nellestate del 1941 Hitler, padrone ormai dellEuropa centrorientale, ritenne il suo esercito pronto per eseguire il
cosiddetto piano Barbarossa consistente nellattacco allUnione Sovietica e nel suo annientamento al fine di cancellare
dalla storia lo Stato bolscevico e consegnare ai Tedeschi il controllo dei popoli slavi. Lanciata il 22 giugno con limpiego di
tre milioni di soldati, 10000 carri armati e 3000 aerei, che si mossero lungo tre direttrici, per occupare lUcraina e
conquistare le maggiori citt della Russia, loffensiva fu fermata solo alle porte di Mosca e Leningrado. Ai reparti tedeschi
si unirono contingenti ungheresi, romeni, italiani (il cosiddetto CSIR, divenuto poi ARMIR), spagnoli (malgrado la
neutralit della Spagna, fu inviato un reparto di volontari per unirsi alla crociata anticomunista). Colta di sorpresa e
decapitata nei quadri superiori dalle tragiche purghe staliniane, l'Armata rossa cedette su tutto il fronte lasciando
centinaia di migliaia di prigionieri nelle mani dei tedeschi. Attraversati i Paesi baltici e l'Ucraina, gli invasori entrarono a
Kiev, posero l'assedio a Leningrado e in ottobre giunsero alle porte di Mosca, mentre a sud raggiunsero la Crimea. La
sospensione invernale delle operazioni diede modo ai sovietici di riorganizzarsi: un contrattacco dell'Armata Rossa
allontan la minaccia dalla capitale.
Gran parte dell'Europa era occupata dai tedeschi o sotto il controllo di regimi fascisti. Ovunque venne organizzato
un sistematico saccheggio delle risorse materiali e umane per contribuire alla vittoria dell'Asse: milioni di uomini furono
costretti al lavoro forzato, rinchiusi in campi di concentramento, dove veniva perseguito lo sterminio di massa. In molti
Paesi si form un movi mento di resistenza clandestino che attu resistenza passiva, attacchi militari, sabotaggi,
organizzazione di evasioni ed espatri con documenti falsi, formazione di centri di ascolto delle radio alleate, diffusione di
informazioni. In alcuni Paesi, in particolare in Iugoslavia, URSS, Francia si organizzarono reparti partigiani che svolsero
un'intensa attivit di guerriglia. Intorno alla met dell'anno 1942 si manifestarono alcune incrinature nella macchina bellica
dell'Asse.
Il fronte del Pacifico (1941)
Alla fine del 1941, mentre in Europa il Grande Reich Tedesco conseguiva la massima espansione, la guerra
assunse una dimensione effettivamente mondiale, perch vennero coinvolte due grandi potenze extraeuropee, Stati Uniti
e Giappone, aprendo il fronte asiatico. Il Giappone aveva intensificato il processo di penetrazione in Asia non appena
lUnione Sovietica e la Gran Bretagna, le due potenze che avrebbero potuto contrastarlo, furono impegnate sul fronte
europeo: in poco tempo unampia zona della Cina e il Sudest asiatico, dopo la disfatta francese in Europa, passarono
sotto controllo nipponico.
Solo gli Stati Uniti opponevano resistenza allespansionismo giapponese che rischiava di annullare la loro influenza
nel Pacifico. Alle sanzioni economiche e commerciali decretate da Roosevelt, il governo di Tokio decise di dare una
risposta militare di impressionante determinatezza, piombando inaspettatamente sulla flotta USA del Pacifico alla fonda
nella baia di Pearl Harbour nelle Hawaii, affondando o danneggiando gravemente 88 navi da guerra.

Le controffensive degli Alleati (1942-1945)
Nel giugno 1942 la vittoria nella grande battaglia navale delle Midway e in agosto lo sbarco americano a
Guadalcanal nelle isole Salomone misero in luce il potenziale bellico degli Stati Uniti e la difficolt del Giappone di
difendere unarea vastissima.
Il 1943 fu lanno in cui le sorti del conflitto volsero definitivamente a favore degli Alleati. Il fascismo croll in Italia
nellestate e non appena gli anglo-americani sbarcarono in Sicilia (9-10 luglio 1943) il generale Pietro Badoglio, che
sostitu Mussolini, inizi trattative per porre fine al conflitto e l8 settembre fu annunciato larmistizio con gli Alleati. La
penisola fu divisa con i Tedeschi che giunsero ad occuparla fino a Napoli, ricostruendo un governo fascista (la
Repubblica Sociale Italiana, o Repubblica di Sal), mentre gli Alleati iniziarono la risalita verso il nord.
Con loperazione Overlord, la pi colossale azione dattacco aeronavale della storia, gli Alleati effettuarono lo
sbarco in Normandia (D-day 5 giugno 1944) aprendo un secondo fronte in Europa, che port alla liberazione di Parigi e
della Francia. Contemporaneamente i Tedeschi dovettero ritirarsi dai Balcani, mentre lUnione Sovietica liberava Ucraina,
Crimea, Romania e Bulgaria.
Hitler tent un ultimo colpo di coda, ma pag la sua ostinazione con i devastanti bombardamenti aerei che rasero
al suolo molte citt, il pi distruttivo dei quali venne compiuto dagli Inglesi contro la citt di Dresda nel febbraio del 1945 e
lasci sotto le macerie pi di 100mila morti.

La resa
Nella primavera dl 1945 le ultime resistenze tedesche furono sopraffatte ovunque. Il 27 aprile Mussolini viene
catturato dai partigiani mentre tentava di rifugiarsi in Svizzera e fucilato lindomani. Hitler, accerchiato dallArmata Rossa
che, liberando Ungheria, Polonia ed Austria, era entrata fino a Berlino, si suicida nel suo bunker il 30 aprile. Il 7 maggio la
Germania accett di firmare la resa senza condizioni. L8 maggio in tutta lEuropa fu ordinato il cessate il fuoco.
Nel 1944 furono intensificate sul fronte del Pacifico le operazioni degli Alleati, che sbarcarono nelle Filippine, e da li
incominciarono i bombardamenti sul Giappone. Tuttavia la fine della guerra sembrava ancora lontana e la flotta
americana subiva gravi perdite ad opera dei kamikaze giapponesi, che rifiutarono lultimatum anche quando le truppe
americane riuscirono a sbarcare in Giappone. Ci indusse il presidente americano Truman, che era succeduto a
Roosevelt, morto nel 1945, ad utilizzare la nuova arma atomica da poco messa a punto. In agosto si consumarono le
ultime apocalittiche scene di una guerra costata 50 milioni di morti: prima la bomba a Hiroshima (6 agosto 1945), poi a
Nagasaki (9 agosto 1945), e tra i due eventi lattacco dellUnione Sovietica dalla Manciuria. Al Giappone non rest che
cedere e il 2 settembre 1945 a bordo della corazzata Missouri i rappresentanti del governo nipponico firmarono la resa.

Conseguenze
Le conferenze di Jalta (febbraio 1945) e di Potsdam (luglio 1945) posero le basi del nuovo ordine mondiale. La
Germania venne divisa in quattro zone di occupazione da parte delle potenze alleate mentre Berlino, che si trovava nella
zona sovietica, venne a sua volta divisa in quattro settori. I dirigenti nazisti catturati vennero sottoposti a un processo a
Norimberga. L'Europa si trov divisa in due aree di influenza contrapposte: nei Paesi dell'est vennero costituiti regimi
filosovietici, mentre quelli occidentali godettero delle risorse convogliate dagli USA (piano Marshall) che disseminarono il
continente di basi militari in contrapposizione all'Armata rossa che presidiava i Paesi dell'est. In Giappone, il generale
MacArthur assunse i pieni poteri e procedette speditamente a una radicale riforma sociale che non venne completamente
portata a termine per l'aggravarsi della tensione e lo scoppio della guerra in Corea, per la quale il Giappone divenne
un'indispensabile retrovia.
La carta delle Nazioni Unite fu adottata il 26 giugno 1945 segnando la nascita dell'ONU.
Negli imperi coloniali francese e britannico crebbe la forza dei movimenti nazionalisti, che in poco pi di un
decennio avrebbe condotto gran parte delle colonie all'indipendenza.