Sei sulla pagina 1di 1
 

GIOVEDÌ 5 NOVEMBRE 2009

LLEECCOO DDII BBEERRGGAAMMOO

1111

ECONOMIA

ECONOMIA

Gewiss riduce la flessione Finanza sempre più attiva

Nel rendiconto a settembre è sceso al 21% il calo del fatturato Quasi raddoppiata la liquidità in un anno. Scenario ancora incerto

IIE TRIMESTRALIM NELLA STAGIONE DEI BILANCI ADESSO TOCCA A TENARIS Con la Gewiss si apre
IIE
TRIMESTRALIM
NELLA STAGIONE DEI BILANCI
ADESSO TOCCA A TENARIS
Con la Gewiss si apre la stagione delle
trimestrali anche per le aziende berga-
masche. Il calendario dei Cda per l’esa-
me dei rendiconto (che non necessaria-
mente coincide con la diffusione dei ri-
sultati) vede domani l’appuntamento, a
orari di Wall Street, con Tenaris. Ieri sul
titolo Tenaris si sono espressi gli anali-
sti di Morgan Stanley alzando la rac-
comandazione da «equalweight» a
«overweight» (sovrappesare), nell’at-
tesa di un forte recupero della doman-
da di tubi e un terzo trimestre positivo.
Già martedì il titolo aveva incassato una
promozione da «hold» (tenere) a «buy»
(acquistare) da parte di Jefferies.
Venerdì poi sono in programma i Cda di
Italcementi e di Iw Bank (gruppo Ubi).
Giovedì della prossima settimana sono
poi in programma i consigli di gestio-
ne di A2A e di Ubi e il Cda del Credito
Bergamasco e della Brembo. Su Brembo
è da registrare la stima di Equita Sim che
ha fissato al gradino «buy» («compra-
re») il titolo, stimando un utile in calo
del 72% a 3,5 milioni con un giro d’affa-
ri di 216 milioni (meno 18%).

La redditività resta frenata, anche se la fles-

«Il terzo trimestre conferma il costante recu-

sione dell’utile (meno 56,9% a 9,5 milioni) è in-

pero del fatturato di gruppo rispetto ai rispetto

feriore rispetto al meno 66% di giugno, ma i

ai

trimestri precedenti - osserva il presidente

conti Gewiss dei primi nove mesi dell’anno mo-

Domenico Bosatelli -. La redditività è migliora-

strano segni di recupero sul fatturato e soprat-

ta

grazie alle azioni interne attivate in questo

tutto un ulteriore consolidamento della posi-

difficile esercizio su efficienza organizzativa,

zione finanziaria netta, positiva per 60,3 milio- ni, in crescita sia rispetto al trimestre preceden-

costo materiali e controllo delle spese di strut- tura, che solo in parte controbilanciano la for-

te (43,6 milioni) sia a un anno prima (33,6 mi-

te

contrazione della profittabilità del settore og-

lioni), mentre sono stati riclassificati per 4,1 mi-

gi

troppo influenzato da una generalizzata cri-

lioni di euro nell’attivo gli immobili in vendi-

ticità finanziaria, da sovracapacità produttiva

ta della filiale tedesca.

e

da politiche di extra-promozione e dumping.

I risultati approvati ieri dal Cda dell’azienda

Tali azioni, che peraltro hanno permesso un ul-

elettrotecnica di Cenate Sotto mostrano a fine settembre un fatturato consolidato in flessione

teriore miglioramento in termini di liquidità, continueranno anche nell’ultimo trimestre del-

del 21,7% a 205 milioni (a marzo il calo era del 36,1%), ascrivibile prevalentemente alla peni- sola iberica (meno 33,4%), al Regno Unito (me- no 27%), all’Italia (meno 23,1%) e al resto del

l’anno e consentiranno al gruppo, unitamente alla nostra offerta di prodotti e servizi ampia- mente rinnovata, di beneficiare di un vantag- gio competitivo nei confronti della concorren-

mondo (meno 23,4%). Tiene la Francia (me-

za

e di consolidare la nostra posizione di mer-

no 4,9%), mentre cresce la Germania (più 6,3%). Tutti i mercati registrano peraltro un sensibile

cato». Il terzo trimestre del 2009 (calo del fattura-

miglioramento rispetto al primo semestre 2009.

to

del 9,5% a 70,75 milioni e dell’utile netto del

In recupero sono anche gli indicatori di red-

28,9% a 4,09 milioni) mostra nel complesso una

ditività. L’Ebitda (margine operativo lordo) ri-

dinamica migliore rispetto al primo semestre:

sulta pari a 32,4 milioni, con un calo rispetto

il

margine operativo lordo, pur influenzato dal-

a

un anno fa del 32,9% (del 44,7% la flessio-

la

riduzione del fatturato, beneficia dell’azione

ne a fine giugno): il miglioramento è da attribui-

di

recupero efficienza e si attesta a 13 milioni

re agli effetti delle azioni di controllo acquisti

di

euro con un’incidenza sul fatturato pari al

e

riduzione spese di struttura oltre che sulla mi-

18,4% in miglioramento rispetto al 16,9% del

gliorata incidenza dei costi del personale, sce- so di 85 unità rispetto a un anno fa. Da ricorda-

terzo trimestre 2008. Riguardo alle prospettive future l’azienda os-

re che sull’utile netto gravano oneri di riorga- nizzazione per circa 2 milioni di euro e impo- ste per 8 milioni.

serva che la ripresa che si sta profilando «è tut- tavia molto timida e rimane inoltre molto ele- vata l’incertezza sulla sua solidità: vi è il rischio

CONTO ECONOMICO RICLASSIFICATO 9 mesi 9 mesi Variazione 2009 2008 % FATTURATO 205.582
CONTO ECONOMICO RICLASSIFICATO 9 mesi 9 mesi Variazione 2009 2008 % FATTURATO 205.582
CONTO ECONOMICO RICLASSIFICATO 9 mesi 9 mesi Variazione 2009 2008 % FATTURATO 205.582

CONTO ECONOMICO

RICLASSIFICATO

9 mesi

9 mesi

Variazione

2009

2008

%

FATTURATO

205.582

262.397

-21,7%

Premi su vendite

-12.275

-13.555

-9,4%

RICAVI VENDITE

193.307

248.842

-22,3%

Consumi e lav. esterne

-74.037

-99.556

-25,6%

Capitalizz.interne

1.733

1.592

+8,9%

VALORE AGGIUNTO

121.003

150.878

-19,8%

Costo del lavoro

-52.843

-56.450

-6,4%

Costo dei servizi

-31.208

-41.526

-24,8%

Altri costi operativi

-4.595

-4.679

-1,8%

MARGINE OP. LORDO

32.357

48.223

-32,9%

Ammortamenti

-15.546

-15.523

+0,1%

MARGINE OP. NETTO

16.811

32.700

-48,6%

Proventi fin. netti

716

1.263

-43,3%

Ris. soc. valutate a p.n.

-

-98

-100,0%

Plusv. cessione part. in j-v

-

410

-100,0%

UTILE LORDO

17.527

34.275

-48,9%

Imposte corr. e diff.

-7.998

-12.190

-34,4%

UTILE NETTO

9.529

22.085

-56,9%

ALTRI DATI PATRIMONIALI AL 30 SETTEMBRE Posizione finanziaria netta

 

60.283

33.635

+79,2%

Patrimonio netto

283.181

279.486

+1,3%

Dati in migliaia di euro

Fatturato per comparto di attività Energia 7,2% 23,2% Fatturato per area geografica Italia 8,6% 36,3%
Fatturato
per comparto
di attività
Energia
7,2%
23,2%
Fatturato
per area
geografica
Italia
8,6%
36,3%

che, con il venir meno degli stimoli fiscali e mo- netari e una volta esaurito il ciclo di ricostitu- zione delle scorte, la domanda privata possa ri- tornare a contrarsi». Il settore elettrotecnico con- tinua a risentire della crisi del mercato edile al quale è fortemente correlato e tutto questo «conferma la scarsa visibilità dello scenario eco- nomico e di settore, con una percezione che la tensione economico-finanziaria che attraver- sa la filiera, unitamente alla diminuita dimen- sione della domanda immobiliare, comporterà una naturale selezione degli operatori ed una revisione dei modelli di partnership e di ripar- tizione del mercato». Il gruppo Gewiss intende proseguire nell’azione di disciplina dei costi, attivazione di contingency plan su tutte le so- cietà estere, forti azioni di stimolo alle vendite,

partnership con clienti strategici e ricerca di op- portunità di mercato. «Tali misure hanno con- sentito già nel breve periodo un parziale recu- pero sui volumi di vendita e sui fatturati nei principali mercati di sbocco - osserva una nota aziendale precisando che non è stato modifica- to «il modello di sviluppo basato sull’innova- zione tecnologica di prodotto-processo e di ser- vizio al mercato». «Le misure e le azioni poste in essere dal ma- nagement per far fronte alla difficile fase di con- giuntura economica - conclude l’azienda - do- vrebbero, salvo un ulteriore deterioramento del trend generale dell’economia ad oggi non pre- vedibile e considerando la tradizionale stagio- nalità del settore, confermare un ultimo tri- mestre 2009 in lieve recupero rispetto al 2008.

Un «premio» dalla Regione per le agenzie che faranno assumere disoccupati

Incentivi per trovare un nuovo lavoro

IIIII

GRASSOBBIO

Nobilitazione e stampa digitale Reggiani Macchine all’attacco

Anticipando la ripresa, Reggiani Macchine parte all’of- fensiva su due fronti: crescita nel settore della stampa di- gitale in Europa e leadership nella nobilitazione dei tes- suti in Cina. Uno sforzo importante quello della fami- glia Caccia Dominioni, a capo dell’azienda di macchine tessili a Grassobbio (24 milioni di fatturato e 110 dipen- denti), che si è intanto già concretizzato con un accordo con il gruppo Jingwei, azienda meccanotessile che con 16 mila dipendenti e un fatturato di 364 milioni di euro è lea- der di mercato in Cina. L’accordo, che sarà valido esclu- sivamente per il territorio cinese, si basa sull’unione fra le competenze tecnologiche e commerciali di Reggiani Macchine e la conoscenza specifica e la capillare presen- za nel mercato locale di Jingwei. In particolare, l’accor- do si svilupperà in due fasi successive. In una prima fase riguarderà la produzione e commercializzazione, esclu- sivamente sul territorio cinese, della macchina rotativa Reggiani, mentre in una seconda fase potrà essere este- so anche a nuove linee di prodotto. «Questo accordo è solo il primo passo di un percorso che il nostro gruppo ha intenzione di intraprendere anche a livello europeo attraverso una serie di partnership con importanti player internazionali», spiega Ambrogio Cac- cia Dominioni amministratore delegato del gruppo berga- masco. Ma accanto alla joint venture con il colosso ci- nese, Reggiani Macchine ha anche un’altra ambizione, stavolta continentale: «Vogliamo assolutamente crescere anche sul fronte della stampa digitale - aggiunge Caccia Dominioni -: per questo ci stiamo muovendo per creare alleanze importanti in Europa e in Olanda in particolare».

Un incentivo per trovare

nuove occupazioni. Le agenzie

operatori che garantiscono già un servizio di inserimento la-

di

lavoro che troveranno posti

vorativo, migliorando la qua-

ai

disoccupati, con qualunque

lità del sistema di ricolloca-

tipologia contrattuale, riceve-

mento». Lo stanziamento di ri-

ranno «un premio» di 700 eu-

sorse sulla nuova «dote lavo-

ro

a lavoratore nel caso di as-

ro» è di 28,6 milioni.

sunzione di durata non inferio-

Lo strumento messo a punto

re

a sei mesi e di 1.300 se i me-

dalla Regione, che affianca la

si

di lavoro diventano almeno

«dote ammortizzatori sociali»

dodici. È quello che prevede, a par-

riservata ai lavoratori coinvol- ti dalla cassa integrazione in

tire dal prossimo 1 dicembre,

deroga, cerca di rispondere al-

la nuova «dote lavoro», voluta

dalla Regione Lombardia per offrire nuove opportunità a chi

ha perso il posto di lavoro. La

«dote lavoro» è già stata avvia-

ta ad aprile con uno stanzia-

mento di 112 milioni. Ora vie-

ne riproposta con le medesime

modalità operative e la novità del bonus a favore delle agen- zie che fanno assumere coloro per i quali hanno svolto un ser- vizio di scouting, cioè di ricer- ca di collocamento e inseri- mento lavorativo. La premialità potrà valere anche per le «doti lavoro» 2009 qualora i piani di intervento personalizzato stilati dalle agenzie, in cui si traccia il per- corso di ricollocamento del la- voratore, non siano ancora con- clusi. «Con questo intervento - spiega l’assessore regionale al- l’Istruzione, Formazione e La- voro, Gianni Rossoni - creiamo una forma di incentivo per gli

le esigenze delle persone che in tutti questi mesi hanno per- so il lavoro. Ieri una nota della Cisl Lombardia ha ricordato che in dieci mesi sono stati

cancellati in regione più di 42 mila posti di lavoro. Tanti so-

no infatti i lavoratori che sono stati iscritti nelle liste di mobi- lità da gennaio a ottobre. La maggior parte, quasi 27 mila, sono usciti da piccole aziende con meno di 15 dipen- denti e ben più di 15 mila nel- le imprese di maggiori dimen- sioni. Il 60% del totale, quasi 26 mila, sono maschi e il 40%, più di 17 mila, sono femmine. Gli immigrati coinvolti sono

7.562.

Tra le province, la più colpi- ta è Milano con più di 16 mi- la persone che hanno perso il lavoro. Seguono Brescia con ol- tre 6 mila, Bergamo con più di 5 mila e Varese con oltre 3 mi- la. I numeri più bassi si hanno a Sondrio (644) e a Lodi (856).

IIIII

IN BREVE

Un’ora di sciopero alla Metelli

Assemblea dei lavoratori ieri alla Metelli di Trevi- glio, che occupa una ventina di persone e assembla le biciclette per la Bianchi. Per oggi è stata dichiara- ta un’ora di sciopero dalle 15 con presidio davanti alla Bianchi. I lavoratori, spiegano Fim-Cisl e Fiom- Cgil, vogliono così esprimere «la preoccupazione le- gata alle prospettive circa il rinnovo del contratto con Bianchi, in scadenza a fine anno. L’obiettivo è avere un incontro in tempi brevi con la Bianchi».

Consorzio agrario apre a Brignano

Il Consorzio agrario di Bergamo inaugura sabato al- le 11 la sua nuova agenzia di Brignano Gera d’Ad- da (strada provinciale per Lurano).

Regione, finanziamenti agricoli

La Regione ha assegnato 26 milioni di euro al finan- ziamento di aziende agricole all’interno del pro- gramma di sviluppo rurale. Per quanto riguarda Bergamo sono state accolte 29 domande per 2,8 mi- lioni nella misura 121 («Ammodernamento»), 4 do- mande per 598 mila euro nella misura 311A («Di- versificazione-agriturismo») e una domanda per 73 mila euro nella misura 211C («Diversificazione»).

Vendita vino: Selezioni d’Italia si affida alla tecnologia Siseco

«Selezioni d’Italia», azienda na-

ta nove anni fa a Bergamo, con se- de in via Tremana, che vende vini di tutta Italia grazie al telemarketing, ha stipulato un accordo con Siseco, società leader nell’Information Te- chnology. «Scegliamo i vini direttamente dai produttori per proporli ai nostri clienti senza intermediari - dice Francesco Schiraldi, socio ammini- stratore, con Marcello Sidoti, di «Se- lezioni d’Italia» - e curiamo tutte la fasi: dalla scelta alla proposta al cliente tramite consulenti specializ- zati, fino alla consegna a domicilio. Abbiamo iniziato proponendo i pro-

dotti più classici, con il tempo sia- mo cresciuti e oggi abbiamo una can-

tina con circa 300 etichette. L’aumen- to di lavoro ha reso necessario infor- matizzare l’azienda: fino a un anno

e mezzo fa avevamo liste cartacee,

oggi abbiamo 5 mila clienti e questo non è più possibile. Investire in tec-

nologia è stata una scelta quasi ob- bligata». Da qui l’accordo con Siseco che ha fornito il «Crm», Customer relation- ship management, cioè la gestione delle relazioni coi clienti per via informatica, grazie al quale «Selezio- ni d’Italia» ha già razionalizzato il la- voro, raccogliendo secondo precisi criteri le informazioni relative a ogni singolo cliente in modo da sviluppa- re un trattamento personalizzato. «Selezioni d’Italia» conta 6 dipen- denti e alcuni consulenti esterni; ol- tre alla sede principale di Bergamo dispone di due centri logistici e ma- gazzini in Puglia. Il 99% delle ven- dite avviene per telefono. «Molto richiesti - dicono i respon- sabili di «Selezioni d’Italia» - sono i pacchetti regionali: spesso chi è del- la Lombardia ama assaggiare i pro-

dotti della Puglia, e viceversa. Van- no molto, dunque, gli scambi enolo- gici tra una zona e l’altra del Paese».

scambi enolo- gici tra una zona e l’altra del Paese». GEWISS SPA PRODUZIONE MATERIALE ELETTRICO Via
GEWISS SPA PRODUZIONE MATERIALE ELETTRICO Via A. Volta, 1 - 24069 CENATE SOTTO - (Bergamo)

GEWISS SPA PRODUZIONE MATERIALE ELETTRICO Via A. Volta, 1 - 24069 CENATE SOTTO - (Bergamo) - Italy Tel. +39 035 946 111 - Fax +39 035 945 222 gewiss@gewiss.com - www.gewiss.com Capitale Sociale 60.000.000,00 EUR interamente versato Registro Imprese di Bergamo - REA BG n. 107496 C.F./P. IVA 00385040167

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009

Si rende noto che il Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2009, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 4 novembre 2009, è depositato presso la sede sociale di GEWISS S.p.A. e presso Borsa Italiana S.p.A. a disposizione di chiunque ne faccia richiesta. Il Resoconto è altresì disponibile sul sito Internet della Società all’indirizzo www.gewiss.com.

Il Consiglio di Amministrazione

altresì disponibile sul sito Internet della Società all’indirizzo www.gewiss.com . Il Consiglio di Amministrazione
altresì disponibile sul sito Internet della Società all’indirizzo www.gewiss.com . Il Consiglio di Amministrazione
altresì disponibile sul sito Internet della Società all’indirizzo www.gewiss.com . Il Consiglio di Amministrazione
altresì disponibile sul sito Internet della Società all’indirizzo www.gewiss.com . Il Consiglio di Amministrazione
altresì disponibile sul sito Internet della Società all’indirizzo www.gewiss.com . Il Consiglio di Amministrazione