Sei sulla pagina 1di 3

II Sport La Provincia

Lunedì 2 novembre 2009

Prima, 11ª giornata 1’


3’
LA PARTITA AI RAGGI X
Cross di Melara da destra, girata di Ripa a lato
Tiro di Serafini fuori misura
6’ Ci prova Melara da destra: esterno della rete
CREMONESE 4 8’ Ancora Melara al tiro, para Paoloni
PRO PATRIA 1 9’ Ci prova Nizzetto, palla fuori
Cremonese: Paoloni, Sa- Pro Patria in vantaggio. Melara scatta sulla destra, mette palla
les, Rossi, Fietta, Viali, 14’ in mezzo dove Ripa di testa prolunga per Pacilli tutto solo.
Cremonesi, Gori (dal 35’ Facile infilare Paoloni
st Pradolin), Burrai (dal
1’st Tacchinardi), Musetti Ancora Melara per Pacilli, cross al centro per Ripa. Il colpo di testa
18’
(dal 1’st Coda), Nizzetto, finisce sulla traversa
Guidetti. A disposizione: Pareggio della Cremonese. Su punizione di Burrai da destra
Bianchi, Galuppo, Mala- 24’ c’è una respinta della difesa. Fuori area Nizzetto si coordina e
carne, Carotti. All. Ventu- al volo di sinistro infila Caglioni nell’angolo più lontano
rato. 25’ Guidetti per Burrai, tiro alto
Pro Patria: Caglioni, Aqui-
lanti, Barbagli, Passiglia, 31’ Cross di Rossi da sinistra, Gori di testa spedisce alto
Pivotto, Rinaldi, Melara Ci prova Viali da lontano, la palla deviata finisce fra le braccia di
(dal 33’ pt Cristiano e dal- 38’
Caglioni
l’8’ st Chiecchi), Lombar-
di, Ripa (dal 1’st Sarno), Ripa entra in area affrontato da Paoloni, nel cadere prolunga palla a
39’
Serafini, Pacilli. A disposi- Pacilli che sbaglia a botta sicura
zione: Giambruno, Urba- Raddoppio della Cremonese. Gori fa partire un destro dal
no, Masiero, Som. All. Co- 1’st vertice destro dell’area di rigore e infila nell’angolino più
sco. lontano la porta di Caglioni
Arbitro: Cafari di Cassino Terzo gol della Cremonese. Tacchinardi fugge in fascia e serve
(assistenti Crispo di Geno- 13’ Gori. Il suo lancio pesca Coda davanti al portiere. L’attaccante
va e Paganessi di Berga- tocca la palla e infila la porta
mo).
Reti: nel pt Pacilli al 14’, 16’ Occasione di Pacilli, che calcia alto
Nizzetto al 24’; nel st Gori Nizzetto per Rossi, che mette in mezzo. Il colpo di testa di Guidetti è
al 1’, Coda al 13’ e 46’. 18’
fiacco, para Caglioni
Note: spettatori 3.800 cir-
ca (paganti 1.204, abbona- 25’ Gori rovescia per Guidetti, il suo tiro viene bloccato dal portiere
ti 2.381) per un incasso di 30’ Cross dalla destra di Pivotto, Paoloni si allunga e blocca
22.o54 euro. Ammoniti 42’
Gori; Rinaldi e Lombardi. Coda apre per Guidetti, che calcia al volo di sinistro. Para Caglioni
Angoli 4-1 per la Cremone- Quarto gol della Cremonese. Pradolin vince un duello in mezzo
se. 46’ al campo e a pre sulla destra per Coda. L’attaccante infila con
un rasoterra in diagonale
Il presidente Giovanni Arvedi in tribuna ieri allo Zini

Bustocchi in vantaggio e vicini al raddoppio (traversa), Nizzetto pareggia. Nella ripresa si scatenano Gori e due volte Coda

Cremo, un poker per tornare in testa


Igrigiorossisoffrononelprimotempo,poidilaganoconlaProPatria
di Giorgio Barbieri
CREMONA — Per una ventina
I bustocchi non parlano
di minuti la Cremonese proba-
bilmente ha creduto di essere Bocche cucite
ancora sul campo di Monza a
proseguire la partita (persa) di Cosco diserta
lunedì sera. In quei venti minu-
ti la Pro Patria ha segnato un
gol (al 14’ con Pacilli), ha preso
la sala stampa
una clamorosa traversa (al 18’
con Ripa), ha tirato verso la por-
ta almeno due o tre volte. C’è
voluta una prodezza di Nizzetto
(tiro al volo di sinistro dagli ol-
tre 20 metri) per ristabilire la
parità al 24’. Ma poi è stata an-
cora sofferenza sino alla fine
del tempo. Due mosse, peraltro
prevedibili, di mister Ventura-
to negli spogliatoi (fuori gli opa-
chi Burrai e Musetti, dentro il
coriaceo Tacchinardi e il gua-
glione bomber Coda), hanno
riacceso i motori al razzo grigio-
rosso, che ha goleato a ripetizio-
ne sino al 4-1 finale.
Una vittoria che cancella la
batosta di Monza, che riporta La gioia di Nizzetto dopo il gol La splendida girata al volo di sinistro di Nizzetto non lascia scampo
la squadra al primo posto in Cosco, mister Pro Patria
classifica in coabitazione con il
Novara (che ha pareggiato a CREMONA — Bocche cu-
Viareggio) e che dà morale al cite in casa della Pro Pa-
gruppo in vista della sfida di do- tria dopo il pesante ko di
menica a Crema contro il Per- ieri allo Zini. Anche se non
go. A rete nella ripresa Gori e è stato imposto alcun silen-
due volte Coda, il giocatore che zio, ieri nessun tesserato
non parte mai titolare ed ha biancoblù - neppure l’ex
sempre il piede caldo quando Matteo Serafini - è salito
entra. E da ieri, con i suoi cin- nella sala stampa dello sta-
que gol, è anche il bomber del- dio grigiorosso per rilascia-
la squadra. re dichiarazioni e per una
La partita di ieri va analizza- disamina del match. Ha la-
ta con attenzione. Nella prima sciato perlomeno perples-
fase ha prevalso la paura di sba- si l’assenza di mister Vin-
gliare, ma ci sono stati anche cenzo Cosco. Certo, l’esse-
evidenti limiti di squadra. Il re passati in vantaggio nel-
centrocampo, orfano di Zan- la tana della Cremonese e
chetta, si è spostato tutto sulle l’aver sfiorato il raddop-
spalle di Fietta. Il quale ha fat- pio prima di essere travol-
to gli straordinari in modo per- ti dalla valanga grigioros-
fetto, dividendosi nel ruolo di sa può aver lasciato tanta
interditore e suggeritore. Lo amarezza nel clan bustoc-
ha dovuto fare perchè Burrai è co, ma ciò non giustifica il
sottrarsi ai taccuini. Addi-
entrato in campo timido e con Il gol del vantaggio bustocco segnato da Pacilli rittura si è vociferato che
un po’ di paura nelle gambe. la panchina di mister Co-
Davanti Musetti è parso l’om- sco fosse già traballante,
bra del giocatore che tutti ab- Alle ore 21 la differita seguita dalle interviste ai protagonisti ma obiettivamente si è
biamo applaudito ad inizio cam- trattato di un’illazione in
pionato, in difficoltà anche nei
passaggi corti. Anche la difesa
è sul banco degli imputati per
I giocatori grigiorossi a terra salutano la curva ‘Favalli’ La partita stasera su Studio 1 quanto il quarantatreen-
ne tecnico era stato ingag-
giato solo da un paio di set-
un gol preso con palla partita fine primo tempo non era certa- fatto il Coda. Gori ha sbloccato Questa sera su Studio 1 ver- seguire le interviste ai pro- timane in sostituzione di
da destra (Melara), controllata mente soddisfatto. L’eurogol il pareggio al primo minuto con rà trasmessa la gara Cremo- tagonisti della partita. Stu- Manari e la voce di un suo
al centro (Ripa) e infilata in di Nizzetto teneva a galla la un diagonale di destro dal verti- nese-Pro Patria. La partita dio 1 è visibile nelle provin- esonero appariva fin da su-
porta da sinistra (Pacilli). Non squadra. ce dell’area, Coda ha chiuso ai sarà commentata da Mauro ce di Cremona, Bergamo, bito priva di fondamento.
ha funzionato la scalata in dia- Venturato nell’intervallo ha bustocchi ogni speranza. E nel Maffezzoni e da Mario Mon- Parma e Piacenza sul cana- In serata si è appreso che
gonale, evidentemente c’erano tolto Burrai e Musetti e in cam- finale gara di generosità della torfano (allenatore della le analogico 57, nelle provin- il tecnico aveva lasciato di
difensori fuori posizione. E il po si è vista un’altra Cremone- squadra per far segnare Guidet- Berretti della Cremonese) ce di Brescia e Mantova sul fretta lo Zini per non per-
presidente Giovanni Arvedi, se. O meglio, la solita Cremone- ti. Non è andata, ma l’attaccan- per quanto riguarda la par- canale 40 e sulle frequenze dere l’aereo che lo avreb-
per la prima volta in tribuna se. Chiesa ha fatto il regista, te si tiene in serbo (come l’an- te tecnica. L’inizio della tra- del digitale terrestre a Mila- be riportato a casa propria
(ma lui ci ha detto di essere sta- con Tacchinardi al fianco nel no scorso) la stoccata per il der- smissione è per le ore 21, a no, Monza, Como e Varese. in Molise. (m.fr.)
to allo Zini in altre occasioni), a ruolo di interditore. Coda ha by di Crema.
La Provincia
Lunedì 2 novembre 2009 Sport III

LE PAGELLE
di Giorgio Barbieri

Paoloni - Sul gol non può


fare nulla. Il resto della partita
è ordinaria amministrazione
6
Sales - Commette i soliti er-
rori di piazzamento, ma stavol-
ta se la cava bene sia in chiusu- 6,5
ra che in fase di spinta

Rossi - Come spesso avvie-


ne nel secondo tempo diventa
padrone della fascia. E non so-
lo in chiusura. Prende sempre
7
le decisioni con freddezza

Fietta - Il centrocampista
grigiorosso è semplicemente
strepitoso. Nel primo tempo de-
ve fare il doppio lavoro di inter-
ditore e regista, nella ripresa
7,5
con Tacchinardi a fianco cre-
sce ancora

Viali - Pochi i problemi nel


complesso della gara, male il
piazzamento sul gol della Pro 6
Patria

Massimo Coda esulta dopo il gol del 3-1, nella foto grande a sini- Cremonesi - Da qualche
settimana è un po’ in calo. Ca-
stra il tiro dell’attaccante grigiorosso (fotoservizio Ib frame)
pita, come ieri, che si perda 6
Il tecnico elogia il gruppo: «Ho visto una bella prestazione e una grande reazione» l’avversario diretto

Gori - Timido nel primo tem-

«Bravi a restare in partita» po, scatenato nella ripresa.


Dal gol segnato diventa prota-
gonista con l’assist per il 3-1e
due passaggi perfetti a Guidet-
ti
7

Venturato: «Contro la Pro Patria Burrai - Non riesce a pren-


dere in mano la squadra nel pri-
5,5
il contrariodella garadi Monza» mo tempo. D’altra parte è gio-
vane e non va caricato di ec-
cessive responsabilità
di Ivan Ghigi a mettermi in difficoltà che lavorano con
massima serietà». Musetti - L’ombra del gio-
CREMONA — L’amichevole con il Trigolo La scelta di togliere Burrai come va inter-
aveva dato la sensazione che Massimo Co- pretata? Si rischia di dover recuperare un catore che ad inizio campiona-
to aveva offerto spettacolo e
da potesse partire titolare al posto di Mu-
setti ma Roberto Venturato non ha voluto
altro giocatore dopo Zanchetta?
«Burrai è un ragazzo del 1987 che ha biso- gol. In questa fase non riesce 5
cambiare. Meglio così perché l’attaccante gno di crescere; ho scelto di toglierlo per- nulla, nemmeno il passaggio di
di Cava de’ Tirreni è diventato ieri il capo- ché in quel momento ero convinto che Tac- due metri
cannoniere che arriva dalla panchina. chinardi come caratteristiche potesse dare
«Contro la Pro Patria — esordisce Ventu- qualcosa in più. Le scelte credo siano state
rato — abbiamo fatto il contrario di Monza. azzeccate ma considero sempre la squadra
Se lunedì avevamo fatto bene solo i primi composta da 21 giocatori, nessuno esclu- Nizzetto - Un altro grande
venti minuti, stavolta siamo partiti male so». protagonista della partita di ie-
ri. Non solo segna il gol (stu-
per crescere con il passare del tempo. Sta-
volta siamo stati bravi a restare in partita e
Un centrocampo di fatica ha dato la spin-
ta necessaria per cambiare la gara. pendo) del pareggio, ma è una 7,5
i complimenti vanno a tutta la squadra». «Abbiamo la possibilità di cambiare e di continua spina nel fianco degli
Stare in gara vuole dire non sbilanciarsi adeguarci a certe situazioni. Con due ester- avversari
troppo e costruire azione su azione? ni tecnici come Gori e Nizzetto possiamo
«Esattamente, la squadra non si è scom- tranquillamente puntare anche su elemen-
posta e questo alla fine ha portato risultati. ti di quantità più che di qualità in mezzo al
All’inizio abbiamo subito l’inserimento del campo». Guidetti - Alla fine tutta la
quinto uomo della Pro Patria, una situazio- Essere forti con le deboli era il messag- squadra lavora per farlo segna-
gio che i giocatori avevano lanciato in setti- re, ma lui non ci riesce. Comun-
ne tattica che ci ha messo in difficoltà nei
primi minuti in cui abbiamo incassato un mana. que sino a che fa tanto movi- 6,5
gol e rischiato di prendere il secondo. Non «Ma più andiamo avanti e più mi convin- mento come ieri il gol non è un
ci siamo scomposti e abbiamo fatto la gara co che non ci sono squadre deboli». problema
perché nel secondo tempo abbiamo lette- La settimana del derby come sarà?
ralmente dominato». «A livello lavorativo cambia poco, maga-
Adesso sarà dura scegliere gli attaccan- ri sarà più serena. A livello sportivo mi au-
ti. guro che la gara sarà intensa e con molta Tacchinardi - Quando
La grinta di mister Roberto Venturato «Sono contento di avere giocatori bravi partecipazione». viene chiamato in causa difficil-
mente delude. E ieri ha fatto
un asse formidabile in mezzo
7
Nizzetto, Gori e Coda festeggiano i gol: «Dovevamo smaltire la gara di Monza» al campo con Fietta

«Un avvio contratto, poi il dominio» Coda - Altri due gol e diven-
ta il bomber della squadra. Se
migliora nei fondamentali può
diventare un vero campione.
Comunque bravissimo
7,5
CREMONA — Luca Nizzetto festeg- po il primo gol avrebbe potuto rad-
gia il secondo gol in campionato con doppiare. Grazie al gol di Nizzetto è
una prodezza indimenticabile. «So- cambiata la partita perché da quel
no andato d’istinto, non ho pensato momento la Cremonese ha domina- Pradolin - Entra nel finale
due volte a calciare e mi è andata be- to». ma riesce a farsi notare per
ne. Questione di fortuna a volte. Quanto alla tua occasione? «Mi è l’azione che porta Coda a se- sv
Quanto alla gara abbiamo sofferto arrivato un bel cross e volevo ango- gnare il quarto gol
l’inizio perché avevamo nella testa lare la palla sul secondo palo, inve-
ancor ala sconfitta di Monza. Non di- ce ho sbagliato le misure ed è finita
co che abbiamo avuto paura però il sul terzo palo se mio passate la bat-
tuta. Il gol invece è stato una libera- Venturato - Nella prima
rischio di bloccarsi c’è stato, poi do- parte della gara la squadra
po il mio gol la squadra ha cambiato zione: non ho tirato forte ma la palla
ha preso velocità nel toccare terra e non va. Nell’intervallo decide il
passo e nella ripresa abbiamo fatto
di tutto per vincere senza guardare il portiere forse è stato ingannato». doppio cambio e si torna a ve- 7
in faccia nessuno». La Pro Patria ha giocato sul pres- dere la Cremonese da applau-
E’ in arrivo il derby. «Sarà una set- sing alto, che a voi crea problemi. si
timana serena per noi a va bene co- «In effetti è stato quello a farci sof-
sì». frire ma la Pro Patri davanti ha buo-
Avete tentato di fare segnare Gui- ne qualità; col tempo però sono cala-
ti vistosamente». Arbitro - Cafari di Cassino
detti ma forse lui vuole risparmiarsi Per Giovanni Fietta una gara
per il derby. «Meglio così allora, se sembra catapultato sul terreno
vuole scatenarsi fra sette giorni fac-
grandissima quantità, tanta corsa e
lotta. dello Zini senza capire il per- 5
cia pure». «Ho giocato prima con Burrai e chè. E’ approssimativo, com-
Massimo Coda è il capocannonie- poi con Tacchinardi ma il centro- mette errori in quantità
re che arriva dalla panchina. «E’ sta- campo della Cremonese ha interpre-
ta dura digerire il 3-0 di Monza e in- tato sempre bene la gara. Abbiamo
fatti siamo scesi in campo ancora Il gol del 2-1 segnato da Gori al 1’ del secondo tempo rischiato troppo all’inizio poi ci sia- Pro Patria - Caglioni 5, Aquilanti
frastornati, poi siamo stati bravi a mo riorganizzati molto bene».
reagire e nella ripresa nno c’è stata la lista delle occasioni fallite dal- cati mentalmente mentre la Pro Pa- Sul passaggio di Coda sei arrivato 5,5, Barbagli 5,5, Passiglia 6, Pivotto 6,
storia». l’esterno di destra proprio allo Zini) tria è partita forte. Dovevamo anco- tardi? Rinaldi 5,5, Melara 7, Lombardi 6, Ripa
Anche Marco Gori ha dato una poi nella ripresa il diagonale che ha ra smaltire la gara di Monza come «Non pensavo che Coda passasse 6,5, Serafini 5, Pacilli 6,5, Cristiano 6,
svolta alla propria gara: nel primo dato la svolta al match. hanno sottolineato i miei compagni, quanto che calciasse perché non ne sarno 5, Chiecchi 5,5. All. Cosco 5.
tempo un gol sbagliato (che allunga «Nel primo tempo eravamo bloc- ma c’è andata bene perché la Pro do- avevo più». (i.g.)
IV Sport La Provincia
Lunedì 2 novembre 2009

POLPACCI
&
NUVOLE Nizzetto scherzetto
E il pomeriggio delle streghe diventa un sabba del gol
di Giovanni Ratti cilli libero come un passero lo i metaforici baffoni). Gori
e non per la prima volta, ha consumato tiepida la per-

C i sono notizie che pos-


sono essere lette in di-
versi modi. Prendi il
fallimento dell’ultimo McDo-
nald a Reykjavik: ci vedi la
l’unica cosa vivace all’attivo
della Cremo fin lì era uno
scambio di idee fra Viali e
Venturato, mettici anche
l’arbitro inca (no, non preco-
sonale vendetta infilando
nell’angolo un diagonale lun-
go come una tazza di caffè
americano (hanno calcolato
che quest’anno nel mondo so-
conferma della galoppante lombiano: incapace). Per for- no spariti trentamila portie-
crisi economica in Islanda, o tuna nel pomeriggio delle ri, bè col Caglioni di questo
lo spunto per dire che gli streghe vale il Nizzetto scher- gol facciamo trentamilau-
islandesi dimostrano un po- zetto, così su un pallone spu- no). La Pro Patria costretta
co sospettabile buon gusto? tato via dalla difesa il geniet- ad allungarsi un filo ha con-
E se leggi Cremo-Propatria to ha inventato un mancino fessato tutta la sua friabilità,
4-1 cosa ci vedi, A impennata stellare che ha rimesso in una Cremo quasi ripristina-
d’orgoglio, B Monza è stato piedi la partita. Non ancora, ta nei collegamenti e negli
un incidente di percorso, C non subito la squadra, che è equilibri si è tranquillizzata
come sono conciati quelli im- stata interprete di un finale con il 3-1 firmato Coda, a se-
pacchettati nelle maglie da di tempo indecoroso. Nel gno un po’ fuori orario per le
tigrotti (secondo la tradizio- quale Gori ha mancato un’oc- sue abitudini. I grigiorossi
ne) o da galatine (secondo casione più vistosa che faci- hanno fatto un paio di timidi
Ivan)? Chiariamo subito che le. Gori ha una caratteristica tentativi di rimettere la Pro
la Cremo anche in questa scomoda, fa molte più cose Patria in partita, ma non c’è
prestazione finita in gloria ci utili che errori, ma i secondi stato verso. E allora l’hobby
ha messo un po’, un bel po’, risultano più evidenti e pena- è diventato far fare gol a Gui-
anche un po’ troppo di Mon- lizzano la valutazione in mo- detti, ci si è provato in tutti i
za. Quella del primo tempo è do esagerato. Ma ancora Pa- modi, un paio di volte in mo-
stata una Cremo floscia, e in- cilli ha sballato un pallonet- do così plateale da diventare
torno all’uno a uno con cui si to a porta vuota. E così è sta- perfino imbarazzante per il
è cambiato campo c’era da to un regalo della sorte che conte Max, un pochino affie-
scodinzolare come cocker. la partita vera, quella non in volito nel fisico e negli istinti
Anche perchè Venturato ha inferiorità numerica, sia ini- ma non certo a livello di do-
concesso l’intera frazione a ziata in parità. E la Cremo ver tendere il cappello per
Burrai (non ancora adegua- Nizzetto in azione sotto gli occhi di Fietta (Ib frame) non si è fatta pregare, ritro- raggranellare un golletto.
to) e Musetti (in involuzione vando in Fietta l’uomo chia- Poi l’ultimo sigillo in zona Co-
trapuntata di finte e colpi di fatto finta di essere tutti ni- in tribuna che si sono messi a nuovo lavoro, sull’esempio mato reparto, il suo Asterix da, ma sia chiaro, questo 4-1
tacco) per evitarsi la doccia potini di Sandokan, tiravano saltare ingannati dall’illusio- del dog-sitter quello che por- (ma sul mercato fra le prime abbagliante non deve na-
anticipata, senza esito: quan- da tutte le parti, hai visto ne ottica, hanno iniettato ta a spasso schnauzer e bar- voci della lista della spesa scondere i problemi con cui
do si è ripreso, con Tacchi- mai che Paoloni sia ancora nelle vene grigiorosse i Pacil- boncini ecco a voi il ball-sit- deve esserci un omino che questa Cremo è destinata a
nardi e Coda, ci si è messo un quello di Monza; hanno scos- li della crisi e hanno sbuccia- ter, quello che porta a spasso gli possa dare una mano, ed fare i conti finchè la rosa non
amen per staccarsi dal pareg- so una rete esterna che ha to il raddoppio. Una Cremo il pallone. Stamina da ipnosi eventualmente il cambio, se verrà integrata. Il derby non
gio come un cerotto bagnato. avuto l’effetto di bruciare la senza dimensioni e senza collettiva, mobilità da calcio- non vogliamo che a marzo sarà un pacchetto di galati-
All’inizio i tigrotti hanno copertura dei tifosi milanesi qualità intanto inventava un balilla, si beccava gol da Pa- del nostro Asterix restino so- ne.

I TABELLINI DI PRIMA DIVISIONE

Il Benevento continua a correre e supera anche la Paganese, il Varese infila l’Alessandria a tempo scaduto
Viareggio frena Novara, Perugia ko a Lumezzane
SORRENTO 2 BENEVENTO 3 FOLIGNO 3
FIGLINE 1 PAGANESE 0 COMO 0
Sorrento: Marconato; Di Nunzio, Lo Monaco, Fernandez, De Benevento: Gori; Pedrelli (33' st Ignoffo), Cattaneo, Landai- Foligno: Tomassini; Pencelli, Gregori, Guastalvino, Lispi;
Giosa, Greco, Nicodemo (27' st Esposito); Vanin, Paulinho, da, Palermo; Ciarcià (16' st La Camera), Pacciardi, De Liguori, Sciaudone (33' st Gallozzi), Borgese, Castellazzi; Giacomelli,
Arcidiacono; Pignalosa (76' Delfino). All. Novelli. D'Anna; Evacuo (23'st Clemente), Castaldo L. All. Acori. Turchi (27' st Da Dalt), Cavagna (40'st Calderini). All. Fusi.
Figline: Pardini; Mugnaini, Peruzzi, Cosentini, Pasquini; Bet- Paganese: Melillo; Marzocchi, Castaldo F., Esposito, Scian- Como: Malatesta; Adobati, Ardito, Preite, Franco ; E. Brevi,
tini, Guerri; Redomi, Fanucchi, Nazzani; Fioretti. All. Torricel- namè, Gambi (40' st Tufano); Cucciniello (36' st Monticciolo), Brioschi, Salvi; Cozzolino (22' st Bretti), Guazzo, Terraneo (9'st
li. Memushaj ; Tortori, Zarineh, Ibekwe (10' st Izzo). All. Pensabe- Bruno). All. O. Strano-O. Brevi.
Arbitro: Intagliata di Siracusa. ne. Arbitro: Pagano di Torre Annunziata.
Reti: pt 28' Fernandez; st 28' Paulinho, 50' Fioretti Arbitro: De Faveri di S.Donà di Piave. Reti: pt 42' Turchi; st 7' Turchi, 24' Giacomelli.
Note: spettatori 1.700 circa. Espulso Marconato (30' st) per Reti: pt 44' Evacuo rig.; st 29' Clemente, 31' Cattaneo. Note: spettatori 1.761. Ammoniti: Turchi, Franco, Sciaudone,
fallo da ultimo uomo e Fanucchi (41' st) per gioco violento. Note: spettatori 4.260. Brioschi.

LECCO 0 LUMEZZANE 1 VARESE 1 VIAREGGIO 0


MONZA 0 PERUGIA 0 ALESSANDRIA 0 NOVARA 0
Lecco: Pansera; Buda (34' pt Giannone), Guglieri, Lumezzane: Gazzoli; Zanardini, Bonatti, Varese: Moreau; Pisano, Gentili, Dos Santos,
Calzi, Mateo; Santoni, Cortese, Arrigoni, Ciano; Emerson, Nicola; Pintori (38' st Laurìa), Grip- Armenise; Carrozza (25'st Tripoli), Osuji, Buzze- Viareggio: Ravaglia; Benassi, Panariello,
Sau (41'st Maiorino), Antonioni. All. Oscar Magoni. po, Cinelli, Scaglia (34' st Bradaschia); Pesen- goli, Zecchin; Ebagua (51' st Gambadori), Mo- Fiale, Briotti; Costantino, Pizza, Reccolani,
Monza: Westerveld; Tuia, Barjie, Eramo, Fiuzzi ti, Marconi (26' st Galabinov). All. Menichini. menté (16'st Del Sante). All. Sannino. Alessan- Martucci (11' st Brini Ferri); Cristiani (41' st
(18'st Seedorf); Cudini, Iacopino, Zebi, Samb Perugia: Benassi; Zoppetti, Raimondi (38' pt dria: Cicutti (1'st Lorenzon); Ciancio (48'st Da- Castaldo); Ferrari. All. Rossi.
(10'st Russo); Campinoti, Dimas (4' st Chianese). Pagani), Accursi, Bonomi; Stamilla (26' st monte), Sottil, Cammaroto, Schettino; Longhi, Novara: Ujkani; Coubronne, Centurioni, Lu-
All. Roberto Cevoli. Cazzola), Gatti, Perra, Bondi; Ercolano, Marti- Briano, Buglio; Rodriguez, Artico, Fantini. All. di, Tombesi; Shala (29' st Morandi), Porcari,
Arbitro: Ceccarelli Daniele di Terni. ni (15' st Del Core). All. Pagliari. Foschi. Rigoni; Motta; Bertani (40' st Ledesma), Gon-
Note: spettatori 2300 circa per un incasso di Arbitro: Palazzino di Ciampino. Arbitro: Ferraioli Marco. Rete: st 47' Pisano.
13.476,73 euro. Espulso Tuia (46' st) per somma di Rete: st 31' Emerson. Note: spettatori 1.450. Espulso Cammaroto (3' zalez (18' st Rubino). All. Tesser.
ammonizioni. Ammoniti: Calzi, Santoni, Tuia, Fiuz- Note: spettatori 480. Espulso Pesenti (48' pt) st) per doppia ammonizione, Sottil (11' st) per fal- Arbitro: Cervellera di Taranto.
zi. per proteste. lo da ultimo uomo, Sannino (36' st) per proteste. Note: spettatori 800 circa.

LA CLASSIFICA DEI BOMBER

Le Noci in testa con otto reti


8 reti: Le Noci (Pergocrema). Gonzalez, Bertani (Novara), Fer- pola, De Oliveira, Figliomeni rento); Armenise, Pisano, Zec-
7 reti: Chianese (Arezzo). nandez (Sorrento), Tripoli (Vare- (Arezzo); Ercolano, D’Anna (Be- chin, Carrozza (Varese), Fiale,
6 reti: Motta (Novara), Ebagua se). nevento); Guazzo, Franco, Coz- Mandorlini, Martucci, Cristiani,
(Verese). 2 reti: Rodriguez (Alessandria), zolino (Como), Bianchi, Fietta, Marolda (Viareggio).
5 reti: Coda (Cremonese), Ca- Maniero (Arezzo), Cattaneo, La Viali (Cremonese); Fanucchi,
vagna (Foligno). Camera (Benevento), Gori, Niz- Frediani (Figline), Sciaudone,
4 reti: Musetti (Cremonese), zetto (Cremonese); Chiesa, Gallozzi, Castellazzi, Cavagna, I MARCATORI GRIGIOROSSI
Redomi (Figline), Giacomelli Fioretti (Figline), Turchi (Foli- Gregori (Foligno); Arrigoni, Ma- 5 reti: Coda
(Foligno), Pintori (Lumezzane), gno); Buda, Bartolucci, Verone- teo, Sau (Lecco); Pisano, Nico- 4 reti: Musetti
Ripa (Pro Patria), Paulinho (Sor- se (Lecco), Scaglia, Emerson, la, Lauria (Lumezzane); Campi- 3 reti: Zanchetta, Guidetti
rento). Marconi (Lumezzane); Rubino noti, Oualembo (Monza), Saha- 2 reti: Nizzetto, Gori
3 reti: Artico (Alessandria), To- (Novara), Tortorì (Paganese), la, Rigoni (Novara), Monticcio- 1 rete: Bianchi, Fietta, Viali
gni (Arezzo), Castaldo, Evacuo, Florean (Pergocrema), Bondi, lo, Ibekwe, Zarineh (Paganese);
Clemente (Benevento), Zan- Menassi (Perugia), Serafini Tarallo, Uliano (Pergocrema);
chetta, Guidetti (Cremonese), (Pro Patria), Momentè, Buzze- Stamilla, Ercolano, Del Core I MARCATORI GIALLOBLU
Calderini (Foligno), Ciano, Cor- goli (Varese). (Perugia), Pacilli, Melara, Aqui- 8 reti: Le Noci
rent (Lecco), Pesenti (Lumezza- 1 rete: Signorini, Fantini, Ros- lanti (Pro Patria); Myrtaj, Silve- 2 reti: Florean
ne), Samb, Iacopino (Monza), so, Ghoshes (Alessandria); Cop- stri, Lo Monaco, Pignalosa (Sor- 1 reti: Uliano, Tarallo, Coda festeggiato da Guidetti e Pradolin