Sei sulla pagina 1di 2

MOZIONE PER IMPRIMERE UNA SVOLTA NELLA

GESTIONE DELLA POLITICA URBANISTICA NELLA CITTA’

I SOTTOSCRTTI FIRMATARI
CONSIDERATO CHE

• Sulla stampa locale, in particolare su “L’informatore” di lunedì 15 e di


giovedì 18 u.s., sono state riportate notizie di pesanti attacchi
dell’Assessore alla viabilità, Luigi Sampietro, alle scelte urbanistiche
compiute dall’Amministrazione comunale e per essa dall’Assessore
all’Urbanistica Giuseppe Giargiana, in merito al Piano di Intervento di
Viale dei Mille n° 15 approvato con deliberazione di Consiglio del
25/10/2004 che ha portato alla costruzione di una nuova scuola media in
un contesto anche residenziale e commerciale tale da creare seri
problemi viabilistici.
• La replica dell’Assessore Giargiana alle prime dichiarazioni dell’Assessore
Sampietro (riportate a pagina 5 dell’edizione di giovedì 18 u.s.), che
riportiamo, si commenta da sola: “…All’urbanistica non interessa la
viabilità, non mi interessa se il traffico non funziona o se ci sono le
macchine ad aspettare davanti alla scuola. Ad ognuno le sue competenze
e queste spettano alla viabilità e alla polizia locale.” Evidentemente,
secondo l’assessore all’urbanistica, lo sviluppo urbanistico di una città
non deve tener conto delle esigenze che i nuovi insediamenti possono
determinare, in termini di maggiore viabilità e di maggiori parcheggi.
• Le convinzioni espresse dall’assessore Giargiana preoccupano i
sottoscrittori della presente perché l’assessore è chiamato a compiere le
scelte dell’assetto urbanistico della intera città. Vigevano sta vivendo una
fase molto delicata. A tre anni dall’approvazione del PRG è in fase di
avanzata elaborazione il PGT che, come si rileva dal documento di
indirizzi presentato dalla Giunta Comunale, riconfermerà tutte le scelte
edificatorie già contenute nel precedente piano.
• Come viene affermato nel Documento Preliminare di presentazione del
PGT, il Piano Regolatore del 2005 è attuato solo per il 30% della sua
capacità. Vuol dire che potenzialmente gli operatori potranno attuare il
restante 70% della capacità del Piano. Le scelte che si compiono per lo
sviluppo di Vigevano sono quindi irreversibili e le eventuali conseguenze
negative di errate e/o omesse valutazioni della incidenza delle nuove
costruzioni non potranno essere corrette o mitigate, ma solo subite dai
cittadini vigevanesi. Scelte così importanti che decidono ora della qualità
della vita per i prossimi decenni non possono, a nostro giudizio, essere
sottovalutate e prese con leggerezza.
• Le notizie di stampa prima riportate dimostrano, al contrario, la assoluta
incapacità politica dell’assessore all’urbanistica Giuseppe Giargiana di
poter disegnare un corretto sviluppo per Vigevano.
RITENUTO CHE
lo sviluppo urbanistico di Vigevano debba essere affidato ad altra persona che
dimostri di possedere le necessarie capacità politiche e di programmazione, i
sottoscritti, ai sensi dell’art. 25, comma 1, lett. b) del Regolamento del
Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari,

PROPONGONO AL CONSIGLIO COMUNALE


l’approvazione del presente documento, invitando conseguentemente il
Sindaco a revocare la delega all’urbanistica al sig. Giuseppe Giargiana.

Interessi correlati