Sei sulla pagina 1di 3

cinque leggi biologiche

Posted on 14 marzo 2014 by claudio-rubino

Le cinque Leggi Biologiche scoperte dal Dottor Hamer Esse rappresentano la sintesi di una interpretazione della realt e dei processi che chiamiamo malattie, decisamente antitetica rispetto al concetto comune e dominante e, probabilmente, la sintesi pi importante che sia mai stata enunciata nel recente secolo ma forse anche in tutta la storia della medicina! In quanto tali, le 5 leggi biologiche non sono opinioni, suggestioni, convinzioni, interpretazioni, invenzioni o psicologismi e filosofie dello scopritore, ma contemplano principi verificabili sempre e da chiunque, nel corpo e nel cervello degli animali evoluti, dei mammiferi e delluomo in particolare.

La prima legge afferma che ogni malattia, cancri e tumori compresi, generata da uno shock pi o meno intenso, inaspettato, drammatico e vissuto nellisolamento, che sar lorigine di un conflitto biologico. Lo shock si verifica contemporaneamente a livello psichico, cerebrale e organico e si manifesta quindi sul piano psichico, nellarea cerebrale attivata e nellorgano da essa comandato, prendendo la forma di un focolaio di Hamer visibile con la TAC (senza liquido di contrasto). Il decorso di una malattia dunque sempre sincronico, manifestandosi contemporaneamente su tre livelli citati.

La seconda legge dice che ogni malattia ha un decorso bifasico (a condizione di arrivare alla soluzione del conflitto). Lo shock blocca il normale ritmo dellalternarsi giorno/notte, la normotonia. Dopo lo shock c un periodo di stress (simpaticotonia) durante il quale si pu accumulare massa tumorale (tessuti diretti da Tronco cerebrale e Cervelletto) o formare ulcerazioni o necrosi (tessuti diretti da

Midollo Cerebrale e Corteccia), anche se ci non viene percepito. Non si suda e si urina poco, mentre le mani e i piedi sono freddi. Si dorme poco e male Allorquando, per una qualunque ragione spontanea o indotta, il conflitto finisce, subentra la fase di riparazione, di rilassamento, detta vagotonia. Si dorme, si suda e si urina molto. Ritorna lappetito e si riacquista peso; si hanno mani e piedi caldi. E in questo momento che percepiamo i sintomi e quindi ci dicono o diciamo di essere malati. La terza legge si riferisce allaspetto ontogenetico dei tumori e delle malattie. La medicina ufficiale dice che il cancro il risultato di cellule impazzite che replicano se stesse allinfinito. Per Hamer, invece, il cancro e ogni altra malattia sono precise risposte biologiche ad un ordine sensato del cervello. La malattia quindi una manifestazione delle fasi di un programma speciale, biologico e sensato della Natura, per quanto alcune sue manifestazioni possano apparire spiacevoli, indesiderate, critiche o drammatiche . A seconda del tipo di shock (il percepito e il vissuto del soggetto) saranno implicati una particolare area cerebrale e un particolare organo. Ogni organo collegato ad una zona precisa del cervello anche secondo le memorie della sua origine embrionale. Lo shock attiva un determinato relais, un interruttore neurale e questo collega i tre livelli, cio lo psichico, il cerebrale e lorganico. La quarta legge afferma che i microbi sono condizionati dal cervello.I microbi non sono nemici, bens aiutanti che, seguendo le sue direttive, eliminano le cellule tumorali quando hanno esaurito il loro compito (senso biologico che si attua secondo programmi cerebrali preposti). I microbi intervengono dopo la soluzione del conflitto, nella fase di riparazione. Funghi e micobatteri riducono i tumori a masse necrotiche, mentre virus e batteri attivano la cicatrizzazione di piaghe e ulcere. (La conseguenza interessante che a seconda del tessuto o dellorgano implicati e della loro origine embrionale, si trover sempre quello e soltanto quel tipo di microrganismo. N.d.A.).

La fase di riparazione (vagotonia) che viene interpretata dalla medicina attuale come aggravamento della situazione, richiede invece solo alcuni eventuali interventi limitati e compatibili. La quinta legge si riferisce al senso biologico. Dal punto di vista ontogenetico le malattie sono una parte dei programmi biologici speciali e sensati della Natura.