Sei sulla pagina 1di 12



 
   "!$#

Testo sanscrito, traslitterazione e traduzione italiana della

% &(')& *+&$, -. *+&(/10 2 &


3

a cura di Dario Chioli

http://www.genie.it/utenti/superzeko/
http://web.genie.it/utenti/s/superzeko/tradition/UpanishadDiGanapati.html

NOTA INTRODUTTIVA
Tradussi la   
     nel 1993 su sollecitazione del mio compianto amico Giancarlo
Frassinelli, ricercatore dello spirito ed ottimo pittore, che ne voleva fare il commento ad una sua
serie di tavole - bellissime quelle che furono completate - che vedevano come personaggio
principale uno strano elefantino di nome Bisi Bak, che altri non era che la trasposizione pittorica di
Giancarlo stesso.
Avendogli io raccontato che in India simbolo della sapienza era proprio un dio dalla testa di
elefante, ovvero     (=     ), insistette che gli traducessi dal sanscrito un testo che ne
parlasse e potesse essere abbinato alle sue tavole. L'idea mi piacque e tradussi questa       . La
mia traduzione peraltro non era un granch, lavevo fatta troppo in fretta e conteneva un congruo
numero di errori di traduzione, che solo in seguito provvidi a correggere.
Quanto al progettato connubio pittorico-sapienziale, non ebbe infine modo di attuarsi, perch
Giancarlo di l a poco inizi un doloroso processo che si concluse nella sua morte.
Mi ricordo il suo convinto entusiasmo quando, a lui cos goloso, lessi il passo dove si dice che
"Colui che sacrifica con mille dolci, quegli raccoglie il frutto desiderato".
E mi sembra di vedere lui, o il suo Bisi Bak, quando mi soffermo "sull'amabile, dal ventre
prominente, dalle orecchie simili a ventagli sventolanti".
Le note alla traduzione ora riveduta - le ho concepite estremamente sintetiche, intese a
permettere la comprensione letterale del testo. Chi poi possiede la capacit dell'interpretazione
anagogica, potr entrare nel gran fiume  ! "# $ %'& ( della propria aspirazione mistica, confidando,
fuor d' ogni ordinaria sicurezza, nel Sole interiore, sempre in eclissi rispetto all' esperienza profana.
Tale aspirazione costituisca cos la perfetta invocazione (siddhamantra) che elimina il "grande
ostacolo", che dissolve la "grande oscurit", cos attuando nell' uomo l' unificazione delle potenze
con l' apparizione di ) * +, - , l' intimo padrone delle schiere delle potenze, il Signore della
trasformazione operata mediante la gnosi.
8.XI.1996

NOTA BIBLIOGRAFICA
Testo originale: . il testo originale della /0 10 203 4 5 20 67 8 0 9 ricavato da :;< => ? <@ A < BDCE < F< G .
Edited with Sanskrit Introduction by Prof. J. L. SHASTRI. Motilal Banarsidass, Delhi - Varanasi Patna, n. 92, pagg. 570-571.
Opere citate nelle note: H Arthur AVALON. The Serpent Power. Madras-Londra 1931. Trad.
it.: Il Potere del Serpente. Mediterranee, Roma 1968. H Arthur AVALON. The Tantra of the Great
Liberation (IKJ LM NO P Q M RJ Tantra). Madras 1927. Trad. it.: Tantra della Grande Liberazione
(IKJ LM NO P Q M RJ Tantra). Ed. Mediterranee, Roma 1987. S Michael COULSON. Sanskrit. An
Introduction to the Classical Language. Teach Yourself Books, Hodder and Stoughton, 1976. S
Carlo DELLA CASA. UpaniT J U VWYX[Z[X VX[\'] ^ _'\V ` a'b'cd e Jeanine MILLER. The Vedas. Harmony,
Meditation and Fulfilment. Rider & Company, Londra 1974. Trad. it.: I Veda. Armonia,
meditazione e realizzazione. Ubaldini, Roma 1976. e Margaret STUTLEY e James STUTLEY. A
Dictionary of Hinduism. Routledge & Kegan Paul, Londra 1977. Trad. it.: Dizionario dell'Induismo.
Ubaldini, Roma 1980. e Giuseppe TUCCI. Teoria e Pratica del fKg hi'g j g con particolare riguardo
alla moderna psicologia del profondo. Seconda edizione: Ubaldini, Roma 1969. k Ernest WOOD.
Yoga. Pelican Books, 1959. Trad. it.: Yoga. Sansoni, Firenze 1978.

PRONUNCIA APPROSSIMATIVA DELLE LETTERE SANSCRITE

c
g


a lunga
sempre dolce come in cena
simile alla d del siciliano beddu
sempre duro come in gara
sempre
    
 aspirata

simile grosso modo ad una
h aspirata, a cui segue talvolta
uneco della vocale precedente
 lunga
allinglese, come g di gelo
si legge gy (ghi di ghiera) o da
taluni dny (M. Coulson, Sanskrit.
An Introduction to the Classical
Language, Teach Yourself Books,
p.18) ovvero similmente alla j
francese (Ch. Wikner, A Practical
Sanskrit Introductory, p. 57, in
http://www.alkhemy.com/sanskrit/lear
ning_tutorial_wikner/)
l vocalica come nellinglese able
come la precedente un po pi lunga
          ! "  #   $ %&" ')( * +
simile grosso modo alla n del
francese bon

- . /0 /21 3 4 52. 6

7
8
9
:
;
s<

=
>
?
v

come la precedente
simile alla n di unghia o alla n -
piemontese di lun-a
simile alla gn di gnomo
simile alla n del siciliano sangu
r vocalica come nella citt ceca
Brno
come la precedente un po pi lunga
pronuncia sorda di sano
pronuncia tra sc di scimmia e ch
del tedesco Ich
simile a sc di scimmia
simile alla t del siciliano Turiddu
u lunga
suona spesso come la w inglese,
ovvero come la u semivocalica di
uomo

kh, gh, ch, jh, @ A)B&C&A)B th, dh, ph, bh


si pronunciano con suono separato
k+h, g+h ecc.
tutte le altre lettere come in italiano


   
GA APATYUPANI  AT
Upani  ad di Ga apati 1

   
 !"$#&%'( )+*  *  ) ,- "
 * . /0/  12! 34
567879 :; 6<&7= >?+@A BDCE F$G9 ; HJILK'G M 5I NO
P
QR S&T+U V W XZY[&\ ]
\^ _ `aJbc !d e fJg e h&i!d&jk l
md
n e n j+n opJq+pr |
s
tuvxwxy ztu!{ | tJ}~v}
t tJ} x !   J
 ||
Proprio quel Brahman sono, onnipresente, celebrato dalla !x!  di $x ,3
essendosi sottomessi al quale in ogni cosa i saggi avanzano allora con ininterrotto
procedere.

+$ 0 '

x x&J  & Jx! 


||
! Cos felicit venga dall'udire! pace!

 !
& x ||
Signore! !
J
$   
+'   '$   '   
+ 
    '  
 +'  !    

     | ! "#$ %"# &(' )* +),.- )/ * )* * 0)/ )1 2 | * 0)/ 30) 45678 79 :;< = >? @ |
= A;B CA; :CA;D ;E F GHI J KL M | J NHO PNH QPNHR HS GHI J KL M | J NHO PNH L HI NHS Q(GHR N M F(HS
T(U VW(XYZ [ | \ ] V^ Z Y_.` Yba Y \ XYZ [ c [ \ d V^ |
1
2

egf hbf ibf j k

q rs t u swv x yz|{ } y z ~(( ~( lm n own p bcelesti.


b( ( b

= Padrone (pati) delle schiere


Strofa in metro

Omaggio a te,

  ! Tu invero sei il principio manifesto.

Tu soltanto invero sei

il creatore. Tu soltanto invero sei il reggitore. Tu soltanto invero sei il distruttore. Tu


invero tutto certamente questo Brahman sei.

Tu visibilmente sei l' eterno S.

      !  "!#$ %  "!'&( ) %  "!'*+ ) %  "!


,.- /)- 0 1 2!3546- 7 8 9:- 7)1!6<; =?> @A1 2!3546<BC- DE- / 2!3546FBG+0 HI/)- / 2!3J46F9:K - DE0 - DE- / 2!3J46
L+M N:OEP QEP R S!TAUVW:X)P Y VP Z QEP R S!TAUVP [.\ P QEP R S T)]V Z R)X_P ^ P `aP M baP M b] ^!c R)P R S!T
d e fg hikjlm | n io piq hikjlm | ihi o hiq lsrl | ihi hit+o ru il | ihi v w xy zw {| | {}{
~ zy zw {| | {}{ ~  z y zw {| | +k   |  I k  |  ++ I  | 
k    |  +   |  k +  | k   |   s + +
s+  |
Annunzio la legge sacra. Annunzio la verit. Tu proteggimi. Proteggi chi proclama.
Proteggi chi ascolta. Proteggi chi d. Proteggi chi concede. Proteggi chi sa ripetere,
proteggi il discepolo. Proteggi a occidente. Proteggi a oriente. E proteggi a nord.
Proteggi a sud. E proteggi di sopra. Proteggi di sotto. Me ovunque difendi, difendi
completamente.

 !AI  : !EA ! ) +!AI $.!EA $ + ) +  IA $ A


. : ) )!A  )!A  .! + ) E A
! + )  )
! +  EA ) ) ! +   )
 +sI   +s

 +sI  + +ss



  = Sire      delle schiere 


   .
DELLA CASA, p. 521, traduce "Tu sei [la formula] Questo sei tu resa visibile".
5
DELLA CASA, p. 521, traduce "Tu solo sei [la formula] Tutto questo universo Brahman".
3
4

 

   

$% & '
()
*+*,
-. / %
< ;= >
;?

' |

| / *0 $
*1

@ ;A
;B 7 B;?



& *2
*3 % 3*1

 
 
  



 

 

!"
#
|
* / 6 7 8 9 :
;6 7
4 $
* 4 4 - & (,
* 4 5 | / * 0 $
* 1 & *2
*3 % 3* 1 4 $
* 4 4 
|

6 >
;C7 D ;C
;EF8 C
;6 7 | s;= >
;?

@ ;A
;B 7 B;?

6 >
;C7 G= ;6 C
F6 7 |

Tu fatto di parola, tu fatto di pensiero; tu fatto di felicit, tu fatto di Brahman; tu sei


l' unicoHJIKK L M NPOIPOJM I ;6 tu sei il Brahman manifesto; tu sei fatto di conoscenza, fatto di
discernimento. Tutto questo mondo da te vien generato. Tutto questo mondo per te si
mantiene. Tutto questo mondo in te trover dissoluzione. Tutto questo mondo in te
ritorna.
\ Z _ T bdcfe g hYije g
k l mng
k op
qk l rscfe g hYt uvfwJxdk y zy{bdcfe g hY|fk }fwJxdk y zy{bdcfe g h
\ Z ] _J` ^
\ Z ] V _J` a
Q R S T U V WYX Z [
^
J
d d J d Y
~
Jd {df Y f J^ J d Yf Y Jd Ydf YdJ YJ
{ d
 dd
Y 
Y Y d
 dP P  dj Y  d

^^ 
Y

Yf { P
f JJ J Yd 

Jdd f {J




 
   
|


  


  



|
 







|





 

   






  

 |

|





  
|
|











|
 











 








|





||

Tu [sei] terra, acqua, fuoco, aria, etere.7 Tu [sei] i quattro stati della parola.8 Tu, di l
dalla triade dei ^P ;9 tu, di l dalla triade dei tempi;10 tu, di l dalla triade dei corpi,11
   

  

= sat + cit +
= essere - coscienza - gioia.
 

7
Ovvero i cinque
princpi
elementari.

  
 

  
8
Ovvero:
-

- 


= suprema veggente intermedia


pronunziata. Cfr. MILLER, p. 80, che rimanda a    I.164.45, e TUCCI, p. 132.
9
Ovvero: tamas rajas sattva = oscurit attivit lucentezza.
6

  
 . Su di te [come] essenziato della
triade delle potenze, su di te gli yog costantemente meditano. Tu [sei]   , tu

   , tu Rudra, tu Indra, tu Agni [Fuoco], tu    [Vento], tu !#"$ % [Sole], tu
)( % * ! )( % $ +-, . /#021 1 346587 9;:6< = 021 34
>@? 02A :64
Candra [Luna], tu la santa formula &'"$ &'
BDC ]. Il principio dei EFG
F [G] dapprima avendo emesso, quindi immediatamente il
principio de' suoni [A], [sei]H I JKL MN OP J [Q ], l' energia del Supremo, sorta dalla
12

tu sei in permanenza dimorante nel


13

mezzaluna.14

R)S U)T VXWY Z [#\ ] R)^_ Z#`ab _6ced Z [#\ f#g S Th#d i _ j ced Z [#\-keg S T UlS Z#m2nZ ced Z [#\ ke` ab _6S T o8S p q n ced Z [#\
r s6t uvwx yez6{ |#}-~) #   ~){ |#}- r 6)@ r }- -# )Dr 6#} # -# ) 6   #
2#6 #6 ) )#; 6#6) D
 ) 6
6 2
# )- 
6-  
2 26 662 | 2 2 26 ;2
62 62 | 262 2  62 62 | 262
; 62;2 62 | 2
62  2 62 62 |  6  2 2 62 | 6 2 2;6262 |
2 2; | 26 2 6 | 2626 2 262 6262 |
;26 26262 262 | 2 | 626262 26 62;2 | 26 2 26  ;26
62    6
  |  
  
  ||
[] tenuta a freno col [mantra] salvifico cos la tua forma propria di uomo. La lettera
G [costituisce] la forma iniziale, la lettera A la forma intermedia e l'   la forma
10

Ovvero: passato presente futuro.


Ovvero:   ! " # $ % & ' ( ' & ) * +, - & $ % & ' ( ' & +/. ' & 0/& $ % & ' ( ' & = corpo grossolano corpo sottile
corpo causale.
12
Ovvero il cakra (centro) inferiore dello yoga tantrico. All' interno di talecakra , tra l' altro,
presente l' elefante132 4 56 78 7 , cavalcatura di Indra, dalle quattro zanne. Cfr. AVALON, Il Potere del
serpente, pp. 96-98 e 257-274.
13
Ovvero: 2 9 9 :/5 ; < =/> ?/@ A BC D E> = volont conoscenza azione.
14
Descrizione del mantra FHGJI , che prosegue sotto. La lettera G, iniziale di KJL ML NL O P , si unisce
alla prima lettera dell' alfabeto sanscrito, la A, edalla risonanza Q , rappresentata nella scrittura da
un punto sotto cui talora fa da culla una mezzaluna (nel qual caso sarebbe per pi preciso parlare
di R ST S/U V W X/R Y Z[\ ] \] ^\_Y ` ab cd e f ` g .
11

ultima. Il punto (bindu) [rappresenta] la forma superiore, la risonanza ( ) l' unione.
La [loro] congiunzione [costituisce] il   
  .15 Questa, ecco, [] la scienza di
Ga e  a. Abile nel conteggio [delle sillabe ] il poeta      , improntato al     [] il
metro.16 Il glorioso  "!$#"%$"&$"'$"( ) 17 [] la divinit. *,+ ! - ". ! (Onore a - "&$"'$"( ) !).18
All' Unid
entato19 attentamente guardiamo, su Quegli dalla curva proboscide
meditiamo. Quello dalla zanna possa cos ispirarci.

/0213 4 5674 89 : ;4 5<$= >,?A@ B">,CD= E F G2? HAI


J K L MN$O P MQ$RT2
S U V W X2Y Z M[ \ ]^2_"N$`a[ bDc
d eAfg2h i$kmj l d fno p q r2s$q r$fd eut$j vwvwx yAz
{ |u}A~ D  2m { |u
  am D
a}A 2 { 2A m A
|u 2 $ m
 m 
$ w $ D
 "  
m m m Am $

15

Cio il fenomeno eufonico continuamente ricorrente nel sanscrito per cui due o pi lettere si
fondono insieme con trasformazioni fonetiche talora assai sensibili. Qui peraltro il , diviene
simbolo del quarto stato, quello dell' unificazione interiore, in cui mediante la risonanza dello spirito
( " ) abolita la discontinuit di coscienza tra veglia, stato onirico e sonno profondo.
16
DELLA CASA traduce "il metro una   difettosa". Ma sarebbe ben strano se un autore
definisse difettoso il metro che tuttavia usa. Per   si intende in genere un metro di
ventiquattro sillabe, suddivise in tre ottonari o diversamente. Qui la divisione in due versi di sedici
ed otto.
17
   $ = Grande (  ) , ovvero visto, di l dal suo aspetto
particolare, come divinit suprema.
18
Nel paragrafo seguente riportata l' invocazione a , evidente adattamento del mantra
      
 detto


  ",   , di cui si paragoni, se si vuole, il testo: " a " "a 
|                   ! " Cfr. WOOD, p. 191, ed AVALON, Tantra della grande
liberazione, p. 128. Parecchio diversa la sacerrima #%$ &('*) + , di -.#./ 0 1 ' III, 62, detta anche 2 $/ 3 ) + , , il
mantra dedicato al Sole (4 56 7 8 9 ): ": ; : < = > ? @ A B CD E F G HD I J KL M N O PQ RL S TL P K U V L K W P K W T O T O XY Z
[ \ Y ] ^ _Y `a b c .
d ee f spezzata e gettata una contro la Luna che rideva di
19
Cio dall' unica zanna, avendone Ga
lui. Cfr. STUTLEY-STUTLEY, p. 133.
8

 



 

   

 

 



 

  






 

 

   

 

  #

!  

  
    

   



    


 

! " 

 #



|
 

     


 $ 

#   

  

    "  

  "#' "#  

|
||

   

  %  &     % $       

||

|
||

  $ | ( )

Sull' Unidentato, dalle quattro braccia, su Quegli dal cappio,che porta il pungolo [per
elefanti], su Colui che terrore non infonde, l' esauditore dei desideri, che con le [sue]
mani sorregge, il cui veicolo il topo;
sull' amabile, dal ventre prominente, dalle orecchie simili a ventagli sventolanti, dalle
vesti rosse, dalle membra cosparse d' unguento dal dolce profumo, su Colui che con
fiori rossi giustamente onorato;
sul dio compassionevole verso i suoi devoti, cagion dell' universo, imperituro e
manifestatosi nel principio della creazione, di l da *,+ -/.0/1 2 e *43/+/35 - ;21
su di lui sempre medita lo 687 9;: eccellente tra gli 687 9;: .
<;=8?A
> @ > B;CB;D?

<;=8?A
> E8F CB;D?

[ ^H\_ PB;> Da`b\ W V = c B d D?

X D Y VZ B;> DA[ \]8[ \<;> [ ^H?<


<;=8M?O
B N MB PRQTS/U?;> VW > T

<;=HGJI=8KLCB;D?

<;=8? > <;=HG;e

fghji

gog gpq
fghji
gsgog g pq
fghjgt
o g hjg g og g pq
f ghjgv 

q wv
kl m n
n
r
n
l
nu
n
n nx
y ghzi{g pg| }g{gf 
p g | fg | f
| fq | 
g v
pg
g g
{ gh g pq 
f ghji 
f ghjgt
lm
nm
k ru
k 
m ~
~ k
x nm

~ lk l
ln
||
s
Omaggio al Signore dell' Assemblea, omaggio a Ga
apati, omaggio al Signore dei

Tormentatori [Pramatha],22 sia reso omaggio a te, a Colui dal ventre prominente,
Tre strofe e mezza in metro  / 
Grosso modo,   H     4  , = spirito, forma, polo attivo.
22
Spiriti affini ai  . cfr. STUTLEY-STUTLEY, pp. 336-337.
20
21

Unidentato, Distruttore degli ostacoli, Figlio di   , gloriosa manifestazione


dell' esauditore di desideri. Omaggio! omaggio!

 
   
     
  

! "$# "&%('*)+,.-0/1/32 4 5 27(


6 8 439# :;"$+,.-0/1/32 4 +3</ = >@? , A +,.-0/1)B

?DC# )# + %(, # ))# + %(# E F? = G"$+,.-H/3# "$?DA IJ"$# 8 ,1


# 5 K 2/3% LJ+ MN)# ) M 8 # O"$5 +.-PF# + Q A IJ"$# 8 ,R
# Q # 5 S % LJ+ M@)# ) M
8 # O"$5 +.- /3# "*M F# +3<F" = M TU# 8 ,# V)# ), # W 25 +.- A ?D# 4 X;4 %(# ?D?D, # YMZ[5 2\ K 5 +.];^ _a` _;^ b_;c d_Je f c g h g i `bj ^ ] k _ l c ;_ b mn_ l b o 
h p;h _
s;_ xya_
k_
k _;c d_;^ _;v
k w q b_;mn]a`b_;^ ] | k _
k p;h _;mn_a`bj hp ug `f d_ k _ q z ^ _;{ s p s_;{ u p e _ h
u p e _ h _;^ f | k p;h _;{|s c p ^ _;v s c _ h w {} p ug i s p sg
d f u` _;^ f |

q _;r s_;^ ] | k _ k _;c d_;d f t b u_;f c u_ lp


mn_;b p s p ^ _ q gs_;s p ^ _ qp ^ s c _;m
_;^ f | s c p ^ _;c _a`bj hp ug c p ^ c f q z ^ _;{

`b h ;_ ^ ] |
w y h _;^ ] |
s p s_;{

l b_;d_;^ f | `b_;c m p c ^ b_ qp mn_;mng q~ _;{

ya_

Chi questo sommo insegnamento degli Atharvan23 recita, riesce nell' identificazione
col Brahman. Egli rimuove tutti gli ostacoli, egli sempre al bene s' accompagna, egli
si libera dai cinque grandi peccati e dai peccati secondari.
Chi lo recita di sera, quel che di giorno ha fatto di male cancella. Chi lo recita di
mattina, quel che la notte ha fatto di male cancella. Chi mattino e sera lo recita
diviene senza macchia ed ottiene la giustizia, l' utile, il piacere e la liberazione.

a D J  $ $ D $ $ HD ; J$  J$  .
;

; ; J ;n ;

;;

 a na J ;


;;


|

Questo sommo insegnamento degli Atharvan non va impartito all' incapace


d' istruzione. Chi eventualmente per ignoranza dovesse impartirlo diventa peggiore.

23

Atharvan = sacerdote del fuoco. In particolare quello che produsse per primo il fuoco, ne fece
culto offrendogli il soma e formul l'Atharvaveda.
10

 
       

   

!"#  # $ % &(')% *+-,. / 0 1 2 ,% *3
465 798:<; = >? @BA6CD 5FEGD HI; H; J K HD 5LNMPO :<QH = RH; S: > TLNUV; I; 46W RXYD HI; 5 TLN?ZD [ K \ D 5
]^9; 46?\ D 5L
_ `ba`_ c dbe`bc f `bgdPhji`bk i`bk l dbmn`bm `Phjajo f p f `bk f `bmn`bgpbg` _ dPhja`bipbf | `bgpbg` q `br`bs`bf t m
`bu9a9t v t wxP`bf t _ ` ed q myo u9a`be`bf t | xP`bf z9c f a9idbm `bg`{ g`bw | `bs`bf t _ ` e9t hjidbedbg u9a`be`bf t | t f i
`bf a`bc e`br`bed l i`bm | u9c `ba9mndPhjidPxP`bc `br`bk e9t hjidbf | g` u9t u9apbf t l `Ph9dPxP`bgpbf t |
A partire da mille ripetizioni pu, trattenendo il respiro, far adempiere quel desiderio

a cui si volge il pensiero. [Se] con il respiro [quale un olio santo] unge Gar apati, egli
eloquente diviene. [Se] nel quarto [giorno della quindicina lunare] a digiuno [lo]
recita, egli diviene sapiente. Cos la sentenza degli Atharvan. In virt di [tale] scienza
[ottiene] il primo approssimarsi al Brahman; cos non ha timore giammai.

<} 
~  ~ b }    ~   ~
 9 < ) 

}<
~ ~ } N}<B ~ ~   ~ ~ }< ~
 6 
  <   6

j  <   <  6  j   )  P


   9  ) )  
    9 <    9 <  9 9 < <     
( j  

 j 9 b999 b b b  b    bb | 


b b  
  9b   b 9  

 bb |  Pb  bb |
b  |       9 b b 
 b b 
 b |   b

9   n 
    9   
9 bb P   bb | 9 b 9  n P 

b n   9  b    9n 9  bb | nb9   b    b |
 

n  b
    b | n P  b    b | b b9  bb b b9

 bb | b  
b   9  b ||
11

Colui che sacrifica con fili di erba  

diviene l' altissimo


     .25 Colui che

sacrifica con grano arrostito diviene il Glorioso. Egli diviene il Saggio. Colui che
sacrifica con mille dolci, quegli raccoglie il frutto desiderato. Colui che sacrifica con
bruciamenti di burro chiarificato egli tutto ottiene, egli tutto ottiene. Otto   
insieme avendo fatto raccogliere, diviene splendente come il Sole. Il Sole in eclissi,
effettuata la recitazione entro la [corrente della]  

!"

o in presenza d' una

statua, diviene il siddhamantra:27 vien liberato dal grande ostacolo; dal gran peccato
vien liberato; dalla grand' oscurit vien liberato: quei diventa onnisciente, quei diventa
onnisciente che in tal modo ha conosciuto. Cos l' # $&% '( ) %* .

+-, ./0213 451 687


0

9 : ;=<?> @ A , 9 , . , 1CBED , F 15/7


G

% H ( I JK L %=L G M %=L ||


N %*OH %P Q %H RSN ( H ( L ( T U' L ( I ||

JK

Signore! VWK ! Quello la realt!


V K ! Cos felicit venga dall'udire! pace!
W

XO, 1CY&>?Z-3 [ \Z-, ]^3 45_&D `D87


( L ( a %R% $&%=L bc# $&%'( ) %=L M %dU $WL U ||
ef ghEih j jOk l-m&ngf o nipiOfcq rsr t&r=u v w

xEy z { | = Panicum Dactylon.


}=~  ~O ~ ~ un appellativo di Kubera, figlio di c O , dio della ricchezza.
26
   = gran fiume = Gange o altro fiume.
24
25

27

Siddhamantra = mantra perfetto.


12