Sei sulla pagina 1di 25

ICity Rate

La classifica delle citt intelligenti italiane OTTOBRE 2012

ICityRate
Laclassificadellecittintelligentiitaliane

29ottobre2012


LecittinpolepositionnellacorsaversoleSmartCities............................................................................ 3 Leclassifiche.................................................................................................................................................................... 6 Notametodologica ......................................................................................................................................................15 Dimensioneeconomica ........................................................................................................................................17 DimensioneAmbiente ..........................................................................................................................................19 DimensioneGovernance......................................................................................................................................20 DimensioneLivingqualitdellavita...........................................................................................................21 Dimensionemobilit .............................................................................................................................................22 DimensionePeopleCapitalesociale............................................................................................................23 Ilgruppodilavoro.......................................................................................................................................................24

ICityRateFORUMPA

Le citt in pole position nella corsa verso le Smart Cities


ICity Lab - dove la I evoca Innovazione, Inclusione, Interazione, Intelligenza - una iniziativa di FORUM PA che vuole essere di supporto a tutti coloro che operano ai diversi livelli per migliorare le nostre citt, ma anche uno stimolo a impegnarsi sempre di pi nei diversi ambiti che caratterizzano una citt intelligente. Per questo motivo, oltre a produrre materiali di lavoro e di ricerca, FORUM PA - in occasione dell'apertura della manifestazione Smart City Exhibition presenta i risultati di ICity Rate, la classifica delle citt intelligenti italiane. L'idea di Citt Intelligente alla base del rating, quindi, quella di una citt inclusiva e competitiva ben descritta dalla parole del ministro Francesco Profumo: "Al centro della sfida vi la costruzione di un nuovo genere di bene comune, una grande infrastruttura tecnologica e immateriale che faccia dialogare persone e oggetti, integrando informazioni e generando intelligenza, producendo inclusione e migliorando il nostro vivere quotidiano" 1 . I capoluoghi di provincia italiani sono stati messi a confronto sulla base di circa cento indicatori riferiti alle dimensioni della governance della citt, dell'economia, della mobilit, dell'ambiente, del capitale sociale e della qualit dei servizi che hanno poi permesso di arrivare alla classifica finale.

1PrefazioneaGranelli,

Andrea. Citt intelligenti? Per una via italiana alle Smart Cities. Luca Sossella Editore, 2012.

4 Il tema delle Smart Cities fortemente sostenuto a livello internazionale e in particolare dalla Commissione Europea, per questo nella scelta delle dimensioni da analizzare si fatto riferimento ad un analogo lavoro svolto dalla Commissione Europea cos da poter rendere i risultati pi possibile equiparabili a livello internazionale. 2 A livello nazionale, lattuale governo ne ha fatto uno degli strumenti prioritari per riavviare la crescita dei nostri territori in una logica di sostenibilit e di inclusione. Prima i bandi Miur finalizzati a cofinanziare con circa un miliardo di euro iniziative pubblico-private per la creazione di Smart Cities, poi il neonato Decreto Crescita che prevede azioni e strumenti specifici per la creazione di Comunit Intelligenti italiane, dimostrano come in Italia il tema sia centrale ma primordiale e definisce linizio di un percorso che si spera porter importanti novit per i nostri territori. Proprio perch si tratta di un percorso appena iniziato la classifica, piuttosto che considerarsi un punto di arrivo, vuole essere utile per fotografare lo stato attuale, di partenza dei processi in corso. Utilizzando la metafora delle corse automobilistiche, quella che restituiamo non la classifica finale ma la griglia di partenza di una gara ancora tutta da correre. Ovviamente in pole position non ci si arriva per caso e le citt pi avanti nello schieramento sono quelle che possono vantare una preparazione, unaccumulazione importante nei diversi ambiti considerati. In prima fila troviamo Bologna e Parma che fanno da apripista ad un primo gruppone di 15 citt e chiuso da Modena (Tab.1). Sono citt tutte rigorosamente del CentroNord e sia di caratura metropolitana che intermedia. Le tabelle 2 e 3 meglio evidenziano le caratteristiche dei diversi sistemi urbani. La classifica delle citt metropolitane dimostra una netta spaccatura tra le dieci aggregazioni urbane: Bologna, Firenze, Milano, Genova, Venezia e Torino appartengono al gruppo delle prime 15 dimostrando di riuscire a competere con le citt pi piccole non solo negli ambiti settoriali pi propri delle citt metropolitane quali leconomia, ma anche in quelli pi critici per le ampie dimensioni: qualit della vita, mobilit, capitale sociale e ambiente. Al contrario segnano decisamente il passo le altre quattro citt metropolitane: la prima che insegue Roma (21) seguita da Bari (69), Napoli (77) e Reggio Calabria che si colloca all87 posto. A proposito di Reggio Calabria, nella tabella 3 sono state isolate le citt delle regioni meridionali. Al momento attuale il ritardo delle citt del Sud evidente: la prima Cagliari che in classifica generale al 43 posto, seguita da Lecce (54) e Matera (58). Tutte le citt in coda alla classifica appartengono alle regioni meridionali, classifica che chiusa da Caltanissetta, Crotone ed Enna. In prospettiva, e soprattutto anche grazie ai finanziamenti gi assegnati con il primo bando del MIUR esclusivamente rivolto alle regioni dellobiettivo convergenza, si spera che la compattezza di questo schieramento venga incrinata. Diversamente anche le Smart Cities le comunit intelligenti rischiano di diventare lennesima occasione perduta per un territorio in cerca di prospettive. Le tabelle successive (tabb. 4-9) riportano le classifiche basate sulle singole dimensioni di analisi.
smart cities, S.d. http://www.smart-cities.eu/.

2European

ICityRateFORUMPA

Le citt in prima fila per le diverse dimensioni sono: Pisa e Milano per leconomia, Trento e Ravenna per lambiente, Torino e Padova per la Governance, Siena e Trieste per la qualit della vita, Milano e Venezia per la mobilit e Bologna e Ravenna per il capitale sociale. Questa la fotografia complessiva che lindagine ci restituisce, ovviamente come per tutte le fotografie, anche le pi definite come questa, il rischio di non restituire il movimento. In particolare se il rating ci da la possibilit di valutare le caratteristiche strutturali delle realt analizzate non ci permette di cogliere le fenomenologie emergenti e i processi in essere. Nel caso specifico delle Smart Cities non si pu non citare il lavoro di alcune citt (come Torino, Genova, Venezia, ecc.) che hanno cominciato da pioniere un percorso ancor prima che fosse di moda e che sono battistrada di tutte le attivit italiane ed europee costituendo spesso nuclei di aggregazione per soggetti diversi: dalle imprese alle istituzioni finanziarie.

Le classifiche

ICityRateFORUMPA


Tab. 1 - Classifica generale

Posizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 21 23 24 24 26 27 28 28 30 30 32 33 33 35 36 37 38 39 40 41 42 43 43 45 46 47 48 49 50 51 52

Comune Bologna Parma Trento Firenze Milano Ravenna Genova Reggio Emilia Venezia Pisa Padova Torino Bolzano Siena Modena Rimini Aosta Bergamo Ferrara Vercelli Roma Vicenza Udine Brescia Piacenza Mantova Cuneo Forl Cremona Perugia Trieste Ancona Pavia Verona Lodi Macerata Pordenone Livorno Pesaro Biella Verbania Savona Cagliari Belluno Novara Grosseto Terni Treviso Asti Prato Lucca La Spezia

Indice 529 488 486 478 476 469 464 463 460 459 455 453 451 449 445 439 436 435 434 432 423 423 417 416 416 415 405 403 403 397 397 393 389 389 388 387 384 383 381 380 378 375 371 371 370 368 367 365 364 360 359 358

Posizione 53 54 55 56 56 58 58 60 61 62 63 64 65 66 67 67 69 69 71 71 73 74 75 76 77 78 79 79 81 82 83 84 84 86 87 88 89 90 91 92 93 93 95 96 97 98 99 100 101 102 103

Comune Sondrio Lecce Como Arezzo Alessandria Lecco Matera Gorizia Pistoia Ascoli Piceno Rovigo Cosenza Imperia Viterbo Salerno Chieti L'Aquila Bari Potenza Teramo Campobasso Pescara Massa Varese Napoli Sassari Frosinone Rieti Caserta Palermo Avellino Taranto Foggia Messina Reggio Calabria Benevento Latina Nuoro Isernia Ragusa Trapani Catania Catanzaro Oristano Brindisi Agrigento Vibo Valentia Siracusa Caltanissetta Crotone Enna

Indice 353 352 348 342 342 338 338 332 330 328 324 322 318 316 315 315 309 309 305 305 302 299 295 292 290 289 287 287 286 279 278 277 277 272 268 266 261 255 253 248 245 245 243 242 240 231 228 223 206 201 197

8
Tab. 2 - Classifica assoluta e relativa citt metropolitane Posizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Posizione Ass.. 1 4 5 7 9 12 21 69 77 87 Comune Bologna Firenze Milano Genova Venezia Torino Roma Bari Napoli Reggio Calabria Indice 529 478 476 464 460 453 423 309 290 268


Tab.3 - Classifica assoluta e relativa delle citt del Sud Posizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 13 15 16 17 18 19 20 20 22 23 24 25 26 27 28 29 Posizione Ass.. 43 54 58 64 67 69 71 77 78 81 82 83 84 84 86 87 88 90 92 93 93 95 96 97 98 100 101 102 103 Comune Cagliari Lecce Matera Cosenza Salerno Bari Potenza Napoli Sassari Caserta Palermo Avellino Taranto Foggia Messina Reggio Calabria Benevento Nuoro Ragusa Trapani Catania Catanzaro Oristano Brindisi Agrigento Siracusa Caltanissetta Crotone Enna Indice 371 352 338 322 315 309 305 290 289 286 279 278 277 277 272 268 266 255 248 245 245 243 242 240 231 223 206 201 197

ICityRateFORUMPA


Tab. 4 - Classifica relativa alla dimensione economica Posizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 11 13 14 15 16 16 18 19 20 20 20 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 43 45 46 47 48 48 50 50 52 Comune Pisa Milano Firenze Rimini Bologna Trieste Siena Venezia Verona Parma Roma Ancona Torino Genova Padova Perugia Vicenza Bolzano Bergamo Grosseto Udine Savona Treviso Brescia Ravenna Arezzo Macerata Forl Aosta Livorno Trento Terni L'Aquila Pescara Teramo Pordenone Reggio Emilia Prato Chieti Ascoli Piceno Catania Bari Gorizia Alessandria La Spezia Catanzaro Cagliari Lucca Modena Pesaro Piacenza Lodi Indice 485 476 466 464 452 447 433 415 398 395 393 393 390 382 378 377 377 372 368 366 366 366 365 363 362 359 356 354 350 348 344 341 339 338 337 334 333 329 328 325 323 321 319 319 318 316 315 314 314 312 312 308 Posizione 52 54 55 56 57 57 59 59 59 62 63 63 65 66 67 68 68 68 71 72 72 74 75 76 76 78 78 80 81 82 83 83 85 86 87 87 89 90 91 92 93 94 95 95 97 97 99 99 101 102 103 Comune Indice Imperia 308 Napoli 307 Frosinone 306 Varese 305 Verbania 302 Vercelli 302 Novara 301 Cuneo 301 Pistoia 301 Pavia 298 Cosenza 292 Mantova 292 Viterbo 291 Campobasso 290 Massa 289 Benevento 288 Reggio Calabria 288 Crotone 288 Como 286 Caserta 285 Matera 285 Cremona 284 Salerno 283 Sassari 280 Lecce 280 Isernia 279 Avellino 279 Biella 276 Lecco 274 Asti 270 Trapani 268 Rovigo 268 Potenza 263 Foggia 261 Ragusa 258 Ferrara 258 Rieti 255 Palermo 254 Latina 253 Sondrio 251 Taranto 247 Vibo Valentia 243 Agrigento 237 Brindisi 237 Belluno 235 Enna 235 Siracusa 233 Nuoro 233 Messina 217 Oristano 205 Caltanissetta 175

10
Tab. 5 - Classifica relativa alla dimensione ambientale Posizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 13 15 16 17 18 18 20 21 22 23 24 24 26 26 26 29 30 30 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 45 47 47 49 50 50 52 Comune Trento Ravenna Verbania Belluno Vercelli Pordenone Aosta Cuneo Macerata Udine Bolzano Biella Rimini Brindisi Novara Sondrio Savona Mantova Matera Asti Perugia La Spezia Gorizia Genova Reggio Emilia Piacenza Forl Pisa Vicenza Caserta Ferrara Oristano Brescia Rovigo Modena Viterbo Livorno Sassari Lodi Siena Parma Bologna Lucca Ancona Padova Terni Isernia Alessandria Potenza Roma Teramo L'Aquila Indice 732 710 698 696 657 647 620 616 613 604 600 597 593 593 591 581 574 573 573 571 569 564 560 557 557 556 556 556 555 553 553 552 548 546 544 542 537 532 528 526 522 521 518 515 513 513 512 512 511 506 506 505 Posizione 52 54 55 56 57 58 59 60 60 62 63 64 65 65 67 68 69 70 71 72 73 74 75 75 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 87 87 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 Comune Indice Milano 505 Salerno 503 Ascoli Piceno 502 Cremona 498 Bergamo 496 Varese 493 Torino 489 Lecce 487 Verona 487 Trapani 485 Ragusa 484 Como 483 Taranto 479 Nuoro 479 Vibo Valentia 477 Pavia 475 Arezzo 472 Grosseto 471 Trieste 470 Venezia 469 Enna 461 Lecco 455 Caltanissetta 454 Reggio Calabria 454 Avellino 453 Pesaro 452 Massa 449 Prato 448 Treviso 447 Pescara 437 Firenze 436 Rieti 435 Cagliari 433 Bari 426 Napoli 425 Latina 425 Crotone 425 Chieti 408 Campobasso 406 Pistoia 395 Messina 390 Cosenza 384 Imperia 379 Foggia 374 Catanzaro 349 Benevento 342 Agrigento 332 Frosinone 321 Siracusa 307 Catania 296 Palermo 279

ICityRateFORUMPA


Tab. 6 - Classifica relativa alla dimensione governance Posizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 Comune Torino Padova Genova Ravenna Bologna Udine Venezia Parma Firenze Ferrara Trento Modena Reggio Emilia Bergamo Rimini Bolzano Milano Grosseto Potenza Pisa Lecce Forl Pordenone Frosinone Mantova Prato Cremona Verona Rovigo Asti Napoli Perugia Belluno Matera Bari Vercelli Cagliari Roma Verbania Lodi Vicenza Cuneo Piacenza Salerno Arezzo Livorno Terni Sondrio Siena La Spezia Palermo Pavia Indice 727 723 707 693 686 677 659 659 654 647 641 641 639 633 614 614 584 565 554 553 545 533 528 526 525 524 523 518 511 511 508 504 499 496 493 489 480 480 471 469 469 468 467 467 465 462 460 460 455 453 452 452 Posizione 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 Comune Ancona Brescia Macerata Biella Campobasso Gorizia Pistoia Pesaro Caltanissetta Caserta Lecco Trieste Foggia Ragusa Aosta Viterbo Cosenza Messina Sassari Avellino Imperia Treviso Alessandria Lucca Nuoro Chieti Latina Novara Teramo L'Aquila Catania Savona Brindisi Como Vibo Valentia Trapani Massa Reggio Calabria Benevento Taranto Ascoli Piceno Crotone Enna Pescara Rieti Agrigento Oristano Siracusa Varese Catanzaro Isernia Indice 452 451 443 441 438 436 434 423 422 421 415 414 411 408 405 403 388 375 372 370 369 368 365 360 351 341 337 336 335 334 334 317 313 309 307 294 292 289 286 285 281 278 278 275 263 247 235 230 206 202 150

12
Tab. 7 - Classifica relativa alla dimensione living Posizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 18 18 21 22 23 23 25 26 27 28 29 29 31 31 33 34 35 36 37 37 39 39 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 51 Comune Siena Trieste Vicenza Lucca Pisa Bologna Trento Reggio Emilia Firenze Cuneo Mantova Ferrara Parma Macerata Aosta Padova Piacenza Modena Biella Vercelli Sondrio Genova Treviso Livorno Bergamo Ravenna Cremona Ancona Pesaro Pistoia Arezzo Novara Brescia Perugia Pavia Como Venezia Forl Viterbo Gorizia Grosseto Terni Lecco Nuoro Roma Rimini Frosinone Asti Milano Varese Verona Belluno Indice 522 520 519 515 513 499 497 493 480 464 461 460 455 454 452 441 436 435 435 435 434 432 430 430 427 425 420 416 415 415 414 414 413 412 410 409 407 407 405 405 399 397 391 385 383 382 377 375 374 373 372 372 Posizione 53 54 55 56 57 58 58 60 61 62 63 63 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 80 82 82 84 84 86 87 87 89 90 91 92 93 94 95 96 96 98 98 100 101 102 103 Comune Indice Alessandria 370 Pordenone 369 Bolzano 366 Savona 365 Prato 364 Oristano 359 L'Aquila 359 Imperia 355 Lodi 353 Torino 352 Udine 350 Massa 350 Ascoli Piceno 349 Verbania 344 Rovigo 339 Cagliari 334 Isernia 333 Chieti 328 La Spezia 322 Sassari 320 Vibo Valentia 316 Lecce 315 Rieti 311 Teramo 309 Matera 307 Pescara 305 Campobasso 303 Enna 301 Palermo 301 Latina 299 Avellino 299 Taranto 295 Messina 295 Caserta 287 Cosenza 283 Brindisi 283 Bari 282 Foggia 277 Napoli 276 Salerno 275 Ragusa 273 Benevento 271 Potenza 269 Catanzaro 267 Trapani 267 Caltanissetta 258 Siracusa 258 Agrigento 252 Catania 245 Reggio Calabria 217 Crotone 202

ICityRateFORUMPA


Tab. 8 - Classifica relativa alla dimensione mobilit Posizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 11 13 14 15 16 17 17 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 31 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 Comune Milano Venezia Bologna Aosta Torino Parma Firenze Brescia Reggio Emilia Siena Roma Bergamo Vercelli Genova Bolzano Lodi Padova Trento Cagliari Ferrara Cremona Piacenza Modena Pavia Pisa Cuneo Pesaro Mantova Savona Cosenza Novara Vicenza Ravenna Como Treviso Biella Rimini Lecce Palermo Udine Alessandria Ancona Perugia Verona Imperia Asti Livorno Ascoli Piceno La Spezia Terni Verbania Lucca Indice 512 510 487 451 445 437 431 421 381 378 372 372 360 347 346 345 343 343 341 331 329 324 320 315 299 291 290 287 286 280 273 273 259 254 253 248 240 239 235 232 231 227 218 214 212 210 209 208 207 206 203 200 Posizione 53 54 55 56 56 58 59 60 61 62 62 64 65 66 67 68 68 70 71 72 73 73 75 76 77 78 79 80 81 82 83 83 85 85 87 88 89 90 91 92 93 93 95 96 97 98 99 100 101 102 103 Comune Indice Forl 199 Trieste 194 Chieti 193 Prato 191 Reggio Calabria 191 Messina 184 Belluno 182 Macerata 179 Salerno 178 Lecco 175 Pordenone 175 Napoli 173 Taranto 170 Rieti 168 Bari 167 Varese 162 Grosseto 162 Agrigento 159 Pescara 158 Foggia 155 Pistoia 153 Matera 153 Sondrio 149 Benevento 142 Teramo 140 Catanzaro 138 Rovigo 136 Massa 133 Catania 131 Arezzo 127 Caserta 123 L'Aquila 123 Campobasso 122 Siracusa 122 Viterbo 117 Potenza 113 Sassari 108 Trapani 100 Gorizia 95 Isernia 94 Latina 91 Avellino 91 Frosinone 84 Ragusa 79 Oristano 67 Brindisi 54 Nuoro 53 Vibo Valentia 51 Crotone 47 Enna 29 Caltanissetta 28

14
Tab. 9 - Classifica relativa alla dimensione people Posizione 1 2 3 3 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 14 16 17 18 19 20 21 22 23 23 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 38 40 41 41 43 43 45 46 47 48 49 50 51 52 Comune Bologna Ravenna Modena Forl Parma Bolzano Trento Ferrara Belluno Rimini Piacenza Sondrio Trieste Genova Gorizia Reggio Emilia Mantova Pordenone Firenze Verona Udine Vercelli Milano Ancona Macerata Pesaro Pavia Verbania Roma Lecco Cremona Padova Pisa Vicenza Livorno Prato Perugia Como Torino Siena Campobasso Savona Grosseto Isernia La Spezia Pistoia Matera Arezzo Biella Aosta Novara Cuneo Indice 558 545 506 506 498 484 481 477 469 463 453 445 443 442 442 441 439 436 435 434 432 430 429 429 427 424 423 422 420 418 417 416 412 410 409 405 402 401 401 399 398 398 394 394 392 391 389 387 384 382 381 377 Posizione 53 53 55 56 57 57 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 92 94 95 96 97 98 99 100 100 102 103 Comune Indice Asti 375 Massa 375 Ascoli Piceno 374 Terni 373 Bergamo 371 Lodi 371 Avellino 367 Pescara 366 Rieti 365 Treviso 361 Potenza 359 Venezia 358 Lucca 356 Cagliari 352 Nuoro 343 L'Aquila 342 Frosinone 341 Lecce 339 Rovigo 336 Chieti 335 Varese 334 Brescia 333 Viterbo 329 Teramo 327 Benevento 326 Cosenza 325 Latina 320 Oristano 319 Imperia 318 Alessandria 313 Caltanissetta 311 Sassari 301 Salerno 300 Brindisi 281 Bari 273 Taranto 264 Foggia 261 Catanzaro 253 Vibo Valentia 248 Messina 236 Siracusa 236 Reggio Calabria 235 Caserta 232 Enna 223 Trapani 213 Catania 211 Ragusa 209 Palermo 206 Crotone 206 Agrigento 197 Napoli 189

ICityRateFORUMPA

Nota metodologica
Al fine di elaborare un indice sintetico, la scelta del modello e del quadro concettuale di riferimento rappresentano il primo step. La scelta delle dimensioni da considerare avvenuta attraverso una ricognizione della letteratura esistente che vede nelle sei dimensioni prescelte la declinazione naturale del modello europeo e dei pi attuali modelli internazionali sullargomento. Il framework di riferimento prevede sei dimensioni, Economia, Ambiente, Governance,Mobilit,Qualitdellavita,Persone. La scelta delle variabili che rappresentassero le dimensioni avvenuta attraverso unampia ricognizione delle fonti esistenti a livello comunale, con alcune estensioni ai sistemi locali del lavoro e alle province, sia per ragioni di opportunit (per molte variabili non esistono attualmente dati comunali) sia di coerenza del modello (per alcuni indicatori economici la realt delsistemalocaledellavoroodellaprovinciarappresentanomeglioledinamicheterritoriali).Da un primo esame dei dati esistenti sono state selezionate, dove possibile senza alterare la qualit del modello, quelle variabili che presentassero un numero trascurabile di missing data (per evitare distorsioni da imputazione) o presentassero valori anomali. Successivamente, attraverso lausilio di tecniche statistiche sono state scartate quelle variabili che presentassero una variabilitlimitatadelfenomenoinesame,prediligendoquellepieterogeneeperuntotaledi 89 variabili/indicatori, alcuni dei quali sintetici. In realt quindi linformazione raccolta nello smartcityindexincorporaunnumeromoltopiampiodiindicatorielementari.
DIMENSIONE SMARTECONOMY SMARTENVIRONMENT SMARTGOVERNANCE SMARTLIVING SMARTMOBILITY SMARTPEOPLE Totale NUMERODIINDICATORI 25 7 15 18 7 17 89

IMPUTAZIONEDEIMISSINGDATA Come gi detto, la presenza di dati mancanti stata limitata in fase di selezione delle variabili/indicatori. Nei casi in cui fossero presenti valori mancanti si proceduto attribuendo in alcuni casi un dato riferito a un periodo precedente, in altri imputando la media dei valori, in altri imputandoilvaloreminimo,cercandodivalutareleffettosullindicesinteticoperevitareeccessivi effettidistorsivi. TRASFORMAZIONEDEIDATIEAGGREGAZIONE(DIMENSIONIEINDICEFINALE) Per aggregare in un unico valore di sintesi un set di valori di natura differente, necessario, riportare tutte le variabili a dei valori tra di loro confrontabili, o con la stessa unit di misura. Nel caso specifico delle variabili utilizzate per lo smart city index, sono state effettuate diverse prove (es. standardizzazione con zscores) e confrontati i risultati. La scelta ricaduta sulla trasformazionedeivalorioriginari(x)invalori(f(x))compresifra0e1secondolaformula:

16
x - min f(x) = --------max - min ===> f(min) = 0; f(max) = max - min --------- = 1 max - min

Inquestomodosisonoreseconfrontabilivariabiliconunitdimisuradiverse.Ivaloricosottenuti sonostatimoltiplicatiper1.000.Aquestopuntostatopossibileprocedereconlaggregazionetra valori confrontabili, effettuata attraverso la media semplice delle variabili che compongono ciascuna dimensione. Per arrivare alla sintesi finale, cio allo smart city index, le dimensioni sono state aggregate utilizzando la media geometrica dei valori, in modo da premiare le citt con valori piequilibratinegliindicidimensionali. Sono state inoltre effettuate analisi statistiche fattoriali, in particolare stata svolta lanalisi in componenti principali, per verificare lattendibilit dei risultati. I risultati hanno mostrato che i valoridellosmartcityindexottenuticonleduetecnichenonsidiscostano,diconseguenzastato sceltoilmetododellamediageometrica,persemplicitdicomprensione. Nelle tabelle seguenti, per ciascuna dimensione operativa sono riportati il tema di riferimento, la variabileelindicatoreutilizzato,laFonteutilizzata.

ICityRateFORUMPA

DIMENSIONE ECONOMICA
Tema Variabile Indicatore Fonte

Imprese responsabili Sviluppo Innovazione Innovazione Innovazione

Imprese certificate Assolvimento funzione creditizia Imprese innovative Imprese innovative Dinamica imprenditoriale

Certificazioni ambientali: ISO 14001 (N di certificazioni ISO 14001 ogni 1.000 imprese attive) Rapporto impieghi/depositi al 31/12/2011 Imprese del settore IT sul totale delle imprese (u.l. / totale delle u.l. registrate) Imprese nel settore R&S sul totale delle imprese Tasso di iscrizione netto nel registro delle imprese Intensit brevettuale Invenzioni depositate per 1.000.000 di abitanti

Legambiente

Banca d'Italia Istituto Tagliacarne Infocamere Infocamere Ufficio italiano brevetti e Marchi, Istat Ufficio italiano brevetti e Marchi, Istat Ufficio italiano brevetti e Marchi, Istat Rapporto Unioncamere 2012 Rapporto Unioncamere 2012 Ancitel, Istat Istat Istat Istituto Tagliacarne Symbola_Rappor to l'Italia che verr, Istat CNEL Istituto Tagliacarne

Innovazione

Indice di intensit brevettuale

Intensit brevettuale Modelli di utilit depositati per 1.000.000 di abitanti Intensit brevettuale Disegni e modelli depositati per 1.000.000 di abitanti

Imprenditoria giovanile

Imprenditoria giovanile

Incidenza di imprese giovanili sul totale delle imprese registrate (valori percentuali)

Imprenditoria femminile

Imprenditoria femminile

Incidenza di imprese femminili sul totale delle imprese registrate (valori percentuali) Comuni con universit e istituti di ricerca per 100mila abitanti Tasso di occupazione Tasso di disoccupazione Indice di dotazione delle strutture e reti per la telefonia e la telematica (Italia=100) Occupati del sistema produttivo culturale per provincia / occupati

Dotazione di Universit e ricerca infrastrutture per la ricerca Lavoro Lavoro Infrastrutture telematiche Occupazione Disoccupazione Dotazione infrastrutture telematiche Creativit Inserimento occupazione persone di origine immigrata Dotazione stradale

Creativit

Immigrazione Infrastrutture stradali

Indice di inserimento occupazionale Indice di dotazione della rete stradale (Italia=100)

18
Infrastrutture ferroviarie Infrastrutture aeroportuali Lavoro Sviluppo Infrastrutture Universit Turismo Dotazione ferroviaria Dotazione aereoporti Precariet Densit imprenditoriale Prossimit aereoporti Qualit universit Dotazioni per il turismo Indice di dotazione della rete ferroviaria (Italia=100) Indice di dotazione dei aeroporti (e bacini di utenza) (Italia=100) Numero contribuenti collaboratori >40 anni / cococo Densit imprenditoriale (u.l. per 100 abitanti) Distanza del Comune dal pi vicino aeroporto (km) Punteggio dell'Ateneo nella classifica CENSIS Esercizi ricettivi per 1000 abitanti Istituto Tagliacarne Istituto Tagliacarne INPS Istituto Tagliacarne Istat CENSIS Istat

Turismo

Attrazione turismo

Capacit di attrazione dei consumi turistici [Presenze (italiani e stranieri) nel complesso degli esercizi ricettivi (giornate per abitante)] Parchi scientifici e tecnologici / numero di imprese registrate * 1000 Numero di manifestazioni fieristiche per 10.000 kmq di superficie territoriale

Istat

Innovazione

Strutture per l'innovazione Infrastrutture fieristiche

APSTI

Fiere

Istat

ICityRateFORUMPA

DIMENSIONE AMBIENTE
Tema Variabile Indicatore Fonte

Inquinamento

Qualit dell'aria

Numero di inquinanti rilevati nei comuni capoluogo di provincia Numero massimo di giorni di superamento del limite per la protezione della salute umana previsto per il PM10 nei comuni capoluogo di provincia rilevato nelle centraline fisse per il monitoraggio della qualit dell'aria Raccolta differenziata dei rifiuti urbani per i comuni capoluogo di provincia - Anni 2000-2011 (valori percentuali) Densit di verde urbano per i comuni capoluogo di provincia (percentuale sulla superficie comunale) Dispersione della rete (Differenza tra lacqua immessa e quella consumata per usi civili, industriali e agricoli (come quota % sullacqua immessa)) Capacit di depurazione (Indice composto da: % di abitanti allacciati agli impianti di depurazione, giorni di funzionamento dellimpianto di depurazione, capacit di abbattimento del COD (%)) Numero centri di raccolta RAEE (Rifiuti da apparecchiature elettriche e elettroniche) per 1000 abitanti

Istat

Inquinamento

Qualit dell'aria

Istat

Rifiuti

Raccolta differenziata

Istat

Verde urbano

Quota di spazi verdi

Istat

Acqua

Dispersione

Legambiente

Acqua

Depurazione

Legambiente

Rifiuti

Riciclo

ACCREDIA

20 DIMENSIONE GOVERNANCE
Tema Variabile Indicatore Fonte

Eco management Eco management Eco management Eco management Eco management

Utilizzodiauto verdinellaPA Riciclo Raccolta differenziata

Autovettureindotazioneneicomunicapoluogodiprovinciaper tipodialimentazioneAnno2011(valoriassolutiecomposizioni percentuali) Utilizzodicartariciclatanegliufficicomunali(%)

Istat Istat Istat Istat

Energia

Eco management

Raccoltadifferenziatanell'amministrazionecomunale CertificazioneISO14001eregistrazioneEMASconseguitadai PAcertificata comunicapoluogodiprovinciaperl'interaamministrazioneosolo peralcuniufficicomunalie/operentipartecipatiAnno2011 Criteriecologicinelleprocedurediacquisto(acquistiverdi,Gpp Greenpublic greenpublicprocurement)adottatiperalcunefornitureeacquisto procurement diprodottidelcommercioequoesolidaleeffettuatidaicomuni capoluogodiprovinciaAnno2011 Politicheenergetiche(Indicecompostoda:introduzionedi incentivieconomiciedisposizionisulrisparmioenergeticoe/o diffusionefontienergiarinnovabile,semplificazionedella Politiche proceduraperl'istallazionedisolaretermico/fotovoltaico, energetiche attuazionediattivitdirisparmioenergetico,presenzadiEnergy manager,acquistodienergiaelettricadafonterinnovabile, realizzazionediauditenergetici,realizzazionedibancadatiedifici certificati(0100)) Pianificazioneepartecipazioneambientale(Indicecompostoda: progettazionepartecipata,bilanciambientali/rapportosullostato Pianificazionee dellambienteebilancisociali;approvazionedellaZonizzazione partecipazione acustica,delPianoUrbanodelTraffico(PUT),delPianoEnergetico ambientale Comunale(PEC)edelPianodAzioneperlEnergiaSostenibile (PAES)(0100)) Pianoregolatoreapprovato(S/N) Indicesintetico di programmazione perilterritorio Pianoregolatoreadottato(S/N) Programmadifabbricazione(S/N) Pianoediliziaeconomicaepopolare(S/N) Pianopergliinsediamentiproduttivi(S/N) Indicesintetico di programmazione perlosviluppo Pianopergliinsediamentiproduttiviindustriali(S/N) Pianopergliinsediamentiproduttiviartigianali(S/N) Pianopergliinsediamentiproduttivicommerciali(S/N) Pianodelleattivitcommerciali(S/N) Propensionealla reteconaltri comuni Egov Egov Egov Egov Comunimaggiormenteassociati(Numeroassociazioniereticuiil comuneappartiene/totalereticonsiderate) Accessibiliteusabilit Valoredeicontenuti Servizi Datipubblici

Istat

Legambiente

Legambiente

Assettodel territorio Assettodel territorio Assettodel territorio Casa Sviluppo Sviluppo Sviluppo Sviluppo Sviluppo Rete Governance Governance Governance Governance

Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Ancitel FORMEZPA FORMEZPA FORMEZPA FORMEZPA

ICityRateFORUMPA

Governance

Egov

Amministrazione2.0

FORMEZPA

DIMENSIONE LIVING QUALIT DELLA VITA


Tema Variabile Indicatore Fonte

Spese in conto capitale per Funzioni Investimento Cultura relative alla cultura ed ai beni culturali in Cultura per abitante Investimento Spese in conto capitale per Funzioni Welfare nel Sociale nel settore sociale per abitante Soddisfazione Domande di iscrizione agli asili nido Asili nido domanda asili comunali soddisfatte / domande nido presentate Posti disponibili in asili nido comunali Offerta di asili Asili nido / domanda potenziale (bambini da 0 nido a 2 anni) Persone con reddito imponibile ai fini Povert Povert dell'addizionale Irpef fino a 10.000 euro sul totale Attrattivit Sanit Tasso emigrazione ospedaliera servizi ospedalieri Assorbimento libri (percentuale di libri venduti in provincia rispetto alla Cultura Libri rilevanza demografica provinciale sul totale nazionale) Cultura Cinema Sale cinema ogni 100mila abitanti Percentuale di anziani trattati in Assistenza Domiciliare Integrata Sanit ADI (ADI) rispetto al totale della popolazione anziana (>= 65 anni) Indice di dotazione di Servizi di Sanit Servizi ASL Supporto nelle Asl Sanit Consultori Consultori per 20mila abitanti Biblioteche comunali per 100mila Biblioteche Biblioteche abitanti Quota di biblioteche comunali con Biblioteche Biblioteche postazioni Internet per gli utenti Numero istituzioni e beni culturali per Cultura Beni culturali 1000 abitanti Strutture di accoglienza per anziani Strutture Welfare_anziani (residenziali + non residenziali) per anziani 1000 anziani (pop>65) Attrattivit Indice di attrattivit territoriale Immigrazione migranti Inserimento Immigrazione Indice di inserimento sociale sociale migranti Indice di criminalit diffusa. Furti e Sicurezza Criminalit rapine meno gravi (numero per mille abitanti)

Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno

Ministero dell'Interno

MEF (Dipartimento finanze)

Istat

Sole 24 Ore Sole 24 Ore Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute ICCU ICCU Ancitel Ministero dell'Interno CNEL CNEL

Istat

22

DIMENSIONE MOBILIT
Tema Variabile Indicatore Fonte

Trasportie Mobilit Trasportie Mobilit

Trasportie Mobilit

Trasportie Mobilit

Trasportie Mobilit

Utilizzodiauto QuotadiautovettureEuroIVeVsultotale verdi delleautovetture Trasportopubblicolocalenellecitt(a) (Lineeurbaneditrasportopubblicolocale Trasportolocale neicomunicapoluogodiprovinciaper100 Kmqdisuperficiecomunale) PostikmoffertidalTPLneicapoluoghidi Provincia(a)(b)(Postikmoffertidal Trasportolocale Trasportopubblicolocaleneicomuni capoluogodiProvincia,migliaiaper abitante) Mobilitsostenibile(Indicecompostoda: presenzadiautobusachiamata,controlli Mobilit varchiZTL,mobilitymanagercomunale, sostenibile Pianospostamenticasalavoro,carsharing (0100)) Ciclabilit(Indicecompostoda:adozione biciplan,ufficiobiciclette,segnaletica direzionale,cicloparcheggidiinterscambio, Ciclabilit serviziodidepositobiciconassistenzae riparazione,pianoriciclobiciabbandonate, contrastoaifurti,bikesharing(0100))
ZTL ZoneTrafficoLimitato(Estensioneprocapitedi areeaZTL(m2/ab)) Dotazionediparcheggidicorrispondenza(a) (Stallidisostaneiparcheggidicorrispondenza deicomunicapoluogodiprovincia,numeroper milleautovetturecircolanti)

Istat

Istat

Istat

Legambiente

Legambiente

Trasportie Mobilit Trasportie Mobilit

Legambiente Istat

Parcheggi

ICityRateFORUMPA

DIMENSIONE PEOPLE CAPITALE SOCIALE


Tema Variabile Indicatore Fonte

Lavoro

Istruzione Attrattivit

Partecipazione donne al mercato del lavoro Livello di istruzione Attrattivit studenti sranieri

Differenza fra tasso di attivit maschile e femminile Laureati ogni mille giovani 25-30 anni Attrattivit di studenti stranieri (iscritti stranieri alluniversit su iscritti) Amministratori in carica donne / totale amministratori Tasso di attivit

Istat

Sole 24 Ore MIUR Ancitel Istat Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Istat SIAE Audipress MIUR MIUR MIUR Isfol Isfol

Pari opportunit Pari opportunit Partecipazione al mercato del lavoro Invecchiamento Welfare_anziani attivo Partecipazione Partecipazione elettorale politica Lavoro

Universit per la terza et / ANZIANI Votanti alle elezioni europee / totale aventi diritto Volontari nelle organizzazioni di Volontariato Volontariato volontariato per 100mila abitanti Partecipazione a spettacoli per Cultura Spettacoli 100mila abitanti (ingressi/popolazione) Lettura Lettura Lettori nel giorno medio per 1000 quotidiani quotidiani abitanti Numero PC per alunno (pc + Istruzione Scuola digitale portatili) Istruzione Scuola digitale % Aule in rete LAN Istruzione Scuola digitale % Aule in rete WI-FI Capitale Organizzazioni di volontariato per Associazionismo Sociale 100mila abitanti Capitale Associazioni di promozione Associazionismo Sociale sociale per 100mila abitanti Persone in et 25-64 anni che Livello di hanno raggiunto al massimo la Capitale umano istruzione licenza media per 100 persone della stessa et Persone in et 18-24 anni che Abbandono hanno lasciato la scuola Capitale umano scolastico precocemente per 100 persone della stessa et - Totale

Istat

Istat

24

Il gruppo di lavoro
La ricerca stata diretta e curata da Gianni Dominici, sociologo dellinnovazione, direttore generale di FORUM PA che si avvalso della preziosa professionalit di Anna Villa. Hanno collaborato anche Rachele Nocera di FORUM PA (per quanto riguarda la definizione del frameworkconcettuale)eLuigiReggidellUniversitdiUrbino(supportometodologico).

ICityRateFORUMPA