Sei sulla pagina 1di 4
allenatore sul campo

allenatore sul campo

allenatore sul campo

Allenare le transizioni:

le esercitazioni per il calcio moderno

di Maurizio Viscidi

U na autorevole analisi, basata sugli studi statistici delle segnature, indica che i goals nascono spesso a seguito di una

palla recuperata nella metà campo offensiva, se- guita da una rapida azione (media 3-5 sec.) che vede la partecipazione di pochi giocatori (media- mente 2-3). Tutto questo ci fa affermare che la transizione è fondamentale per fare/non subire un goal! Per questi motivi diventa importante allenare

diversamente dal solito “modo” i nostri calciato-

ri, affinché non abbiano pause nel passare da una

fase di gioco all’altra. L’attenzione a questi aspetti ed un percorso didattico adeguato porterà sicuramente dei be- nefici al singolo e alla fine noteremo che tutti i comportamenti tattici ed anche extratattici avranno un notevole miglioramento. Penso che ad ogni allenatore piaccia avere cal- ciatori disponibili ad interpretare con la giusta

intensità, e la giusta mentalità, le due fasi di gio- co ma poi diventa fondamentale ricercare anche

la velocità di tutta la squadra nel passaggio dal-

l’una all’altra fase!

In questo contributo andremo a proporre una serie di esercitazioni utili allo scopo.

ESERCITAZIONI PER LA TRANSIZIONE POSITIVA

“Rubo e riparto” con sponda

SVOLGIMENTO: la squadra che difende la

porta ha l’obiettivo di rubare palla agli avversari e

di ripartite portando la sfera oltre la linea di meta.

Per far ciò è possibile servirsi di un attaccante che

funge da sponda. L’esercitazione è specifica per l’allenamento di difensori e centrocampisti, posti all’interno della metà campo difensiva, nell’inter- cetto, nell’immediata verticalizzazione.

nell’inter- cetto, nell’immediata verticalizzazione. Chiusura e ripartenza ombra SVOLGIMENTO: la squadra con il

Chiusura e ripartenza ombra

SVOLGIMENTO: la squadra con il portiere fa girare la palla mentre l’altra squadra si muove provando le chiusure difensive. Al fischio la squadra difendente recupera la sfera lasciatale dagli avversari e transando positi- vamente va a fare goal in 11 vs 0.

15
15
allenatore sul campo

allenatore sul campo

ESERCITAZIONI PER LA TRANSIZIONE NEGATIVA

Transizione negativa per centrocampisti

SVOLGIMENTO: nella metà campo offensiva sei giocatori (centrocampisti + attaccanti) devono superare cinque difensori. Nella metà campo di- fensiva permangono in attesa quattro difensori contro i rispettivi avversari con palla. Al fischio del mister parte palla al piede un attaccante avversario (posto nella metà campo difensiva) ed i centro- campisti devono essere rapidi a rientrare, transan- do negativamente e creando superiorità numerica.

transan- do negativamente e creando superiorità numerica. Chiusure preventive SVOLGIMENTO: la squadra esegue uno

Chiusure preventive

SVOLGIMENTO: la squadra esegue uno schema offensivo in 11 vs 0 e contemporanea- mente deve curare le coperture preventive nei confronti di quattro avversari che terminata l’azione ripartono. Da una situazione iniziale di quattro contro quattro si passa, grazie alla transi- zione negativa del resto della squadra, ad una si- tuazione di vantaggio numerico.

della squadra, ad una si- tuazione di vantaggio numerico. PARTITE A TEMA Partita – tre settori

PARTITE A TEMA

Partita – tre settori

vantaggio numerico. PARTITE A TEMA Partita – tre settori SVOLGIMENTO: in questa partita il campo viene

SVOLGIMENTO: in questa partita il campo viene suddiviso in 3 settori e partecipano 3 squa- dre composte da 6 o 7 giocatori ciascuna. La squadra in possesso palla attacca (in figura verso sinistra) gli avversari disposti a presidio dell’area di rigore con l’obiettivo di fare goal. I difendenti devono invece recuperare la pal- la, riuscire a superare gli avversari che a loro vol- ta transano negativamente e guadagnare central- mente il settore neutro per poi, a seguire, supera- re la squadra che difende la porta opposta. Vince la squadra che fa più goal.

16
16

17

allenatore sul campo

allenatore sul campo

allenatore sul campo

Partita – quattro coni

17 allenatore sul campo Partita – quattro coni SVOLGIMENTO: si gioca una normale partita undici contro

SVOLGIMENTO: si gioca una normale partita undici contro undici. All’interno del campo di gioco, il mister dispone preventiva- mente 4 coni con un pallone. Quando l’al-

lenatore chiama un cono il pallone “buono” di- venta quello nei pressi del riferimento chiamato

e le squadre devono riadattarsi rapidamente alla situazione.

Partita – linea meta

rapidamente alla situazione. Partita – linea meta SVOLGIMENTO: due squadre si affrontano dieci contro dieci in

SVOLGIMENTO: due squadre si affrontano dieci contro dieci in una partita con l’obiettivo

di portare la palla oltre la linea di meta. Il mister,

a sua discrezione, introduce un secondo pallone ogni volta che vuol far transare le squadre.

Il continuo inserimento di secondi palloni stimola l’attenzione e la reattività mentale dei giocatori.

ESERCITAZIONI DI BASE E PER I GIOVANI

Minipartita tre contro tre

DI BASE E PER I GIOVANI Minipartita tre contro tre SVOLGIMENTO: due squadre composte da tre

SVOLGIMENTO: due squadre composte da tre giocatori + due sponde ai lati della porta da attaccare hanno l’obiettivo di intercettare la palla in possesso degli avversari e, dopo aver obbliga- toriamente verticalizzato per i giocatori sponda, andare al tiro.

L’esercitazione ha lo scopo di stimolare i gio- catori a transare positivamente una volta recupe- rata la palla, affidandosi alla sponda che agisce con 2 tocchi. Simultaneamente, la squadra che perde la palla deve essere veloce a transare nega- tivamente.

Partita bifronte

SVOLGIMENTO: Su uno spazio come in fi- gura si gioca una partita sei contro sei.
SVOLGIMENTO: Su uno spazio come in fi-
gura si gioca una partita sei contro sei. A centro-
allenatore sul campo

allenatore sul campo

campo è posta una porta in cui è possibile fare goal in entrambi i sensi. I difendenti per potersi trasformare in attaccanti e poter quindi fare goal devono recuperare la palla fuori dal cerchio di

centrocampo o, nel caso in cui il recupero avven- ga all’interno del cerchio, spostarla preventiva- mente. I giocatori delle due squadre non posso- no sostare per più di 3” all’interno del cerchio.

Il presente articolo è tratto dalla pubblicazione omonima, composta da un volume e 2 DVD,

Il presente articolo è tratto dalla pubblicazione omonima, composta da un volume e 2 DVD, edita dalla casa editrice. www.allenatore.net

Si tratta di un’opera estremamente curata che insegna come allenare la squadra a passare rapidamente dalla fase difensiva a quella of- fensiva e viceversa. Nei DVD, realizzato con il patrocinio del- l’AIAC e la collaborazione di 4 diversi clubs professionistici, so- no presenti oltre 40 proposte che vedono Maurizio Viscidi impe- gnato ad allenare i principi di base delle transizioni positive e negative e proporre, a seguire, numerose eser- citazioni tattiche e giochi a tema per l’allenamento collettivo.

Per gli associati AIAC è possibile acquistare l’articolo al prezzo promozionale di 49,00 (anziché 59,00) contattando l’editore al n. verde 800 542233 e comunicando il codice ASSOCIATO AIAC.

Allenare le transizioni” di Maurizio Viscidi – Novità 2009 Volume + 2 DVD (per oltre 2h e 30' di filmati) – 59,00 Editore www.allenatore.net

L’autore

Maurizio Viscidi Nato a Bassano del Grappa il 18 maggio 1962. Allenatore professionista di prima categoria-UEFA pro, diplomato con lode all’ISEF di Pa- dova con la tesi “La tattica nel calcio”. Ha allenato le seguenti squadre: Padova giovani- li, Milan primavera, Casarano, Lodigiani, Viterbese, Treviso, Lucchese in serie C1; Pe- scara, Vicenza e Modena in serie B. Autore del cd “Come fare goal, teoria e didattica” e di numerosi articoli di argomento tattico per riviste spe- cializzate in Italia e all’estero. Relatore ad innumerevoli corsi, convegni e seminari di aggiornamento per alle- natori.

18
18