Sei sulla pagina 1di 5

( nIl’iQIIO

dclln (

k’QiIIi!c

(I!?!

/h1lIU

Prot.n.

l923

/A

Al

Signor Presidente della Giunta

Regionale della C’ampania

Via

S. Lucia,

1

NA P0

LI

Al

Presidente della

I Commissione

(‘onsiliare Permanente

Al

Consiglieri Regionali

Al

Settore Legislativo,

Studi

e Ricerche

LORO SEDI

()ggetto:

Propmta di legge

Modihehe normative

ad

alcuni aspetti dell’organizzazione

regionale””

Reg.

Gen.

ii. 480

Ad iniziativa

dei

consiglieri Cohellis.

Maisto.

Nocera,

Passariello, Topo

Depositata in data 24

settembre 2013

IL

PRESIDENTE

VISTO

l’articolo 98 del

Regolamento

A S

S E G N A

ii provvedimento

in

oggetto

a:

I Commissione Consiliare

Permanente per

I’esame

La stessa si esprimerà

nei

termini previsti

dal

Regolarnento

Napoli,

MODIFICHE

NORMATIVE

AD

Proposta

di

legge

ALCUNI

ASPETTI

DELL’ORGANIZZAZIONE

REGIONALE

a firma dei Consiglieri Luigi Cobellis,

Pietro Giuseppe Maisto,

Passariello,

Raffaele

Topo

Gennaro Nocera,

Luciano

Consigho Regionaie della Campania

Prot.

Gen.

2013.00189231A

C 24/09/2013 125705

Ca

CR

A .3EPASS

l’rc)posta di

Icggc

Page

2 o14

ReIa*ne ilusirativa

La presente

pnpos(a

di

legge tende a modiheare

akami aspetti

delI’orgamzzazione regionale

confonne ad indicazioni

delta

iii senso

Conferenza dci

Presidenti

dci

(‘onsigli

Rcgionali

alla rtalin

nparuzione dci

delta

ruoli istituzionali

e

Ira Consiglio e

Gitinti rcgionale.

particolare.

l’art.

In

I recepisee una

preelsa indicazione

delta Conferenza dci Prcsidenti

regionali sulla

dci Consigli

nahira

disciplina dci Gruppi Consiliari.

giuridica

e

La

all’atteiizioiie genemle negli

questione.

è 110(0.

è VCI1UIa

Collie

ultimi tempi.

E’

emersa una

incertezza

oggettiva sulla natura giuridiea

dci

parlarnentari sia

(3nippi

neIt’amhito dcl

Parlamento

nazionale,

sia

neIl’ambito delic

regionali.

Asseniblec

Da tin

Into.

i Onippi

parlamentanlconsiliari

evidcntcmente

sono,

e con chiarezza,

rispettivi partiti. dunque

espressionc dci

ii profilo giuridico

sotto

- associazioni di

diritto privato

Dall’altro alto.

lion riconosciute.

perö,

I Gruppi

chiamati.

sony

dai

regotamenti

intcrni

dcl Parlamento,

regionali e dai Regolamenti

dagli

Statuti

dci Consigli regionali.

a svolgere un ruolo

attivo nella organizzazionc

lavori

parlamentari

dci

delle assemblee regionali.

e

Inoltre,

essi

a causa di

sono,

sopra deuc,

entrambe

destinatari di

funzioni

Ic

linanziamenti pubblici a livello

statale

e regionale.

Essi hanno

natura hifronte,

La

ciii oggettiva

percib

ainbivalenza

una

ha non

prodotto

a caso

anche

guurispwdcnziale.

grande incertezza

scntenzc

di segno

con

anche

radicalniente

divcrso

Ira

(costituzionalc.

Ic

vane giurisdizioni

civile.

penale.

amministrativa

e contabile)

e anche

Ira

organi

guurisdizione.

della

medesima

Punroppo.

queste ambiguitb

e questa incertezza giurisprudenzialc nuocciono gravemente

del diritto

alla

e dci

certezza

comportamenti

che

I

diversi

istituzioiiali

soggetti

devono

indispensabile intervenire

tenere.

PerciO

per ridurre

appare

it

plO possibile

Ic ambiguità interpretative

fomire, a tutti gil

attori

dalle

Assembtce

e

legislative ai

singoli Consiglieri

e a tutti

gil

interpreti riferimenti

possibile solidi e ehiari.

ii p10

In questa direzionc

gUt si

ô

niossa

da tempo

Ia

Camera

dci Deputati che.

rid

introdotto

settembre 2012,

net proprio

ha

Regolaniento,

iniziale

come

comma

dcll’art.

14,

Ia

<<01.

1 Gruppi paricunc’nrari

disposizione:

seguente

cissoctadoni

cotta

di deputati Ia ciii costituzione

disposizioni nicole

civviene secondo

,cI presente articolo.

Ic

Ai

Gruppi parlamentari.

in

fimzionamento delict ccunerci.

quanta soggetti

necessari

at

secondo

quanta previAto

dalics

costituzione e dat

assicurcate

Regoicimento.

ci carico

del bilcincin

satin

delia

camera le

risorse

necessarie

ailo

attivitck>>

svoigimento

delia

lom

Ncgli ultimi mcsi

ii lema

e stato alI’attenzione

delia Confcrenza

dci Presidenti

die ha condono diversi

dci Consigli regionali.

approfondimenti.

Ed inline.

alcunc

settimane

la, è

giunta

disciplina della

a condividere

matcria

in

modo

uniforme in tutte Ic Regioni.

una

In attesa di una apposita

norma di

lcgge statale,

si è

ritenuto cssenziale

chc ciascuna Rcgione,

propria autonomia

legislativa.

nella

nd

inserisse

proprio ordinamento

ma medesima

sulla natura giuridica

norma chiarificatrlcc

dci Gruppi consiliari;

norma, dunque.

ma

identica in mIte

uniformare ii riferimento

Ic

Regioni,

cosi da

normativo per

attori e interpreti

c da offrire in riferimento

per Ic decisioni

credibile e sicuro

applicative.

L’art.

2 della

presente

proposta di

legge

interviene.

per pafte

smile

modalitA

sua,

Comitato Regionale

di nomina del

Ic Comunicazioni, now come CoReCom.

per

Si tratta

di in

Ia

ciii istituzione,

organo

in

ogni

regione.

come organo funzionale deliAGCom

(Autorità di

Garanzia

it Comunicazioni)

per

è prevista

daila

stessa

legge

istitutiva

all’art.

1,

dell’AGCom,

13. Nella Regione

comma

Campania.

La

disciplina delta eomposizione

quest’organo è stata posta inizialmente

e della nomina di

dalla

1_egge

regionale

9/2002

ed è stata,

poi,

LR n.

4/2004

modificata dalla

e, da ultimo, dail’art.

52, comma

28, left. b), della

[S n.

1/2012.

24/09/2013

Prcposta di legge

Page

3 Dii

hi

queste oscillaziom legislative,

in

stomata dci

componenhi

deli’organo è

slata

espressionc

di nun

niaggiure vicinanza alt’ Assemblea

urn

cunsilmre,

all’opposto di

nra

maggiore

vicinanza

ann

(jiunta

regionaic.

attn

Si

di oscitiazioni

tratta

che lion

rafforzano

Ia

indipcndenza

deIl’organismo.

die

invece

dovrehbe

earaticrislica

cssenziaie

esscrne

in

Iunzionale

quanto

aim

siti

istituziosiale

lUitUfli

di

garanzia.

I presentatori di questa proposia

di lcgge ritcngono cite

hi

soluzione dcbha venire dalla corretta leitura

delle

ftmzioni

deli’organisnio.

Poiché

1 CoReCom

soflo

organasmi

di garanzia,

ion)

Ia

nomma deve

vedere

ruolo

centraic

an

deii’organo

costiwzionale

regionaic

cite

esercita

di indirizzo

funzioni

controilo sui

e

regionale,

potcrc

esecutivo

integraLo

dat

giu.sto

coinvotgimenio

dci Presidente

della

(Jiunla.

Di qui Ia sotuzione

offerta daila

di tegge.

prcsente proposta

24/0912013

Propusti di legge

Page

4 of

4

Art.

I

t enitsiliari)

I. I gruppi consiliari.

quali

esscnziali

stnimenü di

raccordo

Ira

ii (‘onsigilo

regionale

I partiti e

e

movintenti

politici

di cut

sorn espressionc.

a.ssociaziom

sono

nconoscmte di

non

consiglieri

regionah

ciii costiluzione

Ia

avviene

secondo

Ic

norme di

orgamzzazione

intema dci

Consigilo

regionate.

2. Al

gruppi

consiliari.

in

soggetti

quanto

necessari

all’orgarnzzazionc

dci

lavori con.silian,

sono

assicurali

i contributi

it loro ftrnzionamento

nd

per

titniti

c secondo

Ic

modalità stabitite

dalia

icgge regionate.

Artl

(Corecom)

I. AII’art.

3 delta Icggc regionaic

tugIlo

2002.

ii. 9.

e successive

modifiche e

integrazioni.

ii

2

è sostituito

dat

comma

‘2.

11 Presidente

segucnte:

dcl CO.RE.COM.

t eletto

dat Consigilo

Regionate

nelt’ambito

di urni

designata.

terna

d’intcsa

fra

low.

dat

Presidente

dcl Consigio

regionate

e dat

Presidente

delta Giunta regionale.

Gil attn

componenti dcl

CO.RE.COM.

cletti

sono

dat

Consigiio

regionaic

Ilmitato.

voto

con

II CO.RE.COM

elegge

proprio

net

seno

Vicepresidente.”

un

24/09/2013