Sei sulla pagina 1di 1

I RAGAZZI DI DEL MISTER GALLESI REPLICANO IL RISULTATO DI UNA SETTIMANA FA

GUSSAGO D'ANNATA AL GIRO DI BOA


HAT-TRICK PER PISTOT E DOPPIETTA PER GATTA CONTRO UN AVVESARIO QUOTATO
GUSSAGO CALCIO: 5 CASTEGNATO: 2 GUSSAGO CALCIO: (3-2-3-2) Gussarini; Barzani, Serlini, Belzani; Franchi Bettelli; Consolati (1'st Antonelli), Martello, Zucca; Gatta (35'st Fani), Pistot (27'st Colosio). A disposizione: Garatti, Cortesi CASTEGNATO: (4-4-2) Belotti; Quaresmini, Singia, Pezzotti (26'st Stranera), Stefanile; Del Bono (11'st Nutassey), Cominelli, Bonardi; Zanotti (13'st Franzoni), Bertoni. A dispozione: Pasinetti, Fazlil, Bricoli, Tahoun. Marcatori: 11' pt, 34'st Gatta, 25'pt, 13'st, 23'st Pistot, 9'st Singia, 30'st Costa Il Gussago replica la vittoria della domenica scorsa con un roboante 5-2 contro un avversario considerato dello stesso livello e che si presentava alla partita con un punto di vantaggio sui gussaghesi. Un risultato netto ma che non rendo piena giustizia all'avversario che in apertura di ripresa sul 2-0 per i locali ha prima accorciato le distanze e sfiorare il pari prima che Franchi e compagni dilagassero. Una vittoria che permette ai gussaghesi di chiudere il girone d'andata con una classifica in linea con le attese avendo ceduto il passo in sole due occasione e pareggiato una sola volta. Entrando in partita, memore di alcune gare con avversari considerati alla stessa stregua dei suoi ragazzi dove il risultato finale stato dovuto principalmente a errori di concentrazione e poca cattiveria sotto porta, il mister chiedeva ai suoi la massima concentrazione e concedere il minimo possibile. Dopo le iniziali schermaglie in fase di studio, alla prima occasione il Gussago faceva centro al 11' quando Belzani lanciava Gatta sulla sinistra e quest'ultimo lasciava i suoi avversari sui blocchi di partenza per poi convergere verso il centro e trafiggere in portiere con un destro sporco ma efficace dal vertice dell'area piccola. Sulle ali dell'entusiasmo al 13' Pistot se andava in percussione centrale ma presentatosi davanti all'ultimo guardiano castegnatese optava per la precisione consegnando la sfera tra le braccia del portiere. Al 16' a Pistot capitava un'altra buona chance mancando l'ultimo spunto difettando di precisione dopo essersi liberato di forza di due avversari, prima di bissare l'errore tentando un lob destro sul lancio di un Zucca in giornata al 20'. Tuttavia, al 25' il bomber gussaghese si faceva perdonare i precedenti errori avventandosi su una servitogli da Gatta concludendo con un pallonetto delizioso da appena dentro l'area. Acquisito il doppio vantaggio, i locali continuavano a mantenere il opiede premuto sull'acceleratore alla ricerca della rete della sicurezza. Al 27, Zucca chiudeva un'azione personale con un destro poderoso che sibilava di poco a lato alla sinistra del portiere. Al 30' Pistot tornava a vestire i panni dello sprecone calciando debolmente tra le braccia di Belotti nel tentativo di piazzare un diagonale destro. Ad un minuto oltre il tempo regolamentare della prima frazione, per poco il gussaghesi non pagavano pegno a tanto spreco ma Gussarini era bravo e fortunato nel neutralizzare una conclusione di Belotti lanciato in rete, permettendo ai suoi di andare al riposo con un bel cuscinetto di sicurezza. Nella ripresa, il mister Gallesi inseriva Antonelli sulla destra nel tentativo di chiudere i giochi ed evitare patemi nel finale di gara. Tuttavia, erano gli avversari a rendersi pericolosi spaventando Gussarini al 3' e sopratutto al 6' quando Bertoni lasciava partire un destro su cui il portiere gussaghese si salvava in qualche modo. Col passare del tempo i gussaghesi abbassavano il proprio baricentro sempre di pi concedendo sempre pi campo agli avversari che aumentavano la propria pressione sulla difesa locale che al 8' capitolava su una palla da fermo dal versante destro su cui non interveniva nessuno sbucando all'improvviso davanti a Gussarini il quale non aveva il tempo necessario per intervenire. Un minuto dopo, un brivido scorreva lungo la schiena dei gussaghesi quando lo stesso Singia incornava alla perfezione una palla giunta dalla destra sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Nel momento di maggior pressione ospite, Pistot ristabiliva le distanza al 13' andando via in velocit alla sua maniera battendo Belotti di giustezza. Al 23' Pisdtot alzava la sua media realizzativa siglando la tripletta personale rendendo giustizia ad un'azione caparbia di Gatta questa volta concludendo di fioretto con la punta del piede ad anticipare l'uscita del portiere. Con tre reti di vantaggio sull'avversario l'undici locale allentava la morsa e veniva puntualmente punita da Costa a cinque minuti dal termine. A ricacciare gli avversari indietro ci pensava Gatta che metteva a segno la sua seconda rete a incoronare una gara generosa scattando in posizione di sospetto fuorigioco, trafiggendo il portiere ospite di precisione dopo una cavalcata dalla met campo. Una vittoria che conferma tutto il buono visto in questo girone d'andata. La squadra, partita con una sconfitta bruciante alla prima di campionato, andata via via crescendo. Menzione speciale: Gussarini: Concede qualche cosa ogni tanto ma nel complessivo sempre sul pezzo. Migliora costantemente. Sicurezza. Barzani: Mezzi atletici straordinari limitati da qualche eccesso di foga, colonna della squadra ma ha espresso solo parte delle sue grandi potenzialit. Solido Belzani: Cresciuto molto sulla sinistra sia in difesa che rilancio d'azione. Aiutato anche dalla crescita fisica, rispetto alla stagione precedente, non accusa cali di tensioni. Garanzia. Franchi: Il capitano si distinto quest'anno non solo per il vigore fisico ma anche la testa e concentrazione da vero leader, sempre pronto a chiudere e rilanciare la squadra facendo da cerniera tra centrocampo e difesa e tamponando quando serviva. Comandante. Serlini: Poche parole, introverso come pochi ma "cattivo" in partita con chiusure puntuali. Sicuro dei propri mezzi non si limita pi a spazzare l'area. Concreto. Bettelli: Sulla parte iniziale della stagione ha sofferto il fatto che si allenasse con la squadra durante la settimana ma da qualche gara cresce sempre di pi. Increscendo. Consolati: Sempre pronto quando chiamato in causa sulla destra. Gli manca lo spunto finale ma sta arrivando. Disciplinato. Martello: Non perde mai un pallone a centrocampo e ne recupera a quintali mettendoci il fisico. Mostra la maturit di sempre. Diga. Pistot: Bomber della squadra, lui che proveniva dal calcio a sette ha faticato ad addattarsi al calcio a undici ma una volta trovate le misure stato un incubo per gli avversari. Percentuale realizzativa da migliorare ma c' tempo. Cecchino. Gatta: Gioca meno da solo e i risultati si vedono. Quest'anno , all'esuberanza fisica ci mette anche pi testa e la squadra ringrazia. Staccanovista. Garati: Ha avuto poco spazio in questa fase iniziale della stagione. Si cimenta nel ruolo di portiere per la prima volta. I mezzi atletici e l'impegno non gli mancano. Cresce a vista d'occhio e presto si toglier delle soddisfazioni. Modello. Antonelli: Ha ripreso dove si era fermato la stagione scorsa, ossia in forma smagliante, pi continuo sempre pronto a macinare chilometri sulla destra. Pendolino. Colosio: Il buon Michael letteralmente esploso fisicamente tra la primavera e l'autunno. Meno timido, pi fiducioso nei propri mezzi, gli manca ancora un p di cattiveria agonistica per il salto definitivo di qualit. Promettente. Cortesi: Tanta generosit, voglia di fare e gettare il cuore oltre l'ostacolo. Il primo a rimproverare se stesso e applicarsi agli ordini del mister. Generoso. Sycaj: Tra problemi di salute e disavventure varie si visto poco. Ha giocato poco per via di una preparazione atletica a singhiozzo, la squadra lo aspetta al ritorno. Atteso. Fani: Chiamato a fare l'attaccante mostra progressi continui nella gestione palla e sostegno alla squadra. Ha segnato delle reti fondamentali ed sempre pronto a dare il proprio contributo. Lavoratore. Gerri: Non ha giocato fin qui per via di un'infiammazione alla pianta del piede. Atteso al ritorno. Infortunato.

Hillary Ngaine Kobia