Sei sulla pagina 1di 1

Sconfitta meritata contro un avversario caparbio ma punteggio bugiardo

Il Bettinzoli ferma la corsa gussaghese


Risultato figlio di svarioni individuali e giornata complessivamente storta
Bettinzoli: 8 Gussago: 2 Marcatori: 8 pt Caldarelli, 26 st Cogliano, 35 pt Regola, 2 st, 2 st, 12 st Beretta, 11 st, 23 st (R), 33 st Bertoglio, 14 st Salvo, 25 st El Sadiki. Sconfitta pesante per i ragazzi del mister Galesi che soccombono per 8-2 per mano del Bettinzoli. Una sconfitta che riflette le forze in campo per quanto attiene la vittoria locale ma non si visto una differenza tale da giustificare lo scarto finale di sei reti. Uno scarto determinato dalla giornata generalmente infelice e qualche infortunio individuale che hanno spianato la strada agli avversari. Al 12 il Gussago andava vicino al pari con Dancelli che scaricava a Ippolito che a sua volta trovava Antonelli il cui destro terminava fuori. La differenza tra le due squadre constava soprattutto nella concretezza locale come testimoniato dal raddoppio che sanciva la seconda rete al terzo tiro in porta. Infatti, sugli sviluppi di una punizione dalla destra respinta corta dalla linea difensiva ospite, Cogliano trovava un destro violento che filtrava tra una selva di gambe piegando le mani di Mangano nel vano tentativo di respingere la conclusione. A due minuti dal termine della prima frazione, i ragazzi di Di Loreto legittimavano il risultato con la traversa colta di testa da Bertoglio con una parabola insidiosa dopo un angolo dalla destra. Tuttavia, quando sembrava che i locali prendessero definitivamente le redini della gara, Regola riaccendeva le speranze ospiti con la rete del 1-2 con un missile che sinsaccava nel sette alla destra di Scebba sugli sviluppi di una punizione dai 35 metri. Una rete che sembrava dare il l alla riscossa dei gussaghesi. Tuttavia, la ripresa ricalcava landamento della prima frazione con i bettinzolesi ad incrementare il proprio vantaggio portandosi sul 3-1 sfruttando uno svarione di Franchi che si faceva saltare facilmente sulla destra lasciando spazio allavversario per un cross rasoterra sbucciato da Beretta con la sfera che assumeva una traiettoria beffarda che scavalcava mangano. Un giro di lancette e lultimo baluardo gussaghese respingeva una conclusione velenosa di Di Lorenzo. Al 5, ad Ippolito capitava loccasione per rimettere i suoi in carreggiata ma la sua debole e centrale conclusione mancina appena dentro larea sul suggerimento di Antonelli era facile preda di Scebba. Al 10 i locali colpivano il secondo legno della partita con Bertoglio mentre a Beretta non riusciva la susseguente tap-in facile ad un passo dalla porta. Un minuto dopo e Bertoglio si faceva perdonare lerrore precedente approfittando di una palla persa malamente da Franchi con la squadra in uscita, scartando il portiere prima di depositare in rete con calma olimpica. Una rete che tagliava definitivamente le gambe ai gussaghesi che concedevano anche la quinta rete al 12 quando Mangano incappava nel primo infortunio personale della giornata calcolando male la traiettoria della conclusione di Beretta con la palla che rimbalzava davanti alle sue mani protese prima di terminare la propria corsa in fondo al sacco. Due minuti dopo, sfortunatamente Mangano concedeva il bis facendosi sfuggire una palla regalando a Di Loretto la palla del 6-1. Al 22 al neo entrato El Sadiki capitava la palla del potenziale 6-2 sul suggerimento di Pelizzari ma il suo destro di prima intenzione terminava di poco a lato. Al 23 pioveva sul bagnato con larbitro che concedeva la massima punizione per un presunto fallo ai danni di Bertoglio e trasformato da egli stesso con un preciso rasoterra alla sinistra di Mangano tuffatosi nella direzione opposta. Al 25 El Sadiki marcava il 7-2 ribadendo in rete un destro volante di Sykaj respinto dal neo entrato Bombardieri dopo un bel cross di Pelizzari dalla destra. Dopo unaltra occosione non sfruttata da El Sadiki al 28, Bertoglio fissava il punteggio finale per la tripletta finale.

Tutti gi per terra: Ipo, Samu e Luca I gussaghesi arrivavano alla sfida con il morale alle stelle sulle ali dellentusiasmo generato dalle tre vittorie di fila che lavevano portato alle zone nobili della classifica. Tuttavia, a differenza di altre occasioni dove la squadra aveva raccolto pi di quanto seminato, questa volta la squadra entrata in campo decisa a ottenere un risultato utile. Al 5 i gussaghesi sfioravano il vantaggio al 5: dopo una bella triangolazione sulla destra Antonelli aveva sul destro la palla buona ma la sua conclusione terminava tra le braccia del portiere locale. La replica dei bettinzolesi giungeva un minuto dopo con un destro di Caldarelli da appena dentro larea che terminava di poco a lato alla sinistra di Mangano. Una conclusione che era il preludio al vantaggio locale siglato dallo stesso Caldarelli, lasciato colpevolmente libero di concludere dal dischetto di rigore dopo una respinta corta della difesa sugli sviluppi di un corner dalla destra, con un bolide sotto la traversa.

I gussaghesi festeggiano 2-1 di Samu Certo, quella disputata dai ragazzi non stata la migliore gara della stagione e la sconfitta incontestabile quanto bruciante. Tuttavia, bisogna analizzare la gara, prenderne atto, fare tesoro dei nostri errori e ripartire a cominciare dalla gara in casa conto Il Mosaico. Kobia Ngaine Hillary