Sei sulla pagina 1di 1

GIOVANISSIMI GUSSAGO CALCIO 2012/2013

GS EPAS: 1 GUSSAGO: 2

Marcatori: 7’ pt Gatta, 12’ pt Soave

Seconda vittoria di fila in rimonta per il Gussago che espugna di inerzia il campo di GS Epas

con relativa facilità. Tuttavia a differenza di altre partite disputate dai ragazzi del Mister Giacomo

Galesi, questa volta di buono c’è solo il risultato e il

resto da dimenticare per la poca applicazione, mancanza di concentrazione, totale assenza di abnegazione e gioco di squadra. In effetti, dopo la fantastica gara vinta in rimonta contro l’Oratorio Mompiano, ci si attendevano delle conferme sia dal punto di vista del gioco che dal punto di vista dei singoli messisi in evidenza ed in lampante crescita rispetto alle gare iniziali che avevano visto i gussaghesi giocare bene ma senza raccogliere i frutti

del loro lavoro vanificati da disattenzioni e un po’ di

sfortuna. Quella andata in scena invece è stata una gara abbastanza insipida dove i nostri ragazzi si sono adeguati ai ritmi blandi e poca organizzazione di gioco degli avversari condita dalla solita disattenzione cha ha provocato la rete dello svantaggio iniziale. A parziale giustificazione dei ragazzi il caldo pomeridiano che rendeva l’agonismo difficile.

Partenza via e il Gussago concede il vantaggio agli avversari. Su una palla lunga dal

centrocampo, Pelosi liscia il rinvio e spalanca la

porta all’attaccante ospite che supera Mangano con

una palombella deliziosa nonostante il tentativo

estremo dell’ultimo baluardo gussaghese di alzare la

sfera oltre la traversa. Passano tre minuti e Dancelli

ha sul destro la palla del pari dal limite ma la sua conclusione sibila alla destra del portiere locale

accarezzando l’esterno della rete. Un giro di lancette

e Gatta impatta la gara con un pallonetto magistrale dopo aver lasciato l’avversario diretto sui blocchi di partenza sfoderando uno sprint invidiabile.

GIOVANISSIMI GUSSAGO CALCIO 2012/2013 GS EPAS: 1 GUSSAGO: 2 Marcatori: 7’ pt Gatta, 12’ pt Soave

Andrea in azione, un pomeriggio grigio anche per lui

Due

minuti dopo lo stesso Gatta ha sul

destro la palla del vantaggio convergendo dalla destra prima di lasciare partire un fendente diagonale che si spegne di poco a lato con il portiere locale inchiodato sulla linea di porta. Il sorpasso sembra cosa fatta un minuto dopo, ma anche Ipollito conferma la giornata da polveri bagnate per le bocche da fuoco gussaghesi, graziando l’Epas schiacciando di testa un cross di Antonelli dalla destra sul fondo sulle braccia protese del portiere. Altro giro di lancette e i ragazzi di Galesi mettono la freccia a sinistra con Soave che trafigge il guardiano

locale dopo una bella azione corale conclusa con una sovrapposizione da manuale sulla destra. A questo punto la gara non sembra avere storia con gli ospiti

che sfiorando la rete dell’1-3 a più riprese la più ghiotta delle quali capita a Gatta che sfiora il palo

alla destra del portiere al 13’. Tuttavia, quando tutto

sembra in discesa, i gussaghesi si compiacciono e

diventano leziosi ognuno cercando la gloria personale e di conseguenza tutta la squadra perde la bussola e regna il caos assoluto fatto di lotte inutili a centrocampo, corsa a vuoto e palle lunghe a pedalare. Il risultato, sbadigli nonostante i cambi del

mister fino al 26’ della ripresa quando la squadra

sembra rigenerarsi un poco con i nuovi innesti. Prima El Sadiki manca di un soffio l’appuntamento con il cross dalla destra di Mohamed che attraversa tutta

l’area tra una selva di gambe. All’ultimo minuto,

sull’asse Satli-El Sadik giunge una palla d’oro che quest’ultimo sbaglia clamorosamente calibrando male il suo piatto sinistro da due metri. A un minuto oltre il tempo regolamentare, Satli a sua volta manda

l’ennesima occasione alle ortiche, complice la

bravura del portiere locale, questa volta sul suggerimento di Gelmini. Una fotografia di una partita condotta in porto col minimo sforzo. Tuttavia, serve ben’altra prestazione rispetto a quella andata in scena contro l’Epas sia per disorganizzazione sia per mancanza di mordente . Urge una correzione di rotta a partire dalla gara di sabato prossimo contro il Collebeato, un avversario decisamente ostico.

Hillary Ngaine Kobia