Sei sulla pagina 1di 3

SECONDO FULE LA SERBIA PUO ANCORA OTTENERE LO STATUS DI CANDIDATO MEMBRO UE A quanto scrive Danas il Commissario allallargamento dellUnione

Europea, Stefan Fule, ha dichiarato ieri a Bruxelles che la Serbia ha ancora molte speranze di ottenere lo status di Paese candidato a diventare membro dellUe. Fule ha precisato di aspettare il risultato dellincontro di mercoled prossimo tra Belgrado e Pristina per poi inviare una lettera ai paesi membri dellorganizzazione comunitaria riguardo lallargamento alla Serbia. STANDARD & POORS ABBASSA IL RATING DEI CREDITI A LUNGO TERMINE DA B+ A B Riferisce la Reuters che una delle tre agenzie di rating internazionali, Standard & Poors, ha abbassato ieri la valutazione per i crediti a lungo termine della Bosnia-Erzegovina da B+ a B e ha fatto sapere che in futuro possibile un ulteriore downgrade se la politica non far qualcosa per sistemare le finanze pubbliche. CREATI OLTRE 620 NUOVI POSTI DI LAVORO IN SERBIA Il vice primo ministro della Serbia, Verica Kalanovic, ha dichiarato a Zrenjanin la creazione di oltre 620 nuovi posti di lavoro nella citt, durante i prossimi tre anni, grazie alla conclusione di contratti che

prevedono incentivi agli investimenti con le aziende Mecaplast e Draexlmaier per un totale di 13 milioni di euro. Lo scrive Balkan Business News aggiungendo che entrambe le compagnie producono pezzi di ricambio e componenti per lindustria automobilistica e che hanno ricevuto 5000 euro di incentivi per ogni nuovo posto di lavoro. MINISTRO DEGLI ESTERI POPOSKI ESORTA LUE A FISSARE UNA DATA PER LE TRATTATIVE IL PRIMA POSSIBILE Il ministro degli Esteri della Macedonia, Nikola Poposki, ha dichiarato a Mia che il Paese ha offerto allUnione Europea ragioni e argomenti ineccepibili perch le trattative finalizzate allingresso nellorganizzazione comincino il prima possibile. Inoltre Poposki ha affermato che un allargamento dellUe alla Macedonia avrebbe ripercussioni benefiche in tutta la regione balcanica riguardo allintegrazione europea. PROBABILE IL VETO DELLA GERMANIA SULLA CANDIDATURA DELLA SERBIA A STATO MEMBRO DELLUE Secondo European Voice la Germania minaccia di porre un veto alla candidatura della Serbia come stato membro dellUnione Europea che verr discussa al Consiglio Europeo della prossima settimana.

I leader dei 27 stati membri avrebbero dovuto approvare la candidatura della Serbia il 9 dicembre, ma Thomas de Maizire, ministro della Difesa tedesco, ha dichiarato ieri che una decisione positiva, da parte della Germania, sembra essere sempre pi lontana ogni giorno che passa. La linea dura dello Stato forte europeo ha sorpreso comunque tutti i paesi membri Ue.