Sei sulla pagina 1di 16

Materiali Compositi

Un Materiale Composito pu essere definito come: Un sistema di materiali composto da una combinazione di due o pi costituenti che differiscono nella forma e nella composizione chimica e che sono insolubili luno nellaltro
Materiali distinti vengono combinati assieme per formare un sistema che possieda propriet superiori rispetto a quelle dei singoli costituenti ossia che: Sfrutti l'azione sinergica dei costituenti di base Superi le limitazioni dei singoli costituenti

In natura ci sono vari esempi di materiali compositi:


Il legno costituito da un materiale di natura fibrosa, elastico e flessibile (la cellulosa), ), tenuto insieme da una sostanza cementante molto p pi rigida g ( (la lignina) g ) Anche le ossa e il tessuto muscolare del corpo umano, sono di fatto compositi fibrosi.

Il Legno g
Attualmente l'uso del legno stato in molte applicazioni sostituito da
metallo e plastica p

Nel settore nautico, ad esempio, negli ultimi 20 anni stato


sostituito dagli g FRP

Rappresenta ancora il materiale da costruzione pi utilizzato negli


Stati Uniti ( (case, p ponti ed elementi strutturali in g genere) )

In Europa dopo gli anni venti nel settore edile stato sostituito quasi
completamente da mattoni e cemento

Negli ultimi anni per, sta riacquistando la sua importanza, grazie anche ad una nuova coscienza ambientale

Altri utilizzi del legno g


tagliato e stagionato od essiccato, il legno destinato ad un'ampia variet di utilizzi q quali:

pu essere scolpito e lavorato con appositi utensili impiegato come combustibile per il riscaldamento impiegato per la produzione della carta, tramite la produzione di
polpa di cellulosa, avendo sostituito nell'era industriale il cotone o altre piante pi ricche di cellulosa ma meno abbondanti e quindi meno piante, adatte ai nuovi regimi di produzione

viene ampiamente utilizzato nellarredamento viene utilizzato p per la fabbricazione di materiali compositi p quali q
compensati e pannelli truciolati

Classificazione del legno g


Il legno commercialmente classificato in:

1. LEGNO TENERO (tipico dalle conifere come il pino o l'abete) 2. LEGNO DURO (tipico dalle latifoglie come la quercia e il noce)

9 Botanicamente se il seme esposto si ha un albero con legno


dolce, se coperto lalbero di legno duro

9Quasi Q i sempre i legni l i dolci d l i sono pi i teneri i di quelli lli duri d i 9In realt alcuni legni duri sono pi teneri di quelli definiti
teneri, per esempio la balsa, e viceversa, per esempio il tasso.

9In realt questa distinzione deriva dalla nomenclatura inglese


che definisce le conifere "softwood" e le latifoglie "hardwood"

Struttura e caratteristiche del legno g


Il legno un materiale ANISOTROPO: Presenta propriet meccaniche molto maggiori lungo la direzione parallela al tronco dellalbero!

Es.: La resistenza longitudinale di un pino bianco dellest (umidit =12 %) pari a 33 MPa mentre quella radiale circa 3 MPa)

Composizione del legno


Il legno principalmente costituito da tre composti: 1 Cellulosa 1. C ll l (d l 45 % al (dal l 50 %) 2. Lignina (dal 20 % al 30%) 3. Emicellulosa (dal 20 % al 25 %)

F Funzioni i i dei d i costituenti i i

La cellulosa lelemento resistente costituito da lunghe molecole


polimeriche orientate lungo la direzione longidutinale

La lignina g un materiale p polimerico reticolato serve da elemento


cementante le molecole di cellulosa

L Lemicellulosa un polisaccaride (come la cellulosa) e funge da


elemento compatibilizzante fra lignina e cellulosa

Cellulosa
9 E un polisaccaride costituito da catene lineari di molecole di glucosio
unite da forti legami covalenti

9Le catene sono disposte parallelamente lungo la direzione longitudinale


e legate fra loro mediante legami ad idrogeno (+ deboli)
legame covalente forte

legame idrogeno debole

ANISOTROPIA DEL LEGNO!!!

Cellulosa
9 Le catene lineari disposte parallelamente costituiscono le
gli elementi base micrometrici delle fibre fibrille ossia g

9 Localmente tali fibrille sono talmente ordinate da raggiungere


una struttura t tt cristallina i t lli

9 la p parte cristallina della cellulosa IDROFOBA ossia non


assorbe acqua
la % di umidit contenuta nel legno inversamente proporzionale alla frazione cristallina della cellulosa

Emicellulosa
9 E anchesso un polisaccaride ma, a differenza della cellulosa,
costituito da catene ramificate di zuccheri diversi

9 pu essere considerato come il compatibilizzante fra la


cellulosa costituente le fibrille e la Lignina

9 essendo anchesso un polisaccaride, polisaccaride a causa della presenza dei


gruppi OH, responsabile della IDROFILIA del legno

la % di umidit contenuta nel legno direttamente proporzionale al contenuto di emicellulosa presente

Lignina
9 E la sostanza cementante che tiene assieme le fibrille di cellulosa 9 ha una struttura tridimensionale amorfa molto complessa ad alto
peso molecolare p

9E costituita da un unica molecola, quella del fenilpropano,


ripetuta moltissime volte nelle tre direzioni

9 ha carattere IDROFOBO per cui la % di umidit presente nel


legno NON dipende dal contenuto di lignina

Struttura del legno


Un albero cresce in diametro deponendo uno strato di nuovo legno tra il
vecchio legno e la corteccia, che ha la funzione di protezione. In condizioni normali viene formato un anello ogni anno ed in sezione trasversale si osserva una serie di anelli concentrici.

Ogni anello costituito da due strati pi o meno definiti. definiti La parte pi vicina
allasse centrale, di colore pi chiaro si forma durante la stagione primaverile, quando la crescita pi rapida e viene chiamata legno primaverile (LP)

La parte esterna scura chiamata legno autunnale (LA), poich la sua


produzione avviene alla fine della stagione vegetativa tra l'estate e l'autunno

Microstruttura del legno


Le cellule del legno presentano una strutture gerarchizzate Strutture a lamelle circolari una dentro laltra

Ciascuna lamella lamella costituita da microfibrille a spirale spirale di cellulosa


legate insieme da una matrice di lignina amorfa ed emicellulosa

1.

La disposizione e lorientamento l orientamento delle microfibrille cambiano nei diversi strati della cellula Langolo di orientazione delle microfibrille influenza le propriet p p meccaniche della struttura

2.

Microstruttura del legno

Dall immagine al SEM si nota la struttura caratterizzata da canali Dallimmagine longitudinali chiamati LUME che

1. 1 2.

hanno la funzione di condurre i liquidi conferiscono al legno la leggerezza (0,30 g/cm3 0,8 g/cm3)

Contenuto di umidit nel legno


Oltre ai materiali solidi, le cellule del legno possono assorbire acqua fino a circa il 30% del loro peso
% H 2 0 = 100 Peso legno umido Peso legno essiccato Peso legno essiccato

Lacqua nel legno presente sia assorbita nelle pareti delle cellule sia come
acqua libera allinterno del lume delle cellule

Ci si riferisce alle condizioni condi ioni di umidit midit del legno in un n albero vivente i ente con il
termine legno verde

Il legno verde meno resistente di quello essiccato

la rimozione dellacqua nelle zone meno orientate della cellulosa


permette alle cellule di compattarsi e formare nuovi legami ad idrogeno

Il legno dunque subisce un ritiro e diventa pi compatto e resistente

Aspetti negativi del legno


Scarsa resistenza allumidit Scarsa resistenza agli ambienti aggressivi chimicamente Mediocri propriet meccaniche se confrontate con quelle di un
acciaio o un n FRP

forte anisotropia

Aspetti positivi del legno


Leggerezza (max 0,8 g/cm3) lavorabilit abbondanza in natura ecocompatibilit

Esercizio
Una struttura in legno verde (%H2O = 30, R,C =20 MPa) di sezione quadrata con lato 2 cm deve sostenere un peso pari a 1000 kg. kg Si tenga conto che la resistenza del legno viene incrementata di 2,5 MPa abbassando del 8 % lumidit l umidit presente. presente Se la struttura inizialmente pesa 1 Kg, quanto dovr pesare (dopo il trattamento di essicazione i i ) per assolvere ), l il proprio i compito? i ? Ris: Pfin = 877,2 g