Sei sulla pagina 1di 2

AGERATO

Nome Botanico: Ageratum houstonianum Famiglia: Asteraceae

Generalit
Al genere Ageratum appartengono circa sessanta specie di piante erbacee, annuali e perenni, originarie dellAmerica settentrionale . A. houstonianum una specie perenne originaria del Messico, in genere coltivata come annuale.

Caratteristiche botaniche
Produce piccoli cespi compatti, densamente ramificati. I fusti sono sottili, carnosi, di colore verde, e portano foglie ovali, finemente dentellate, di colore verde brilla nte, dallaspetto vellutato. Da aprile fino allautunno, allapice dei fusti, sbocciano piccoli fiori di colore azzurro, simili a piccoli pompon disordinati, riuniti in piccoli grappoli, che si stagliano al di sopra del fogliame. Ai fiori seguono piccoli frutti contenenti i semi. Le piante di Agerato possono svilupparsi per unaltezza di circa 35-45 cm, ma esistono numerose cultivar nane, che si mantengono al di sotto dei 30 cm, che vengono utilizzate nelle aiuole di annuali e nelle bordure. Tra le tante cultivar esistono anche variet a fiori bianco, lilla o rosa. Per favorire unabbondante fioritura si consiglia di rimuovere i fiori appassiti.

Coltivazione
Per favorire unabbondante fioritura si consiglia di rimuovere i fiori appassiti. Terreno Si coltiva anche in vaso. Predilige terreni soffici e ricchi di humus: si utilizza un buon terriccio bilanciato, mescolato a poco stallatico, e ad una buona quantit di sabbia, per favorire il drenaggio, ed evitare che il terreno si compatti eccessivamente, non permettendo al sottile apparato radicale di svilupparsi al meglio.

Esposizione Si pone a dimora in luogo ben soleggiato, o comunque dove possa ricevere almeno 4-5 ore di sole diretto ogni giorno, per favorire la fioritura; posizionando le piante in luogo completamente ombreggiatosi otterranno fioritura stentate. Pur essendo piante perenni, temono molto il freddo ed inoltre tendono ad allungarsi eccessivamente con il passare degli anni; per questo motivo in Italia vengono coltivate come annuali.

Annaffiature e concimazione Si annaffiano abbondantemente e regolarmente, evitando di lasciar asciugare il terreno per periodi di tempo prolungato. Per tutto il periodo vegetativo si consiglia di fornire del concime per piante da fiore, ogni 15-20 giorni, mescolato allacqua delle annaffiature. Moltiplicazione Avviene per seme, in febbraio-marzo in semenzaio, oppure in aprile-maggio direttamente a dimora. I semi vanno coperti con un leggerissimo strato di terriccio. Per favorire la germinazione consigliabile mantenere la terra del semenzaio leggermente umida. Quando le piante sono sufficientemente sviluppate, le si trapianta a dimora ad una distanza di 10-15 cm. Parassiti e malattie Vengono spesso attaccati dagli afidi o dalle mosche bianche. La coltivazione in luoghi scarsamente aerati, o il posizionamento eccessivamente fitto delle piante, spesso causa del proliferare della botrite, che rovina rapidamente il fogliame.

i-bei giardini
Negozio ebay gestito da Brasi74 http://stores.ebay.it/i-bei-giardini
2