Sei sulla pagina 1di 3

San Pantaleone: Il "turco" che il santo patrono originale di Camerota

Asia Minore era il cuore di quel parte dell'Impero Romano che sopraviveva lo smantelmento della parte dell'Impero in occidente dai tedeschi e in Africa dagli arabi. Il Capitale rimaneva Costantinopoli, la citta pi grande di Europa durante il medioevo. Oggi si chiama Asia Minore la Turchia. San Pantaleone era di Bitinia vicina a Costantinopoli (oggi Istanbul: Vedi la sottostante carta.). San Pantaleone oggi sarebbe chiamato un turco. Forse, anche per questo motivo, la chiesa borbonica preferiva spodestarlo con San Vincenzo nell' ottocento.
Sotto gli atti di San Pantaleone come si trovano nel Wikipedia. Da Wikipedia

San Pantaleone, icona bizantina (Monastero di Santa Caterina, Monte Sinai) Martire Nascita Morte Venerato da Ricorrenza Patrono di III secolo 305 Tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi 27 luglio ostetriche e medici

Pantaleone, o anche Pantaleo, in greco Panteleimon (Nicomedia, III secolo Nicomedia, 27 luglio 305), secondo la Passio era un cristiano, medico personale del cesare Galerio, che sub il martirio durante le persecuzioni di Diocleziano: patrono dei medici (insieme ai santi Cosma e Damiano) e delle ostetriche, venerato come santo da numerose Chiese cristiane ed tra i quattordici santi ausiliatori (viene invocato contro le infermit di consunzione).
taleone nacqu nella seconda met del III secolo a Nicomedia, nellodierna Turchia. Diventer successivamente medico e sar perseguitato dall'imperatore di Costantinopoli Galerio per la sua adesione alla fede cristiana. Fu condannato a morte nel 305: gli furono inchiodate le braccia sulla testa, che poi il boia gli mozz. il patrono di medici. (Avvenire)

Agiografia

Secondo la tradizione agiografica, era figlio del pagano Eustorgio, uomo molto ricco di Nicomedia, e di Eubula, che lo educ al Cristianesimo: successivamente, si era allontanato dalla religione ed aveva studiato medicina, arrivando a diventare medico di Galerio. Ritorn al Cristianesimo grazie al prete Ermolao e, alla morte di suo padre, entr in possesso di una grande fortuna: spinti dall'invidia, alcuni colleghi lo denunciarono all'imperatore durante la persecuzione di Diocleziano. L'imperatore avrebbe voluto risparmiarlo e cerc di persuaderlo ad abiurare. Pantaleone, per, confess apertamente la sua fede e, per mostrare di essere nel giusto, risan un paralitico: ci nonostante, egli fu dapprima condannato al rogo, ma le fiamme si spensero, poi ad essere immerso nel piombo fuso, ma il piombo si raffredd miracolosamente; a questo punto Pantaleone fu gettato in mare con una pietra legata al collo, ma il masso prese a galleggiare; venne condannato ad feras, ma le belve che avrebbero dovuto sbranarlo si misero a fargli le feste; fu poi legato ad una ruota, ma le corde si spezzarono e la ruota and in frantumi. Si tent anche di decapitarlo, ma la spada si pieg e gli aguzzini si convertirono. Pantaleone preg Dio di perdonarli, motivo per il quale egli ricevette pure il nome di Panteleemon (in lingua greca, colui che di tutti ha compassione). Infine, quando egli diede il suo consenso, gli fu tagliata la testa.

Bassorilievo raffigurante san Pantaleone, Htel de Cluny, Parigi

Bench le notizie sulla sua vita siano palesemente favolose e ricavate da scritti molto tardi, la storicit di Pantaleone sembra essere dimostrata dalla diffusione e dall'antichit della sua venerazione, gi attestata, tra gli altri, da Teodoreto di Ciro (Graecarum affectionum curatio, Sermo VIII, De martyribus), Procopio di Cesarea (De aedificiis Justiniani I, IX; V, IX) e dal Martirologio Geronimiano (Acta Sanctorum, November, II, 1, 97). Il Martirologio Romano fissa per la memoria di san Pantaleone la data del 27 luglio. Pantaleone oggetto di venerazione in Oriente, dove viene chiamato il grande martire ed invocato come taumaturgo. Nella Repubblica del Monte Athos, Grecia, il monastero della comunit russa, uno dei venti ancora oggi esistenti sulla Santa Montagna, a lui dedicato (monastero di San Panteleimon).

Reliquie
Reliquie del santo si trovano nella basilica di Saint-Denis a Parigi; la sua testa conservata a Lione. La reliquia del braccio di san Pantaleone conservata nella chiesa di San Pantalon (cos chiamato dai Veneziani san Pantaleone) a Venezia; altre sue reliquie sono nella cripta della chiesa dei Santi Giovanni e Reparata a Lucca. Fiale contenenti una certa quantit del suo sangue (raccolto, secondo la tradizione risalente al XII secolo, da Adamantio, testimone del martirio) sono conservate a Costantinopoli, a Ravello, a Montauro[senza fonte] e a Martignano. L'ampolla conservata nel Duomo di Ravello presenta il fenomeno dell'annuale liquefazione del sangue nel mese di luglio ed conservata nella cappella dedicata al santo, realizzata nel 1643 dal vescovo Bernardino Panicola, che ne fece la traslazione con una solenne processione per la citt. Lo stesso fenomeno si verifica anche nelle ampolle custodite a Montauro e a Vallo della Lucania. Un'altra ampolla conservata nel Monasterio de la Encarnacin a Madrid.

antaleone, martire, venerato in Oriente per avere esercitato la sua professione di medico senza chiedere in cambio alcun compenso.