Sei sulla pagina 1di 12

Che cos

PROGETTO E ORGANIZZAZIONE

Ing. Giovanni Montresori Ing. Mario Sunseri Ing. Alfonso Andretta

COLLABORAZIONE SCIENTIFICA
Alfonso Andretta, docente a contratto Facolt di Ingegneria dellUniversit di Modena e Reggio Emilia - Sede Modena (coordinamento) Andrea Atzori, Consorzio di Bacino Padova 2 Alessandra Bonoli, Facolt di Ingegneria, Universit degli Studi di Bologna Luigi Bruzzi, Dipartimento di Fisica, Universit di Bologna Andrea Corti, Dipartimento di Ingegneria dellInformazione Universit degli Studi di Siena Lidia Lombardi, Dipartimento di Energetica "Sergio Stecco" Universit degli Studi di Firenze Vito Emanuele Magnante Ecoricerche Lorenzo Perra, Facolt di Economia - Universit di Firenze Francisco Serrano Bernardo Departamento de Ingenieria Civil, Universidad de Granada Mario Sunseri, docente a contratto Facolt di Ingegneria Universit di Ferrara Dr Angel Del Valls Casillas, Facultad de Ciencias del Mar y Ambientales, Universidad de Cdiz Jos Luis Rosua Campos, University of Granada, Spain Enrique Toscano, gi Joint Research Centre UE, Karlsrue, Germany

SUPPORTO
Agenda XXI, Comune di Ravenna Azienda Speciale S.I.D.I. - Eurosportello CISE, Centro per l'Innovazione e lo Sviluppo Economico CONSER - Imola EQO, Bologna ERVET, Emilia-Romagna Valorizzazione Economica Territorio SpA Remtech, Salone sulle Bonifiche, Ferrara IPSSAR Cervia

COORDINAMENTO SCIENTIFICO

PATROCINI
Comune di Ravenna Provincia di Ravenna Regione Emilia-Romagna Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ravenna Corso di Laurea in Scienze Ambientali, Ravenna AISA - Ass. Italiana Scienze Ambientali Federambiente ANDIS - Associazione Nazionale di Ingegneria Sanitaria Ambientale Assoimprese Fondazione ETHICA ISES Italia ANCI Emilia-Romagna Confservizi Emilia-Romagna CNA Ravenna Confagricoltura Ravenna Confartigianato Ravenna Confcooperative Ravenna Confindustria Ravenna Legacoop Ravenna CONFAPI Ravenna Confcommercio Ravenna Confesercenti Ravenna Collegio dei Periti Industriali Ravenna Ordine Ingegneri Ravenna AIDII TER - Associazione Italiana igienisti industriali, sez Tosco-Emiliano Romagnola Associazione Idea di Ravenna Fondazione FLAMINIA e con il Patrocinio di Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare Commissione Europea Ministero dello Sviluppo Economico

un festival su rifiuti, acqua, energia;


tre giorni di incontri di tipo informativo-formativo dedicati alle tematiche tecnico-economiche ; previsto un ricco programma di eventi culturali.

MEDIA
Achab Group AcquAgenda-Watergas.it Acqualab.it Acqua&Aria AGI alternativasostenibile.it Ambiente TV Audis Notizie Be-Ma editrice Daily RE DIRE Agenzia Eco Eco dalle citt Ecoarea EcoRadio Ecoricerche Ecotechnology ediliziaurbanistica.it educambiente TV e-gazette Energialab.it Extrapola Giornalisti nellerba GreenCity.it GreenMe Greenreport.it Greenplanet Il sole a 360 gradi Il sostenibile.it Impresa Green Indicitalia IPSOA leprofessionitecniche.it La nuova ecologia Maggioli Novambiente.it QE - Gruppo Italia Energia Radio citt del capo Regioni&Ambiente research4energy.com Ricicla TV Rifiutilab.it Rinnovabili.it Risparmioidrico.com Tekneco.it Terra TuttoAmbiente.it Watermanager.it

Indirizzi specifici della manifestazione 2012:

Progettualit, per ideare, innovare, investire. Produttivit, dallefficienza alle tecnologie e meccatronica. Programmazione, dalla regolazione efficace alla semplificazione amministrativa. Professionalit, le risorse umane e i green jobs.

Newsletter n.2 / presentazione ravenna 2012 / in distribuzione settembre 2012

Programma generale delle

60 iniziative!
UNA CITT CON UNA GRANDE STORIA PRONTA AD ACCOGLIERE LE SFIDE DEL FUTURO.
Lintero evento sar organizzato nel Centro Storico di Ravenna, favorendo la possibilit ai partecipanti di soggiornare nei numerosi Hotel. Sar previsto un programma per gli accompagnatori.

Ravenna2012 - Fare i conti con lambiente mantiene e rafforza il carattere OPEN gi sperimentato nelle precedenti manifestazioni. Tutti gli eventi sono gratuiti.

Quando
Nei tre giorni della manifestazione

Evento

N Tipologia 7
Costituiscono l'evento principale della 3 giorni di Ravenna con il contributo del mondo delle scienze economiche, dell'impresa, della cultura, della tecnologia.

Target
Esperti del settore Imprese Ospiti Stranieri Comunit Scientifica ATO/Enti Locali

Nei tre giorni della manifestazione

20

Incontri di approfondimento sviluppati in collaborazione con le principali reti esterne (associazioni di categoria, enti, aziende).

Specialisti ed Esperti Istituzioni Associazioni/Imprese

Nei tre giorni della manifestazione

20 12

Formazione ed approfondimenti in corsi a numero chiuso. Sono possibili 4 percorsi formativi.

Progettisti Professionisti Aziende Enti Locali Esperti del settore Ospiti Esteri Universit ATO/Enti locali Comunit locale

Nei tre giorni della manifestazione

Ricerca, conoscenza, innovazione, arte e cultura intesi come terreno ideale dal quale far partire un nuovo modo di pensare, agire e di comunicare.

Perch partecipare:
I temi di frontiera, laggiornamento delle tecnologie, gli approfondimenti normativi Il modello originale di manifestazione con sviluppo dal basso Forte socializzazione e coinvolgimento dei partecipanti Una location speciale, il centro storico di Ravenna, citt darte millenaria

Public Art Emergenze Creative (V Edizione) Artista: Dragoni Russo - a cura di Silvia Cirelli Esposizione di tecnologie Laboratori di riciclo creativo A cura di Impronte in collaborazione con il Liceo Artistico P:L. Nervi - G. Severini di Ravenna Gorzan - Fare i conti con lambiente Egg City A cura di Giancarlo Scagnolari Video - teatrale - musicale La Divina Commedia Mirko Dadich Live Painting

Piazza del Popolo

dal 26 al 28 settembre

Piazza del Popolo Piazza del Popolo

dal 26 al 28 settembre dal 26 al 28 settembre

Video TAMO, Via Rondinelli 2

www.ravenna2012.it dal 26 settembre

video

www.ravenna2012.it

Piazza del Popolo

dal 26 al 28 settembre

Momenti di comunicazione e formazione Incontri con le scuole

Piazza del Popolo

dal 26 al 28 settembre

Dal 21 al 30 settembre in diversi luoghi di Ravenna, tra cui il Teatro Tenda in Piazza del Popolo, si svolger la manifestazione Gialloluna Neronotte, alla decima edizione. Per info: www.gialloluna.it

Workshop A

Riferimento
Workshop A

Collaborazione
Eurosportello / Centuria Agenzia Innovazione

Tema
Energia

Titolo
Imprese e tecnologie per i servizi energetici: fare ricerca con il contratto di rete

mercoled 26/09 9,00 - 13,00 SALA 7

Obiettivi / Percorso

Le Camere di Commercio sono da tempo impegnate insieme agli attori economici del territorio nel promuovere lo sviluppo delle reti di impresa come una modalit di aggregazione efficace per elevare la competitivit delle PMI nel mercato globale. Liniziativa, promossa dallAzienda Speciale Eurosportello, partner della rete Enterprise Europe Network, intende presentare 6 diversi raggruppamenti di imprese impegnati a sviluppare piani di ricerca esplorativa sulle tecnologie per le reti e i servizi energetici. Questo il risultato del programma Distretti 2, promosso dalla Regione Emilia-Romagna e coordinato da Centuria Agenzia per linnovazione, in veste di soggetto attuatore del distretto tecnologico energetico. Il workshop sar loccasione per verificare come, aggregandosi, le imprese possono cooperare per sviluppare innovazione nel campo dellenergia sostenibile. Introduzione: Chairman: Giovanni Casadei Monti Eurosportello Il bando distretti 2 e le reti energetiche / Alessandra Folli Centuria Le aggregazioni dimpresa selezionate si presentano / Relatori Vari Conclusioni: Silvano Bertini Regione Emilia-Romagna

Programma Interventi

Workshop B

Riferimento
Workshop B

Collaborazione
ITIS

Tema
Energia

Titolo
Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico E.R.R.E.

mercoled 26/09 9,00 - 13,00 SALA 8

Programma Interventi

Introduzione e saluti - Dott. M. Cameliani Ass. alle Attivit Produttive Comune di Ravenna ITS: Istruzione Tecnica Superiore - Dott.ssa Maria Luisa Martinez Dirigente USP di Ravenna ITS Tecnico superiore per lapprovvigionamento energetico e la costruzione di impianti. Dott.ssa Lilia Pellizzari Dirigente ITI Baldini Interventi tematici degli studenti del corso ITS di Ravenna Interventi di partner istituzionali, imprenditori, docenti nel corso e soci fondatori della Fondazione ITS per lEfficienza energetica Energia e Ambiente. Il ruolo delle Associazioni di Categoria e dei loro Centri di Formazione nei percorsi ITS. ITS Tecnico superiore per la conduzione del cantiere di restauro architettonico. Dott. Simone Corli Presidente della Fondazione di Ferrara

Workshop C

Riferimento
Workshop C

Collaborazione
Universit di Bologna, sede di Ravenna Scienze Ambientali

Tema
Acqua

Titolo
Workshop Scienze Ambientali

mercoled 26/09 14,00 - 17,00 SALA 5

Obiettivi / Percorso

La gestione della risorsa acqua nella zona costiera ravennate un compito impegnativo, date le caratteristiche geomorfologiche del territorio, la subsidenza, le scarse portate dei fiumi appenninici e lestesa salinizzazione dellacquifero freatico superficiale. In questo workshop verranno presentati i risultati di studi sullo stato della risorsa acqua nellacquifero freatico, la sua qualit e le prospettive future, in termini di gestione e cooperazione fra vari Enti interessati e lUniversit di Bologna. Lesperienza maturata nel Corso di Laurea in Scienze Ambientali dellUniversit di Bologna a Ravenna sulla gestione delle risorse nella zona costiera si tradotta in un programma didattico, il Master Internazionale in Water and Coastal Management (WACOMA), e in un Dottorato Internazionale in Marine and Coastal Management (MACOMA) attivi a Ravenna dal 2011 che saranno presentati durante lworkshop.

Programma Interventi

Introduzione al problema della gestione della risorsa idica e sua contestualizzazione Prof. Giovanni Gabbianelli Universit degi Studi di Bologna - Scienze Ambientali, Ravenna Gestione ottimale delle risorse irrigue lungo la costa romagnola Dr. Paolo Mannini Dir. Area Agronomico - Ambientale Canale Emiliano Romagnolo - Consorzio di Bonifica di 2 grado La difesa idraulica del territorio Ing.Vincenzo Bosi Direttore Generale Consorzio di Bonifica della Romagna Presentazione delle Lauree in Scienze Ambientali e Analisi e Gestione dell'ambiente dell'Universit di Bologna Prof. Elena Fabbri Presidente dei Corsi di Studio Presentazione del Master Internazionale in Water and Coastal Management (WACOMA) e del Dottorato Internazionale in Marine and Coastal Management (MACOMA) attivi presso il Campus Universitario di Ravenna. Esposizione Poster di ricerca dei 5 studenti del Dottorato Internazionale che svolgono le loro attivit nel Campus di Ravenna / Prof. T.A. DelValls Univ. di Cadice Irrigazione e intrusione salina in zona costiera / Nicolas Greggio Universit degi Studi di Bologna, Campus di Ravenna Leffetto delle cave in zona costiera sulla qualit dellacqua / Pauline Mollema Univesit di Amsterdam Prospettive per la ricarica artificiale degli acquiferi nel quadro della gestione integrata dellacqua e per contrastare lintrusione salina / Marco Antonellini Universit degi Studi di Bologna - Scienze Ambientali, Ravenna

Workshop D

Riferimento
Workshop D

Collaborazione
EnergEtica

Tema
Energia

Titolo
Dal biogas al biometano, la nascita di una nuova filiera

mercoled 26/09 9,30 - 13,00 SALA 6

Obiettivi / Percorso

Alla 5 edizione di Ravenna 2012, EnergEtica organizza un workshop dal titolo: Dal biogas al biometano, la nascita di una nuova filiera , che tratter nella prima parte le innovazioni tecnologiche del biogas legate ai piccoli impianti, agli aspetti cogenerativi e dallutilizzo di sottoprodotti e FORSU, e focalizzando in chiusura della giornata le nuove tecniche di purificazione del biogas e alle prospettive del biometano in Italia. Come gi avviene in Svezia e in Germania, anche in Italia lup-grading del biogas, con le politiche di incentivazione potrebbe rappresentare un possibilit importante per il settore energetico e dei trasporti. Il workshop promosso da EnergEtica- Distretto Agroenergetico dellItalia Nord Ovest, che rappresenta una delle associazioni pi attive nel settore delle energie rinnovabili legate allagricoltura.

Programma Interventi

Apertura lavori: Piero Mattirolo EnergEtica Il piano regionale per le agroenergie / Andrea Giapponesi Regione Emilia Romagna (*) Incentivi 2013 - biogas e biometano / Guido Bezzi CIB- Consorzio Italiano Biogas e Gassificazione Impianti di piccola e media taglia e utilizzo del calore di cogenerazione / Mauro Bonera AB Energy Prospettive del biogas in Italia: innovazioni tecnologiche, assistenza tecnica-biologica, impianti a misura di azienda Marcello Barbato EnviTec Biogas La filiera completa per biogas e trattamento del digestato / Ottavio Micheletti Veolia Biogas da pollina / Roberto Fiume Austep Produzione di biogas da frazione organica tramite dry fermentation e prospettive sul biometano Enrico Piraccini Gruppo Hera Tecnologie per purificazione biogas / Gian Paolo Ghelardi Progetto GreenNG

Workshop E

Riferimento
Workshop E

Collaborazione
Progetto Life Identis Weee / Eurosportello

Tema
Rifiuti

Titolo
Raccolta e tracciabilit dei RAEE: le ultime sperimentazioni per raggiungere gli obiettivi della nuova direttiva UE.

mercoled 26/09 14,00 - 17,00 SALA 7

Obiettivi / Percorso

Come raggiungere gli obiettivi che imporr la nuova direttiva UE sui RAEE? Questa giornata di studio e confronto vuole riunire le principali esperienze in corso nella raccolta dei RAEE in Italia e in Europa. Innovazione e conoscenza del territorio per ridurre l'abbandono dei RAEE e recuperare valore da questa rilevante frazione dei rifiuti. Ospita la giornata il progetto Life Identis Weee che sta entrando nella fase operativa della sperimentazione in Italia, Spagna e Romania. L'incontro si svolge all'interno di Ravenna2012 - Fare i conti con l'ambiente, consentendo la partecipazione di tecnici, dirigenti, amministratori operanti nel settore dei rifiuti a livello nazionale. Saluto di apertura - Enterprise Europe Network: il ruolo della rete a sostegno delle imprese Giovanni Casadei Monti - Eurosportello Ravenna Stefano Lenzi - Unioncamere Emilia Romagna Introduzione Chairman: Paolo Paoli Hera Federico Magalini United Nation University / Marco Pagani Federdistribuzione Giancarlo Dezio Ecolight / Roberto Caggiano Federambiente Mario Sunseri Project Leader Life Identis Weee / Davide Donadio ANCI/ANCITEL Energia e Ambiente Fabrizio Longoni CdC RAEE / Teresa Meja Tejedor Ecolum

Programma Interventi

Workshop F

Riferimento
Workshop F

Collaborazione
CCIAA Ravenna / CNA / Confartigianato

Tema
Sostenibilit

Titolo
Per una cultura sostenibile del fare. Dal NIMBY (not in my back yard) al PIMBY (please in my back yard)

mercoled 26/09 17,00 - 19,00 SALA 8

Obiettivi / Percorso

Dopo anni in cui abbiamo trattato argomenti tecnici legati alle energie rinnovabili, questanno la tematica sar legata ai problemi che sempre pi spesso sorgono tra gli imprenditori, le pubbliche amministrazioni ed i vari comitati spontanei che purtroppo spesso, anche nel nostro territorio, rischiano di frenare anche gli investimenti legati alle energie rinnovabili. Si tratta del cosiddetto fenomeno del NIMBY (Not In My Back Yard, lett. Non nel mio cortile) che sempre pi spesso leggiamo sulle cronache italiane e che rischia di bloccare ogni investimento. Paradossalmente anche quelli legati alla costruzione di impianti per produrre energia rinnovabile. Latteggiamento consiste nel riconoscere come necessari, o comunque possibili, gli oggetti del contendere ma, contemporaneamente, nel non volerli nel proprio territorio a causa delle eventuali controindicazioni sullambiente locale. Con questo convegno come associazioni artigiane (CNA e Confartigianato) ci poniamo lobiettivo di affrontare il fenomeno e provare a dare qualche soluzione operativa, consapevoli che tutti gli attori vanno coinvolti nelle decisioni di investimenti.

Programma Interventi

Introduzione: Daniele Rondinelli Presidente Confartigianato della Provincia di Ravenna Interventi: Fabrizio Matteucci Sindaco di Ravenna Claudio Casadio Presidente Provincia di Ravenna Dario Caprio Giornalista e autore del libro La democrazia Sussidiaria Conclusioni: Andrea Dal Monte Presidente Comunale CNA Ravenna

Workshop G

Riferimento
Workshop G

Collaborazione
Ervet

Tema
Rifiuti

Titolo
Verso il Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti in Emilia-Romagna: quali prospettive per la prevenzione?

gioved 27/09 9,00 - 13,00 SALA 5

Programma Interventi

Apertura Lavori - Vito Cannariato Regione Emilia-Romagna Presentazione dellindagine La Gestione e la Produzione dei Rifiuti viste dai Cittadini Enrico Cancila, Guido Croce ERVET Tavola Rotonda La Prevenzione nella produzione dei rifiuti vista da: COOP Giorgio Benassi COMIECO - Barbara Bonori ALTROCONSUMO Maria Luisa Villa LAST MINUTE MARKET Luca Falasconi Discussione con il pubblico Elementi del Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti sulla Prevenzione / Barbara Villani - ARPA Conclusioni: Sabrina Freda Regione Emilia-Romagna

Workshop H

Riferimento
Workshop H

Collaborazione
Ausilia

Tema
Rifiuti

Titolo
Cantieri Temporanei e Mobili: Gestione Rifiuti e Sottoprodotti

gioved 27/09 9,00 - 13,00 SALA 6

Obiettivi / Percorso

Lo smaltimento e il riutilizzo dei rifiuti derivanti da attivit di costruzione e demolizione occupa una posizione di grande importanza nella filiera di gestione dei rifiuti speciali, ribaltando tale peso in seno alla corretta gestione ambientale e territoriale. La continua evoluzione legislativa degli ultimi anni e loggettiva difficolt di coordinamento con la normativa pregressa peraltro, costituiscono comunemente un problema diffuso per gli imprenditori, concretizzantesi assai spesso in una illegalit ed in un danno inconsapevole al bene comune.

Workshop I

Riferimento
Workshop I

Collaborazione
CIC

Tema
Rifiuti / Energia

Titolo
CIC Consorzio Italiano Compostatori

gioved 27/09 14,00 - 17,00 SALA 5

Programma Interventi

Chairman: Massimo Centemero Presentazioni di impianti sulla digestione anaerobica e compostaggio, introducendo le esperienze di Sesa Este sul teleriscaldamento/raffrescamento e la proposta di Acea Pinerolo sul biometano. W. Smeets, D. Mainero Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella Rossi CRPA L'orizzonte Europeo, in termine di End of Waste sull'organico e Regolamento sui fertilizzanti Massimo Centemero Conclusione - Leonardo Ghermandi Presidente CIC

Workshop L

Riferimento
Workshop L

Collaborazione
Studio Legale Carissimi

Tema
Rifiuti

Titolo
La gestione dei rifiuti nel Governo Monti. Tutte le novit della normativa ambientale 2011/2012

gioved 27/09 15,30 - 18,30 SALA 6

Obiettivi / Percorso

Ogni settimana da Agosto 2011 in poi, ha riservato una novit in materia ambientale. Diverse sono infatti le novit intercorse in questo ultimo periodo in tema di SISTRI, terre e rocce, materiali da riporto, autorizzazione unica per le piccole medie imprese, e altrettante sono quelle che ci dobbiamo attendere atteso il Ddl C. 4240 B in tema di sfalci e potature, miscelazione, raccolta differenziata, etc. Si rende pertanto necessario fare il punto della situazione con una giornata di orientamento su tutte le novit intervenute in materia ambientale e su tutte le future modifiche. Verranno affrontate le problematiche concrete e forniti consigli operativi.

Programma Interventi

Introduzione normativa I primi decreti del Governo Monti e gli impatti nella gestione dei rifiuti Il Salva Italia: le semplificazioni in tema di tracciabilit Il decreto Liberalizzazioni: Art. 25: SSPL e gestione dei rifiuti urbani, Art. 26: Imballaggi, Art. 49: Utilizzo terre e rocce da scavo Il decreto Ambiente: Art. 3: Interpretazione autentica dellart. 185 Il decreto Semplificazioni: La nuova autorizzazione unica per le PMI, Il transfrontaliero e la sua breve modifica Il decreto Crescita: Sospensione del SISTRI: tracciabilit e criticit della normativa transitoria La Spending Review: Le Province e lambiente Il Ddl C. 4240-B.: un altro correttivo?

Workshop M

Riferimento
Workshop M

Collaborazione
Provincia di Ravenna

Tema
Piano clima

Titolo
Il Piano Clima della Provincia di Ravenna

gioved 27/09 14,30 - 17,30 SALA 8

Obiettivi / Percorso

Obiettivo del Workshop: nell'ambito degli obiettivi per la mitigazione dei cambiamenti climatici stabiliti a livello comunitario (strategia 20-20-20) la Provincia di Ravenna, impegnata attivamente nella riduzione delle emissioni di gas serra, ha accolto la sollecitazione regionale (Piano di Azione Ambientale per un futuro sostenibile 2008/2010) per lo sviluppo di uno strumento conoscitivo territoriale che consenta di orientare lo sviluppo di politiche volte alla riduzione delle emissioni di gas serra. Nel workshop sar presentato il documento realizzato, la situazione territoriale in termini di emissioni (inventario territoriale delle emissioni), i possibili scenari futuri nonch le azioni strategiche volte alla riduzione delle emissioni messe in campo dall'amministrazione provinciale. Chairman:Arch. Elettra Malossi Dirigente del Settore Ambiente e Territorio della Provincia di Ravenna Arch. Mara Roncuzzi Assessore programmazione e Politiche per l'ambiente - Provincia di Ravenna Dott.ssa Patrizia Bianconi Direzione Generale Ambiente - Servizio Valutazione Impatto e promozione della Sostenibilit ambientale - Regione Emilia-Romagna Dott.ssa Valeria Baruzzi Direttore tecnico e Responsabile del sistema di gestione e contabilit ambientale - Indica Srl Dott.ssa Patrizia Lucialli Responsabile area monitoraggio e valutazione, qualit dell'aria, rumore, cem - Arpa Sezione di Ravenna - Servizio Sistemi Ambientali Dott.ssa Elisa Pollini Responsabile area monitoraggio e valutazione, qualit dell'aria, rumore, cem - Arpa Sezione di Ravenna - Servizio Sistemi Ambientali Dott.ssa Luana Gasparini Ufficio Educazione alla sostenibilit - Agenda 21 e Sistemi di Gestione Ambientale - Comune di Ravenna Arch. Monica Cesari Dirigente Settore Programmazione Territoriale - Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Programma Interventi

Workshop N

Riferimento
Workshop N

Collaborazione
Ecoricerche srl

Tema
Rifiuti

Titolo
La gestione dei rifiuti agricoli

venerd 28/09 9.00 - 13,00 SALA 2

Obiettivi / Percorso

Approfondire le problematiche relative alla gestione dei rifiuti agricoli, dalla produzione al destino finale alla luce delle utltime novit normative - Valutare i corretti comportamenti da adottare nella fase di produuzione dei rifiuti presso le aziende Inquadramento sulla normativa in materia di immissioni in commercio ed uso dei prodotti fitosanitari e relative azioni di tutela ambientale Dott. Floriano Mazzini Servizio Fitosanitario Regione Emilia Romagna I rifiuti agricoli: alla produzione al destino finale Dott.Vito Emanuele Magnante Consulente Responsabile Divisione Gestione Rifiuti-ADR ECORICERCHE S.r.l. Societ di Consulenza Gli adempimenti oblbigatori a carico delle imprese agricole (responsabilit - modalit di gestione documentazione) Dott.ssa Rosalba Martino Provincia di Ferrara Le biomasse agricole (rifiuto o non rifiuto_): criteri di esclusione e disciplina dei sottoprodotti Dott.ssa Rosalba Martino Provincia di Ferrara

Programma Interventi

Workshop O

Riferimento
Workshop O

Collaborazione
EQO / Romagna Innovazione

Tema
Energia

Titolo
Riduzione dei costi energetici: strumenti e sistemi di gestione

venerd 28/09 9,30 - 12,30 SALA 6

Obiettivi / Percorso

Il workshop propone un percorso che partendo da una quantificazione degli impatti dei consumi energetici sulla gestione di unorganizzazione presenta strumenti, metodi e tecnologie per affrontare i temi del risparmio e del consumo portando infine esperienze ed aspettative di organizzazioni attive nel tessuto economico produttivo e istituzionale. Saluti ed Introduzione - Prof. Luigi Bruzzi Universit di Bologna Impatto del costo dellenergia sulla gestione aziendale - Enrico Villa CNA I Sistemi di Gestione dell'Energia per migliorare lefficienza e ridurre i costi. - Gian Piero Zattoni - Andrea Zanfini EQO Srl Le risposte dellICT ai bisogni di gestione del risparmio energetico. - Stefano Torelli Responsabile Area Business e Alessandro Golfarelli- Responsabile Tecnico Rinnova Risparmio energetico attraverso la manutenzione predittiva applicata ai motori elettrici - Claudio Cola esperto di manutenzione Novima Srl, Industrial Innovation, Spm Instrument Dal SEAP ad azioni concrete di risparmio energetico. - Lia Montalti Assessore Sostenibilit ambientale, Progetti europei, Politiche energetiche Comune di Cesena Approcci e strategie per il risparmio energetico in Romagna Acque - Ariana Bocchini Presidente Romagna Acque - Societ delle Fonti S.p.A. LTE Spa - Toyota Material Handling Chiusura Lavori - Tiziano Alessandrini Consigliere Assemblea legislativa Regionale e membro delle Commissioni II Politiche economiche e III Territorio, turismo, mobilit Regione Emilia Romagna

Programma Interventi

Workshop P

Riferimento
Workshop P

Collaborazione
Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna

Tema
Sostenibilit

Titolo
Kick Off del Corso su La Valutazione di Impatto Ambientale: procedure, problematiche, tecniche e modelli di approccio ai diversi comparti

venerd 28/09 9,00 - 13,00 SALA 7

Obiettivi / Percorso

Nellambito di Ravenna2012 Fare i conti con lambiente si terr il Kick Off del Corso su La Valutazione di Impatto Ambientale: procedure, problematiche, tecniche e modelli di approccio ai diversi comparti organizzato dalla Commissione Ambiente (CAMB) dellOrdine degli Ingegneri della Provincia di Bologna. Un Workshop specifico, il giorno 28 settembre, vedr la partecipazione di esperti di Enti Locali e di Universit italiane e straniere. Coordinano Alessandra Bonoli - Universit degli Studi di Bologna Simona Tondelli Universit degli Studi di Bologna, coordinatrici di CAMB. Relatori Ing.Vito Belladonna prof. Bruzzi Universit degli Studi di Bologna prof. Francisco Serrano Universit di Siviglia Programma: Le tematiche affrontate nel workshop saranno: Le procedure di VIA: problematiche, limiti e difficolt per i progettisti. Gli errori o le mancanze pi frequenti in un progetto di VIA. Limportanza del monitoraggio in itinere. La Valutazione di Impatto Ambientale in altri Paesi Europei.

Programma Interventi

Workshop Q

Riferimento
Workshop Q

Collaborazione
Provincia di Ravenna

Tema
Sostenibilit

Titolo
BICY - Cities & Regions of bicycles Workshop locale conclusivo "I progetti degli Enti Locali per favorire la mobilit ciclabile in provincia di Ravenna"

venerd 28/09 9,30 - 16,00 SALA 11

Programma Interventi

Moderatore: Alberto Rebucci Responsabile progetto Bicy per la Provincia di Ravenna Alberto Rebucci Responsabile progetto Bicy per la Provincia di Ravenna Intervento di apertura Mara Roncuzzi - Assessore allAmbiente della Provincia di Ravenna Guido Guerrieri - Assessore all'Ambiente del Comune di Ravenna Giovanni Grandu - Assessore ai Lavori pubblici e Viabilit del Comune di Cervia Andrea Corsini - Assessore alla Mobilit e Turismo del Comune di Ravenna Introduzione ai lavori e presentazione delle attivit svolte dal Progetto BICY, finanziato dal CENTRAL EUROPE Programme 2007-2013 e degli altri progetti sulla mobilit ciclabile di competenza della Provincia di Ravenna. Alberto Rebucci Dirigente del Settore Attivit Produttive e Politiche Comunitarie della Provincia di Ravenna e responsabile del progetto Risultati delle analisi realizzate nellambito del Progetto BICY, CENTRAL EUROPE Programme e strategie per il rafforzamento della mobilit ciclabile - Joerg Schweizer Universit di Bologna Presentazione del progetto relativo al percorso ciclabile del Fiume Savio. Progetto SLOWTOURISM, PROGRAMMA TRANSFRONTALIERO ITALIA-SLOVENIA 2007-2013 - Alessandro Pazzi SERVIN scpa Il ruolo e le proposte della FIAB per lo sviluppo del cicloescursionismo e per una mobilit ciclabile sicura - Andrea Navacchia Referente FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) Ravenna Risultati, Strategie e Obiettivi del Comune di Ravenna per la Mobilit Ciclistica. - Ennio Milia, Nicola Scanferla, Massimo Camprini, Luana Gasparini del Comune di Ravenna Le Cooperative Sociali ed il progetto di sviluppo della mobilit ciclabile in provincia di Ravenna - Pier Luigi Giunchi AGAPE Consorzio di Cooperative Sociali per l'inserimento lavorativo della Provincia di Ravenna Il potenziamento della mobilit ciclabile a Cervia - Roberto Buonafede Dirigente Servizio Lavori Pubblici del Comune di Cervia Una proposta per lo sviluppo di una filiera per il cicloturismo in Romagna - Andrea Bagnara Cerviaturismo La mobilit ciclabile nella Bassa Romagna e nell' area Faentina - Monica Cesari Dirigente Servizio Urbanistica dell'Unione della Bassa Romagna - Gualtiero Malpezzi Responsabile politiche ambientali Comune di Faenza

Workshop R

Riferimento
Workshop R

Collaborazione
Interseroh Italia

Tema
Rifiuti

Titolo
L'esperienza di recupero degli imballaggi primari, secondari e terziari nei diversi Paesi Europei supportata da diversi Contributi ambientali. Come valorizzare le esperienze degli altri per migliorare il sistema italiano

venerd 28/09

14,00 - 18,00

SALA 2

Obiettivi / Percorso

Sono trascorsi oltre 20 anni dallemanazione in Germania della prima Packaging Ordinance (o Decreto Tpfer, dal nome dellallora Ministro dellAmbiente) riguardante gli imballaggi e i rifiuti di imballaggio, che diede avvio alle successive attivit di normazione a livello europeo, di cui la Direttiva 94/62/CE ne un primo esempio. Come noto ogni singolo stato membro ha recepito la Direttiva in maniera autonoma, creando sistemi di gestione a livello nazionale che, pur se coordinati da ununica direttiva, mostrano notevoli differenze che, in alcuni casi, si sono andate accentuando nel corso degli anni. Un confronto tra queste esperienze pu essere utile, per valutare quali miglioramenti potrebbero essere introdotti nel nostro attuale sistema di gestione di r ecupero e riciclo degli imballaggi a livello nazionale. Introduzione ed apertura dei lavori - Enzo Scalia - Amministratore Delegato ISR INTERSEROH Italia I sistemi di gestione degli imballaggi nei diversi Paesi Europei Roberto Magnaghi - Amministratore Delegato INTERSEROH Service Italia Il sistema di gestione degli imballaggi in Italia - Walter Facciotto (*) - Direttore Generale CONAI Lesperienza dei Produttori - Michele Mastrobuono (*) - Direttore Ambiente e Relazioni Esterne Tetra Pak Italiana Lesperienza degli Utilizzatori - Luca Ruini (*) - Direttore Sicurezza, Ambiente, Energia Barilla G. e R. F.lli Lesperienza della Grande Distribuzione - Marco Pagani (*) - Direttore Area Legislazione e Studi Federdistribuzione Sessione Q&A
(*) Relatori in attesa di conferma

Programma Interventi

Workshop S

Riferimento
Workshop S

Collaborazione
Regione Emilia-Romagna / Confservizi E.R.

Tema
Rifiuti

Titolo
Tracciabilit Rifiuti I progetti del Piano dAzione Ambientale nel contratto di programma tra Regione Emilia Romagna e Confservizi Emilia Romagna

venerd 28/09 14,00 - 17,30 SALA 5

Obiettivi / Percorso

Nellambito del Piano dAzione Ambientale, nel febbraio 2010 stato sottoscritto il contratto di programma tra Regione Emilia Romagna e Confservizi Emilia Romagna finalizzato allimplementazione di azioni pilota volte a rendere effettivo il sistema di tracciabilit fisica e documentale dei rifiuti tramite lutilizzo di specifiche tecnologie e di software dedicati per identificarne e monitorare i flussi lungo la filiera. Sono stati quindi cofinanziati 10 progetti presentati da diversi Gestori operanti nellintera Regione, orientati alla sperimentazione ed applicazione di moderne ed innovative tecnologie e processi sulla tracciabilit dei rifiuti urbani. l ruolo delle aziende nellapplicazione del contratto di programma sottoscritto con la Regione Emilia Romagna. Presentazione dei progetti, stati di avanzamento e risultanze: Progetto di tracciabilit e processo di certificazione delleffettivo recupero dei materiali a valle delle raccolte differenziate: il report Sulle tracce dei rifiuti 3 edizione. Progetti di tracciabilit elettronica ed identificazione dellutente e del conferimento dei rifiuti nei differenti sistemi di raccolta: stradale con contenitori, raccolte domiciliari, centri di raccolta. Tracciabilit con sistemi tecnologici avanzati delle fasi di raccolta, trasporto e conferimento agli impianti. Intervengono: Rappresentanti della Regione Emilia Romagna, di Confservizi Emilia Romagna e dei Gestori partecipanti al progetto: AIMAG spA, CMV Servizi srl, COSEA Ambiente spa, GEOVEST srl, HERA spa, IREN spa, Montagna 2000 spa, SABAR spa, San Donnino Multiservizi srl.

Programma Interventi

Workshop T

Riferimento
Workshop T

Collaborazione
Progetto LIFE RELS

Tema
Rifiuti

Titolo
Programma Nazionale di Prevenzione dei Rifiuti: il punto sullo stato dell'arte e tre mesi dall'adozione in collaborazione con IRISistemi e Rels

venerd 28/09 14,20 - 17,00 SALA 6

Obiettivi / Percorso

Il convegno avvia il confronto su come il Programma verr impostato ed applicato, evidenziando le potenzialit dello strumento, e sondando le attese degli operatori. Mancano tre mesi al varo del Piano di prevenzione. Lesigenza di una informazione sugli indirizzi e sul metodo prescelto per costruirlo fortemente sentita da tutti gli operatori e dai cittadini e vede inevitabilmente il Ministero dellAmbiente primo e fondamentale interlocutore. E essenziale capire se e come questo strumento rappresenta lo snodo di integrazione della prevenzione nella pianificazione di settore che l'evoluzione della normativa comunitaria richiede. Il convegno, quindi, rappresenta un'occasione offerta a operatori , aziende e cittadini per fare conoscere quali sono le loro attese e che giudizio danno sulle potenzialit del Programma di Prevenzione dei Rifiuti. Apertura: Presentazione del libro "Acrostico IRIS. La Buona Gestione dei Rifiuti." Edizioni Pulsar Antonio Cavaliere Chairman: Pinuccia Montanari Progetto Life Rels Chairman: Alberto Bellini Assessore ambiente di Forl Programma Nazionale di Prevenzione dei Rifiuti: la norma, le potenzialit, le attese - presentazione SPECIALE Finestra sulla prevenzione dei rifiuti e interrogativi degli operatori su senso, contenuti e modalit di definizione del PNPR. (Mario Santi) Perch si va verso la prevenzione (dalla Dir 98/2008/CE alla preparazione del 7 programma ambientale); come si sono mossi e si stanno muovendo gli altri paesi sui PNPR (Irene Ivoi) Le politiche regionali per la prevenzione tra vocazioni territoriali e pianificazioni in divenire. (Roberto Cavallo) Come un Programma Comunale di Prevenzione pu aiutare le gestioni virtuose: il PCPR di Capannori (Alessio Ciacci, Rossano Ercolini) Le linee guida per il PNPR elaborate dall'ex ONR (Pinuccia Montanari) Interventi vari Anci, Gianluca Cencia - Direttore Federambiente, Conai, Confindustria, Commissioni Ambiente della Camera e del Senato Intervento del Ministero dell'ambiente sullo stato dell'arte della preparazione del PNPR (in attesa di comunicazione del rappresentante Mattm) conclusione della giornata: Walter Ganapini

Programma Interventi

Workshop U

Riferimento
Workshop U

Collaborazione
Comune di Ravenna / Agende 21 Italiane

Tema
EMAS

Titolo
I sistemi di registrazione e certificazione per la sostenibilit del territorio e lo sviluppo di partnership /pubblico private

gioved 27/09 14,30 - 17,30 SALA 13

Obiettivi / Percorso

incontro aperto di TANDEM network italiano per l'applicazione dell'EMAS alle Pubbliche amministrazioni Mancano tre mesi al varo del Piano di prevenzione. Lesigenza di una informazione sugli indirizzi e sul metodo prescelto per costruirlo fortemente sentita da tutti gli operatori e dai cittadini e vede inevitabilmente il Ministero dellAmbiente primo e fondamentale interlocutore. E essenziale capire se e come questo strumento rappresenta lo snodo di integrazione della prevenzione nella pianificazione di settore che l'evoluzione della normativa comunitaria richiede. Il convegno, quindi, rappresenta un'occasione offerta a operatori , aziende e cittadini per fare conoscere quali sono le loro attese e che giudizio danno sulle potenzialit del Programma di Prevenzione dei Rifiuti. Intervengono: Assessore Ambiente Comune Ravenna , Regione Emilia-Romagna, Comitato EMAS (invitato), Associazione industriali di Ravenna, Arpa Emilia Romagna, Arpa Friuli Venezia Giulia , Comune di Ravenna ed altre Amministrazioni testimonial di esperienze territoriali.

Programma Interventi

Workshop V

Riferimento
Workshop V

Collaborazione
Progetto Life Coast Best

Tema
Acqua

Titolo
Progetto Life+Coast Best: Approccio coordinato per il trattamento e il riutilizzo sostenibile dei sedimenti in una rete di piccoli porti.

mercoled 26/09 10,00 - 13,00 SALA 5

Obiettivi / Percorso

Presentazione dello stato di avanzamento del progetto Il progetto LIFE COAST-BEST, avviato nel gennaio 2010, si propone di sviluppare un sistema di gestione dei sedimenti che, integrando le diverse fasi di caratterizzazione, dragaggio, trattamento, utilizzo e smaltimento (integrazione verticale), consenta di raggiungere gli obiettivi di sostenibilit allinterno di una rete di porti di piccole dimensioni opportunamente interconnessi (integrazione orizzontale), promuovendo altres lo sviluppo delle condizioni idonee al reimpiego delle frazioni recuperate.

Programma Interventi

Interverranno: Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile Ambientale dellUniversit di Roma La Sapienza / Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) / ARPA Emilia Romagna / SOGESID S.p.A / Dipartimento di Geoingegneria e Tecnologie Ambientali Uni Cagliari / Envisan / I.CO.P. / LabeLab.

Workshop W

Riferimento
Workshop W

Collaborazione
Ervet / Regione EmiliaRomagna

Tema
Rifiuti

Titolo
Incontro riservato organizzato dalla Regione Emilia Romagna (Servizio Rifiuti e Bonifica Siti) per confronto con alcuni portatori di interesse sul tema della riduzione della produzione dei rifiuti.

gioved 27/09 14,30 - 17,30 SALA 12

chiuso (incontro riservato)

PERCORSO 1 - ACQUA - Organizzato dallAssociazione IWC (SALA 1)

Riferimento
LabMeeting A

Giorno
MER 26.09.12

Orario
9:30-17:00

Keywords
ACQUA

Titolo
BILANCIO IDRICO, DISTRETTUALIZZAZIONE E RICERCA DELLE PERDITE. ANALISI E MODELLAZIONE DELLE RETI IDRICHE

Abstract

Introduzione allApproccio Pratico IWA per la Gestione delle Perdite fi siche. Il Bilancio Idrico e gli Indicatori di Performance. Modalit di analisi di portate e delle pressioni e criteri per la definizione della frequenza economica della ricerca perdite. Criteri per la defi nizione ed il dimensionamento dei distretti e le zone di pressione e per la scelta dei punti di monitoraggio. Presentazione delle funzionalit dei modelli matematici a supporto dellesercizio, dellottimizzazione energetica, della gestione e ricerca delle perdite. Criteri e tecnologie per la gestione economica dei pompaggi. Calibrazione dei modelli matematici. Presentazione, analisi e discussione di casi di studio significativi di gestione efficiente dei sistemi idrici. Nota - Il percorso labmeeting Acqua n 1 organizzato dallAssociazione IWC e ospitato allinterno della manifestazione (sono richieste le sole spese vive). Per informazioni e iscrizioni http://www.italianwaterconvention.it/ Chairman: Marco Fantozzi - Studio Marco Fantozzi

Programma

Riferimento
LabMeeting B

Giorno
GIO 27.09.12

Orario
9:30-17:00

Keywords
ACQUA

Titolo
GESTIONE DELLA PRESSIONE: MODALIT, TECNOLOGIE E BENEFICI. METODI PER LOTTIMIZZAZIONE ENERGETICA E GESTIONALE

Abstract

Introduzione allApproccio Pratico IWA per la gestione economica della pressione. Criteri per la valutazione del rapporto tra pressione e perdite, tra pressione e frequenza delle rotture e tra pressione e consumi. Introduzione ai criteri per il calcolo dei benefi ci ottenibili con la gestione della pressione. Criteri per la defi nizione delle zone di pressione e per la scelta dei punti di monitoraggio (punto medio e punto critico). Introduzione alle tecnologie per la gestione/riduzione delle Pressioni ed ai sistemi di monitoraggio e gestione. Presentazione di software specialistici per lanalisi preliminare della pressione e per la scelta delle modalit pi economiche di gestione della pressione. Presentazione di esperienze e casi di studio nazionali ed internazionali. Presentazione dei diversi sistemi di regolazione della pressione e criteri di selezione tecnico economica della modalit pi conveniente nelle diverse tipologie di rete idrica. Nota - Il percorso labmeeting Acqua n 1 organizzato dallAssociazione IWC e ospitato allinterno della manifestazione (sono richieste le sole spese vive). Per informazioni e iscrizioni http://www.italianwaterconvention.it/ Chairman: Marco Fantozzi - Studio Marco Fantozzi

Programma

Riferimento
LabMeeting C

Giorno
VEN 28.09.12

Orario
9:30-17:00

Keywords
ACQUA

Titolo
LA MISURA NEI SISTEMI IDRICI, LE PERDITE COMMERCIALI E LA GESTIONE DEL PARCO CONTATORI

Abstract

Introduzione allApproccio Pratico IWA per la Gestione delle Perdite commerciali. Descrizione e confronto delle diverse tipologie di contatori per acqua. Presentazione della Direttiva MID e Normativa EN 14154 e ricaduta sul mercato dei contatori per acqua in termini di Legalizzazione dei contatori e di Procedura di Approvazione di Modello. Principali cause di perdita alle basse portate che determinano una sottoregistrazione del contatore. Criteri di calcolo della perdita di fatturato dovuta allimprecisione dei contatori ed al prelievo al di sotto della soglia di mobilit. Criteri per la definizione di un piano di cambio contatori in funzione dei tempi di ritorno dellinvestimento. Modalit di calcolo della perdita di fatturato dovuto allimprecisione del parco contatori. Presentazione, analisi e discussione di casi di studio signifi cativi di gestione economica del parco contatori e delle perdite commerciali. Nota - Il percorso labmeeting Acqua n 1 organizzato dallAssociazione IWC e ospitato allinterno della manifestazione (sono richieste le sole spese vive). Per informazioni e iscrizioni http://www.italianwaterconvention.it/ Chair, Marco Fantozzi - Studio Marco Fantozzi

Programma

PERCORSO 2 - Formazione tecnico-giuridica sulla gestione dei rifiuti (SALA 2)

Riferimento
LabMeeting D

Giorno
MER 26.09.12

Orario
10,00-17:30

Keywords
RIFIUTI

Titolo
LA NORMATIVA AMBIENTALE E LA GESTIONE DEI RIFIUTI

Abstract

Un percorso per comprendere le basi giuridiche inerenti la gestione dei rifiuti (D.Lgs. 152/06). Obiettivi: Conoscenza dei principi giuridici e della norma relativa alla Gestione dei Rifiuti e aggiornamento con le ultime novit (inclusi le responsabilit delle imprese ai sensi del D.Lgs. 121/2011) Sessione antimeridiana (10.00 13.00): Principi di diritto ambientale. - Il D.Lgs.152/06 parte IV: focus normativo. - Dott.ssa Valeria Bortolotti Universit degli Studi di Modena-ReggioEmilia La responsabilit dei soggetti nella gestione dei rifiuti. - Il danno ambientale. - Avv. Lucia Mirti Area Legale Tematiche Ambientali Gruppo IREN Sessione pomeridiana (14.30 17.30): I reati ambientali e il sistema sanzionatorio. - Il decreto 121/2011 e la responsabilit ambientale. - Avv. Chiara Fiore Studio Legale Carissimi Il ruolo dei sistemi di gestione ambientale nellimplementazione del modello organizzativo 231. - Arch. Andrea Sillani - Valutatore ambientale/responsabile di audit iscritto nel Registro dei valutatori di sistemi di gestione per lambiente AICQ-SICEV

Programma

Riferimento
LabMeeting E

Giorno
GIO 27.09.12

Orario
10,00-17:30

Keywords
RIFIUTI

Titolo
LA GESTIONE DEI RIFIUTI: CLASSIFICAZIONE, IDENTIFICAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL DEPOSITO TEMPORANEO

Abstract

Comprendere le norme e i criteri tecnici di classificazione e identificazione dei rifitui e relativa gestione del deposito temporaneo; Obiettivi: Conoscenza della norma tecnica finalizzata alla corretta identificazione e gestione dei rifiuti in azienda. Sessione antimeridiana (10.00 13.00): - Nozione di rifiuto e codifica CER - La filiera della Gestione: dal produttore al destino finale - Classificazione dei rifiuti - Tipologie di analisi chimiche e loro finalit - Attribuzione delle caratteristiche di pericolo H Sessione pomeridiana (14.30 17.30): - Casi pratici: pH estremi, solidi infiammabili, ecotossicit - I criteri di assimilabilit dei rifiuti alla norma ADR e le altre norme applicabili - Casi pratici: esperienze di codifica e identificazione dei rifiuti Chairman: Dott.Vito Emanuele Magnante - Consulente Ecoricerche Srl Relatori: Dott. Paolo Bartolai - Chimico Ecoricerche Srl Dott. Roberto Bassisi Chimico Presidente Ecoricerche Srl Dott. Filippo Bonfatti Advisor DSG Adr Consulente Ecoricerche Srl Ing. Paolo Zoppellari Consulente Zoppellari&Associati Srl

Programma

PERCORSO 3 - Rifiuti Urbani (SALA 3)

Riferimento
LabMeeting F

Giorno
MER 26.09.12

Orario
9,30 - 13,00

Keywords
RIFIUTI

Titolo
LA RIFORMA DEI SPL E LE GARE PER IL CICLO DEI RIFIUTI

Abstract

La riforma dei servizi pubblici: gli elementi tecnici, economici e amministrativi. Modelli di gestione alla luce dellattuale quadro normativo e regolamentatorio. Obiettivo del corso fornire un quadro aggiornato delle norme, presentare esperienze, confrontarsi sui prossimi per enti, ATO e aziende del settore. Focus su gestione inhouse/gara, perimetro di programmazione e affidamenti i temi di maggiore evidenza.

Programma

Chairman: Andrea Zuppiroli - RER Levoluzione normativa - Tommaso Paparo - RegulaNetwork La regolazione - Lorenzo Perra - ATO Toscana Centro Il percorso e lesperienza Veneta - Amedeo Levorato - Consorzio di Bacino Padova 2 La gara del ciclo integrato dei rifiuti - Andrea Corti - ATO Toscana Sud

Riferimento
LabMeeting G

Giorno
MER 26.09.12

Orario
14,00 - 17,00

Keywords
RIFIUTI

Titolo
LA RICOGNIZIONE DEL GESTORE, I BENCHMARK, LA TARES

Abstract

Alla ricerca di un percorso evoluto di benchmarking, monitoraggio ed efficienza del ciclo dei rifiuti urbani. Questa la finalit del corso. Le relazioni e i rapporti tra ente locale e gestore devono progressivamente evolversi creando un sistema di controlli oggettivo, dinamico e aperto delloperato ed esecuzione dei servizi da parte del gestore. La disponibilit di benchmark condivisi rappresenta una condizione imprescindibile. Indicatori tecnici ed economici nella gestione del ciclo dei rifiuti (dati macro e operativi di dettaglio), focus tracciabilit della gestione dei rifiuti e sulla certificazione dei servizi svolti sia di raccolta che di pulizia e qualit urbana, analisi tecnico-economica dei servizi e degli impianti di smaltimento e trattamento dei rifiuti i temi di approfondimento.

Programma

Chairman: Amedeo Levorato Consorzio Bacino PD2 Verso la determinazione delle componenti di costo di gestione dei rifiuti urbani - Marco Botteri - Ecocerved e Francesca Bellaera - Regione Emilia Romagna I sistemi di raccolta rifiuti urbani a confronto tra efficienza gestionale, efficacia ambientale ed impatti verso utenze e territorio - Danilo Vivarelli - HERA Per la Tares con un nuovo approccio gestionale - Luciano Fabbri Studio Life I benchmark operativi ed economici - Pietro Baroni - Consorzio Bacino PD2 Sistemi di raccolta a confronto, esperienze di Veritas S.p.A. - Fabio Pozzo - Responsabile servizi ambientali Mestre terraferma e Mogliano Sistemi di raccolta a confronto, esperienze di ACEA Ambiente srl - Cristina Savino e Luca Brunetto - ACEA Ambiente srl

Riferimento
LabMeeting H

Giorno
GIO 27.09.12

Orario
9:30-17:00

Keywords
RIFIUTI

Titolo
MERCATO DEL RECUPERO E SUA INCIDENZA NEI PIANI FINANZIARI

Abstract

Il riciclaggio della materia e il recupero energetico sono le priorit europee del post-consumo. Obiettivo del corso fornire un quadro ampio per le principali filiere di rifiuti sulle tecnologie e i rendimenti di recupero come materia. Focus sulle problematiche di sostenibilit economica ed ambientale: quali obiettivi privilegiare per i gestori delle raccolte: quantit o qualit? La proposta tecnologica e gestionale degli impianti e dei servizi: la strategia del sistema integrato e il percorso verso le gare.

Programma

Chairman: Andrea Cirelli Ref Ricerche Il compost - David Newman - CIC Gli imballaggi - Enzo Scalia - Interseroh Lo stato della normativa end of waste - Federico Foschini HERA Limpianto Ecoparc4 di Barcellona: tecnologia, flussi di materia, costi di gestione e di investimento - Pietro Navarotto Stadler Italia s.r.l.

Riferimento
LabMeeting I

Giorno
GIO 27.09.12

Orario
14,00-17:00

Keywords
RIFIUTI

Titolo
I TRATTAMENTI FINALI I COSTI E INCIDENZA NEI PIANI FINANZIARI

Abstract

Obiettivo principale l'analisi delle capacit tecnico-economiche dei sistemi di trattamento e smaltimento dei rifiuti per la definizione degli aspetti sia economicofinanziari sia tecnico-infrastrutturali. Per quanto sia complesso definire delle analisi di riferimento si conferma limportanza e la necessit di svolgere tali approfondimenti al fine di individuare elementi di regolazione offrendo indicazioni utili al sistema

Programma

Chairman: Mario Sunseri Labelab Le scorie e lo spazzamento - Riccardo Civera - ATO TO I benchmark operativi ed economici - Anna Moretto - Consorzio Bacino PD2 Lincenerimento - Paolo Massarini ACEA Compostaggio e discarica - GianFranco Saetti - Vicepresidente sez. reg.le Emilia-Romagna Albo Gestori Ambientali Il ruolo del Consorzio Nazionale Imballaggi - Luca Piatto - CONAI Le prospettive del mercato del recupero degli imballaggi - Alessandro Marangoni Althesys Il check-up analizzato e le presumibili modificazioni di medio periodo - Adelio Peroni

PERCORSO 4a - Bonifiche (SALA 4)

Riferimento
LabMeeting L

Giorno
MER 26.09.12

Orario
9,30 - 13,00

Keywords
BONIFICHE

Titolo
ANALISI DI RISCHIO NELLE BONIFICHE DEI SITI CONTAMINATI

Abstract

Lo strumento dellanalisi di rischio nelle bonifiche dei siti contaminati: presentazione del nuovo software Risk-net anche attraverso la presentazione di casi pratici risolti Chairman: Prof. Renato Baciocchi Universit di Roma Tor Vergata Aspetti teorici e criticit nellapplicazione dellanalisi di rischio - Prof. Renato Baciocchi Universit di Roma Tor Vergata I software per lapplicazione dellanalisi di rischio - Dott. Igor Villani - Provincia di Ferrara Presentazione del software Risk-net - Ing. Iason Verginelli - Universit di Roma Tor Vergata Presentazione di casi reali risolti con Risk-net - Ing. Andrea Forni - SGM Ingegneria Presentazione di casi reali risolti con Risk-net - Ing. Antonio Traversa - ARPA Lazio

Programma

Riferimento
LabMeeting M

Giorno
MER 26.09.12

Orario
14,00 - 17,00

Keywords
BONIFICHE

Titolo
ANALISI DI RISCHIO: TAVOLA ROTONDA

Abstract

Lo strumento dellanalisi di rischio nelle bonifiche dei siti contaminati: tavola rotonda nella quale verranno discussi con il pubblico aspetti teorici ed aspetti pratici Chairman: Dott. Igor Villani Tavola rotonda aperta al pubblico Prof. Renato Baciocchi Dott. Igor Villani Ing. Iason Verginelli Ing. Andrea Forni Ing. Antonio Traversa

Programma

PERCORSO 4b - Energia (SALA 4)

Riferimento
LabMeeting N

Giorno
GIO 27.09.12

Orario
9,00 - 13,00

Keywords
ENERGIA

Titolo
RISPARMIO ENERGETICO

Abstract

Il risparmio energetico: concetti introduttivi e presentazione di buone pratiche sia nel settore pubblico sia nel settore privato.

Programma

Chairman: Alfonso Andretta - Labelab Perch investire sul risparmio energetico - Dott. Alberto Cervi - AAenvitech srl Tecnologie per il risparmio energetico negli edifici - Ing. Maria Anna Segreto Enea Bologna Risparmio energetico negli ospedali e buone pratiche adottate presso lUsl di Rimini - Ing. Paolo Bianco - ULS di Rimini Risparmio energetico e produzione di energia da fonti rinnovabili: lesperienza di una azienda Emiliana - Ing. Renzo Kerkoch (in attesa di conferma) - Tecnoform

Riferimento
LabMeeting O

Giorno
GIO 27.09.12

Orario
14,00-17:00

Keywords
ENERGIA

Titolo
COGENERAZIONE E FUEL CELLS

Abstract Programma

Fornire un quadro delle effettive potenzialit offerte dalla cogenerazione anche con riferimento a tecnologie emergenti come quelle delle Microbial fuel cell Chairman: Prof. Ing. Michele Bianchi - Universit degli Studi di Bologna La tecnologia della cogenerazione: inquadramento e concetti base. - Prof. Ing. Michele Bianchi - Universit degli Studi di Bologna La microcogenerazione: stato dellarte e considerazioni tecnico-economiche - Prof. Ing. Pier Ruggero Spina Universit degli Studi di Ferrara Celle a combustibile: stato dellarte e prospettive future. - Ing. Andrea De Pascale - Universit degli Studi di Bologna Microbial fuel cell: stato dellarte e prospettive future delle pile a combustibile biologico. - Betta Maggio CEO di U-earth e Sam Sofer - President Air & Water solutionc Inc.

Riferimento
LabMeeting P

Giorno
VEN 28.09.12

Orario
9,00 - 13,00

Keywords
ENERGIA

Titolo
PRODUZIONE DI ENERGIA DA BIOGAS

Abstract

Scopo del labmeeting quello di fornire un quadro generale delle tendenze nel settore delle tecnologie alternative approfondendo il tema della produzione di biogas con riferimento agli aspetti progettuale, agli aspetti economici ed ai potenziali impatti ambientali Chairman: Alfonso Andretta - Labelab Gli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili prospettive e problematiche. - Prof. Ing. Alfonso Andretta Labelab Innovazioni tecnologiche per aumentare lefficienza e la redditivit degli impianti a biogas. - Progettista di EnviTech biogas Italia - EnviTech biogas Italia La mitigazione degli impatti ambientali generati dagli impianti a biogas il quadro normativo di riferimento. - Ing. Aniello Franzese - Envis Bilanci di massa e valutazioni economiche degli impianti di produzione di biogas. - Prof.ssa Alessandra Bonoli - Universit degli Studi di Bologna

Programma

Riferimento
LabMeeting Q

Giorno
VEN 28.09.12

Orario
14,00 - 17,00

Keywords
ENERGIA

Titolo
BIOGAS E BIOMETANO

Abstract

Scopo del labmeeting quello di fornire informazioni in merito alla possibilit di produrre metano da biogas approfondendo sia le tecniche di up-grading sia gli aspetti economici Chairman: Prof.ssa Alessandra Bonoli Universit degli Studi di Bologna Introduzione al tema del biometano ed esperienze europee. - Alfonso Andretta Labelab Processi innovativi per l'up-grading del biogas. - Ing. Lidia Lombardi Universit degli Studi di Firenze Studio di Fattibilit Tecnico Economica del Gas Upgrading in Italia. - Ing. Andres Saldivia Hysytech Potenziale di produzione di biogas da frazione organica di rifiuti urbani, in funzione della tipologia di bacino di raccolta e dei sistemi di raccolta. Ing. Isabella Pecorini Universit degli Studi di Firenze

Programma

Condizioni di partecipazione e iscrizione

Tutti gli eventi sono gratuiti.

richiesta l'iscrizione anticipata per la partecipazione ai singoli eventi. Liscrizione ai Labmeeting, Workshop e Conference pu essere effettuata direttamente online nel sito ravenna2012.it, previo inserimento dei dati richiesti e consenso al trattamento dei dati personali ex D.Lgs 196/03. Questanno, considerata la grave crisi finanziaria e il taglio nelle aziende e negli enti ai budget formazione tutti i labmeeting (rappresentano la fase di formazione della manifestazione) saranno gratuiti. Per garantire corrette modalit di iscrizione ai labmeeting viene richiesto agli interessati di devolvere un contributo a favore delle popolazioni colpite dal sisma del maggio 2012 nellEmilia di valore minimo pari a 25 euro a giornata. Modalit di donazione alla Protezione Civile Regione Emilia Romagna sono indicate nel sito della manifestazione. Nota - Il percorso labmeeting Acqua n1 organizzato dallAssociazione IWC e ospitato allinterno della manifestazione (sono richieste le sole spese vive). Per informazioni e iscrizioni http://www.italianwaterconvention.it/

> I luoghi di Ravenna2012 - Centro Storico di Ravenna 26, 27, 28 settembre 2012
O Centro informativo di Ravenna2012 & eventi culturali
Nel Centro Storico della citt sar allestita unesposizione dedicata alla sostenibilit delle citt e del territorio. Saranno previste anche attivit di animazione e divulgazione per i visitatori e le scolaresche (organizzata in collaborazione con Agenda XXI Ravenna)

Programmazione sale rif.

Sala
Sala Guidarello Sala Beatrice Sala Pier Paolo DAttorre Sala Marinara Sala Aula Magna Sala Zaccagnini Sala Verde

Presso
Hotel NH (ex Jolly) Hotel NH (ex Jolly) Casa Melandri Hotel Cappello Ordine della Casa Matha Confcooperative Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ravenna Provincia di Ravenna Hotel Cappello Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ravenna

Ubicazione
Piazza Mameli, 1 Piazza Mameli, 1 Via Ponte Marino, 3 Via IV Novembre, 41 Piano 2 Piazza Andrea Costa, 3 Piano 1 Via Di Roma, 108 Piano 1 Via di Roma, 89 Via Guaccimanni,10 Via IV Novembre, 41 Piano 1 Viale Farini, 14 Piazza Caduti per la libert, 2 Piazza Andrea Costa,3 Piano 1 Via Barbiani, 8-10

MER 26/09 mattina


ACQUA P1 - LAB A RIFIUTI P2 - LAB D RIFIUTI P3 - LAB F
LabMeeting LabMeeting LabMeeting LabMeeting

MER 26/09 pomeriggio


ACQUA PH - LAB A RIFIUTI P2 - LAB D RIFIUTI P3 - LAB G
LabMeeting LabMeeting LabMeeting LabMeeting

MER 26/09 sera

GIOV GIOV 27/09 27/09 mattina pomeriggio


ACQUA P1 - LAB B RIFIUTI P2 - LAB E RIFIUTI P3 - LAB H
LabMeeting LabMeeting LabMeeting LabMeeting

GIOV 27/09 sera

VEN 28/09 mattina


ACQUA P1 - LAB C
Workshop LabMeeting

VEN 28/09 pomeriggio


ACQUA PH - LAB C
Workshop LabMeeting

VEN 28/09 sera

ACQUA PH - LAB B RIFIUTI P2 - LAB E


LabMeeting LabMeeting

LabMeeting

RIFIUTI P3 - LAB I

BONIFICHE BONIFICHE P4a - LAB L P4a - LAB M


Workshop

ENERGIE ENERGIE P4b - LAB N P4 b- LAB O

LabMeeting

ENERGIE ENERGIE P4b - LAB P P4 b- LAB Q

LabMeeting

LabMeeting

Workshop

Confer 1 Raffaele Cantone

Workshop

Workshop

Confer 3 Philippe Daverio

Labeinnovation
Workshop

Confer 4

Workshop

Confer 7
Gestione rifiuti

Workshop

Workshop

Workshop

O P

Workshop

Workshop

Workshop

Confer 2 International Web


Workshop

Workshop

Sala Nullo Baldini Palazzo della

Workshop

Workshop

Salotto Rosa Sala Cavalcoli

Web interviste

Web interviste

Confer 6 Labecamp Confer 5 Premio ambiente


Workshop

Sala del Consiglio Provincia di Ravenna


Saletta Casa Matha Ordine della Casa Matha

Workshop

W U

Sala Benelli

Confindustria Ravenna

Workshop

RAVENNA
1 Sala Guidarello / Hotel NH (ex Jolly) 2 Sala Beatrice / Hotel NH (ex Jolly) 3 Sala P.Paolo DAttorre / Casa Melandri 4 Sala Marinara / Hotel Cappello 5 Sala Aula Magna / Ordine della Casa Matha

Segreteria Organizzativa. A cura di labelab, per informazioni e approfondimenti contattare la Segreteria Organizzativa: Web: www.ravenna2012.it Email: ravenna2012@labelab .it spedizioni postali: labelab - Via Mazzini 8 - 48121 Ravenna Telefono: 366.3805000 - Fax: 0544.1960238

LEONE A BRANCA VIA ROCC

VIA VENEZIA
IA P

R VIA FALIE

IE

TR

A T O

6 Sala Zaccagnini / Confcooperative


B

LI

IE

7 Sala Verde / Camera di Commercio Ravenna


T O

VI
B IA N I

VI

8 Sala Nullo Baldini / Palazzo della Provincia


O

9 Salotto Rosa / Hotel Cappello 10 Sala Cavalcoli / Camera di Commercio Ravenna 11 Sala del Consiglio / Palazzo della Provincia
Saletta Casa Matha / Ordine 12 SALE MANIFESTAZIONE della Casa Matha

IA

IA

IA

13
C

CA VO

S.

VI

UR VI A

TA L

E
V IA S

LA

VIA GHISELLI

VIA ROCCA AI FOSSI

VIA DI ROMA

IA P O N

.C

N TA AT

EO

CA VO

VIA UGO BASSI

VIA R AVA

TE M

UR
VIA IV NO VEMBR

3
VIA PA OLO COSTA

A R IN O

VI

PIAZZA A.COSTA

VI
D

A .P

SO

LI

5 12

4 9
O
VIA DIAZ

7 10 1 2
VIALE FARINI

V IA M A S S IM O A

13 Sala Benelli / Confindustria Ravenna


O Centro informativo di Ravenna2012

PIAZZA DEL POPOLO


O

IA G U G LI E LM

E G LI
PIAZZA KENNEDY

Esposizione di tecnologie in piazza

O O B E R D

A VIA DARSEN

VIALE G.PALLAVICINI

VIA GORDINI
I N O P S A .R G
I VIA C.RICC
NE VIA GUIDO

VIA A.MARIANI

VIA G.CARDUCCI

1 Basilica di S.Vitale 2 Mausoleo di Galla Placidia 3 Rocca Brancaleone 4 Battistero degli Ariani 5 Cappella di S.Andrea-Museo Arcivesc. 6 Battistero Neoniano 7 Tomba di Dante 8 Biblioteca Classense 9 Basilica di S.Apollinare Nuovo 10 Loggetta Lombardesca-Pinacoteca
V IA
V

IA

MA VIA DI RO

N
PIAZZA DUOMO

IA V

.B

IX

IO

PIAZZA DEI CADUTI

11

VIA G.GUACCIMANNI VIA G.ALBERONI

VI

A.

DE

GA

R PE

I
VIA A.BACCARINI

6
VIA A.OR

G U ID A R E LL I
PIAZZA DANNUNZIO

VIALE SANTI BALDINI

INI VIA G.MAZZ

MA VIA DI RO

VIA RONDINELLI

IANI

VIA CE RCH

IO