Sei sulla pagina 1di 3

LearningCommunitySrl

Agosto2011

Progetto Grundtvig ShowMi

I migranti possiedono una risorsa preziosa: la competenza nella lingua o nelle lingue di origine.

Questa risorsa, tuttavia, non adeguatamente valorizzata e sfruttata da migranti e istituzioni. Oggi per esiste uno strumento per renderla visibile: il Language Explorer Passport.

UnLanguagePassportperimigranti: lalinguamadrecomevalore
ShowMi,unprogettoeuropeoperil riconoscimentoelavalorizzazionedellelingue dioriginedeimigranti
UnEuropa sempre pi multilingue
Secondo i dati ISTAT la popolazione di residenti di origine straniera in Italia al 1 gennaio 2010 ammontava a 4.279.000 unit, pari al 7,1 della popolazione, con un incremento del 10% rispetto al 2009. Allinterno di questa popolazione 47.000 sono rifugiati, 59.000 sono immigrati di seconda dellEst; i cittadini dei paesi dellEuropa dellEst non comunitari sono 839.000 (pari al 24% del totale degli stranieri residenti), mentre 777.000 provengono dai paesi EU di nuova adesione come, appunto, la Romania. Il flusso migratorio da tali zone ha conosciuto un aumento significativo a partire dal 2005, mentre nel contempo diminuita la migrazione da altre aree del mondo.

generazione e 80.000 sono lavoratori stagionali (tra i quali 1.500 individui che si trovano nel nostro paese per motivi di studio). In questi ultimi anni si registrato il pi alto livello di incremento di immigrazione in Italia, dovuto soprattutto allalto numero di ingressi di cittadini romeni. Circa la met dei residenti di origine straniera viene dai paesi dellEuropa

LearningCommunitySrl

Agosto2011

I dispositivi europei per il riconoscimento delle competenze linguistiche


Allinterno del quadro delle politiche per listruzione e la formazione, lUnione Europea ha elaborato degli strumenti per il riconoscimento e la certificazione delle competenze nelle lingue straniere. LEuropass rappresenta un dispositivo strategico per la documentazione e la trasparenza delle competenze, con una particolare attenzione a quelle linguistiche. Il Curriculum Vitae Europeo attualmente lo strumento Europass pi diffuso tra studenti, lavoratori e persone in cerca di occupazione. Nella prassi quotidiana diffuso in particolar modo tra laureati, professionisti e lavoratori con qualifiche elevate, i quali traggono vantaggio dalle sue potenzialit per valutare le competenze acquisite in vari contesti di vita e di lavoro. LEuropass Passaporto delle lingue consente di descrivere le competenze linguistiche, essenziali per studiare e lavorare in Europa; stato messo a punto dal Consiglio d'Europa quale parte del Portfolio Europeo delle Lingue che consiste di 3 documenti: il Passaporto delle lingue, la Biografia Linguistica e il Dossier. LEuropass Mobilit consente di registrare contenuto e risultati, espressi in termini di competenze

o di titoli accademici, ottenuti da una persona a prescindere da et, livello di studio o situazione professionale in un periodo trascorso in un altro paese a fini di studio; uno dei campi da compilare riguarda le competenze linguistiche acquisite o sviluppate durante il soggiorno.

Sopra,ilteamdiprogetto. Sotto,ilPassportelaChecklist.

Come riconoscere le competenze nella madrelingua?


Si riflette poco sul fatto che i migranti, talvolta, hanno pi di una lingua madre e che non tutte le competenze linguistiche sono state acquisite in situazioni di apprendimento formale, cosa che rende difficile o impossibile la loro certificazione. Insegnare ad accertare le competenze linguistiche e a documentarle agli altri significa rendere accessibile unenorme risorsa, creando opportunit di integrazione e di accesso al Mercato del Lavoro; per questo motivo di vitale importanza che sia la societ sia i migranti riconoscano il valore intrinseco della lingua dorigine. Ma come si possono riconoscere le competenze linguistiche nella lingua madre per utilizzarle nello studio e nel lavoro? I dispositivi esistenti sono pensati per la valorizzazione delle competenze nelle lingue straniere: nellottica tradizionale, infatti, privilegiato lapprendimento della lingua della societ ospitante, a discapito della conservazione e valorizzazione delle competenze linguistiche originarie del migrante.

I PARTNERS DI SHOWMI:
TV Thringer Volkshochschulverband e.V. (DE) www.vhs-th.de/ (capofila) Wiener vhs Die Wiener Volkshochschulen GmbH (AT) www.vhs.at Learning Community srl (IT) www.learningcom.it CILT - the National Centre for Languages (GB) www.cilt.org,uk Academy of managementSpoleczna Wyzsza Szkola Przedsiebiorczosci I Zarzadzania (PL)www.swspiz.pl Lancashire AL Lancashire Adult Learning (GB) www.lal.lancashire.gov.uk IFI Instituto de Formacion Integral, SLU (ES) www.ifi.com.es FSEA - Fdration Suisse pout la Formation Continue www.alice.ch

LearningCommunitySrl
Il Progetto Grundtvig ShowMi, cofinanziato nellambito del Lifelong Learning Programme della Commissione Europea, ha colmato questa lacuna sviluppando degli strumenti per rendere visibili le competenze linguistiche dei migranti. Non a caso lacronimo del progetto Helping migrants to show the value of their languages to other, aiutare i migranti a mostrare il valore delle proprie lingue agli altri. Il progetto ha avuto inizio nel novembre 2009 e si concluder alla fine del 2011. Nel corso di questi mesi sono stati realizzati degli strumenti basati sullampliamento e adattamento delle versioni dellEuropean Language Portfolio (ELP) estendendole alle lingue di alcuni Paesi extraeuropei, scelte in base alla predominanza statistica dei migranti nei paesi partner del progetto.

Agosto2011

I risultati di ShowMi
Nellambito di ShowMi sono stati sviluppati dei dispositivi per consentire alle persone con origini migranti residenti nei paesi partner del progetto di riconoscere e rendere visibili le proprie competenze nella lingua e lingue madri. Due sono i principali strumenti: il Language Explorer Passport e la Language Explorer Checklist. Il Passport un fascicolo che documenta e illustra la conoscenza delle lingue di origine e di quelle che il migrante ha acquisito prima di giungere nel paese ospitante: ad esempio, la lingua parlata in casa e nel suo ambiente, le lingue parlate nella scuola in cui ha ricevuto la sua educazione, le lingue apprese in soggiorni in altri paesi. La Checklist strutturata in una serie di aree tematiche (Salute, Vita domestica, Lavoro, ecc.) e

serve a guidare lautovalutazione attraverso descrittori articolati secondo le quattro dimensioni: parlare, ascoltare, leggere, scrivere. I principi sono quelli dellEuropean Language Portfolio e le competenze linguistiche sono definite in termini di livelli di capacit secondo il Common European Framework of Reference of Languages (CEFR). Il Passport e la Checklist sono stati sperimentati nei paesi partner del progetto: Italia, Germania, Austria, Spagna, Regno Unito, Polonia e Svizzera. La sperimentazione ha coinvolto insegnanti di lingue, orientatori, consulenti e migranti. I risultati del progetto sono stati presentati e discussi durante una conferenza internazionale che si tenuta a Chorley (Regno Unito) il 18 e 19 giugno 2011.

I risultati del progetto ShowMi sono disponibili sul sito del progetto www.showmiproject.eu , dal quale possono essere letti e prelevati documenti, brochures, presentazioni e ricerche. Language Explorer Passport e la Language Explorer Checklist sono disponibili nelle lingue del partenariato e in alcune delle lingue maggiormente diffuse presso la popolazione migrante in Europa: italiano, tedesco, polacco, inglese, francese, turco, arabo, russo, cinese mandarino, ucraino, urdu, romeno, albanese, curdo, pashtu, bosniaco e portoghese. Docenti, formatori e consulenti interessati a sperimentare i materiali di ShowMi possono chiedere laccesso alla comunit virtuale sul sito Moodle del progetto, nel quale possibile reperire il Passport e la Checklist nelle varie lingue, nonch partecipare al forum di discussione. Per informazioni contattare il coordinatore Beate BenndorfHelbig, beate.benndorf@vhs-th.de oppure scrivere al partner italiano del progetto, Learning Community, allindirizzo showmi@learningcom.it
Il presente progetto finanziato con il sostegno della Commissione europea. Lautore il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilit sulluso che potr essere fatto delle informazioni in essa contenute. SHOWMI Helping migrants to show the value of their languages to others - 504003-LLP-1-2009-DE-GRUNDTVIG-GMP