Sei sulla pagina 1di 137

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

BENVENUTI
La libreria di suoni EASTWEST / QUANTUM LEAP SYMPHONIC ORCHESTRA è il risultato di circa
due anni di lavoro di progettazione, registrazioni, editing e programmazione da parte di oltre 100 professionisti.
Il nostro obiettivo era quello di creare una completa libreria orchestrale, che potesse essere riprodotta in surround,
registrata dove le orchestre suonano nel modo più naturale possibile, in una tra le migliori sale da concerto al
mondo.

Per prima cosa, dovevamo trovare il giusto staff di persone per realizzare il progetto. La ricerca che ha portato a
individuare chi potesse unirsi a questo gruppo di talenti è stata molto lunga e difficile.

Per “catturare” il suono avevamo bisogno di qualcuno con una grande esperienza nella registrazione dal vivo
di orchestre. Il Prof. Keith O. Johnson era la risposta. Le sue oltre 90 registrazioni sono da tempo considerate lo
standard per l’alta fedeltà, senza contare che è stato vincitore di due GRAMMY AWARD, ricevendo altre otto
nomination per questo prestigioso premio. Tutte le attrezzature utilizzate per la realizzazione del progetto sono
state profondamente modificate o in alcuni casi interamente progettate e costruite dallo stesso Prof. Johnson.

Come secondo passo dovevamo trovare la giusta e più adatta sala da concerto in cui registrare la EWQLSO.
Ancora una volta la grande esperienza del Prof. Keith O. Johnson ci è stata in aiuto. Nel corso della sua carriera
aveva registrato in alcune delle più maestose e acclamate sale da concerto in tutto il mondo e il numero di quelle
da lui preferite è decisamente ristretto. E’ molto difficile affittare una celebre sala da concerto per diverse settimane
di seguito, ma abbiamo deciso di farlo durante la pausa estiva dell’orchestra residente. Non c’è bisogno di dire che
l’orchestra non ha avuto mai una pausa estiva, dato che stava lavorando a questo progetto.

Una volta concluse le registrazioni, il team addetto alla post-produzione, tra cui alcuni dei migliori sound designer
e programmatori in circolazione, si è messo al lavoro. Hanno sviluppato uno speciale software in grado di raggrup-
pare le singole tracce registrate e mantenerle in fase. Dopo circa un anno di post-produzione il risultato finale è
stato raggiunto – un risultato di cui tutti andiamo molto fieri.

Ci auguriamo che apprezzerete la EWQLSO e ci piacerebbe molto ascoltare ciò che sarete in grado di creare con
essa. Esplorate le diverse sezioni di questa guida e usalatela per auitarvi a esprimere al meglio le infinite possibilità
creative di questa incredibile libreria di suoni!

- I produttori: DOUG ROGERS e NICK PHOENIX

 EWQLSO: 2 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

COME USARE QUESTA GUIDA SU COMPUTER


Ci sono varie sezioni in questa Guida alla libreria EWQLSO. Quando la consultate su un com-
puter, attraverso il programma Adobe Acro-
bat Reader, potete trovare un elenco delle va-
rie sezioni aprendo il pannello “Bookmarks”
situato a sinistra della finestra principale del
programma. Potete usare la lista delle sezio-
ni come fosse un indice che rimane aperto e
consultabile mentre esplorate la guida.

Cliccando su un argomento dell’indice, ver-


rete indirizzati direttamente a quello stesso
argomento.

Le sezioni possono a loro volta essere or-


ganizzate in sottosezioni, individuabili dal
segno “+” a precedere un titolo.

E’ possibile chiudere le sottosezioni di ogni sezione, cliccando sul riquadro col segno “-” e in
seguito riaprire la sezione cliccando sul segno “+”.

Alcune delle immagini della guida contengono caratteri molto piccoli, per il fatto che tali im-
magini sono state tratte dall’interfaccia utente di Kompakt (l’interfaccia che gestisce l’intera
libreria EWQLSO) che usa caratteri di ridotte dimensioni.

Se trovate difficoltosa la lettura del testo sullo schermo, provate ad aumentare lo zoom fino
al livello desiderato. Tuttavia spesso un ingrandimento minore offre un testo più chiaro e
leggibile, a causa dell’anti-aliasing dello schermo. Per esempio, su alcuni schermi e con certe
immagini, uno zoom del 75% risulta più chiaro del 100%.

 EWQLSO: 3 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

NOTE LEGALI
Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a cambiamenti senza alcun
preavviso e non rappresentano in alcun modo un impegno nei confronti della Native Instru-
ments software Synthesis GmbH o della EastWest Sounds, Inc. I software e i suoni descritti
in questo documento sono protetti da licenza e non possono essere copiati su altri supporti.
Nessuna parte di questa pubblicazione può essere copiata, riprodotta, trasmessa o registrata,
per alcun motivo, senza specifica autorizzazione della Native Instruments software Synthesis
GmbH o della EastWest Sounds, Inc. Tutti i nomi di prodotti o compagnie sono ™ o ® marchi
registrati dai rispettivi proprietari.

Questa guida è stata scritta da Doug Rogers, Nick Phoenix, John Philpit e Brian Tester.

Traduzione dall’inglese all’italiano a cura di Filippo Manfredi.

® EastWest Sounds, Inc.2003-2005. Tutti i diritti riservati.

® Native Instruments software Synthesis GmbH. Tutti i diritti riservati. Kompakt e Kontakt
sono marchi registrati di Native Instruments software Synthesis GmbH.

East West Sounds Native Instruments GmbH

9000 Sunset Blvd., Suite 1550 Schlesische Str. 28


West Hollywood, CA 90069
D–10997 Berlin
USA Germany

1-310-271-6969 voce +49 30 6110 35 0 voce


1-310-271-9698 fax +49 30 6110 35 35 fax
info@eastwestsounds.com info@native-instruments.de
www.soundsonline.com www.native-instruments.de

prova

 EWQLSO: 4 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 INTRODUZIONE
. PROFILI E NOTE SULLE REGISTRAZIONI
Doug Rogers: possiede oltre 25 anni di esperienza nell’industria musicale e ha ricevuto molti
premi nell’industria della registrazione musicale, incluse diverse edizioni del prestigioso ri-
conoscimento “Recording Engineer of the Year”. Nel 1988 ha fondato la EASTWEST, la più
acclamata azienda di “sound developer” nel mondo, premiata con diversi “KEY BUY AWAR-
DS” dalla famosa rivista Keyboard Magazine, alcuni “PLATINUM AWARDS” dalla rivista
Future Music, numerosi “Sound on Sound 5 STAR AWARD”, più di qualsiasi altro “sound
developer”. Il suo approccio alla qualità senza compromessi e le sue idee innovative hanno
permesso alla sua compagnia di restare al top del “soundware business” da oltre 15 anni. Nei
primi anni ottanta, realizzò e mise in commercio il primissimo CD contenente suoni campio-
nati di batteria, al quale fece seguire il premiatissimo “Bob Clearmountain Drum Samples”.
Le sue ultime due produzioni, BT’s “Breakz from the Nu Skool” and “Twisted Textures”
hanno entrambe ricevuto il “KEY BUY” e il “5 STAR AWARDS”. Ha convinto il leggendario
Prof. Keith O.Johnson a registrare la libreria EWQLSO e ha avuto la rivoluzionaria idea di
registrare tutti gli strumenti con tre simultanei setup microfonici in stereo, così da permettere
agli utenti di controllare interamente il tono degli strumenti, l’acustica della sala e creare mix
in surround.

 EWQLSO: 5 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

Nick Phoenix: compositore con sede a Los Angeles. Fondò la Quantum Leap Productions nel
1997 per realizzare i suoi sogni di compositore. Sorprendentemente, questo è un fatto quasi
unico nel business del “sound design”. Ha prodotto tutte le pluripremiate librerie di suoni
della Quantum Leap (QL Guitar & Bass, QL Brass, QL Rare Instruments, QL Voices of the
Apocalypse, QL 56 Stratocaster, QL Hardcore Bass, QL Stormdrum e QL Stormbreakz), con
l’eccezione della EWQLSO, prodotta in collaborazione con Doug Rogers. Il suo curriculum
da compositore include serie televisive per la Fox, la NBC, la Disney e History Channel. Ha
composto inoltre musiche per oltre 300 trailer cinematografici. Alcuni recenti esempi sono:
Matrix Reloaded, Minority Report, Spiderman, Tomb Raider 2, Austin Powers 3, Terminator
3, Il Signore degli Anelli: Il ritorno del Re, Harry Potter 2, Daredevil, Bruce Almighty, Hulk,
Star Wars: Episode 2, Monsters Ball e Chicago. Le sue abilità come compositore, la grande
esperienza a livello mondiale nella realizzazione di colonne sonore per cinema e televisione,
l’abilità tecnica, le idee innovative nella programmazione e la sua energia, hanno certamente
rappresentato un incalcolabile contributo alla realizzazione della libreria EWQLSO.

 EWQLSO: 6 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Prof Keith O. Johnson: ha passato oltre 30 anni a costruirsi una solida reputazione per il suo
pensiero innovativo, le continue conquiste tecnologiche e l’esperienza e abilità musicale che
hanno elevato la sua posizione nell’industria musicale, occupata solo da pochi altri visionari.
Il suo incessante e meticoloso studio dell’elettronica e della percezione acustica l’ha portato
di recente (in collaborazione con l’ingegnere digitale Michael Pflaumer) allo sviluppo del ri-
voluzionario “High Definition Compatible Digital encoding process”, prodotto e messo in
commercio dalla “Pacific Microsonics” (acquisita di recente dalla Microsoft). HDCD è ampia-
mente considerato come il più accurato processo di registrazione mai inventato. Le sue oltre
90 registrazioni sono da molto tempo considerate lo standard per l’alta fedeltà e includono la
conquista di 2 GRAMMY AWARD e altre 8 nomination.

ALCUNE RECENSIONI DELLE SUE REGISTRAZIONI:

“ Il modo in cui Johnson è riuscito a raggiungere questo immenso apice alla fine delle Dances,
così nitido sul nastro, trascende l’ingegneria e raggiunge il reame dela magia.” – Harry Pear-
son, THE ABSOLUTE SOUND.

“ Il lavoro di ingegneria, mastering e produzione di Keith O.Johnson hanno prodotto in que-


sto caso la più eccezionale registrazione orchestrale che io abbia mai sentito..” – Russell Li-
chter, SOUND STAGE.

 EWQLSO: 7 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
LE REGISTRAZIONI
La completa libreria di suoni EWQLSO, nella versione Platinum è in grado di riprodurre un
suono multicanale esattamente come quello prodotto in una buona sessione di registrazione
effettuata in una sala da concerto. L’utente può manipolare i file multicanale all’interno di
ciascun sample in modo da muovere uno strumento, creare un suono diffuso o molto concen-
trato o applicare effetti esterni che riproducono fedelmente l’acustica che si otterrebbe utiliz-
zando dei microfoni sul palco e mixandoli tra loro.

Ciascuno strumento campionato contiene componenti ad altissima risoluzione registrati in


un’ ottima sala da concerto, per poter ottenere i tre diversi effetti: suono da vicino, pieno e
ambientale.

I setup di registrazione sono stati costruiti ed adattati sulla base dei tradizionali setup della
Decca, costituiti da microfoni frontali omnidirezionali per catturare il suono degli archi, dei
microfoni direzionali ad albero per carpire i legni e gli ottoni e un numero variabile di coppie
di microfoni stereo per registrare strumenti solisti e per riprese ravvicinate. Gli strumenti sono
stati sistemati sul palco nella stessa posizione in cui essi si trovano in un’orchestra, così che
i segnali da questi gruppi di microfoni possano essere mixati e possano mantenere il feeling
e le proprietà acustiche di una sessione dal vivo. Gli strumenti solisti possono essere portati
avanti rispetto agli altri, altri strumenti possono essere evidenziati, rimanere in posizione più
arretrata o al loro posto all’interno dell’orchestra. Possono essere prodotti effetti “fuori dal
palco”, sempre mantenendo una corretta prospettiva acustica.

La maggior parte del lavoro di post-produzione attraverso l’utilizzo di potenti DSP si è occu-
pato di allineare e omogeneizzare i diversi tempi di risposta del suono di ciascuno dei gruppi
di campioni registrati. Inoltre, si è reso necessario l’utilizzo di un’ ampia sala da concerto, per
evitare un muro di suono claustrofobico e per catturare il suono degli strumenti che sentiamo,
da una distanza appropriata. Questi sono i segreti per ottenere una nitidezza e purezza del
mix finale.

Per ottenere un risultato finale eccellente, è stata usata una catena di registrazione a una super
risoluzione. La risposta microfonica è stata di almeno 26 KHz, tutti i percorsi dei segnali sono
stati fatti passare attraverso circuiti elettronici discreti e minimali e i file avevano almeno una
risoluzione di 24 bit e 88.2Khz. (Abbiamo comunque registrato il tutto a 176.4kHz per futuri
aggiornamenti). Da qui l’immenso numero di GigaBytes di dati necessari per catturare e ar-
chiviare il suono di così tanti strumenti da diverse angolazioni, posizioni e distanze. I file a sei
canali e ad altissima risoluzione, contenenti le riprese da vicino, dal palco e dal fondo della
sala sono in grado di riprodurre il suono tridimensionale di una vera orchestra, come quello
ottenuto da una buona registrazione dal vivo. Per fare questo, sono stati studiati comandi
molto semplificati e posizionamenti predeteminabili degli strumenti, che vanno a sostituire le
ormai obsolete funzioni di controllo del panorama (pan-pot) e gain. La nuova gamma di con-
trolli permette una completa e potente regolazione del suono, diretto o riflesso e delle equaliz-
zazioni per definire il posizionamento di uno strumento. E’ possibile quindi far spiccare uno
strumento in una sezione, portarlo davanti e renderlo un solista o spostarlo fuori dal palco...
l’acustica risponderà come nella realtà!

 EWQLSO: 8 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Il Suono dello Strumento
La percezione del suono, vicino o lontano, è stata molto importante durante l’evoluzione degli
strumenti musicali. Gli artigiani sviluppano il loro sound nei ristretti spazi dei loro negozi o
studi, ma i compositori e gli ascoltatori si aspettano di poter precepire e utilizzare gli strumen-
ti in uno spazio acustico. Entrambi gli aspetti devono essere campionati e riprodotti corret-
tamente, in modo che un ascoltatore possa focalizzare l’attenzione su un singolo strumento,
anche se posizionato in mezzo ad altri. Meccanismi di feedback possono così mettere in se-
condo piano gli altri strumenti, in modo che questi siano percepiti come diffusi o come una
ensemble. Quando riusciamo a vedere uno strumento, il suo effetto di feedback è veloce ed
efficace. Ciò ha effetto in un concerto dal vivo, ma non in una registrazione, anche se effettuata
dalla postazione migliore. Senza poter utilizzare la vista per focalizzare l’attenzione su di un
particolare punto o strumento, un microfono capterà un diffuso suono d’insieme.

Pratiche di Registrazione
Un buon setup di registrazione spesso richiede un pickup di accento per i microfoni posizio-
nati molto vicini agli strumenti, per sottolineare la percezione di vicinanza allo strumento
stesso. Spesso viene anche aggiunto un pickup per il reverbero, per ristabilire una corretta
sensazione di risposta della sala alla potenza degli strumenti. Generalmente, un buon setup di
registrazione per orchestra ha la capacità di accentuazione e sarà molto simile ai primi setup
della Decca: pickup omnidirezionali o non direzionali di fronte, un “albero” centrale spesso
costituito da microfoni direzionali, diversi microfoni ravvicinati e un gruppo di microfoni per
catturare il suono intero della sala. Il ricco suono di una sezione di archi viene creato attraver-
so l’utilizzo di microfoni omnidirezionali, mentre quelli centrali catturano principalmente il
suono dei legni. La combinazione di interferenze di fase, il fluire del suono verso i microfoni
e il suo diverso tempo di arrivo verso questi da parte dei diversi strumenti, conferiscono un
grande senso di direzionalità e il suo effetto sul palco e nella sala è evidente.

Post Produzione
I sample della EWQLSO provengono da questo setup molto simile a quelli della Decca e
l’utente può manipolare o mixare i file per poter così lavorare a una composizione orchestrale,
con le stesse possibilità tecniche che si avrebbero nella maggior parte delle registrazioni clas-
siche. I microfoni sono selezionabili, così da permettere all’utente un completo controllo sul
mixaggio e di creare una complessa performance musicale. L’equalizzazione esterna permette
a uno strumento solista di suonare molto piano, oppure di avere un ruolo di spicco all’interno
di una ensemble. Musicisti al di fuori del palco possono suonare in maniera diffusa per poi in-
vece convergere nei 5 canali di surround senza interferenze. Gli accenti stereo, con il controllo
per il tempo di risposta tra suono generato dallo strumento e percezione del suono stesso da
parte del microfono, possono allargare l’immagine near-field attraverso i monitor audio, così
da creare un effetto molto utile per molte applicazioni multimediali.

 EWQLSO: 9 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

Sample Tridimensionali
Tre gruppi di file operano in tandem per ciascuno strumento o sample. Questi offrono un pie-
no suono dal palco; un suono ravvicinato e focalizzato; una risposta dal fondo della sala. Tutti
e tre i segnali sono sincronizzati nella posizione dello strumento per un corretto arrivo della
fase del segnale sonoro oltre ad essere già pre-equalizzati, così da poter essere utilizzati senza
problemi in un mix tradizionale a larga scala.

In questo modo, gli altri preset di sincronizzazione e le variazioni del mix possono essere ap-
plicate per ottenere effetti di solista da vicino, solista dal palco, ensemble, chorus etc...

Queste opzioni di automazione non sono soltanto utili, ma sono anche molto semplici e in-
tuitive da usare. Inoltre riducono le richieste hardware per il processing e aiutano a gestire le
risorse del computer per creare il suono reale di una buona registrazione.

Sample Unidimensionali
Notate bene che un sample unidimensionale, anche con un supporto elettronico adeguato,
non è in grado di creare le relazioni spaziali che si generano quando dei musicisti suonano
diverse note. Il suono che proviene da dietro una tromba è diverso da quello che proviene da
davanti e il loro effetto in una buona sala da concerto e piuttosto udibile ed è parte integrante
dell’intera esperienza di ascolto. Il suono di uno strumento reale offre entrambe le percezioni
ed esse cambiano quando lo strumento viene cambiato di posizione. Le registrazioni effettua-
te in piccole stanze rivelano bene questo effetto, che costituisce un serio problema. Le onde
sonore emesse dagli strumenti sono molto complesse e il loro effetto sul suono diretto, così
come sul suono ambientale è importante. Di conseguenza, la libreria EWQLSO è stata realiz-
zata in uno spazio molto ampio e dispone di diversi livelli di campionamento.

 EWQLSO: 10 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

CREDITI
Prodotto da

Doug Rogers e Nick Phoenix

Registrato da

Prof. Keith O. Johnson

Apparecchiature di registrazione progettate e realizzate da

Prof. Keith O. Johnson

Da un’idea di

Doug Rogers, Nick Phoenix, e Rhys Moody

Sample editing

Arne Schulze, Nick Phoenix, Claudia Phoenix, Rhys Moody, Scott Plunkett, Pierre Martin,
Charles Fielding, John Hug Robert Phoenix, Scott Jennings, James Rickabaugh, Pacemaker,
Rob Williams, Michael Becker

Programmazione

Nick Phoenix, David Govett, Pacemaker, Tony Austin, e Ashif Hakik

Articolazioni

Nick Phoenix

Surround Looping e Tools di programmazione

Arne Schulze

Direzione artistica

Steven Gilmore e Doug Rogers (foto di Mike Itashiri)

Ringraziamenti speciali

A tutti i musicisti (un grande saluto a tutti voi!), Daniel Haver, Florian Haver, Egbert Juer-
gens,
Julian Ringel, Martin Jann, Wolfgang Schneider, e tutti alla Native Instruments

 EWQLSO: 11 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 PREFAZIONE
CONTENUTI DELLA GUIDA
Il resto di questa guida alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra include otto ca-
pitoli che spiegano e documentano i vari aspetti del prodotto, oltre ad Appendici che elencano
i codici di controllo dall’interfaccia MIDI e offrono una panoramica sulla versione “PRO” di
prossima uscita.

Sommario della guida:

Introduzione: Profili e Note sulle Registrazioni

Prefazione: Contenuti della Guida

Capitolo 1: Per Iniziare (Installazione)

Capitolo 2: Creare Musica con la EWQLSO

Capitolo 3: Le 3 Posizioni Microfoniche

Capitolo 4: Articolazioni Ordinate per Strumento

Capitolo 5: Articolazioni Ordinate per Tipo

Capitolo 6: Diagrammi di Keyswitch

Capitolo 7: Tabelle delle Percussioni

Appendice A: Codici di controllo MIDI

Appendice B: Uno sguardo alla versione “PRO”

Indice

 EWQLSO: 12 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
TABELLE DI ARTICOLAZIONE
La lista delle articolazioni compare in questa guida in due sezioni separate. Il Capitolo 4 orga-
nizza tutte le articolazioni per strumento.

Di seguito si vede un esempio di come appaiono le articolazioni per il Trombone solista:

TROMBONE BASSO E TENORE


Ottava bassa sforzando (trombone basso ) STB bass SFZ CREC P G S
Keyswitch C0–D0 STB KeySwitch C0-D0 P G S
Staccato Veloce STB Stac Fast P G S
Staccato STB Stac P G S
Sustain, MW → accento all’attacco STB Sus Accent Mod P G S
Sustain, DXF dell’accento al’attacco STB Sus DXF ACC P G S
Sustain, DFX STB Sus DXF P G S
Sustain STB Sus P G S
Silver Master Keyswitch STB Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch STB Sus DXF Leg pdl KS P G S

Nel Capitolo 5 si trova invece una lista delle articolazioni organizzate per tipo. Per esempio, se
volete che gli strumenti che state utilizzando effettuino un trillo di un tono, con queste tabelle
potete sapere sempre e velocemente quali strumenti includono questa articolazione. Notate
che una particolare articolazione può essere presente sia come strumento a sè stante, sia al-
l’interno di uno strumento dotato di keyswitch. Consultando una di queste tabelle è possibile
trovare tutte le istanze di ciascuna articolazione.

La tabella che segue mostra tutte le possibilità per poter includere il programma martelé in un
progetto di orchestrazione.

MARTELÉ
10 Violoncelli VCS Martelé up down P G S
10 Viole VAS Martelé up down marcato P G S
10 Viole VAS Martelé up down P G S
11 Violini 11V Martelé up down marcato P G S
11 Violini 11V Martelé up down P G S
18 Violini 18V Keyswitch fast C0–A#0 A0=up A#0=down P G S
18 Violini 18V Martelé up down marcato medium P G S
18 Violini 18V Martelé up down marcato short P G S
18 Violini 18V Martelé up down P G S
9 Contrabbassi CBS Martelé up down P G S
Violino Solo SVL Martelé up down P G S
Violoncello Solo SVC Martelé up down P G S

 EWQLSO: 13 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
N.B. : Nelle tabelle, la colonna sulla destra indica quale Edizione della EWQLSO (Platinum,
Gold, Silver) include quella particolare patch.

Alcuni tipi di articolazioni, come Vibrato, che sono usati molto spesso e in combinazione
con altre articolazioni ( per es: “Vibrato crescendo espressivo”), non hanno una loro specifica
tabella.

 EWQLSO: 14 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
I DIAGRAMMI DI KEYSWITCH
Tutte e tre le edizioni della EWQLSO (Platinum, Gold, Silver), hanno file di Keyswitch,
ma quelli disponibili per la versione Silver sono stati separati da quelli delle versioni Plati-
num e Gold. Tutti i diagrammi sono organizzati nello stesso modo indicato qui sotto, ma i
Keyswitch dell’edizione Silver sono mostrati ed elencati alla fine della Sezione 2: Diagrammi
di Keyswitch.

Questo è un esempio del diagramma per uno dei Keyswitch per lo strumento “3 Clarinetti”.

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
������������

� �� ��
�� �� ��
� �������� ��
� ��������� ����������������������������������
�� ��������� ������������
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

Il titolo sulla sinistra corrisponde al nome nella lista della patch che appare quando si sele-
ziona uno strumen-
to nell’interfaccia
utente. Talvolta il
nome sullo scher-
mo può essere in
qualche modo ab-
breviato rispetto a
quello che si trova
nel diagramma.
Inoltre, il nome sullo schermo del computer può iniziare con C, F o S. Il significato di que-
ste lettere è descritto nel dettaglio nella sezione riguardo le tre posizoni microfoniche della
EWQLSO.

Nel diagramma “3 Clarinetti”, sono facilmente visualizzabili 6 keyswitch, il cui effetto è


spiegato nel testo sulla destra della tastiera. Dalla posizione “C0” fino in basso, si nota che si
tratta dell’ottava “C0”.

Gli strumenti con un range di tonalità molto basso (9 Contrabbassi, Controfagotto, 4 Trom-
boni e Tuba), che hanno note suonabili in questa ottava, usano un differente set di note per
i programmi di Keyswitch e questo è indicato sia in questo angolo in basso a sinistra, sia nel
titolo alla sinistra del diagramma. Il diagramma inoltre fornisce informazioni riguardo l’ef-
fetto della Mod-Wheel su queste articolazioni.

 EWQLSO: 15 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

Fate attenzione poichè alcuni sequencer possono utilizzare


nomi diversi (come C0, C1, C2), per indicare ciò che qui viene
indicato come “C0”. La nota che la EWQLSO chiama “C0” è
la nota numero 24. Se non siete sicuri di che nota utilizzare,
o se aggiungete delle note di Keyswitch che però non sem-
brano avere alcun effetto, provate a utilizzarle in altre ottave,
fino a trovare quella che funziona con il vostro sequencer.

Se non siete sicuri di che nota utilizzare sulla vostra tastiera,


fate clic sulla freccia che muove il display della tastiera virtuale di una ottava sotto alla volta
(nella figura è indicata dall’ovale giallo).

Quando lanciate il Kompakt Player, “C1” si trova all’estremità sinistra della tastiera. Facendo
clic una volta sulla freccia sinistra, “C0” si sposterà al posto occpuato precedentemente da
“C1”. Se il Keyswitch usa note a partire da “C0”, dovreste ora vedere diversi tasti della tastie-
ra virtuale colorati di giallo, come mostrato nella foto. Provate a premere i tasti della vostra
master keyboard in diverse ottave finchè non vedete uno dei tasti gialli premuto sulla tastiera
virtuale dell’interfaccia del Kompakt Player, come la nota “D” indicata nella foto. Questa è
l’ottava nella vostra tastiera che contiene i Keyswitch.

Come già detto, alcuni file di Keyswitch usano diverse ottave per il Keyswitch, se gli strumen-
ti a cui si riferiscono sono in grado di suonare note “reali” in questo intervallo. Consultate il
Capitolo 6 per maggiori dettagli su questo argomento.

LE TABELLE DELLE PERCUSSIONI


Ogni tabella delle percussioni contiene un range di note e lo strumento che viene da esse suo-
nato. In alcuni casi, le differenze tra le note sono di tipo qualitativo, come nei diversi tipi di
suoni di campanelle e incudini. Non verrano qui descritte tali differenze; verranno differenzia-
te semplicemente attraverso dei numeri (x es. Incudine 1, Incudine 2, ecc...).

TAMBURINO
E3 Tamburino colpo singolo (mano sinistra)
F3 Tamburino colpo singolo (mano destra)
F#3 Tamburino shake lento (3 sec)
G3 Tamburino shake veloce (2 sec)
G#3 Tamburino shake veloce (3 sec)

 EWQLSO: 16 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 CAPITOLO 1
. PER INIZIARE
Questo capitolo fornisce le informazioni necessarie all’installazione del software e della li-
breria orchestrale EASTWEST / QUANTUM LEAP SYMPHONIC ORCHESTRA. Poichè le
istruzioni per l’installazione delle tre edizioni (Platinum, Gold e Silver) sono leggermente
differenti fra loro, è necessario in alcuni casi spiegare i vari passaggi. I seguenti simboli sono
un’indicazione visiva per sapere se un paragrafo interessa soltanto una o più edizioni.

�������� ����
Il processo di installazione può durare parecchio tempo, specialmente per l’edizione Plati-
num, quindi assicuratevi di avere il tempo necessario per seguire attentamente le seguenti
istruzioni.

Più avanti in questo capitolo, troverete consigli su come iniziare ad usare il vostro nuovo
software di orchestrazione. La configurazione hardware varia da utente a utente, per cui con
questa guida potrete far funzionare la EWQLSO con gli altri programmi musicali più usati.
Consultate anche il manuale del vostro sequencer e il comando help; informatevi e chiedete
sui vari forum in linea, leggete attentamente questa guida dall’inizio alla fine. Troverete molte
informazioni utili per imparare il più corretto ed efficace uso della libreria di suoni orchestrali
EWQLSO.

INSTALLAZIONE
Una completa installazione richiede diversi passaggi:
1. decidere dove intendete installare le varie componenti
2. installare il software
3. copiare i files dei sample dal/dai DVD(s) al vostro/i hard disk.
4. aggiornare il software all’ultima e più recente versione
5. aggiornare la libreria di suoni all’ultima e più recente versione
6. autorizzare il software
Questi passaggi devono essere effettuati in ordine e le seguenti istruzioni devono essere se-
guite attentamente.

1. Pianificazione: Indipendentemente da quale versione state per installare, è importante de-


cidere dove posizionare il software e la libreria di suoni, in modo da non dover poi successi-
vamente essere costretti a spostarli.

L’ edizione Silver è studiata per funzionare su un piccolo sistema, come un


PC portatile. I vari componenti potranno quindi probabilmente essere instal-
lati e gestiti interamente su un solo hard disk.

 EWQLSO: 17 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
L’ edizione Gold funziona al meglio quando il software di controllo (Kom-
���� pakt Player) è installato su un hard disk diverso da quello in cui è installata
la libreria di suoni. Prima di tutto provate a pensare alla complessità dei pro-
getti orchestrali che avete in mente di realizzare: credete di utilizzare meno di una dozzina di
strumenti, o più probabilmente le vostre orchestrazioni ne coinvolgeranno un numero netta-
mente superiore? Considerate anche la potenza del computer e degli gli hard disk che pensate
di utilizzare: se possedete un drive da 10.000 rpm e un processore molto performante, potrete
avere un maggior margine tra la complessità dei vostri progetti e la necessità di separare il
software e la libreria in diversi hard disk.

Per progetti medio-grandi, l’ edizione Platinum lavora al meglio se utilizza-


�������� ta attraverso un numero superiore anche a 2 computer di ultima generazio-
ne. Gli utenti che desiderino avere un totale controllo sulla libreria possono
sfruttare la potenza di 8 computer collegati tra loro. Con l’ edizione Platinum, anche per i
progetti più esigui, è consigliabile installare il software di controllo in un hard disk diverso
da quello utilizzato per la libreria. Con l’utilizzo di 4 computer, si potrebbe considerare di
gestire una completa sezione orchestrale da ciascuno di essi:

- Archi

- Legni

- Ottoni

- Percussioni orchestrali

Quindi, in ogni caso, la prima decisione consiste nell’individuare i drive sui quali copiare i
file. Certamente tali file possono essere spostati più tardi, se necessario, ma la cosa migliore
è sempre metterli al posto giusto fin dall’inizio. L’obiettivo è quello di mantenere il lavoro di
ciascun processore entro i propri limiti fisici ed evitare sovraccarichi e conseguenti blocchi del
sistema. Quante diverse tracce e strumenti contemporaneamente un computer possa gestire,
non dipende solamente dalla velocità del suo processore, ma anche dalla quantità di RAM e
dalla velocità del suo hard disk.

2. Installazione: Una volta deciso dove installare i vari componenti della EWQLSO, siete
pronti per iniziare a installare il software.

Se avete acquistato tutte e 4 le librerie dell’ edizione Platinum, dovrete ripe-


�������� tere alcuni dei seguenti passaggi 4 volte. Caricate il primo DVD nel lettore
DVD del computer in cui avete deciso di installare la libreria. Esplorate il
contenuto del DVD in modo da poter vedere i file e le cartelle.

Leggete il file “ReadMe.txt” per vedere se sono presenti recenti cambiamenti o suggerimen-
ti per la procedura d’installazione. Lanciate il file “Setup.exe” con un doppio clic. (L’esatto
nome di questo file varia a seconda dell’edizione che si sta installando). Appare una scherma-
ta di benvenuto. Seguite le indicazioni che vi portano attraverso il processo di setup. Avrete
bisogno del numero di serie che trovate sul retro dell’astuccio cartaceo che contiene i DVD.
Quando vi viene chiesto quali componenti si intende installare, a meno che voi non siate

 EWQLSO: 18 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
esperti utenti con una valida ragione per non installare tutti e tre le componenti, lasciate que-
ste tutte contrassegnate per l’installazione.

Quando vi verrà chiesto dove desiderate installare le varie componenti, digitate il percorso
scelto per poter così installare la libreria sull’hard disk designato nella sezione precedente
(1).

Alla fine di questa serie di schermate, avverranno diversi passaggi:

- Verrà installato il programma Kompakt che gestisce la libreria

- Verrà creata una cartella sull’ hard disk e in essa saranno aggiunte due sottocartelle,
chiamate instruments e multis.

3. Copiare i file dei sample: Il


passaggio precedente ha ag-
giunto nel vostro hard disk solo
i “file di definizione” degli stru-
menti (e, per le edizioni Silver e
Platinum, i multis), ma i file con-
tenenti i sample veri e propri non
sono stati copiati. Questa opera-
zione va eseguita manualmente,
eccetto per la edizione Silver che
installa anche i file con estensio-
ne .nks.

Troverete due o più file molto


grossi con l’estensione .nks, sul
DVD che si trova ora nel vostro
lettore (il nome esatto di questi
file dipende da quale versione
state installando). Copiate que-
sti file nella stessa cartella che
contiene le sottocartelle instru-
ments e multis. Dopo che i file
sono stati copiati, sostitituite il DVD nel vostro lettore con quello successivo e copiate tutti i
file con estensione .nks che trovate, nella stessa cartella di prima e così fino all’ultimo DVD.
Alla fine la cartella dovrebbe essere simile a quella indicata nella figura qui in alto, anche se i
nomi e i numeri dei file varierà in base all’edizione che state installando.

Gli utenti che stanno installando l’ edizione Platinum possono scegliere tra
�������� due opzioni. In questo caso è possibile effettuare i passaggi (2) e (3) per le altre
componenti della libreria, “Woodwinds” (legni), “Brass” (ottoni),“Orchestral

 EWQLSO: 19 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Percussions” (percussioni orchestrali), oppure attendere di aver portato a termine l’installa-
zione della libreria “Strings (archi)”, prima di installare quelle successive.

4. Aggiornare il software: E’ possibile che successivamente alla creazione e distribuzione dei


vostri DVD siano stati apportati cambiamenti al software e agli strumenti. Per cui il passaggio
successivo consiste nell’aggiornare il software e la libreria all’ultima versione disponibile dal
sito Internet di SoundsOnline. Se la vostra DAW (Digital Audio Workstation) non è diretta-
mente connessa a Internet, è possibile scaricare i file da un altro computer e successivamente
copiarli sulla vostra DAW.

Con il vostro browser Internet collegatevi al sito:

www.soundsonline.com/techsupport.shtml

e fate clic sul link relativo all’ edizione in vostro possesso (Platinum, Gold o Silver). Scorrete
lungo la pagina per trovare informazioni specifiche per il vostro sistema operativo, su come
aggiornare il software di controllo Kompakt. Ci sono diverse sezioni a seconda che si stia
usando un PC con installato Microsoft Windows o un Apple Macintosh. I dettagli riguardanti
questa sezione possono cambiare quando una nuova versione viene rilasciata. Seguite le istru-
zioni presenti in questa pagina molto accuratamente, specialmente se siete utenti Mac, dato
che i sistemi operativi OS-9 e OSX richiedono differenti procedure d’installazione.

Alcuni download avverrano attraverso il sito web di Native Instruments. (La NI è l’autore del
sample player Kompakt). Prima di poter effettuare il download, sarà necessario registrarsi
come utente dei software della NI. Per fare ciò utilizzate l’applicazione per la registrazione
all’interno della cartella del prodotto, che si trova nella cartella “East West”. Fate clic su “Re-
gister Now” e seguite le istruzioni. Se il vostro computer non è in rete, utilizzate il comando
“Save Registration File” e copiate il file salvato su un altro computer connesso alla rete ed
effettuate la registrazione da questo file (che contiene il “system ID” del computer in cui avete
installato la libreria e il relativo numero di serie. Se non disponete della connessione a Internet
sarà necessario inviare via e-mail o fax le informazioni necessarie alla registrazione).

In tutti i casi ci sono due parti del software che necessitano di essere aggiornate:

- Il software Kompakt. Fate clic sul link; verrete indirizzati alla pagina del sito Internet
native-instruments.de.

Gli utenti delle edizioni Gold e Silver dovranno effettuare queste operazioni soltanto una
volta. Per gli utenti dell’ edizione Platinum sarà invece necessario effettuare questi passaggi
una volta per ciascuna delle quattro librerie, poichè ognuna di esse viene gestita da diverse
istanze del software.

Cercate la sezione appropriata per l’edizione che intendete installare facendo attenzione a
selezionare il giusto sitema operativo. Scaricate quindi il file. Se vi viene chiesto se desiderate
aprire o salvare il file, sceglete “Salva con nome” e selezionate come destinazione una cartella
temporanea precedentemente creata. Quando il download è terminato, raggiungete la cartella

 EWQLSO: 20 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
temporanea e, se necessario, estraete il contenuto del file compresso che vi si trova. Avviate il
programma appena scaricato.

- Anche le “DFD extensions” devono essere aggiornate (questa volta l’operazione andrà
eseguita soltanto una volta anche per gli utenti in possesso di tutte e 4 le librerie dell’edizione
Platinum).

Fate clic sul link per scaricare il file .zip (Windows) e il file .sit (Mac). Se vi viene chiesto se
desiderate aprire o salvare il file, scegliete “Salva con nome” e selezionate come destinazione
una cartella temporanea precedentemente creata. Quando il download è terminato, raggiun-
gete la cartella temporanea, ed estraete il contenuto del file compresso che vi si trova. Fate
quindi partire il programma di setup.

A questo punto, ancora una volta gli utenti dell’edizione Platinum possono decidere di tor-
nare indietro ed effettuare il passaggio (4) su tutte le librerie della serie in loro possesso, o se
effettuare tutti i passaggi per ciascuna libreria separatamente.

5. Aggiornare gli strumenti. Al momento del rilascio di questa guida, le librerie Gold e Pla-
tinum sono alla versione 2.5, mentre la Silver è alla versione 2.0. Gli aggiornamenti non inte-
ressano i grossi file .nks che sono stati copiati manualmente dai
DVD. Solo i file con estensione .nki nelle cartelle instruments e
i file con estensione .nkm nelle cartelle multis verranno aggior-
nati.

Andate alle pagine relative agli aggiornamenti sul sito Sound-


sOnline.com per visualizzare una lista degli aggiornamenti di-
sponibili per l’edizione che intendete installare. Troverete una
sezione chiamata “EWQLSO ‘Sound Library’ Updates”. Assi-
curatevi di selezionare la giusta edizione.

Per gli utenti dell’ edizione Platinum, sono


�������� elencate tutte e quattro le librerie. Fate clic su
ciascuna delle librerie in vostro possesso e sca-
ricate, uno alla volta, i relativi file .zip. Questi file compressi
contengono le cartelle che andranno a sostituire le vecchie car-
telle instruments e multis.

E’ consigliabile salvare le cartelle originariamente create dai DVD prima di sovrascriverle.


Create una cartella chiamata “EWQLSO Backup”, quindi copiate le cartelle instruments (e
multis se ve ne sono) nella cartella di backup appena creata. Quindi, nella cartella in cui an-
drete a installare la libreria sostituite le due cartelle (instruments e multis) con le cartelle cor-
rispondenti nel file .zip.

Gli utenti della libreria Platinum dovrebbero creare 4 sottocartelle, ciascuna col nome delle 4
librerie (Strings, Woodwinds, Brass, Percussion) e copiare di ognuna di esse, le due sottocar-
telle (multis e instruments) nelle giuste cartelle di backup come indicato qui a lato.

 EWQLSO: 21 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

A questo punto, nella cartella in cui state installando le librerie, sostituite le relative due car-
telle multis e instruments con quelle corrispondenti contenute nei file .zip appena scaricati.

6.Autorizzare il software: Non appena terminato il precedente passaggio sarete già in grado
di usare le librerie, ma non a lungo. Dopo 5 giorni, non sarà più possibile aprire l’interfaccia
Kompakt, finchè non avrete autorizzato l’uso del software, effettuando la registrazione con la
Native Instruments.

Una volta terminate tutte le procedure di installazione, aprite il Kompakt Player e fate clic
sul logo EASTWEST presente sul lato in alto a destra. Si aprirà quindi una finestra e il testo
presente nella sezione “About” fornisce varie informazioni, tra cui la versione delle varie
componenti installate. Al momento della pubblicazione di questa guida, le versioni più re-
centi sono:

- software: 1.0.3.0010

- DFD extensions: 1.2.9

- Libreria: 2.5 (Platinum e Gold), 2.0 (Silver)

Se avete seguito accuratamente tutti i passaggi descritti in questo capitolo dovreste vedere in-
dicate proprio queste versioni del software e delle “DFD extensions”. Se vedete che la versio-
ne del software è la 1.0, non vi allarmate; la versione aggiornata non sempre viene indicata.

Dopo tutti questi passaggi siete finalmente pronti per cominciare ad usare il vostro nuovo
strumento di orchestrazione. Se qualcosa non vi sembra funzionare come dovrebbe, o non
siete sicuri di come utilizzare la EWQLSO con gli altri software in vostro possesso, leggete
attentamente le prossime sezioni di questo capitolo.

 EWQLSO: 22 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
TESTARE IL SETUP
Il miglior modo per verificare che la EWQLSO sia configurata in maniera corretta per riprodurre
i sample è aprire un Kompakt Player in modalità “stand-alone” (cioè non in modalità “plug-in”
da un sequencer). Aprite un Kompakt Player cliccando due volte sull’icona sul desktop
o selezionandolo dal menù di sistema. Se a questo punto viene aperta l’interfaccia uten-
te di Kompakt allora significa che il software è stato correttamente installato. Leggete
attentamente il Manuale Operativo per informazioni più dettagliate riguardo tutti gli aspetti
dell’interfaccia di Kompakt. Il passaggio seguente consiste nel configurare i collegamenti Au-
dio e MIDI. Selezionate “Setup” dal menù in cima alla finestra. Si aprirà una finestra simile a
quella mostrata qui di seguito (il suo aspetto preciso dipende dal vostro sistema). Il Manuale
Operativo for-
nisce informa-
zioni più com-
plete su come
configurare i
parametri in
questo pannel-
lo.

E’ qui neces-
sario sapere
quale interfac-
cia state uti-
lizzando nelle
vostre altre ap-
plicazioni musicali; generalmente queste sono MME, ASIO, Direct Sound (più famoso come
DirectX o DX), Multimedia o Core Audio. E’ importante sapere anche quale scheda audio
intendete utilizzare e quali parametri sono stati impostati. Nella tabella “Routing”, assegnate
i primi due canali di output (uno di destra e uno di sinistra) alla scheda audio che intendete
usare. Se possedete una master keyboard MIDI, nella tabella “MIDI”, selezionate la Keyboard
e selezionate “on” nella sezione “Input”. Se invece non avete una tastiera collegata al vostro
sistema, potete comunque testare la EWQLSO usando il mouse e facendo clic sui tasti della
tastiera virtuale presente nella interfaccia del Kompakt Player. A questo punto, dai vostri
monitor audio dovreste essere pronti per udire il suono dello strumento che ora andremo a
selezionare. Nell’interfaccia principale di Kompakt, fate clic sul primo slot relativo agli stru-
menti, nel punto in cui vedete disegnato un triangolino rivolto verso il basso (come indicato
dall’ovale giallo in figura). Comparirà una serie di menù a scomparsa su più livelli. Seleziona-
te quindi uno strumento dal menù, come indicato dall’ovale verde.

 EWQLSO: 23 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Non scegliete, per ora, nessuno strumento con la dicitura “DXF” all’interno del suo nome.

Impostate il Kompakt Player in modo che sia selezionata la modalità di ascolto per tutti i
canali MIDI, selezionando “Omni”, se questo non è già selezionato di default (vedere l’ovale
rosso nella figura nella pagina precedente); se in questo riquadro, anzichè “omni” appare un
numero, selezionate manualmente “omni” dal menù a scomparsa che appare. Provate quindi
a suonare una nota. Dovreste sentire il suono dello strumento selezionato. Se non è così torna-
te ai passaggi precedenti e ricontrollate i settaggi.

Se non viene generato alcun suono, ci sono alcuni indizi che pos-
sono aiutarvi a capire da cosa derivi il problema. Se state ten-
tando di suonare le note da una tastiera esterna, controllate che
alla pressione di un tasto sulla tastiera corrisponda la pressione
sul relativo tasto della tastiera virtuale del Kompakt Player (fate
attenzione affinchè la nota che state suonando sia vicino al “C”
centrale, in modo che non si trovi al di fuori del range di ottave
visualizzato sullo schermo).

Se la nota sulla tastiera virtuale risponde correttamente alla nota


premuta sulla tua tastiera esterna, significa che le connessioni MIDI sono giuste. Se così non
fosse, tornate ai passaggi precedenti e riprovate ad effettuare le configurazioni.

Ogni strumento ha un suo range di note in cui può essere suonato. Se il tasto premuto sulla
tastiera è al di fuori del range di note di quello strumento, non verrà riprodotto alcun suono.
La figura sulla sinistra mostra la nota “B” premuta sulla tastiera. I range di quello strumento
però raggiunge la nota “G”, come indicato dalla colorazione in blu nella figura a fianco. In
questo caso il tasto premuto non genererà alcun suono.

UTILIZZARE KOMPAKT E LA EWQLSO


Dopo aver verificato che la EWQLSO caricata in versione “stand-alone” funziona corretta-
mente con il vostro setup hardware, è il momento di provare il funzionamento del Kompakt
Player in versione plug-in dal vostro sequencer. Se pensate di usare la EWQLSO soltanto
come uno strumento “stand-alone” potete saltare questa sezione, ma la maggior parte dei
musicisti che usano questa libreria, la usano attraverso uno dei potenti sequencer in commer-
cio, sia per Mac sia per Pc. La EWQLSO può essere anche usata con programmi di notazione
musicale, come Finale o Sibelius, o soltanto come strumento in “real time”, ma questi sono
utilizzi piuttosto inusuali.

I dettagli su come aprire e gestire le istanze del Kompakt Player nei diversi sequencer sono
forniti nel Manuale Operativo. In particolare, nel capitolo 4 di tale manuale sono descritte le
procedure di utilizzo con Cubase, Nuendo, Logic, Pro Tools e Sonar. Se invece utilizzate un
sequencer diverso da quelli appena elencati leggete il relativo manuale per sapere come aprire
un plug-in in versione VSTi o Dxi.

 EWQLSO: 24 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Se il vostro setup è stato fino ad ora in grado di gestire qualsiasi altro VSTi o Dxi, allora non ci
dovrebbero essere problemi ad usare anche la EWQLSO. Se questo è invece il primo plug-in
che usate, potrebbe essere necessario configurare i driver audio (ASIO, DirectX, MME, Soun-
dManager, Core Audio o RTAS). Una volta che sarete in grado di riprodurre i suoni della
EWQLSO attraverso il vostro sequencer, potrebbe rendersi utile regolare la buffer size dei
driver o i settaggi riguardanti la latenza, prima di essere veramente pronti per creare orche-
strazioni con la EWQLSO. Questi settaggi avanzati sono spiegati più avanti in questa guida.

Se state usando le edizioni Silver o Gold, è presente solo un Kompakt Player che gestisce tutti
gli strumenti della EWQLSO. E’ possibile aprire tante istanze dell’interfaccia quante ne per-
mette la potenza del vostro sistema e i settaggi impostati e ogni istanza può caricare qualsiasi
degli strumenti presenti nella versione della EWQLSO acquistata.

Al contrario, se avete acquistato tutti e 4 i moduli della edizione Platinum


�������� (Strings, Woodwinds, Brass, Orchestral Percussion), noterete che ci sono 4
diversi Kompakt Player, ciascuno chiamato col nome della sezione di stru-
menti a cui si riferisce, come mostrato nella figura qui sotto.

Ogni diverso Kompakt Player ha accesso esclusivamente ai suoni relativi alla sezione a cui si
riferisce. Di conseguenza non potrete suonare un violino nel Kompakt Player intitolato “Sym-
phonic Orchestra Brass”.

STRUMENTI E MULTIS
Per prima cosa, notate che il Manuale Operativo utilizza il termine “strumento” in tre modi
diversi:

- Il Kompakt Player viene definito come uno “strumento” all’interno del sequencer che
lo gestisce. Il termine così indicato non ha mai questo significato in questa guida.

- Gli 8 slot nei quali è possibile caricare le diverse patch sono indicati, come singoli stru-
menti all’interno di un programma multistrumentale (qui definito multis). Questo uso del
termine è alquanto raro in questa guida, se non in alcuni casi per la sezione che state leggendo
in questo momento. Da qualche parte in questa guida il termine strumenti si riferisce agli slot
in generale. Quando il termine è usato con questo significato (in questa sezione), troverete di
fianco un asterisco (*).

- L’uso principale del termine “strumento” in questa guida si riferisce a uno strumento
solista (Clarinetto) o a una sezione di strumenti (3 Clarinetti).

 EWQLSO: 25 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Il Manuale Operativo descrive l’utilizzo degli strumenti e dei multis per caricare le varie pa-
tch. Questi due termini sono spiegati più dettagliatamente nel Capitolo 2 di questa guida, ma
all’inizio potreste non capire bene la differenza tra i due termini stessi. Per ora, vi basti sapere
che le 3 edizioni della EWQLSO installano sul/sui vostro/i hard disk diversi tipi di multis
(sempre che ce ne siano).

PLATINUM:
I file dell’ edizione Platinum sono installati nel vostro hard disk con un completo set di multis,
uno per ogni file di articolazione. Per esempio, il “Flauto Alto” è presente con 14 diversi file
di articolazione e quindi ci sono 14 multis. Ogni multis contiene esattamente tre file di artico-
lazione, la versione “da vicino” (C=close), “dal palco” (F=full) e quella “surround” (S), corri-
spondenti alle tre posizoni microfoniche. Consultate il capitolo 3 per saperne di più riguardo
questo argomento.

Se pensate di usare le tre posizioni microfoniche in maniera massiccia nei vostri mix, questi
multis sono un modo rapido di caricarle tutte e tre in una volta sola. Se invece pensate che
vi focalizzerete di più su una delle 3 posizioni microfoniche e magari aggiungere le altre 2
versioni più tardi nel mixaggio, forse la cosa migliore sarebbe non usare questi multis preco-
struiti, ma crearne di nuovi a piacimento e seconda delle proprie necessità.

GOLD:
L’ edizione Gold non ha multis predefiniti. Ne potete creare di personalizzati tramite il Kom-
pakt Player e salvarli, così da poterli richiamare successivamente. Avete il completo controllo
su quale file di articolazione includere in ciascun multis, chiaramente entro il limite di 8 impo-
sto dal Kompakt Player. Oppure se preferite potete ignorare la creazione e l’utilizzo dei multis
e caricare semplicemente gli strumenti* uno alla volta.

SILVER:
L’ edizione Silver ha un multis definito per ciascuno strumento della EWQLSO. Ognuno di
essi contiene tutti o in alcuni casi la maggior parte delle articolazioni. Per esempio, tutte le
articolazioni del programma “18 Violini” sono incluse in un solo multis.

USARE I MULTIS CON UN SEQUENCER:


Se state creando istanze del Kompakt Player, usato in modalità VSTi o Dxi attraverso il vostro
sequencer, la selezione degli strumenti, i parametri di modulazione, effetti e filtri, dovrebbero
essere tutti salvati nel progetto globale del vostro sequencer. Tuttavia, salvare separatamente
sull’hard disk anche gli stessi multis creati, può funzionare come un ottimo backup, oltre al
fatto che è possibile caricare la stessa selezione di strumenti e di settaggi relativi in un altro
progetto.

 EWQLSO: 26 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 CAPITOLO 2
CREARE MUSICA CON LA SYMPHONIC ORCHESTRA
Così come gli strumenti reali che sono stati campionati per realizzare la EWQLSO sono gene-
ralmente suddivisi in 4 famiglie

- archi (strings)
- legni (woodwinds)
- ottoni (brass)
- percussioni (percussions)

allo stesso modo lo sono gli strumenti presenti nella libreria. Le 4 famiglie sono a loro volta
suddivise in strumenti. Per esempio, gli archi includono i violini, le viole, i violoncelli, i con-
trabbassi e le arpe. La EWQLSO fa un’ulteriore distinzione tra gli strumenti solisti e le sezioni.
Nel caso dei violini, le sezioni sono inoltre suddivise in “18 violini” o “violini primi” e “11
violini” o “violini secondi”. Tuttavia, nella EWQLSO il concetto di strumento è piuttosto dif-
ferente da ciò che intendiamo con questo termine nel mondo degli strumenti tangibili e reali,
come viene spiegato qui di seguito.

Quando caricate un campione all’interno del Kompakt Player della EWQLSO, vedrete una
gerarchia di livelli nel menù che si aprirà. Qui di seguito trovate un’immagine di come i tre
livelli dovrebbero apparire nell’ edizione Platinum.

Strumenti
Sotto-cartelle
Articolazioni

Per ora ignoriamo il menù più piccolo al centro; di questo ce ne occuperemo più avanti. Esso
è presente solo nell’ edizione Platinum.

Il menù sulla sinistra contiene ciò che nella EWQLSO vengono chiamati “Strumenti”. In que-
sta figura si possono vedere, più in alto nel menù stesso, le cinque tradizionali sezioni d’archi

 EWQLSO: 27 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
di un’orchestra completa, più tre strumenti solisti (violoncello, arpa e violino) e uno stru-
mento extra che riproduce il suono di una sezione d’archi molto ampia. Il menù all’estrema
sinistra (in parte tagliato nella sua parte bassa nella figura qui sopra), contiene ciò che qui
chiameremo “Articolazioni”.

Questi sono sample che riproducono i vari stili esceutivi con cui uno strumentista può suona-
re uno strumento.

COME USARE GLI STRUMENTI E LE ARTICOLAZIONI


DELLA EWQLSO
Esistono molti modi differenti di produrre suoni dalla maggior parte degli strumenti di una
orchestra sinfonica. Non solo gli strumentisti possono decidere di suonare uno strumento
in maniera
più o meno forte e intensa , ma hanno anche diverse altre opzioni:

- quanto a lungo tenere la nota


- quanto accentare la nota all’inizio dell’esecuzione
- pizzicare una corda o suonarla con l’archetto
- usare un muto sullo strumento
- come posizionare la bocca nel momento in cui si soffia nello strumento
- e molti altri ancora

Queste sono le cosiddette “articolazioni” che uno strumentista usa per aggiungere varie-
tà, per creare diversi stati d’animo nell’ascoltatore e per soddisfare le intenzioni e la fanta-
sia del compositore. E’ la mancanza di questa varietà che spesso rende i suoni elettronici
così...”elettronici”.

Uno dei punti di forza della EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra è la vasta gam-
ma di articolazioni messe a disposizione del compositore. Imparando ad usarle in maniera
corretta, potrete aggiungere grande realismo, energia ed emozionalità alla musica che andrete
a realizzare e ad orchestrare.

TERMINOLOGIA
Parlando di come usare la grande varietà di sample presenti nella EWQLSO, è necessario pri-
ma definire alcuni termini base. L’interfaccia del Kompakt Player, presenta 8 slot per ciò che
chiamiamo “strumenti”, anche se in realtà sono le “articolazioni” e i “keyswitch” che sono
caricati in questi slot. I keyswitch a loro volta non sono altro che un insieme di articolazioni.

 EWQLSO: 28 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Questa guida userà la seguente terminologia, riferita agli archi (Strings), ai legni (Woodwin-
ds) e agli ottoni (Brass). (Per le Percussioni è necessario un discorso a parte).

Le 4 definizioni che seguono sono elencate da quella comprendente il raggruppamento mag-


giore al minore.

STRUMENTO: uno strumento solista o una sezione orchestrale, rappresentata nella EWQL-
SO da articolazioni multiple. Per esempio:
- 18 Violini
- 4 Tromboni Basso e Tenore
- Fagotto

FILE DI ARTICOLAZIONE: ciò che viene effettivamente caricato in uno slot del Kompakt
Player. Per esempio:
- 18V Exp
- 18V Keyswitch C0–A0
- EHN Legato
Questi file hanno un’estensione .nki nel file system. Nell’ edizione Platinum, esistono anche
multis predefiniti con l’estensione .nkm, contenenti ciascuno 3 articolazioni, corrispondenti
alle tre posizioni microfoniche di cui si è parlato in una delle sezioni precedenti di questa
guida.

ARTICOLAZIONE: ciò che viene riprodotto quando una nota suona. I file di keyswitch con-
tengono 3 o più articolazioni. Le articolazioni che non contengono keyswitch, contengono solo
una articolazione per file. Ciascuna nota riproduce solamente una particolare articolazione e
non è possibile cambiare articolazioni a metà di una nota suonata. Le articolazioni non conten-
gono solamente i sample, ma anche informazioni relative a filtri e ad altri parametri sonori.

SAMPLE: sono i campioni registrati. Ciascuna articolazione contiene un gran numero di sam-
ple. Ciascuna nota, nel range di un’articolazione, suona uno o più sample. Alcuni sample
sono triggerati dall’inizio della nota; altri lo sono dalla fine della nota (release trail). Più di un
sample possono essere riprodotti nello stesso tempo per una determinata nota, con la relativa
intensità sonora o altri parametri controllati dalla Mod Wheel.

E’ possibile vedere quanti sample sono riprodotti contemporaneamente, attraverso il display


del Kompakt Player indicato nel riquadro. Nella immagine
sulla destra si può notare che stanno suonando contempora-
neamente 3 sample per un massimo di 32 note di polifonia,
valore che è stato settato per questo particolare file di artico-
lazione. Questa immagine è stata presa quando solo una nota
stava suonando e questo mostra chiaramente che ciò che sen-
tite è molto spesso un mix di sample.

 EWQLSO: 29 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

STRUMENTI KEYSWITCH
Spesso capita che uno stru-
mento debba riprodurre C2
diverse articolazioni all’in-
terno della stessa frase mu- M
E
sicale. Per esempio, alcune L
delle note suonano meglio O
D
con la tecnica del “legato”, I
A
altre con quella dello “stacca-
to”. Nonostante sia possibi- C1 staccato, colpo d’archetto in giù
le inserire tutte le note dello staccato, colpo d’archetto in su
staccato in una traccia MIDI legato K
E
e tutte le note del legato in Y
un’altra traccia e quindi as- S
W
segnare il suono “legato” alla I
T
prima traccia e lo “staccato” C0 C
alla seconda, tuttavia questa H
è la strada certamente più
scomoda. I keyswitch possono spesso (anche se non sempre) facilitare le cose.

Immaginiamo che ci sia uno strumento keyswitch che include le seguenti note e i relativi
“switch”:
- “D0” assegnato al legato
- “G0” assegnato allo staccato, colpo d’archetto in su
- “G#0” assegnato allo staccato, colpo d’archetto in giù

A questo punto, potete si-


stemare le vostre tracce nel C2
modo indicato dal diaramma
M
nell’immagine qui a fianco. E
Questa immagine si riferisce L
O
a un “Piano Roll”, una mo- D
I
dalità largamente presente A
e utilizzabile nella maggior C1 staccato, colpo d’archetto in giù
parte dei sequencer.
staccato, colpo d’archetto in su
Le note brevissime presenti legato K
E
nel basso del riquadro sono Y
S
i keyswitch. Questi stanno a W
di sotto del range dello stru- I
T
mento, in modo da non ge- C0 C
nerare alcun suono. Come si H

può osservare, queste note


sono posizionate appena prima della nota sulla quale andranno ad agire. La prima nota nella

 EWQLSO: 30 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
melodia, (A) è preceduta dalla nota Keyswitch relativa all’articolazione “staccato colpo d’ar-
chetto in su”, un “G0” molto breve, posizionata appena prima dell’inizio della nota su cui
andrà ad agire. Quindi, prima della nota successiva, “B#”, troviamo un ”D”, verso il fondo
della figura, che significa “fai suonare quella nota (o quelle note) in stile legato”. Di seguito
troviamo quindi diverse note che alternano lo “staccato, colpo d’archetto in su” con lo “stac-
cato, colpo d’archetto in giù”.

L’esatta posizione e la durata dei Keyswitch non sono importanti. L’unica cosa importante
è che l’inizio della nota keyswitch sia posizionata prima della prima nota sulla quale dovrà
andare ad agire, ma dopo l’inizio dell’ultima nota della precedente articolazione (se presen-
te). Per esempio, l’ultima nota Keyswitch “G0”, indicata nella figura qui a fianco, può essere
spostata a sinistra, oltre la linea arancione, ma non può essere spostata oltre la linea grigia
precedente, senza influenzare la più lunga delle note “D1” nella melodia.

Alcuni trucchi: Poichè l’effetto di un Keyswitch continua anche dopo la fine della sua durata,
alcuni preferiscono allungare la lunghezza del Keyswitch per tutta la durata del suo effetto,
talvolta addirittura per diverse battute. In questo modo, l’articolazione corrente può essere
vista nella Piano Roll, senza dover scorrere in essa verso sinistra fino ad incontrare l’ultimo
Keyswitch inserito. Scegliete il modo che vi risulta più semplice e utile.

I programmatori dei Keyswitch hanno fatto in modo che le varie articolazioni fossero rag-
gruppate nel modo più intuitivo e utile per la maggior parte dei compositori, secondo le più
comuni e usate successioni delle stesse articolazioni in un singolo strumento. Sono stati però
seguiti alcuni compromessi. Troppi Keyswitch avrebbero reso i menù di selezione troppo
lunghi e complessi, oltre che un eccessivo impiego delle risorse hardware e di spazio sull’hard
disk.

Provate ad usare queste “collezioni di articolazioni” quando è possibile, ma spesso vi trove-


rete a dover dividere una linea musicale in due o più canali MIDI separati e ad assegnare una
diversa articolazione a ciascuna traccia.

MOD WHEEL
Questa libreria usa la Mod Wheel per effettuare rapidi o graduali passaggi (da ora in poi
chiameremo questa operazione “Cross Fade”) tra 2 o più sample o per regolare il volume del-
l’accento su alcune articolazioni “sustain”. Tutte le articolazioni che includono le desinenze
“Mod” o “Xfade” nel loro nome, sono gestibili attraverso l’uso della Mod Wheel. Spesso, il ter-
zo Keyswitch si riferisce al controllo del volume dell’accento tramite l’uso della Mod Wheel.
Inoltre, sono a volte presenti altri Keyswitch che usano la Mod Wheel all’interno di ciascun
file del Keyswitch. Molti controlli sono gestibili attraverso l’utilizzo della Mod Wheel, per cui
imparate ad usarli il più possibile, per aggiungere realismo ed espressività ai vostri lavori.

 EWQLSO: 31 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
IMPORTANTE: Le articolazioni gestite dalla Mod Wheel richiedono che venga toccata la
Mod Wheel stessa prima che funzionino. Questo vale anche per le articolazioni gestite dalla
Mod Wheel, incluse nei Keyswitch.

CROSS FADE
Un Cross Fade usa due o più diversi sample all’interno della stessa traccia MIDI e il suo
funzionamento si traduce nell’abbassamento del volume di un sample in contemporanea
con l’aumento di volume dell’altro sample. Questo passaggio (fading, da cui il termine
“cross fade”) crea un lento e graduale passaggio dal suono di un sample a quello dell’altro
sample.
I cross fade sono usati in 3 diversi modi nella EWQLSO:

- un cross fade dinamico (DXF) all’interno di un singolo file di articolazione


- un cross fade tra 2 diverse articolazioni all’interno di un singolo file di articolazione
- un cross fade personalizzato tra 2 differenti articolazioni create nel Kompakt Player
Queste sono piuttosto differenti tra loro, per cui verranno spiegate nel dettaglio una alla vol-
ta.

Cross Fade Dinamico


Quando un singolo file di articolazione contiene sample dello stesso strumento, suonati però
a diversi livelli dinamici (quindi a diverso volume) per ogni nota del range dello strumento
stesso, significa che è possibile per l’utente cambiare le dinamiche nella maniera desiderata
(possono essere effettuati cambi di volume graduale o improvviso) quando lo si desidera. Il
nome di tali file contiene sempre la desinenza “DXF” (D=dynamic, X=cross, F=fade) nel suo
nome, per esempio: “3FL Sustain DXF”. Il modo standard per cambiare il livello del volume
nella EWQLSO è attraverso l’uso della Mod Wheel. Su una tastiera o un controller MIDI, la
Mod Wheel è una delle due “rotelle” (wheel appunto) che troviamo. (L’altra è la Pitch Bend
Wheel). Inoltre, i valori della Mod Wheel possono essere inseriti direttamente nella maggior
parte dei sequencer.

Il volume dell’uscita audio della traccia su cui stiamo lavorando può essere controllato muo-
vendo la Mod Wheel su o giù. Nella maggior parte dei sample, il volume dell’uscita audio
può essere variato anche usando le “velocity” assegnate a ciascuna nota, ma il grande vantag-
gio dell’utilizzo dei controlli DXF consiste nella possibilità di modificare il volume anche nel
mezzo della durata di una nota, cosa che permette grande controllo della dinamica su di una
frase musicale.

Note per utenti avanzati: Esiste un controllo MIDI separato per il volume (#7), separato dal
controllo relativo alla Mod Wheel (#1). La EWQLSO sfrutta le potenzialità della Mod Wheel
perchè, nella maggior parte dei setup audio, essa è più accessibile durante le sessioni di utilizzo
“real time”, rispetto al controller del volume. Se tuttavia preferite usare le informazioni reali
riguardo il volume, per controllare il volume stesso, esiste un settaggio nella sezione “General
Options” del Kompakt Player che converte il controllo del volume nel controllo MIDI (#7).
Andate al capitolo relativo all’interfaccia del Kompakt Player per maggiori dettagli.

 EWQLSO: 32 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

Altri Cross Fade Standard


Esistono altri tipi di cross fade al’interno di un singolo file di articolazione. Per esempio, uno
dei tipi più comuni è il cross fade che gestisce l’accento all’attacco di un sample. Molto spesso
questo è situato nel terzo Keyswitch a partire dal fondo (“D0” o nota MIDI #26). Muovendo
in su la Mod Wheel, l’accento all’inizio della nota viene aumentato. Questo “accento all’at-
tacco” è stato creato per poter gestire al meglio i programmi di staccato e di sustain, uniti
al suono dell’ambiente. L’effetto può essere sorprendente; ascolta in particolare come suona
nello strumento “4 Trombe”. Questa caratteristica permette l’inserimento di accenti sulle note
scelte all’interno di una frase musicale, così come la possibilità di regolare ciascun accento in
una scala continua, a partire da un accento nullo o poco udibile, fino a un accento molto forte.
L’utilizzo di una tale variante di possibilità per adattarsi al variare della musica composta,
aggiunge incredibile espressività e realismo. Una tale variante di possibilità per adattarsi al
variare della musica composta, aggiunge incredibile espressività e realismo.

Altre sfumature che sono incluse nei cross fade predefiniti sono:

- aumentare l’effetto vibrato


- aumentare il sustain di un sample “portato”
- aumentare l’effetto “slap” di un contrabbasso.

Cross Fade Personalizzati


E’ possibile prendere due qualsiasi file di articolazione ed effettuare un cross fade tra di essi.
L’uso più ovvio che se ne possa fare è prendere due articolazioni simili dello stesso strumento
(Vibrato espressivo e Legato vibrato per lo strumento “18 Violini”, per esempio), anche se,
come già detto, due file qualsiasi possono essere usati per questo scopo. Potreste aver biso-
gno di fare sfumare il suono da un “Flauto Legato”e a un “Oboe Legato”, agendo sulla Mod
Wheel per rendere la frase musicale in alcuni punti più simile a un flauto, in altri ad un oboe.
Qualsiasi combinazione è possibile!

Per eseguire ciò, per prima cosa caricate i due file di articolazione scelti,
nella stessa istanza del Kompakt Player, quindi assegnateli entrambi allo
stesso canale MIDI. La figura a lato mostra che si è selezionato il canale 3
per lo strumento corrente. Potete usare qualsiasi canale disponibile, da 1
a 8.

Quindi, una volta selezionato uno degli strumenti, aprite il pannello delle opzioni relative al
Pitchbend e alla Mod Wheel, cliccando direttamente sul titolo
“PITCH MOD”, posto appena sopra le 2 rotelle, come indicato
dall’ovale giallo nel riquadro qui a fianco.

 EWQLSO: 33 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Nel centro del pannello delle opzioni si trova uno slider (ovale giallo più in alto nella figura
a destra) e appena sotto di esso troviamo un tasto con un
menù a scomparsa, chiamato tasto “Mod Destination” (evi-
denziato nella figura a lato dall’ovale giallo disegnato più in
basso). Se il tasto non è già impostato su “Vol” (volume), fate
clic sopra di esso e selezionate “Vol” dal menù a scomparsa
che si apre. A questo punto, spostate lo slider prima indicato
completamente verso sinistra, finchè l’indicatore a sinistra si attesta sul valore “-100%”.

Selezionate quindi l’altro strumento scelto per il cross fade e spostate lo slider questa volta
verso l’estrema destra, finchè il valore indicato è di “100%”. Ora avrete uno strumento il cui
volume andrà da 0% a 100%, quando la Mod Wheel verrà spostata verso l’alto, e uno stru-
mento il cui volume andrà da 0% a 100% quando la Mod Wheel verrà mossa verso il basso.
Mentre quindi il volume generale di uscita rimarrà sempre lo stesso, il mix dei due sample
cambia gradualmente dal massimo volume di uno, fino al massimo volume dell’altro, pas-
sando per stadi intermedi.

MULTIS
Un “Multis” è una collezione di articolazioni (fino a 8 diverse) che può essere salvata sul
vostro hard disk e caricata in un secondo tempo. Pensate a un multis come a una cartella
contenente le articolazioni. La figura nella pagina seguente mostra un multis nel Kompakt
Player, contenente 7 articolazioni diverse.

Ogni volta che salvate un multis, vi verrà chiesto dove intendete salvarlo all’interno del
vostro computer. Se pensate di creare parecchi multis, potreste trovare comodo creare un
sistema di cartelle e sottocartelle per organizzarli con ordine. Le sottocartelle vi verranno
mostrate nel menù che compare ogni volta che caricate un multis nel Kompakt Player.

Ci sono molti modi di


usare uno strumento
contenuto all’interno di
un multis. Una possibili-
tà consiste nell’usare un
diverso canale MIDI (da
1 a 8) per ciascuna artico-
lazione. A ogni traccia nel
sequencer è associato un
differente canale MIDI.
Una seconda possibilità
consiste nell’assegnare lo
stesso canale MIDI a più
di uno strumento. Questo può creare un mix di suoni: per esempio, una singola traccia nel
sequencer può riprodurre il suono di un flauto, di un violino legato e di un violino pizzicato
all’unisono. Una terza possibilità è stata descritta nella sezione riguardante i Cross Fade, in

 EWQLSO: 34 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
cui la Mod Wheel può essere usata per passare da un’articolazione all’altra, sfumando tra le
due.

Delle tre edizioni (Platinum, Gold e Silver), solo la Platinum installa un completo set di mul-
tis predefiniti sull’hard disk. Ciascuno di questi multis standard contiene tre file della stessa
articolazione, ma con una differente posizione microfonica. (Per maggiori dettagli tornate alla
sezione relativa alle posizioni microfoniche della Platinum). Per esempio, il multis relativo al
“BCL Legato”, contiene questi tre file di articolazione per il clarinetto basso.

- C BCL Legato

- F BCL Legato

- S BCL Legato

Se intendete usare tutte e tre le versioni di un’articolazione contemporaneamente, questi mul-


tis predefiniti sono un modo rapido per fare ciò. Se invece intendete usare solo la posizione
microfonica (F) per la maggior parte degli strumenti e magari aggiungere di tanto in tanto le
posizioni (C) ed (S), è più consigliabile costruirsi i propri multis.

Infine, se usate la stessa collezione di articolazioni per molti dei vostri progetti, allora proba-
bilmente un multis è il modo più rapido e comodo di caricare queste collezioni. Tuttavia, se
preferite organizzare le vostre articolazioni ex-novo, ogni volta che iniziate un progetto, non
sempre è necessario definire e salvare dei multis, in quanto tutti i settaggi del vostro progetto e
quindi anche quelli delle varie istanze del Kompakt Player caricate, sono quasi sempre salvati
quando si effettua un salvataggio del progetto stesso, all’interno del sequencer. Ovviamente,
salvare la vostra scelta di articolazioni sottoforma di multis, vi dà la garanzia che queste siano
salvate due volte: una volta come multis e ancora nel “project file” del vostro sequencer.

Usare i Multis al Posto dei Keyswitch


Molti sequencer possiedono una caratteristica che permette di usare un multis e di ottenere
comunque i benefici dei Keyswitch, senza dover però aggiungere le note di Keyswitch nella
vostra partitura. Questa tecnica è particolarmente utile per quegli orchestratori che intendono
stampare le loro partiture e/o le parti di alcuni strumenti, senza che le note di Keyswitch (che
ovviamente non c’entrano nulla, a livello puramente di notazione musicale) appaiano nelle
partiture stesse. Se il vostro sequencer permette di cambiare il canale MIDI delle singole note,
allora se volete potete tranquillamente utilizzare questa tecnica.

Iniziate con la creazione di un multis con all’interno le articolazioni che intendete usare in una
singola traccia e caricatelo come se fosse un plug-in in quella traccia. Per esempio, prendiamo
4 articolazioni dallo strumento “Flauto da Concerto”. Assegnamo quindi ciascuna articolazio-
ne scelta, ad un canale MIDI diverso.

 EWQLSO: 35 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Nella figura a lato abbiamo utilizzato
i canali MIDI dall’1 al 4, con il canale
2 evidenziato dall’ovale giallo. (Ov-
viamente gli slot rimanenti posso-
no essere usati per altri strumenti a
piacere, con i relativi canali MIDI a
scelta).

Il passaggio successivo va eseguito direttamente dal sequencer. Una volta che avete registra-
to (o inserito) le vostre note nella traccia, assegnate l’intera traccia al canale MIDI relativo
all’articolazione che pensate di usare maggiormente. Quindi,
cambiate a piacimento il canale MIDI delle singole note (o frasi
musicali) in base ai canali MIDI precedentemente assegnati alle
diverse articolazioni, per fare in modo che quelle note suonino
l’articolazione desiderata. Il canale MIDI può spesso essere re-
golato, cambiando le proprietà della nota nella Piano Roll, come
mostrato nella figura qui accanto. In questo caso, come mostrato
nell’ovale rosso, la nota “F#” è stata assegnata all’articolazione
“staccato”, assegnandola al canale MIDI 3.

Tuttavia, uno degli svantaggi di questo metodo, rispetto all’uti-


lizzo dei Keyswitch consiste nel non avere una visione attraverso
la Piano Roll di quale articolazione è stata assegnata a ciascuna
nota; sarà quindi necessario guardare le proprietà di ogni singo-
la nota per avere queste informazioni.

 EWQLSO: 36 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
CREARE UN PANORAMA MUSICALE
Ogni volta che ascoltiamo un’orchestra suonare su un un palco o attraverso una registrazione
stereo, sentiamo chiaramente il suono dei vari strumenti giungere alle nostre orecchie da di-
verse direzioni. In una tradizionale orchestra sinfonica, ci aspettiamo che il suono dei violini
provenga dalla nostra sinistra, i violoncelli e i contrabbassi dalla destra e i flauti da una po-
sizione leggermente spostata sulla sinistra rispetto al centro della scena. Ci sono due motivi
per cui intendiamo proseguire su questa direzione. La prima è perchè vogliamo che l’ascol-
tatore abbia la perfetta sensazione di stare ascoltando un’orchestra dal vivo. Anche se può
essere evidente che un brano sia stato realizzato attraverso l’utilizzo di un computer, emulare
un’ipostazione sonora tradizionale può dare i suoi benefici. La seconda ragione consiste nel
fatto che per l’orecchio umano risulta più semplice udire due suoni simili ma provenienti da
diverse direzioni. Se i flauti e i violini sono “doppiati” o suonati su 2 ottave diverse, avranno
una propria identità musicale certamente più evidente se sembreranno provenire da direzioni
diverse nel panorama musicale che ci circonda.

Panorama (Panning)
La EWQLSO è diversa dalla maggior parte delle altre librerie di suoni orchestrali in com-
mercio, per quanto riguarda il “panning” dei vari strumenti; infatti tutti gli strumenti qui
presenti sono già posizionati nell’immagine stereofonica esattamente dove si trovano in
un’orchestra sinfonica. I contrabbassi per esempio sono più presenti nel canale destro.

Per questo motivo, è possibile lasciare il livello di “panning” al centro per tutti gli strumenti e
questi saranno comunque correttamente posizionati nel mix finale. Ovviamente, se preferisci

 EWQLSO: 37 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
regolare il “pan” per qualsiasi motivo o per utilizzare un posizionamento degli strumenti non
tradizionale, ciò è possibile sia dall’interfaccia del Kompakt Player, sia dal sequencer stesso.

Inoltre il “panning” naturale offerto dalla EWQLSO possiede una caratteristica che gli altri re-
verberi hardware e software non hanno: una riflessione corretta del suono da tutte le superfici
e le direzioni. Per capire meglio questo concetto, consideriamo un contrabbassista che si trova
a 5 metri dal muro alla nostra sinistra e 45 metri dal muro alla nostra destra. Noi ci troviamo
a metà strada tra i due muri. La riflessione dal muro di destra, che sarà più forte nel nostro
orecchio destro, percorrerà 30 metri (5 più 25); la riflessione dal muro di sinistra, più forte nel
nostro orecchio sinistro, percorrerà 70 metri (45 più 25). Questa differenza di 40 metri, signi-
fica che la riflessione arriva al nostro orecchio destro circa 1/9 di secondo prima che al nostro
orecchio sinistro, una differenza alquanto significativa. E così per il fagotto, per l’arpa e per la
tuba, che possiedono una proprio caratteristico ritardo nella riflessione del suono a destra o a
sinistra, in base a dove sono posizionati sul palco. E’ assolutamente impossibile per un singolo
reverbero raggiungere una tale livello di realismo.

Prossimità
Spostare il “panning” a destra o a sinistra non è l’unico modo per separare gli strumenti. E’
anche possibile spostarli davanti o dietro. Questo può essere fatto in tre modi:

- Modificare le dinamiche relative al timbro


- Delay (ritardo)
- Presenza

Per la maggior parte degli strumenti, il timbro cambia a seconda dell’intensità con la quale
vengono suonati. Anche se qualcun altro modifica il volume sul vostro stereo, siete certamen-
te in grado di capire se una tromba è stata suonata forte o meno forte, in base al tono dello
strumento; la maggior parte degli strumenti emette un suono più stridente se suonati forte.
Così, in un mix di un’intera orchestra, se una tromba sembra essere suonata con forte intensi-
tà, ma il volume di quello strumento, rispetto agli altri è più basso, la percezione sonora che
ne ha il nostro cervello è quella che la tromba in questione è piuttosto lontana dall’ascoltatore.
Modificando indipendentemente il timbro, attraverso la variazione dei parametri di velocity
e/o cross fade, oppure modificando il volume del suono, è possibile spostare singoli strumen-
ti avanti o indietro.

Poichè il suono viaggia a circa 340 metri al secondo, l’orecchio umano impiega piccoli inter-
valli di tempo per valutare una distanza relativa. Se due violini suonano una nota pizzicata si-
multaneamente e uno di essi si trova 15 metri più lontano dall’ascoltatore, la nota dal violino
più distante arriverà al nostro orecchio 0.044 secondi più tardi rispetto a quello più vicino. Si
tratta di circa un ventitreesimo di secondo, un tempo molto breve, ma comunque apprezzabi-
le dall’orecchio umano. E’ molto semplice in un sequencer inserire un ritardo di un intervallo
di tempo specifico in una traccia, sia con un Delay plug-in, sia spostando le note nella Piano
Roll, riproducendo così l’effetto di maggior ritardo di uno strumento più lontano.

 EWQLSO: 38 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

Come già discusso nella sezione riguardante le 3 posizioni microfoniche della edizione Plati-
num, più lontano ci si trova da uno strumento in una sala da concerto, maggiore sarà il con-
tributo del reverbero naturale della sala per farvi apprezzare il suono. L’eco proveniente dai
muri circostanti è comunque udibile anche da vicino i muri stessi; tuttavia lo si nota di meno
in base a quanto potente è lo strumento (è difficile udire un colpo di tosse stando vicino al
motore acceso di un jet, piuttosto che udire lo stesso suono in una sala da concerto, anche se il
colpo di tosse ha lo stesso suono).

Questa “presenza” del suono è un altro trucco per rendere l’effetto di distanza di uno stru-
mento. Effettuare un mixaggio usando in gran parte i sample (C) per i vari strumenti, li fa
sembrare più vicini all’ascoltatore.

Combinando i tre princìpi (o i primi due, se utilizzate l’ edizione Silver o Gold), è possibile
ottenere dei risultati molto convincenti per quanto riguarda il posizionamento dei vari stru-
menti nel mixaggio orchestrale. Fare arrivare all’orecchio dei segnali contraddittori può an-
che confonderlo. Potete ottenere effetti realistici o anche strani e inusuali; dipende tutto dalle
vostre intenzioni.

Infine, ovviamente c’è il suono surround, che però verrà trattato in un’altra sezione di questa
guida.

 EWQLSO: 39 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

VOLUME, VELOCITY, ED EXPRESSION


Esistono almeno tre modi per far sì che uno strumento suoni in maniera più forte, o comunque
dare l’impressione che lo strumento sia suonato in maniera intensa. Un esperto orchestratore
MIDI li usa tutti e tre.

Volume: è semplicemente l’intensità del suono generato. Modificare il volume corrisponde


in pratica a spostare la manopola del volume sul vostro stereo. Un flauto suonato piano può
essere aumentato di intensità; una tromba molto potente può essere ridotta di potenza.

Il volume può essere modificato anche nel mezzo della durata di una nota; in questo modo
l’ascoltatore può apprezzare un crescendo o un diminuendo per una nota mantenuta a lungo.
Possono anche essere creati suoni innaturali, come per esempio un crescendo per una singola
corda pizzicata in un’arpa.

E come per una vera orchestra dal vivo, i vari strumenti possono modificare la propria inten-
sità sonora indipendentemente l’uno dall’altro, cosa che non è possibile fare con la manopola
del volume dello stereo.

Velocity: un termine che deriva da quanto velocemente un tastierista preme un tasto della
tastiera. Aumentando la potenza con cui viene premuto il tasto, generalmente non cambia
solo l’intensità della nota, ma anche il timbro dela nota stessa. Suonando un pianoforte, la
“velocity” non può influenzare il suono dopo che il musicista rilascia il dito dal tasto appena
premuto; la velocity funziona qui allo stesso modo. Nell’ attuale implementazione del MIDI,
la velocity è generalmente indicata con un numero compreso tra 0 e 127. La maggior parte dei
sequencer mostrano le velocity come barre verticali, come quelle indicate nella figura.

I più moderni campio-


natori, Kompakt inclu-
so, riproducono diver-
si sample per diversi
range di velocity. Per
esempio, il team che
ha realizzato il sample
“C centrale” di un vio-
lino solista, per le tec-
niche esecutive pp, p,
mp, mf ecc..., ha asso-
ciato a ciascuna tecni-
ca un range di velocity
diverso. Per esempio,
alla pp ha assegnato il
range di velocity 0-25, per il p, il range 26-45 e così via. Poichè ogni livello dinamico di un
violino possiede il proprio timbro, la velocity di una nota andrà a modificare non solo la sua
intensità, ma anche il suo timbro.

 EWQLSO: 40 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Inserire variazioni di velocity risulta spesso un modo più efficace, rispetto a cambiamenti di
volume, per ottenere dinamiche molto natuarali e realistiche. Lo svantaggio delle velocity
consiste nel non poterle modificare nel mezzo della durata di una nota. L’utilizzo sia dei cam-
bi di volume, sia di velocity, dà all’orchestratore un maggior controllo su tutti gli aspetti delle
dinamiche.

Nel linguaggio MIDI, la velocity è un attributo che può essere assegnato ad una nota soltanto
al suo inizio. Al contrario, il volume è un codice di controllo (CC7) che può essere trasmesso in
qualsiasi momento. Come detto in precedenza, la EWQLSO fa uso della Mod Wheel (CC1) per
controllare il volume all’interno dei cross fade dinamici (DXF). I vari livelli presenti all’interno
di una articolazione DXF, variano non solo in intensità, ma anche nel timbro, per cui l’utilizzo
della Mod Wheel si traduce nell’effetto di ottenere dinamiche molto naturali, nelle quali lo
strumento non solo aumenta di intensità, ma rende al meglio l’effetto di essere suonato con
maggiore intensità.

Expression: è rappresentata da un altro codice di controllo MIDI (CC11). Nella EWQLSO, il


(CC11) è usato per controllare le dinamiche. E’ possibile modificare le dinamiche di una linea
musicale sia “suonando” un controller (CC11) in tempo reale, oppure disegnando una linea
di inviluppo (envelope) nel sequencer. La maggior parte delle tastiere MIDI e delle superfici
di controllo MIDI possiedono manopole o slider programmabili che possono essere impo-
stati per inviare i messaggi relativi al (CC11) verso uno specifico canale MIDI (gli slider sono
generalmente più sensibili per un controllo in tempo reale). Se il vostro sequencer supporta
l’automazione, è possibile registrare i movimenti di una manopola o di uno slider e salvarli
all’interno di un progetto. Avere un controllo manuale sulle variazioni della linea musicale di
uno strumento, generalmente dà migliori e più convincenti risultati rispetto a disegnare un
inviluppo nel sequencer.

La scelta di usare il (CC11), permette di utilizzare il (CC7) (volume) in altri modi. Per esem-
pio, è possibile usare lo slider del volume nel vostro sequencer per gestire il volume generale
di ciascuna traccia nel mix. Questo è particolarmente utile nell’ edizione Platinum, quando si
usano più di una posizione microfonica. Se volete valutare quanto delle posizioni (C), (F) o (S)
di uno strumento utilizzare, potete farlo con il (CC7). Avete bisogno di sentire il flauto solista
staccato più brillante nel vostro brano? Aumentate il livello del (CC7) per il “C SFL Stac” e
diminuitelo per il “F SFL Stac”. Il (CC11) è in qualche modo indipendente e può essere usato
per aggiustare le dinamiche per meglio unire tra loro le varie frasi musicali all’interno di una
traccia. Anche se non usate l’edizione Platinum, l’utilizzo del (CC7) per modificare i livelli
generali presenta diversi utilizzi.

 EWQLSO: 41 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Nonostante i livelli di volume ed expression
possano essere modificati separatamente, le ���������

���������������������������
regolazioni del volume modificano il modo ���������
in cui expression influenza il volume perce-
pito. Pensate al (CC7) come a raggiungere il ������������
valore massimo sulle dinamiche in ogni mo-
mento. L’ expression, viene definita da valori
compresi tra 0 e 127. Il (CC7) specifica qual è ������������
l’intensità di un suono relativo al massimo �����������
valore. Il diagramma sulla destra mostra che
quando il volume diminuisce, i cambiamenti �����������
nell’expression rappresentano piccoli cam-
biamenti nella percezione dell’intensità del �������
suono. Un cambiamento dell’expression da �����
un livello di 50 a 100, rappresenta un più pic-
colo cambiamento quando il (CC7) (volume) è ridotto.

Inviluppi MIDI
La maggior parte dei moderni sequencer permettono di tracciare linee di inviluppo per i più
comuni codici di controllo MIDI. Il diagramma con la curva gialla è un esempio di un invilup-
po per il (CC11). Si può osservare come i valori cambiano in continuazione, allo stesso modo
in cui un clarinettista modula il soffio nello strumento per seguire la linea musicale, o un vio-
loncellista aggiunge musicalità e brio a una frase modificando la pressione dell’archetto sulle
corde di momento in momento (le linee orizziontali in alto nell’immagine sono le note).

Questi stessi inviluppi, quando salvati come dati MIDI appaiono come un set di comandi. In
una traccia di un sequencer, questi comandi spesso appaiono come linee verticali e ogni linea
è un comando che modifica il valore (in questo caso il valore del CC11).

 EWQLSO: 42 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
L’altro modo e secondo molti, il miglior modo di inviare eventi (CC11) al campionatore è
attraverso l’utilizzo di un controller MIDI, sia una tastiera di ultima generazione, sia una su-
perficie di controllo MIDI. Se avete un’ altra persona a vostra disposizione, è possibile inserire
questi codici di controllo mentre state suonando le note nel sequencer. Questo vi permette di
apprezzare i cambiamenti tra le note, le loro velocity (la potenza con cui premete i tasti della
tastiera) e l’expression, aggiunta con il (CC11).

Questo può essere anche effettuato in due passaggi, prima le note e poi i codici di controllo
MIDI, sempre che il vostro setup permetta di registrare i comandi di automazione in una trac-
cia che contiene già altri comandi MIDI.

Tutto ciò che è stato detto in questa sezione riguardo il (CC11) è totalmente applicabile anche
al (CC1) (Mod Wheel) e a tutti gli altri codici di controllo MIDI. Imparare a variare e rendere
“umana” una linea musicale, allo stesso modo in cui lo fa uno strumentista, darà sicuramente
al vostro lavoro una musicalità più naturale. Combinando i controlli di velocity, expression,
Mod Wheel e volume è possibile rendere i vostri sample digitali estremamente reali.

RELEASE TRAIL
La EWQLSO è una completa libreria “ambientale”, dotata di “Release Trail” (letteralmente
“Tracce di rilascio”), per i sample (C), (F) e (S) (il significato di queste abbreviazioni è stato
ampiamente spiegato nelle sezioni precedenti). L’ obiettivo di ciò è stato il poter ridurre la ne-
cessità di reverbero artificiale, che potesse degradare notevolmente la qualità e il realismo dei
sample. I release trail inclusi richiedono molta potenza di calcolo, ma ne vale decisamente la
pena! I release trail non sono sempre perfetti, poichè ci sono molti fattori nella loro program-
mazione che lo impediscono. Questo è vero in particolare per i sample “espressivo”, “crescen-
do” o “non loopati”. Una delle caratteristiche uniche di questa libreria (e del suo software di
gestione) è il modo in cui i release trail si adeguano in maniera dinamica all’amplificazione.
Il software analizza l’amplificazione delle forme d’onda del campione quando il tasto sulla
tastiera viene rilasciato e quindi attiva il release trail, sistemando automaticamente le dinami-
che, così che i due sample possano unirsi alla perfezione. Il risultato è molto realistico.

I release trail sono stati programmati nella loro lunghezza in maniera che la libreria funzioni
al meglio praticamente in qualsiasi situazione. L’utente può decidere di far suonare i release
trail praticamente senza nessun effetto sfumato o con un leggero effetto. Questo non è stato
fatto poichè gli autori hanno ritenuto che un settaggio minore fosse più adatto, specialmente
per brani musicali piuttosto movimentati. Se desiderate ottenere l’effetto di un ambiente più
ampio, potete usare il “group editor” nel Kompakt Player. Assicuratevi che il bottone “Edit
All” non sia rosso (sia quindi impostato su “Off”). Selezionate uno dei “release trail group”
e aggiungete 2 secondi al “decay time”. Procedete quindi col secondo “release trail group” e
fate lo stesso e così via. La maggior parte dei programmi hanno solamente da 1 a 3 “release
group”. I grossi programmi di Keyswitch e alcuni degli ottoni solisti ne hanno molti di più.

 EWQLSO: 43 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
E’ anche possibile ridurre la durata dei release trail. Per fare ciò, assicuratevi che lo strumento
da voi scelto sia stato caricato nel Kompakt Player e selezionato. Fate clic sul “group edit” per
aprire un menù a finestra con una lista di tutti i gruppi. Fate attenzione che il tasto “Edit All”
non sia rosso (quindi ancora una volta impostato su “Off”). Guardate la sezione chiamata
“Group Amp” sulla destra. Abbassate il controllo del volume a piacimento; selezionando il
valore “zero” eliminerete il release trail. Se lo riducete a zero, impostate anche il decay nella
sezione “Amp Envelope” al suo valore minimo. Un delay ridotto libera molte risorse del com-
puter.

Se apportate dei cambiamenti al release trail (o a qualsiasi aspetto di un file di articolazione)


e pensate di riutilizzare quelle impostazioni, cliccate su “Save” nella sezione “Instruments”
del Kompakt Player e archiviate il file sotto un altro nome. In seguito potrete così ricaricare
l’articolazione da voi modificata.

PANORAMA
Il panning generalmente non è necessario. Ogni strumento e sezione nella libreria sono stati
registrati nel loro corretto posizionamento sul palco, attraverso l’impiego di apparecchiature
appositamente studiate e realizzate dal Prof. Keith O. Johnson. Le posizioni microfoniche
full (F) e surround (S) riflettono il posizionameto spaziale alla prefezione. La posizione close
(C) invece non rispecchia il posizionamento sul palco, poichè i microfoni in questo caso sono
vicini a ciascuno strumento. Questi sono stati preposizionati (e quindi il loro pan-pot è stato
precedentemente impostato) in fase di programmazione per riflettere il loro corretto posizio-
namento in un’ orchestra. Noterete come i microfoni della posizione “close” hanno impostati
dei valori di panning, mentre i microfoni “full” e “surround” non li hanno. Ovviamente è
possibile modificare e regolare qualsiasi settaggio di panning, ma ciò non è consigliato.

ARTICOLAZIONI
Una libreria che contenga tutte le possibili articolazioni per tutti gli strumenti di un’orchestra
è attualmente impensabile. Nella EWQLSO, si è posta l’attenzione su quali fossero le più utili
ed espressive articolazioni da includere nella libreria stessa, evitando quelle più rare e meno
usate. Gli autori sapevano fin da subito che la musica orchestrale deve essere dinamica e su
questo fatto si è basata la scelta delle articolazioni, evitando la complessità di altre librerie in
commercio che richiedono troppo tempo di studio e pratica prima di poter ottenere risultati
soddisfacenti. Tra l’altro, per compositori professionisti che producono molta musica, il tem-
po è denaro!

 EWQLSO: 44 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

Legato
Le sezioni d’archi, in questa libreria possiedono articolazioni di “legato” nei loro programmi
di Keyswitch. Generalmente questi sono l’ultimo o gli ultimi due Keyswitch. Ci sono anche
altri programmi di “legato”, il cui accento è controllabile tramite la Mod Wheel. I programmi
“6 Corni Francesi”, “4 Trombe” e tutti i woodwind possiedono una qualche forma di legato.
In generale, ti renderai conto tu stesso che tutti i sample presenti in questa libreria possiedo-
no un suono molto più fluido e naturale rispetto alle altre librerie orchestrali in commercio,
ma è importante che l’orchestratore MIDI che la usa curi molto i dettagli per realizzare delle
frasi legate il più realistiche possibile.

Ensemble
L’ edizione Platinum include diversi programmi molto ampi di sezioni d’archi, così come
una sezione di ottoni e due di legni. Vai alla lista completa delle articolazioni per maggiori
dettagli e per sapere quali di queste sezioni sono disponibili per ciascuna edizione (Silver,
Gold e Platinum).
Ordinamento delle Articolazioni
L’interfaccia utente del Kompakt Player organizza gli strumenti e le articolazioni nell’ordi-
ne in cui li vedete; qualsiasi ordine vedrete in una cartella nel sistema operativo (Mac OS o
Windows), quello è l’ordine in cui si presentano. Questa guida utilizza gli stessi criteri di or-
ganizzazione, anche se gli strumenti il cui nome inizia con una cifra, compaiono in un ordine
non tradizionale.

Anche questa guida segue la convenzione che vede l’ edizione Platinum organizzata in 4
gruppi orchestrali separati: Strings (Archi), Woodwinds (Legni), Brass (Ottoni), Percussion
(Percussioni).

CONSIDERAZIONI HARDWARE
Il prezzo da pagare per avere così tante opzioni è la richiesta di una grande potenza di calco-
lo. Questa libreria è molto esosa di risorse hardware, specialmente se si usa l’ edizione Pla-
tinum. Considerate che: ogni sample dell’ edizione Platinum contiene 3 sample (C+F+S) e la
libreria è interamente a 24 bit. Ovviamente, se non disponete di un sistema sufficientemente
potente che vi permetta di far girare tutto simultaneamente, potete sempre comporre usando
solo una delle posizioni microfoniche stereo (generalmente la F) e quindi renderizzare tutte
le coppie stereo a turno (prima la F, poi la C e quindi la S) nel mixdown. Il consiglio migliore
è di dotarsi del più potente computer possibile (o anche diversi computer usati in sequenza),
con un grosso e veloce hard disk (l’ edizione Platinum occupa oltre 65 Gb di spazio fisico) e
almeno 1.5 Gb di RAM libera (escludendo quella dedicata al sistema operativo). Un sistema
ideale “da sogno” consiste in due computer di ultima generazione per ciascun modulo: un
totale di 8 computer. Se desiderate avere l’intera orchestra sulla punta delle vostre dita con
tutti e 3 le posizioni microfoniche che suonano contemporaneamente, potreste addirittura
aver bisogno di ancora più computer!

 EWQLSO: 45 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

I sample dell’ edizione Platinum sono a 24 bit/44.1 kHz, per cui assicuratevi di utilizzare una
scheda audio a 24 bit collegata ad un mixer digitale a 24 bit. Man mano che le tecnologie di
sviluppo dei computer si evolveranno, i problemi di richieste hardware diminuiranno note-
volmente.

DIRECT FROM DISK


La tecnologia “Direct From Disk” (o DFD, letteralmente: direttamente dal disco), consente di
poter caricare i dati all’interno dei sample direttamente dall’hard disk, senza che i dati stessi
vengano prima caricati in memoria, o comunque senza che la maggior parte di essi non deb-
bano essere precaricati.

Le Basi

- Un player di sample, in questo caso Kompakt, di solito legge i dati relativi ai sample dal
buffer della memoria. Il buffer è necessariamente più piccolo rispetto alla lunghezza del-
l’intero sample, altrimenti dovremmo utilizzare enormi quantitativi di RAM. Dato che sono
sempre presenti dei dati digitali nel buffer, pronti ad essere convertiti in suono, il sample
player può riprodurre i suoni originali senza alcun ritardo.

- Nella EWQLSO sono presenti due tipi di buffer: preload e voice

- Esiste sempre un lieve ritardo tra il momento in cui il computer richiama i dati dall’hard
disk e il momento in cui tali dati possono essere inviati al processore centrale (CPU= com-
puter’s central processing unit). Questo ritardo tipico di ogni hard disk è chiamato “tempo
d’accesso”. Nei più moderni e avanzati hard disk, il tempo di accesso varia da 4 ms (0.004
secondi) a 50 ms (0.050 secondi); in media si ha un valore di circa 10 ms. Non è un tempo
molto lungo, ma comunque rilevante. Inoltre, se il sequencer richiama oltre 10 note di un
sample alla volta, il ritardo potrebbe diventare dieci volte più lungo prima che tutti i dati
siano letti nel voice buffer e pronti per essere usati.

- Una volta che i dati iniziano a fluire dall’hard disk, questi potrebbero essere inviati al buffer
con una velocità maggiore di quanto il Player richieda; questo capita di frequente, a meno
che la CPU non debba caricare un grandissimo numero di sample in una volta sola. Gli hard
disk con una velocità più elevata generalmente trasmettono i dati più velocemente; questa è
la ragione per cui è raccomandato l’impiego di hard disk con una velocità di almeno 7,200
rpm, mentre quello a 10,000 rpm sono ormai quasi una necessità per la musica polifonica di
alto livello.

- I sample player devono essere pronti per riprodurre qualsiasi nota in qualsiasi articolazione
caricata, in ogni momento. Se ci sono caricate per esempio 20 articolazioni, con una range
di 2 ottave (25 note) per file, ci sono 400 note, i cui dati sono pronti in memoria per essere
usati. Ovviamente, per quanto detto nelle precedenti sezioni, ogni nota farà suonare più

 EWQLSO: 46 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
di un sample contemporaneamente. Può capitare di avere oltre 1000 sample pronti nel
preload buffer della memoria; e questo prima di aggiungere le possibilità dei release trail.
Tuttavia molti sample necessitano dei propri preload buffer.

- Il sistema, per essere pronto a suonare un sample, scrive una piccola porzione nel suo
preload buffer, nonappena il file di articolazione viene caricato. Questo buffer deve essere
sufficientemente lungo per permettere al sample player di suonare il sample e di non an-
dare in sovraccarico prima che il sample seguente sia caricato in memoria. E’ necessario
che ci sia una certa transizione tra i dati precaricati e i dati che arrivano dall’hard disk.

- Finchè la CPU può continuare a riprodurre i dati già precaricati nel buffer e caricare nuo-
vi dati, viene generata musica con continuità. Ma quando il sample Player si sovraccarica
in uno o più voice buffer, possono comparire fastidiosi click o altri disturbi sul suono.

- Quando viene caricato un file di articolazione, il sample player deve ricevere informazio-
ni riguardo i buffer che andrà a creare: quanti sono e quali dimensioni avranno. Il numero
di preload buffer è già definito per ciascun file di articolazione. Il numero di voice buffer
assegnato a ciascuna articolazione può essere definito tramite i settaggi per la polifonia
(Polypnony), configurabili nella interfaccia utente. E’ regolabile anche la lunghezza del
buffer.

- Dovrebbe essere quindi chiaro che la quantità totale di RAM dedicata ai buffer nella me-
moria può essere molto, molto ampia. Questa è una delle ragioni per cui la RAM è così
importante in una DAW.

Alcune Considerazioni
Bisogna tenere conto di quattro parametri quando si va a configurare i buffer:

- Polifonia: definisce il massimo numero di sample che


possono essere suonati nello stesso momento per un dato
file di articolazione. Il numero di default è 32, ma può
essere cambiato nell’interfaccia cliccando due volte sul
numero 32 ( come indicato nell’ovale giallo in figura) e
scrivendo un nuovo valore. Se le voci udite scompaiono
troppo presto, in maniera innaturale (specialmente i re-
lease trail), significa che il valore immesso è troppo basso. Comunque mantenete questo
valore il più basso possibile, poichè dei buffer inutilizzati sono un inutile spreco di RAM.
Durante la riproduzione dei sample è possibile monitorare quante voci stanno suonando
in qualsiasi momento. Impostate un valore per la polifonia in modo che stia appena oltre
il massimo valore osservato per quella particolare articolazione in quella traccia. Fate
inoltre attenzione poichè se venisse impostata una polifonia appena sufficiente, potreste
andare incontro a dei problemi qualora aggiungeste altre note che suonano simultanea-
mente, o nel caso di frasi musicali molto veloci in cui molte note iniziano prima che i
release trail per le prime note abbiano finito di suonare. In generale quindi, per iniziare
un progetto è consigliabile impostare un valore di polifonia leggermente maggiore del
valore massimo osservato , ma non troppo.

 EWQLSO: 47 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
I prossimi 3 parametri sono tutti configurabili nella finestra di opzioni “DVD Menù” del
Kompakt Player. Selezionate la finestra a scomparsa “Options” e quindi selezionate “DFD”
per vedere apparire il pannello di opzioni. Tutti i settaggi impostabili qui sono globali, ven-
gono cioè applicati a tutti i sample. I valori modificati non hanno effetto finchè non vengono
reallocati i buffer, per cui è meglio chiudere e riaprire tutte le istanze di Kompakt dopo aver
apportato qualsiasi cambiamento.

- Preload Buffer
Size definisce
quanti kilobyte di
memoria debbano
essere allocati per
ciascun sample
del preload buf-
fer. Dimensioni
maggiori permet-
tono una più im-
mediata risposta
da parte dell’hard
disk, ma con-
sumano anche un quantitativo superiore di RAM. Una dimensione di 192 Kb è una valore
ragionevole come punto di partenza. Potete poi in seguito modificarlo per difetto o per
eccesso per trovare il giusto compromesso sul vostro computer.

- Voice Buffer Size indica quanti Kb di memoria devono essere allocati per i buffer che con-
tengono i dati caricati dall’hard disk quando ce n’è la necessità. In questo caso un buon
punto di partenza è un valore di 384 Kb.

- Reserved Voices definisce quanti voice buffer devono essere creati in anticipo. Questo va-
lore ha un range compreso tra 8 e 256. In generale, dovrebbe essere impostato su valori
elevati quando si sta lavorando su progetti in cui viene suonato un gran numero di sample
contemporaneamente. Può essere invece selezionato un valore inferiore se si lavora a pro-
getti che utilizzano solo pochi strumenti. Fate attenzione però che un singolo strumento in
grado di suonare molte note in rapida successione, come il piano o l’arpa, può consumare
molti buffer.

- Un quarto valore in questa pagina, “Memory Total”, non può essere impostato separata-
mente. Il valore viene impostato automaticamente moltiplicando il Voice Buffer Size e le Re-
served Voices. Viene così calcolato il quantitativo di memoria richiesto dagli altri 2 parametri
in modo da poter così sapere quanta RAM verrà utilizzata dai settaggi che avete impostato.

Fate attenzione che per far sì che i vostri settaggi vegano salvati, è necessario cliccare su “Ap-
ply” ogni volta che vengono effettuati dei cambiamenti; se fate clic solo su “Exit” invece, i
vostri cambiamenti non verranno salvati.

 EWQLSO: 48 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
E’ presente una lista, tramite un menù a finestra (che viene mostrata selezionando “Expert”
nella figura), che vi permette di impostare i valori a piacimento per tutti e tre i parametri ap-
pena descritti. Tuttavia sono presenti anche quattro preset con dei settaggi preimpostati.

- Normal (Medium polyphony / Medium memory) 192KB 384KB 64 voices

- High Performance (Medium polyphony / High memory) 384KB 750KB 64 voices

- Large Instruments (Low polyphony / High memory) 96KB 384KB 64 voices

- Small Instruments ( High polyphony / Medium memory) 192KB 384KB 128 voices

Se pensate che uno o più di questi preset siano adatti alle vostre necessità, questo menù è
un modo comodo e rapido per sistemare la configurazione da un progetto all’altro. Tuttavia
potreste accorgervi che 64 e magari anche 128 voices sono troppo poche per un progetto molto
ampio.

Infine, potete osservare come il DFD può essere attivato o disattivato da questa stessa finestra
di opzioni. La luce blu accesa sotto la scritta “DFD Active” è una indicazione visiva che il DFD
è attualmente attivato. Fate clic su questo bottone per passare dalla modalità “Active” a quella
“Inactive”. Quando il DFD è disabilitato, tutti i sample in tutti i file di articolazione devono
essere caricati interamente nella RAM.

Renderizzare le tracce MIDI


La tecnologia DFD può influenzare molto il processo di trasformare le tracce MIDI in tracce
audio all’interno di un sequencer. I settaggi di DFD che si adattano bene in “real time” pos-
sono invece rivelarsi inadatti e causare click o la scomparsa di strumenti quando le tracce
MIDI sono trasposte in audio più velocemente di quanto sono suonati.

La maggior parte dei sequencer sono in grado di creare la tracce audio da quelle MIDI più ve-
locemente di quanto queste suonino normalmente. Per esempio, un computer di ultima gener-
azione è in grado di renderizzare una traccia MIDI di 4 minuti in meno di 2 minuti. Questo è
certamente un aspetto positivo che riduce i tempi di lavoro. Il problema è che il computer non
sa che un plug in sta facendo fatica a caricare; il sequencer viaggia ad una velocità doppia e
può capitare che alcuni sample non vengano caricati in tempo per essere suonati.

I sequencer che possiedono questa caratterisica chiamata “Fast Bounce” hanno spesso
un’opzione per disattivarla. Se vi capita di sentire dei click o degli strumenti mancanti quando
ascoltate delle tracce trasposte da MIDI in audio in questo modo, disabilitate la funzione “Fast
Bounce”. Poichè gli effetti causati dal sovraccarico del sistema così causato possono essere
spesso poco evidenti, (per esempio può capitare che non si sentano solo alcuni release trail),
potreste considerare di disabilitare sempre questa funzione in tutti i vostri lavori.

Memoria Virtuale
Poichè l’obiettivo di regolare i preload buffer è di evitare il ritardo causato dal caricamento dei
dati dall’hard disk, usare la memoria virtuale è controproducente. Questa tecnologia rende in
grado la CPU di immagazzinare più dati in memoria, permettendole di scambiare porzioni di
 EWQLSO: 49 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
memoria dentro e fuori da una zona in cui viene immagazzinata. Per sempio, un computer con
1 Gigabyte (GB) di memoria potrebbe richiedere un quantitativo di memoria virtuale di 2 Gb,
spostando porzioni di dati (chiamate pagine) che il computer non pensa di dover utilizzare,
nella zona di transizione, e richiamarla quando necessario. Il problema è che questa zona di
transizione è sull’hard disk, in una parte chiamata “page file” o “swap file”.

Quando si elabora un documento o si scarica un file, un ritardo di 0.050 secondi non è certa-
mente apprezzabile, mentre quando viene riprodotto un sample si possono verificare blocchi
o click. Se il vostro sistema operativo supporta la Memoria Virtuale, potreste considerare di
disabilitarla. Attualmente questo non è però possibile con l’OSX su piattaforma Mac.

 EWQLSO: 50 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

COMPARAZIONE TRA LE EDIZIONI PLATINUM, GOLD


E SILVER
Qui di seguito sono elencati i 6 fattori principali per i quali le tre edizioni della EWQLSO dif-
feriscono tra loro:

- La Platinum possiede sample a 24bit; la Gold e la Silver a 16 bit.


- La Platinum e la Gold possiedono campionamenti cromatici; i sample della Silver sono
“stretched” (letteralmente “stirati”) lungo il range dello strumento.
- La Platinum possiede campionamenti per 3 diverse posizioni microfoniche; la Gold e la
Silver solo una.
- La Platinum e la Gold possiedono release trail per i loro campioni; la Silver non li possie-
de.
- Ciascuna delle tre edizioni possiede il proprio set di articolazioni.
- Più ampia è la libreria, maggiore saranno le richieste hardware necessarie a gestirla.

Risoluzione di campionamento: misura quanto precisamente i dati digitali in un sample ris-


pecchiano il suono originale catturato dai microfoni sugli strumenti reali. Con una precisione
di 16 bit, le onde sonore sono descritte usando dei numeri da 0 a circa 65.000. Con una risolu-
zione di 24 bit invece, possono essere usati numeri fino a circa 16.8 milioni. Questa maggiore
precisione permette di udire i suoni dell’orchestra in tutti i suoi dettagli e sfumature. La diffe-
renza contribuisce a rendere i suoni più reali, ma è particolarmente evidente nei suoni molto
“soft”, meglio includendo l’effetto naturale del reverbero presente dopo che uno strumento
ha smesso di suonare.

Anche se la musica composta sarà poi convertita a 16 bit per poterla scrivere su un CD (usan-
do un processo chiamato “dithering”), lavorare a 24 bit, con una mixer a 24 bit e una scheda
audio a 24 bit garantisce certamente un miglior risultato su come i suoni interagiscono tra
loro, decadono e riverberano. Per la maggior parte degli ascoltatori la differenza tra una regi-
strazione a 16 bit e una a 24 bit è sottile ma apprezzabile.

E per coloro che intendono realizzare tracce a 24 bit per i DVD o per altri supporti superiori
al CD, lavorare interamente a 24 bit è praticamente indispensabile.

Campionamenti cromatici: significa che ogni nota nel range di quello strumento possiede i
suoi propri sample. L’ edizione Silver, invece, spesso fa uso della tecnologia chiamata “resam-
pling”, per generare il suono di due o più note vicine. Il metodo del “resampling”, che è una
pratica comune in molte altre librerie di sample, può comunque dare risultati soddisfacenti,
poichè il timbro di due o tre note consecutive non è compromesso dallo stiramento (stretching)
o compressione delle forme d’onda. I campionamenti cromatici sono ciò che maggiormente si
avvicina al suono originale, poichè alle forme d’onda sono apportate poche

 EWQLSO: 51 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

modifiche: l’unico svantaggio dei campionamenti cromatici consiste nelle grandi richieste di
spazio sull’hard disk e di risorse hardware.

Posizioni microfoniche: questo argomento è trattato nel dettaglio nel Capitolo 3.

Gli utenti dell’ edizione Gold noteranno che i file installati includono diversi file (C) e (S), che
caratterizzano l’ edizione Platinum, così da poterne provare le potenzialità e valutare quanto
questi possano migliorare il suono delle loro orchestrazioni, con la speranza che una volta
provato una assaggio di questi, proveranno il desiderio di passare all’ edizione Platinum. Po-
tete vedere quali file contengono queste posizioni microfoniche extra, notando gli asterischi
nelle tabelle del Capitolo 4. Un solo asterisco (*) indica che un solo file, generalmente il (C)
è incluso. Due asterischi (**) significano entrambi i file installati (C) e (S)). Altrimenti potete
guardare nei file di articolazione nei menù su schermo del Kompakt Player, che iniziano con
(C) o con (S), oltre che il solito (F).

Release trail: che riproducono il suono della sala da concerto dopo che la nota ha smesso di
suonare, non sono incluse nell’ edizione Silver..

La quantità di file di articolazione varia dalle 605 diverse articolazioni registrate con la posi-
zione microfonica (F) (e un numero uguale per le altre due posizioni microfoniche, C ed S)
per l’ edizione Platinum, alle 484 per la Gold e 185 per la Silver. Le articolazioni dell’ edizione
Silver attualmente sono un pò di più, grazie ai programi di Keyswitch. Andate al Capitolo 6
per maggiori informazioni sui Keyswitch.

L’ edizione Silver include tre strumenti non inclusi nelle edizioni Gold e Platinum: uno
steinway B grand piano, un organo e dei cori.

Hardware del computer: la potenza richiesta è direttamente proporzionale alla complessità


del software. Il gran numero di sample, la funzionalità e la precisione delle più grosse librerie
di suoni presentano un prezzo da pagare: una richiesta sempre maggiore di risorse hardwa-
re. Mentre l’ edizione Silver può girare anche su un computer non aggiornatissimo, anche un
portatile, l’ edizione Gold necessita di un computer di ultima generazione o anche di un paio
di computer in serie. L’ edizione Platinum invece lavora al meglio con quattro o più computer
di grande potenza, anche se per piccoli progetti può essere sufficiente un setup più modesto.

 EWQLSO: 52 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 CAPITOLO 3
LE 3 POSIZIONI MICROFONICHE
Nonostante le informazioni riportate in questo capitolo si riferiscano principalmente all’ edi-
zione Platinum della EWQLSO, gran parte di ciò che verrà discusso qui può comunque essere
d’aiuto anche per coloro che possiedono le altre versioni, per capire come i sample sono stati
registrati. Inoltre, l’ edizione Gold include una selezione di sample per le posizioni microfoni-
che (C) e (H). La Silver invece contiene sample solamente per la posizione microfonica (F).

E’ stato già detto molto riguardo al grande sforzo compiuto dagli sviluppatori della EWQLSO
per registrare tutti i sample dalle 3 posizioni microfoniche all’interno della sala da concerto.
Per comprendere meglio come funzionano le 3 posizioni microfoniche, facciamo un piccolo
esperimento mentale. Immaginate di trovarvi nel Teatro alla Scala, con un’intera orchestra
sinfonica sul palco.

- Inizialmente venite invitati a sedervi direttamente di fronte all’ oboista, che suona una me-
lodia. Quello che sentite è all’incirca il suono registrato nella posizione microfonica “Clo-
se” (C). Il suono che giunge direttamente dallo strumento è così intenso che le riflessioni
dei muri e delle altre superfici vicine non influenzano molto il suono stesso.
- Di seguito vi posizionate su di una sedia appena di fronte al palco e ascoltate la stessa
melodia di oboe di prima. Ora udirete maggiormente la riverberazione naturale della sala,
poichè le vostre orecchie non sono sovrastate dal suono proveniente in maniera diretta
dall’oboe. Il suono in questo caso è catturato dai microfoni sul palco, chiamati anche mi-
crofoni “full” (F), un grappolo di microfoni posizionati vicino alla fronte del palco.
- Infine vi viene chiesto di sedervi vicino al fondo della sala, in posizione sopraelevata, ma-
gari anche sulle balconate. Viene eseguita la stessa melodia di oboe. Da questa prospettiva,
è molto più evidente la piena acustica della sala ed è possibile apprezzare in pieno il suono
riflesso dalle pareti e da ogni superficie, davanti a voi e anche dietro. Ne può risultare un
suono molto ricco, anche se meno diretto rispetto a quello generato da una posizione mi-
crofonica più vicina; tuttavia, l’aggiunta di un pò di questo suono (sia nel mixaggio stereo
finale, oppure negli speaker posteriori di un setup surround) può aggiungere dimensio-
nalità alla registrazione. Questa posizione microfonica è stata usata per creare i sample
“surround” (S), spesso chiamata “hall”.

La EWQLSO è la prima libreria orchestrale che include i controlli per i 3 diversi setup microfo-
nici (da vicino, dal palco e dal fondo della sala), per tutti gli strumenti e le sezioni. E’ possibile
mixare insieme qualsiasi combinazione di queste posizioni microfoniche per controllare il
tono e l’ambiente. E’ come se posizionaste virtualmente l’ascoltatore, spostandolo o avvici-
nandolo ai microfoni ravvicinati, a quelli sul palco e a quelli in fondo alla sala (secondo un
processo denominato “audio zoom”), tutto in tempo reale!

 EWQLSO: 53 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

� �

� � �

� � � �



� �

Modificando il volume relativo dei sample delle 3 posizioni micro-


foniche “C”, “S” e “F”, è possibile creare uno “zoom audio” che simula
la capacità dell’orecchio umano di focalizzare l’attenzione su di un
singolo strumento che i vostri occhi possono vedere durante una per-
formance dal vivo. Voi, i direttori d’orchestra, potete decidere ciò che
l’ascoltatore sta“guardando”.

 EWQLSO: 54 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Nell’ edizione Platinum, questi sample possono essere caricati in maniera individuale, dai file
con l’estensione .nki, oppure tutte e 3 le diverse prospettive possono essere richiamate in una
sola volta, da un file multis, di estensione .nkm.

Tutti e 3 i set di sample sono stati registrati simultaneamente per ciascuna nota della libreria.
Per cui esistono naturali e prevedibili ritardi nel tempo impiegato dal suono per raggiungere
i microfoni più lontani. Questa latenza corrisponde al naturale reverbero della sala e produce
una piacevole pienezza nel suono, quando i vari sample sono mixati. Se preferite fissare il
reverbero dai sample (S), è possibile farlo attraverso i moderni sequencer e mixer, spostando
leggermente la traccia audio in avanti. E’ possibile calcolare il tempo preciso utilizzando la
velocità del suono (circa 340 metri/secondo) oppure lasciare decidere alle vostre orecchie il
livello più adatto.

I microfoni ravvicinati, ovviamente, non hanno praticamente alcuna latenza: ne possiedono


solo una piccolissima quantità, necessaria a conferire la prospettiva sonora dell’orchestra nella
sala da concerto. Se non utilizzate i microfoni da vicino, e state lavorando ad un progetto che
richiede strumenti con attacco molto veloce e potente, potreste notare in questo caso piccoli
ritardi, che possono essere sistemati aggiungendo alcuni riprese microfoniche da vicino. Nella
maggior parte dei casi potrebbe risultare utile utilizzare le posizioni microfoniche ravvicinate
per aggiungere definizione a uno strumento o a una sezione. E’ consigliabile sperimentare per
trovare la combinazione più adatta alle proprie esigenze.
La figura nella pagina precedente mostra le tre posizioni microfoniche disegnate in un dia-
gramma di una tipica sala da concerto. L’area semicircolare in cima è dove l’orchestra si po-
siziona.

- Tutte le “C” rappresentano le posizioni dei microfoni “close” (C), così come sono stati po-
sizionati, nei pressi di ciascuno strumento o sezione. I microfoni sono stati messi sufficien-
temente vicini agli strumenti, da catturarne al meglio la presenza, ma lontani abbastanza
da permettere al suono dello strumento stesso di “respirare”.
- Le “F” rappresentano la posizione approssimativa dei grappoli di microfoni “full” (F).
Questi sono i sample che compaiono in tutte e 3 le edizioni della EWQLSO.
- Le “S” mostrano approssimativamente la posizione in cui sono posizionati i microfoni
“hall” (H).

Nelle fasi di campionamento, le registrazioni simultanee dalle 3 posizioni microfoniche hanno


subito un fissaggio di fase. Questa attenzione al dettaglio assicura che i sample possano essere
mixati in un’unica traccia audio senza alcun problema di interferenze di fase.

Molti compositori lavorano ancora soltanto in stereo. E’ possibile mixare le 3 posizioni micro-
foniche tra di loro senza alcun problema di fase, ottenendo una grande “dimensione” nei vo-
stri mixaggi. Considerate questo: realizzate un mixaggio “close”, uno “full” e uno “surround”
per ciascun vostro brano; disporrete così di un archivio che potrà essere usato per creare dei
mixaggi surround nel futuro. E sapete con certezza che questo funzionerà alla perfezione!
Questa tecnica inoltre vi permette in maniera rapida di effettuare in futuro dei remix con più
o meno livello di effetti.

 EWQLSO: 55 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Controllo sul Reverbero
Controllare il livello di reverbero può essere facile come sistemare il livello dei microfoni “sur-
round” (S) e abilitare o disabilitare i microfoni “close”. Se desiderate maggior controllo, il vo-
lume dei release trail può essere modificato. Potete semplicemente utilizzare il “group editor”
nell’interfaccia del Kompakt Player; selezionate il “release trail group”, facendo attenzione
che il bottone “Edit All” non sia selezionato e cambiate il volume. State attenti a ciò che fate
comunque; alcuni programmi possono avere i release trail splittati in diversi gruppi. In questi
casi è necessario cambiare il volume di tutti i gruppi. Andate al capitolo riguardo l’interfaccia
utente del Kompakt Player per maggiori dettagli.

Alcuni suggerimenti sul Suono


In generale, secondo la nostra opinione, la posizione microfonica “full” (F), possiede il suono
migliore tra le tre presenti, anche se la giusta combinazione dei tre setup microfonici crea
generalmente un suono più d’impatto. Molti strumenti rendono al meglio con il volume dei
relativi microfoni ravvicinati (C) molto basso (lasciandone solo una lieve percezione per ag-
giungere definizione).

Provate a fare in questo modo: Portate i microfoni “close” (C) a un valore di 6db, tra 5K e 10K.
Portate quindi le frequenze sotto gli 800Hz, in modo da trovarvi a circa 10db a 50 Hz. Quindi
mixate la traccia (C) con la traccia (F) ad un volume basso per aggiungere chiarezza e splen-
dore ai microfoni “full” (F) (Fate comunque attenzione a non usare troppo i microfoni “close”
con questa curva di equalizzazione). Gli altri strumenti potrebbero suonare bene usando un
giusto equilibrio delle tre posizioni microfoniche. Gli “archi con sordino” suonano molto bene
con pochi microfoni “close” (C) e molti (F) ed (S). Ancora una volta è consigliabile sperimen-
tare finchè si trova una giusta combinazione.

I DIVERSI MODI IN CUI COMBINARE I SAMPLE


Usare le Posizioni Microfoniche (C) ed (S) con parsimonia
Uno dei possibili approcci quando si usa l’ edizione Platinum per creare un mix stereo, consi-
ste nell’usare per primi i sample (F) e quindi aggiungere la sufficiente quantità di sample (C)
per conferire immediatezza ad alcuni strumenti e di sample (S) per creare un reverbero più
naturale al suono in generale. Non c’è ragione per mantenere costanti i settaggi delle diverse
posizioni microfoniche per tutta la durata del brano. Potreste voler aggiungere dei sample
(C) extra sugli assoli per farli risaltare meglio in un ricco accompagnamento, oppure incre-
mentare la prospettiva surround (S) per far sembrare i corni più distanti al momento della
loro entrata in scena. Usate il vostro orecchio e la vostra immaginazione per trovare il modo
migliore di utilizzo.

Miscelare le Tre Posizioni Microfoniche


Un altro approccio consiste nel creare tre mixaggi identici di un brano, eccetto per il fatto che
sono stati “suonati” con i tre separati set di sample. Ciascuna delle tre riprese microfoniche
(C, F ed S) viene trasposta in una traccia audio separata. Nel mixdown finale quindi, i livelli
di volume delle tre prospettive vengono sistemati in modo da ottenere una singola traccia con

 EWQLSO: 56 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
il suono desiderato. Con questo approccio è possibile creare sia tracce stereo, sia in ciascuno
dei formati surround (4.0, 5.1, LCR+LFE, Matrix UHJ e molti altri). Maggiori informazioni sul
surround verranno date più avanti.

Quale Suono? Ravvicinato o Esteso?


Alcuni stili musicali, traggono maggiori benefici dall’utilizzo dei suoni (S) o (C) come punto
di partenza. Il suono di un quintetto di legni può per esempio essere meglio catturato usando
per la maggior parte sample (C). Sonorità sognanti o misteriose possono essere rese ancora
più efficaci se basate sui sample (S). Lasciate decidere alle vostre orecchie!

Evidenziare uno Strumento Solista all’interno dell’Orchestra


Iniziate a realizzare una traccia solista basata principalmente sui sample (C), in modo che il
suono stia in primo piano. Quindi spostate leggermente questo suono indietro nella scena so-
nora modificando l’EQ dei sample. Incrementate il suono nel registro alto e tagliatelo in quello
medio e basso. Questo ridurrà l’effetto di vicinanza dei sample (C) e l’ascoltatore sentirà lo
strumento solista, per esempio un’ oboe, provenire dal mezzo dela sezione di legni.

Per portare il solista alla fronte del palco, vicino al direttore d’orchestra, come in un vero
concerto, invertite i settaggi di EQ descritti prima: tagliate leggemente le frequenze alte e in-
crementate quelle medie e basse. Potrebbe essere necessario anche aggiungere del reverbero
extra ai sample dello strumento solista per rendere il suono ancora più pronunciato.

Oltre i controlli di Panorama


Come detto precedentemente, tutti gli strumenti della EWQLSO sono già posizionati come in
un’ orchestra sinfonica tradizionale. La posizione nello spazio è rinforzata anche da leggere
differenze nei tempi di arrivo dei diversi suoni verso i microfoni di destra e di sinistra. Non
solo il suono proveniente dai diversi strumenti ha tempi di arrivo differenti, ma questo avvie-
ne anche per il reverbero da destra e da sinistra dei muri circostanti. Questo in realtà avviene
solo per i microfoni (F) ed (S), sulla linea centrale della sala da concerto; per i microfoni (C) la
differenza di tempo nella provenienza del suono è impercettibile.
Per integrarsi al meglio nel panorama sonoro, i sample (C) sono stati posizionati in fase di
programmazione, alcuni a destra, altri a sinistra, per simulare la loro rispettiva posizione sul
palco (è possibile vederlo nell’interfaccia del Kompakt Player). Ma modificando il panning si
otterrà solo un cambiamento del volume dei due canali.

Se desiderate accentuare ancora di più la percezione sonora di un particolare piazzamento di


uno o più strumenti nello spazio, usando i microfoni (C), è possibile modificare il ritardo di
tempo tra i canali destro e sinistro separatamente, per muovere così lo strumento dove desi-
derate. Per rinforzare il panning di uno strumento alla sinistra dell’ascoltatore, innanzitutto
ricordate che il suono diretto nei microfoni (C) è più forte rispetto al suono delle altre riprese
microfoniche che sfruttano il naturale reverbero della sala. Per cui, spostate l’equalizzazione
del canale audio sinistro del sample (C) qualche millisecondo prima; questo simulerà il suono
dello strumento che arriva al microfono di sinistra per primo. Muovete quindi l’equalizza-
zione del canale destro leggermente più avanti, come se il suono impiegasse più tempo per

 EWQLSO: 57 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
arrivare al microfono di destra. E’ possibile chiaramente invertire questi settaggi per spostare
lo strumento a destra.

Sample Surround: Mixaggio stereo


Quando si utilizzano i sample (S) per mixaggi a due canali, l’aggiunta di un pò del ricco suono
dei microfoni (S) può aumentare la sensazione di una reale performance dal vivo in una sala
da concerto. Se desiderate ottenere un risultato realistico di una sala da concerto, non aggiun-
gete troppi sample (S); una giusta dose nel mix è ciò che serve. Coloro che che cercano un
diverso tipo di registrazioni (colonne sonore per film o videogiochi) possono tranquillamente
sperimentare.

Sample Surround: Mixaggi in Surround


Questo paragrafo si occuperà principalmente del più popolare formato di surround, il 5.1,
ma le linee guida qui illustrate potranno essere applicate senza problemi anche agli altri stan-
dard.

Qui di seguito potrete trovare il punto di partenza per creare i 6 canali necessari alla realizza-
zione di una registrazione 5.1. E’ possibile comunque sperimentare diverse soluzioni.

- Frontale al centro: Prendete solo uno tra i segnali di destra e di sinistra dai microfoni (C)
stereo, ma NON prendeteli entrambi. Fate questo per creare l’immediatezza necessaria per
la posizione frontale al centro.

- Frontale destra e sinistra: I microfoni (F), (di destra e di sinistra) sono assegnati ai 2 speaker
frontali (di destra e di sinistra, appunto). Aggiungete qui a piacere un pò dei microfoni (S)
per un suono generale più ricco e corposo.

- Posteriore destra e sinistra: I due canali posteriori ricevono gli input esclusivamente dai
due microfoni stereo (S). Decidete in base ai vostri gusti quanto segnale inviare a questi
due speaker, a seconda del tipo di registrazione che state realizzando.

- LFE (Low Frequency Effect): A meno che non state creando un mix per un hardware con
un canale LFE discreto, il sistema che suona la vostra musica determinerà al meglio la sua
stessa frequenza di crossover tra il subwoofer e gli altri canali, in base alle caratteristiche
dell’hardware stesso. Tuttavia, nessuna parte della musica che proviene dalle librerie di
EWQLSO devono essere assegnate al canale LFE. Solo effetti non musicali, come esplo-
sioni, passi ecc... devono essere inviati a questo canale direttamente. Questo è comunque
un cambiamento rispetto ai suggerimenti precedentemente dati riguardo il mixaggio sur-
round.

 EWQLSO: 58 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Se state usando un hardware specifico che non possiede un proprio crossover, applicate
senza problemi i suggerimenti dati in precedenza, così come segue. Le basse frequenze e gli
effetti devono essere tirati via dal mix di tutti gli altri canali; per cui i volumi relativi ai singo-
li microfoni (inclusi i ritardi di tempo e le equalizzazioni applicate separatamente a ciascun
canale), devono essere applicati proporzionalmente al canale LFE. Facendo attenzione a non
ottenere un effetto di inappropriate duplicazioni delle basse frequenze dagli altri canali.

 EWQLSO: 59 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 CAPITOLO 4
ARTICOLAZIONI ORDINATE PER STRUMENTO
Questo capitolo fornisce, in una collezione di tabelle, tutti i file di articolazione di tutte le 3
edizioni della EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra. La prima colonna mostra il
nome che descrive il file, mentre la seconda colonna è il nome ulteriormente abbreviato, che
corrisponde alla sigla che appare nel Kompakt Player. La piccola colonna della tabella, situata
all’estrema destra, specifica in quale edizione è presente il file.

Il Capitolo 5 contiene parte delle informazioni presenti nelle tabelle di questo capitolo, ma or-
dinate per tipo di articolazione. Per esempio, è possibile in quella sezione, sapere, in una volta
sola, quali sono tutti gli strumenti che possiedono l’articolazione “trillo di mezza tono”.

L’ edizione Platinum contiene 605 diversi file di articolazioni, registrati con la posizione mi-
crofonica “full” (F), e altrettante per le altre due posizioni microfoniche (C ed S). L’ edizione
Gold possiede 484 file (F), più alcuni (C) ed (S). La Silver invece include 185 file di articolazi-
one, anche se il numero delle sue attuali articolazioni è leggermente maggiore, grazie ai pro-
grammi di Keyswitch.

Nota per gli utenti dell’ edizione Gold : Le articolazioni contrassegnate da un asterisco (*), in-
cludono anche uno tra i microfoni “close” (C) e i microfoni “surround” (S), oltre ovviamente
al microfono “full” (F). Quelle con due asterischi (**) includono tutte e tre le posizioni micro-
foniche.

Nelle tabelle che seguono verranno usate queste abbreviazioni:

“DXF”= cross fade dinamico (il volume è controllato dalla Mod Wheel)
“MW”= Mod Wheel
“→” indica “cosa controlla cosa”. Per es. La notazione “velocity → accento” indica che la
velocity controlla l’accento.

 EWQLSO: 60 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
10 VIOLONCELLI
Legato morbido f VCS Butter Leg Forte P G S
Legato morbido VCS Butter Legato P G S
Crescendo VCS Crec P G S
Sustain, MW → volume, velocity → accento VCS DXF Sus Acc Vel P G S
Sustain, VCS DXF Sus Acc VL UD P G S
MW → vol, velocity → accento, su/giù
Vibrato sustain, attacco lento, DXF VCS DXF Sus Vib Slow P G S
Vibrato sustain, DXF VCS DXF Sus Vib P G S
Emozionale 1, DFX VCS Emotn DXF 1 P G S
Emozionale 2, DFX VCS Emotn DXF 2 P G S
Emozionale 3, DFX VCS Emotn DXF 3 P G S
Emozionale 4, DFX VCS Emotn DXF 4 P G S
Emozionale1, MW → vol, velocity → accento VCS Emotn DXF Acc V 1 P G S
Pad Evolvente VCS Evolving Pad P G S
Legato espressivo, MW → accento VCS Exp Leg Acc Mod P G S
Legato espressivo, VCS EXP LEG DXF Ac Vl P G S
MW → volume, velocity → accento
Vibrato espressivo, DXF VCS Exp Vib DXF P G S
Vibrato espressivo, attacco veloce VCS Exp Vib FST P G S
Vibrato espressivo VCS Exp Vib P G S
Sustain legato, MW → accento all’attacco VCS Fast Acc Mod P G S
Fluente VCS Flowing P G S
Effetti vari e crescendo VCS FX P G S
Keyswitch sordino (muto) C0–D0 VCS Keysw Sord C0-D0 P G S
Keyswitch trillo C0–F#0 VCS KeySw TRl C0-F#0 P G S
Keyswitch C0–E0 VCS KeySwitch C0-E0 P G S
Keyswitch C0–G0 VCS KeySwitch C0-G0 P G S
Lirico, attacco veloce VCS Lyr Fast P G S
Lirico VCS Lyr P G S
Martelé, su / giù VCS Mart Up DN P G S
Non-vibrato sustain, VCS Non Vib-Sus XFD P G S
MW cross fade al vibrato
Sustain non vibrato VCS Non Vib P G S
Pizzicato VCS Pizz P G S
Portato breve VCS Port Shrt P G S
Portato VCS Port P G S

La tabella “10 Violoncelli” continua nella pagina successiva.

 EWQLSO: 61 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

10 VIOLONCELLI (CONTINUAZIONE)
Staccato, colpi d’archetto su/giù VCS Quick Up DN P G S
Vibrato leggero MW cross fade al tremolo VCS Soft Vib XFD Trem P G S
Sustain, MW → accento all’attacco VCS sus accent mod P G S
Vibrato sustain forte VCS Sus Vib Hard P G S
Vibrato sustain leggero, legato VCS Sus Vib Soft Leg P G S
Vibrato sustain leggero VCS Sus Vib Soft P G S
Vibrato sustain VCS Sus Vib P G S
Tremolo legato VCS Trem Leg P G S
Tremolo VCS Trem P G S
Trillo di mezzo tono VCS Trill H P G S
Trillo di un tono VCS Trill W P G S
Silver Master Keyswitch VCS Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch VCS Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S

10 VIOLE
Keyswitch C0–F0 10 VAS KeySw C0-F0 P G S
Legato morbido VAS Butter Leg P G S
Sustain, MW → volume, velocity → accento VAS DXF Sus Acc Vel P G S
Emozionale 1, DFX VAS Emotn DXF 1 P G S
Emozionale1, MW → vol, velocity → accento VAS Emotn DXF Acc Vl P G S
Espressivo, attacco veloce, DXF VAS Exp Fst DXF P G S
Espressivo, attacco veloce VAS Exp Fst P G S
Espressivo, attacco lento, DXF VAS Exp slow DXF P G S
Espressivo, attacco lento VAS Exp slow P G S
Legato espressivo, MW → accento VAS leg Exp acc MOD P G S
all’attacco
Legato espressivo, VAS leg Exp DXF AC Vl P G S
MW → volume, velocity → accento
Legato Vas Leg P G S
Marcato lungo VAS Marc Long P G S
Marcato corto VAS Marc Shrt P G S
Martelé, colpi d’archetto su/giù, VAS MArt Up Dn Marc P G S
marcato alle alte velocity
Martelé, colpi d’archetto su/giù VAS Mart Up Dn P G S
Martelé, colpi d’archetto su/giù, Vas S Mart UD Marc S P G S
marcato breve alle alte velocity
Martelé breve, colpi d’archetto su/giù VAS Shrt Mart Up Dn P G S
La tabella “10 Viole” continua nella pagina successiva.

 EWQLSO: 62 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
10 VIOLE (CONTINUAZIONE)
Sustain 2 VAS Sus 2 P G S
Sustain, MW → accento all’attacco VAS sus accent mod P G S
Sustain non-vibrato, VAS Sus NV VIB X-FADE P G S
MW cross fade al vibrato
Sustain legato leggero VAS Sus Soft Leg P G S
Sustain leggero VAS Sus Soft P G S
Sustain VAS Sus P G S
Silver Master Keyswitch VAS Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch Vas exp DXF Leg pdl KS P G S

11 VIOLINI SECONDI
Vibrato sustain, MW → accento all’attacco 11V accent sus mod P G S
Legato morbido f 11V Butter Leg Forte P G S
Legato morbido 11V Butter Legato P G S
Sustain espressivo, 11V DXF EXP acc Vel P G S
MW → volume, velocity → accento
Espressivo, attacco veloce, DXF 11V DXF EXP Fast P G S
Legato espressivo, 11V DXF EXP leacc Vl P G S
MW → volume, velocity → accento
Espressivo, attacco lento, DXF 11V DXF EXP Slow P G S
Vibrato sustain, 11V DXF Sus Vib Ac Vl P G S
MW → volume, velocity → accento
Emozionale 1, DXF 11v Emotn DXF 1 P G S
Emozionale 2, DXF 11v Emotn DXF 2 P G S
Emozionale, MW → volume, velocity → 11V Emotn DXF Acc Vl P G S
accento
Diminuendo espressivo 11V Exp Dim P G S
Espressivo 11V Exp P G S
Glissando lungo 11V Gl L P G S
Glissando breve 11V Gl S P G S
Trillo Keyswitch C0–E0 11v KeySw Trl C0-E0 P G S
Keyswitch C0–D0 11v KeySwitch C0-D0 P G S
Keyswitch C0–F#0 11v KeySwitch C0-F#0 P G S
Lirico A 11V Lyr A P G S
Lirico B 11V Lyr B P G S

La tabella “11 Violini Secondi” continua nella pagina successiva.

 EWQLSO: 63 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
11 VIOLINI SECONDI (CONTINUAZIONE)
Marcato breve 11V Marc Short P G S
Marcato 11V Marc P G S
Martelé, colpi d’archetto su/giù, 11V Mart Up Dn Marc P G S
marcato alle alte velocity
Martelé, colpi d’archetto su/giù, 11V Mart Up Dn Spic P G S
spiccato alle alte velocity
Martelé, colpi d’archetto su/giù 11V Mart Up Dn P G S
Martelé, round-robin 11V Med Shrt 3-Way RR P G S
Staccato colpi d’archetto su/giù, 11V Quick Up Dn Marc P G S
marcato alle alte velocity
Staccato colpi d’archetto su/giù, 11V Quick Up Dn Spic P G S
spiccato alle alte velocity
Staccato colpi d’archetto su/giù 11V Quick Up Dn* P G S
Staccato round-robin 11V Short 3-Way RR P G S
Staccato, spiccato round-robin 11V Shrt Spic 3Wy RR P G S
Spiccato 11V Spic P G S
Non-vibrato sustain, 11V Sus NV Vib X-Fade P G S
MW cross fade al vibrato
Vibrato sustain, attacco lento, DXF 11V Sus Vib DXF Slow P G S
Vibrato sustain, DFX 11V Sus Vib DXF P G S
Vibrato sustain, forte 11V Sus Vib Hard P G S
Vibrato sustain legato, leggero 11V Sus Vib Soft Leg P G S
Vibrato sustain, leggero 11V Sus Vib Soft P G S
Vibrato sustain 11V Sus Vib P G S
Trillo di mezzo tono 11v Trill h P G S
Trillo di un tono 11v Trill W P G S
Silver Master Keyswitch 11V Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch 11V DXF Leg pdl KS P G S

 EWQLSO: 64 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
18 VIOLINI PRIMI
Vibrato legato mf 18V Leg Vib mf P G S
Staccato round-robin 18V 11V Short RR P G S
Legato morbido f 18V Butter Leg Forte P G S
Legato morbido 18V Butter Legato P G S
Effetti vari e crescendo 18V Clstr & Air P G S
Espressivo, attacco veloce 18V Exp Fast P G S
Espressivo 18V Exp P G S
Keyswitch espressivo legato C0–C#0 18v KeySw ELeg C0-C#0 P G S
Keyswitch veloce C0–A#0 18v KeySw Fast C0-A#0 P G S
Keyswitch legato C0–C#0 18v KeySw Leg C0-C#0 P G S
Keyswitch sordino (muto) C0–D0 18V Keysw Sord C0-D0** P G S
Keyswitch C0–A0 18v KeySwitch C0-A0 P G S
Keyswitch C0–D#0 18v KeySwitch C0-D#0 P G S
Lirico, attacco veloce 18V Lyr Fast P G S
Lirico 18V Lyr P G S
Marcato lungo 18V Marc Long P G S
Marcato medio-lungo 18V Marc Med Short P G S
Marcato breve 18V Marc Short P G S
Martelé colpi d’archetto su/giù, 18V Mart Ud Marc Med P G S
marcato medio alle alte velocity
Martelé colpi d’archetto su/giù, 18V Mart ud marc shrt P G S
marcato breve alle alte velocity
Martelé colpi d’archetto su/giù 18V Mart Up Dn P G S
Non-vibrato sustain, attacco veloce 18V Non Vib Fast P G S
Non-vibrato sustain 18V Non Vib P G S
Pizzicato 18V Pizz P G S
Staccato colpi d’archetto su/giù, 18V Quick UD Marc S P G S
marcato breve alle alte velocity
Staccato colpi d’archetto su/giù, 18V Quick UD Marc UD P G S
marcato colpi d’archetto su/giù alle alte
velocity
Staccato colpi d’archetto su/giù 18V Quick Up Dn* P G S
Staccato round-robin 18v Short 3-Way RR P G S
Legatura veloce 18V Slr faST P G S
Legatura media 18V Slr mED P G S
Legatura breve 18V Slr sLOW P G S
Legatura molto veloce 18V Slr xFaST P G S
Sordino (muto), attacco lento 18V Sord Slow** P G S
La tabella “18 Violini Primi” continua nella pagina successiva.
 EWQLSO: 65 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
18 VIOLINI PRIMI (CONTINUAZIONE)
Vibrato sustain, forte 18V Sus Vib Hard P G S
Vibrato sustain, forte, colpi d’archetto su/giù 18V Sus Vib hRD up dn P G S
Vibrato sustain legato, leggero 18V Sus Vib Soft Leg P G S
Vibrato sustain, leggero 18V Sus Vib Soft P G S
Vibrato sustain 18V Sus Vib P G S
Tremolo legato 18V Trem lEG P G S
Tremolo 18V Trem P G S
Sustain, MW → accento all’attacco 18V accent sus mod P G S
Emozionale 1, DXF 18v Emotn DXF 1 P G S
Emozionale 2, DXF 18v Emotn DXF 2 P G S
Emozionale 2, 18V Emotn DXF Acc V 2 P G S
MW → volume, velocity → accento
Emozionale 1, 18V Emotn DXF Acc V1 P G S
MW → volume, velocity → accento
Espressivo, attacco veloce, DXF 18V Exp Fast DXF P G S
Espressivo legato, accento all’attacco, DXF 18V Exp LEG ACC DXF P G S
Espressivo legato, MW → accento all’attacco 18V Exp LEG ACC MOD P G S
Non-vibrato sustain, 18v Non VIb-Sus XF P G S
MW cross fade al vibrato
Non-vibrato sustain, 18v NonVib-EXPFST XF P G S
MW cross fade all’ espressivo vibrato,
veloce
Sordino emozionale, 18V Sord Emotn DXF Vl** P G S
MW → volume, velocity → accento
Sordino (muto) 18V Sord Mod XFD Dyn** P G S
Vibrato sustain, MW → vol & cross fade, 18V Sus VB DXF SLR2VL P G S
evidente legatura alle alte velocity
Vibrato sustain, MW → vol & cross fade, 18V Sus Vib DXF LegVL P G S
attacco legato alle alte velocity
Vibrato sustain, attacco lento, DXF 18V Sus Vib DXF Slow P G S
Vibrato sustain, MW → vol & cross fade, 18V Sus Vib DXF SLRVL P G S
leggera legatura alle alte velocity
Sustain vibrato, DXF 18V Sus Vib DXF P G S
Vibrato sustain, MW cross fade al tremolo 18V Sus-Vib Xf TREM P G S
Silver Master Keyswitch 18V Master KS P G S
Silver Sordino Legato Pedal Keyswitch 18V Sord DXF Leg pdl KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch 18V Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S
Versione Gold 18VSusVibGOLD P G S

 EWQLSO: 66 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
9 CONTRABBASSI
Grande sustain CBS Big Sus P G S
Crescendo Cbs Crec P G S
Sustain, MW → volume, velocity → accento Cbs DXF EXP Acc Vel P G S
Sustain, attacco lento, DFX Cbs DXF Sus Slow P G S
Sustain, DXF Cbs DXF Sus P G S
Emozionale 1, DXF Cbs Emotn DXF 1 P G S
Emozionale 2, DXF Cbs Emotn DXF 2 P G S
Emozionale, Cbs Emotn DXF Acc Vl P G S
MW → volume, velocity → accento
Espressivo vibrato con 2 crescendo seguiti Cbs Exp 2x Crec P G S
da un diminuendo
Espressivo, attacco veloce, DXF Cbs EXP Fast DXF P G S
Espressivo, attacco veloce Cbs Exp fast P G S
Espressivo legato, Cbs EXP LG DXF ACC VL P G S
MW → volume, velocity → accento
Espressivo Cbs Exp P G S
Forte piano Cbs Forte Piano P G S
Effetti vari e crescendo, più slap Cbs FX P G S
Keyswitch C3–D#3 CBS KeySwitch C3-D#3 P G S
Keyswitch C3–F#3 CBS KeySwitch C3-F#3 P G S
Martelé colpi d’archetto su/giù CBS Mart Up Dn P G S
Pizzicato, MW → slap con l’archetto CBS Pizz mod slaps P G S
Pizzicato CBS Pizz P G S
Portato Cbs Port P G S
Staccato colpi d’archetto su/giù, MW → slap CBS Quick UD Mod Slap* P G S
con l’archetto
Staccato colpi d’archetto su/giù CBS Quick Up Dn* P G S
Sforzando CBS Sforzando P G S
Slap con l’archetto Cbs Slaps P G S
Sustain, MW → accento all’attacco CBS sus accent mod P G S
Vibrato sustain, forte Cbs Sus Vib Hard P G S
Vibrato sustain legato, leggero Cbs Sus Vib Soft Leg P G S
Vibrato sustain, leggero Cbs Sus Vib Soft P G S
Vibrato sustain, MW → non-vibrato Cbs Sus Vib X-Fade P G S
Vibrato sustain, MW cross fade al tremolo Cbs Sus Vib Xf Trem P G S
Vibrato sustain Cbs Sus Vib P G S
Tremolo legato Cbs Trem Leg P G S
Tremolo Cbs Trem P G S

 EWQLSO: 67 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Silver Master Keyswitch CBS Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch CBS Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S

VIOLONCELLO
Espressivo doppio colpo d’archetto SVC Double Bow Exp P G S
Espressivo colpo d’archetto in giù SVC Exp Dn P G S
Espressivo colpo d’archetto in su SVC Exp up P G S
Espressivo vibrato SVC Exp Vib P G S
Keyswitch C0–A0 SVC KeySwitch C0-A0 P G S
Keyswitch C0–E0 SVC KeySwitch C0-E0 P G S
Vibrato legato SVC Leg Vib P G S
Marcato SVC Marc P G S
Martelé colpi d’archetto su/giù, SVC Mart Up Dn Marc P G S
marcato alle alte velocity
Martelé colpi d’archetto su/giù SVC Mart Up Dn P G S
Non vibrato sustain SVC Non Vib P G S
Non-vibrato, accento all’attacco, SVC NV Vib DXF ACC P G S
MW → volume & cross fade al vibrato
Legatura SVC Slur P G S
Sustain, accento all’attacco SVC Sus Accent P G S
Vibrato sustain, forte SVC Sus Vib Hard PG S
Vibrato sustain, regolare SVC Sus Vib Smooth P G S
Vibrato sustain, accento all’attacco, DXF SVC Vib DXF ACC P G S
Silver Master Keyswitch SVC Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch SVC Sus DXF Leg pdl KS P G S

ARPA
Armonici Harp Harm P G S
Pizzicato, rilascio lungo Harp Pluck long* P G S
Pizzicato, disegnato per creare arpeggi Harp pluck roll* P G S
Pizzicato, rilascio breve Harp Pluck short* P G S
Pizzicato, rilascio medio Harp Pluck* P G S

 EWQLSO: 68 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
AMPIA SEZIONE D’ARCHI
Sezione d’archi (50 elementi),attacco veloce 50 Piece Str Sec Fst P G S
Sezione d’archi (50 elementi), legato 50 Piece Str Sec Leg P G S
Sezione d’archi (50 elementi), sustain 50 Piece Str Sec Sus P G S
Sezione d’archi (60 elementi), espressivo 60 PIece Str Sec eXP P G S
Sezione d’archi (60 elementi), pizzicato 60 Piece Str Sec Pizz P G S
Sezione d’archi (60 elementi), sustain 60 Piece Str Sec Sus P G S
Sezione d’archi (70 elementi), espressivo 70 pIECE sTR sec eXP P G S
Sezione d’archi (70 elementi), sustain 70 Piece Str Sec Sus P G S

VIOLINO
Crescendo SVL Crec P G S
Espressivo 1 SVL Exp 1 P G S
Espressivo 2 SVL Exp 2 P G S
Crescendo espressivo SVL Exp Crec P G S
Keyswitch C0–A0 SVL KEYSWITCH C0-A0 P G S
Keyswitch C0–D0 SVL KEYSWITCH C0-D0 P G S
Vibrato legato SVL Leg Vib P G S
Vibrato Marcato SVL Marc Vib P G S
Martelé colpi d’archetto su/giù SVL Mart Up Dn P G S
Non-vibrato, forte SVL Non Vib Hard P G S
Non-vibrato, leggero SVL Non Vib Soft P G S
Non-vibrato sustain, DXF SVL NV DXF P G S
Non-vibrato, SVL NV Vib DXF P G S
MW → volume & cross fade al vibrato
Legatura SVL Slur P G S
Vibrato sustain, crescendo sul rilascio SVL Sus Vib Crec Rel P G S
Vibrato sustain, forte SVL Sus Vib Hard P G S
Vibrato sustain, leggero SVL Sus Vib Soft P G S
Vibrato sustain, DXF SVL Vib DXF P G S
Silver Master Keyswitch SVL Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch SVL Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S

 EWQLSO: 69 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
3 CLARINETTI
Keyswitch C0–F0 3cl Keyswitch C0-F0 P G S
Legato 3Cl Legato P G S
Staccato 3Cl Stac P G S
Sustain, 3cl Sus DXF Acc Vel P G S
MW → volume, velocity → accento
Sustain, DXF 3cl Sus DXF P G S
Sustain, cross fade 3cl Sus X-Fade P G S
Sustain, non-vibrato 3Cl Sus P G S
Silver Master Keyswitch 3CL Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch 3CL Sus DXF Leg pdl KS P G S

3 FLAUTI
Emozionale, DXF 3FL Emotn DXF P G S
Espressivo diminuendo 3FL Exp dim P G S
Glissando lungo 3FL GLiss L P G S
Glissando breve 3FL GLiss S P G S
Grace notes 3FL Grace P G S
Keyswitch C0–F0 3FL keysw C0-F0 P G S
Keyswitch Trill C0–G0 3FL keysw Trl C0-G0 P G S
Legato 3FL Legato P G S
Non-vibrato sustain, cross fade al vibrato 3FL Non Vib-Sus XF P G S
Non-vibrato sustain 3FL Non Vib P G S
Staccato 3FL Stac P G S
Sustain, 3FL Sus DXF aCC vEL P G S
MW → volume, velocity → accento
Sustain, MW → volume & cross fade 3FL Sus DXF P G S
Sustain, attacco veloce 3FL Sus FST P G S
Sustain 3FL Sus P G S
Trillo di mezzo tono 3FL Trill H P G S
Trillo di un tono 3FL Trill W P G S
Silver Master Keyswitch 3FL Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch 3FL Sus DXF Leg pdl KS P G S

 EWQLSO: 70 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
3 OBOI
Sustain, 3OB DXF Sus Acc Vel P G S
MW → volume, velocity → accento
Sustain, MW → volume & cross fade 3OB DXF Sus P G S
Espressivo 3OB Exp P G S
Grace notes 3Ob Grace P G S
Keyswitch Trill C0–F0 3Ob Keysw Trl C0-F0 P G S
Keyswitch C0–D0 3Ob Keyswitch C0-D0 P G S
Keyswitch C0–F0 3Ob Keyswitch C0-F0 P G S
Legato 3Ob Legato P G S
Non-vibrato sustain, cross fade al vibrato 3Ob Non Vib-Sus XF P G S
Non-vibrato sustain 3OB Non Vib P G S
Staccato 3Ob Stac P G S
Vibrato sustain 3Ob Sus ViB P G S
Trillo di mezzo tono 3Ob Trill H P G S
Trillo di un tono 3Ob Trill W P G S
Silver Master Keyswitch 3OB Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch 3OB Sus DXF Leg pdl KS P G S

FLAUTO ALTO
Espressivo, accento all’attacco, DXF AFL Exp DXF ACC P G S
Espressivo, DXF AFL Exp DXF P G S
Legato Espressivo, brillante AFL Exp Legato Bright P G S
Legato Espressivo, lirico AFL Exp Legato Lyric P G S
Legato Espressivo AFL Exp Legato P G S
Espressivo AFL ExP P G S
Keyswitch C0–E0 AFL keyswitch C0-E0 P G S
Legato, accento all’attacco, DXF AFL Legato DXF ACC P G S
Legato AFL Legato P G S
Non-vibrato sustain AFL Non Vib P G S
Non-vibrato sustain, cross fade al vibrato AFL NV Vib XFADE P G S
Corsa su/giù AFL Run Up Dn P G S
Staccato AFL Stac P G S
Vibrato sustain AFL Sus Vib P G S
Silver Master Keyswitch AFL Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch AFL Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S

 EWQLSO: 71 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
CLARINETTO BASSO
Espressivo, crescendo veloce BCL Exp Fast P G S
Espressivo BCL Exp P G S
Glissando BCL gl m P G S
Keyswitch C0–F#0 BCL keyswitch C0-F#0 P G S
Legato, MW → accento all’attacco BCL Leg Accent Mod P G S
Legato BCL Legato P G S
Portato BCL Port P G S
Staccato BCL Stac P G S
Sustain, DFX BCL Sus DXF P G S
Sustain, forte BCL Sus Hard P G S
Sustain, medio BCL sus medium P G S
Sustain, leggero BCL Sus Soft P G S
Silver Master Keyswitch BCL Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch BCL Sus DXF Leg pdl KS P G S

FAGOTTO (BASSOON)
Espressivo, crescendo lungo BSN Exp Long Crec P G S
Espressivo, crescendo breve BSN Exp Short P G S
Vibrato, f BSN Forte P G S
Glissando BSN Gliss P G S
Keyswitch C0–D0 BSN keySwitch C0-D0 P G S
Keyswitch C0–G0 BSN keySwitch C0-G0 P G S
Legato BSN Legato P G S
Non-vibrato sustain BSN Non Vib P G S
Portato BSN Port P G S
Staccato BSN Stac P G S
Sustain, MW → accento all’attacco BSN Sus Accent Mod P G S
Vibrato sustain BSN Sus Vib P G S
Vibrato sustain, cross fade BSN Vib Xfade P G S
Silver Master Keyswitch BSN Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch BSN Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S

 EWQLSO: 72 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
CLARINETTO
Espressivo, crescendo veloce SCL Exp Fast P G S
Espressivo, crescendo lento SCL Exp Slow Crec P G S
Keyswitch C0–D0 SCL keyswitch C0-D0 P G S
Keyswitch C0–F#0 SCL keyswitch C0-F#0 P G S
Legato SCL Legato P G S
Non-vibrato sustain SCL Non Vib P G S
Portato SCL Port P G S
Staccato SCL Stac P G S
Sustain, MW → accento all’attacco SCL Sus Accent Mod P G S
Silver Master Keyswitch SCL Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch SCL Non Vib DXF Leg pdf KS P G S

FLAUTO DA CONCERTO
Vibrato sustain, MW → accento all’attacco SFL Accent Mod P G S
Legato Espressivo SFL Exp Legato P G S
Caduta (veloce caduta di un’ ottava) SFL Fall P G S
“Flutter tongue”(rapido movimento della SFL Flutter Mod P G S
lingua), MW → flutter
Grace notes SFL Grace P G S
Keyswitch C0–D0 SFL keyswitch C0-D0 P G S
Keyswitch C0–F#0 SFL keyswitch C0-F#0 P G S
Legato SFL Legato P G S
Ricco, MW → accento all’attacco SFL Lush Accent Mod P G S
Lirico SFL Lyrical P G S
Non-vibrato sustain SFL Non Vib P G S
Vibrato espressivo 2, crescendo lento SFL Slow exp 2 P G S
Vibrato espressivo, crescendo lento SFL Slow EXP P G S
Staccato veloce SFL Stac Fast P G S
Staccato SFL Stac P G S
Vibrato sustain, brillante SFL Sus Vib Bright P G S
Vibrato sustain SFL Sus Vib P G S
Vibrato sustain 2, accento all’attacco, DXF SFL Vib DXF 2 ACC P G S
Vibrato sustain 2, DXF SFL Vib DXF 2 P G S
Vibrato sustain, DXF SFL Vib DXF P G S
Silver Master Keyswitch SLF Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch SFL Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S

 EWQLSO: 73 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
CONTROFAGOTTO (CONTRABASSOON)
Vibrato espressivo, crescendo breve CTB Exp Short P G S
Vibrato espressivo CTB Exp P G S
Glissando CTB GLiss P G S
Grace notes CTB Grace P G S
Keyswitch C3–D3 CTB keyswitch C3-D3 P G S
Keyswitch C3–F#3 CTB keyswitch C3-F#3 P G S
Legato CTB Legato P G S
Portato f CTB Port F P G S
Staccato CTB STAC P G S
Sustain, MW → accento all’attacco CTB Sus Accent Mod P G S
Sustain, DXF CTB Sus DXF P G S
Sustain CTB Sus P G S
Vibrato, accento all’attacco, DXF CTB Vib DXF ACC P G S
Vibrato. DXF CTB Vib DXF P G S
Silver Master Keyswitch CTB Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch CTB Sus DXF Leg pdl KS P G S

 EWQLSO: 74 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
CORNO INGLESE
Vibrato espressivo EHN Exp P G S
Cadute (rapide cadute di un’ ottava) EHN Fall P G S
Glissando (frase di 4 note verso l’alto) EHN Gliss P G S
Grace notes EHN Grace P G S
Keyswitch C0–D0 EHN Keyswitch C0-D0 P G S
Keyswitch C0–F#0 EHN Keyswitch C0-F#0 P G S
Legato, DXF EHN Legato DXF P G S
Legato EHN Legato P G S
Legato (nuovo nella versione 2.5) EHN nEW lEGATO P G S
Non-vibrato sustain EHn Non Vib P G S
Non-vibrato sustain, EHN nV Vib DXF P G S
MW → volume & cross fade al vibrato
Non-vibrato sustain, cross fade al vibrato EHN nV Vib XFad P G S
Scivolamento Legato EHN Slide P G S
Staccato EHN Stac P G S
Sustain, MW → accento all’attacco EHN Sus Accent Mod P G S
Vibrato sustain EHN Sus Vib P G S
Vibrato sustain, DFX EHN Sus-Vib DXF P G S
VIbrato sustain, accento all’attacco, DFX EHN Vib DXF ACC P G S
Silver Master Keyswitch EHN Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch EHN Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S

OBOE
Espressivo, accento all’attacco, DXF SOB EXP DXF ACC P G S
Espressivo, DXF SOB EXP DXF P G S
Vibrato espressivo SOB Exp Vib P G S
Cadute (rapide cadute di un’ottava) SOB Fall P G S
Glissando (frase di 4 note verso l’alto) SOB Gliss P G S
Grace notes SOB Grace P G S
Keyswitch Trillo C0–F0 SOB keysw Trl C0-f0 P G S
Keyswitch C0–D0 SOB keyswitch C0-d0 P G S
Keyswitch C0–G0 SOB keyswitch C0-G0 P G S
Legato SOB Legato P G S
Legato SOB New Leg Interval P G S
Legato SOB New Legato P G S
Non-vibrato sustain SOB Non Vib P G S

La tabella “Oboe” continua nella pagina successiva.

 EWQLSO: 75 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
OBOE (CONTINUAZIONE)
Non-vibrato sustain 2, SOB NV Vib DXF 2 P G S
MW → volume & cross fade al vibrato
Non-vibrato sustain, SOB NV Vib DXF P G S
MW → volume & cross fade al vibrato
Non-vibrato sustain, cross fade al vibrato SOB NV Vib XFade P G S
Sforzando SOB Sfz P G S
Scivolamento SOB Slide P G S
Staccato SOB Stac P G S
Sustain, MW → accento all’attacco SOB Sus Accent Mod P G S
Vibrato sustain SOB Sus Vib P G S
Trillo di mezzo tono SOB Trill H P G S
Trillo di un tono SOB Trill W P G S
Silver Master Keyswitch SOB Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch SOB Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S

FLAUTO PICCOLO
Espressivo PFL Exp P G S
Glissando (frase di 4 note verso l’alto) Pfl Gliss P G S
Keyswitch Trillo C0–F0 PFL KEysw Trl C0-F0 P G S
Keyswitch C0–E0 PFL KEyswtich C0-E0 P G S
Legato PFL Legato P G S
Staccato Pfl Stac P G S
Vibrato sustain, MW → accento all’attacco PFL Sus Accent Mod P G S
Vibrato sustain PFL Sus Vib* P G S
Trillo di mezzo tono PFL Trill H P G S
Trillo di un tono PFL Trill W P G S
Vibrato sustain, accento all’attacco, DXF PfL Vib DXF ACC P G S
Vibrato sustain, DFX PfL Vib DXF P G S
Silver Master Keyswitch PFL Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch RFL Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S

SEZIONE DI LEGNI
Sezione di Legni 1 Woodwind ENS 1 P G S
Sezione di Legni 2 WoodWind ENS 2 P G S

 EWQLSO: 76 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
3 TUBE DI WAGNER
Grande sustain 3WT Big Sus P G S
Rapido glissando (Rip) 3WT rip P G S
Sustain, portato alle alte velocity 3WT sus PORT P G S
Sustain, MW cross fade 3WT sus x-FADE 2-WAY P G S

4 TROMBONI TENORE E BASSO


Crescendo lungo 4TB Crec L P G S
Crescendo medio 4TB Crec M P G S
Crescendo breve 4TB Crec S P G S
“Flutter tongue” 4TB Flutter P G S
Forte piano 4TB Forte Piano P G S
Forte piano, crescendo sul rilascio 4TB Forte-P Rel Crec P G S
Keyswitch A-1–B-1 4TB KEYSWITCH A-1 B-1 P G S
Keyswitch A-1–D#0 4TB KEYSWITCH A-1-D#0 P G S
Portato accentato 4TB Port Accent P G S
Portato, cross fade al sustain 4TB Port Sus X-Fade P G S
Portato 4TB Port P G S
Staccato veloce 4TB Stac fast P G S
Staccato 4TB Stac P G S
Sustain accentato, DFX 4TB Sus ACC DXF P G S
Sustain, MW → accento all’attacco 4TB Sus accent Mod P G S
Sustain, DFX 4TB Sus DXF P G S
Sustain, MW cross fade alla vers. accentata 4TB Sus X-FADE accent P G S
Sustain, MW cross fade 4TB Sus X-FADe P G S
Sustain 4TB Sus P G S
Silver Master Keyswitch 4TB Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch 4TB Sus DXF Leg pdl KS P G S

4 TROMBE
Crescendo 4TP Crec P G S
Forte piano 4TP Forte Piano P G S
Forte piano, crescendo sul rilascio 4TP Fp & Rel-Crec P G S
Keyswitch C0–A#0 4TP keyswitch c0-a#0 P G S
Keyswitch C0–D#0 4TP keyswitch c0-D#0 P G S
Sforzando 4TP Sfz P G S
Legatura veloce 4TP Slr Fast P G S

La tabella “4 Trombe” continua nella pagina successiva.

 EWQLSO: 77 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
4 TROMBE (CONTINUAZIONE)
Sustain, DXF 4TP Sus DXF P G S
Legatura 4TP Slr P G S
Staccato 4TP Stac P G S
Sustain, MW → volume, velocity → accento 4TP Sus ACC VEL DXF P G S
Sustain, MW → accento 4TP Sus accent Mod P G S
Sustain legato, DXF 4TP Sus DXF Leg P G S
Sustain, cross fade alla versione accentata 4TP Sus X-Fade Accent P G S
Sustain, MW cross fade 4TP Sus X-Fade P G S
Sustain 4TP Sus P G S
Silver Master Keyswitch 4TP Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch 4TP Sus DXF Leg pdl KS P G S

6 CORNI FRANCESI
Legato emozionale, con DXF 6FH Emotn DXF Leg P G S
Keyswitch FX C0–D#0 6FH Keysw FX C0-D#0 P G S
Keyswitch Sustain C0–D#0 6fh KeySw Sus C0-D#0 P G S
Keyswitch C0–A0 6fh KeySwitch C0-A0 P G S
Keyswitch C0–D#0 6fh KeySwitch C0-D#0 P G S
Keyswitch C0–E0 6fh KeySwitch C0-E0 P G S
Portato 6FH Port P G S
Rapidi glissando (Rip), lungo 6FH Rips L P G S
Rapidi glissando (Rip), breve 6FH Rips S P G S
Rapidi glissando (Rip), alternato 6FH Rips x P G S
Sforzando 6FH Sfz P G S
Shakes 6FH Shake P G S
Scivolamento 6FH Slide P G S
Staccato 6FH Stac P G S
Stop con attacco veloce 6FH Stop fast P G S
Stop 6FH Stop P G S
Sustain regolare, 4 layers 6FH Sus 4 Lay Smooth P G S
Sustain, 4 layers 6FH Sus 4 lay P G S
Sustain, 5 layers 6FH Sus 5 lay P G S
Sustain, MW → volume, velocity → accento, 6FH Sus ACC VEL DXF 2 P G S
il layer alle dinamiche più alte è molto
brillante
Sustain, MW → volume, velocity → accento 6FH Sus ACC VEL DXF P G S
Sustain, accento all’attacco 6FH Sus Accent P G S
La tabella “6 Corni Francesi” continua nella pagina successiva.

 EWQLSO: 78 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
6 CORNI FRANCESI (CONTINUAZIONE)
Sustain medio, attacco dinamico 6FH Sus Adventure P G S
Sustain brillante 6FH Sus Bright P G S
Sustain, MW → volume e cross fade, 6FH Sus DXF 2 P G S
il layer alle dinamiche più alte è molto
brillante
Sustain, MW → volume e cross fade 6FH Sus DXF P G S
Forte piano, MW → cross fade 6FH Sus f-p X-Fade P G S
Sustain, attacco veloce, 4 layers 6FH Sus fast 4 lay P G S
Sustain, attacco veloce, 5 layers 6FH Sus fast 5 lay P G S
Sustain, attacco veloce, ricco 6FH Sus fast mellow P G S
Sustain, attacco veloce, MW → cross fade 6FH Sus fast X-Fade P G S
Sustain, forte piano 6FH Sus Forte Piano P G S
Sustain regolare, attacco veloce, 4 layers 6FH Sus fst 4 ly smth P G S
Sustain ricco legato 6FH Sus Mellow Leg P G S
Sustain ricco 6FH Sus Mellow P G S
Sustain, MW → cross fade al portato 6FH Sus x-fade + Port P G S
Sustain, MW → cross fade allo staccato 6FH Sus X-Fade + Stac P G S
Sustain, MW → cross fade 6FH Sus X-Fade P G S
Sustain, legato, DXF 6FH Sus XFD DYN LEG P G S
Scivolamento veloce al sustain 6FH Sus-Slide P G S
Silver Master Keyswitch 6FH Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch 6FH Sus DXF Leg pdl KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch 2 6FH Sus DXF 2 Leg pdl KS P G S

SEZIONE D’ OTTONI
Sezone d’Ottoni BRass ENS 1 P G S

 EWQLSO: 79 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
CORNO FRANCESE
Keyswitch C0–D0 SFH KeySwitch C0-D0 P G S
Keyswitch C0–E0 SFH KeySwitch C0-E0 P G S
Portato SFH Port P G S
Sforzando crescendo SFH Sfz Crec P G S
Staccato SFH Stac P G S
Sustain, MW → accento all’attacco SFH Sus Accent Mod P G S
Sustain, accento all’attacco SFH Sus Accent P G S
Sustain, DXF dell’accento all’attacco SFH Sus DXF ACC P G S
Sustain, DFX SFH Sus DXF P G S
Sustain SFH Sus P G S
Silver Master Keyswitch SFH Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch SFH Sus DXF Leg pdl KS P G S

TROMBONE TENORE E BASSO


Sforzando nell’ottava bassa (trombone bas- STB bass SFZ CREC P G S
so)
Keyswitch C0–D0 STB KeySwitch C0-D0 P G S
Staccato veloce STB Stac Fast P G S
Staccato STB Stac P G S
Sustain, MW → accento all’attacco STB Sus Accent Mod P G S
Sustain, DXF dell’accento all’attacco STB Sus DXF ACC P G S
Sustain, DFX STB Sus DXF P G S
Sustain STB Sus P G S
Silver Master Keyswitch STB Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch STB Sus DXF Leg pdl KS P G S

 EWQLSO: 80 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
TROMBA
Molto dinamico, sustain espressivo non-vi- STP Exp PPFF P G S
brato
Sustain espressivo STP Exp P G S
Keyswitch C0–D0 STP KeySwitCH C0-D0 P G S
Keyswitch C0–G#0 STP KeySwitCH C0-G#0 P G S
Non-vibrato sustain, accento moderato, STP Nv VB DXF ACC Mid P G S
MW → volume & cross fade al vibrato
Non-vibrato sustain, accento leggero, STP Nv Vb DXF ACC Sof P G S
MW → volume & cross fade al vibrato
Portato, crescendo espressivo sul rilascio STP Port rel exp P G S
Portato STP Port P G S
Sforzando, crescendo STP Sfz Crec P G S
Legatura STP Slur P G S
Staccato, doppio colpo di lingua STP Stac Dbl-Tng P G S
Staccato STP Stac P G S
Sustain, MW → doppio colpo di lingua,acc. STP Sus acc DT Mod P G S
Sustain, MW → accento all’attacco STP Sus Accent Mod P G S
Sustain, accento all’attacco, DXF STP SUS DXF ACC P G S
Sustain, DXF STP SUS DXF P G S
Vibrato sustain STP Sus Vib P G S
Sustain STP Sus P G S
Vibrato sustain, accento all’attacco, DXF STP Vib DXF ACC P G S
Vibrato sustain, DXF STP Vib DXF P G S
Silver Master Keyswitch STP Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch STP Sus DXF Leg pdl KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch con vibrato STP Sus Vib DXF Leg pdl KS P G S

TUBA
Keyswitch C4–D#4 STU KeySwitch C4-D#4 P G S
Keyswitch C4–D4 STU KeySwitch C4-D4 P G S
Sforzando Stu sfz P G S
Staccato STU Stac* P G S
Sustain, MW → accento all’attacco STU Sus Accent Mod P G S
Sustain, accento all’attacco, DXF STU Sus DXF ACC P G S
Sustain, DXF STU Sus DXF P G S
Sustain STU Sus P G S
Silver Master Keyswitch STU Master KS P G S
Silver Legato Pedal Keyswitch STU Sus DXF Leg pdl KS P G S

 EWQLSO: 81 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
PERCUSSIONI ORCHESTRALI
Coppia di piatti da 12” 12 Band Cymbal P G S
Piatto sospeso da 12” 12 Cymbal P G S
Coppia di piatti da 16” 16 German cymbal P G S
Piatto sospeso da 18” 18 Cymbal P G S
Coppia di piatti da 18” 18 German Cymbal P G S
Coppia di piatti da 18” 18 Viennese Cymbal P G S
Coppia di piatti da 19” 19 French Cymbal P G S
Piatto sospeso da 20” 20 Cymbal P G S
Coppia di piatti da 20” 20 French Cymbal P G S
Coppia di piatti da 21” 21 French Cymbal P G S
Piatto sospeso da 22” 22 Cymbal P G S
Gong da 23” 23 Gong P G S
Gong da 29” 28 Gong P G S
3 rullanti (grande medio piccolo; rullate 3 Snares DXF Rolls P G S
lunghe)
3 rullanti (grande medio piccolo; colpi & rul- 3 Snares P G S
late)
Gong da 48” 48 Gong P G S
5 Tom (colpi destro e sinistro) 5 Toms P G S
Gong da 60” 60 Gong P G S
Tutti i piatti in un solo file d’articolazione All Cymbals P G S
Incudini (basso registro) Anvil Low P G S
Incudini (alto registro) Anvil P G S
Grancassa da concerto Bass Drum Concert P G S
Grancassa wagneriana Bass Drum Wagner* P G S
Castagnette Castanets P G S
Crotali Crotales P G S
Tamburo Field Ens P G S
Tamburo, funebre e tenore Field Funeral Tenor P G S
Campanelli Glock Mellow P G S
Campanelli Glock P G S
Tutti i gong in un solo file d’articolazione Gongs P G S
Campane orchestrali Orch chimes P G S
Rullanti grande Snare Ens Large P G S
Rullanti piccoli Snare Ens Small P G S
Tamburino (colpi e shake) Tambourine P G S

La tabella “Percussioni Orchestrali” prosegue nella pagina successiva.

 EWQLSO: 82 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
PERCUSSIONI ORCHESTRALI (CONTINUAZIONE)
Timpani, crescendo lungo Timp Crec L P G S
Timpani, crescendo breve Timp Crec S P G S
Timpani, colpi e crescendo lungo in un solo Timp Hits Crec L P G S
file d’articolazione
Timpani, colpi e crescendo corto in un solo Timp Hits Crec S P G S
file d’articolazione
Timpani (colpi singoli) Timp Hits P G S
Timpani (rullate), DXF Timp Roll DXF Mod P G S
Timpani (rullate), crescendo sul rilascio Timp Roll Rel Crec P G S
Timpani (rullate) Timp Roll P G S
Timpani (colpi leggeri) Timp Soft Hits P G S
Triangolo (colpi) Triangle P G S
Campane e campanelle Various Metals P G S
Castagnette, casse di legno, fischietti, Various Perc P G S
tamburini etc.
Vibrafono Vibes P G S
Xilofono Xylophone P G S
Crotali, MW → smorzato a mano Crotales HandMuf Mod P G S
Campanelli, MW → smorzato a mano Glock HandMuf Mod P G S
Campane orchestrali, MW → smorzato a Orch chimes HMuf Mod P G S
mano
Timpani (colpi), MW → smorzato a mano Timp Hits HandMuf Mod P G S
Vibrafono, Vibes Acc HandMuf Mod P G S
MW → smorzato a mano
Vibrafono, MW → smorzato a mano Vibes HandMuf Mod P G S

 EWQLSO: 83 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 CAPITOLO 5
ARTICOLAZIONI ORDINATE PER TIPO
La libreria EWQLSO include un gran numero di articolazioni per la maggior parte degli stru-
menti, tra le sezioni d’archi, degli ottoni e dei legni. Le differenze tra alcuni di questi suoni
possono essere minime e alcuni termini possono non essere molto familiari per alcuni utenti.
Cominciamo quindi col comparare, a parole, alcune delle articolazioni. Le descrizioni che
seguono, sono specifiche per il modo in cui la EWQLSO utilizza i termini.

Alcune articolazioni sono disponibili solo per un ristretto gruppo di strumenti; le tabelle pre-
senti in questo capitolo specificano quale strumento include ciascuna articolazione. Le arti-
colazioni contrassegnate da un asterisco (*) sono incluse nelle tabelle in fondo a questo capi-
tolo.

Durata e Attacco
- Legato descrive una nota che non solo continua fino all’inizio della nota successiva, ma
che crea una leggera transizione verso di essa. Nei sample, queste note sono utilizzate nelle
frasi musicali per rendere il naturale effetto dello scorrere fluente delle note emesse da
uno strumentista, per prepararsi a suonare la nota successiva. Tuttavia non è affatto così
semplice ottenere un effetto legato realistico, nemmeno unendo note prese da una “legato
patch”; il corretto utilizzo di expression, velocity e diversa intensità di attacco può spesso
rendersi necessario per far “prendere vita” ai sample Legato.
- Sustain si riferisce a note che vengono mantenute tanto a lungo quanto si desidera, ma che
non preparano per una nota successiva. Molti di questi sample sono “loopati”; ciò significa
che il suono continuerà indefinitamente fino all’evento di “Note-Off”(Il suono delle note
non loopate decade naturalmente alla fine di un tempo definito, sempre che non venga
prima raggiunto l’evento di Note-Off). E’ possibile comunque rendere l’ultima nota di una
frase “Legato”, come una nota di sustain, anche se questa suonerà come se quella nota
tende verso un’altra nota che invece non arriverà mai.
- Legatura(*) almeno in questa libreria, si riferisce a una nota che include un breve mor-
dente verso l’alto, all’inizio del sample. Questa articolazione esiste solo negli strumenti a
corda che possono spostarsi continuamente da una nota all’altra, semplicemente facendo
scivolare le dita lungo le corde e negli ottoni, in cui un effetto simile è ottenibile cambiando
il modo di soffiare nello strumento. Questa articolazione, quando viene inserita all’interno
di una frase musicale, su di una nota che deve essere raggiunta dallo strumentista tramite
uno scivolamento di mezza ottava, può aggiungere grande realismo alla frase. Può essere
anche usata per creare una scala cromatica verso l’alto, che non si muove di salti discreti,
ma con rapidi passaggi tra le varie note. Ovviamente è possibile trovare altri e innovativi
modi di utilizzo per questa articolazione.
- Scivolamento: indica uno scivolamento (letteralmente appunto “slide”) all’interno di un
sustain.

 EWQLSO: 84 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
- Portato: Le note sono mantenute a piacere, ma lasciano un piccolo spazio tra le note stesse.
- Staccato: riguarda note molto brevi, spesso con molto spazio tra
le note stesse. E’ indicato in notazione con un punto sopra o sotto
la nota. In alcuni casi, nella sezione d’archi, la EWQLSO fornisce
diversi sample per lo Staccato suonato con un colpo d’archetto
in su e in giù. Poichè è normale per i musicisti che suonano strumenti ad arco alternare i
colpi d’archetto in su e in giù nei passaggi Staccato, le articolazioni, nel cui nome è pre-
sente l’abbreviazione “Up Down”, alternano automaticamente la riproduzione dei due tipi
di sample automaticamente. (Per i musicisti che suonano strumenti ad arco esistono altri
modi per ottenere note brevi. Troverai queste particolari articolazioni più avanti in questa
sezione).

Vibrato
Le note “sostenute” spesso sono presenti in due versioni:

- Vibrato: si riferisce alla leggera variazione (o vibrazione appunto) nel pitch di una nota, che
produce un piacevole suono simile al naturale fluttuare della voce umana intorno a un pitch
centrale. Per le note sostenute in cui non è specificato se si tratti di vibrato o non vibrato, si
può intuire che i sample in questione includano il vibrato. In diverse articolazioni, il vibrato
inizia, in maniera caratteristica, dopo un leggero ritardo, permettendo così ai sample di esse-
re anche usati in passaggi veloci, nei quali il vibrato non verrebbe normalmente applicato.
- Non-vibrato: indica una nota che mantiene per tutta la sua lunghezza lo stesso pitch senza
vibrare. Per note molto lunghe può dare un effetto di freddezza e mancanza di espressività.
Tuttavia a volte può essere preferibile per alcuni stili musicali.

Tensioni e Dinamiche
- Sforzando descrive una nota che viene suonata con molta forza, con l’effetto che questa
risulta non solo più forte ma anche più tesa rispetto alle altre note vicine. Questo termine
generalmente si applica a una sola nota, o al massimo a poche note, che necessitano di risal-
tare tra le altre. E’ fastidioso per le orecchie ed anche raro, udire diverse note “Sforzando” in
sequenza.
- Accento all’attacco non è propriamente un’articolazione, ma è una componente di diverse
articolazioni nella EWQLSO. La quantità di accento è spesso controllata dalla Mod Wheel,
e meno di frequente dalla velocity dell’evento “Note-On”. Questo termine si riferisce a una
breve enfasi all’inizio di una nota. E’ simile ma non identico al termine che segue.
- Forte piano descrive un’articolazione le cui note iniziano “forte” e
rapidamente passano a un livello più “piano” per la parte sostenuta
della nota stessa.
- Crescendo si riferisce a un continua crescita di intensità. Le artico-
lazioni con questa sigla nel proprio nome sono state registrate su ciascuna singola nota in
crescendo, così che l’effetto risultante può essere più naturale rispetto a un cross fade in un
programma DXF.
- Crescendo sul rilascio è un attributo comune a più articolazioni, nelle quali i release trail,
oltre a catturare il naturale reverbero della sala, forniscono anche un leggero crescendo (se-
guito dal suo stesso “rilascio” e riverbero). Fate attenzione a non tenere la nota tanto a lun-

 EWQLSO: 85 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
go da raggiungere il suo naturale decadimento, altrimenti l’improvvisa ripresa del suono
all’inizio del release trail suonerà innaturale (a meno che ovviamente ciò non sia quello che
intendete ottenere).
- Diminuendo è l’opposto del crescendo, una continua decrescita nell’intensità del suono.

Ornamentazioni e Frasi Musicali


- Grace notes(*) si tratta di singole e brevi note che precedono immediatamente
la nota principale. Nella EWQLSO, tutte le “grace notes” presenti, si spostano
di un semitono verso la nota principale e l’accento è sulla nota principale, non
sulla “grace note”.
- Glissando(*) nell’uso comune del termine ha diversi significati. In questa libreria, si riferisce
a una breve frase musicale verso l’alto che precede la nota principale. Può essere usato per
esempio come raccordo per una frase melodica. A causa della sua velocità, l’utilizzo di
questa frase precostruita risulta molto più naturale rispetto a scrivere tale frase con note
separate.
- Rip(*) descrive l’equivalente del glissando per una sezione di ot-
toni.
- Trillo(*) si riferisce a una rapida alternanza di due note, distanti
tra loro un tono o un semitono.
- Caduta(*) indica, nella EWQLSO una rapida scala cromatica dis-
cendente, che inizia dalla nota indicata e termina un’ottava sotto.

Tecniche esecutive
- Flutter tongue(*) si riferisce a rapidi movimenti della lingua mentre si soffia nell’imboccatura
dello strumento.
- Shake descrive un breve e ruvido suono simile ad un trillo, caratteristico del corno fran-
cese.
- Sordino si riferisce al suono di uno strumento suonato con un muto. Ciascuno strumento
possiede un proprio caratteristico suono, conferitogli dall’utilizzo di un “muto”, spesso
parecchio differente da quello che lo stesso strumento emette normalmente.

Articolazioni Specifiche per gli Archi


- Pizzicato(*) è il nome dato al suono delle corde pizzicate pizz. arco

con le dita anziché suonate con l’archetto. Questo crea un


suono molto breve che può essere molto ben udibile e rico-
noscibile anche all’interno di un’ampia orchestra.
- Marcato(*) si riferisce a note suonate con particolare enfasi con l’archetto e che general-
mente risultano separate dalle note vicine.
- Martelé(*) è un termine che descrive uno stile di esecuzione nel quale l’archetto preme con
forza sulle corde e il suono viene stoppato velocemente tra le note, conferendo un forte
accento all’inizio di ciascuna nota. Generalmente l’archetto muta la propria direzione al-
l’inizio di ciascuna nuova nota; da qui la desinenza “Up Down” all’interno del nome della
maggior parte delle articolazioni martèle. In alcuni casi, alle velocity più elevate è udibile
il marcato.

 EWQLSO: 86 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
- Spiccato(*) si riferisce a un particolare stile di esecuzione degli archi, in cui l’archetto balza
fuori dalla corda ogni volta che suona una nota. In alcuni casi, lo spiccato può essere udito
solo alle velocity più elevate.
- Tremolo(*) descrive una rapida ripetizione delle stesse note, prodotta dall’alternanza di
colpi d’archetto in su e in giù, senza che l’archetto stesso si stacchi dalle corde. Questo ef-
fetto tremolante spesso accompagna scene misteriose o horror nei film.

Expression
Alcuni termini utilizzati nelle articolazioni della EWQLSO sono molto soggettivi. Poiché sono
già di per sé descrittivi, sono ordinati qui senza commento.

- Espressivo

- Emozionale

- Legato morbido

- Lirico

 EWQLSO: 87 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
TABELLE DELLE ARTICOLAZIONI
Ciò che segue è una serie di tabelle, una per ogni tipo di articolazione. Queste tabelle presen-
tano diversi utilizzi. Innanzi tutto, se intendete passare da uno strumento ad un altro e quello
corrente include una specifica articolazione (per esempio una grace note), è possibile utiliz-
zare queste tabelle per sapere quale altro strumento che presenta quella stessa articolazione
può fare al caso vostro. Inoltre, quando si intende costruire un suono a più strati da diversi
strumenti, per esempio da un insieme di archi e ottoni, è bene sapere prima quale effetto può
dare questa miscela di suoni. Infine, è molto semplice in questo modo vedere interruzioni nel-
la simmetria tra gli strumenti; alcune articolazioni sono disponibili soltanto in alcuni membri
di una famiglia di strumenti e non in tutti. Conoscere in partenza queste differenze, può evi-
tare sorprese nel bel mezzo di un progetto. Naturalmente ci sono molti altri impieghi possibili
delle seguenti tabelle.

Nota: quando è inclusa una specifica articolazione per i “18 Violini”, ma non per gli “11 Vio-
lini” (o viceversa), è spesso possibile ovviare alla patch mancante, usando quella disponibile
e agendo sulle impostazioni di panorama (pan) per ingannare l’orecchio. Questo artefatto
funziona al meglio in un mix molto ampio, in cui il leggero cambio di timbro non sarà così
evidente. Ovviamente il trucco potrà funzionare altrettanto bene con qualsiasi altra famiglia
di strumenti.

Le articolazioni con molti esempi, come Sustain e Vibrato, non sono elencate in queste tabelle.
Inoltre l’esatto ordine di inserimento è stato spesso dettato dal desiderio di includere le tabelle
in maniera agevole nelle pagine e di ridurre gli spazi bianchi a fondo pagina ed evitando di
spezzare le tabelle in due pagine. Quando consultate questa guida su schermo, utilizzate gli
indici sulla sinistra per trovare rapidamente la tabella desiderata.

Le tabelle iniziano nella pagina seguente.

 EWQLSO: 88 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

LEGATURA
18 Violini 18V Slur fast P G S
18 Violini 18V Slur medium P G S
18 Violini 18V Slur slow P G S
4 Trombe 4TP Slur P G S
4 Trombe 4TP Slur fast P G S
4 Trombe 4TP Keyswitch C0–A0 G#0=lento, A0=veloce P G S
Tromba STP Slur P G S
Tromba STP Keyswitch C0–G#0 F # 0 = v e l o c e , P G S
G0=legatura

PORTATO
10 Violoncelli VCS Portato short P G S
10 Violoncelli VCS Portato P G S
9 Contrabbassi CBS Portato P G S
Clarinetto basso BCL Portato P G S
Fagotto BSN Portato P G S
Clarinetto SCL Portato P G S
Controfagotto CTB Portato f P G S
3 Tube wagner. 3WT Sustain portato† P G S
4 Tromboni 4TB Portato, accented P G S
4 Tromboni 4TB Portato, cross fade to sustain P G S
4 Tromboni 4TB Portato P G S
4 Tromboni 4TB Keyswitch A-1–D#0 D#0=portato P G S
6 Corni Francesi 6FH Keyswitch C0–D#0 D#0=portato P G S
6 Corni Francesi 6FH Portato P G S
Corno Francese SFH Keyswitch C0–E0 E0=portato P G S
Corno Francese SFH Portato P G S
Tromba STP Keyswitch C0–G#0 D#0=portato P G S
Tromba STP Portato release expressive P G S
Tromba STP Portato P G S
Gli strumenti indicati con una croce (†) presentano un portato fortemente accentato solo ad elevate
velocity.

 EWQLSO: 89 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
STACCATO
10 Violoncelli VCS Quick up down P G S
10 Viole VAS Short martele up dn marcato short P G S
10 Viole VAS Short martele up down P G S
11 Violini 11V Quick up down marcato P G S
11 Violini 11V Quick up down spiccato P G S
11 Violini 11V Quick up down P G S
11 Violini 11V Short 3-way round robin P G S
11 Violini 11V Short 3-way spiccato round robin P G S
18 Violini 18V Keyswitch fast C0-A#0 G0=su G#0=giù P G S
18 Violini 18V Quick up down marcato short P G S
18 Violini 18V Quick up down marcato up down P G S
18 Violini 18V Quick up down P G S
18 Violini 18V Short 3-way round robin P G S
9 Contrabbassi CBS Quick up down mod wheel slaps P G S
9 Contrabbassi CBS Quick up down P G S
3 Clarinetti 3CL Keyswitch C0–F0 C#0=staccato P G S
3 Clarinetti 3CL Staccato P G S
3 Flauti 3FL Keyswitch trill C0–G0 C#0=staccato P G S
3 Flauti 3FL Keyswitch C0–F0 C#0=staccato P G S
3 Flauti 3FL Staccato P G S
3 Oboi 3OB Keyswitch trill C0–F0 C#0=staccato P G S
3 Oboi 3OB Keyswitch C0–D0 C#0=staccato P G S
3 Oboi 3OB Keyswitch C0–F0 C#0=staccato P G S
3 Oboi 3OB Staccato P G S
Flauto Alto AFL Keyswitch C0–E0 C#0=staccato P G S
Flauto Alto AFL Staccato P G S
Clarinetto Basso BCL Keyswitch C0–F#0 D#0=staccato P G S
Clarinetto Basso BCL Staccato P G S
Fagotto BSN Keyswitch C0–D0 C#0=staccato P G S
Fagotto BSN Keyswitch C0–G0 C#0=staccato P G S
Fagotto BSN Staccato P G S
Clarinetto SCL Keyswitch C0–D0 C#0=staccato P G S
Clarinetto SCL Keyswitch C0–F#0 C#0=staccato P G S
Clarinetto SCL Staccato P G S
Flauto da conc. SFL Keyswitch C0–D0 C#0=staccato P G S
Flauto da conc. SFL Keyswitch C0–F#0 C#0=staccato P G S
La tabella “Staccato” continua nella pagina successiva.

 EWQLSO: 90 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
STACCATO (CONTINUAZIONE)
Flauto da conc. SFL Staccato P G S
Controfagotto CTB Keyswitch C3–D3 C#3=staccato P G S
Controfagotto CTB Keyswitch C3–F#3 C#3=staccato P G S
Controfagotto CTB Staccato P G S
Corno Inglese EHN Keyswitch C0–D0 C#0=staccato P G S
Corno Inglese EHN Keyswitch C0–F#0 C#0=staccato P G S
Corno Inglese EHN Staccato P G S
Oboe SOB Keyswitch C0–D0 C#0=staccato P G S
Oboe SOB Keyswitch C0–G0 C#0=staccato P G S
Oboe SOB Keyswitch trill C0–F0 C#0=staccato P G S
Oboe SOB Staccato P G S
Flauto Piccolo PFL Keyswitch C0–E0 C#0=staccato P G S
Flauto Piccolo PFL Keyswitch Trill C0–E0 C#0=staccato P G S
Flauto Piccolo PFL Staccato P G S
4 Tromboni 4TB Keyswitch A-1–B-1 A#-1=staccato P G S
4 Tromboni 4TB Keyswitch A-1–D#0 A#-1=staccato P G S
4 Tromboni 4TB Staccato fast P G S
4 Tromboni 4TB Staccato P G S
4 Trombe 4TP Keyswitch C0–A0 C#0=staccato P G S
4 Trombe 4TP Keyswitch C0–D0 C#0=staccato P G S
4 Trombe 4TP Staccato P G S
6 Corni Francesi 6FH Keyswitch C0–A0 C#0=staccato P G S
6 Corni Francesi 6FH Keyswitch C0–E0 C#0=staccato P G S
6 Corni Francesi 6FH Staccato P G S
Corno Francese SFH Keyswitch C0–D0 C#0=staccato P G S
Corno Francese SFH Keyswitch C0–E0 C#0=staccato P G S
Corno Francese SFH Staccato P G S
Trombone STB Keyswitch C0–D0 C#0=staccato P G S
Trombone STB Staccato P G S
Tromba STP Keyswitch C0–D0 C0#=staccato P G S
Tromba STP Keyswitch C0–G#0 C0#=staccato P G S
Tromba STP Staccato P G S
Tuba STU Keyswitch C4–D#4 C#4=staccato P G S
Tuba STU Keyswitch C4–D4 C#4=staccato P G S
Tuba STU Staccato P G S

Tutti i file Silver Master Keyswitch contengono entrambe le articolazioni “Staccato” e “Mock Stac-
cato”. Vai ai diagrammi dei Silver Keyswitch nel Capitolo 6 per maggiori dettagli.

 EWQLSO: 91 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
SFORZANDO
9 Contrabbassi CBS Sforzando P G S
9 Contrabbassi CBS Keyswitch C3–F#3 F3=sforzando P G S
Oboe SOB Sforzando P G S
Oboe SOB Keyswitch C0–G0 D#0=sforzando P G S
4 Trombe 4TP Sforzando P G S
4 Trombe 4TP Keyswitch C0–A0 E0=sforzando P G S
6 Corni Francesi 6FH Keyswitch C0–A0 A0=sforzando lungo P G S
6 Corni Francesi 6FH Sforzando P G S
Corno Francese SFH Keyswitch C0–E0 D#0=sforzando P G S
Corno Francese SFH Sforzando crescendo P G S
Tromba STP Keyswitch C0–G#0 F0=sforzando P G S
Tromba STP Sforzando crescendo P G S
Tuba STU Keyswitch C4–D#4 D#4=sforzando P G S
Tuba STU Sforzando P G S

FORTE-PIANO
9 Contrabbassi CBS Forte piano P G S
9 Contrabbassi CBS Keyswitch C3–F#3 D3=forte piano P G S
9 Contrabbassi CBS Master Keyswitch F-1=forte piano P G S
4 Tromboni 4TB Forte piano P G S
4 Tromboni 4TB Forte piano release crescendo P G S
4 Tromboni 4TB KeySwitch A-1–D#0 C#0=forte piano P G S
4 Trombe 4TP Forte piano P G S
4 Trombe 4TP Forte piano, release crescendo P G S
4 Trombe 4TP Keyswitch C0–A0 F0=fp P G S
F#0=fp, crescendo sul
rilascio
6 Corni Francesi 6FH Keyswitch C0–A0 G0=fp P G S
6 Corni Francesi 6FH Forte piano cross fade P G S
6 Corni Francesi 6FH Sustain forte piano P G S

 EWQLSO: 92 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
CRESCENDO E CRESCENDO SUL RILASCIO
10 Violoncelli VCS Crescendo P G S
18 Violini 18V Cluster & air (effects) P G S
9 Contrabbassi CBS Crescendo P G S
9 Contrabbassi CBS FX (cluster & crescendo) P G S
Violino Solo SVL Crescendo P G S
Violino Solo SVL Expressive crescendo P G S
Violino Solo SVL Keyswitch C0–A0 A0=sus, cresc sul ril P G S
Violino Solo SVL Sustain vibrato crescendo release P G S
Clarinetto Basso BCL Expressive fast (Swell) P G S
Clarinetto Basso BCL Keyswitch C0–F#0 F0=cresc espressivo P G S
Fagotto BSN Expressive Long crescendo P G S
Fagotto BSN Expressive short (crescendo) P G S
Controfagotto CTB Expressive short crescendo P G S
Corno Francese SFH Sforzando crescendo P G S
4 Tromboni 4TB Crescendo long P G S
4 Tromboni 4TB Crescendo medium P G S
4 Tromboni 4TB Crescendo short P G S
4 Tromboni 4TB Forte-piano release crescendo P G S
4 Trombe 4TP Crescendo P G S
4 Trombe 4TP Forte-piano release crescendo P G S
4 Trombe 4TP Keyswitch C0–A0 F#0=f-p, cresc sul ril P G S
Tromba STP Keyswitch C0–G#0 G#0=crescendo P G S
Nota: Esistono alcune patch in 3 gruppi di strumenti in cui la Mod Wheel controlla il volume, così da
permettervi di creare i crescendo e diminuendo: “4 Trombe”, “4 Tromboni”, e “6 Corni Francesi”.

DIMINUENDO
11 Violini 11V Expressive diminuendo P G S
3 Flauti 3FL Expressive diminuendo P G S

GRACE NOTE
3 Flauti 3FL Grace notes P G S
3 Oboi 3OB Grace notes P G S
Flauto da conc. SFL Grace notes P G S
Controfagotto CTB Grace notes P G S
Corno Inglese EHN Grace notes P G S
Oboe SOB Grace notes P G S

 EWQLSO: 93 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
GLISSANDO
11 Violini 11V Glissando long P G S
11 Violini 11V Glissando short P G S
3 Flauti 3FL Glissando long P G S
3 Flauti 3FL Glissando short P G S
Clarinetto Basso 3BC Glissando P G S
Fagotto BSN Glissando P G S
Controfagotto CTB Glissando P G S
Corno Inglese EHN Glissando P G S
Oboe SOB Glissando P G S
Flauto Piccolo PFL Glissando P G S

RIP (GLISSANDO RAPIDI)


3 Tube wagner. 3WT Glissando rips P G S
6 Corni Francesi 6FH Glissando rips long P G S
6 Corni Francesi 6FH Glissando rips short P G S
6 Corni Francesi 6FH Glissando rips short, alternate P G S
6 Corni Francesi 6FH FX Keyswitch C0–D#0 C0=rip breve P G S
C#0=rip breve, altern.
D0=rips lungo

TRILLI (DI UN TONO E DI MEZZO TONO)


10 Violoncelli VCS Trill half & VCS Trill whole P G S
10 Violoncelli VCS Keyswitch trill C0–F#0 F0=mezzo, F#=1 tono P G S
10 Violoncelli VCS Master Keyswitch F#0=mezzo, G=1 t. P G S
11 Violini 11V Trill half & 11V Trill whole P G S
11 Violini 11V Keyswitch trill C0–E0 D#0=mezzo, E0=1 t. P G S
11 Violini 11V Master Keyswitch F#0=mezzo, G=1 t. P G S
3 Flauti 3FL Trill half & 11V Trill whole P G S
3 Flauti 3FL Keyswitch trill C0–G0 F0=mezzo, F#0=1 t. P G S
3 Flauti 3FL Master Keyswitch F#0=mezzo, G=1 t. P G S
3 Oboi 3OB Trill half & 3OB Trill whole P G S
3 Oboi 3OB Keyswitch trill C0–F0 D#0=mezzo, E0=1 t. P G S
Oboe SOB Trill half & SOB Trill whole P G S
Oboe SOB Keyswitch trill C0–F0 D#0=mezzo, E0=1 t. P G S
Oboe SOB Master Keyswitch F#0=mezzo, G=1 t. P G S
Flauto Piccolo PFL Trill half & PFL Trill whole P G S
Flauto Piccolo PFL Keyswitch trill C0–E0 D#0=mezzo, E0=1 t. P G S

 EWQLSO: 94 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
CADUTE
Corno Inglese EHN Falls P G S
Oboe SOB Falls P G S

FLUTTER TONGUE
Flauto da conc. SFL Flutter Mod Wheel P G S
4 Tromboni 4TB Flutter tongue P G S

PIZZICATO
10 Violoncelli VCS Pizzicato P G S
18 Violini 18V Pizzicato P G S
9 Contrabbassi CBS Pizzicato mod-wheel slaps P G S
9 Contrabbassi CBS Pizzicato P G S
Sezione d’archi 60 Piece string section pizzicato P G S

MARCATO
10 Viole VAS Marcato long P G S
10 Viole VAS Marcato short P G S
10 Viole VAS Martelé up down marcato† P G S
10 Viole VAS Martelé up down marcato short† P G S
11 Violini 11V Marcato short P G S
11 Violini 11V Marcato P G S
11 Violini 11V Martelé up down marcato† P G S
11 Violini 11V Quick up down marcato† P G S
18 Violini 18V Keyswitch fast C0–A#0 F#0=short marcato P G S
18 Violini 18V Marcato long P G S
18 Violini 18V Marcato medium short P G S
18 Violini 18V Marcato short P G S
18 Violini 18V Martelé up down marcato medium† P G S
18 Violini 18V Quick up down marcato short† P G S
18 Violini 18V Quick up down marcato up down† P G S
Violino Solo SVL Marcato vibrato P G S
Violoncello Solo SVC Marcato P G S
Violoncello Solo SVC Martelé up down marcato† P G S
In alcuni casi le articolazioni Marcato sono udibili solo alle più alte velocity all’interno del range
dinamico di uno strumento, con entrambe le articolazoni Martelé e Staccato alle velocity più basse.
Queste situazioni sono indicate con una croce (†).

 EWQLSO: 95 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 CAPITOLO 6
DIAGRAMMI DI KEYSWITCH
KEYSWITCH PLATINUM E GOLD
Ciò che segue è un elenco dei diagrammi che mostrano quale articolazione viene generata da
ciascuna nota nei file di articolazione Keyswitch. Questi sono ordinati all’incirca con lo stesso
ordine del manuale stampato del Kompakt Player. Potete trovare un’ ulteriore spiegazione di
questi diagrammi nelle prime pagine di questa guida.

Quando è presente il controllo tramite la Mod Wheel del sample su ciascuna articolazione
Keyswitch, questo è indicato nella colonna più a destra. Quando la colonna contiene il termine
“Cross Fade”, significa che la Mod Wheel modifica in qualche modo il timbro.

Le Keyswitch che non sono attualmente disponibili per l’ edizione Gold, includono la dicitura
“Solo Edizione Platinum” in rosso. Le Keyswitch per la Edizione Silver sono incluse in una
sezione a parte, alla fine di questo capitolo.

����������������������� ��������������������
Sezioni d’Archi
�����������������������

�� �� ��
� �� ��
��������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ���������������� ��
�� ����������������� ��
�� � �������������������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
��������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �������� ��
�� ��������������������������� ��
� ���������������� ��
�� ������������������������������������ ��
�� � ����������������� ��

 EWQLSO: 96 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
��������������������
������������������� �� �� ��
� �� ��
��������������

�� �� ��
� ������������������� ��
�� ���������������� ��
� ���������������� ��
� ��������������������� �������������������������������
�� ���������������� ��
� ����������������������������������� ��
�� ������������������������������������ ��
�� � ����������������� ��

��������������������
��������������������������

�� �� ��
� �� ��
��������������

�� �� ��
� �� ��
�� ������������������� ��
� ���������������������� ��
� �������� ��
�� ��������������������������� ��
� ���������������� ��
�� ������������������������������������ ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
��������

�� �� ��
� ������������� �����������������������
� ������������������� ���������������������
�� ������������������� ��
� ����������������������������������� ��
�� ������������������������������������ ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������������
������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� ������������������� ��
�� ���������������������� ��
� ���������������� ��
�� ������������������ ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
������������������
�������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ���������������� ��
�� ������������������ ��
�� � ����������������� ��

 EWQLSO: 97 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
���������������������� ��������������������
������������������� �� �� ��
� ������������������� ��
����������������

�� �������� ��
� ������������������������� ��
�� ���������������������� ��
� ������������� ����������������������������������
� ����������������������������������� ��
�� ������������������������������� ��
� �������������������������������� ��
�� ������������������������������������ ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
��������������������

� �� ��
����������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� ������������������� ��
� �������� ��
�� ������������������������������������ ��
�� � ����������������� ��

����������������������� ��������������������
�� ���������������������������������� ��
��������������������

� ��������������������������������� ��
����������������

�� ����������������������������������� ��
� ���������������������������������� ��
�� ��������������� ��
� ��������� ��
� ����������� ��
�� ������������������� ��
� �������� ��
�� ������������������������������������ ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�����������������������

�� �� ��
� �� ��
����������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ���������������� ��
�� ����������������� ��
�� � �������������������� ��

��������������������
�� �� ��
��������������������

� �� ��
��������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �������� ��
� ������������������������������������ ��
�� ���������������� ��
�� � ����������������� ��

 EWQLSO: 98 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
��������������������
�������������������� �� �� ��
� �� ��
��������������

�� �� ��
� �� ��
�� �������� ��
� ����������� ��
� ������������������������������������� ��
�� ����������������������������������� ��
� ������������� ��
�� ���������������� ��
�� � ����������������� ��

���������������������� �������������������� Archi Solisti


�� �� ��
�������������������

� ����������������������������������������� ��
�� ����������������������� ��
������������

� ������������������� ��
�� ��������������������� ��
� ���������� ��
� ������������������������������ ��
�� ���������������������� ��
� ���������������������� ��
�� ������������������������� ��
�� � �������� ��

���������������������� ��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ����������������������� ��
�� ������������������������� ��
�� � �������� ��

���������������������� ��������������������
�� �� ��
�������������������

� ���������������������������������������� ��
����������������

�� �������������������������������� ��
� ������������� ��
�� ���������� ��
� �������������������� ��
� ����������������������������������������� ��
�� ������������������������������������������ ��
� ������������������������� ��
�� ���������������� ��
�� � �������������������������� ��

���������������������� ��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
����������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �������������������� ��
�� ����������������������������������������� ��
� ��������������������������������� ��
�� ���������������� ��
�� � �������������������������� ��

 EWQLSO: 99 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
�������������������� Sezioni di Legni
������������������� �� �� ��
� �� ��
�� �� ��
������������

� �� ��
�� �� ��
� �������� ��
� ��������� ����������������������������������
�� ��������� ������������
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������������

� �� ��
�� �� ��
� ���������������� ��
��������

�� ������������������� ��
� ���������������������� ��
� ����������������������� ��
�� ��������������������� �������������������������������
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
� �� ��
�������������������

�� �� ��
� �� ��
��������

�� �� ��
� ���������������� ��
� ����������������������� ��
�� ��������������������� �������������������������������
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

����������������������� ��������������������
�� �� ��
�������������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
������

�� �� ��
� �������� ��
� ������������������� ��
�� ���������������������� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

����������������������� ��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
������

�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

 EWQLSO: 100 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
����������������������� ��������������������
������������������� �� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
������

�� �� ��
� �������� ��
� �������������������� ��
�� ��������������������� �������������������������������
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

���������������������� �������������������� Legni Solisti


�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
�����������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �������� ��
�� �������������������� ��
� ������������� ��
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
��������������������

� �� ��
����������������

�� �� ��
� �� ��
�� �������� ��
� ���������������������� ���������������������
� ��������������������� ���������������������
�� ���������� ��
� ����������������������� ��
�� ������������������������ ��
�� � ����������������������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
�������

�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
� �������� ��
�������

�� �������������������������� ��
� �������������������������� ��
� ������������� ��
�� ��������� ��
� ����������������� ��
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

 EWQLSO: 101 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
��������������������
������������������� �� �� ��
� �� ��
�� �� ��
����������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ��������������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������������������� ��

��������������������
�� �� ��
��������������������

� �� ��
�� �� ��
����������

� �� ��
�� �������� ��
� ��������������������������� ��
� ���������������������������� ���������������������
�� ��������� ��
� ��������������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������������������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
������

�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
��������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
������

�� �������� ������������
� �������������������� ��
� ��������������������������� ��
�� ������������� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

���������������������� ��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

 EWQLSO: 102 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
���������������������� ��������������������
�������������������� �� �� ��
� �� ��
�������������

�� �� ��
� �� ��
�� �������� ��
� �������������������������� ��
� �������������������������� ��
�� ��������� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
��������������������

� �� ��
�������������

�� �� ��
� �� ��
�� �������� ��
� �������������� ��
� ������������� ��
�� �������������������� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
����

�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
� �������� ��
����

�� �������������������� ��
� ������������� ��
� �������������� ��
�� ����������� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

 EWQLSO: 103 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
��������������������
������������������������� �� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
����

�� �� ��
� �������� ��
� ������������������� ��
�� ���������������������� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

���������������������� ��������������������
�� �� ��
� �� ��
�������������������
��������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �������� ��
�� �������������������� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������������

� �� ��
��������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� ������������������ ��
�� ���������������������� ��
� ����������������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

�������������������� Sezioni di Ottoni


� �� ��
���������������������

�� �� ��
�� �� ��
����������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
�� � �� ��
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
��� � ��������� ��

��������������������
� �� ��
���������������������

�� �� ��
�� �� ��
����������

� �� ��
�� ������������������� ������������
� ������������������������������������� ��
�� ������������� ��
�� � ��������� ����������������������������������
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
��� � ��������� ��

 EWQLSO: 104 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
��������������������
������������������� �� �� ��
� ����������������� ��
�� ���������������� ��
��������

� ����������� ��
�� ������������������������������������� ��
� ������������� ��
� ����������� ��
�� ��������� ����������������������������������
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
��������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ����������������� ��

��������������������
������������������������

�� �� ��
� �� ��
����������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� ������������������������� ������������
� ��������� ������������
�� ������������������������� ��
�� � ��������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� ����������������� ��
����������������

�� ��������������� ��
� ������������� �����������������������
�� �������������������������������� ��
� ��������� �����������������������
� ��������� ��
�� ������������������������������� ������������
� ��������� ������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
����������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� ��������������� ��
�� ��������� ����������������������������������
� ��������� ������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

 EWQLSO: 105 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
��������������������
�������������������� �� �� ��
� �� ��
����������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� ��������� �����������������������
� ��������� ��
�� ��������� ������������
�� � ������������������ ��

��������������������
�� �� ��
�����������������������

� �� ��
����������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� ������� ��
� ������������������������������ ��
�� ����������������������������������������� ��
�� � ������������������������������ ��

�������������������� Ottoni Solisti


�� �� ��
�������������������

� �� ��
��������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
��������������

�� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� ��������� ��
�� ����������� ��
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
��������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

 EWQLSO: 106 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
��������������������
������������������� �� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� �� ��
������

�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

��������������������
�� �� ��
��������������������

� �� ��
�� ����������� ��
� ���������� ��
������

�� ����������������� ��
� ����������� ��
� ����������������� ��
�� ��������� ��
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

���������������������� ��������������������
�� �� ��
��������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
����

�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� ����������� ��
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

��������������������
�� �� ��
�������������������

� �� ��
�� �� ��
� �� ��
����

�� �� ��
� �� ��
� �� ��
�� �� ��
� ��������� ���������������������
�� ���������� ��
�� � ��������� ��

 EWQLSO: 107 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
KEYSWITCH SILVER
In generale, sono presenti due tipi di file Keyswitch per la Edizione Silver:
- Pedal Legato
- Master
I file di Keyswitch “Master”, possono variare molto tra uno strumento e l’altro. I diagrammi
che seguono mostrano quali note di Keyswitch agiscono attivando specifiche articolazioni
all’interno del file.

Al contrario, i file “Pedal Legato” agiscono allo stesso modo per l’intero range dello strumen-
to. Questo tipo di file è esclusivo dell’ edizione Silver; né la Gold né la Platinum includono file
di articolazione che agiscono in questo modo.

File di Keyswitch “Pedal Legato”


Questi file contengono articolazioni che rispondono al controller MIDI Sustain Pedal (CC64).
Con il pedale nella posizione “off”, per ciascuna nota viene eseguito il sustain. Muovendo il
pedale nella posizione “on” viene eseguito un effetto sustain più marcato.

Sono presenti anche 3 Keyswitch in questi file per controllare il suono “legato”:
- C0 Normale
- C#0 Attacco veloce
- D0 Più veloce con attacco sostenuto
Quando il pedale è in posizione“off”, questi Keyswitch non hanno un effetto significativo.

Per quei cinque strumenti che presentano note nel range dal “C0” al “D0”, i Keyswitch sono
tutti posizionati un’ottava sotto (da “C1” a “D1”). Tali strumenti sono “9 Contrabbassi”, “Clar-
inetto Basso”, “Fagotto”, “Controfagotto”, “Tuba”. Anche il Corno Francese possiede due di
questi file, il secondo creato con una posizione fff che ha effetto sui cross-fade.

E’ possibile mappare una manopola o uno slider su di una tastiera MIDI o su di una superfi-
cie di controllo MIDI per inviare messaggi di Sustain Pedal (CC64). Inoltre la maggior parte
dei sequencer sono in grado di inviare messaggi di “Foot Pedal” basati su un inviluppo o su
eventi MIDI inseriti manualmente. Quindi, non sarà necessario acquistare un pedale per poter
utilizzare questa caratteristica, ma per controllare il legato mentre state suonando in tempo
reale, un pedale può essere una buona soluzione.

File di Keyswitch “Master”


I file Master Keyswitch forniscono una buona varietà di articolazioni in un singolo file, che
può essere caricato in un unico slot nel Kompakt Player. Ciascuno strumento possiede un
diverso ordine in cui sono organizzati i Keyswitch, come viene mostrato nei diagrammi che
seguono.

 EWQLSO: 108 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Tutte queste articolazioni rispondono al messaggio MIDI “expression” (CC11) per controllare
il volume dei sample in tempo reale. Questa caratteristica permette di aggiungere espressività
alle vostre performance. Andate al capitolo 2 per maggiori informazioni riguardo il controllo
dell’expression. Le articolazioni in questi file non rispondono a nessun altro codice di con-
trollo MIDI, come la Mod Wheel e il Foot Pedal.

Alcuni di questi file contengono un’articolazione detta “Mock Staccato”. Questo è un effetto
prodotto alterando i sample “sustain” con filtri e inviluppi. L’ effetto è molto realistico, spe-
cialmente quando al mix viene aggiunto del reverbero.

Due strumenti, “3 Flauti” e “Oboe”, contengono un Keyswitch sulla nota “F0”, con nessuna
nota indicata. Se viene premuta questa nota “F0”, il file non genererà alcun suono finchè non
verrà inviato un valido Keyswitch. Questo buco nei Keyswitch è intenzionale, in modo che la
posizione dei trilli sulle note “F#” e “G” è volutamente inserita a livello di tutti gli altri stru-
menti che includono il trillo.

E’ possibile caricare copie multiple di un file di Keyswitch in due o più slot del Kompakt
Player, nel caso desideriate avere, per esempio, un fagotto staccato e un fagotto sustain che
suonano simultaneamente.

Diagrammi edizione Silver

�� �� �� ��
������������������
��������������������

��������������������

� �� � ��
��������������

�� �� �� ��
� ������������������� � �������������������
�� ���������������������� �� ����������������������
� ��������� � ����������
� ������������������������ � ��������������������
�� �������������� �� ��������������
� ������������� � �������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� �� � �����������������

�� �� �� ��
��������������������

��������������������

� �� � ��
����������������

�� �� �� ��
� �� � ��������������������
��������

�� �� �� ���������
� �� � ���������
� ������������������������ � ��������������������
�� �������������� �� ��������������
� ������������� � �������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� �� � �����������������

 EWQLSO: 109 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

�� �� �� ��

��������������������
��������������������
� �� � ��
��������������

�� �� �� ��
� �� � ��

������
�� �� �� ��
� ������������� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� �������������� �� ����������������������������������
� ������������� � ���������������������������������
�� ��������������� �� ���������������
��� � ����������������� �� � �����������������

�� �� �� ��

��������������������
��������������������

� �� � ��
�� �� �� ��
������������

�����������
� �� � ��
�� �� �� ��
� ������������� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� �������������� �� ����������������������������������
� ������������� � ���������������������������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� �� � �����������������

�� �� �� ��
��������������������

��������������������

� �� � ��
����������������
����������������

�� �� �� ��
� �� � ��
�� �� �� ��
� �� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� �������������� �� ����������������������������������
� ������������� � ���������������������������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� ��� � �����������������

�� �� �� ��
��������������������
��������������������

� �� � ��
�� �� �� ��
������������

� �� � ��
�������

�� �� �� ��
� �� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� ����������������������������� �� �����������������������������
� ���������������������������� � ����������������������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� ��� � �����������������

�� �� �� ��
��������������������
��������������������

� �� � ��
�� �� �� ��
����������

� ������������������� � ��
��������

�� ���������������������� �� ��
� �� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� ����������������������������� �� �����������������������������
� ���������������������������� � ����������������������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� �� � �����������������

 EWQLSO: 110 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

�� �� �� ��

��������������������
��������������������
� �� � ��
�� �� �� ��

����������
� �� � ��
������

�� �� �� ��
� �� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� ����������������������������� �� �����������������������������
� ���������������������������� � ����������������������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� �� � �����������������

�� �� �� ��
��������������������

��������������������
� �� � ��
�������������

�� �� �� ��

��������
� �� � ��
�� �� �� ��
� �� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� ����������������������������� �� �����������������������������
� ���������������������������� � ����������������������������
�� ��������������� �� ���������������
��� � ����������������� �� � �����������������

�� �� �� ��
��������������������

��������������������

� �� � ��
����������������
�������������

�� �� �� ��
� �� � ��
�� �� �� ��
� �� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� ���������������������������������� �� �����������������������������
� ��������������������������������� � ����������������������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� �� � �����������������

�� �� �� ��
��������������������

��������������������

� �� � ��
��������������

�� �� �� ��
� ������������������� � ��
����

�� ���������������������� �� ��
� �� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� ���������������������������������� �� �����������������������������
� ��������������������������������� � ����������������������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� �� � �����������������

�� �� �� ��
��������������������
��������������������

� �� � ��
��������������

�� �� �� ��
��������

� �� � ��
�� �� �� ��
� �� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� ���������������������������������� �� �����������������������������
� ��������������������������������� � ����������������������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� �� � �����������������

 EWQLSO: 111 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

�� �� �� ��

��������������������
��������������������
� �� � ��
�� �� �� ��
� �� � ��
������

����
�� �� �� ��
� �� � ��
� �������������������� � ��������������������
�� ���������������������������������� �� �����������������������������
� ��������������������������������� � ����������������������������
�� ��������������� �� ���������������
�� � ����������������� ��� � �����������������

 EWQLSO: 112 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 CAPITOLO 7
TABELLE DELLE PERCUSSIONI
A differenza delle altre tre famiglie di strumenti orchestrali, molti strumenti percussivi pro-
ducono solo un singolo suono o comunque un piccolo repertorio di suoni. Talvolta, al posto
di creare uno strumento separato per ciascuna di queste singole note, esse sono raggruppate
in un singolo file con diverse note mappate per ogni singolo strumento.

Queste collezioni sono diverse dai “drum kit” spesso utilizzati nella musica pop, perché, al
contrario di una collezione di diversi strumenti suonati da un singolo musicista, questi stru-
menti nella EWQLSO si riferiscono ad esempio a diversi tipi di campane.

In altri casi, un file di uno strumento contiene articolazioni multiple di un singolo srumento.
Per esempio, un comune raggruppamento può contenere sia i singoli colpi, sia le rullate per
una grancassa. Le tabelle in questa sezione elencano i nomi degli strumenti all’interno dei file
e indicano quale range di note viene suonato da ciascuno strumento o articolazione.

Notate bene che talvolta per strumenti dello stesso gruppo, ma con forme e dimensioni di-
verse, sono presenti diversi timbri: per esempio ci sono numerose dimensioni di rullanti. In
questa guida non verranno comunque descritte queste differenze. Il modo migliore per de-
cidere quale suono si adatta meglio al vostro progetto è ascoltarli tutti e scegliere di conseg-
uenza. In molti casi comunque le differenze sono minime.

Per la maggior parte degli strumenti con un suono singolo (per esempio il triangolo), sono
utilizzati solo i tasti bianchi della tastiera. Ovviamente, per le percussioni cromatiche, come i
timpani o lo xilofono, tutte le 12 note dell’ottava sono utilizzate.

Cinque strumenti cromatici possiedono inoltre la versione “smorzata con la mano”:


- Crotali
- Glockenspiel
- Campane orchestrali
- Timpani (colpi singoli)
- Vibrafono
Poiché l’effetto smorzato è controllato dalla Mod Wheel, è possibile ottenere l’effetto di
smorzare il suono anche mentre una nota sta ancora suonando.

 EWQLSO: 113 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
PIATTO DA BANDA DA 12”
C3 Coppia di piatti colpo singolo, aperto, risonanza lunga
D3 Coppia di piatti colpo singolo, risonanza lunga, poi chiuso
E3 Coppia di piatti colpo singolo, chiuso immediatamente

PIATTO DA 12”
C3 Piatto sospeso rullata, crescendo breve
D3 Piatto sospeso rullata, crescendo medio
E3 Piatto sospeso rullata, crescendo veloce
F3 Piatto sospeso colpo singolo, risonanza lunga

PIATTO TEDESCO DA 16”


C3 Coppia di piatti colpo singolo, aperti
D3 Coppia di piatti colpo singolo, poi aperto

PIATTO DA 18”
C3 Piatto sospeso rullata, crescendo breve
D3 Piatto sospeso rullata, crescendo medio
E3 Piatto sospeso rullata, crescendo veloce
F3 Piatto sospeso colpo singolo, risonanza lunga

PIATTO TEDESCO DA 18”


C3 Coppia di piatti colpo singolo, aperto
D3 Coppia di piatti colpo singolo, poi aperto

PIATTO VIENNESE DA 18”


C3 Coppia di piatti colpo singolo, rimane aperto
D3 Coppia di piatti colpo singolo, poi chiuso

PIATTO FRANCESE DA 19”


C3 Coppia di piatti colpo singolo, rimane aperto
D3 Coppia di piatti colpo singolo, poi chiuso

 EWQLSO: 114 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
PIATTO DA 20"
C3 Piatto sospeso rullata, crescendo breve
D3 Piatto sospeso rullata, crescendo medio
E3 Piatto sospeso rullata, crescendo veloce
F3 Piatto sospeso colpo singolo, risonanza lunga
G3 Piatto sospeso con spazzole
A3 Piatto sospeso colpo singolo, lunga risonanza e con spazzole

PIATTO FRANCESE DA 20"


C3 Coppia di piatti colpo singolo, rimane aperto
D3 Coppia di piatti colpo singolo, poi chiuso

PIATTO FRANCESE DA 21"


C3 Coppia di piatti colpo singolo, rimane aperto
D3 Coppia di piatti colpo singolo, poi chiuso

PIATTO DA 22"
C3 Piatto sospeso rullata, crescendo veloce
D3 Piatto sospeso rullata, crescendo medio
E3 Piatto sospeso rullata, crescendo breve
F3 Piatto sospeso colpo singolo, risonanza lunga
G3 Piatto sospeso con spazzole
A3 Piatto sospeso colpo singolo, risonanza lunga, spazzole
Attenzione: In questo strumento e nel similare Piatto da 20", le note C3 e E3 sono invertite.

GONG DA 23"
C1 Gong rullata, crescendo veloce
D1 Gong rullata, crescendo molto lento
E1 Gong con spazzole lento
F1 Gong con spazzole veloce
G1 Gong colpo singolo, risonanza lunga

GONG DA 28"
C2 Gong rullata, crescendo molto lento
D2 Gong rullata, crescendo veloce
E2 Gong con spazzole, lungo
F2 Gong con spazzole, lento
G2 Gong colpo singolo, risonanza lunga

 EWQLSO: 115 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
GONG DA 48”
C3 Gong rullata, crescendo molto breve
D3 Gong colpo singolo, risonanza lunga

GONG DA 60”
C4 Gong rullata, crescendo molto breve
D4 Gong con spazzole lungo
E4 Gong con spazzole breve
F4 Gong colpo forte con martello, risonanza media
G4 Gong colpo leggero con martello, risonanza lunga

5 TOM
C1 Tom basso colpo singolo (mano sinistra)
D1 Tom basso colpo singolo (mano destra)
E1 Secondo tom colpo singolo (mano sinistra)
F1 Secondo tom colpo singolo (mano destra)
G1 Tom medio colpo singolo (mano sinistra)
A1 Tom medio colpo singolo (mano destra)
B1 Quarto tom colpo singolo (mano sinistra)
C2 Quarto tom colpo singolo (mano destra)
D2 Tom alto colpo singolo (mano sinistra)
E2 Tom alto colpo singolo (mano destra)

 EWQLSO: 116 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
3 RULLANTI
C1 Rullante piccolo colpo singolo (mano sinistra)
D1 Rullante piccolo colpo singolo (mano destra)
E1 Rullante piccolo colpo sul bordo
F1 Rullante piccolo rullata lunga, mf
G1 Rullante piccolo rullata lunga, f
A1 Rullante piccolo rullata breve, crescendo veloce
B1 Rullante piccolo rullata lunga, crescendo breve
C2 Rullante medio colpo singolo (mano sinistra)
D2 Rullante medio colpo singolo (mano destra)
E2 <vuoto>
F2 Rullante medio rullata lunga, mf
G2 Rullante medio rullata lunga, f
A2 Rullante medio rullata breve, crescendo veloce
B2 Rullante medio rullata lunga, crescendo breve
C3 Rullante grande colpo singolo (mano sinistra)
D3 Rullante grande colpo singolo (mano destra)
E3 <vuoto>
F3 Rullante grande rullata lunga, mf
G3 Rullante grande rullata breve, f
A3 Rullante grande rullata breve, crescendo veloce
B3 Rullante grande rullata veloce, crescendo breve

3 RULLANTI DXF RULLATE


C4 Rullante piccolo rullata lunga
D4 Rullante medio rullata lunga
E4 Rullante grande rullata lunga
F4 Rullante piccolo Rullata lunga, accento sul rilascio (ultimo colpo)
G4 Rullante medio Rullata lunga, accento sul rilascio (ultimo colpo)
A4 Rullante grande Rullata lunga, accento sul rilascio (ultimo colpo)

Questi sample usano la Mod-Wheel per controllare il volume (Dynamic Cross Fade). Puoi creare i tuoi
effetti di crescendo e diminuendo.

TUTTI I PIATTI
Questa è una collezione di un gran numero di suoni di piatti, inseriti lungo 5 ottave, dalla nota C1
alla nota B5.

 EWQLSO: 117 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
INCUDINI
Si tratta di una collezione di molte incudini e railroad track suoni organizzati in oltre 3 ottave, dalla
nota C1 alla nota E4.

INCUDINI (REGISTRO BASSO)


Si tratta di una collezione di molte incudini organizzate in oltre 3 ottave, dalla nota C1 alla nota E4.
In generale hanno un pitch più basso rispetto a quelle nella collezione qui sopra.

GRANCASSA DA CONCERTO
C3 Grancassa rullata, crescendo breve
D3 Grancassa rullata, crescendo medio
E3 Grancassa rullata, crescendo veloce
F3 Grancassa rullata lunga, crescendo breve
G3 Grancassa rullata, inizio forte, poi leggero, crescendo breve
A3 Grancassa rullata, inizio forte, poi leggero, crescendo medio
B3 Grancassa rullata, inizio forte, poi leggero, crescendo veloce
C4 Grancassa colpo singolo (mano sinistra)
D4 Grancassa colpo singolo (mano destra)
E4 Grancassa colpo singolo , registro basso
F4 Grancassa colpo singolo, forte
G4 Grancassa rullata lunga, loopata

GRANCASSA WAGNERIANA
C1 Grancassa rullata, crescendo breve
D1 Grancassa rullata, crescendo medio
E1 Grancassa rullata, crescendo veloce
F1 Grancassa rullata lunga, crescendo breve
G1 Grancassa rullata, inizio forte, poi leggero, crescendo breve
A1 Grancassa rullata, inizio forte, poi leggero, crescendo medio
B1 Grancassa rullata, inizio forte, poi leggero, crescendo veloce
C2 Grancassa colpo singolo (mano sinistra)
D2 Grancassa colpo singolo (mano destra)
E2 Grancassa rullata, p
F2 Grancassa attacco forte, poi p
G2 Grancassa rullata lunga, loopata
Questo strumento ha in generale un pitch più basso rspetto allo strumento “Grancassa da Concerto)
più sopra.

 EWQLSO: 118 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
CASTAGNETTE
C1 Castagnette rullata breve (1 sec) (mano sinistra)
D1 Castagnette rullata breve (1 sec) (mano destra)
E1 Castagnette rullata lunga (3 sec)
F1 Castagnette colpo singolo (mano sinistra)
G1 Castagnette colpo singolo (mano destra)

CROTALI
C3-C5 Crotali scala cromatica
E’ disponibile anche una versione “smorzata con la mano”. Questo effetto è controllato tramite la
Mod Wheel.

TAMBURO MILITARE
C4 Tamburo Militare colpo singolo (mano sinistra)
D4 Tamburo Militare colpo singolo (mano destra)
F4 Tamburo Militare rullata lunga, mf
G4 Tamburo Militare rullata lunga, f

GRANCASSA, GRANCASSA FUNEBRE E TAMBURO TENORE


C4 Grancassa colpo singolo (mano sinistra)
D4 Grancassa colpo singolo (mano destra)
F4 Grancassa rullata mf, accento sul release (4 sec)
G4 Grancassa rullata f, loopato
A4 Grancassa rullata, crescendo veloce (1 sec)
B4 Grancassa rullata, crescendo lento (3 sec)
C5 Grancassa funebre colpo singolo (mano sinistra)
D5 Grancassa funebre colpo singolo (mano destra)
E5 Grancassa funebre rullata, loopato, mf
F5 Grancassa funebre rullata, loopato , f
G5 Tamburo Tenore colpo singolo (mano sinistra)
A5 Tamburo Tenore colpo singolo (mano destra)

GLOCKENSPIEL
A3-C6 Glockenspiel scala cromatica
E’ disponibile anche una versione “smorzata con la mano”. Questo effetto è controllato tramite la
Mod Wheel.

 EWQLSO: 119 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
GLOCKENSPIEL CALDO
A3-C6 Glockenspiel scala cromatica

GONG
Si tratta di una collezioni di suoni di Gong (sia singoli colpi che rullate) organizzate lungo i seguenti
tasti bianchi sulla tastiera: C1-G1, C2-G2, C3-D3, C4-G4.

CAMPANE ORCHESTRALI
G2-G4 Campane Orchestrali scala cromatica
E’ disponibile anche una versione “smorzata con la mano”. Questo effetto è controllato tramite la
Mod Wheel.

ENSEMBLE DI RULLANTI (GRANDE)


C3 Rullante grande colpo singolo (mano sinistra)
D3 Rullante grande colpo singolo (mano destra)
F3 Rullante grande rullata lunga, loopato, mf
G3 Rullante grande rullata lunga, loopato, f

ENSEMBLE DI RULLANTI (PICCOLO)


C3 Rullante piccolo colpo singolo (mano sinistra)
D3 Rullante piccolo colpo singolo (mano destra)
F3 Rullante piccolo rullata lunga, loopato, mf
G3 Rullante piccolo rullata lunga, loopato, f

TAMBURINO
E3 Tamburino colpo singolo (mano sinistra)
F3 Tamburino colpo singolo (mano destra)
F#3 Tamburino shake lento (3 sec)
G3 Tamburino shake veloce (2 sec)
G#3 Tamburino shake veloce (3 sec)

TIMPANI CRESCENDO LUNGO


C1-A2 Timpani rullate in crescendo, scala cromatica
Si tratta di crescendo molto lenti, dal silenzio, con un diminuendo alla fine. I sample col pitch più alto
tendono a raggiungere il massimo volume un pò più velocemente rispetto ai sample con pitch più
basso. Se avete bisogno sia di singoi colpi che di rullate, è conveniente utilizzare i sample combinati
qui di seguito riportati.

 EWQLSO: 120 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
TIMPANI CRESCENDO BREVE
C1-A2 Timpani rullate in crescendo, scala cromatica
Si tratta di crescendo, con un diminuendo alla fine. Hanno una durata all’incirca dimezzata rispetto
allo strumento “Timpani Crescendo Long”. Come per il file precedente, i sample col pitch più alto
tendono a raggiungere il massimo volume un pò più velocemente rispetto ai sample col pitch più
basso. Se avete bisogno sia di colpi singoli che di rullate, è più conveniente usare i sample combinati
indicati qui di seguito.

TIMPANI (COLPI SINGOLI)


C1-A2 Timpani colpo singolo (mano sinistra), scala cromatica
C3-A4 Timpani colpo singolo (mano destra), scala cromatica
E’ disponibile anche una versione “smorzata con la mano”. Questo effetto è controllato tramite la
Mod Wheel. Se avete bisogno sia di colpi singoli che di rullate, è più conveniente usare i sample
combinati indicati qui di seguito.

TIMPANI (COLPI SINGOLI) - CRESCENDO LUNGO


C1-A2 Timpani colpo singolo (mano sinistra), scala cromatica
C3-A4 Timpani colpo singolo (mano destra), scala cromatica
C5-A6 Timpani rullata in crescendo lunga, scala cromatica
Questo file include tutti i sample dello strumento “Timpani (colpi singoli)”, e aggiunge sample dallo
strumento “Timpani (colpi singoli) - Crescendo Lungo”, se si eccettua il fatto che le rullate in cre-
scendo sono posizionate 4 ottave più in alto nella tastiera.
TIMPANI (COLPI) - CRESCENDO BREVE
C1-A2 Timpani colpo singolo (mano sinistra), scala cromatica
C3-A4 Timpani colpo singolo (mano destra), scala cromatica
C5-A6 Timpani rullata in crescendo breve, scala cromatica
Questo file include tutti i sample dello strumento“Timpani (colpi singoli)”, e aggiunge sample dallo
strumento “Timpani (colpi singoli) - Crescendo Breve”, se si eccettua il fatto che le rullate in crescen-
do sono posizionate 4 ottave più in alto nella tastiera.
TIMPANI (RULLATE)
C1-A2 Timpani rullata, scala cromatica, loopato
Si tratta di rullate ad un volume costante, in base a come viene determinato dalla velocity.

TIMPANI RULLATE DXF MOD WHEEL


C1-A2 Timpani rullata, scala cromatica, loopato
Si tratta di rullate con un cross fade dinamico, controllato dalla Mod Wheel. Potete utilizzare questo
file per ottenere un grande controllo sulle dinamiche delle rullate.

TIMPANI RULLATE RELEASE CRESCENDO


C1-A2 Timpani rullata, scala cromatica, loopato

 EWQLSO: 121 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Si tratta di rullate ad un volume costante, finchè la nota (o il tasto) viene lasciata. Il release trail include
una rullata in crescendo che cresce molto velocemente e quindi si ferma (eccetto per il reverbero).

TIMPANI COLPI LEGGERI


C1-A2 Timpani colpo singolo leggero (mano sinistra), scala cromatica
C3-A4 Timpani colpo singolo leggero (mano destra), scala cromatica
Questi sample sono più leggeri rispetto allo strumento “Timpani (colpi singoli)”.

TRIANGOLO
B1 Triangolo colpo singolo (mano sinistra), registro basso
C2 Triangolo colpo singolo (mano destra), registro alto
C#2 Triangolo colpo singolo (mano sinistra), smorzato
D2 Triangolo colpo singolo (mano destra), smorzato
D#2 Triangolo colpo singolo (mano sinistra), registro basso
E2 Triangolo colpo singolo (mano destra), registro alto

PERCUSSIONI VARIE METALLICHE


C1 Campana glissando veloce all’insù
D1 Campana glissando medio all’insù
E1 Campana glissando lento all’insù
F1 Campana glissando all’insù, ultime note suonate ripetutamente
G1 Campana glissando lento all’ingiù
A1 Campana glissando veloce all’ingiù
B1 Campana,reg. basso colpo singolo
C2 Campana,reg. basso rullata (tremolo)
D2 Campana,reg. basso rullata (tremolo)
E2 Campana,reg. basso rullata (tremolo) crescendo
F2 Campana,reg. alto colpo singolo
G2 Campana,reg. alto rullata (tremolo)
A2 Campana,reg. alto rullata (tremolo)
B2 Campana,reg. alto rullata (tremolo) crescendo

 EWQLSO: 122 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
PERCUSSIONI VARIE
C1 Castagnette rullata breve (mano sinistra) (1 sec)
C#1 Castagnette rullata breve (mano destra) (1 sec)
D1 Castagnette rullata breve
D#1 Castagnette rullata breve
E1 Castagnette rullata lunga (3 sec)
F1 Castagnette click singolo (mano sinistra)
F#1 Castagnette click singolo (mano destra)
G1 Casse di legno colpo singolo, registro basso
G#1 Casse di legno colpo singolo, registro alto
A1 ?

ALTRE PERCUSSIONI VARIE


A#1 Casse di legno colpo singolo, registro alto
B1 Casse di legno colpo singolo, registro alto
C2 ?
C#2 ?
D2 ?
D#2 ?
E2 Fischietto da poliziot- tono breve (1.5 sec)
to
F2 ?
F#2 ?
G2 ?
G#2 ?
A2 ?
A#2 ?
B2 ?
C3 Flauto a coulisse salita veloce
C#3 Flauto a coulisse caduta veloce
D3 Flauto a coulisse caduta molto veloce
D#3 Flauto a coulisse salita molto veloce
E3 Flauto a coulisse su e giù ripetuto nell’intero range dello strumento
F3 Tamburino colpo singolo
F#3 Tamburino shake breve (3 sec)
G3 Tamburino shake veloce (2 sec)
G#3 Tamburino shake veloce (3 sec)

Le linee lasciate in bianco significano che non è stato possibile identificare gli strumenti.

 EWQLSO: 123 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

VIBRAFONO
F1-F4 Vibrafono scala cromatica

Ci sono due versioni smorzate separate del Vibrafono.

XILOFONO
F2-F6 Xilofono scala cromatica

 EWQLSO: 124 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 APPENDICE A
USARE I CODICI DI CONTROLLO MIDI
Le specifiche pubblicate per il MIDI definiscono codici di controllo, in modo che diversi as-
petti di una performance possano essere trasposti da una periferica a un altra. Qui di seguito
sono riportati i codici usati più comunemente.

(I seguenti termini sono stati lasciati in inglese per rispettare lo standard MIDI, N.d.T. )

Codici di Controllo MIDI


0 Bank Select 64 Hold Pedal (on/off )
1 Modulation Wheel 65 Portamento (on/off )
2 Breath controller 66 Sustenuto Pedal (on/off )
4 Foot Pedal 67 Soft Pedal (on/off )
5 Portamento Time 68 Legato Pedal (on/off )
6 Data Entry 69 Hold 2 Pedal (on/off )
7 Volume 120 All Sound Off
8 Balance 121 All Controllers Off
10 Pan position 123 All Notes Off
11 Expression 124 Omni Mode Off
12 Effect Control 1 125 Omni Mode On
13 Effect Control 2 126 Mono Operation
127 Poly Operation

Questa informazione è stata inclusa in questa guida esclusivamente per quegli utenti avanzati
che decidano di utilizzare questi codici MIDI per controllare una performance in modi che
vanno oltre gli scopi di questa stessa guida.

E’ possibile inoltre notare come i codici (CC1) (Modulation Wheel), (CC7) (Volume) e (CC11)
(Expression) siano citati nei capitoli relativi al volume, velocity ed expression.

 EWQLSO: 125 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 APPENDICE B
UNO SGUARDO ALLA VERSIONE “PRO”
Questa appendice elenca tutte le articolazioni che l’imminente upgrade “Professional” ag-
giungerà alla versione 2.5 delle librerie EWQLSO. Questo è un elenco preliminare, stilato a
dicembre 2004 e può essere soggetto a modifiche prima che il software venga commercializ-
zato. Visitate il sito della EastWest per informazioni più aggiornate.

-
PLATINUM E GOLD PROFES- -
Sordino MP med vib
Sordino MF heavy vib
SIONAL - 1/2 step trill
- Whole step trill
Archi - Tremolo F
- Spiccato up down
3 Violoncelli
- Sus Vib mp - Machine Gun x17 1 bar at 120 BPM
- Sus Vib f heavy vib - Flautando legato
- flautando nv - Bartok Pizz
- oct up to sus vib
4 Violini
- Sus Vib mp 11 Violini
- Sus Vib f heavy vib - Qlegato P
- flautando nv - Qlegato F
- Sordino MP med vib
10 Violoncelli - Sordino MF heavy vib
- Qlegato mp - Harmonics false
- Qlegato F - Staccato Up Down P x2
- Marcato short FFF ugly x2 - Marcato 2 sec heavy vib especially high
- Spiccato up Down up
- Sordino mp med vib - Sul ponticello (near bridge) tremolo
- Sordino mf heavy vib - Flautando legato
- Col Legno chromatic - Tremolo f
- Sul Ponticello tremolo - Col Legno chromatic
- Bartok Pizz - Pendereki bridge and normal stac and
- Oct up to sus vib long
- Whole step trills VERY slow cluster FX
10 Viole - Static Clusters 3 low, med, high
- Pizz P - Spiccato Up Down
- Pizz MF - Machine Gun Rep x17 1 bar at 120 BPM
- Pizz F - Octave slide up fast to sus mf 2 sec bow
- Qlegato MP - Octave slide down fast to sus mf 2 sec
- Qlegato MF - 5th slide up to 4 sec sus heavy vib F
- Sul Ponticello near bridge tremolo - 5th slide down to 4 sec sus heavy vib F
- Col Legno chromatic

 EWQLSO: 126 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
- Psycho FX 1- 2 1/2 steps up fast (3 notes) - Sus Vib mp
- Psycho FX 4- minor third half step up fast - Sus Vib f
- Psycho FX 6- 3 1/2 steps down fast - Martele Short Up Down mp
- fast 1 sec nv 1 full bow F - Martele Short Up Down f
- scratch fx - Martele short up down mf
- Col Legno chromatic
18 Violini - Exp fast mf
- Qlegato mp - Spiccato Up Down F
- Qlegato f - 1 sec full bow stroke nv
- spiccato up down x 2 - Pizz mp
- octave up mf fast to 1 sec sus bow on - Pizz mf
string - Pizz F
- octave down mf fast to 1 sec sus - Exp long subtle mp
- Pendereki - Marcato FFF short
- Bartok Pizz
Viola Solo
Arpa - Sus Vib mp 2 bows
- C D E F# G# Bb maj gliss up slow - Sus Vib f 2 bows
- maj gliss up fast - Qlegato mp 3 bows
- maj gliss down slow - Marcato FF short
- maj gliss down fast - Martele short Up Down x4 MF
- maj up down slow, fast - Col Legno chromatic
- 6 gliss up slow - Pizz mp
- 6 gliss up fast - Pizz mf
- 6 gliss down slow - Pizz f
- 6 gliss down fast - Exp subtle soft long
- 6 up down slow, fast - Exp medium cresc 2 bows
- dominant 9 up slow - Spiccato Up Down MP
- dominant 9 up fast - Sus NV MF with fast atk
- dominant 9 down slow - Exp fast cres romantic
- dominant 9 down fast - 1 sec full bow stroke up down nv
- dominant 9 up down slow, fast - 1/2 step trills
- wholetone stuff C - Whole step trills
- wholetone stuff C# - Octave up to sus vib
- Scary Effect in C
Violino Solo
Violoncello Solo - Qlegato MP 3 bows
- Sul Tasto 2 bows - Qlegato F 3 bows
- Qlegato F 3 bows - Pizzicato P
- Pizzicato MP - Pizzicato MF
- Pizzicato MF - Pizzicato F
- Col Legno chromatic - Spiccato Up Down
- Octave Slides Up to sus 2 sec mp - Marcato short FF nv
- Pizzicato F - Subtle exp P leg light vib no swell
- Creaks - Octave slide up to 2 sec sus mp bow on
string
Contrabasso Solo - Octave slide down to 2 sec sus mp

 EWQLSO: 127 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
- 5th slide up to 2 sec heavy vib F - Qlegato mf vib
- Col legnochromatic - Psycho 2 1/2 step down fast
- 1/2 step trills - Rips up 5th FFF squeak fast x2
- whole step trills - Rips up 3rd FFF squeak fast x2
- 120 bpm machine gun x17 - octave up fast
- octave down fast
-
Legni octave up down fast
- Rips up 2 half steps
Clarinetto Basso
- Sus NV mf to go in between last time
- Portato 3 second mp Fagotto Solo
- mp vibrato with atk
- Qlegato mp - Qlegato mf
- Qlegato mf - 1/2 step trills
- Keyclicks - Whole step trills

Corno Inglese 2 (bello e oscuro) Clarinetto Solo


- Sus Vib mp smooth fast atk delay vib - Qlegato mp
- Portato nv mp - Qlegato mf
- Exp subtle mp atk - Portato subtle 3 seconds mp
- Qlegato mp - 1/2 Step trills
- Qlegato mf - Whole step trills
- Exp mf lyrical miroslav - Exp very quick lyrical bump 2 sec sus
- 1/2 step trills - Octave up fast
- Whole step trills - Octave down fast
- Staccato mp - Octave up down fast
- Staccato mf - keyclicks
- Staccato F - Octave up fast slur
- grace notes - grace notes

Flauto da Concerto Oboe Solo


- very short staccato mp - Qlegato mp
- very short staccato mf - Qlegato f
- very short staccato f - soft exp with slight swell
- short staccato overblown - key clacks
- 1/2 step trills
- Whole step trills
- Qlegato mp
- Qlegato f
- Psycho 2 1/2 steps down fast FF x2
- sus nv p
- Octave run up fast F
- Octave Run down fast F
- Octave run up and down fast F
- Sforzando Exp

Flauto Piccolo
- NV p

 EWQLSO: 128 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Ottoni 4 Tromboni Tenori
- Mute Sus mp
2 Trombe in Bb - Mute Sus mf
- Mute Sus mp
- Mute Sus f - Mute staccato mp x3
- Mute Staccato mp x 4 - Mute staccato mf x3
- Mute Staccato f x4 - Mute cresc 2 sec to flutter
- Mute Rips - Sus FFF
- Mute Cresc to flutter 3 sec - Portato 3 sec subtle cres decres mp
- VERY short staccato mp x6 - Portato 3 sec subtle cres decres f
- VERY short staccato mf x6 - Marcato 1 sec FF
- VERY short staccato ff x6 - Marcato 1 sec MF
- Machine Gun x17 1 bar at 120 BPM - Bend downs 1/2 step Mummy
- Sus mp - stac fff x 4 very short
- Sus mf - Clusters mp long 3 1/2 step chromatic
- Sus fff
- Portato 3 sec mf subtle cresc decres 6 Corni Francesi
- Marcato f 1 sec
- Cresc to ff 1 sec
- Stac short mp x2
- Cresc to ff 2 sec
- Stac short mf x2
- Marcato mf
- Stac short f x2
- Marcato f
- Stac short ff x2
- Qlegato mp
- Crescendo P-FF 1 sec
- Qlegato mf
- Crescendo P-FF 2 sec
- 1/2 step trills f
- Crescendo P-FF flutter 3 sec
- Whole step trills f
- Portato NV 3 sec subtle cresc and decres
- Octave Up to sus 3 sec
- Octave Down to sus 3 sec mp
- Portato NV 3 sec subtle cresc and decres f
- crazy fx
- 1/2 Step trills mf
- Whole Step lip trills ff
4 Tromboni Bassi - Machine Gun sus x17 1 bar at 120 BPM
- Mute Sus mp
- Mute Sus f - Muted Sustain mf
- Mute staccato mp x2 - Qlegato mp
- Mute staccato mf x2 - Qlegato f typical med bright
- Mute cresc 2 sec to flutter - Octave up to 3 sec sus MF
- Sus FFF - Octave down to 3 sec sus MF
- Portato 3 sec subtle cres decres mp - clusters like the shining some stay on pitch
- Portato 3 sec subtle cres decres f others go down whole tone
- Bend downs 1/2 step Mummy - cluster cresc like ewqlso 1
- stac fff x 3 very short - 1/2 step bend downs like the village
- Marcato 1 sec FF - Matrix Hell
- Marcato 1 sec MF - Clusters
- Clusters mp

 EWQLSO: 129 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Piccolo Tromba Corno Solo
- Sus mp - Staccato short p
- Sus f - Staccato short mp
- Stac mp x2 - Staccato short mf
- Stac f x2 - Qlegato mp
- 1/2 step trills - Qlegato mf-f
- Whole step trills - Staccato short FF
- Marcato mf
Corno d’Osso Tenore Solo Sus fff
Trombone Basso Solo - Stac fff
- Sus fff - Portato 3 sec mf
- Portato 3 sec mf - Marcato f 1 sec
- Portato 3 sec f - Qlegato MP
- Marcato f 1 sec - Qlegato F
- Stac mp - Mute sus mp
- Stac mf - Mute sus f
- Stac ff
Tuba Solo
- Sus FF
Tromba in Bb Solo
- Sus NV mp - Mute Sus F
- Sus NV mf - Marcato 1 sec MF
- Sus NV ff - Marcato 1 sec FF
- Stac short mp x8 - Portato 3 sec MF
- Stac short mf x8 - Stac FFFF short
- Stac short ff x8
- Crescendo NV P-FF 1 sec
- Crescendo NV P-FF 2 sec
- Crescendo NV P-FF flutter 3 sec
- Portato NV 2 sec subtle cresc and decresc
mp
- Portato NV 2 sec decresc mf atk
- Portato NV 2 sec decresc f atk
- Sus SLOW VIB MP 2 sec delay decres vib
fade
- Qlegato mp NV
- Qlegato mf NV
- Qlegato mp slow immediate vib
- Qlegato mf slow immediate vib
- Sus NV marcato 1 sec (long stac) MF
- Sus NV marcato 1 sec (long stac) FF
- Octave Up sus
- Octave Up gliss stac F
- 3 note fall chromatic

 EWQLSO: 130 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Percussioni Orchestrali - small guiro
- Wind machine
Pitched - Artillery Shells
- Celeste 2 vel + rel -
- Harpsichord Washboard
- 5 ft gong fx
- Marimba 3 vel - 37" Tam Tam fx
- 26" Zildjian Ride complete
Non pitched -
- Sleigh bells 2 kinds 18" Zildjian Crash fx
- Large Roto Toms
- Wood Blocks 8 different blocks multi vel
- 2 different Triangle open mute trem
- Larger Anvil Timpani
- Med hard mallet 16 vel left hand
- puilli sticks 2 types - Med hard mallet rolls constant loopable F
- Waterphone 50 variations - Soft mallet 4 vel from medium to FF
- Rub Rods
- Tambourine high pitch
- Steel Plates
- Taikos
- Slapsticks
- Mahler Hammer

L’ Edizione Gold Professional include tutte le articolazioni presenti nell’Edizione Platinum


che non sono contenute nella Edizione Gold. Sono tuttavia presenti esclusivamente i files con i
microfoni “dal palco” (S) e solo nella versione a 16-bit.

SILVER PROFESSIONAL
- Sordino mp med vib
Archi - Sordino mf heavy vib
3 Violoncelli - Bartok Pizz
- Sus Vib mp
- Sus Vib f heavy vib
- flautando nv 10 Viole
- Pizz P
- Pizz MF
4 Violini - Pizz F
- Sus Vib mp
- Qlegato MP
- Sus Vib f heavy vib
- Qlegato MF
- flautando nv
- Sordino MP med vib
- Sordino MF heavy vib
10 Violoncelli - Tremolo F
- Qlegato mp
- Qlegato F - Spiccato up down
- Marcato short FFF ugly x2 - Bartok Pizz
- Spiccato up Down
11 Violini

 EWQLSO: 131 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
- Qlegato P - Pizz mf
- Qlegato F - Pizz f
- Sordino MP med vib - Exp subtle soft long
- Sordino MF heavy vib - Spiccato Up Down MP
- Harmonics false - Sus NV MF with fast atk
- Staccato Up Down P x2
- Pendereki bridge and normal stac and Violino Solo
long -
- Spiccato Up Down Qlegato MP 3 bows
- Qlegato F 3 bows
- Pizzicato P
18 Violini
- Qlegato mp - Pizzicato MF
- Qlegato f - Pizzicato F
- spiccato up down x 2 - Spiccato Up Down
- Bartok Pizz - Marcato short FF nv
- Subtle exp P leg light vib no swell
Arpa - Octave slide up to 2 sec sus mp bow on
- wholetone stuff C string
- wholetone stuff C# - Octave slide down to 2 sec sus mp

Violoncello Solo Legni


- Sul Tasto 2 bows
- Qlegato F 3 bows Clarinetto Basso
- Pizzicato MP - Sus NV mf to go in between last time
- Pizzicato MF - Qlegato mp
- Pizzicato F - Qlegato mf

Contrabbasso Solo Corno Inglese 2 (bello e oscuro)


- Sus Vib mp - Sus Vib mp smooth fast atk delay vib
- Sus Vib f - Exp subtle mp atk
- Martele Short Up Down mp - Qlegato mp
- Martele Short Up Down f - Qlegato mf
- Martele short up down mf - Exp mf lyrical miroslav
- Spiccato Up Down F - Staccato mp
- Pizz mp - Staccato mf
- Pizz mf - Staccato F
- Pizz F
- Exp long subtle mp Flauto da Concerto
- very short staccato mp
- Marcato FFF short
- very short staccato mf
- very short staccato f
Viola Solo - short staccato overblown
- Sus Vib mp 2 bows
- Sus Vib f 2 bows - 1/2 step trills
- Qlegato mp 3 bows - Whole step trills
- Marcato FF short - Qlegato mp
- Martele short Up Down x4 MF - Qlegato f
- Pizz mp - sus nv p

 EWQLSO: 132 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Flauto Piccolo 4 Tromboni Tenore
- NV p - Mute Sus mp
- Qlegato mf vib - Mute Sus mf
- Rips up 5th FFF squeak fast x2 - Mute staccato mp x3
- Mute staccato mf x3
Fagotto Solo - Sus FFF
- mp vibrato with atk - stac fff x 4 very short
- Qlegato mf
6 Corni Francesi
Clarinetto Solo - Marcato f 1 sec
- Qlegato mp - Stac short mp x2
- Qlegato mf - Stac short mf x2
- Portato subtle 3 seconds mp - Stac short f x2
- 1/2 Step trills - Stac short ff x2
- Whole step trills - Muted Sustain mf
- Qlegato mp
Oboe Solo - Qlegato f typical med bright
- Qlegato mp - Clusters
- Qlegato f
- soft exp with slight swell
Piccolo Tromba
- Sus mp
Ottoni - Sus f
- Stac mp x2
2 Trombe in Bb
- Mute Sus mp - Stac f x2
- Mute Sus f - 1/2 step trills
- Mute Staccato mp x 4 - Whole step trills
- Mute Staccato f x4 - Marcato mf
- VERY short staccato mp x6
- VERY short staccato mf x6 Trombone Basso Solo
- Sus fff
- VERY short staccato ff x6
- Portato 3 sec mf
- Sus mp
- Portato 3 sec f
- Sus mf
- Marcato f 1 sec
- Sus fff
- Stac mp
- Qlegato mp
- Stac mf
- Qlegato mf
- Stac ff
4 Tromboni Bassi
- Mute Sus mp
- Mute Sus f
- Mute staccato mp x2
- Mute staccato mf x2
- Sus FFF
- stac fff x 3 very short

 EWQLSO: 133 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
Tromba in Bb Solo 2
- Sus NV mp
Percussioni Orchestrali
- Sus NV mf Pitched
- Celeste 2 vel + rel
- Sus NV ff
- Marimba 3 vel
- Stac short mp x8
- Harpsichord
- Stac short mf x8
- Stac short ff x8
- Crescendo NV P-FF 2 sec Non pitched
- Sleigh bells
- Qlegato mp NV - Wood Blocks
- Qlegato mf NV - 2 different Triangle open mute trem
- Qlegato mp slow immediate vib - Larger Anvil
- Qlegato mf slow immediate vib - Tambourine high pitch
- small guiro
Corno Solo - Washboard
- Staccato short p
- 37" Tam Tam fx
- Staccato short mp
- 26" Zildjian Ride
- Staccato short mf
- Qlegato mp
- Qlegato mf-f
- Staccato short FF

Corno d’osso Tenore Solo Sus fff


- Stac fff
- Portato 3 sec mf
- Marcato f 1 sec
- Qlegato MP
- Qlegato F

Tuba Solo
- Sus FF
- Portato 3 sec MF
- Stac FFFF short

 EWQLSO: 134 

La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra

 INDICE
Simboli crescendo 93
sul rilascio 93
10 Viole 62 Cross Fade 32
10 Violoncelli 61 dinamico 32
11 Violini Secondi 63 altri cross fade standard 33
18 Violini Primi 65 personalizzati 33
3 Clarinetti 70 Cotali 119
3 Flauti 70
3 Oboi 71 D
3 Tube di Wagner 77
4 Trombe 77 DAW 20
4 Tromboni 77 Diagrammi di Keyswitch 15
6 Corni Francesi 78 diminuendo 93
9 Contrabbassi 67 dinamiche 85
Direct From Disk 46
A DirectX 23
Direct Sound 23
Ampia sezione d’archi 69
Archi Solisti 99 E
Arpa 68
articolazioni 44, 29 Ensemble 44
ASIO 23 Expression 41, 87
attacco 84
F
B
Fagotto 72
bouncing MIDI 49 File di articolazione 29
C Flauto Alto 71
Flauto da concerto 73
Flauto Piccolo 76
flutter tongue 86, 95
Campane orchestrali 120 forte-piano 92
campionamenti cromatici 51 full mics. Vedere posizioni microfoniche
Castagnette 119
Clarinetto 73 G
Clarinetto Basso 72
close. Vedere posizioni microfoniche glissando 86, 94
Codici di Controllo MIDI 125 glockenspiel 119
Controfagotto 74 Gold 26
Core Audio 23 Gong 115
Corno Francese 80 grace note 93
Corno Inglese 75 Grancasse 118
Credits 11

 EWQLSO: 135 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
H Ornamentazioni 86
Ottoni Solisti 106
I

Incudine 16, 118 P


Installazione 17
panning 44
Instruments 25
panorama 37, 44
instruments 19
Pedal Legato 108
Percussioni orchestrali 82
J Piatti 114
pizzicato 86, 95
K Platinum 26
polifonia 47
Keyswitch 16, 30, 96–112
portato 89
keyswitch
Posizioni Microfoniche 12–16
Platinum e Gold
Preload buffer size 48
archi 99
Prossimità 38
legni 101
ottoni 106
Sezione d’archi 96 Q
Sezione d’ottoni 104
Sezione di legni 100 R
Keyswitch Silver 108
Registrazioni 5, 8
Kompakt 20, 24, 135
Reserved Voices 48
Kompakt Player 135
Release Trail 43, 52
Reverbero 56
L rip 86
risoluzione di campionamento 51
Legatura 89
Rullanti 117
Legato 45
Legni Solisti 101
S
M Sample 29
Sequencer 26
Manuale Operativo 23
Sezione d’archi 69
marcato 86, 95
Sezione di ottoni 79
martelé 86,
Sezione di legni 76
Master 108
Sezioni d’Archi 96
Memoria virtuale 49
Sezioni di Legni 100
Mod Wheel 31
Sezioni di Ottoni 104
MME 23
sforzando 92
Multimedia 23
shake 86
multis 19, 25, 34
Silver 26
spiccato 87,
N staccato 90
stage. Vedere posizioni microfoniche
O Strumento 29
surround. Vedere posizioni microfoniche
Oboe 75

 EWQLSO: 136 
La Guida Completa alla EastWest / Quantum Leap Symphonic Orchestra
T

Tabella delle percussioni 113


Tabelle delle Percussioni 16
Tabelle di Articolazione 13
tamburino 120
Tamburo militare 119
Tecniche esecutive 86
tensioni 85
timpani 120
Tom 116
tremolo 87,
triangolo 122
trillo 86
Tromba 81
Tuba 81

velocity 17, 40
Versione Pro 126
Vibrafono 124
Vibrato 85
Violino 69
Violoncello 68
Voice buffer size 48
Volume 40

Woodwind 76

Xilofono 124

zoom audio 54

 EWQLSO: 137 