Sei sulla pagina 1di 2

Nella mia stanza non posso ti ricordi delle facce dei nostri figli, oltre alla nebbia, ai tre

ia, ai tre gradi, la notte uscivo, soffro di inson-


catturare nuvole quell'odore indolenzito che si por- sempre sotto zero, quasi nia
non posso vivere dell'amore tavano appresso, non era candore, sotto terra cercavo prostitute da drogare
incondizionale dei miei uomini mi hai regalato una casa e torturare
perché loro hanno ucciso uno li ho sepolti in quel lago vicino a è costruita con i fegati dei le rendevo bambole vive nella
ad uno quei cigni di carta pesta casa tua, casa tua e di tua moglie, cigni di carta mia casa di fegati
rubati al giardino zoologico, mi hai detto che saresti loro mi ascoltavano senza
lei è più bella, vedrà anche lei gal- venuto a vivere con me, muovere le labbra, alle cinque
non posso più respirare leggiare i piedini del frutto del avevi detto che oltre alla virgola dodici secondi pre-
hanno nostro amore, nebbia c'era la felicità paravo il tè per me e le mie
bevuto tutta l'acqua del lago e amiche, erano celestiali nei
gli alberi sono sono così belli che avrei voglia di loro vestiti da puttane,
morti, mangiarli crudi,

poi sono arrivati i bambini


i parti sono cose da donne, gli la notte non li lasciavo dormire
uomini non ne capiscono il perché la privazione del sonno FREE PRODUCT
porta alla pazzia
dolore
quando chiudevano gli occhi
FOR
erano tre belle creature
bionde gli bruciavo la pelle, VOICI LA BOMBE
nate dal sesso come castigo a Thomas, il più grande delle tre
matrioske, gli ho inciso gli occhi
erano figli del nazismo erano come i tuoi MARZO 2011
e
mi divertivo a vestirli da non volevo più guardarti negli
ospedale occhi
http://voicilabombe.altervista.org
per risaltarne la pelle pallida
tipica della mia famiglia le urla sono state barbare prov- cont@ct: voicilabombe@gmail.com
enivano da un luogo sconosciuto
non mi divertivo a
giocare con loro per tutto il dolore
non gli ho mai inseg- poi mi hai comprato un cane, provocato, perdono
nato a parlare per compensare il primo gli uomini e le loro bes-
aborto tialità
muggivano, parlavano l'avremmo cucinato per tua perché ho una stanza anche per la tristezza.
fra di loro con gli moglie per tutto
occhi, tranne Thomas