Sei sulla pagina 1di 1

NUOVO CASO MOZZARELLE BLU A CAMPELLO, ARRIVANO NAS

PERUGIA. PRODOTTE IN UMBRIA

Atteso per oggi l’arrivo dei Carabinieri che effettueranno le analisi. I


consigli del Ministero della Salute
Umbria - 18/08/2010 08:40

di Carlo Ceraso
Un nuovo caso di mozzarelle blu è scoppiato a Campello sul Clitunno. La
notizia, anticipata da Tuttoggi.info nel corso della notte, trova ora le prime
conferme. Ad acquistare la partita di latticini da un alimentari della zona
(una decina le mozzarelle che hanno assunto il colore bluastro) era stata
sabato scorso una signora residente nella cittadina famosa per le Fonti del
Clitunno. A differenza di quanto si credeva in un primo momento però le
mozzarelle non sono state vendute sfuse ma si trovavano racchiuse in
confezioni singole.
Lunedì scorso alcune di queste sono state aperte dalla donna, poco prima
di mettere a cena la propria famiglia. E solo a quel momento è stata fatta la sconvolgente scoperta: i bocconcini
stavano cambiando colore.
Chi ha avuto modo di vederle dice però che “non sono completamente del colore blu cobalto (come quelle
mostrate in Tv a giugno quando scoppiò lo scandalo, n.d.r.) ma presentano dei puntini in superfice di colore
celeste”.
La signora ieri si è presentata alla locale stazione dei carabinieri, che dipende dalla compagnia di Spoleto, per
sporgere formale querela. I militari hanno provveduto a porre sotto sequestro l’intero acquisto e ad avvisare
immediatamente i colleghi del Nas di Perugia che già da questa mattina, a quanto trapela, dovrebbero cominciare
le prime analisi sulle mozzarelle.
Nel mirino, se i riscontri sanitari dovessero essere confermati, l’azienda produttrice, una società umbra che opera
fra i comuni di Spoleto e Foligno.
Il nuovo caso, dopo quello delle mozzarelle prodotte in Germania, sta facendo il giro di Campello ma è destinato
ad interessare anche i Comuni vicini dove l'azienda produttrice distribuisce i propri prodotti. Il fatto sarebbe stato
già segnalato alla procura della repubblica di Spoleto che dovrebbe a breve aprire un fascicolo.
Per il Ministero della Salute la causa del mutamento del colore è con ogni probabilità da addebitarsi
al pseudomonas fluorescens, batterio che vive nel suolo e nelle acque superficiali (clicca qui per i consigli degli
esperti).