Sei sulla pagina 1di 3

Elaborato Tesina

esina
Psicopedagogia
Il Mister
Candidato : Mordillo Enrico
Introduzione
Largomento preso in esame dal mio elaborato tesina Il Mister , ruolo che da diversi anni ricopro nellattivit di
Base del Novara Calcio . Personalmente ritengo che il mister sia la persona a cui venga assegnato un ruolo di primaria
importanza tanto quanto delicato.

I Ruoli del Mister

allenanti, rappresenta e difende il gruppo


dallesterno, controlla le relazioni interpersonali nel
gruppo, ha il potere di premiare o di punire.

Educatore

Organizzatore

E importante che il mister sia una persona estremamente


motivata , che abbia voglia di mettersi in gioco , essere
sempre in continuo aggiornamento attraverso corsi
daggiornamento , riviste , libri , ricerche ecc. Inoltre il

Leader

Tecnico

Nel ruolo di tecnico,


tecnico a lui affidato
linsegnamento
dei
fondamentali
tecnici , tattici e motori del gioco del
calcio , ma lallenatore non solo
insegna, ma studia e programma con il
proprio contributo creativo.
Nel ruolo di educatore,
educatore, lallenatore
un pedagogo: non solo arricchisce il bagaglio
tecnico-motorio
motorio dellallievo, ma ne influenza lintera
personalit,
Nel ruolo di organizzatore promuove la
partecipazione, definisce i tempi, conosce le
interazioni, le coordina sotto laspetto
o tecnico, orienta
il gruppo-squadra
squadra e ne ridimensiona i conflitti. Ha
delega direttiva;
Nel ruolo di leader,, lallenatore costituisce il centro
del gruppo, un modello, disimpegna dalle
responsabilit decisionali e di esecuzione delle attivit

mister svolge altre attivit come :


Gestire le relazioni tra Tecnico e Atleti in maniera
rigida o democratica.
Avere una pedagogia dellallenamento che sia frutto
di una sua teoria (scientifico - sistematica) oppure
dettata dalla sua esperienza(empirico pratica ).

Guida e preparazione degli atleti alla competizione,


secondo un metodo di tipo tattico (a seconda

dellavversario), oppure emotivo (stimolando fiducia),


o psicologico (per conoscenza profonda dellatleta).
La Personalit dellallenatore

Perch importante la personalit dellallenatore?


I tratti di personalit e il livello di stabilit psichica del
tecnico determinano la condizione psicologica degli
atleti;
Il bagaglio tecnico dellallenatore risulta inutilizzabile
se questi presenta aspetti caratterologici ostacolanti;
Allenatore e atleta
eta sono due condizioni differenti,
differenti ma,
almeno sul piano psicologico, il tecnico solo un
atleta un po cresciuto.
La persistenza di scompensi della
personalit impediscono al tecnico di
vestire in modo adeguato i panni
dellallenatore.
La Personalit direttiva
Quando una persona esercita per lungo
tempo ruoli di comando o guida, il suo
comportamento direttivo tende a far
emergere o rinforzare tratti di
personalit
sovente
a
carattere
stereotipato.
E possibile distinguere diverse tipologie
di personalit
it che possiamo riscontrare a
seconda dellallenatore:
La personalit dominativa:
dominativa: il tipico capo, rigido e
inflessibile,
intollerante
lambiguit,
formale,
conformista, vincolato alle regole, ma comunque
attivo, vigoroso, aggressivo ma potenzialmente
carismatico;
La personalit burocratica: espressione di un
adattamento passivo al ruolo di comando,
interpretato
to con distacco, impersonalit, insicura,
insicura
incerta, con debole autostima, prima di iniziativa e
vitalit. Tuttavia potenzialmente efficiente e
rassicurante per i subordinati.
La personalit partecipativa:
partecipativa: flessibilit, prontezza a
cooperare, autostima, empatia, alto livello intellettivo,
maturit emotiva e iniziativa sono tipici della
personalit democratica (Lewin, K. , 1965);
La personalit permissiva:
permissiva: tipica di chi bloccato
dalle responsabilit che il ruolo di comando impone e
dai sentimenti di colpa che ne derivano, con
conseguenti dinamiche affettive di fragilit.

Caratterialmente la persona si mostra poco motivata,


passiva, insicura, fatalista e fugge dalle responsabilit;
I tratti caratteriologici dellallenatore
La figura dellallenatore presenta diversi tratti
caratteriologici come :
I leaders,, gli allenatori dovrebbero possedere
intelligenza, livello socio-culturale
socio
e capacit di
stabilire rapporti sociali superiore alla media del
gruppo degli atleti;
Genericamente, come per un leader, la riuscita del
tecnico dipende dal suo aspetto carismatico, ma
senza eccessi . Ogni allenatore pu orientare la
propria leadership verso due estremi : lesperto

logotropo

da una parte, leducatore paidotropo

dallaltra.
Le competenze che un buon allenatore dove possedere
sono sempre in continuo aumento , tra queste troviamo
la comunicazione .

Perche importante la comunicazione ?


Lallenatore
deve
parlare
a
pi
persone
contemporaneamente,
ontemporaneamente, intrattiene rapporti faccia a faccia
e parla a tutti coloro che gravitano nellambiente,
nellam
inoltre
capita spesso che il tecnico debba parlare tramite i mezzi
di comunicazione di massa.. Determinante diventa labilit
come comunicatore, affinch possa ben interpretare il
suo ruolo al di fuori oltre che sul campo, dovendo
guidare pi persone. Comunicare efficacemente, dunque,
ma senza che ci comporti per il tecnico perdere la
propria spontaneit e autenticit , quindi il tecnico
chiamato, a costruire, su questa base, nuove attenzioni
per interpretare meglio, per controllarsi meglio, per
convincere
e meglio, per difendersi meglio. Lallenatore
comunica sempre in condizioni difficili, al chiuso come
allaperto, mai in intimit e tanto meno con tempo
adeguato rispetto agli interlocutori e, anzi, sempre in
sovraccarico.

Dove e quando comunicare ?


In generale, quando lallenatore deve dare istruzioni
tecniche bene che ne godano tutti per principio di
d
parit ed economia. Ma ci sono momenti in cui la
pressione sul singolo tale che allallenatore conviene
salvaguardarlo temporaneamente, intervenendo
intervene
su di lui
in via privata, ma senza continuit e senza ostentazione.

Continua

seguirmi

su

ilnuovoallenatore.com
Troverai esercitazioni , video , tutorial
e tanto altro materiale tecnico per
la tua squadra di calcio 1!!!