Sei sulla pagina 1di 2

Cantagallo,15 Novembre 2014

Oggetto:interrogazione comunale Piano speditivo Allarme frana di Migliana

Presa visione
del Piano Speditivo Allarme frana, in riferimento al Dissesto idrogeologico di
Migliana, parte integrante del Piano di Protezione Civile intercomunale attualmente
operativo nellUnione dei Comuni della Val di Bisenzio, approvato con delib. G.E. n
50,dato in visione ad alcune associazioni di volontariato del Comune

Considerato
che nella zona del movimento franoso oltre ai soggetti gi evacuati risiedono 44
famiglie corrispondenti a 92 abitanti

Visto
che le sezioni o i comitati delle organizzazioni che possono essere impegnate nelle
attivit di previsione,prevenzione e intervento in vista o in caso di eventi calamitosi
devono essere iscritte nellelenco territoriale (della propria Regione o Provincia
autonoma ) delle organizzazioni di volontariato di protezione civile secondo quanto
stabilito dalle normative vigenti
IN CASO DI PREALLARME E DI ALLARME
In riferimento allattivazione dei servizi di volontariato delle associazioni :

-Misericordia di Migliana
-Misericordia di Luicciana
-Pubblica assistenza di Vaiano
-Pubblica assistenza di Carmignanello
-Presidente del Comitato dei cittadini di Migliana interessati dalla paleofrana
,consigliere comunale Capri Enrico

Chiedo al Sindaco del Comune di


Cantagallo,

nel rispetto delle regole,


-di sapere se queste sezioni sono abilitate dalla Regione Toscana per interventi di
protezione civile (art .13 della L.R 67-2013 ,DPGR 62/R 2013)
-Per quanto riguarda il comitato dei cittadini di Migliana se questa associazione
locale regolarmente registrata, attiva,se il consigliere Enrico Capri il suo
Presidente e se stata formalizzata unapposita convenzione per regolamentare
compiti e competenze in caso di Preallarme e Allarme.
Dal momento che in vallata abbiamo la fortuna di avere a Vernio un comitato locale
di Croce Rossa Italiana , registrato,preparato e informato per impiego in protezione
civile.

-di sapere perch detto comitato non stato inserito nellelenco dei Soggetti che
saranno impiegati nella pianificazione della risposta operativa in base ai livelli di
monitoraggio della frana.
-In caso di evacuazione da chi saranno censiti i cittadini e se i moduli abitativi
dellUnione dei Comuni in uso alla VAB Valbisenzio posti ad Usella sono
attualmente idonei alluso previsto dal piano (hanno corrente,acqua,sono allacciate
alla rete fognaria).
-In riferimento alle aree dotate di idonei parcheggi per i mezzi degli evacuati si legge
nel piano che i cittadini avranno a disposizione degli spazi personali presso il
magazzino del Comune di Cantagallo in localit Luicciana per raccolta di eventuale
mobilio e/o altri oggetti ingombranti.dal momento che lo stesso magazzino
attualmente sede della centrale a biomasse a cippato legnoso e di una caldaia a gpl.

Chiedo se il magazzino ha lautorizzazione dei vigili del fuoco per lutilizzo


previsto in caso di evacuazione delle famiglie interessate al movimento franoso di
Migliana.

Visto che il Sindaco del Comune la prima autorit di Protezione Civile non
essendo specificato nel piano speditivo allarme frana di Migliana lavviso ai gestori
locali delle infrastrutture pubbliche .

Chiedo
di sapere se questo compito sar delegato al Vice Sindaco del Comune di Cantagallo
dal momento che le deleghe delle funzioni al Vice-Sindaco non sono state indicate
nel piano e perch in caso di perdurare delle emergenze non si pensato di destinare
il centro visite di Cantagallo come struttura ricettiva finalizzata allospitalit delle
Persone evacuate.

Alessandro Logli capogruppo de La citt per noi di Cantagallo