Sei sulla pagina 1di 1

VENERD 29 NOVEMBRE 2013

FOSSOMBRONE, CAGLI E URBANIA

27

UNIVERSITA UN DOCUMENTO FIRMATO DA TUTTI I GRUPPI PER IMPEGNARE LA GIUNTA SULLAUTONOMIA DELLENTE

Ersu unico, il consiglio provinciale teme lesproprio


ANCHE se c chi pensa che non sia pi un rischio, sono in molti a credere ancora che il progetto di un Ersu unico non sia stato accantonato dalla Regione. Ne la riprova il testo che verr votato oggi pomeriggio (probabilmente per essere approvato) in Consiglio provinciale. Latto, sottoscritto dai capigruppo Giannotti (Sd), Tagliolini (Pd), Baldelli (Pdl), Savelli (Rc), Vergari (Psi), Rovinelli (Idv), Mei (Udc), Cancellieri (Lega), dal presidente del Consiglio Bartolucci e condiviso anche da altri consiglieri sensibili alla causa, serve ad impegnare la giunta a prendere iniziative per mantenere la piena autonomia dellente urbinate, sollecitare il coinvolgimento delle istituzioni locali e delle forze economiche nella gestione strategica delluniversit, e chiedere alla Regione un piano in sostegno del diritto allo studio (sia attraverso borse di studio che sviluppando una politica residenziale in grado di salvaguardare il patrimonio immobiliare esistente). C infine unultima richiesta che pu essere vista come strumentale alle altre: quella di attivare un tavolo di confronto permanente fra le istituzioni scolastiche, il sistema delle autonomie locali e le forze sociali, alfine di monitorare la situazione e programmare le iniziative pi adeguate per lulteriore qualificazione dellofferta universitaria sul territorio della provincia di Pesaro e Urbino. Questo atto spiega Roberto Giannotti vuole stimolare la politica e le istituzioni ad alzare la guardia su un tema importante. Perch se ne senta il bisogno lo spiegano bene le parole inserite in premessa al testo da approvare. Che in sostanza ricordano come, di fatto, laccorpamento degli Ersu non sia solo un rischio, ma sia gi in corso con la nomina di un unico direttore per le sedi di Ancona, Macerata e Camerino.