Sei sulla pagina 1di 1

il Giornale

Marted 19 gennaio 2010

CULTURA

33

NUOVE EDIZIONI E VECCHIE RUGGINI

La divina battaglia: in palio c Dante


Presentate le monumentali Opere di Dante a cura del Centro Pio Rajna e patrocinate dallo Stato Nel Comitato scientifico non c la Societ fiorentina intitolata al poeta: la lite fra accademici continua
Alessandro Gnocchi

he Dante sia la superstardellaletteratura italiana un dato di fatto: i readingdiVittorioSermonti sono stati un fenomeno culturale, gli show di RobertoBenignihannodominato il botteghino e pure gli ascolti televisivi(il23dicembre2002su Rai Uno, Lultimo del Paradiso, fece segnare 12 milioni 687mila spettatori,45,48percentodishare). Spesso il poeta stato reclutato dalla pubblicit, poco tempo fa lo si vedeva concentrato a scriverela Commedia suunrotolo di carta igienica. Anche il mondodeivideogamenerimasto affascinato, tanto che uno dei titoli in uscita pi attesi Dantes Inferno in cui Alighieri, messo da parte il Dolce Stil Novo,menalemanicomesiconvieneaunnerborutocrociatodecisoastrappareBeatricedallefauci di Lucifero con lausilio di un Virgilio sotto steroidi. Dante forse lautore pi letto,studiatoecommentato.Que-

PROGETTO Previsti otto volumi in 15 tomi. Testi ripuliti e un nuovo commento


sto per non significa che la sua operasiaprivadizonedombra. Anzi.Lesueoperesonostatetramandate da una infinita serie di mediatori(copisti,editori,eruditi) motivo per cui, in assenza di autografi,itestisonospessomalcerti. E la filologia dantesca uno dei settori pi scivolosi e affascinanti dellitalianistica. Ricostruirela fortunadi Dante, investigarne la tradizione di secolo in secolo, un modo di interpretare e capire lintera cultura italiana. Per questo motivo la nuova edizionecommentatadelleoperediDante,iniziativadelCentro Pio Rajna (in collaborazione conCasadiDante)presentataieria Roma,sarunevento.Ilprofessor Enrico Malato, dantista e presidentedelCentro,spiegacos il piano editoriale: Otto volumi articolati in 15 tomi. Entro il 2018, prevista la pubblicazionedeiprimisettevolumi,cuiseguir lottavo di Indici tra il 2019 eil2020.Inanticipoquindisullascadenzadelsettimocentenario della morte del poeta (2021) e a un secolo esatto dalla storica edizione delle opere dantesche datata 1921 e coordinata da Michele Barbi (ancora fa testo, a partela Commedia,percuisiutilizza il testo fissato successivamente da Giorgio Petrocchi). Si parte, questanno, con le opere latine: Epistole, Ecloge, Questio deaquaetterra,acuradiManlio Pastore Stocchi. Limpresasembraardua,einfatti lo . Ma il Centro ha maturato esperienza, riuscendo a mandare inlibreria, fra il2001 e il 2009, dieci volumi (18 tomi, 18mila pagine) dellEdizione nazionaledeiCommentidanteschi. Una bella lezione di efficienza, in un Paese dove opere simili(vediil Dizionariobiografico degli italiani o lIndice dei manoscrittidellebibliotecheitaliane) iniziano ma non si sa quando e se finiranno. Lidea ripulire il testo dantesco alla luce dei nuovi studi, e fornirne una lettura complessiva e uniforme,ambizionecherendeindispensabileunuscitadeivolumi in successione, per cos dire, rapida. possibile che ne esca un Dante un po diverso, e che siano illuminate di riflesso ancheleepochesuccessivedel-

LINIZIATIVA
SCONTRO INFERNALE
Unimmagine del videogame Dantes Inferno uno dei pi attesi dai fan delle battaglie digitali. Nel gioco Dante, molto poco filologicamente, un crociato che fa a pezzi i demoni a colpi di alabarda.Maanchegli accademicisi battonoper averelonore ela possibilit di fare ledizione commentata delle opere del grande poeta

Il piano editoriale si chiude nel 2020


stata presentata ieri a Roma la nuova edizione commentata delle Opere di Dante realizzata per il settimo centenario della morte del poeta per iniziativa del Centro Pio Rajnae in collaborazione con laCasadiDante inRoma.Lopera, cheha avuto il patrocinio della presidenza del Consiglio e del ministero dei Beni culturali, finanziata da fondazioni bancarie: Istituto Banco di Napoli e Fondazione Banco di Sicilia. Limpresa monumentale e i tempi previsti serrati: otto volumi in 15 tomi, partenza questanno con le opere minori in latino, arrivo nel 2020 con gli Indici. Finalit del lavoro fornire un commento aggiornato e uniforme dellopera omnia del poeta prima del 2021, anno in cui si celebra il settimo centenario della morte. I volumi saranno editidaSalerno.AnimadelliniziativaEnricoMalato,dantistaedirettore del Centro Pio Rajna.

la nostra letteratura. La nuova edizione pi che mai ufficiale: ha avuto lalto patronato del presidente della Repubblica,ilpatrociniodellapresidenza del Consiglio dei ministri e del ministero per i Beni e le attivit culturali. Ma lo Stato, spiegaMalato,nonmetterneanche un euro, e del resto nemmeno labbiamo chiesto poich lopera finanziata da due Fondazioni bancarie (Istituto Banco di Napoli e Fondazione Banco di Sicilia). Nonmancanorisvoltipolemici, sui quali tutti gli interessati glissano. La cronaca del recente passato ha registrato un duro scontro, ancora lontano dal risolversi,allinternodellaSociet dantesca, lente nato alla fi-

ne dellOttocento per promuovere ledizione critica (che cosa assai diversa da unedizione commentata) della Commedia e delle opere minori. Laccademia, solitamente compassata, in quei frangenti, non si fatta mancare nulla: accuse reciproche di voler monopolizzare gli studi danteschi, sedute concluse dallingresso della polizia in aula,defenestramenti,scissioni e perfino scissioni interne alle scissioni. Riassumendo, il nodo era il seguente: secondo Malato, che affid le sue riflessioni a un pamphlet, la Societ dantesca peccava di immobilismo e di scarsa apertura verso lesterno. Dallaltra parte, si replicava che andava escluso chi intrattenesse attivit in diretta concor-

renza con quelle dellistituzione fiorentina. Ferite vecchie, i fatti sono del 2006-2007, ma ancoraaperte.Inevitabilmenteoggibalzasubitoallocchiolestraneit della Societ dantesca dal progetto del Centro Studi Pio Rajna, anche se alcuni studiosifiorentini,legatiallaSociet in passato, sono coinvolti a titolopersonale.Ilrisultato,paradossale,cheoggidifattoesistonoduesocietdantescheconfi-

FAZIONI Gli studiosi sono spaccati in due: e invece di collaborare, ognuno fa da s


nalit simili. Negli ultimi anni quella ufficiale ha licenziato opere importanti, quali le Rime a cura di Domenico De Robertis, o la recente Monarchia a cura di Prue Shaw. Dante suscita reazioni forti daitempideiguelfiedeighibellini; ma visto il valore scientifico indiscutibile dei contendenti, da una parte e dallaltra, la pax accademica auspicabile.

Aforismi dautore
Pubblichiamo una serie di aforismi tratti dal Dizionario del perfetto cinico (Excelsior 1881, pagg. 172, euro 12,5) in uscita in questi giorni: una collezionedibattutefulminantiselezionatedaRolandJaccarddaimparare a memoria per far finta, in societ, di essere uomini dalla scorza dura e di consumata esperienza ABORTO Io sono contro. Uccidere un essere umanoprimachenascainammissibile. una dimostrazione di impazienza (Roland Topor) AMORE Vitalit dellamore: non possibile, senza commettere uningiustizia, parlare male di un sentimento che sopravvissuto al romanticismo e al bidet (Cioran) AMOR PROPRIO Il mio amor proprio defunto nel

Il cinico ha sempre la battuta pronta Anzi, ne ha un dizionario intero


naufragio dellinteresse che nutrivo per gli uomini (Chamfort) ASTRATTO Quanta gente astratta solo per apparire profonda! (Joseph Joubert) BELLEZZA Potere esecutivo (Georges Henein) CENSURA La censura la tassa che lo scrittore pagaalpubblicoperdiventarefamoso (Jonathan Swift) CONTRADDIRE Sono rari coloro che meritano di essere contraddetti (Ernst Jnger) CONTRONATURA Si dice che contronatura ci che va contro la consuetudine (Montaigne) DELUSIONE Da ogni essere umano, me compreso, mi aspetto il peggio, e raramente sono stato deluso (Johann Nestroy) DEMOCRAZIA Democraziasignifica semplicemente far bastonare il popolo dal popolo in nome del popolo (Oscar Wilde) DIO Se Dio esistesse, lo si saprebbe (Michel Contat) ESISTENZA Si passa la giovinezza a far credere di essere uomini. Let adulta a far credere di essere felici quando invece non lo si . La vecchiaia a far credere dinonessere rimbambitiquandoinvece lo si (Henry de Montherlant) FELICIT La felicit non esiste. Di conseguenza non ci resta che essere felici senza (Jerry Lewis) ILLUSIONI Ostentarediavernemolte;lamentarsidi cichecelehafatteperdere (Gustave Flaubert) INTELLIGENZA Lintelligenzalafacoltgrazieallaquale capiamo finalmente che tutto incomprensibile (Maurice Maeterlink)

IO Lio odioso, ma stiamo parlando di quello degli altri (Pascal) LAVORO Bisogna lavorare, se non per piacere, almeno per disperazione visto che, dopo tutto, lavorare meno noiosochedivertirsi (CharlesBaudelaire) MISANTROPIA luomo che sono che mi rende misantropo (Jules Renard) SENSO DI COLPA Nel senso di colpa alberga una presunzione smisurata (Jacques Rigaud) UMILT Lumiltlarroganzadelpovero (Jules Renard) VIRT Lutilit della virt talmente palese che le persone malvagie la praticano per interesse (Vauvenargues)