Sei sulla pagina 1di 1

30

il Giornale
Gioved 4 febbraio 2010

Cultura
RIPETO ERGO SUM

Rifare un po tradire (ma per amore)


Letteratura, cinema, musica pop, arte: gli anni Ottanta furono lepoca del remake, oggi invece domina la cover. Meglio loriginale o la copia? Lo sapremo soltanto alla prossima imitazione
Luca Beatrice

lianniOttantasono stati lepoca della citazione e del remake.Inpienoclimapostmoderno, recuperato finalmente un rapporto serenoconlastoriaeilpassato,sidiffonde la moda di giocare con le fonti, denunciando cos lorigine della propria ispirazione, e in qualchecasodirifare(quasi)letteralmenteunmodello. iltempo dei registi che studiano cinemaalluniversitedeipittoriche imparanolartealmuseo:alcuni filmdiBrianDePalmasonozeppi di riferimenti a Hitchcock, sia nella trama sia nei movimenti di macchina, altri registi, come Jim McBride, omaggiano la Nouvelle Vague rifacendo Fino allultimo respiro, il capolavoro di Godard,inversionehollywoodiana e sexy. Nei dipinti della Transavanguardia e dei Nuovi Selvaggi tedeschi, insistita levocazione della pittura novecentesca, con evidenti richiami a Sironi o De

CULTO
A sinistra, la copertina dellalbum dei The Flaming Lips dedicato a TheDarkSideoftheMoondeiPinkFloyd.Sopra, la copertina di Orgoglio e pregiudizio e zombies

ilfattochelenuoveversioniquasisemprenonsonobellequanto loriginale-perBobDylanonestamente disse che la sua All Along the Watchtower nelle mani di Jimi Hendrix era davvero unaltra canzone - e consideriamoquelleoperazionidiriscrittura totale, che ambiscono di fatto a ottenere un significato nuovo. Passiamo veloci su Fabrizio De Andr, massacrato prima da Morgan e poi scolasticamente eseguito dal figlio Cristiano. Nel 2007 i Dirty Protectors, band di Brooklynparticolarmenteincensata dalla critica, ha pubblicato RiseAbove,personalissimalettura di Damaged dei Black Flag, uno dei migliori dischi della band californiana hard core punk, pubblicato nel 1981. Qui la coverizzazione sconfina nella verae propria riscrittura,a partire dal minutaggio dei pezzi, brevissimi nelloriginale, irriconoscibiliquandotrasformatiin suite acustica.Benoltresonoandati iFlamingLipsdaOklahomaCity che la notte dello scorso capodannohannodecisodieseguire,

GIALLO DallHitchcock di De Palma e Van Sant alla Jane Austen contagiata dagli zombie
Chirico,GroszoBeckmann.Senza contare la corrente degli Anacronisti,che sidiverteaimitareil linguaggio del Manierismo cinquecentesco. Tipica dellera contemporanea la trasformazione del remake in cover, una pratica di rifacimento ormai diffusissima nellarteenellamusica,nellaletteratura e nel design. Il critico Marco Senaldi, che ha studiato glieffettidiquestofenomenonel saggio Cover Theory. Larte contemporanea come re-interpretazione (Scheiwiller, 2003), ha sottolineatochelasensazionestraniante quella non di ritornare semplicementeindietroneltempo, ma di stare dentro un tempo doppio,un tempo appartenente a un prima che si rivelato, alla fine, solo adesso. Puressendo amplissima la casistica,cunepisodio(eunadata) che segna il punto di non-ritorno nellapratica della coverizzazione.Nel1998ilregistaamericano Gus Van Sant ricostruisce maniacalmente, come un calco fedeledelloriginale, Psycho diAlfred Hitchcock. Il (nuovo) film a colori, gli attori sono diversi, malesequenzesonoreplicatetali e quali le originali. Curiosamente, sempre nel 98, una coppia di artisti inglesi, Iain Forsyth e Jane Pollard, decidono di rifare, a distanza di venticinque anni, lultimo concerto di David Bowie nella parte di Ziggy Stardust, coinvolgendo un perfetto sosia del musicista, recuperandoicostumioriginalieinvitando alla rappresentazione alcune persone che erano gi presenti al live di Bowie del 73. Indispensabile dunque quella consapevolezza concettuale, tipica nellarte contemporanea, che va ben al di l del semplice omaggioodelrimandopiomenoesplicito.Pichei tableauxvivants diLuigiOntani,dovelartista si mette in posa seguendo liconografia antica o il gesto di ricalcareleprimepaginedeigiornali,messoinpraticadaAlighiero Boetti, pi che i falsi Andy Warhol eseguiti da Mike Bidlo o la teoria appropriazionista di Richard Prince che fa sue alcune immagini della pubblicit (le pi famose sono quelle di Marlboro Man) riproponendole pari pari, bisogna considerare alcune operazioni estreme, come il particolare rifacimento di Pierre Huyghe del film Quel pomeriggio di un giorno da cani, ispirato a una storia vera. Dopo aver rintracciato lautentico protagonista della vicenda, Huyghe gli chiede di recitare in un nuovo film, dove poter sovrapporre la sua verit, diversa da quella della fiction. Queste coverizzazioni sono tra i rari casi in cui larte concettuale riesce a divertire, come testimoniava alcuni anni fa la curiosa mostra Neo Con curata da Cristiana Perrella allAccademia Britannica di Roma, basata sulleccentrico umorismo di alcunigiovaniautoricontemporanei che si divertono a rimettere in scena le seriose performance deglianni70.Traipibeffardi,il lavoro di Francesco Vezzoli, The ReturnofBruceNaumansBouncing Balls, che chiama un attore porno per rifare un video girato da Nauman nel 1969, mentre rimbalza i suoi testicoli con una mano. Se larte si mantiene sulla sogliadellirriverenza,nellaletteraturaquestoatteggiamentosfiora laparodia.QuirkBooksunacu-

CLASSICO Il prossimo calco contaminato sar Anna Karenina fra robot e cyborg
a sorpresa, lintero album mito dei Pink Floyd Dark Side of the Moon. Questo lavoro, che certamente comparir in molte playlist a fine 2010, segna la mutazione del pop-rock in arte per lelevatolivellodiconsapevolezza critica e concettuale del progetto. Linterpretazione di Wayne Coyne & Co, disponibile solo sui-Tunes,grazieancheallecollaborazionidiHenryRollinsePeaches, sembra riportare i Pink Floyd allera barrettiana, allucinataepsichedelica,dunqueinlinea con lo stile Flaming, ed completamente disorientante, ebbra, a tratti rumorista e futurista, riuscito connubio tra avanguardia e pop. Niente a che vedere con gli innumerevoli omaggi che hannodevastatoapiripreseildisco col prisma, a cominciare da una tremendaversione dub, quilafilologia si scontra con lambizione del completo rifacimento. E nevienefuoriqualcosadiassolutamente nuovo e irresistibile.

FORME Anche spot, concerti e performance non sfuggono alla legge della volte ritornano
riosa casa editrice americana che ha creato un vero e proprio filone di rivisitazione di romanzi classici.Ilprimotitolo Orgoglio epregiudizioeZombie (pubblicatoinItaliadaNord),incuiallepagine originali, fedelmente riportate,diJaneAustensisovrappon-

gono a un certo punto le nuove vicende firmate da Seth Grahame-Smithchesembranounfilm di George Romero. Sar presto il turnodiTolstoj,percelebrarneil centenario della morte, in una varianteimpazzitadiAnnaKareninaambientatatrarobotecyborg: Android Karenina uscir ingiugno,scrittodallinconsapevolerussoinsiemeaBenH.Winters, specialista di fantascienza. E se nel caso del design, o pi propriamente re-design, quandosiconsideralariproposizione dioggettipensatieprogettatidecinediannifa,dallaMiniallaCinquecento, i dettagli tradiscono che sitratta di cosenuove dizecca, pur travestite da repliche, limmissione nel tempo doppio si verifica soprattutto nella musica. Lasciamo perdere leffetto nostalgia che pu provocare lascolto di una cover di un must della nostra giovinezza, reinterpretato da Battiato, Elisa, FrancescoRengao(peripisofisticati)CatPower,etrascuriamo

Il saggio
Matteo Sacchi isarebbeunsegretolatogayin alcuniromanzidelpivittoriano degli scrittori vittoriani: Charles Dickens (1812-1870). Talunideipersonagginasconderebberounomosessualitlatente,mentrealcune relazioni eterosessuali sarebbero state ideate appositamente per sublimareimpulsi omosessualiinaccettabiliinepocavittoriana.Questaipotesisulle pulsioni omoerotiche (consce o inconsce) di uno degli autori pi istituzionali della letteratura inglese (Olivier Twist, Il Circolo Pickwick, David Copperfield...)formulatadaHollyFur-

Charles Dickens il moralista vittoriano? No uno scrittore trasgressivo e cripto-gay


neaux, docente di studi vittoriani alla LeicesterUniversityeautricedelsaggio QueerDickens.Erotics,Families,Masculinities (pagg. 304, sterline 55). Nel libro appena pubblicato in Gran Bretagna, nella prestigiosa collana di saggi della Oxford University Press, la Furneaux sostiene che il romanziere avrebbecelatonelleproprienarrazioni relazioni segrete tra personaggi dello stessosesso.Epercorroborarelatesicita brani di opere di Dickens. Il pi indicativo sarebbe quello tratto da Grandi speranze,doveHerbertaccudiscelamicoPipferitoin unarissa.Ilprotagonista PipdiceguardamiedHerbertrispondetiguardo,miocaroragazzo.Eancora Pip: toccami; ed Herbert: ti tocco, mio caro ragazzo. Assistere un ferito, secondo la Furneaux, avrebbe a quel tempoavutosottintesiomosessuali.Da Martin Chuzzlewit, Holly Furneaux ricava unaltra indicazione del segreto gaydelcelebrescrittore.Secondolateoriaespostanelsaggio,lasceltadifarinnamorare un personaggio della sorella dellamico nasconderebbe unamiciziaomosessuale.JohnWestlocksinnamora di Ruth, sorella del suo amico TomPinch,maancorprimadiincontrareRuth,John pensavaaquanto potesse essere graziosa e fantastica questa meravigliosa copia di Tom.

Ovviamente queste ipotesi stanno gisollevandopolemiche,vistocheDickensconsideratounagloriadellaletteraturanazionale.Interpellatodal Telegraph, il professor Vybarr CreganReid, uno dei pi noti specialisti della letteratura britannica del XIX secolo, ha invitato alla prudenza, suggerendo didistingueretraomosessualiteattrazione fra persone dello stesso sesso: non sono la stessa cosa. CreganReid ritiene per interessanti le teorie della Furneaux selette come correttivi di precedenti studi che vedevano dellatenteomoerotismoneipersonaggi di Dickens ma insistevano sul fatto che veniva sempre punito.