Sei sulla pagina 1di 18

Corso di Geografia a.a.

2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Lezione 3 maggio 2017

LORGANIZZAZIONE POLITICA DELLO SPAZIO


Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Geografia politica Geopolitica


= =
fotografia di una situazione passata con una fotografia di una situazione storica
evoluzione storica al suo interno evolutiva, presente e futura poich cerca di
interpretare un fenomeno, non oggettiva
TERMINE
Introdotto dal geografo tedesco Friedrich Definizione di Lacoste: la geopolitica va
Ratzel, nel 1897. vista come un approccio razionale di un
insieme di rappresentazioni ed argomenti
contradditori, che esprimono la rivalit di
diversi tipi di potere su dei territori
TERMINE utilizzato nel 1899 dallo svedese
Rudolph Kjelln
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Le incertezze sulla differenza fra geopolitica e geografia politica derivano dalla natura
controversa non solo della geopolitica, ma anche della geografia.
La geografia, in generale, sia fisica che umana, costituisce una disciplina indispensabile
per lanalisi dei fenomeni geopolitici, cio delle relazioni di potere, sia conflittuali che
cooperative, che hanno luogo su un determinato territorio. Il metodo geografico appare
particolarmente efficace proprio per la sua capacit sia di analisi che di rappresentazione
sintetica dei vari fattori e fenomeni fisici e umani, nonch della loro interazione negli
spazi significativi per il problema in esame. In tempi recenti, specie a seguito
dellaumento del controllo dei governi sulla vita sociale ed economica e della capacit
delluomo di modificare la natura per mezzo della potenza della tecnologia moderna,
lattenzione dei geografi si rivolta agli effetti dellazione delle forze politiche
sullambiente geografico.
Mentre la geografia politica si interessa della distribuzione spaziale dei fenomeni politici
e della loro influenza sui fattori geografici, la geopolitica studia la relazione inversa, cio
linfluenza dei fattori geografici sulle analisi, le scelte e le azioni politiche in relazione a
quelle degli altri soggetti politici operanti sul medesimo territorio.
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

GEOGRAFIA POLITICA
La geografia politica quella partizione della geografia umana che, nei vari Stati,
analizza i risultati dei processi politici e di potere, cercando di evidenziare come tali
processi vengano influenzati dalle circostanze spaziali.
un ramo della geografia umana che si occupa dello studio degli Stati, dei loro limiti
territoriali e delle loro forme di governo.

Lo Stato l'organizzazione di un popolo sopra un territorio, sotto un potere sovrano


organizzato, per il conseguimento dei fini generali della collettivit.

Quali sono gli elementi che costituiscono lo Stato?


Tre sono gli elementi che costituiscono lo Stato:
un territorio;
un popolo;
il potere sovrano.
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Il territorio la parte di superficie: sulla quale il popolo stanziato in


modo permanente;
E sul quale lo Stato esercita la sua sovranit.
Esso delimitato da confini riconosciuti dalle altre nazioni. Il territorio
comprende:
la terra ferma;
l'atmosfera sopra di essa;
il sottosuolo sottostante.
Gli Stati che si affacciano sul mare possono esercitare la loro sovranit
anche sul cosiddetto mare territoriale che si estende per 12 miglia
marine dalla costa, pari a 22,2 km.
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Quando si parla di popolo si intendono le persone legate allo Stato dal


vincolo della cittadinanza. Quest'ultima attribuisce alla persona una
serie di diritti di natura pubblica e privata. Il concetto di popolo non va
confuso con quello di popolazione. Quest'ultimo termine indica
l'insieme degli abitanti di uno Stato: tra questi abitanti vi possono
essere sia i cittadini dello Stato che i cittadini stranieri, cio cittadini che
hanno la cittadinanza di un altro Stato.
Gli apolidi sono coloro che non hanno la cittadinanza di nessuno
Stato.
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Cos' il potere sovrano?


Il potere sovrano o potest d'impero consiste nel potere dello Stato
di emanare comandi e di farli valere con la forza nei confronti di coloro
che non li rispettano spontaneamente.
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Lo Stato un ordinamento giuridico politico, ovvero a fini generali,


esercitante il potere sovrano su un determinato territorio e sui soggetti
a esso appartenenti. Esso comanda anche mediante luso della forza
armata, della quale detiene il monopolio legale. Alla parola Stato
afferiscono due concetti distinti:
Stato-comunit: popolo, stanziato su un territorio definito, che
organizzato attorno ad un potere centrale (comunemente chiamato
"Stato-nazione").
Stato-apparato (o Stato-organizzazione): quel potere centrale
sovrano, organizzato in possibili differenti modi, che detiene il
monopolio della forza, e impone il rispetto di determinate norme
nellambito di un territorio ben definito.
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Una nazione (dal latino natio, in italiano "nascita", derivato dal latino
nasci, in italiano "nascere") un complesso di persone che, avendo in
comune caratteristiche quali la storia, la lingua, il territorio, la cultura,
letnia, la politica, si identificano in una comune identit a cui sentono
di appartenere legati da un sentimento di solidariet.

questa coscienza di unidentit condivisa, questo sentimento di


appartenenza a tale identit e di solidariet che li lega, diffusi a
livello di massa e non solo tra ristrette cerchie di persone, che rende
una comunit etnica, culturale, politica una nazione.
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Al fine di autodeterminare la propria esistenza, spesso la nazione


aspira a diventare Stato, cio a darsi un ordinamento giuridico che
ne affermi la sovranit. Quando una nazione diventa Stato d vita a
quello che pi specificatamente viene chiamato Stato-nazione. Molte
comunque, in tutto il mondo, rimangono attualmente le nazioni senza
Stato. Per quanto riguarda lEuropa occidentale si riuniscono nella
Conferenza delle nazioni senza stato dEuropa occidentale
(CONSEU). Ogni collettivit umana avente un riferimento comune a
una propria cultura e una propria tradizione storica, sviluppate su un
territorio geograficamente determinato [...] costituisce un popolo. Ogni
popolo ha il diritto di identificarsi in quanto tale. Ogni popolo ha il
diritto ad affermarsi come nazione
(Dichiarazione Universale dei Diritti Collettivi dei Popoli - CONSEU,
Barcellona, 27 maggio 1990).
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Qual la differenza tra Stato e nazione?

Lo Stato unentit politica che governa ed esercita il potere sovrano


su un determinato territorio e sui soggetti ad esso appartenenti e si
caratterizza per territorio, cittadini e ordinamento giuridico. Con il
termine Nazione invece si indica un insieme di persone che
condividono etnia, lingua, cultura, tradizioni, usanze e costumi. Per
esempio la Svizzera uno Stato formato da quattro nazioni (quattro
identit culturali).
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

GEOPOLITICA

Lapproccio geopolitico diventa indispensabile sia per lanalisi della politica estera sia per la valutazione delle
capacit di uno stato e dei suoi interessi nazionali: esso serve allelaborazione di teorie e ipotesi funzionali,
allindividuazione sia degli interessi che delle politiche, valutandone le possibili conseguenze nonch i
sostanziali conflitti dinteresse con altri attori che agiscono nel medesimo spazio geopolitico.

Una corretta geopolitica dovrebbe:


1. proporsi di individuare le rappresentazioni geografiche che esprimono le percezioni profonde degli
interessi nazionali e il senso dello spazio proprio di ciascun popolo e che affondano le loro radici nella sua
storia, identit, cultura, valori
2. elaborare scenari geopolitici, allo scopo di individuare le tendenze e le dinamiche che probabilmente
avranno luogo, in assenza di unazione positiva a difesa e sostegno dei propri interessi
3. porre in evidenza le opzioni disponibili per influire sul cambiamento in atto, in maniera coerente con i
propri interessi e valori.

Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

Quanti Stati ci sono nel mondo?


LONU riconosce 206 Stati, divisi in 3 categorie: 193 Stati membri, due Stati
osservatori e altri 11 (Tra gli 11 Stati non appartenenti all ONU c Cuba).

Vengono calcolati solo gli Stati indipendenti e non quelli membri di federazioni
(come per gli Stati Uniti dAmerica).
Gli Stati generalmente riconosciuti sovrani a livello internazionale sono 196 di cui
193 sono membri dellONU.
Ci sono poi 2 sono osservatori permanenti dellONU, la Citt del Vaticano e la
Palestina. C infine Taiwan che un ex membro dellONU.
Esistono poi 2 entit a cui accordato lo status di osservatore ONU ma che non
possono essere considerati propriamente Stati in quanto difettano delleffettivo o
del sovrano controllo del proprio territorioe sono il Sahara Occidentale e il
Sovrano militare ordine di Malta
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

GLI STATI NON RICONOSCIUTI

Esistono una serie di stati che non sono riconosciuti dagli altri, alcuni solo da pochi stati storicamente nemici, altri da
nessuno o quasi. Di alcuni lo sapete perch da decenni sono al centro di dispute internazionali, di altri probabilmente lo
ignoravate e altri non li avevate nemmeno mai sentiti nominare. Spesso sono paesi reduci da recenti conflitti.
Non riconosciuti da alcuno Stato
Somaliland (probabilmente presto qualcuno lo riconoscer, gi intrattiene rapporti diplomatici con alcuni stati)
Stato Islamico (non uno stato secondo i termini dell'ONU)
Kurdistan (non uno stato secondo i termini dell'ONU)
Riconosciuti solamente da non-membri dell'ONU
Nagorno Karabakh (riconosciuto da Abcazia, Ossezia del Sud e Transnistria)
Stato federale della Nuova Russia (ex-territorio ucraino - riconosciuto dall'Ossezia del Sud)
Transnistria (riconosciuto da Abcazia, Nagorno-Karabakh e Ossezia del Sud)
Non-membri dell'ONU riconosciuti almeno da un membro dell'ONU
Abcazia - riconosciuto da 6 paesi membri dell'ONU (Russia, Nicaragua, Venezuela, Nauru, Vanuatu e Tuvalu) e da 3 paesi non-
membri (Ossezia del Sud, Transnistria e Nagorno-Karabakh)
Cipro del Nord - riconosciuto da 1 paese membro dell'ONU (Turchia)
Membri dell'ONU non riconosciuti da almeno un membro dell'ONU
Armenia - non riconosciuto dal Pakistan (che favorevole all'Azerbaigian nella guerra del Nagorno-Karabakh)
Cina - non riconosciuto dai 22 membri dell'ONU che riconoscono Taiwan
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani
Corso di Geografia a.a. 2016/ 2017
Universit degli Studi di Genova Prof.ssa Nicoletta Varani

ORDINE DI MALTA
Dal 1834 l'Ordine ha sede
a Roma in via dei Condotti,
presso piazza di Spagna; presente
in oltre 120 paesi con iniziative a
carattere benefico ed assistenziale
e ha un seggio all'ONU come
osservatore dal 1994. Si qualifica
come ente sovrano ed in base al
riconoscimento dello Stato italiano
la sua sede il Palazzo Magistrale
e la villa di Santa Maria del
Priorato sull'Aventino godono dello
status di extraterritorialit.