Sei sulla pagina 1di 3

Corte internazionale di giustizia 1980 Ribadisce quanto detto nel 1949 affermando che un organizzazione internazionale non un super

r stato in quanto lo stato nazionale pu decidere se ammettere o no tale organizzazione e che le organizzazioni sono soggetti di diritto internazionale in quanto destinatarie di diritti e obblighi a livello internazionale. Le organizzazioni a differenza degli stati non esercitano un potere su un territorio ma sono ugualmente riconoscibili come soggetti di diritto. Inoltre si sono dotati di obbiettivi che possono perseguire solo in quanto soggetti di diritto, ed esercitano il loro potere in modo autonomo e indipendente dagli stati che li hanno fondati.

Corte internazionale di giustizia 1996 Porta avanti la tesi della sua giurisprudenza copiosa riguardo al riconoscimento della soggettivit internazionale alle organizzazioni internazionali. -caso L'organizzazione mondiale della sanit (OMS) chiede alla corte un parere riguardo la liceit dell'utilizzo delle armi nucleari in caso di conflitti armati. -la corte Ritiene che le organizzazioni internazionali in quanto soggetti di diritto internazionale hanno la possibilit di richiedere pareri alla corte ma osserva che concessa ad esse questa possibilit solo in relazione alle competenze loro affidate (principio di specialit) poich non hanno competenze di carattere generale a differenza degli Stati. Ora, l'organizzazione mondiale della sanit non ha competenza in materia di utilizzo di armi nucleari dunque la corte non pu emettere il parere richiesto. La soggettivit internazionale dell'Ordine di Malta Ultimamente si molto discusso riguardo al riconoscimento della soggettivit internazionale dell'Ordine di Malta, in relazione ai numerosi dubbi che sussistono per varie motivazioni, tra le quali quella dell'impossibilit di consultare liberamente le costituzioni e quella relativa al fatto che l'ordine in passato aveva esercitato la sua sovranit ( che indurrebbe a ritenerlo sogg di diritto internazionale). Ma oggi non la esercita pi nonostante intrattenga rapporti diplomatici con gli stati e sulla base di ci continua a rivendicare l'immunit diplomatica. La corte di cassazione se ne occupata ben due volte di questo problema in relazione a due casi che hanno visto come protagonista l'ACISMOM( Associazione Cavalieri Italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta) un ente distinto dall'Ordine in se stesso ma da esso dipendente e ad esso collegato che si occupa di settori sanitari. Nel primo caso sottoposto al suo esame (nel 1978) la corte riconosce l'immunit tributaria dallo stato italiano all'ACISMOM nel secondo caso (del 1992) invece pone dei limiti all'immunit giurisdizionale di quest'ultimo negandola sulla base di una serie di motivazioni.

Corte di Cassazione , sentenza 1978: Immunit tributaria dellACISMOM Caso L'amministrazione finanziaria italiana vuole sottoporre all'imposta di registro il contratto di mutuo dell'ACISMOM con l'INAIL per la costruzione di un ospedale a Roma. L'ACISMOM invocava l'immunit dalla giurisdizione italiana in quanto dipendente dallo SMOM. L'amministrazione fa ricorso in cassazione dolendosi che la corte del merito: -abbia ritenuto che l'immunit degli stati e degli enti pubblici comporti un esenzione dagli obblighi tributari, dato che a differenza della prima non esiste una norma di diritto consuetudinario o un principio generale che sancisca limmunit tributaria per i sogg di diritto internazionale -non abbia considerato che il limite al potere impositivo dello stato potrebbe configurarsi solo ove il suo esercizio interferisse con gli atti che lo stato straniero compie come sogg di diritto internazionale. Nel caso di specie lACISMOM agisce come un soggetto di diritto privato La corte : Il ricorso non pu essere accolto perch:
esiste una norma di diritto internazionale generale che limita il potere di imposizione dello stato nei confronti di soggetti di diritto internazionale. un corollario del principio par in

parem non habet iurisdictionem, quindi sar ammesso per gli atti posti in essere dal soggetto sovrano in quanto iure imperii e sar escluso per gli atti iure gestionis. l'ACISMOM un soggetto di diritto internazionale indipendente, riconosciuto nel nostro ordinamento da una legge interna l'ordine a cui fa capo indipendente (Sovrano Militare Ordine di Malta) anche se latto posto in essere dallente ha carattere privatistico il fine pubblicistico e inerente ai suoi fini istituzionali (costruzione di strutture ospedaliere)

Corte di Cassazione sentenza del 1992: limite al riconoscimento dellimmunit di giurisdizione Caso Controversie di lavoro relative a dipendenti degli enti gestiti dall'ACISMOM e pi specificatamente l'ospedale San Giovanni Battista di Roma. L'ACISMOM indica a propria difesa lo scambio di note contenuto nel preambolo dello schema tipo della convenzione che regola i rapporti tra l'ACISMOM e le USL. La corte dopo aver ripreso quanto detto nella prima sezione del 1978 passa ad esaminare i limiti dell'immunit giurisdizionale sulla base del nuovo assetto di rapporti alla luce delle convenzioni richiamate dall'art 41 della legge sanitaria nazionale.

Essa afferma:

che le clausole dello schema tipo indicano un rapporto di soggezione-supremazia rispettivamente tra l'ACISMOM e le USL dunque il primo sottoponibile all'ordinamento italiano e alla sua giurisdizione non esistono norme di pari grado che affermano l'immunit, infatti le note richiamate dallACISMOM non hanno alcun valore giuridico lo schema tipo stato predisposto unilateralmente dall'ordinamento italiano e
l'Ordine ha aderito passivamente. Sulla base di queste considerazioni sia lOrdine di Malta che lACISMOM, nellesercizio dellattivit ospedaliera sono assoggettati alla giurisdizione italiana in ordine alla quale non pu essere invocata immunit.