Sei sulla pagina 1di 16

GERMANIA Allindomani della Guerra la Germania deve partire da ground zero: tutta la nazione, con la fine del regime

nazista, aveva visto un crollo assoluto dellidea della nazione, dei valori, della stessa sovranit della Germania intera, divisa oramai tra gli alleati e i sovietici. Paradossalmente furono proprio questi ultimi a rilanciare, dal Maggio del 1945, unattivit politica, permettendo sin da subito la fondazione di partiti antifascisti quali il:

Partito Comunista Tedesco Partito Social Democratico CDU (Unione Cristiano Democristiana) Liberaldemocratici Alcuni partiti liberali e comunisti indipendenti

Lidea di fondo era che tutto il sistema partitico si sarebbe, dapprima, diffuso verso lovest (Cosa che effettivamente avvenne tra lAgosto e il Settembre del 1945) e poi, soprattutto, che tutti avrebbero naturalmente teso allantifascismo e sarebbero sfociati automaticamente nellappoggio al sovietismo. Una politica simile si pu individuare anche in Polonia e Cecoslovacchia, ma quando nel 1946-1947 le libere elezioni non avevano portato i risultati sperati (grande vittoria di conservatori o nazionalisti) allora sarebbe intervenuta direttamente lURSS. SPD Questo era il partito pi antico della Germania, essendo stato fondato nel lontano 1867 e, forse anche a causa di questo profondo legame con la nazione, sembrava essere il partito dominante. Ma un altro aspetto era fondamentale per lapprovazione di un partito allinterno del sistema: il suo ruolo durante il periodo nazista. Anche da questo punto di vista lSPD fu protagonista della (seppur debole) resistenza al Fuhrer: molti dei suoi membri, ex politici della Repubblica di Weimar, avevano vissuto in esilio, altri avevano addirittura tentato di compiere un attentato ai danni di Hitler. Il 15 Giugno 1945 viene fondato a Berlino un Comitato Centrale sotto patrocinio sovietico ma, nel frattempo, uniniziativa autonoma portata avanti ad Hannover, nella Bassa Sassonia, da Kurt Schumarcher, sembra riscuotere un discreto successo:

Schumacher indice il 7 Novembre 1945 la Conferenza di Wennigsen, inaugurando una contro iniziativa nei confronti dellSPD dellest, intregandosi in questa con il Sap e lISK. Schumacher, il quale durante la Guerra aveva perso un braccio, era un profondo anticomunista e non amava lidea di Grotwhol, leader del KPD,

che tutta la classe operaia si sarebbe dovuta unire in un unico partito, presagendo ununificazione forzata di vari partiti nellest.

Nel 1946 infatti, nellest, SPD e KPD vengono unite sotto il marchio SED ( Partito Socialista Unificato di Germania), ponendo de facto lSPD sotto il controllo delllite sovietica del KPD, proprio perch, a causa di unlite sovietica, formata a Mosca e in parte distaccata dal paese, in poco tempo si era affermato come partito di massa proprio lSPD a discapito del Partito Comunista Tedesco: molti membri dellSPD si rifugiano ad ovest confluendo nella contro iniziativa di Schumacher. A Ovest si comprende quanto i vari partiti di stampo socialista debbano unificarsi (vi era un partito in ogni zona di controllo alleata) : l11 Maggio 1946 vi il Primo Congresso dellSPD unito, allinsegna dellanticomunismo e della difesa dello Stato Democratico (fondato su uno stato centrale e non federale) su cui poi sviluppare un socialismo democratico.

Curioso notare come anche a Berlino Ovest vi fu un tentativo di unificazione dellSPD sovietico con il KPD, tentativo che per non port a risultati positivi, cos come il tentativo di portare avanti un SPD non comunista ad est.

CDU (Unione Cristiano Democristiana) Lidea di una Democrazia Cristiana in Germania emerge tra gli anni 20 e 30 come una risultante di vecchie forze politiche:

Zentrum Partito Cattolico (Simile al PPI di Sturzo) Nazionalisti Liberali

Non era per possibile creare un partito apertamente cattolico per la grande maggioranza dei protestanti che non si sono, comunque, mai uniti in un partito confessionale, la CDU nasce cos nel 1945 come ununione cristiana di difesa e associazionismo contro la schiacciante presenza nello stato del protestantesimo.

Nel Giugno del 1945 a Colonia (intorno al nucleo bavarese) si sanciscono (tra i membri vi gi Adenauer) i principi chiave del Partito: lantimaterialismo e il ritorno ai valori cristiani. La settimana dopo vi lunificazione dei democristiani a Berlino, attraverso lAppello alla Fondazione di una Democrazia Cristiana, i quali per vogliono una CDU diversa, basata sulla statalizzazione (quasi un dirigismo di stampo sovietico) e la libert individuale. Occorre sottolineare come Berlino fosse unoasi occidentale nellest sovietico, la CDU della capitale, quindi, presentava tratti in parte sovietici, come il fatto che la presenza di cattolici nella citt non era elevata e quindi vigeva una sorta di elemento sovraconfessionale nel partito di Berlino, elemento che favorir il suo diffondersi anche nella zona nord del settore

britannico, tradizionalmente protestante. I membri della CDU berlinese sono spesso socialisti moderati fuoriusciti dalla zona est.

Emerge quindi un problema di organizzazione transazionale, nel quale la CdU del settore britannico assume un ruolo guida. Nel 1947 si acuisce la guerra fredda e le tensioni tra ovest ed est. Contemporaneamente, il 3 Febbraio del 1947, ad Ahlen Adenauer inaugura il SOCIALISMO CRISTIANO che diverr la linea guida del partito nei due anni successivi, avvicinandosi, seppur nei limiti, alla scia sovietica. Tale avvicinamento alle linee di sinistra non piacque molto ai tedeschi in Baviera o nel Baden, molto cattolici, che comunque aderirono al partito. Nel 1949 vengono invece decisi i principi di Dusseldof, dove il partito ha una svolta pro-capitalista grazie allazione di Adenauer e di Ludwing Erhard, cattolico di stampo liberista: era la decisiva svolta in senso procapitalista e di economia sociale di mercato (liberismo sociale), la CDU aveva scelto gli USA, scelta che si riveler proficua da un punto di vista economico (Erhard considerato il padre del miracolo economico dei mangia crauti).

CSU In Baviera sono sempre esistiti movimenti distaccati dal zentrum, come il Partito Popolare Bavarese (Saar, Wurttemberg, Baviera). Questa divisione tra i gruppi democristiani nelle diverse zone di occupazione e nelle diverse regioni era evidente anche dopo la Guerra:

Nella Saar si fondano partiti locali accanto a partiti quasi francesi (sovvenzionati dal Parigi che cercava di prendere il controllo della regione in vista di una futura annessione). La diffusione della CSU nella regione avviene a partire dal 1950, poich prima gli americani erano restii e permettere la formazione di nuove entit politiche. La CSU emerge come ununione di diversi gruppi locali tra il 1945 e il 1946, gruppi bavaresi moderati. E caratterizzata da correnti cristiano liberali e cattolico conservatrici, volenterosi di mantenersi come unentit separata dalla CDU. Da sottolineare che uno dei principali argomenti in discussione era uneventuale indipendenza della regione bavarese (mantenuta sino al 1870), tanto che venne creato un Bayernpartei che fu vincitore nelle elezioni del Lander nel 1946 e de facto un rivale del CSU sino al 1950. Nel 1949 occorre approvare la legge fondamentale: la CSU si dichiara contraria ma si rende disponibile, nel caso in cui il Parlamento della Baviera avesse approvato la costituzione a non opporsi. Qualora, per, non

solo la Baviera ma anche un altro Land qualsiasi fosse stato contrario, la regione si sarebbe dichiarata indipendente: mancher proprio questo voto contrario di un Land esterno per permettere lindipendenza della ragione.

Poco dopo verr sancita lunit dei gruppi parlamentari del CDU e del CSU, nonostante il sottofondo nazionalista del secondo

FDP I Liberali erano riuniti nel DDP e nel DVP che nel 1933 si ridussero al 3% e appoggiarono il Fuhrer nella legge per i pieni poteri. Si cerca di dimenticare il passato e di non perseguire chi si era reso complice dellascesa del regime e nel 1945 si fonda, nella zona EST, un primo partito liberale: il LDP. Nella zona ovest, invece, non si crea unentit unica ma nascono vari partiti nelle diverse regioni, tutti di diverso orientamento e denominazione perch, de facto, i liberali stessi non avevano ben idea di cosa fare e in che direzione muoversi. Nel Marzo del 1947 Theodor Heuss tenta, fondando il DPD, di integrare al suo interno lLDP e portare tutto a livello nazionale: il tentativo fallisce perch lLDP, costretto da Mosca, confluisce nel primo Congresso della SED. Occorrer quindi aspettare il 1948 perch, a Dicembre, venga creato lFDP (Partito Liberale Democratico) come unit dei vari gruppi locali dellovest.

KDP

I Leader del partito, fondato nel Giugno del 1945 per la costruzione di un ordine antifascista democratico, sono tutti stati addestrati a Mosca dai membri del PC sovietico. La successiva fusione con lSPD (dellest) porta allo scontro aperto a Ovest con la stessa SPD, il KPD continuer ad agire da solo come delegato del SED. Ad ovest la presenza comunista, per quanto minoritaria, si concentrer in Baviera, Bassa Sassonia (Hannover) e in alcuni Parlamenti Regionali. Inoltre, sino alle prime elezioni riesce ad entrare in diversi governi di unit nazionale.

Altri Partiti

Zentrum: non sparisce del tutto, soprattutto in renania.

WAV: era una sorta di riciclaggio di nazisti in Baviera, viene creato proprio per dare un parafulmine ai nazisti contro unepurazione totale, verso la quale lo stesso popolo tedesco non era daccordo. DP Era un partito diffuso ad Hannover, erede del partito nazionalista, anche questo raccoglie molti ex nazisti. BP il partito separatista bavarese concorrente del CSU, fondato da ex BVP DKP il partito conservatore tedesco, formato da monarchici e nazionalisti di Weimar
SPD DDP Zentrum BVP DVP

KPD

KPD

SPD

Zentrum

CDU

CSU

ORGANI DI RAPPRESENTANZA DEMOCRATICA Tra il 1946 e il 1947 vengono eletti i parlamenti in 11 lander dai quali gli alleati prendono spunto per creare un organo nazionale, il Consiglio Econocomico, composto da 52 Membri e cos rappresentato:

SPD CDU/CSU FDP + altri KPD DP Zentrum WAV

20 20 4 3 2 2 1

Nel 1948 invece viene creato il Consiglio Parlamentare, composto da 70 membri, con il compito di creare la nuova Legge Fondamentale per un nuovo stato, oramai riferendosi solamente alla parte Ovest del paese.

SPD CSU/CDU FDP KDP DP Zentrum

27 27 5 2 2 2

Nel 1949 vi saranno quindi le elezioni del Bundestag: SPD CDU FDP CSU 29,2% 25,2% 11,9% 5,8%

GLI ANNI 50: CDU E CSU CDU/CSU Anticomunismo Riconciliazione con ex nazisti Integrazione con loccidente Europa come prerogativa Riarmo Economia Sociale di Mercato SPD Anticomunismo Epurazione ed emarginazione di ex nazisti (latteggiamento cambier negli anni successivi) Neutralit tra i blocchi Unificazione come prerogativa Contro il Riarmo Economia dirigista Marxista

Gli estremismi sono condannati da entrambe le parti e in ogni direzione, sia a sinistra che a destra. Nel 1952 viene posto il divieto allSRP e nel 1956 al KPD. Sino al 1950 erano infatti gli alleati a decidere se e quali partiti ammettere al sistema, con la caduta del controllo e del veto riniziarono a nascere partiti estremisti proprio come lSRP, nella costituzione era stato per approvato un sistema di controllo democratico che venne subito messo in azione.

Il Partito socialista del Raich era un partito inserito nella tradizione hitleriana con lobbiettivo di seguire e ristabilire le politiche naziste. Nel 1951 arriva, alle elezioni regionali, all11% nella Bassa Sassonia e in altre zone addirittura al 30%. La sinistra, nel 1956, viene lasciata totalmente in mano allSPD.

Nei partiti democratici, comunque, viene avviato un riciclo degli esponenti nazisti:

nel 1953 emerge lAffare Neumann, un alto ufficiale dellesercito e membro dellufficio di propaganda di Goebbels, che, attraverso una serie di contatti, cerc di prendere in mano lFDP liberale, partito di governo con la CDU e molto pi facile da scalare. Questi propongono un programma nazione opposto a un programma

democratico ma il tentativo viene scoperto e bloccato dalle autorit britanniche.

Nella CDU vi sono ex membri nazisti, basti pensare a Kiesinger, cancelliere nel 1966, lo stesso Adenauer era stato, inizialmente, anche se per poco, un nazista. La DRP (Partito tedesco del Reich) diviene il partito principale di estrema destra, sebbene grazie a una clausola di azione nei limiti costituzionali si salvano il culo.

I GOVERNI ADENAUER (1949-1963)

Vi sempre la necessit per Adenauer di coalizzarsi cos da raggiungere il 50%.

1.

Nel 1949 viene inaugurato il primo governo, formato dalla lista di unit parlamentare CDU/CSU con laggiunta del FDP (liberali) e del DP (Partito nazionalista di Hannover), come detto in precedenza la maggioranza viene raggiunta, anche se di poco (il voerno verr approvato per un voto). Nel 1953, sino al 1956, il governo formato da CDU/CSU+FDP+DP+GB/BHE. Nonostante la larga vittoria della CDU/CSU (36,4% e 8,8%), Adenauer vuole estendere le alleanze. Il Gb/BHE era un partito piuttosto importante da poco approvato nel sistema, che raccoglieva soprattutto parte di quegli 8 milioni di profughi che fuggivano dallest allovest e che proclamava il diritto alla libert delle terre perse dopo loccupazione Russa. A partire gi dal 1957 verr assorbito dalla CDU. 1956-1957: CDU/CSU+FVP+DP, lFDP si scinde anche a causa di contrasti sulla linea di governo: lFVP, la componente minoritaria, continuer a dare lappoggio ad Adenauer. 1957-1961: CDU/CSU+DP, durante questo governo i liberali, in contrasto totale, escono dalla coalizione di governo. 1961-1962 e 1962-1963: Adenauer tenta di riportare lFDP al governo, ma, nel 1963, proprio su pressione di questi dovr dimettersi, accusato di eccessivo autoritarismo e aver tentato di divenire presidente della Repubblica. (aveva promesso di farsi da parte).

2.

3.

4.

5.

SPD Durante gli anni 50 la SPD si sofferma su posizioni intorno al 30%, senza per mai riuscire ad andare al potere. Erhard, allora, attua una revisione programmatica molto ampia, che possa consentire al partito di accedere a posizioni di potere:

Il Marxismo viene eliminato in favore di un programma basato sullEtica Cristiana, lUmanismo e la Filosofia classica, con lobbiettivo di diffondersi nel nord. Occorre conservare e lottare libert e giustizia, poich sono elementi fondamentali del socialismo. La Guerra non deve essere uno strumento di politica, deve esistere un ordine internazionale ben preciso. Vi deve essere il controllo di ogni potere, politico ed economico, cos da salvaguardare la democrazia. Leconomia va sviluppata secondo unidea di Concorrenza fin dove possibile, pianificazione fin dove necessaria (Schiller). Vi quindi una competizione libera e una libera iniziativa imprenditoriale e vi una discordanza con un monopolismo statale assoluto.

Si tiene comunque a precisare che:

Loperaio si alzato da suddito a cittadino delleconomia, permettendo anche al partito, di divenire un partito non solo di classe ma popolare. Il Socialismo non sostituito dalla Religione

LNPD Tra il 1960 e il 1965 la Germania stata definitivamente ricostruita e pu dedicarsi ad affrontare il tema nazismo, riportato in auge dal processo Eichmann. Vengono cos sanciti i processi di Auschwitz, i primi portati avanti direttamente dai tedeschi: questo non un elemento di poco conto in quanto la sua centralit nellopinione pubblica e nella polarizzazione delle masse sar fondamentale. Proprio in quegli anni nasce il Partito Nazional Democratico della Germania (NPD), un partito neonazista che tent di bloccare i processi e condannare la persecuzione verso i nazisti. Questo partito, fondato nel 1964, ha successi a livello regionale, superando la soglia del 5% (Baveria, Brema, Bassa Sassonia, Renania, Slesia, Baden, Wurttemberg, dove ottiene il 10% nel 1967). Fortunatamente il problema viene meno quando, nel 1969, ottengono solamente il 4,3% non riuscendo ad accedere al Bundestag. Parte del successo fu anche dovuto alla condanna delle rivolte studentesche da parte del partito che gli procur i voti delle classi pi tradizionaliste della nazione.. Baviera Assia Brema Bassa Sas. Renania-Pala 1966 1966 1967 1967 1967 7,4% 7,9% 8,8% 7,0% 6,9%

Schleswig-Holst ein Baned-Wurttember

1967 1967

5,8% 9,8%

Il programma di questo partito, guidato da Von Thadden, era basato sullaccusa di uno slittamento a sinistra della CDU e dellabbandono da parte di questa delle prerogative nazionali. LNPD voleva quindi:
1. 2.

Riportare la capitale a Berlino Non riconoscere la Germania Est, simbolo della conquista comunista. Porre la famiglia come nucleo dello stato. Liberare lEuropa dalla potenze straniere di Yalta e Potsdam per riaffermarne la libert. Nuclearizzazione dello stato. Interesse ai problemi delle zone rurali e contadine. Sviluppo del bacino della Ruhr. Non accettazione della condanna della responsabilit tedesca nella II Guerra Mondiale.

3. 4.

5. 6.

7. 8.

Gli anni 60: La Caduta di Adenauer e La Prima Crisi

Contemporaneamente a Berlino sindaco Willy Brandt, visto da tutti come un Kennedy tedesco: questi, pur non riuscendo a salire sullo scranno di cancelliere prima del 1969, riesce nei primi anni del decennio ad avvicinare molto lSPD alla CDU. Come detto Adenauer si deve dimettere nel 1963. Oltre alle pressioni dell FDP uno dei motivi era stato limpatto dellAffare Spiegel sullopinione pubblica: il giornale era stato accusato di alto tradimento dal governo per aver affermato la debolezza delle forze armate in caso di uninvasione sovietica. Alcuni giornalisti vennero arrestati ma la reazione dellopinione pubblica fu veemente, accusando il governo di aver violato la libert despressione, costringendo il ministro della difesa Strauss a dimettersi e, da l a poco, anche il leader del partito democristiano. Vengono approvate le leggi demergenza su richiesta degli alleati, leggi che non erano state previste nella Legge Fondamentale nonostante linvito gi allepoca degli Alleati. Vi una prima crisi economica dopo il miracolo del periodo 45-60 (+10% annuo) passando ad un aumento di un solo punto percentuale: lintera

popolazione perde fiducia, mettendo in discussione lintero sistema non solo economico, ma anche politico.

Una delle conseguenze lo scoppio di pesanti rivolte studentesche contro gli eccessi di consumerismo, contro la guerra del vietnam e contro lidea di Strauss di dotare lo stato dellarma atomica.

La Transizione Democratica Dopo Adenauer il suo ruolo fu preso da Erhard, uomo legato sia allFDP che al CDU, nonostante lex cancelliere premesse per una soluzione alternativa. Questi era per un uomo dotato di grande abilit di tecnico, essendo un grande economista, mentre lacunoso era il suo aspetto politico-comunicativo. Nel 1965, comunque, la coalizione CDU/CSU/FDP vince le elezioni, contro unSPD che riesce ad aumentare i consensi sino al 39,3%, superando di 1,3% il CDU, vittorioso grazie al 9,5% ottenuto dal CSU e dal FDP. Solamente lanno successivo, di nuovo, lFDP abbandona lappoggio al governo, Erhard, dimessosi, cerca un accordo con lopposizione: nasce la Groebe coalition, un governo di solidariet nazionale includente SPD e CDU/CSU e viene posto cancelliere Kiesinger, ex nazista, mentre Brandt assunse la carica di ministro degli Esteri (Durante questo periodo lFDP sar lunico partito di opposizione). Alle successive elezioni, nel 1969, la FDP (9%) decide, abbandonando parte delle proprie tendenze nazionaliste, di allearsi con lSPD, partito che, con il 42,7% (contro il 36,6% della CDU e il 9,4% del CSU) vince le elezioni: il primo governo socialista con a capo Brandt.

LOSTPOLITIK E LA SPD La politica di Brandt molto differente da quella di Adenauer e dalla sua Westpolitik (vedere il ruolo di Egon Bahr??).

Prima di tutto vi unapertura verso lest e un tentativo, quantomeno, di riavvicinamento alla parte divisa dello Stato, facilitando le comunicazioni e i contatti tra i due lati del muro e avviando un dialogo per una futura unificazione (furono siglati dei trattati tra il 1970 e il 1973). Contemporaneamente cerca anche di mantenere dei rapporti con lUnione Sovietica, pur rimanendo nella sfera NATO-UE e riconoscendo i crimini nazisti contro le popolazioni della Russia, della Polonia e della Cecoslovacchia. La Germania deve essere quindi la mediatrice, il cuscinetto di dialogo, estovest.

Lopposizione della CDU La CDU si preoccupa prima di tutto di difendere Adenauer e il suo operato, soprattutto per quanto riguarda la Westpolitik. La SPD e Brandt erano accusati, infatti, di riconoscere la DDR, rinunciando allunificazione dello stato (almeno per ora) compiendo in tutto e per tutto un atto contrario alla Legge Fondamentale. Le posizioni del partito accentuano laspetto nazionalista, avvicinandosi molto a quelle che erano state in passato le linee proprio dellSPD: non si possono perdere la legittimit di rivendicare n lunificazione n i territori dellest perduti (la Pommerania, la Prussia, la Slesia) scagliandosi contro la linea di confine OderNeisse (tale linea venne mantenuta anche per evitare un nuovo scoppio del radicalismo di destra dellNPD).

Gli Anni 70 Negli anni 70 vi unanalogia tra Italia e Germania, analogia rappresentata dal terrorismo. Se in Italia vi sono le BR, in Germania la RAF (Frazone dellArmata Rossa) si pone come forza antagonista di un regime, a suo dire, prosecutore della politica e dei crimini nazisti, soprattutto dopo la strada percorsa per sopire le rivolte studentesche (nascer infatti nel 1970 come conseguenza delle rivolte della fine degli anni 60). Vi sono attentati contro istituzioni americane, tedesche, contro simboli del consumismo, portati avanti da una serie di bande interne al gruppo, tra cui la Beider-Meinhof, che gettano lo stato in una situazione di terrore e panico, non potendo prevedere un piano preciso e avendo, quindi, obbiettivi sensibili in ogni parte del paese. Tale situazione si pensava terminata nel 1972, quando il gruppo viene arrestato ma una speranza vana: solamente due anni dopo le azioni riprendono con lo scopo di liberare i compagni catturati: viene occupata lambasciata tedesca a Stoccolma, molti politici vengono rapiti, come, nel 1975, Lorenz, politico della CDU, che viene usato come pedina di scambio per dei terroristi minori, mostrando la debolezza del governo, dal 1974 in mano a Helmut Schmidt dopo le dimissioni di Brandt per lo scandalo che aveva colpito il suo segretario, rivelatosi una spia della Germania dellEst. La linea del governo cambia per lanno seguente, provocando la controreazione della RAF che nel 1977, oltre a una serie di omicidi nellambito politico, istituzionale, finanziario, sequestrer Scleyer, il quale verr ucciso e fatto ritrovare nel bagagliaio di una macchina. Nel frattempo, per, dopo un tentativo

di fuga dei terroristi, che avevano sequestrato un aereo diretto a Maiorca e si erano diretti a Mogadiscio, vengono uccisi da un commando speciale tetesco, mentre i compagni terroristi imprigionati vengono suicidati stile. Il problema di Schmidt risulta appunto la sicurezza nazionale. SPD

Ostpolitik e riconoscimento della linea Oder-Neisse: laccordo viene negoziato dai rappresentanti non governativi della DDR poich non poteva esserlo per vie ufficiali, andando anche contro ai principi della Legge Fondamentale, Brandt viene proprio accusato di questo. Politica di riforme dello stato sociale Inserimento della questione ecologica Fermezza contro il terrorismo, soprattutto a partire dal 1974 (Schmidt) Riarmo e vicinanza con USA, che vogliono dislocare missili in Europa e quindi in Germania.

CDU

Contrari allOstpolitik e allaccettazione della linea Oder Neisse La CDU non pu opporsi a un piano riformatore a livello sociale ma propone una moderazione maggiore e una minore incisivit di intervento da parte dello stato. Lemergere dellissue ecologico visto quasi come un atto terroristico verso il sistema industriale nazionale. Sostenevano la linea dura contro la RAF sin dal 1970. Adesione al piano missilistico statunitense e Jaccuse dell CDU a un cambiamento di visione strano e contro i principi del partito da parte dellSPD.

IL MECCANISMO DELLA SFIDUCIA COSTRUTTIVA E IL SUO USO NEL 1972 E NEL 1982 Il principale problema che aveva portato la Repubblica di Weimar (1919) a deteriorarsi era linstabilit dei governi, che favor la sfiducia e lascendere del partito nazionalsocialista di Hitler. Nella nuova costituzione si decise, quindi, di non poter porre una sfiducia semplice ma una sfiducia costruttiva: qualora si fosse proposto in Parlamento di far cadere il governo, questo poteva essere fatto

solamente se un'altra equipe governativa veniva proposta insieme ad una nuova maggioranza. Tale situazione venne ad accadere solamente due volte:

1972: la politica di Ostpolitik di Brandt era malvista dalla CDU e il cancelliere dell SPD governava con una stretta maggioranza (254 seggi contro 242 alle elezioni del 1969, dai quali nei tre anni successivi alcuni deputati si staccarono). La sfiducia per non ebbe seguito, Brandt riusc a mantenere il governo grazie a due voti rispetto al governo alternativo guidato da Barzel (la STASI riusc a corrompere alcuni deputati del CDU). Vennero comunque indette nuove elezioni, vinte nettamente dallSPD. 1982: Schmidt in crisi per la situazione economica del paese, il mito della CDU che aveva trainato la rinascita tedesca viene quindi preso al balzo da Kohl, propenso a tornare a un liberismo pi netto e al mercato libero. La FDP decide quindi di abbandonare la maggioranza e di confluire nel governo proposto dalla CDU, che vince con 29 voti di maggioranza. Similmente, anche in questo caso, vengono poi indette nuove elezioni che vedono il candidato CDU vincere facilmente (la maggioranza ottenne il 55% dei voti), nonostante un calo dellFDP a causa del suo ennesimo cambiamento di schieramento.

La scomparsa dei partiti post guerra, gli anni 80 e lascesa dei Verdi Lintroduzione dello sbarramento al 5% introdotto a livello regionale nel 1953 aveva favorito la scomparsa di molti dei partiti minoritari creatisi allindomani delloccupazione alleata. Allinizio degli anni 80 vi per un partito nuovo che, a sorpresa, supera la soglia di sbarramento nel 1983, i Verdi. Ricordiamo come il discorso ecologista fosse uno dei contrasti tra SPD e CDU e ha sempre rappresentato, per la Germania, un issue fondamentale gi dalla seconda met degli anni 60. Le componenti del futuro partito dei Verdi:

Sul finire degli anni 60 nasce una nuova sinistra, quella di Dutschke (a capo dei Verdi successivamente), Students for Democratic Society, movimento con il quale si proponeva una marcia democratica attraverso le istituzioni per cambiare il sistema considerato conservatore, ortodosso e arretrato. I temi introdotti da questo movimento furono vari, dallecologia al femminismo, passando per i diritti dei gay e labolizione del nucleare. Negli stessi anni nascono anche i Gruppi K, focolari di estrema sinistra che, pur restando ai margini della scena politica, avranno influenze sul sistema politico almeno per quanto riguarda il successivo ruolo dei verdi. Sempre negli anni delle rivolte studentesche si nota il fenomeno dei cosiddetti Sponti cio di manifestazioni spontanee di nuclei poco o per nulla organizzati, pronti a protestare anche opponendosi alle forze di polizia (molti erano ex membri dellSPD): era evidente che una nuova coscienza civile, minoritaria che fosse, stava emergendo sulla scena. Il movimento Wandervogel, nato allinizio del secolo e composto da patrioti nazionalisti dediti allantiborghesismo e alla riscoperta della natura che dalla fine della Seconda Guerra

Mondiale si oppongono attivamente a livello locale alla cementificazione del paesaggio. Avendo per una forte componente nazionalista, in parallelo, portavano avanti una convinta difesa dei valori cristiani (ricollegandosi alla necessit di salvaguardare quanto creato da Dio) Il momento chiave per questo partito rappresentato dal 1981, quando ha luogo la pi grande manifestazione civile della storia tedesca, contro una centrale nucleare, quella di Brokdorf, vicino ad Amburgo: sebbene alcune rappresentanze si fossero gi candidate a livello regionale e gi lanno prima fosse nato un movimento nazionale dei Verdi, le conseguenze del successo di tale manifestazione portarono, oltre alla fine, almeno de facto, della volont di rimanere movimento invece che partito, nel 1983, allingresso al Bundestag (5,6%) I Verdi, quando nascono, sono caratterizzati da:
1. 2. 3.

Una visione postmaterialista Critica del tecnicismo, il progresso incontrastato contrario ai principi della natura. Vi sono quindi dei limiti allespansione della civilizzazione umana e della sua economia, da trovarsi nel rispetto dellambiente.

Un momento chiave stata la prima grande manifestazione contro la costruzione di una nuova centrale nucleare a Brokdorf, vicino Amburgo. Inutile dire quanto lascesa dei Verdi and direttamente a colpire lSPD, laltro partito che portava avanti (anche se abbandonato in parte negli ultimi anni) un discorso ecologico-ambientalista: tra il 1980 e il 1983 questi passarono prima al 42,9% e poi al 38,2%, mentre i Verdi videro salire il proprio consenso sino al 5,6%. La situazione interna del partito, comunque, con componenti cos eterogenee, inizia ben presto ad essere tesa e avvier uno scontro perdurato durante tutti gli anni 80 tra una componente chiamata Fundis Fondamentalisti e Realos Realisti i quali, alla fine, prevalgono e riescono definitivamente a far divenire il partito un partito di governo e non solamente una sorta di partito, non antisistema, ma comunque di protesta: da questo momento i Verdi vengono considerati dallSPD un partito di possibile alleanza, nonostante anche allinterno del partito socialdemocratico vi siano continui scontri sullaffidabilit e sul troppo radicalismo del movimento dei Verdi, scontri ben presto attenuati dalla mancanza di alleanze alternative (con il primo governo Schroder del 1998 Fischer diverr prima ministro della sanit, quindi ministro degli affari esteri e vice cancelliere, mentre Trittin ministro dellambiente). Tra la fine degli anni 80 e linizio degli anni 90 quindi, sebbene appunto sino al governo SPD del 1998 continuer a esservi al potere Kohl, un sistema fondato su due partiti molto simili a livello di consensi elettorali (CDU/CSU che sono in sostanza unentit unica-SPD) sui quali pesa molto lo schieramento dei liberali del FDP, si passa a un sistema bipolarizzato, in cui da una parte i liberali si schierano definitivamente a destra insieme al CDU e i Verdi si alleano con lSPD, creando una vera e propria rivoluzione degli equilibri nel sistema che porter i partiti tradizionali a sentire qualche scricchiolio, soprattutto a livello di iscritti e

con un aumento della volatilit del voto (ne approfitteranno, o almeno tenteranno, i Republikaner di estrema destra sul finire del decennio). I Governi Kohl (V: 1982-1998)

La prima questione da affrontare era la Ostpolitik, tutti temevano che, essendo la CDU contrario da anni alla politica di avvicinamento verso lest dellSPD il neo cancelliere si sarebbe concentrato su una restaurazione coatta della westpolitik; i tempi erano per cambiati e il cancelliere decide di continuare con la politica di Brandt portandola addirittura alle estreme conseguenze:

Nel 1987 fa visita ad Honecker (presidente della DDR) in Germania dellovest che riconosce, da un punto di vista sostanziale (formale non avverr mai) laltra Germania. Di nuovo nel 1990 avrebbe dovuto recarsi nellest, cosa che non avvenne solamente per la caduta del Muro.

Contemporaneamente continua per la politica di riarmo e di installazione dei Pershing II, aumenta le forze di sicurezza come conseguenza al periodo terrorista degli anni 70. Crea un asse franco-tedesca che porta allAtto Unico Europeo 1986: la sua politica quindi quella di mettere in stallo, cristallizzare la situazione dei due blocchi per trovare un equilibrio e allentare le tensioni. In linea con quanto avveniva in Inghilterra, taglia parte delle spese sociali per rilanciare uneconomia di mercato.

Il paese, dopo aver fatto nei decenni passati giustizia del passato nazista, deve andare avanti, non pu pi concentrarsi sugli errori passati ma solo sul futuro. Vige il principio della grazie della tarda nascita: le nuove generazioni non hanno colpe, rischiando cos, per, di subire la reazione nazionalista. Nel 1989 Kohl viene salvato solamente dallunificazione: il suo consenso era in calo e la caduta del muro (inaspettata) gli permette di approfittare della situazione e aumentare i suoi consensi, ponendosi ad eroe della nuova Germania.

A livello partitico, invece, lunificazione ha creato diversi problemi irrisolti tuttora: i diversi partiti confluiti nella SED o i neonazisti dellNDPD sovietizzati cercano di trovare una propria autonomia dopo essere stati, per quarantanni, nei binari costruiti da Mosca. Inizia per un processo di fusione inevitabile tra i partiti dellest e dellovest, durante il quale vengono inglobati dalla CDU (CDU dellest) e dallFDP (LDPD e NDPD, liberali e nazionalisti che portano un aumento esponenziale dei voti 11% nel 1990). Contemporaneamente nascono nuovi partiti, come opposizione allassorbimento dei partiti dellest o come ultima opposizione al regime sovietico:

Neues Forum: era un movimento nato poco prima del crollo del muro contro il regime. SDP: era lalternativa dellest allSPD per evitare la fusione, in ogni caso si uniranno poco dopo lunificazione allSDP. DSU: era un partito satellite del CDU in Sassonia. Alleanza 90: era un movimento molto simile a quello dei Verdi, nato sul finire della Germania Est come movimento di rivendicazione dei diritti civili. Dopo lunificazione la SED (o il restante) diviene PDS (partito del socialismo democratico) che riscontrer il 4,4% nel 1994 e il 5% nel 1998, il 4 nel 2002 e l8% nel 2005. Questi si fonderanno nel 2005 con il movimento Lavoro e Giustizia Sociale Alternativa Elettorale (WASG) dando vita a Die Link, che otter nel 2009 l11,1% dei voti e 76 seggi.

RISULTATI ELETTORALI DAL 1998 (2002, 2005, 2009)


1. 2. 3. 4. 5. 6.

CDU CSU SPD: FDP VERDI PDS

28,4 6,8 40,9 6,2 6,7 5,9

29,5 9 38,5 7,4 8,6 4

32,6 8,2 38,4 4,7 5,4 8

32 7,4 27,9 9,4 9,2 11,1 (Die Linke)

A livello regionale i verdi hanno nel 2011 i risultati migliori, superando in termini di voti assoluti lSPD (tra il 15 e il 25%) in Baden-Wrttemberg e ottenendo il Primo Ministro e il governo della regione insieme proprio allSPD. Governi: Schroeder I e II (1998-2005) SPD, VERDI. Merkel I (CDU, CSU, SDP dopo non essere riusciti a fare un governo di CDU-CSUFDP) Merkel II (CDU, CSU, FDP)