Sei sulla pagina 1di 1

I Have A Dream - L'universit degli studenti Questa mattina (14/6/2012) ho fatto un sogno, un sogno che una fantastica visione.

. Ho letto che il premier tecnico italiano vuole vendere il patrimonio dello Stato per recuperare soldi. Circa due anni fa non ho potuto continuare la mia carriera accademica per via dei tagli alla ricerca. Mi son chiesto: anche se ' cambiata l'aria' (o almeno si spera) in Italia continuiamo a non aver soldi tanto da pensare di vendere il nostro patrimonio artistico che tutto il mondo ci invidia, come possiamo sperare che lo Stato investa nella cultura, nel futuro? Nel dormiveglia ho avuto la risposta, girando la domanda: servono i soldi dello Stato per creare una Universit di qualit, per tutti, riconosciuta a livello mondiale? Cos ho sognato un Ateneo che si sosteneva coi contratti di sponsorizzazione, con i proventi delle consulenze che prestava, con i fondi dei progetti di ricerca che seguiva per le aziende. Una Universit in cui agli studenti viene lasciata la scelta se pagare le tasse oppure svolgere lavoretti per la sussitenza dell'Ateneo mantenedosi agli studi senza oneri! Una Universit in cui non esisteva la carta ma veniva svolto tutto tramite supporti informatici (soprattutto tablet ma anche notebook, netbook, smartphone) forniti da uno sponsor per gli studenti che non se li possono permettere. Una Universit in cui tutto il materiale di studio (libri, appunti, trattati, lezioni) in un Cloud accessibile a chi ne ha bisogno ed ogni studente ha il proprio Cloud. Una Universit ONLIVE in cui si sfruttano tutti i prodigi della moderna tecnologia ma non si penalizzano i rapporti sociali ed umani mantenendo l'importanza delle lezioni in aula e degli esami frontali! Una Universit di qualit che si autosostiene ed addirittura si espande forte dei successi nella ricerca grazie al contributo di studenti, professori e ricercatori! Non pura utopia so che un ateneo del genere possibile: una Universit degli Studenti! Ne sono talmente convinto che non solo sto cercando di diffonderlo nel web in cerca di sostegno ma proporr questo progetto ad aziende importanti (Google, Yahoo!, Apple, Microsoft) perch credo che potrebbe esser un modello traducibile in tutto il Mondo; e chieder anche aiuto 'locale' ad esempio pensavo al Movimento 5 Stelle. Io risiedo in provincia di Monza e Brianza, ed avrei gi individuato anche il luogo adatto dove farla sorgere: al Polo Tecnologico Brianza di Desio (ex-area Autobianchi). Se poi si riuscir a relizzare altrove ne sar lo stesso pi che felice, perch non solo un scarno sogno od una vuota visione un progetto concreto per un futuro migliore per tutti! Grazie di cuore a chiunque mi potr aiutare! Fabio.

1agina p