Sei sulla pagina 1di 80

R T1 T2 PR CV CN SV NO VB AL AT VC BI AO

* Domani in edicola con La Stampa *

LA STAMPA QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867


DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 • ANNO 146 N. 49 • 1,20 € IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) SPEDIZIONE ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/04) ART. 1 COMMA 1, DCB - TO www.lastampa.it

Il Concistoro a San Pietro Il colore contro il degrado Catania ko (3-1)


Il Papa ai cardinali Calcutta diventa La Juve vince
«Servite la Chiesa» una città azzurra e torna in vetta
Appello del Pontefice: non seguire Dai palazzi ai pali della luce, tutto I bianconeri vanno subito sotto ma poi
la logica del potere. Padre Georg dovrà essere in tinta. Il governo: ribaltano il risultato con Pirlo, Chiellini
media nel braccio di ferro vaticano sgravi fiscali per chi si adegua e Quagliarella. Oggi il Milan a Cesena
Galeazzi e Tornielli A PAGINA 17 Trincia e Santolini ALLE PAG. 10 E 11 Ansaldo, Nerozzi, Oddenino PAG. 38-39

Il governatore di Bankitalia: 2012 anno di recessione, andrà meglio nel 2013. «Evitare la stretta del credito» LE IDEE

Visco striglia le banche Le vite degli altri


e gli eccessi
dei New Google
Cassa integrazione, sindacati contro il governo. Art. 18, duello Berlusconi-Bersani GIANNI RIOTTA
Accordo Pd-Pdl: conto corrente gratis ai pensionati che guadagnano fino a 1500 € I Minatori
di Dati
I Non far soffocare l’econo-
mia in un’asfissia creditizia: co- ANTI EVASIONE CARO SANITÀ LA POLITICA non scendono
OCCASIONE sì Visco, ai banchieri. Pdl-Pd sottoterra
propongono un conto corrente Courmayeur, blitz Ricette “inutili” Elezioni, incubo Pdl ma scoprono le loro
gratis per i pensionati con as-
DA NON segno esiguo. Fornovo, Magri, sulle piste da sci per 13 miliardi l’anno Stretti tra Bossi e Udc pepite d’oro nei
PERDERE Manacorda, Moscatelli, Pitoni
e Schianchi DA PAG. 2 A PAG. 7
Daniele Genco Paolo Russo Amedeo La Mattina motori di ricerca
A PAGINA 8 A PAGINA 9 A PAGINA 7

STEFANO LEPRI
Violano la privacy
e si atteggiano
SANREMO, NUOVE CRITICHE DEL MOLLEGGIATO AI GIORNALI CATTOLICI. SECONDA ARISA, TERZA NOEMI

L
a recessione in
cui l’economia ita-
a Robin Hood
della «libertà
liana si trova non
durerà a lungo: le
parole del gover-
natore della Banca d’Italia
Fischi per Celentano, trionfa Emma sul web»
A PAGINA 27
Ignazio Visco a Parma non
annunciano nuove avversi-
tà, temperano invece il for-
te pessimismo con cui il
2012 era iniziato. Meno di
un mese fa, il Fondo mone-
tario internazionale aveva Dopo Wall Street
pronosticato al nostro Pae-
se due anni di arretramen-
to, e più grave nelle cifre.
L’ex broker
Nel frattempo sui merca-
ti i rendimenti dei titoli del
si ricicla
Tesoro sono scesi. Al mo-
mento, ci spiega la Banca
pasticciere
d’Italia, ci troviamo fuori I Secondo Bloomberg,
pericolo: la nostra finanza nel solo 2011 gli operatori di
pubblica «è comunque su Wall Street che hanno per-
un sentiero sostenibile». so il posto causa crisi sono
Ciò non toglie che si debba stati 200.000. Qualcuno è
fare di tutto per attenuare finito in carcere, altri han-
le difficoltà a cui andremo no cercato di reinventarsi
incontro in questa prima una vita. Mastrolilli A PAG. 12
metà dell’anno. In questo
momento, è cruciale il ruo-
lo delle banche; più di quan- IN ITALIA
to non appaia.
Lo strumento principale
con cui l’area dell’euro è Emma commossa fino alle lacrime dopo la proclamazione da parte di Gianni Morandi del vincitore del 62˚Festival di Sanremo
GIUSEPPE MATTEINI/TM NEWS-INFOPHOTO
“Io il lavoro
stata tenuta insieme, e a
parte la Grecia prende a
Comazzi, Dondoni, Negri, Siti, Tamburrino e Venegoni DA PAG. 30 A PAG. 33
l’ho inventato”
rinsaldarsi, è l’operazione
Le storie di chi non
con cui la Banca centrale
IL FUSTIGATORE MAZZI SE NE VA
L G
a più sproporzionata del- ianmarco Mazzi è il pri-
europea ha rifinanziato le le attese si conclude alle mo che saluta la com- si è rassegnato
banche per tre anni al tasso
dell’1%, nelle cifre da loro
FUSTIGATO dieci e quaranta della se-
ra. Celentano arriva per canta-
“RAI INGRATA” pagnia. Scende dal tre-
no alla stazione di Sanremo e
alla disoccupazione
Marco Alfieri
desiderate. MICHELE BRAMBILLA re e per predicare. GABRIELE FERRARIS dice ciao. A PAGINA 13
CONTINUA A PAGINA 27 INVIATO A SANREMO CONTINUA A PAGINA 31 INVIATO A SANREMO CONTINUA A PAGINA 32

Gli Orsi del Cinema: oro al film girato a Rebibbia, a «Diaz» il premio del pubblico
Taviani-Vicari, doppietta italiana a Berlino
FULVIA CAPRARA ma vittoria (nel ‘91 l’Orso andò a
INVIATA A BERLINO Marco Ferreri con «La casa del
sorriso»), il riconoscimento più

P
er gli italiani è un po’ come tor- importante della germanica ker-
nare ai Mondiali di calcio del ‘70, messe. Complimenti e felicitazioni
a quello storico «Italia-Germa- da tutto l’arco costituzionale, il mi-
nia 4 a 3» che subito acquistò il signifi- nistro della cultura Ornaghi, ma
cato di una rivincita globale, storica, anche il sindaco di Roma Aleman-
simbolica. Dopo mesi di testa a testa a no, il presidente della Regione La-
colpi di bollettini sullo spread, l’Italia, zio Renata Polverini, il presidente
grazie ai fratelli Taviani, si leva una Rai Garimberti e naturalmente
gran bella soddisfazione, portando a Raicinema che co-produce il film.
casa, a distanza di molti anni dall’ulti- I fratelli Taviani sul palco CONTINUA A PAGINA 35
R

2 Primo Piano LA STAMPA


DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

LA CRISI
LA STRETTA SUL CREDITO

TITOLI DI STATO NUOVE RISORSE GOVERNO

Restano inquietudini Grazie anche alla Deve fare altri passi


sui titoli di Stato nuova politica della avanti coraggiosi
che, con lo spread Bce, ci sono 230-250 nella lotta all’evasione,
ancora sopra i 300 miliardi di capacità nei tagli alla spesa
Le frasi punti, sono attenuate di rifinanziamento e nella razionalizzazione
chiave
ma non dissipate per il sistema creditizio di norme e istituzioni

Visco alle banche Il Tesoro


«Agenzie di rating
responsabili»

“Non asfissiate I Le agenzie di rating


hanno avuto un ruolo nelle
tensioni che hanno coinvol-
to il debito pubblico del-
l’Italia. È il giudizio di Maria
Cannata, dg del Tesoro, ieri

l’economia reale” a un convegno di Radiocor


in ambito Forex. «Un ruolo
- ha detto Cannata - l’han-
no avuto le agenzie di ra-
ting, con Moody’s, storica-
mente positiva sull’Italia,
Il Governatore: nel 2012 Italia in recessione che ha dato watch negati-
vo sull’Italia, più forte del-

ma già il prossimo anno potrebbe ripartire l’outlook. Ciò unito a verti-


ci Ue, con attese deluse».

FRANCESCO MANACORDA - alle imprese lo scorso dicembre. A Parma stanziabili libere da vincoli» e si
INVIATO A PARMA
Ma ci sono anche strumenti da Il governatore sottraggono circa 200 miliardi di
Quest’anno «sarà un anno di re- mettere in campo: è il caso degli di Bankitalia, esposizione verso l’Eurosistema,
cessione», ma «bisogna guarda- oltre 230 miliardi che il sistema Ignazio Visco, arrivando a una «capacità di ulte-
re avanti, operare perché con la bancario italiano ha a disposizio- ieri riore rifinanziamento del sistema
normalizzazione delle condizio- ne per rifinanziare l’economia al convegno bancario italiano valutabile in ol-
ni sul mercati finanziari e del grazie alle «misure straordina- finanziario tre 150 miliardi». Ma non è finita
credito sia possibile stabilizzare rie» delle Banche centrali dell’Eu- Assiom Forex qui, perché la nuova politica della
l’attività produttiva in Italia già rosistema. Bce che amplia le garanzie utiliz-
nella seconda metà del 2012 e Visco promuove a pieni voti le zabili porterà le banche italiane
tornare a un’espansione del red- prime mosse dell’esecutivo Mon- norme, istituzioni e prassi che privato non finanziario aveva con- ripetono i banchieri italiani. «Ma ad aumentare «di altri 70-90» mi-
dito nel prossimo anno». ti, che «ha compiuto in questi me- tengono imbrigliate le energie del tinuato ad aumentare», anche se le indagini svolte presso banche e liardi la loro portata di fuoco: dun-
Ignazio Visco parla per la si progressi prima ritenuti impen- Paese, comprimono la competiti- rallentava. «In dicembre i prestiti imprese segnalano anche un irri- que in tutto ci sono 230-250 mi-
prima volta da Governatore di sabili in direzione della sostenibili- vità delle imprese, mortificano le alle imprese si sono però contrat- gidimento nelle condizioni di of- liardi di capacità di rifinanzia-
Bankitalia davanti ai maggiori tà finanziaria», ad esempio sulle attese dei più giovani». Insomma, ti di circa 20 miliardi». Visco se- ferta dei prestiti». mento disponibili per il sistema
banchieri italiani, riuniti a Par- per il Governatore, a suon di rifor- gnala che si tratta di un’«entità Proprio per sfuggire al rischio creditizio. Anche il mantra di Ba-
ma per il convegno Assiom-Fo- «A dicembre prestiti me «si tratta di garantire a chi in- della diminuzione molto elevata», di credit crunch, che alla fine si ri- silea 3 che strangola i crediti alle
rex. A loro, e al Paese, lancia un veste e crea occasioni di lavoro anche se avverte che in parte può fletterebbe anche sui loro bilanci, Pmi - avverte Visco - ha poca ra-
messaggio che esprime fiducia in calo di venti miliardi nel nostro paese condizioni favo- dipendere dalla «volatilità di fine le banche - è l’indicazione - devo- gione di essere, perché «la nuova
nel futuro - che potrebbe essere Bene il governo Monti revoli». Solo così l’azione di gover- anno». Ma anche a gennaio, dice no «valutare attentamente il me- regolamentazione conferma il
già presto migliore di quel che no avrà effetti concreti sull’econo- poi, ci sarebbe stata «in base ai rito di credito senza far mancare trattamento favorevole dei credi-
appare - promuove quanto fatto ma avanti sulle riforme mia reale, che «in una prospetti- dati preliminari, un’ulteriore, lie- il sostegno finanziario ai clienti ti alle piccole e medie imprese già
finora dal governo Monti e so- va di medio periodo... deve essere ve, contrazione del credito». Dun- solvibili e meritevoli». Del resto il previsto da Basilea 2». Imperati-
prattutto dà uno scossone pro- pensioni. Ma ovviamente non ba- rimessa in grado di crescere sta- que siamo di fronte al credit crun- sistema non ha l’alibi di non avere vo per le banche è invece conti-
prio alle banche. Quelle banche, sta: «Le riforme decise vanno ra- bilmente, a tassi sostenuti». ch? La morsa dei prestiti bancari soldi perché, calcola il Governato- nuare le loro ricapitalizzazioni.
dice, che si stanno irrigidendo pidamente completate e rese ope- Ma a sostenere la ripartenza che può strangolare l’economia? re in diretta davanti alla platea di Anche a costo di tagliare o elimi-
nel concedere credito e sulle rative». Dunque, dice, «progressi dell’economia devono contribui- Anche qui il Governatore offre banchieri, i loro istituti «hanno si- nare i dividendi e sforbiciare le su-
quali pesa una forte responsabi- altrettanto coraggiosi sono attesi re anche le banche. E qui qualco- qualche caveat ma un’interpreta- gnificativamente accresciuto, a per-retribuzioni dei top manager.
lità perché «è cruciale che l’eco- su altri fronti decisivi, su cui il go- sa - avverte il Governatore con zione precisa. E’ vero, infatti, che circa 280 miliardi di euro alla fine Proprio su questi due aspetti
nomia non entri in asfissia credi- verno è già impegnato». Si va dal- una nettezza significativa - si è «si è certo ridimensionata la do- di gennaio, le attività a garanzia Bankitalia sta per dare agli istitu-
tizia». Ci sono già segnali preoc- la «lotta all’evasione fiscale» ai ta- davvero inceppato: «Fino allo manda di finanziamenti da parte stanziate presso la Banca d’Ita- ti «indicazioni volte a orientare le
cupanti, ad esempio il crollo dei gli alla spesa pubblica, e più in ge- scorso novembre il credito eroga- delle imprese, per le sfavorevoli lia». A queste si aggiungono poco scelte», privilegiando appunto la
prestiti - venti miliardi in meno nerale alla «razionalizzazione di to dalle banche italiane al settore condizioni cicliche», come spesso meno di 80 miliardi di «attività necessità di rafforzarsi.

I banchieri: “Non è vero


gliere delegato di Intesa Sanpa-
olo, Enrico Cucchiani. «Non è
vero - precisa Cucchiani - che
Jena
le banche stanno strozzando il Né

che strozziamo le imprese”


sistema imprenditoriale». Biso-
gna invece capire, ha aggiunto
il consigliere delegato di Inte- La sinistra degli anni
sa, «quali sono i problemi di Settanta non stava né con lo
tutte e tre le componenti in gio- Stato né con le Br, quella di
Ignazio Visco. E parte della so- ticolarmente delicato delle mi- co: banche, imprese e Stato. Bi- oggi ha abbassato il livello:
Cucchiani: non luzione l’aveva già indicata il sure per consentire un più velo- sogna sviluppare una cultura «Né con Belen né con
suo predecessore Mario Dra- ce smobilizzo dei crediti nei della partnership nel comune Fornero».
c’è crisi di liquidità ghi quando ricordava: «Biso- confronti della pubblica ammi- interesse».
gna saper fare i banchieri an- nistrazione». Cucchiani, citando dati del-
Abete: un fondo che quando le cose vanno ma- A soffrire di più la stretta la Banca d’Italia ha poi sottoli-
per piccole aziende le». E qualche risposta ieri dai
banchieri, riuniti a Parma per
del credito, neanche a dirlo, so-
no le piccole e medie imprese. Enrico Cucchiani (Intesa Sanpaolo)
neato che «nel 2011 le sofferen-
ze del sistema bancario sono
il convegno annuale Assiom Fo- Secondo il presidente di Asso- aumentate del 38%. Ecco per-
LUCA FORNOVO rex, è arrivata. «Alle imprese - nime e di Bnl , Luigi Abete, consorzi di garanzia, le banche ché il costo del credito si sta de-
ha detto il direttore generale «servono politiche di sostegno regionali mettano assieme del- teriorando in maniera assai ra-
Per colpa della crisi, molte dell’Abi, Giovanni Sabatini - alle piccole imprese che, aven- le risorse per creare un grande pida». Riguardo Intesa l’ad rile-
aziende non riescono più a proporremo di nuovo la mora- do bassi livelli di patrimonializ- fondo di garanzia per le piccole va «che ha il pregio di essere
rimborsare i prestiti, le ban- toria sui prestiti per 12 mesi». zazione, soffrono di più. La ban- imprese in sofferenza. L’econo- ben capitalizzata» e che «il cre-
che si fidano sempre di meno Mentre per chi ha già usufruito ca non può che dare credito a mista Marcello Messori rilan- dit crunch non c’è». Di fatti,
e di conseguenza danno meno in passato della moratoria, si chi può usarlo per la crescita e cia invece un «piano nazionale conclude Cucchiani, «i flussi
soldi alle imprese, soprattut- pensa, ha ricordato Sabatini, lo sviluppo». Servono quindi di stimoli che premino le impre- delle erogazioni di nuovo credi-
to quelle piccole. Il cuore del alla «rinegoziazione con allun- «politiche di patrimonializza- se che raggiungono degli obiet- to a medio-lungo termine di In-
problema è tutto qua, come gamento del prestito». Poi si zione sia sul piano fiscale e nor- tivi di produttività». tesa sono aumentati del 15%
emerge dall’analisi del gover- sta valutando, ha puntualizza- mativo». Abete fa anche una Chi invece non accetta le nel 2011 sul 2010 e del 17% per jena@lastampa.it
natore della Banca d’Italia, to Sabatini, «anche il tema par- proposta concreta e cioè che i critiche di Bankitalia è il consi- quanto riguarda le Pmi».
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 3
4 Primo Piano LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

WELFARE
INTESA DIFFICILE

Articolo 18, scontro Berlusconi-Bersani


L’ex premier: “Non sia tabù”. Il capo del Pd: non ha nulla a che fare con i problemi del mercato del lavoro
FRANCESCO SEMPRINI Il confronto te auspica il rafforzamento del-
ROMA
Il duello Un’immagine la cassa integrazione ordina-
Mentre entra nel vivo il con- di Pierluigi ria, dall’altra parla di soppres-
fronto tra governo e sindaca-
tra i capi Bersani, sione di quella straordinaria in
ti in materia di ammortizza- dei partiti segretario del cambio di «unemployment be-
tori sociali, sul destino dell’ar- Pd, nefit» garantiti a tutti i lavora-
ticolo 18 emergono le prime con Susanna tori «in linea con il principio di
crepe in una maggioranza fi- Camusso, universalità». La risposta giun-
nora sostenuta dal clima di leader del ge a poche ore di distanza dal-
«emergenza nazionale». E il principale le roccaforti sindacali. A lan-
duello a distanza tra Berlu- sindacato, ciare l’allarme è il numero uno
sconi e Bersani riporta indie- Noi proponemmo la Cgil della Fiom-Cgil, Maurizio Lan-
tro nel tempo, alle vecchie di modificarlo dini il quale denuncia il rischio
contrapposizioni. Lo strappo di «licenziamenti di massa».
nella maggioranza parlamen- ma la reazione La Cigs consiste nel sostegno
tare si crea intorno all’artico- fu furibonda economico ai lavoratori che
lo 18, o meglio alle ipotesi di escono dal mercato del lavoro
modifica, sulle quali l’esecuti- Silvio Berlusconi a causa di riorganizzazioni
vo aveva deciso di rimandare leader aziendali, crisi di impresa, falli-
Pdl
Democratici-Camusso: Landini della Fiom
no Cassa integrazione agita il pericolo
straordinaria,
Ci può essere una dei «licenziamenti
manutenzione, ma
mantenere le tutele di massa»
il tema vero è come
la discussione alla fine della dare più lavoro mento societario o liquidazio-
trattativa con i sindacati. Per ne coatta. In sostanza in tutti
la prima volta dopo l’uscita Pierluigi Bersani quei casi in cui appare difficile
da Palazzo Chigi Silvio Berlu- segretario o impossibile il reinserimento
sconi esprime nettamente il Pd in azienda. Proprio per questo
suo appoggio alle proposte il segretario della Cgil, Susan-
del governo: «Se ne deve po- na Camusso, tira in ballo il no-
ter discutere, l’articolo 18 do delle risorse. «In una stagio-
non può essere un tabù», sfer- fare con i problemi di cui soffre c’è l’articolo 18». Una spaccatu- bene. Se questo non ci sarà, Monti-Berlusconi. ne difficile è prioritario mante-
za il Cavaliere il quale ricor- ora il mercato del lavoro». Per ra in piena regola per la mag- guarderemo al problema di Intanto l’altro volto dello nere gli ammortizzatori che
da come «a suo tempo, propo- il leader del Partito democrati- gioranza trasversale su cui merito alla luce delle nostre scontro si consuma intorno al- abbiamo», dice la Camusso
nemmo di modificarlo alme- co, contrario fra l’altro a una poggia il sostegno dell’esecuti- proposte e in Parlamento ci la Cassa integrazione straordi- che sull'ammortizzatore uni-
no per i nuovi assunti, ma la modifica della Cigs «in questo vo Monti riflesso dei vecchi re- comporteremo di conseguen- naria con le associazioni dei la- versale chiede al governo di
reazione, soprattutto dei sin- momento», la vera priorità è taggi politici che rendono com- za». Si rimettono in discussio- voratori che fanno muro con- decidere «quali risorse rende-
dacati, fu furibonda. Ora se pensare a creare occupazione: plicato al Pd prendere le di- ne così, alla vigilia del delicato tro l’ipotesi del Governo di re disponibili». Perentorio an-
ne torna a parlare». «Su questo tema - dice - anco- stanze dal sindacato. Tanto da incontro sul lavoro, gli scenari abolirla e sostituirla con un che Raffaele Bonanni: «La Cisl
Gli risponde a distanza il ra ci stiamo girando attorno. spingere Bersani a usare toni politici, con un mutamento di sussidio di disoccupazione è contraria all’ipotesi di can-
segretario del Pd, Pierluigi Al contrario non ho mai trova- da ultimatum: «Se ci sarà un intese che prende forma nella «universale». Ipotesi paventa- cellazione della Cigs e alla sua
Bersani, dicendo che «la que- to un imprenditore che mi ab- accordo condiviso tra governo contrapposizione tra l’asse ta dal ministro del Lavoro, El- sostituzione con un sussidio di
stione ha poco o nulla a che bia detto che si ferma perché e parti sociali per il Pd andrà Bersani-Camusso e quello sa Fornero, che se da una par- disoccupazione».

Interviste
Fassina, responsabile economico del Pd Diotallevi, vicepresidente Settimane Sociali della Cei

“Una corsa al ribasso “Quello strumento si può


sulle condizioni del lavoro” cambiare, non è il migliore”
FRANCESCA SCHIANCHI ritto che invece va tutelato». GIACOMO GALEAZZI re il posto a prescindere dall’accertabi-
ROMA ROMA
Senza un accordo condiviso il Pd po- le capacità di svolgere un servizio. C’è
Ora si chiede di abolire l’art. 18, poi si di- trebbe arrivare a votare contro la rifor- Luca Diotallevi, lei è professore di so- un modo più efficace per assicurare il
rà che la compensazione monetaria va ma? ciologia e vicepresidente delle Setti- diritto al lavoro rispetto a blindare il po-
ridotta, e così via». Su come invece vada «Non vedo perché un governo responsa- mane Sociali dei cattolici italiani. An- sto in un’azienda finita fuori mercato. E
rimessa al centro «la persona che lavo- bile, con interlocutori responsabili come che nella Chiesa c’è difende chi (come cioè garantire alle imprese migliori la li-
ra», Stefano Fassina, responsabile eco- i sindacati, non debba riuscire a trovare l’arcivescovo Bregantini) difende l’arti- bertà di operare sul mercato e assicura-
nomico Pd, ha appena dedicato un libro. un accordo condiviso». colo 18 e chi lo attacca. Lei cosa ne re a chi è rimasto disoccupato ammor-
Perché oggi, sospira, «sull’arretramen- Che ne pensa dell’idea di togliere la pensa? tizzatori sociali e formazione. Se poi l’in-
to delle condizioni lavorative si rischia cassa straordinaria e estendere la di- «L’articolo 18 è uno strumento. Ce ne so- dividuo rifiuta un ristretto numero di la-
Il Pd una corsa al ribasso senza fine». soccupazione? La Cei no di molto migliori. Esiste il diritto a vori, perde il diritto al sussidio. La solu-
Stefano E’ una visione pes- «La cassa straordina- Luca poter lavorare, non il zione sta in questa te-
Fassina simista... SOLO UN PRIMO PASSO ria in questi anni ha Diotallevi, diritto al posto di la- IL MONDO DEI VESCOVI APRE naglia virtuosa».
è «In Spagna, dove non «Ora si chiede questo, poi avuto utilizzi impro- sociologo e voro. L’enciclica «Esiste il diritto a poter Sul tema Pdl e
responsabile c’è l’articolo 18, la pri, bisogna interve- vicepresiden- “Centimus annus” di Pd sono divisi
economico compensazione mone- si dirà che va ridotta nire su quello, ma è te Wojtyla parla chiaro lavorare, non il diritto malgrado sosten-
del Pd taria era pari a 45 la compensazione monetaria» importante mantene- delle al paragrafo 48. Sa- al posto di lavoro» gano il governo.
giorni per ogni anno re uno strumento Settimane rebbe grave se lo Sta- Ciò bloccherà
lavorativo: è stata ridotta pochi giorni fa che sostenga il reddito dei lavoratori Sociali to garantisse per tutti un posto di lavo- ogni riforma?
a 33. In Portogallo è stato superato il durante la fase di ristrutturazione del- della Cei ro perché a ciò corrisponderebbe la li- «E’ l’inevitabile conseguenza di un ese-
contratto nazionale di lavoro, mettendo le imprese». mitazione della libertà e della creatività cutivo che nasce al di fuori del normale
i lavoratori in competizione al ribasso. La sua posizione è condivisa da tutto il delle persone e dell’intera società. Un percorso elettorale ma che poi deve co-
In Grecia il salario minimo è passato da Pd? Al suo libro il senatore Ceccanti ha posto di lavoro vero lo produce solo munque vivere di una maggioranza poli-
750 a 600 euro». dedicato un articolo di critica. un’impresa capace di stare sul mercato. tica. Speriamo che si arrivi a un consen-
Quindi sull’art. 18 non si può mollare «L’analisi che propongo è larghissima Nessuno ha il dovere o il potere di offri- so politico sulla riforma dell’articolo 18
di un millimetro? maggioranza nel Pd. Ceccanti mi critica re dal nulla posti di lavoro. Lo scandalo e soprattutto che si ridia quanto prima
«Si possono fare miglioramenti nelle sull’uso che faccio delle riflessioni della è un altro». agli elettori la possibilità di insediare un
procedure, perché è vero che l’incer- Chiesa: ma né io né lui disponiamo del- Quale? premier, una maggioranza e un pro-
tezza della durata delle cause crea l’interpretazione autentica della dottri- «La parte più scandalosa è la pubblica gramma coerente. La democrazia non
problemi. Ma non si può negare un di- na sociale della Chiesa...». amministrazione dove si può conserva- tollera lunghe supplenze di tecnici».
5

Il Cavaliere
Silvio
Retroscena Berlusconi,
ex presidente
UGO MAGRI del Consiglio
ROMA e leader
del Pdl,
con il suo
successore
ochi giorni prima di dimet-

P
alla guida del
tersi (siamo dunque a fine governo,
ottobre dell’anno 2011), Mario Monti
Berlusconi aveva dato di-
sposizione al ministro del
Lavoro di preparargli una riforma
dell’articolo 18. «Fai con la massima
urgenza», si era raccomandato con
Sacconi, «perché voglio ottemperare
subito agli impegni presi con l’Euro-
pa». Addirittura era sua intenzione
procedere non con le «lungaggini»
del disegno di legge, ma per la scor-
ciatoia del decreto: sempre, si capi-
sce, che il Capo dello Stato fosse di-
sposto a metterci la controfirma.
Sacconi oggi ricorda molto bene la
circostanza, in quanto spese un’inte-
ra domenica a scrivere il testo del
provvedimento.
Non ci fu tempo di presentarlo,
cadde il governo. E adesso che il suo
successore si batte per infrangere il
«tabù» dei licenziamenti, Berlusconi
scende in campo a dargli una mano
con un’intervista all’«Efe». Nella sua

IL CAPO DEI DEMOCRATICI


Rischia di trovarsi
preso in mezzo, di qua
il governo, di là i sindacati

Il Cavaliere puntella Monti


AI VERTICI DEL PDL
«Le aziende devono Il ministro Severino
potersi sbarazzare «Non sia tabù l’abolizione
dei ladri e dei fannulloni»
del certificato antimafia»
mente, ritiene che Monti e la Forne-
ro siano due discepoli, che stiano
semplicemente completando l’opera
sua interrotta da cause di forza mag-
giore. Si considera un precursore, e
per mettere in difficoltà I «L’abolizione del certificato an-
timafia non deve essere un tabù
ma se ne può discutere». Lo ha det-
to il ministro della Giustizia Paola
in un certo senso davvero lo fu quan-
do nel 2001, solleticato dall’allora
presidente di Confindustria D’Ama-
to, ingaggiò contro la Cgil una batta-
glia tanto feroce quanto inconcluden-
il segretario del Pd Severino che sposa in pieno la pro-
posta fatta dal procuratore nazio-
nale antimafia Pietro Grasso, a Pa-
lermo a un convegno sul codice an-
timafia. Il ministro ha sottolineato:
te proprio sull’articolo 18, «da cam- «L’abolizione del certificato antima-
biare almeno per i neo-assunti» (lui
stesso, raccontano in via del Plebisci-
E sulla riforma-Fornero ai suoi dice: io, un precursore fia non deve essere un tabù perché
tutto ciò che può contribuire co-
to, si pentì più tardi di avere scelto munque a creare una cultura di im-
quel terreno di scontro). sono sicuri nel Pdl, sulla scorta dei dei fannulloni». Su questo Monti sa di al governo che è tempo di far seguire presa etica e a selezionare le impre-
C’è poi anche una malizia, nell’aiu- contatti diretti avuti con Monti una avere la copertura massima del Cava- alle parole i patti. Ieri, sulla scia dell’in- se che hanno questa cultura, va be-
to non richiesto di Berlusconi al Pro- settimana fa. Nell’occasione andarono liere e, così pare abbia lasciato inten- tervista al Leader, prima Gasparri, nissimo. Quello che conta è la so-
fessore. Che consiste nel tentativo di a Palazzo Chigi i capigruppo Cicchitto dere, non si tirerà indietro. quindi Cicchitto, infine la Gelmini han- stanza e non la forma». Poi, il Guar-
far leva su Monti per mettere nei e Gasparri accompagnati proprio dal- Questo accadeva, appunto, circa no messo fretta a Monti perché (per dasigilli ha aggiunto: «Il pensiero
guai Bersani. Il segretario Pd rischia l’ex-ministro Sacconi. E i tre si conge- sette giorni fa. Nel Pdl da allora l’appe- dirla con le parole di Mariastella) «il che ha espresso oggi il procuratore
di trovarsi preso in mezzo, da una darono da Monti convinti che il gover- tito è cresciuto, non c’è più stata riu- governo ha mostrato una santa pazien- antimafia Grasso sul tema del-
parte il governo (e l’Europa, e la Me- no avesse davvero in animo di metter- nione di vertice a Palazzo Grazioli du- za e i tempi europei sono abbondante- l’eventuale abolizione del certifica-
rkel, e la Bce, e il Fondo monetario in- si in gioco là dove Silvio dieci anni ad- rante la quale non si sia parlato con en- mente scaduti». to antimafia e della creazione di
ternazionale...) dall’altra la Camusso dietro aveva fallito. Non con l’obiettivo tusiasmo, quasi fregandosi le mani dal- Si può chiede al Pdl di rinunciare una “white list” di imprese, per una
con la Cgil, cioè con quel tanto di re- di allargare le maglie dei licenziamenti la soddisfazione, della «gran botta che alla doppia, ghiotta occasione? Pos- curiosa coincidenza, si è incrociata
troterra sociale che il sindacato ros- per motivi economici (le possibilità in prenderanno adesso Bersani e il Pd sono in un colpo solo realizzare un con quello che ho detto anche io: la
so sa tuttora garantire. Il filo di ner- materia già abbondano), ma di consen- sull’articolo 18». Insomma, a destra punto del loro programma e far veni- costituzione di una etica di impresa
vosismo nelle dichiarazioni ultime di tire quelli giustificati con ragioni «di- non si vede l’ora. E l’attesa genera re il mal di testa al Pd. Poi, si capisce, che passa attraverso la selezione
Bersani è la prova che il cerchio si sciplinari». Ai vertici del Pdl la metto- qualche impazienza. Non solo il Cava- c’è il rischio che la maionese impazzi- delle imprese che rispettano certi
stringe, l’ora delle decisioni irrevoca- no nei seguenti termini: «Le aziende liere, ma tutto lo stato maggiore berlu- sca. E che nel braccio di ferro ci ri- valori».
bili sta arrivando. Ai primi di marzo, devono potersi sbarazzare dei ladri e sconiano rammenta quotidianamente metta l’Italia.

STUDIO DI UNIONCAMERE: UN TERZO DELLE IMPRESE VENGONO AVVIATE NEL MEZZOGIORNO Considerato che l’investi-
mento di partenza non supe-

Le nuove aziende? Nascono al Sud


ra i 10 mila euro nel 72,1% dei
casi (quota che tocca il 75,3%
per i giovani), 8 imprenditori
su 10 scelgono l’autofinanzia-
mento, affiancato da prestiti

Tre su quattro
sono iniziative
4, sono uomini, per lo più un-
der 35, con un diploma di
scuola secondaria in tasca e
il sogno di realizzare le pro-
10 mila
euro
30,9%
la quota
per le donne, insomma, la cui
presenza cresce tuttavia in
alcuni specifici settori. Come
quello dei servizi alle perso-
di parenti o amici e, in ultima
istanza, da prestiti bancari.
Si parte con un capitale ini-
ziale tra gli 11 e i 30 mila euro
prie aspirazioni professiona- di costi del Meridione ne, l’unico in cui il sesso fem- (un’impresa su 5), invece, nei
di uomini, per li nel cassetto. Un sogno che, minile detiene il primato del- settori dei servizi turistici,
lo più under 35 a sette di loro su dieci, è co-
stato appena 10 mila euro,
A sette giovani su dieci, è
costato appena 10 mila euro,
Seguono il
Nord-Ovest
le nuove iniziative imprendi-
toriali (51,7%), sebbene quo-
del commercio e dei servizi
alle persone. La precedente
spesso autofinanziati, per spesso autofinanziati, (28,6%), te superiori alla media siano attività professionale costitu-
ANTONIO PITONI muovere i primi passi. E’ la muovere i primi passi il Centro (21%) riscontrabili anche nei servi- isce la base di partenza per
ROMA
fotografia del centro studi di fondando un’azienda e il Nord-Est (19,5%) zi turistici, nell’agricoltura e quasi il 55% dei neocapitani
Se la crisi incombe e le ban- Unioncamere, scattata su nelle attività commerciali. d’impresa. Tra quanti, inve-
che stringono i rubinetti un campione di 9 mila impre- (19,5%). Nell’88,7% dei casi le scia che va dai 31 ai 35 anni. Il 48,9% dei nuovi impren- ce, si trovavano nella condi-
del credito, c’è un pezzo se (su un totale di circa nuove imprese evitano di as- Risultato: agli under 35 va il ditori, un dato in crescita ri- zione di disoccupati, studen-
d’Italia, quello più insospet- 176mila) che hanno visto la sumere personale, almeno al- merito di aver contribuito al spetto al 2010, possiede un di- ti, casalinghe o collaboratori
tabile, che continua a scom- luce nei dodici mesi dello l’inizio, in attesa dei primi ri- battesimo di quasi la metà ploma di scuola media supe- a progetto, che rappresenta-
mettere sull’iniziativa pri- scorso anno. scontri da parte del mercato. delle iniziative imprendito- riore. E se aumenta anche no il 22,4% dei nuovi impren-
vata. E allora benvenuti al Sud e Isole, quindi, con il Si abbassa l’età media dei riali del 2011. Restano, inve- l’incidenza di chi si è fermato ditori (+1,5% rispetto al
Sud, perché un terzo delle 30,9% di nuove iniziative im- nuovi imprenditori: supera il ce, ancora al palo le «quote alla scuola dell’obbligo (oltre 2010), è la necessità di uno
imprese nate nel 2011 ha se- prenditoriali, seguiti dal 26% l’incidenza degli under rosa»: quasi tre quarti dei ne- il 25%), diminuisce di contro sbocco lavorativo a spingere
de proprio nel Mezzogior- Nord-Ovest (28,6%), dal Cen- 30, mentre il 19,1% dei neoim- ocapitani d’azienda sono ma- il numero dei neo-imprendi- principalmente verso la nuo-
no. A fondarle, in 3 casi su tro (21%) e dal Nord-Est prenditori si colloca nella fa- schi. Spazi ancora più stretti tori laureati (circa il 12%). va attività.
6 Primo Piano LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

RIFORME
IL LAVORIO DEI PARTITI

“Conto corrente
gratis ai pensionati
fino a 1500 euro”
C’è l’intesa in Parlamento, ma manca il sì del governo La proposta a favore degli anziani è stata approvata sia dal Pd che dal Pdl

FRANCESCA SCHIANCHI bancomat, bancoposta), il no a vita conveniente anziché sotto- Consiglio dei ministri. Tra le glio chiarita l’applicazione. visti interventi sull’evasione fi-
ROMA
commissioni per l’acquisto di stare alle condizioni di quella novità che dovrebbero essere Sempre in tema di immobili, è scale: dalla creazione di una li-
Pd e Pdl sono d’accordo: i carburante fino a 100 o 150 eu- proposta dalla banca. introdotte, da presentare en- probabile che il provvedimen- sta di «sospetti» da tenere sot-
pensionati con un assegno ro, la possibilità per il cliente Nel frattempo, il governo è tro il 30 giugno, la dichiarazio- to conterrà anche la delega del to controllo alle probabili san-
esiguo non dovranno pagare che accende un mutuo di repe- al lavoro su un altro decreto, ne Imu, l’imposta municipale governo per procedere al rior- zioni più severe per chi porta
per aprire un conto corrente rire sul mercato autonoma- quello sulla semplificazione fi- unica che sostituisce la vec- dino del catasto. all’estero soldi oltre il limite
bancario, né per la sua ge- mente un’assicurazione sulla scale da portare venerdì in chia Ici, di cui sarà anche me- Di una certa rilevanza i pre- stabilito dalla legge.
stione. Un’idea su cui il go-
verno ancora deve pronun-
ciarsi ma su cui, filtra, c’è di-

16,7
sponibilità a discutere.
La proposta, tradotta ne-
ro su bianco in una serie di
emendamenti al decreto libe-
ralizzazioni, è nata per porre
rimedio ai problemi creati da milioni
una norma del decreto Salva-
Italia, quella per cui la pubbli- di pensionati
ca amministrazione non può
Di essi, 14 milioni sono i
più usare il contante per pa-
pensionati con assegni di
gamenti sopra i mille euro.
importo eguale o inferiore
Con il risultato che anche an-
ai 1500 euro al mese
ziani con pensioni appena
sufficienti per vivere si trova-
no costretti ad aprire un con-
to in banca per poter riscuo-
tere l’assegno.
Così, Filippo Bubbico del
Pd e Simona Vicari del Pdl,
39,1% inferiori
relatori del provvedimento
in discussione in Commissio-
ne Industria al Senato, sono
a 500 euro
orientati a proporre dopodo- Il 39,1% delle pensioni
mani alla ripresa dei lavori di ha importi mensili
intervenire sul tema: dei vari inferiori a 500 euro

Venerdì via al decreto


di semplificazioni
fiscali e alle regole
della nuova Imu
44,8%
comprese tra
emendamenti in materia,
quello su cui le forze politi-
500 e 1500
che potrebbero confluire è Il 31,4% tra 500 e mille
quello a firma Ghigo, Messi- euro, il 13,4% tra 1000
na, Scarabosio, che prevede e 1500 euro mensili
«la gratuità delle spese di
apertura e di gestione dei
conti correnti di qualunque
genere per gli aventi diritto a
trattamenti pensionistici fi-
no a 1.500 euro mensili», cioè NOMINA
tre volte la minima. Fonti di
governo sono però scettiche L’ex ministro
sulla formulazione: «Se allo-
ra uno ha diritto a una pen- Nicolais nuovo
sione di 1.500 euro ma ha
qualche rendita sostanzio-
presidente Cnr
sa?». Da questo punto di vi-
sta, ancora più ambiguo I Luigi Nicolais è il
l’emendamento firmato da nuovo presidente del
Rita Ghedini e Anna Rita Fio- Cnr. E’ un ritorno alle ori-
roni, che esenterebbe tout gini per questo professo-
court i pensionati: rischiereb- re emerito che, dopo la
be di esonerare pure quelli laurea in ingegneria chi-
che ogni mese riscuotono mica, proprio al Cnr ha
una pensione d’oro. In setti- iniziato la sua attività
mana l’emendamento da pre- professionale. E’ autore
sentare sarà messo a punto, di 18 brevetti ma il suo no-
e si vedrà la reazione del go- me ha raggiunto un pub-
verno, che non sembra avere blico diverso da quello de-
chiusure alla discussione. Un solo viaggio può cambiare il corso di una vita. gli addetti ai lavori sei an-
Ma i relatori stanno cer- Cambogia, maggio 2011. ni fa quando Prodi lo vol-
cando anche altre convergen- le come ministro per le
ze, dai taxi all’energia. Fino Riforme e l’Innovazione.
alle banche, tema affrontato Si è detto fiducioso di po-
nei giorni scorsi: tra i punti Ritrovate Angelina Jolie su louisvuitton.com ter contribuire insieme a
comuni, la volontà di richie- loro a aiutare l’Italia a
dere commissioni più basse «uscire dalla crisi».
per l’uso di carte (credito,
7

Le grandi città in palio


GIUNTA USCENTE I COMUNI GLI ELETTORI CHIAMATI
Centrodestra Centrosinistra AL VOTO ALLE URNE

Amministrazione straordinaria 1.018 11.165.226

Così Como
il caso l’ex Centrodestra
AMEDEO LA MATTINA ministro Legnano Monza
ROMA Centrodestra Centrodestra
Sesto S. Giovanni
Alessandria Centrosinistra
Centrodestra
erlusconi non si è rassegna-

B to alla separazione da Bos- Verona


si e pensa di tornare all’at- Centrodestra
tacco per convincerlo a
correre insieme alle ammi- Asti Piacenza
nistrative di primavera: almeno laddo- Centrodestra Centrosinistra Parma
ve è sicura o molto probabile la sconfit- Amministrazione
ta del Pdl e della Lega in caso di corsa Cuneo Pistoia straordinaria
solitaria. Perché se a Vicenza e Treviso Centrosinistra Centrosinistra L'Aquila
il Carroccio può farcela da solo, altrove
Centrosinistra
la musica cambia. Anche nelle due cit- Acerra
tà venete i sindaci leghisti uscenti «ri- Genova Amministrazione
schiano» di vincere ma potrebbero tro- Centrosinistra straordinaria
varsi senza una maggioranza in consi-
glio comunale. Allora il Cavaliere farà Brindisi
al suo ex alleato di governo «un ultimo Amministrazione
appello alla ragione». straordinaria
Un ennesimo incontro, un ennesi- Lucca Lecce
mo tentativo su cui ieri Roberto Calde- Centrodestra Centrodestra
roli ha messo sopra una pietra tomba-
La Spezia Carrara
le. «Visto che Berlusconi vuol continua-
re a sostenere un Governo che affama Centrosinistra Centrosinistra
il popolo, allora l’alleanza con noi è da Pozzuoli
considerarsi morta e sepolta». Caldero- Amministrazione
li accusa Alfano di avere incontrato straordinaria Torre del Greco
Bersani e Casini, «il vertice della nuova
Centrodestra
troika non finalizzato a discutere pro-
poste riguardanti il governo ma temi Ci attende una grande Taranto
squisitamente politici e parlamentari
come le riforme costituzionali e la rifor- sfida, più difficile Trapani Palermo Sinistra
Centrodestra Amministrazione
ma elettorale. Allora mi aspetto alle rispetto al passato straordinaria
prossime imminenti elezioni ammini- Sono convinta che
strative di vedere comunisti, pidiellini
e Udc sostenere in alleanza i medesimi il nostro partito uscirà
candidati sindaci». ancora più radicato
Il Pdl vive la contraddizione di inse- Marsala
guire la Lega e allo stesso tempo lavora- Catanzaro
Centrodestra Amministrazione
re all’alleanza dei moderati, rischiando Mara Carfagna
di rimanere senza l’una e l’altra. Così ex ministro Agrigento straordinaria
ora alle amministrative si prepara a Pdl Centrodestra
correre con le proprie forze, come spie- Centimetri - LA STAMPA
ga Ignazio La Russa. «Non bisogna par-
tire rassegnati. Nella vita politica come

Dal Veneto alla Sicilia


nel calcio - dice il coordinatore naziona- ligure si punta tutto su tre candidati
le - bisogna combattere fino all’ultimo «espressione della società civile» soste-
minuto. Nel Lazio abbiamo vinto anche nuti da altrettante liste civiche. «Abbia-
mo paura che i nostri elettori boccino an-
LA STRATEGIA/1 che qui eventuali proposte del partito, co-
Berlusconi si impegnerà me già accaduto a Milano e a Napoli - ha

Pdl a rischio-Caporetto
spiegato il consigliere regionale Luigi
fino all’ultimo per recuperare Morgillo - per cui apriamo le consultazio-
i rapporti con il Carroccio ni alla società civile scegliendo di non

senza la lista del Pdl». Quanto alla Le- LA STRATEGIA/2


ga, La Russa sostiene che non regge il Alfano pronto a scommettere
ragionamento di Calderoli. «Cosa c’en-
tra Roma con l’elezione dei sindaci? È
un alibi. Loro vogliono solo rafforzarsi,
Partito stretto tra Bossi al Nord e l’“Opa” dell’Udc al Sud sui candidati della società civile
e sulle primarie di coalizione
far valere la loro identità. Il governo
Monti è solo un pretesto. Andranno a tro le liste civiche nel timore che le per- cere il candidato del Terzo Polo (il giova- perare un rapporto con Grande sud di presentare un nostro iscritto». Annac-
sbattere contro un muro e a perdere centuali di voto precipitino rovinosamen- ne Costa), allora la frittata sarebbe fatta. Gianfranco Micciché, che non condivide quarsi, mescolarsi con la società civile,
non saremo noi o loro ma il Nord». te rispetto alle precedenti amministrati- E la lotta per l’egemonia dell’area di cen- questo sistema di scelta dei candidati. Se salvare il salvabile. «È vero, viviamo una
L’ex ministro si rende conto che ve, alle politiche e alle europee. Dagli tro in Sicilia, come nel resto del Sud, se- per allargare la coalizione dovessimo ri- fase estremamente delicata - ammette
questa fase sta penalizzando il Pdl e stratosferici 35-36-37% il partito di Berlu- gnerebbe un punto a favore di Casini. Al- nunciare alle primarie, lo faremmo per Osvaldo Napoli, vicecapogruppo alla Ca-
che quindi bisogna mettere in campo sconi e Alfano potrebbe scendere sotto fano ci proverà in tutti i modi a rimanere affermare quanto il centrodestra sia an- mera del Pdl - perché siamo dentro un
tutta l’energia possibile e molti candi- la soglia psicologica del 20% attorno alla a galla, con i candidati della società civi- cora in maggioranza nell’isola». passaggio di prospettiva politica. E poi
dati della società civile laddove non è quale sta in bilico, per cadere nella vora- le, con le liste civiche e le primarie inter- Il Pdl sperimenterà di tutto, anche le noi alle amministrative abbiamo sempre
possibile individuarne uno di partito o gine di uno scoraggiante 15%. ne al partito. «Ma in Sicilia - spiega il se- primarie di coalizione, come hanno deci- patito. Quello che ora conta è il profilo ci-
di coalizione. C’è addirittura chi vor- Se a Palermo, dopo la disastrosa gretario - puntiamo a una grande coali- so di fare per scegliere il candidato sinda- vico dei candidati a sindaco da scegliere
rebbe nascondere, sciogliere il Pdl die- esperienza di Cammarata, dovesse vin- zione e speriamo, in primo luogo, di recu- co a La Spezia. E guarda caso nella città non in base all’appartenenza partitica».

Tra la Lega e Tosi


Casus belli volte dichiarato di «condivide-
A maggio re» le preoccupazioni elettorali
Flavio Tosi di Tosi. Siamo vicini all’ennesi-
correrà ma resa dei conti? Tosi correrà

si riaccende lo scontro
per la da solo, magari alleandosi con il
rielezione Pdl o l’Udc? Oppure Bossi riusci-
a sindaco rà a «trovare la quadra»?
di Verona Dall’entourage del sindaco
e vuole farlo di Verona, per il momento, pre-
vinciali di Padova e Treviso, ma lamentino e le posizioni «di ispi- con una lista feriscono abbassare i toni. E
Il sindaco cacciato soprattutto il congresso regiona- razione nazionalista» assunte di personale continuare a giocare al gatto e
le della Liga Veneta, da cui di- recente da Tosi. Come spiega la accanto al topo. «Dalla riapertura del
dalla vicepresidenza penderanno i nuovi equilibri in- deputata Paola Goisis, bossiana a quella Parlamento padano, il 4 dicem-
terni del partito. Cambiano i dia- di ferro: «Più volte il sindaco di del Carroccio bre scorso - fanno sapere - si so-
del parlamento letti e i protagonisti. Il copione, Verona ha definito la Padania nonostante no tenute due sedute del parla-
padano però, è sempre lo stesso. Da una
parte l’eretico, il sindaco di Ve-
una categoria filosofica, contrav-
venendo così all’articolo 1 dello
il no di Bossi mento e due riunioni dell’ufficio
di presidenza. Alle prime il sin-
rona Flavio Tosi, che ieri è stato statuto della Lega Nord che reci- daco di Verona non ha fatto
FRANCESCO MOSCATELLI sospeso dall’incarico di vicepre- ta testualmente: “Il fine della Le- mancare la sua presenza, men-
VERONA
sidente del Parlamento padano ga Nord è l’indipendenza della to, il primo cittadino scaligero ga veneta a Padova. Uscendo tre alle riunioni dell’ufficio di
La «pax bossiana», raggiunta (l’assemblea risorta da quando Padanià”. Non capisco come si vorrebbe infatti presentarsi al- dal consiglio, il sindaco di Vero- presidenza ha comunicato in
faticosamente sul palco di la Lega è passata all’opposizio- possano conciliare certe affer- le amministrative di maggio na aveva sostenuto che il «no» anticipo di non poter partecipa-
Piazza Duomo a Milano il 22 ne) a favore del neo-capogruppo mazioni con il suo ruolo». con una lista personale da af- alla sua lista era, in realtà, da re per impegni istituzionali».
gennaio, traballa di già. Dopo alla Camera Giampaolo Dozzo, Dietro le quinte, però, circo- fiancare a quella con il simbolo imputare alle tensioni in vista Tosi, che questa sera dovrebbe
lo scontro fra Bobo Maroni e il dall’altra i difensori dell’ortodos- lano altre voci. Il defenestra- dell’Alberto da Giussano. Due del congresso regionale. partecipare al programma di
Cerchio Magico in Lombardia, sia. Il «casus belli» ufficiale fa mento dal «Parlamento del settimane fa sarebbe arrivato il Gratta gratta si torna allo La7 «In Onda», ha scelto il silen-
la guerra intestina del Carroc- quasi sorridere. All’origine della Nord» coincide con un momen- secco «no» di Bossi al progetto. scontro di potere per il controllo zio e la campagna elettorale: ve-
cio si sposta verso il Piave. Do- decisione, spiegano fonti leghi- to di particolare tensione tra Un rifiuto formalizzato il 4 feb- del partito. Non a caso l’altro nerdì, in sella a un cavallo, ha
ve, per inciso ma non troppo, ste, ci sarebbero l’assenteismo Tosi e i vertici del movimento. braio durante una tesa riunione eretico doc, l’ex ministro degli aperto il «Bacanal del Gnoco»,
si avvicinano i congressi pro- del sindaco alle riunioni del par- In corsa per il secondo manda- del consiglio nazionale della Li- Interni Roberto Maroni, ha più il Carnevale di Verona.
8 Primo Piano LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

U I blitz delle Fiamme Gialle 1

TASSE 1 CORTINA

2011 - DICEMBRE
6
3
30 dicembre 2011
Controllati 35 esercizi
LA LOTTA ALL’EVASIONE commerciali.
Verificata la proprietà 4
di 251 auto di lusso

Santanché 2 ROMA
Ieri a 14 gennaio 2012 2
Courmayeur Sotto la lente l'emissione di scontrini

2012 - GENNAIO
c’era anche nella zona dello shopping 5
l’ex sottose- 3 MILANO
gretario 28 gennaio 2012
del governo 115 locali della movida
Berlusconi controllati. Verifiche sulla
(oggi proprietà di 358 auto di lusso
deputato
del Pdl) 4 SANREMO
con il
direttore de
14 febbraio 2012
Controlli di routine in occasione del Festival canoro
+985

FEBBRAIO
«Il Giornale»
Alessandro
5 NAPOLI
Sallusti. 15 febbraio 2012
«Bene la lotta Controlli nei mercati e nei locali del centro
all’evasione», 6 COURMAYEUR
ha detto, Ieri
spiegando Controlli in negozi, alberghi, ristoranti
però e bar sulle piste da sci
che non
condividere L'aumento degli
la tecnica
dei blitz
incassi durante +400
i blitz delle
«spettacolo» Fiamme Gialle
(Incremento %
rispetto allo +200
stesso giorno +133
dell'anno
precedente) +44
Media
Picco max Cortina Milano Napoli
Centimetri - LA STAMPA

Blitz fiscali, tocca a Courmayeur


Settanta ispettori hanno setacciato la cittadina valdostana. I commercianti: “Ce lo aspettavamo”
DANIELE GENCO rato gli incassi monitorati con le genta -. Fare lo scontrino è diven- parla di mafia o di camorra. Noi guardo. Come la deputata pidiel- cali sono in tanti a dirsi soddisfat-
COURMAYEUR
medie dei mesi precedenti. tata per noi una necessità e poi non siamo delinquenti - dice -. È lina Daniela Santanché, ex sotto- ti del fatto di vedere i controlli
«Prima o poi, visto il trend na- Il macellaio di via Roma, Lo- Courmayeur è una località giusto e apprezzabile che ognu- segretario del Governo Berlusco- anche quassù. Andrea Fusetti, di
zionale, doveva accadere. Ce ris Ducret, la prende con filoso- “vecchio stile” come la sua clien- no faccia al meglio il proprio la- ni, a spasso per il centro assieme Milano, villeggiante di Cour-
l’aspettavamo». Fabrizia Der- fia: «Ben vengano i controlli a tela che proviene da Milano, To- voro ma è ingiusto criminalizza- ad Alessandro Sallusti, direttore mayeur da 34 anni, lo dice subi-
riard, sindaco di Courmayeur, patto che colpiscano da Nord a rino, Genova. Tutti pagano con re i commercianti. Sappiamo de Il Giornale. «Ero sulle piste - to: «Questi controlli sono positi-
ha appena saputo che il paese Sud tutta la Penisola». E per Fa- la carta di credito». che ci sono i controlli, fanno par- dice - non mi sono accorta di nul- vi, le tasse devono pagarle tutti».
più che dai turisti è invaso da- bio Glarey del lounge bar Privé Un blitz che infastidisce mol- te del nostro lavoro. Di certo re- la». Poi però se la prende con la Si è invece accorto della presen-
gli ispettori dell’Agenzia delle «l’importante è non avere il ti ma non sorprende nessuno. sta il fatto che, per quanto mi ri- spettacolarizzazione dei recenti za degli 007 del Fisco Stefano Lo-
Entrate. Settanta «007» - pro- Cayenne nel parco macchine. Come Pierantonio Genestrone, sulta, la Valle d’Aosta è tra le re- interventi della Finanza. «Sia rato, milanese: «Era difficile non
venienti sia dalla sede di Aosta Non è il mio caso». Poi, più serio: presidente dell’Ascom Confcom- gioni più virtuose per quanto ri- chiaro - dice - la lotta all’evasione accorgersi dei controlli, ma non
sia da quella di Torino - sparpa- «Sono stati gentilissimi e ce lo mercio Valle d’Aosta. Genestro- guarda l’emissione di scontrino è sacrosanta e nessuno in questo ho avuto nessun disturbo da que-
gliati per il centro, dove hanno aspettavamo». Stessa scena nei ne se la prende prima di tutto fiscale». campo può insegnare niente a sta operazione». Poi, mostrando
controllato 30 negozi, e le piste tre negozi di Guichardaz Sport: con chi parla di blitz. «Quel ter- Nel serpentone di turisti che noi, che l’abbiamo portata avanti uno scontrino, sorride: «L’ho
di sci. Perché nel mirino dei «Courmayeur ne uscirà con ono- mine si usa nella lotta alla crimi- attraversa le vie di Courmayeur con forza quando eravamo al go- conservato, non vorrei passare
controlli sono finiti anche bar e re - dice il titolare Claudio Ma- nalità organizzata, quando si ci sono anche tanti ospiti di ri- verno». Fuori dai negozi e dai lo- per un evasore».
ristoranti che sfamano i turisti
tra una sciata e l’altra.
Tutto era cominciato a Cor-

Sequestri per 12 milioni


tina, nel cuore delle vacanze di legittimamente deliberato e liquidato il fi-
Natale, e qui in tanti avevano nanziamento dell’esercizio provvisorio
storto in naso. Ora, dopo i blitz
di Portofino, Roma, Milano, il caso della Acms in liquidazione negli anni
2007 e 2009, è autorizzato un sequestro

ai furbetti dell’azienda
Sanremo e Napoli, il bersaglio GUIDO RUOTOLO conservativo del valore equivalente al
è la perla del turismo chic val- ROMA danno». La Corte dei conti ha ricostruito
dostano. Gli ispettori hanno i passaggi giudiziari che hanno portato al
cominciato a setacciare le vie fallimento dell’Acms e censurato gli am-
del centro fin dal mattino ma ministratori che hanno continuato a fi-

I risultati dei controlli


arriveranno domani
U
n buco, una voragine. Un danno
erariale accertato di 12 milioni
e 795 mila euro. La Provincia di
Caserta ha finanziato le casse inesi-
dei trasporti di Caserta nanziare l’esercizio provvisorio. Il Tribu-
nale di Smcv ha messo in liquidazione
l’Acms nel marzo del 2007. Eppure fino
all’insediamento del commissario straor-
dopo i confronti stenti e piene di debiti dell’Azienda ca- commissario straordinario dell’Acms dinario nell’ottobre del 2009, la Provin-
sertana di mobilità e servizi, Acms, in che si presenta in Tribunale con i libri cia ha sempre prorogato l’esercizio prov-
con gli incassi normali liquidazione da anni. E la Guardia di fi- contabili, avviando la procedura per il visorio finanziandolo per 42.239.574 di
nanza su indicazione della Procura del- fallimento. Con la conseguenza che non euro (ma ne ha versati solo 12.795.015).
senza sceneggiate. La parola la Corte dei Conti ha sequestrato beni ci saranno i soldi per pagare gli stipendi. Scrive nella sua relazione alla Procura di
d’ordine è «profilo basso». degli amministratori provinciali colpe- Senza stipendi e carburante per i mezzi Santa Maria Capua Vetere, il commissa-
Tanta discrezione che fin voli del finanziamento non dovuto al- è facile immaginare i problemi che si cre- rio Francesco Fimmanò: «Negli ultimi
quando la notizia non rimbal- l’Acms. Storia di malapolitica, di spre- eranno, anche dal punto di vista dell’or- anni, nonostante la società fosse ormai in-
za dal web alle televisioni nes- chi, di clientele? dine pubblico. capace di adempiere
suno, o quasi, si accorge di nul- Accade a Caserta, terra di Gomor- Il nucleo di polizia L’INCHIESTA alle proprie obbliga-
la. Gli ispettori, d’altronde, fan- ra, dove i confini tra il bene e il male, tra tributaria di Caserta Congelate case, auto e moto zioni e di effetturare il
no di tutto per non essere rico- politica e Gomorra si confondono. Però ha ricostruito la «ge- servizio in modo sod-
nosciuti. Non è il giorno di fare quello che è già accaduto è di per sé un stione inefficace e inef- all’ex presidente della Provincia disfacente, la stessa è
show. Siedono per lungo tem- fatto rivoluzionario. Sono stati eseguiti ficiente» dell’azienda. e ad alcuni assessori stata surrettiziamen-
po ai tavoli dei bar, o stanno sequestri di beni immobili e mobili a 32 In particolare, la Fi- te tenuta in vita sulla
lontano dagli sguardi nel retro amministratori e dirigenti provinciali, La sede della Provincia di Caserta nanza si è concentrata sulla «concessio- base di versamenti straordinari dei suoi
dei negozi. Non gli sfugge nul- ex assessori provinciali e consiglieri re- ne a una ventina di autisti e controllori di soci (Provincia in testa)».
la: controllano che ogni acqui- gionali: 48 immobili, 30 conti correnti, che si capisce, non è solo la Procura della indennità, premi e permessi che non po- Insistono i giudici contabili nel sottoli-
sto sia accompagnato dallo 17 auto, 5 moto di grossa cilindrata. Corte dei conti a muoversi. Anche la Pro- tevano essere dispensati, per 2,5 milioni neare il danno arrecato alla Provincia di
scontrino, a fine serata passe- Stiamo parlando delle case di Alessan- cura del Tribunale di Santa Maria Ca- di euro». Scrivono i giudici contabili: Caserta, quantificato in 12.795.015 euro:
ranno sotto la lente di ingran- dro De Franciscis, ex presidente della pua Vetere, Smcv, potrebbe avere in cor- «Considerato che emerge un danno alla «Tale nocumento è conseguenza diretta
dimento i registri. I risultati Provincia Pd, all’epoca rutelliano oggi so delle indagini per accertare le respon- Provincia di Caserta da parte di assesso- di un improduttivo esborso di denaro
dei controlli saranno resi noti medico volontario a Lourdes, e via via sabilità penali sul fallimento e la banca- ri e consiglieri provinciali o da parte di di- pubblico correlato alle inutili e persisten-
domani, dopo che gli uomini delle case, delle macchine e delle moto rotta. E lo scenario che potrebbe presen- rigenti e dipendenti della stessa provin- ti proroghe dell’esercizio provvisorio del-
dell’Agenzia avranno compa- dei vari assessori provinciali. Da quello tarsi nei prossimi giorni è quello del cia, pari a 12.795.015,90 euro, per avere il- l’Acms già in liquidazione».
LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Primo Piano 9

g g Dossier/Gli sprechi e la salute

Il medico pauroso
fa lievitare i conti
della Sanità
Medicina difensiva è il nome di un nuovo spreco
A volte il dottore fa fare esami inutili per proteggersi
da future cause. Oppure rinuncia a operazioni per
evitare rischi legali. Conto finale: 12,6 miliardi extra
PAOLO RUSSO che disincentivino il ricorso a presta- Attenzione
ROMA
zioni in appropriate. Le cartelle
Ogni anno milioni di visite, analisi e «La medicina difensiva, passiva, cliniche non
accertamenti diagnostici inutili se ma soprattutto quella attiva - chia- sono solo un
non dannosi per prevenire i conten- risce il ministro - influisce sul siste- documento
ziosi legali con i pazienti se il decor- ma dell’equilibrio economico-finan- medico ma
so di una malattia non prende la pie- ziario ed entrambe hanno un impat- anche (e
ga giusta. Una consuetudine oramai to pesante in termini di tutela della sempre più)
dilagante che ha anche un rovescio salute, influenzando, soprattutto un docu-
della medaglia ancora più insidioso quella attiva, anche la programma- mento legale
per la nostra salute: quello dei medi- zione del sistema». Le cause in
ci che non mettono mano al bisturi o Il problema, come puntualizza Bal- tribunale per
non sottopongono i propri pazienti duzzi, non è solo di tutela della salute questioni
ad esami invasivi quando il rischio ma anche di costi per Stato e fami- mediche
c’è ma vale la pena correrlo. glie. L’iper-prescrizione di farmaci, proliferano
Gli addetti ai lavori la chiamano visite e analisi costa infatti 12,6 mi-
«medicina difensiva» e in media liardi l’anno, ben l’11,8 per cento del- L’aspetto più inquietante resta pe- ri per la condivisione dei rischi e del-
tre camici bianchi l’intera spesa sani- Le accuse rò quello dei chirurghi che non metto- l’approccio terapeutico» spiega il
su quattro ammet- IPER-PRESCRIZIONE taria complessiva, no mano al bisturi quando l’interven- professor Vincenzo Denaro, ortopedi-
tono di averla pra-
dei medici
ticata più di una
Sostanze farmaceutiche secondo una recen-
te indagine com-
to è a rischio ma necessario: ben 8 su co di fama internazionale e preside
10 andrebbe «oltre le normali regole della Facoltà di Medicina dell’Univer-
volta l’anno, per di- inutili che spesso missionata dall’Or- di prudenza» secondo un’altra recen- sità Campus Bio Medico di Roma.
fendersi appunto diventano anche dannose dine dei medici di te indagine, quella del Centro studi «Qui al Policlinico del Campus parlia-
dall’ondata di con- Roma all’Universi- Federico Stella che fa capo all’Uni- mo molto con i malati e il problema
tenziosi legali che TROPPI ACCERTAMENTI tà Federico II di versità Cattolica di Milano. praticamente non esiste ma è anche
sta sommergendo Il 90% dei sanitari ammette Napoli. Ma «anche la ten- vero che troppi av-
la nostra sanità, Un mare di de- denza a voler fare I PERICOLI DI UNA TAC vocati spregiudicati
pubblica e privata. che a volte ordina di farli naro sprecato al Troppi legali tutto a tutti per non Un anziano con varie oramai speculano
Un nuovo business senza alcuna necessità quale andrebbe spregiudicati incappare in conten- sui malati vessando
per associazioni e sommato quello del- ziosi - spiega Carlo patologie può subire danni i medici», denuncia
studi legali specializzati nella cau- le circa 35 mila cause «sanitarie» l’an- speculano sui malati Nozzoli, presidente alle funzioni renali il professor Denaro.
sa sanitaria, che oramai acquista- no, che nella quasi totalità dei casi si vessando i dottori della Federazione Che lancia an-
no persino spazi pubblicitari su concludono con l’archiviazione ma
stampa e tv pur di arruolare sem- che mettono sulla difensiva buona
con cause frivole dei medici internisti
(Fadoi) - può avere
CHIRURGHI RETICENTI che una proposta:
pre più pazienti «impazienti» di ot- parte dei dottori d’Italia. ripercussioni negati-
A 8 su 10 capita di evitare «Quando si innesta
un’azione legale la
tenere il risarcimento di danni veri La stessa indagine dell’Ordine ri- I giudici ascoltino ve sul quadro clini- interventi andando oltre magistratura deve
o presunti. vela che oltre il 60 per cento dei me- co dei pazienti, so- la normali prudenza farsi affiancare da
«Credo sia venuto il momento di dici ha prescritto in una o più occa- i luminari, e non prattutto su quelli medici affermati
disincentivare comportamenti op- sioni farmaci non necessari in un’otti- chi fa il perito anziani soggetti a più patologie». nel proprio campo e non da chi lo fa
portunistici come la medicina di- ca di medicina difensiva, mentre il 75 soltanto per «A una certa età una Tac eseguita solo per arrotondare». Un mezzo
fensiva mettendo qualche punto per cento lo ha fatto per le visite spe- con mezzi di contrasto - cita a mo’ di per scoraggiare quel fenomeno della
fermo» annuncia a «La Stampa» il cialistiche e quasi il 90 per cento per arrotondare esempio - può generare danni anche «frivolous lawsuit», la denuncia sen-
ministro della Salute, Renato Bal- gli accertamenti diagnostici. Una gravi in chi ha una funzionalità rena- za reale fondamento, ben nota negli
duzzi, che sul «come» non si sbilan- «ansia da esame» che finisce per al- Vincenzo Denaro le già compromessa». Stati Uniti e con la quale stanno fa-
cia, anche se da tempo nel suo dica- lungare le liste d’attesa ritardando preside della Facoltà di Medicina Ma per arginare il fenomeno «i cendo ora i conti sia i nostri dottori
stero si sta cercando di mettere a così anche le diagnosi di chi ha pro- dell’Università Campus Bio Medico medici hanno un’arma ed è quella del che i pazienti esposti ai rischi della
punto un nuovo sistema di ticket blemi di salute seri. dialogo con il paziente e i suoi familia- «medicina difensiva».

Più 30% all’anno


randosi, mantenendo l’assicurazio-
ne solo per i casi più gravi.
Analisi I risparmi ci sono stati ma le ri-
chieste di risarcimento continuano a

le visite in corsia
proliferare. Tanto più che la Cassa-
ROMA zione nel massimario del 2011 ha riba-
dito che anche se il medico concorre
in misura minima al danno, per il re-
sto prodotto da cause naturali, deve

È
il boom delle cause sanitarie
a spingere sempre più camici
bianchi verso quella «medici-
na difensiva» che per non correre
degli avvocati comunque rispondere per intero.
Ad alimentare il contenzioso - de-
nunciano sempre alla Fiaso - c’è pe-
rò anche il fenomeno delle diagnosi
rischi prescrive quel che non è ne-
cessario e non fa quel che serve.
Sotto la spinta di avvocati e studi
Archiviati quasi tutti i procedimenti LE DIAGNOSI VIA GOOGLE
Dilaga il fai-da-te sul web
associati oramai super-specializza-
ti nella causa al dottore le denunce
sono oramai in costante ascesa.
Eppure l’epidemia non si ferma Un ospedale italiano
e in America sta provocando
un’impennata della litigiosità
Le richieste di risarcimento han-
no iniziato a decollare nel 1994, fa- pare spese legali salvo saldare ad non per gli avvocati, compresi quel- su oltre 50 mila procedimenti per le- «fai da te» che corrono via Web e
cendo registrare un aumento del eventuale risarcimento avvenuto. li con pochi scrupoli». sioni colpose il 98,8 per cento si con- che finiscono per generare contrasti
250 per cento in quindici anni. Con «Una americanata», la bolla senza Se la Fiaso invita il governo a ri- clude con l’archiviazione, percen- tra medici e pazienti. L’ultima trova-
una impennata a partire dal 2006, mezzi termini Giovanni Monchiero, pensare la norma sull’assunzione tuale che sfonda il muro del 99 per ta viene dagli Stati Uniti, dove nel-
quando tra le pieghe delle «lenzuo- presidente della Federazione di Asl del rischio di causa, i dati della Com- cento per gli omicidi colposi a cari- l’edizione a stelle e strisce di Google
late» di Bersani è sbucata l’assun- e ospedali (la Fiaso), «che ha fatto missione parlamentare d’inchiesta co di sanitari. Intanto però i costi è spuntata una nuova funzione capa-
zione del rischio di causa da parte aumentare i contenziosi del 30 per sugli errori sanitari mostrano che a assicurativi crescono e diverse Asl, ce di tradurre i sintomi digitati in
degli avvocati. cento l’anno e che sta portando alla provocare l’aumento dei costi assi- a cominciare da quelle piemontesi e presunte patologie. Un dottore vir-
In pratica la possibilità di av- rovina le aziende sanitarie pubbli- curativi delle Asl e i rischi della me- toscane, hanno iniziato a fare da sé, tuale destinato presto a scatenare
viare un contenzioso senza antici- che senza vantaggi per nessuno, se dicina difensiva è un «bluff» perché disdicendo le polizze e auto-assicu- nuove polemiche. [P. RUS.]
T1 T2 PR CV

10 Primo Piano LA STAMPA


DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

NUOVE TEORIE
IL COLORE SALVA IL MONDO

La storia Effetto arcobaleno


PABLO TRINCIA
CALCUTTA (INDIA) Jodhpur
La città indiana del Rajasthan è detta
«Città del sole» per il tempo sempre bello
e «Città blu» per il gran numero di
ivete in una città

V
abitazioni dipinte con tinta indaco
di 14 milioni di
abitanti oppres-

Ridipinta di blu
sa dalla povertà,
soffocata dall'in-
quinamento, allagata dai
monsoni, avvelenata dall’ar-
senico, costellata di baracco-
poli, e attraversata ogni gior-
no da decine di migliaia di
mendicanti? Da oggi non ave-
te più motivo di preoccupar-
vi: una bella spennellata di
blu, e tutto si risolve.
Calcutta vede
la vita in rosa
No, non è una barzellet-
ta. È la ricetta che la signora
Mamata Banerjee, primo mi-
nistro dello Stato indiano
del Bengala Occidentale, ha
ideato per risollevare le sor-
ti di Calcutta («Kolkata» per
gli indiani), la megalopoli fa-
mosa per il suo degrado ur-
Palazzi, segnali, bus e taxi ritinteggiati
bano e per il suo alto tasso di
invivibilità.
per dare alla città un tocco di ottimismo
«Abbiamo scelto questo
colore perché si lega bene al
motto del nuovo governo», tre premi Nobel che a Calcut- che scorrazzano per la città. loni carichi di pioggia monso- bile per i suoi abitanti», com- non nelle chiacchiere?».
ha spiegato il ministro dello ta sono l’orgoglio cittadino. L’amministrazione prevede nica si radunano a poche deci- mentava sarcastico il «Calcut- Certo, la capitale del Ben-
sviluppo urbano ai giornali Ma la cosa sembra ormai persino sgravi fiscali per tutti i ne di metri dai suoi tetti. An- ta Telegraph» l'altro giorno gala non sarebbe la prima cit-
locali: «The decisa. E quindi privati che decideranno di uni- che i poveri, forse, sembreran- in un editoriale tà monocroma-
sky is our li- IL GOVERNO LOCALE blu diventeran- formarsi al nuovo colore me- no un po’ meno poveri. titolato «La rovi- LE CRITICHE tica dell’India.
mit», il nostro «L’abbiamo deciso no i palazzi go- tropolitano. Ovviamente i giornali in- na blu». «Un colore irreale La splendida
limite è il cie- vernativi e comu- Così non si vedrà più quel- diani, sentita la notizia, non L’autore del- Jaipur, in Raja-
lo. Ah. Chissà per dire che l’unico nali, e blu saran- l’intonaco scrostato e scolori- hanno perso tempo. «Trovare l’articolo poi si per una realtà sthan, è famosa
cosa ne pense- limite è il cielo» no anche i pali to che rende così lugubri certi la giusta tonalità di colore è chiedeva: «Il blu che c’è solo nei sogni» per il rosa dei
rebbero il poe- della luce, la se- quartieri e sparirà una volta senza dubbio un primo passo del cielo non è suoi palazzi (la
ta Rabindranath Tagore, gnaletica stradale, le transen- per tutte quell’alone un po’ te- cruciale per rendere una città forse la metafora perfetta per leggenda vuole che sia stata
l’economista Amartya Sen ne e gli spartitraffico, gli auto- tro che sembra ricoprire la cit- più sicura, più igienica, più una città irreale, una città che fatta colorare nel 1876 dal go-
o la stessa Madre Teresa, bus e persino i taxi (ora gialli) tà, soprattutto quando i nuvo- pulita e generalmente più vivi- non può o non deve esistere, se verno coloniale per celebrare
LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Primo Piano 11

Jaipur è un colore bellissimo, ed è ri-


La città è lassante per gli occhi».
Sarà. Meno male che il suo
A Milano «In Italia arriva
famosa per i
palazzi storici colore preferito non è il fucsia,
che invece è toccato agli abi-
C’è il seminario la prima ondata
e le case rosa
tanti di Aurangabad, città infe-
stata da bande criminali e da
per gli specialisti di consulenti
Calcutta
ribelli maoisti nel vicino Stato
del Bihar, uno dei luoghi più
I Gli esperti che insegna-
no a usare i colori sono sem-
cromatici»
Kolkata, come poveri e violenti dell’India. pre più richiesti, e per formar-
domande

4
la chiamano Sei anni fa il governo locale li nel nostro Paese si sta te-
gli indiani, aveva deciso che una bella nendo a Milano un seminario a
sarà tutta blu spennellata di fucsia su tutti organizzato dalla Iacc, l’Inter-
gli edifici cittadini avrebbe aiu- national Association of Color
Massimo Caiazzo
tato a trasformare lo sfortuna- Consultants/Designers. Un esperto di colori
to distretto in un'oasi di pace. piccolo gruppo di architetti,
la visita del principe Alberto scelto dalla casta brahmina cadono a pezzi, come com- Ecco cosa dichiarò a tal propo- arredatori e psicologi assiste Professor Caiazzo, lei è vi-
e della regina Vittoria). E Jo- per le proprie case, e chi so- menta acido il «Times of In- sito A. K. Singh, un ufficiale alle lezioni di esperti come il cepresidente per l’Italia
dhpur, non lontano, ha avuto stiene che il blu sia un ottimo dia», quotidiano in lingua in- governativo locale: «Nessun presidente dell’associazione del Comitato internaziona-
per prima l’ono- deterrente per glese: «Calcutta piange per la colore meglio del rosa simbo- Frank H. Mahnke, Pietro Palla- le di Iacc. Come si sviluppa
re dell’epiteto GLI ALTRI CASI le zanzare). mancanza di ospedali e strade lizza buonumore, un senso di dino, docente di Illuminotec- da noi la disciplina della
di «città blu del- L’India ha la città rosa E comunque migliori, ma il governo locale relax e di sensazioni positive, nica al Politecnico di Milano e progettazione del colore?
l’India», pro- nessuna di que- della città spenderà i propri oltre a creare un senso di ar- Narciso Silvestrini, forse il più «È in crescita, e grazie a que-
prio per il colo- quella azzurra ste città ha deci- fondi per lo sviluppo solo per monia e amicizia all'interno grande esperto di teoria dei sti seminari speriamo di sfor-
re diffuso che e anche una fucsia so di investire la sua cosmetica». della comunità». colori. Il seminario si chiude nare presto la prima genera-
storicamente una cifra come Difficile dargli torto. Eppu- Quattro mesi fa una bomba mercoledì 22 alla Nuova acca- zione di consulenti Iacc. Gli
ha caratterizzato i suoi palaz- dieci milioni di euro per colo- re il sindaco Sobhan Chatte- piazzata nei pressi di un seg- demia di Belle arti di Milano italiani hanno un senso inna-
zi (ma anche qui c'è incertez- rarsi, soprattutto quando le rjee sembra entusiasta al- gio alle elezioni locali ha causa- (www.iacc-italia.org). to del colore, anche se si regi-
za: c’è chi parla del colore infrastrutture più importanti l’idea, senza esitazioni: «Il blu to sette morti. stra finora un certo vuoto
formativo».
Qualche progetto nel no-
stro Paese tiene conto di
EGLE SANTOLINI
MILANO Tra simbolo e significato questi criteri?
«Gliene cito due no-profit, il
che mette l’accento sull’im-
sempi di uso dissenna- portanza che un corretto uso

E to del colore, nell’edili-


zia o nella progettazio-
ne d’interni. Le aule scolasti-
del colore può assumere per
il benessere delle persone. Si
tratta di un lavoro di riquali-
che americane, tinteggiate ficazione cromatica del car-
di bianco candido: asettiche cere di Bollate, con la coope-
come sale operatorie, e poco razione di alcuni detenuti, e
adatte alla concentrazione. del restauro di una chiesa
Quell’edificio recentemente dell’XI secolo, Santa Maria
sorto a Milano, di uno sceno- Maggiore a Mirabella Eclano
grafico rosso scuro, che ac- (Avellino), colpita dal terre-
ceca chi abita e lavora nelle moto dell’Irpinia».
case prospicienti. Non è sta- I colori hanno accompa-
ta una buona idea dipingere gnato la storia dell’uomo.
di scuro il ponte del mega- È possibile prevedere an-
yacht di un celebre stilista: che un loro futuro?
d’estate non ci si può cammi- «Un computer Apple pro-
nare sopra a piedi scalzi. mette 16 milioni di colori. At-
Qualche anno fa, invece, ha tualmente riusciamo a perce-
creato un caso diplomatico Rosso Verde Blu Giallo pirne, o meglio a ricordarne,
la scelta di Gae Aulenti per soltanto 200. Non è escluso
gli infissi dell’Istituto italia- DA SEMPRE RAPPRESENTA SENTIMENTI È IL COLORE DELLA NATURA: È IL COLORE DELL’AUTORITÀ, DEL FELICITÀ, BENESSERE, GIOIA SONO che i nostri pronipoti possa-
FORTI: LA PASSIONE, L’AMORE, LE PIANTE SONO VERDI POTERE, DELL’AFFIDABILITÀ: MOLTISSIMI PER MOLTI DECISAMENTE GIALLE:
no di cultura a Tokyo: il ros- LA VITALITÀ, IL SANGUE, MA ANCHE PER LA CLOROFILLA CHE CONTENGONO. PARTITI POLITICI E MOLTE ISTITUZIONI CHI NON LO AMA SPESSO CONFESSA no fare di meglio. La dimen-
so lacca è una prerogativa LA SOLENNITÀ DELLE CERIMONIE RAPPRESENTA APPUNTO LA FUSIONE (COME IL PRESIDENTE USA, NELLA COSÌ UN’INSODDISFAZIONE PROFONDA sione virtuale spinge in que-
dell’Imperatore, non andava E DELLE FESTE (IL TAPPETO ROSSO) CON LO STATO DI NATURA FOTO) SI RAPPRESENTANO CON IL BLU O UN CONFLITTO INTERIORE sto senso». [E. SANT.]
usato con leggerezza.
Già, i colori sono persino
più importanti di quanto si
pensi: lo spiega anche un li-
bro appena uscito, «Color
Power» di Mariella D’Amico,
“Il segreto? Osservare la natura”
edito da Età dell’Acquario:
con i loro significati simboli- Studiosi e artisti a convegno per trovare le tonalità giuste per il nostro tempo
ci, associativi, emotivi e sine-
stetici influenzano il nostro dendosi danno il grigio, e quel- E la prima cosa da impara- molante e poco ergonomico. e Leonardo da Vinci, si entra questioni filosofiche: per
umore e le nostre percezioni. li polari il grigio non lo daran- re, avverte Mahnke, è proprio Ma anche un ambiente mono- in un universo fantastico, pie- esempio chiedendosi perché
Solo la musica è altrettanto no mai neanche se piangi. «quello che “non” si deve fare. cromatico, pareti gialle, soffit- no di spunti. S’impara, per l’indaco, che pure è uno dei
sospesa fra conscio e incon- «Amo i colori freschi, bril- I nostri consigli non limitano to giallo, parquet biondo e scri- esempio, che lo Stato della Ca- colori dello spettro, con una
scio, tra fisica ed emozione. lanti - dice la professoressa la creatività dei progettisti: li vanie beige sarebbe altrettan- lifornia impone per legge il sua precisa lunghezza d’on-
Al semina- Mally - che rie- aiutano soltanto a evitare cer- to nocivo: a nessuno piace la- bianco alle som- da, sia stato cul-
rio organizzato LA PITTRICE scono a confor- ti sbagli. Occorre trovare il vorare in una specie di nebbia mità degli edifici LA FILOSOFIA t u r a l m e n t e
a Milano, chi la- «I colori freschi tarci in que- giusto equilibrio fra il troppo e indefinita. Consiglio di osser- commerciali, Perché l’indaco emarginato in
vora d’acque- st’epoca violen- il troppo poco, non strafare e vare la natura, sempre. I pavi- per ragioni di ri- Occidente, tan-
rello, per esem- ci confortano ta e rumorosa. non enfatizzare il contrasto, menti siano più scuri delle pa- sparmio energe- è emarginato da noi to che ora è dif-
pio, può prova- in un’epoca violenta» Restaurando la ma neanche lanciare segnali reti come la terra sotto i nostri tico, e che pre- e amato in Oriente? ficile perfino de-
re sotto la gui- casa viennese troppo deboli. E non farsi in- piedi: un pavimento chiaro ci sto lo obbligherà finirlo, sospeso
da della soave professoressa dei miei nonni ho trovato tona- fluenzare dai trend: oggi van- darebbe l’impressione di cade- anche per le abitazioni: è la le- com’è fra il blu e il viola. C’en-
austriaca Edda Mally che co- lità forti e cupe, le stesse di no di gran moda, negli uffici, le re. Il soffitto, invece, dev’esse- zione dell’architettura medi- trano forse misteriose que-
sa succede se si mescolano le certi interni di Klimt. Oggi non pareti bianche e le scrivanie re più chiaro dei muri, per far- terranea, intonacata di calce stioni esoteriche, e il fatto che
varie tonalità, e come mai i potremmo più sopportare que- nere. Ridicolo! L’effetto è sgra- ci respirare». per mantenere il fresco. nelle culture orientali corri-
colori complementari fon- sta pesantezza». devole per lo sguardo, ipersti- Evocando Goethe, Newton Ma si disquisisce anche su sponda al terzo occhio?
T1 T2 PR CV

12 Primo Piano LA STAMPA


DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

LA CRISI Vittime del 2011


REINVENTARSI UNA VITA
-40
mila

Sei un ex broker? manager


In molti casi si trattava
di persone abituate non
solo a ricchi stipendi

Fa’ il teologo
ma anche a superbonus
Eppure l’anno scorso
hanno perso il posto

-160
o il pasticciere mila
impiegati
Nonostante gli indici
Gli sconfitti di Wall Street provano a riciclarsi di Wall Street abbiano
rivisto i livelli del 2007,

Ma c’è chi finisce in tribunale per ricette false nel 2011 i tagli nella
finanza sono continuati

PAOLO MASTROLILLI piena incubazione. Oggi, nono- milioni della fine del 2006. Se- ta da Joe Nelson, che lavorava
INVIATO A NEW YORK
stante la ripresa sia timida e condo Bloomberg, nel solo per Goldman Sachs a Londra,
C’è vita dopo Wall Street? la disoccupazione enorme, la 2011 gli operatori di Wall Stre- e adesso ha creato la sua com-
D’accordo, i mega manager Borsa di New York ha recupe- et che hanno perso il posto so- pagnia «Theyfit». Settore: pro-
che ci hanno trascinati nella rato quello che aveva perso. no stati 200.000. Di questi, filattici per uomo su misura.
crisi economica con la loro in- Almeno in termini numerici, 160.000 erano impiegati, e Drammatica, invece, la vi-
gordigia non fanno simpatia l’indice Dow Jones è tornato 40.000 dirigenti di alto livello. Gente comune e manager di passaggio a Wall Street cenda di Brad Jack, passato
a nessuno, ma che fine hanno Gente che contava lo stipen- dalla terza poltrona di Lehman
fatto quelli che non sono an- Il Dow Jones è tornato dio, e soprattutto i bonus di fi- leghi. Ha trovato molta omer- che era specialista di quotazio- al tribunale, dove non è finito
dati in galera? E i broker qua- ne anno, in milioni di dollari. tà, perché questa è la regola di ni in Borsa per Goldman Sa- per reati finanziari, ma per
lunque, i quadri, gli impiegati ai livelli pre-crisi Uno di loro è William Wall Street, e perché nessuno chs: ha studiato teologia alla aver cercato di comprare anti-
di ogni livello? Qualcuno è an- ma 700 mila posti Cohan, che dopo 17 anni al ver- ama raccontare come è finito Yale Divinity School e ora fa il dolorifici con una ricetta falsa.
cora ai giardinetti, altri aspet- tice di JpMorgan Chase era dall’ufficio d’angolo di un grat- pastore nello Utah. Tod Ja- Carrie Luckner-Zimmer-
tano di essere richiamati, op- sono andati perduti stato cacciato nel 2004, duran- tacielo di Manhattan al cam- cobs è passato da gestire l’ac- man, quando lavorava per l’he-
pure si sono messi in proprio. te l’ondata di licenziamenti av- petto di calcio dei figli. Nessu- quisizione di AT&T Broad- dge fund Satellite, era affasci-
Molti, però, hanno preferito dov’era. Sul campo della re- venuta tra gli attentati l’11 set- na lacrima, poi, per gente co- band da parte di Comcast, un nata dai programmi in tv dei
scommettere su se stessi, e cessione, però, sono rimaste tembre e il crollo del 2008. Wil- me l’ex ceo di Lehman affare da 72 miliardi di dollari, cuochi. «Mi piaceva l’idea di fa-
adesso fanno i mestieri più migliaia di posti di lavoro. La liam si è ricostruito una vita Brothers Dick Fuld, che ha la- alla guida di una yeshiva a Ge- re qualcosa con le mie mani».
svariati, dal pasticciere al pa- Reuters calcola che oggi l’inte- scrivendo, «The Last Tyco- sciato la casa in rovina portan- rusalemme, dove insegna la Una volta licenziata, è andata
store evangelico. ra industria della finanza ame- ons» è stato il suo primo suc- do via 500 milioni. Parecchi Torah e il Talmud: «Faccio a studiare al Cordon Bleu di
Quattro anni fa, di questi ricana impiega 7,6 milioni di cesso, e ora ha pubblicato colleghi, però, hanno scelto di quello che mi piace, e Wall Parigi e ora fa la pasticciera:
tempi, la crisi peggiore dalla persone, ossia circa il 9% in un’inchiesta per il «Financial reinventare la loro esistenza. Street mi ha preparato per far- «Nessun rimpianto. C’è voluto
Grande depressione era in meno rispetto al picco di 8,35 Times» sulla sorte dei suoi col- Greg Zehner, per esempio, lo». Più profana la strada scel- coraggio, ma sono felice».
LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Primo Piano 13

«Street
artista» L’esperimento
Pavel, 24
anni, è un Il mago del violino
ragazzo del
quartiere di si è esibito in strada
Quarto
Oggiaro che
realizza
murales per
eventi e
allestimenti.
In alcuni casi
lavora
insieme a
ragazzi
disabili.
«Abbellire e I Nel 2007, per una sorta
non di test di sociologia, il cele-
sporcare» è il bre violinista americano Jo-
suo motto. shua David Bell ha suonato
L’imprendi- in una stazione della metro-
trice Marina politana di Washington DC,
Salomon lo per 43 minuti, e ha guada-
ha invitato a gnato 32,17 dollari. Quasi
colorare la nessuno si è soffermato ad
manifesta- ascoltarlo, nonostante il suo
zione talento e uno Stradivari da 4
White e Kilton milioni di dollari. Le uniche
lungo via persone a fermarsi sono sta-
Tortona te un manager, un bimbo di
tre anni, un chitarrista dilet-
tante e un supervisore alle
poste. Bell ci ha provato: 31
dollari in tre quarti d’ora non
sono poi così male.

“Non trovavo lavoro. L’ho inventato”


Piccole storie di città: il licenziamento e l’angoscia. “Ma ricominciare si può”
rando per le periferie di Milano trovi cost tirano e io sbarco il lunario». Alla averli in comodato d’uso gratuito sco grondaie, monto le tende, siste-
spesso energia positiva, voglia di non mattina qualche ora in un call center, per trasformarli in laboratori arti- mo luci, tapparelle, caldaie. Qualsia-

Le storie mollare. Annabella, 34 anni, vive con


il fidanzato musicista precario in una
casa popolare a Niguarda. Due anni
al pomeriggio piccola artigiana. Il ta-
volino della sala è il suo laboratorio.
«Ma punto ad allargarmi e trasfor-
giani. In cambio ci si impegna ad as-
sumere giovani del quartiere».
Chi non ha bisogno di spazi è Ro-
si mansione nel raggio del mio quar-
tiere per non caricare l’uscita sui
clienti». Per pubblicizzarsi, «alcuni
MARCO ALFIERI
MILANO fa è stata licenziata da una società di marlo in lavoro full time». berto, per 7 anni dipendente di negozi espongono i miei bigliettini. Il
recupero crediti dove faceva l’impie- «Gli spazi nel quartiere non man- un’azienda di facility management. porta a porta funziona...Oh, è tutto
gata. «Mi sono detta che la vita non cano», spiega Silvia Davite, anima- «Sono entrato da elettricista e alla fi- regolare, con partita Iva», precisa
poteva finire alla mia età. Mi sono trice di «Giovani frontiera Milano», ne gestivo lo stabile della Merloni Roberto. Anche Paola da 3 mesi è
guardata in giro e ho capito che mi un’associazione che mette in rete progetti in viale Certosa: manuten- una piccola imprenditrice. Per anni
e racimolo 500 euro al me- piaceva la bigiotteria», racconta. Al- l’attività di quasi 500 ragazzi delle zione parcheggi, caldaie, impianti ha fatto l’apprendista da un parruc-

S se o pago l’affitto o le cam-


biali. Tutto non riesco…».
Luca Perillo, 55 anni che
sembrano 70, per una vita
ha venduto polli arrosto al mercato
di Famagosta, dietro l’imbocco del-
l’autostrada per Genova. Poi anche
l’inizio per Annabella è quasi un gio-
co, oggi ha un sito internet su cui
espone campionario e modelli. «Coi
tempi che corrono la gente ha pochi
soldi: orecchini, anelli e collanine low
periferie che «hanno deciso di punta-
re su se stessi senza piangersi ad-
dosso. Dietro casa di Annabella -
continua Silvia - ci sono negozi co-
munali sfitti. Stiamo cercando di
elettrici». Poi la ditta fallisce. Che fa-
re a 44 anni, 2 figli a carico, e molti
debiti? «Al mattino lavoro part time
in un’edicola in zona Barona, nel po-
meriggio faccio l’uomo di casa: puli-
chiere su viale Umbria. «Mi davano
500 euro al mese per 32 ore settima-
nali, in realtà ne facevo 60», raccon-
ta. Poi nemmeno quelli perchè hanno
tagliato i collaboratori. Nel frattem-
po «al mio quartiere, Ponte Lambro,
vendevano un salone di acconciatu-
a Milano è arrivata la crisi: il suo ca- ra. Chiedo ai miei una mano e coi lo-
po (s)vende la licenza lasciandolo a
piedi con 2 figli e una moglie invali-
da. «Ma non mi perdo d’animo, sape-
I protagonisti ro risparmi rilevo l’attività. Così è na-
to il Crazy Hair», dice orgogliosa.
«Anche se la vecchia proprietaria mi
te: sono andato dai cinesi a compra- fa concorrenza lavorando da casa...».
re berrette, guanti e sciarpe che ven- Dall’altra parte di Milano, in un
do alla stazione Cadorna della Me- piccolo appartamento in zona Romo-
tropolitana». Vorremmo fotografar- lo, il deejay Mirco Fiore in arte Mirco
lo ma per pudore si rifiuta. «Nell’ulti- Flower sta preparando le basi per la
mo mese - gesticola il signor Luca - serata. Per anni ha lavorato nei super-
sono arrivati 4 miei coetanei che mercati e come cassettista all’orto-
hanno perso il lavoro. Aprono il tavo- mercato. Contratti discontinui, fin-
lino e aspettano di vendere qualco- chè la crisi convince Mirco a investire

LUCA, 55 ANNI I GIOVANI DI FRONTIERA


«Vendevo polli arrosto «L’associazione mette in rete
Ora me la cavo con cappelli l’attività di 500 ragazzi
e guanti nella metro» che puntano su se stessi»
ROBERTO, 44 ANNI LA MAPPA DEL DISAGIO
«Al mattino lavoro in edicola Nel 2011 nell’area metropolitana
al pomeriggio sono tuttofare di Milano 22 mila famiglie
nel raggio del quartiere» sono state sfrattate per morosità
Bigiotteria fai da te
sa». Con la crisi spuntano gli italiani Annabella si è reinventata vendendo su internet gioielli montati in casa: sulla sua grande passione: la musica.
nei luoghi del margine monopolizza- per ora il laboratorio è in salotto «ma conto di crescere» «Oggi compongo tracce che scambio
ti da slavi e africani. «Il ceto medio- in rete con i colleghi di mezzo mondo
basso sta scivolando», racconta un e soprattutto faccio ballare il popolo
volontario della Croce rossa. Lo vedi della notte». Tre serate a settimana ai
«dal trancio di pizza consumato in «Magazzini Generali» e una al «Bol-
piedi invece della classica pausa gia» di Dalmine. Moreno invece in di-
pranzo al boom di assunzioni di ex scoteca non ci va mai. A 44 anni è ri-
impiegati e operai nei McDonald’s». masto sotto la crisi. Lavorava in un
Si comincia a prendere quel che centro servizi di grafica ad Assago,
si rifiutava in una area metropolita- dove si fa il calciomercato: inviti, bro-
na colpita nel 2011 da 22 mila sfratti chure, cataloghi. Finchè l’azienda nel
quasi tutti per morosità. Un disagio 2009 non fallisce. «Non si può vivere
fotografato dalla Caritas che in un d’aria così decido di aprire un piccolo
amen ha visto crescere dal 23 al 28% ufficio grafico. Per ora mi rivolgo alle
gli italiani che frequentano i suoi Pmi straniere che nascono e hanno bi-
centri e dal 51 al 63% la fascia falci- Parrucchiera Il grafico Il disc jockey sogno di supporto. Sembra funziona-
diata dalla disoccupazione, balzata Paola ha rilevato il negozio Moreno: «Lavoro con le pmi Mirco. Dopo anni nei supermercati, oggi fa re. E anche la crisi, forse, si sente un
in due anni dal 3,5 al 6%. Eppure gi- con l’aiuto dei suoi genitori straniere, la crisi pesa meno» ballare la gente della notte po’ di meno…».
R

14 Estero LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

GERMANIA, MERKEL VUOLE CHIUDERE LA CRISI ENTRO MERCOLEDÌ E CERCA L’ACCORDO CON L’OPPOSIZIONE

Dopo-Wulff, spunta il “Papa” protestante


Caduti tutti i candidati della prima ora alla presidenza tedesca, arrivano gli outsider
ALESSANDRO ALVIANI Bellevue. Il problema: Gauck
BERLINO
Si rivela più complicata di
A casa Festini a Lille venne lanciato in campo dal-
l’opposizione già nel 2010, ma
Il ritorno dei
quanto sperato dalla coalizio-
ne di Angela Merkel la ricer-
Wulff nella Strauss-Kahn dovette arrendersi al terzo
scrutinio a Christian Wulff, il
loro casa
ca di un nuovo presidente
della Repubblica federale te-
alla periferia davanti ai giudici candidato voluto a tutti i costi
da Angela Merkel. Difficile
di Hannover
desca. Nella giornata di ieri la capitale I Martedì mattina alle che ora la cancelliera possa ac-
sono scomparsi dalla lista del Land di cui 9 Dominique Strauss- cettare il suo nome: sarebbe
dei papabili quasi tutti i nomi l’ormai ex Kahn, ex ministro delle Fi- l’ammissione di aver commes-
tirati in ballo subito dopo le presidente era nanze ed ex direttore del so un grave errore. E così, tol-
dimissioni, venerdì, di Chri- governatore Fondo monetario interna- to di mezzo anche l’autorevole
stian Wulff, travolto dall’ac- È per zionale, si presenterà in ex direttore del Programma
acquistare una caserma della gendar- Onu per l’Ambiente Klaus
È Wolfgang Huber quella villetta meria di Lille per essere in- Töpfer, bocciato dai liberali
che Wulff terrogato in relazione a che interpreterebbero la sua
69 anni: è stato capo chiese il fatale un giro di prostituzione al- elezione come un segno pre-
della Chiesa luterana prestito l’Hotel Carlton. È convoca- monitore di un possibile gover-
all’amico to in stato di fermo e po- no nazionale Cdu-Verdi, resta-
fino al 2009 imprenditore trà essere trattenuto fino no pochi pretendenti.
a 48 ore senza incrimina- Ad avere grosse chance
cusa di aver ottenuto favori perdere tempo prezioso. La vrà eleggere entro il 18 marzo sa, Thomas de Maizière, e del zione. Potrebbe però esse- sembra essere Wolfgang Hu-
da alcuni imprenditori amici. maggioranza punta a incontra- il nuovo capo dello Stato; e Lavoro, Ursula von der Leyen. re incriminato per sfrutta- ber, 69 anni, sposato e padre
A sorpresa salgono invece le re oggi in cancelleria i leader non può permettersi un terzo In mattinata i vertici della mento della prostituzio- di tre bambini, vescovo di Ber-
quotazioni dell’ex numero dell’opposizione (Spd e Verdi, passo falso, dopo che due pre- maggioranza si erano accorda- ne e appropriazione inde- lino e del Brandeburgo dal
uno della Chiesa protestante ma non la Linke), per raggiun- sidenti da lei scelti hanno dato ti sul nome del presidente del- bita qualora il magistrato 1994 al 2009 e capo della Chie-
tedesca, Wolfgang Huber. gere un accordo. Merkel aspi- le dimissioni. la Corte costituzionale tede- ritenesse che era consape- sa evangelica tedesca dal 2003
Frau Merkel vuole fare in ra a trovare un presidente che Via libera dunque a un no- sca, Andreas Voßkuhle. Il qua- vole del fatto che le don- al 2009. È considerato più vici-
fretta e individuare, se possi- abbia anche il consenso dei so- me bipartisan. E qui la questio- le, però, ha rifiutato l'offerta. ne coinvolte nei festini no alla Spd che alla Cdu di Me-
bile, l’XI presidente della Re- cialdemocratici e dei Verdi, ne si complica. I vertici della Nel pomeriggio è arrivato an- erano prostitute, pagate rkel, ma è molto stimato an-
pubblica federale entro do- per due ragioni: sa che non Spd e dei Verdi hanno posto ie- che il no del presidente del con fondi illeciti dal mana- che nella maggioranza. Non si
mani o, al più tardi, mercole- può ripetere la prova di forza ri paletti molto precisi: il pros- Bundestag, Norbert Lam- ger di una società di co- escludono però sorprese. Du-
dì: tirare per le lunghe la ri- del 2010, quando impose un simo capo dello Stato non do- mert. La Spd e i Verdi conti- struzioni. È da ottobre rante una riunione a porte
cerca rischia di scalfire l’im- suo candidato, ignorando quel- vrà essere un membro del go- nuano a fare il tifo per il teolo- che DSK chiede di essere chiuse una parte della Csu (la
magine di una cancelliera lo dell’opposizione, tanto più verno né, se possibile, un politi- go ed ex attivista per i diritti ci- interrogato e potersi di- formazione bavarese gemella
che continua a godere di che stavolta la sua coalizione co attivo, ha chiarito il leader vili nella Ddr Joachim Gauck. I fendere contro quelle che della Cdu) si è espressa ad
grande popolarità tra i tede- gode di una maggioranza risi- socialdemocratico Sigmar Ga- tedeschi sono con lui: secondo ha definito «insinuazioni esempio a favore del sindaco
schi. Alla luce delle attuali cata (da 622 a 624 voti su un to- briel. In tal modo escono dalla un sondaggio pubblicato oggi ed estrapolazioni azzarda- di Francoforte, Petra Roth. Sa-
difficoltà nell’Eurozona Berli- tale di 1240 grandi elettori) nel- corsa i ministri delle Finanze, dalla Bild am Sonntag, il 54% te» e «in malafede». rebbe la prima donna alla gui-
no non ha alcun interesse a la speciale assemblea che do- Wolfgang Schäuble, della Dife- vorrebbe vederlo a Schloss da della Repubblica federale.

E’ tornato nella casa del Padre il sa- E’ mancato all’affetto dei suoi cari Cristianamente è mancata all’affet- E’ salita in cielo il nostro angelo Il 14 febbraio 2012 è mancato all’af- rINGraZIaMeNtI
cerdote salesiano to dei suoi cari fetto dei suoi cari, all’età di ottantotto
Franco d’Alonzo dottoressa
anni
don Piero Andreoletti Lo annunciano la moglie Annamaria, Ada Mangiardi
Nella chiesa salesiana di Cuorgnè si i igli Angi e Fabrizio con Fiorella. Ro-
Carla Ghisleni Moncelli Egidio Mafia
La famiglia di
svolgeranno: domenica 19 febbraio sario lunedì 20 ore 18 Sacro Cuore di
ved. Goitre Addolorati lo annunciano Beni con Giovanna Fracchia
anni 86 Maresciallo Maggiore
alle 20,30 il S. Rosario, lunedì 20 feb- Gesù. Un sentito ringraziamento ai Marco e Federica, Piergiorgio con Mi- ringrazia per la partecipazione. S.
dell’arma dei Carabinieri
braio alle ore 9,30 le esequie. medici e al personale del reparto di Addolorati lo annunciano: i igli: Aldo, caela e Cecilia. Funerali lunedì 20 ore Messa di Trigesima venerdì 16 marzo
Cavaliere al merito
Medicina 6 delle Molinette, al prof. Silvio con Tiziana e Federico, Carlo con 10 parrocchia Crocetta. Rosario dome- ore 18,30 in Santa Giulia.
– Torino, 17 febbraio 2012 della repubblica Italiana
Cicolin e alle dottoresse Geraci e Or- Luisa, Nicola e Chiara. Un particolare nica 19 ore 17,15.
succi. A Funerali avvenuti ne danno il triste – Torino, 19 febbraio 2012
ringraziamento alla cugina Ines, amica – Torino, 18 febbraio 2012
di sempre. Non iori, ma offerte per la annuncio la moglie Umberta, i igli, i
L’Unione ex allievi Don Bosco di Cuor- – Torino, 17 febbraio 2012
ristrutturazione dell’oratorio della par- nipoti e quanti prodigando le loro cure,
gnè ricorda con affetto e riconoscenza gli sono stati vicini nelle ultime ore. Myrta, Marina e Giorgio nell’impos-
il suo delegato rocchia S. Maria della Stella. Funerali Luisa, Cristina, Daniela e famiglie pian- sibilità di raggiungere singolarmente
Luciana, Anna, Grazia e Roberto e in Rivoli lunedì 20 corr. ore 15 nella gono CARLA e sono vicine con affetto – Torino, 16 febbraio 2012 tutti coloro che di presenza, con scritti
don Piero Andreoletti famiglie ricordano con affetto il caro parrocchia S. Maria della Stella, via a Beni, Marco, Piergiorgio. O.F. San Pietro di Gariglio - tel. 011.4152455 e preghiere si sono uniti al loro dolore
sempre zelante, attento e disponibile. FRANCO. Piol, 44. Rosario domenica 19 ore 19 per la perdita di
stessa parrocchia.
– Cuorgnè, 17 febbraio 2012
– Rivoli, 19 febbraio 2012 Le sorelle Laura, Gianna, Franca assie- Ha raggiunto il suo Giovanni
Vittorio Lodi
E’ mancata all’affetto dei suoi cari
O.F. Baudano - tel. 011.9585038 me ai loro cari partecipano al dolore di sentitamente ringraziano. La S. Messa
Ci ha lasciati Laura Doria Beni e Marco per la perdita dell’amata Maria Luisa Re di Trigesima sarà celebrata sabato 10
CARLA. marzo alle ore 18,30 nella chiesa S.
Guglielmina Bianco in Arvat Partecipano al dolore la consuocera ved. Perino Lorenzo, piazza Castello, Torino.
Lo annunciano: il marito Francesco, – Torino, 19 febbraio 2012
(zia Mema) il iglio Riccardo con Bruna, i nipoti e
Mariuccia, il iglio Claudio con la mo-
Ricorderanno sempre CARLA gli zii
Con ininito dolore lo annunciano
glie Claudia. Stefania, Antonio, Piermario e parenti
ved. Russo la sorella Adriana. Funerali lunedì 20 Mariarosa e Pierluigi Ghisleni e i cugini tutti. Funerali lunedì 20 febbraio ore
febbraio alle ore 11,30 nella cappella Pierfranco e Paolo. 14,55 presso il Tempio Crematorio di La famiglia Viarengo sentitamente
Lo partecipano Giovanna, Fausta, Pa- di via San Marino 10. La presente è Silvana ed Emilio partecipano al dolo- Torino. ringrazia quanti hanno partecipato al
ola, Claudia con rispettive famiglie. partecipazione e ringraziamento. re dei cugini per la perdita della cara suo dolore per la perdita del caro
Funerali lunedì 20 corr. parrocchia – Settimo Torinese, 17 febbraio 2012
– Torino, 17 febbraio 2012 MAMMA. Alma, Guido e Giorgio Moncelli sono
Santa Rosa da Lima, via Bardonecchia
affettuosamente vicini a Beni, Marco e O.F. A.B.B. di Gavina & Balbo - tel. 011.8978357
Delino
85 ore 9,30. Santo Rosario presso O.F. Niggi - Moncalieri
l’abitazione domenica 19 corr. ore Federica per la perdita di CARLA. – Torino, 19 febbraio 2012
14. Il presente è partecipazione e rin- Il fratello Aldo con i nipoti Ada e Mario
graziamento. Zia LAURA ti ricordiamo con grande e famiglie partecipano al dolore per la E’ mancato
affetto. Pieralba, Paolo, Emanuela, scomparsa della cara Francesco è affettuosamente vicino aNNIVersarI
– Torino, 18 febbraio 2012
Massimo, Gabriele, Irene, Lalla, Piero, al padrino Marco e a zio Beni unita- Carlo Genotti
Mariangela. Ada Mangiardi mente a Giangia, Monica, Francesco, Lo annunciano la iglia Rossana e pa-
Ovidio, Giancarlo. 2007 19 FeBBraIo 2012
Cristianamente è mancato ai suoi in Goitre renti tutti. Funerali in Chialamberto
martedì 21 febbraio ore 10,30 parroc-
cari E’ cristianamente mancato – Alpignano, 19 febbraio 2012 chia SS. Filippo e Giacomo. Maria Teresa Covello
Sergio Bosco Un pezzo della nostra grande fa- Orlando, Alessandra, Federica, Gina,
Candido Fausone miglia se ne è andato. Non è più qui – Torino, 17 febbraio 2012 Luigi.
anni 88 di anni 83 Le famiglie Rangoni e Caccamo con con noi O.F. La Provvidenza - tel. 011.485818
L’annunciano la moglie Franca; il iglio Lo annunciano fratelli, sorelle, nipoti tutti i igli partecipano affettuosamen-
Roberto con Elisabetta e Ylenia; Fu- e famigliari tutti. Funerali martedì 21 te al dolore di Carlo e dei suoi fratelli. Luciano Riva 2000 2012
nerali in Borgaro lunedì 20 ore 10,30 febbraio ore 14,30 presso parrocchia cardiologo Il personale docente e amministrativo
chiesa parrocchiale di via Italia. Veglia Ciao
Madonna di Fatima, Fioccardo. della Facoltà di Lingue, ricorda con
Eugenio, Lalla, Simone e Davide Boc- Lo piangono i fratelli: Piero con Gem-
di preghiera in chiesa parrocchiale di – Moncalieri, 18 febbraio 2012 cardo partecipano al lutto della fami- ma, Beppe con Maristella, Vittorio
affetto Marco Morandi
via Italia domenica 19 ore 18.
– Borgaro Torinese, 17 febbraio 2012
O.F. Requiem - tel. 011.6821010 glia Goitre. con Domenica, Gianfranco con Raf- Pablo Luis Avila Molina Ci manchi tanto. Mamma e papà ti ri-
faella, le amate nipoti Roberta con cordano 22 febbraio 18,30 via Guido
Lorenzo, Luisa con Federico, Renata, Professore emerito Reni 96/140.
Improvvisamente è mancata Daniela, Franco, Elena, Mattia, Mauro Elisa con Maurizio, Beatrice, le proni- dell’Università di torino
E’ mancato all’affetto dei suoi cari sono affettuosamente vicini ad Aldo e poti Letizia e Cecilia, i cugini e parenti – Torino, 19 febbraio 2012
Carla Fortunati Durastanti famiglia. tutti. I Funerali avranno luogo nella 1992 2012
Ermanno Canalis Addolorati lo annunciano Michela con Cattedrale di Saluzzo lunedì 21 feb-
anni 72 Marco e l’adorato Francesco, sorella, braio alle ore 16,30. I colleghi e il personale del Diparti- Mario Saviozzi
Lo annunciano ad esequie avvenute la fratello, cognati, nipoti, consuoceri. E’ mancato mento di Scienze Letterarie e Filologi- 1992 2012
Funerale martedì 21 ore 11,30 parroc- – Saluzzo, 18 febbraio 2012
iglia Giorgia con Stefano, il nipotino che non dimenticheranno il
Lorenzo, Manuela, il papà Cesare, i chia SS. Nome di Maria, via Guido Reni Luigi Lazzaroni O.F. Calosso - Saluzzo Teresa Buccolo
fratelli Walter e Alain. 96/140. S. Rosario lunedì 20 ore 18 in Lo annunciano, a Funerali avvenuti, la prof. Pablo Luis Avila ved. Barbieri
parrocchia. sorella Mariuccia, i igli Domenico, Ele-
– Rivoli, 16 febbraio 2012 – Torino, 17 febbraio 2012 I familiari tutti nell’Anniversario.
– Torino, 19 febbraio 2012 na e Marco e le nipoti Federica, Sara “Tu esci da questa vita ma
O.F. Giubileo - tel. 011.8181 e Marta. non dalla nostra vita.”
Serenamente è mancata – Torino, 19 Febbraio 2012 E’ inaspettatamente mancata
E’ mancata
Maria Gillio Nella Gatti Bolis NECROLOGIE - TARIFFE A PAROLA
Liliana Ossola E’ mancata all’affetto dei suoi cari Lo annunciano con profonda tri- NECROLOGIE: nome e cognome del defunto centrati, nonché eventuali titoli accademici ed onorifici: tariffa doppia.
ved. Massa stezza, a Funerali avvenuti, i igli Località e data, obbligatorie in calce alla necrologia, vengono conteggiate per n. 4 parole. Costo a parola € 7,50
in Savia anni 90 Argene Priami Pierfrancesco con Serenella e Vera ADESIONI: in presenza del nome e cognome centrati (tariffa doppia) sono obbligatori località e data in calce
di anni 89 L’annunciano i igli: Raffaele con An- ved. Santi con Piero, i nipoti Carlo Alberto con (conteggiati per n. 4 parole). Costo a parola € 9,60
Con dolore lo annunciano il marito dreina Chiara e Beatrice, Federico; Stefania e Margherita, Maria Elena
anni 90 con Alessandro, Matteo e Francesco. ANNIVERSARI: data e nomi centrati (obbligatori) tariffa doppia. Costo a parola € 9,00. Evidenziati + 10%
Luciano e i igli Enrico e Roberto Piero con Elena Ala e Alessandro, Um-
con le rispettive famiglie. Funerali berto; parenti tutti. Funerali in Ciriè Sempre nei nostri cuori Richi, Giuliana, Ricorderemo la mamma nella sua To- RINGRAZIAMENTI: con nome e cognome centrati (tariffa doppia) sono obbligatori località e data in calce
in Piossasco nella chiesa parrocchia- lunedì 20 corr. ore 14,45 in chiesa San Agostino e rispettive famiglie. Un rin- rino con una Messa di Suffragio alla (conteggiati per n. 4 parole). Costo a parola € 9,00. Evidenziati + 10%
le Santi Apostoli lunedì 20 febbraio Giovanni. Il presente è partecipazione graziamento a Maria. parrocchia della Crocetta il 16 marzo Oltre alle spese di trasmissione, l’Iva 21% per avviso.
alle ore 14. e ringraziamento. – Torino, 18 febbraio 2012 ore 18.
Il tuo annuncio su senza recarti allo sportello.
– Piossasco, 18 febbraio 2012 – Ciriè, 17 febbraio 2012 O.F. Gariazzo - tel. 011.3498205 – Varese, 14 febbraio 2012 Vai su www.lastampa.it/necrologie basteranno pochi minuti per digitare il testo che desideri pubblicare.
LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Estero 15

Le forze
38 16 22
La flotta di Teheran Lo Stato ebraico La flotta è molto
è stata duramente dispone di una flotta modesta: 2 fregate
in campo danneggiata durante di 3 corvette, 10 navi degli Anni 70 e 20
navi da guerra la guerra con l’Iraq navi da guerra lancia-missili navi da guerra piccoli lancia-missili
Oggi dispone di 2 3 sottomarini Il porto di Tartus dal
nella Marina iraniana cacciatorpedinieri nella Marina d’Israele Il suo punto di forza nella Marina siriana 1971 è una base
5 fregate, 3 corvette è l’aviazione: 83 F-15 per le navi sovietiche
e 28 sottomarini e oltre 300 F-16 e adesso russe

SI RAFFORZA L’ASSE CON LA REPUBBLICA ISLAMICA Hanno


detto

Siria, l’Iran
invia due navi La nostra posizione
è sollecitare il governo,
l’opposizione

da guerra e i ribelli a mettere


immediatamente
fine alle violenze
Zhai Jun
Israele: grave provocazione vice ministro degli Esteri
della Repubblica popolare cinese

Scontri a Damasco e Homs


Quello con cui la Siria
GIORDANO STABILE a fine gennaio era riuscito a si confronta è
«ripulire» la capitale dalle infil- In massa un tentativo di dividerla
Dal cielo, da terra, dal trazioni degli insorti. Ieri il Da giovedì
e mettere
mare. Il conflitto in Siria as- rais ha incassato a suo favore dopo la retata
somiglia sempre più, come la visita del viceministro degli di dissidenti in discussione
ha scritto l’analista Patrick Esteri cinese Zhai Jun. La Ci- (fra i quali il suo ruolo geopolitico
Seale, a «una piccola guerra na, sulla scia della Russia, con- il giornalista
fredda». E, come in tutti gli tinua a opporsi al Consiglio di Mazen Bashar al Assad
scontri che si rispettino, le sicurezza dell’Onu a ogni riso- Darwich) presidente
coalizioni mettono in campo luzione che preveda le dimis- Damasco della Repubblica araba siriana
le loro forze a tutti i livelli. sioni di Assad. Posizione con- è teatro
Ieri, mentre il Dipartimento fermata implicitamente ieri delle più
di Stato americano annun- da Zhai, che ha detto di confi- grandi
ciava che «un buon numero»
di aerei senza pilota, i «dro-
dare nel referendum di dome-
nica prossima sulla nuova Co-
proteste
dall’inizio
Il mondo deve
ni», sorvolano i cieli siriani stituzione, che dovrebbe apri- della rivolta accrescere le sanzioni
per verificare gli attacchi re la strada al pluralismo. «La contro Assad prima che l’Iran entri in
delle forze di sicurezza con- nostra posizione - ha detto
tro insorti e manifestanti, Zhai - è sollecitare il governo, una zona d’immunità
l’opposizione e i ribelli a mette- che lo renderebbe
Assad ha ricevuto re immediatamente fine alle
violenze. Speriamo che il voto
invulnerabile ai raid
il viceministro cinese si svolga nella calma». Ehud Barak
degli Esteri: complotto Un auspicio di grande otti- ministro della Difesa
mismo, vista anche la determi- dello Stato di Israele
contro il mio Paese nazione del rais, che ha punta-
to il dito contro un complotto
due navi da guerra iraniane «esterno» teso a destabilizza- ti per la prima volta in zone re- altrettanto isolato, il canale forze tale da non impensierire nistro degli Esteri britannico
attraccavano al porto di Tar- re il suo Paese. Homs è stata sidenziali e relativamente pro- serve invece ad alimentare il nessuno, anche se Israele ha William Hague, mentre il mi-
tus, la vecchia base sovieti- nuovamente bombardata, e spere come Mezzeh, non è un prestigio internazionale. definito «una provocazione» il nistro della Difesa israeliano,
ca sulle coste della Siria, tor- dalle notizie frammentarie buon segnale per il rais. I media iraniani hanno ieri passaggio nel Mediterraneo Ehud Barak, è tornato a chie-
nata improvvisamente stra- che filtrano dalla città sotto as- Il malcontento sta dilagan- suonato la grancassa all’arri- delle due unità, per la seconda dere alla comunità internazio-
tegica. Sul terreno, purtrop- sedio e totalmente isolata, si do anche nelle classi medie. volta in meno di un anno. Ma è nale di aumentare le sanzioni
po, continuava la guerra ve- capisce che ormai la resisten- Complici le sanzioni, che ridu- Nella capitale la polizia il contesto che conta: Iran e Si- contro il programma nuclea-
ra, con scontri anche a Da- za controlla solo il quartiere di cono l’offerta di beni di consu- ria hanno firmato un accordo re iraniano, prima che Tehe-
masco, dove la polizia, se- Bab Amr. Ma la tensione resta mo, fanno schizzare in alto i ha sparato al funerale per la cooperazione «nell’adde- ran entri in una «zona di im-
condo gli attivisti, ha spara- altissima a Damasco: dopo la prezzi, strangolano il commer- di quatto dimostranti stramento navale» e il coman- munità», uno stadio in cui sa-
to al funerale di quattro op- retata di dissidenti di giovedì, cio. Per questo per Assad è es- dante della Marina della Re- rebbe invulnerabile a un even-
positori uccisi venerdì: alme- le proteste di massa e il massa- senziale tenere aperto il cana- uccisi venerdì: 1 morto pubblica islamica, ammiraglio tuale attacco dell’aviazione
no un’altra vittima. cro di venerdì (l’opposizione le che dal Libano degli Hezbol- Habibollah Sayyari, ha pompo- israeliana. Con la neve che ca-
Il ritorno delle manifesta- parla di 49 morti) ieri si è spa- lah arriva fino all’Iran di Ah- vo di due navi da guerra nel samente dichiarato che le due deva ieri a Damasco, in un in-
zioni di massa a Damasco, rato di nuovo, a un funerale, madinejad. Una porta sul mon- porto di Tartus. Si tratta di un navi «mostrano la potenza del- verno insolitamente rigido ai
con il loro corollario di morti, nel quartiere occidentale di do per ottenere aiuti materiali vecchio cacciatorpediniere, lo la Repubblica islamica». bordi del deserto, la primave-
è un brutto segnale per il pre- Mezzeh. E il fatto che manife- e morali e sfruttare al meglio Shahid Qandi, e una nave ci- È la «piccola guerra fred- ra araba non è mai sembrata
sidente Bashar al Assad, che stazioni e scontri si siano svol- la protezione russa. Per l’Iran, sterna. Uno spiegamento di da», evocata ieri anche dal mi- così lontana.

ROMNEY A RISCHIO NELLE PRIMARIE DEL MICHIGAN, I REPUBBLICANI PREOCCUPATI altro candidato». La spiegazio-
ne sta in poche parole: «Se non

Una chance per Jeb Bush


fosse capace di vincere nel luo-
go dove è nato, e dove suo padre
è stato governatore, verrebbe
troppo danneggiato. A novem-
bre ci ammazzerebbero». Il se-
ziale estraneo al processo delle ce che Ronald Reagan. Da allo- natore non prende nemmeno in
Il partito potrebbe primarie, potrebbe diventare ra in poi i congressi dei due par- In discesa considerazione l’ipotesi che Gin-
inarrestabile. titi si sono trasformati in opera- A molti grich sia ancora in partita, o
votare un nuovo Finora l’ipotesi di un con- zioni di propaganda, enormi repubblicani che Santorum possa essere
gresso di partito che si trasfor- spot televisivi per lanciare a li- Mitt Romney competitivo contro Obama:
candidato alla mi nella riunione costretta a de- vello nazionale la candidatura non sembra «L’ultima volta che si è presen-
convention di agosto cidere una nomination d’emer-
genza, per affrontare Barack
del prescelto alle primarie.
Stavolta, però, la debolezza
un candidato
abbastanza
tato per il seggio senatoriale è
stato sconfitto pesantemente
Obama a novembre con qual- di Romney e degli altri aspiran- forte nel suo Stato della Pennsylva-
PAOLO MASTROLILLI che possibilità di successo, era ti sta spingendo i leader del par- nia. A livello nazionale perde-
INVIATO A NEW YORK
rimasta confinata tra le discus- tito a considerare l’ipotesi del- rebbe 35 stati su 50». Cose simi-
Se non fosse vietato dalle rego- sioni accademiche. Teoricamen- l’emergenza. Nelle settimane «brokered convention», indi- rimandi ogni decisione al con- li sono state dette anche dal po-
le del buoncostume giornalisti- te possibile, ma praticamente scorse ne aveva parlato l’intel- cando nell’ex governatore della gresso di Tampa in agosto. tente senatore della South Caro-
co, si potrebbe scrivere che improbabile, perché indeboli- lettuale neocon William Kry- Florida Jeb Bush il suo candida- Fin qui, eravamo tra la pro- lina Jim DeMint. L’alternativa
Mitt Romney è arrivato all’ul- rebbe il Gop e costringerebbe il stol, e il tema è tornato in di- to preferito dell’ultimo momen- vocazione intellettuale e la pro- dunque è accettare che Tampa
tima spiaggia: o il 28 febbraio nuovo candidato a partire da scussione durante la recente to. Sarah Palin, ancora risentita paganda. Ieri, però, la tv Abc ha sia una «brokered convention»,
vincerà in maniera convincen- una posizione molto svantaggia- riunione a Washington della per l’emarginazione del Tea riportato le dichiarazioni anoni- dove scegliere tra Jeb Bush, il
te il voto repubblicano del Mi- ta. Tanto è vero che una cosa Conservative Political Action Party e la sua esclusione forza- me di un importante senatore governatore dell’Indiana Mitch
chigan, oppure la valanga di del genere non succede più da- Conference. Qui Al Cardenas, ta dal processo delle primarie, è repubblicano, che ha rotto pub- Daniels e quello del New Jersey
chi vuole una «brokered con- gli anni 70, quando i repubblica- capo dell’American Conservati- salita subito su questo treno, di- blicamente il fronte: «Se Rom- Chris Christie. Col rischio che
vention» ad agosto, per sce- ni scelsero solo alla convention ve Union, ha detto apertamente cendo alla Fox Tv che è pronta ney non riesce a vincere in Mi- anche questa mossa disperata
gliere un candidato presiden- di puntare su Gerald Ford inve- che esiste la possibilità di una «a dare una mano», nel caso si chigan, abbiamo bisogno di un faccia solo il gioco di Obama.
16 Estero LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

Tra sogno
e paura Ogni anno per l’Ue
Il giornalista
americano Il mare inquinato
Donovan
Hohn ha costa 320 miliardi
pubblicato il
libro «Moby I Una gestione sostenibile
Duck», che del mare potrebbe far rispar-
racconta la miare alla sola Unione Euro-
storia delle pea 320 miliardi di euro l’an-
paperelle no dovuti ai danni da inquina-
di plastica mento. Lo afferma un rappor-
naufragate to dell’Unep, l’agenzia Onu
nel Pacifico per l’ambiente, secondo cui
«Sono carine una gestione ecosostenibile
indifese e delle risorse ripagherebbe am-
amichevoli piamente degli investimenti e
ma al tempo potrebbe risollevare l’econo-
stesso mia del Vecchio Continente.
resistenti Il documento affronta tutti i
a ogni tipo settori dell’economia legati ai
di avversità mari. Uno dei problemi peg-
e proprio giori è legato all’inquinamen-
per questo to dovuto all’uso di fertilizzan-
rappresenta- ti, ma notevoli risparmi po-
no una trebbero verificarsi anche gra-
minaccia zie a un più intenso sviluppo
ambientale» delle energie pulite legate al
mare, allo sfruttamento dei
minerali sottomarini e a una
migliore regolamentazione
della pesca, visto che ora il
30% dello stock ittico mondia-
le è sovrasfruttato e il traspor-
to marittimo è causa di pro-
blemi come l’introduzione ac-
cidentale di specie aliene in
habitat a loro non naturali.

il caso
ANDREA MALAGUTI
CORRISPONDENTE DA LONDRA
Dall’Australia alla Russia
omincia tutto con una è caccia alle “Moby Ducks”
C tempesta. Violenta. È il
gennaio del 1992, esatta-
mente vent’anni fa, e il
mare si gonfia con furia.
Le onde sono alte dieci metri, il vento è
cattivo, e l’Ever Laurel balla fuori con-
trollo in mezzo all’Oceano Pacifico. È
Le paperelle galleggianti “naufragate” nel 1992 adesso valgono oro
Secondo i calcoli degli scienziati le
un cargo partito da Hong Kong che de- Accumulo di rifiuti La rotta dei giocattoli 2000 Alcuni
A studiosi
sscoprirono che diversi Moby Ducks hanno percorso oltre 25 mi-
ve consegnare la propria merce a Ta- giocattoli erano rimasti la chilometri. E almeno ventimila di loro
1992 Il carico di Alcuni superano
coma, negli Stati Uniti, a una azienda
che vende giocattoli per bambini e si
Negli oceani 143 milioni ggiocattoli parte lo Stretto intrappolati nei ghiacci
per parecchi anni
sono ancora in mare. L’oceanografo ame-
ricano Curtis Ebbesmeyer - che nel suo
da Hong Kong di Bering
chiama «The First Years». Il capitano
è spaventato perché la nave si piega
di tonnellate di plastica per gli
Stati Uniti
sito ha una sezione dedicata all’Amiche-
vole Flottiglia - spiega che due terzi delle
Centimetri
paurosamente su un lato e i marinai LA STAMPA papere hanno puntato verso Sud. Sono
sembrano non ascoltare i suoi ordini. state viste in Australia e a Honolulu. Ma
Dicono di sì ma fanno altro, come se che molte sono scivolate verso lo Stretto
avessero la testa piena di paglia. I con- di Bering, tra la Russia e l’Alaska. Hanno
tainer scivolano sul ponte, le corde ce- affrontato il gelo e gli iceberg. «Possono
dono, due finiscono in acqua, uno si resistere molto più di cent’anni. Sono in-
apre come un guscio di noce. È in quel credibili», commenta ridendo. Ma poi di-
momento che trentamila papere per venta serio talmente in fretta da far pen-
vasca da bagno, di quelle gialle, con gli sare che abbia avuto un vuoto di memo-
occhi tondi, neri, e il becco arancione ria. «Sono armi improprie puntate sulla
che ride, finiscono in mare. Alcuni 2001
Molti giocattoli, giocattoli I RICERCATORI
Le correnti tendono ad accu- spinti dalle correnti, raggiungono
TAGLIA PER CHI LE CONSEGNA I
raggiungono il punto in cui Hanno seguito il loro percorso
Cento dollari a esemplare mularla in più punti, ma la diffusio-
ne della plastica nei mari mondiali l’Australia, l’Indonesia il Titanic per studiare il movimento
ma in Rete vengono è capillare. E recuperarla è un’im- e il Sudamerica affondò delle correnti marine
valutate dieci volte tanto presa impossibile. Ma quanta ce Una tempesta Parecchi giocattoli 2007 Una rana 2003
n’è? Secondo un recente studio ef- provoca la caduta vengono recuperati di plastica «INDISTRUTTIBILI»
L’ULTIMA RITROVATA fettuato da «5 Gyres», sito Inter- di alcuni container a Gore Point, viene avvistata Hanno superato due oceani
Era ancora intatta net che si occupa dell’inquinamen- dalla nave e in Alaska, dopo aver a Hebrides,
to degli oceani, ce ne sarebbero il rilascio in acqua fatto un giro nella Scozia e gli iceberg: sono in grado
nella pancia di una balena 143 milioni di tonnellate. Dai fiumi di 28.800 giocattoli di 6.800 miglia Nord-occidentale di resistere oltre cent’anni
spiaggiata in Oceania finiscono in mare, trasportate poi

L’incredibile avventura dell’Ami-


chevole Flottiglia, comincia così, co-
me in un cartone animato, o in una fa-
in ogni parte del mondo.
Il calcolo per stimare la quantità di
rifiuti plastici presente nei mari
parte da un dato fornito dall’ocea-
25.000
chilometri
20.000
gli esemplari
fauna marina». Una Moby Duck è stata
trovata a Newfoundland, dove è affonda-
to il Titanic. Lei no. Era solo diventata
bianca. Aveva perso il colore. Pulviscolo
vola per bambini, di quelle cattive - nografo Giora Proskurowski: su percorsi ancora in mare chimico che è precipitato sul fondale di-
Coraline e la porta magica, se uno ha ogni chilometro quadrato di su- ventando cibo tossico.
presente, oppure Fedro, però più ag- perficie dell’oceano Atlantico gal- Il cargo con a bordo le paperelle Secondo gli esperti, circa due terzi Secondo l’Environment Program-
gressivo - con una morale per adulti leggiano in media 50 mila pezzetti- galleggianti era partito nel gennaio delle paperelle «naufragate» me delle Nazioni Uniti la plastica - che
che a distanza di due decenni è diven- ni di plastica dal peso di 0,1 gram- del 1992 da Hong Kong diretto a vent’anni fa sono ancora in mare costituisce il novanta per cento dei rifiu-
tata il surreale emblema di quanto la mi l’uno, vale a dire cinque chili. Tacoma, negli Stati Uniti. Una e contribuiscono alla minaccia ti nell’oceano - ha causato la morte di un
plastica sia in grado di resistere al Ma la plastica non è solo in superfi- tempesta ha causato la caduta in ambientale causata dalla presenza milione di uccelli marini e di oltre cento-
mare. E soprattutto di minacciarlo. cie e, considerando anche quella mare di almeno 30 mila esemplari della plastica negli oceani mila pesci. «Ci sono quarantaseimila ri-
Gli oceanografi di ogni angolo del pia- che è presente in profondità, se- fiuti di plastica ogni miglio quadrato e
neta hanno cominciato a seguire os- condo le stime di «5 Gyres» in successo planetario. Sul carico finito in tura e la paura. «Le papere sono cari- nella pancia degli animali è molto facile
sessivamente la saga, perché trac- ogni chilometro quadrato di ocea- acqua - papere sì, ma anche rane verdi, ne, apparentemente indifese, amiche- trovare accendini, sigarette o spazzoli-
ciando le papere è facile capire come no Atlantico ci sarebbero 450 chili castori rossi e tartarughe blu - la «The voli. Il simbolo dell’infanzia. Eppure re- ni. Li scambiano per cibo, li mangiano,
si muovono le correnti e come si avve- di plastica. Proiettando tale densi- First Years» ha messo una taglia. Cen- sistono ad ogni tipo di avversità. Ti ci muoiono». Borse per la spesa, scarpe da
lenano i fondali. Hanno trasformato tà di plastica sui 316 milioni di chi- to dollari a chi riconsegna un originale. affezioni, ma non puoi trascurare che ginnastica, sandali, ogni giorno l’oceano
la loro odissea in una specie di globa- lometri quadrati di superficie ter- In fondo sono un gigantesco spot pub- sono piccole assassine del mare». Ha si riempie di veleno, idrocarburi, pestici-
lizzato gioco di società - una sindro- restre coperta dagli oceani, si ot- blicitario. Ma il giro su internet è molto uno sguardo rilassato, non felice, come di, Ddt. Schifezze destinate a soddisfare
me da nani da giardino - con avvisi ai tengono i 143 milioni di tonnella- più ricco. Il dicembre una tartaruga ri- se qualcuno gli avesse detto che non si la voracità dei pesci prima e a finire nei
turisti di tutto il mondo: «Diteci dove te stimate. Se fosse possibile trovata alle Hawaii è stata ceduta per può lamentare, anche lui in bilico sullo nostri piatti poi. L’ultima Moby Duck
e quando le avete avvistate». E poche asportare tutta quella plastica, settecento sterline. strano filo di questa curiosa parabola del ‘92 riconsegnata alla fabbrica di Ta-
settimane fa il giornalista americano per contenerla servirebbero 630 Donovan Hohn è convinto che que- moderna. «Ho fatto molte ricerche sul coma è stata trovata la scorsa settima-
Donovan Hohn ha pubblicato un libro super petroliere da 225.000 ton- sta vicenda catturi l’attenzione pro- quantitativo di plastica che finisce in na nella pancia di una balena spiaggiata
che racconta questo viaggio senza fi- nellate di capienza l’una. prio per la sua incongruità, mettendo mare ogni anno e sulle sue conseguen- in Australia. Intatta. Gialla. Perfetta.
ne. Lo ha chiamato «Moby Duck». Un insieme il sogno e l’ambiente, l’avven- ze. I risultati sono choccanti». Amichevole. Letale.
LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Cronache 17

CRESCE IL PESO POLITICO DI RATZINGER TRA I PORPORATI CHE DOVRANNO UN GIORNO ELEGGERE IL SUO SUCCESSORE

“Servite la Chiesa con amore e fedeltà”


Il Pontefice chiede ai cardinali in Concistoro di non seguire la logica del potere
GIACOMO GALEAZZI

22
CITTÀ DEL VATICANO
Benedetto XVI esorta i cardina-
li a non cercare il potere e la glo-
QUELLE VOCI
neo
ria. «Rispondete alla logica di
Gesù, non del mondo», racco- porporati MESSE
manda il Papa ai 22 nuovi por-
porati ai quali ha consegnato le
Tra i nuovi
cardinali
A TACERE
berrette rosso porpora durante ci sono ANDREA TORNIELLI
il rito ricco di simboli con cui la 16 europei
Chiesa designa i suoi principi. I regate anche per me, af-
criteri mondani non devono gui-
dare scelte e comportamenti.
«La logica della fede è il servi-
(di cui 7
italiani)
un brasiliano,
due asiatici
P finché possa sempre of-
frire al popolo di Dio la
testimonianza della dottrina si-
zio», titola l’Osservatore roma- e tre cura e reggere con mite fer-
no. Sette gli italiani tra i sedici nordamerica- mezza il timone della santa
europei. Poi un brasiliano, due ni Chiesa». È un Papa mite e fer-
asiatici e tre nordamericani. mo quello che ieri mattina ha
Dieci i presuli di Curia. Diciotto imposto la berretta a 22 nuovi
sarebbero elettori in un even- porporati, concludendo il suo
tuale conclave. discorso con parole che appaio-
Non sempre è facile sfuggi- no come un’indiretta smentita
re a carrierismi e personalismi, di sue prossime dimissioni.
come dimostra il Vatileaks, lo Una rinuncia che più di qualcu-
scandalo dei documenti segreti no ha ventilato, anche a segui-
passati ai mass media. Tra i sono quelle del «potere e della to delle tensioni, della fuga di
nuovi porporati ci sono alcune
personalità particolarmente si-
Il Sacro Collegio nel mondo gloria». Ai componenti del club
più esclusivo del mondo è chiesto
documenti, dei veleni che mira-
no a screditare questo o quel
gnificative, come l’arcivescovo Sono 22 i nuovi cardinali creati da Benedetto XVI, 18 con diritto Non elettori «di servire la Chiesa con amore e cardinale finendo per far appa-
di Hong Kong, John Tong Hon, ad entrare in Conclave. Portano il totale a 213, di cui 125 elettori Elettori vigore, con la limpidezza e la sa- rire il Vaticano come un luogo
o lo statunitense Timothy Do- pienza dei maestri, con l’energia di intrighi dove si consumano
Asia
lan, chiamato dal Papa a intro- dei pastori, con la fedeltà e il co- lotte a colpi di dossier. «Non è
durre venerdì la giornata di ri- raggio dei martiri». Sono «chia- facile entrare nella logica del
flessione del Sacro Collegio sul- Nord 11 20 9 mati a considerare e valutare le Vangelo e lasciare quella del
le priorità ecclesiali. Da più par- America vicende, i problemi e i criteri pa- potere e della gloria», ha ripe-
ti si lamenta il peso eccessivo storali che toccano la missione di tuto Benedetto XVI al collegio
degli italiani o l’assenza di suda- 6 15 Africa tutta la Chiesa». E in questo «deli- cardinalizio, indicando ancora
21
mericani diocesani malgrado i cato» compito l’esempio è quello una volta una strada diversa.
cattolici siano maggioranza. Al- 6 11 di Cristo, «pronto all’estremo sa- Appena eletto, Ratzinger
la cerimonia partecipano dele- Europa 17 crificio». Sono 30 gli italiani elet- disse: «Il mio vero programma
gazioni da tutto il mondo e quel- America senza Italia tori, 67 gli europei, 11 gli africani, di governo è quello di non fare
Italia
la italiana è guidata dal premier Latina 9 gli asiatici, uno dall’Oceania, 22 la mia volontà, di non persegui-
Mario Monti. Ai fedeli il Pontefi- Oceania gli americani del sud e 15 dal nord re mie idee, ma di mettermi in
ce chiede preghiere anche per 67 America. Il numero totale di por- ascolto, con tutta quanta la
«offrire sempre al Popolo di Dio
10 32 22 30 37 22 52 30 3 4 1
porati elettori è 125, cioè 5 più del- Chiesa, della parola e della vo-
la testimonianza della dottrina la norma in caso di conclave, ma lontà del Signore e lasciarmi
sicura e reggere con mite fer- Centimetri - LA STAMPA già nei prossimi mesi alcuni rag- guidare da lui, cosicché sia egli
mezza il timone della santa giungeranno gli ottanta anni, per- stesso a guidare la Chiesa in
Chiesa». Allargando il Sacro logica e del suo stile pastorale. lo cardinalizio. Ratzinger legge le so del rito: i porporati sono chia- dendo il diritto di voto. Cresce questa ora della nostra storia».
Collegio, Joseph Ratzinger ha Ognuno di loro ha ricevuto dalle formule latine e con ognuno mati a «servire» la Chiesa e il po- l’influenza dei «conservatori cre- Cercava di indicare un modo
impresso al vertice della Chiesa mani del Pontefice la berretta, scambia frasi e sorrisi. Per tutti polo di Dio, il servizio non si fa se- ativi». Il collegio cardinalizio è a autenticamente evangelico di
l’impronta della sua visione teo- l’anello e la pergamena con il tito- loro, nell’omelia, riassume il sen- condo le logiche del mondo, che maggioranza ratzingeriana. esercitare l’autorità, ma le sue
parole vennero interpretate co-
me il programma di un Papa te-
ologo che intendeva «volare al-

Don Georg, l’eminenza grigia


to» lasciando ai suoi collabora-
tori le redini del governo. I vele-
Retroscena ni delle ultime settimane e lo
spettacolo offerto all’opinione
pubblica mondiale, stanno a in-

che protegge Benedetto XVI


CITTÀ DEL VATICANO dicare che quell’indicazione
del Papa è stata poco seguita.
I cardinali che si sono riuni-
ti a Roma in questi giorni han-
in dal momento dell’elezione di Jo- no discusso della situazione in

S seph Ratzinger persino il sito di


Avvenire, il quotidiano della Cei,
nel descrivere il suo segretario partico-
Il segretario del Papa sempre più mediatore tra i poteri vaticani cui si trova curia romana e dei
veleni delle ultime settimane.
Hanno cominciato a parlare
lare ne metteva in evidenza più che al- descriveva ai mass media tedeschi con un (con le accuse di corruzione mosse alla fo: sua, dietro le quinte, la pacificazione tra di loro del futuro conclave,
tro l’aspetto aitante: «Biondo, sul metro misto di timore e distanza: «Il Vaticano è Segreteria di Stato), dall’appunto confi- quando lo scontro nel Sacro Collegio con- mostrando attenzione verso
e 80, fisico sportivo e decisamente un anche una corte e ci sono chiacchiere e denziale sullo Ior e dal memorandum su trappose Bertone e Ruini. Si avvicina tre confratelli, il canadese
bell’uomo». A lungo è stato solo il sacer- pettegolezzi da corte. Ma ci sono anche un presunto attentato ai danni del Ponte- sempre più al «modello» Stanislao, l’uo- Marc Ouellet, l’italiano Angelo
dote in talare nera che teneva l’agenda frecce che vengono scagliate in maniera fice: «Un punto debole sono sicuramente mo più influente del Vaticano per la sua Scola, l’argentino Leonardo
di Benedetto XVI. Più di un maggiordo- consapevole e mirata. All’inizio ho dovuto le indiscrezioni. Purtroppo ci sono sem- vicinanza al Pontefice. Allo scrittore suo Sandri. Hanno parlato della ne-
mo, meno di uno «spin doctor». Da imparare a conviverci». Poi una confiden- pre fughe di notizie sulle nomine, sull’ela- connazionale, Peter Seewald confida nel cessità che in futuro la Segrete-
quando in Vaticano è scoppiata la za che suona quasi come in una profezia borazione di documenti o sulle misure di- 2007 di «ricevere talvolta lettere d’amo- ria di Stato sia meno ripiegata
«guerra di dossier» tra la vecchia guar- nell’atmosfera resa incandescente negli sciplinari. Non è solo spiacevole, c’è an- re» e di aver sperimentato l’«invidia cleri- sugli affari italiani.
dia vicina al decano Angelo Sodano e ultimi giorni dalle lettere riservate dell’ex che il pericolo che venga esercitata un’in- cale». Quindi descrive il passaggio di te- Le parole di Benedetto, che
l’attuale dirigenza legata al Segretario numero due del Governatorato, Viganò fluenza dall’esterno che porta con sé irri- stimone: «Non esiste una scuola di è ben cosciente della situazio-
di Stato, Tarcisio Bertone, la musica è tazioni». Di casa alla “etichetta papale”. Ho ne, hanno però relativizzato an-
cambiata. Santa Croce, l’ateneo SULLE INFLUENZE ESTERNE solo avuto un collo- che questo contesto. Il Papa
Don Georg Gaenswein è divenuto, dell’Opus Dei, da prin- «Purtroppo ci sono sempre quio a quattr’occhi che non intende «fuggire da-
come il suo predecessore don Stanislao cipio apparve l’antite- con il mio predecesso- vanti ai lupi» vuole un ritorno
Dziwisz nell’ultima parte del pontificato si dell’influentissimo fughe di notizie sulle nomine re». È stato circa due all’essenziale, vede la Chiesa
wojtyliano, il baricentro e il mediatore Dziwisz, oggi cardina- e sulle misure disciplinari» settimane dopo l’ele- come una comunità di fedeli
degli equilibri di una Curia in cui, tra ve- le di Cracovia. zione e l’ingresso nel- che prega e cerca l’intimità
line e veleni, volano corvi e scavano tal- Sulle mille decisio- IL PASSAGGIO DI TESTIMONE l’appartamento. «Don con Dio, non come una falange
pe. Cinquantenne atletico, fascino briz- ni di governo ordina- «Il braccio destro di Wojtyla Stanislao mi ha messo politico-culturale o l’interprete
zolato alla Hugh Grant, figlio di un fab- rio della Chiesa che in mano una busta in di strategie di conquista. Di
bro della Foresta Nera, vocazione adul- Giovanni Paolo II tra- mi consegnò una busta cui c’erano alcune car- fronte a quanto accade Oltrete-
ta, ex postino e fan dei Pink Floyd. Liti- scurava, il suo braccio e le chiavi di una cassaforte» te e la chiave di una vere, risuonano come attualis-
gava in famiglia per il taglio dei capelli, destro aveva voce in cassaforte, una cassa- sime le parole che l’allora cardi-
poi la passione per la borsa, infine l’amo- capitolo. Wojtyla regnava, lui governava. forte molto vecchia fabbricata in Germa- nale Ratzinger pronunciò du-
re definitivo: la teologia. Si è laureato in A tavola e nei colloqui non mancava mai. nia; poi mi ha detto solo: tu adesso hai un rante il Giubileo, a proposito
diritto canonico a Monaco ed è approda- Al contrario, appena salito Ratzinger al compito molto importante e molto bello, delle miserie umane degli ec-
to in Vaticano alla Congregazione per il Vocazione adulta Soglio di Pietro, don George, quasi timi- ma molto molto difficile. L’unica cosa che clesiastici. Ricordò che il cardi-
culto divino, per passare l’anno succes-
sivo a quella per la Dottrina della Fede. Carriera folgorante do, compariva e pesava di meno. Il Papa ti posso dire è che il Papa non deve essere
tedesco parlava sempre a quattr’occhi schiacciato da niente e da nessuno, come
nale Consalvi, segretario di
Stato di Pio VII, a un ambascia-
Da un decennio, dedizione totale a Jose- Ha 56 anni ed è il segretario con qualunque interlocutore. Adesso, in- fare lo devi capire da solo». Top secret il tore che lo informava dell’in-
ph Ratzinger. Il segretario papale non è particolare di Joseph Ratzinger vece, don George è dietro a molte decisio- contenuto della busta: «Sono cose che si tenzione di Napoleone di di-
più solo l’«angelo custode» dell’apparta- da dieci anni. Figlio di un fabbro della ni, smussa gli angoli. Un anticipo del «bat- tramandano da un segretario del Papa ad struggere la Chiesa, rispose:
mento pontificio ma il «dominus» di Foresta Nera, grande fan dei Pink tesimo del fuoco» da «governante om- un altro». Discrezione utile nella Curia in- «Non riuscirà, neppure noi sia-
quei Sacri Palazzi che appena arrivato Floyd, si è laureato in diritto canonico bra» è arrivato tra anni fa con il caso Bof- docile. Stanislao docet. [GIA.GAL.] mo riusciti a distruggerla».
18 Cronache LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

GROSSETO, L’INCHIESTA SUL NAUFRAGIO DELLA CONCORDIA


Costruire

Cocaina sui capelli cose buone


AGNESE
MORO

di Schettino Bambini
senza sbarre

“Ma non era drogato” S


ono tra i 100 e i 150 i
bambini che ogni
settimana incontra-
no a San Vittore. Così co-
me nel carcere di Opera, e
in quello di Bollate. Sono
Le analisi tossicologiche ne trovano una traccia gli operatori di «Bambini-
senzasbarre Onlus», nata
In dubbio la conservazione dei “campioni” dieci anni fa a Milano, pre-
sidente Lia Sacerdote, as-
sociazione impegnata a so-
stenere i genitori in carce-
PAOLO COLONNELLO sociazione di consumatori Coda- za di cocaina nel contenitore di re e i loro figli. Sono varie
GROSSETO
cons a giudicare «inattendibile» carta dei capelli dello Schettino le iniziative alle quali dan-
Un piccolo giallo c’è: una lieve la perizia. I risultati delle analisi è chiaramente indice di cattiva no vita, fuori (attività di re-
traccia di cocaina scoperta sui sui capelli del comandante, con- conservazione del campione». te anche tra istituzioni, in
capelli del comandante della divisi il 16 febbraio dal consulen- Un'accusa che il consulente del- Italia e in Europa, attività
Concordia Francesco Schetti- te della procura di Grosseto, la Procura, respinge: «Gli accer- editoriale e di ricerca, an-
no. Il dubbio non è sull'uomo professor Marcello Chiarotti tamenti sui campioni biologici che questa al livello euro-
(pare davvero escluso abbia con i consulenti del Codacons, - di Francesco Schettino sono peo) e dentro il carcere.
fatto uso di sostanze stupefa- riporta un comunicato dell'asso- stati conclusi e hanno prodotto Si chiama «Spazio gial-
centi), ma sulla procedura di ciazione - «hanno evidenziato la risultati analitici utili per ri- lo» il luogo che ogni gior-
conservazione dei capelli sui presenza di cocaina sui capelli e spondere con certezza ai quesi- no l’Associazione rende di-
quali si sono svolte le analisi nell'involucro che li conteneva ti posti dalla procura. Gli esiti sponibile ai giovanissimi,
tossicologiche. Esiste infatti ma totale assenza di metaboliti non lasciano alcun dubbio né al- Il comandante della Costa Concordia, Francesco Schettino magari ac-
una discrasia su quanto rac- della cocaina nei capelli dello cuna nullità ... La prossima set- compagnati
contano le analisi delle urine, stesso Schettino». timana consegnerò la mia rela- dal genitore
che escludono l'assunzione di Inoltre, le analisi, scrive sem- zione secondo i tempi previsti», con il quale
cocaina e le tracce di droga ri- pre il Codacons, accertano an- dice il professor Marcello Chia- IN GRECIA: SALVATE LE 8 PERSONE A BORDO vivono fuori
che l'assenza «di sostanze di del carcere,
La «contaminazione» abuso nelle urine, compresa l'as- Il Codacons: servono Il super-yacht come la Costa in attesa o
senza di benzodiazepine, che al durante il
potrebbe essere contrario sarebbe dovuta esse- nuovi accertamenti Affonda e resta sul fianco colloquio
avvenuta nei laboratori re presente nelle urine, dal mo- Il consulente della con il genito-
mento che il comandante della I Naufragio davanti alle re detenuto. «Uno spazio -
dell’Università Cattolica Concordia aveva dichiarato di procura: nulla di strano coste della Grecia. La «Yo- si legge nel loro sito (www.
aver assunto ansiolitici». Il con- gi», una nave da crociera di bambinisenzasbarre.org )
trovati sui capelli di Schettino sulente di parte nominato dal rotti, che ha svolto la perizia superlusso di proprietà del- - dove si sentono
che, stando ad ambienti della Codacons, professor Settimio tossicologica sui campioni di ca- l’uomo d'affari francese Ste- “previsti” e “pensati”, do-
Procura di Grosseto, potrebbe- Grimaldi ritiene tuttavia inat- pelli e di urine prelevati a Schet- phane Courbit, è affondata ve possono utilizzare gio-
ro essere stati contaminati in tendibili i risultati della perizia, tino. Il professor Chiarotti non venerdì sera nel Mare Egeo, chi ed essere seguiti da
minima quantità o durante gli a causa del cattivo stato di con- ha reso noti i risultati - «devo al largo dell'isola di Skyros, operatori professionali».
esami di laboratorio, svolti all' servazione dei reperti (urine e correttamente consegnare la dopo essersi posizionata Il primo Spazio è stato
Università Cattolica di Roma, capelli) e ha chiesto dunque nuo- relazione al magistrato», ha det- per alcune ore su un fianco, aperto a San Vittore nel
o da agenti esterni ambientali, ve e approfondite indagini per to - ma ha escluso dubbi. Inol- proprio come la Concordia. I soccorsi allo «Yogi» 2007; nel carcere di Bolla-
ovvero residui di droga con cui capire da dove provenga la coca- tre, rispetto alle tracce di cocai- La guardia costiera greca te è attivo dal 2010. «Non
potrebbe essere venuto in con- ina rinvenuta sui capelli di na sul campione di capelli di ha salvato le otto persone a masto vittima di un'avaria si tratta di un lavoro di ani-
tatto il comandante prima del Schettino. Schettino, il professor Chiarot- bordo dello yacht utilizzan- meccanica nel corso di una mazione - dice Lia -, ma di
prelievo di capelli, effettuato Il Codacons ha presentato ie- ti ha specificato: «C'è stato un do due elicotteri e una frega- tempesta. La «Yogi», gesti- un lavoro sulle relazioni»,
durante il primo interrogato- ri un'istanza di richiesta di nuo- problema marginale, che non ta. Lo yacht, 60 metri di lun- ta dalla società parigina Lov e sui fantasmi che le di-
rio davanti al gip. vi accertamenti alla procura di inficia assolutamente il risulta- ghezza, sarebbe il più gran- NB 49 di Stephane Courbit , sturbano, come gli stereo-
Dunque, dalla plancia della Grosseto sostenendo che «la to dell'analisi. Chiariremo que- de mai immatricolato in veniva offerta in locazione tipi che accompagnano il
nave alla cella del carcere do- presenza di cocaina e l'assenza sto problema successivamente. Francia. Varato nel marzo per 357.000 euro alla setti- carcere - fuori i buoni, den-
ve è rimasto rinchiuso per tre dei suoi metaboliti indica una Chi lavora nel nostro settore sa 2011 da un cantiere navale mana in bassa stagione, tro i cattivi -, che possono
giorni. Insomma, un piccolo strana contaminazione passiva che ci possono essere problema- turco, lo yacht sarebbe ri- 378.000 in quella alta. colorare negativamente
pasticcio che ieri ha spinto l'as- da sostanza d'abuso. La presen- tiche del genere». agli occhi dei figli la figura
del genitore che abita il
carcere, rischiando che
quest’ultimo venga visto
dei mezzi venga limitato a po- come persona da temere o

il caso Motoslitte sotto accusa che e selezionate aree, alla cui


scelta dovrebbero partecipare
anche le associazioni, come il
Cai, che hanno come finalità
della quale vergognarsi.
Lo Spazio, analogamente,
aiuta i genitori reclusi a vi-
vere al meglio la visita dei
MAURIZIO DI GIANGIACOMO
BOLZANO
Rumorose e senza regole statutaria la tutela dell’am-
biente montano e che i percor-
si vengano individuati in aree
già antropizzate quali appunto
propri figli. Finalizzati a
esercitare pienamente la
dimensione della genito-
rialità, alla quale non devo-

S
i moltiplicano gli allar-
mi contro l'uso sempre
più indiscriminato del-
con licenza d’inquinare i comprensori sciistici».
Ancora più accorato l’ap-
pello dell’ambientalista trenti-
no Luigi Casanova, portavoce
no rinunciare a causa del-
la condizione di carcerati,
sono, inoltre, i «Gruppi di
parola». Vengono anche
le motoslitte. Dopo quello italiano di Mountain Wilder- organizzati colloqui indivi-
lanciato nei giorni scorsi da La protesta ness, associazione che, pro- duali di sostegno psicope-
91 mila soci lombardi del Oggi le prio per chiedere una legge na- dagogico al genitore dete-
Club Alpino Italiano, legato associazioni zionale che regolamenti l’uso nuto, da cui può nascere
a un progetto di legge dal lo- ambientaliste delle motoslitte, ha organizza- un percorso condiviso di
ro punto di vista troppo per- marciano con to per oggi assieme a Cai, «accompagnamento». Ci
missivo presentato in Regio- il Cai sotto le Wwf, Lipu e Cipra una marcia sono poi gli «Atelier di me-
ne, a chiedere una limitazio- Tre Cime di - con racchette da neve o sci diazione»: «Uno spazio e
ne dell’uso di qualsiasi mez- Lavaredo: da alpinismo - dal Lago di Mi- un tempo - si legge nel sito
zo a motore nei boschi, sui invocano la surina al rifugio Auronzo, al- - dove pensare ai propri fi-
pascoli innevati, a ridosso di tutela l’ombra delle Tre Cime di La- gli mentre si confezionano
monumenti naturali quali le dell’ambiente varedo. «Abbiamo scelto Misu- oggetti di stoffa (oggetti
Dolomiti, è Mountain Wilder- montano rina, le Tre Cime di Lavaredo messaggio) destinati a lo-
ness, che ha organizzato per e Monte Piana perché aree di ro, come strumento con-
oggi, al Lago di Misurina, montagna ormai devastate creto di mantenimento
una manifestazione naziona- dalla motorizzazione, estiva del legame».
le di protesta. ed invernale - spiega Casano- Ogni attività vede il
Il problema è la vacatio le- va - . Da qui deve ripartire una pieno coinvolgimento di
gis a livello nazionale, che fa- grande mobilitazione naziona- tutti gli operatori peni-
vorisce appunto l’uso sem- comprensori sciistici, oggi ven- ne Piemonte) in maniera sod- l’ambiente montano - dice An- le per liberare i monti dai ru- tenziari. Ma di questo
pre più indiscriminato delle gono utilizzate anche per gio- disfacente. tonio Paladini, a nome di 91 mi- mori, dai fumi e dagli sconvol- aspetto tanto importante
motoslitte, mezzi che pratica- co, lontano dalla piste, in am- In Lombardia, invece, i con- la soci lombardi del Club Alpi- genti ruggiti delle motoslitte. e nuovo riparleremo pros-
mente per il Codice della bienti non abitati dall’uomo, siglieri Parolini e Quadrini no Italiano -. Anzi, essendo Per chiedere che il Codice del- simamente.
strada non esistono (ma ne provocando, oltre all’inquina- hanno presentato un progetto prevista la circolazione anche la strada riconosca l'esistenza «Il carcere sta cam-
circolerebbero più di mento acustico e atmosferico, di legge (il 118/2011) che ha già sui “territori agro-silvo-pasto- di questo terrificante mezzo biando. Lentamente, ma
50.000): nate per permette- danni alla fauna e alla flora. provocato la preoccupatissi- rali innevati”, i cingolati sareb- che ogni inverno sradica abitu- sta cambiando», dice Lia
re gli spostamenti degli im- Un vuoto normativo colmato ma levata di scudi del Cai. bero liberi di muoversi in tutto dini della fauna selvatica e in- Sacerdote. Grazie proprio
piantisti, dei rifugisti e più in solo in rarissimi casi dagli enti «Nel progetto di legge non c’è il territorio montano. La no- quina anche le sorgenti delle a persone come loro.
generale di chi opera nei locali (uno è quello della Regio- nessun accenno alla tutela del- stra proposta è che l’accesso acque più pure».
.

LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Cronache 19

il caso La motivazione Per la ragazza c’è Le polemiche Futuro e Libertà


ANNA SANDRI
BASSANO DEL GRAPPA (Vicenza)
l’aggravante di essere entrata nel bagno contesta la disparità di trattamento
dei maschi durante le ore di lezione accusando la scuola di discriminazione
ppuntamento nei bagni

A della scuola, a metà


mattina e nel bel mezzo
della lezione. Lontani
da occhi indiscreti, e
non per passare di mano in mano la
soluzione del compito in classe,
massima trasgressione del passato.
Relazioni
pericolose
A Bassano del
Grappa
polemica in un
istituto
tecnico dopo
Piuttosto, per una ricreazione su che due
misura a base di sesso: in omaggio ragazzi sono
alla passione o in sfregio all'istitu- stati sorpresi a
zione, non è dato a sapere. fare sesso nei
Solo che, all'istituto Einaudi di bagni della
Bassano del Grappa, le cose non so- scuola e puniti
no andate come i due ragazzi aveva- dal preside
no previsto: sorpresi in atteggiamen-
to che non lasciava spiragli al dub-
bio, sono stati sospesi entrambi. Un
giorno a lui, quattro a lei: e così, al
gran parlare che si fa a Bassano in-
torno all'episodio, si aggiunge la po-
lemica per quella che viene interpre-

L’IMPREVISTO
Si erano dati appuntamento
ma sono stati sorpresi
da un compagno di classe
LA DECISIONE
Le diverse sanzioni sono
state ordinate dal preside che
ora rifiuta spiegazioni
tata come una discriminazione nei

A 15 anni fanno sesso a scuola


confronti della ragazza.
Il fatto accade alcune mattine
fa. I due, entrambi quindicenni, si
danno appuntamento nel bagno dei
maschi mentre le lezioni sono in
corso, e arrivano puntuali. Lui en-
tra senza problemi, lei un po' deve
sgusciare perché non è esattamen-
te al proprio posto.
Una volta entrati nei bagni, i due
si sentono al sicuro e si concentrano
Ma per lui la punizione è più lieve
su quel che più gli interessa, ma non
fanno i conti con l'imprevisto: un al- Bassano del Grappa: un giorno di sospensione anziché i 4 dati alla ragazza
tro studente ha bisogno del bagno,
entra e li sorprende. Tipo discreto, simile comportamento, del quale bi- Ma per una donna che difende
gira le spalle e se ne va senza fiatare;
e sembra non volesse nemmeno fare
In una casa di riposo di Anzio sogna andare alle radici.
Tutto vero, ma la differenza di
l'operato del preside, un'altra va all'at-
tacco: per Chiara Moroni, parlamen-
la spia. Solo che, rientrato in classe,
si lascia sfuggire un «in bagno sì, che
Travestita da medico derubava gli anziani: arrestata trattamento? La versione ufficiale di-
ce che per la ragazzina c'è l'aggra-
tare di Fli, quel che è accaduto all'Ei-
nuadi di Bassano del Grappa è «vera e
si stanno divertendo». In un attimo I Si era travestita da dottoressa hanno sorpreso sul fatto la donna, vante: è entrata nel bagno dei ma- propria discriminazione legata a una
la voce passa di banco in banco, il bi- per derubare gli anziani di una casa di che si aggirava ancora per le stanze, schi. Ma si tratta di un fragile para- cultura maschilista che non possiamo
sbiglio si fa frastuono, un docente va riposo ad Anzio, a sud di Roma, ma i secondo la ricostruzione fornita dal vento: vorrebbe dire che all'Einaudi accettare e che la scuola ha il dovere
a controllare e i due hanno appena il carabinieri l’hanno arrestata in fla- Comando provinciale dell’Arma. Nel di Bassano se si fa sesso si becca un di combattere e non di alimentare».
tempo di ricomporsi prima di ritro- granza. Si tratta di una donna di 37 corso della perquisizione personale e giorno di sospensione, se si sbaglia E se l'Einaudi è noto in provincia di
varsi davanti al preside. anni, originaria della cittadina balnea- domiciliare i militari hanno recupera- porta se ne beccano tre. Vicenza per i progetti sulle pari oppor-
Il professor Giovanni Pone emet- re, che venerdì mattina era entrata to la refurtiva e ritrovato anche dei be- Il preside «non è un emotivo» dice tunità e sull'affettività che porta avan-
te la sentenza: un giorno di sospen- nell’ospizio indossando un camice e ni rubati qualche giorno prima con le l'assessore all'Istituzione della Provin- ti con gli studenti, la Moroni si ritiene
sione per lui, quattro per lei. E qui si presentandosi come podologa di fidu- stesse modalità in una clinica privata cia di Vicenza, Morena Martini, che lo comunque offesa, «come donna e co-
apre il capitolo secondo, quello delle cia di alcuni ospiti. La falsa infermiera, vicina alla casa di riposo. Complessiva- conosce bene. A suo avviso, non di di- me parlamentare».
polemiche. Perché tanta differenza? che in passato ha lavorato in case di ri- mente i carabinieri, che ancora stan- scriminazione si è trattato, ma di una Di diverso tenore quel che si regi-
Il preside non spiega e non com- poso per conto di una cooperativa so- no raccogliendo le denunce, hanno re- valutazione che potrebbe tenere con- stra in città, dove l'istituto è conside-
menta; difende il buon nome del ciale, ha approfittato dell’assenza o di gistrato sei «colpi» della donna messi to, ad esempio, di diversi curriculum rato una delle scuole più serie e sensi-
suo istituto, dove si formano ragio- un momento di distrazione di alcuni a segno nella sola giornata di venerdì scolastici. Uno studente recidivo in bili alle esigenze degli studenti; un
nieri e geometri e dove studiano anziani per derubarli di denaro, cellu- e una ventina di furti compiuti giorni comportamenti scorretti, insomma, istituto tecnico dove l'attenzione agli
mille e 500 ragazzi. Dice che, sulla lari e altri oggetti. I carabinieri della nei giorni precedenti. La falsa dotto- sarebbe punito più severamente di studenti e alle loro fasi di crescita è
vicenda, la scuola lavora assieme stazione di Anzio, avvertiti dal perso- ressa è stata fermata in attesa del pro- uno che sbaglia per la prima volta. considerata dai docenti imprescindi-
alle due famiglie perché una so- nale dell’ospizio, sono intervenuti e cesso per direttissima. Tutto impossibile da verificare, data bile quanto la formazione che li porte-
spensione non basta a risolvere un la minore età dei due. rà al diploma.

MC>

DUE PASSEGGERI TRATTI IN SALVO DOPO ORE DISPERATE NELL’ACQUA GELIDA tarla in mare, utilizzando dei ll Lotto
secchi, ma la barca si è reclina- Concorson.21-Sabato18febbraio2012

La barca s’inabissa, un morto ta ed è andata giù. I tre si sono Bari 28 35 55 52 53


ritrovati in acqua senza aver Cagliari 78 81 17 47 74
potuto dare l’allarme. Il nau- Firenze 77 78 10 9 89
fragio del cabinato si è verifi- Genova 80 26 88 40 83
zione da diporto, la Yahoo, ha cato nello stesso tratto di ma- Milano 20 45 89 23 84
I tre amici erano individuato un uomo in mare, L’allarme re – chiamato Le secche di Va- Napoli 73 65 50 3 71
senza giubbotto di salvatag- I tre sono stati da - in cui, poco più di un mese Palermo 34 36 69 18 16
usciti a pescare gio, aggrappato con la forza visti in acqua fa, accadde la tragedia del Roma 13 39 75 66 33
della disperazione a un para- da un Santa Lucia II, il peschereccio Torino 11 7 2 62 78
su un’imbarcazione bordo. Il naufrago, un sessan- marinaio affondato a sei miglia dalla Co- Venezia 16 70 57 9 3
di sette metri tenne, è stato immediatamen-
te issato a bordo e ha racconta-
di passaggio
nella zona
sta di Rosignano: padre e fi-
glio persero la vita. L’unico su-
Nazionale 36 17 61 71 10
SUPERENALOTTO
to quanto era accaduto due Ma per uno perstite fu un marinaio sardo Combinazionevincente
MARIA VITTORIA GIANNOTTI ore prima. Le ricerche sono di loro di 37 anni, Roberto Caddeo:
LIVORNO
8 21 39 numero jolly 19
scattate immediatamente, con i soccorsi mentre attendeva l’arrivo dei 56 74 81 superstar 30
Un’altra tragedia nel mare grande dispiegamento di mez- si sono rivelati soccorritori, trattenne vicino MONTEPREMI 3.174.846,31
della Toscana. Una barca di zi: i due dispersi sono stati tro- inutili a sé il corpo, ormai esanime, JACKPOT 64.374.053,99
sette metri è affondata ieri vati dopo un’ora dai sommoz- del collega, Silverio Curcio, 64 Nessun 6 -
mattina al largo di Casti- zatori dei vigili del fuoco. Per anni. Suo figlio Davide, di 34 Nessun5+ -
glioncello: un quarantenne uno di loro non c’era più nien- anni, fu recuperato solo tre
Agli11con 5 43.293,36
di Rosignano Solvay è anne- te da fare: i soccorritori lo in tempo: ora si trova in ospe- punto, per cause ancora in giorni dopo: era rimasto in-
gato. Salvi, anche se provati hanno rianimato a lungo, pri- dale per una grave ipotermia, corso di accertamento da par- trappolato nel relitto che si Ai 1.612 con4 297,33
dalla lunga permanenza nel- ma sul gommone, poi sulla ma i medici sono convinti che te della Guardia costiera, il na- trova ancora a 70 metri di pro- Ai 56.826 con 3 16,81
l’acqua gelida, i due amici banchina del porticciolo di Ro- si riprenderà presto. I tre ami- tante ha cominciato a imbar- fondità. A far colare a picco il 10 e LOTTO
che erano con lui. L’allarme signano, ma poi sono stati co- ci erano usciti in mare ieri care acqua. I tre amici si sono peschereccio sarebbero state Numeri vincenti
è scattato ieri intorno alle stretti ad arrendersi. L’altro, mattina di buon’ora per una accorti del pericolo e hanno le sue stesse reti impigliate 7 11 13 16 20 26 28 34 35 36
tredici quando un’imbarca- trent’anni, è stato raggiunto battuta di pesca. A un certo tentato in ogni modo di riget- nel fondale. 39 45 55 65 70 73 77 78 80 81
20 Cronache LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

Protagonisti dimenticati
Personaggio
MARIA CORBI
ROMA

ono le nove e mezza di se-

S ra, ora italiana, e Adriano


Aragozzini, patron di epi-
ci festival di Sanremo,
dal 1989 al 1993, risponde
dalla sua casa di New York.
«Scusi se la disturbo, lei starà
guardando il festival..».
«Assolutamente no, e sono feli-
ce di non vederlo».
La tv è chiusa a casa Aragozzini
dove invece ferve il business sotto
il sigillo della sua società, la Dhar-
ma production. «Non ho molto tem-
po da dedicar-
le...». Organizza-
zione di eventi,
spettacoli, gestio-
ne e lancio di arti-
sti. Sede negli
States e a Roma.
Insomma «the
show goes on» anche senza quel
palco invaso di canzoni e fiori per
questo signore che non ama che si
ricordi la sua età (classe 1938).
«Per me è una tristezza vedere
lo scempio che si è fatto del Festi-
val della canzone italiana. Cosa de-
vo guardare? Io ci mettevo un an-
no a sentire le canzoni e a sceglier- L’ex patron dell’Ariston
le insieme a una commissione, oggi Adriano Aragozzini ha diretto il Festival dal 1989 al 1993: a lui si devono l’addio al playback,
invece il direttore artistico invita la reintroduzione dell’orchestra e l’apertura alle ospitate dei big stranieri
gli artisti. Come si fa negli show.
Ed è così già da molti anni anche se
gli ascolti non premiano questa li-
nea. Ai miei tempi facevamo il 75
per cento di share. Adesso di brin-
da se arriva al 50 per cento». E la
storia della parcellizzazione degli
ascolti causa satellite e digitale?
Aragozzini: per Mr Sanremo
“ora il Festival è uno scempio”
«Balle, per un evento come Sanre-
mo non conta».
L’Aragozzini d’Oltreoceano non
è più diplomatico di quando in Ita-
lia ci aveva abituato ai suoi com-
menti senza peli sulla lingua da opi-
nion maker di Markette con Chiam-
bretti: «Come si fa ad accettare a Il direttore artistico delle edizioni dei record: “Spengo la tv, sembra un talent show”
Sanremo i volti dei talent show?
Vanno scelti semmai dopo la consa-
crazione ad artisti non si può usare
quel palco per consacrarli. E il Co-
mune di Sanremo non fa nulla per
difendere la sua manifestazione.
Mi spiego?» Benissimo.
Il ruggito del leone a cui non fan-
no effetto i grandi nomi stranieri ar-
rivati all’Ariston, lui che su quel pal-
co ha portato Ray Charles e Tina
Turner (un grande amore durato
due anni: «ci ha rovinati la lonta-
nanza»). Ma quello che lo fa vera-
mente arrabbiare sono i cantanti
che arrivano sul palco senza com-
petere. «I cantanti ospiti sono un
non senso in una gara canora». Di

GLI ASCOLTI
«Non scendevamo sotto
il 75 per cento: ora se fanno
il 50 si mettono a brindare»
Celentano rivela: «Quando ero di-
rettore artistico io e Adriano chie- Tutto non abbiamo inventato nulla, Appi- Coppia durre le giurie demoscopiche. In ef- «Sono single» (dopo tre mogli e tre
deva di partecipare al Festival con da rifare gnani è stato bravissimo a fregarci». sbagliata fetti da allora cosa è cambiato a par- figli). Della sua vita professionale:
la sua canzone da promuovere noi - Aragozzini Un errore ha ammesso di averlo fat- I problemi te le vallette? «Ho fatto tutto, sono stato mana-
chieda al manager Rai Vecchione - insieme con to nello scegliere l’accoppiata di pre- maggiori Anche le grandi «cacciate» di ger di artisti eccezionali come Gino
gli dicevamo di no perché non sa- Gianni Morandi sentatori Johnny Dorelli e Gabriella sul palco star capricciose, come quest’anno Paoli, Tenco, Domenico Modugno,
rebbe stato corretto verso gli altri Delle ultime Carlucci. Lei parlava troppo, lui si fa- dell’Ariston l’ereditiera Tamara Ecclestone, so- ho avuto Sanremo, i grandi show.
suoi colleghi che ci mettevano fac- edizioni condotte ceva travolgere. Liti epocali dietro le Aragozzini no da mettere per Aragozzini nella Mi manca la Mostra del cinema di
cia e corde vocali sul palco con la dall’amico quinte. Coppia male assortita pari li ebbe con casella «già visto». Nel 1991 Rod Venezia....». E chissà che non sia
possibilità di perdere». dice che «sono solo a Mike Bongiorno- Loretta Gog- la conduzione Stewart salta le prove poi vuole una candidatura.
Niente tv accesa e quindi niente uno scempio gi a miss Italia. Dorelli-Carlucci cantare una sola Non c’è nostal-
sermone di Celentano per Aragoz- Nessun peso Non c’è nostalgia nella voce di Lei parlava canzone invece del- LA NUOVA AVVENTURA gia nelle parole di
zini che però da quel che ha letto di- alle canzoni questo signore senza età arrivato al troppo e lui si le due previste. La sua Dharma production Aragozzini. Ma
ce la sua: «Ma che c’entra quel pip- Tornerei a farlo timone del più grande evento cano- infuriava, Aragozzini entra qualcosa c’è. Una
pone con il Festival? Dimostra che solo se mi dessero ro italiano nel 1989 grazie a Biagio facendo nel suo camerino è alla caccia sfumatura che fa
questo è uno show tv, niente altro. carta bianca Agnes, allora direttore generale violentissime (non prima di ave- di nuovi artisti da lanciare vibrare la voce
Tanto oggi è facile per Celentano per lavorare della Rai, e andato via dopo essere scenate nei re avvertito i gior- netta e grintosa di
prendere un argomento come la come un tempo» stato arrestato nel luglio del 1993 camerini nalisti») gridando: «Fuoriii!». quest’uomo. «Ho perso mia figlia che
Chiesa e darci contro. Tutto studia- con l’accusa di corruzione. Sette Non c’è nostalgia nelle sue paro- aveva solo 23 anni. Sono cose che ti
to a tavolino». Anche Belen senza giorni di galera a Pontedecimo e an- le ma neanche ipocrisia. Al Festival cambiano la vita e rimangono lì, nella
mutande? «Certo». ni dopo l’assoluzione in istruttoria ci tornerebbe eccome: «Se mi per- tua anima , latenti, ogni giorno del-
E se gli si ricorda l’episodio di senza processo. mettessero di farlo, la Rai rispar- l’anno. E il tempo non è vero che è un
Pippo Baudo, nel ‘92, con Cavallo È Aragozzini nel ’90 a riportare mierebbe soldi, avrebbe ascolti più amico. Diventa addirittura un nemi-
Pazzo che gridava «il Festival è la grande orchestra, ad abolire il alti e le canzoni tornerebbero pro- co». La voce vibra, il silenzio avvolge
truccato», Aragozzini difende la ge- playback, ad avere l’idea di abbina- tagoniste». l’intervista. La televisione rimane
nuinità dell’episodio: «Tutto vero, re gli stranieri agli italiani e a intro- Della sua vita privata oggi dice. spenta: niente Sanremo.
LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Società 21

Reportage Il luogo Non è casuale. Il parco sorgerà I numeri La struttura si estenderà


ALBERTO MATTIOLI
INVIATO A MONTEREAU
nella cittadina che l’8 febbraio 1814 fu su 100 ettari, attirerà 2 milioni di visitatori
teatro di una delle vittorie dell’Empereur e creerà 3 mila nuovi posti di lavoro
Folklore
L’uniforme
I tempi
tipica
dell’esercito
Inaugurazione
napoleoni-
co. Al nuovo
prevista nel 2017
parco dei I I tempi di realizzazione
divertimenti del nuovo parco dedicato a
francese non Napoleone? Dopo due anni
mancheran- di studi, secondo i program-
no di sicuro mi del sindaco Yves Jégo la
prima pietra dovrebbe esse-
re posta nel 2014 per il bicen-
tenario della battaglia di
Montereau, inaugurazione
nel prevista ne 2017. Sulle
animazioni, ad altissimo ri-
schio di kitsch, è ancora neb-
bia. Un «Comité de pilotage»
presieduto dal principe Char-
les Napoléon, discendente di
Lui, è già al lavoro e una com-
missione di storici dovrebbe
trovare il giusto equilibrio
fra il divertimento e, diciamo
così, la didattica.

Anche Napoleone avrà il suo parco


Dopo Topolino e Astérix, anche il condottiero avrà un’attrazione. “Un aiuto al turismo francese”
li sport inverna-

G La mappa
AUSTRIA PRUSSIA
li? Ovviamente
sulla Beresina 1 La Gloriette, Schonbrünn Gli accordi di Tilsit 1 «L’importante
ghiacciata, «in
mezzo ai corpi
2 Il maneggio di Wagram
3 Il sole di Austerlitz (planetario)
I laghi Masuri 2 è che non ci sia
congelati di uomini e cavalli» solo l’aspetto
(brrr, e non solo per il fred-
ITALIA RUSSIA
do). I giochi con la sabbia? Al-
l’ombra delle Piramidi, da cui 1 Castello degli Sforza
1 Il Cremlino 1 militare»
ci guardano quaranta secoli 2 Ai quattro punti cardinali, 5 Il palazzo del ghiaccio 2
domande

4
di storia e via proclamando. E in corrispondenza delle porte (complesso sportivo)
le montagne russe saranno i mosaici a terra rappresentano 10 Percorso della Beresina 3 a
chiaramente fatte come il ce- il piano del parco 3 2 L’incendio di Mosca (cinema) 4
lebre bicorno. 3 L’aquila di montagna 2 4 9 Charles Napoléon
2 La cattedrale di San Basilio 5
L’ennesima dimostrazio- 4 Il ponte di Arcole 5 discendente
ne che la fantasia supera la 3
5 Venezia 1
1
realtà arriva da Montereau-
Fault-Yonne, cittadina di 18
6 L’Isola d’Elba 13
6
L’ORIENTE L’ingegner Charles-Marie-
Jérôme-Victor-Napoléon Bo-
5 1 Topkapi
mila abitanti a un’ora di tre- 7 Centro ippico 1 naparte, 61 anni, discende da
2 11 8
no a sud-est di Parigi. Il par- 12 2 7 Il ragno del deserto 2 Gerolamo, fratello scapestra-
co di divertimento ispirato a FRANCIA 1
14
3 1 La sfinge 3 to di Napoleone e Re di We-
Napoleone sorgerà qui. Il no- 1 La Corsica 6 Il Monte Tabor 4 stfalia. È stato assessore ad
me ancora non c’è ma provvi- 2 Il Castello di Malmaison 10 Le piramidi 5 Ajaccio, ha fondato la Fede-
4 5
soriamente è indicato come 3 4 razione europea delle città
«Bivouac de Montereau», bi- 3 La riserva dei canguri 5 Palazzo dei 6 napoleoniche e ieri era a
4
4 Il Castello di Saint Cloud 9 8 mammalucchi
vacco di Montereau. Però, a 3 Montereau per sostenere il
seconda dei giornali, è già sta- 5 La Bastiglia L’acquario 7 progetto di «Napoléonland».
2
to ribattezzato «Napoléon- 6 La macchina infernale Le flotte di Abukir 8 Monseigneur, lei che attra-
7
land», «Parc Napoleon» o, 7 Notre Dame 6 Trafalgar 9 zioni ci vorrebbe?
1
dall’«Economist», «Boney- 15 Centro di talassoterapia 10 «L’epoca napoleonica è piena
park». I soliti inglesi: «Napo- 8 Labirinti e fontane di scene romantiche o emozio-
leone ogni giorno davanti alla 9 L’orangerie di Saint Cloud 7
nanti, c’è solo l’imbarazzo del-
sua Waterloo», ha titolato 10 L’omaggio 2 la scelta. Però non vorrei che ci
«The Times». Tiè. 11 Il bivacco 4
LE AMERICHE fosse unicamente la dimensio-
Però è certo: dopo Topoli- 3 ne militare. Napoleone non ha
12 La legione d’onore Il villaggio antillese 1
no e Asterix, adesso tocca a Ninfee giganti 2 fatto solo la guerra: ha comple-
Napoleone. La scelta di Mon- 13 Soldato di Napoleone tato l’opera della Rivoluzione,
tereau è tutt’altro che casua- (simulatore) Serra e voliera 3
ha cambiato la società, fatto
le: qui, il 18 febbraio 1814, 14 I cento giorni (proiezione) Il villaggio della Louisiana 4 progredire le idee dei Lumi».
l’Empereur colse una delle 15 Les Invalides Centimetri - LA STAMPA L’Isola di Sant’Elena 5 E ha ripristinato la schiavi-
sue inutili vittorie terminali. tù alle Antille, iniziato
Avrebbe abdicato il 4 aprile una zona acquatica, ispirata a «Noi non vogliamo né esaltare guerre di aggressione. I de-
seguente nel castello di Fon- Trafalgar, per immergersi né abbassare Napoleone, ma voti del politically correct
tainebleau, del resto poco lon- (che bello, così si vede anche la solo farlo conoscere. E poi è sono già scatenati, e non
tano. Non è che la battaglia di flotta francese). chiaro che la sua immagine parliamo degli inglesi...
Montereau sia proprio una L’Empereur piace sempre: cambia a seconda dei Paesi». A «Una ragione di più per veni-
delle più celebri, ma l’inconve- «In due secoli, gli sono stati de- proposito: nello schizzo distri- re a visitare il parco. Noi non
niente con Napoleone è che i dicati 80 mila libri», dice Jégo, buito alla stampa compare una vogliamo glorificare Napole-
suoi campi di battaglia più ce- che del resto ha contribuito simil piazza San Marco in puro one ma solo farlo conoscere
lebri sono tutti all’estero. scrivendone due. E poi in Fran- stile Las Vegas... «L’Italia sarà di più. Bisogna smetterla di
E poi a Montereau c’è il cia, spiega, manca una grande ben rappresentata perché per vedere il passato con gli oc-
personaggio giusto per lan- attrazione napo- Napoleone ha chi del presente».
ciarsi nell’impresa. Si chia- leonica. Molti sin- NON SOLO GIOCHI rappresentato Non è un po’ kitsch, una Di-
ma Yves Jégo, sindaco della tomi conferma- Nella struttura anche moltissimo». sneyland napoleonica?
città e deputato di centro-de- no l’impressione In realtà, «È solo uno dei tanti possibili
stra (in Francia il cumulo dei che il posto dove hotel, ristoranti quel che interes- media con cui oggi si può rac-
mandati è la regola, non l’ec- Charles-Marie Napoléon, discendente del Bonaparte Napo è meno po- e un centro congressi sa è rilanciare il contare Napoleone. Certo
cezione), personaggio vulca- polare sia pro- turismo «made non è un saggio storico, ma
nico e dilagante che ama mol- in crisi e che i parchi di diverti- zo o due di visitatori all’anno, prio la Francia: resta invece in France». Il sindaco-deputa- se potrà incuriosire il grande
to far parlare di sé, insomma mento vanno forte (nel 2010 Di- tremila posti di lavoro nuovi, una griffe di sicuro successo to confessa: «Ricordo quando, pubblico, ben venga».
un uomo che nel cognome ha sneyland Parigi ha accolto più 200 o 250 milioni di euro di spe- dalle Alpi alle Piramidi e dal molti anni fa, il presidente della Gli altri Bonaparte sono
una «j» di troppo. È lui che di 15 milioni di visitatori e il sa, con i privati che costruisco- Manzanarre al Reno. Disney venne a Parigi ad an- d’accordo? Il capofamiglia
ha avuto l’idea e adesso sta Parc Astérix poco meno di no il parco e il pubblico le infra- Esclusa ovviamente la perfi- nunciare che la Disneyland eu- è lei?
muovendo mari e monti per due), perché non dedicarne strutture per raggiungerlo. da Albione. Il «Guardian» ha ropea sarebbe stata realizzata «Sono solo il maggiore dei di-
realizzarla. uno anche al francese più famo- Nei napoleonici sogni di Jégo ci già messo le mani avanti chie- in Francia. Pronosticò: non scendenti e non esiste alcuna
Posto che, in effetti, il turi- so di sempre? Beninteso, con la sono alberghi, ristoranti, nego- dendosi allora «perché non un avrà rivali finché non ne faran- Casa imperiale. Io sono mol-
smo è uno dei pochi settori dovuta grandeur: cento ettari zi, ricostruzioni in 3D, un cen- parco dedicato a Stalin o a no una su Napoleone». Detto e to repubblicano. E militante
dell’economia mondiale non di superficie, un milione e mez- tro congressi, un maneggio e Kim Jong-il?». Jégo non ci sta: (quasi) fatto. socialista». [A. MAT.]
22 Società LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

naturalmente discutiamo. A volte ca- ogni cosa, per noi non è così impor-
Domenica pita che uno lanci un’idea e l’altro la
riprenda e la continui».
tante apparire in prima persona».
Vi definite falsari o allievi di Giovan
con Avete compiti diversi?
«Siamo interscambiabili. E ciò ci con-
Battista Alberti o di Palladio?
«Non siamo falsari perché non copia-
Alain Elkann sente di ridurre i tempi di cantiere». mo pedissequamente. Anche se se-
Litigate tra voi? condo lo storico dell’arte Alvar Gon-
«Capita, ma sono liti costruttive, il no- zales-Palacios è meglio rifare una co-
stro mestiere è molto diverso da quel- sa così come era, piuttosto che fare
lo di dipingere un quadro o di scrive- male una cosa ex-novo».
re un libro». Cosa pensate dei grandi architetti
Nella pratica di cosa vi occupate? contemporanei come Jurgen
«Cerchiamo di rendere concreto un Mayer, Renzo Piano, Frank Gehry,
sogno, sia esso una casa, un apparta- Gae Aulenti, Massimiliano Fuksas?
mento o un allestimento». «Realizzano cose non paragonabili al-
Di che cosa andate più orgogliosi? le nostre. I grattacieli devono esiste-
«In un’epoca che sembra cambiare re perché diventano nuovi modi di
rotta di continuo, dove a volte non c’è abitare e di costruire. Noi pensiamo
nemmeno una rotta, tentiamo di per- che il difetto di certi architetti è di es-
seguire l’idea di un luogo dove si vive, sere più attenti al loro progetto ri-
si dorme, si fa l’amore, si mangia e do- spetto al luogo in cui lo realizzano».
ve ci si senta a casa anche nel senso Siete passatisti?
filosofico». «Non siamo reazionari, ma siamo
Cosa avete costruito? consci di vivere un’epoca che ha mol-
«Innanzitutto uno studio professiona- te contraddizioni. Forse siamo un po’
le dove lavorano un centinaio di arti- romantici».
giani, una vera e propria squadra abi- Non fate mai qualcosa di moderno?
È uscito da Bompiani in tuata a lavorare su misura: cerchia- «Il problema secondo noi non è di es-
Italia e da Rizzoli negli mo di restare a un livello di qualità e sere moderni o tradizionalisti, come
Stati Uniti il libro «L’in- di professionalità alta». in politica non lo è essere di destra o
venzione del passato», Nel vostro libro parlate di qualche di sinistra».
scritto a quattro mani incarico particolare? E allora qual è il problema?
dal filosofo Roberto Peregalli e «Sì, ad esempio della ristrutturazio- «Avere buon senso e cercare di inter-
dall’architetto Laura Sartori Rimi- ne delle sale di rappresentanza di Pa- pretare al meglio l’esigenza dell’abi-
ni: da dove nasce questo connu- lazzo Marino, il Municipio di Milano. tare, che è uno degli aspetti principa-
bio? Un lavoro complesso per il quale ab- li dell’essere umano».
«Ci siamo conosciuti grazie all’ar- biamo dovuto fare i conti con spese,
chitetto Renzo Mongiardino, poi al- tempo, soprintendenze e arredi del
l’inizio degli Anni Municipio. Sale tri-
Peregalli/Sartori Rimini Chi disegna? Il filosofo o l’architet-
to?
«Entrambi, a volte capita che uno dei
Novanta abbia- IL PASSATO sti che abbiamo tra- il filosofo e l’architetto due sia più appassionato a un proget-
mo deciso di pro- sformato in luoghi to e piano piano coinvolga l’altro. In
«Non siamo nostalgici che non fossero so-

“Ripensiamo
vare a operare in- questo la diversità ci aiuta».
sieme. Il nostro ma è meglio rifare bene lo una sede ammini- A che progetti state lavorando?
lavoro è come strativa». «A una Town House a New York per
un’orchestra, e che fare male il nuovo» A che cosa vi due artisti contemporanei; alla ri-
gli artigiani ci ispirate per il vo- strutturazione di una casa in Svizze-
permettono di trasformare il pen- stro lavoro? ra, in Engadina; a una casa londinese

in due l’arte
siero o l’immaginazione in qualco- «Ogni progetto è diverso dall’altro, le della seconda metà dell’Ottocento. E
sa di reale». tracce di quello che c’era prima sono al Palazzo Reale di Milano abbiamo
Come funziona il vostro ménage però fondamentali. Dipende se è una appena finito di restaurare la Sala
professionale? progettazione ex-novo o una ristrut- delle Cariatidi. Ma non facciamo mai
«Benissimo: c’è complementarietà turazione». troppi progetti per volta: siamo arti-
tra architettura e filosofia, e ciò ci Altri progetti? giani, per noi conta molto di più la

dell’abitare”
ha permesso di arrivare a un risul- «Una casa in Andalusia, in Spagna, qualità della quantità».
tato che piace a entrambi pur con per cui abbiamo utilizzato materiale Sentite la crisi?
approcci diversi». di recupero: è come inventare la sto- «Sì, non tanto perché abbiamo meno
Qual è il vostro metodo? ria di un luogo immaginario. In lavoro, quanto nell’atteggiamento dei
«Parliamo moltissimo tra di noi, e un’epoca dove tutti vogliono firmare clienti, che è decisamente cambiato».
Società 23

Le altre perle da riscoprire

Meknès (Marocco)
Arras (Francia) TUTTI A VISITARE MARRAKECH MA QUESTA
È LA SECONDA CITTÀ PIÙ BELLA MA MENO ANTICA CITTÀ IMPERIALE SI SVILUPPA SU 45 KM
CONSIDERATA AL MONDO, CON LE SUE PIAZZE DI MURA ED È CIRCONDATA DA ROVINE ROMANE
IN STILE FIAMMINGO SPAGNOLEGGIANTE

La statua di James Joyce sul Ponterosso del Canal Grande, in ricordo della permanenza dello scrittore nella città friulana

Gujarat (India) Alla scoperta di Trieste Helsinki (Finlandia)


È PULITA, ORDINATA E I SUOI ABITANTI SONO

la bella sottovalutata
DA VISITARE L’EX ISOLA PORTOGHESE DI DIU BEN EDUCATI. UNA CAPITALE SENZA PRETESE MA
LA CITTÀ DI BHUJ E LE PIANURE DI SALE CARISMATICA, CON I SUOI EDIFICI LIBERTY
ABITATE DA FENICOTTERI E ASINI BRADI

Per Lonely Planet è prima al mondo tra le città “nascoste”


Snobbata in Italia, è sempre più amata dai turisti dell’Est
non ci si sia mai andati prima. Oltre- salgono gli stranieri e crollano gli ita-
passato il castello di Miramare, che liani. Un esempio: di 30 mila biglietti

il caso Massimiliano d’Asburgo si fece co- disponibili per il concerto di Bruce


struire proprio lungo questo tratto Springsteen, allo stadio Nereo Rocco
di costa adriatica baciata dal profon- l’11 giugno, ne sono stati venduti 22
SILVIA ZANARDI
TRIESTE do mare azzurro, si entra nella città mila, di cui oltre la metà all’estero e in
che in molti conoscono per la Barco- particolare in Slovenia, Croazia, Ro-
lana, la famosa regata di barche a ve- mania e Ungheria. I risultati sono an-
la che si svolge tutti gli anni a otto- che frutto di una strategia che Turi- Jerez (Spagna)
on capita spesso di entra- bre, per l’elegante Piazza dell’Unità smo Fvg, l’ente turistico regionale, ha
Chóngqìng (Cina)
SORGE LUNGO LO YANGTZE RIVER: LA CINA
MODERNA CHE CONTRASTA CON QUELLA
ANCORA AGRICOLA, RURALE E FLUVIALE N re in un bar, ordinare un
cappuccino e vedersi arri-
vare un caffè macchiato
come se fosse la cosa più
normale del mondo. A Trieste biso-
gna allenarsi prima di riuscire a fare
la colazione che si desidera, ma c’è un
d’Italia, la più grande piazza euro- messo in campo per incentivare il tu-
pea affacciata sul mare e, natural- rismo musicale: biglietto del concer-
mente, per essere stata la patria to gratuito a chi soggiorna in Friuli
ispiratrice di James Joyce, Italo Sve- Venezia Giulia per due giorni, ridotto
vo e Umberto Saba. Ma per entrare per chi si ferma un giorno. Un passo
davvero nello spi-
rito della città bi-
importante, che con-
SNODO CULTURALE ferma la necessità
JEREZ DE LA FRONTERA È IL CUORE PULSANTE
DEL FLAMENCO, UNO DEI MIGLIORI LUOGHI
PER AVVICINARSI A QUESTA ARTE PASSIONALE

vantaggio. Chi non sa che qui il cap- sognerebbe, alme- È al centro dell’Europa di puntare ai grandi
puccino è sempre un «caffellatte», il no una volta, farsi eventi per il rilancio
caffè liscio un semplice «nero» e il scompigliare i ca- ha il mare, le Alpi a un passo della città.
macchiato un «capo» - con la gettona- pelli dalla violen- e ha ispirato Joyce e Svevo Lo ha sostenuto,
ta variante del «capo in bi», cioè in bic- za della bora, assa- di recente, Evelina
chiere di vetro – significa che è uno porare il gusto POCHI COLLEGAMENTI Christillin, vicepre-
che viene da fuori, al quale è pure con- aspro della jota È servita male da strade sidente vicario del
cesso di non parlare in dialetto. (zuppa tipica) in comitato organizza-
Trieste è dei triestini. Ha il mare, una fredda giorna- e ferrovie, e anche il porto tore dei giochi inver-
le Alpi a un passo, un raffinato centro ta d’inverno, farsi non ha vocazione turistica nali di Torino 2006,
austro-ungarico, un’ottima cucina e un tuffo nel- durante un conve-
un’offerta universitaria ai massimi li- l’Adriatico e subito una passeggiata gno sul turismo triestino organizzato
velli. Ma rimane una bella sconosciu- nel lungomare di Barcola. dal quotidiano della città, «Il Picco-
ta di cui i turisti riescono a innamo- Chi guarda a Trieste con interesse lo»: «Il modello-Torino, che ha fatto Takayama (Giappone)
rarsi più per caso che per un vero in- è soprattutto l’Europa dell’Est. Lo rinascere una città di confine con le
teresse. Sarà per questo che la «Lo- confermano i dati scomposti nei gior- Olimpiadi - ha detto - farebbe bene AL DECIMO POSTO DELLE CITTÀ MENO
Aberdeen (Scozia) nely Planet» l’ha messa al primo po- ni scorsi alla Bit di Milano: nella città anche a Trieste». CONSIDERATE. VALE UNA VISITA PER I MERCATINI
ARTIGIANALI E PER LA SUA ATMOSFERA RETRÒ
sto fra le città più affascinanti ma, al
OLTRE ALL’UNIVERSITÀ COSTRUITA NELLA contempo, più ignorate del mondo.
CAPPELLA REALE DEL XV SECOLO, DA VEDERE LA
LUNGA SPIAGGIA E IL VILLAGGIO DI PESCATORI Trieste, 208 mila abitanti, è l’uni-
ca città italiana che la quotata casa
editrice australiana di guide turisti-
“È ora di lasciarsi la Storia alle spalle”
che ha inserito nella classifica delle metà del Novecento, fra blocco occi- cide. Ci sono le foibe, c’è la risiera di
domande

3
città nascoste che meritano di essere dentale e comunista. San Sabba, ci sono tutte le ferite di
scoperte. Risultato che se da un lato a È ora di lasciarsi la storia alle spalle Trieste. E forse sono quelle a essere
lusinga gli stessi triestini, dall’altro e guardare avanti? più conosciute rispetto alle sue bellez-
spinge a fare di più per esaltare lo Mauro Covacich «È ora di fare spazio alla nuova iden- ze. Dobbiamo cambiare rotta».
charme di un capoluogo in perenne scrittore tità di Trieste, all’energia che può na- A cosa punta con «MetaCarso»?
ricerca di identità. scere da un multiculturalismo che la «A far conoscere Trieste come casa
Trieste vuole spiccare il volo, ma a Nel suo libro «Trieste Sottosopra» distingue dalle altre città italiane. delle differenze, crogiolo di etnie, cu-
impedirle di rientrare fra i «must» tu- (Laterza, 2006), lo scrittore triestino Dobbiamo trasformare la nostra sto- stode di un pluralismo frutto del suo
ristici ci sono gli scarsi e scadenti col- Mauro Covacich descrive la sua città ria in un patrimonio di attrazione per unico passato. Una città che forse si
legamenti autostradali e ferroviari, come una «Sissi con il piercing, i capel- chi viene da fuori. A Trieste non ci si avvicina più a Johannesburg e a Ge-
che anziché congiungerla al resto del li blu cobalto e una salamandra tatua- può capitare solo per caso e stupirsi rusalemme che ad altri capoluoghi
Paese la isolano. E a rallentare la pos- ta sul collo». In collaborazione con quando la si vede per la prima volta, italiani. A Trieste voglio portare
sibilità di un fluido ricambio turistico l’amministrazione comunale triestina, bisogna trovare un modo per far veni- scrittori, artisti e musicisti che la
è anche la calma piatta di un porto guidata dalla giunta di centrosinistra re la gente apposta». raccontino attraverso i loro occhi,
che vede il traffico crociere ancora di Roberto Cosolini, Covacich sta dan- Come vede, oggi, la sua città? meglio ancora se testimoni di una
come un’aspirazione. do vita a un progetto intitolato «Meta- «La vedo come la vittima di un passa- storia simile alla sua. Penso, per
Utrecht (Olanda) Eppure, quando si attraversa per Carso», un’iniziativa culturale che to illustre che si è concluso più di un esempio, al Premio Nobel John Ma-
la prima volta il tratto di strada co- punta a portare Trieste al di là del Car- secolo fa. Fra il biglietto da visita che xwell Coetzee e a come ha racconta-
LA FAMA DI AMSTERDAM LA OSCURA stiera che porta alla capitale della so, tuttora deposito ideologico delle ci ha lasciato l’impero austro-ungari- to le trasformazioni del Sudafrica
MA MERITA UNA VISITA. SPECIE IL CANALE
MEDIEVALE, MAGARI A BORDO DI UNA BARCA Venezia Giulia, ci si chiede perché tensioni, accumulate nella seconda co e l’oggi ci sono state guerre fratri- post-apartheid». [S.ZAN.]
.

24 LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

Il riepilogo dei mercati

ECONOMIA
&
settimanale dal 30/12/09
FTSE/MIB +1,14% +9,66%
FTSE Italia All Share +1,07% +10,62%
DOW JONES (New York) +1,10% +5,83%
NASDAQ (New York)
FTSE (Londra)
DAX (Francoforte)
+1,62%
+2,45%
+2,32%
+13,27%
+4,95%
+16,10% FINANZA
DOPO L’AUMENTO DI CAPITALE DA 7,5 MILIARDI E LA CRESCITA DI ALCUNI AZIONISTI, SI SCALDA LA PARTITA PER LE NOMINE DELLA BANCA DI PIAZZA CORDUSIO

“Resto per fare il presidente di tutti”


Rampl: disponibile in Unicredit se c’è un progetto che vale per soci italiani ed esteri
FRANCESCO MANACORDA azionisti «privati» italiani gli chiede della possibilità di
INVIATO A PARMA Ai vertici che assieme a quelli storici dare proprio ad Aabar un po-
Dieter Rampl si dice pronto Il tedesco arriva al 5% del capitale e con sto in consiglio, il presidente
a restare alla presidenza di Dieter Rampl il quale le Fondazioni - guida- risponde che non vede osta-
Unicredit «a fronte di un (foto) te dal terzetto Crt, CariVero- coli, anche perché «ci sono
progetto di governance vali- è disposto na e CariBologna - paiono in- azionisti che hanno quote in-
do per tutti gli azionisti, ita- a restare tenzionato a rinsaldare un le- feriori e che chiedono co-
liani e internazionali, per- alla game che potrebbe avere ef- munque posti in cda». Forse
ché «una buona governan- presidenza fetti anche sulla governance; non è un caso se dal mondo
ce porta a buoni risultati». di Unicredit, infine il maggior peso di soci delle Fondazioni «minori»
Il numero uno di piazza Cor- se saranno finanziari stranieri, compre- gli risponde così a stretto gi-
dusio sceglie un appunta- d’accordo so il fondo arabo Aabar che ro di posta il presidente della
mento di rilievo come il Fo- tutti i grandi post-aumento è il primo azio- Fondazione Banco si Sicilia
rex per evidenziare che azionisti nista in assoluto con il 6,5% Giovanni Puglisi, ricordando
«per me la cosa più impor- della banca del capitale. a Rampl che «i giochi sono
tante è sempre stato il bene Seconda questione, che si apertissimi» per il rinnovo
della banca» e presentare lega alla prima, è la riduzione del cda e per la riconferma
pubblicamente un’autocan- dei posti in cda. Oggi Unicre- dello stesso presidente.
didatura che con ogni evi- dit ha un consiglio a 23 posti, Le prossime settimane si
denza mette in relazione a mentre Rampl non fa miste- annunciano quindi intense,
ro di volerlo ridurre per ave-
Puglisi: giochi aperti re un organismo più snello ed Il numero uno tedesco
efficace, seguendo inoltre l’in-
Palenzona è in corsa? dicazione che gli stessi mem- «Un posto per Aabar?
Ambienti a lui vicini bri dell’attuale cda hanno da- Perché no? C’è chi pesa
to compilando i questionari
negano fermamente di autovalutazione. Ma a di meno ma lo chiede»
quanti membri potrebbe ri-
un riequilibrio nei pesi rela- dursi il nuovo cda, tenendo per la partita delle nomine in
tivi dell’azionariato tra i so- presente che gli esclusi non Unicredit, mentre si cerca
ci tricolori e quelli con pas- VISCO PROMUOVE L’ARTICOLO 36, «MA CI SONO INCERTEZZE» saranno certo entusiasti? A anche di capire quali possano
saporti diversi. Rampl lo fa, Rampl viene attribuita - an- essere candidature alternati-
non a caso, mentre entra Bankitalia e Tesoro, confronto sui doppi incarichi che se lui non l’ha mai confer- ve a quella di Rampl per la
nel vivo il processo che do- mata - l’intenzione di arriva- presidenza. Alcune Fondazio-
vrà portare al massimo tra re a soli 15 componenti. Al ni azioniste, che ritengono
due mesi alla definizione I L’articolo 36 del decreto stesso Governatore di Banki- norma che vieta i doppi inca- momento pare già possibile non più necessario nè utile
della nuova lista di maggio- Salva-Italia, quello che preve- talia Ignazio Visco, spiegan- richi entrerà in vigore per il che si vada verso una lista avere un presidente di nazio-
ranza per il cda della banca de il divieto di poltrone «mul- do che la norma studiata dal 25 aprile. In queste settima- che prevede almeno 17 mem- nalità tedesca a sei anni dalla
e con due grandi questioni tiple» da parte degli stessi governo è volta «a prevenire ne Bankitalia ha ricevuto al- bri, lasciando qualche rap- fusione tra Unicredit e Hvb,
che aleggiano proprio sul soggetti in più banche o so- il rischio di concertazioni col- cune missive - ad esempio da presentanza anche alle Fon- starebbero pensando al vice-
rinnovo. cietà assicurative, piace an- lusive nei consigli di ammini- parte di Unicredit che assie- dazioni minori. presidente Fabrizio Palenzo-
La prima riguarda la che a Bankitalia. Ma di fron- strazione» e che la stessa me a Mediobanca, nella qua- Insomma, la dichiarazio- na come nuovo numero uno
composizione dell’aziona- te all’impossibilità pratica di Bankitalia «condivide piena- le ha una partecipazione del ne di Rampl pare destinata - della banca. Ma da ambienti
riato dopo l’aumento di ca- applicare la norma così come mente lo spirito» di questa e 13% e con cui condivide due anche - a smarcarsi dal peso a vicini allo stesso Palenzona
pitale da 7,5 miliardi che scritta proprio via Nazionale di altre norme, come quelle consiglieri, è tra le banche ingombrante delle Fondazio- si raccolgono al momento di-
Unicredit ha appena porta- si prepara - lo si apprende a per ridurre l'uso del contan- potenzialmente più esposte ni, che in effetti sono abitua- nieghi categorici. Forse a fo-
to a compimento. In sintesi: margine di Forex di Parma - te, «ed è pronta a dare il pro- alle nuove regole - nelle quali te a contare nella banca ben tografare la situazione è, me-
un po’ meno peso delle Fon- ad aprire un tavolo di lavoro prio contributo nella loro ap- si richiede un chiarimento più di quanto pesi la loro quo- glio di ogni altra considera-
dazioni azioniste, che sono con il ministero dell’Econo- plicazione superando, in tem- delle regole. Ma finora non ta di possesso azionario, per zione, la battuta solo appa-
scese dal 13% circa verso il mia per dettagliare meglio le pi rapidi, talune incertezze sembra che via Nazionale sia rivolgersi anche alla vasta rentemente surreale che un
12%, con alcune defezioni fattispecie in cui si appliche- interpretative sull’esatta por- stata in grado di dare rispo- platea di investitori interna- protagonista delle trattative
degli enti minori al momen- rà la norma. tata di alcuni divieti». L’esa- ste certe. Da qui, per l’appun- zionali che oggi - è lo stesso dedica al vicepresidente: «Pa-
to di sottoscrivere l’opera- A far capire che ci si prepara me andrà condotto rapida- to, l’esigenza di confronto Rampl a ricordarlo - control- lenzona? Non considera un
zione sul capitale; la presen- a un confronto è stato ieri lo mente, visto che la nuova con il ministero. [F. MAN.] la il 60% del capitale della problema chi sarà il presiden-
za di un nuovo gruppo di banca. Ieri, ad esempio, a chi te sotto di lui!»

Domani l’Eurogruppo per sbloccare gli aiuti alla Grecia


Atene scende in piazza contro il piano di austerity
I Tornano le proteste ad Atene. I sindacati han- previste dal piano di salvataggio europeo. Domani
no convocato per stamattina una manifestazione. intanto ci sarà la riunione cruciale a Bruxelles dei mi-
Nel pomeriggio ce ne sarà un’altra organizzata dai nistri delle Finanze dell’Eurogruppo, che potrebbe
partiti della sinistra contro le misure di austerità dare il via libera al nuovo piano di aiuti alla Grecia.
LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Tempo libero 25

a cura di Giochi
[Rocchi] Parole incrociate
ORIZZONTALI: 1. Volontà combattiva o faccia VERTICALI: 1. Il pittore della «Maja desnuda» - 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
arcigna - 5. Come arci e stra - 9. Visse nel 2. Insolito - 3. Uccello dal grande becco - 4. G R I N T A 0 I P E R 0 E V A 0 T R A L I C E
paradiso terrestre - 11. In... obliquamente - 17. Saluto... a Maria - 6. Alberi con frutti polposi -
17 18 19 20 21 22
Quella ursina è un arbusto sempreverde - 19. 7. Breve esempio - 8. Gioco in cui si lancia una O 0 N 0 U V A 0 E S I G U O 0 V E 0 N A T A L
Scarso e insufficiente - 21. Venezia in auto - 22. moneta - 9. Un quartiere di Roma - 10. Il centro
La città brasiliana capitale dello Stato del Rio di Savona - 11. Una bevanda ambrata - 12. 23 24 25 26 27 28
Y O U R C E N A R 0 M U R 0 M I 0 V I N A R I
Grande do Norte - 23. Scrisse «Memorie di Un’attrice in «Corpo celeste» - 13. Materiali per
Adriano» - 26. L’affluente della Drava che per un maglioni - 14. Il nome di Svevo - 15. Il nome del 29 30 31 32 33
A S S I A 0 T 0 I S B A 0 C E P P A T E L L O
tratto fa da confine tra Ungheria e Croazia - 27. musicista Orff - 16. Scrisse «Mercoledì delle
La nota musicale che segue il re - 28. Enologici - Ceneri» - 18. Un pontefice... irregolare - 20. 34 35 36
0 C I A N C I A 0 T A S M A N I A N A 0 O 0 T
29. Il Land di Fulda - 30. Tipica costruzione Azione da smargiasso - 21. Località in provincia
siberiana - 32. Il fungo porcino - 34. Chiacchiera di Bolzano - 24. Offensivo del comune senso del 37 38 39 40
inutile - 35. Isolana di Hobart - 37. Cupo e pudore - 25. Bruciato dalla siccità - 27. Baccanti T E T R O 0 P 0 C A L C O L A T R I C E 0 A 0
opprimente - 38. Macchina che si usa per - 28. La “planifolia” delle Orchidacee - 31. 41 42 43 44 45
conteggiare - 41. Azienda che si occupa delle Modello fisso - 32. Antico nome della Scozia - A N A S 0 L A C A N Z O N E D E L L A M O R E

strade (sigla) - 42. Il primo film sonoro italiano - 33. Peter che completò la cattedrale di Praga - 46 47
46. Conosciuto... in Sicilia - 47. Una commedia 36. Si erige in piazza - 37. Bicicletta per due N O T O 0 A P I E D I N U D I N E L P A R C O
di Neil Simon - 48. Città cubana - 49. Tabelle per persone - 38. Il Veloso di «Tropicália» - 39. 48 49 50
chi viaggia - 50. Il nome di Pacino - 51. Principio Messaggio di posta elettronica - 40. Parte del D 0 O 0 G U A N T A N A M O 0 O R A R I 0 A L
di economia - 53. La “pop” del Novecento - 54. ponte - 42. Il Toulouse pittore e cartellonista - 51 52 53 54 55 56 57
Il fegato lo trasforma in vitamina A - 56. Erano 43. Augurio durante il brindisi - 44. Iniz. di E C 0 A R T 0 C A R O T E N E 0 0 0 I L O T I
schiavi nell’antica Sparta - 58. Un gioco da Rosai - 45. L’energia prodotta dal vento - 48. Il
58 59 60 61 62 63 64
tavolo - 61. Una religione politeista - 64. In nome della Garbo - 52. La cerca il senzatetto - M A S T E R M I N D 0 A N I M I S M O 0 M A C
molti cognomi scozzesi - 65. Località in provincia 53. Ingressi... senza luce - 55. Il podista Zátopek
di Siena - 67. Abito maschile da cerimonia - 68. - 57. Stato dell’Asia - 59. Precede... Pietroburgo 65 66 67 68 69
0 S A R T E A N O 0 P 0 T A I T 0 E L I A 0 A
Il nome del regista Kazan - 70. Sono proprio - 60. Un no che non lascia speranze - 62.
fissati - 7 1 . La capitale norvegese - 7 2 . La A n d a t o v i a - 6 3 . L’ a t t r i c e R y a n - 6 6 . Po s t 70 71 72
M A N I A C I 0 0 O S L O 0 L O G G I O N E 0
piccionaia del teatro. Scriptum - 69. Uno di noi.

[Minigame] [10, 1, 5, 7] Rebus [Zack] Rompicapo Chi è il favorito? [De Toffoli] Texas hold'em
L'agriturismo "Bellosole" è dotato di Online l'opzione si chiamava "run it twice", vediamo di capire. Nel
un'area campeggio, che è divisa in Giocatore 6 Giocatore 7 Antonius cash game capita che due giocatori si trovino, per esempio al
Fold Fold Oltre 1 Milione
S 5 piazzole (denominate con lettere
da "A" ad "E", in ordine da sinistra a
destra). Nella stessa settimana, da Giocatore 5
flop, con un piatto molto più grande della media dei piatti di
quella partita e senza altra possibilità di azione, perché uno dei
due è all in. Tutto dipende dalle ultime due carte che scendono;
Bui: 500/1.000
mercoledì a domenica, cinque Fold se si tratta ad esempio di un "coin flip", dove le probabilità sono
gruppi di turisti (in numeri diversi circa al 50%, l'esito magari di un'intera serata dipende davvero
E da 1 a 5 persone) provenienti da
diversi paesi europei, hanno
260.000 solo dalla fortuna. Per mitigare questo fattore è uso, anche fra i
top players, completare la mano due volte dividendo il piatto in
occupato con il proprio camper via due parti. O magari tre volte. Un tentativo di spalmare il rischio,
G via le cinque piazzole. di addomesticare la varianza. Un caso limite è capitato a Patrik
P 1. La coppia di italiani si è
sistemata in mezzo a due piazzole
Antonius, contro Andrew Robl, a pot limit Omaha, un gioco assai
più "di progetti" che il Texas. Bui 500/1.000 dollari (!!!), Antonius
e quando sono arrivati i due spiazzi Giocatore 4 D rilancia a 3.500 con 9 - 8 - 6 - 5 , Robl in SB rilancia ancora il
al loro fianco erano entrambi liberi. Fold pot (11.500) con A - Q - Q - J per il call di Antonius. Pre-
2. Il gruppo del mercoledì, che s'è flop Robl è favorito al 72%. Al flop 4 - A - 7 . 16.000 di Robl,
sistemato in una delle piazzole Giocatore 3 Robl Giocatore1 pot 72.000 di Antonius e incredibile all in 118.000 di Robl per
laterali, constava di 3 o più Fold All in Fold l'ovvio call di Antonius. Decidono di girare turn e river ben 4
persone. volte, ognuna per il 25% del piatto.

Sudoku 3. I tedeschi si sono sistemati tra


due piazzole occupate: in una di
Anche i settori di colore diverso devono contenere queste c'era il camper spagnolo,
tutti i numeri da 1 a 9, senza ripetizioni. nell'altra quello con un solo turista.
4. Il camper olandese, che non [Ala] Scacchi Goal!
4 3 6 occupava la piazzola C, è arrivato il
giorno prima del gruppo da 4.
Lo scorso 22 gennaio all'interno dell'ex convento C M
di Santa Chiara oggi sede del Museo
8 9 7 5. La piazzola "C" è stata occupata
da 1 o 3 persone ma non il giovedì.
Archeologico Nazionale di Venafro (Isernia), è
stata inaugurata la mostra «Splendori dal
O I O
6. Mercoledì non è arrivato il
3 4 2 Medioevo. L'Abbazia di San Vincenzo al Volturno
camper francese. al tempo di Carlo Magno», in cui una intera B L
1 2
7. Il gruppo di spagnoli era più
numeroso di quello arrivato
sezione è dedicata agli scacchi. Tra l'altro sono
esposti alcuni pezzi antichi, in particolare quelli
E
domenica, che è a sua volta rinvenuti nel 1932 proprio a Venafro, provenienti
8 contava più persone di quante dai depositi del Museo Archeologico Nazionale di Provate a “segnare” più parole
occupassero la piazzola "D". Napoli e risalenti al IX-X secolo d.C. in base alla possibili di 5 o più lettere, usando
5 8 7 8. A tutto venerdì compreso, datazione al radiocarbonio effettuata nel 1994, in ognuna la lettera centrale.
nell'agricampeggio c'erano 8 quelli di Albano Laziale (Roma) messi a Ogni lettera può essere usata una
1 8 2 persone. disposizione dal Museo Civico e quelli dal Castello sola volta per parola. Verbi
di Avella (Avellino) messi a disposizione dalla all'infinito e participio passato.
Quante persone occupavano la
3 2 7 piazzola "E"? In quanti sono arrivati
Soprintendenza Archeologica di Salerno.
La mostra prosegue fino al 2 dicembre (feriali ore ALEKSANDROV - LASTIN 10 parole Ottimo juniores
giovedì? Quand'è arrivato 9-19; festivi ore 14,30-19,30; lunedì chiuso); sito:
1 9 8 l'equipaggio tedesco? archeologicamolise.beniculturali.it. IL NERO MUOVE E VINCE 20 parole Capo cannoniere
Le soluzioni saranno pubblicate su di Martedì 21 Febbraio 2012

p r o p o s t e :

Avrai un mese intero


per ammazzare il tempo.
Centinaia di giochi, cruciverba, sudoku, rebus e rompicapo.
*Più il prezzo del quotidiano

Ogni mese, gli autori della pagina domenicale Giochi del quotidiano ti aspettano in edicola con una raccolta di grande
enigmistica. Una sfida sempre diversa per il tuo ingegno, un nuovo appuntamento con il relax intelligente.

La prima uscita in edicola In vendita nelle edicole del Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta.
Vendite dirette e info: 011.22.72.118 o su www.lastampa.it/shop

da venerdì 10 febbraio a solo 3,30 euro*


Con la prima uscita,
in omaggio la matita
di Enigmistica La Stampa.
w w w. l a s t a m p a . i t
.

26 Lettere e Commenti LA STAMPA


DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

CUORI ALLO SPECCHIO Le lettere vanno inviate a: LA STAMPA


Quotidiano fondato nel 1867
Cuori allo specchio - La Stampa, via Washington, 70 - 20146 Milano m
MASSIMO e-mail: cuoriallospecchio@lastampa.it DIRETTORE RESPONSABILE
GRAMELLINI Forum online: www.lastampa.it/cuoriallospecchio/ MARIO CALABRESI
VICEDIRETTORI
MASSIMO GRAMELLINI, CESARE MARTINETTI
LUCA UBALDESCHI
REDATTORI CAPO CENTRALI
FLAVIO CORAZZA, MARCO BARDAZZI (DIGITAL EDITOR)
LAURA CARASSAI
(RESPONSABILE EDIZIONI PIEMONTE E VALLE D’AOSTA)
DARIO CORRADINO (WEB EDITOR), ANNA MASERA (SOCIAL MEDIA EDITOR)
CAPO DELLA REDAZIONE ROMANA
PAOLO BARONI
CAPO DELLA REDAZIONE MILANESE
MICHELE BRAMBILLA
RESPONSABILE EDIZIONI LIGURIA
ALESSANDRO CHIARAMONTI
ART DIRECTOR CYNTHIA SGARALLINO
REDAZIONI
GIAMPIERO PAVIOLO ITALIA, FRANCESCA SFORZA ESTERI,
MARCO SODANO, GIANLUCA PAOLUCCI ECONOMIA E FINANZA,
RAFFAELLA SILIPO SPETTACOLI, GUIDO BOFFO SPORT,
GUIDO TIBERGA CRONACA DI TORINO
m
EDITRICE LA STAMPA SPA

Illustrazione di Marco Cazzato


PRESIDENTE JOHN ELKANN
AMMINISTRATORI
LUCA CORDERO DI MONTEZEMOLO, JAS GAWRONSKI, ANTONIO MARIA MAROCCO,
LODOVICO PASSERIN D’ENTRÈVES, GIOVANNA RECCHI, LUIGI VANETTI
DIRETTORE GENERALE LUIGI VANETTI
RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DEI DATI (D. LGS.196/2003):
MARIO CALABRESI
m
REDAZIONE AMMINISTRAZIONE E TIPOGRAFIA: VIA MARENCO 32 - 10126 TORINO, TEL. 011.6568111

STAMPA IN FACSIMILE:
LA STAMPA, VIA GIORDANO BRUNO 84, TORINO
LITOSUD SRL, VIA CARLO PESENTI 130, ROMA
ETIS 2000, 8a STRADA, CATANIA, ZONA INDUSTRIALE
RCS QUOTIDIANI, VIA ROSA LUXEMBURG 2 – PESSANO CON BORNAGO (MILANO)
L’UNIONE EDITORIALE SPA, VIA OMODEO, ELMAS (CAGLIARI)
© 2012 EDITRICE LA STAMPA S.P.A.
REG. TRIB. DI TORINO N. 26 14/5/1948 CERTIFICATO ADS 7201 DEL 14/12/2011.
LA TIRATURA DI SABATO 18 FEBBRAIO 2012 È STATA DI 425.640 COPIE

“Ti amo ma non posso La cucina


dei
giornali
amarti”: c’è la fregatura Giornalisti
CUORI ALLO SPECCHIO

Nella sua vita ha sempre fatto di testa sua, ma non


contro giornalisti
H
o 26 anni appena compiuti, e da tre sto con
un uomo. Beh, stare è una parola grossa... questa volta. Ha paura. Per lui e per me. Ancora ades-
Ci conosciamo tre anni fa, lui si innamora so trova scuse per vedermi poco. Vuole evitare di ar-
di me. Ha un matrimonio fallito e dei figli. rivare al punto da sentire «troppo» il bisogno di me e
Mi dice che ha trovato qualcosa di diverso dover decidere? Oppure ha paura di illudermi? Se ANDREA MALAGUTI
in me, stesso modo di vedere e vivere la vita e (parole non fosse un problema di età saresti mia, mi dice, ma CORRISPONDENTE DA LONDRA

sue) se stiamo bene insieme tutto il resto non conta, gli così non si può!

G
iornalisti che parlano di giornalisti. Con
ostacoli si possono superare. E sì, c’è una ragione per Se fosse un uomo «normale», so che dovrei lasciarlo rabbia. Con fastidio. Aggredendosi. Alla fi-
queste parole: lui ha quasi 26 anni più di me. per non perderlo. Ma lo conosco, la sua volontà sa esse- ne difendendosi. Lo spunto lo offre nuova-
Passa il tempo, non andiamo a letto insieme per pau- re di ferro. Se decide che la storia con me è sbagliata è mente Rupert Murdoch, volato a Londra per argi-
ra che la nostra situazione diventi ancora più difficile. In- pronto a soffrire e a tuffarsi nel lavoro, lavorando an- nare le falle dell’ultimo capitolo della saga delle in-
sieme il tempo vola, lui ne è sorpreso, dice di amarmi che venti ore al giorno per cancellarmi dai suoi pensie- tercettazioni telefoniche illegali che ha portato al-
moltissimo. Ci vediamo una volta al mese, per qualche ri. Se smetto di lottare ho paura di perderlo per sem- la chiusura di «News of the World». Deve calmare
ora. Parliamo tantissimo. Poi lui sparisce per più di sei pre, se continuo a farlo, potrei arrivare al punto di di- i dipendenti del «Sun» dopo che dieci di loro sono
mesi. Va molto spesso all’estero per lavoro. Smette di struggermi. E sono già abbastanza al limite. stati arrestati. L’amministrazione del gruppo è
farsi sentire, e quando finalmente lo fa, per telefono, rie- P.S. Un amico mi ha detto di fare attenzione a non nel mirino. Scotland Yard è intervenuta perché
sco a capire che sta cercando di starmi lontano. Apposta. confondere l’amore con la passione, o addirittura l’os- «News International» - che controlla la testata -
Io lo capisco, ha paura, ne ho anch’io. Mi dice che la sessione. No, l’unica cosa di cui sono sicura in questa ha girato alla polizia documenti sulle relazioni tra i
nostra è una storia seria, ma lui è vecchio, non ha il co- storia sono i miei sentimenti verso di lui. Vorrei solo reporter e le loro fonti. Un atto dovuto o una pale-
raggio di mettersi con me. Non sa cosa fare. Gli lascio che trovasse le parole per dirmi cosa ha realmente den- se violazione di diritti universalmente riconosciu-
altro tempo per decidere, ma mi manca da morire. Poi tro, e trovasse il coraggio di decidere cosa succederà ti?
ci rivediamo, passa altro tempo e alla fine succede. Fac- della nostra storia. La redazione, avvelenata, è pronta a rivolgersi
ciamo l’amore per la prima volta, meraviglioso per en- P.P.S. Ora è passato altro tempo. Ogni volta che alla Corte europea dei diritti dell’uomo di Stra-
trambi. Cominciamo a vederci di più, se lui è in Italia stiamo insieme è sempre più bello, ma questa volta ha sburgo. E l’associazione della stampa britannica
arriviamo anche a una volta a settimana, tre, quattro deciso: vuole lasciarmi. Però facciamo lo stesso l’amo- sostiene che il miliardario australiano ha dato i
ore. Poi bisogna andare... Ci sentiamo quasi ogni sera, re, gli chiedo tempo. Me lo dà. La volta dopo torna alla suoi redattori in pasto ai lupi. Murdoch prova a
se non è all’estero. Poi quando parte, è quasi come se carica: dobbiamo lasciarci, ti amo tantissimo e mi di- rassicurare i suoi. «Lancerò il “Sun on Sunday”
non esistesse. Ma è la sua vita, ci sta. Lui mi manca mol- spiace da morire, ma non vedo altre soluzioni, mi dice. molto presto», dice. Garantisce che riassorbirà la
to di più quando è qui, ma senza essere con me. Mi racconta tutto di sé, la vita, i problemi... tutto. Mi di- vecchia redazione di «News of the World» e farà
A volte mi crolla il mondo addosso e piango. I rari ce che si sente vecchio e anche un po’ malato. Gli ri- lavorare anche chi è stato arrestato. I giornali con-
momenti insieme sono meravigliosi, per me valgono le spondo che voglio stargli vicino, sono pronta a qualun- correnti lo attaccano: «Cinico». «Spietato». La
lacrime versate. Sembriamo fatti apposta per stare in- que cosa, per me questa storia è troppo seria. Faccia- Bbc si domanda: il giornalismo ha perso per sem-
sieme, mi dice che erano anni che non si sentiva così. mo l’amore di nuovo. Vorrei che qualcuno gli dicesse pre la sua credibilità? Forse. A restituirgliene un
Ma non trova il coraggio. Mi vuole, ma non abbastanza che l’amore è un sentimento senza età... e che quando è po’ intervengono alcuni ex dipendenti di «News of
per decidere. Le chiacchiere in giro. I miei genitori. Io, veramente sincero può fare tutto! the World». «Con Murdoch non torniamo». Sono
così giovane, con lui! Come dirlo? LORI convinti che sarebbe meno rischioso tuffarsi da un
trampolino in una vasca senza acqua.
cuore della fregatura perfetta, im- diate avanti con questa altalena
1 Sarà l’influenza di stagione o l’e-
tà che avanza, ma sono arriva-
to alla fine della lettera con le lacri-
preziosita - lasciamelo dire - da
una certa tendenza del «ragazzo» a
emotiva fino a quando tu comince-
rai a raffreddarti. A quel punto lui,
che con i suoi tentennamenti ne sa-
me agli occhi. Hai parato una dopo fare il melodrammatico. Ti amo ma
rà stato la causa, vedrà nel tuo di-

c.
l’altra tutte le possibili obiezioni: lo non posso amarti, sono vecchio e
malato… La pulizia del tuo senti- stacco la prova che fra voi non pote-
ami davvero, non puoi giocarti la va durare. Vorrei scriverti un fina- LE LETTERE VANNO INVIATE A
carta dell’assenza perché lui terreb- mento lo annichilisce e lo spaventa. le più lieto, ma è un’impresa anche LA STAMPA VIA MARENCO 32,
be duro e non puoi nemmeno la- Ma un amore spaventato è un amo- solo immaginarlo. Ama finché puoi. 10126 TORINO
sciargli la scelta perché tanto non re debole. Guarda infatti come è for- E non vergognarti di quel che provi. E-MAIL: LETTERE@LASTAMPA.IT
decide, persino quando (come nel- te il tuo, che è un amore coraggioso Non è la storia definitiva della tua FAX: 011 6568924
l’ultimo post scriptum) si illude di e ribelle a ogni logica. L’ipotesi sta- vita, ma stai comunque rendendo
farlo. Apparentemente siamo nel tisticamente più probabile è che an- omaggio all’amore. contatti

Editrice La Stampa yearly. Periodicals postage paid at L.I.C. New York and address mailing offices. Send address changes to
La Stampa c/o speedimpex Usa inc.- 3502 48th avenue - L.I.C. NY 11101-2421.
CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITA’ PUBLIKOMPASS SPA. Direzione: Milano 20146 via
Winckelmann 1, tel. 02 24424.611, fax 02 24424.490. Torino 10126 via Marenco 32, tel. 011 6665.211,
REDAZIONE SERVIZIO ABBONATI Abbonamento postale annuale 6 giorni: €290. Per sottoscrivere l’abbonamento fax 011 6665.300. Bari via Amendola 166/5, tel. 080 5485111. Bologna via Parmeggiani 8, tel. 051
AMMINISTRAZIONE TIPOGRAFIA 10126 Torino, via Marenco 32, tel. 011.6568111, fax 011.655306; inoltrare la richiesta tramite Fax al numero 011 5627958; tramite Posta indirizzando a: La Stampa, via Monte di 6494626. Albignasego (Padova) via Strada Battaglia 71/B, tel. 049 8734711. Catania corso Sicilia 37/43,
Roma, via Barberini 50, tel. 06.47661, fax 06.486039/06.484885; Milano, via Paleocapa 7, tel. 02.762181, Pietà 2, 10121 Torino; per telefono: 011.56381; indicando: Cognome, Nome, Indirizzo, Cap, Telefono. tel. 095 7306311. Firenze via Turchia 9, tel. 055 6821553. Palermo via Lincoln 19, tel. 091 6235100.
fax 02.780049. Internet: www.lastampa.it. Forme di pagamento: c. c. postale 950105; bonifico bancario sul conto n. 12601 Istituto Bancario S. Roma via C. Beccaria 16, tel. 06 69548111, fax 06 69548245. Napoli via dell’Incoronata 20/27, tel. 081
ABBONAMENTI 10121 Torino, via Monte di Pietà 2, tel 011.56381, fax 011.5627958. Italia 6 numeri Paolo; Carta di Credito telefonando al numero 011-56.381 oppure collegandosi al sito 4201411. Messina via Uberto Bonino 15/c, tel. 090 6508411.
(c.c.p. 950105) consegna dec. posta anno €290; Estero: €746. Arretrati: un numero costa il doppio www.lastampashop.it; presso gli sportelli del Salone La Stampa, via Monte di Pietà 2, Torino. DISTRIBUZIONE ITALIA TO-DIS S.r.l. via Marenco 32, 10126 Torino. Telefono 011 670161, fax 011
dell’attuale prezzo di testata. Usa La Stampa (Usps 684-930) published daily in Turin Italy, $ Usa 745 INFORMAZIONI Servizio Abbonati tel. 011 56381; fax 011 5627958. E-mail abbonamenti@lastampa.it 6701680.

In edicola con La Stampa Dal 21 febbraio


Dal 20 febbraio GRANDI ARTISTI Dal 22 febbraio
SCRITTORI TRADOTTI DA SCRITTORI ITALIANI LA GRANDE
LA CUCINA DALLA A ALLA Z 8ª uscita: Oscar Wilde LIVE COLLECTION PASTICCERIA D’AUTORE
6ª uscita: IL RITRATTO DI DORIAN GRAY 2° uscita: 18ª uscita:
PESCE AL FORNO & IN TEGAME nella traduzione di Franco Ferrucci Roberto Vecchioni PANI SPECIALI

2,90 € IN PIÙ 7,90 € IN PIÙ 8,90 € IN PIÙ 12,90 € IN PIÙ


.

LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Lettere e Commenti 27

LE VITE DEGLI ALTRI


E GLI ECCESSI
DEI NEW GOOGLE
GIANNI RIOTTA

l Minatore di Dati non scende sottoterra, scopre

I le sue pepite d’oro nei motori di ricerca Internet,


non ha l’elmetto con la lampadina ma computer
e software sofisticati, non rischia di esplodere
con il grisou ma su una legge a tutela della pri-
vacy online. Il presidente Obama affida le speranze di
rielezione al Capo Minatore Dati Democratico Rayid
Ghani; Google e Facebook contano di sbancare il mer-
cato con i loro Giacimenti di Dati; aziende, grandi e
piccole, vogliono cavarsela nel 2012 di recessione gra-
zie ad abili Minatori di Dati.
Tra i dati scavano intelligence e terroristi, pirati in-
formatici e sociologi, predicatori e commessi viaggiatori
del web. Tutti a caccia del prezioso metallo virtuale che
sono le nostre professioni, la nostra vita, le foto, gli affet-
ti, i consumi, le mail personali e di lavoro. Chi meglio
connetterà via «data mining», lo scavo dei dati, la massa
di materiale che ogni giorno immettiamo online divente-
rà leader politico o monopolista del web. La partita per
accedere, controllare, lanciare sul mercato, svendere
oppure proteggere e custodire i nostri dati - oggi nei sin-
goli computer, domani nei megadepositi collettivi chia-
mati «clouds», nuvole - sarà decisiva per definire natura
e qualità di mercato, società, democrazie.
STEFANO LEPRI Quando vi collegate con il possente motore di ricerca
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA Google è possibile notiate, in basso sul vostro schermo,
una riga color grigio perla con tocco di rosso che vi avvi-
econdo estremisti e populisti sa di «Nuove norme sulla privacy e termini di servizio».

S di varie tendenze è stato un


regalo immeritato a chi aveva
già causato gravi danni; se-
condo i tedeschi più ostili ver-
so l’Europa del Sud, invece, un trucco
per aggirare il divieto di finanziare gli
Stati.
Illustrazione di Gianni Chiostri
Si vede appena, chi di voi ha cliccato sulle burocratiche
informazioni che scatteranno dal 1 marzo alzi la mano.
Eppure fareste bene a leggere, perché le «nuove norme»
specificano che i vostri dati resteranno «per sempre»
nel sistema, saranno condivisi da tutti i servizi del moto-
re di ricerca, anche da quelli che mai voi avete usato o
magari neppure conoscete, la posta Gmail, i video di
Nella visione della Bce e della Banca YouTube, le mappe di Earth, il nuovissimo sistema ope-
d’Italia si è trattato di una misura ne- rativo Android, Voice, Chrome, Wallet.

OCCASIONE
cessaria per fronteggiare il cattivo fun- Se pensate che la novità e i Minatori di Dati non vi ri-
zionamento dei mercati. Tuttavia sui guardino ascoltate Richard Falkenrath, numero due del-
banchieri ricade una grande responsa- l’Antiterrorismo americano dopo l’11 settembre e oggi
bilità: usare bene di questo vantaggio studioso al Council on Foreign Relations: Falkenrath au-
nell’interesse di tutti, e non soltanto spica, negli Usa e in Europa, leggi di difesa della privacy
nel loro. Ignazio Visco li ha difesi dalle online perché, «pur se renderà meno facile l’antiterrori-

DA NON
accuse più spicce e demagogiche; però smo», il «diritto all’oblio» è indispensabile a individui e
non è stato tenero. Quel denaro a buon democrazie contro i dati custoditi e negoziati online per
mercato non dovrà essere usato per na- sempre. Falkenrath cita il caso della scuola dei suoi figli
scondere inefficienze, evitare innova- dove - come in tante medie e licei Usa - in cambio di
zioni utili, foraggiare equilibri di pote- email gratuite, e-books e altri sussidi didattici del pro-
re superati; tanto meno, per speculare gramma Apps for Education, Google ottiene accesso ai
su mercati lontani.
In breve, la prima operazione di rifi-
nanziamento a tre anni è servita in
gran parte a fronteggiare la mancanza
di liquidità causata dal panico dei mer-
cati a fine 2011. Non è giusto, secondo il
PERDERE dati degli studenti «in Aeternum», per sempre. Il guru
antiterrorismo Falkenrath scopre, con amarezza, che le
tecniche da Minatore di Dati da lui usate inseguendo al
Qaeda sono impiegate per analizzare i gusti dei suoi figli
e far affluire loro, via computer, le pubblicità più gradi-
te, abbigliamenti, elettronica, sport. La posta Gmail -
governatore, accusare i banchieri di tare della crisi, hanno guadagnato poco no di essere prudenti nel concedere che ha trasmesso questo articolo a La Stampa - può con-
aver occultato quei soldi chissà dove. nel 2011, e poco guadagneranno, conti- prestiti proprio perché c’è la recessio- nettersi con Picasa, software gratuito per le fotografie.
Però la seconda operazione dello stes- nuando così, anche quest’anno. ne e cresce il rischio di non riavere i sol- Picasa riconosce i volti delle foto che i ragazzi mettono
so tipo, in programma per la fine del Resta la tentazione di restringere le di indietro. Ignazio Visco li esorta a online, risale al luogo e alla data in cui sono state scatta-
mese, dovrà poter fornire credito al si- banche pur di conservare il potere dei uno sforzo in più di iniziativa e di intelli- te, scheda chi c’era e quando. Strumenti utili alla polizia,
stema produttivo. vecchi gruppi dirigenti, pur se la scelta genza: andare a cercare le imprese pro- ma anche al marketing per seguire i teen ager dalla di-
È esagerato affermare, come qualcu- del Monte dei Paschi di aprirsi è una mettenti, capaci di crescere. scoteca, al centro commerciale, allo shopping online,
no ha fatto, che gli italiani abbiano al- novità importante. L’esperienza della Resa inevitabile dalle incapacità dei confrontando i loro dati con quelli degli amici.
l’improvviso smesso di risparmiare. Ri- crisi mostra che non è tanto importan- governi, la scelta di sostenere l’euro at- Google è già andata sotto accusa per avere infranto
sparmiano meno, ma non c’è stato nes- te crescere di dimensione, quanto oltre- traverso le banche richiede che i ban- le - pur esigue - leggi sulla privacy. Due anni fa raccolse
sun crollo. Le nostre banche sono state passare le frontiere, per alleggerire il chieri se ne mostrino all’altezza. Altri- dati WiFi senza permesso per il programma Street
messe in difficoltà dai mercati interna- circolo vizioso fra affidabilità di un Pae- menti dovremo concludere che il moral View, e di recente un ricercatore dell’Università di Stan-
zionali, dove non riuscivano più a finan- se dell’area euro ed affidabilità delle hazard - il rischio di incentivare com- ford ha scoperto che l’azienda permetteva accessi illega-
ziarsi. Sono venute in evidenza loro de- sue aziende di credito. portamenti sbagliati - tolto ai politici, è li alle agenzie turistiche per spiare i clienti sul browser
bolezze di lunga data: altro che profit- In questi giorni i banchieri ribatto- solo spostato altrove. Apple Safari. Neutralizzati i «cookies» di Safari, semafo-
ri d’ingresso informatici, i Minatori di Dati entrano a ca-
sa vostra, in segreto.
Ora l’Unione europea vorrebbe leggi più efficaci, ma
lo sbarco in Borsa di Facebook che mira a 75 miliardi di
Sanremo, l’ultimo la libertà d’espressione pretesa dal
cantante, si è rivelato uno spettacolo a
dir poco penoso. Non è questione di ciò
Buon per loro, che hanno profittato
immeritevolmente di una lucrosa occa-
sione. Ma lasciano sbigottiti il compia-
euro in valore, il boom di Google, la guerra sotterranea
contro Twitter, si basano sull’accessibilità delle Miniere
di Dati alle vostre vite, idee, opinioni, gusti e consumi. Se
disastro della Rai che Celentano pensa sui compiti della
Chiesa e delle istituzioni, sul Paradiso
cimento e le fragorose risate della pla-
tea, comprese le prime file in cui sede-
è facile ottenerli, studiarli, venderli e scambiarli, il valo-
re delle aziende sale. Se Congresso Usa e Unione Euro-
e sui referendum, anche se non potreb- vano fior di colleghi televisivi e diri- pea difendono la privacy, scende.
be interessarci di meno. Ma è inaccet- genti. Fino a mimare con entusiasmo il Non pensate solo a blue jeans o alla settimana bianca.
Pane al pane tabile che gli abbiano consentito di re- «ballo della foca» (un eufemismo dal- Il professor Ghani fa per la campagna di Obama lo stes-
LORENZO golare i suoi conti, davanti a milioni di l’allusione pecoreccia) proposto da Pa- so lavoro, scava «Metadati» - segnatevi questa parola
MONDO telespettatori e senza diritto di repli- paleo. Salvo poi concedersi una stan- perché deciderà del vostro futuro - analizza cioè dove so-
ca, con giornalisti che si erano permes- ding ovation per le patriottiche tirate no gli elettori, di che cosa si interessano, frulla le opinio-
n inverno di marca. Dopo la si di criticarlo. Una tracotanza ridico- di Alessandro Siani: le sviolinate su ni su aborto, economia, Wall Street, lavoro, conduce mi-

U tragedia della «Concor-


dia», dopo le eccezionali e
punitive nevicate, è arriva-
to, come ciliegina avvelena-
ta, il disastro di Sanremo. Anzi, della
Rai. I responsabili si attaccheranno ov-
viamente agli indici di ascolto, che non
lizzata dai suoi primi piani, dalla fatico-
sa concentrazione del volto nell’ac-
chiappare pensieri e parole per trarne
disarticolate sciocchezze. A un costo
pesante per l’erario, non riscattato da
una beneficenza che in fin dei conti vie-
ne estorta ai cittadini, già impudente-
Napoli, la proclamata unità di Nord e
Sud, le frecciate sulla Germania che,
con un presidente indagato per corru-
zione e costretto a dimettersi, non può
impartire lezioni (e invece sì, perché
nei nostri palazzi del potere dovrebbe-
ro alla stessa stregua verificarsi dimis-
ni sondaggi e, se le mail che analizza, le foto che osserva
da Facebook, i tweet che raccoglie, lo segnalano, sugge-
risce al presidente slogan, idee, progetti adatti all’umo-
re americano del giorno.
La battaglia sulla privacy online durerà a lungo, con
due bizzarrie. La privacy che, a parole, ci sta a cuore, la
«autovioliamo» noi stessi ogni giorno, con il «post» di fo-
sono necessariamente traducibili in in- mente tartassati dal canone. Prendete, sioni a catena). Una brutta pagina che to e storie che crediamo «riservate» e che finiscono ai
dici di consenso. E se così fosse, non ci ancora, l’esibizione di presunti comici umilia anche le esibizioni canore. Un Minatori di Dati, commerciali e politici. E davanti a rego-
sarebbe da godere, dovremmo trarne che, privi di inventiva, si sono segnala- ennesimo scivolone del carrozzone le contro l’arbitrio dei Minatori, Google, Facebook, You-
conclusioni più cupe sul deficitario ti per il turpiloquio e la volgarità. Così Rai. Ammesso che ne avesse tempo, il tube, Amazon, Twitter, si muteranno in Robin Hood del-
quoziente intellettuale e sullo stato di ripetuti e così gratuiti, che tradiscono professor Monti proverebbe più fati- la «libertà sul web», i gonzi abboccheranno, i furbi scave-
salute del nostro Paese. perfino l’incapacità di trovare termini ca, a porvi mano, che nell’affrontare lo ranno con vanghe informatiche quei Dati preziosissimi
Prendete l’esordio di Celentano. equivalenti, di maneggiare decente- spinoso articolo 18 dello statuto dei la- che nulla sono se non le nostre vite.
Sponsorizzato dal lungo tiramolla sul- mente la lingua italiana. voratori. twitter @riotta
28 LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

Addio al latinista Geymonat


CULTURA
&
Il latinista e filologo classico Mario Geymonat,
autore di importanti studi ed edizioni del poeta
Virgilio, è morto a Venezia all’età di 71 anni.
Professore di letteratura latina all’Università Ca’

SPETTACOLI
Foscari di Venezia, oltre che di filologia classica e
di Virgilio si è occupato anche di scienza antica.
Fra i suoi testi il Grande Archimede, insignito del
Premio Corrado Alvaro.

FRANCESCO BONAMI
DOHA

artista giapponese

L’
A destra il bambolone con le
Takashi Murakami è di- sembianze di Murakami. La mostra
ventato un pallone gon- sarà visibile fino al 24 giugno
fiato. Non perché il suc-
cesso internazionale gli
abbia dato alla testa, ma perché lui
stesso ha deciso di trasformarsi in una
gigantesca bambolona gonfiabile che
accoglie lo spettatore, come un enor-
me Buddha, assolutamente identico al-
l’artista, vestito da boy-scout, all’entra-
ta dell’AIRIWAQ, il gigantesco hangar
trasformato in un museo temporaneo
a Doha, la capitale del Qatar. Doha gra-
zie all’energia e alla visionarietà della
giovane sceicca Al-Mayassa si sta tra-
sformando con velocità incredibile in
una Firenze Rinascimentale della con-
temporaneità e del Medio Oriente. Fra
qualche hanno gli spazi temporanei sa- La città cresceva
ranno sostituiti da musei disegnati da
archistar di tutto il mondo per ospitare così in fretta in mezzo
una collezione di arte contemporanea al deserto, che non
che pur avvolta nel mistero pare esse- sembrava la stessero
re già favolosa. Affiancherà quella di
arte islamica ospitata nel bellissimo costruendo
museo firmato dall’architetto di origi- ma gonfiando, tanto
ni cinesi I.M.Pei. Poco distante dal mu-
seo di Pei l’atmosfera è diametralmen- gli edifici andavano su
te opposta con la retrospettiva del cin- velocemente
quantenne Muraka-
mi. Si intitola «Ego» arrivavano a svegliarmi per prendere le

TAKASHI MURAKAMI
ed è curata da Mas- decisioni sui dettagli del grande qua-
similiano Gioni, neo dro... sì, no, vai a quel paese, sì, no... c’è
direttore della Bien- anche questa atmosfera da dormiveglia
nale di Venezia. Qui nella storia raccontata nei quattro pan-
si respira l’allegria nelli che formano il lavoro».

Ho visto Doha gonfiarsi


di un asilo infantile. Dopo Doha qual è il prossimo pro-
La mostra celebra getto?
quarant’anni di ami- «Sto per finire il mio film di animazione
cizia fra il Qatar e il che sarà nelle sale cinematografiche di
Giappone. Un’amici- Tokyo ad ottobre. È una storia dei miei
zia rafforzata dalla mostri».
generosità di que- Sarà poetica?

e l’ho fatto anch’io


sto piccolo stato du- «Assolutamente no, completamente
rante la recente cri- stupida. Ho scoperto che con storie sem-
si dovuta allo tsuna- plici e stupide si può arrivare all’anima
mi e al disastro nu- di ogni individuo in particolare dei bam-
bini. I miei personaggi sono scemi ma
cleare di Fukujima.
raccontano sentimenti comuni nei quali
L’autoritratto gon- molti bambini, ma anche gli adulti posso-
fiabile è così realisti-
co che, dal vero, è
lui che sembra una
Un bambolone con le sembianze dell’artista giapponese no identificarsi, magari piangere. Ad
esempio ci sono due personaggi che pri-
ma si amano, poi si lasciano e poi prova-
piccola copia del-
l’opera d’arte, come
apre la retrospettiva curata da Gioni nella capitale del Qatar no a ricordare come si faceva ad essere
felici. Racconto questo in modo stupido
le bamboline russe, ma in sala c’è sicuramente qualche bam-
una dentro l’altra. bino che dice “ma questa è la storia dei
Hai davvero un ego cosi smisurato? miei genitori, la mia storia”!».
«No, non credo, ma mi divertiva pro- Preferisci la stupidità alla complessi-
vare a gonfiarlo davvero» tà di certa arte contemporanea?
Da dove ti è venuta questa idea? «Assolutamente sì. La realtà è stupi-
«Da Doha. Quando sono arrivato qui da il più delle volte e anche molto
per la prima volta ho visto questa città semplice. Con la mia arte mi piace
che cresceva cosi velocemente, in mez- raccontare cose che siano popolari,
zo al deserto, che non sembrava la stes- non troppo filosofiche, complicate o
sero costruendo ma gonfiando, tanto concettuali».
velocemente gli edifici andavano su».
Cosa hanno in comune il Giappone ARHAT
e il Qatar «È un dipinto di 100 metri
«Questo desiderio di modernità che
cresce sopra una storia antichissima, il con la rabbia e le tragedie
contrasto chiaro ed evidente fra passa- del Giappone di oggi»
to, presente e futuro».
Tutta la mostra sembra un grande Tu hai inventato il movimento artisti-
sogno... co giapponese del Super Flat, il super
«Ognuno di noi è sovrastato oggi da piatto, arte che sta sulla superficie.
una quantità di informazioni incredibi- Ma con il lungo quadro mi pare tu sia
le che contribuisce anche a gonfiare il Al Guggenheim di Bilbao A Versailles diventato anche Super Deep, super
nostro ego. Il mio desiderio con questa Nel 2009una retrospettivadell’artistagiapponesesi tenne Suscitòmoltepolemichea Parigi nel 2010la mostradi profondo. È un opera che compete
mostra era quello di fare un grande al Guggenheimdi Bilbao.Sopra l’operaTan TanBo Puking Murakaminella reggiadi Versailles:ci fu chi gridò allo scandalo con il famoso Guernica di Picasso per
sforzo per riuscire a creare un mondo drammaticità.
immaginario e privato che potesse con- storia di sette monaci e di tanti altri strofici abbiamo sempre prodotto la no. Così il dipinto è anche, senza voler- «È un viaggio sovrannaturale più che
trastare e rispondere a questo eccesso piccoli personaggi. Da una parte il nostra arte migliore». lo, questo viaggio attraverso gli umori super profondo, si passa dal mondo
di dati sulla realtà che riceviamo ogni gioco dall’altra l’anima? È vero che per riuscire a finire questo dell’essere umano a seconda delle ore animale e naturale ad una dimensione
giorno». «Il dipinto di 100 metri è stata una ri- lavoro in sette mesi al tuo studio lavo- della giornata in cui lavora». cosmica, spaziale».
La mostra passa da opere che sem- sposta alle tragedie che hanno colpito ravano 24 ore su 24? Dicono che tu non dorma mai come Sei ottimista o pessimista?
brano arrivate da un luna park, co- il mio Paese recentemente. È un lavo- «Sì, c’erano squadre di assistenti che Daruma il monaco buddista sogget- «Pessimista! Tokyo è piena di radiazio-
me il grande tendone da circo con i ro dove c’è molta rabbia». si alternavano. All’alba andava a casa to di alcuni tuoi quadri che si tagliò ni la gente va in giro con la maschera
tuoi film e video o le sculture con le Una rabbia che ha prodotto una for- un gruppo e ne arrivava un altro. Dopo le palpebre per non cadere nella ten- per respirare».
basi luminose come a Las Vegas, al te energia creativa un po’ ho notato che chi lavorava di tazione del sonno. Cosa pensi di fare allora?
dipinto epico e spirituale «Arhat» «Nella nostra cultura è sempre stato notte tendeva ad usare colori più tristi «Ma no! Dormo più che a sufficienza, an- «Nulla. Mi arrendo, e rido molto: è
lungo cento metri che racconta la così. Nei momenti più difficili e cata- di quelli che lavoravano durante il gior- che se ogni due per tre i miei assistenti l’unica soluzione contro l’ansia».
LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 29

Quanto vale l’arte in Italia? nota di accompagnamento al rapporto - le vendite hanno registrato
un calo rilevante ma, nonostante il difficile momento di crisi dalle
Un convegno a Modena attività delle case d’asta internazionali (Sotheby’s e Christie’s), si
intravede una lieve ripresa degli Old Masters e dei maestri del XIX
Si aggira su 1,4 miliardi di euro il giro d’affari complessivo dell’arte secolo». Complessivamente, viene sottolineato dal rapporto, nel
in Italia: di questi circa il 57% riguarda il segmento dell’antico e 2011 «il fatturato delle sette case d’asta italiane più importanti si
dell’Ottocento. È quanto emerge dal Focus 2012 sull’arte antica riduce del 2%, da 117,63 milioni di euro del 2010 a 115,19 milioni.
curato da Nomisma e Università Lum Jean Monnet oggetto di un Anche il numero delle aste è diminuito dell’8,6%, dalle 76 aste del
convegno a Unica Fine Art Expo (nella foto), la kermesse in 2010 alle 70 tenute nel 2011, segno che l’incerta congiuntura ha
programma da ieri a Modena. «Nel corso del 2011 - si legge in una comportato, anche in Italia, una riduzione della volontà di vendere».

Greene: troppo ricco DOMANI CON LA STAMPA

Dorian Gray
per vincere il Nobel così nacque
L’Accademia di Svezia apre i suoi archivi
e si scoprono i retroscena delle assegnazioni
il dandy
Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde, nella versione di Franco
FRANCESCO SAVERIO ALONZO spirito pornografico». Ma neanche in Per quanto riguarda il principio di Ferrucci è l’ottava uscita della collana Einaudi «Scrittori tradotti da
STOCCOLMA questo caso le rivelazioni uscenti dagli non premiare coloro che avevano già ri- scrittori», ora riproposta dalla Stampa. Sarà in vendita da domani, a
archivi dell’Accademia rispecchiano la cevuto alti riconoscimenti letterari e €7,90 più il prezzo del giornale, nelle edicole
realtà. In effetti, Österling non volle che erano già diventati ricchi scriven- di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta e sul sito www.lastampa.it
overo Graham Greene, premiare Moravia nel 1958 perché ave- do, esso fu rispettato nel caso di Ernest

P per quasi venti anni candi-


dato, e per di più conside-
rato tra i favoriti, ma mai
premiato con il Nobel per
la letteratura! A cinquant’anni di di-
va già nella manica un altro asso della
nostra letteratura, Salvatore Quasimo-
do, di cui aveva tradotto in svedese
l’opera poetica e che riuscì infatti a far
premiare nel 1959. In quel caso, il buon
Hemingway che ottenne il Nobel per Il
vecchio e il mare nel 1954 allorché si sep-
pe che lo scrittore americano era ridot-
to in bolletta ed aveva messo in vendita
la propria casa di Key West per pagare
CLAUDIO GORLIER

ccade di rado che, do-


stanza, viene finalmente tolto il segre-
to ai protocolli dell’Accademia di Sve-
zia e si apprende così che il grande
scrittore inglese nel 1961 fu vicinissi-
mo ad essere laureato con il massimo
riconoscimento letterario mondiale.
Ma fu battuto d’un soffio dallo jugo-
Quasimodo si trovò di fronte niente me- i debiti. Ma che dire di John Steinbeck
che, sebbene fosse
già famoso, ricco e
premiato, ebbe
ugualmente il No-
bel nel 1962?
Il caso più cla-
A po oltre un secolo,
mantenga vitalità,
suggestione intensa,
fascino di lettura, un
romanzo insieme di successo e
di raffinata provocazione. E’ il
caso di Il ritratto di Dorian Gray,
slavo Ivo Andric, fra la sorpresa gene- moroso rimane co- apparso nel 1890, opera dell’ir-
rale di tutti coloro che lo avevano da- munque quello di landese, ma ormai londinese,
to per sicuro vincitore. Ezra Pound il qua- Oscar Wilde. Fate caso alla ric-
L’esclusione di Greene, che era le, dato come favo- ca e insieme lucida complessità
stato incluso nella rosa dei candi- rito assoluto nel che lo rese fin dall’inizio una pie-
dati sin dal 1948, fu allora motiva- 1949 da tutti i criti- tra di paragone letteraria ed esi- Lo scrittore Oscar Wilde
ta con la constatazione, riassunta ci letterari svede- stenziale. Da un lato, la sua cal- (1854-1900), irlandese di nascita e
dall’allora segretario permanente si dopo il suc- colata rottura dei codici di ri- londinese d’adozione, fu il
dell’Accademia di Svezia, Anders cesso mondia- spettabilità morale, tanto rigidi principale esponente dell’estetismo
Österling, che «la sua produzione le dei Canti pi- quanto ipocriti, della società vit- e del decadentismo inglesi
letteraria più rilevante appartene- sani, scritti nel toriana; dall’altro, il suo ripudio
va ormai a un’epoca sorpassata». 1945 nel campo della misura realistica a favore
Molti anni dopo, il nuovo segreta- di concentramen- di una strategia che la trascen-
rio permanente, Lars Gyllensten, to di Coltano, non de, privilegiando il simbolo, fino
mi confessò invece che, secondo fu premiato per a una conclusione imperiosa-
un criterio imperante in seno all’Ac- l’intervento dell’al- mente tragica. Anche se Wilde
cademia, non si erano voluti premia- lora ambasciatore negò sempre l’intenzione pro-
re scrittori valenti e famosi quali Lo scrittore Graham Greene visto da Levine statunitense a grammatica, sostenendo che
Graham Greene e Karen Blixen, finiti (© The New York Review of Books / distr. Ilpa) Roma Claire esistono soltanto libri buoni o
Booth Luce che
IL CASO PIÙ CLAMOROSO no che il popolarissimo Tolkien il cui Si- si precipitò a Stoccolma riuscendo a Il celebre romanzo
Ezra Pound stoppato gnore degli anelli stava avendo un suc- dissuadere gli accademici dall’assegna-
cesso mondiale senza precedenti. Ma re il Nobel a un «traditore rinchiuso in di Oscar Wilde segna
dagli Usa perché considerato Österling scrive, nei protocolli resi pub- manicomio». Ella propose invece Wil- un capovolgimento
«un traditore in manicomio» blici, che «questo autore di romanzi liam Faulkner, pubblicato da suo mari-
che reinventano leggende medievali to, imprenditore editoriale, e fu ascolta- della morale corrente
rispettivamente al secondo e al terzo non raggiunge, con la sua prosa, una ta. Non sempre quindi l’Accademia di
posto, semplicemente perché costo- qualità letterariamente eccelsa». E Svezia è stata coerente con le sue scel- falliti, in effetti il romanzo si ba- Franco Ferrucci (1936-2010) è
ro avevano già accumulato cospicue Tolkien, che era quasi sicuro della vit- te e c’è chi dice che l’elenco degli scrit- sa su una precisa dialettica fra stato un importante italianista a
fortune con i diritti letterari e cinema- toria, ci restò talmente male che pregò tori privati del Nobel include personag- Arte e Vita, nella quale, rove- lungo docente a New York.
tografici. Si preferì che il grosso asse- l'Accademia di Svezia di non includer- gi molto più validi di quello dei premia- sciando i canoni vittoriani è l’Ar- Divenne famoso con il romanzo Il
gno del premio andasse a un autore lo mai più della rosa dei candidati. ti dai giudici di Stoccolma. te a prendersi una insopprimibi- mondo creato (1986)
«povero» come Ivo Andric. le rivincita. Non solo: questa ri-
Ambienti vicini all’Accademia in- vincita rimuove l’ipoteca della gerà, quasi ritualmente, il ritrat-
sinuarono però a lungo che si era vo- morale corrente: sanziona la ne- to e se stesso.
luto punire Graham perché in due di- gazione di ciò che viene qualifi- Wilde vivrà le sue stesse crea-
verse occasioni si sarebbe lasciato cato come morale. Nasce la figu- zioni, specie teatrali, dalla tragi-
sfuggire giudizi quali «il Nobel è un ra del dandy. ca, erotica Salomé a L’importan-
premio anticristiano» e «Posso fare a L’arte dovrebbe, nelle inten- za di chiamarsi Ernesto, subirà
meno del Nobel perché non ne ho bi- zioni di Dorian, perpetuare un un processo per omosessualità e
sogno», irritando la suscettibilità de- vero e proprio inganno, quello dal carcere di Readindg usciran-
gli accademici di Stoccolma. Se ne de- dell’eterna giovinezza. Il ritratto no le memorabili Ballate. Non a
duce, quindi, che nemmeno dall’aper- che Dorian commissiona all’ami- caso si trasferirà a Parigi, dove
tura dei protocolli segreti emerge tut- co pittore, e che rimarrà sempre morirà ed è tuttora sepolto.
ta la verità sui motivi che fecero nega- coperto da un drappo, dovrebbe Persino il suo arresto divenne
re il Nobel a certi scrittori che lo gradualmente invecchiare, men- un’opera d’arte, con uno dei poli-
avrebbero meritato. tre egli rimarrebbe perennemen- ziotti che gli avrebbe detto, in ri-
Prendiamo, ad esempio, il nostro te giovane. ma, di comportarsi bene (well),
Alberto Moravia. Egli era incluso nel- Ma l’arte finisce per servire e «perché questo è il Cadogan Ho-
la terna finalista nel 1958 insieme con per tradire la verità, ed ecco allo- tel». L’invenzione linguistica, co-
la danese Karen Blixen ed il sovietico ra che Wilde ci sollecita a segui- me si accennava prima, rimane
Boris Pasternak. Ma il solito Anders re il decadimento fisico e morale un autentico trionfo, una sorte
Österling, che l’anno prima aveva de- del protagonista. E’ stato giusta- di incarnazione del messaggio,
finito l’opera di Pasternak molto infe- mente osservato che l’artista di- ed ha conservato tutta la sua fol-
riore a quella dello spagnolo Jimenez, viene un profeta secolare, ma fal- gorazione. Franco Ferrucci, che
aveva nel frattempo letto Il dottor Zi- lisce. Provoca il suicidio della ho avuto il privilegio di conosce-
vago in italiano, rimanendone affasci- donna che lo ama e che dovreb- re, nato nel 1936, morto nel 2010,
nato e decretando che in quel libro be amare, giunge addirittura a autorevole docente in università
Pasternak si rivelava «uno degli auto- uccidere il pittore, ritenendosi americane (mancò a New York)
ri più importanti del tempo grazie al- ingannato, e alla fine, dopo aver ma anche raffinato narratore, in
la sua audace dinamica e alla sua raf- scoperto il fallimento del suo romanzi quali Il mondo creato o
finatezza artistica». Moravia fu inve- progetto, ovvero il suo rovescia- Lontano da casa, si è letteralmen-
ce liquidato con la dichiarazione, rila- mento, con lo stesso coltello usa- te impadronito di quel linguag-
sciata da Österling, che «i romanzi to per uccidere il pittore distrug- gio, e ce lo ha donato, in italiano.
dell’autore italiano sono permeati di
.

30 Spettacoli

Con grinta
Emma ha vinto con la
canzone «Non è
l’inferno». Ventisette
anni, salentina, ha
cantato i dolori di un
sessantenne che ha
paura del futuro
Si è giocata
la finale con
Arisa e Noemi

Emma vince la gara delle ragazze


Seconda Arisa, terza Noemi. E l’umorismo di Geppi Cucciari mette in ginocchio Morandi

E GIÙ t
ALESSANDRA COMAZZI non una gag; e la sua benedetta «Devi infilare il dito dietro. Die-
SANREMO
DI MICHELA foca che sai che momento libe- tro la scarpa. Godiamoci ‘sto
Emma con «Non è l’inferno» TAMBURRINO ratorio, ma «rimettiamola per- bel momento. La farfallina con
ha vinto il 62˚ Festival di San- ché fa salire l’audience», conti- l’andar degli anni diventa uno
remo; poi Arisa con «La not- nuava a dire Morandi. Un’ami- pterodattilo. Ti spiace se non di-
te» e Noemi con «Sono solo pa- ca di Facebook ha scritto: «Gep- co parolacce? Saluto anche i ge-
role»: ai primi tre posti tre GEPPI CUCCIARI pi: era come il Brasile contro i melli del festival, Mazzi, Mazza
donne, uscite dai talent, «Ami- Finalmente una donna che non ispira invidia pulcini del Caresanablot Cal- e un un pensiero a quello che vi
ci», «X Factor» e da «Sanre- o vergogna. Spiritosa senza evocare parti cio». Un esempio di che cosa si- ha fatto il Vaticano questa setti-
mo lab». A Samuele Bersani intime, coraggiosa nello sfottere il gnifica essere una donna di mana: mazzo. Celentano vor-
sacrosanto Premio della criti- Predicatore al sospetto di vaneggiamento spettacolo, con presenza sceni- rebbe si chiudessero due gior-
ca: «Un pallone». Per fortuna i senile. Elegante grazie al compaesano ca e sale in zucca. La conduttri- nali. Anch’io vorrei chiuderne
cantanti non hanno fanno pre- stilista, Marras. Arriva in punta di piedi e ce del GDay su La7, la paladina uno: Playboy, perché propone
diche: perché non le hanno ri- scalza. Va via da regina del bifidus regularis, ha fatto donne che non esistono. Se non,
sparmiate né Celentano (ne buonissima figura, arrivando, qualche volta, all’Ariston». E
SU

parla Michele Brambilla qui in quel contesto, Ivana Mrazova?


accanto) e neppure Luca & Pa- davanti a quella LITE CON VERRO (CDA RAI) «La valletta con-
olo, che, maschere da clown platea, a lanciare Mori: “Complimenti sigliata da nove
sul volto, si sono esibiti in un un appello per la dentisti su die-
pistolotto sul senso dell’umori- liberazione di per la buffonata” e ci». Morandi
smo. Che possono avere tutti. Rossella Urru, la se ne va dalla platea sembra vaga-
«Anche lui. Anche lei. Soprat- volontaria italia- mente sopraffat-
tutto Lei». Laddove ovviamen- na sequestrata in Algeria e di- to, e lei: «Quando non capisci,
te Lei è il direttore generale
Rai. Pensate che lotte, nella tv
i menticata. «Queste sono le don- tu sorridi che nella vita funzio-
ne di cui si dovrebbe parlare», na, ci sono carriere costruite
di Stato, intorno a questo Fe- ha detto. Aveva padronanza sui malintesi». L’introduzione
stival e a molto altro, se si arri- della scena, velocità e prontez- peace and love era una coreogra-
va a simili esibizioni pubbliche za di battute spiazzanti per il fia di Daniel Ezralow, persone
conduttore, che non ha nelle di ogni età e colore (ma, tran-
LUCA E PAOLO IVANA MRAZOVA sue corde le fondamentali quali- quilli: rigorosamente etero),
Pregano il dio dei comici «Esperimento di diverso tipo di mammifero» tà della spalla. È scesa scalza che si baciavano. Morandi e Pa-
dice Geppi di lei. Così per sottolineare la dalle scale dell’Ariston, «ho ca- paleo chiudono la loro fatica fin-
“Fa che nessuno si specie decide di apparire simil-nuda. Non è pito che per rimanere impressa gendo affettuose incomprensio-
prenda troppo sul serio” accanimento terapeutico contro una ceca, per in questo festival devi toglierti ni. Papaleo canta. Morandi me-
carità, è solo che potevano risparmiarle qualcosa: io mi sono tolta le ritoriamente difende il povero
e muscolari di dissenso. Han- l’abito ammiccante vedo-meglio su e ancora scarpe». Gianni si mette in gi- lupo cui tutti dicono «crepa».
no pregato, Bizzarri e Kessiso- meglio giù. Ce la potevano risparmiare nocchio da lei per infilargliele: Viva il lupo. Sipario.
glu, il signore dei comici, pro-
tettore di pagliacci e saltim-
banchi: «Signore, fa che il pub-
blico si diverta e che rida di
noi. E fai in modo che nessuno
Le pagelle DI MARINELLA VENEGONI

si prenda troppo sul serio, diri-


genti o cantanti, buffoni o di-
rettori, ballerini o commissa-
ri, fa che le menti restino vigili
sulle parole importanti e non
La classe di Zilli, Finardi l’esploratore
siano distratte da parole inuti-
li o dalle parolacce». Povero
pubblico, però. Poveri noi che
e il “Pallone” intelligente di Bersani
dobbiamo sorbirci, oltre a pro-
grammi di dubbio senso, pa- Cinque lunghe sere per far co- GIGI D’ALESSIO ni di un sessantenne in preda alla paura del
sticciati, sfilacciati, pieni di au-
topromozioni, anche le inte-
noscere la propria musica. Fra
invenzioni, duetti, riproposi- CON LOREDANA BERTE’ 6 futuro, per sé e i propri figli? L’accostamen-
to è ardito, la canzone così-così, ma ha enfa-
merate di chi ci accusa di non zioni, errori e omissioni, i bra- tizzato una grinta da erede della Nannini.
«RESPIRARE». La Bertè ha sdoganato D’Ales-
capirli. ni cambiano e forse i giudizi... Pessimo e non premiante il duetto con la
sio, D’Alessio ha tranquillizzato Bertè: la stra-
E comunque, contestazio- Amoroso, freddo e privo di complicità.
na coppia ha trovato tumultuosamente un
ne, all’Ariston, per l’epifania
di Celentano. Claudia Mori ac- NINA ZILLI 7 suo perché, fra il contestato playback dance
cusa il consigliere della Rai
Verro di averla organizzata.
«PER SEMPRE» Non solo la ragazza sa canta-
(«da ammonizione e non da squalifica» ha
sentenziato Morandi) e la sommessa resa di
SAMUELE BERSANI 8
re, ma possiede pure classe intelligenza e Loredana nell’omaggio alla sorella. Macy «IL PALLONE». La canzone più intelligente
Sconcerto in platea. Per fortu-
bellezza, doti rarissime (se riunite) al Festival Grey cavallo sbagliato. del Festival ha dovuto combattere con l’in-
na Geppi Cucciari. Che non ha
fatto prediche, né rivendica- delle farfalline. Il suo è stato un progetto filo- fluenza del cantautore e con la sua nota rilut-
zioni e si è sgranocchiata Mo-
randi come una nocciolina. Ha
logico, nel nome del mondo Motown e dei
suoi echi nell’arte di Mina dei primi ‘60. Da ri- EMMA 6 tanza a mettersi più spettacolarmente in gio-
co. L’arrivo di Paolo Rossi non ha aggiunto
sgranocchiato anche Papaleo cordare la sua performance con la deliziosa «NON È L’INFERNO» Può una ragazza di 27 nulla, se non la consapevolezza di un sentire
e quella sua patta aperta che, Skye dei Morcheeba. anni, seppur determinata, mettersi nei pan- comune assai rassicurante in questi tempi. Nina Zilli
ha rivelato ieri, era una gaffe e
R

LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Spettacoli 31

La terza volta di «Amici»


Emma Marrone vince a mani basse confermando i pronostici della vigilia e
riportando, dopo Marco Carta e Valerio Scanu, un ex vincitore di Amici sul podio.
Una consuetudine che a casa De Filippi han vissuto facendo un tifo forsennato.
FESTIVAL
Non è l'inferno ha fatto il botto. «Sarei felice soprattutto per papà e mamma che
mi hanno accompagnata - aveva detto giorni fa - Per noi Sanremo ha sempre
significato l'obiettivo da raggiungere». Ieri notte diceva: «Venire qui e vincere ha
è uno dei punti più alti della mia carriera. Un sogno che diventa realtà. Il regalo
di una provvidenza che ha deciso di darmi un sacco di gioie». [LUC.DON.]
di SANREMO
L’Ariston fischia Celentano
il fustigatore fustigato
“Basta prediche”. “Dovreste prima farmi finire di parlare”
E a salvarlo arriva l’amico Gianni: “Lui non odia nessuno”
chi, tra cui un prete, don Mario, re nati», di Dio, del mistero. E fi- e Famiglia Cristiana insiste:
lo ringrazio, lui ha capito quello no a qui va tutto benissimo, anzi «Siamo in democrazia e ho

Personaggio che il Vaticano non ha capito».


Neanche Marco Travaglio l’ha
compreso: lo dice come se si
è bellissimo e ci vien da dire: me- espresso un desiderio. Per me
no male che c’è qualcuno che potete anche stare aperti, pe-
parla di vita eterna. Ma dopo Ce- rò cambiate testata». Invita
MICHELE BRAMBILLA
INVIATO A SANREMO sentisse tradito da un amico. lentano riprende ad attaccare quei giornali a parlare di più di
«Dal contesto del mio discorso Avvenire e Fami- Gesù. Sembra
estrapolano una frase. Ma io so- glia Cristiana: NON SI SCUSA MA RILANCIA che abbia un’os-
no venuto qui a fare quattro «Parlano di politi- «Non faccio censura sessione: ma
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA chiacchiere con i sedici milioni ca, quando dico che gli hanno
che guardano il Festival di Mo- che quei giornali vorrei sentir parlare fatto quel quoti-
andrebbero chiu- di Dio non di politica» diano e quel set-

L
a prima cosa è desti- randi, sono venuto qui per parla-
nata a riscuotere un re della vita e soprattutto su che si definitivamen- timanale?
consenso unanime, cosa c’è dopo la morte. Tutto te non significa esercitare una Forse Dio lo ascolta davvero
la seconda a divide- quello che desideriamo sulla ter- forma di censura». Qualcuno ur- e gli ispira un’idea azzeccata:
re. È un profeta o un ra non è che una microscopica la «basta». Molti contestano, al- smettere di parlare e comincia-
ciarlatano? Joan Lui o Celenta- particella di quello che il Padre tri insorgono: «Lasciatelo parla- re a cantare. E infatti il messia di
no Laqualunque? Metterà il ca- nostro ha preparato per noi». re». Scene da mercato: chi grida Galbiate si mette al pianoforte e
rico da novanta o si atterrà a Parla del Paradiso, della «for- di più la vacca è sua. canta «La cumbia di chi cam-
«buon senso e correttezza» co- tuna che abbiamo avuto di esse- Sulla chiusura di Avvenire bia», un brano del suo ultimo di-
me le ha chiesto, anzi intimato, sco, testo e musica di Jovanotti.
il direttore generale della Rai Anche questa però è una rispo-
Lorenza Lei? Il mondo intero, sta indiretta alle critiche degli ul-
con il fiato sospeso, ci guarda. timi giorni: «Io non sono mai sta-
Forse per non irritare ulte- to un qualunquista / quelli che di-
riormente anche l’altro mondo, cono che sono tutti uguali / quel-
cioè il Vaticano, la Rai manda in la non è la mia maniera di pensa-
scena Celentano in orario assas-
sino per i giornalisti, non solo do-
Fuori Onda re / però lo ammetto certe volte
l’ho pensato». Ma le invettive
po tutte le canzoni in gara (e va DI PIERO NEGRI contro il mondo corrotto non
bene) ma anche dopo Morandi mancano: «I funzionari dello Sta-
che canta «C’era un ragazzo A 44 anni Massimo Morini è al ventiduesimo festival, ha to italiano / si fanno prendere
che come» e perfino dopo un spesso la mano / inizian bene e
auto-spot sulla nuova serie del diretto l’orchestra per 14 canzoni e nei vari ruoli tecnico-ar- finiscono male / capita spesso
commissario Montalbano. tistici ha cinque vittorie in bacheca. Ha un solo rammarico: che li trovi a rubare». E anco-
Lui si presenta cantando non essere riuscito a portare qui il suo gruppo pop in dialet- ra: «Abbandonano ogni tipo di
«Thirteen women», Anni to ligure, i Buio Pesto: «Sono qui dal ‘91 e l’anno dopo, come decoro / e si comportano co-
Cinquanta. Giacca grigia tecnico del suono, potevo già vantare un primo posto con me degli impuniti».
lunga, camicia blu e pantalo- Luca Barbarossa. Nel ‘95, un discografico con pochi soldi e Poi faccia a faccia con Mo-
Quando io dico che «Avvenire» e ni blu, stivaletti. Riconoscia- molte idee mi fece debuttare come direttore d’or- randi. «Adriano, grazie», gli
mogli un merito: a 74 anni chestra e così, a 26 anni, fui il più giovane dice Gianni. «È stato bello».
«Famiglia cristiana» andrebbero non è tra quelli che si rifan- mai salito sul podio. Sanremo 2012 mi è «Anche per me». Segue sce-
chiusi non significa esercitare no i connotati. «Quando so- piaciuto, soprattutto Arisa, Emma, netta da festa di classe con il
no qui mi si secca sempre la maestro Fio Zanotti; pause,
una forma di censura. State pure bocca, come mai, è l’effetto Renga, e con l’abbinamento agli al- bicchieri d’acqua, «non hai la go-
aperti ma cambiate la testata. Morandi», sono le sue prime tri cantanti e agli stranieri abbia- la secca?». Il mondo è bello per-
parole. Poi l’attacco: «La cor- mo avuto tre festival al prezzo di ché vario: c’è gente che ap-
Piuttosto che parlare del Paradiso porazione dei media si è coa- uno. Unica pecca, l’eccesso di plaude e uno grida «Siete due
parlano della politica del mondo lizzata contro di me, nean- spazio concesso a Celentano, pezzi d’Italia», e almeno su
che avessi fatto un colpo di anche durante le prove». questo non ci sono dubbi. Poi i
Adriano Celentano Stato. Mi hanno difeso in po- due vecchi amici insieme canta-
no «Ti penso e cambia il mon-
do». Due fuoriclasse, anche que-
A sinistra Bertè-D’Alessio, a destra Bersani sto è fuori discussione. Morandi
piange ed è sincero. «Adriano
non odia nessuno», dice.
Fine del tormentone. Celenta-
brizio Moro l’autore del pezzo. Il brano non no ha esagerato in questo Festi-
aggiunge alcunché al percorso artistico di val e tutti hanno poi esagerato su
questa brava interprete in cerca di autori. di lui, nel bene e nel male, soprat-
tutto a dargli così tanta impor-
tanza. Di questa ultima serata re-
ARISA 6 stano soprattutto quei fischi e
«LA NOTTE». La versione drammatica di Arisa quelle contestazioni inattese.
strappata ai suoi allegri occhialoni sta aven- Sembra un po’ la legge del con-
do molto successo. Mauro Giovanardì vener- trappasso: il fustigatore fustiga-
dì ha mostrato che c’è una via migliore all’in-
to. Finisce con Claudia Mori che
terpretazione di un brano di testa e di tecni-
all’uscita dell’Ariston si avvicina
al consigliere Rai Antonio Verro
ca; ma lei resta tenacemente legata alla
EUGENIO FINARDI 9 che il sorteggio abbia confinato verso il fon- settimana, un po’ imprigionata dalla sua de-
do della scaletta il nostro Francesco (ieri sera licatezza, sposata con la timidezza di Caro-
drammaturgia di un dolore irrisolto e un po’
patetico.
e lo attacca: «Complimenti per la
buffonata che avete organizza-
«E TU LO CHIAMI DIO». Una settimana intera ultimo) proprio da quando si è lamentato ne. Il ruolo eccentrico del direttor-corista to», riferendosi alle contestazio-
di approfondimento stilistico, di esplora- della prevalenza di Adriano Celentano sulla Dalla ha dato nerbo, perfino Grignani non ni. Sono rimasto interdetto, basi-
zioni che hanno coinvolto anche il Conser- gara. Renga ha accettato stoicamente il de- ha fatto male. La gente ha cominciato ad DOLCENERA:
stino, e non ha mutato nella settimana una
4 to, dice Verro. Il presidente Rai
Paolo Garimberti e il direttore
vatorio di Milano e Peppe Servillo. Classe, ascoltare. «CI VEDIAMO A CASA». Non c’è cantautrice generaleLorenza Lei gli danno la
profondità, sobrietà, intelligenza (e, certo, virgola della tecnica e della poetica. più carina e con gusto così glamour; ma tan- solidarietà e definiscono «inquali-
maturità).
PIERDAVIDE CARONE NOEMI 6 ta beauté non è riuscita in una settimana in-
tera a trovare collocazione in una canzone
ficabile e inaccettabile il compor-
tamento della signora Mori». E
FRANCESCO RENGA 7 e LUCIO DALLA 8 «SONO SOLO PAROLE». E’ suo il ritornello più confusa e generica nella struttura e nei con-
contagioso dell’intero Festival: non a caso cetti. L’arrivo di Gazzè non ha aiutato (e si ta-
aggiungono: «Sono accuse gra-
tuite». Insomma, finisce com’era
«LA TUA BELLEZZA». E’ veramente singolare «NANÌ» La canzone è cresciuta piano nella evoca il mondo di Vasco Rossi, anche se è Fa- ce su «Vita Spericolata» giovedì). cominciata: grandi piazzate, ma
nientedi serio.
.

T1 T2 PR CV 2R

32 Spettacoli LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

Un patron low profile smo litigando coi poteri Rai ma venendo pure con es-
si accortamente a patti. Mazzi, 52 anni, è un verone-
sone lungo e bruno di tutt’altra estrazione e storia.
servatezza è quasi maniacale, non se ne ricorda una
esternazione per tutti gli Anni Zero. E’ noto il suo le-
game con An, ed è all’interno di questo mondo che
Laureato in legge, nasce come discografico, all’inter- comincia ad occuparsi di Sanremo nel 2004, accanto
addio tumultuoso di Gianmarco Mazzi al Fe- no della vecchia Cgd, etichetta di Ladislao Sugar. al fido berlusconiano Tony Renis, fino a prendere poi

L’ stival, dopo una vita a basso profilo, evoca so-


lo alla lontana leggendarie vicende dei gran-
di patron del passato, dai Ravera agli Aragozzini allo
E’ lì che conosce Celentano, e per lunghi anni ri-
marrà suo stretto collaboratore: tanto che lo si ricor-
da al concerto di Bologna per il Papa, nel ‘97, fare
le redini della manifestazione. Nel resto dell’anno, or-
ganizza serate di prestigio in collaborazione con
l’Arena di Verona: alcuni giorni fa, l’Espresso lo ha ac-
stesso Baudo, uomini di grande personalità che tene- persino da guardia del corpo al Molleggiato. Con cusato di conflitti di interesse. E lui, finalmente, ha
vano in pugno la manifestazione con il loro decisioni- questi ultimi non ha praticamente rapporti, la sua ri- tuonato dal podio annunciando querele. [M.V.]

Mazzi si licenzia
“La Rai è ingrata”
Il direttore artistico attacca Lei e Mazza: “Ditelo qui
backstage
B.
DIETRO LE QUINTE
DEL FESTIVAL
che sono il più bravo, non ho portato un delinquente”
GABRIELE FERRARIS gognoso, se non fosse ridicolo. tano, e invece...».
INVIATO A SANREMO E’ il Festival, che tutto ridicolizza e A Mazza sfugge di mano la situa-
tutto esaspera. E l’esasperazione di zione, Mazzi lo investe: «Noi non ab-
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
Mazzi è montata via via che la Rai biamo coniugato ascolti e qualità? Gli

I
l direttore artistico del Festi- prendeva le distanze da Celentano. ascolti ci sono stati, quindi Celentano
val, dopo sette anni, da ieri è
un ex. Giusto in tempo per non
L’altra sera la sconfessione al massi- non è qualità?». «No, no», balbetta
mo livello: la nota della direttrice ge- Mazza. Mazzi lo incalza: «Dillo, allora, Il riposo
essere presente al dopo-Celen-
tano. Si è congedato brusca-
nerale Rai Lorenza Lei parla di «patti Mazza! Dillo chiaramente, che Celen-
negoziali non onorati», chiede di «co- tano è un grande artista!». Mazza, ras-
del guerriero
mente, ieri mattina, al termine di
una conferenza stampa nervosa no-
niugare ascolti e qualità» e minaccia segnato, in un soffio ammette: «E’ un
iniziative legali se si violassero le rego- grandissimo artista». Ma ormai Maz-
Morandi
nostante i discreti risultati del ve- le di «buon senso e zi è un fiume in in camerino
nerdì, che ha avuto 11,5 milioni di correttezza». Mazzi piena: «Abbiamo
spettatori con uno share del 39,64. legge, rimugina e fatto una gran tra-
Numeri non eccelsi, ma neppure non si tiene più. smissione, con
spregevoli. Ieri, conferenza qualità e ascolti,
L’addio era scritto. Mazzi preci- stampa. Il direttore da anni non sba-
sa di non essere stato «licenziato»:
«L’ho deciso un mese fa - dice. - Nes-
di Raiuno Mauro
Mazza si esibisce
glio un colpo, lo
dovete dire! La Renga fa i conti
suno mi ha chiesto di dimettermi, nei migliori numeri Rai deve dirmelo, Francesco Renga controlla le sue
ma il rapporto è concluso: devo fer- acrobatici della di- che ho lavorato quotazioni. Il suo brano «La tua bellezza» è
marmi, ho esaurito tutte le idee». plomazia Rai, tipo bene e che Celen- un inno al fascino femminile che «somiglia
Probabilmente ha esaurito an- «sulla vicenda non tano è un grande alla parte migliore di me»
che la pazienza. Non ne ha mai avu- dò giudizi che non artista! Ditemelo
ta a iosa: ma con la faccenda di Ce- mi competono, sono adesso, qui!». In
lentano, si son messi di buzzo buono
per prosciugargli la già scarsa prov-
solo un direttore di
rete e vorrei conti- La rabbia 22 Festival, mai vi-
sta una tale piaz-
vista. La Rai lo ha scaricato: o così è
sembrato a lui. E se l’è legata al dito.
nuare a esserlo...».
Su un punto è lapi-
del manager zata interna del-
l’organizzazione,
In condizioni normali, forse la dario, coperto e alli- «Abbiamo fatto una gran in una conferenza
frattura non sarebbe stata insanabi- neato: «Sono in tota- trasmissione - ha detto ieri stampa.
le. Ma il Festival non è una «condi- le accordo con la di- Mazzi - con qualità e ascolti, da È finita. Mazzi
zione normale»: esaspera qualsiasi rettrice generale, anni non sbaglio un colpo, lo ringrazia tutti. Si
frescaccia. Ad esempio: ieri si è di- che esprime in for- dovete dire» alza, raccoglie le
battuto a lungo, con argomentazioni ma più articolata sue carte, e scom-
da Cassazione, se si dovessero squa- ciò che io stesso ripeto da giorni». pare nel ventre oscuro dell’Ariston. Il
lificare Gigi D’Alessio e la Bertè. Il Mazzi sbuffa, interviene, lo gela: «La resto è silenzio. Nel pomeriggio arri-
regolamento di Sanremo vieta di esi- nota della Lei non è rispettosa, in pra- va il «ringraziamento dovuto e non ri-
birsi in playback. Venerdì la Bertè tica sostiene che io ho portato a San- chiesto» del commissario Marano.
ha cantato in playback. Ergo, va remo un delinquente senza qualità, Fuori tempo massimo.
squalificata. Ma non vogliono squali- non un grande artista». Mazza sobbal- Ora il Festival passa alla direzione
ficarla, e s’inerpicano in giustifica- za (per quanto possa sobbalzare Maz- Intrattenimento affidata a Giancarlo
zioni strampalate che girano intor-
no alla «particolarità dell’artista»:
za), è smarrito, vorrebbe rintuzzare il Leone, che pensa a un Sanremo 2013
furioso, «no, non è così, non c’è scritto con meno star e compensi ridotti. Chi
La bella e la bestia
ovvero, nessuno se la sente di assu- niente del genere...», ma persino il mi- lo organizzerà, chi lo condurrà? La Elisabetta Canalis abbraccia Francesco
mersi la responsabilità per ciò che te Morandi spalleggia il Mazzi scate- Rai ci penserà direttamente, pare. Ma Mandelli dei Soliti Idioti, truccato da padre
farebbe la Bertè squalificata. Di con- nato: «Ci aspettavamo che qualcuno Bibi Ballandi scalda i motori. E Fiorel- De Ceglie, prima dello sketch che ha
seguenza, non la squalificano. Ver- ci dicesse bravi, avete portato Celen- lo e Carlo Conti aspettano la loro ora. caratterizzato la seconda serata del festival
LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Spettacoli 33

FESTIVAL
di SANREMO
Speciale Festival di Sanremo
su www.lastampa.it/sanremo

La finestra sul niente


WALTER SITI

Più poesia
meno politica

L
a politicizzazione dello spettaco-
lo è complementare alla spetta-
colarizzazione della politica e il
bisogno di costruire «eventi» è diretta-
«Sono felice per tutto l’andamento del Festival -
dice Gianni Morandi- di avere entusiasmo della
Emma tra i fan mente proporzionale alla noia di for-
mat eternamente ripetitivi; se alla pri-
manifestazione. Ho fatto il lavoro con passione. E' Emma Marrone-mania. La cantante cresciuta sul palco ma serata di Miss Italia si invitassero
Sono anche felice che sia venuto Celentano, di Amici ha spopolato sul palco dell'Ariston con il brano le giovani militanti ucraine che si tolgo-
pensavo che qualcuno dicesse Non è l'Inferno tanto da convincere il 39 per cento dei no il reggiseno, le polemiche salirebbe-
“siete stati bravi a portarlo a Sanremo, avete fatto giocatori di Sisal Match Point a puntare tutto sul successo ro alle stelle e l'audience presumibil-
un bel lavoro” e invece non è stato detto nulla». finale della «stellina» toscana.Qui è circondata dai fan mente anche: ma le concorrenti italia-
ne giustamente si risentirebbero e
l'Ucraina ne avrebbe ben poco vantag-
Specchio gio. Così all'antitesi secolare tra cristia-
nesimo interiore e clero organizzato
delle brame poco aggiungono le parole di Celenta-
no l'altra sera a Sanremo; resta la pre-
per la regina vedibile zuffa che finirà in niente, e lo
spettacolo miserando di una Rai che si
Pellegrini avvita nei propri sensi di colpa e si bat-
te il petto sull'unico momento vivo di
La campionessa olimpica di un'esibizione tutto sommato modesta -
nuoto Federica Pellegrini fa confusi i temi e vecchie le musiche, ol-
le prove allo specchio prima tre le soglie del ridicolo il momento più
di entrare sul palco della teatrale, con un Pupo che si vorrebbe
terza serata dove pirandelliano e una Canalis-Italia
intervistata da Morandi ha malridotta e mal recitante.
parlato dei suoi undici La prima giornata del festival ha co-
record del mondo, dei suoi sì avuto l'aria di una falsa partenza, an-
otto tatuaggi,di essersi che perché il meccanismo di gara si è
trovata «catapultata inceppato e l'indomani si è dovuto can-
nell’industria del gossip. tare daccapo; la divertente e coraggio-
Sono patriottica, cerco sa satira iniziale di Luca e Paolo è stata
sempre di fare il massimo praticamente buttata via; anche la ri-
per il mio Paese» tuale inutile valletta è arrivata il secon-
do giorno causa torcicollo. Da quel mo-
mento tutto è rientrato nei binari col-
laudati: compreso il finto scandalo sui
microbici slip di Belén, o le scontate
Papaleo tra i foularini proteste dei gay sulla volgarità dispera-
tamente tra virgolette dei Soliti Idioti
Rocco Papaleo - in versione etnica tra le coriste di Goran (e si rassicuri Morandi: non solo lui, an-
Bregovic - si rammarica: «Non si racconta mai di cosa che molti gay preferirebbero essere ba-
avviene nel dietro le quinte, dove c’è un imponente ciati da Belén piuttosto che da Biggio
apparato che mette su in brevissimo tempo uno travestito da omosessuale). Nel frat-
spettacolo pazzesco». Eccolo accontentato. tempo, qualche giovane cantante scel-
to dai social network mostrava fre-
schezze inconsuete: per esempio una
ragazza di Bisceglie con Nella vasca da
bagno del tempo e la feroce malinconia
adolescenziale di tre catanesi in Sono
Il vincitore Giovani Alessandro Casillo un errore. Nell'indifferenza quasi gene-

“Gerry Scotti è come un papà rale: il cuore di Sanremo non batte da


quelle parti.
Il cuore di Sanremo ha battuto inve-

quante lacrime per l’emozione” ce, e forte, giovedì sera per i duetti con
gli ospiti stranieri. Merito dell'elegan-
za e dell'originalità di alcuni accoppia-
LUCA DONDONI del pubblico. Fino a oggi ero abbastanza Talento menti: Samuele Bersani e Bregovich
SANREMO
abituato alle ragazze della mia età che Alessandro che davano sonorità balcaniche a Ro-
La popolarità che Alessandro Casillo si urlano, mi fanno i complimenti, cercano Casillo ha magna mia, le voci di Al Jarreau e di Sa-
è guadagnato con la partecipazione a Io di baciarmi ma quando ho visto che se- appena rah Jane Morris, il vecchio Feliciano e
canto è stata importantissima per que- duti in platea dei signori anziani si sono 15 anni: la Berté che si commuove rincorrendo
sto quindicenne che ha vinto il Festival alzati e hanno battuto le mani con gran- «Ora mi le note della sorella. Ma soprattutto
nella categoria Sanremo Social con la de rispetto non ce l’ho fatta più. Ho la- attende Patti Smith che con classe assoluta e
canzone È vero. Gerry Scotti, al quale il sciato che le lacrime uscissero». la scuola» senza birignao si è messa al servizio dei
ragazzo ha dedicato la vittoria, appena Casillo ha voluto dimostrare di sa- Marlene Kuntz per una cover di Im-
dopo la comunicazione ufficiale ha twit- per controllare le emozioni. «La prima Per partecipare al Festival Casillo ter Cincotti. Con chi avrebbe voluto gio- pressioni di settembre, poi ha imposto
tato una bella dichiarazione: «Ha vinto serata è stata difficile e qualche errori- ha dovuto mettere da parte la scuola an- care con le strofe qui a Sanremo? «Se un'impeccabile intramontabile Becau-
tutto il lavoro e l’amore che ci mettiamo no mi è scappato. Era tutto diverso da che se i professori gli hanno promesso me lo chiedessero - confessa - correrei se the Night; e Noa che cantava Di Gia-
noi, insieme al rispetto che abbiamo per Io canto. Là eravamo diventati come di dargli una mano quando tornerà die- da Francesco Renga o Emma che stimo como in Era de maggio. L'Ariston è di-
i nostri ragazzi». una grande famiglia. In più i nostri papà tro il banco. «Adesso il più è fatto - am- molto. La cosa dei duetti mi è piaciuta ventato per qualche minuto un posto
«Dire che sono felice per la vittoria putativi Gerry Scotti e il regista Rober- mette - e dopo un premio così importan- tanto e trovo che sia un modo intelligen- dove si faceva musica; di vecchie glo-
non basta - racconta Alessandro men- to Cenci hanno sempre fatto di tutto per te devo fermarmi a riflettere. Intanto te e artisticamente valido per aumenta- rie, d'accordo, se questo dev'essere;
tre il suo manager toglie dalla scatola il farci sentire a nostro agio. Qui c’è molta torno a scuola a studiare per cercare di re il valore di una canzone. Arisa, per ma con poesia, dove la politica se c'è è
cellulare che gli ha appena regalato do- più tensione, agitazione, quasi terrore. arrivare bene al diploma. Del futuro ar- esempio, ha cantato una gran canzone filtrata e macinata dalla passione del-
po aver perso il suo nella concitazione Il palco è qualcosa di molto importante, tistico se ne occuperanno manager e ca- che con Mauro Ermanno Giovanardi, il la solitudine. Lì ci sarebbe stato posto
dei festeggiamenti -. Qui mi sono emo- la più blasonata passerella musical-tele- sa discografica». pianista Giuseppe Barbieri e Mauro Pa- per il Celentano migliore; e lì forse an-
zionato, ho pianto in diretta davanti a visiva dove uno come me possa trovarsi Quando partecipò a Io canto Alessan- gani è diventata meravigliosa». che lui si sarebbe divertito di più.
milioni di italiani e ho sentito l’amore nella sua carriera». dro Casillo duettò con James Blunt o Pe- twitter @lucadondoni
T1 T2

34 Spettacoli LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

Vip commossi
il caso Stevie Mary J. Blige
PAOLO MASTROLILLI Wonder La cantante
INVIATO A NEW YORK Anche la era presente
leggenda alla cerimonia
della musica vicino a Jesse
soul si è Jackson,
mozionante e bello co-

E
esibita Oprah
me un gospel, triste e durante la Winfrey,
commovente come un cerimonia Mariah
saluto venuto troppo in cantando Carey
fretta. Il funerale di due pezzi e Spike Lee
Whitney Houston ha fatto correre
i brividi lungo la schiena dell’Ame-
rica, che lo ha guardato in diretta
televisiva e su Internet, dimenti-
cando per un momento l’angoscia
delle debolezze che hanno termina-
to la sua vita, e ricordando invece
la gioia che la sua arte regalava.
Una parata di stelle
Da venerdì sera la polizia ha do-
vuto bloccare sei isolati di Newark,
intorno alla New Hope Baptist
Church, per rispettare il desiderio
della famiglia di avere una cerimo-
per l’addio a Whitney
nia privata. Ma i fans che non si ac-
contentavano di salutarla attraver-
so la televisione sono venuti lo stes-
so, alcuni viaggiando apposta dalla
Florida e la California.
“Ora canta in Paradiso”
Dentro alla chiesa dove era nata
la sua carriera, cantando nel coro I funerali della Houston, scomparsa a 48 anni
diretto dalla madre Cissy, una pa- Fiori, messaggi e ricordi
rata di amici e di stelle. La cugina
Dionne Warwick a gestire la ceri-
nella Chiesa in cui aveva iniziato la sua carriera Tante le testimonianze d’affetto lasciate
dai fans di Whitney Houston
monia, chiamando sul palco gli invi-
tati, mentre alle spalle il coro che un bianco repubblicano che non si è era stata ricoverata in ospedale. rò, era venuto prima, quando Kevin
era stato suo la celebrava. Uno preoccupato di prendere le critiche Clive Davis, l’impresario che Costner ha ricordato la collega di
spettacolo per mille e cinquecento dei suoi stessi elettori per aver ordi- l’aveva scoperta all’inizio degli Anni «Bodyguard» faticando a fermare le
famigliari, più che una cerimonia nato che le bandiere dello stato sven- Ottanta ed era con lei al Beverly Hil- lacrime. «Io e tua madre - ha detto
religiosa, come era logico. Davanti tolassero a mezz’asta per onorare ton di Los Angeles nelle ultime ore alla figlia Bobbi - avevamo molte co-
alla sua bara dorata, poggiata da- una cantante. di vita, ha rivelato che non era la se in comune. “Davvero?”, vi starete
vanti all’altare, si sono alternati Bobby Brown, l’ex marito che per donna disperata raccontata dai me- chiedendo. Tu sei un ragazzo e lei
Alicia Keyes, Stevie Wonder, Kim molti è responsabi- dia: «Mi aveva det- una ragazza, tu sei bianco e lei ne-
Burrell, R. Kelly, CeCe, BeBe e l’in- le di aver rovinato IL RICORDO DI COSTNER to: mi sto metten- ra». Costner ha raccontato che lui,
tera famiglia Winans, per un salu- la vita di Whitney, Il regista alla figlia Bobbi do in forma. Nuoto come Whitney, è cresciuto in una
to fatto di musica. La «Queen of è passato all’inizio un’ora o due al chiesa battista, e spesso si scambia-
«Io e tua madre avevamo giorno, niente siga-
Soul» Aretha Franklin, madrina di
Whitney, doveva cantare «The L’ex marito della cerimonia, ha
camminato a testa moltissime cose in comune» rette. Ad agosto
vano queste memorie. Ha ricorda-
to come aveva sfidato Hollywood
Greatest Love of All» ma si è senti-
ta male e ha rinunciato.
Bobby Brown bassa fino alla ba- sarò pronta. Bene
ra, ma è andato via prima della fine Whitney, le avevo risposto, ti pren-
per avere nel suo film quella giova-
ne cantante nera, e poi l’ha saluta-
Giù dall’altare, che sembrava L’ ex marito Bobby Brown, in del funerale, litigando perché gli era- do in parola. Tutti in Paradiso, inclu- ta: «E così te ne vai, Whitney, scor-
un palcoscenico, Jesse Jackson, passato accusato di violenza no stati riservati meno posti di quan- so Dio, stanno aspettando. E io sono tata dagli angeli verso il tuo Padre
Oprah Winfrey, Mary J. Blige, Ma- domestica ai danni della cantante, ti ne aveva richiesti. È rimasta sola sicuro che farai cadere il tetto come celeste. E quando canterai davanti
riah Carey, Spike Lee, e il governa- ha fatto una breve apparizione, ha la figlia diciottenne, Bobbi Kristina, nessun altro prima». a lui, non ti preoccupare: sarai bra-
tore del New Jersey Chris Christie, accarezzato la bara ed è andato via che la sera della morte della madre Il momento più commovente, pe- va abbastanza».
R NA T1 T2 PR CV CN NO VB AL AT VC BI AO

LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Spettacoli 35

Berlino, Orso d’oro ai Taviani


Erano 21 anni che l’Italia non vinceva. A “Diaz” di Vicari il premio del pubblico
premiabili. Un pugno di film che parla- sperava di guadagnare riconoscimen-
no della storia dei nostri giorni, in sin- I premi ti più importanti. Lo premia il regista
La gioia di Rebibbia
il caso tonia con la tradizione politico-sociale
del FilmFest e con l’atmosfera di un
mondo squarciato da guerre, contrad-
Gran premio della giuria
I Just The Wind di Bence Fliegauf
francese François Ozon, lui commen-
ta vagamente annoiato: «Sono confu-
so, ho vinto il premio Alfred Bauer Il direttore: “L’arte
FULVIA CAPRARA
dizioni, ingiustizie: «I nostri film - dice per l’innovazione, e invece pensavo di
INVIATA A BERLINO
il direttore Dieter Kosslick - affronta-
no questi temi, mostrano il modo con
Miglior regia
I Christian Petzold per Barbara
aver fatto un film alla vecchia manie-
ra. Dedico il riconoscimento a registi
aiuta a rinascere
cui stiamo distruggendo i luoghi in cui
viviamo, comunicano un messaggio Miglior attrice
del mio Paese come de Oliveira che,
nonostante la difficile situazione in
Faremo tutti festa”
I Rachel Mwanza in Rebelle di
forte. Sono convinto che, proprio in cui ci troviamo, continuano a fare ci-
Kim Nguyen ALESSIA MELONI
tempi di crisi, la cultura sia lo stru- nema politico». Per «Sister», della
mento più importante con cui guarda- svizzera Ursula Meier, una menzione ROMA
Miglior attore
re al futuro». I Mikkel Boe Falsgaard in A Ro- speciale della giuria. Al centro del «Ancora mi devo riprendere. È una
Il secondo premio va a «Just the yal Affair di Nikolaj Arcel film, secondo una delle tendenze più cosa bellissima, siamo tutti felicissi-
wind», regia di Bence Filegauf, de- marcate della rassegna, la figura di mi». Il direttore del carcere di Rebib-
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA nuncia delle persecuzioni subite dai Premio Alfred Bauer un ragazzino che sbarca il lunario ri- bia Carmelo Cantone è quasi senza
rom, ispirata a fatti realmente acca- I Tabu di Miguel Gomes. vendendo sci rubati ai turisti. I bam- parole, emozionato per l’assegnazio-
l presidente di giura Mike Lei- duti nell’Ungheria contemporanea. bini ci guardano, e la Berlinale, que- ne dell'Orso d’oro a Paolo e Vittorio

I gh è contento quasi come i vin-


citori: «Abbiamo saputo che i
giurati hanno scelto in armo-
nia - dicono i Taviani -, e non
sempre capita. Questa Berlinale ci
dà forza ed energia, il nostro saluto
va ai detenuti che, recitando, sono
L’Orso d’argento, secondo i pronosti-
ci, va a Christian Petzold che in «Bar-
bara» (in Italia uscirà per la Bim), rie-
voca il clima della Germania Anni Ot-
tanta, con il suo peso oscuro di so-
spetti, desideri repressi, vite spezza-
te, quando la gente, dice l’autore, «vi-
Quando arriva l’annuncio, Mwanza
quasi non ci crede, poi salta sulla pol-
trona e, davanti ai microfoni, esprime
tutta la sua gratitudine al regista, il
canadese Kim Nuyen. Il miglior atto-
re è Mikkel Bo Folsgaard, il re strava-
st’anno, lo ha ricordato con particola-
re insistenza, quasi per dire che quel-
li sono gli unici occhi in grado di risve-
gliare le coscienze assopite. Nella se-
zione «Panorama», un’altra afferma-
zione «made in Italy», con il film di
Daniele Vicari «Diaz - don’t clean up
Taviani. La pellicola, infatti, è am-
bientata e in parte girata proprio nel
carcere romano e narra la storia di
un gruppo di reclusi che si prepara a
interpretare sul palcoscenico la tra-
gedia di Shakespeare «Julius Cae-
sar». «Ora non sono in carcere, ma lo-
tornati a ri-vivere, per pochi giorni, veva in un universo che stava moren- gante del danese «A royal affair», this blood», secondo titolo più gradi- ro hanno la televisione - racconta Ca-
ma con passione». In platea Nanni do». La migliore attrice è Rachel mentre il favorito «White deer plain» to dal pubblico: «Dedico il premio al tone - certo non hanno Sky, ma vedo-
Moretti, distributore della pellicola Mwanza, giovane protagonista del di Wang Quan’an deve accontentarsi cinema italiano, che deve ritrovare la no il Tg1 e quindi già sanno di questa
con la Sacher, sorride soddisfatto, duro «Rebelle», cronaca, sospesa tra del riconoscimento per il miglior con- forza di parlare fino in fondo di quello vittoria e stanno festeggiando». Il
per l’Italia una gran serata, in linea sogno e realtà, dell’epopea drammati- tributo artistico (la fotografia). Il più che succede in casa nostra e anche brindisi del direttore della struttura
con le previsioni che, fin dalla prima ca di una ragazzina trasformata in deluso è Miguel Gomes che, fino all’ul- fuori». Dal FilmFest, il segnale di ri- penitenziaria con i detenuti per l’Or-
proiezione di «Cesare deve morire», soldato e costretta a combattere sul timo, con il suo «Tabu», quasi una ri- nascita arriva chiarissimo, ora biso- so assegnato è rinviato solo di poche
piazzavano la pellicola nella rosa dei fronte della guerra civile, in Congo. sposta portoghese a «The artist», gna evitare che cada nel vuoto. ore, ad oggi. «Organizzeremo anche
un evento per festeggiare», aggiunge.
Esulta anche Angiolo Marroni, ga-
rante dei detenuti del Lazio, «invia-
«Cesare deve morire» to» a Berlino dagli stessi carcerati
Il film dei fratelli Taviani «per rappresentarli»: «Festeggerò
(foto a sinistra) con loro per la consacrazione di que-
prodotto da Nanni sto successo che ho sponsorizzato e
Moretti è tutto girato in cui credo. È una pellicola meravi-
nel carcere di Rebibbia gliosa, da vedere con accanto un pac-
dove i detenuti devono chetto di fazzoletti per quanto è emo-
mettere in scena zionante». Festeggiamenti comun-
il Giulio Cesare que c’erano già stati, appresa la noti-
di Shakespeare zia della candidatura e poi dopo la vi-
(foto sotto) sione della pellicola da parte della cri-
tica e della stam-
pa: «I detenuti
avevano visto la
rassegna stampa
- continua Catone
- e i servizi televi-
sivi. Erano entu-
siasti della rispo-
sta assolutamen-
te positiva che ar-
rivava dagli esper-
ti. Già in quell’oc-
casione c’era sta-
ta molta felicità e
gioia, oltre che
speranza di rag-
giungere il podio». Per Cantone, l’as-
segnazione dell’Orso d’oro rappre-
Intervista
“Noi, simbolo della rivincita senta un successo per tutti coloro che
lavorano nel settore carcerario: «Ci
rende tutti orgogliosi, detenuti, per-

,, DALL’INVIATA A BERLINO

elici come bambini. Ma an-


italiana sulla Germania”
I fratelli registi: “Vuol dire che sta succedendo qualcosa
di nuovo. Ora riflettiamo sulle carceri, vanno cambiate”
sonale, direzione, volontari».
Cesare deve morire arriva a quasi
dieci anni dall’inizio del progetto del
laboratorio teatrale a Rebibbia: «Co-
minciammo nel 2002 - racconta - al-
l’inizio era autogestito, poi con il regi-
sta Fabio Cavalli è diventato sempre
più professionale». Un progetto, que-
sto, che ha visto entrare nel carcere
capitolino oltre ventimila spettatori,

F che profondamente com-


mossi, quando, sul palco-
scenico della Berlinale, i
fratelli Taviani, Orso d’oro
in pugno, citano, uno per uno, i nomi
dei detenuti che hanno interpretato
Cesare deve morire e che ora «sono
sti, e alcuni rientrano nella categoria
«fine pena mai». Che tipo di rapporto
avete stabilito con loro?
«Quando si lavora insieme, si crea natu-
ralmente un legame di complicità, e ci è
renza dei carcerati vuol dire sollecitare
l’attenzione del pubblico sulla loro con-
dizione, sul fatto che, in ogni caso, re-
stano esseri umani. Speriamo che gli
spettatori, uscendo dalle sale, rifletta-
Moretti, distributore del film con la
Sacher. Siete amici da molto?
«Sì, la nostra è un’amicizia che risale a
tanti anni fa. Ci fa molto sorridere l’idea
che, all’inizio del film, si veda il logo della
persone comuni e non solo, che negli
anni «hanno apprezzato il grande la-
voro svolto da questi ragazzi». La
consacrazione a Berlino «è la presti-
giosa punta dell’iceberg del lavoro
che abbiamo svolto e che continue-
remo a portare avanti. Per i detenu-
nella solitudine delle loro celle. Spe- capitato spesso di dimenticare chi fosse- no proprio su questo. La situazione del- Sacher, con quella Vespa su cui tante ti il teatro non è solo un modo per
riamo ci possano vedere». ro i nostri attori. C’erano le guardie a ri- le galere italiane è ingiusta, inumana, e volte Nanni ci ha costretto a salire per passare il tempo, anzi per loro è un
L’Orso d’oro al vostro film rappre- cordarcelo, ci hanno detto “state attenti, va cambiata». andare con lui, a vedere i suoi strani fil- modo per rimettersi in discussione.
senta anche, in questo momento pensate che la pietà Che cosa vi ha mini. Il nostro film gli è subito piaciuto, e, Il teatro fatto in carcere ha una ma-
politico-economico, una rivincita deve andare soprat- COMMOSSI PER IL LORO CAST colpito durante come si sa, nei suoi giudizi, lui è uno che gia incredibile, ancora più grande
dell’Italia sulla Germania, che effet- tutto alle vittime de- «I nostri attori ora sono nella la lavorazione, va sempre diritto al punto, dicendo chia- se poi fatto con chi vive di teatro e
to vi fa? gli atti compiuti da nel carcere roma- ramente se l’emozione c’è oppure no». di cinema con in questo caso. E i ri-
«Il cinema, generalmente disprezza- queste persone”. Co- solitudine delle loro celle no di Rebibbia? Che cosa ha significato, per i detenu- sultati si vedono».
to dalla politica, dà il suo contributo sì siamo andati avan- Speriamo ci possano vedere» «Avevamo in testa le ti, interpretare il film? L’esperienza con i fratelli Taviani
per offrire l’immagine di un’Italia di- ti, in una specie di prigioni che si vedo- «Hanno scoperto, attraverso le sublimi è stata apprezzata da tutta Rebibbia,
versa. La vita è sempre piena di sor- guazzabuglio mentale, decisi a fare un no nei film americani...quando siamo ar- parole di Shakespeare, che esiste un’al- non solo dai carcerati: «Aver condivi-
prese, vuol dire che sta succedendo film che non avesse toni né pietistici né rivati lì, abbiamo visto celle con 4 o 5 let- tra dimensione della realtà, hanno capi- so questa esperienza con Paolo e
qualcosa di nuovo, proprio come è ricattatori». ti, tavoli con sopra la roba per cucinare, to, dolorosamente, che cosa significa es- Vittorio Taviani è stato fantastico,
avvenuto, dopo 20 anni, ai vertici «Cesare deve morire» arriva nelle sale come nelle case coloniche di un tempo. sere separati dal resto del mondo. Alla fi- un incontro che ci ha arricchiti tutti
del nostro Paese. Comunque noi sia- mentre impazza il dibattito sulla Alle 14 la giornata dei reclusi finisce, ne dell’ultimo giorno di riprese, l’attore e che ci ha permesso di partecipare
mo per Monti, e speriamo che le co- drammatica situazione carceraria del rientrando in cella ci salutavano dicendo che fa Cassio, Cosimo Rega, ci ha saluta- ad un’operazione artistica di gran-
se migliorino...». nostro Paese. Pensate che possa servi- “la notte è troppo lunga”». to chiamandoci per nome, “Paolo e Vitto- dissimo livello - conclude Cantone -.
Tra i detenuti con cui avete lavorato re a qualcosa? Alla Berlinale, per assistere alla vostra rio”, ci ha detto, “da domani niente sarà Per me loro sono i più grandi registi
per il film ci sono mafiosi, camorri- «Aver fatto un film che parla della soffe- premiazione, è arrivato anche Nanni come prima”». [F. C.] italiani viventi».
T1 T2 PR CV DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 36
.

NA T1 T2 PR CV CN NO VB AL AT VC BI AO

LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Spettacoli 37

I programmi settimanali completi delle principali tv satellitari, del digitale terrestre e delle radio su: www.lastampa.it/programmi Programmi tv
Rai 1 Rai 2 Rai 3 Canale 5 Italia 1 Rete 4 La 7
6.00 Quello che Attualità 6.00 Cuori rubati Serie 7.30 Wind at my back Telefilm 6.00 Tg 5 Prima pagina 10.00 Beyblade Metal Master 7.30 Zorro Telefilm 6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo.
6.30 UnoMattina in famiglia 6.30 Lampi di genio in Tv 8.15 Diecimila camere da 7.55 Traffico 10.25 Action man A.T.O.M. II 8.40 Le Isole del tesoro Traffico
Attualità Attualità letto Film 7.57 Meteo 5 Alpha Teens of Machines 9.10 Magnifica Italia 6.55 Movie Flash
9.30 Tg 1 L.i.s. 7.00 Cartoon Magic Cartoni 10.05 Kingdom Serie 8.00 Tg 5 Mattina Cartoni animati 10.00 S. Messa 7.00 Omnibus Magazine
9.35 Easy driver Magazine animati 10.55 Tgr Estovest Attualità 8.50 Le Frontiere dello Spirito 10.55 Power Rangers Samurai 11.00 Pianeta mare 7.30 Tg La7
10.00 Linea Verde Orizzonti 10.10 Ragazzi c’è Voyager - Fai 11.15 Tgr Mediterraneo Rubrica religiosa Telefilm 11.30 Tg4 - Telegiornale 10.00 Ferragosto in bikini Film
Magazine la tua domanda 11.40 Tgr RegionEuropa 10.00 Grande Fratello Reality 11.25 Yu Gi Oh! 5D’s Cartoni 12.00 Melaverde Magazine (comm., 1960) ★★
10.30 A Sua immagine Attuali- 10.50 A come avventura 12.00 Tg3 show 11.50 Gaiking - Legend of 13.20 Pianeta mare Documen- 11.45 Ti ci porto io Attualità
tà Settimanale di comu- Magazine 12.25 TeleCamere Attualità 10.15 Il segreto del mio succes- Daiku-Maryu Cartoni tari 13.30 Tg La7
nicazione religiosa 11.30 Mezzogiorno in famiglia 12.55 Prima della Prima so Film (comm., 1987) 12.15 Maledetti scarafaggi 14.00 Donnavventura Attuali- 14.05 MAMMAmia che dome-
10.55 Santa Messa e Recita Varietà 13.25 Il Capitale di Philippe ★★ Cartoni animati tà nica Varietà
dell’Angelus 13.00 Tg 2 Giorno Daverio Magazine 12.45 Grande Fratello Reality 12.25 Studio Aperto. Meteo 15.00 Ieri e Oggi in Tv Varietà 15.05 Finché morte non vi
12.20 Linea Verde Attualità 13.30 Tg 2 Motori Attualità 14.00 Tg Regione. Meteo show 13.00 Guida al campionato 15.10 Avviso di chiamata Film separi Film-tv
13.30 Telegiornale 13.45 Quelli che aspettano... 14.15 Tg 3 13.00 Tg 5. Meteo 5 14.00 La vera storia di Bianca- (comm., 2000) con 16.50 Movie Flash
14.00 Domenica In - L’Arena Varietà 14.30 In 1/2 h Attualità 13.40 Grande Fratello Reality neve Film-tv Diane Keaton, Lisa 16.55 Basket – Coppa Italia:
16.30 Tg 1 15.40 Quelli che il calcio e... 15.00 Tg 3 Lis show 15.50 Free Willy - Un amico da Kudrow. Regia di Diane Finale Sport
16.35 Domenica in - Così è la Varietà 15.05 Alle falde del Kilimangia- 14.00 Inga Lindstrom - Estate salvare Film (avv., 1993) Keaton ★★ 19.00 Crossing Jordan Telefilm
vita Varietà 17.05 Tg2 Flash L.I.S. ro Varietà sull’isola Film-tv ★★ 16.45 Walker Texas Ranger: 20.00 Tg La7
18.50 L’eredità Gioco 17.10 Stadio Sprint 17.55 Per un pugno di libri 16.05 Domenica cinque Varietà 18.00 La vita secondo Jim Serie Zona di guerra Film-tv 20.30 In onda Attualità Il talk è
20.00 Telegiornale 18.00 90° minuto 19.00 Tg 3. Tg Regione. Meteo 18.50 The Money Drop Quiz 18.30 Studio Aperto. Meteo 18.55 Tg4 - Telegiornale dedicato all’approfon-
20.35 Tg sport 19.35 Lasko Telefilm 20.00 Blob Videoframmenti 20.00 Tg 5. Meteo 5 19.00 Le riserve Film (comm., 19.35 Tempesta d’amore Soap dimento dei fatti di
20.40 Affari tuoi Gioco 20.30 Tg 2 20.30 20.10 Che tempo che fa 20.40 Paperissima Sprint 2000) ★★ Opera attualità

21.30 21.00 21.30 21.30 21.30 21.30 21.30


Provaci ancora Prof 4 NCIS Presadiretta CentoVetrine Chiambretti I Miserabili ★★ La regina dei castelli
SERIE. Con Veronica Pivetti ed TELEFILM. Con Pauley Perrette. ATTUALITÀ. L’inchiesta di stasera SOAP OPERA. Zanasi, sempre più Sunday Show FILM. (dramm., 1998) con Liam di carta ★★
Enzo Decaro. Camilla e Renzo Washington. La squadra sta proposta da Riccardo Iacona, si sospettoso, ha rinchiuso Damia- VARIETÀ. Prosegue la nuova edi- Neeson, Uma Thurman. Regia FILM. (thriller, 2009) con M. Nyq-
tornano dalla Spagna, dopo indagando sulla morte di un occupa anche della vicenda no e Cecilia nella stanza di vetro zione dello show condotto da di Bille August. Francia, 1812: vist, N. Rapace. Regia di D. Alfred-
due anni. Camilla si è separata tenente avvenuta durante un legata ai lavoratori della Sigma e si aspetta che loro gli dimo- Piero Chiambretti. Ospiti inter- dopo aver subito quasi ven- son. Dopo uno scontro con Zala,
dal consorte, che ha una nuova tentativo di rapina, nel corso di Tau, in lotta per il loro posto di strino di essere davvero marito nazionali, musica e ironia tra gli t’anni di lavori forzati, Jean Val- Lisbeth Salander dovrà difen-
compagna un black out totale lavoro e moglie ingredienti della serata jean è deciso a rifarsi una vita dersi dalle accuse di omicidio

23.30 Speciale Tg1 Attualità 21.45 Charlie’s Angels Telefilm 23.35 Tg 3. Tg Regione 23.30 Terra! Attualità 0.20 Controcampo 0.15 La mala educaciòn Film 0.35 Tg La7
0.35 Tg 1 - Notte. Che tempo fa 22.35 La Domenica Sportiva 23.50 Lilit - In un mondo 0.30 Tg 5 Notte. Meteo 1.35 Poker1mania Sport (dramm., 2004) con 0.45 Novecento Atto II Film
1.00 Applausi Attualità 1.00 Tg 2 migliore Magazine 1.00 Paperissima Sprint Varie- 2.25 Millions Film (comm., Gael Garcia Bernal, Fele (dramm., 1976) con
2.15 Sette note. Musica e 1.20 Protestantesimo 0.50 Tg 3. Meteo tà 2004) con Alex Etel, Martinez, Daniel Gime- Gérard Depardieu,
musiche Magazine 1.50 Meteo 1.00 TeleCamere Attualità 1.50 Letters from a Killer Film Lewis McGibbon. Regia nez Cacho. Regia di Robert De Niro. Regia di
2.35 Così è la mia vita... Sotto- 1.55 Appuntamento al cinema 1.50 Fuori Orario. Cose (mai) (thriller, 1998) con di Danny Boyle ★★★ Pedro Almodovar Bernardo Bertolucci
voce Attualità 2.00 L’isola dei famosi viste Patrick Swayze 4.15 Eleventh Hour Telefilm ★★★★ ★★★★

TV & TV Rai Movie Raisport 1 Rai Storia Dal satellite I film


ALESSANDRA 6.30 Guerra e pace - Andrey 14.00 Calcio: Primo Stadio 15.00 Dixit Fatti: Rotocalco 15.35 Mela e Tequila - Una 18.45 The Interpreter Nicole 21.10 Brooklyn’s Finest A
COMAZZI Bolkonskiy Film Rubrica Sport pt.65 1ª parte pazza storia d’amore Kidman ascolta per Brooklyn i poliziotti
7.45 LdB - Ladri di Biciclette 15.00 Calcio: Campionato Ita- 16.00 Dixit Fatti: Rotocalco con sorpresa Lo yuppie caso una voce che non sono tutti dei santi
a un certo effetto, newyorkese Alex incon- minaccia di morte un SKY HITS

F
Magazine liano Serie D Città di pt.65 2ª parte tra a Las Vegas la chica- leader africano SKY MAX Il padre e lo straniero
un benefico effet- 8.25 Quel maledetto treno Pontedera-Castel Rigone 17.00 Orchestra Nera. Pagine na Isabel ed è amore 18.50 Un posto al sole La vita di Diego, padre
blindato Film 16.55 Bob a 2: Campionati della Resistenza al nazi-
to, sentire i ragaz- 10.10 Il suo nome e’ Donna Mondiali 2012 2° manche
SKY PASSION L’ambizioso George di un bambino handi-
zi parlare di letteratura. smo - Contro forze dia- 15.55 Percy Jackson e gli Dei corteggia, ricambiato, cappato, viene stravolta
Rosa Film Uomini Sport boliche dell’Olimpo Un ragazzo un’ereditiera. E proget- da Walid SKY CINEMA 1
Può accadere, nonostan- 11.50 Grand Champion Film 17.30 Pallavolo Maschile: Fina- scopre di essere un ta di ucciderla MGM 22.35 Flubber - Un professore
18.00 Res Gestae Fatti
te tutto. D’altronde, è 13.30 LdB - Ladri di biciclette le Four Coppa Italia 2012
18.55 Da Qui-La catena della
discendente degli dei 19.20 Basilicata coast to coast tra le nuvole Robin
sempre accaduto, e qui Magazine Finalissima Sport Greci SKY HITS Rocco Papaleo insegna Williams ha inventato il
14.05 Scomodi omicidi Film 20.30 Scherma: Coppa del Fraternite’ per il Polesine 16.35 P3K: Pinocchio 3000 Il storia dell’arte e coltiva il ‘flubber’, una sostanza più
mi concederete un’anno- 19.00 Res Gestae Personaggi Pinocchio tecnologico sogno della musica SKY HITS leggera dell’aria SKY FAMILY
15.55 Ti va di pagare? Film Mondo Sciabola Maschi-
tazione personale: ho 17.45 Un autunno fra le nuvole le Finale Prova a squadre 20.00 Viaggio in Europa ha il corpo di metallo e Unstoppable - Fuori 23.00 L’urlo di Chen terroriz-
frequentato la quarta 21.00 Dixit Mondo: La maledia- un cuore digitale SKY controllo Una compa- za anche l’Occidente Ya
Film 21.35 Pallanuoto: Campionato FAMILY gnia che produce binari - Chen arriva a Roma e
ginnasio nel 1970-71, pen- 19.25 Invito a una sparatoria Italiano Catania - Camo- zione Iraniana Iª parte
16.40 Bello, onesto, emigrato deve riuscie ad arresta- riesce a sgominare una
sate un po’ che anni, l’im- Film gli Sport 22.00 Dixit Mondo: La maledia- Australia sposerebbe re un treno SKY CINEMA 1 banda SKY CLASSICS
mediato post-’68, la con- 21.00 Arsenio Lupin Film 23.00 Bob a 2: Campionati zione Iraniana IIª parte compaesana illibata Serendipity - Quando 23.05 The Son of No One Un
23.15 Gli occhi del delitto Film Mondiali 2012 4ª manche 23.00 Crash-Storie: Regioni Alberto Sordi lavora in l’amore è magia New agente viene assegnato
testazione, le assemblee. 1.20 American Buffalo Film Uomini Sport d’Italia: La Liguria Australia e cerca per York, vigilia di Natale: nel quartiere della clas-
Eppure, che discussioni corrispondenza una lui e lei si contendono se operaia in cui è cre-
vibranti nella mia clas- moglie italiana SKY l’ultimo paio di guanti sciuto SKY CINEMA 1
se, la IV C del liceo Alfie- CLASSICS SKY PASSION 23.25 Prince of Persia - Le
17.05 Wall Street - Il denaro 19.30 Winx Club 3D - Magica sabbie del tempo Il
ri di Torino, intorno all’«
Eneide», dopo che Enea
Rai 4 Sportitalia Iris non dorme mai
Michael Douglas è
Avventura C’è la festa per
l’inaugurazione del
principe Dastan e la
principessa Tamina
lascia Didone e lei si ucci- 8.55 Sanctuary Serie 11.30 Arsenal Tv Champions 7.37 The unit Telefilm Gordon Gekko, un cini- nuovo anno scolastico alla devono recuperare un
10.25 Madoka Magica Milan - Arsenal Sport 9.15 Shark Telefilm co speculatore di Borsa scuola per fate SKY FAMILY regalo degli dei SKY HITS
de. Ma lui doveva anda- 10.50 Ano Hana 13.30 Magazine Arsenal 360 10.50 Una sposa per due Film SKY CINEMA 1 21.00 Sette spose per sette La casa di sabbia e neb-
re a fondare Roma, non 11.15 Connected Film Sport 12.46 Lo spaccone Film 17.25 Piovuta dal cielo Partito fratelli Celebre musical. bia Un’ex tossicodipen-
poteva farsi condiziona- 13.05 Streghe Serie 14.00 Magazine Manchester 15.12 Pecker Film da New York per spo- Sette rudi boscaioli dente viene sfrattata e
sarsi, Ben Affleck salva organizzano un nuovo la casa è acquistata da
re dall’amore, dicevano 13.50 Teschi Film City Sport 16.51 Cuori in Atlantide Film la vita a Sandra Bullock ratto delle Sabine MGM un iraniano SKY PASSION
alcuni. Ma le ragioni del- 15.40 Super Mario Bros Film 15.00 Manchester City Tv Euro- 18.47 Instinct-Istinto Primor- SKY PASSION Puzzole alla riscossa 0.15 10 cose che odio di te
l’amore, le ragioni del 17.20 Brothers And Sisters pa League Porto Man- diale Film 17.55 Oceani Aldo, Giovanni Nessuno è mai riuscito Versione liceale de “La
Serie chester City Sport 21.03 Dietro L’angolo Film e Giacomo esplorano a scacciare gli animali bisbetica domata”
cuore, dovevano essere 18.05 The Cleaner Serie 17.00 Ligue 1 Bordeaux - Lione 22.38 Correndo con le forbici in con stupore e tremore dell’Oregon dalla loro aggiornata a mode e
superiori, sosteneva l’al- 18.50 Haven Serie Diretta Sport mano Film “le grand bleu” SKY HITS foresta SKY FAMILY miti anni ‘90 SKY FAMILY
tra fazione. Un po’ come 19.35 Medium Serie 19.00 Nba Dallas Mavericks - 0.52 Una sposa per due Film 18.05 Garfield il film La dolce Uomini selvaggi Due 0.35 La doppia vita di Dirty
21.10 A Testa Alta Film New York Knicks Diretta 2.35 Correndo con le forbici in vita di Garfield finisce cowboy del Montana si O’Neil John, poliziotto
con Antigone e Creonte. quando il suo padrone illudono di poter inizia- playboy, vuole vendica-
Appassionati diverbi vir- 22.40 Braquo Serie Sport mano Film
porta a casa il cane Odi re una nuova vita nel re un’amica vittima di
0.15 Anica Appuntamento al 21.30 Vitali Klitschko Vs. Messico SKY CLASSICS uno stupro MGM
giliani. Lo studio di «Per Cinema Dereck Chisora Wbc Hea-
SKY FAMILY

un pugno di libri» ricor- 18.35 Intrigo internazionale Qualcosa è cambiato 0.40 Cassandra Crossing Un
0.20 Boardwalk Empire Serie vyweight World Cham- Cary Grant viene scam- Scrittore scontroso e treno con a bordo un
da un po’ una classe, con 1.15 Non Dirlo a Nessuno Film pionship Sport biato per un personag- nevrotico, Jack Nicholson terrorista viene dirotta-
gli allievi tra i banchi 3.20 Diamond Dogs Film 23.00 Che Domenica Diretta gio inventato dal contro- incontra la cameriera to su un ponte perico-
che, per esempio, discu- 4.45 Federal Protection Film Sport spionaggio SKY CLASSICS Ellen Hunt SKY PASSION lante SKY CLASSICS
tono se Bel Ami, il prota-
Joy+1, Mya+1,Steel+1 ripetono la programmazione Joi, Mya, e Steel posticipati di un’ora
gonista arrampicatore
sociale, pessimo giornali-
Intrattenimento Sport
sta e manipolatore, di JOI MYA STEEL P. CALCIO P. CINEMA S. UNIVERSAL 21.00 Law & Order: Criminal 20.30 Scherma: Coppa del
Maupassant, è un antie- 16.42 Joi On Air ‘12: 6.30 Chante! 10.00 Moonlight 14.05 Serie A Live 10.15 Devil Film 11.15 Apocalypse Intent FOX CRIME Mondo Sciabola
roe ma piccolo piccolo, Febbraio Telefilm Telefilm 2011/12 Sport 11.38 Tutta La Mia now Film Desperate Maschile Finale Prova
16.57 Leverage 9.10 Another 11.35 Human Target 15.00 Diretta Vita Corto 14.20 Vacanze roma- Housewives FOX LIFE a squadre RAISPORT SAT
«altro che il Satana di I Simpson FOX 20.45 Calcio: Serie A SKY
Telefilm Cinderella Telefilm Premium Serie 11.53 Grindhouse- ne Film
Milton», oppure un per- 18.39 Parks And Story Film 17.45 Big Bang A 2011/12 Sport Planet Terror 16.20 Hollywood Torchwood JIMMY SPORT 1
fetto esempio di grande, Recreation TF 10.56 Friends Telefilm Theory Telefilm 15.52 Serie A Live Film Collection: 21.25 I Griffin FOX 21.35 Pallanuoto:
12.00 Pretty Little 18.35 Aliens in 2011/12 Sport 13.45 Nancy Drew Steve 21.50 Bob’s Burgers FOX Campionato Italiano
attualissimo classico. Il 19.29 Dr. House -
21.55 Law & Order: Criminal Catania - Camogli
programma di Raitre è Medical divi- Liars Telefilm America 16.00 Diretta Film Mcqueen
13.40 Gossip Girl Telefilm Premium Serie 15.31 Ogni maledet- 16.50 La rivincita Intent FOX CRIME RAISPORT SAT
sion Telefilm 23.00 Salto con gli sci:
condotto adesso da Ve- Telefilm 19.35 Enterprise A 2011/12 Sport ta domenica delle bionde Revenge FOX LIFE
20.11 Joi On Air ‘12: Torchwood JIMMY Coppa del Mondo
ronica Pivetti, che insie- Febbraio 15.22 Covert Affairs Telefilm 16.59 Serie A Live Film Film
22.15 New Girl FOX EUROSPORT 1
me con Piero Dorfles pa- 20.24 Royal Pains Telefilm 21.15 Big Bang 2011/12 Sport 18.13 Alexander Film 18.30 C’è post@ per Bob a 2: Campionati
22.45 Supertata USA FOX LIFE
Telefilm 16.13 Close To Home Theory Telefilm 19.17 Hi - Lites Serie 21.15 Se sei così ti te Film
re divertirsi lei per pri- 21.15 I Pilastri Della I-Giustizia Ad 22.00 Aliens in A Sport dico sì Film 20.40 Who Do You
Homeland - Caccia Mondiali 2012 4à
ma a stare in classe con i alla spia FOX manche Uomini
Terra Miniserie Ogni Costo America 19.50 Serie A Live 22.59 Red Carpet Think You Are? Primeval JIMMY RAISPORT SAT
ragazzi, parlando di que- 23.00 Joi On Air ‘12: Telefilm Telefilm 2011/12 Sport ‘11: Faccio un Documentari 22.50 Law & Order: Criminal 23.15 UFC Evans - Davis SKY
gli argomenti negletti in Febbraio 17.04 One Tree Hill 23.10 Fringe Telefilm 20.45 Calcio Serie A: salto all’Avana 21.15 Manhattan Intent FOX CRIME SPORT 2
23.23 Dr. House - Telefilm 0.45 Enterprise Palermo - 23.32 Immaturi Film Film 23.35 The Walking Dead FOX 0.15 Biliardo: Welsh Open
tv, e che invece fanno Medical divi- 21.15 Smash Telefilm Telefilm Lazio Sport 1.28 Mimì metallur- 22.55 Intervista 23.40 Extreme Makeover EUROSPORT 1
bella la vita. sion Telefilm 22.10 Fairly Legal 2.25 R.I.S. 3 Delitti 22.41 Serie A Live gico ferito nel- Richard Gere FOX LIFE Poker: Poker WPT
0.15 The Prestige TF Telefilm Imperfetti TF 2011/12 Sport l’onore Film 23.15 Mr. Jones Film 23.45 Dexter FOX CRIME Series 8 SKY SPORT 2
NA T1 T2 PR CV CN NO VB AL AT VC BI AO

38 LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

SPORT
Sci, Blardone 3˚podio di stagione
Max Blardone, in 2’26”74, è arrivato secondo nello
slalom gigante di Coppa del mondo di Bansko, sui
monti della Bulgaria. Primo l’austriaco Hirscher
in 2’25”35. Per l’azzurro è Blardone è il terzo podio
nelle ultime 3 gare. Aveva vinto a dicembre in Alta
Badia ed era arrivato terzo il 4 gennaio ad Adelboden:
«Ho tirato fuori il cagnaccio che c’è in me».

UNA VITTORIA DOPO I VELENI DELLA SETTIMANA

Juve forza
di
I bianconeri rimontano e battono il Catania in 10 dal 65’: + 2 sul Milan, primato ritrovato
Primo tempo di fatica, ripresa d’assalto: Pirlo segna e manda in gol Chiellini e Quagliarella
MARCO ANSALDO ri poi ha trovato per la prima di pressione avanzata, nelle La coppia Borriello-Quagliarel-
Juventus 3
1
TORINO
volta un gol su punizione con quali la difesa juventina fatica- la aveva alle spalle non più di un
Il punteggio non tragga in in- Pirlo ingolosito dalla pessima di- va a far partire l'azione. I bian- quarto d'ora giocato insieme:
Catania 1 ganno. Dopo la rabbia di Par- sposizione della barriera e un al-
Svantaggio
coneri rischiavano qualcosa Borriello si buttava su ogni pal-
ma, i sospetti e le polemiche, la tro, il 2-1, sempre su un'azione nel passare la palla. L'1-0, do- la e cercava di farsi appoggiare
Juventus Catania Juve ha vinto contro il Catania da palla ferma: ancora punizio- Per la prima po quattro minuti nei quali il addosso l'azione, senza conclu-
(3-5-2) (4-3-3) una partita scorbutica e con ne di Pirlo e deviazione di Chiel- volta in Catania aveva giocato la carta dere in porta; Quagliarella non
Buffon 7; Barzagli 6, Kosicky 4,5; Motta enorme fatica, più di quanto ab- lini. Sono le armi indispensabili questo a sorpresa attaccando sem- aveva la stessa intensità ma col-
Bonucci 7, Chiellini 4, Legrottaglie 6, bia fatto ad esempio con il Mi- per vincere nel calcio moderno campionato pre, nasceva dall'intuizione di piva la traversa al 31' con un tiro
7; Padoin 5,5 (16' st Bellusci 6, Marche- lan nelle due occasioni in cui e finalmente i bianconeri comin- Motta nell'anticipare De Ce- fortissimo. Le rare reti delle
la Juve
Pepe5,5),Giaccheri- se 5; Izco 6,5, Lodi
ni 6, Pirlo 7, Marchi- 5 (15' st Spolli 5,5), l'ha incontrato. Il successo è in- ciano a usarle. Anche il Catania è andata in glie e servire Barrientos, il cui punte non sono una novità. La
sio 5,5, De Ceglie Almiron 6; Barrien- discutibile perché i bianconeri appartiene al calcio nuovo del svantaggio tiro era angolato e bellissimo. differenza adesso è che si sono
6,5(22'stVucinic6); tos 6,5 (5' st Bia- hanno combinato molto più dei campionato più interessante de- nel suo stadio A 27 anni l'argentino è diventa- inceppati gli uomini che con i lo-
Borriello6,5(32'stLi- gianti 6), Bergessio siciliani ma per confezionarlo è gli ultimi dieci anni dal punto di to un attaccante da seguire. ro gol hanno lanciato la Juve
chtsteiner sv), Qua- 6, Gomez 5 (26' st servita la superiorità numerica vista tattico e dell'atteggiamen- Anche l'altra occasione perico- nella prima parte della stagio-
gliarella7 Seymoursv)
to. Non ha il gioco palleggiato e losa del Catania, al 32', nasce- ne. Marchisio si è piantato, ha
ALL. Conte 7 ALL. Montella

RETI: pt 4' Barrientos, 22' Pirlo; st 29'


Chiellini, 36' Quagliarella
6 I siciliani in vantaggio
con Barrientos
moderno della Juve e della Ro-
ma ma non è la provinciale che
si barrica e basta: lo ha fatto sol-
28Punti
va da un intercettamento. Il
diagonale fortissimo di Berges-
sio era deviato da Buffon con-
esaurito la puntualità degli inse-
rimenti e la precisione davanti
alla porta. Quanto a Pepe, dopo
Una traversa per parte tanto nel secondo tempo quan- tro la traversa. l'infortunio non ha giocato con
do Montella ha levato via via le Ottenuti dalla Match dai ritmi elevati. La continuità: Conte l'ha inserito al
ARBITRO: Brighi 6 Buffon salva su Almiron punte e soprattutto quando l'ex Juve in 12 Juve ha preso dei rischi e ha te- posto di Padoin ma non ne ha
AMMONITI: Motta, Marchisio, Motta,
Almiron, Vucinic, Legrottaglie juventino Motta ha collezionato partite nuto cadenze come solo quest' acquisito la precisione dei
ESPULSI:20' st Motta di cui hanno goduto nell'ultima in pochi minuti due ammonizio- interne: otto anno riesce a fare. Come al soli- cross. L'immensità di Pirlo, che
SPETTATORI: 11.471 per un incasso di mezz'ora per l'espulsione del so- ni per interventi da dietro. vittorie e to ha faticato in area di rigore ha determinato le tre reti, copre
353.395 euro; 24.526 abbonati per una
quota di 717.983 euro
lito e scriteriato Motta. Fino a In dieci dopo 20' della ripre- quattro nonostante la pressione e i rifor- le magagne, piccole o importan-
quel momento si profilava il ri- sa il Catania ha avuto subito pareggi nimenti da sinistra di De Ceglie. ti che siano. E adesso il Milan.
schio dell'undicesimo pareggi- l'occasione di riportarsi in van-
La classifica no da rimpiangere all'ora dei taggio (miracolosa la parata di
JUVENTUS* 49 FIORENTINA**28 conti: infine il colpo di testa di Buffon sulla botta di Almiron)
MILAN 47 PARMA* 28 Chiellini sulla punizione di Con- poi si è raggrinzita in area la- Felicità
LAZIO 42
te e la rete di Quagliarella in sciando il gioco nelle mani dei Antonio Conte
CATANIA** 27
contropiede hanno scacciato bianconeri. Nel primo tempo, salta
UDINESE 41 ATALANTA (-6) 27 l'incubo di arrivare al match invece, dopo il gol di Barrien- sul mucchio
NAPOLI 37 CHIEVO 27 con il Milan senza la giusta sere- tos i siciliani si sono schierati festante dei suoi
INTER 36 BOLOGNA** 25 nità, in attesa di vedere cosa ca- spesso in undici nelle propria giocatori: ieri la
ROMA 35 SIENA* 23 veranno i rossoneri dalla tra- metà campo, attenti ad inter- Juve è arrivata
PALERMO 31 LECCE 18 sferta di Cesena. cettare e ripartire con giocato- al 23˚risultato
CAGLIARI 30 CESENA* 16
Certo, anche nelle prestazio- rini svelti come Gomez e Izco: utile di fila
ni meno oliate la Juve impres- era il classico contropiede all'
GENOA 30 NOVARA 16
siona per il piglio, l'insistenza italiana effettuato però a dop-
*Una partita in meno; ** Duepartite in meno
dell'offensiva, la forza d'urto. Ie- pia velocità e con lunghe fasi

Il “parametro zero”
caso è maturato un gol tanto
magistrale quanto prezioso, ma
anche una traversa con un'altra
esecuzione da manuale. Se in oc-

che sta cambiando la storia


casione del gol aveva giocato
d'astuzia con un colpo ad effet-
to, nella ripresa dopo 4’ ha pizzi-
cato una traversa con una puni-
zione calciata da 25 metri che è

“E ora la partita-scudetto” scesa all'improvviso sfiorando il


gol. Due colpi d'autore imprezio-
siti dagli assist per Chiellini e
Quagliarella che hanno permes-
Pirlo pronto a sfidare i suoi ex: “L’emozione durerà poco” so di rimontare il Catania (un ta-
bù per la Juve, che non l'aveva

magie, come le due punizioni e po’ di emozione ci sarà - confessa Decisivo FORMATO DELUXE
l'assist che hanno permesso di - ma finirà presto. Perché la par- Andrea Pirlo, La sfida del regista: «Ibra
Personaggio vincere una partita dura per le
polemiche che l'avevano prece-
duta e in salita per il vantaggio a
tita è troppo importante per il
campionato. Ibra sarà in cam-
po? Non lo so. Ma a me piace
32 anni, non
segnava dal 2
ottobre 2010
gioca? Non lo so, ma
contro i forti c’è più gusto»
GIANLUCA ODDENINO
TORINO sorpresa del Catania. Prima la sempre giocare contro i più forti.
pennellata per il suo 1-1 sotto la C’è più gusto». mai superato a Torino in cam-
curva Sud, poi l'assist piazzato Il primo gol bianconero di Pir- pionato) e così rasserenare il cli-
per la capocciata vincente di lo ha permesso di sbloccare psi- ma dentro e fuori la squadra. I
iù che una scarica di Chiellini nella ripresa ed infine il cologicamente una Juve a secco teso e meritato per chi più di che ha trasformato l'ira di Par- gol sono arrivati, ha segnato an-

P adrenalina, è stata una


scarica di rabbia. An-
drea Pirlo non aveva digerito
passaggio al volo per lanciare
Quagliarella verso il 3-1. Uomo
ovunque, decisivo. Pirlo ha pre-
da oltre 200’. La pennellata al 22'
sarà stata favorita da una barrie-
ra mal posizionata, ma il miglior
ogni altro ha cambiato volto e
anima alla Juve. Da architetto e
artista di questa squadra rivolu-
ma in una prova da campione as-
soluto. Quasi volendo riprende-
re il fil rouge dei calci piazzati,
che un attaccante, e i turbamen-
ti arbitrali possono passare in
secondo piano. «Abbiamo ester-
quel rigore non fischiato mer- so per mano la Juve e l'ha ripor- «parametro zero» juventino di zionata, Pirlo ieri ha fatto sentire che sulla via Emilia non hanno nato dei sentimenti - ha spiega-
coledì a Parma, sul finale di tata in vetta alla classifica in atte- sempre ha studiato l'angolo giu- tutto il suo peso e la sua classe. portato bene a lui e alla sua Juve. to l'ad Beppe Marotta - con una
una partita ricca di polemiche sa di Cesena-Milan. Miglior bi- sto e dosato il colpo a giro. «Gol Non solo con la rete su punizio- Oltre al rigore non concesso, in- comunicazione trasparente fat-
e controverse decisioni arbitra- glietto da visita l'ex rossonero importante, eravamo sotto, ave- ne, la prima stagionale per la for- fatti, il bianconero aveva visto ta in un modo costruttivo e coe-
li, e così alla prima occasione non poteva tirare fuori per il suo vamo bisogno assoluto di ritrova- mazione di Conte, ma attraverso uscire di un soffio una sua puni- rente». Il resto l'ha fatto Pirlo,
utile ha parlato. Sul campo e ritorno a San Siro nella sfida scu- re i tre punti». Pirlo non segnava una serie impressionante di gio- zione dal limite al Tardini. trasformando la rabbia della Ju-
con quei piedi che dipingono detto di sabato prossimo. «Un dal 2 ottobre 2010. Un premio at- cate. Un Pirlo in formato deluxe Ieri il vento è girato e non a ve in punti d'oro.
NA T1 T2 PR CV CN NO VB AL AT VC BI AO

LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 39

Ciclismo: Laigueglia al nipote di Moser Oggi in Tv 17,00 Basket. Coppa Italia: Siena-Cantù
17,00 Calcio. Bordeaux-Lione
La7
Sportitalia
A 24 anni dall’ultimo successo di Francesco Moser, 9,00 Sci. Slalom speciale M. 1ª manche Rai Sport 1 17,30 Volley. Macerata-Trento Rai Sport 1
avvenuto nel maggio 1988 a Hamilton, in Canada, 11,00 Sci. Supercombinata F. Rai Sport 1 17,45 Tennis. Torneo Wta Eurosport
il nipote Moreno, 21 anni (Liquigas), si è imposto ieri 12,00 Sci. Slalom speciale M. 2ª manche Rai Sport 1 18,00 90’ Minuto Rai 2
nel 49˚Trofeo Laigueglia. Il giovane è figlio di Diego, 12,30 Calcio. Lecce-Siena Sky Sport 1 20,45 Calcio. Palermo-Lazio Sky Sport 1-Premium c.
altro ciclista di razza della famiglia che corre in bici 13,00 Combinata nordica. CdM Rai Sport 2 21,30 Pallanuoto. Catania-Camogli Rai Sport 1
dalla fine degli anni ‘60. Moreno, alla quarta corsa 14,00 Primo Stadio Rai Sport 1 21,30 Calcio. Barcellona-Valencia Sky Sport 3
tra i professionisti, ha staccato tutti a 3 km dall'arrivo. 14,45 Sci di fondo. Coppa del mondo F. Eurosport 22,35 La Domenica sportiva Rai 2

La Juve a raggi X Le pagelle


di MASSIMILIANO NEROZZI
TORINO rossoazzurre

3-5-2 4-3-3
BUFFON BUFFON

BONUCCI BARZAGLI BONUCCI

BARZAGLI CHIELLINI LICHTSTEINER CHIELLINI

PIRLO
GIACCHERINI MARCHISIO

PIRLO MARCHISIO GIACCHERINI


PADOIN DE CEGLIE

PEPE VUCINIC

BORRIELLO QUAGLIARELLA QUAGLIARELLA

il migliore
Così all’inizio
Senza Vidal (squalificato) e con
Così alla fine
In superiorità numerica grazie
i Kosicky 4,5
Pablo Barrientos
ATTACCANTE

l’altro assaltatore in riserva all’espulsione di Motta, Conte MASOCHISTA. Già una punizio-
(Marchisio), Conte blinda ancora rovista nell’arsenale, per poi ne centrale da Pirlo non è il
il centrocampo (a cinque). chiudere con l’assetto dei bei massimo, se poi edifichi la bar-
Sperimenta, invece, davanti: tempi (4-3-3) con Giaccherini riera nel posto sbagliato, di-
Borriello-Quagliarella è coppia mezz’ala, Quagliarella da punta venta pure peggio. Episodio di
inedita, al massimo 14 minuti di centrale e Pepe al rientro dopo autolesionismo anche sul rad-
convivenza contro il Siena. tredici giorni. doppio, quando esce prenden-
do solo aria.

Motta 4
Le pagelle bianconere FIABESCO. Il giocatore cambia
la maglia ma non il vizio: secon-
do evitabile giallo ieri, idem a
Buffon 7 Giaccherini 6 Cesena, un anno fa, in unifor-
FULMINEO. Inumani riflessi sul- MULTIRUOLO. Avvio faticoso, da me Juve. Non variano neppure
la sventola di Bergessio, da po- mezz’ala destra, con qualche er- gli insulti della curva. Risponde
chi metri. Si ripete, di piede, su rore. Meglio più avanti, quando con l’intercetto che innesca il
Almiron, salvando la baracca. Conte lo sposta a sinistra, il suo gol, ma alla fine gli saltano i ner-
piccolo mondo antico. vi. Due entratacce, e doccia an-
Barzagli 6 ticipata.
RAPIDO. Al pronti e via gli capita Pirlo 7,5
il piccoletto Gomez, ma si fa se- BERLINESE. Il terzo fratello Tavia- Legrottaglie 6
minare solo in un’occasione. ni. Gira un film per lui (punizione ECUMENICO. Per fede, calcistica
vincente), e scrive copioni ai colle- e cristiana, porta buon calcio
Bonucci 7 ghi: cross per la testa di Chiellini e ovunque si trovi.
RIGENERATO. Pilota la difesa a delizioso tocco al volo, di piatto,
tre con il piglio del veterano, e che spedisce in porta Quagliarel- Bellusci 6
riduce i rischi al minimo utiliz- la. Poco importa che ci sia la colla- AMMACCATO. Gli tocca il corpo
zando sempre l’anticipo. L’an- borazione del portiere nemico. a corpo con Borriello, e non
no scorso pareva il brutto ana- avendo una farfalla tatuata sul-
troccolo e l’ex gemello Ranoc- Marchisio 5,5 l’inguine, non è gradevole.
chia il nuovo Beckenbauer: for- TERRESTRE. Si sta rigenerando,
se conta pure ciò che ti capita perché gli inserimenti di inizio sta- Marchese 5
attorno. gione paiono fantascienza, ades- SEDENTARIO. Presidia l’ufficio
so. di terzino sinistro, e mai s’affac-
Chiellini 7 cia sul mondo.
DECISIVO. Secondo gol stagio- De Ceglie 6,5
nale, che leva le paure, come CROSSATORE. Dietro lascia passa- Izco 6,5

Il Milan paga l’eurotrionfo nel pareggio di Roma. Dietro,


solito bostik.

Padoin 5,5
re troppi spifferi, ma davanti si fa
sentire (dal 22’ st Vucinic 6: ok
gli slalom, ma la porta?).
INDIGESTO. Primo tempo da fa-
stidiosissimo sabotatore per la
manovra juventina, ma poi vie-
ne risucchiato indietro da Mon-

Boateng e Pato di nuovo fermi ADATTATO. Forse il complean-


no di Darwin, passato da meno
di una settimana, legittimava fi-
Borriello 6,5
SPONDA. Terza partita da titolare,
prima in campionato. Offre sem-
tella. Anticipo salvavita su Qua-
gliarella, a un passo dalla meta.

Lodi 5
ducia nell’evoluzione della spe- pre collaborazione ai compagni
tuisce: «Sapevamo di andare in- Ibrahimovic ancora squalifica- cie: ma nel ruolo di esterno de- (dal 32’ st Lichtsteiner sv). INEDITO. Con la Juve ha sempre
Allegri: «Recupero contro a questo, abbiamo forza- to e con Boateng realmente ac- stro di centrocampo, l’ex ata- sfornato partitoni, ieri non è
to i tempi di recupero. Spero so- ciaccato, forse Pato sarebbe lantino era quasi all’esordio Quagliarella 7 uscito di casa (dal 15’ st Spolli
forzato, ma calcolato» lo di averli tutti a disposizione servito. Per Cesena, invece, so- (dal 16’ st Pepe 5,5: cross stor- OSTINATO. A volte, ha l’insosteni- 5,5).
contro la Juve». no partiti Inzaghi, El Shaa-
No oggi a Cesena, Insomma, la goleada sull’Ar- rawy, Robinho e Maxi Lopez.
ti, prima che nell’esultanza per
il gol di Quagliarella gli spacchi-
bile egoismo del bomber, però
chiude con una gran traversa e Almiron 6
in dubbio per la Juve senal non ha avuto effetti sol-
tanto positivi. La scelta di schie-
Quest’ultimi due sembrano i
principali candidati a scendere
no il naso). un gol. Fattura, insomma. AVVELENATO. Da ex ha sempre
causato guai: un eurogol ai
rare Boateng dal 1’ alla fine è co- in campo con Emanuelson tre- tempi del Bari, ci riprova pure
LAURA BANDINELLI
MILANO
stata cara. Il report diffuso dal-
la società parla di un risenti-
quartista.
Allegri e la squadra hanno
L’allenatore qui. Cala alla distanza.

Il rischio era calcolato, adesso mento muscolare alla coscia si- fatto il pieno di autostima e en- Conte 7 Barrientos 6,5
si tratta di capire quanto incide- nistra, ma bisognerà ripetere tusiasmo ma adesso devono tor- FREDDO. La vigilia e l’avvio, più CARTOON. «El Pitu», il puffo, fa
rà sulle prossime due sfide: gli accertamenti per capire la nare con i piedi per terra. L’alle- glaciale del clima, avrebbero un gol da cartone animato, o
quella di oggi contro il Cesena e vera entità dell’infortunio. Di- natore rossonero, infatti, di- potuto mandare in tilt i circuiti: da fenomeno, poi scompare
soprattutto quella di sabato versa la situazione che riguar- chiara: «Dobbiamo avere le invece gestisce bene assetti e (dal 5’ st Biagianti 6)
contro la Juventus. Massimilia- da Pato. Nessun comunicato stesse motivazioni di quattro uomini.
no Allegri deve nuovamente ma solo «riposo precauziona- giorni fa. Come mi sento? Sono Bergessio 6
combattere con problemi che le». Il ragazzo, infatti, non si è arrabbiato perché è con questo OPPORTUNISTA. L’unico pallone
riguardano l’infermeria, stavol- ancora ripreso completamente atteggiamento che si vincono le giocabile va sulla traversa per
ta però mettendoci del suo: e, dopo qualche dolorino di partite». Come imposto dalla L’arbitro un gran riflesso di Buffon.
«Nesta ha un ginocchio che fa troppo, si è convinto a dare for- società, Allegri non ha replica-
delle bizze, Pato ha un affatica- fait. Allegri non ha fatto niente to a Conte e non ha polemizzato Brighi 6 Gomez 5
mento muscolare ed è inutile ri- per fargli cambiare idea, facen- contro i bianconeri: «Io ascolto GESTICOLANTE. Un po’ troppo sce- IMPASTATO. All’andata mise in
schiarlo a Cesena mentre Boa- dosi scudo con la teoria del sempre tutti, c’è sempre da im- nico, ma non fa errori, anche se nul- croce Grosso, Barzagli e Chiello
teng ha avuto una ricaduta sul- campo sintetico che non è sicu- parare. Ma non credo al condi- la era da microscopio. Dopo le po- sono altra roba (dal 26’ st Sey-
la stessa gamba», ecco l’impie- ramente terapeutico per chi ha zionamento degli arbitri per- lemiche, era sotto i riflettori, però. mour sv). [M. NER.]
toso bollettino. Allegri si costi- problemi muscolari. Senza ché sono professionisti seri».
NA T1 T2 PR CV CN NO VB AL AT VC BI AO R

40 Sport LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

Partite e arbitri della serie A.


24ª giornata - ore 15
Roma, Luis Enrique show
I All’Olimpico sbarca il Par- Cesena Milan
ma e Luis Enrique scuote la Ro- (3-5-2) (4-3-1-2)
ma. Il tecnico spagnolo ha vi- SKY CALCIO 1-PREMIUM CALCIO 1
sto una squadra distratta negli
allenamenti, un gruppo che 1 Antonioli Abbiati 32
non sembra aver imparato la 16 Comotto Abate 20
lezione di Siena così immedia- 2 Rodriguez Bonera 25
ta è arrivata la scossa. «Che 28 Benalouane ThiagoSilva 33
m’importa di pianificare il 77 Ceccarelli Mesbah 15
prossimo anno? Qua siamo tut-
7 Santana Nocerino 22
ti sotto esame, io compreso: al
14 Colucci Ambrosini 23
momento - così Luis Enrique -
18 Parolo Emanuelson 28
non confermo nessuno». Duris-
simo è stato il confronto, ieri, 33 Pudil Muntari 14
fra allenatore e giocatori: allo 10 Mutu MaxiLopez 21
spagnolo non è piaciuto l’at- 9 Iaquinta Robinho 70
teggiamento di Totti e soci du-
ARBITRO: VALERI
rante il lavoro di rifinitura svol-
to a Trigoria. ALL:ARRIGONI ALL:ALLEGRI

Genoa Chievo Lecce Siena


(4-4-2) (4-3-1-2) (3-5-2) ore 12.30 (4-4-2)
Massimo Moratti, 66 anni, è presidente dell’Inter dal 25 febbraio 1995 SKY CALCIO 4-PREMIUM CALCIO 3 SKY SPORT 1

1 Frey Sorrentino 54 81 Benassi Pegolo 25

Moratti, tutto da rifare


7 Rossi Sardo 20 30 Oddo Vitiello 2
13 Kaladze Andreolli 3 80 Carrozzieri Rossettini 13
5 Granqvist Cesar 12 13 Miglionico Terzi 19
27 Constant Dramé 93 7 Cuadrado Del Grosso 3
81 Sculli Bradley 6 18 Giacomazzi Giorgi 7

L’Inter non sta più in piedi


4 Veloso Rigoni 16 26 Blasi Vergassola 8
33 Kucka Hetemaj 56 8 Obodo Gazzi 14
11 Jankovic Cruzado 8 28 Brivio Brienza 23
8 Palacio Thereau 77 17 Di Michele Destro 22
9 Zè Eduardo Pellissier 31 24 Muriel Calaiò 11

Per ripartire non basta solo cambiare il tecnico, serve un progetto ARBITRO: GUIDA ARBITRO: RIZZOLI

ALL:MARINO ALL:DI CARLO ALL:COSMI ALL:SANNINO


Marco Branca all’ultimo degli a Josè Mourinho. Se avesse stata azzardata. La squadra,
osservatori, tutti in discussio- potuto, venerdì sera anche intanto, ha iniziato a prepa-
Novara Atalanta Palermo Lazio
Retroscena ne. La fotografia del mercato
dell’Inter è una serie di errori
a catena: giovani lasciati anda-
Moratti avrebbe invocato il rarsi per la sfida con il Marsi-
suo nome insieme ai tifosi. In- glia senza interrogarsi troppo
vece, Mou non esiste più. Il sul perché della crisi. Alcuni
(5-3-2) (4-4-1-1) (4-3-1-2) ore 20,45 (3-4-1-2)
LAURA BANDINELLI SKY CALCIO 3 - PREMIUM CALCIO 4 SKY SPORT 1 - PREMIUM CALCIO
MILANO re via troppo frettolosamente presente si chiama Claudio giocatori sono rimasti addirit-
(Balotelli e Destro), investi- Ranieri perché non esistono tura sorpresi dalla reazione 1 Ujkani Consigli 47 1 Viviano Marchetti 22
menti sbagliati (Forlan, Zara- alternative se non il duo case- del pubblico ritenendo ecces- 77 Rinaudo Raimondi 77 31 Pisano Zauri 78
te), soldi spesi male (Jonathan reccio Baresi-Fi- siva la contesta- 4 Lisuzzo Stendardo 2 3 Silvestre Ledesma 24
e Alvarez), cessioni mancate e go. Cacciare il PER I SENATORI zione. Sono gli 30 Centurioni Lucchini 3 2 Mantovani Dias 3
l castello interista non giocatori svalutati. I sì di Mo- mite Claudio La contestazione stessi che con i

I
28 Garcia Peluso 13 42 Balzaretti Gonzalez 15
sta più in piedi ma sta- ratti l’hanno imprigionato den- adesso signifi- loro atteggia-
volta non basta cambia- tro a un sistema che adesso gli cherebbe rico- dopo il Bologna menti in campo 3 Gemiti Schelotto 7 8 Migliaccio Matuzalem 11
25 Mascara Cigarini 21 23 Donati Candreva 87
re l’allenatore per vive- si ritorce contro. Cambiare minciare da ca- è stata esagerata e fuori continua-
22 Pesce Brighi 33 5 Barreto Garrido 14
re una nuova favola. l’allenatore alla fine è sempre po perdendo sol- no a pensare di
Adesso Massimo Moratti stata la cosa più facile. Chiede- di ed energie. A onor del vero meritarsi la riconoscenza 10 Rigoni Moralez 11 27 Ilicic Hernanes 8
guarda indietro e rimpiange re di ridiscutere un accordo nessuno in società ha mai pen- eterna del tecnico e della so- 27 Jeda Marilungo 89 19 Budan Alfaro 30
anche le scelte più traumati- commerciale a un amico di fa- sato a un ribaltone perché cietà senza mai mettersi in di- 29 Caracciolo Denis 9 10 Miccoli Klose 25
che, quando il fine ultimo di miglia, invece, è un’operazio- sembrava utopia ipotizzare scussione. Anche su questo ARBITRO: BANTI ARBITRO:DE MARCO
ogni sua mossa era circo- ne molto più complicata. Il fu- un nuovo tracollo contro il Bo- Moratti medita: quando sarà
scritto al risultato sul cam- turo però impone scelte dolo- logna. In assenza di un piano il momento dell’addio forse ALL:MONDONICO ALL:COLANTUONO ALL:MUTTI ALL:REJA
po. La politica rose. Per rico- B qualsiasi decisione sarebbe avrà il cuore più leggero.
conservatrice DIRIGENTI DA RIVEDERE struire servono
e a tratti immo- Da Branca al settore soldi che non Roma Parma Udinese Cagliari
bile del presi- possono più arri- (4-3-1-2) (3-5-2) (3-5-1-1) ore 20,45 (4-3-1-2)
dente alla fine osservatori: la fiducia vare dal portafo- SKY CALCIO 2 E PREMIUM CALCIO 2 SKY CALCIO 2
si è rivelata un si è esaurita glio del petrolie-
boomerang. re. Serve un nuo- 24 Stekelenburg Mirante 83 1 Handanovic Agazzi 1
Oggi Moratti si ritrova a me- vo stadio, serve una strategia 87 Rosi Ferrario 19 17 Benatia Pisano 14
ditare non su un nome ma su di marketing che possa porta- 4 Juan Lucarelli 6 5 Danilo Canini 21
un progetto che non esiste. Il re nuovi introiti, serve un rin- 5 Heinze Zaccardo 5 11 Dominizzi Astori 13
giocattolo si è rotto e non è novamento tecnico che non si 11 Taddei Valiani 80 8 Basta Agostini 31
solo un problema di fair play basi sui soliti nomi. 19 Gago Mariga 15 6 Fernandes Dessena 27
finanziario. Non c’è più una Rompere certi cordoni om- Al Barça 16 De Rossi Morrone 4 4 Pazienza Ekdal 20
squadra da cui ripartire, per- belicali per Moratti equivale a Pep
15 Pjanic Musacci 24 20 Asamoah Nainggolan 4
ché l’asse portante è logoro, tagliare i ponti con una vita. Guardiola, 41
non c’è più fiducia nel setto- Vuol dire salutare Branca per anni, allena il 10 Totti Modesto 23 27 Armero ThiagoRibeiro 19
re tecnico che non compren- far spazio a un uomo di peso club catalano 8 Lamela Giovinco 10 25 Torje Pinilla 51
de soltanto l’allenatore ma come lo era stato Allodi per dal 2008, 9 Osvaldo Floccari 11 83 FloroFlores Ibarbo 23
anche chi giornalmente deve suo padre. Vuol dire togliersi dopo
ARBITRO: PERUZZO ARBITRO: CELI
lavorare per trovare risorse dalla mente la parola Triplete un’esperienza
utili. Dal direttore tecnico che inevitabilmente rimanda con la Cantera ALL:LUIS ENRIQUE ALL:DONADONI ALL:GUIDOLIN ALL:BALLARDINI

Guardiola lancia segnali


“Il rinnovo? Serve tempo”
GIULIA ZONCA Non lo chiamano il filosofo idee per disegnare il futuro. to fosse meglio rifiatare un po’.
per nulla, Pep sa benissimo di L’Inter è l’esempio perfetto e Ecco, Guardiola ha fatto la sua
Guardiola ha chiesto tempo aver acceso una serie di inter- non è il solo club in cerca di un mossa, ora aspetta che intorno
o meglio ieri se lo è preso e ruttori. È al bivio: stare a vita o tocco magico. Il Chelsea sta a lui gli altri si schiariscano le
vista la sua posizione, assicu- quasi nel club che lo ha fatto di- più o meno nella stessa condi- idee. «Questione personale»,
rata da ogni tipo di vittoria, ventare il tecnico più desidera- zione ora che Villas Boas è fi- dice, ma visto che del Barcello-
nessuno è in grado di metter- to o tentare un’esperienza al- schiato in casa e poco rispetta- na conosce ogni dettaglio signi-
gli fretta. Non rinnova il con- trove. Senza cantera, senza to nello spogliatoio. Anche lì fica che gli mancano altre coor-
tratto con il Barcellona, Messi, senza l’asse blaugrana tanti giocatori logori che fanno dinate per prendere la decisio-
aspetta, medita, guarda l’ef- su cui ha costruito i trionfi. Un i capetti in campo e fuori e un ne. Se l’Inter è interessata (e Fa Cup, Chelsea al replay con il Birmingham
fetto che fa: «Non ho ancora rischio e una tentazione da va- sistema che non va. La diffe- preparata a un’offerta pesan-
chiaro come andrà, la socie- lutare proprio ora perché è renza è che Abramovich non te) è il momento buono. Guar- E anche a Londra lo stadio chiama Mou
tà è molto disponibile ma è questa la fase della stagione in ha mai smesso di investire diola medita. E per una strana I Anche a Stamford Bridge chiamano Mourinho. Stessi cori di San
una questione personale. De- cui chi ha fallito e deve rico- mentre Moratti, dopo i succes- coincidenza ha una sciarpa ne- Siro dopo che il Chelsea rimedia a fatica un pareggio (1-1) in Fa Cup
vo essere sicuro». struire mette insieme uomini e si dell’era Mourinho, ha pensa- razzurra al collo. con il Birmingham (2ª divisione). Per l’accesso ai quarti serve il replay.
.

NA T1 T2 PR CV CN NO VB AL AT VC BI AO

LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012 Sport 41

il caso
FRANCESCO MANASSERO
Dalla A alla tribuna col Toro In breve
Calcio, Viareggio Cup
Finale Juve-Roma

Ma quando gioca Pasquato?


TORINO
I La Juventus batte 1-0 il
Parma e domani sfiderà in fi-
nale la Roma (6-4 ai rigori
l Toro non l’ha ancora vi- sulla Fiorentina).

I sto ma lui ha già prolun-


gato fino al 2017 il con-
tratto con la Juve, firma
che non ha colto di sor-
presa il club di Cairo. «Sapeva-
mo tutto, non cambia niente».
Ventidue giorni dopo il suo ar-
In prestito
Cristian
Pasquato, 22
anni,
è arrivato
al Toro
I
Volley, finale di C. Italia
È Macerata-Trento
Coppa Italia a Roma:
Macerata-Modena 3-1, Tren-
to-Belluno 3-0. Oggi (ore
17,30, Rai Sport 1) la finale: la
rivo in granata che ha infranto dal Lecce a vincente in Champions.
la cortina di ferro tra le due so- gennaio, ma è
cietà di Torino che durava dai di proprietà
tempi di Bruno, Cristian Pa- della Juventus
Fioretto a La Coruña
squato è ancora un oggetto mi- Trionfa Cassarà
sterioso: due convocazioni e I Cassarà centra a La Co-
altrettante tribune un po’ stri- ruña il 21˚ successo in Coppa
dono per chi fino a poco tem- del mondo eguagliando San-
po fa giocava in serie A nel
Lecce. Ventura finora l’ha uti-
lizzato solo negli allenamenti
12
Partite in A
zo. Terzo Aspromonte.

Atletica a Birmingham
e tra i rincalzi, ma la Sampdo-
ria può essere l’occasione giu- Pasquato
Liu razzo, Cusma 2ª
sta per vederlo per la prima debuttò in A I Cusma 2ª negli 800 indo-
volta all’opera. «Non è facile nella Juve l’11 or a Birmingham: 2’01”99.
inserirsi negli schemi dell’alle- maggio 2008 Grande Liu Xiang nei 60 hs:
natore, sta migliorando e pre- Poi, altri 11 vince in 7”41 (record cinese)
sto lo avremo in campo», assi- gettoni col davanti a Robles (7”50).
cura Petrachi. Lecce in questa
Tra i nove attaccanti che stagione Slittino a Sigulda
domani sera si contendono Zoeggeler secondo
quattro maglie – questa volta to in tribuna con Verdi. Un’al- trebbe essere superato il re-
Zoeggeler 2˚ in Coppa
il modulo 4-2-4 è avvantaggia- tra esclusione comincerebbe a
to sul 4-3-3 – può rientrare an- fare rumore e sarebbe difficile
cord stagionale di 18.247 spetta-
tori: finora sono stati venduti
Bwin: in testa vince solo il Verona I
del mondo in Lettonia, battu-
to dal tedesco Loch che ha
che Pasquato, che ha supera- da spiegare ad un ragazzo volu-
to il disorientamento iniziale e to a tutti i costi, tornato a Tori-
7800 biglietti, da aggiungere ai
7904 abbonati.
Sassuolo e Pescara pareggiano dominato la stagione.
comincia a sintonizzarsi sulle no con l’entusiasmo (anche) di L’ingresso di Pasquato in I In attesa di Toro-Samp e
frequenze della nuova casa. chi vuol far vedere all’altra par- panchina potrebbe mandare in dei primi recuperi, frenata gene- La classifica Pallanuoto, Holiday Cup
«Ventura mi te, che a fine ago- tribuna Surraco o addirittura rale nelle zone alte della Bwin.
SASSUOLO* 54 GROSSETO 37
Bene il Setterosa
piace e mi tiene DOMANI LA SAMP sto lo scartò, le un senatore: Sgrigna? «Pa- Vince solo il Verona, che così VERONA 54 JUVESTABIA*(-4)36 I Seconda vittoria per il
in considerazio- Prolunga fino al 2017 proprie qualità. squato è un ottimo giocatore, raggiunge in vetta il Sassuolo. I TORINO** 53 LIVORNO 30 Setterosa in Holiday Cup:
ne, ho una vo- «Deve solo dimo- che tra l’altro tira molto bene risultati della 28ª: Albinoleffe- PESCARA** 52 VICENZA* 29 7-6 sul Canada. Oggi i sorteg-
glia matta di im- con la Juve e (forse) strare che è bra- le punizioni – così Marco Fer- Pescara 1-1; Ascoli-Grosseto PADOVA* 46 CROTONE(-1) 28 gi del Trofeo di Trieste che
parare, sono trova la prima panchina vo: lui in B può rante – ma Ventura ne ha tanti 0-2; Brescia-Modena 0-0; Juve VARESE 45 MODENA*** 25 qualifica alle Olimpiadi.
contento», la spostare gli equi- di bravi davanti: dovrà fare del- Stabia-Reggina 2-1; Livorno-Ba- REGGINA* 39 EMPOLI* 24
confidenza del giocatore agli libri. Se lo farà, potrà restare in le scelte, sfruttare tutte le qua- ri 1-2; Nocerina-Cittadella 0-1; BARI (-2) 39 ALBINOLEFFE* 24
BRESCIA* 39 GUBBIO* 23
Hockey, verso Londra
amici. L’attaccante contro la granata», lo spot del suo entou- lità che una rosa così ampia gli Padova-Empoli 1-1; Sassuolo-
Samp spera di andare almeno rage. Che assicura. «Nessun ef- concede». Decisioni necessa- Varese 0-0; Verona-Gubbio 1-0; SAMPDORIA** 37 ASCOLI*(-7) 22 Azzurre in corsa
CITTADELLA 37 NOCERINA 18 Qualificazione olimpica
in panchina, dopo l’illusione fetto Olimpico, Cristian non ve- rie ma anche antipatiche, vista Vicenza-Crotone 1-1. Domani I
contro la Nocerina: inserito de l’ora di confrontarsi con i l’abbondanza di esterni d’at- ore 20,45: Torino-Sampdoria. Ogni * = una partita in meno a Nuova Delhi: Italia-Canada
nella lista dei diciotto e poi fini- nuovi tifosi». E domani sera po- tacco e di punte. 2-2. Oggi la Polonia.

“Felice di essere nel basket


in campionato, non vince
dal 1996. Nell’attesa di rin-
verdire gli allori, da grande
imprenditore non pensa che

Anche se la mia Milano


il nostro basket in generale
debba imparare a proporsi
meglio al grande pubblico?
«Eccome, c’è davvero tanta
strada da fare. Bisognerebbe

non fa il salto di qualità” curare molto di più il marke-


ting e imparare dalla Nba,
dove sanno creare storie,
personaggi, suggestioni. Se
Coppa Italia, Armani ko con Siena in semifinale Danilo Gallinari e altri due
italiani giocano laggiù signifi-
Il patron: “Mai pentito, solo momenti di stizza” ca che il nostro basket non è
poi così male».
Che fare dunque?
«Divulgarlo, sostenerlo, esal-

Intervista 77Anni
8
Stagioni
tarlo, perché questo è uno
sport meraviglioso. I cestisti
come atleti non hanno nulla da
invidiare ai calciatori, anzi. E

,, GIORGIO VIBERTI
TORINO

on un Andersen così è
Giorgio Armani,
nato l’11 luglio
1934, è uno
degli stilisti più
famosi del
mondo

Più amareggiato per la scon-


fitta o soddisfatto perché la
squadra è stata in partita fi-
tura?
Da sponsor: il
marchio
compare sulle
maglie
di Milano
dal 2004

«No, mai. Lo giuro. Ma ammet-


to di aver avuto qualche mo-
mento diciamo... di stizza».
MOVIMENTO IN CRISI
«Bisognerebbe curare
di più il marketing: c’è
molta strada da fare»
lo dico da figlio di un calciato-
re. Eppure il mondo del pallo-
ne resta su un altro pianeta».

C
no alla sirena finale? E il PalaOlimpico di Torino,
una Montepaschi da fa- «Mi creda, i miei giocatori sta- Per un motivo in particola- tanto per fare un esempio, è
vola. La semifinale più volta mi sono davvero piaciuti. re? il più bell’impianto d’Italia
attesa della Final Eight di Cop- E molto». «Sono certo che quelli del- ma non ha una squadra di
pa Italia è andata per soli 2 Lei quest’anno ha investito l’Olimpia sono ottimi giocato- Stonerook (Siena), a canestro nella semifinale contro Milano basket che lo riempia.
punti (67-65) ai campioni in ca- ancora di più nel basket, a ri, né si può certo mettere in di- «Che peccato, perché questo
rica di Siena, ma Milano a 53" partire dalla panchina affida- scussione l’allenatore. Eppu- palasport è davvero meravi-
dalla fine era in parità (62-62) e
si è arresa solo in volata.
ta a Sergio Scariolo, uno dei re...». A Torino, Montepaschi vince 67-65 glioso».
big fra gli allenatori europei. Eppure? Ci vorrebbe un Armani tori-
Presidente Giorgio Arma- Eppure l’Olimpia pare sem- «Siamo sempre lì con le squa-
dre migliori del campionato,
Oggi in finale contro Cantù (La7, alle 17) nese...
«Mah (sorride, ndr). Prima
ni, lei era a Torino già gio- pre in divenire, una squadra
vedì, per i quarti contro Bo- incompiuta. ma per adesso non riusciamo a I Siena e Cantù si conten- Fotsis 15, Hairston 13, Rocca serve una buona squadra».
logna, ed è tornato per la «È vero, manca ancora qualco- fare un vero salto di qualità». deranno oggi alle 17 (La7) la 11). Quindi la Bennet Cantù Come la Milano vista in que-
semifinale contro Siena: sa, anche se le mie sensazioni Il motivo? Coppa Italia. Ieri in semifinale ha respinto la Scavolini Pesaro sta Coppa Italia?
semplice passione o il ten- continuano a essere buone. In- «Non sono un tecnico, ma cre- (di fronte a 6750 spettatori), 71-64 (Shermadini 18, Marko- «Certo. Per una volta sono
tativo di dare con la sua somma, sono ottimista. E anco- do che ci serva solo un po’ di Milano contro Siena ha recu- ishvili 15, Micov 9; Jones 20, molto contento anche se abbia-
presenza una scossa alla ra di più dopo questa sfida per- tempo ancora. Aspettiamo a perato da -18, messo anche la Hackett 14, Hichman 9). Si ri- mo perso. Altro che amarezza,
squadra? sa contro Siena». criticare. In fondo molti dei no- testa avanti ma si è arresa nel pete la finale del 2011: un an- abbiamo giocato alla pari con i
«Direi soprattutto amore per Sia sincero: non si è mai pen- stri giocatori sono soltanto dei rush finale: 67-65 (Andersen no fa vinse 79-72 Siena, cam- dominatori da anni in Italia.
questo sport, ma forse anche tito negli ultimi anni di esser- ragazzi». 25, McCalebb 16, Lavrinovic 9; pione in carica da tre edizioni. Potrebbe essere iniziata qui la
le due cose che ha detto lei». si imbarcato in questa avven- Milano, in Coppa Italia come svolta della nostra stagione».
.

NA T1 T2 PR CV CN NO VB AL AT VC BI AO

42 LA STAMPA
DOMENICA 19 FEBBRAIO 2012

39% 40
DI CRESCITA PER L’UTILE MICHELIN ANNI DI TRAZIONE INTEGRALE SUBARU
I numeri I La Casa francese (che da maggio avrà I Subaru celebra 40 anni di trazione 4x4. Dal
della Jean-Dominique Senard al vertice) registra nel 1972 la Casa giapponese ha prodotto nel mondo
2011 un utile netto in crescita del 39% (a 1,46 11.782.812 vetture AWD: perfetto bilanciamento
settimana miliardi) su ricavi in rialzo del 15% (20,7 miliardi) dei pesi nell’abbinamento con i motori Boxer

PIERO BIANCO MOTORI SEMPRE PIÙ COMPATTI E LEGGERI: L’EVOLUZIONE TECNOLOGICA SOLLECITA LA COMPETIZIONE FRA I COSTRUTTORI
INVIATO A BARCELLONA
Due o tre cilindri? Il downsi-
zing dei motori, sempre più ri-
dotti nelle dimensioni, leggeri,
ecologici e prestazionali, ha av-
viato una competizione tecno-
logica sulla «formula» ideale.
La sfida solitaria del Gruppo
Fiat con il suo rivoluzionario
TwinAir eletto «International
Engine of The Year 2011» si
contrappone alla scelta degli
altri costruttori (Ford, Hyun-
dai-Kia, Psa, Toyota, Volkswa-
gen) che hanno sposato in Aspirate e sovralimentate
massa propulsori a tre cilindri A sinistra la Ford Focus, sopra
per la gamma delle citycar e la Vw Up! GT: il 3 cilindri turbo
delle medio-compatte. Men- sviluppa 110 Cv. Sotto la Toyota
tre il Lingotto ha fatto esordi- Yaris: 69 Cv e 4,8 litri per 100 km
re il bicilindrico turbo di 875
cc e 85 Cv sulla 500, trapian-
tandolo poi su Ypsilon, nuova
Panda e Punto 2012, in attesa
di MiTo e 500L. Un gioiello
della Powertrain Technolo-
gies, con consumi contenuti
ed emissioni di Co2 sotto i 100
grammi per km. La famiglia

Vibrazioni minime
e prestazioni eccellenti
grazie al turbo: 125 Cv

3
con consumi ridotti

cilindri
TwinAir è destinata ad am-
pliarsi ulteriormente e preve-
de potenze comprese tra i 65 e
i 105 Cv. La versione più recen-
te (145 Nm di coppia) riduce
percettibilmente le vibrazioni,
che rappresentano il maggior
problema tecnico da risolvere
in un bicilindrico, introducen-
do un nuovo volano bi-massa e
cambio a 6 rapporti.
Ma la «formula tre» domi-
È l’alternativa al bicilindrico Fiat TwinAir
na indubbiamente la scena a li-
vello globale, sebbene siano
cambiati i tempi da quando
Sulla Ford Focus un brillante 1.0 EcoBoost
nel 1982 Alejandro De Tomaso
adottò il 3 cilindri della Daihat- no la variante turbo (110 Cv) del- ga potenza e consumi ridotti of- prossima Fiesta. Il più potente di serie e il cambio a 6 marce turbocompressore. E il caratte-
su Charade sulla sua Innocen- la GT e quella a metano da 68 fre il tre cilindri Toyota (ideale (5,1 litri per 100 km di consumo (per l’alternativa a gasolio 1.6 ristico «ronzio» del 3 cilindri si
ti Mini. «Basta togliere un ci- Cv (3,2 litri e 86 g/km di Co2, 79 per per Aygo, iQ, Yaris). medio dichiarato) è destinato TDCI da 115 Cv servono 1.500 avverte raramente, soltanto ti-
lindro e si consuma meno», per la BlueMotion). Tre cilindri La sfida più recente, e tecno- da marzo alla gamma italiana di euro in più). rando al massimo le marce, co-
spiegò. Lapalissiano, e anche VTi evoluti da 1 e 1.2 litri (68 e 82 logicamente intrigante, è targa- Il primo test riserva sorpre- munque non è mai fastidioso. Il
un po’ semplicistico. Oggi è Cv) anche per la prossime gene- ta Ford. Sulla Focus arriva l’evo- Stessa «formula tre» se interessanti. Non tanto nelle lavoro di bilanciamento ha fatto
l’elettronica a gestire i rispar- razioni di compatte Peugeot-Ci- lutissimo EcoBoost 1.0 tre cilin-