Sei sulla pagina 1di 2

Radwandern_Ital 02.08.

2007 10:04 Uhr Seite 1

1 C u l t u r a e d i ve r t i m e n t o 2 In bicicletta per un bagno ed un picnic 3 Il centro storico in bicicletta 4 Itinerario dei castelli 5 Grande itinerario culturale

Un itinerario per chi vuole combinare il divertimento con la Un itinerario per chi è alla ricerca di un posto tranquillo per fare il Dato che la seconda metà di questo itinerario conduce attraverso il cen- Consigliamo questo itinerario Facciamo notare che questo itinerario è caratterizzato da alcuni tratti
cultura e sa apprezzare la mobilità della bicicletta. bagno ed un picnic. tro storico di Klagenfurt – dove in alcuni punti è perferibile proseguire per la straordinaria bellezza del piuttosto ripidi, per cui di tanto in tanto sarà necessario scendere dalla
a piedi senza bicicletta _ consigliamo di portare appresso l’opuscolo paesaggio e le tappe culturali. Il bicicletta e spingerla. Ciò nonostante non è il caso di scoraggiarsi,
1 Partendo dall’Elisabethsteg si L’itinerario parte dall’Elisabeth- “Altstadtwandern“ (Itinerari attraverso il centro storico). Nella pre- titolo “Itinerario dei castelli“ va perchè anche dal punto di vista del paesaggio questa è un’escursione
attraversa la Martin-Luther- steg e passa per la pista ciclabile parazione di questo itinerario abbiamo comunque cercato di prendere considerato come titolo intro- che vale veramente la pena di fare.
Platz con la chiesa evangelica di preferita, lungo il Lendkanal, in considerazione soprattutto le piste ciclabili. duttivo, perché l’itinerario pre-
S. Giovanni (construita tra il 1864 e costeggia il planetario, il vede anche la visita di alcune Partendo dall’Elisabethsteg ci si immette lungo il percorso Lerchenfeld-
il 1866) e la Lerchenfeldstraße/ Reptilienzoo, il Minimundus e Partendo dall’Elisabethsteg si possono visitare come nell’itinerario n° 1, straße/Aichelburg-Labia-Straße/Oberlerchergasse/Jahnstraße/Guten-
Henselstraße, per giungere ad una chiese e soste presso i castelli.
l’Europapark. Si prosegue lungo il dalla tappa n° 1 alla n° 3, la chiesa di S. Giovanni, la chiesa Kreuzbergl- bergstraße, si attraversa l’area dell’ospedale regionale e si raggiunge la
delle tappe più importanti kirche, il museo dell’industria mineraria, l’osservatorio astronomico pista ciclabile lungo il fiume Glan. Qui si gira a destra e dopo il primo sotto-
dell’itinerario: Lendkanal fino al Lorettoweg. Dopo Partendo dall’Elisabethsteg si pro-
l’areal del campeggio si attraversa il popolare e la chiesa di S. Martino con la sagrestia. segue lungo la Tarviser Straße, a de- passaggio si gira a sinistra nella Feschnigstraße.
ponte e dopo circa 100 m si im- stra del Minimundus e dell’Euro-
2 Giardino Botanico: uno bocca a sinistra lo Schilfweg. Da qui
Dopo aver attraversato il sottopassaggio della Villacher Straße, si prose- papark fino alla spiaggia Metnitz- 27 Dopo circa 700 m si gira nuovamente a sinistra e si arriva alla Spital-
stupendo giardino dedicato gue per la via Lorettoweg fino al ponte sul Lendkanal (spiaggia Metnitz- strand. Arrivati alla spiaggia Friedl- bergweg, dove, dopo altri 850 m circa, si può visitare la grotta
si prosegue fino alla Wörthersee- strand). Da questo ponte si raggiunge la Wilsonstraße, poi si prosegue verso di Lourdes, che resta sulla sinistra.
alla flora alpina della Carinzia e strand si prosegue fino al primo sot-
dei paesi meridionali confinanti, Süduferstraße. Attraversando questa la Schilfweg e dopo aver attraversato la Wörthersee-Süduferstraße ci si topassaggio ferroviario, dal quale si 20. Castello Hallegg
alle piante acquatiche e palustri strada bisogna fare attenzione ad im- dirige verso la Schleusenweg, che costeggia direttamente il punto bisogna raggiunge la Villacher Straße. Qui A questo punto si ritorna indietro per un breve tratto lungo la Spitalberg-
nonché alle piante tutelate della boccare la via Schleusenweg, che immettersi nella Schleusenweg, (Attenzione! A questo punto in cui bisogna si gira a sinistra e dopo 800 m circa weg verso la Raupenhofstraße e si prosegue verso la pista ciclabile accanto
regione. costeggia il fiume Glanfurt, e a non immettersi nella Schleusenweg, che costeggia direttamente il fiume Glan- si gira a destra nella Jerolitsch- alla St. Veiter Straße fino alla Flughafenstraße. Si costeggia l’edificio della
1. Chiesa di S. Giovanni immettersi nella Schilfweg. furt, e non proseguire per la Schilfweg!). Allo sbocco del ruscello straße. Dopo altri 500 m, passando dogana dell’aeroporto, si attraversa la Josef-Sablatnig-Straße e ci si
Lendkanal Rekabach si attraversa il Glanfurt per arrivare direttamente a Viktring. Qui sotto la nuova autostrada, si giunge alla Hallegger Straße. Lungo questa immette direttamente nella St. Georgener Straße verso St. Georgen am
Museo dell’industria mineraria la pista ciclabile passa sotto la Keutschacher Straße. Subito dopo il strada si costeggiano i laghetti Halleger Teichen per arrivare al Sandhof, dove sorge una chiesa parrocchiale baroccheggiante del tardo
(ingresso all’interno del Giardino Botanico): in una galleria di 500 m sottopassaggio si gira a destra, e dopo 150 m ci si immette a sinistra nella gotico, con un ossario del primo gotico sul lato sud. A sinistra della chiesa
sono esposti minerali e circa 10.000 macchinari ed utensili dell’industria Ignaz-Treffer-Gasse. parrocchiale parte una strada che conduce al
mineraria. 8 Da qui ha inizio la lunga pista ciclabile lungo il fiume Glanfurt 20 Castello Hallegg: citato per la prima volta in un documento nel 1198
(Sattnitz), che offre varie possibilità di fare soste per fare un bagno o come feudo principesco. Nel sec. XVI la fortezza venne trasformata in
un picnic. Ad un certo punto sull’Auenweg si giunge ad una sbarra che un castello rinascimentale con due bellissimi cortili interni. Il primo 28 Castello di St. Georgen am Sandhof, del sec. XVI, a pianta
Chiesa Kreuzberglkirche (Chiesa del Monte Calvario): sec. XVIII, impedisce il passaggio alle automobili. Dopo questa sbarra si gira a destra e, 14 La Stift-Viktring-Straße e la presenta tre piani di portici, il secondo è un cortile pentagonale ad arcate,
rettangolare con una loggia aperta ad arcate. Il castello subì varie
attraversando un ponte, si giunge al Koschatpromenade circondano trasformazioni nel corso dei sec. XVII e XIX. Graziosa cappella di S.
stazioni della via crucis a due file. l’abbazia di Viktring: fondata nel decorato con graffiti. In estate si trasforma in pensione per turisti. I cortili Elisabetta, eretta nel 1584 da Hans Hauss e rifatta nel 1652 dal
1142 come monastero cistercense interni sono accessibili. commendatore dell’Ordine teutonico Andreas von Staudach. Degno di nota
3 Osservatorio astronomico 9 Kalmusbad: si prosegue lungo un sentiero attraverso il bosco e poi si con ricchi possedimenti, doveva l’altare, realizzato tra il 1652 ed il 1681. Da St. Georgen si prosegue
popolare: dalla chiesa Kreuz- gira a sinistra nella Badstraße per giungere alla Zwanzigerbergstraße.
berglkirche una via pedonale
assicurare il passaggio attraverso il 21 Lungo una serpentina si scende verso Tultschnig. Qui è possibile attraversando Drasendorf, Nessendorf e Judendorf, per giungere a Maria
Prima di arrivarvi è possibile visitare la Loiblpaß. Abbandonata nel 1786, visitare la chiesa parrocchiale fondata nel sec. X da Maria Saal. La Saal (circa 6,5 km).
(500 m circa) sale verso l’osser- chiesa originariamente carolingia, un antichissimo battistero, venne
nel 1788 venne venduta a fabbri-
vatorio astronomico popolare con trasformata in una chiesa romanica. Nel sec. XVI vi venne aggiunto un
belvedere (da cui si gode un 10 Cascata di Ebental. Sulla
canti di stoffa. Dal 1977 l’abbazia
presbiterio; la trasformazione barocca risale al sec. XVIII. 29 Chiesa parrocchiale e san-
Zwanzigerbergstraße, in ospita una scuola. tuario di Mariä Himmel-
bellissimo panorama su fahrt. La chiesa attuale si presenta
Klagenfurt). direzione della Ebentaler Straße,
a sinistra in un parco si scorge il 22 Da Tultschnig si scorgo il castello Seltenheim: il nome “Saldenheim“ come un imponente edificio in stile
Chiesa abbaziale: basilica romanica venne citato per la prima volta nel 1193 e significa “boschetto della tardo gotico.
a pilastri con vetrate gotiche dipin- felicità“. L’antica fortezza venne distrutta dall’imperatore Federico III.
Proseguendo lungo la Kinkstraße e
11 Castello Ebental (costruito te, risalenti al 1400, fra le più Nel sec. XV al suo posto venne eretto un castello. Proprietà privata. 30 Alle periferia del borgo si può
la Josefinumstraße si giunge alla nel 1566). Proprietà privata. famose della Carinzia; altare Vietato l’accesso! visitare la Pestkreuz, una
14. Abbazia di Viktring
chiesa di S. Martino (dal 1616 Vietato l’accesso! maggiore del sec. XVII ornato da cappellina gotica con affreschi del
chiesa parrocchiale) con la sagrestia figure e numerose tombe con stemmi. Nel corso del restauro della chiesa 1523.
che risale al XVII secolo. Si 23 A sud del castello Seltenheim, su una collina, sorge la chiesa filiale di
abbaziale nel 1992, sono venuti alla luce affreschi sul soffitto della S. Andrea in stile gotico. Il suo nucleo è romanico, ma venne coperto
continua poi lungo la Rankengasse/ 12 A destra si può visitare la capella di S. Bernardo. più tardi con lastre di pietra. 31 Non lontano dalla Pestkreuz
Heinzelgasse, si attraversa un ponte chiesa Ebentaler Kirche vale la pena di visitare anche il
2. Chiesa Kreuzberglkirche
per pedoni e biciclette sopra la (Maria-Hilf-Kirche; citata per la K ä rn t n e r F re i l i c h t m u s e u m
prima volta in un documento del 38 Attraverso la Seltenheimer Straße si prosegue per Lendorf, dove è
ferrovia e l’autostrada per giungere alla pista ciclabile più frequentata, la
1265). 15 Dalla Schulstraße si gira a sinistra nella Rotschitzenstraße e subito possibile visitare la chiesa filiale di S. Giacomo il Vecchio (antica
(museo all’aperto): vi sono raccolte
Tarviser Straße. Qui si gira a destra e si prosegue sempre dritto. dopo a destra nella Donauschwabenweg, per proseguire lungo la tipiche fattorie antiche delle diverse
11. Castello Ebental chiesa romanica del sec. XII con coro e campanile).
Kerbach/Steiner Weg verso la chiesa di San Floriano Stein-Viktring. Si 28. Castello di St. Georgen am Sandhof zone della regione.
continua lungo la Keutschacher Straße fino alla Waidmannsdorfer Straße
4 Ancora pedalate e si raggiunge il centro sportivo e ricreativo.
Percorrendo la Ebentaler Straße e la Klimanngasse si raggiunge la pista
(dopo aver attraversato il Glanfurt, la pista ciclabile prosegue fino 24 Seguendo il percorso Feld-
Centro turistico: minigolf, birilli, badminton, noleggio biciclette, bar. ciclabile lungo il fiume Glan; attraversando il Fischlpark si arriva
all’incrocio con la Maximilianstraße), da cui si giunge fino alla ferrovia. kirchner Straße/ Mageregger 32 Da Maria Saal si prosegue verso nord, e dopo circa 1,5 km si arriva
Poco prima ci si immette nella Bahnstraße. Si percorre questa fino alla Straße si giunge al castello Mager- a Arndorf, dove a destra è possibile visitare la chiesa filiale tardo-
Nel periodo estivo orario continuato. all’insediamento denominato Fischlsiedlung. Sulla Fischlstraße si St. Ruprechter Straße, proseguendo in direzione del centro cittadino. egg: (construito nel 1590) si notano gotica di S. Leonardo (del ‘500).
gira a destra e nei pressi della Leutschacherstraße si raggiunge ancora i resti dell’antico muro di
Si attraversa il Viktringer Ring e quindi si svolta nella Karfreitstraße.
Minimundus: il “mondo in miniatura“ in riva al Wörther See con oltre 100 nuovamente il fiume Glan, che si attraversa su un ponticello di legno. cinta e del fossato. Dal 1967 Ma- 33 Ad Arndorf si gira a sinistra e
modelli in scala di celebri monumenti di tutto il mondo. Cambio valuta, geregg è di proprietà dell’associa- si arriva direttamente al “Seg-
ufficio informazioni. zione dei cacciatori carinziani. Il ca- gio Ducale“, un doppio trono, eretto
13 Circa 400 m dopo il sottopassaggio Völkermarkter Straße, sulla piazza
stello ospita un locale pubblico. Nel con pietre romane ed elementi pre-
Victor-Welzer-Platz si scorge il castello Welzenegg che venne costru- 16 + 17 Piazza Duomo (Duomo
ito nel 1515 da Victor Welzer von Eberstein e che originariamente doveva e museo diocesano) e si parco è stato sistemato un recinto romanici. Qui i duchi di Carinzia,
essere circondato d’acqua. giunge alla “piazza nuova“: drago, per animali. appena incoronati, prestavano giu-
municipio, statua di Maria ramento.
Teresa (edifici storici).
A questo punto si prosegue per 34 Da qui si prosegue attraverso
circa 2,5 km lungo la riva destra del Importante! Se fino a questo punto 25 A questo punto si prosegue Kading verso Möderndorf.
non vi siete ancora procurati lungo la Mageregger Straße, si Chiesa filiale dei Santi Giacomo
Glan fino all’area dell’ospedale attraversa il fiume Glan e, passata la 24. Castello Mageregg
r eg i o n a l e , c h e s i r a g g i u n g e l’opuscolo “Altstadtwandern“ e Anna: piccolo edificio del sec.
(Itinerari attraverso il centro via Druckerweg, si arriva al castello Ehrenhausen. Questo castello ai piedi XII, rifatto nel sec. XVI.
attraversando il secondo ponte sul del monte Spitalberg venne citato per la prima volta in un documento nel
Glan ed il sottopassaggio della St. storico), consigliamo di ritirarlo
presso l’ufficio informazioni 1588 e trasformato nel sec. XVII. Proprietà privata. Vietato l’accesso! 35 Si prosegue in salita per 33. Seggio ducale
Veiter Straße. All’altezza della Percorrendo la Feschnigstraße e la Mantschehofgasse si raggiunge la pista 850 m fino alla biforcazione
dell’autorità municipale nella
Gutenbergstraße si lascia alle spalle “piazza nuova“. ciclabile lungo il fiume Glan. Chi è ancora in forze può proseguire verso Karnburg/Hörzendorf. A destra,
l’ospedale e percorrendo le vie il castello Falkenberg, che si raggiunge attraverso la Feldkirchner Straße, spingendo la bicicletta, dopo 2 km si raggiunge il castello Tanzenberg,
Jahnstraße/Oberlercherstraße/ da percorrere per 300 m per girare a sinistra nella Trettnigstraße e poi, uno degli edifici del Rinascimento più importanti dell’Austria. Imponente
Aichelburg-Labia Straße/Lerchen- 900 m più avanti, all’altezza di Winklern, nella Falkenbergstraße, che castello a tre piani (costruito nel sec. XIII). Dal 1953 è di proprietà
16. + 17. Duomo conduce direttamente al castello.
feldstraße e la Tarviser Straße si dell’ordinariato episcopale di Gurk.
18 Attraversando la Wiesbadener
4. Minimundus ritorna all’Elisabethsteg. Straße e proseguendo per la Landhausgasse si giunge al Palazzo del
governo regionale (sala degli stemmi). A destra si scorge la zona pedonale 36 Tornando indietro si arriva a Pörtschach am Berg. Chiesa
Planetario: proiezioni della volta celeste nel corso della giornata. 13. Castello Welzenegg
attorno alla “piazza vecchia“. Casa all’Oca d’oro, Palazzo Goëss, colonna 26 C a s t e l l o F a l k e n b e r g : parrocchiale di S. Lamberto: fondata nel sec. X da Otto v. Kärnten;
della peste, antico municipio. Attraverso il passaggio “piazza Originariamente questo parrocchia dal 1799. Chiesa romanica con coro e campanile, antica chiesa
Reptilienzoo Happ: Rettili ed insetti provenienti da tutto il mondo, vecchia“/Pfarrplatz si arriva alla chiesa parrocchiale Stadtpfarrkirche. castello era un feudo contadino del fortificata.
acquario con pesci d’acqua dolce, zona riservata al contatto diretto con gli Per chi dovesse aver voglia di sec. XVI. La forma attuale risale al
animali, recinti all’aperto. aggiungere una piccola serie di sec. XVII. Una descrizione più 37 La seguente tappa è Karnburg, dove è possibile visitare una delle più
19 Da qui si attraversa la Theater- antiche chiese della regione. Chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e
visite, percorrendo la Jahnstraße, la dettagliata della storia del castello Paolo: citata per la prima volta in un documento nel 927, originariamente
Europapark: aree fiorite, pista per il gioco degli scacchi, stagni artificiali g a s s e fi n o a l l a H e u p l a t z
Oberlercherstraße, la Henselstraße e è incisa su una lapide sistemata era la cappella del castello regio. All’esterno ed all’interno si notano ancora
e recinti per animali (pavoni, pappagalli …). (tribunale provinciale). Proseguendo
la Kinkstraße si raggiungono il per la Purtscherstraße si giunge nella sala degli ospiti; è possibile resti delle mura carolingie.
Giardino Botanico, il museo direttamente allo Stadttheater ed visitare anche la sala degli stemmi.
Per tornare indietro ci si immette nuovamente sulla Tarviser Straße per
dell’industria mineraria, la chiesa allo Stadthaus. Consigliamo questa breve
2,5 km circa, e costeggiando il ponte Steinerne Brücke e la
Kreuzberglkirche e l’osservatorio escursione per la bellezza del 38 Attraverso Poppichl, lungo la Tessendorfer Straße e la via Feldkirchner
Straße si arriva direttamente a Lendorf. Dalla Feldkirchner Straße si
astronomico (vedi itinerario n° 1, paesaggio. Anche questo castello gira a destra e dopo 200 m circa si giunge alla chiesa filiale di S. Giacomo:
5 Chiesa di Cristo Re (consacrata nel 1931), si ritorna al punto di tappa n° 2). Attraverso la A nord del parco Schillerpark, ospita un locale pubblico. A questo navata romanica con coro romanico serrato. Tornando verso la città, in dire-
partenza dell’itinerario, l’Elisabethsteg.
Radetzkystraße si ritorna alla lungo il Villacher Ring, si arriva al punto si torna indietro verso la zione di Klagenfurt, lungo la Feldkirchner Straße, subito dopo la caserma
25. Castello Ehrenhausen
Lerchenfeldstraße/Tarviser Straße e sottopassaggio Villacher Ring pista ciclabile lungo il fiume Glan. di Lendorf, si arriva alla Mageregger Straße. Si costeggia il castello
6 Agli appassionati della natura consigliamo di visitare il parco naturale all’Elisabethsteg. Questa (dopo l’ingresso del parcheggio Mageregg e si percorrono il Druckerweg, la Feschnigstraße e la Mant-
Maiernigg, raggiungibile seguendo il percorso Lorettoweg – Schilf- Dopo circa 1,1 km si gira a destra
weg – Wörthersee-Süduferstraße e la Jugenddorfstraße. “deviazione“ è lunga circa 500 m. sotterraneo). Subito dopo il sotto- attraversando il ponte e si raggiunge l’area dell’ospedale regionale. Da qui schehofgasse fino alla pista ciclabile lungo il Glan. Dopo 1,1 km si gira
Museo dell’industria mineraria passaggio si imbocca la Tarviser a destra, si attraversa il primo ponte e si raggiunge l’area dell’ospedale
si prosegue lungo il percorso Gutenbergstraße/Aichelburg-Labia-Straße/
Straße e si scende passando sotto regionale. Da qui, seguendo il percorso Gutenbergstraße/Jahnstraß/Ober-
7 E per rinfrescarsi basta seguire la pista ciclabile che costeggia la l’Elisabethsteg.
Lerchenfeldstraße/Tarviser Straße per ritornare all’Elisabethsteg. lerchergasse/Aichelburg-Labia-Straße/Lerchenfeldstraße/Tarviser Streaße,
Wörthersee-Süduferstraße (500 m circa) e si raggiunge lo Con la visita del castello Falkenberg la lunghezza totale dell’itinerario si ritorna all’Elisabethsteg.
stabilimento balneare Maiernigg. 18. Palazzo del governo regionale con sala è di 27,05 km.
degli stemmi
Dopo una passeggiata di 10 minuti, che parte di fronte all’ingresso dello sta- Distanze Distanze
bilimento balneare Maiernigg, si giunge alla „casetta di Gustav Mahler“, Distanze
dove il compositore creò alcune delle sue opere. Elisabethsteg
Elisabethsteg
Grotta di Lourdes 3,5 km
Ponte Steinerne Brücke 1,39 km Distanze Elisabethsteg
St. Georgen am Sandhof 2,91 km
Minimundus 1,4 km Spiaggio Metnitzstrand 3,8 km
Distanze Schilfweg 1,23 km Elisbethsteg Castello Hallegg 4,13 km
Maria Saal 6,51 km
Arndorf 1,4 km
Elisabethsteg Rosentaler Straße 4,25 km Giardino Botanico 1,2 km Tultschnig 0,92 km
Seggio ducale 0,9 km
Giardino Botanico 1,2 km Kalmusbad 3,75 km Chiesa di S. Martino 1,36 km Castello Seltenheim 0,96 km Möderndorf 1,65 km
Chiesa di S. Martino 1,36 km Cascata Ebentaler 1,15 km Spiaggia Metnitzstrand (ponte di legno) 2,45 km Chiesa filiale di S. Andrea 0,66 km Biforcazione Karnburg/Hörzendorf 0,85 km
Minimundus 1,82 km Fischlpark 3,6 km Ruscello Viktringer Bach 2,9 km Lendorf 1,2 km Tanzenberg 2,02 km
Stabilimento balneare 1,2 km Castello Welzenegg 1,56 km Keutschacher Straße (sottopassaggio) 1,6 km Castello Mageregg 2,4 km Pörtschach am Berg 2,82 km
Lorettoweg – Steinerne Brücke 3,45 km Ospedale regionale 2,58 km Chiesa di S. Floriano 2,94 km Castello Ehrenhausen 1,4 km Karnburg 2,5 km
Chiesa di Cristo Re 1,0 km Aichelburg-Labia-Straße 0,92 km Piazza Duomo 5,55 km Pista ciclabile lungo il fiume Glan 0,9 km Lendorf 4,9 km
Elisabethsteg 0,36 km Elisabethsteg 0,97 km Elisabethsteg 1,6 km Elisabethsteg 3,08 km Elisabethsteg 3,6 km
Totale 10,39 km Totale 22,8 km Totale 19,69 km Totale 19,45 km Totale 33,56 km
Durata dell’itinerario: circa 1 ora e 30 min. Durata dell’itinerario: circa 2 ora Durata dell’itinerario: circa 2 ora Durata dell’itinerario: circa 2 ora Durata dell’itinerario: circa 4 ora e 30 min.
Radwandern_Ital 02.08.2007 10:04 Uhr Seite 2

P I S C TA PEO C I C KLL AAG EBN IF ULR IT Gite in bicicletta


D E L L U O G O

www.klagenfurt-tourismus.at

ZWEIRAD IMPULSE GmbH und Metallbau – sede centrale


Pischeldorfer Straße 20
9020 Klagenfurt
Telefono: 51 63 10
5 centri di noleggio in tutta Klagenfurt, nonché centri di noleggio anche
attorno al lago Wörthersee e lungo la valle dei laghi di Keutschach. Le
biciclette noleggiate possono essere restituite presso qualsiasi centro
noleggio dell’associazione. Opuscoli informativi, informazioni e
riparazioni presso al sede centrale.

FAHRZEUGHAUS KROPFITSCH
Stauderplatz 8
9020 Klagenfurt
Telefono: 57 7 56
Riparazioni biciclette,
servizio di assistenza

ZWEIRAD SAMONIG
Paradeisergasse 9
9020 Klagenfurt
Telefono: 57 7 90
Riparazioni biciclette,
servizio di assistenza

ZWEIRADFACHMANN JÖRG BEINL


Siebenhügelstraße 43
9020 Klagenfurt
Telefono: 21 7 22
Riparazioni biciclette,
servizio di assistenza
Fontana del drago

Acienda di
promozione
turistica di
Klagenfurt
KLAGENFURT TOURISMUS
Rathaus, Neuer Platz
A-9010 Klagenfurt
Telefono: +43/(0)463/537-2223
Itinerario 1 »Cultura e divertimento« (10,39 km)
Telefax: +43/(0)463/5376218
Itinerario 2 »In bicicletta per un bagno ed un picnic« (22,80 km)
tourismus@klagenfurt.at
Itinerario 3 »Il centro storico in bicicletta« (19,69 km) http://www.klagenfurt-tourismus.at
www.klagenfurt-tourismus.at
Itinerario 4 »Itinerario dei castelli« (19,45 km)
Edito da: Klagenfurt Tourismus
Itinerario 5 »Grande itinerario culturale« (33,56 km) Artwork: Atelier Kalian
F o t o g r a f i e : A r c h iv, M a r t i n s
Castello
Agenzia: HEADLINE Marketing ESEMPLARE
Art Director: Dietmar Polczer Un servizio del GRATUITO
Stampa: Carinthian Bogendruck GmbH Capoluogo Klagenfurt
Stampato su carta ecologica per i turisti. 070820023