Sei sulla pagina 1di 21

Tesina per lesame di Comunicazione Giornalistica Prof.

Mauro Sarti

Il news making al Papersera


(analisi di un quotidiano nei fumetti Disney)

Lippi Federica 0000255114 Martelli Maria Carlotta 0000255514


1

Indice
Introduzione Cos il Papersera? quando nasce chi lavora al Papersera la redazione I settori del Papersera I valori notizia I valori notizia al Papersera I concorrenti del Papersera La concorrenza e logica dello scoop La pubblicit nel Papersera La struttura del giornale (Papersera e Rocker-Mattino a confronto Conclusioni Una curiosit: Papersera.net Bibliografia pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 6 pag. 9 pag. 11 pag. 14 pag. 15 pag. 15 pag. 16 pag. 17 pag. 18 pag. 19 pag. 21

Introduzione
Questo elaborato nasce dalla strana idea di conciliare la nostra passione per i fumetti come Topolino, Paperino e altri grandi classici e il corso di Comunicazione Giornalistica seguito questanno. Lidea quella di trasporre le nozioni apprese nel corso di giornalismo, concetti come news making, notiziabilit, valori notizia, dallambito prettamente giornalistico ad un ambito un po diverso...come si possono ritrovare questi concetti allinterno di un giornalino per ragazzi? Le storie dei personaggi Disney si svolgono in varie citt immaginarie, ma in maniera particolare a Paperopoli, la citt di Paperino, Zio Paperone, Qui, Quo e Qua...e come ogni citt che si rispetti anche Paperopoli ha il suo quotidiano locale: il Papersera! Il nostro tentativo stato allora quello di cercare di capire se allinterno della redazione di questo giornale inventato, i meccanismi, i ruoli, le dinamiche, siano simili a quelli della redazione di un qualsiasi reale quotidiano che potremmo sfogliare in una nostra normale giornata. Abbiamo quindi analizzato come si compone la redazione, i settori che vengono trattati nel quotidiano, i principali valori notizia che si possono ritrovare, la concorrenza con laltro giornale della citt, diretto da Rockerduck (lo storico antagonista di Paperone) e la logica dello scoop.

Che cos il Papersera?


Il Papersera un quotidiano appartenente al mondo dei fumetti della Walt Disney. La sua sede in un edificio nel centro di Paperopoli ed diretto da Paperon de Paperoni, lo zio ricco dei fumetti, che ne anche il proprietario e l'amministratore unico. La politica aziendale ed editoriale di Paperone, volta al risparmio estremo, fonte di frequenti dissidi fra lui e i suoi giornalisti, che generalmente non vengono pagati. Nella sua redazione lavorano i nipoti Paperino e Paperoga e in alcune storie, fra gli impiegati, c' anche Paperina. Il Papersera talvolta presentato in competizione con uno o pi quotidiani di cui proprietario Rockerduck, il miliardario antagonista di Paperon de Paperoni. Il Papersera viene venduto nelle edicole e dagli strilloni per strada, soprattutto quando ci sono edizioni straordinarie che riguardano particolari avvenimenti che accadono in citt, come ad esempio, larrivo di un qualche personaggio famoso a Paperopoli.
3

Come nasce il Papersera?


Dalla fine degli anni sessanta lo Studio Program produsse una serie di storie, principalmente scritte da Dick Kinney e disegnate da Tony Strobl, vagamente atipiche, dove Paperino e Paperoga lavoravano per il giornale dello zio Paperone, il Papersera appunto, combinando i consueti disastri; Paperone non era quasi mai impegnato in affari diversi da quelli relativi alla conduzione del giornale e raramente veniva mostrato il suo deposito o un'ambientazione diversa da quella urbana di Paperopoli. Inoltre era presente tutta una serie di comprimari destinati ad apparire quasi esclusivamente in queste storie: dal tremendo Dinamite Bla al confusionario duo di criminali noti come i "Doe boys"; mentre per questi ultimi il ruolo limitato di "cattivi generici" non lasciava intravedere molte possibilit di sviluppo dei personaggi, il personaggio di Dinamite Bla colp la fantasia degli sceneggiatori, in particolar modo brasiliani, che lo utilizzarono in moltissime altre storie. Da non dimenticare, tra i protagonisti abituali di queste storie, il gatto di Paperino, Malachia: terrorizzato dalla presenza costante (e devastatrice) di Paperoga, che comunica con i lettori tramite i classici "baloon" a forma di "nuvoletta" dove possibile leggere il pensiero di chi inquadrato. Ben presto questo tipo di avventure furono imitate da autori brasiliani, italiani ed anche francesi, tanto da fare del Papersera il giornale "ufficiale" di Paperopoli, da utilizzare anche al di fuori di storie appartenenti al filone appena descritto, ogni volta che lo svolgimento di una storia richiedesse la presenza di un quotidiano al suo interno (a volte, anche se molto raramente, il Papersera, stato sostituito nelle storie dallanonimo "Eco di Paperopoli"). Come detto, nelle storie di oggi il Papersera continua ad essere il giornale "ufficiale" di Paperopoli, ma ci sembra giusto ricordare gli altri grandi giornali del mondo Disney, a partire dal "Daily War Drum" al mitico "Grillo Palante" descritto magistralmente da Romano Scarpa in "Paperino e i gamberi in salm" (che, a detta del suo direttore Gedeone de Paperoni conta ben 4.275.421 lettori!!).

La redazione
Per poter selezionare dallintero universo degli accadimenti sociali necessario che gli operatori dellinformazione strutturino dei processi di raccolta delle informazioni; questo lavoro svolto in specifiche organizzazioni definite redazioni. Di solito vi sono un direttore, dei vice, un ufficio di coordinamento, e poi vari settori operativi diversificati per tipologia dinformazione: politica, cronaca nazionale, notizie dallestero, economia, cultura, spettacoli, sport Le principali fonti di informazione di un quotidiano sono: agenzie stampa: tipi particolari di redazioni giornalistiche con una diffusione molto pi capillare sul territorio, basata sulla presenza di migliaia di corrispondenti e collaboratori, sparsi tanto nelle grandi citt quanto nei paesi pi piccoli. raccolta diretta: attraverso la presenza di giornalisti in luoghi deputati a produrre accadimenti interessanti per i giornali e attraverso contatti diretti con specifiche fonti dinformazione. Il lavoro giornalistico nelle redazioni si divide in pi fasi: raccolta delle informazioni: prevalentemente svolta alla mattina, oppure nei giorni precedenti. Si decidono i temi, i luoghi, gli eventi a cui prestare attenzione e le modalit con cui farlo. Questo processo decisionale avviene dapprima nei singoli settori e poi formalizzato in una riunione, svolta solitamente in tarda mattinata fra i vertici del giornale e capiservizio dei diversi settori. Quindi si passa alla raccolta vera e propria attraverso un lavoro che pu essere svolto in redazione oppure attraverso contatti formali e informali. Organizzazione delle informazioni raccolte e di selezione: si decide il rilievo da fornire a ciascuna notizia (gerarchizzazione) e le modalit di presentazione. Anche questo lavoro effettuato negli specifici settori, e poi formalizzato in una seconda riunione pomeridiana con i vertici. Oltre a stabilire cosa sar pubblicato dai singoli reparti, nella riunione si delineano le notizie a cui sar data maggiore rilevanza: la prima pagina, la copertina , i titoli di testa.

Nel corso degli anni lorganizzazione produttiva allinterno delle redazioni si notevolmente modificata. Fino a un paio di decenni fa, il lavoro giornalistico era nettamente distinto da quello dei poligrafici. Linnovazione tecnologica ha portato alla sovrapposizione fra le attivit tipicamente giornalistiche e quelle poligrafiche. Infine, lultima fase del lavoro in redazione la stesura del articoli, in cui ogni giornalista si confronta con il proprio caposervizio per definire bene limpostazione da dare allarticolo, per ricevere informazioni precise sui tempi di consegna, sul formato del testo, sulla sua lunghezza e sulla collocazione in pagina.

La redazione del Papersera


La redazione del Papersera composta da giornalisti non di professione, per i quali il giornale una sorta di hobby o un modo per ripagare i debiti contratti con Paperon de Paperoni. Lavaro Zio Paperone, infatti, costringe spesso tutti i suoi nipoti a fare i giornalisti per ripagarlo dei soldi prestati loro.

La redazione quindi composta da una schiera di nipoti, con Paperino e Paperoga come principali inviati, sempre a caccia di scoop e di notizie. I nipotini Qui, Quo e Qua contribuiscono ai servizi del giornale per esercitarsi nella loro passione per il giornalismo e spesso hanno la collaborazione di amici e compagni di scuola. Limprobabile gruppo di nipoti-giornalisti si riunisce la mattina nella sede del giornale, dove li attende Paperone, il capo, sempre pronto a ricordare la politica del giornale, votata al risparmio estremo: realizzare servizi con la minima spesa. Paperone potrebbe

essere paragonato a quello che il giornalista polacco Ryszard Kapuciski, nel suo testo Il cinico non adatto a questo mestiere, definisce il capo del giornale del giorno doggi. C anche un altro problema. dice Kapuciski, spiegando la situazione del giornalismo di oggi, nel quale stanno entrando a far parte sempre pi uomini daffari, interessati, non alla vita della gente comune, ma solo al loro guadagno; quaranta, cinquantanni fa un giovane giornalista poteva andare dal proprio capo e sottoporgli i propri problemi professionali: come scrivere, come fare un reportage alla radio o alla televisione. E il capo, che di solito era pi anziano di lui, gli avrebbe parlato della sua esperienza e dato dei buoni consigli. Ora provate ad andare da Mr Turner, che in vita sua non ha mai fatto il giornalista e che raramente legge i giornali o guarda la televisione: non potr darvi alcun consiglio, perch non ha la pi pallida idea di come si faccia il nostro mestiere. Il suo scopo e la sua regola non sono di migliorare la nostra professione, ma solo di guadagnare di pi. Per queste persone, vivere la vita della gente comune non importante n necessario; la loro posizione non costruita sullesperienza di giornalista, ma di money maker (R. Kapuciski Il cinico non adatto a questo mestiere, 2002, pagg. 37 - 38) Cos Zio Paperone, un money maker, come lo definirebbe Kapuciski, interessato solo al suo guadagno e alla competizione con laltro giornale cittadino, il Rocker Mattino, diretto dallo storico rivale Rockerduck.

Non avendo unagenzia stampa che fornisce loro le notizie, i giornalisti sono tutti dei veri e propri inviati sul campo. La raccolta delle informazioni una raccolta diretta, attraverso la presenza dei giornalisti nei luoghi deputati a produrre accadimenti interessanti. Infatti, i vari cronisti, perlustrano la citt armati di taccuini e macchine fotografiche, a caccia di notizie, di qualsiasi evento che possa essere trasformato in notizia (seguendo la logica del news is what newspaperman make it, la notizia ci che il giornalista rende tale) e alla sera si radunano in redazione per scrivere gli articoli e pubblicarli. Spesso gli stessi giornalisti sono anche tipografi, sono loro a stampare le copie del giornale e li ritroviamo anche nel ruolo di strilloni il giorno successivo, nella distribuzione e vendita del giornale. Insomma, la redazione di Zio Paperone una redazione tuttofare dove tutti svolgono qualsiasi lavoro e non c una vera e propria distinzione di ruoli.

Con il tempo, nelle storie Disney, alla semplice redazione giornalistica, si affiancata una sorta di redazione televisiva; Paperino e Paperoga sono spesso inviati sul campo con le telecamere e una troupe televisiva al seguito, per filmare eventi e cercare dei veri e propri scoop essendo sul posto al momento giusto. In alcune storie viene creato addirittura un vero e proprio telegiornale, con i soliti nipoti che come sempre, svolgono tutti i ruoli, dallannunciatrice Paperina ai nipotini che fanno il pubblico in studio. In queste idee, Paperone coinvolge anche tutti gli altri amici della grande famiglia Disney, sempre giornalisti non professionisti che si incaricano di svolgere tutte le mansioni.. naturalmente senza essere pagati!

I cronisti uno per uno

Paperino e Paperoga: due strani (e improvvisati) giornalisti Cronisti svampiti e distratti, difficilmente riescono a raccogliere notizie utili da pubblicare sul giornale.. lavorano tra la redazione, dove subiscono le continue sgridate dello zio che li definisce giornalisti non di razza perch non riescono mai a realizzare un articolo, e le strade della citt, dove vanno a caccia di scoop improbabili, di fotografie o interviste di personaggi famosi...finendo spesso malmenati dalle persone che cercano di intervistare o di riprendere con la loro telecamera.. Il loro giornalismo approssimativo, non troppo curato; i loro servizi, rigorosamente realizzati in coppia, non hanno mai troppo successo ed a loro che

Paperone attribuisce la colpa delle poche vendite del suo giornale. Non sono preparati per fare i giornalisti e per questo motivo difficilmente riescono a scovare le notizie come farebbe un vero giornalista.

Nei loro servizi propongono temi assurdi, non particolarmente interessanti. Pur con tutti i loro sforzi, non sono decisamente tagliati per questo mestiere... Qui, quo e qua: gli inviati speciali Qui, Quo e Qua hanno una vera passione per il giornalismo, infatti scrivono anche per il giornalino della scuola. Sono inviati preparati, sanno come realizzare servizi e interviste e spesso i loro articoli hanno grande successo. Si dedicano prevalentemente alle inchieste, come veri inviati speciali, e gli argomenti di cui si occupano riguardano soprattutto lambito sociale. Sanno come muoversi per la citt, sono furbi e arguti come veri giornalisti; sanno trovarsi al posto giusto nel momento giusto e infatti sono loro i principali fornitori di scoop e notizie del giornale.

I settori del Papersera


Come ogni giornale, anche il Papersera si divide nei pi svariati settori. Uno dei generi pi gettonati nelle storie Disney sicuramente la cronaca, una cronaca sempre leggera, basata sulle cosiddette soft news.. una cronaca che non sfocia mai nella cronaca nera che tanto si trova sui quotidiani reali, cronaca di omicidi, delitti, sparatorie..quella del Papersera una cronaca simpatica, talvolta originale e divertente. Si trovano i resoconti dellennesima impresa di Amelia per rubare la tanto desiderata numero uno, la prima moneta che Paperone ha guadagnato nella sua vita, oppure i tentativi, sempre fallimentari, delle rapine al Deposito di Paperone, da parte della Banda Bassotti. Queste notizie sono le notizie solitamente riportate in prima pagina, lunica pagina che generalmente mostrata nelle storie a fumetti.
9

Gli inviati sul campo Qui, Quo e Qua, assieme ai loro compagni di scuola, si occupano, invece, spesso di reportage in un ambito pi sociale..storie di animali abbandonati, di gatti randagi, persone povere, servizi sullambiente, sul verde di Paperopoli che spesso rischia di essere eliminato/da parte dei grandi uomini di affari della citt (tra cui anche lo Zio Paperone); argomenti che trovano spazio sul giornale, pur magari non facendo particolarmente notizia, grazie allo spirito innovativo di questi giovani giornalisti, un po come successo nel giornalismo reale, attorno agli anni 70 - 80, con la nascita del giornalista sociale, il giornalista che si occupa pi che altro di dare voce a chi non ha voce, mettendo da parte i criteri standard di notiziabilit e di notizie che fanno notizia per dedicarsi a temi come la disabilit, il disagio sociale, lambiente, fino ad allora relegati nelle ultime pagine dei quotidiani. Sono frequenti le inchieste dei nipotini, anche contro il loro stesso zio, per convincerlo a desistere da un affare finanziario che gli farebbe guadagnare denaro ma che potrebbe essere nocivo per lambiente, per le persone paperopolesi, per gli animali.. inchieste che solitamente, hanno un lieto fine, poich il servizio pubblicato sul giornale che racconta le malefatte di Paperone, di Rockerduck o di altri, come un reale servizio pubblicato su un quotidiano, influenza notevolmente lopinione pubblica della gente di Paperopoli, che subito si scaglia contro di loro, boicottandone gli affari. A Paperopoli, si pu dire che il quotidiano locale un media a tutti gli effetti, che ha notevole impatto sullopinione pubblica; molto pi della televisione che difficilmente presente nelle storie. Se c uno scoop, una notizia straordinaria, sono gli strilloni del Papersera a gridarlo a gran voce nelle vignette dei fumetti, molto pi dei direttori dei telegiornali, come invece accade oggi, nella nostra societ. Lo sport un altro settore che spesso trova spazio sul quotidiano locale; le cronache giornalistiche delle partite della squadra di Paperopoli, nel derby calcistico con la storica rivale Ocopoli, sono spesso presenti nel giornale, talvolta addirittura in prima pagina, quando la squadra cittadina ha vinto la partita, quasi che il quotidiano locale fosse a tutti gli effetti un quotidiano sportivo. In generale, comunque, il calcio lunico sport trattato. Un altro genere presente quello dellintervista. Gli inviati del Papersera cercano sempre di intervistare i personaggi famosi che arrivano in citt; i personaggi famosi sono spesso sosia tramutati in paperi di personaggi realmente esistenti ( il caso, ad esempio, di Paper Stallone, lattore famoso di Hollywood Sylvester Stallone oppure PaperTotti, il papero calciatore che prende

10

il nome dal giocatore Francesco Totti..), che vengono raggiunti dai giornalisti dopo aver superato numerosi ostacoli e difficolt. Oltre alle gi difficili interviste ai divi del cinema, a rockstar famose e campioni sportivi, la grande ambizione dei cronisti del Papersera intervistare Dinamite Bla. Dinamite Bla, originariamente voleva essere una parodia del montanaro nordamericano che odia la citt e vive in isolamento da tutto e tutti. Vive sulle montagne nei dintorni di Paperopoli (sul Cucuzzolo del Misantropo) e caccia gli scocciatori con l'archibugio caricato a salve. socio del "Club dei Buzzurri", a cui appartengono altri montanari solitari e poco civili come lui. Paperoga e Paperino spesso hanno cercato di intervistarlo ma questa resta la loro intervista impossibile, poich vengono sempre cacciati in malo modo. Settori mai trattati nelle storie dei fumetti Disney sono invece la politica e leconomia, se non limitatamente agli affari finanziari di Paperone e Rockerduck.

I valori notizia del Papersera


I valori notizia (news values) sono criteri valutativi convenzionali che regolano la selezione delle notizie, poich contribuiscono a determinare la notiziabilit di un evento, cio la sua capacit di valere come notizia. I valori notizia possono essere distinti in due categorie, quelli che riguardano linteresse del pubblico e quelli che riguardano il lavoro della redazione. Rispetto allinteresse del pubblico sono state individuate dieci qualit che un avvenimento deve possedere per attirare linteresse dellopinione pubblica: 1- NOVIT: se un fatto si ripete con una determinata frequenza e con le stesse modalit, probabile che linteresse del lettore decada. Questo uno dei criteri pi difficili da applicare, perch la novit e la singolarit sono importanti soprattutto per un genere di avvenimenti: quelli imprevedibili; nel caso di avvenimenti previsti la ripetitivit o anche la convenzionalit non hanno un peso negativo se corrispondono alle attese dei lettori.
11

2- VICINANZA: quanto pi un fatto accade vicino ai lettori, tanto pi probabile che li interessi; sintende la vicinanza sia in senso fisico che figurato. In generale si pu dire che quanto pi una notizia appartiene al contesto culturale dei lettori, tanto pi probabile che venga selezionata e pubblicata. 3- DIMENSIONE: quanto pi grande la dimensione di un fatto, tanto pi rilevante limpatto sul pubblico. 4- COMUNICABILIT: quanto pi un fatto semplice da comunicare e interpretare, tanto pi probabile che susciti un consenso di attenzioni.

5- DRAMMATICIT: se una notizia pu fare impressione e destare emozioni, diventa preferibile ad altre, piatte e monotone, o di routine. A tale qualit possiamo collegare un aspetto che gli studiosi trovano inspiegabile: le notizie negative interessano pi di quelle positive, bad news is good news.

6- CONFLITTUALIT: la conflittualit riproduce uno schema fondamentale della condizione umana e dei rapporti sociali; ogni volta che una notizia si presenta in forma di conflitto, con due poli antagonisti, sostenitori di due posizioni diverse o opposte, probabile un forte coinvolgimento del pubblico; molto spesso sono i giornalisti a interpretare un avvenimento politico, sportivo e anche culturale, in termini di conflitto. 7- CONSEGUENZE PRATICHE: limportanza di questo valore notizia di suggerire che in molti cas,i avvenimenti sottovalutati o percepiti come di scarso rilievo possono avere conseguenze concrete e dirette sulla vita del lettore. dunque importante saper riconoscere e valorizzare questi elementi anche in fatti che apparentemente rispondono ad altri pi evidenti valori notizia.

8- HUMAN INTEREST: comprende tutti quegli attributi che non rientrano in aspetti tecnici o specialistici e che si riferiscono alla carica di umanit che la notizia esprime e trasmette. I
12

sentimenti di solidariet, lamore per i bambini, lindignazione per le prepotenze, lamore per gli animali, tutto questo rientra nel concetto di interesse umano.

9- IDEA DI PROGRESSO: quando un fatto rappresenta un avanzamento nelle scienze, nellindustria, nella tecnica, nella cultura, ci accresce limportanza di una notizia.

10- PRESTIGIO SOCIALE: questo criterio si applica quando i protagonisti di una notizia sono persone o ambienti che appartengono alle lite della societ; per analogia, vale anche nei confronti di fatti che accadono in paesi che appartengono alllite mondiale. Questo valore notizia rispecchia una tesi molto polemica, messa a punto verso la met degli anni 60, secondo la quale i processi di selezione delle notizie distorcono limmagine del mondo, producendo uninformazione sostanzialmente dominata dalla cultura della parte nordoccidentale.

Rispetto al lavoro della redazione del giornale, invece, esistono altri criteri che portano i giornalisti a scegliere di pubblicare alcune notizie piuttosto che altre; questi criteri riguardano: la natura dellavvenimento e quindi la distinzione tra hard news (notizie urgenti e drammatiche, come delitti e processi, oppure legate agli aspetti istituzionali della vita associativa, come politica ed economia, affari esteri, attivit legislativa..) e soft news (notizie che non hanno un effetto drammatico e che non hanno un carattere di urgenza, basate soprattutto sullo human interest, spesso occasioni per il giornalismo di storie); la tempestivit dellavvenimento e quindi il valore dellattualit; pi una notizia recente, pi fresca, pi probabile che sia pubblicata; la durata dellavvenimento; la notizie preferibilmente pubblicate sono quelle in sintonia con il ritmo dei giornali stessi. Ultimo criterio da tenere in considerazione sono i costi produttivi necessari per trasformare levento in notizia; nelle redazioni si pi favorevoli alla pubblicizzazione di eventi che siano consoni con le procedure produttive e non richiedano grandi investimenti tecnici e organizzativi.
13

Il Papersera un giornale esclusivamente locale che si occupa solamente della cronaca cittadina; tutti i fatti riportati sul quotidiano, sono fatti accaduti in citt. Qualsiasi evento, magari anche non eclatante, pu diventare notizia al Papersera. I giornalisti trascorrono le giornate girovagando per la citt, nella speranza di imbattersi in un qualche evento eccezionale, ma spesso sono costretti a ripiegare su articoli di ordinaria vita cittadina e, proprio per questo motivo, vengono spesso rimproverati dal capo Paperone per la mediocrit dei loro servizi. In generale, potremmo dire comunque, che i criteri di notiziabilit di questo giornale, sono principalmente due: la territorialit e i costi di produzione. Quello che fondamentale di una notizia, per essere pubblicata sul Papersera, il fatto di essere una notizia vicina alla gente, un fatto accaduto allinterno dei confini locali, confini solitamente intesi non solo in senso geografico, ma anche e soprattutto in senso culturale. Anche se, nel caso del Papersera, potremmo limitare la territorialit al solo significato geografico, proprio perch ci che viene pubblicato, riguarda esclusivamente la vita di Paperopoli, qualsiasi sia il genere della notizia. Laltro criterio basilare per la creazione di notizie al Papersera quello che riguarda i costi di produzione. Infatti, a causa della politica volta al risparmio messa in atto da Paperone, i giornalisti sono obbligati a spendere il meno possibile per la realizzazione dei servizi. I vari nipoti sono costretti ad arrangiarsi come possono, hanno creato il loro ufficio in una sorta di scantinato e lavorano con pochi fondi e strumentazioni obsolete. Solo quando Paperone scoprir lesistenza della tecnologia, doter la sua redazione del primo computer. Altre due qualit che possono avere le notizie pubblicate dal Papersera sono lhuman interest e il prestigio sociale. Spesso le storie pubblicate, infatti, riguardano fatti ed eventi di interesse umano, come lamore per gli animali, per lambiente, per i bambini. Altrettanti articoli riguardano invece i due personaggi pi prestigiosi della vita paperopolese, Paperone e Rockerduck, che finiscono spesso in prima pagina a causa della loro rivalit in affari.
14

La concorrenza con gli altri giornali (la concorrenza intra-media)


La concorrenza intra-media la concorrenza tra lo stesso tipo di media, concorrenza che si disputa ogni giorno nella selezione delle notizie, che si gioca nellindividuazione e gestione dei criteri di notiziabilit. Il principale concorrente del Papersera il Rocker-mattino, il giornale diretto dal rivale in affari, Rockerduck. anchesso un quotidiano locale e per questo motivo, le notizie pubblicate dai due giornali sono spesso simili, se non addirittura uguali, tant che spesso, i due nemici, si accusano a vicenda di copiarsi le notizie. Obiettivo di entrambe le testate rubarsi la notizie, arrivare per prime sul luogo dellevento, ottenere lintervista in esclusiva al personaggio del momento...proprio come accade nei quotidiani reali, in cui i giornalisti sono impegnati, non solo ad arrivare per primi alle notizie, ma anche nel cercare di prevedere quali saranno le informazioni che pubblicheranno i diretti concorrenti, in modo da non avere un buco, come si dice in gergo giornalistico, di una notizia. La caccia alla notizia , nelle storie a fumetti, una lotta senza esclusione di colpi, con luso dei pi svariati stratagemmi per disorientare e depistare gli avversari. Enfatizzata fino ad essere a volte surreale, la lotta per accaparrarsi la notizia da prima pagina, non rispecchia sicuramente la realt quotidiana di una redazione giornalistica ma esemplare nel mostrare quella che la reale necessit di ogni giornale realmente esistente, di arrivare sulla notizia prima degli altri.

La concorrenza e la logica dello scoop


Lo scoop la notizia che il giornale ha e che gli altri non hanno e che fa avere un enorme successo in termini di vendite. Come in ogni redazione, anche in quella del Papersera, fondamentale riuscire ad avere lo scoop prima dei diretti concorrenti, soprattutto per aumentare le copie vendute
15

del giornale, obiettivo principale di Paperone. La logica dello scoop fondamentale nelle storie Disney, infatti, Paperone, pur di battere sul tempo il nemico di sempre ed avere le notizie prima di lui, disposto a tutto.. anche ad inventare notizie false! Confezionate su misura, per avere una notizia da prima pagina.. Spesso infatti, vuole convincere i due nipoti, Paperino e Paperoga, a commettere azioni illecite come ad esempio, furti, oppure a compiere imprese bizzarre e impossibili, pur di avere la notizia per primo.

ad esempio il caso della storia Paperinik e loltraggioso sospetto, in cui Paperone, preoccupato per il calo delle vendite del Papersera, prima fa copiare ai suoi giornalisti le notizie dal giornale di Rockerduck e infine, non contento, decide di procurarsi lui stesso uno scoop, creandoselo da solo. Il piano di Paperone rubare una statua (la piramide di Cheopino) che Rockerduck ha comprato, far ricadere la colpa su Paperinik e avere cos il giorno dopo, una notizia che nessuno ha. In altri episodi, Paperone, sempre a caccia dello scoop, costringe i suoi nipoti a compiere memorabili imprese (ad esempio, fa saltare a Paperino un burrone a bordo di una moto per battere un record sportivo, fino a mandarlo addirittura nello spazio), di cui potranno poi essere riportate le storie nel giornale del giorno successivo. Insomma, come per ogni giornalista, anche per Paperone, lo scoop una vera e propria ossessione!

La pubblicit
Le fonti di ricavo della carta stampata sono ottenute attraverso la vendita delle copie e dagli spazi pubblicitari.
16

.La vendita degli spazi pubblicitari non gestita direttamene dalla testata, ma da apposite organizzazioni di servizi: le concessionarie di pubblicit. Le concessionarie stabiliscono le tariffe delle singole testate ed emittenti sulla base sulla base del numero di lettori o di spettatori, delle loro caratteristiche socioeconomiche, della collocazione nella pagina oppure nellinserimento nella fascia oraria. La professionalizzazione e complessit dellofferta ha determinato un analogo atteggiamento da parte della domanda. Si sono costituiti dei centri media, cio delle societ che gestiscono professionalmente la domanda di spazi pubblicitari di pi utenti pubblicitari e riescono cos a ottenere prezzi inferiori dalle concessionarie. Anche nel Papersera, lo Zio Paperone introduce la pubblicit, copiando lidea di Rockerduck di inserire spazi pubblicitari per incrementare le vendite e i guadagni. Anche in questa occasione si pu notare che la solita concorrenza tra Rockerduck e Paperone porta questultimo a capire limportanza dellidea di Rockerduck di vendere spazi pubblicitari, che anche una delle principali fonti di sostentamento dei giornali al giorno doggi.

Anche in questo caso possiamo dire che i giornali di Paperopoli rispecchiano abbastanza la realt attuale.

La struttura dei giornali (Papersera e Rocker Mattino a confronto)


Da quello che si evince dalla prima pagina (lunica visibile nei fumetti) la struttura dei due giornali di Paperopoli leggermente diversa. Entrambe usano le foto in prima pagina (il Papersera ha due foto mentre il Rocker-mattino una sola).

La prima pagina del Papersera divisa in quattro riquadri con due notizie principali supportate da due foto mentre il Rocker-mattino si presenta con una foto e un articolo scritto su diverse colonne (quattro colonne).
17

Da questo possiamo dire che il Rocker-mattino si avvicina maggiormente ai giornali di oggi che hanno una foto principale e le notizie sviluppate in colonna. Nella foto a fianco possiamo vedere anche un titolo e un sottotitolo sotto al nome della testata, come accade nei quotidiani reali, in cui troviamo titolo dellarticolo, occhiello (sopra al titolo) e sommario (sotto al titolo), cosa che invece non si ritrova nel Papersera.

Conclusioni
Al termine di questa analisi del giornale di Paperopoli possiamo dire che abbiamo riscontrato, nella creazione del giornale, caratteristiche simili a quelle dei reali quotidiani, cos come tante sono invece le caratteristiche che li differenziano. I settori del quotidiano, i valori notizia del Papersera, sono simili a quelli dei reali quotidiani, in particolare, sono simili a quelli dei quotidiani locali piuttosto che nazionali. Gli argomenti trattati, a volte surreali ed enfatizzati come normale che sia in un fumetto per ragazzi, sono comunque argomenti che potremmo leggere su un giornale realmente esistente. Le differenze principali riguardano invece lorganizzazione del lavoro in redazione. In tutti i giornali la redazione si compone di diverse figure professionali, direttore, vice-direttore, capi-redazione addetti ai vari settori del giornale, giornalisti, inviati, titolisti.. nella redazione del Papersera, invece, non c una distinzione cos formale. I pochi giornalisti, oltre a non essere giornalisti professionisti, sono cronisti tutto fare, si occupano di qualsiasi settore indifferentemente e si occupano di tutte le fasi di creazione della notizia, dalla raccolta delle informazioni che, invece, spesso nei reali quotidiani, fornita anche dalle agenzie stampa, tramite flash (notizie brevi, di poche righe) e i take (notizie pi articolate), fino alla stesura degli articoli e allimpaginazione e alla stampa del quotidiano. Possiamo quindi dire che nel suo piccolo, il Papersera un giornale in miniatura, un giornale locale dove tutti sanno fare tutto, senza specializzazioni...non ha la complessit delle redazioni delle testate realmente esistenti che tutti conosciamo, che devono garantire una copertura nazionale, ma
18

comunque in grado di fornire, grazie ai suoi inviati sul campo, uninformazione completa degli avvenimenti che accadono in citt.

Una curiosit: Papersera.net


Nel corso del nostro lavoro abbiamo avuto occasione di parlare con Fausto Vitaliano, uno degli sceneggiatori e autori italiani delle storie a fumetti Disney, che ci ha parlato del forum Papersera.net (http://www.papersera.net), un forum a cui partecipa, di appassionati e critici dei fumetti Disney e di tutti gli altri fumetti che si possono trovare in circolazione. Non abbiamo realizzato una vera e propria intervista poich riteniamo che ci di cui si occupa Vitaliano non centri del tutto con largomento che abbiamo trattato; come ci ha precisato lui stesso, Papersera.net non ha niente a che fare con il giornale immaginario di Paperon de Paperoni, n tantomeno vuole essere una sorta di redazione on-line del giornale stesso. Aggiungiamo questa curiosit poich il nome del sito e del forum prende ispirazione dal giornale che abbiamo analizzato. Papersera.net, nellidea del suo creatore Paolo Castagno, un sito realizzato e aggiornato a periodicit assolutamente variabile, a seconda della disponibilit di tempo libero da parte della redazione. Si occupa di tutto quanto riguarda il mondo dei fumetti Disney: dai contenuti delle pubblicazioni dei fumetti di tutto il mondo, (grazie al progetto I.N.D.U.C.K.S., un progetto su base mondiale che ha come obiettivo raccogliere in forma accessibile al grande pubblico i dati sulle storie e sulle pubblicazioni Disney in tutto il mondo; i dati vengono raccolti da volenterosi personaggi sparsi in una ventina di paesi, che vanno dall'Olanda alla Francia, dalla Germania al Brasile, dagli Stati Uniti alla Danimarca e, ovviamente, allItalia!) alla presentazione di articoli di approfondimento di critica disneyana e alla segnalazione di eventi di particolare interesse per tutti gli appassionati di fumetto Disney. Il sito nasce per tentare di coprire la mancanza in rete di siti che si occupino in maniera pi o meno approfondita della critica del fumetto disneyano: lItalia sempre stato un paese allavanguardia in questo campo, infatti innumerevoli sono gli esperti di fumetto Disney
19

riconosciuti in tutto il mondo che hanno anche pubblicato libri di successo sul tema, ma prima di Papersera.net, non vi erano siti espressamente dedicati a questo argomento. Lobiettivo del sito anche quello di riuscire a creare una comunit virtuale di appassionati che possano scambiare idee (tramite un forum, una newsletter, e altri mezzi di comunicazione), e contribuire, in maniera diretta o indiretta, alla crescita qualitativa della produzione Disney.

20

Bibliografia
Papuzzi A., Professione giornalista, Donzelli, 2003 Sorrentino C., Il giornalismo, Carocci, 2002 Sitografia: alcune voci di wikipedia www.papersera.net Per le immagini: www.disney.com www.salimbeti.com/paperinik/city.htm Fumetti Topolino, Paperino

21

Interessi correlati