Sei sulla pagina 1di 2

1. Ho visto per quattro anni come funzionano i meetup. A parte che la piattaforma meetup.

com a pagamento e qualcuno dice che la Casaleggio, la societ che organizza Grillo, ne sia azionista, non esiste democrazia, da un lato, perch si fa quello che dice lorganizer nella maniera che dice lui e, se non ti sta bene, te ne vai e fondi un altro meetup. Dallaltro lato, invece, c lo spontaneismo pi assoluto, perch non ci sono regole su convocazioni, maggioranze, validit delle sedute: chiunque pu parlare a nome del meetup, anche perch, magari, ha pagato e se n fondato uno;

2. Il Non Statuto pessimo per gli stessi motivi. Lhan scritto Grillo e quelli della Casaleggio. Non mai stato votato da alcuno. Non contiene alcuna regola sul funzionamento giornaliero del Movimento cittadino. Gi successo, in alcuni comuni, che qualcuno potesse, legittimamente secondo il Non Statuto, estromettere quelli che avevano lavorato per portare la lista al successo. Ripeto: leggetelo bene prima di scrivere; non ha regole; ognuno conta uno non vuole dire nulla se non sappiamo chi siamo (regole per liscrizione, iscrizione, registro degli iscritti); quando ci dobbiamo riunire (regole per la convocazione); chi deve decidere (c un direttivo? Decide sempre lassemblea?); quali sono le maggioranze necessarie per convocare le riunioni, avere una riunione valida ed un decisione valida (regole democratiche di funzionamento); chi rappresenta il Movimento ed responsabile verso lesterno (elezione democratica di un presidente e rappresentante legale). Questa NON burocrazia DEMOCRAZIA. Altrimenti, si ricade sempre o nella tirannia di qualcuno (ho raccolto firme per due VDay che Grillo e la Casaleggio hanno deciso di convocare senza votazioni della base e, del resto, come si fa a votare quando NON si sa n chi siano gli aventi diritto al voto n quali siano le regole?). NON sono nemmeno questioni di lana caprina, ma il CUORE della democrazia violata ogni giorno da questa massa di delinquenti: ci devono essere regole che consentono, a cittadini informati facenti parte di un movimento, di concorrere democraticamente alla formazione di una decisione ed alla sua implementazione. Il Non Statuto non permette niente di tutto ci e, quindi, promette solo problemi di funzionamento (come successo) e mi crea enormi perplessit, solo per le quali non posso votare il M5S bench ne condivida a pieno il programma. Metteteci anche il logo del M5S protetto da diritti dautori e lo si pu utilizzare solo se si accettano integralmente le non regole del Non Statuto, compresa quella che dice che non si possono aggiungere ulteriori regole. Non so se mi sono spiegato. Ma non finita qui, perch vi sono altri ragioni di diffidenza; 3. I punti oscuri di Grillo sono parecchi. Tanto per dirne alcuni: il suo rapporto con la Casaleggio; la piattaforma meetup.com che pagamento; soprattutto, la faccenda del microscopio del Prof. Montanari! Questa una faccenda enorme, cui Grillo NON ha mai voluto rispondere e che ha un fatto certo: dal gennaio 2010, il microscopio che ha permesso al Prof. Montanari di dimostrare scientificamente e definitivamente quanto male facciano le emissioni degli inceneritori giace inutilizzato presso lUniversit di Urbino. Il microscopio venne pagato da cittadini, ma ora di propriet di una ONLUS molto piccola; il Prof. Montanari ha raccontato la vicenda e non mai stato querelato (al contrario di quello che afferma la ONLUS) anzi sta ora intentando unazione
1

legale per riavere la possibilit di utilizzare il microscopio stesso. E, in tutto questo, mai una parola da Grillo che aveva, invece, immediatamente invitato Montanari ai suoi spettacoli per farsi pubblicit e, nel contempo, incrementare la raccolta fondi. Qui c il racconto: http://www.megachipdue.info/tematiche/beni-comuni/4797-lgrillo-tra-polveri-sottili-cause-usae-getta-e-silenzir.html. Questo il sito di Montanari: http://www.stefanomontanari.net/sito/ . E questa lazione legale per poter nuovamente utilizzare il microscopio: http://www.stefanomontanari.net/sito/blog/2158-azione-legale.html. Un movimento con un programma come quello del M5S NON pu avere n punti oscuri n regole lacunose od inesistenti che assicurano il malfunzionamento. La possibilit, da parte di cittadini informati ed attivi, di intaccare le azioni dei potentati economici, a partire dai comuni, c tutta; ma chiunque dei partitici attuali andrebbe a nozze nel rinfacciare i punti oscuri e nellutilizzare le non regole per creare problemi. Invito anche i simpatizzanti del Programma a 5 Stelle, che la cosa buona, ad applicare quanto Grillo dice e di NON fidarsi mai di nessuno, ovviamente lui compreso, raccogliendo informazioni, elaborandole a mente libera e formandosi unopinione. Se non facciamo cos, tutti, siamo esattamente uguali ai sostenitori del piazzista di Arcore (come lo definiva Montanelli) ed ai sostenitori del PD (guardatevi la reazioni di tali morti viventi alle domande, legittime e circonstanziate di Piero Ricca). In alcune realt, tipo Macerata, lhanno fatto, prendendolo, unendo ad esso le problematiche locali e presentando una lista di cittadini onesti ed informati, senza simbolo del M5S e senza i punti oscuri di cui sopra. E per una decina di voti, anche meno, non hanno preso un consigliere comunale. A Maiolati Spontini (AN), invece, hanno eletto un consigliere. Ad Alpiro (TO) sono state presentate due liste, una di quelli che volevano le regole e non si fidano di Grillo, ed una del M5S, con il Non Statuto: sarebbero potuti andare al ballottaggio ed invece non hanno preso nemmeno un consigliere. Il programma la forza, lessere cittadini onesti ed informati la forza, consumarsi la suola delle scarpe e la voce la forza. Il Non Statuto ed i problemi di Grillo sono una debolezza. Domenico