Sei sulla pagina 1di 250

Con riferime

nt
Codice del Coi al nuovo
nsumo

Provincia Autonoma di Bolzano


Ufficio affari di gabinetto

Manuale per la
tutela dei consumatori
Consigli dalla A alla Z
Impressum

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO – ALTO ADIGE


A cura della Presidenza della Giunta Provinciale

Ripartizione Presidenza
Ufficio Affari di Gabinetto
Via Crispi, 3 - Palazzo 1
39100 Bolzano
Tel.: +39 0471 412130/31
Fax: +39 0471 412139
e-mail: kabinett@provincia.bz.it
sito: www.provincia.bz.it/presidenza/0101/index_i.asp
in collaborazione con il Centro Tutela Consumatori Utenti
via Dodiciville 2
39100 Bolzano
Tel.: +39 0471 975597
Fax: +39 0471 979914
e-mail: info@centroconsumatori.it
sito: www.centroconsumatori.it
Coordinamento generale
Ufficio Affari di Gabinetto
Elaborazione testi
Walther Andreaus, Gunde Bauhofer, Evi Keifl, Prof. univ. dott. Walter Obwexer
Traduzioni
dott. Francesco Imbesi, dott.ssa Angela Moresco
Correzione testi
Ufficio questioni linguistiche
Layout e grafica
Karo Druck, Frangarto
Stampa
Tipografia Alto Adige
Finanziamento
Ministero delle Attività Produttive
Provincia autonoma di Bolzano

Abbreviazioni: D.P.P.=Decreto del Presidente della Provincia, D.M.=Decreto Ministeriale,


D.P.R.= Decreto del Presidente della Repubblica, D.Lg.=Decreto Legislativo, L.P.=Legge Provinciale,
c.c.=codice civile
Aggiornamento al 23 ottobre 2005
Indice

3 Prefazione

6 Essere consumatori oggi


La tutela del consumatore nell‘Unione Europea _______________________ pag. 6
La tutela del consumatore in Italia ______________________________________________ pag. 13
La tutela del consumatore in Alto Adige ____________________________________ pag. 15
Diritto del consumatore -
accesso alla giustizia - strumenti di autoaiuto ___________________________ pag. 18
Istituzioni a tutela del consumatore____________________________________________ pag. 22

29 Consigli ai consumatori, dalla A alla Z:


Diritti del consumatore in generale ____________________________________________ pag. 29
Costruire, abitare, energia ____________________________________________________________ pag. 69
Alimentazione _______________________________________________________________________________ pag. 93
Servizi finanziari ____________________________________________________________________________ pag. 115

Economia domestica, abbigliamento, consumo critico ___________ pag. 139

Viaggi e turismo_____________________________________________________________________________ pag. 153

Ambiente e salute _________________________________________________________________________ pag. 175

Trasporti e comunicazioni ____________________________________________________________ pag. 203

Assicurazione e previdenza __________________________________________________________ pag. 221

245 Indice analitico alfabetico

Indice
In questo manuale abbiamo cercato di ri- alternative. Certamente avremmo po-
volgerci ai nostri lettori nel rispetto del- tuto prediligere anche la sola versione
l’identità di genere. Al tempo stesso però femminile! Se il rispetto incondizionato
ci premeva proporre alla cittadinanza un dell’identità di genere avrebbe rischiato
testo quanto più leggibile e chiaro pos- di compromettere la leggibilità del testo,
sibile. Per questa ragione ci siamo visti teniamo a sottolineare che i suoi conte-
costretti ad adottare la sola variante ma- nuti sono diretti in ogni caso anche al
schile nei periodi caratterizzati da elen- pubblico femminile. Ci scusiamo con le
cazioni di titoli e qualifiche professionali, nostre lettrici per questa scelta obbligata
dove non erano possibili formulazioni e confidiamo nella loro comprensione.
Prefazione

Prefazione
Prefazione del Presidente
della Provincia di Bolzano
Consumatori, acquirenti, utenti, utilizzato-
ri, clienti – una molteplicità di concetti per 3
definire il medesimo soggetto: l’uomo di
oggi, il cittadino o la cittadina della società
moderna.
Nel nostro sistema sociale ed economico
siamo tutti, dalla mattina alla sera e per tut-
to il corso della nostra esistenza, consuma-
tori e utilizzatori di beni e servizi. Tutto ciò
di cui abbiamo bisogno nella vita quotidia-
na deve essere acquistato, vuoi attraverso orientarsi nei consumi quotidiani, in base a
il sistema economico privato (alimenti, ab- criteri orientati al rispetto dei suoi simili e
bigliamento, abitazione, automobile), vuoi dell’ambiente.
attraverso il sistema delle strutture pub- La politica del consumatore presenta però
bliche – come ad esempio scuola mater- anche una componente sociale: infatti, il
na, scuola dell’obbligo, sistema sanitario, suo compito è anche quello di sostenere i
acqua, rifiuti, trasporti pubblici, energia, soggetti appartenenti alle fasce sociali più
comunicazioni, previdenza sociale, ecc. La deboli e svantaggiate, rappresentandoli se
nostra vita dipende ormai strettamente dal necessario ed aiutandoli a far valere i loro
funzionamento dei sistemi economici pub- diritti, nel caso in cui non siano in grado di
blico e privato. In veste di consumatori ab- farlo da soli.
biamo però anche la possibilità di scegliere Questo manuale traccia una panoramica
con consapevolezza cosa e come consuma- degli sviluppi storici della politica del consu-
re, dando al consumo un senso ed un orien- matore ed offre una sintesi delle disposizio-
tamento tali da riuscire a condizionare lo ni legislative che definiscono le condizioni
stesso sistema di cui siamo parti attive. di base da seguire in tutti gli ambiti della
All’interno di questa dinamica si inserisce nostra vita. Esso intende inoltre indurci ad
e trova concreta applicazione la politica assumere un atteggiamento di fondo di
del consumatore: attraverso l’individua- particolare rilevanza per il corretto funzio-
zione delle regole del mercato essa offre namento del nostro sistema economico e
gli strumenti per comprendere a grandi di quello sociale: possiamo descriverlo con
linee l’economia di mercato, per giungere le parole “giusto, corretto e sostenibile“.
poi con mirate campagne di informazio-
ne e di sensibilizzazione a fare assumere Dr. Luis Durnwalder
al consumatore un ruolo attivo nella vita Presidente della Provincia di Bolzano - Alto Adige
economica, mettendolo nelle condizioni di
Parores danfora

Parores danfora
da se regolè sön la basa de criters che
Parores danfora dl
s’orientëia al respet dl monn y dl ambiënt
Presidënt dla Provinzia
incëria.
Consumadëssa o consumënt, cumpradës- La politica dl consumadù à inće na com-
sa o utilisadù, tliënta, tliënt – al esist na ponënta soziala: ara à da daidé les porso- 5
gran ligna de parores por definì la por- nes plü debles y dejavantajades dla sozie-
sona d’al dedaincö, zitadina o zitadin de té, da les rapresentè sc’ara va de garantì
nosta sozieté moderna. so respet y da les daidé rové pro sü dërć te
Te nosc sistem sozial y economich adorun- chës situaziuns olach’ares n’é nia plü bo-
se da doman ćina da sëra y por döta na vita nes da jì inant da sóres.
alalungia bëgns y sorvisc. Döt ći ch’i ad- Chësc manual nes porta dant l’evoluziun
orun tla vita da vignidé mëss gnì cumprè. storica dla politica dl consumadù y nes
Da öna na pert curiunse nüsc bojëgns tres dà na vijiun generala dles desposiziuns
le sistem economich (patüc da mangé, de lege che determinëia les condiziuns
guant, abitaziun, auto) y dal’atra pert tres de cornisc te düć i seturs de nosta vita. Al
le sistem dles strotöres publiches sciöche s’orientëia a na posiziun fondamentala de
por ejëmpl scolines, scores, sorvisc sani- gran importanza por n bun funzionamënt
tars, ega y eghes de des ćiaria, refodam, de nosc sistem sozial y economich y che
trasport, energia, comunicaziun, assigu- podess gnì descrita cun chisc agetifs “iüs-
raziun soziala, y i.i. Nosta vita depënn dal ta, coreta, ecuilibrada y plëna de respet
funzionamënt dl sistem economich privat por les generaziuns dl dagnì”.
y publich. Sciöche consumadësses y con-
Le Presidënt dla Provinzia
sumadus unse sambëgn inće la poscibilité Dr. Luis Durnwalder
de consumé cun ciorvel y de ti dè insciö n
significat y n orientamënt al consum, tan
da influenzè le sistem de chël ch’i fajun
pert.
Te chësc ćiamp de dinamiches mëtel man
la politica dl consumadù y chilò stal inće
süa funziun. Mostran sö les regoles dl
marćé nes condüjera, nos sciöche consu-
madus, tl’economia de marćé y tres cam-
pagnes de informaziun y sensibilisaziun
nes dàra la poscibilité de deventè instësc
atifs y de imparè tl consum da vignidé
Essere consumatori oggi

dato che non può essere quantificato in


Essere consumatori oggi
moneta. Tuttavia dovrebbe esserci chiaro
Negli ultimi decenni abbiamo assistito che l’entità di questo impegno equivale
ad una continua evoluzione di quella che perlomeno – se addirittura non lo supera
consideriamo la vita di ogni giorno, tanto – a quello del lavoro retribuito. La cosid-
che specialmente nei Paesi occidentali sa- detta “privatizzazione” o “deregulation”
rebbe oggi impensabile proporre uno stile delle prestazioni offerte dagli enti pubbli-
di vita che non riconosca un ruolo centra- ci (ad esempio per l’assistenza agli anzia-
le al consumo. Quasi tutti i prodotti “vita- ni, ai malati, ai bambini, per il doposcuola,
6 li” per la nostra sopravvivenza devono es- il riciclaggio ed altro ancora) comporterà
sere acquistati – ma non dappertutto: in un ulteriore aumento di questo impegno.
ampie zone della terra ci si ciba di quanto
si è in grado di coltivare e si vive di quanto
si riesce a produrre.
Noi, figli del benessere, consumiamo La tutela del consumatore
però dalla mattina alla sera. Guardiamoci nell’Unione Europea
attorno: quasi tutto ciò che tocchiamo nel La tutela giuridica del consumatore – in-
corso della giornata è stato acquistato. I tendendo con ciò primariamente l’acqui-
mezzi di scambio necessari ad effettuare rente di beni ed il fruitore di servizi – ha
questi continui acquisti di beni e servizi, assunto particolare importanza nei Paesi
vale a dire il nostro reddito, deriva dalla industrializzati del mondo occidentale a
vendita della nostra forza lavoro, del- partire dagli anni Cinquanta. Vari aspetti
le nostre capacità e conoscenze. Ma per di questa tutela interessano in particolare
soddisfare i nostri bisogni con i beni di la prevenzione sul piano sanitario e la si-
consumo dobbiamo investire altro tempo curezza della popolazione.
ed energia. Questo investimento (lavoro Nell’ambito dell’Unione Europea la tutela
domestico) viene perlopiù considerato del consumatore trova una regolamenta-
un peso e comunque di scarso valore, zione all’interno del Trattato costitutivo
della Comunità Economica Europea. Ai
sensi degli obiettivi e dei compiti citati in
tale documento, la Comunità Europea ha
sancito il proprio impegno per un miglio-
ramento generale delle condizioni di tu-
tela del consumatore (Art. 3 del Trattato
CE).
A tal fine la Comunità Europea si è mossa
prima di tutto per garantire che nella de-
finizione e nella realizzazione delle altre
politiche comunitarie si tenesse sempre
conto delle esigenze di tutela dei consu-
La tutela del consumatore nell’Unione Europea

matori: questa clausola “trasversale” ha lo La Comunità Europea può poi incidere a


scopo di garantire che i diritti dei consu- tutela dei consumatori anche in altri cam-
matori vengano ampiamente rispettati. pi dell’azione politica, sfruttando appo-
La Comunità Europea allora, e l’Unione site deleghe ancorate nelle discipline di
Europea oggi, può in particolare adot- tali altri settori: un esempio è dato dalla
tare misure atte a sostenere, integrare e politica agricola comunitaria, che nella re-
controllare le politiche svolte dagli Stati golamentazione dei requisiti richiesti per
membri (Art. 153, comma 3 del Trattato la produzione e la commercializzazione di
costitutivo). Tali provvedimenti devono prodotti agricoli contiene precise disposi-
puntare al raggiungimento dei seguenti zioni atte ad assicurare la tutela della salu- 7
obiettivi: promozione degli interessi dei te e degli interessi del consumatore (Art.
consumatori e garanzia di un elevato li- 37 Trattato costitutivo).
vello di rispetto degli standard di tutela Infine, la Comunità Europea può basare
della salute, della sicurezza e degli inte- la propria azione nell’ambito della tutela
ressi economici dei consumatori, nonché del consumatore anche sulla clausola del
promozione del loro diritto all’informa- Trattato che prevede la necessità e l’op-
zione, all’educazione e alla costituzione portunità di colmare eventuali lacune giu-
di associazioni in grado di rappresentare ridiche (Art. 308). In base a questa clau-
i loro interessi (Art. 153, comma 1). Qual- sola, l’azione del legislatore deve essere
siasi provvedimento emanato a livello finalizzata alla realizzazione di uno degli
europeo deve contenere solo delle pre- obiettivi comunitari, anche se nel Trattato
scrizioni di rispetto minimo, nel senso che istitutivo non sono previsti idonei fonda-
i singoli Stati membri possono poi adot- menti giuridici.
tare misure più rigorose o mantenere la Le possibilità e gli strumenti offerti nel
propria legislazione più restrittiva (Art. complesso alla politica del consumatore
153, comma 5). sulla base dei fondamenti giuridici comu-
Inoltre, la Comunità Europea ha la facoltà nitari sono dunque piuttosto articolati;
di adottare misure per armonizzare le di- tuttavia non mancano limitazioni anche
sposizioni legislative e regolamentari dei importanti, dettate dall’esigenza di do-
Paesi membri con l’obiettivo di concre- versi rapportare in sostanza ad aspetti
tizzare sempre più la realizzazione di un legati alle dinamiche del Mercato Unico.
mercato interno europeo (Art. 95), spe- Anche se la Comunità Europea può adot-
cialmente in riferimento alle finalità cui tare misure di politica dei consumatori,
tende la politica europea dei consumatori la competenza primaria rimane agli Stati
(Art. 153, comma 3). Le misure da intra- membri. La politica comunitaria non può
prendere in ambito comunitario devono infatti sostituirsi alle politiche interne de-
essere informate ad un elevato livello di gli Stati membri, limitandosi semmai so-
tutela e garanzia e tenere in debita con- stanzialmente a sostenerle e a integrarle.
siderazione i nuovi sviluppi fondati sui ri- La strategia perseguita dalla politica del
sultati acquisiti in ambito scientifico. consumatore nell’Unione Europea per il
La tutela del consumatore nell’Unione Europea

periodo 2002 - 2006 mira essenzialmente Ufficiale UE 1984 L 250, 17, 1997 L
alla realizzazione di tre finalità: la prima è 290, 18);
data dal consolidamento di un uniforme • Direttiva 85/374 sulla responsabilità
e il più possibile elevato livello di tutela per danno da prodotti difettosi (Gaz-
consumeristica, la seconda dall’effettiva zetta Ufficiale UE 1985 L 210, 29, 1999
affermazione delle disposizioni emanate L 141, 20);
a tutela degli interessi dei consumatori, la • Direttiva 85/577 relativa alla tutela dei
terza da un soddisfacente coinvolgimento consumatori in caso di contratti nego-
delle rappresentanze dei consumatori nel- ziati fuori dei locali commerciali (Gaz-
la relativa politica perseguita dall’Unione zetta Ufficiale UE 1985 L 372, 31);
(Gazzetta Ufficiale UE 2003 C 11, 1). • Direttiva 90/314 sui viaggi “tutto com-
Le disposizioni giuridiche e tecniche sinora preso” (Gazzetta Ufficiale UE 1990 L
adottate dalla Comunità Europea nell’am- 158, 59);
bito della tutela del consumatore sono • Direttiva 93/13 sulle clausole abusive
perlopiù contenute in Direttive indirizzate nei contratti stipulati con consumatori
agli Stati membri, che sono quindi tenuti (Gazzetta Ufficiale UE 1993 L 95, 29);
a recepirle all’interno del proprio ordina- • Direttiva 94/47 sulla tutela dell’acqui-
mento. rente per taluni aspetti dei contratti
Una particolare importanza va attribuita a previsti dalla cessione contrattuale rela-
diverse norme che vanno trasversalmente tivi all’acquisizione di un diritto di godi-
a coinvolgere diversi ambiti della politi- mento a tempo parziale di beni immo-
ca comune, con l’obiettivo di perseguire, bili (Gazzetta Ufficiale UE 1994 L 280,
accanto all’informazione e alla sicurezza 83);
del consumatore, soprattutto la tutela dei • Direttiva 97/7 riguardante la protezio-
suoi interessi economici. Tra queste nor- ne dei consumatori in materia di con-
me si segnalano le seguenti: tratti a distanza (Gazzetta Ufficiale UE
• Direttiva 84/450/CEE sulla pubblicità 1997 L 144, 2002 L 271, 16);
ingannevole e comparativa (Gazzetta • Direttiva 98/6 relativa alla protezione
La tutela del consumatore nell’Unione Europea

dei consumatori in materia di indica- golamento sulla cooperazione per la tu-


zione dei prezzi (Gazzetta Ufficiale UE tela dei consumatori”, Gazzetta Ufficia-
1998 L 80, 27); le UE 2004 L 364, 1).
• Direttiva 1999/44 sulla garanzia nel In via generale si constata che la legislazio-
contratto di vendita di beni di consumo ne dell’Unione Europea, diretta e talora
(Gazzetta Ufficiale UE 1999 L 171, 12); corretta dalla giurisprudenza della Corte
• Direttiva 2001/95 sulla sicurezza gene- di Giustizia della Comunità Europea, im-
rale dei prodotti (Gazzetta Ufficiale UE pernia il proprio lavoro mirando ad una
2002 L 11, 4). ben determinata figura di consumatore
Un ulteriore ed importante caposaldo medio – “discretamente informato, atten- 9
della legislazione prodotta dall’Unione to e consapevole” (cfr. ad esempio proce-
Europea nell’ambito della politica del con- dimento C-210/96, Gut Springenheide e
sumatore si rinviene in relazione al setto- Tusky, I-4657, 31). Questa figura di rife-
re alimentare. Le disposizioni dettate per rimento si rinviene costantemente quale
questo settore si ispirano in prima istan- riferimento e filo conduttore dell’attività
za all’esigenza di armonizzare il Mercato comunitaria orientata alla tutela dei con-
Unico, indirizzandosi però anche verso sumatori.
una garanzia di tutela del consumatore.
Gli aspetti disciplinati da queste norme
sono soprattutto quelli dell’etichettatura, Il decalogo del consumatore
del confezionamento e della definizione
merceologica dei generi alimentari. È pre- “L’erba del vicino è sempre più verde”, re-
vista ad esempio una particolare etichet- cita un noto adagio - ed anche i consuma-
tatura per determinati alimenti ottenuti tori lo possono confermare quotidiana-
con l’impiego di organismi geneticamente mente. Certi prodotti sono disponibili nel
modificati (Gazzetta Ufficiale UE 1998 L modello desiderato solo in Austria, altri si
159, 4). trovano anche in Alto Adige, ma a prezzi
Ulteriori disposizioni tendono invece a molto più salati. Per riuscire a sfruttare ap-
consolidare il ruolo della tutela del con- pieno i vantaggi offerti dal mercato unico
sumatore sotto l’aspetto organizzativo europeo è però necessario sentirsi tutela-
o procedurale. Rientrano tra queste ad ti quali consumatori e conoscere i propri
esempio: diritti anche una volta oltreconfine; i con-
• la Direttiva 98/27 sui provvedimenti sigli che riportiamo di seguito potrebbero
inibitori a tutela degli interessi dei con- costituire un piccolo aiuto in tal senso.
sumatori (Gazzetta Ufficiale UE 1998 L
166, 51, 2002 L 271, 16); Acquistate pure ciò che vi pare - e
• il Regolamento n° 2006/2004 sulla dove vi pare!
cooperazione tra le autorità nazionali Desiderate da sempre farvi un giro in
responsabili dell’esecuzione della nor- Europa dedicato allo shopping? Non c’è
mativa che tutela i consumatori (“Re- problema! Le leggi europee permettono
La tutela del consumatore nell’Unione Europea

a chiunque di acquistare dove preferisce, settore, dalla produzione alla lavorazio-


senza doversi preoccupare di oneri doga- ne intermedia, fino a giungere ai banchi
nali o supplementi dell’aliquota IVA. Ciò di vendita. Altrettanto rigore si incontra
vale sia per acquisti effettuati in occasio- anche nella disciplina in vigore per altri
ne di un viaggio in un altro Paese UE, sia prodotti di largo consumo. Importante è
per quelli effettuati da casa propria navi- segnalare alle autorità eventuali prodotti
gando in Internet, scegliendo da un cata- non sicuri, perché in caso di accertata pe-
logo, ecc. ricolosità, se ne possa disporre l’immedia-
ECCEZIONI: il principio della libera circo- to ritiro dal mercato!
10 lazione delle merci non si applica a quei
prodotti di cui in alcuni Stati non è con-
sentita la vendita, ad esempio armi da
Una lista di prodotti pericolosi
fuoco, o articoli che offendono la morale.
aggiornata settimanalmente è riportata
Alcuni limiti all’importazione esistono an-
nel sito Internet della Commissione Eu-
che per i tabacchi e gli alcolici.
ropea all’indirizzo: http://europa.eu.int/
comm/consumers/cons_safe/prod_
Se qualcosa non funziona, insiste-
safe/gpsd/rapex_en.htm#overviews
te per avere ciò che vi spetta!
La legislazione europea a tutela del con-
sumatore vi assicura una garanzia di due
anni dal giorno dell’acquisto: se qualsiasi
prodotto acquistato dovesse presentare
un difetto entro due anni, il venditore è
tenuto a riparare od eventualmente so-
stituire il bene, o almeno a rimborsare in
parte il prezzo pagato (il danno non deve
però essere stato causato da utilizzo im-
proprio o da danni causati da terzi).

In caso di controversie transfron-


taliere si può ricorrere all’aiuto del Centro
Europeo dei Consumatori (CEC)!

Elevati standard qualitativi per i


prodotti, soprattutto alimentari!
La normativa dell’Unione Europea che di-
sciplina il comparto alimentare è una del-
le più severe a livello mondiale – severe
regole accompagnano tutte le attività del
La tutela del consumatore nell’Unione Europea

Chi è informato mangia meglio! Le leggi dell’Unione Europea a tutela del


La legge prescrive che l’etichetta di tut- consumatore vietano l’inserimento di
ti gli alimenti commercializzati nella UE queste clausole vessatorie nei contratti,
riporti tutti gli ingredienti – anche colo- indipendentemente da quale contratto
ranti, conservanti, dolcificanti, additivi avete sottoscritto o in quale Paese del-
chimici – anche se presenti in misura mi- l’Unione ciò sia avvenuto.
nima. Ciò semplifica la vita a chi soffre di
allergie o vuole evitare certi componenti
indesiderati. Un contratto va sempre letto
con calma; l’ideale è dormirci sopra alme- 11
Analogamente sono sottoposti a precisa
regolamentazione anche tutti i prodotti no una notte prima di firmare! Si tratta di
che si possono vendere come “biologici”; un impegno senz’altro ripagato... perché
senza dimenticare i prodotti a denomina- prevenire è meglio che curare.
zione di origine controllata o protetta (in
quest’ultima categoria si pone ad esem- Avvaletevi dei termini di recesso!
pio il “prosciutto di Parma”), sottoposti Se acquistate al di fuori dei locali com-
anch’essi ad una severa disciplina. Le leggi merciali (ad esempio nel corso di una gita
dettano anche come debba essere indica- organizzata a fini promozionali, o in oc-
ta la presenza di organismi geneticamen- casione della visita di un rappresentante,
te modificati nei prodotti destinati all’ali- di una manifestazione di presentazione di
mentazione. prodotti, dell’acquisto tramite catalogo,
ecc.) avete un periodo di riflessione che
varia a seconda della tipologia del con-
Visitate la homepage del Centro tratto sottoscritto. Entro questo termine
Tutela Consumatori Utenti: www.centro- potete decidere di recedere dal contratto
consumatori.it senza necessità di fornire una motivazio-
Troverete una miniera di informazioni uti- ne. Un’analoga possibilità è prevista an-
li in tema di alimentazione. che per i contratti di investimento.

I contratti devono essere leali!


Avete mai visto un contratto dove le clau- Il recesso deve essere sempre for-
sole scritte in carattere particolarmente mulato per iscritto con raccomandata AR!
piccolo occupavano lo spazio che di soli-
to si dedica ad un romanzo? Può essere
che non avete letto attentamente tutto in alcuni Paesi gli stand fieristici
il testo? Cosa può accadere se avete sot- vengono considerati locali commerciali!
toscritto una clausola che permette di
adeguare il prezzo di un servizio ai listini
dell’operatore senza neppure avvisare il
consumatore?
La tutela del consumatore nell’Unione Europea

Ora è semplice confrontare municati al consumatore alcuni dati fon-


i prezzi! damentali, in tal caso il costo del denaro
Certo non è facile confrontare prodotti espresso nel tasso annuo netto.
offerti in diverse confezioni di vendita,
quando le quantità sono diverse. La legi-
Il Centro Tutela Consumatori ed
slazione europea ci viene in aiuto, dal mo-
il Centro Europeo dei Consumatori hanno
mento che ogni prodotto deve riportare il
elaborato insieme uno “spiaprezzi”, che
prezzo per unità di misura, cioè il prezzo al
offre tutte le informazioni necessarie sul
Kg, al litro o al pezzo. In tal modo risulta
12 tema del confronto dei prezzi.
più semplice confrontare il prezzo di un
prodotto tra una confezione da 375 g e
Basta con la pubblicità
una da 500 g.
ingannevole!
Con lo stesso criterio è stabilito anche il
Avete vinto un viaggio, e quando andate
prezzo di servizi, come ad esempio la con- a ritirare il premio vi rendete conto che si
cessione di un credito: prima della sotto- trattava di una scusa per venderVi qual-
scrizione devono essere chiaramente co- cosa? O si nota che il prodotto acquistato
non presenta le caratteristiche promesse
dalla pubblicità? Le norme dell’Unione
Europea Vi tutelano da questi abusi!
I fornitori di beni o servizi che utilizzano
canali commerciali a distanza (Internet,
cataloghi, ecc.) devono indicare sempre
il prezzo intero, completo di spese di tra-
sporto e tasse, nonché tutte le informazio-
ni necessarie ad identificare la loro attivi-
tà.

Una buona porzione di diffiden-


za protegge spesso da brutte sorprese. Ta-
lora è meglio dirsi “troppo bello per essere
vero”, ed in effetti non si sbaglia di molto.

Buon viaggio!
Avete prenotato un viaggio tutto com-
preso con il soggiorno in un hotel di lusso
e andate invece a finire in un cantiere? Il
diritto dell’Unione Europea Vi aiuta anche
in questo frangente. I tour operator de-
vono mantenere le promesse fatte, e Voi
La tutela del consumatore in Italia

avete diritto ad un risarcimento danni per


Quello competente per il territorio ita-
vacanza rovinata. liano è ospitato dal Centro Tutela Con-
La tutela si estende anche all’eventualità sumatori della provincia di Bolzano e
che il tour operator dichiari fallimento: si trova in Via Brennero 3 a Bolzano. È
con il sostegno di un fondo di garanzia raggiungibile telefonicamente al numero
nazionale il rientro dalle vacanze è assicu- 0471/980939, o via e-mail all’indirizzo
rato. In caso di vendita di multiproprietà info@euroconsumatori.org. Una ricca of-
turistiche, nota anche come time-sharing, ferta di informazioni via Internet è dispo-
la normativa europea offre inoltre la pos- nibile al sito www.euroconsumatori.org.
sibilità di un ripensamento e dunque di un Meglio cominciare da giovani... 13
recesso entro 10 giorni dall’avvenuta sot- Consumatori consapevoli non si nasce, si
toscrizione. diventa – e prima si comincia, meglio è. Chi
E – dulcis in fundo – anche per il Vostro già da giovane inizia ad essere critico nei
animale domestico è più facile accompa- confronti delle proprie abitudini di consu-
gnarVi in Europa grazie alle norme che mo ed è informato sulle forme di tutela dei
prevedono un “passaporto” per gli anima- propri diritti, certamente ne approfitterà
li e ne garantiscono così l’ingresso in ogni anche in seguito negli anni a venire.
Paese comunitario.
Con www.yomag.net si offre ai giovani
una rivista scritta da coetanei di tutta Eu-
ropa, con articoli e contributi che spazia-
Potete ritirare gratuitamente
no in tutti i campi del consumo.
l’opuscolo che il Centro Europeo dei Con-
Chi avesse interesse a conoscere il punto
sumatori ha approntato sul tema dei viag-
di vista di altri Europei, e magari a miglio-
gi, ricco di utili suggerimenti.
rare intanto le proprie conoscenze della
lingua inglese, può visitare il sito www.yo-
Aiuto in caso di controversie
transfrontaliere mag.net – e chissà, forse c’è anche questa
La Commissione Europea ha uffici di rap- o quella esperienza che si vorrebbe scam-
presentanza in tutti i 25 Stati europei; biare con altri giovani consumatori!
inoltre è stata creata – proprio per le pro-
blematiche transfrontaliere incontrate dai
La tutela del
consumatori – una rete di Centri Europei
consumatore in Italia
dei Consumatori.
Garantire a consumatrici e consumatori
adeguate informazioni e consulenza rap-
presenta un compito essenziale della po-
litica statale, che deve però essere affian-
cato da un impegno almeno altrettanto
intenso nell’adozione di idonei meccani-
smi giuridici per la sua tutela. Sebbene la
Costituzione italiana non contenga alcun
La tutela del consumatore in Italia

riferimento diretto al proposito, la tutela riconosciuti come fondamentali i diritti:


dei consumatori è sempre stata essenzial- a) alla tutela della salute;
mente di competenza dello Stato. Con la b) alla sicurezza e alla qualità dei prodot-
riforma della Costituzione avvenuta nel ti e dei servizi;
2001 (legge n. 3 del 18.10.2001) questa c) ad una adeguata informazione e ad
competenza è passata alle Regioni. una corretta pubblicità;
d) all’educazione al consumo;
e) alla correttezza, alla trasparenza e al-
Il nuovo codice del consumo
l’equità nei rapporti contrattuali;
14 Recentemente il Governo, dietro delega f) alla promozione e allo sviluppo del-
del Parlamento, ha provveduto ad ema- l’associazionismo libero, volontario
nare il nuovo codice del consumo (D.Lgs. e democratico tra i consumatori e gli
6 settembre 2005 n. 206 pubblicato sul- utenti;
la Gazzetta Ufficiale n. 235 del 8 ottobre g) all’erogazione di servizi pubblici se-
2005, suppl. ord. n. 162). Con tale testo condo standard di qualità e di effi-
è stato fatto un importante passo avanti cienza.
per quanto riguarda la sistematicità e la
più facile consultazione delle leggi poste Lo strumento principale per dare con-
a tutela di consumatori ed utenti. Le asso- cretezza ai diritti del consumatore sanciti
ciazioni dei consumatori lamentano però nella legge è offerto – oltre alla tutela giu-
la mancata adozione di altre importanti ridica del singolo consumatore prevista
norme di tutela del settore, quali ad esem- dal codice civile e dalle leggi – dal diritto
pio la tutela nel settore del risparmio, così ad avviare cause a tutela di interessi diffu-
come la possibilità di avvio di azioni di si, previsto per le associazioni dei consu-
classe da parte dei consumatori alle prese matori riconosciute ai sensi dalla legge in
con identiche o analoghe problematiche. parola (attualmente 15, tra queste anche
Il nuovo codice del consumo è composto il Centro Tutela Consumatori Utenti di
di 146 articoli: dopo le previsioni di carat- Bolzano). Gli interessi tutelabili attraver-
tere generale, il codice regolamenta, tra le so questo strumento sono quelli di ca-
altre cose, la corretta informazione ai con- rattere collettivo, così come contemplati
sumatori, i rapporti di consumo e la tra- da diverse direttive europee. Si tratta di
sparenza di mercato, la sicurezza dei pro- un diritto che può trovare applicazione
dotti, il ruolo delle associazioni di difesa anche per interessi di natura transfron-
dei consumatori e l‘accesso alla giustizia. taliera, adeguatamente sanzionato dalla
Attraverso questa legge si definisce il con- previsione di pene pecuniarie nel caso in
sumatore come persona fisica che acqui- cui non vengano rispettati la sentenza del
sta o impiega beni e servizi per attività giudice o l’accordo intervenuto in caso di
non inerenti alla propria professione o im- conciliazione: si tratta di importi che van-
presa. Ai consumatori ed agli utenti sono no da 516 a 1.032 Euro al giorno per tut-
La tutela del consumatore in Alto Adige

to il periodo di ritardo che trascorre fino celebrato i 40 anni dalla loro fondazione,
al giorno dell’adempimento. mentre il Centro Tutela Consumatori del-
l’Alto Adige ha aperto i battenti solo nel
Attraverso la legge a tutela del consu- 1993. Ciò non significa che anche nella
matore si è provveduto all’insediamento nostra provincia non siano state adottate
presso il Ministero delle Attività Produt- già da tempo numerose iniziative a carat-
tive di un Consiglio nazionale dei con- tere pubblico e privato tese a prevedere
sumatori e utenti – CNCU, con funzioni anche una tutela giuridica dell’acquirente
consultive e propositive negli ambiti di in- e a garantire la regolarità degli scambi sul
15
teresse del consumatore. Tale Consiglio si mercato. Un esempio di tutto rispetto lo
compone di rappresentanti delle diverse incontriamo già nel Medioevo nella città
associazioni di consumatori riconosciu- di Bolzano, quando il magistrato mercan-
te dalla legge, è presieduto dal Ministro tile, che diverrà poi quella che oggi co-
competente e prevede anche la presenza nosciamo come Camera di commercio,
di un rappresentante delle Regioni. provvedeva alla regolamentazione ed al
Dall’entrata in vigore del decreto legisla- controllo dei mercati.
tivo n. 34 del 22.01.2004 sono rimasti di Le disposizioni via via adottate per di-
competenza del Ministero delle Attività sciplinare gli scambi avevano ed hanno
Produttive solo alcuni degli ambiti di ri- naturalmente molteplici finalità: innanzi-
levanza consumeristica: etichettatura dei tutto quella di assicurare la disponibilità
prodotti, qualità dei servizi diretti al con- di beni di prima necessità, puntando alla
sumatore (ad esclusione del commercio), certezza della qualità ed alla congruità
vigilanza sui giochi d’azzardo, osservato- dei prezzi. Si mira inoltre alla tutela dei
rio dei prezzi, tutela su scala nazionale soggetti economicamente più deboli nei
per il comparto turistico. confronti di posizioni dominanti, per
giungere infine al sostegno degli opera-
tori locali attraverso la rimozione degli
La tutela del ostacoli costituiti da forme sleali di con-
consumatore in Alto Adige correnza.
Solo negli ultimi decenni si è notato un
accresciuto interesse per le tematiche che Ispirandosi all’evoluzione conosciuta dal-
riguardano da vicino i consumatori. L’Alto la tutela dei consumatori in ambito euro-
Adige segue con un certo ritardo l’evolu- peo, anche in Alto Adige nei primi anni
zione che Germania ed Austria hanno già Novanta si sono mossi dei passi concreti
conosciuto in materia di tutela dei con- verso l’istituzione di un servizio di infor-
sumatori, a partire dal periodo della rico- mazione e consulenza dei consumatori.
struzione postbellica. Molti dei centri per Ciò anche attraverso l’impegno dei sin-
l’informazione e la tutela dei consuma- dacati e di numerose associazioni ecolo
tori presenti in Germania hanno da poco giste e attive in campo sociale.
La tutela del consumatore in Alto Adige

biente che lo circonda, nonché da tut-


Con la legge provinciale n. 15 del 20 ti i rischi legati alla fruizione di servizi
maggio 1992 concernente “iniziative
nel settore privato e pubblico mediante
della Provincia Autonoma in materia di
l’incentivazione di adeguate misure;
difesa dei consumatori e utenti” la Pro-
b) la promozione e l’attuazione di una
vincia Autonoma di Bolzano sostiene la
politica incentrata sull’informazione,
tutela dei diritti dei cittadini quali con-
sull’educazione e sulla sensibilizzazione
sumatori ed utilizzatori di beni e servizi
per il fabbisogno individuale o comune dei consumatori;
c) il sostegno delle unioni di consumatori.
16 in ambito sia pubblico che privato.

Altri obiettivi della legge sono: Questa legge provinciale prevede espres-
a) la protezione dai rischi per la salute e la samente anche la promozione di un Cen-
sicurezza del consumatore e dell’am- tro Tutela Consumatori, al quale aderisca-

La spesa in beni di consumo ampia la scelta dei beni. E comunque la


Va detto che per quanto riguarda la spe- spesa deve pur sempre orientarsi alle di-
sa in beni di consumo nessuna famiglia sponibilità economiche dei singoli o del-
adotta criteri identici ad un’altra nelle le famiglie. Tuttavia i valori medi ricavati
proprie scelte. Troppo diversi sono i bi- dalle informazioni disponibili ci permet-
sogni e le abitudini di consumo, troppo tono di trarre alcune conclusioni:

Spesa media mensile in Alto Adige per famiglia 3.092,46 Euro


nell’anno 2004: per componente 1.195,73 Euro
La tutela del consumatore in Alto Adige

17

no organizzazioni e associazioni operanti La legge prevede inoltre l’istituzione di


nel campo della tutela del consumatore una Consulta provinciale per la tutela dei
e che divenga l’interlocutore dell’Ente consumatori e utenti, composta con cri-
pubblico su queste tematiche, ricalcando terio paritetico da rappresentanti della
l’esempio dei Centri di tutela del consu- Camera di commercio e del Centro Tutela
matore esistenti in Germania. Consumatori Utenti e presieduta dal Pre-
Diritto del consumatore – accesso alla giustizia – autoaiuto

sidente della Provincia. A tale organo è soli le caratteristiche di un alimento o la


affidato il compito di formulare pareri e sua sicurezza per la salute.
proposte sulla politica dei consumatori a Solo un’opportuna combinazione di
livello provinciale. protezione del consumatore e informa-
L’Alto Adige ha in tal modo assunto un zione conduce ad un’efficiente politica
ruolo di precursore in ambito nazionale, consumeristica. Una sicurezza garantita
avendo emanato tale disciplina legislativa al 100% da leggi di tutela e misure di in-
già nel 1992; solo in seguito la maggior formazione però non esiste: è più che mai
parte delle Regioni italiane ha scoperto la necessario che il consumatore agisca re-
18
dimensione locale della tutela del consu- sponsabilmente, muovendosi con senso
matore. In ambito nazionale non si rinvie- critico tra le molteplici scelte che gli pro-
ne questa forma organizzativa; esistono pone il mercato.
numerose unioni e associazioni autono-
me tra di loro, che incontrano parecchie Tutela del consumatore e
difficoltà ad interloquire con le Autorità diritto penale
statali a favore dei consumatori. La componente del diritto penale riveste
un ruolo di rilievo nell’assicurare il rispet-
to del consumatore: i comportamenti
criminosi vengono infatti perseguiti con
Diritto del l’irrogazione di sanzioni penali, ad esem-
consumatore – accesso pio nei casi di truffa. Si parla del reato di
alla giustizia – autoaiuto truffa quando uno dei contraenti nella
Il diritto del consumatore si occupa della stipulazione di un contratto trae consa-
tutela giuridica del consumatore, intro- pevolmente l’altro contraente in inganno.
ducendo delle “regole del gioco” che gli Ciò può avvenire adducendo a circostan-
permettano di interagire con il mondo ze non vere, ma anche travisando o omet-
dell’economia con una certa sicurezza e tendo dei fatti realmente accaduti. Le nor-
con la previsione di alcuni “paracadute” mali dichiarazioni tese a pubblicizzare un
giuridici, come il diritto di recesso, per le prodotto o un servizio, piuttosto frequen-
situazioni più rischiose. ti in un colloquio teso all’acquisto di un
Esiste già una disciplina giuridica unitaria bene di consumo, non costituiscono nella
che regolamenta l’intero settore, ed anche maggior parte dei casi un atteggiamento
una miriade di singole leggi e regolamenti ingannevole perseguibile penalmente.
che hanno lo scopo di tutelare l’acquiren- Una truffa si ha solo quando attraverso
te di beni o il fruitore di servizi in svariati l’inganno si causa un danno patrimoniale.
ambiti. È soprattutto sul piano della salute Ciò, ad esempio, non si verifica quando la
che sarebbe importante intervenire nelle persona che si ritiene truffata ha ricevuto
dinamiche del mercato, dal momento che un servizio corrisposto ad un prezzo con-
spesso non siamo in grado di valutare da gruo e dal quale essa ricava un’utilità.
Diritto del consumatore – accesso alla giustizia – autoaiuto

sce ad ottenere che chi fa affari disonesti a


danno di terzi sia assicurato alla giustizia,
impedendo (si spera) che i danni si ripe-
tano.

non sempre dietro ad un affare


andato male si cela un reato!
19
Tutela del consumatore e
diritto civile
Il diritto civile assume notevole rilievo
Importanti sono anche le norme penali per consumatrici e consumatori. Le con-
che trovano applicazione nel caso di lesio- troversie in materia di tutela dei con-
ni personali (ad esempio in occasione di sumatori trovano composizione appli-
errori terapeutici), quelle relative all’usu- cando le disposizioni del Codice Civile.
ra, o ancora le ipotesi di reato connesse Esso disciplina i rapporti giuridici che
a fallimenti o alla lesione di obblighi con- intercorrono tra un imprenditore o un
nessi alla tutela dei dati personali. professionista ed un consumatore, non-
ché l’ambito della tutela pubblicistica del
consumatore. Le varie norme sono rag-
Nel caso in cui vi sentiste truf- gruppate in capitoli omogenei per argo-
fati o comunque danneggiati, non esitate mento, i cosiddetti titoli. Esistono norme
a sporgere denuncia penale – non prima in materia di edilizia, altre che costitui-
di aver consultato un avvocato. La fatti- scono il Codice della strada, altre ancora
specie della truffa può essere accertata che disciplinano la manipolazione di pro-
quasi esclusivamente su segnalazione del- dotti chimici, di medicinali, tecnologie
la persona danneggiata (querela di parte) elettrotecniche, ecc.
inoltrata entro tre mesi dall’evento. La Le norme civilistiche di rilevanza per il
denuncia / querela può essere presentata consumatore sono ispirate al principio
direttamente alla Procura della Repubbli- di equilibrio che deve informare la con-
ca o alla Polizia. È bene tenere presente trattazione tra le parti. La realtà presenta
che anche un’eventuale condanna non però spesso situazioni assai diverse: in
significa automaticamente un risarcimen- quasi tutti i settori economici sono an-
to del danno subito. Quest’ultimo si può dati imponendosi modelli contrattuali
richiedere solamente costituendosi come con condizioni generali preconfezionate,
parte civile al procedimento penale. Tut- mentre i contratti stipulati individual-
tavia, spesso le persone danneggiate ri- mente sono caduti in disuso. Ciò vale
mangono a mani vuote, ma almeno si rie- un po’ per tutti i contratti: dalla com-
Diritto del consumatore – accesso alla giustizia – autoaiuto

pravendita di beni alla prestazione di un


servizio fino alla locazione di un immobi-
le o all’accensione di un mutuo. Spesso
le limitazioni ai diritti del consumatore
prendono forma in clausole stampate a
caratteri minuscoli pressoché illeggibi-
li, anche se il legislatore – spinto dagli
orientamenti espressi dall’Unione Eu-
ropea – ha provveduto via via ad abbat-
20
tere le posizioni di squilibrio. Le norme
introdotte o affinate all’interno del Co-
dice Civile per garantire una maggiore
tutela del consumatore hanno portato
ad un maggiore equilibrio tra le parti
contraenti.

L’applicazione e la sorveglianza sulla cor-


rettezza interpretativa delle norme giu-
ridiche non sono gestite da un apparato
“repressivo”, quanto piuttosto da una
serie di istituzioni preposte alla corretta Accesso alla giustizia – quale percor-
e puntuale applicazione delle norme. Il so compie un reclamo
principale presupposto è costituito ov- Quando il fornitore di un bene o di un
viamente dall’efficienza con la quale tali servizio non rispetta un obbligo contrat-
“guardiani” sorvegliano il rispetto delle tuale, il consumatore può pretendere
norme civilistiche. Purtroppo da questo l’adempimento del contratto o chieder-
punto di vista tocchiamo in Italia dei tri- ne la risoluzione con la previsione di un
sti record in negativo – soprattutto per congruo risarcimento (denuncia dei vizi).
quanto attiene alla durata dei procedi- Se la contestazione non si risolve imme-
menti e quindi in parte ai relativi costi. Le diatamente attraverso un chiarimento a
premesse per un’effettiva tutela del con- voce con la controparte, è assolutamente
consigliabile presentarlo per iscritto.
sumatore non sono dunque le migliori.
Al riguardo, l’art. 6 della Convenzione
per i diritti dell’uomo prevede il diritto Innanzitutto informarsi su for-
ad un giusto processo. In caso di viola- ma e tempi da rispettare per l’invio di una
zione di tale diritto (ad esempio in se- formale denuncia, dal momento che nel
guito a tempi procedurali troppo lunghi) prosieguo della controversia questi ele-
può essere presentata istanza alla Corte menti potranno assumere importanza
d’Appello competente. decisiva. Successivamente è talora consi-
Diritto del consumatore – accesso alla giustizia – autoaiuto

gliabile chiedere anche assistenza ad una proporre e condurre azioni inibitorie a


associazione di consumatori. tutela degli interessi collettivi dei consu-
matori.
Conciliazione extragiudiziale
Quando, dopo varie trattative, non si rie- Giudice di Pace
sce a trovare un accordo tra le parti, può Le competenze del Giudice di Pace ab-
essere utile demandare la controversia bracciano anche le controversie relative
all’esame di una commissione di concilia- a beni mobili fino ad un controvalore di
zione. In Alto Adige esiste un Organo di 2.582,82 Euro, mentre per le richieste di
conciliazione competente per la genera- risarcimento connesse con incidenti stra- 21
lità delle controversie che coinvolgono il dali il limite del contendere giunge fino a
consumatore. La sua sede è presso il Cen- 15.493,71 Euro.
tro Tutela Consumatori. Anche la Camera Per le controversie che non superano un
di commercio offre la possibilità di una valore di 516,45 Euro i cittadini possono
conciliazione (generalmente tra impre- rivolgersi al Giudice di Pace da soli, senza
se), se previsto da una specifica clausola l’obbligo di farsi assistere da un legale. Lo
contrattuale. Per singoli settori esistono stesso Giudice può ammettere che l’inte-
specifiche istanze e modalità conciliati- ressato si difenda da solo anche per con-
ve: Telecom Italia, assicurazioni RC-auto, tenziosi di importo maggiore. Contro le
autofficine, puliture a secco, previdenza decisioni del Giudice di Pace è ammesso
integrativa pubblica, ombudsmann ban- ricorso.
cario. Al Giudice di Pace ci si può rivolgere
Per controversie transfrontaliere segnalia- anche per tentativi di conciliazione. Ul-
mo l’attività del Centro Europeo dei Con- teriori competenze del Giudice di Pace
sumatori a Bolzano, che per l’Italia rap- rilevanti per i consumatori sono quelle
presenta l’istituzione di clearing nell’am- relative al diritto d’uso dei beni e servizi
bito della rete extragiudiziale europea per condominiali, alle controversie sorte tra
la risoluzione delle controversie EEJ-net proprietari di immobili relativamente ad
(European Extra-Judicial Network / rete immissioni di vario genere (fumo, calore,
extragiudiziale europea). rumore, ecc.), nonché i ricorsi contro le
contravvenzioni in caso di infrazioni del
Come ottenere giustizia Codice della strada.
Se la denuncia o il tentativo di concilia-
zione extragiudiziale non hanno portato Tribunale
alla soluzione della controversia con il Quando per una controversia riguardan-
consumatore, quest’ultimo può decide- te un consumatore non sia competente il
re di rivolgersi ad un avvocato oppure, Giudice di Pace, la competenza è spesso
se possibile, personalmente al Giudice. del Tribunale (quale Giudice Unico). Le
Quando una controversia investe diritti di sentenze pronunciate dal Tribunale pos-
una generalità di soggetti, le associazioni sono essere impugnate davanti alla Corte
rappresentative dei consumatori possono d‘Appello e contro le sentenze della Corte
Istituzioni attive nel settore della tutela dei consumatori

d‘Appello è ammesso ricorso alla Corte di


Cassazione. Istituzioni attive nel settore
Il Tribunale costituisce altresì il giudice di della tutela dei consumatori
secondo grado in caso di impugnazione
delle sentenze pronunciate secondo dirit-
to dal Giudice di Pace. In Alto Adige

Corte Costituzionale Istituzioni pubbliche:


Solo il Giudice di un qualsiasi grado può
22 Provincia Autonoma di Bolzano,
appellarvisi, qualora sussistano dubbi di
legittimità costituzionale di una legge. Ripartizione I - Presidenza,
Ufficio Affari di Gabinetto:
Palazzo Provinciale 1, via Crispi 3,
Ricorsi amministrativi
39100 Bolzano, Tel. 0471-412130,
Qualora la Pubblica Amministrazione
www.provincia.bz.it/presidenza
violi l’interesse legittimo di un cittadino,
quest’ultimo può rivolgersi all’ammini-
Ufficio Risparmio Energetico:
strazione stessa, all’autorità superiore
via Mendola 33, 39100 Bolzano,
(ricorso gerarchico - entro 30 giorni), o al
Tel. 0471-414720,
Tribunale amministrativo di Bolzano (Se-
www.provincia.bz.it/acqua-energia
zione autonoma per la provincia di Bol-
zano del Tribunale regionale di giustizia Agenzia Provinciale per l’Ambiente:
amministrativa del Trentino-Alto Adige). via Amba Alagi 5, 39100 Bolzano,
Contro le sentenze del Tribunale ammi- Tel. 0471-417100,
nistrativo è ammesso ricorso al Consiglio www.provincia.bz.it/agenzia-ambiente
di Stato (entro 60 giorni tramite un av-
vocato). Per alcuni procedimenti relativi Laboratorio Biologico:
a sanzioni amministrative, come nel caso via Sottomonte 2, 39055 Laives, Tel.
di infrazioni del Codice della Strada o di 0471-950431, labbio@provincia.bz.it
abusi edilizi, sono previste procedure di
ricorso particolari. Laboratorio di chimica fisica:
via Amba Alagi 5, 39100 Bolzano,
Risarcimento in caso di Tel. 0471-417140
errori giudiziari labchimfis@provincia.bz.it
Chi è stato vittima di un errore giudizia-
rio o ha subito un danno per la condotta Laboratorio di analisi alimenti:
scorretta di un giudice, ha diritto ad un via Amba Alagi 5, 39100 Bolzano,
risarcimento da parte dello Stato. Tel. 0471-417120,
labalimenti@provincia.bz.it
Istituzioni attive nel settore della tutela dei consumatori

Comunità Comprensoriale
Camera di commercio:
Val Venosta
via Perathoner 8b/10, 39100 Bolzano,
39028 Silandro, via Principale 134,
Tel. 0471-945511
Tel. 0473-736800
http://www.hk-cciaa.bz.it/index-i.htm
Comunità Comprensoriale
Consulenza ai consumatori in Alta Valle Isarco
collaborazione con le Comunità 39049 Vipiteno, via Stazione 1,
Comprensoriali: Tel. 0472-726 011
23
Comunità Comprensoriale
Burgraviato
39012 Merano, Corso Libertà 62, Consulenza ai consumatori
2° piano, Tel. 0473-270204 in collaborazione con i Comuni:

Comunità Comprensoriale Bolzano Sportello del Cittadino del


Valle Isarco Comune di Bolzano
39042 Bressanone, Vicolo Porta Sabiona 39100 Bolzano, vicolo Gumer 7,
3, Tel. 0472-820511 Tel. 0471-997616
39042 Chiusa c/o Distretto Sociale,
via Seebegg 17, Tel. 0472-847494 Lana c/o Municipio Lana
39011 Lana, via Madonna del Suffragio 5
Comunità Comprensoriale
Val Pusteria
39031 Brunico, via Dante 2, Istituzioni private:
Tel. 0474-410748
a) Associazioni per la tutela dei
consumatori:
Distretto Sociale Alta Valle Pusteria
Centro Tutela Consumatori Utenti:
39038 San Candido, via Prati 6,
via Dodiciville 2, 39100 Bolzano,
Tel. 0474-919999
Tel. 0471-975597,
www.centroconsumatori.it
Distretto Sociale Valle Aurina:
39032 Campo Tures, Adiconsum (SGB-CISL):
via Hugo von Taufers, 19 via Siemens 23, 39100 Bolzano,
Tel. 0474-678008 Tel. 0471-568400, www.sgbcisl.it

Distretto Sociale Val Badia: AFB - Arbeiter-, Freizeit- und


39030 San Martino in Badia, Bildungsverein:
Piccolino 71, 3° piano via Maso della Pieve 60, 39100 Bolzano,
Tel. 0474-524517 Tel. 0471-254199, www.afb-efs.it
Istituzioni attive nel settore della tutela dei consumatori

ASGB-Tutela del Consumatore: Tribunale dei diritti del malato:


via Bottai 30, 39100 Bolzano, Corso Italia 13, 39100 Bolzano,
Tel. 0471-308200, www.asgb.org tel. 0471-907111,
www.cittadinanzattiva.it
Asterisco/Asterisk (UIL-SGK):
via Roma 84/C, 39100 Bolzano
Tel. 0471-911015, www.asterisk.it b) Altre istituzioni private:
Centro Casa: Piazza Matteotti 1,
Associazione delle Casalinghe 39100 Bolzano, tel. 0471-911012,
24 (Berufsgemeinschaft der Hausfrauen): www.centrocasa.org
via Maso della Pieve 60 - c/o Arbeiter-, ASGB -
Freizeit- und Bildungsverein, 39100 Bol- Associazione Inquilini Alto Adige:
zano (BZ), Tel. 0471-254199, via Bottai 30,
Ecokonsum (AGB-CGIL): via Roma 39100 Bolzano, Tel. 0471-308200,
79, 39100 Bolzano, Tel. 0471-926411, www.asgb.org

KVW-ACLI Associazione Associazione Proprietà Edilizia:


Cattolica Lavoratori: Corso Italia 22, 39100 Bolzano,
Sezione in lingua tedesca KVW Bolzano Tel. 0471-271135, www.ape-vgi-bz.it
Piazza del Grano 4, 39100 Bolzano,
Tel. 0471-978 056, www.kvw.org ACI:
Corso Italia 19/A, 39100 Bolzano,
Ecoistituto: via Talvera 2, Tel. 0471-280003, www.acibz.it
39100 Bolzano, Tel. 0471-980048,
www.oekoinstitut.it (non ancora attivo) Unione Commercio Turismo Servizi:
via di Mezzo ai Piani 5 - Piani di Bolzano,
Südtiroler Gesellschaft für 39100 Bolzano, Tel. 0471-310 311,
Gesundheitsförderung (SGGF) www.verbandunione.bz.it
Associazione Sudtirolese per una
sana alimentazione: Confesercenti Alto Adige:
Centro Ecologico Novacella, via Abbazia via Roma 80/A, 39100 Bolzano,
1, 39040 Varna, Tel. 0472-835588 Tel. 0471-541500,
www.sggf.it www.confesercentialtoadige.it

CTRRCE- Centro Tecnico Regionale LVH / APA:


di Ricerca sul Consumo Europeo - Al- via di Mezzo ai Piani 7 - Piani di Bolzano,
troconsumo: Via Argentieri 22, 39100 39100 Bolzano, Tel. 0471-323200,
Bolzano, Tel. 0471-974945, www.apa.it
www.ctrrce.it
Istituzioni attive nel settore della tutela dei consumatori

CNA-SHV: Autorità per le Garanzie nelle


via Righi 9, 39100 Bolzano, Comunicazioni:
Tel. 0471-546777, Isola B5, 80143 Napoli, tel. 081-7507111,
www.cnabz.com www.agcom.it

HGV – Unione Albergatori e Autorità per l’Energia


Pubblici Esercenti: Elettrica e il Gas:
via Delai 16/I, Piazza Cavour 5, 20121 Milano,
39100 Bolzano, tel. 02-655651, www.autorita.energia.it
Tel. 0471-317 700, www.hgv.it 25
Banca D’Italia:
Via Nazionale 91, 00184 Roma,
tel. 06-47921, www.bancaditalia.it
In Italia
Garante per la Protezione
Istituzioni ed organi di controllo: dei Dati Personali:
Piazza Monte Ciborio 121,
Diversi Ministeri che hanno competenze 00186 Roma, tel. 06-696771,
in questo ambito www.garanteprivacy.it

Ministero delle Attività Produttive: CONSOB – Commissione Nazionale


Via Molise 2, 00187 Roma, tel. 06-47051, per le Società e la Borsa:
www.minindustria.it Via G.B. Martini 3, 00198 Roma, tel. 06-
84771, www.consob.it
Istituto Superiore di Sanità:
Viale Regina Elena 299, 00161 Roma, ISVAP – Istituto di Vigilanza sulle
tel. 06-49901, www.iss.it Assicurazioni Private e di Interesse
Collettivo:
ISPESL- Istituto Superiore per Via Quirinale 21, 00187 Roma,
la Prevenzione e la Sicurezza sul tel. 06-421331, www.isvap.it
Lavoro:
Via Urbana 167, 00184 Roma, IMQ - Istituto Italiano del
tel. 06-47141, www.ispesl.it Marchio di Qualità:
Via Quintiliano 43, 20138 Milano,
Autorità Garante tel. 02-50731, www.imq.it
della Concorrenza e del Mercato:
Piazza Verdi 67/A, 00198 Roma, Istituto dell’Autodisciplina
tel. 06-858211, www.agcm.it Pubblicitaria:
Via Larga 15, 20122 Milano,
tel. 02-58304941, www.iap.it
Istituzioni attive nel settore della tutela dei consumatori

SINCERT – Sistema Nazionale per CITTADINANZATTIVA:


l’Accreditamento degli Organismi di Via Flaminia 53, 00196 Roma,
Certificazione: tel. 06-367181, www.cittadinanzattiva.it
Via Saccardo 9, 20134 Milano,
tel. 02-2100961, www.sincert.it CODACONS – Coordinamento delle
Associazioni per la Difesa
Istituzioni private Ambientale e dei Diritti degli
Utenti e Consumatori:
Associazioni dei consumatori - Roma: Viale Mazzini 73, 00195 Roma,
26 Sedi principali: tel. 06-3725809;
Milano: Via Cubani 5, 20121 Milano,
ACU – Associazione tel. 02-72003831, www.codacons.it
Consumatori Utenti:
Via Padre Luigi Monti 20/c, CONFCONSUMATORI:
20162 Milano, tel. 02-6615411, Via G. Mazzini 43, 43100 Parma,
www.consumatoriutenti.it tel. 0521-230134/233583,
www.confconsumatori.it
ADICONSUM - Associazione Italiana
Difesa Consumatori e Ambiente:
FEDERCONSUMATORI – Federazione
Via G.M. Lancisi, 25 - 00161 Roma,
Nazionale Consumatori e Utenti:
tel. 06-417021, www.adiconsum.it
Via Palestro 11, 00185 Roma, tel. 06-
42020759, www.federconsumatori.it
ADOC- Associazione per la Difesa e
l’Orientamento dei Consumatori:
LEGA CONSUMATORI:
Via Tor Fiorenza 35, 00199 Roma,
Via delle Orchidee 4/a, 20147 Milano,
Tel 06-45420928, www.adoc.org
tel. 02-48303659,
ADUSBEF – Associazione Difesa www.legaconsumatori.it
Utenti Servizi Bancari, Finanziari,
Postali, Assicurativi: MOVIMENTO CONSUMATORI:
Via Farini 62, 00185 Roma, Via Piemonte 39/a, 00187 Roma, t
tel. 06-4818632, www.adusbef.it el. 06-4880053,
www.movimentoconsumatori.it
ALTROCONSUMO:
Via Valassina 22, 20159 Milano, MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO:
tel. 02-668901, www.altroconsumo.it Via Piemonte 39/a, 00187 Roma,
tel. 06-4881891, www.helpconsumatori.it
CASA DEL CONSUMATORE:
Viale Regina Giovanna 35, 20129 Milano, UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI:
tel. 02-29532241, Via Duilio 13, 00192 Roma,
www.casadelconsumatore.it tel. 06-3269531, www.consumatori.it
Istituzioni attive nel settore della tutela dei consumatori

Altre istituzioni private: • Rappresentanza in Italia, Milano:


Palazzo delle Stelline – Corso Magenta
ANIA – Associazione 59, 20123 Milano, tel. 02-4675141,
Nazionale fra le Assicurazioni: www.europa.eu.int/italia/milano
Milano: Piazza San Babila 1,
20122 Milano, tel. 02-77641; AEC - Association of European
Roma: Via della Frezza 70, 00186 Roma, Consumers socially and
tel. 06-326881, www.ania.it
environmentally aware:
143, Rue Belliard – B 1040 Bruxelles, 27
ABI - Associazione Bancaria Italiana:
tel. 0032-22302875,
Roma: Palazzo Altieri – Piazza del Gesù
www.consumer-aec.org
49, 00186 Roma, tel. 06-67671;
Milano: Via della Posta 3/7,
20123 Milano, tel. 02-721011, BEUC – Bureau Européen des
www.abi.it Unions des Consommateurs:
36, Aveneue de Tervuren,
OMBUDSMAN Bancario: box 4 – B 1040 Brussels,
Via IV Novembre 114, 00187 Roma, tel. 0032-27431590, www.beuc.org

Unioncamere: Consumers International:


Piazza Sallustio 21, 00187 Roma, 24, Highbury Cresent N5 1RX, London,
tel. 06-47041, www.unioncamere.it tel. 0044- 2072266663,
www.consumersinternational.org

In Europa Istituzioni private


Euroguichets e EEJ-net:
Rappresentanza per l’Italia:
Istituzioni pubbliche
Commissione Europea:
CEC – Centro Europeo dei
200, Rue de la Loi/Wetstraat 200, B
Consumatori:
1049 Bruxelles (Belgio), Tel. 0032-
Via Brennero 3, 39100 Bolzano,
2291111, www.europa.eu.int
Tel. 0471-980939,
• Direzione Generale Salute e Tutela www.euroconsumatori.org
del Consumatore:
200, Rue de la Loi/Wetstraat 200, B
1049 Bruxelles (Belgio), Qui si possono richiedere i recapiti
e-mail: sanco-mailbox@cec.eu.int, delle Associazioni dei consumatori in
www.europa.eu.int/comm/dg24 ambito europeo ed internazionale.
Istituzioni attive nel settore della tutela dei consumatori

28
Diritti del consumatore in generale

Diritti del
consumatore in generale
Agenzie matrimoniali _____________________________________________________ pag. 30
Autocertificazione (dichiarazione sotto la propria responsabilità) _____________ pag. 31 29
Avvocati _________________________________________________________________ pag. 31
Beneficenza ______________________________________________________________ pag. 34
Cambio merce ____________________________________________________________ pag. 36
Carta dei servizi __________________________________________________________ pag. 36
Clausole vessatorie _______________________________________________________ pag. 36
Codice a barre ____________________________________________________________ pag. 37
Commercio elettronico (e-commerce) _____________________________________ pag. 38
Conciliazione _____________________________________________________________ pag. 42
Confezioni ingannevoli (o truccate) ________________________________________ pag. 45
Conservazione dei documenti _____________________________________________ pag. 45
Contratti _________________________________________________________________ pag. 46
Contratti conclusi al di fuori dei locali commerciali __________________________ pag. 47
Garante del contribuente__________________________________________________ pag. 49
Garanzia _________________________________________________________________ pag. 50
Garanzia sulle auto usate __________________________________________________ pag. 52
Lotterie estere ____________________________________________________________ pag. 53
Lutto in famiglia __________________________________________________________ pag. 53
Manifestazioni (meetings) organizzate a fini di vendita ______________________ pag. 54
Offerte e tasse____________________________________________________________ pag. 55
Patrocinio a spese dello Stato ______________________________________________ pag. 55
Peso netto _______________________________________________________________ pag. 56
Prezzi ____________________________________________________________________ pag. 56
Pubblicità ________________________________________________________________ pag. 58
Pubblicità ingannevole ____________________________________________________ pag. 59
Recesso contrattuale ______________________________________________________ pag. 60
Responsabilità per danno da prodotti difettosi ______________________________ pag. 61
Ritardi nella consegna _____________________________________________________ pag. 62
Scadenza _________________________________________________________________ pag. 63
Scontrino di cassa_________________________________________________________ pag. 63
Sistemi di vendita piramidali _______________________________________________ pag. 64
Termine minimo di conservazione _________________________________________ pag. 64
Test su prodotti o servizi __________________________________________________ pag. 64
Tutela dei dati personali ___________________________________________________ pag. 65
Vizi di costruzione, danni e garanzia ________________________________________ pag. 66
Diritti del consumatore in generale

volta firmato non c’è praticamente alcuna


Agenzie matrimoniali
via d’uscita, anche in presenza di presta-
Le agenzie matrimoniali non garanti- zioni insoddisfacenti da parte dell’istituto.
scono alcuna “garanzia di successo”, nel Al momento della sottoscrizione del con-
senso che offrono solo delle possibilità di tratto è bene farsi rilasciare una copia del
incontro. Il contenuto dei contratti con contratto stesso e una copia delle indi-
queste agenzie, che spesso operano anche cazioni personali circa le caratteristiche
a livello internazionale, non è regolato da della persona cercata. In tal modo è sem-
leggi speciali; le condizioni sono soggette pre possibile accertarsi se i contatti pro-
30 al normale diritto delle obbligazioni, va- curati dall’istituto corrispondano o meno
riano da contratto a contratto e sono di al profilo contrattualmente richiesto.
fatto predisposte unilateralmente dagli Già al momento della firma viene per-
stessi istituti, vale a dire su misura rispetto lopiù richiesto un anticipo, sebbene in
agli obiettivi perseguiti. Si tratta in genere quel momento non sia stata resa pre-
di vincoli contrattuali di durata compresa stazione alcuna. In nessun caso va però
tra uno e due anni. Se la persona interessa- corrisposto l’intero importo, e tantome-
ta dovesse giudicare troppo lungo questo no è consigliabile pagare con cambiali!
periodo o comunque i costi connessi alle Da evitare anche i pagamenti a rate,
prestazioni richieste, può sempre tentare spesso accompagnati da tassi di interes-
di concordare con l’istituto in questione se proibitivi! Se proprio non esiste altra
un periodo di prova (da tre a sei mesi), du- possibilità, sarebbe da verificare se sui
rante il quale saggiare la bontà dei servizi moduli contrattuali è riportato il numero
offerti in cambio di un corrispettivo con- e l’ammontare esatto delle rate, nonché il
tenuto. Allo scadere di tale periodo si può tasso annuo di interesse effettivo globale
sempre valutare se sottoscrivere o meno (T.A.E.G.). Si sconsiglia assolutamente di
un contratto di più lunga durata. Si tratta sottoscrivere un altro contratto, collega-
di precauzioni ben fondate, perché una to con il primo, che prevede un finanzia-
mento attraverso una società finanziaria.
Per i contratti sottoscritti all’esterno di un
locale commerciale è comunque consen-
tita la possibilità del diritto di recesso, ov-
vero di un ripensamento nei sette giorni
successivi (vedi alla voce “Contratti con-
clusi al di fuori dei locali commerciali”).
Entro questo termine si può recedere da-
gli obblighi contrattuali senza costi o con-
dizioni di sorta. Sarebbe bene potersene
avvalere anche per i contratti sottoscritti
presso la sede di un istituto matrimoniale,
Diritti del consumatore in generale

ma per il momento non è ancora possi-


• luogo di nascita, data di nascita,
bile! Per esercitare il diritto di recesso è
residenza, cittadinanza, stato civile,
necessario inviare una raccomandata con stato di famiglia, titolo di studio
avviso di ricevimento e conservare una • posizione professionale e iscrizione
copia di tale lettera. in albi professionali
• posizione nei confronti del fisco e
Autocertificazione indicazione delle imposte versate
• numero di partita IVA
(dichiarazione sotto la
• posizione all’interno di società, po-
propria responsabilità)
sizione di rappresentante legale in 31
Nel 1997 la cosiddetta “Bassanini II” (leg- enti o associazioni
ge n. 127 del 15.05.1997) ha mandato in • status di pensionato, status di stu-
soffitta tutta una serie di autenticazioni dente
d’ufficio, rendendo più snelle e meno bu- • status di disoccupato
rocratiche le procedure e le certificazioni • posizione agli effetti degli obblighi
anagrafiche e di stato civile. militari
Non più “l’ufficio”, ma il cittadino/la cit- • posizione nel casellario giudiziale
I punti cardine di questa semplificazio-
tadina maggiorenne conferma con la pro-
ne si possono così riassumere:
pria firma e “sotto la propria responsabi-
• la facoltà stessa
lità” che i fatti riguardanti le tappe della
dell’autocertificazione
propria vita, i dati e le caratteristiche per-
• la dichiarazione sostitutiva dell’atto
sonali dichiarate nei confronti delle auto-
di notorietà
rità corrispondono al vero. Decisamente • l’indicazione di “copia conforme”
importante è il fatto che la firma posta in
calce alla dichiarazione non è più soggetta
ad autenticazione (né da parte di un pub-
blico ufficiale, né attraverso l’intervento
di un notaio); naturalmente chi rende la
Avvocati
dichiarazione è anche responsabile della Prima di recarsi da un avvocato sarebbe
correttezza di quanto ha dichiarato. In bene valutare molto attentamente le reali
caso di falsa dichiarazione, la certifica- necessità di intervento. In particolare do-
zione perde la sua efficacia (e l’effetto vrebbe esserci chiarezza sul fatto di richie-
conseguente alla sua presentazione, ad dere un consiglio su come muoversi o af-
esempio l’assegnazione di un aiuto, viene frontare un problema (e quindi in questo
annullato), ed il dichiarante risponde an- caso si potrà risolvere il rapporto con il le-
che penalmente di tali circostanze. gale facendosi rilasciare un semplice pare-
L’autocertificazione va a sostituirsi a mol- re a voce o scritto o una cosiddetta prima
ti atti e “certificazioni d’ufficio”, tra cui consulenza, per la quale il professionista
quelli relativi a: potrà comunque chiedere un onorario)
oppure se c’è bisogno di un’assistenza giu-
Diritti del consumatore in generale

diziale prolungata (scambio di corrispon-


denza con la controparte, trattative
extragiudiziali, trattazione vera e propria
di una causa), per la quale si dovrà rilascia-
re all’avvocato apposito mandato scritto.

Per evitare equivoci ed arrabbiature fina-


li, è bene insistere da subito per il rilascio
di un preventivo scritto, anche solo “di
32
massima” relativamente ai costi dell’in-
tervento. Anche se solo indicativo, servirà
comunque a responsabilizzare l’avvoca-
to nel senso che questi dovrà – se non
giustificarsi - almeno informare il cliente
nel caso in cui i costi del suo intervento
si dovessero rivelare superiori a quanto
preventivato.
L’avvio di una causa (o processo) o il resis-
tere in giudizio contro qualcuno è sempre
una scelta “congiunta” fra cliente ed av-
vocato. Se ci si sente insicuri, prima di af-
frontare i costi di un processo, è bene va-
gliare la possibilità di consultare, nella for-
ma di una prima consulenza (vedi sopra)
anche un secondo avvocato, per sentire
un diverso parere sullo stesso problema.
di un processo. Alla fine, ciò che conta è
Importante è che l’avvocato fornisca an-
sempre e solo il pronunciamento del giu-
che una valutazione sulle probabilità di
dice. Gli obblighi dell’avvocato sono ob-
successo di una eventuale azione. Difficile
blighi cosiddetti di “mezzi” e non di “ri-
comunque confidare in chi promette “vit-
toria sicura”, meglio partire da un “50 a sultato”: ciò significa che il professionista
50”, per non illudersi troppo e avere poi non è responsabile se il risultato non viene
tristi sorprese. In ogni caso è molto dif- raggiunto nella forma prevista o sperata.
ficile, anche per il miglior avvocato della
piazza, stabilire a priori le reali possibili- Il mandato o procura
tà di vittoria in una causa: troppe sono le Quando si conferisce un formale incarico
“variabili” che possono incidere su di un difensivo ad un avvocato, questi, general-
processo, come le prove testimoniali e mente, richiederà la firma di una cosid-
documentali o l’impostazione sbagliata detta procura, la quale di solito è molto
Diritti del consumatore in generale

ampia e comprende di norma la fase extra- te (cosa comunque non sempre facile).
giudiziale, le eventuali trattative prima e • Quando invece si vince una causa a
durante la causa, la trattazione del giudi- spese compensate (succede anche
zio di primo grado, di quello di appello, questo!), si avrà diritto solo a ciò che
della fase di esecuzione e del ricorso in la sentenza riconosce, mentre ognuno
Cassazione. Si finisce così col dare al pro- pagherà le spese del proprio avvocato.
prio avvocato di fiducia “carta bianca” su • Se si perde la causa con condanna an-
tutto lo svolgimento del processo. Se per che al pagamento delle spese proces-
qualche motivo poi ci si vuole svincolare suali della controparte, è bene sapere
33
dal rapporto che lega all’avvocato, è ne- che si sarà tenuti a pagare, non solo
cessario comunicargli, per iscritto, la re- quanto esposto in sentenza o nell’atto
voca del mandato. Meglio peraltro valu- di precetto, ma anche e comunque le
tare con attenzione i vari elementi prima spese del proprio avvocato.
di cambiare avvocato, soprattutto se la • Attenzione anche alle voci della parcella
causa è in corso: oltre a comportare dei si- dell’avvocato: egli ha diritto al rimbor-
curi costi aggiuntivi, potrebbe essere una so delle spese vive da lui anticipate per
mossa non ottimale. il proprio cliente (carte, bolli, imposte
ecc....), inoltre gli spettano i “diritti” fis-
L’obbligo di informazione sati dal tariffario forense per le singole
L’avvocato ha il dovere di informare il attività svolte (l’elenco è lunghissimo),
suo cliente sugli sviluppi del procedimen- nonché gli onorari per la qualità del
to o dell’affare da lui curato: anche una lavoro svolto. Oltre a ciò nella parcella
sentenza della Corte di Cassazione (la n. è anche inclusa l’IVA e il Contributo
3958 del 13 dicembre 1969) lo ha stabi- per la Cassa Previdenziale di categoria
lito, considerando responsabile il profes- (sempre dovuto). Per i diritti e gli ono-
sionista che omette di adempiere a tali rari (per ciascuna attività inclusa nel
obblighi di informazione. tariffario e per differenti fasce di “valo-
re” della causa) sono previste per legge
I costi – la nota onoraria o parcella una tariffa minima e massima, entro le
• Quando si vince una causa, con con- quali il compenso del professionista si
danna al pagamento anche di tutte muove (e qui si può almeno in parte
le spese processuali in capo alla con- contrattare).
troparte, in teoria non ci si dovrebbe
trovare a sborsare alcunché; anche gli Cosa fare quando si vuole contestare
eventuali anticipi (legittimi) richiesti la parcella dell’avvocato?
dal proprio avvocato, dovranno esse- Buona cosa è innanzitutto sempre quella
re restituiti dallo stesso nel momento di richiedere per iscritto al professionista
in cui egli sarà riuscito a recuperare le la dettagliata spiegazione delle singole
somme della sentenza dalla contropar- attività svolte e i relativi compensi (nota
Diritti del consumatore in generale

spese). Una volta ricevuta, se non si do- tano l’esercizio delle professioni intellet-
vesse essere d’accordo con quanto indi- tuali, gli obblighi del prestatore d’opera e
cato o se si sospetta che il professionista la loro responsabilità.
stia chiedendo più del lecito, può essere Altro articolo del Codice civile impor-
richiesta al professionista (sempre per tante in materia è l’art. 1176, secondo il
lettera raccomandata a.r.) la “liquidazio- quale “nell’adempimento delle obbliga-
ne” della parcella attraverso il Consiglio zioni il professionista deve osservare un
dell’Ordine degli Avvocati (una copia di comportamento informato al criterio
tale richiesta sarà bene inviarla anche a della diligenza, da valutarsi con riguar-
34
questo ente). do alla natura dell’attività esercitata”.
Questo Ordine si pronuncerà sulla con- Si fa riferimento qui a quella che viene
gruità della parcella del suo iscritto, comunemente chiamata “diligenza del
provvedendo, se del caso, a ridurre gli buon professionista”, che indica come
eventuali “eccessi” del professionista. Per l’avvocato debba essere ben preparato
questo esame preventivo dell’Ordine si tecnicamente e quindi debba prestare la
dovrà pagare un piccolo “diritto” propor- necessaria attenzione nell’esercizio della
zionale al probabile valore della parcella. propria attività

Si è perso il termine di impugnazione Il difensore d’ufficio


in appello di una sentenza a sé sfavo- Il difensore d’ufficio viene nominato “au-
revole, nonostante sia stato conferi- tomaticamente” per tutti coloro che si
toun incarico in tal senso al proprio trovano per qualche motivo perseguiti
avvocato ? penalmente: spetta poi al soggetto inda-
Per poter provare la responsabilità del- gato scegliere se avvalersi di detto difen-
l’avvocato, la Corte di Cassazione ha sore oppure di altro (il proprio legale di
stabilito che il cliente deve provare l’er- fiducia). In ogni caso il difensore d’ufficio
roneità della sentenza non impugnata ha diritto al suo onorario per l’attività
(attraverso altro legale di fiducia) oppu- prestata.
re produrre documenti o testimonianze
idonee a fornire la ragionevole certezza
che l’appello sarebbe stato accolto (vedi Beneficenza
sentenza Cassazione 5 aprile 1984 n. Le offerte in beneficenza sono atti volon-
2222): cosa non tanto semplice, come si tari e non prevedono controprestazioni.
può capire! È bene diffidare di chi, facendo leva su
sentimenti di compassione, cerca di con-
La responsabilità in generale vincere ad effettuare un’offerta. Chi de-
La responsabilità civile dell’avvocato tro- sidera donare non va sottoposto a pres-
va i suoi riferimenti negli articoli 2229 sioni di nessun tipo, né tantomeno deve
- 2238 del Codice Civile, che regolamen- esservi costretto.
Diritti del consumatore in generale

La donazione non dev’essere indotta da Nel caso vengano recapitate lettere pro-
sentimenti di compassione, paura o ad- mozionali per la raccolta di fondi senza
dirittura orrore, bensì fondata sul senso che in passato si siano avuti dei contatti
di responsabilità, sulla solidarietà o sul- con l’organizzazione che scrive, è bene
l’amore per il prossimo. ancora una volta diffidare. Si può comun-
La promozione e la gestione delle raccol- que chiedere all’organizzazione da dove
te di fondi comportano inevitabilmente ha preso l’indirizzo, insistendo, nel caso
delle spese che, comunque, non dovreb- che non si voglia avere niente a che fare
bero superare il 35% di quanto raccolto con questo tipo di promozioni, affinché il
35
(le spese sono contenute se comprese relativo nominativo venga cancellato da-
tra 0 e 10%, nella media se comprese gli elenchi dell’organizzazione.
tra 10 e 20% e ancora accettabili tra 20
e 35%). Chi versa un’offerta dovrebbe
poter valutare l’incidenza di queste spese In caso di raccolte di fondi organiz-
attraverso una informazione trasparente zate porta a porta o in luogo pubbli-
co è importante ricordare che:
predisposta da chi raccoglie tali fondi.
• chi raccoglie denaro con metodi
• Evitando di suddividere la beneficenza
spregiudicati punta sull'effetto sor-
in piccoli importi distribuiti a più orga-
presa: qualcuno suona alla porta e,
nizzazioni si causeranno meno oneri
dopo aver raccontato vicende gravi
amministrativi per la gestione delle
e tragiche, chiede subito un’offerta.
offerte. Concentrare invece la propria Meglio non accettare subito di sot-
generosità su uno o comunque pochi toscrivere iniziative o di dare del de-
beneficiari garantisce un utilizzo più naro, soprattutto se le richieste sono
efficiente della donazione e permette insistenti o non viene lasciato il tem-
al benefattore di verificarne anche me- po di riflettere. Queste decisioni non
glio gli sviluppi. possono essere frutto di pressioni o
Il materiale informativo e promozionale dettate magari dalla fretta.
delle organizzazioni per la raccolta di fon- • I soggetti impegnati nelle raccolte
di dovrebbe illustrare con assoluta chia- di fondi sono spesso professionisti
rezza le finalità e le modalità d’impiego retribuiti a seconda della loro abilità,
delle donazioni. Meglio dunque diffidare un fatto che generalmente le orga-
di chi fornisce indicazioni fumose o non nizzazioni si guardano bene dal sot-
ne fornisce affatto. tolineare.
Attori, politici e altri personaggi famosi
si prestano spesso come testimonial di In generale e senza precise certezze circa
singole iniziative. Nemmeno in questo l’impiego del denaro è preferibile sce-
caso, tuttavia, il senso di fiducia che essi gliere un’organizzazione che permette di
trasmettono può sostituire un’informa- effettuare un bonifico rispetto a quelle
zione chiara ed esauriente. che chiedono soldi in contanti. Se l’orga-
Diritti del consumatore in generale

nizzazione soddisfa i requisiti richiesti, si


• il principio di uguaglianza e di parità
potrà così contare anche su una ricevuta
di trattamento
del versamento da allegare alla dichiara-
• la fissazione di standard e la semplifi-
zione dei redditi per ottenere un vantag- cazione delle procedure
gio fiscale. • l’informazione esaustiva degli utenti
• l’imperativo del rispetto e della cor-
tesia in ogni contatto con l’utenza,
Cambio merce per la quale deve essere istituito in
36 Una pretesa giuridicamente fondata alla ogni Amministrazione un Ufficio Re-
sostituzione di un prodotto non esiste lazioni con il Pubblico - URP
nel nostro ordinamento. Un’eccezione • la corresponsione di indennizzi pe-
è costituita dal diritto alla sostituzione cuniari agli utenti in caso di mancata
della merce difettosa nell’ambito della osservanza degli standard prefissati
legge sulla garanzia. Alcuni rivenditori • la possibilità di ricevere e l’obbligo
di trattare adeguatamente i reclami
concedono comunque volontariamente
dell’utenza relativamente ad un ina-
la sostituzione (prevedendola come dirit-
deguato rispetto dei principi fonda-
to del consumatore all’interno delle pro-
mentali sanciti dalla Carta dei servizi.
prie condizioni generali). Se si desidera
comunque una sostituzione della merce, La realizzazione di una Carta dei servizi
è possibile concordarla per iscritto con il è obbligatoria per i seguenti comparti:
commerciante, facendosi anche solo rila- sanità, trasporti, scuola e università, co-
sciare una nota sullo scontrino (completa municazioni, energia, acqua e gas, previ-
di data e firma). denza e assistenza sociali, imposte e tasse.
Al fine di impedire che l’introduzione e il
rispetto di questo solenne impegno non
Carta dei servizi rimanga lettera morta, gli utenti delle
varie tipologie di servizi sono chiamati a
Stando alla direttiva del Presidente del
farvi riferimento ogniqualvolta si trovino
Consiglio del 27.01.1994, tutti i comparti
confrontati col mancato rispetto dei pro-
della Pubblica Amministrazione devono
pri diritti.
approntare una “carta dei servizi”, dove
Le carte dei servizi sono disponibili pres-
vengono illustrati gli strumenti previsti a
so i relativi enti e servizi nelle due lingue
garanzia dei diritti dei propri utenti. Con della provincia.
la stesura di una carta dei servizi ogni
Amministrazione si crea autonomamen-
te un codice da rispettare circa gli stan- Clausole vessatorie
dard qualitativi minimi dei servizi offerti, La legge indica in modo assai dettagliato
seguendo dei principi che non possono i vari tipi di clausole che possono compa-
assolutamente essere disattesi: rire nei contratti conclusi con il consuma-
Diritti del consumatore in generale

tore (vedi Codice del consumo art. 33). Si un registratore di cassa computerizzato
definisce vessatoria una clausola che: possono, grazie al codice a barre, rileva-
• crea un cosiddetto squilibrio contrat- re e analizzare la totalità dei movimenti
tuale tra consumatore e operatore merci, come per esempio inventari, ordi-
commerciale, che finisce sia col porre ni, collocazioni a scaffale, prezzatura ed
a carico del solo consumatore obblighi eseguirne tutti i calcoli. Anche l’operazio-
non giustificati dalla natura del contrat- ne di incasso è facilitata: il prodotto mu-
to sia col privare questo di diritti legitti- nito di codice viene fatto passare davanti
mi invece riconosciuti alla controparte, a un dispositivo di lettura ottica, oppure
e al tempo stesso l’etichetta viene letta da un’apposita pen- 37
• non risulta né chiara né comprensibile na ottica. In questo modo il prezzo non
e non trova spiegazione nel testo con- viene più battuto in cassa e sullo scontri-
trattuale. no, accanto al prezzo, compare anche la
definizione dell’articolo.
Un contratto che contenga clausole di
questo tipo può essere invalidato. Questo il significato delle singole barre e
dei numeri:
Banche, assicurazioni e pubbliche ammi-
• le prime due cifre si riferiscono al Pae-
nistrazioni possono, per legge, richiede-
se: per esempio i numeri 80-83 stanno
re una terza firma con la quale il cliente
per Italia, 90-91 per Austria e così via.
conferma che le clausole (perlopiù) pe-
Questi numeri non dicono però quale
nalizzanti sono state oggetto di trattativa
sia l’origine del prodotto o la prove-
individuale. È, comunque, assai dubbio
nienza delle materie prime.
che tale espediente consenta alle stesse
• le successive 5 cifre rappresentano l'in-
clausole di acquisire validità.
dirizzo del produttore oppure del for-
nitore;
• le 5 cifre ulteriori si riferiscono all'ar-
Banca dati europea delle clausole ticolo stesso. Per esempio possono si-
vessatorie - CLAB Europa: gnificare: cioccolatini assortiti, 100 g,
http://europa.eu.int/clab/ confezione regalo, ecc …;
• l'ultimo numero serve solamente come
verifica, in modo che il computer possa
Codice a barre
accorgersi di un'eventuale "svista".
Le etichette che riportano una serie di Con l’introduzione di questo sistema il
barrette nere verticali con le relative cifre prezzo quindi non viene più applicato su
sottostanti rappresentano una modalità ciascun singolo prodotto, ma solo sullo
di codificazione internazionale prevista a scaffale, dal momento che con la lettura
livello europeo (EAN – european article automatica del codice a barre alla cassa
number) al fine di facilitare agli opera- non c’è più bisogno di registrare i prezzi
tori del commercio l’organizzazione del uno per uno. Si tratta certo di un vantag-
lavoro. Coloro che infatti dispongono di gio per il commerciante, però costituisce
Diritti del consumatore in generale

un peggioramento delle possibilità di con-


trollo per l’acquirente, perché esso non è
più in condizione di verificare con facilità
se il prezzo a scaffale corrisponda o meno
a quello registrato in cassa e stampato
sullo scontrino.

Alcune codifiche EAN


38 per i singoli Paesi
00-09 USA, Canada Commercio elettronico
30-37 Francia (e-commerce)
40-43 Germania (anche 440) L’offerta di beni e servizi attraverso Internet
471 Taiwan diviene di giorno in giorno più varia e ricca.
489 Hongkong Anche il pagamento avviene nella maggior
49 Giappone parte dei casi “online”: indicando il numero
50 Gran Bretagna, Irlanda e la data di emissione della propria carta di
520 Grecia credito si abilita il fornitore ad addebitare sul
54 Belgio, Lussemburgo proprio conto il prezzo dovuto. Dopo un pe-
riodo, che mediamente va da due a tre set-
560 Portogallo
timane dall’acquisto (a seconda della distan-
57 Danimarca
za da considerare per il recapito), la merce
590 Polonia
giunge nel luogo indicato dal consumatore.
599 Ungheria
Le problematiche riscontrate in occasione
600 Sud Africa
di questi acquisti sono molteplici:
64 Finlandia
70 Norvegia • abuso della carta di credito da parte
73 Svezia di terzi
750 Messico • ritardi nella consegna della merce; ta-
76 Svizzera lora anche mancata consegna
779 Argentina • la merce consegnata non corrisponde
789 Brasile a quella ordinata, oppure è difettosa
• la sostituzione o la restituzione della
80-83 Italia
merce incontra notevoli difficoltà
84 Spagna
• vengono addebitati ulteriori costi per
87 Paesi Bassi consegne intercontinentali (oneri do-
880 Corea del sud ganali e di trasporto), non previsti e
885 Tailandia non indicati al momento dell’ordine
888 Singapore • sorgono incertezze circa il foro terri-
90-91 Austria torialmente competente e in merito
93 Australia alla legge applicabile in caso di con-
94 Nuova Zelanda troversie.
Diritti del consumatore in generale

In linea di principio occorre distinguere Il fornitore deve confermare al consuma-


due situazioni diverse, ossia se la ditta for- tore, per iscritto oppure su un altro sup-
nitrice ha sede all’interno dell’UE oppure porto materiale duraturo, non solo queste
al di fuori. Nel primo caso i consumatori informazioni, ma anche quelle relative:
possono invocare una regolamentazione
molto chiara, dettata dalla direttiva 97/7, • alla esistenza e modalità di esercizio del
e dal codice del consumo. Esso prevede i diritto di recesso;
seguenti obblighi per le ditte fornitrici: • all’indirizzo geografico del fornitore e
dei servizi di assistenza e garanzia esi-
Il sito deve contenere le seguenti stenti; 39
informazioni: • alle modalità di interrompere la for-
• identità del fornitore, indirizzo di posta nitura dopo il primo anno in caso di
elettronica, indirizzo reale (meglio se vi contratto a durata indeterminata o
è riportato anche un numero di telefo- pluriennale.
no per ulteriori informazioni o per re-
clami); Se il fornitore rispetta le prece-
• caratteristiche essenziali e prezzo del denti disposizioni, osservando i pro-
bene o del servizio, durata della validità pri obblighi in tema di informazione
dell’offerta e del prezzo; del consumatore, quest’ultimo gode
• completa indicazione di tasse, imposte, di un diritto di ripensamento e di re-
dazi doganali o spese di spedizione in cesso entro 10 giorni, che si compu-
modo da poter sapere con precisione tano nel modo seguente:
quanto verrà a costare complessiva- • in caso di fornitura di merci: dal mo-
mente l’acquisto; mento della consegna. Se i beni sono
• modalità del pagamento: attenzione, già stati consegnati, ma le informazioni
se il pagamento non avviene in Euro, di cui sopra non sono ancora perve-
vanno considerate anche le spese di nute, i 10 giorni si calcolano dal ricevi-
cambio nella valuta corrente (ad esem- mento dell’informativa;
pio dollari); • per i servizi: dalla conclusione del con-
• indicazione circa l’esistenza del dirit- tratto oppure, se le suddette informa-
to di recesso o esistenza di un'ipotesi zioni non sono ancora pervenute, dal
di esclusione dello stesso e modalità ricevimento delle stesse.
e tempi di restituzione o di ritiro del Il termine previsto per l’esercizio del re-
bene in caso di recesso; cesso si prolunga invece a tre mesi, qua-
• durata minima del contratto in caso di lora il fornitore abbia contravvenuto ai
contratti a esecuzione continuata o pe- suoi obblighi di informazione, e più pre-
riodica; cisamente:
• costi di accesso al sito Internet, se di- • per le merci: tre mesi dalla consegna
versi dal semplice costo del collega- • per i servizi: tre mesi dalla conclusione
mento ordinario. del contratto.
Diritti del consumatore in generale

40

Casi di esclusione del diritto di re- • si tratta di giornali, periodici, riviste,


cesso: ecc.
a) se non si è pattuito diversamente, il di- I seguenti contratti sono esclusi dall’obbli-
ritto di recesso viene escluso quando: go di informazione, dal diritto di recesso e
• la fornitura di un servizio sia già sta- dai termini di consegna entro 30 giorni:
ta avviata con il versamento di un ac- - consegna regolare a domicilio di ali-
conto da parte del consumatore an- menti, bevande o altra merce destinata
cor prima dello scadere del termine al consumo domestico
previsto per l’esercizio del recesso; - fornitura di servizi quali alloggio, tra-
• il prezzo dei beni o servizi sia legato sporto, ristorazione, intrattenimento,
a fluttuazioni che il fornitore non è contrattualmente legati ad un determi-
in grado di controllare; nato giorno o periodo dell’anno fissati
• si tratta di beni o prodotti confezio- dalle parti.
nati su misura o che per la loro na- b) l’intero corpo delle disposizioni sui con-
tura non possono essere rispediti o tratti a distanza non si applica quando
che andrebbero distrutti attraverso si tratti di:
la rispedizione; - servizi finanziari (ad es. assicurazioni,
• si tratta di prodotti audiovisivi o di servizi bancari, fondi pensione, investi-
software sigillati e l’acquirente ha menti);
già rotto i sigilli; - contratti relativi alla costruzione o alla
Diritti del consumatore in generale

vendita di immobili. Rimangono inve- venditrice è tenuta a consegnare la merce


ce soggetti alla normativa i contratti di entro 31 giorni dall’invio dell’ordine. Se la
locazione; merce non è disponibile a magazzino, la
- vendite all’asta. ditta è tenuta a comunicare tale difficoltà
Il recesso deve essere presentato per al proprio cliente entro lo stesso termine,
iscritto, indirizzando alla sede della ditta rendendosi disponibile, a richiesta, al rim-
una raccomandata con avviso di ricevi- borso del prezzo o dell’acconto eventual-
mento. Si può anche agire con un tele- mente incassato. La consegna di un bene
gramma o con una telefonata, se entro 48 difforme rispetto a quello ordinato può
ore si fa seguito con una raccomandata avvenire solo dietro espresso consenso 41
A.R. Il fornitore deve restituire entro 30 del consumatore.
giorni dalla comunicazione quanto già Se dovesse giungere una consegna non
pagato dal consumatore, mentre il consu- richiesta, il cliente non è tenuto a paga-
matore dovrà rispedire al fornitore a pro- re corrispettivo alcuno, ed il suo silenzio
prie spese la merce già ricevuta. non può essere interpretato come tacito
assenso.
Modalità di pagamento:
Clausole contrattuali difformi o di-
scordanti rispetto alla normativa sono da
• Il consiglio è di pagare solo considerare nulle e non applicabili. Anche
dopo il ricevimento della merce, attra- se le parti dovessero scegliere come legge
verso bonifico bancario o bancoposta! applicabile al contratto una legge diversa
• In caso di pagamento con carta di credi- da quella italiana, al consumatore devono
to, è bene usare sempre una sola carta essere comunque riconosciute le tutele
di credito, non varie, e scegliere prefe- previste dalla legge sui contratti a distan-
ribilmente una carta con un tetto mas- za. Il giudice competente è quello della re-
simo mensile molto limitato; l’invio dei sidenza o del domicilio del consumatore.
relativi dati via Internet dovrebbe avve-
nire solo se è garantito l’invio protetto E se la sede della ditta fornitrice è
(criptato). In caso di manomissione o esterna all’Unione Europea?
frode da parte del venditore o di terzi
,il titolare può pretendere dall’Istituto Fondamentalmente andrebbe
emittente della carta il rimborso degli data la preferenza a quei siti com-
importi sottratti. merciali che rechino perlomeno le se-
Un’alternativa senz’altro interessante è guenti informazioni:
offerta dalla carta di credito prepagata, • indicazione della denominazione della
già disponibile presso alcuni istituti. ditta, dell’indirizzo e-mail e di quello
geografico, delle garanzie e dei servizi
Consegna della merce: prestati
Se non si è pattuito diversamente, la ditta • caratteristiche essenziali e prezzo del
Diritti del consumatore in generale

bene o del servizio, durata della validità razioni già esposte per gli acquisti all’in-
dell’offerta e del prezzo terno della UE, alle quali si aggiunge in
• termine di consegna della merce (im- questo caso il consiglio di una ancor più
portante soprattutto per consegne da elevata cautela.
oltreoceano)
• eventuali tasse o imposte o dazi doga- ditta venditrice:
nali o spese di spedizione, così da per- la massiccia presenza di frodi e di finte
mettere al consumatore di quantificare attività imprenditoriali in Internet ren-
il costo complessivo del suo acquisto derebbe utile una verifica della ditta in-
42 • modalità di pagamento: attenzione, teressata attraverso diversi motori di
vanno considerate anche le spese di ricerca, coinvolgendo eventualmente i
cambio nella valuta corrente gestori (webmaster) dei motori stessi.
• eventuale esistenza di un diritto di re- Anche scambiando impressioni con amici
cesso, modalità da seguire per l’eserci- e conoscenti si possono acquisire infor-
zio dello stesso e tutte le informazioni mazioni circa la serietà delle ditte cerca-
necessarie te. Il Centro Tutela Consumatori raccoglie
• durata minima del contratto in caso di spesso esperienze al proposito e può an-
contratti a esecuzione continuata o pe- che rivelarsi utile in tal senso.
riodica
• costo dell'accesso al sito web, quando
non consista nel normale accesso alla Conciliazione
rete Esistono fondamentalmente due tipologie
• condizioni di recesso dopo il primo di conciliazione: quella giudiziale davan-
anno in caso di contratto a durata in- ti al Giudice e quella extragiudiziale. Sia
determinata o pluriennale. nelle istanze presentate al Giudice di Pace
Se non vengono riportate queste infor- che in quelle da trattare davanti al Giudice
mazioni, è bene farne specifica richiesta, ordinario è previsto obbligatoriamente il
meglio per posta o via fax. Prima di acqui- ricorso ad un tentativo di conciliazione,
stare sarebbe anche consigliabile quanto- mentre la conciliazione extragiudiziale
meno una telefonata. può essere tentata in linea di principio da
parte di qualsiasi soggetto, pubblico o pri-
stampa delle informazioni e del- vato, purché esista una garanzia di profes-
l’ordine: sionalità e di autonomia. Scegliere la via
tutte le informazioni sopra elencate, se della conciliazione significa risparmiare
disponibili, dovrebbero essere stampate molto denaro, rabbie e tempo, senza pre-
unitamente alla nota d’ordine e custodite giudicarsi d’altronde in un secondo tem-
per la propria contabilità. po il ricorso all’autorità giudiziaria com-
petente. Certo che se il sistema comples-
modalità di pagamento: sivo della giustizia funziona al meglio, an-
valgono in linea di principio le conside- che l’istituto della conciliazione ha un suo
Diritti del consumatore in generale

ruolo ben preciso e lavora con efficienza. mancato accordo


La Commissione Europea punta sui pro- richiesta presso: CTCU – APA
cedimenti di conciliazione quale soluzio- costi: 50 o 100 Euro (in caso di
ne stragiudiziale dei conflitti. Anche nella conciliazione con azienda non iscritta ad
tutela dei consumatori la conciliazione APA)
dovrebbe essere utilizzata con più fre-
quenza, al fine di risolvere le controver- Automobili
sie senza dover coinvolgere un tribunale categoria: automobili
ordinario. Il Centro Tutela Consumatori campo di applicazione: tutte le
Utenti ha aderito a questa esigenza, par- controversie del settore auto 43
ticolarmente sentita in ambito europeo, esito della conciliazione: conciliazione o
dapprima promuovendo e quindi istituen- lodo arbitrale, con valore di accordo
do assieme ad operatori privati e pubblici contrattuale
una serie di istanze di conciliazione per richiesta presso: CTCU
numerosi settori della vita economica costi: 100 Euro
che coinvolgono da vicino i consumatori.
Assicurazione RC-Auto
Queste le attuali possibilità di con- categoria: assicurazione RC-Auto
ciliazione offerte (aggiornamento campo di applicazione: controversie con
al novembre 2004): tutte le società assicuratrici aderenti al
patto conciliativo
esito della conciliazione: convenzione
Conciliazione in generale
d’arbitraggio con valore di accordo
categoria: conciliazione generale ai sensi
contrattuale
dell‘art. 7 LP 15/92
richiesta presso: CTCU
campo di applicazione: controversie di
costi: 25 Euro
qualsiasi settore
esito della conciliazione: convenzione
Telecom
d’arbitraggio oppure lodo arbitrale con
valore di accordo contrattuale categoria: Telecom
richiesta presso: CTCU campo di applicazione: tutte le
costi: 62 Euro controversie con il servizio di
telecomunicazione (bollette, omessa
Artigiani attivazione, spostamento o riparazione,
categoria: artigiani modifica del numero, errori nell’elenco)
campo di applicazione: qualsiasi controver- esito della conciliazione: convenzione
sia con aziende artigiane non ancora ap- d’arbitraggio oppure lodo arbitrale con
prodata in Tribunale valore di accordo contrattuale
esito della conciliazione: raggiungimento richiesta presso: CTCU
dell’accordo di conciliazione, che ha ef- costi: gratuita
ficacia di transazione, oppure verbale di
Diritti del consumatore in generale

44

Poste Italiane Previdenza complementare


categoria: servizi postali categoria: previdenza complementare
campo di applicazione: per quei (Laborfonds / Plurifonds)
reclami che non hanno avuto risposta campo di applicazione: tutte le
soddisfacente (o nei quali non c’è stata controversie e i casi di reclamo senza
nessuna risposta) da parte delle Poste soluzione soddisfacente da parte
esito della conciliazione: conciliazione, che dell‘ufficio reclami competente
ha efficacia di atto transattivi oppure esito della conciliazione: convenzione
verbale di mancato accordo d’arbitraggio oppure lodo arbitrale con
richiesta presso: CTCU o qualsiasi ufficio valore di accordo contrattuale
postale richiesta presso: CTCU
costi: gratuita costi: 62 Euro

Puliture a secco Conciliazione


categoria: puliture a secco e tintorie transfrontaliera - EEJ-NET
campo di applicazione: controversie solo categoria: conciliazione
in caso di aziende (artigiane) aderenti ad transfrontaliera - EEJ-NET
APA o CNA campo di applicazione: tutte le
esito della conciliazione: gli abiti sono controversie consumeristiche
esaminati dal laboratorio di controllo; transfrontaliere
per la tintoria l‘esito è vincolante esito della conciliazione: varia da caso a caso
richiesta presso: CTCU richiesta presso: Centro Europeo
costi: tessuti: 25 Euro Consumatori - CEC
pellame: 50 Euro costi: variano da caso a caso
Diritti del consumatore in generale

l’obbligo di fornire delle prove. Per tale


Confezioni ingannevoli ragione è vantaggioso proprio in via di
(o truccate) principio conservare per un certo tempo
Si tratta di confezioni, perlopiù diffuse i carteggi e i documenti contabili di una
nella profumeria e nei prodotti dell‘igiene certa importanza, senza dimenticare che
personale, ma talvolta anche nell‘ambito per determinate tipologie di ricevute e
dei prodotti alimentari, tese a dare l‘im- fatture è la legge a prescrivere un obbli-
pressione di un contenuto più consistente
go di conservazione. Alcuni documenti
rispetto a quello realmente presente nella
ci accompagnano infine per tutta la vita,
confezione.
mentre per altri l’esperienza ci insegna ad
45
mantenerne una copia almeno per qual-
Conservazione che tempo.
dei documenti
Ogni elemento dimostrabile con un do- In ogni caso si consiglia di trattenere co-
cumento scritto semplifica oltremodo pia delle ricevute per almeno altri 2-3
Abbonamento TV (ricevute di pagamento) 10 anni
Documentazione medica tutta la vita
Tassa automobilistica (ricevute di 3 anni a partire dalla data di scadenza,
pagamento) consigliati almeno 5 anni
Mutui (ricevute di pagamento delle rate) tutta la vita
fino alla scadenza del 4° anno successivo
Documentazione relativa alle
a quello di presentazione della dichiara-
dichiarazioni dei redditi
zione – consigliati almeno 6-7 anni
26 mesi (anche per far valere la
Scontrini e ricevute di acquisto
garanzia)
Contratti di compravendita –
tutta la vita
attestati di possesso immobiliare
si ha tempo 60 giorni per contestare le
risultanze contabili dell‘estratto conto
bancario;
Estratti conto bancari
in caso di errori o omissioni ci sono
però 10 anni di tempo per proporre
l‘impugnazione dell‘estratto conto
Spese condominiali (ricevute di pagamento) 5 anni
Contributi INPS tutta la vita
Contratti d’affitto tutta la vita
Pigioni (ricevute di pagamento) 5 anni
Atti notarili tutta la vita
Pagamenti rateali 5 anni
Ricevute e fatture di ristoranti 6 mesi
Diritti del consumatore in generale

Ricevute di pagamento ICI 5 anni a partire dall’anno del pagamento


Bollette di gas, acqua, luce, asporto rifiuti 5 anni prescritti per legge, consigliati 10
Fatture di artigiani si consigliano almeno 10 anni
3 anni a partire dalla fine del rapporto
Fatture di professionisti
d’affari
Atti di matrimonio e di separazione tutta la vita
Bollette telefono fisso 5 anni prescritti per legge, consigliati 10
Bollette telefono mobile 10 anni
46 Assicurazioni (ricevute di pagamento) 1 anno a partire dalla scadenza
Contravvenzioni stradali 5 anni
il diritto alla restituzione del capitale si
Titoli di Stato 1
prescrive dopo 5 anni
gli interessi vanno accreditati entro
Titoli di Stato 2
5 anni dalla scadenza
anni oltre le scadenze indicate; questo in mercato.
quanto, rispetto a certi termini di prescri- Il contratto andrebbe verificato anche alla
zione, possono esserci ancora incertezze ricerca di eventuali clausole vessatorie o
interpretative. “bavagli” che sfavoriscono il consumato-
re in modo illegittimo e che pertanto ai
sensi di legge non possono avere valore!
Contratti (articoli 1341, 1342 e 1469bis del codice
Nel nostro ordinamento si provvede a civile).
definire quale contratto “l’accordo di
due o più parti per costituire, regolare o
estinguere tra loro un rapporto giuridico Prima di sottoscrivere un con-
patrimoniale” – così recita l’art. 1321 del tratto, è bene leggerlo fino in fondo con
codice civile. Il diritto privato considera calma, soprattutto nelle parti scritte in
dunque il momento dell’accordo matu- carattere più piccolo: è lì che spesso si
rato tra i contraenti come la prerogativa nascondono le clausole che, in caso di
essenziale del contratto, di qualsiasi con- controversia, potrebbero danneggiare
tratto, per quanto semplice o di valore ir- maggiormente il consumatore. Inoltre tali
risorio esso sia. Per tale ragione è sempre formulazioni potrebbero anche discostar-
importante leggere qualsiasi frase ci ven- si da quanto è stato concordato a voce
ga chiesto di sottoscrivere: chi firma senza tra le parti. Il fatto è che lo scritto rima-
riflettere con la dovuta attenzione si ritro- ne vincolante, mentre gli accordi verbali
va poi talora troppo tardi a constatare che non hanno alcun valore se non vengono
la merce ordinata non gli serviva, o che i in qualche modo provati.
servizi concordati vengono a costare mol- Con la sottoscrizione in calce al contratto
to più di quanto richiede normalmente il si esprime l’accordo su quanto contenuto
Diritti del consumatore in generale

delle clausole vesssatorie – giuridicamen-


te inefficaci!

Contratti conclusi
al di fuori dei locali
commerciali
Questa tipologia di contratti, noti anche
come “contratti porta a porta”, si verifi-
ca quando l’incontro tra consumatore e 47
commerciante e la conseguente conclu-
sione di un contratto avente come ogget-
nel testo contrattuale e ci si impegna al to la fornitura di beni o di servizi avviene
rispetto e all’esecuzione dello stesso. all’esterno dei locali di vendita o sede del-
l’impresa (vedi codice del consumo).
Nel caso di contratti sottoscritti al di fuori
dei locali commerciali – ad esempio nel
Le situazioni che offrono tali occasioni si
corso di meeting presso alberghi, trasmis-
presentano quando:
sioni promozionali in TV, nella vendita
a) un venditore o rappresentante di com-
porta a porta, online o per l’acquisto di
mercio visita il consumatore presso la
multiproprietà – la normativa dettata
sua abitazione, sul luogo di lavoro o
dalla Unione Europea prevede una parti-
presso un suo temporaneo domicilio;
colare tutela del consumatore. In tali casi
b) viene organizzata dal commerciante
il codice del consumo offre al consumato-
un’escursione turistica;
re un diritto di recesso dai vincoli contrat-
c) in area pubblica o aperta al pubblico
tuali sottoscritti.
viene sottoscritto un modulo recante
Una particolare attenzione ci deve accom- una nota d’ordine;
pagnare quando viene proposta la sotto- d) il consumatore decide di ordinare a di-
scrizione di contratti prestampati o mo- stanza un prodotto o un servizio dopo
duli contrattuali presentati dal venditore averne visionato le caratteristiche su
per l’acquisto di un bene o di un servizio un catalogo in assenza dell’operatore
e dove il consumatore con una semplice commerciale.
firma può solo accettare l’intero contenu-
to, senza influire minimamente sulle clau- Tra i contratti conclusi al di fuori dei lo-
sole che regolano l’accordo (per questo si cali commerciali si ricomprendono anche
chiamano anche “contratti di adesione”). quelli negoziati sulla base di offerte effet-
Tali contratti hanno grande diffusione, tuate al pubblico tramite il mezzo televi-
soprattutto in ambito bancario, assicura- sivo, o altri mezzi audiovisivi, e finalizzate
tivo e nel settore dei viaggi organizzati, e ad una diretta stipulazione del contratto
proprio qui si trovano la maggior parte stesso, nonché ai contratti conclusi me-
Diritti del consumatore in generale

diante l’uso di strumenti informatici e te- zione delle polizze vita).


lematici.
Per questi contratti al consumatore è rico- Ugualmente esclusi sono tutti i contratti
nosciuto un diritto di recesso da eserci- per la fornitura di beni o servizi il cui valo-
tare entro dieci giorni (per i contratti di re non superi l’importo di 25,82 f (com-
assicurazione sulla vita invece solitamente prensivo di imposte, ma senza eventuali
30 giorni) dalla conclusione dell’accordo. costi aggiuntivi).
Al più tardi nel momento della sottoscri- La comunicazione del recesso deve avere
zione il venditore deve fornire un’infor- forma scritta (lettera raccomandata con
48 mativa su tale diritto, ma per i contratti avviso di ricevimento) e va sottoscritta da
negoziati sulla base di un’offerta effettua- parte del medesimo soggetto che ha sti-
ta tramite il mezzo televisivo è previsto pulato il contratto o che ha formulato la
che l’informazione debba essere fornita proposta contrattuale.
all’inizio e nel corso della trasmissione Con la ricezione da parte dell’operato-
nella quale sono contenute le offerte. Se re commerciale della comunicazione, le
il consumatore non viene informato per parti sono sciolte dalle rispettive obbliga-
nulla dei propri diritti o viene informato zioni contrattuali. Se la merce è giá stata
in modo non adeguato, il termine valido consegnata, il consumatore è tenuto a re-
per l’esercizio del diritto passa a 60 gior- stituirla all’operatore commerciale entro
ni, che, a seconda dei casi, decorrono dal sette giorni dalla data del suo ricevimento
momento della sottoscrizione o dal gior- ovvero entro il maggior termine conve-
no nel quale viene consegnata la merce. nuto dalle parti. Ai fini della scadenza del
termine la merce si intende restituita nel
Sono esclusi dal diritto di recesso: momento in cui viene consegnata all’uffi-
cio postale accettante o allo spedizionie-
i contratti per costruzione, vendita e re. Le spese di spedizione sono a carico
locazione di beni immobili ed i contratti del consumatore.
relativi ad altri diritti concernenti beni
immobili, con eccezione dei contratti Entro trenta giorni dal ricevimento della
relativi alla fornitura di merci e alla loro comunicazione ovvero dal ricevimento
incorporazione in beni immobili, nonché della merce restituita, l’operatore com-
i contratti relativi alla riparazione di beni merciale deve rimborsare al consumatore
immobili; le somme da questi eventualmente pa-
gate, comprese le somme versate a tito-
i contratti relativi alla fornitura di lo di caparra. Dal rimborso sono escluse
prodotti alimentari o bevande o di altri soltanto le eventuali spese accessorie, a
prodotti di uso domestico corrente con- condizione che tale esclusione sia stata
segnati a scadenze frequenti e regolari; espressamente prevista nella nota d’ordi-
ne e nell’informazione ovvero nel catalo-
i contratti di assicurazione (ad ecce- go o altro documento illustrativo.
Diritti del consumatore in generale

Il diritto di recesso è irrinunciabile ed è zione finanziaria - e un libero professioni-


nulla ogni pattuizione in contrasto con le sta esperto in questioni tributarie.
disposizioni sin qui descritte. Il Garante non fornisce dunque vera e
propria consulenza per questioni tributa-
rie, ma si pone al fianco dei cittadini nei
Garante del contribuente casi di presunte irregolarità, scorrettezze
Affinché il rapporto dei cittadini con il fi- o lesioni comportamentali commesse da
sco divenga più trasparente e democrati- parte dell’Amministrazione finanziaria nei
co, il legislatore italiano ha stabilito quali loro confronti.
sono i diritti dei contribuenti in un appo- In concreto il Garante svolge i seguenti 49
sito corpo di norme. La relativa legge è in compiti:
vigore dal luglio 2000 e ha come scopo • invita gli uffici finanziari ad adottare il
quello di migliorare il difficile rapporto “regolamento di autotutela”, che con-
tra cittadini e burocrazia fiscale. sente ai contribuenti la possibilità che
Un importante strumento a tutela dei calcoli e riscossioni di tasse errati pos-
contribuenti previsto dalla nuova nor- sano essere corretti d’ufficio;
mativa è il cosiddetto Garante del contri- • sorveglia e si accerta in merito:
buente. È stato introdotto dall’articolo 13 a) al corretto svolgersi delle pro-
della Legge 27 luglio 2000, n. 212 (Statuto cedure di accertamento fiscale,
del contribuente) per tutte le Regioni e le b) alla comprensibilità dei moduli per
Province autonome. lo svolgimento della dichiarazione
Il Garante si può definire come il difenso- dei redditi e delle relative istruzioni,
re civico dei contribuenti. c) alla qualità dei servizi di consulenza,
In Alto Adige ha la propria sede a Bolza- verificando che il contribuente abbia
no, in piazza Tribunale n. 2. adeguato accesso ai servizi offerti dagli
Il Garante è un organo collegiale compo- Uffici tributari.
sto da tre membri, due esperti - di cui uno • Raccoglie indicazioni e lamentele da
in campo giuridico e uno dell’Amministra- parte dei cittadini, ad esempio nel caso
in cui questi abbiano subito un danno
dall’azione degli uffici dell’Amministra-
zione finanziaria.
• Richiede gli atti relativi agli uffici com-
petenti; richiede agli stessi chiarimenti
ed effettua anche controlli nei singoli
uffici.

Il Garante è competente riguardo a recla-


mi inerenti qualsiasi tipo di tributo, sia per
imposte dirette che indirette, come anche
per i tributi locali, vedi ad esempio l’ICI.
Diritti del consumatore in generale

conoscenza della dichiarazione e non po-


Gli interessati possono rivolgersi
teva conoscerla con l‘ordinaria diligenza,
nell’orario d’ufficio al Garante, ma per
oppure che la dichiarazione è stata ade-
propria convenienza è consigliabile fis-
guatamente corretta prima della conclu-
sare un appuntamento.
sione del contratto, in modo da essere
Le ore di udienza del Garante si ten-
conoscibile al consumatore, oppure an-
gono a Bolzano dal lunedì al venerdì,
dalle ore 9 alle 12, presso il relativo cora che la decisione di acquistare il bene
Ufficio di piazza Tribunale 2, secondo di consumo non è stata influenzata dalla
dichiarazione.
50 piano, stanze 68 e 69.
Il numero di telefono è: 0471 443221. Le nuove norme si applicano non solo ai
contratti di vendita di beni di consumo,
bensì anche ai contratti di permuta, di
Garanzia somministrazione, di appalto, di ope-
ra e a tutti gli altri contratti finalizzati alla
Con il 23 marzo 2002 è entrata in vigo- fornitura di beni di consumo da fabbri-
re una nuova regolamentazione legale
care o produrre (ad esempio quando
del diritto alla garanzia (vedi codice del
si incarica un falegname di produrre un
consumo), che prevede non solo la defi-
mobile per arredare la casa).
nizione di “vizio della cosa”, consistente
nell’impossibilità di destinare il prodotto
Per quanto riguarda i contratti riguardan-
all’uso originario e nel fatto che questa
ti beni immobili, nonché per quelli non
carenza diminuisca in modo apprezza-
aventi per oggetto la consegna di beni,
bile il valore del prodotto stesso, ma ne
valgono ancora le vecchie disposizioni
estende il concetto introducendo la ca-
(un anno di garanzia, otto giorni per la
ratteristica della “conformità all’oggetto
contrattuale”. Secondo tale previsione denuncia del vizio) .
di legge, il venditore è tenuto a cedere La nuova legge estende a due anni dalla
al consumatore solamente prodotti con- consegna la validità della garanzia, men-
formi alle specifiche dell’accordo contrat- tre i consumatori hanno tempo 60 giorni
tuale concluso. Questa responsabilità del dalla scoperta del vizio per denunciare al
venditore riguarda anche la pubblicità o venditore o all’artigiano il difetto sul pro-
le dichiarazioni pubbliche sulle caratte- dotto acquistato.
ristiche specifiche dei beni fatte dal ven- L’azione diretta a far valere i difetti nei
ditore, dal produttore o dal suo agente confronti del venditore si prescrive nel
o rappresentante, anche sotto forma di termine di 26 mesi dalla consegna del
informazioni riportate sulla confezione bene.
del prodotto o in un catalogo. Il venditore La denuncia va fatta per iscritto – rac-
può liberarsi da questa responsabilità ri- comandata con avviso di ricevimento
spetto alle dichiarazioni pubbliche di terzi – entro il termine di cui sopra. Essa non è
solo quando dimostri che egli non era a necessaria se il venditore ha riconosciuto
Diritti del consumatore in generale

l’esistenza del difetto oppure l’ha occul- matore o richiedere molto tempo, allora
tato. la richiesta di sostituzione sarà senz’altro
La nuova disciplina riguarda anche i beni giustificata e dovuta.
usati, ad esempio le auto di seconda E se la riparazione si protrae nel tempo?
mano; la durata della garanzia può essere La legge dice che le riparazioni o le sosti-
in questo caso limitata contrattualmente tuzioni devono essere effettuate entro
dalle parti, ma sono nulle le pattuizioni un “congruo termine dalla richiesta”: vi
che prevedano periodi inferiori all’anno; è da capire cosa si intende esattamente
la valutazione del difetto va però fatta te- per congruo termine. È certo comunque
nendo conto dell’usura del bene in rela- che se il prodotto rimane troppo a lungo 51
zione all’uso che ne è stato fatto. in riparazione, il consumatore farà bene
a spedire un sollecito scritto al vendito-
Onere della prova per il consumato- re intimando un termine ultimativo per
re: I difetti che si manifestano nei sei mesi la riconsegna del prodotto oppure la sua
successivi alla consegna del prodotto (o definitiva sostituzione.
all’erogazione del servizio) saranno con- Da sottolineare il fatto che la legge pre-
siderati come esistenti già all’origine. Per vede espressamente che al consumatore
i difetti manifestatisi successivamente, il non è permesso addebitare alcuna spesa a
consumatore dovrà invece fornire degli titolo di costi di spedizione, manodopera
elementi di prova circa lo stato difettoso o materiali.
del bene (o del servizio) al momento della
consegna (o dell’erogazione del servizio). In tre particolari circostanze il consu-
matore può richiedere, sempre sulla base
Eliminazione dei vizi della nuova legge, una congrua riduzione
Il consumatore può innanzitutto del prezzo oppure la risoluzione del con-
chiedere al venditore di riparare il bene tratto (vedi art. 1492 codice civile):
o di sostituirlo, senza spese in entram- • la riparazione o la sostituzione sono
bi i casi, salvo che il rimedio richiesto impossibili o eccessivamente onerose;
sia oggettivamente impossibile o ec- • il venditore non ha provveduto alla
cessivamente oneroso rispetto all’altro. riparazione o alla sostituzione entro il
Cosa si intende per rimedio “eccessiva- termine congruo di cui sopra;
mente oneroso” rispetto all’altro? Facen- • la sostituzione o la riparazione arreca-
do un esempio: in presenza di un difetto no inconvenienti inaccettabili al consu-
che consente una semplice riparazione matore.
da parte del venditore, è eccessivamente
oneroso richiedere da subito la sostitu- Applicazione incondizionata delle
zione del prodotto; se il difetto è invece norme sulla garanzia
grave, ad es. il prodotto non funziona Viene sancito l’importante principio – pe-
proprio, oppure la riparazione potrebbe raltro già affermato dalle norme sulle clau-
arrecare notevoli inconvenienti al consu- sole vessatorie – secondo il quale è nullo
Diritti del consumatore in generale

ogni patto volto a limitare o escludere i


diritti a favore del consumatore. Questo
non può essere costretto in nessun modo
a rinunciare ai diritti di garanzia previsti
dalla legge.

Garanzia convenzionale
Il venditore o il produttore possono offrire
al consumatore un’ulteriore garanzia, che
52 preveda ulteriori elementi oltre a quelli, ir-
rinunciabili, offerti dalla garanzia legale.

Scontrino o ricevuta fiscale


sa garanzia, questa può considerarsi solo
È di fondamentale importanza conservare
come una garanzia ulteriore rispetto alla
per almeno 26 mesi dall’acquisto lo scon-
garanzia legale: quindi essa non può limi-
trino o la ricevuta fiscale. Senza scontri-
tare i diritti del consumatore previsti dalla
no, diventa più difficile dimostrare dove e
garanzia legale, ma semmai può solo am-
quando si è acquistato il prodotto.
pliarli. Se chi vende garantisce elementi
ulteriori rispetto alla garanzia legale, die-
tro rimborso però di un corrispettivo, è
Gli scontrini stampati su carta
da valutare se la cosa conviene o meno. La
termica si sbiadiscono o ingialliscono fino
copertura prevista per legge non ne viene
a rendere illeggibili i dati stampati. Perciò è
influenzata.
sempre consigliabile farsi una fotocopia!
Nei primi sei mesi dall’acquisto è il ven-
Garanzia sulle auto usate ditore che deve provare che un eventua-
le difetto non rientra nella garanzia. La
La garanzia legale si applica anche agli ac- normativa non si applica però alle com-
quisti di auto usate! Quanto previsto per pravendite che avvengono tra privati: per
tutti i beni di consumo vale senza alcun queste ultime si applicano le regole della
correttivo anche in questo caso, se l’au- “vecchia” garanzia (Artt. 1490 segg. Codi-
tovettura viene acquistata presso un con- ce Civile). L’autovettura non deve presen-
cessionario o un rivenditore. tare vizi nascosti, ed il venditore è tenuto
a dichiarare circostanze aggravanti (ad
La durata minima per la garanzia legale
esempio il fatto che l’auto è stata danneg-
su auto usate è di un anno dal giorno
giata in un incidente).
dell’acquisto, ma il concessionario può
offrire una copertura più estesa.
La garanzia legale è gratuita!
Non ogni vizio ricade automa-
Per essa non si deve pagare nulla!
ticamente nella copertura della garanzia!
Se il rivenditore vuole offrire una diver- Specialmente nel caso dell’autovettura va
Diritti del consumatore in generale

sempre considerato l’utilizzo precedente za del venditore, viene riconosciuta al-


del bene. Un’auto con 150.000 km pre- l’acquirente la facoltà di chiedere una
senta un’usura certamente maggiore ri- sostituzione dell’automezzo o di pre-
spetto a quanto avviene per un modello tendere la risoluzione del contratto! (Il
con 50.000 km. Il diritto ad ottenere una reclamo è da presentare in forma scrit-
riparazione “in garanzia” per un danno ta!)
eventualmente sorto dopo l’acquisto è
molto più difficile da dimostrare per un
veicolo con elevato chilometraggio che Lotterie estere
non per una vettura con minima percor- La vendita sul territorio nazionale di bi- 53
renza! glietti legati all’estrazione di premi di lot-
• Se nei locali di vendita del concessio- terie estere è illegale.
nario di auto usate vi sono manifesti Sono previste sanzioni amministrative
o scritte pubblicitarie improntati allo elevate per chi vende e distribuisce questi
slogan “usato garantito”, ciò può far biglietti, e sono perseguiti anche i consu-
nascere nel consumatore la convinzio- matori in possesso di tali titolo acquistati
ne che vi sia stata una recente revisione in Italia. È infine possibile al proposito la
del bene usato. Qualora però il veicolo formulazione di ipotesi di reato.
si riveli non conforme alle promesse, il
consumatore avrà diritto a rivendicare
riparazioni o sostituzioni in garanzia e
quindi gratuite.
• Analoga considerazione vale per il caso
che il venditore assicuri, anche solo a
voce, che il mezzo è “garantito”. Que-
ste assicurazioni verbali dovrebbero
essere allora richieste in forma scritta:
in questo modo sarebbe più agevole
pretendere una riparazione in garan-
zia, cioè gratuita, per tutti gli eventuali
difetti che dovessero manifestarsi, in-
dipendentemente dall’età del veicolo e
dal relativo chilometraggio.
• In presenza di difetti di una certa gra-
Lutto in famiglia
vità (come eventuali manipolazioni del Quando si verifica un evento luttuo-
tachigrafo o la scoperta di un incidente so, parenti o congiunti del defunto
non comunicato all’atto della vendita), devono prendere all’improvviso sva-
come pure in mancanza di funzioni im- riate decisioni. Più si è preparati ad
portanti nella meccanica del veicolo, affrontare un simile momento, mi-
qualora il fatto fosse stato a conoscen- nore è il rischio di fare acquisti incau-
Diritti del consumatore in generale

ti o superflui o impegnarsi in spese meno un anno! È meglio pertanto non


impreviste. farsi indurre ad acquisti poco meditati
• È bene richiedere delle offerte scritte nei giorni e nelle settimane immediata-
a diverse imprese di pompe funebri. I mente successive al funerale.
prezzi per gli stessi servizi possono va- • Pubblicare i ringraziamenti sui bolletti-
riare anche del 100%! ni comunali costa molto meno che sui
• Ufficialmente non esistono vincoli ter- quotidiani.
ritoriali per gli operatori, sicché ci si • Le spese sostenute per le esequie di
può rivolgere anche ad un’impresa al di un congiunto possono essere dedotte
54 fuori della propria località di residenza. dalla dichiarazione dei redditi per un
Essa sarà tuttavia tenuta ad informarsi importo pari a 1.500 euro.
sugli usi locali. • Vittime di incidenti mortali: conforme-
• Per avviare le procedure del caso, l'im- mente alla circolare del Ministero della
presa ha bisogno di un documento Sanità n. 24 del 1993, i Comuni sono
d'identità del defunto ed eventual- tenuti ad accollarsi le spese di recupero
mente di una sua foto per i necrologi della salma. I parenti del defunto pos-
e gli avvisi funebri, nonché di un do- sono chiedere al Comune il rimborso
cumento della persona che contatta il delle spese dietro presentazione del
servizio di pompe funebri. verbale d’infortunio. I Comuni hanno
• I prezzi per la bara e il trasporto sono facoltà di emanare norme in deroga
più alti al di fuori della provincia di alla presente disposizione.
Bolzano. In caso di un decesso fuori • Riflettere per tempo sul tipo di fune-
del territorio provinciale può pertanto rale da preventivare, raccogliere infor-
essere conveniente affidarsi comunque mazioni e parlare con i propri parenti
a un’impresa altoatesina – non senza delle decisioni prese – o metterle per
aver richiesto comunque un preventi- iscritto, significa risparmiare dubbi, in-
vo. certezze e spese a chi rimane.
• Per la cremazione vengono accettate • Chi viaggia all'estero dovrebbe stipula-
solo casse in legno non trattato. Mate- re un'assicurazione per il recupero del-
riali non trattati andrebbero utilizzati la salma in caso di decesso.
per motivi ecologici anche in caso di
sepoltura in terra, evitando in partico-
Manifestazioni
lare i legni tropicali.
• Se la cremazione è preceduta da un
(meeting) organizzate
funerale tradizionale, si aggiungono
a fini di vendita
naturalmente le spese per questa ceri- Capita abbastanza spesso che in alberghi
monia (escluse le spese per l’apertura di una certa classe vengano organizzate
e chiusura della tomba). manifestazioni a scopo di vendita. I po-
• Per erigere la lapide o la croce sulla tenziali acquirenti vengono contattati a
tomba del congiunto si ha tempo al- volte attraverso volantini imbucati nella
Diritti del consumatore in generale

cassetta delle lettere, in altre occasioni ne di un importo da versare nel caso di


attraverso telefonate o lettere personaliz- recesso.
zate. Da specchietto per le allodole fun- Secondo quanto stabilito dal codice del
ge quasi sempre un messaggio del tipo: consumo, il consumatore ha diritto ad
“dobbiamo comunicarLe una vincita”, ma esprimere il proprio recesso entro dieci
una volta recatisi sul luogo dell’incontro ci giorni dalla data della sottoscrizione del
si rende conto ben presto delle intenzio- modulo d’ordine. Esso va inoltrato per
ni di questi venditori. Si tratta perlopiù di iscritto con raccomandata A.R., eventual-
presentazioni commerciali di prodotti che mente sulla base di un modello di lettera
– a detta degli organizzatori – non trova- che si può ritirare presso il Centro Tutela
55
no smercio nei canali di vendita tradizio- Consumatori .
nali, o che comunque vengono offerti in Se la merce è già stata consegnata nel
questa occasione a condizioni strepitose corso della manifestazione o nei giorni
(si veda alla voce “Contratti conclusi al di immediatamente successivi, essa va al
fuori dei locali commerciali”): computer e più presto restituita alla ditta venditrice o
programmi informatici, libri, enciclopedie, messa a sua disposizione (in presenza di
multiproprietà in località turistiche (time- altre pattuizioni in tal senso), comunque
sharing), offerte per confezionamento di entro sette giorni dalla data del suo ricevi-
articoli a casa propria (occasioni di lavoro mento. Le spese necessarie alla spedizione
a domicilio), prodotti per la salute, mate- rimangono a carico del consumatore.
rassi e coperte, stoviglie e pentole. I ven-
ditori si rivelano talvolta molto insistenti
nel loro impegno volto alla persuasione Offerte e tasse
dei potenziali clienti, tanto che la libertà Bisogna distinguere tra le offerte che pos-
di ognuno di valutare e decidere soffre sono essere direttamente detratte dal-
sotto la pressione psicologica esercitata l’imposta in occasione della dichiarazione
da questi operatori, ben allenati nella tec- dei redditi e quelle deducibili dall’imponi-
nica di vendita, in un’atmosfera di euforia bile.
creata ad arte in locali talora sovraffollati. Per le informazioni di dettaglio ci si può
È così che il proposito di non acquistare rivolgere direttamente all‘Agenzia delle
nulla, che ci si era imposto prima di usci- Entrate o ad un CAF (centro di assistenza
re di casa subodorando un pericolo per il fiscale).
portafogli, rimane ampiamente disatte-
so, e si finisce col sottoscrivere costose
forniture di suppellettili varie. Spesso è Patrocinio a spese
richiesto anche il pagamento di un antici- dello Stato
po sulla somma complessiva dell’ordine. L’istituto del patrocinio disposto a spese
Attenzione però: la documentazione con- dello Stato costituisce un aiuto al cittadi-
trattuale sottoposta alla firma contiene no “non abbiente”, che viene a disporre
spesso clausole illegali, come la previsio- gratuitamente di un legale o di un consu-
Diritti del consumatore in generale

lente necessario per difendere la propria teressato delle somme anticipate dallo
posizione processuale. Lo Stato in questo Stato.
caso solleva il cittadino anche da tutti gli Il fac simile della domanda di patrocinio
oneri processuali, compresi quelli connes- a spese dello Stato può essere richiesto
si alla perizia tecnica d’ufficio. direttamente alla Segreteria del Consiglio
Tale patrocinio può essere richiesto nei dell’Ordine degli Avvocati.
processi civili, amministrativi, tributari,
tranne che in alcune eccezioni specificate
dalla legge e negli affari di volontaria giu- Peso netto
56 risdizione. È altresì previsto per i processi La legge n. 441 del 5.8.1981 sancisce con
penali, comprese le azioni civili connesse chiarezza sia per il commercio al dettaglio
(risarcimento del danno da reato). che per quello all’ingrosso l’obbligo di
Sia i cittadini italiani, sia gli stranieri o apo- esprimere il prezzo dei prodotti soggetti
lidi con regolare permesso di soggiorno, alla vendita a peso in riferimento al peso
nonché gli enti o associazioni senza scopo netto, escludendo pertanto il peso della
di lucro e senza attività commerciale sono confezione. Questa regola va applicata
ammessi a chiedere l’intervento dello Sta- per tutti i prodotti, sia confezionati, sia
to per la copertura delle spese legali. sfusi. Le bilance devono prevedere la pos-
sibilità di esclusione della tara (vale a dire
Il tetto reddituale al di sotto del quale il peso della confezione), altrimenti risul-
è ammessa la concessione del patroci- tano fuorilegge. Inoltre l’indicazione del
nio a spese dello Stato è stato fissato peso sulla bilancia deve essere facilmen-
in un reddito imponibile ai fini IRPEF di te visibile dalla posizione in cui si trova il
9.296 Euro, da verificare sulla base del- consumatore. Il controllo degli strumenti
la più recente dichiarazione dei redditi. di pesatura viene effettuato a livello pro-
vinciale dal relativo Ufficio metrico era-
riale, che per l’Alto Adige ha sede presso
A tal fine viene considerata la somma dei
redditi dei componenti la famiglia del ri- la Camera di commercio di Bolzano.
chiedente, e dunque al suo reddito viene
sommato quello dei famigliari conviven- Prezzi
ti. Si tiene conto invece del solo reddito
dell’interessato quando gli interessi del Per ogni merce o servizio è richiesto un
richiedente siano in conflitto con quel- prezzo, ma attraverso il confronto delle
li degli altri famigliari oppure nel caso in diverse quotazioni praticate dai singo-
cui oggetto della causa siano diritti della li fornitori è possibile risparmiare anche
persona. molto denaro. Paragonare tra loro i prezzi
Per dichiarazioni non corrispondenti al è importante, ma risulta indispensabile
vero è prevista la reclusione da uno a cin- non perdere d’occhio le altre informa-
que anni e la sanzione pecuniaria da euro zioni disponibili per poter acquistare in
309,87 ad euro 1.549,37, oltre alla revoca modo veramente sensato. L’informazione
dei benefici ed il recupero a carico dell’in- relativa al prezzo ha peraltro assunto un
Diritti del consumatore in generale

ruolo determinante e la sua trasparenza dicazione facilita le comparazioni di prez-


per il consumatore va garantita con ogni zo e in generale aumenta la trasparenza.
mezzo. Se un messaggio pubblicitario punta ad
evidenziare un prezzo, accanto a questo
Esposizione del prezzo va citato anche il prezzo base per lo stesso
La riforma dell’intero comparto del com- prodotto. Le eccezioni circa quest’obbligo
mercio (attuata in Alto Adige attraverso sono poche, e le sanzioni previste in caso
la legge prov.le n. 7 del 17.02.2000) pre- di mancata osservanza sono le stesse pre-
vede quale obbligo fondamentale per gli viste per la mancata o insufficiente espo-
operatori l’esposizione del prezzo su tutti sizione del prezzo.
57
gli articoli trattati al dettaglio ed esposti al
pubblico, per mezzo di un cartellino o di Prezzi di listino
qualsiasi altra modalità idonea. Eccezioni Vengono stabiliti spesso dai produttori e
si incontrano solamente nell’ambito della si pongono non di rado al di sopra delle
pellicceria, dei modelli di Haute Couture, quotazioni effettivamente praticate sul
dei lavori di oreficeria, nonché per pietre mercato. I commercianti praticano infatti
preziose e beni di antiquariato al di sopra sconti più o meno consistenti in rapporto
di una quotazione di 1.549,37 euro. ai prezzi indicati in listino. Anche qui vale
Le sanzioni irrogate per mancata osser- l’invito al confronto dei prezzi per scovare
vanza di tale obbligo sono salate e ven- la migliore offerta!
gono comminate dall’organo di controllo
competente per territorio (Polizia anno- Offerte al di sotto del prezzo di co-
naria presso il comando dei Vigili Urba- sto:
ni). La legge (DPR N. 218 del 6.4.2001) limi-
Nell’ambito dei pubblici esercizi la nor- ta ai commercianti la possibilità di offrire
mativa prevede l’esposizione dei prezzi riduzioni di prezzo che portino le quota-
per mezzo di un cartello appeso all’inter- zioni di vendita al di sotto dell’effettivo
no del locale. prezzo di costo, prevedendo complessi-
vamente tre occasioni da sfruttare all’in-
Prezzo base terno dell’anno. In Alto Adige la riforma
L’indicazione del prezzo base è stata in- del comparto consente di praticare prezzi
trodotta nell’Unione Europea da alcune inferiori a quelli di costo solo in occasione
Direttive, recepite dal legislatore italiano di vendite straordinarie.
operando una distinzione tra settore ali-
mentare (food) e settore non alimentare
(no food). La legislazione in vigore preve- Se il prezzo richiesto alla cas-
de che accanto al prezzo di vendita venga sa dovesse differire da quello indicato sul
indicato il prezzo base, detto anche prezzo prodotto o sullo scaffale di vendita, il con-
per unità di riferimento (litro, kg, metro, sumatore ha diritto ad ottenere il prodot-
metro quadrato, metro cubo). Questa in- to al prezzo indicato. Nel caso fosse già
Diritti del consumatore in generale

avvenuto il pagamento, è possibile con lo


scontrino alla mano richiedere il rimborso
di quanto pagato in eccedenza. Una valanga di pubblicità inde-
siderata nella cassetta delle lettere può
Qualora il prezzo non venisse esposto alla lunga creare fastidio. Applicando
è bene chiedere chiarimenti al negoziante, l’adesivo giallo predisposto dal Centro
avvisando in caso di comportamenti reci- Tutela Consumatori si evita di ricevere
divi la Polizia annonaria (Vigili urbani). tutti gli invii senza indirizzo, vale a dire
informazioni commerciali, comunicazioni
58 I prezzi esposti per il consumatore da parte di organizzazioni ed istituzioni
sono generalmente prezzi finali, com- pubbliche (ad esempio dal Comune di re-
prensivi dell’IVA. sidenza) e private, cataloghi, richieste di
offerte, volantini, pieghevoli e pubblicità
elettorale.
La fissazione del prezzo – con l’esclu-
sione di pochi articoli quali medicinali,
giornali e riviste e in parte per tabacchi e
tariffe professionali – è del tutto libera: se
lo stesso prodotto o servizio viene offerto
altrove ad un prezzo migliore, la forma di
Le Poste Italiane si sono impegnate a rico-
protesta più indicata è l’acquisto al prezzo
noscere e rispettare questa libera espres-
più conveniente.
sione della volontà dei clienti per quanto
riguarda gli invii senza indirizzo inoltrati
attraverso il servizio postale (riconoscibili
dai cinque triangoli disposti in verticale
sul lato più corto della busta).
decreto legislativo n. 114 del Dal momento che la cassetta delle lettere
31.03.1998, codice del consumo; diretti- costituisce una proprietà del destinatario,
va 98/6/CE; Legge provinciale n. 7 del anche i distributori privati di materiale
17.02.2000, decreti del Presidente della pubblicitario devono attenersi al peren-
Giunta prov.le n. 39 del 30.10.2000 e n. 4 torio invito dell’adesivo applicato sulla
del 06.03.2003. cassetta. Nel caso queste ditte non si atte-
nessero al divieto, esse vanno sollecitate
per iscritto al rispetto della volontà del
Pubblicità consumatore, cessando il recapito degli
La pubblicità di beni e servizi è uno dei invii in parola.
principali strumenti a disposizione delle Chi invece vuole liberarsi della corrispon-
aziende che operano in regime di libera denza provvista di indirizzo ha a disposi-
concorrenza per affermarsi sul mercato. zione più strade:
a) inserire il proprio nominativo via Inter-
net in una banca dati costantemente ag-
Diritti del consumatore in generale

giornata presso gli operatori che curano relativo regolamento, procedendo all’ac-
la maggior parte degli invii pubblicitari certamento dell’identità degli interessati
provvisti di indirizzo. Questo il sito da se- e del responsabile della banca dati, non-
lezionare: www.cancellami.it. ché all’individuazione delle esatte circo-
b) invitare per iscritto le ditte che non stanze nelle quali è avvenuta la richiesta al
sono collegate a questa banca dati a gestore della banca dati.
cancellare il proprio nominativo e non
effettuare più alcun invio di materiale
pubblicitario. La legge per la tutela dei Pubblicità ingannevole
dati personali (D.Leg.vo n. 196/2003) Il codice del consumo definisce come 59
sancisce il diritto del cittadino ad acce- pubblicità ingannevole qualsiasi tipologia
dere agli archivi delle ditte che memo- di messaggio pubblicitario teso alla pre-
rizzano dati personali, con la finalità di sentazione di un prodotto o di un servizio
accertare quali dati siano a loro disposi- che, attraverso il suo tenore o le modalità
zione e come avvenga il loro trattamento. della sua presentazione, possa indurre in
Si può chiedere in particolare da qua- inganno delle persone indicando circo-
le fonte la ditta abbia acquisito i dati in stanze false e creando false aspettative,
questione, se esistano altre informa- con l’obiettivo di orientare o condiziona-
zioni oltre a quelle dell’indirizzo per re la scelta di acquisto. Tutto ciò vale sia
poterle verificare (o correggere), e di- per un messaggio pubblicitario che non
sporre infine che esse non possano es- corrisponda al vero, sia per un messaggio
sere utilizzate a scopi pubblicitari. Un pubblicitario veritiero ma non ricono-
rimedio radicale consiste nella richiesta scibile come tale (pubblicità mascherata
di cancellazione definitiva di tali dati. da inserto redazionale e pubblicità oc-
A queste ditte è bene rivolgere uno scrit- culta). La pubblicità ingannevole viene
to a mezzo raccomandata o fax, tenendo considerata alla stregua di una lesione
comunque presente che, se negli archivi della fede pubblica dei consumatori e di
non appare il nominativo cercato, sono una turbativa della libera concorrenza,
da corrispondere degli importi a titolo di in quanto danneggia o può danneggiare
rimborso spese a forfait: 10,33 f per la realtà imprenditoriali concorrenti.
movimentazione di banche dati elettroni- Per tali ragioni una simile pubblicità è per-
che ed un massimo di 2,58 f per informa- seguita dalla legge, e può essere denun-
zioni verbali. Il pagamento deve avvenire ciata da chiunque su carta libera, rispet-
entro 5 giorni. Se la persona responsabile tando le indicazioni richieste dalla legge
dell’amministrazione delle banche dati (DPR n. 284 dell’11.7.2003) e indirizzan-
non dà risposta entro cinque giorni, ci si do la missiva all’Autorità Garante per la
può rivolgere o al Tribunale o al Garante Concorrenza ed il Mercato.
della privacy (non ad entrambi). Nel caso Le associazioni dei consumatori possono
di ricorso al Garante si dovranno rispet- offrire un aiuto nella formulazione della
tare le procedure previste dall’art. 18 del segnalazione di denuncia.
Diritti del consumatore in generale

È già da qualche tempo che si riconosce ne del contratto (o dalla data di ricevi-
d’altronde come gli strumenti legali a di- mento della merce se l’acquisto è avve-
sposizione per la tutela della concorrenza nuto senza la presenza del venditore).
non siano sufficienti a tutelare i consuma- Se nel modulo d’ordine o tra le clausole
tori dagli spregiudicati e aggressivi me- contrattuali non è riportata chiaramen-
todi spesso impiegati per confezionare te l’informativa sul diritto di recesso, il
messaggi pubblicitari. Per tale ragione gli termine per reagire passa a 60 giorni.
stessi operatori del mondo pubblicitario si Il recesso va comunicato per iscritto (me-
sono dettati un codice di autodisciplina. diante raccomandata con avviso di ricevi-
60 I consumatori e le loro associazioni pos- mento) e la merce va rispedita al vendito-
sono contribuire a far garantire il rispetto re a spese del consumatore. Dei modelli
di questo codice, rivolgendosi al relativo di lettera sono disponibili presso il Centro
Istituto (Istituto dell’Autodisciplina Pub- Tutela Consumatori.
blicitaria – www.iap.it).
• Il diritto di recesso nei contratti di
multiproprietà (o time-sharing)
www.agcm.it Anche nei contratti che hanno per ogget-
Autorità Garante della Concorrenza e del to beni in multiproprietà o in “uso” tipo
Mercato, Piazza G. Verdi, 6/A - 00198 multiproprietà (time-share), l’acquirente
ROMA ha diritto di recedere dal contratto sotto-
scritto (senza doverne indicare i motivi)
entro 10 giorni dalla firma di entrambe
Recesso contrattuale le parti (anche di contratto preliminare).
Per un contratto validamente con- Se però il contratto non dà le necessarie
cluso non esistono di norma possi- informazioni circa il diritto di recesso, il
bilità legali di recesso unilaterale. termine per recedere viene prolungato a
3 mesi.
Esistono però delle eccezioni:
• Recesso nei contratti conclusi al di
fuori dei locali commerciali (codice Nel caso di recesso esercitato
del consumo; vedi “contratti conclusi entro i 10 giorni il consumatore deve
al di fuori dei locali commerciali”). rimborsare le spese per la stipulazione del
Questa tipologia di recesso è prevista contratto ed i costi sostenuti dalla ditta
unicamente per i contratti che siano sta- per il recesso, sempre che tali elementi
ti sottoscritti in luoghi diversi dai locali siano però chiaramente indicati nel docu-
commerciali del venditore (ad esempio mento contrattuale.
al domicilio del consumatore, per strada,
sul posto di lavoro), ed alcuni beni e ser- • Il diritto di recesso nei contratti di
vizi sono esclusi dall’ipotesi del recesso. investimento mobiliare
Il termine per esercitare il recesso in Il decreto legislativo n. 190/2005 stabili-
questione è di 10 giorni dalla conclusio- sce che chi acquista servizi finanziari (pro-
Diritti del consumatore in generale

dotti bancari, finanziari, di investimento, viene però prolungato a tre mesi nel caso
assicurativi e previdenziali) con contratti che il venditore abbia omesso di informa-
stipulati a distanza (internet, telefono, TV, re l’acquirente circa i propri diritti in tal
fax ecc.) può esercitare il diritto di recesso senso.
nel termine di 14 giorni senza pagamento
di alcuna penale.
Responsabilità per
• Il diritto di recesso nelle polizze di
danno da prodotti difettosi
assicurazione sulla vita Un’impresa risponde anche ai sensi del-
Nel campo delle assicurazioni, (diretti- la legge sulla responsabilità da prodotto 61
va UE sulle assicurazioni vita) è previsto difettoso (vedi codice del consumo) per
che il consumatore che abbia firmato una i danni dallo stesso provocati.
“proposta” di sottoscrizione di polizza Ciò vale anche se il produttore non ha
vita (è il documento che precede la sti- colpe dirette, vale a dire quando, in fase
pula del contratto vero e proprio) possa di produzione, non ha agito né in maniera
recedere da questa entro 30 giorni dal dolosa né colposa. La responsabilità del
ricevimento della polizza o dalla comuni- produttore è, in realtà, una “responsabi-
cazione dell’accettazione della proposta. lità oggettiva”. Il solo fatto di creare una
E ciò anche se il consumatore avesse già situazione di pericolo – come ad esempio
versato un anticipo del premio oppure la commercializzazione di un prodotto di-
l’intero importo: egli avrà comunque di- fettoso – è già sufficiente per far ricade-
ritto alla restituzione di dette somme! re sul produttore la responsabilità per gli
Anche qui, come in tutti i casi di recesso, eventuali danni che ne derivano.
la propria decisione va formulata alla ditta
per iscritto, mediante raccomandata con Differenze tra garanzia di consumo e
avviso di ricevimento. responsabilità del produttore
Poniamo ad esempio che il signor Mario
• Il diritto di recesso nei contratti acquisti in un supermercato un tubetto di
negoziati a distanza maionese. Benché il prodotto non abbia
Il codice del consumo prevede un diritto ancora superato la data di scadenza indi-
di recesso anche per i contratti cosiddet- cata, Mario contrae la salmonellosi per-
ti “a distanza” – ad esempio conclusi per ché la maionese era contaminata. La ga-
corrispondenza o per catalogo, per televi- ranzia riconosce al consumatore il diritto
sione, per fax o Internet. di ricevere un nuovo tubetto di maionese.
Il recesso va esercitato entro 10 giorni la- Ma chi paga le cure mediche e il manca-
vorativi, che decorrono dal giorno della to guadagno del signor Mario? Questo
conclusione del contratto nei contratti aspetto è regolamentato dalla legge sulla
aventi per oggetto prestazioni di servizi, responsabilità del produttore.
e dal giorno di ricevimento della merce La legge in questione riguarda unicamen-
nei contratti di compravendita. Il termine te i prodotti difettosi, comprendendovi
Diritti del consumatore in generale

tutti i beni mobili - dallo stuzzicadenti al- • il difetto è insorto solo dopo l’immis-
l’aeroplano. Inoltre si applica ai prodotti sione sul mercato da parte del produt-
agricoli, come le uova o gli ortaggi, non- tore, per esempio a seguito di una ripa-
ché all’elettricità. Secondo molti giuristi, razione. In questo caso il consumatore
lo stesso software, ossia i programmi ap- deve rivolgersi all’officina o al labora-
plicativi per il computer, costituisce un torio che ha effettuato la riparazione;
“prodotto” ai sensi della legge sulla re- • il prodotto è stato fabbricato solo per
sponsabilità del produttore, mentre sono l’autoconsumo e non è destinato alla
escluse le costruzioni, in quanto beni im- vendita;
62 mobili. • il difetto è dovuto alla conformità del
Spetta al consumatore provare solamen- prodotto a una norma di legge vinco-
te il difetto del prodotto, il danno subito, lante.
nonché il nesso di causalità difetto e dan-
no (onere della prova). Talvolta lo stato delle conoscenze tecniche
Per produttore questa legge intende non e scientifiche non permette d‘individuare
solo il fabbricante di un prodotto finito, il difetto di una cosa al momento della sua
ma anche di una componente/materia
commercializzazione. In simili circostanze
prima o di un semilavorato destinati a
interviene la legge sulla sicurezza dei pro-
ulteriori processi produttivi. Ai fini della
dotti, che obbliga il fabbricante a ritirare
legge è responsabile pertanto anche il for-
dal mercato la merce difettosa. Se il fab-
nitore di singole componenti difettose.
bricante non rispetta quest‘obbligo o non
L’obbligo di risarcimento delle cose dan-
può intervenire con sufficiente tempesti-
neggiate, tuttavia, scatta solo qualora il
vità, è previsto l’intervento dell’autorità
danno materiale superi i 387,34 Euro.
competente, che provvede al sequestro
La responsabilità per prodotto difettoso si
del prodotto o della partita difettosa.
estingue dopo dieci anni dalla messa in cir-
colazione del prodotto che ha cagionato il
danno, mentre il diritto al riconoscimento Ritardi nella consegna
di un risarcimento per il danno prodotto
si prescrive in tre anni dal giorno in cui il Il momento della consegna nell’ambito
danneggiato ha avuto o avrebbe dovuto di un contratto di compravendita dipen-
avere conoscenza del danno, del difetto e de principalmente dagli accordi presi tra
dell’identità del responsabile. le parti. È consigliabile fissare per iscritto
Esistono anche casi in cui la responsabili- nel testo contrattuale un esatto momen-
tà è esclusa, nonostante ci si trovi chiara- to per la consegna (il giorno ed eventual-
mente di fronte a un prodotto difettoso, mente anche l’ora). Da depennare ovvero
per esempio quando: da non utilizzare clausole contrattuali del
tipo: “il termine indicato per la consegna
• il prodotto non è stato messo in com- ha valore meramente indicativo” oppure
mercio dal produttore, ma rubato e ri- “il termine di consegna non è vincolan-
venduto; te”.
Diritti del consumatore in generale

”Clausola risolutiva espressa” conservare inalterate le sue caratteristi-


È possibile inserire nel contratto una clau- che quali profumo, sapore, colore, aroma.
sola risolutiva espressa (così come previsto L’indicazione della data di scadenza va
dall’art. 1456 Codice Civile): con questa riportata sull’etichetta con l’espressione
le parti concordano espressamente che il “da consumarsi entro ...”. È vietata la ven-
contratto verrà risolto se una determinata dita di alimenti che abbiano oltrepassato
obbligazione non dovesse trovare pun- la data di scadenza, pena una sanzione
tuale adempimento nelle modalità e nei amministrativa (la competenza è dell’Uf-
termini indicati. In tal modo il contratto ficio Igiene dell’Azienda Sanitaria Locale).
viene risolto di diritto appena la parte che 63
ne ha interesse dichiara all’altra di volersi
servire della clausola in quanto si è avuto
Scontrino di cassa
inadempimento. Nel caso dei beni di consumo di un cer-
to valore e destinati a durare nel tempo,
“Termine essenziale” lo scontrino rilasciato dal registratore di
(per l’adempimento) cassa costituisce un documento essenziale
La clausola contenente il c.d. “termine es- per la pretesa del diritto di garanzia (vedi
senziale” (art. 1457 Codice Civile) intro- alla voce garanzia). Esso va custodito per
duce un’obbligazione più marcata in capo 26 mesi, ma se stampato su carta termica
al venditore (commerciante) rispetto al- può risultare ben presto sbiadito o ingialli-
l’acquirente (consumatore), che invece to, fino a divenire illeggibile. Perciò si con-
gode di una certa libertà. Se il termine di siglia di farne una fotocopia, da conserva-
consegna è indicato nel contratto come re accuratamente. Gli esercizi commerciali
“essenziale” per l’acquirente, quest’ulti- che, in osservanza alla legge sul concor-
mo, nei tre giorni successivi, ha comunque dato fiscale preventivo (legge n. 326 del
la facoltà di comunicare al venditore che, 24.11.2003), non rilasciano automatica-
nonostante lo scadere di tale termine, è mente lo scontrino, sono tenuti al rilascio
ancora interessato alla consegna. In difet- dello stesso solo previa esplicita richiesta
to, il contratto è risolto di diritto. del consumatore, che vi è certo interessato
quando acquista dei beni di lunga durata.
Può capitare peraltro che degli agenti del-
Scadenza la Guardia di Finanza chiedano al consu-
La data di scadenza è un’indicazione del matore che varca l’uscita di un negozio
termine oltre il quale un alimento non può l’esibizione dello scontrino fiscale o della
più essere consumato (decreto legislativo fattura. Infatti solo gli esercenti che hanno
n. 109/1992, art. 10). Essa è obbligatoria aderito al concordato fiscale sono esentati
per tutti gli alimenti soggetti a facile de- dal rilascio di questi documenti.
peribilità da un punto di vista microbiolo-
L’operazione è orientata comunque al
gico, dal momento che questi potrebbero
controllo dell’esercente, non del con-
divenire un rischio per la salute pubblica.
sumatore.
Fino alla data di scadenza, l’alimento deve
Diritti del consumatore in generale

il termine indicato in etichetta, possono


Sistemi piramidali
ancora essere venduti, con l’avvertenza
L‘art. 5 della legge n. 173/2005 sancisce il però che allo scadere del termine indicato
divieto delle forme di vendita piramidale, cessa la garanzia offerta dal produttore. A
di gioco o catena di Sant‘Antonio. proposito del produttore: spetta a lui fis-
Con ciò si intende che sono vietate la pro-
sare la data corrispondente al termine mi-
mozione, la realizzazione di attività, di
nimo di conservazione. Solo per i latticini,
strutture di vendita e di ogni operazione
i funghi, le uova ed i prodotti pronti sfusi
nelle quali l‘incentivo economico prima-
esistono scadenze standard fissate dal le-
64 rio non consiste nella vendita di beni o
gislatore, oltre le quali i prodotti non pos-
nella fornitura di servizi, bensì nel sempli-
ce reclutamento di altre persone e in cui il sono più essere venduti. Invece per frutta
diritto a reclutare si trasferisce all‘infinito e verdura fresca, pane, sale, aceto, zucche-
previo pagamento di un corrispettivo. ro e caramelle non esiste una disposizione
La legge definisce reato il comportamen- in merito all’indicazione di un termine. Le
to di coloro che organizzano o semplice- Autorità competenti per i reclami sono gli
mente prendono parte a questo genere di Ispettori di igiene presso le Aziende Sani-
attività, prevedendo sanzione penale che tarie Locali.
comporta l‘arresto da sei mesi ad un anno
o l‘ammenda da 100.000 a 600.000 Euro.
Test su prodotti o servizi
L’offerta di beni e servizi diviene sempre
Termine minimo
più ampia, anche perché si allarga verso
di conservazione
tante nuove realtà rese ogni giorno più
Tutti gli alimenti che sotto l’aspetto mi- vicine dalla globalizzazione dei mercati.
crobiologico non appartengono alla Come mantenere in questo panorama dei
categoria dei deperibili devono recare punti fermi circa elementi quali la qualità
l’indicazione di una data corrispondente
e il prezzo? I consumatori possono rivol-
al termine minimo di conservazione (de-
gersi con fiducia a chi obiettivamente e in
creto legislativo n. 109 del 27.01.1992).
modo indipendente lavora per la loro in-
Fino a tale data il prodotto conservato nel
formazione: si tratta di istituzioni pubbli-
rispetto delle relative modalità di conser-
che e private che conducono test sui pro-
vazione deve mantenere inalterate le pro-
prie caratteristiche. Nel caso di prodotti dotti e sui servizi. I criteri ai quali queste
che presentano una durata compresa tra i organizzazioni si attengono nelle proprie
3 ed i 18 mesi è necessaria l’indicazione di indagini sono chiari e definiti: prezzo, qua-
mese e anno, mentre per quelli il cui ter- lità, consumo energetico, compatibilità
mine minimo di conservazione si protrae con la salute, facilità d’uso ed altro anco-
oltre i 18 mesi è sufficiente l’indicazione ra. Il peso dato a questi singoli criteri va-
dell’anno. Gli alimenti che si trovano ne- ria a seconda dell’impostazione scelta dal
gli scaffali di vendita, una volta superato singolo istituto. Alla vigilia di un acquisto
Diritti del consumatore in generale

importante, ma anche per la spesa di ogni


giorno, i consumatori hanno la possibilità
di orientare le proprie scelte sulla base di www.altroconsumo.it
queste informazioni. L’ideale è riuscire a www.ilsalvagente.it
leggere svariati test condotti sullo stesso www.konsument.at
identico prodotto, per cogliere impor- www.warentest.de
tanti sfumature, comprendere i criteri www.oekotest.de
www.konsuminfo.ch/ktipp.asp
adottati e formarsi una propria idea del
prodotto. Le maggiori presenze editoriali 65
nell’ambito dei test merceologici sono: in Tutela dei dati personali
Italia “Altroconsumo” e “Il Salvagente”, in
Molte informazioni a carattere personale
Austria “Konsument”, in Germania “test”
vengono oggi memorizzate in archivi in-
ed “Ökotest”, in Svizzera “K-Tipp”. Anche
formatici per i più svariati scopi; il rischio
nella biblioteca specializzata del Centro
per ognuno è che:
Tutela Consumatori e dello sportello mo-
bile del consumatore si possono trovare • se ne faccia un uso difforme rispetto
test, confronti e valutazioni. a quello evidente e comprensibile al
momento della raccolta delle infor-
mazioni, o che
• i dati presenti negli archivi siano er-
rati o imprecisi e da ciò possa deri-
vare uno svantaggio o comunque
un’informazione distorta.

Per arginare il più possibile i rischi connessi


alla raccolta e al trattamento dei dati per-
sonali, in Italia esiste dal 1996 una legge a
tutela della privacy (n. 675 del 31.12.1996),
sottoposta a revisione nel 2003 (decreto
legislativo n. 196 del 30.6.2003). Stando
al dettato legislativo, i dati personali pos-
sono essere elaborati solo quando esiste
una norma che lo permetta, o quando
l’interessato acconsenta a tale trattamen-
to (ad esempio al momento dell’apertura
di un conto in banca).
La migliore tutela della privacy è però ga-
rantita da ognuno di noi, valutando con
cautela ogni occasione nella quale ci viene
Diritti del consumatore in generale

richiesto un dato personale. Ciò significa,


tra l’altro: Vizi di costruzione,
• comunicare i nostri dati col contagoc- danni e garanzia
ce, soprattutto quando ci vengono ri- Generalmente si intende per garanzia
chiesti per partecipare a concorsi a pre- l’obbligo sancito giuridicamente in capo
mio o ci viene offerta una tessera per al costruttore nonchè all’artigiano di ri-
sconti privilegiati in una sorta di “club” spondere nei confronti del committente
riservato ai clienti! per vizi o danni causati o insorti nel ma-
• Esaminare sempre l’impiego dei dati nufatto. La base contrattuale è data dal
66 dichiarato nel testo (spesso a caratteri contratto d’appalto oppure da quello
piccolissimi) che precede la firma. Po- denominato come contratto d’opera e la
trebbe darsi infatti che, con la firma, prestazione della garanzia viene regolata
venga autorizzata la divulgazione dei da diverse norme:
dati a terzi. • l’appaltatore deve prestare una garan-
Il trattamento dei dati da parte dei privati zia per le difformità ed i vizi dell’opera
(banche, assicurazioni, ecc.) è regola-
ai sensi delle disposizioni sul contratto
mentato dalla legge. Essa prevede che:
d’opera (articoli 1667 e segg. codice ci-
• si possano richiedere informazioni cir-
vile). Tale obbligo viene a cadere se il
ca l’archiviazione dei propri dati
committente ha accettato l’opera e le
• si possano rettificare informazioni per-
difformità o i vizi gli erano noti oppure
sonali imprecise o errate
erano facilmente riconoscibili, sempre
• si possa pretendere la cancellazione dei
che l’imprenditore non abbia agito in
dati di cui non è ammessa la custodia e
mala fede per nasconderli. Il commit-
di quelli non più utilizzati
tente deve, a pena di decadenza, de-
• si possa bloccare l’accesso ai dati
• si consegua un diritto al risarcimento nunciare all’appaltatore le difformità o
qualora un trattamento di informazio- i vizi entro 60 giorni dal momento della
ni, avvenuto nel dispregio della legge o scoperta. La denuncia non è necessaria
in modo errato, abbia causato un dan- se l’appaltatore ha riconosciuto le dif-
no e ricorrano determinate circostan- formità o i vizi. L’azione legale contro
ze l’imprenditore che ha preso in appalto
• in caso di lamentele circa il trattamento i lavori si prescrive entro due anni dal
dei dati personali da parte di un’impre- giorno della consegna dell’opera (ad
sa, ci si possa rivolgere al Garante della esempio: vizi nell’esecuzione di pavi-
privacy. menti, porte, finestre).
• Quando si tratta di edifici o di altre
cose immobili destinate per loro natura
Garante per la protezione dei dati a lunga durata, e nel corso di dieci anni
personali, Piazza Montecitorio 121, 00186 dal compimento dell’opera il manu-
Roma, Tel. 06 696771 fatto in questione, per vizio del suolo
www.garanteprivacy.it o per difetto della costruzione, rovina
Diritti del consumatore in generale

in tutto o in parte oppure presenta evi- perta. Il diritto in capo al committente


dente pericolo di rovina o gravi difetti si prescrive in un anno dal giorno della
(come potrebbero essere una grande consegna dell’opera.
diffusione di muffe, una grave carenza
nell’isolamento termico, la presenza
di fessurazioni e crepe), l’appaltatore L’artigiano che assuma sotto la
è responsabile nei confronti del com- propria responsabilità l’incarico ad ese-
mittente e dei suoi aventi causa (ad guire un’opera o un servizio con l’impie-
esempio gli eredi), purché si provveda go organizzato di mezzi, in cambio di una
controprestazione in denaro, rientra nella 67
a farne la denuncia entro un anno dalla
scoperta. Il diritto del committente si figura dell’imprenditore. Il suo operato
viene regolato dalle norme sull’appalto
prescrive in un anno dal momento del-
(articoli 1667 e segg. codice civile).
la denuncia.
• Gli artigiani e gli architetti rispondono
La gravità dei danni lamentati dal com-
ai sensi dell’art. 2226 del codice civile
mittente viene generalmente valutata e
per tutte le difformità e i vizi dell’ope-
decisa dal giudice, sulla base di una peri-
ra. Esiste un obbligo di denuncia delle
zia tecnica sui beni oggetto della contro-
difformità e dei vizi occulti entro un
versia.
termine di otto giorni dalla loro sco- Nel caso invece sia stato concluso un
contratto preliminare di compravendi-
ta relativo ad un immobile già finito e
consegnato da parte dell’impresa, è ne-
cessario recapitare a quest’ultima una
lettera raccomandata con avviso di ri-
cevimento, recante una descrizione
dei vizi lamentati congiuntamente alla
perentoria richiesta di una loro elimi-
nazione entro un breve lasso di tempo.
Se l’impresa costruttrice non reagisce
adeguatamente alle richieste avanzate
e non inoltra alcuna offerta di riduzio-
ne del prezzo o di sistemazione dell’im-
mobile, la parte promittente acquiren-
te (così si chiama chi ha sottoscritto un
contratto preliminare di compravendita)
può pretendere la risoluzione del con-
tratto per inadempimento della contro-
parte, oltre ad un congruo risarcimento.
Il procedimento giudiziale teso al ricono-
Diritti del consumatore in generale

scimento della responsabilità in capo al- tempo e affidarsi ad un tecnico del diritto
l’impresa nei confronti dei vizi lamentati (avvocato) per non rischiare errori forma-
può essere avviato in contemporanea con li nella redazione della denuncia dei vizi.
quello teso alla risoluzione del contratto.
Il Giudice esamina così gli elementi ad-
dotti quali prove dell’inadempimento e
procede, se del caso, a risolvere il contrat-
to, condannando la parte venditrice alla
restituzione degli eventuali acconti rice-
68 vuti, maggiorati dei relativi interessi, oltre
alla liquidazione di eventuali altre spese se
adeguatamente documentate. Pagamenti
non comprovabili (“in nero”) non posso-
no essere tenuti in considerazione.

Edifici di abitazione plurifamiliari:


nel caso di gravi difetti della costruzio-
ne che vadano a coinvolgere sia porzio-
ni private che spazi comuni di un edifi-
cio plurifamiliare, i proprietari privati
possono agire per un’azione comune
di danni congiuntamente all’eventua-
le rappresentante del condominio.
Nel caso un amministratore condominiale
non agisca entro un congruo lasso di tem-
po, i singoli proprietari possono agire in
giudizio anche in relazione ai propri diritti
sulle parti comuni. Di converso, anche un
amministratore può agire giudizialmente
nei confronti dell’impresa costruttrice a
favore delle parti comuni senza dover rac-
cogliere i consensi di tutti i condomini.

Se si scoprono dei difetti di co-


struzione, è bene contattare immediata-
mente un esperto (ingegnere, architetto,
geometra) affidandogli l’incarico di stilare
una perizia (di parte).
Inoltre è consigliabile evitare perdite di
Costruire - abitare - energia

Costruire - abitare - energia


Acquisto dell’abitazione ______________________________________________________________________________________________ pag. 70
Agevolazioni fiscali per la prima casa ________________________________________________________________________ pag. 73
Collettori solari_____________________________________________________________________________________________________________ pag. 75
Condominio __________________________________________________________________________________________________________________ pag. 76
Energie rinnovabili _______________________________________________________________________________________________________ pag. 78 69
Etichetta dell’efficienza energetica ____________________________________________________________________________ pag. 78
Fotovoltaico __________________________________________________________________________________________________________________ pag. 79
Gruppi di lavoro per l’autocostruzione _____________________________________________________________________ pag. 79
Imposte e tasse sull’acquisto di immobili __________________________________________________________________ pag. 80
Isolamento termico _____________________________________________________________________________________________________ pag. 81
Materiali edili________________________________________________________________________________________________________________ pag. 81
Muffa _____________________________________________________________________________________________________________________________ pag. 83
Prezzi indicativi per il settore edile ____________________________________________________________________________ pag. 84
Risanamento termico dell’edificio _____________________________________________________________________________ pag. 84
Riscaldare con il gas (metano e gas liquido) _____________________________________________________________ pag. 84
Risparmiare energia con il frigorifero ________________________________________________________________________ pag. 87
Risparmiare energia nel riscaldamento domestico __________________________________________________ pag. 88
Ristrutturazione finalizzata al risparmio energetico ________________________________________________ pag. 90
Sostanze tossiche nelle abitazioni ______________________________________________________________________________ pag. 91
Stand-by ________________________________________________________________________________________________________________________ pag. 91
Valore “U” _____________________________________________________________________________________________________________________ pag. 92
Costruire - abitare - energia

La provvigione
Acquisto dell’abitazione
La misura della provvigione si aggira di re-
Chi acquista o vende un’abitazione do- gola intorno al 2 % (oltre all’Iva) del prez-
vrebbe informarsi prima di tutto su alcuni zo effettivamente pagato per l’immobile.
aspetti della trattativa. Contrattualmente la provvigione può
divenire liberamente pattuibile. Capacità
L’agenzia immobiliare individuali di contrattare in tale ambito
Se ci si vuole affidare ad un’agenzia è bene sono richieste.
acquisire alcune informazioni sulla serietà
70 dell’agente prima di firmare proposte o L’appartamento
contratti e prima di affidargli delle antici- Una puntatina all’Ufficio Tavolare di zona
pazioni di denaro. Presso il registro delle è sempre consigliabile, al fine di verificare
imprese tenuto dalla Camera di Commer- chi è l’attuale proprietario dell’immobi-
cio ci si può accertare della regolare iscri- le, se lo stesso è gravato da ipoteche, pi-
zione dell’agente nell’albo dei mediatori. gnoramenti, sequestri od altri vincoli (ad
In caso di sottoscrizione di un preliminare esempio vincoli riguardanti agevolazioni
d’acquisto i mediatori iscritti in tale albo provinciali).
hanno diritto alla provvigione.
Il venditore
Il mandato Assumere dettagli ed informazioni sul
Non ci si può accontentare di assicura- venditore dell’immobile (per es. trami-
zioni verbali quando si vuole incaricare te la Camera di Commercio o la banca)
un’agenzia della vendita di un immobile. costituisce aspetto di non poco conto
Da evitare assolutamente la sottoscrizio- nella trattativa. È infatti di fondamentale
ne di clausole che prevedano una proroga importanza sapere ad esempio se il ven-
tacita dell’incarico affidato al mediatore. ditore è in una situazione di insolvenza
Costruire - abitare - energia

o prefallimentare, se è un privato oppure truffatore, il quale è intenzionato a vende-


un imprenditore, se è socio di una S.n.c. re il medesimo immobile a più compratori.
o di una S.r.l.: in breve è necessario cono- Chi infatti annota per primo il preliminare
scere quanto più possibile della situazione diventa proprietario dell’immobile. L’an-
patrimoniale e reddituale del venditore. notazione del preliminare ha effetto fino
ad un anno dopo la scadenza del termine
Il preliminare d’acquisto convenuto tra le parti per l’esecuzione del
(o compromesso) contratto preliminare stesso e comunque
Prima di firmarlo, va letto con cura e va fino a tre anni dalla data di annotazione.
prestata attenzione che non contenga 71
clausole limitative dei diritti od interessi L’acconto
dell’acquirente (ad es. un impegno unila- Il venditore o l’agenzia richiedono quasi
terale del potenziale compratore ad ac- sempre il versamento di un acconto o di
quistare l’immobile). Attenzione inoltre al una caparra per “fermare” la casa. Pri-
fatto che spesso l’agenzia firma il prelimi- ma di effettuare qualsiasi pagamento è
opportuno farsi consigliare da soggetti
nare per conto del venditore: va accertato
competenti (per es. i consulenti del Cen-
allora se effettivamente esista un man-
tro tutela consumatori ed utenti). Con il
dato in tal senso fra agenzia e venditore.
pagamento di una somma di denaro e la
È bene infine farsi rilasciare sempre una
contemporanea sottoscrizione di un ac-
copia controfirmata in originale dell’atto
cordo, nascono infatti diritti e doveri per
in questione. Prima che venga effettuato
entrambe le parti contraenti. Viene rac-
un pagamento di qualsiasi tipo e/o ven-
comandato di non versare come caparra
ga sottoscritto un contratto preliminare è
o acconto una somma superiore a 2.500
consigliabile recarsi dal proprio legale di euro, (anche se di regola viene richiesto
fiducia o prendere contatto con i consu- un acconto/una caparra corrispondente
lenti del Centro Tutela dei Consumatori al 20% del prezzo d’acquisto), poiché in
ed Utenti (CTCU) per farlo verificare. Con determinate circostanze tale somma po-
la sottoscrizione di cosiddetti contratti trebbe andare persa. Qualora non si fosse
standard gli acquirenti spesso si ritrovano assolutamente sicuri dell’acquisto che si
in situazioni di svantaggio contrattuale. andrà a concludere, è possibile concor-
dare espressamente nel preliminare di
L’annotazione del contratto prelimi- acquisto una facoltà di recesso, in base
nare nel libro fondiario alla quale tale versamento avrà funzione
Dal primo gennaio 1997 i contratti preli- di “caparra penitenziale”. Infatti nel caso
minari possono essere annotati nel libro in cui ci si rendesse inadempienti del pre-
fondiario. L’annotazione comporta un liminare sottoscritto, la controparte, oltre
vantaggio per il promettente acquirente a trattenere legittimamente quanto già
nel caso in cui il promettente venditore versato, potrebbe richiedere anche un ri-
(per es. una ditta costruttrice) dichiari fal- sarcimento dei danni subiti in conseguen-
limento oppure si abbia a che fare con un za dell’inadempimento.
Costruire - abitare - energia

Fideiussione bancaria taio austriaco


Ai sensi della legge 2 agosto 2004, n. 210 e Forte del giudizio della Corte d’Appello
del decreto legislativo 122/2005, entrato di Trento, sezione distaccata di Bolzano,
in vigore il 21.07.2005, le ditte costruttrici del 26.05.2004 è oggi nuovamente pos-
devono garantire agli acquirenti una po- sibile far autenticare la firma della scrit-
lizza assicurativa contro i vizi con validità tura privata per l’acquisto di un immobile
decennale e una fideiussione bancaria che o del mutuo ipotecario presso un notaio
assicuri il pagamento degli acconti o delle austriaco. Per tale autentica il notaio au-
rate con validità fino alla sottoscrizione striaco calcola ca. 120 euro a firma. In
72
del rogito. Tale obbligo riguarda solamen- questo modo l’acquirente può risparmia-
te le ditte costruttrici che hanno richiesto re in parte i costi che avrebbe se si rivol-
il permesso di costruire o una concessio- gesse ad un notaio italiano. Si raccoman-
ne o fatto altra denuncia successivamente da caldamente di far redigere la scrittura
alla data di entrata in vigore del decreto. privata per l’acquisto di un immobile da
parte di un proprio legale di fiducia pri-
A ogni acquirente che non possa usufruire
ma dell’autentica delle firme in Austria, in
dei vantaggi di queste nuove disposizio-
quanto il contenuto del contratto (rogito)
ni, viene raccomandato di farsi rilasciare
dev’essere verificato attentamente. Il no-
contrattualmente una fideiussione ban-
taio austriaco infatti è tenuto ad autenti-
caria. Questa garanzia tutela l’acquirente
care solo le firme e non ad esaminare il
nel caso la ditta costruttrice dichiari falli-
contenuto del contratto.
mento.

Il valore dell’immobile
Il pagamento del saldo
Per risparmiare sulle imposte nell’acquisto
Nel caso che non venga rilasciata una fi-
di un immobile le parti contrattuali spes-
deiussione bancaria, si consiglia di pagare so dichiarano nel rogito un valore minore
il saldo solamente al momento della sot- del prezzo effettivamente pagato al ven-
toscrizione del rogito. Se il pagamento av- ditore. Nel caso di invalidità del contratto
viene a mezzo di un assegno, esso andrà definitivo l’acquirente dovrebbe fornire la
necessariamente intestato direttamente prova di aver pagato un importo maggio-
al venditore. In ogni caso – anche in occa- re, altrimenti avrebbe solamente diritto
sione del versamento dell’acconto - con- alla restituzione dell’importo dichiarato
viene farsi rilasciare sempre una ricevuta nel rogito. Nel rogito dev’essere indicato
sottoscritta dall’agente o dal venditore come prezzo d’acquisto almeno il valo-
del pagamento effettuato. Gli assegni ri- re catastale previsto dalla legge (valore
lasciati andrebbero sempre fotocopiati. catastale moltiplicato per a) 115,5 per la
prima casa; b) 126 per la seconda casa).
Rogito notarile o autentica della fir- Si consiglia comunque di indicare nel ro-
ma della scrittura privata presso no- gito un valore corrispondente all’importo
Costruire - abitare - energia

effettivamente pagato, in quanto esiste il ti direttamente al professionista. Per chi


rischio di essere sottoposti ad un control- si muove con dimestichezza tra le norma-
lo da parte degli Uffici finanziari che com- tive legali potrebbe risultare conveniente
porterebbe il pagamento degli arretrati e l’alternativa offerta da un’autenticazione
di sanzioni. del contratto all’estero.

Il pagamento del saldo Il valore dell’immobile


Nel rogito notarile viene spesso dichiarato
Esso avviene sempre e solo dopo la firma
dalle parti un corrispettivo di vendita in-
dell’atto di compravendita definitivo da-
feriore al valore reale del bene, principal- 73
vanti al notaio. Se il pagamento avviene
mente a fini di “risparmio di oneri fiscali”.
a mezzo di un assegno, esso andrà inte-
Se la cosa può essere di sicuro interesse
stato direttamente al venditore. In ogni
per i contraenti, dall’altro lato lascia spa-
caso - anche in occasione del versamen- zio al rischio che, in caso di annullamento
to dell’acconto - conviene farsi rilascia- dell’atto di compravendita, per qualsiasi
re sempre una ricevuta del pagamento motivo, il credito del compratore dell’im-
effettuato sottoscritta dall’agente o dal mobile risulterebbe quello riportato sul
venditore. Gli assegni rilasciati andrebbe- rogito e non quello realmente pagato. Un
ro sempre fotocopiati. dettaglio per nulla trascurabile, per non
parlare poi del rischio connesso alla possi-
Rogito notarile o scrittura privata bilità di una verifica tributaria per omesso
con firme autenticate versamento di imposta.
Una maggiore garanzia la offre sicuramen-
te il rogito notarile, anche perché il notaio
provvede normalmente agli adempimen- comunque che il minimo di leg-
ti tavolari necessari al perfezionamento ge da dichiarare quale valore dell’immo-
dell’acquisto. Eventuali errori formali o bile corrisponde ad almeno 100 volte la
sostanziali potranno così essere contesta- rendita catastale dello stesso.

Agevolazioni fiscali
per la prima casa
L’agevolazione consiste nella riduzione
dell’imposta di registro che deve paga-
re il compratore al 3%; oltre questa si
pagano 168,00 euro di imposta ipoteca-
ria e 168,00 euro di imposta catastale.
Si deve trattare di un’unità abitativa, non
abusiva, avente caratteristiche non di lus-
so (decreto ministeriale 2 agosto 1969, n.
218).
Costruire - abitare - energia

Sono agevolati anche l’acquisto di vani proprietà su altra abitazione nello stes-
accessori della categoria C2 (cantine e so Comune dove si richiede l’agevola-
soffitte), C6 (garage) e C7 (tettoie e po- zione. Eventuali condizioni di inabitabi-
sti auto), purché gli stessi siano acquistati lità o sovraffollamento devono essere
contemporaneamente o dopo l’acquisto dimostrate dal richiedente;
agevolato dell’abitazione (se ad esempio • di non essere titolare neppure per quo-
non si è ottenuta l’agevolazione per l’ac- te, anche in regime di comunione legale
quisto della prima casa, perché acquistata su tutto il territorio nazionale dei diritti
prima del 1985, quando essa non era pre- di proprietà, usufrutto, uso, abitazione
74 vista, non si può chiedere di acquistare gli e nuda proprietà su casa di abitazione
accessori a tariffa agevolata. È una palese acquistata dallo stesso o dal coniuge
ingiustizia, ma l’Ufficio del Registro non con le agevolazioni prima casa;
potrebbe considerare accessorio il gara- • di voler stabilire la propria residen-
ge, quando il bene principale, la casa, non za nel Comune dove si è acquistata la
ha goduto del trattamento agevolato). nuova proprietà (a meno che già non vi
L’agevolazione fiscale riguarda una sola si risieda o vi si svolga l’attività lavorati-
pertinenza per categoria (un garage e una va).
cantina, ma non garage doppio o doppia In caso di dichiarazioni mendaci è prevista
cantina). una soprattassa del 30% e il pagamento
Gli acquirenti devono essere persone fi- degli interessi di mora, oltre naturalmen-
siche che acquistano l’immobile nel loro te a dover pagare l’imposta calcolata con
Comune di residenza, o se diverso, in le aliquote corrette.
quello ove svolgono la loro attività. Indi- Si può chiedere l’agevolazione anche per
spensabile quindi il requisito del Comune l’acquisto di nuda proprietà e del diritto
di residenza o quello del luogo dove si la- di usufrutto, nel caso in cui l’abitazione
vora o si svolge la propria attività. La cir- presenti i relativi requisiti e sia ubicata nel
colare n. 1/e del 2 marzo 1994 ha stabilito Comune di residenza. Si può acquistare
che sono comprese tutte le attività, anche con l’agevolazione anche un appartamen-
a carattere non retribuito, ad esempio vo- to affittato, purché abbia i requisiti e sia
lontariato, attività sportive, studio, ecc. ubicato nel Comune di residenza.
(in questi casi occorre presentare i relativi
certificati). Agevolazioni per il riacquisto della
C’è tempo diciotto mesi per stabilire prima casa
la residenza nel Comune dove è ubica- Dal 1 gennaio 1999 coloro che vendono
to l’immobile che si vuole acquistare o che donano l’abitazione acquistata con
o in quello sede della propria attività. le agevolazioni prima casa, e che entro
Nell’atto di acquisto o nel preliminare un anno riacquistano un’altra abitazione
l’acquirente deve dichiarare: con i requisiti prima casa, beneficiano di
• di non essere titolare (nemmeno in un credito di imposta. Il credito spetta in
comunione con il coniuge) di diritti di misura pari all’imposta pagata sul primo
Costruire - abitare - energia

acquisto e non può comunque eccede-


re l’ammontare dell’imposta dovuta sul Collettori solari
nuovo acquisto. Un collettore solare è un trasduttore di
energia. L’energia del sole viene con-
Per ottenere le agevolazioni prima casa vertita in energia termica, che viene tra-
in caso di riacquisto si devono rispettare smessa ad un impianto in grado di imma-
queste condizioni: gazzinarla. Il collettore stesso è costituito
la casa ceduta deve essere stata ac- da un sistema assorbitore che provvede
quistata con le agevolazioni prima ad assorbire e trasmettere il calore, da
75
casa; uno strato di materiale coibentante sul
la cessione della precedente casa fondo e sui lati e da un involucro con co-
agevolata, a titolo gratuito (ad pertura superiore in vetro, che contiene
esempio donazione da parte dei ge- tutti gli elementi. Questo collettore vie-
nitori ai figli e acquisto di una nuova ne montato osservando una determina-
abitazione da parte dei genitori) o ta pendenza su tetti o altri supporti, in
oneroso, deve essere stata effettua- modo che riceva sia luce diretta del sole,
ta dopo l’1 gennaio 1998; sia un’illuminazione diffusa o indiretta.
il riacquisto può avvenire solo at- L’assorbitore viene attraversato da un li-
traverso compravendita o permu- quido destinato ad essere riscaldato dal
ta ed entro un anno dalla cessio- sole oppure da aria. Il calore così raccolto
ne della precedente prima casa. viene trasportato e immagazzinato in un
Un esempio: serbatoio di accumulo.
Qualcuno ha acquistato la prima casa
nel 1992 (valore 50.000 Euro, imposta
pagata 1.500 Euro). Nel 2001 decide di www.provincia.bz.it/
vendere l’abitazione per riacquistarne acque%2Denergia/3702/
un’altra. La vendita avviene nell’aprile
2001. A partire da questa data la perso-
na ha un anno di tempo per riacquistare
una nuova abitazione e godere del cre-
dito di imposta. Nel novembre infatti
acquista la nuova prima casa (imposta
2.000 Euro). L’acquirente avrà ora dirit-
to ad un credito di imposta da far valere
a sua scelta nella dichiarazione IRPEF del
2000 o sull’imposta di registro da pagare
(1.500 Euro).
Costruire - abitare - energia

un bilancio consuntivo;
Condominio
• la riscossione delle quote condominiali
Diritti e doveri in un edificio plurifamilia- dovute dai proprietari a copertura del-
re. le spese comuni;
Il condominio è dato dalla presenza sotto • la convocazione almeno una volta al-
lo stesso tetto di più proprietà immobilia- l’anno di un’assemblea dei condomini;
ri; le disposizioni di attuazione del Codice • dare esecuzione alle delibere assunte
Civile prevedono per gli immobili con più dall’assemblea e presentare all’Ammi-
di 4 proprietari l’obbligo di un ammini- nistrazione tributaria le dichiarazioni
76 stratore. annuali previste.
La funzione di amministratore può essere Ogni anno si dà luogo alla nomina (o ricon-
svolta da chiunque, anche da uno dei pro- ferma) ovvero alla revoca dell’amministra-
prietari, senza obbligo di iscrizione ad as- tore, deliberata dalla maggioranza degli in-
sociazioni di categoria. Le sue attribuzioni tervenuti all’assemblea che rappresentino
comprendono: almeno la metà del valore dell’immobile.
• la richiesta all'Amministrazione finan- Non esistono né albi ufficiali, né tariffe
ziaria del codice fiscale del condomi- vincolanti per il lavoro svolto dall’ammi-
nio; nistratore (tranne quelle in vigore per gli
• l’apertura di un conto corrente intesta- iscritti negli albi dei dottori commercia-
to al condominio; listi, dei ragionieri e dei periti commer-
• la tenuta di registri che documentino ciali, che però vanno richiamate nella
entrate e uscite; documentazione trasmessa ai condomi-
• la redazione e presentazione a cadenza ni). Ogni proprietario può disporre delle
annuale di un bilancio preventivo e di parti comuni (scale, cortili, androni) senza
Costruire - abitare - energia

però alterarne la destinazione o diminuire degli amministratori prevede nell’avviso


l’uso che possono farne gli altri condomi- che va inviato a tutti i condomini almeno
ni. Deve inoltre contribuire alle spese ne- 5 giorni prima dell’assemblea una prima
cessarie per la loro conservazione, anche convocazione “pro forma” (ad esempio a
se non ne fa uso, rispettando le decisioni mezzanotte).
prese dalla maggioranza. A questa segue subito l’indicazione della
Il regolamento condominiale stabilisce seconda convocazione, che deve avveni-
importanti regole di convivenza nel con- re a distanza di almeno un giorno dalla
dominio: esse sono vincolanti per tutti, data indicata per la prima convocazio-
soprattutto quando regolano aspet- ne e a non più di 10 giorni dalla stessa. 77
ti non previsti dalle leggi dello Stato. Nell’avviso vanno specificate anche le ma-
Esso può essere deliberato dalla maggioranza terie che verranno trattate, così da per-
semplice degli intervenuti all’assemblea (500 mettere ai condomini di prepararsi e di
millesimi) o dall’unanimità (nel caso in cui si prevedere eventualmente di farsi rap-
voglia stilare un regolamento contrattuale). presentare mediante delega (scritta).

Perché pago spese condominiali più Alcune maggioranze necessarie in secon-


alte rispetto al mio vicino? da convocazione:
Le quote di possesso in un condominio
vengono sempre espresse in millesimi. • nomina o revoca dell’amministratore:
Su questa base vengono suddivise le diverse metà dei presenti (almeno un terzo dei
spese. Dal momento però che i millesimi non condomini complessivi), almeno 500
esprimono solamente la superficie di proprie- millesimi;
tà, ma tengono conto anche • compenso previsto per l’amministra-
• della posizione tore: un terzo dei proprietari, almeno
• della destinazione e 334 millesimi;
• dell’accessibilità (piano terra, quinto piano • approvazione del bilancio preventivo e
senza ascensore, ...) di quello consuntivo: un terzo dei pro-
può capitare che a due appartamenti identici prietari, almeno 334 millesimi;
per metratura vengano attribuiti valori mille- • manutenzione ordinaria: almeno 334
simali differenti. millesimi;
• manutenzione straordinaria: almeno
Come si formano le maggioranze as- 500 millesimi;
sembleari in un condominio? • innovazioni che impediscano l’uso di
Il Codice Civile prevede per le delibere as- beni comuni anche ad un solo condo-
sembleari presenze e maggioranze legate mino: unanimità;
al tema trattato e alla modalità di con- • innovazioni per il migliore uso di beni
vocazione, con procedure quasi sempre comuni: la metà più uno dei proprieta-
semplificate per la seconda convocazio- ri, almeno 667 millesimi;
ne. Per questo la stragrande maggioranza • trasformazione dell’impianto di riscal-
Costruire - abitare - energia

damento centralizzato in più impianti


autonomi: 501 millesimi.
www.condominio.com
Che fare, se… www.tutelati.it
...l’amministratore non convoca l’as-
semblea ordinaria da oltre 15 mesi?
Energie rinnovabili
È bene valutare se revocare l’amministra-
tore. Quando il ritardo nella convocazione Vengono anche definite energie alter-
supera i due anni e l’assemblea non riesce native e traggono origine da fonti che
78 a prendere una decisione, anche il singolo rimarranno a disposizione dell’umanità
condomino può chiedere al Giudice la no- molto a lungo (a differenza dei combu-
mina di un amministratore giudiziario. stibili fossili): si tratta dell’energia del sole
utilizzata direttamente (in forma di calo-
...si desiderano verificare fatture, re o a mezzo della fotovoltaica) e anche
bollette o contratti intestati al con- nella forma indiretta della biomassa, oltre
a quella eolica e dell’acqua, nonché il ri-
dominio?
scaldamento terrestre (pompa di calore)
Qui la stessa giurisprudenza non è uni-
e quella originata dalle fasi lunari.
voca, ma si propende in prevalenza per
riconoscere un diritto del condomino in
tal senso nei 5 giorni che precedono l’as-
www.provincia.bz.it/
semblea.
acque%2Denergia/3702/

... si vuole impugnare una delibera as-


sembleare? Etichetta
Va differenziato il tipo di delibera: vi sono dell’efficienza energetica
infatti delibere nulle da principio per er- Al fine di agevolare un controllo dei con-
rori formali (mancanza quorum, materie sumi degli elettrodomestici, l’Unione
non previste, condomini non invitati) e Europea ha reso obbligatoria un’etichet-
delibere annullabili in quanto contrarie a tatura degli elettrodomestici riportante
leggi o al regolamento del condominio. l’indicazione della relativa classe di effi-
Per queste ultime è necessario promuove- cienza energetica.
re l’azione di annullamento entro 30 gior- L’obbligo di etichettatura ai sensi della
ni dalla data dell’assemblea condominiale direttiva UE riguarda i seguenti elettro-
- se presenti alla stessa - ovvero dalla data domestici:
di ricevimento del verbale, nel caso non si • frigoriferi, congelatori e apparecchi
abbia partecipato all’assemblea. combinati;
Anche le delibere nulle vanno dichiarate • lavatrici, asciugatrici e apparecchi com-
tali da parte del Giudice, ma in tal caso binati;
non esiste un termine per l’avvio del- • lavastoviglie;
l’azione. • forni;
Costruire - abitare - energia

• boiler e serbatoi dell’acqua calda; che essi siano veramente i più convenienti.
• sorgenti luminose; Per questi esiste infatti una classe ulteriore,
• condizionatori d’aria. la A++. Per conoscere l’effettivo consumo
di un elettrodomestico sarebbe necessario
avere oltre all’indicazione della classe di
Gli apparecchi sono suddivisi in classi di efficienza anche il consumo complessivo
efficienza energetica secondo una scala annuo in chilowatt/ora (kWh).
che va da “A” (consumi molto bassi) a
“G” (consumi molto alti). Comprare apparecchi a consumo par- 79
ticolarmente basso conviene sempre,
La maggior parte degli elettrodomestici di anche quando il loro prezzo è superio-
nuova generazione si pone attualmente al- re ad altri apparecchi analoghi, ma che
l’interno della classe A, ma ciò non significa consumano di più. Il maggior costo ini-
ziale si ammortizza infatti nel corso del
tempo grazie al risparmio di energia.

Dal punto di vista ecologico non ha senso


sostituire apparecchi che hanno solo po-
chi anni di vita con altri a basso consumo,
poiché anche la produzione delle materie
prime, l’assemblaggio e il trasporto dei
nuovi prodotti richiedono molta energia.
Inoltre, buttando il vecchio apparecchio si
producono ulteriori rifiuti.

Fotovoltaico
Si denomina così la tecnica con la quale
l’energia solare (fotoni) viene raccolta at-
traverso celle solari e trasformata in ener-
gia elettrica.

Gruppi di lavoro
per l’autocostruzione
Il “Foro energetico” attivo in provincia
di Bolzano pone in contatto le persone
intenzionate a realizzare con le proprie
mani degli impianti con collettori solari,
formando dei gruppi di lavoro che vengo-
Costruire - abitare - energia

no seguiti da esperti del settore. Le realiz- a carico dei beneficiari


zazioni finora eseguite hanno dimostrato Non si applica alcuna imposta di donazio-
un’elevata convenienza in termini eco- ne nel caso di parentela di 1° grado o
nomici ed un aspetto qualitativo di tutto coniuge;
rispetto, ricevendo le certificazioni DIN • Imposte catastali e ipotecarie: forfait
ed ISO, oltre a numerosi riconoscimenti per ognuna 129,11 Euro per la prima
casa;
ufficiali (Premio europeo per l’ambiente,
• Costi notarili per redazione atto pub-
Premio solare italiano 1994). L’ammini-
blico (maggiori che per una compra-
80 strazione provinciale appoggia queste
vendita).
iniziative con contributi a fondo perduto
nella misura del 30% del relativo investi- Successione
mento. • Come visto per la donazione, con l’uni-
ca differenza che si possono evitare i
Contatti: costi del notaio.
AFB - Bolzano, Via Maso della Pieve 60.
Usufrutto con compravendita
Le relative tasse vengono computate sul
www.afb-efs.it/italiano.htm valore di usufrutto;
• Agevolazione per la prima casa;
• Costi notarili inferiori rispetto alla do-
Imposte e tasse nazione.
sull’acquisto di immobili
Permuta di immobili
A carico dell’acquirente:
• L’imposta si calcola sui due immobi-
Costi notarili circa Euro 1.700,00 li, ma viene richiesto il pagamento di
A carico del venditore: quella più elevata. Servono due comu-
• spese notarili: non previste; talora il nicazioni (presso l’Ufficio del Registro),
notaio pretende fino a 105 Euro. una per immobile. Si applicano i bene-
fici previsti per la prima casa. L’imposta
Donazione: viene suddivisa in rapporto al singolo
ACQUISTO ACQUISTO SECONDA
imposta SECONDA CASA
PRIMA CASA PRIMA CASA CASA
da privati o da impresa da privati o da impresa
agenzia agenzia
IVA - 4% - 10%
Imp. di registro 3% 168,00 Euro 7% 168,00 Euro
Imposta ipotecaria 168,00 Euro 168,00 Euro 2% 168,00 Euro
Imposta catastale 168,00 Euro 168,00 Euro 1% 168,00 Euro
Costruire - abitare - energia

valore ed alle agevolazioni di ogni im- nostre parti sono rappresentati dai pan-
mobile. nelli in calcestruzzo sporgenti dalla strut-
tura per la costruzione di balconi, nonché
le nicchie per i radiatori ed i cassonetti per
Isolamento termico
gli avvolgibili. Se si è deciso di ristruttura-
L’isolamento termico è la misura più eco- re l’edificio e l’impianto di riscaldamento,
nomica tra tutte quelle che si possono andrebbe prima di tutto effettuato un
adottare in favore del risparmio energe- buon isolamento e quindi calcolato un
tico, che consente di risparmiare dal 20% nuovo dimensionamento dell’impianto
al 30% di energia e di costi conseguenti. 81
termico.
Una delle più importanti premesse per Vale la pena di chiedere un’ampia consu-
abitare confortevolmente (oltre al riscal- lenza a chi possiede una buona esperienza
damento a pannelli radianti, alla capacità sul risparmio energetico, ricordando an-
di accumulazione termica, all’umidità nel- che che l’Ufficio provinciale per il rispar-
l’aria, all’assenza di correnti d’aria) consi- mio energetico concede finanziamenti
ste nella possibile differenza minima di
che giungono fino al 30% della spesa ne-
temperatura (non superiore ai 3°C) tra la
cessaria ad effettuare un intervento glo-
temperatura dell’aria al centro del locale
bale sul fabbricato finalizzato al risparmio
e quella delle superfici comprese all’inter-
termico ed energetico.
no della struttura esterna (muri, finestre,
pavimenti, soffitti). Se la temperatura nel
locale è per esempio di 20°C e quella del-
www.minambiente.it
la superficie delle pareti è di 15°C (diffe-
www.provincia.bz.it/
renza di temperatura quindi di 5°C), chi
acque%2Denergia/3702/
vi abita ha l’impressione che ci siano cor-
renti d’aria. Ciò dipende dal “valore U”
delle pareti esterne (più basso è il suo va- Materiali edili
lore, migliore è l’isolamento termico). Nel
caso di una casa non correttamente iso- Per tutti i materiali da costruzione an-
lata compaiono spesso, durante il perio- drebbe sempre fatta molta attenzione,
do in cui il riscaldamento rimane acceso onde evitare la presenza di sostanze tos-
o in quello di passaggio tra una stagione siche. Ciò vale ancor più per i prodotti
e l’altra, umidità e formazione di muffa. provenienti da Paesi non appartenenti
Nella scelta dei materiali isolanti il ruolo all’Unione Europea, poiché potrebbero
più importante consiste nella conducibi- contenere sostanze (ad esempio pestici-
lità del calore specifica di ogni prodotto, di) che nell’Unione Europea sono vietate.
ma anche gli aspetti salutistici ed ecolo- Pavimenti e rivestimenti
gici non dovrebbero essere trascurati. Da Particolare attenzione va rivolta ai rivesti-
evitare o da risanare se già presenti sono i menti per pavimenti comunemente usa-
ponti di calore ed i ponti freddi, che dalle ti in passato, ma che spesso contengono
Costruire - abitare - energia

sostanze che oggi sappiamo essere peri- dall’eventuale laccatura del pavimento,
colose per la salute umana. In caso di pro- ma già per gli effetti del normale utilizzo
dotti nuovi si dovrebbe sempre verificare del pavimento o in seguito a danneggia-
l’assenza di sostanze nocive, dando la pre- menti della superficie si possono creare le
ferenza a collanti senza solventi o con mi- condizioni che favoriscono la fuoriuscita
nima presenza degli stessi. Un’alternativa di questo gas.
può consistere nel fissare il rivestimento
a terra con l’ausilio di nastri biadesivi. Pitture murali
Le moquette (anche in fibre naturali) ven- Va consigliato l’impiego di pitture a scarsa
82
gono impregnate, prima della vendita, concentrazione di sostanze tossiche, tra
con sostanze chimiche destinate a proteg- l’altro non semplice da accertare: non per
gerle dalle tarme o a renderle ignifughe. tutti i prodotti vengono dichiarate tutte
Si tratta di sostanze che potrebbero con- le materie prime impiegate (in Italia non
durre a stati di intossicazione anche gravi; esiste una normativa che obblighi alla di-
per tale ragione si dovrebbero scegliere chiarazione completa).
invece moquettes provviste di un fondo
in juta, polipropilene o lattice naturale. Vernici e colori
Anche i pavimenti tipo parquet o lami- Le definizioni “bio” o “naturale” in questo
nato a strati possono nascondere insidie settore non danno alcuna certezza circa il
legate alla presenza di formaldeide – per contenuto reale dei prodotti. In linea di
cautelarsi può essere quindi utile una di- principio andrebbe comunque evitato
chiarazione del produttore circa l’assenza
l’impiego di prodotti che non siano alme-
o la presenza trascurabile di questo com-
no a basso tenore di solventi, meglio se
posto tossico. Le esalazioni di formaldei-
assolutamente privi degli stessi. Durante
de vengono in massima parte bloccate
e dopo ogni applicazione di lacche o co-
lori è necessario areare sufficientemente
i locali.

Mobili
Quando si acquistano dei mobili andreb-
be sempre richiesta l’indicazione dei ma-
teriali impiegati e dei trattamenti effet-
tuati sulla superficie, insistendo per otte-
nere qualcosa di scritto (l’ideale sarebbe
un certificato)!
A caccia di sostanze tossiche
Il metodo migliore per individuare uno o
più inquinanti in un ambiente abitativo con-
siste nel far analizzare l’aria del locale (per
Costruire - abitare - energia

gli indirizzi ai quali rivolgersi vedi oltre). rano lentamente dei funghi che chiamia-
mo muffa. Accanto al disturbo che questo
fenomeno provoca da un punto di vista
In caso di nuovi acquisti sarebbe prettamente estetico, non va dimentica-
bene pretendere dal venditore una dichia- to che si tratta di funghi dalle spore tos-
razione scritta del produttore circa la si- siche per la salute umana, tanto che in
curezza del prodotto per la salute umana. soggetti quali bambini, anziani o persone
Solo in tal modo ci si può infatti tutelare già malate o predisposte possono scate-
dall’inutile presenza di inquinanti tra le narsi o essere favoriti degli stati morbosi
proprie mura. anche gravi. Una delle cause più frequenti 83
alla base della formazione di muffe nelle
abitazioni è quella della condensa, che si
forma in prossimità delle strutture del-
Se il proprietario di l’edificio soggette ad una temperatura
un’immobile in costruzione pretende inferiore rispetto a quella dei locali inter-
una modalità di esecuzione dei lavori ni. Ciò accade sovente per la presenza di
giudicata non all’altezza degli standard ponti termici o crepe profonde, ma anche
tecnici correnti, i diritti di garanzia al- in seguito ad errori nella gestione del-
trimenti spettanti in caso di vizio non l’immobile. L’unico intervento risolutore
possono più essere fatti valere piena- consiste in un risanamento generale del-
mente. Se, ad esempio, il cliente chiede l’isolamento termico, aumentando anche
che il rivestimento del pavimento ven- la coibentazione delle pareti che danno
ga posato senza alcun collante, nastro verso l’esterno.
adesivo o altro, un’eventuale difetto L’acquirente o il locatario di un alloggio
del materiale può portare il venditore hanno diritto ad un’abitazione esente da
a respingere qualsiasi intervento in ga- difetti, e la muffa è un difetto pericoloso
ranzia, con la motivazione che la posa per la salute.
non è avvenuta in modo conforme. Se si scopre la presenza di muffa è bene
denunciare subito per iscritto questo vi-
Le misurazioni di inquinanti ambientali zio, ponendo delle scadenze per la relativa
vengono eseguite dal Laboratorio provin- rimozione. Contestualmente il locatario
ciale di analisi dell’aria e del rumore. può richiedere una riduzione del canone
(Tel.: 0471-417160). d’affitto, l’acquirente invece una riduzio-
ne del prezzo d’acquisto. Se non si prov-
vedesse a rimuovere il difetto in modo
Muffa definitivo, sia gli acquirenti che i locatari
Quando nelle strutture di un edificio per- possono chiedere il risarcimento dei dan-
mangono delle aree di costante umidità ni, inclusi quelli relativi a mobili rovinati
e non esistono le condizioni perché esse dall’umidità, e possono inoltre rivendica-
possano asciugarsi, si formano e prolife- re la rimozione del difetto e addirittura il
Costruire - abitare - energia

diritto al trasferimento. l’adeguamento dell’impianto di riscalda-


La controparte potrà asserire che la muf- mento, con l’obiettivo di abbattere dra-
fa si sarebbe formata a causa di un errato sticamente gli sprechi energetici. Stando
riscaldamento/arieggiamento dei locali, a studi internazionali sull’argomento, si
passando a chiedere a sua volta la rimo- può giungere ad una riduzione del fabbi-
zione del difetto o a minacciare di scio- sogno di energia di almeno il 50%.
gliere il contratto di locazione. Un perito
può ricercare le cause, può aver luogo
un’istruttoria ufficiale, includendo perizie www.provincia.bz.it/acqua-energia
84 di altri esperti, e di esito incerto, ma co-
munque dispendioso.
Una via intermedia è offerta dalla conci- Riscaldare con il gas
liazione, che si può tentare anche rivol- (metano e gas liquido)
gendosi all’Organo di conciliazione pres- Le norme alle quali facciamo riferimento
so il Centro Tutela Consumatori Utenti qui riguardano gli impianti comunemente
dell’Alto Adige. impiegati in ambito domestico; per quelli
che superano i 35 kW si applicano altre
Prezzi indicativi norme.
per il settore edile Sicurezza nell’impiego di impianti a
gas
Se si desidera avere un orientamento cir-
La legge n° 46/1990 prevede che la
ca i prezzi praticati nella nostra provincia
produzione, la manutenzione e la ri-
per lavori ad esempio di muratura o di
parazione degli impianti funzionanti
verniciatura si può consultare l’elenco
a gas vengano affidate esclusivamen-
prezzi informativi opere edili, che riporta
te ad artigiani ed aziende in possesso
in forma aggiornata i prezzi mediamente
rilevati in questo settore. della necessaria abilitazione.
Gli artigiani e le aziende devono ri-

www.provincia.bz.it/edilizia/
elenco_prezzi/

Risanamento
termico dell’edificio
Il risanamento termico effettuato su edi-
fici esistenti rappresenta un mix di in-
terventi comprendente l’ottimizzazione
delle strutture esterne, la coibentazione
completa, la sostituzione delle finestre e
Costruire - abitare - energia

lasciare per ogni servizio prestato co avviene attraverso una canna fumaria,
(produzione, assistenza, riparazione) questa deve essere controllata periodica-
una “dichiarazione di conformità” in mente, soprattutto dopo un lungo perio-
forma scritta. do di inattività. Durante la combustione si
In caso di acquisto di un nuovo ap- forma sulle pareti interne della canna fu-
parecchio funzionante a gas o di maria della condensa, che discende lungo
un accessorio è bene sincerarsi che le stesse e va lentamente ad accumularsi
presenti il marchio IMQ (rilasciato sul fondo, dove viene raccolta. Si tratta di
dall’Istituto Italiano del Marchio di un liquido tossico.
Qualità) o che comunque rispetti la L’utilizzo di impianti di riscaldamento a 85
normativa italiana UNI-CIG o quella gas e di caldaie murali è vietato all’interno
dell’Unione Europea. di camere da letto o comunque in locali al
Quando serve un intervento da parte di sotto dei 12 m³; in bagno è permesso
di un artigiano è consigliabile preten- solo a determinate condizioni, anche se
dere un preventivo dettagliato, onde viene sconsigliato. Se proprio non rimane
poter confrontare i prezzi indicati e altra alternativa che il bagno o la camera
presentare proposte di modifica. La da letto bisogna scegliere un modello di
firma di accettazione dovrebbe es- caldaia a tenuta stagna (provvisto di due
sere posta solo dopo aver valutato tubi paralleli concentrici che provvedono
attentamente il preventivo. l’uno ad espellere i fumi, l’altro a consen-
tire l’afflusso di aria fresca).
Fumi e circolazione d’aria Per permettere un continuo ricambio
La combustione dei gas produce quello d’aria ed una buona combustione è ne-
che è detto comunemente fumo: il fumo cessaria un’apertura di aerazione che deve
di un impianto funzionante correttamen- comunicare direttamente con l’esterno
te si compone di anidride carbonica e ed avere una superficie proporzionale alla
vapore acqueo, ma se la combustione av- dimensione e alla potenzialità degli appa-
viene con un insufficiente apporto di ossi- recchi installati, comunque non inferiore
geno, il fumo contiene anche monossido a 100 cm². Nel caso in cui la cucina non sia
di carbonio, che è un gas inodore, incolo- dotata, sul piano di cottura, del “disposi-
re e molto velenoso. Un impianto instal- tivo di sicurezza per assenza di fiamma”,
lato a regola d’arte deve scaricare i fumi questa apertura dovrà essere di 200 cm².
all’esterno, garantendo al tempo stesso Un aspiratore elettrico applicato alla fine-
l’ingresso di aria fresca. stra o una cappa aspirante al di sopra del
I fumi di solito vengono scaricati oltre il fornello sottraggono al gas l’aria necessa-
colmo del tetto, ma possono – se previ- ria alla combustione, e se ne dovrà tener
sto dalle norme locali in materia edilizia conto prevedendo un’apertura maggiore
– essere scaricati nell’atmosfera anche di- che consenta l’afflusso di aria fresca. La
rettamente attraverso una parete esterna cappa aspirante o il ventilatore montato
(mediante una tubazione a T). Se lo scari- in corrispondenza del fornello non pos-
Costruire - abitare - energia

sono essere collegati ad un camino, ma Riscaldamento a gas –


devono poter scaricare subito l’aria ver- prescrizioni di legge
so l’esterno. Ogni impianto autonomo di riscalda-
Se il fornello è del tipo a posizionamento mento a gas necessita di un regolare
libero è consentito un collegamento al controllo dei parametri di efficienza e di
rubinetto del gas attraverso un tubo in composizione dei fumi, secondo un pre-
gomma, che dovrà avere una lunghezza ciso calendario:
compresa tra 40 e 150 cm e riportare • per gli impianti di potenza compresa
ogni 40 cm la denominazione e il marchio tra 15 e 35 kW: controllo biennale da
86
della casa produttrice, nonché la data di parte dello spazzacamino di zona (se-
scadenza prevista per il suo utilizzo, la condo l’interpretazione dell’ammini-
norma di riferimento e l’indicazione del strazione provinciale non c’è obbligo
diametro interno. I fornelli ad incasso ed di stipula di un contratto di manuten-
il forno andranno invece collegati me- zione per questo tipo di impianti);
• per gli impianti di potenza compresa
diante tubi di rame e flessibili in acciaio
tra 35 e 350kW: controllo almeno una
rispondenti alle apposite norme.
volta all’anno da parte dello spazzaca-
mino di zona a spese dell’utente;
• per gli impianti di potenza superiore a
• Il tubo in gomma va control-
350 kW: due controlli all’anno.
lato di quando in quando per verifi-
Nel “libretto di impianto” vanno regi-
care eventuali fessure e garantire che
strati tutti gli interventi di manutenzione
esso non venga schiacciato tra i mobili
prescritti.
o dal fornello. Va sostituito al minimo
segno di usura e comunque prima del
termine indicato per la scadenza. Se si avverte odore di gas:
• È buona norma chiudere il rubinet- • non accendere fiammiferi e non azio-
to del gas appena non serve più, so- nare interruttori elettrici, campanelli
prattutto se si rimane assenti qualche o altri apparecchi che possono spri-
tempo dall’abitazione. gionare scintille;
• spalancare subito porte e finestre;
• mettere sulla posizione “zero” o
Un bruciatore sporco fa consumare più “spento” tutti i bruciatori del fornel-
gas e può essere fonte di pericoli. Se la lo.
fiamma non è tranquilla, o di colore gi- Se l’odore dovesse persistere:
allo invece di blu, o ancora annerisce il
• chiudere il rubinetto centrale del gas
fondo delle padelle, bisogna interveni-
(vicino al contatore o sulla bombola);
re sul regolatore della combustione per
• chiamare i vigili del fuoco o il servizio
evitare che si formino gas tossici.
guasti (da un telefono lontano dal lo-
Costruire - abitare - energia

cale dove si sente l’odore di gas!);


Risparmiare energia
• anche se si sente odore di gas fuoriu-
con il frigorifero
scire dall’appartamento del vicino, o
in cortile, nel giroscale o anche in stra- Val sempre la pena di adottare con gli
elettrodomestici tutti quei piccoli ac-
da, avvertire immediatamente i vigili
corgimenti che permettono nel lungo
del fuoco o il servizio guasti;
termine un sensibile risparmio energe-
• le bombole di gas non possono sta-
tico ed un miglioramento dell’impatto
re in locali posti al di sotto del livello
sull’ambiente, oltre ad allungare la vita
stradale (seminterrati) e vanno pro- 87
degli stessi elettrodomestici.
tette dall’azione diretta dei raggi sola-
ri e dal calore;
• in un ambiente al di sotto dei 20 m³ Così si risparmia energia col frigori-
può stare al massimo una bombola da fero:
15 kg, in uno di volume compreso tra • La regolazione della temperatura in-
20 e 50 m³ possono stare al massimo terna dovrebbe essere posizionata sui
6°-8° C: così la freschezza dei cibi è
due bombole che complessivamente
garantita, e una temperatura inferio-
non superino i 30 kg di contenuto, e
re non porterebbe comunque alcun
infine in un locale che superi i 50 m³ al beneficio;
massimo due bombole per complessi- • il frigorifero non dovrebbe essere po-
vi 40 kg di gas; sizionato nelle immediate vicinanze
• le bombole non ancora utilizzate, ma del piano cottura o di un calorifero;
anche quelle già in parte consumate o • lasciar raffreddare i cibi appena cuci-
che si credono vuote non vanno de- nati prima di porli nel frigorifero;
positate all’interno di appartamenti, • la porta del frigorifero non dovrebbe
rimanere aperta a lungo senza moti-
garages o ripostigli.
vo, ad esempio quando si ripongono
gli alimenti appena acquistati;
• la guarnizione dello sportello andreb-
Numeri telefonici da chiamare per
be verificata regolarmente, provve-
richieste di assistenza:
dendo alla sua sostituzione se si no-
azienda energetica spa Bolzano: tano rotture o danneggiamenti che
0471 541742 (dalle 6.30 alle 21.30) ne compromettano la tenuta;
115 (dalle 21.30 alle 6.30) • l’operazione di sbrinatura non an-
azienda energetica spa Merano: drebbe fatta solo all’ultimo momen-
800550522 to: la brina depositata sulle pareti in-
ASM Bressanone: terne fa aumentare drasticamente il
800016561 consumo di energia; negli apparecchi
Energas Südgas Srl: di ultima generazione la sbrinatura
0471 797966 avviene automaticamente.
Costruire - abitare - energia

A cosa prestare attenzione nel caso assolutamente attenzione innanzitutto al


di un nuovo acquisto: fatto che le fessure di aerazione siano libe-
• Andrebbe data la preferenza ad un fri- re e inoltre a mantenere una certa distan-
gorifero non troppo grande; per un sin- za tra il dorso dell’apparecchio e la parete.
gle sono più che sufficienti apparecchi Anche spolverare ogni tanto le serpenti-
da 120 - 140 l, e per ogni altro membro ne dello scambiatore di calore sul dorso
della famiglia si calcolano circa 60 l in dell’apparecchio si rivela utile, poiché la
più; polvere depositata costituisce una sorta
• un frigorifero di ultima generazione di isolamento, e soprattutto nei frigori-
88
con 145 l di capacità non dovrebbe con- feri non più nuovi porta ad accrescere il
sumare oltre 0,6 kilowatt nelle 24 ore. I fabbisogno di energia.
dati relativi al consumo si riconoscono La brina che si forma sulle pareti del fri-
molto bene guardando l’indicazione gorifero e del congelatore proviene dal-
della “classe di efficienza energetica”: l’umidità degli alimenti, delle bevande
la classe A corrisponde all’apparecchio stappate e anche dall’aria della stanza. Più
con il consumo più basso. Un buon ap- questo strato di brina è consistente, più
parecchio non dovrebbe andare oltre la il frigorifero deve lavorare per raggiunge-
classe B. re la temperatura impostata, sprecando
energia oltre il dovuto. Basta sbrinare di
Nei frigoriferi un po’datati va prestata quando in quando l’apparecchio ed evita-
re che lo sportello rimanga aperto inutil-
mente.

Congelatori e temperatura impostata


Per tutti i comuni congelatori è più che
sufficiente impostare una temperatura di
-18° C per conservare adeguatamente gli
alimenti. Val la pena di dare un’occhiata
alle impostazioni dell’apparecchio: infatti
più rigida è la temperatura, più elevati ri-
sultano i costi di esercizio.

Risparmiare energia nel


riscaldamento domestico
Una riduzione dei costi di riscaldamento
si può raggiungere anche in misura con-
siderevole adottando piccoli e semplici
accorgimenti.
Costruire - abitare - energia

• Riducendo di 1° C la tempera- • Nel caso di caldaie e impianti


tura nelle stanze si risparmia circa il 6 di oltre 20 anni, si consiglia la sostitu-
% di energia zione con nuovi apparecchi, che sono
• una corretta ventilazione dei locali più efficienti ed hanno meno disper-
(correnti d’aria) impedisce inutili di- sioni;
spersioni di energia; • provvedere all’isolamento termico del-
• evitare di coprire i caloriferi con tende le tubazioni per il riscaldamento;
pesanti o rivestimenti; • provvedere all’isolamento termico del- 89
• sfiatare i caloriferi, poiché l’aria pre- le parti esterne della casa, quali faccia-
sente nel circuito riduce l’efficienza del te, tetto, solaio della cantina, se non
corpo riscaldante facendo crescere il riscaldata. In questo modo si riducono
fabbisogno di energia; drasticamente le fughe di calore;
• di sera chiudere tende e tapparelle per • sostituire vecchie porte e finestre non
ridurre la dispersione di calore; sufficientemente isolate;
• far revisionare e pulire regolarmente
• provvedere ad una regolazione corret-
l’impianto di riscaldamento;
ta del bruciatore.
• tenere una contabilità dei costi per
l’energia (annotare il consumo di com-
Ridurre i costi di riscaldamento in
bustibile e le spese annuali di riscalda-
edifici di recente costruzione
mento, e confrontare con i dati dell’an-
no precedente. In caso di differenze
rilevanti rivolgersi a un tecnico).
• Anche qui si può dire a ragio-
ne che “un buon isolamento dimezza
Ridurre i costi di riscaldamento in
edifici di vecchia costruzione il riscaldamento”, perciò tutte le parti
Il consumo medio annuale di energia per esterne della casa, quali facciate, tetto,
riscaldamento di un edificio costruito con solaio della cantina se non riscaldata,
le tecniche di un tempo è pari a ca. 200 terrazza ecc., andrebbero adeguata-
kWh/m², il che equivale a 20 litri di com- mente isolate;
bustibile per metro quadro. Oggi questi • utilizzando in modo mirato il calore del
livelli di consumo possono essere ridotti sole che entra attraverso vetri e fine-
grazie alle nuove tecnologie e al miglio- stre si può ulteriormente risparmiare
ramento dei materiali e delle tecniche di energia termica;
costruzione. In genere i moderni edifici • l’impianto di riscaldamento dovrebbe
fanno registrare consumi medi attorno ai essere proporzionato all’effettivo fab-
cinque litri di combustibile o meno. Nelle bisogno termico dell’edificio; il sovra-
case costruite secondo criteri di risparmio dimensionamento dell’impianto com-
energetico si sta al caldo consumando an- porta soltanto inutili costi supplemen-
che meno di 1,5 litri di combustibile. tari;
Costruire - abitare - energia

• una buona tenuta stagna dell’edificio fettivo del materiale e quello della mano-
impedisce le dispersioni di calore at- dopera necessaria per la sua applicazione.
traverso fessure e giunzioni (la qualità I costi vanno valutati in rapporto al
dell’isolamento può essere misurata futuro beneficio in termini di rispar-
mediante un test Blower-Door). mio dei costi energetici, e si vedrà
quale convenienza economica pre-
senta questo tipo di risanamento.
www.centroconsumatori.it Non va infine dimenticato che il gua-
www.ecoage.com/ambiente/ dagno ottenuto in termini di comfort è
90 risparmiare/ molto spesso ragguardevole, anche se
risparmiare-riscaldamento.asp tale elemento non si può quantificare in
termini monetari.
Ristrutturazione Un buon isolamento termico eseguito, ad
finalizzata al esempio, sulla facciata esterna consente
risparmio energetico anche di eliminare eventuali difetti della
costruzione, e tra questi comprendiamo
Una profonda ristrutturazione dell’intero
anche la presenza di balconi sporgenti in
edificio rappresenta il momento ideale
cemento non coibentato, veri e propri
per eseguire anche tutti gli accorgimenti e
ponti di calore e non di rado causa della
le migliorie atte a garantire un minor con-
formazione di muffe all’interno dell’abi-
sumo energetico. Le varie misure possibili
tazione.
riguardano:
• coibentazione del tetto
Contributi per interventi edilizi a
• coibentazione delle pareti esterne
scopo di risparmio energetico
• coibentazione del solaio della cantina
• sostituzione delle finestre L’Ufficio Risparmio energetico concede
• sostituzione dell'impianto di riscalda- contributi per i seguenti interventi edilizi:
mento. • coibentazione del tetto, delle pareti
Relativamente ad una valutazione globale esterne, del solaio degli ultimi piani o
della convenienza economica di un risa- delle terrazze (per edifici di almeno 10
namento teso al risparmio energetico va anni)
detto che i relativi costi si contraggono • installazione di collettori solari per la
sensibilmente quando si approfitta di una produzione di acqua calda ed energia
ristrutturazione per adottare tutti gli ac- per riscaldamento
corgimenti che consentiranno di causare • installazione di impianti fotovoltaici
minori consumi di energia. Quando per • installazione di impianti a pellets, a legno
esempio si rinnovano gli intonaci delle sminuzzato, a trucioli di legno, a biogas
facciate esterne, è ragionevole approfit- • installazione di impianti di recupero del
tarne per eseguire anche il loro isolamento calore
termico, spendendo in più solo il costo ef- • installazione di pompe di calore per la
Costruire - abitare - energia

produzione di acqua calda e per il riscal- rischio per la salute nasce dalla combina-
damento zione di più sostanze.
• installazione di impianti combinati di Che fare in presenza di un’elevata con-
energia e calore centrazione di sostanze nocive?
• installazione di sistemi di regolazione e Il rimedio più semplice e veloce consiste
misurazione nel ridurre tale concentrazione attraverso
• installazione di impianti eolici una buona aerazione dei locali. Creando
• allacciamento a impianti di teleriscalda- delle “correnti d’aria” si ottiene un rapido
mento. ricambio di tutta l’aria presente in un am-
biente. Si tratta naturalmente di un rime- 91
dio per affrontare l’emergenza, ma non
Dopo aver sottoposto un edi- risolve il problema. È necessario quindi
ficio a rilevanti interventi di risparmio individuare e rimuovere la fonte dell’in-
energetico si riduce anche spesso la ca- quinamento.
pacità necessaria della caldaia. Spesso il Possibili fonti di inquinamento con so-
vecchio impianto di riscaldamento finisce stanze nocive:
per risultare sovradimensionato, tanto da • materiali da costruzione
renderne conveniente la sostituzione con • pavimenti e rivestimenti
uno nuovo. • pitture murali
• colori e lacche
• mobili e loro superfici.
www.provincia.bz.it/wasser-energie In linea di principio ovunque potrebbero
www.centroconsumatori.it annidarsi delle sostanze nocive. I materiali
www.energytech.at e le suppellettili un po’ datati dovrebbero
essere esaminati per primi, dal momento
che molte sostanze, oggi classificate come
Sostanze tossiche nocive ed escluse dalla composizione dei
nelle abitazioni prodotti per l’edilizia, in passato erano
Le patologie connesse all’eccessiva espo- impiegate senza limitazioni.
sizione a sostanze nocive negli ambienti
abitativi spaziano dal semplice mal di te-
sta ai disturbi del sonno, al nervosismo, www.anab.it Associazione Naziona-
ad allergie varie, per giungere fino a mani- le Architettura Bioecologica
festazioni morbose gravi. Non tutti reagi-
scono allo stesso modo a queste sostanze.
I soggetti più vulnerabili sono gli anziani
e i bambini.
Stand-by
Gli effetti sulla salute dipendono dal tipo La maggior parte degli apparecchi ali-
di inquinante, dalla sua concentrazione mentati a tensione di rete dispone di una
e dal tempo di esposizione. Spesso un modalità di funzionamento in stand-by:
Costruire - abitare - energia

Valore “U”
Per definire la qualità di un elemento co-
struttivo va indicato il relativo valore “U”.
Il valore “U” (coefficiente di dispersione
termica) indica la perdita di calore dei sin-
goli elementi costruttivi (ad es. la parete
esterna, il tetto, il solaio verso la cantina
non riscaldata, le finestre). Esso indica
92 quanto calore (espresso in watt) venga
disperso attraverso un elemento di un
determinato spessore e grande un metro
quadro, in presenza di una differenza di
temperatura di 1 Kelvin (che corrisponde
a 1°C). Quanto minore è il valore U, tanto
minore sarà la perdita di energia attraver-
so quell’elemento.

l’apparecchio praticamente non si spe-


gne mai, ma rimane “in attesa” del suo
utilizzatore. Peccato che ciò comporti un
consumo di energia 24 ore su 24, che,
sommato a quello di elettrodomestici ed
altri apparecchi nella stessa condizione
di attesa, porta il consumo complessivo
alle stelle (vedi tabella). Si calcola che in
una normale famiglia si spendano fino a
60 Euro solo per il costo dell’energia elet-
trica impiegata per mantenere “in attesa”
questi apparecchi.

Spegnere o togliere la spina dalla


presa per quegli apparecchi che non ven-
gono utilizzati. In caso di nuovi acquisti
dare la preferenza ad apparecchi dotati di
interruttore generale.
Alimentazione

Alimentazione
Acido citrico________________________________________________________________________________________________________________ pag. 94
Acrilamide ___________________________________________________________________________________________________________________ pag. 94
Acqua minerale __________________________________________________________________________________________________________ pag. 94
Allevamento del pollame __________________________________________________________________________________________ pag. 95
Associazioni di produttori biologici _________________________________________________________________________ pag. 97
93
L’attività di controllo dei prodotti alimentari _________________________________________________________ pag. 97
BSE _______________________________________________________________________________________________________________________________ pag. 97
Cioccolato ___________________________________________________________________________________________________________________ pag. 98
Coltivatori biologici ___________________________________________________________________________________________________ pag. 98
Energy drinks ______________________________________________________________________________________________________________ pag. 99
Etichettatura dei prodotti alimentari confezionati ________________________________________________ pag. 99
Etichettatura dei prodotti alimentari_______________________________________________________________________ pag. 101
Grigliate ______________________________________________________________________________________________________________________ pag. 101
Ingegneria genetica e alimenti _________________________________________________________________________________ pag. 101
Irradiazione degli alimenti ________________________________________________________________________________________ pag. 102
Muffa sugli alimenti ___________________________________________________________________________________________________ pag. 103
Nitrati - Nitriti - Nitrosamine ___________________________________________________________________________________ pag. 104
Numeri “E” _________________________________________________________________________________________________________________ pag. 105
Pesce ____________________________________________________________________________________________________________________________ pag. 106
Prodotti dell’agricoltura biologica ___________________________________________________________________________ pag. 108
Prodotti “light”___________________________________________________________________________________________________________ pag. 109
Regole di conservazione dei cibi ______________________________________________________________________________ pag. 110
Uova ____________________________________________________________________________________________________________________________ pag. 113
Alimentazione

Acido citrico Acrilamide


L’acido citrico è oggi un prodotto secreto L’acrilamide o amido acrilico è considera-
da un fungo modificato geneticamente di ta una sostanza mutagena e cancerogena.
nome Aspergillus niger. Si tratta della stes- Non si può dunque escludere che un’as-
sa muffa che cresce anche tra le piastrelle sunzione regolare di alimenti con forte
del bagno e che, da quando le biotecno- presenza di acrilamide costituisca un ri-
logie hanno scoperto il suo grande po- schio per la salute umana. Attualmente
tenziale, viene sottoposta a sempre nuovi l’attenzione si rivolge soprattutto a cibi
94 incroci, con l’obiettivo di fornire additivi che siano stati sottoposti a frittura, ab-
e coadiuvanti da impiegare nell’industria brustoliti o cotti al forno, quali le patatine
alimentare. L’acido citrico è l’esempio confezionate, quelle fritte, al forno o pas-
più eclatante, prodotto in tutto il mondo sate in padella, il rösti, i biscotti, i cracker,
in quantità che su base annua toccano le il pane ben cotto, le torte. Secondo recen-
600.000 tonnellate, cifra che supera di ti analisi condotte in Austria non va infine
molte volte il raccolto mondiale di limoni. dimenticato il caffè (torrefatto).
La denominazione ufficiale di questo ad-
ditivo è E 330 - E 333 e lo si trova ormai
un po’ dappertutto: La temperatura di cottura, frittu-
ra o tostatura di cereali o patate dovrebbe
assolutamente essere inferiore ai 175°C.
non solo negli alimenti che devono pre- Evitare inoltre di consumare biscotti, tor-
sentare un sapore acidulo, ma anche in te o pane anneriti dalla cottura!
tutta una serie di prodotti finiti e in
semilavorati per l’industria alimentare,
dai dolci alle bibite gassate, passando aid-Infodienst Bonn
dalla mozzarella, alle salse pronte, alle www.waswiressen.de
creme di formaggio spalmabile e senza
risparmiare gli alimenti per la prima in-
fanzia ed il tè per bebè. Acqua minerale
Secondo la legge si considera acqua mine-
rale quella che sgorga da sorgenti naturali
E qui cominciano i problemi, che al mo- sotterranee, proveniente da falde protet-
mento risulta difficile quantificare: si trat- te da qualsiasi contaminazione e con la
ta dei danni causati dall’erosione dei denti caratteristica della purezza batteriologica.
da latte. Mentre il fenomeno della carie Sono permesse l’addizione di anidride
sta diminuendo, stanno invece aumentan- carbonica e l’eliminazione di ferro e zol-
do i casi di erosione dentale. I ricercatori fo. Il riconoscimento ufficiale di un’acqua
puntano il dito sull’eccessivo consumo di minerale avviene ad opera del Ministero
prodotti contenenti acido citrico. della Salute solo all’indomani di una serie
Alimentazione

di analisi accurate (geologiche, chimiche, www.provinz.bz.it/gewaessernutzung


fisiche e microbiologiche), che coinvol- www.provinz.bz.it/
gono anche la verifica delle proprietà wasser-energie/3701/wasser/
eventualmente asserite in relazione ad acqua_minerale_i.htm
effetti terapeutici dell’acqua esaminata.
Sono inoltre prescritti costanti controlli
nel tempo della qualità dell’acqua e dei Allevamento del pollame
processi di lavorazione ed imbottiglia- Dopo le proteste protrattesi per diver-
mento sia da parte dell’azienda imbot- si anni contro gli allevamenti di polli in
tigliatrice (controlli interni), sia da parte 95
batteria, il Governo italiano ha regola-
dell’Azienda Sanitaria (controlli esterni). mentato con una nuova legge (la legge
n. 267 del 29 luglio 2003, che recepisce
Le differenze esistenti tra le diver- la Direttiva 2002/4/CE) tutto il settore
se acque minerali anche in rapporto dell’allevamento del pollame in batteria,
alla comune acqua di rubinetto sono riprendendo in gran parte le normative
in genere pressoché irrilevanti per esistenti, ma disponendo che dal 1° gen-
le persone sane, ma potrebbero co- naio 2012 i polli non possano essere alle-
stituire un’indicazione importante vati in gabbia.
in caso di particolari malattie o stati
patologici (al proposito è bene con- Allevamento a terra:
sultare il proprio medico di fiducia). Con l’allevamento a terra si intende la te-
nuta delle galline ovaiole in grandi capan-
noni, all’interno dei quali esse possono
Ogni singola fonte presenta una specifi- muoversi “liberamente”, tenendo conto
ca composizione dell’acqua in termini di che la densità per m² non può superare i
minerali disciolti, oligoelementi ed altri 7 esemplari. Per deporre le uova ci sono a
elementi. Ciò vale sia per le fonti minerali, disposizione delle aree di cova collettive;
sia per la comune acqua potabile. non esiste l’obbligo di installare trespoli.
L’illuminazione è artificiale, e non è previ-
sta alcuna uscita degli animali all’aperto.
L’Alto Adige possiede in quasi tutto il
Come per l’allevamento in batteria an-
suo territorio un’acqua di ottima quali-
che nell’allevamento a terra gli animali
tà, tanto che qui una persona sana può
sono sottoposti ad un continuo stress,
tranquillamente rinunciare al consumo
non possono vivere in condizioni adegua-
di acqua minerale - spesso imbottiglia-
ta in bottiglie di plastica a perdere. te alla loro specie e sviluppano così una
forte aggressività, che li porta a beccarsi
e spennarsi a vicenda; inoltre hanno una
più spiccata tendenza ad ammalarsi. Per
“Acque minerali in Alto Adige” del- evitare le beccate e le aggressioni si pro-
l’Ufficio Risorse idriche cede di regola ad amputare loro il bec-
Alimentazione

co, bruciando le punte o semplicemente pre a disposizione una lettiera di sabbia;


spezzandole. Gli animali non soffrono per nell’allevamento è prescritta la presen-
queste amputazioni, ma in seguito avran- za di alcuni galli e il mangime dev’essere
no difficoltà a beccare il cibo. rigorosamente di origine biologica, con
la presenza prevalente di cereali e mais.
Allevamento all’aperto: L’impiego di sostanze destinate a favo-
Per questa tipologia di allevamento sono rire la crescita, di aminoacidi sintetici o
previste le stesse caratteristiche richieste di mangime geneticamente modifica-
per l’allevamento a terra, con la differen- to è assolutamente vietato, così come
96
za che gli animali hanno a disposizione l’utilizzo di farine di pesce. Sono proibi-
anche un’area all’aperto, verso e dalla ti anche i trattamenti intensivi a base di
quale possono liberamente muoversi. antibiotici. I pulcini infine devono pro-
Su un ettaro di area all’aperto non pos- venire da allevamenti condotti secon-
sono essere tenuti più di 2.500 polli, do i canoni dell’agricoltura biologica.
con un rapporto di superficie scoper- Le aziende a conduzione biologica al-
ta per pollo che tocca i 4 m². Tali aree levano pertanto pollame più robusto e
devono essere in gran parte erbose. meno esposto a malattie e contagi, ma
d’altra parte anche non così tanto pro-
Allevamento biologico: duttivo e di rapida crescita come quello
Per la forma dell’allevamento biologico è tenuto negli allevamenti convenzionali.
permessa esclusivamente la conduzione Le aziende dedite all’allevamento biolo-
all’aperto. Gli animali devono avere sem- gico del pollame vengono regolarmente
Alimentazione

sottoposte a controlli da parte degli Enti


certificatori accreditati. L’attività di controllo
dei prodotti alimentari
Il controllo degli alimenti all’interno della
http://www.parlamento.it/leggi/ Provincia di Bolzano rientra in prima istan-
deleghe/03267dl.htm za tra le competenze del Servizio provin-
http://gazzette.comune.jesi. ciale di igiene delle Aziende sanitarie. Gli
an.it/2000/274/2.htm ispettori d’igiene possono essere anche
contattati direttamente dai cittadini che
intendano segnalare situazioni dove può 97
Associazioni di rendersi necessario un loro intervento. Il
produttori biologici controllo degli alimenti di origine animale
Le associazioni di produttori che raggrup- è invece competenza del Servizio veteri-
pano gli agricoltori dediti alla produzio- nario provinciale. Dell’attività di controllo
ne biologica hanno elaborato dei propri in genere si occupano anche i Carabinieri
marchi da applicare alle confezioni ed ai del NAS (Nucleo antisofisticazione), che
contenitori destinati alla vendita degli ha sede a Trento.
alimenti da essi coltivati. Le associazio-
ni presenti in provincia di Bolzano sono
Bioland, Demeter e Unione Coltivatori BSE
Alternativi. Il controllo previsto per legge Il 4 settembre del 2001 si è appreso del
con cadenza almeno annuale alle singole primo caso di BSE individuato in Alto Adi-
realtà associate e ai relativi prodotti non ge. Le conoscenze scientifiche attuali non
viene condotto in proprio, ma demanda- ci permettono ancora di provare con chia-
to ad un ente certificatore indipendente, rezza né la causa precisa, né le modalità
che provvede ad inoltrare gli esiti dei con- di contagio o l’eziologia della malattia,
trolli eseguiti alle Autorità di controllo anche se è lecito ritenere che l’elemento
nazionali. Leggendo il codice di control- scatenante abbia avuto origine dalla som-
lo riportato su ogni confezione, il con- ministrazione di farine animali al bestia-
sumatore può agevolmente riconoscere me d’allevamento. Per tale ragione, già
la denominazione dell’Ente intervenuto nel 1994 si è giunti a vietare l’uso di pro-
per la certificazione biologica del prodot- teine derivate da mammiferi per l’alimen-
to. Anche i prodotti bio di provenienza tazione dei ruminanti. Una correlazione
estera devono passare attraverso la fit- tra BSE e la più recente forma del morbo
ta rete degli organismi di certificazione. di Creutzfeldt-Jakob (nvCJK) individuata
nell’uomo non ha ancora avuto una con-
ferma scientifica.
www.aiab.it Per arginare il pericolo BSE non sono man-
www.demeter.net cate misure adottate dalla Giunta Provin-
http://users.libero.it/bas-uca ciale altoatesina: ad esempio i test di ri-
Alimentazione

cerca della BSE condotti su tutti i manzi tamente il cioccolato con l’indicazione di
macellati di età superiore ai 24 mesi. Nel eventuali grassi estranei al cacao, così da
2003 sono stati condotti per tale ragio- permettere al consumatore una scelta tra
ne 18.505 test. Il cosiddetto materiale a cioccolato puro e cioccolato con presenza
rischio – scatole craniche, tonsille, colon- di altri grassi. L’indicazione è prevista sia
na vertebrale, midollo osseo ed intestino sul fronte che sul retro della confezione.
– viene incenerito, e in più devono essere Le ripercussioni maggiori di questa diret-
sottoposti ad analisi tutti i manzi decedu- tiva riguardano i coltivatori di cacao, che
ti, come pure tutti quelli affetti da pato- andranno probabilmente a subire un ulte-
98 logie che coinvolgono il sistema nervoso riore attacco alle loro già precarie condi-
centrale (ai sensi del Regolamento CE zioni economiche. Ci si attende infatti che
999/2001) i grossi gruppi multinazionali che produ-
cono e commercializzano i prodotti del
cacao sposteranno sempre più gli acquisti
Informazioni sulla BSE in Alto Adi- di materia prima verso i grassi meno co-
ge (con aggiornamenti costanti) stosi, facendo contrarre drasticamente la
www.provincia.bz.it/agricoltura/ domanda mondiale di cacao.
bse-info/index_i.htm
http://www.efsaparma.it/
page.asp?IDCategoria=344 http://www.governo.it/
GovernoInforma/Dossier/cacao/
doc.pdf/direttiva362000.pdf
Cioccolato
http://www.camera.it/parlam/leggi/
Con una direttiva del 2003 il Parlamento deleghe/testi/03178dl.htm
Europeo ha introdotto importanti modi- http://europa.eu.int/eur-lex/de/
fiche alla disciplina giuridica dei prodotti Versione attuale della Direttiva UE
a base di cacao e cioccolato.
Le novità di maggior peso riguardano
l’ampliamento del numero di ingredienti
Coltivatori biologici
ammessi per il cioccolato: ora i fabbri- Chi decide di avviare una produzione
canti possono sostituire una percentuale biologica, si rivolge solitamente ad una
del burro di cacao normalmente impie- federazione o associazione di coltiva-
gato (fino al 5%) con altri grassi vegeta- tori biologici, impegnandosi a seguirne
li, ad esempio olio di palma. In altri Paesi le direttive. Già molto prima che la leg-
dell’Unione questa possibilità esisteva ge giungesse a disciplinare il settore, le
già da tempo (Gran Bretagna, Irlanda, associazioni dei coltivatori di prodotti
Danimarca, Portogallo, Austria, Finlan- biologici avevano fissato per i propri
dia e Svezia), e da molti è vista come un associati delle norme a carattere pri-
attentato alla qualità del cioccolato. Si è vatistico, che ancor oggi si rivelano più
deciso comunque di etichettare adegua- severe rispetto alla normativa statale.
Alimentazione

Almeno una volta all’anno gli operato- Nei casi più gravi si procede ad infor-
ri impegnati nella produzione o nella mare la Procura della Repubblica per
trasformazione, nonché quelli occupati gli accertamenti del caso.
nell’importazione o nell’esportazione
di prodotti biologici vengono esami-
nati dagli esperti delle organizzazioni Energy drinks
riconosciute dalla legge per i controlli. Le bevande energetiche, note anche come
Inoltre ogni azienda sa che in qualsiasi power drinks o energy drinks, non sono
momento può giungere a sorpresa un raccomandabili come dissetanti né per
controllo non annunciato. In occasio- reidratare durante un’attività sportiva, né 99
ne delle verifiche annuali si sottopone in qualsiasi altro momento: il loro elevato
ad esame l’intera azienda, dai campi tenore in caffeina favorisce l’eliminazione
ai magazzini, alle stalle ecc. Inoltre si di liquidi, e oltretutto la composizione
esaminano anche tutti i documenti ed della bevanda presenta uno squilibrio per
i registri prescritti dal Regolamento co- quanto riguarda i sali minerali disciolti.
munitario. Gli addetti ai controlli veri- Gli esperti sono inoltre critici riguardo
ficano ad esempio che i coltivatori non alla presenza di vitamine addizionate,
abbiano utilizzato più sementi rispetto considerate in gran parte superflue, dal
a quelle che hanno acquistato e imma- momento che, in presenza di un’alimen-
gazzinato, mentre per quanto riguarda tazione equilibrata, non si riscontrano ca-
la trasformazione si accerta che i quan- renze di tali sostanze. Un infuso, succhi di
titativi di materie prime acquistate cor- frutta freschi, acqua minerale, forniscono
rispondano ai quantitativi di prodotto in quantità adeguata tutto ciò di cui ne-
trasformato ottenuti, riuscendo a sco- cessitano le persone che hanno bisogno di
prire se si sia fatto uso di altre materie ricaricare le energie.
prime non biologiche. Le sanzioni pre-
viste in caso di infrazione sono molte-
plici, e vanno dall’adeguamento obbli- Etichettatura dei prodotti
gatorio delle strutture aziendali fino al alimentari confezionati
pagamento di controlli successivi, salvo L’etichetta costituisce per tutti i prodotti
l’obbligo di ritiro dei prodotti dal mer- confezionati destinati all’alimentazione
cato e dunque perlopiù la perdita del umana una fonte di informazioni molto
riconoscimento di azienda biologica. importante per il consumatore. Con la Di-
rettiva 2000/13/CE l’Unione Europea ha
provveduto a sostituire tutta la normativa
preesistente in materia: essa prevede che
l’etichetta degli alimenti debba riportare
le seguenti informazioni:
la denominazione prevista dalla legge
per lo specifico prodotto: ad esem-
Alimentazione

pio cioccolato al latte, pasta all’uovo, lico superiore al 1,2%;


pomodori pelati, ecc.; la legge italiana prevede infine anche
l’elenco degli ingredienti in ordine l’indicazione obbligatoria della parti-
decrescente in termini di peso. Tra gli ta di prodotto.
ingredienti vanno elencati anche gli
eventuali additivi (coloranti, conser- Elementi di indicazione facoltativa sono
vanti, ecc.); quelli riguardanti i valori nutrizionali e
la quantità degli ingredienti e la cate- l’apporto energetico offerti dal prodotto;
goria alla quale appartengono; tali diciture divengono però obbligato-
100 il peso netto o il volume degli alimen- rie quando l’etichettatura del prodotto
ti confezionati; e la descrizione delle sue caratteristiche
se un prodotto è immerso in un li- evochino particolari qualità alimentari
quido (pelati, olive, frutta sciroppata o dietetiche, come nel caso delle dicitu-
ecc.), allora va indicato anche il peso re “senza zucchero”, “a basso tenore di
da sgocciolato; grassi”, “a basso tasso di colesterolo”. In
il termine minimo di conservazione tali casi va riportata sulla confezione una
garantita oppure – nel caso di ali- tabella nutrizionale con l’ulteriore indica-
menti facilmente deperibili – la data zione dell’apporto calorico. Qualora tra
di scadenza. La stampigliatura della gli ingredienti elencati in etichetta siano
data con il termine minimo di con- presenti anche delle vitamine, scatta l’ob-
servazione viene preceduta dalla di- bligo di indicarne il rapporto rispetto alla
citura “da consumarsi preferibilmen- razione giornaliera raccomandata. Un
te entro…”; esempio: se 100 g di prodotto conten-
il tipo di conservazione consigliabile gono 20 g di vitamina C, in etichetta va
per particolari tipologie o caratteri- indicata in termini percentuali la quota di
stiche del prodotto; razione giornaliera coperta dal consumo
la denominazione dell’azienda pro- del prodotto in questione. Dal momento
duttrice e di quella confezionatrice o, che la razione giornaliera raccomandata
per prodotti di provenienza extraco- per la vitamina C è pari a 60 g, in etichetta
munitaria, la sede del rappresentante andrà riportato il valore del 33%.
in un Paese UE; Obbligatoria è anche l’indicazione degli
la provenienza del prodotto, qualo- acidi grassi saturi e del colesterolo, quan-
ra la mancanza di tale informazione do l’etichetta riporta la presenza di acidi
possa trarre in inganno il consuma- grassi insaturi e polinsaturi. Analoga re-
tore; golamentazione riguarda inoltre i gras-
istruzioni d’uso, qualora queste siano si, gli zuccheri, le proteine e l’alcol: se si
necessarie a garantire il corretto im- riportano dati al riguardo, scatta l’obbli-
piego del prodotto; go di indicare sempre anche la quantità
l’effettivo contenuto di alcol per le complessiva dei carboidrati presenti nel
bevande alcoliche con un titolo alco- prodotto.
Alimentazione

Etichettatura
dei prodotti alimentari
Innumerevoli disposizioni di legge nazio-
nali e comunitarie disciplinano l’etichetta-
tura dei prodotti alimentari. L’obbligo di
etichettatura tiene conto delle richieste di
consumatrici e consumatori di una mag-
giore trasparenza e tracciabilità dei pro-
dotti. Dal canto loro i consumatori sono 101
sollecitati, al momento dell’acquisto dei
prodotti, a leggere sempre le indicazioni
riportate sulle etichette circa la qualità, gli
ingredienti, l’origine, la data di scadenza,
e solo in un secondo momento a leggere
il prezzo.
sostanze, che vanno a depositarsi sulla
carne o sugli altri alimenti che stanno cuo-
Grigliate
cendo. È possibile scongiurare in ampia
misura questo pericolo ricorrendo a bra-
È assolutamente sconsigliato l’impiego
cieri provvisti di scolo laterale, o a griglie
di legna, rami di pino o carta, che pos-
particolari dotate di canali per la raccolta
sono sprigionare sostanze canceroge-
del grasso. Anche le griglie convenzionali
ne. Ricorrete invece al semplice car-
possono andare bene, se si ha l’accortezza
bone, che si può accendere con gli ap-
di utilizzare apposite vaschette in allumi-
positi accendini, evitando in ogni caso
nio o di avvolgere la graticola in un foglio
l’aggiunta di alcol o benzina – dietro
di alluminio, in modo da impedire il goc-
questo gesto sconsiderato si cela un
ciolamento del grasso sulla brace. Le parti
pericolo mortale!
carbonizzate di qualsiasi alimento, sia che
La graticola va collocata solo in un se- si tratti di carne, che di pesce, frutta o ver-
condo momento, quando cioè il car- dura, sono tossiche e dovrebbero essere
bone è ardente e ricoperto da uno sempre eliminate (vedasi alla voce “Ami-
strato bianco di cenere. Non devono do acrilico”).
svilupparsi fiammate, e se ciò doves-
se accadere vanno subito soffocate.
Anche quando grasso o altre sostanze or- Ingegneria genetica
ganiche colano nella brace e bruciano, si e alimenti
sviluppano sostanze cancerogene, in que- Dal 18 aprile 2004 l’Unione Europea (UE)
sto caso benzopirene. Il fumo che prende si è dotata di una nuova regolamentazio-
a salire verso la graticola contiene queste ne riguardo all’etichettatura dei prodot-
Alimentazione

ti alimentari modificati geneticamente. lato prodotti con ingredienti a base di


Essa intende informare i consumatori soia o mais geneticamente modificati.
sulla presenza o meno di organismi ge- La dichiarazione in etichetta è obbliga-
neticamente modificati (OGM) e sull’im- toria anche quando nel prodotto finito
piego di tali organismi per la produzione non c’è alcuna traccia di OGM, ma tali
dell’alimento etichettato, così da offrire organismi sono stati impiegati nel pro-
un elemento di valutazione nelle decisio- cesso produttivo. Questo particolare è
ni d’acquisto. importante soprattutto nel caso di pro-
L’etichetta può riportare la dicitura “ ge- dotti molto elaborati (come i cornflakes)
102 neticamente modificato “ oppure quella oppure in quelli ottenuti con l’impie-
di “derivato da … geneticamente mo- go di additivi (ad esempio emulgatori).
dificato” direttamente all’interno del- Anche gli additivi, le vitamine e gli aromi
la lista degli ingredienti stampata sulla ottenuti con l’ausilio di microrganismi ge-
confezione del prodotto, quale integra- neticamente modificati sono sottoposti
zione all’indicazione del corrispondente all’obbligo di etichettatura!
ingrediente. Si tratta di un’indicazione
da riportare comunque in modo visibile.
Nel caso di merce sfusa, come ad www.scienzavegetariana.it
esempio le pannocchie di mais, l’in-
dicazione di legge “modificato gene-
ticamente” va riportata su un cartel- Irradiazione degli alimenti
lo esposto nelle immediate vicinanze L’irradiazione di prodotti alimentari
o su un talloncino legato al prodotto. con radiazioni ionizzanti, siano essi rag-
Gli alimenti che contengono OGM in gi gamma, raggi X o fasci di elettro-
percentuale inferiore allo 0,9% in un loro ni viene impiegata al fine di:
singolo ingrediente non sono sottoposti • limitare il processo di germogliazione
all’obbligo di riportare tali indicazioni. • eliminare i parassiti
Sono esentati dall’obbligo di indicazione • ritardare la maturazione
sull’etichetta anche tutti quei prodotti e • allungare la freschezza del prodotto
materie prime fabbricati o raccolti prima • eliminare i germi patogeni
del 18 aprile 2004. Le nuove disposizio- • sterilizzare
ni trovano dunque applicazione a partire In Italia si possono sottoporre a que-
dalla raccolta 2004. sto trattamento le spezie essiccate, le
La probabilità di trovare OGM negli ali- cipolle, l’aglio e le patate. Le norme
menti è senz’altro maggiore nei prodot- europee prescrivono che per l’irradia-
ti a base di soia o contenenti soia tra gli zione si possano impiegare soltanto
ingredienti, nonché in tutti i prodotti alimenti in perfette condizioni, specifi-
contenenti mais. Ad esempio, si pos- cando che l’irradiazione stessa non può
sono trovare in commercio salse, cor- essere utilizzata per supplire a carenze
nflakes, olio, margarina, cioccolata, ge- igieniche.
Alimentazione

Restano dubbi sulla necessità dell’ir- funghi riescono a contaminare i formag-


radiazione. Come per ogni metodo di gi, rendendoli non più commestibili. Non
conservazione, l’irradiazione comporta resta allora che gettarli, a meno che non si
sempre effetti collaterali, come perdi- tratti di un inizio di muffa su un formag-
te di nutrienti e di vitamine. Tutti gli gio a pasta dura. In tal caso si può gettare
alimenti sottoposti ad irradiamento o la parte contaminata dopo averla tagliata
che contengono ingredienti irradiati senza badare al risparmio; quando però si
devono essere appositamente contras- tratta di formaggi a pasta molle, o di ri-
segnati. cotta o yogurt, non c’è alternativa: va eli-
minato tutto il prodotto, anche se si nota 103
solo una minima presenza di muffa. Negli
Muffa sugli alimenti alimenti umidi e liquidi le muffe si propa-
Le muffe sugli alimenti possono sviluppa- gano infatti molto velocemente.
re pericolosi veleni, le cosiddette mico-
tossine.

Pane: il pane rancido dovrebbe fi-


nire immediatamente nel compost.

• Come misura preventiva: puli-


re regolarmente la cassetta o il conte-
nitore usato per il pane, meglio se con
un po’ di aceto – i funghi della muffa
si sviluppano solitamente negli angoli e
negli interstizi.
• Dal momento che il calore favorisce
la proliferazione di batteri e funghi,
in estate è possibile tenere tranquil-
lamente il pane (soprattutto quello
bianco) nel frigorifero. Il pane di segale
conservato in frigorifero diviene però
ben presto stantio.

Formaggi e derivati del latte


Le muffe che disegnano le venature blua-
stre su Roquefort e Gorgonzola sono in-
nocue e danno a questi formaggi il loro
tipico sapore. Anche lo strato bianco che Confetture
riveste il camembert è un fungo natura- Lo zucchero presente nella marmellata o
le e innocuo. Tuttavia, anche altri tipi di nella confettura si lega con l’acqua, impe-
Alimentazione

dendo la formazione di tossine. La muffa allarmanti (test 2/2001). Una possibilità


che compare sulla superficie di una con- di controllo esiste attraverso l’esame del
fettura può essere perciò eliminata sal- frutto: se al suo interno presenta un colo-
vando il resto del prodotto. Il problema si rito nero, è bene non consumarlo, perché
pone invece per le confetture dietetiche o probabilmente è contaminato dalle afla-
comunque a basso contenuto di zucchero, tossine.
che in presenza di muffe vanno eliminate
completamente (gettandole eventual-
mente nel compost). Nitrati - Nitriti -
104 Nitrosamine
Frutta e succhi di frutta Nitrati, nitriti e nitrosamine sono com-
Basta anche una sola macchiolina di muffa posti costituiti da azoto (N2) ed ossigeno
in superficie per guastare l’intero conte- (O2). Le piante hanno bisogno di azoto
nuto di una bottiglia e renderne necessa- per sintetizzare le proteine necessarie alla
ria l’eliminazione. In presenza di muffa o loro crescita, assorbendolo direttamente
anche solo di parti che stanno comincian- dal terreno sotto forma di nitrato oppu-
do a marcire si consiglia di gettare anche
re associato ad altre sostanze. La conci-
frutta e verdura dalla polpa succosa come
mazione sistematica e intensiva dei suoli
pesche o pomodori. Le muffe possono
coltivati (con concimi di sintesi ma anche
annidarsi anche dove non si scorge anco-
con fertilizzanti di origine organica) porta
ra alcun segno, e le parti che cominciano a
ad un eccesso di nitrati nel terreno, nelle
marcire sono pertanto a rischio. Nel caso
falde freatiche e negli alimenti (soprat-
delle mele però si può recuperare parte
tutto nella verdura). Attraverso le acque
del frutto tagliando via ampiamente la
di falda ed i cibi, i nitrati giungono anche
parte marcia o ammuffita.
all’organismo umano, dove essi vengono
Noci trasformati in altri composti (nitriti, ni-
Le noci del Parà in particolare, ma anche trosamine). Tali composti hanno effetti
le nocciole ed i pistacchi possono presen- negativi sulla salute umana.
tare un contenuto di aflatossine. Si tratta I vegetali accumulano nitrati in misura
di sostanze velenose presenti nella muffa, diversa. Esistono perciò ortaggi a basso, a
in grado di risultare addirittura cancero- medio e ad elevato contenuto di nitrati.
gene. I bambini non dovrebbero dunque
consumare noci del Parà in misura esage- Ortaggi ad elevato contenuto di ni-
rata. Tutte le noci che al gusto risultano trati: lattuga, cavolo rapa, lattuga cap-
amare o comunque strane, vanno imme- puccia, crescione, coste, ravanello, rafano,
diatamente sputate. rabarbaro, rapa rossa, spinaci

Fichi secchi Ortaggi a medio contenuto di nitrati:


La fondazione “Stiftung Warentest” ha cavolo cinese, insalata brasiliana, indivia,
verificato la presenza di aflatossine nei fi- finocchio, cavolo riccio, sedano, cavolo
chi secchi, trovando molto spesso risultati bianco, verza, zucchini
Alimentazione

Ortaggi a basso contenuto di nitrati: segnati dalla lettera ”E” seguita da un nu-
melanzane, fagiolini, cavolfiore, broccoli, mero. Grazie a questa codificazione si è
insalata belga, piselli, cetrioli, patate, ger- resa possibile l’individuazione certa degli
mogli, carote, peperoni, funghi, porro, additivi impiegati, indipendentemente
cavoletti di Bruxelles, cavolo rosso, radice dalla lingua utilizzata per l’etichettatura.
amara, asparagi, pomodoro, cipolla. Per ricevere l’assegnazione di un nume-
Varia anche la distribuzione dei nitrati ro “E” è necessario che le ditte presenti-
nelle diverse parti dell’ortaggio: la con- no apposita istanza all’Autorità Europea
centrazione più elevata è nel gambo, nelle per la sicurezza alimentare, presentando
nervature delle foglie, nonché nelle foglie un’opportuna documentazione scientifi- 105
esterne e nella scorza. ca che comprovi la mancanza di elementi
di pericolosità connessi con l’impiego di
tale sostanza. Se viene così certificato che
• È bene limitare il consumo di per la salute umana non siano da temere
verdura ad alto contenuto di nitrati, in effetti negativi e dunque la sostanza non
particolare nei mesi invernali.
sia da considerare pericolosa, l’Autorità
• È preferibile consumare verdura fresca
procede all’assegnazione di un codice. At-
di stagione, meglio se proveniente da
tualmente si contano nell’area UE com-
coltivazione biologica controllata.
plessivamente circa 300 additivi autoriz-
• Nel caso di verdura ad elevato conte-
zati ed impiegati per migliorare l’aspetto,
nuto di nitrati è consigliabile eliminare
la consistenza, il sapore o la conservabilità
il gambo, le nervature delle foglie e le
degli alimenti. In particolare, essi possie-
foglie esterne. L’acqua di cottura e an-
dono la capacità di operare miglioramenti
che quella utilizzata solo per scottare la
su diversi piani:
verdura va gettata (nonostante l’ine-
vitabile perdita di vitamine e sostanze • quello delle caratteristiche tecnologi-
minerali). che, vale a dire la resistenza alla cottu-
• È preferibile rinunciare agli ortaggi col- ra in forno, la spalmabilità o la compa-
tivati in serra. tibilità al passaggio attraverso macchi-
• Se si coltiva un proprio orto, evitare di nari;
ricorrere a concimi chimici. Un buon • quello delle caratteristiche chimiche,
compost maturo e una lavorazione come la capacità ossidativa;
mirata del terreno danno vitalità al ter- • quello del comportamento di singoli
reno e fanno crescere piante sane. Gli ingredienti tra loro;
ortaggi vanno raccolti preferibilmente • quello del sapore e dell’aspetto del-
alla sera e non al mattino. l’alimento;
• quello delle caratteristiche organolet-
tiche.
Numeri “E” Per gli additivi vale il principio del divieto
Gli additivi negli alimenti sono regola- – ciò significa che tutte le sostanze non
mentati a livello europeo e sono contras- espressamente autorizzate sono automa-
Alimentazione

ticamente vietate. La maggior parte degli pino reazioni simili a quelle allergiche nei
additivi può essere impiegata solo per confronti di determinati additivi (eritemi,
certe categorie di alimenti e solo in quan- asma, lacrimazione, naso gocciolante ed
titativi limitati. edemi cutanei). In genere non si tratta di
vere e proprie allergie, dal momento che
Gruppi il sistema immunitario non viene coinvol-
• da E 100 ad E 199 coloranti alimentari to; la somiglianza dei sintomi riscontrati
• da E 200 ad E 299 conservanti induce allora a parlare di pseudoallergie.
• da E 300 ad E 321 antiossidanti
106 • da E 322 ad E 399 acidificanti, com- I seguenti additivi possono scatenare re-
plessati azioni indesiderate in soggetti sensibili:
• da E 400 ad E 429 gelatinanti, adden- Coloranti azotati: E 102 tartrazina, E110
santi e regolatori di umidità giallo arancio, E122 azorubina, E123
• da E 430 ad E 499 emulgatori, schiu- amaranto, E124 rosso cocciniglia, E 129
mogeni rosso allura, E151 nero brillante BN
• da E 500 ad E 949 additivi diversi (lie- Conservanti: E 210 – E212 aci-
vitanti, coagulanti, regolatori di acidità, do benzoico e benzoati, E220
esaltatori di sapidità, inibitori della for- – E228 anidride solforosa e solfiti
mazione di schiuma, agenti di rivesti- Antiossidanti: E310 – E 312 gallati,
mento, gas propellenti) E320 Butilidrossianisolo BHA, E321
• da E 950 ad E 1518 dolcificanti, edul- Butilidrossitoluene BHT. Chi vuol evi-
coranti tare queste sostanze ne ha la possibilità
• da E 1404 ad E 1450 amidi modificati esaminando sempre l’etichetta dei pro-
dotti confezionati.
Additivi senza numero E:
• Aromi
• Un ruolo non ben definito sul piano
giuridico lo giocano gli enzimi, sempre www.afb-efs.it/italiano
più impiegati nelle produzioni alimen-
tari per gli usi più disparati. Nella UE
gli enzimi sono considerati prevalente- Pesce
mente come coadiuvanti tecnici. Consumando pesce di mare è bene tener
Non sono additivi - e pertanto non sono presente il problema causato dal massic-
sottoposti alla particolare regolamenta- cio inquinamento che riguarda da decen-
zione prevista per l’etichettatura e l’im- ni tutti i mari del mondo e quindi anche la
missione in commercio - le sostanze di fauna che essi ospitano. Quanto più gran-
origine naturale come spezie, parti di di sono le dimensioni del pesce, tanto più
piante, frutti, sale da cucina. lunga è la relativa catena alimentare fino
Nonostante la rigorosità delle norme al momento della pesca, e tanto più in-
esistenti può comunque capitare che quinata è la sua carne. Si è giunti ormai
persone particolarmente sensibili svilup- a trovare nel pesce più o meno tutti gli
Alimentazione

centinaia di chilometri di foresta di man-


grovie sono stati sacrificati per lasciar po-
sto alle acquicolture. Mentre in condizioni
naturali sono presenti da uno o due esem-
plari di gamberetti per metro quadrato di
fondale marino, nelle colture intensive si
giunge ad ammassare fino a 150 animali su
una superficie equivalente. Tali condizioni
sono causa di stress per gli animali, che si
indeboliscono, tanto che non sono rare 107
infezioni di massa, combattute con una
massiccia somministrazione di antibiotici.
Questi medicinali passano dalle acquicol-
ture direttamente al mare, dove insieme
a residui di mangime e deiezioni inquina-
no vaste aree del mare limitrofo a questi
grandi bacini. Per tali ragioni si è visto che
inquinanti e i rifiuti prodotti dall’uomo, e
le coste interessate da questi allevamenti,
non solo. Dal momento che anche i mari dopo circa cinque anni di acquicoltura in-
dopo decenni di saccheggio incontrollato tensiva, risultano biologicamente morte.
non offrono più le quantità di pesce ri- Ancora una problematica da considerare:
chieste dal mercato, l’industria ittica si è per ogni kg di carne di gamberetto così
dedicata negli ultimi anni all’allevamento ottenuta si impiegano da tre a quattro kg
intensivo dei pesci, così come avviene un di farina di pesce. Quest’ultima giunge
po’ per tutti gli animali d’allevamento, quasi esclusivamente dal Perù, dove il pe-
nell’ambito della cosiddetta acquicoltura. sce potrebbe riequilibrare la carenza pro-
Si tratta di bacini molto ampi ricavati lun- teica nell’alimentazione dei bambini.
go le spiagge marine, all’interno dei qua- Il Regolamento CE 2065/2001 ha dispo-
li pesci e molluschi vengono allevati in sto che tutti i prodotti della pesca deb-
grande quantità e dunque con poco spa- bano presentare l’indicazione dell’area
zio a disposizione, per venire poi “raccol- di origine: in questo modo i consumatori
ti” quando hanno raggiunto le dimensioni possono dunque sapere da dove proviene
richieste. Gamberetti o salmoni sono ad il pesce ed orientare consapevolmente la
esempio tra le varietà maggiormente in- propria scelta.
teressate da questo tipo di allevamento,
per far fronte alla massiccia domanda pro-
veniente dai Paesi industrializzati. Sempre www.consumocritico.it
più spesso questi allevamenti vengono www.irradiation.info
trasferiti nei Paesi a basso costo di mano- www.citizen.org/cmep
dopera, dove non esistono prescrizioni www.parlamento.it/parlam/leggi/
di tutela ambientale. Nel Sudest asiatico deleghe/01094dl.htm
Alimentazione

Prodotti dell’agricoltura la coltivazione deve aver seguito le


tecniche previste dal Regolamento CEE
biologica
2092/91;
Fino al 1993 le etichettature del tipo “bio” le caratteristiche dell’azienda produt-
o “eco” non godevano di alcuna garanzia, trice devono rispondere ai requisiti fissati
ma anche indicazioni quali “prodotto dalla stessa normativa, e le stesse vengo-
controllato”, “da coltivazione integrata” no sottoposte periodicamente a verifiche
o “naturale”, “non trattato” hanno con-
e controlli da parte degli Enti certificato-
tribuito a trarre ampiamente in inganno il
ri;
108 consumatore. Dal 1993, anno in cui la Co-
l’etichetta deve riportare obbligato-
munità Europea con il Regolamento CEE
riamente le seguenti informazioni:
2092/91 emanava le regole che un pro-
• tutte le diciture di legge previste in ge-
dotto deve rispettare per fregiarsi della
nerale per i prodotti alimentari (vedi
denominazione “bio”, la legge garantisce
sotto "etichettatura")
la vigilanza sul rispetto delle promesse di
• il nome o il numero di codice dell’orga-
biologicità dei prodotti. Tale definizione è
nismo certificatore
infatti precisata e tutelata come marchio,
• il nome dell’associazione di coltivatori
tanto che oggi si può dire che quando
biologici presso la quale il coltivatore
l’etichetta dice “bio” il contenuto dev’es-
è socio (indicazione non obbligatoria,
sere veramente biologico.
ma auspicabile)

L’indicazione “bio” e quella “da agricol- Un prodotto che riporta in etichetta


tura biologica” previste e tutelate dalla tali indicazioni presenta le seguenti ca-
normativa europea (Reg. 2092/91) ratteristiche:
possono essere impiegate unicamente • è stato prodotto o trasformato in
per alimenti coltivati secondo regole un’azienda biologica riconosciuta ai
ben definite e sottoposti a controlli du- sensi della normativa UE e control-
rante e al termine della coltivazione. lata secondo gli stessi disciplinari;
• è stato ottenuto senza l’impiego di
Oltre a questi principi fondamentali, il re- organismi geneticamente modificati
golamento prevede anche una dettagliata o di sostanze da essi derivate;
serie di indicazioni circa la lavorazione, il • non è stato sottoposto a tecniche di
confezionamento e l’etichettatura di que- irradiamento al fine di prolungarne i
sti prodotti. Il controllo del rispetto della
tempi di conservazione.
normativa è demandato ad appositi Enti
certificatori. Per gli alimenti composti da più ingre-
dienti valgono le seguenti regole di eti-
Etichettatura dei prodotti biologici chettatura:
Un prodotto agricolo può portare la di- se le materie prime o i prodotti che lo
citura “biologico” solo qualora soddisfi i compongono provengono per più del
seguenti requisiti: 95% da produzioni biologiche, può essere
Alimentazione

In questi prodotti lo zucchero è sostitui-


to da dolcificanti dall’apporto calorico
quasi nullo, anche se alcuni di tali dolci-
ficanti sono considerati nocivi per la sa-
lute. Per diminuire invece l’apporto di
grassi, si procede ad emulgarli con acqua
(ad esempio la margarina light è costitui-
ta per il 40-60% da grassi vegetali e per
il 60-40% da acqua), oppure si adottano
dei surrogati: miscele proteiche ottenute 109
adottata la dicitura “bio” o “da coltivazio- dalle proteine del pollo o dal siero di latte,
ne biologica” (resta chiaro che il restante miscele di carboidrati ottenute da amido
5% di componenti non bio è ammesso o da cellulosa. I surrogati artificiali dei
solo se non disponibile con caratteristiche grassi sono sostanze sintetiche indigeribili
bio, ad esempio il sale da cucina). (poliesteri del saccarosio) e gli acidi grassi
Se la provenienza degli ingredienti è bio- ivi contenuti non vengono metabolizzati,
logica per meno del 95%, ma per almeno ma lasciano il tratto intestinale senza subi-
un 70% dei suoi componenti, possono re alcuna trasformazione. Si teme che essi
essere indicati come biologici solo tali in- possano compromettere l’assorbimento
gredienti, attraverso l’evidenziazione nel- di vitamine solubili nel grasso (la A e la E)
la lista degli ingredienti – solitamente per e in taluni casi anche di sostanze medici-
nali. Questi surrogati non subiscono infine
mezzo di un asterisco e della corrispon-
alcuna trasformazione o biodegradazione
dente legenda a piè di lista.
e rimangono dunque nell’ambiente.
Se la materia prima di un alimento tra-
I prodotti “light” ottenuti con diluizioni in
sformato proviene da un’azienda che sta
acqua contengono spesso più additivi che
convertendo la propria produzione alle
non le corrispondenti varianti presenti sul
metodiche biologiche, il prodotto deve
mercato.
recare la dicitura “prodotto in conversio-
ne all’agricoltura biologica“. Il prodotto Il consumo di questi prodotti non ga-
deve contenere un unico ingrediente (ad rantisce d’altronde l’ottenimento di un
es. succo di mele o olio di oliva). duraturo calo di peso, dal momento
che le abitudini individuali relative al
consumo dei pasti non vengono mi-
Prodotti “light” gliorate, anzi:
Ai sensi delle norme dell’Unione Europea, I prodotti “light” invogliano a consumare
possono essere contrassegnati con la dici- porzioni ancora più grandi, nella convin-
tura “light” (leggero) quegli alimenti che in zione di ricevere un ridotto apporto calo-
termini di nutrienti e di apporto energeti- rico. Dunque si finisce col mangiare e bere
co presentano un contenuto ridotto di al- ancora più abbondantemente, e alla fine
meno il 30% rispetto a prodotti analoghi. non sono risparmiate calorie.
Alimentazione

to. Il freddo e la carenza d’acqua che ca-


Regole di ratterizzano l’ambiente del congelatore
conservazione dei cibi limitano in ampia misura la presenza mi-
Per mantenere a lungo le qualità di un crobica. Solo con temperature inferiori ai
alimento è necessario sottoporlo ad una -18° C si può però parlare di un congela-
tecnica di conservazione, vale a dire ad mento sicuro, e quindi il freezer previsto
una modificazione che può essere di na- in molti frigoriferi è adatto solitamente
tura biologica, fisica o chimica. solo alla conservazione dei surgelati.
Le vitamine non risentono quasi per nulla
110 Il metodo di conservazione biologica del processo di congelamento, tanto che
maggiormente conosciuto è quello del- ad esempio per la vitamina C presente
la fermentazione lattica, impiegata ad nella frutta congelata o surgelata si parla
esempio nella preparazione dei crauti. di una perdita media mensile del 3%. La
verdura cruda perde invece mediamente
Tra le metodologie fisiche si annoverano il 17% del suo contenuto in vitamina C
invece: per ogni mese trascorso nel congelatore:
• la sottrazione di acqua ovvero la dimi- la causa va ricercata negli enzimi presenti
nuzione di attività della stessa attraver- nella verdura, che rimangono attivi nono-
so essiccazione, salatura, salamoia, zuc- stante le basse temperature. Una migliore
cheratura, oppure anche affumicatura conservazione della verdura si raggiunge
o congelamento, scottandola e sobbollendola per uno o
• il riscaldamento ad alta temperatura o due minuti in acqua. L’elevata temperatu-
il raffreddamento e successivo conge- ra distrugge infatti gli enzimi responsabili
lamento, nonché dell’abbattimento delle vitamine, tanto
• l’irradiamento con radiazioni ionizzan- che la perdita mensile di vitamina C si ri-
ti. dimensiona così al 3,5%.
Alla lunga però la perdita di vitamine di-
Infine, le modalità conservative di tipo venta comunque sempre maggiore, fino a
chimico prevedono l’eliminazione o il
contenimento della proliferazione dei
microrganismi, impiegando sostanze con-
servanti pronte o avvalendosi di tecniche
che fanno sprigionare naturalmente de-
terminate sostanze, come ad esempio nel
caso dell’affumicatura.

Congelamento
Quasi tutti gli alimenti, da frutta e verdura
a carne, pesce e prodotti lattiero-caseari
possono essere sottoposti a congelamen-
Alimentazione

raggiungere la totalità delle vitamine pre- Conservazione attraverso


senti nell’alimento. Se si considera inoltre lattofermentazione
la perdita di sapore, è opportuno non La fermentazione acido-lattica, impiega-
conservare gli alimenti nel congelatore ta prevalentemente nella conservazione
per più di un anno. Essi devono inoltre es- della verdura, assume un ruolo di rilie-
sere confezionati adeguatamente: basta vo tra le diverse forme di conservazione
ad esempio che una busta di plastica sia degli alimenti, poiché l’effetto di mante-
danneggiata, e presto si diffonde a tutto nimento nel tempo delle caratteristiche
il contenuto la cosiddetta “bruciatura da organolettiche si ottiene con l’ausilio di
freddo”, con conseguente perdita di sa- determinati microrganismi, vale a dire dei 111
pore. batteri acido-lattici. Questi sono presenti
E per evitare che all’atto dello scongela- naturalmente sulle foglie della verdura,
mento gli alimenti perdano liquidi e ne ed il loro compito consiste nella trasfor-
risenta così la loro freschezza va posta mazione anaerobica (senza ossigeno) dei
molta attenzione nell’acquisto del conge- carboidrati in acido lattico. L’effetto con-
latore, in particolare per quanto attiene servante si esplica a partire da un’acidità
alle sue caratteristiche di efficienza e pos- dello 0,5%. L’acido lattico può a sua vol-
sibilmente alla presenza di un comparto ta essere decomposto da lieviti e muffe:
per il “congelamento rapido”. Infatti, ri- per tale ragione gli alimenti da trattare in
sulta che i cristalli di ghiaccio che vengono questo modo andrebbero sempre passati
a formarsi nel passaggio allo stato conge- preliminarmente in sale da cucina, al fine
lato sono tanto più piccoli, quanto più è di impedire la presenza di microrganismi.
veloce il processo di congelamento. Se Tra i prodotti conservati con questo me-
invece i cristalli di ghiaccio sono piuttosto todo sono molto noti i cavoli cappucci
grandi, essi vanno a danneggiare le pareti (crauti), ma buoni risultati si ottengono
cellulari degli alimenti, con la conseguen- ad esempio anche con le carote ed altri
za che questi non riescono a trattenere i tipi di verdure.
liquidi quando avviene lo scongelamento. La verdura così trattata presenta un eleva-
Il “succo” va perso, i cibi risultano asciut- to contenuto di nutrienti, dovuto al fatto
ti e non sono più buoni. Va detto che la che le vitamine si mantengono meglio
velocità del processo di congelamento di- che non con altre tecniche di conserva-
pende anche dalle dimensioni delle por- zione. Un ulteriore vantaggio è dato dal
zioni di cibo da congelare: più esse sono fatto che i batteri acido-lattici producono
piccole, più velocemente si completa il vitamina B12, normalmente presente solo
congelamento. negli alimenti di origine animale. Per tale
ragione i prodotti derivati dal latte acido
Le porzioni di frutta o verdura non
e la verdura conservata attraverso latto-
dovrebbero superare un kg in peso,
fermentazione offrono un apporto di vi-
mentre per le carni non si dovrebbero
tamina B12 irrinunciabile soprattutto per
superare i 3 kg.
i vegetariani. Gli stessi batteri acido-lattici
Alimentazione

esplicano inoltre effetti salutari, in quan- impiegata è quella della cottura sottovuo-
to colonizzando l’intestino provvedono to, dove il calore distrugge sia i microrga-
ad allontanare i germi patogeni. È nota nismi responsabili del deperimento orga-
infine la loro azione benefica sul sistema nico dei cibi, sia quelli patogeni. Il vuoto
immunitario e sembra anche che servano che si viene a creare nella fase del raffred-
a prevenire lo sviluppo di tumori. damento determina la sigillatura del reci-
piente (solitamente vasetti in vetro) con
Essiccazione la completa eliminazione dell’aria. Le con-
L’essiccazione rappresenta una delle più serve così ottenute si mantengono in ge-
112 antiche metodiche di conservazione degli nere anche per alcuni anni. Con la tecnica
alimenti. Molto usato è il metodo di essic- della pastorizzazione si ottiene invece la
cazione a temperatura ambiente, spesso distruzione di tutti i microrganismi pa-
in combinazione con l’affumicamento, ad togeni, ma non di quelli responsabili del
esempio per lo speck o per il prosciutto processo di deperimento, che sono resi-
crudo. La perdita di liquidi che accompa- stenti al calore. Per tale ragione si procede
gna il processo di essiccazione inibisce il all’aggiunta di zucchero, al fine di inibire
metabolismo dei microrganismi che por- l’attività dell’acqua e quindi l’azione di tali
tano al deperimento dell’alimento, ma microrganismi. La pastorizzazione, tecnica
non ne provoca la morte. Per questa ra- che prevede una fase di calore ad elevata
gione è necessario che i prodotti essiccati temperatura, viene utilizzata soprattutto
vengano poi conservati all’asciutto, dal per la cottura della marmellata.
momento che, non appena vengono in
contatto con l’umidità (ad esempio in una
cantina umida), i microrganismi ripren-
dono appieno la loro attività, e l’alimento Nella pastorizzazione raggiunta at-
diventa avariato. traverso la cottura vanno perse - fino
al 30% - tutte le vitamine sensibili al
L’essiccazione in ambito domestico risul-
calore, come le vitamine B1, B2, B12,
ta adatta soprattutto alla conservazione di
l’acido folico o la vitamina C. I cibi steri-
frutta, verdura, erbe e funghi. Poiché l’es-
lizzati o pastorizzati risentono peraltro
siccazione di frutta e verdura all’aria aper-
in misura molto minore rispetto a quel-
ta avviene in tempi piuttosto lunghi, si
li congelati della perdita vitaminica du-
può procedere anche ad una essiccazione
rante lo stoccaggio, a condizione che
in forno. L’impiego di specifici apparecchi
esso avvenga in luogo fresco ed il più
essiccatori conviene solo se si essiccano
possibile riparato dalla luce.
regolarmente abbondanti quantitativi di
alimenti.

Cottura sottovuoto / Soprattutto nei mesi estivi l’ac-


pastorizzazione quisto di surgelati si accompagna al ri-
La forma di sterilizzazione maggiormente schio di interrompere la catena del freddo
Alimentazione

(da 6 a 8 gradi centigradi). Con l’innalza- primo posto una cifra riferita al sistema di
mento della temperatura aumenta anche allevamento dei polli ovaioli: la cifra “0”
la probabilità di una rapida proliferazio- indica la produzione biologica, mentre si
ne dei batteri presenti sulle verdure. Si indica con “1” l’allevamento all’aperto,
tratta in particolare di cariche batteriche con “2” quello a terra, con “3” infine l’al-
che causano dissenteria: Escherichia coli levamento in batteria. La combinazione
o stafilococchi sono infatti batteri molto di lettere che segue si riferisce allo Stato
diffusi. Dalle analisi effettuate si è visto UE dal quale le uova provengono (“IT” sta
che una forte crescita della carica batte- per Italia). Un numero composto di tre ci-
rica interviene mediamente a circa sei ore fre indica poi il Comune sede dell’alleva- 113
dall’interruzione della catena del freddo. mento, e una combinazione di lettere per-
Il ritorno a temperature più basse non de- mette l’attribuzione del prodotto ad una
termina però una sensibile riduzione del regione ben determinata. Le uova altoa-
numero dei microrganismi. Pertanto in tesine recano la dicitura “BZ”. Il numero
estate è consigliabile ridurre al minimo il di tre cifre che conclude il codice rappre-
tragitto percorso con i surgelati! senta il codice identificativo dell’azienda
di allevamento. Tale regolamentazione
viene seguita solo dalle aziende con più di
Uova 350 galline ovaiole.
Dal 1° gennaio 2004 è in vigore in tutta
la UE la normativa (recepita in Italia dal
decreto legislativo n. 267/2003) che pre-
scrive un codice recante numerose infor-
mazioni, da stampigliare sul guscio di ogni
singolo uovo. In Alto Adige tale codice
viene assegnato al produttore dal Servi-
zio veterinario provinciale. Si tratta di una
combinazione di cifre e lettere che reca al
Alimentazione

114
Servizi finanziari

Servizi finanziari
Acquistare a rate ________________________________________________________________________________________________________ pag. 116
Azioni __________________________________________________________________________________________________________________________ pag. 117
Carte di credito __________________________________________________________________________________________________________ pag. 118
Clonazione (duplicazione) ________________________________________________________________________________________ pag. 118
Consigli ai risparmiatori meno giovani ____________________________________________________________________ pag. 118 115
Conto corrente ___________________________________________________________________________________________________________ pag. 120
Fideiussione ________________________________________________________________________________________________________________ pag. 122
Fido bancario ______________________________________________________________________________________________________________ pag. 122
Fondi di investimento ________________________________________________________________________________________________ pag. 122
Gestioni patrimoniali di fondi (GPF) _______________________________________________________________________ pag. 123
Home-banking ___________________________________________________________________________________________________________ pag. 123
Investimenti e perdite _______________________________________________________________________________________________ pag. 123
Mutui casa online_______________________________________________________________________________________________________ pag. 125
Mutuo casa _________________________________________________________________________________________________________________ pag. 125
Obbligazioni _______________________________________________________________________________________________________________ pag. 128
Online-banking __________________________________________________________________________________________________________ pag. 128
Rate e scadenze __________________________________________________________________________________________________________ pag. 129
Rating __________________________________________________________________________________________________________________________ pag. 130
Risparmio etico __________________________________________________________________________________________________________ pag. 130
Tessera bancomat_______________________________________________________________________________________________________ pag. 133
Tessera bancomat e carta di credito: furto, smarrimento, duplicazione _____________ pag. 134
Titoli di Stato ______________________________________________________________________________________________________________ pag. 136
Valuta di accredito _____________________________________________________________________________________________________ pag. 136
Servizi finanziari

Il contratto di apertura di credito al


Acquistare a rate
consumo deve obbligatoriamente:
I finanziamenti a rate vengono ri- avere forma scritta,
chiesti per acquistare beni o servizi; si indicare chi offre e chi riceve il credi-
presentano in varie forme, dal credito to, identificando il beneficiario con un
personale alla concessione di un fido, dal documento di identità personale e con
plafond creditizio legato o meno ad una il relativo numero di codice fiscale,
carta di credito alla “cessione del quin- specificare l’importo e le modalità
to”, ad esempio del proprio stipendio. del finanziamento, nonché il numero,
116 Una forma particolarmente diffusa è quel- l’ammontare e le scadenze delle singo-
la del credito al consumo. Il suo ambito
le rate,
di azione è regolamentato con esattezza
indicare il tasso annuo effettivo glo-
dalla legge tra i 155 ed i 31.000 Euro. Il nu-
bale e quello nominale, così come le
mero delle rate necessario all’estinzione
eventuali condizioni che possono de-
del debito viene concordato al momento
terminarne la variazione,
della sottoscrizione del contratto di fi-
riportare l’importo e la relativa causale
nanziamento; nel caso di tasso fisso viene
degli eventuali oneri esclusi dal calcolo
determinato a priori anche l’ammontare
del tasso annuo effettivo globale,
delle stesse.
indicare le eventuali spese supplemen-
I contratti di credito al consumo possono
tari in caso di ritardati rimborsi,
essere stipulati in banca, presso le società
riportare le eventuali garanzie perso-
d’intermediazione finanziaria, ma anche
direttamente presso il venditore del pro- nali richieste,
dotto o del servizio desiderato. specificare le eventuali coperture as-
sicurative richieste dal cliente ed il cui
costo non viene computato ai fini del
Contratto d’acquisto e con- TAEG, e infine
tratto di credito rappresentano in essere consegnato in copia al consu-
genere due atti ben distinti. Acqui- matore.
stando a rate ci si impegna dun- Anziché un vero e proprio contratto, spes-
que due volte nello stesso momento. so il consumatore compila solo un modu-
lo simile ad una proposta di contratto.
Il datore del credito deve essere comun- Questa proposta unilaterale diventa effi-
que un soggetto autorizzato. Le società cace solo a seguito dell’espressa accetta-
finanziarie sono registrate in un apposito zione da parte del finanziatore o tramite
albo tenuto presso l’Ufficio Italiano Cam- l’erogazione dell’importo stabilito.
bi. Inoltre il venditore che nella propria Per avviare la pratica di richiesta di finan-
pubblicità faccia riferimento alla possi- ziamento viene quasi sempre pretesa una
bilità della rateazione deve indicarne il dimostrazione della situazione redditua-
cosiddetto tasso annuo effettivo globale le, ad esempio una copia della busta paga.
(TAEG). Questa, insieme ai vari dati personali ri-
Servizi finanziari

chiesti, è oggetto di esame da parte della legge n. 154 del 17.2.1992 sulla trasparen-
finanziaria e talvolta anche di istituzioni o za, legge n. 142 del 19.2.1992 sul credito
società che collaborano con la stessa (ad al consumo, decreto legislativo n. 385
esempio la Centrale Rischi per la tutela dell’1.9.1993 detto anche legge bancaria,
del credito). La legge sulla protezione del- legge n. 52 del 6.2.1996 sulle clausole ves-
la privacy prescrive che il consumatore sia satorie, legge n. 108 del 7.3.1996 sull’usu-
informato esaurientemente sul modo in ra, decreto legislativo n. 196 del 30.6.2003
cui saranno utilizzati i suoi dati personali sulla tutela dei dati personali.
e che dia per iscritto il proprio consenso
al trattamento degli stessi (vedi alla voce 117
“Tutela dei dati personali”). www.centroconsumatori.it/
Le rate andranno corrisposte seguendo 45v188d853.html
fedelmente gli accordi sottoscritti (vedi esempio di tabella tassi medi e di usura
alla voce “Rate e scadenze”). www.centroconsumatori.it/
Il rimborso anticipato di un credito al con- 45v188d275.html: il TAEG
sumo può essere effettuato in qualsiasi
momento; in tal caso dovranno essere sal-
date le rate residue e gli interessi maturati. Azioni
Qualora sia prevista una forma risarcitoria Le azioni costituiscono dei titoli che ga-
a seguito della risoluzione anticipata del
rantiscono al possessore una determinata
contratto, tale “penale” diventa esigibile
quota del patrimonio complessivo di una
nei limiti della quota massima fissata dalla
legge, attualmente l’1%. Contratto di cre-
dito e contratto d’acquisto sono due atti
distinti: nel caso di prodotti difettosi o
di ritardi nell’erogazione della prestazio-
ne concordata, il consumatore farà bene
ad informarne anche il finanziatore, sen-
za peraltro interrompere il versamento
dei rimborsi. Tale disposizione si applica
anche nel caso di acquisti al di fuori dei
locali commerciali (vendite porta a por-
ta). Infatti il beneficiario del credito che
interrompesse il pagamento dei rimborsi
si renderebbe inadempiente nei confronti
del creditore.

Il comparto del credito al consu-


mo è regolato dalla seguente normativa:
Servizi finanziari

Società per Azioni (SpA) e dei diritti di


partecipazione all’interno dell’impresa.
Con l’acquisto di azioni di una società si di-
viene contitolari del patrimonio azionario
e dunque di quello aziendale. Il possesso
di un titolo azionario significa immediata-
mente anche la partecipazione agli utili o
alle perdite di una SpA e dunque al tempo
stesso l’assunzione di un certo rischio fi-
118 nanziario. Il risparmiatore non è un sem-
plice creditore come avviene acquistando
ad esempio obbligazioni a tasso fisso, ma
un vero e proprio comproprietario di una
società che emette azioni. L’investimento
in titoli azionari si rivela un rischio per chi
non ha una grande dimestichezza col mer-
cato azionario. Per risparmiatori inesperti I truffatori, manomettendo gli sportelli
rappresenta addirittura la modalità peg- automatici, accedono ai dati della banda
giore di amministrare i propri risparmi. magnetica della carta e mediante una te-
lecamera nascosta riescono ad osservare
i codici segreti che i clienti inseriscono
Carte di credito
allo sportello ATM, mentre svolgono una
Con l’utilizzo della carta di credito si ac- normale operazione di prelievo. In altri
cende un credito concesso dalla società casi i codici segreti vengono letti attraver-
che ha emesso la carta, ed esso viene im- so la manomissione della stessa tastiera
piegato per effettuare pagamenti o per dello sportello. Una volta in possesso dei
prelevare denaro contante agli sportelli dati della banda magnetica, i truffatori
automatici. I costi addebitati per l’utilizzo procedono alla duplicazione della carta.
della carta sono rappresentati da un ca-
none annuo e dalle commissioni richieste
per determinate operazioni, oltre agli in- Consigli ai risparmiatori
teressi relativi all’eventuale disponibilità meno giovani
di credito richiesta. Anche se i tassi di interesse corrisposti a
remunerazione dei depositi sono molto
bassi, le banche rimangono comunque il
Clonazione (duplicazione) luogo più sicuro dove indirizzare i propri
La clonazione è un fenomeno alquanto risparmi. Tuttavia anche le banche sono
recente, purtroppo molto diffuso, che imprese e non deve stupire il fatto che
interessa sia le carte di credito ma negli prima di tutto cerchino di migliorare il
ultimi tempi anche le tessere bancomat. proprio profitto. Risparmiatori e rispar-
Servizi finanziari

miatrici devono quindi provvedere da l’apertura di un nuovo conto: quanto


sé a tutelare i propri interessi, anche nei ricevo di interessi, quali spese sono da
confronti delle banche che amministrano pagare, dove potrei evitare dei costi (ad
i loro risparmi. esempio le spese per gli invii postali)

Più conti aperti


All’apertura di un conto Se proprio non c’è un ingente patri-
chiedere subito quali interessi verranno monio da amministrare non ha molto
corrisposti, quali spese ci saranno da pa- senso distribuire i propri risparmi tra
gare e dove si può evitare qualche voce diversi conti, dal momento che per 119
di costo. Importante anche conoscere ognuno sono da pagare diverse spese.
le commissioni pretese per la chiusura Conviene dunque riunire tutto in un
del conto. Visto che dal punto di vista solo conto, chiudendo i rapporti con
degli interessi non si riuscirà a spuntare le altre banche – attenzione però: per
chissà cosa, non rimane che contenere l’operazione di chiusura vengono ri-
il più possibile le voci di spesa. chieste commissioni che possono arri-
vare anche a 70 Euro. Andrà valutato
Trattare, trattare, ... allora con calma quale conto conviene
Bisogna trattare! Anche quando i ri- chiudere e quando, tenendo presente
sparmi sono modesti, è bene farsi dare comunque che con la banca si può trat-
tutte le informazioni e spiegazioni ne- tare anche sulle commissioni di chiusu-
cessarie, meglio ancora per iscritto, in ra.
quanto a voce si potrebbe aver frainte- Alcuni contratti di conto corrente
so qualcosa. prevedono che se per un anno non
avvengono movimenti, in presenza
Raccogliere diverse offerte di giacenze modeste, non vengano
Se dove si abita esistono più istituti più corrisposti interessi e non venga-
bancari, è consigliabile richiedere ad no più inviate comunicazioni a mezzo
ognuno un’offerta in forma scritta. posta. Attenzione però: le spese di te-
Con calma si possono poi confrontare nuta conto continuano a maturare nel
le diverse offerte e cercare di ottenere tempo, tanto che dopo un po’ il conto
anche qualche miglioramento, pren- potrebbe anche andarsene in rosso!
dendo poi una decisione per la banca Conviene leggere bene i contratti dei
che più risponde alle proprie esigenze. diversi conti per conoscerne le condi-
zioni e decidere quindi quale convenga
Chi già è titolare di un conto... tenere aperto.
…farebbe bene a verificare di quando
in quando le condizioni praticate dal- Informare gli eredi
la propria banca. Gli elementi da con- È utile mettere al corrente gli eventuali
siderare sono gli stessi che riguardano eredi dell’esistenza di conti bancari e li-
Servizi finanziari

bretti a risparmio, a voce o nell’ambito - spese per l’esecuzione delle operazioni


delle disposizioni testamentarie. bancarie: ad esempio prelievi col banco-
mat, pagamenti POS, ordini permanen-
ti ecc. Queste spese variano da banca a
Conto corrente banca;
Al momento dell’apertura di un conto
corrente, il cliente stipula con la banca - spese per la carta bancomat: variano da
un contratto. Questo riporta minuzio- banca a banca. Alcune banche non ad-
120 samente tutte le condizioni contrattuali debitano nulla;
che regolano il rapporto, i diritti e i doveri
della banca e quelli del cliente. La banca - spese di invio dell’estratto conto: si può
può modificare le condizioni di contratto richiedere questo servizio mensilmente,
a sfavore del cliente anche senza alcuna trimestralmente, semestralmente op-
comunicazione diretta, qualora tale varia- pure annualmente. A seconda della ca-
zione sia estesa alla generalità della clien- denza variano anche le spese;
tela. Se però la variazione riguarda solo
una singola persona, questa ha diritto ad - spese di custodia, se si dispone del rela-
una comunicazione scritta. Entro 15 gior- tivo deposito titoli;
ni dal ricevimento di tale comunicazione,
il cliente può recedere dal rapporto con la - spese per l’invio di comunicazioni;
banca, ed al recesso devono applicarsi le
condizioni previgenti. - spese di chiusura annuale o periodica:
sono addebitate in occasione di ciascun
calcolo periodico degli interessi;
All’estinzione del conto sono
quasi sempre connesse delle spese! Un - commissione di massimo scoperto: in
conto inutilizzato causa d’altronde conti- genere è dello 0,125% sulla punta mas-
nue spese ed andrebbe chiuso senza indu- sima di scoperto trimestrale;
gio. Queste le principali categorie di spesa:
- spese di estinzione del conto: possono
- costi per la registrazione dei movimenti: arrivare anche a 70 – 80 Euro;
alcune banche offrono dei “forfait” per
un certo numero di operazioni a trime- - bollo sull’estratto conto. Ammonta a
stre. Oltre tale numero si paga una com- 34,20 Euro l’anno e può essere anche
missione per operazione, anche fino a pagato trimestralmente (6,39 Euro a
1,50 Euro. In altri casi si paga un “for- trimestre).
fait” mensile, semestrale o annuale per
tutte le operazioni;
Servizi finanziari

Controllo del costo annuo di un conto corrente


Bollo su c/c Euro 34,20 1
Bollo su deposito titoli Euro 34,20 1
Costo di registrazione per le Euro______ 2
n. _____x costo_________=
operazioni effettuate
oppure canone mensile/trimestrale/ Euro______ 2
costo_____x 12 (4/2)=
semestrale (forfait)
Spese di chiusura trimestrali o Euro______ 2
costo _____x 4=
periodiche
Commissioni per l’invio Euro______ 3
121
n. _____x costo________=
dell’estratto conto
Ordini permanenti eseguiti n.________x costo________= Euro______ 3
Bonifici eseguiti n.________x costo________= Euro______ 3
Pagamento bollette Euro______ 3
n.________x costo________=
(Telecom, Enel ecc.)
Assegni emessi n.________x costo________= Euro______ 3
Costo annuale tessera bancomat Euro______ 3
Costo annuale carta di credito Euro______ 3
Premio annuo assicurazione Euro______ 3
Spese annue di gestione Euro______ 3
deposito titoli
Spese postali per invio comunicazioni n.________x costo________= Euro______ 3
Altre spese (es. per intermediazione Euro______ 3
acquisto titoli)

Totale Euro______

Interessi sul denaro depositato nel


conto corrente
Si può calcolare quanto costa in Gli interessi creditori, pagati dalla banca
un anno il proprio conto corrente sulla al proprio cliente per remunerare il dena-
base dello schema di calcolo qui propo- ro depositato, costituiscono per il cliente
sto. interessi attivi, per la banca interessi pas-
sivi. Essi vengono sottoposti a tassazione
nella misura del 27%.
www.centroconsumatori.it/ Gli interessi debitori sono invece interessi
download/35v35d18310.htm attivi per la banca, che li richiede al cliente
Confronto conti correnti del CTCU quando questo si trova in debito verso la
Servizi finanziari

stessa. Andare in rosso significa per il clien- 3. Bisogna controllare sempre gli estratti
te corrispondere fino al 14% di interesse. conto, che devono riportare nel detta-
Risulta più conveniente concordare con la glio tutte le spese.
banca un margine di fido: qui gli interessi
addebitati sono inferiori!
Fideiussione
Estratto conto
Accettare di fornire una fideiussione
La banca provvede secondo le istruzioni
viene spesso considerata “una pura for-
impartite dal cliente all’invio di un estrat-
malità”. In realtà si tratta di “garantire”
122 to conto a cadenza mensile, trimestrale,
con tutti i propri averi il pagamento o
semestrale o annuale (si veda alla voce
“costi”). Il cliente può contestare le scrit- il debito per il quale si presta appunto
ture ivi riportate nel caso trovi delle in- garanzia. Se il contratto non dispone
congruenze, entro un lasso di tempo di 60 altrimenti, tale garanzia è a tempo in-
giorni. Se entro tale termine non avviene determinato e irrinunciabile. Una fide-
alcuna contestazione per iscritto, l’estrat- iussione viene addirittura trasmessa
to conto si considera approvato. Se però il agli eredi qualora questi non rinuncino
cliente dovesse accertarsi di un errore evi- espressamente all‘eredità.
dente anche dopo lo scadere dei 60 giorni,
può comunque impugnare la registrazione
L’obbligazione assunta dal garante viene a
entro il termine della prescrizione decen-
cessare solo nel momento in cui sono sod-
nale.
disfatte tutte le pretese del creditore.

• È bene trattare con la banca su Fido bancario


diverse condizioni dalla stessa pratica-
te (tassi di interesse e costi vari). Se la Se al titolare di un conto corrente capita
banca apportasse modifiche sfavorevoli con una certa frequenza di mandare in ros-
al cliente è possibile avanzare le proprie so il proprio conto, è consigliabile concor-
rimostranze. dare con la banca un determinato ammon-
• Mai tralasciare il controllo dei diversi co- tare di credito (fido), dal momento che in
sti; gli aumenti sono all’ordine del gior- tal caso gli interessi sono più contenuti che
no. non nel caso di un inaspettato scoperto di
conto corrente.
Note:
1. L’importo dell’imposta di bollo è fissa-
Fondi di investimento
to dallo Stato.
2. Bisogna controllare bene il cosiddetto In un fondo di investimento vengono con-
estratto conto scalare. Questo docu- vogliati da parte di una società di capitale
mento viene inviato di solito alla fine i risparmi degli investitori, allo scopo di
di ogni trimestre, assieme all’estratto amministrarne la gestione secondo diver-
conto del mese. se linee di investimento (ad esempio titoli
Servizi finanziari

azionari, obbligazioni, proprietà immobi- un profitto è il gestore dei fondi, che qui
liari, ecc.). Un fondo di investimento può “gioca” con il denaro dei risparmiatori.
dunque definirsi come l’insieme delle quo-
te versate dagli investitori e dei valori patri- Valgono le perplessità già espresse in rela-
moniali con le stesse acquisiti. L’acquisto di zione alle polizze vita e a vari tipi di inve-
una quota del fondo trasferisce nelle mani stimenti di lunga durata: chi è in grado di
dell’investitore una parte del patrimonio formulare una previsione sulle rendite da
del relativo fondo. qui a 25 o 30 anni? Un ulteriore rischio è
Anche in relazione a questi prodotti va rappresentato dal fatto che ogni società
consigliata una certa prudenza, soprattut- prima o poi rischia di andare in fallimen- 123
to se quello che si cerca è un investimento to. Probabilmente è più difficile che ciò
sicuro. Si tratta di forme di investimento avvenga nei primi anni di attività, quando
che negli ultimi anni hanno reso, a parte i risparmiatori conferiscono il loro denaro,
qualche rara eccezione, meno della media ma chi può dire se, avvicinandosi alla data
dei titoli di Stato poliennali (CCT e BTP), e del rimborso, sarà ancora disponibile molta
in diversi casi addirittura meno degli indici liquidità per i clienti che intendono riavere
di Borsa o dei relativi benchmark dichiarati. i propri risparmi? Oggi non esiste alcuna
Anche per i fondi comuni vale il discorso garanzia al proposito. Inoltre è da osserva-
delle alte commissioni che vengono fatte re che anche per tali investimenti vengono
pagare al cliente a vario titolo di gestione. addebitati elevati oneri di gestione.
Nel caso di performance positive del fon-
do, ciò si traduce in una sostanziale ridu-
zione del rendimento; nel caso di perfor-
Home-banking
mance negative, in un ulteriore aggravio Questa forma di rapporto con un istituto
della perdita del capitale investito. bancario prevede che il cliente gestisca il
conto e le diverse forme di disposizione,
oltre che allo sportello, anche dalla propria
Gestioni patrimoniali abitazione. Attraverso il risparmio che ne
di fondi (GPF) deriva alla banca, questa applica anche con-
Si tratta di prodotti molto in voga ne- dizioni più favorevoli al cliente: ad esempio
gli ultimi anni fra i gestori, dal momento vengono ridotte o annullate le spese di te-
che consentono loro di lucrare lauti gua- nuta conto, o quelle addebitate per ogni
dagni attraverso i cosiddetti “switch”. singola operazione, per l’invio della posta,
Dal punto di vista del risparmiatore però per i bonifici, ecc. Dal punto di vista della
si lamenta un’assoluta mancanza di tra- sicurezza valgono le stesse considerazioni
sparenza per tali prodotti, dal momento esposte alla voce online-banking.
che il denaro investito compie continui
passaggi: ad esempio da titoli del Sud
America a fondi azionari europei, quindi
Investimenti e perdite
a titoli dell’Asia e così via, spesso nel giro Esiste qualche possibilità di risarcimento o
di pochi giorni. Chi sicuramente ne trae restituzione del denaro investito nel caso
Servizi finanziari

in cui un investimento non abbia prodot- rifiutarsi di fornire le indicazioni richieste,


to profitti? Sì, in alcuni casi. Le prerogative appellandosi al diritto di tutela della pro-
per un’azione in tal senso possono essere pria riservatezza.
così elencate:

se l’intermediario (banca, società I documenti sopra elencati devo-


privata di investimento o consulente no essere sottoposti alla firma del cliente
finanziario, SIM o SRG) non ha fatto prima della conclusione del contratto; è
sottoscrivere e consegnato al cliente già capitato, a volte, che l’intermediario
124 i documenti obbligatori previsti dalla faccia firmare gli stessi dopo l’esecuzione
legge sull’intermediazione finanzia- degli ordini di investimento: la cosa ov-
ria, in particolare: viamente non è corretta e può compor-
• il contratto di mandato scritto per l’ac- tare l’addebito di responsabilità a carico
quisto e la negoziazione di titoli e pro- dell’intermediario in caso di perdite nel-
dotti finanziari, nonché per l’attività di l’operazione.
intermediazione in questi ambiti.
Quando l’operazione di investi-
mento effettuata non risulta essere
adeguata agli obiettivi di investi-
Se tale mandato non è stato re-
mento o al profilo di rischio indicati
datto per iscritto, il relativo accordo
dal cliente. Un esempio di operazio-
va considerato nullo (con le eccezioni
ne non adeguata può essere quel-
consentite dall’Autorità di vigilanza
lo di consigliare un investimento
finanziaria CONSOB in determinati
rischioso a lungo termine ad una
casi);
persona anziana, priva di particola-
• il documento sui rischi generali degli
re esperienza sui mercati finanziari.
investimenti in strumenti finanziari
• le informazioni sulla situazione econo- Quando l’intermediario non è
mico-finanziaria. Quest’ultimo docu- in possesso dei requisiti professio-
mento è particolarmente importante nali previsti dalla legge, come ad
al fine di valutare come il gestore abbia esempio un promotore finanziario
operato. Il cliente fornisce in tale docu- non iscritto al relativo Albo oppu-
mento delle indicazioni circa la propria re che è stato radiato dallo stesso.
situazione finanziaria, il suo obiettivo
di investimento, la propensione al ri- Quando in relazione ad un’opera-
schio e infine il suo grado di esperienza zione di investimento manca un ordine
in strumenti finanziari. scritto o non è stata seguita la proce-
Si tratta di informazioni che l’intermedia- dura prevista dalla legge. Ad esempio,
rio finanziario deve richiedere espressa- un ordine conferito telefonicamente
mente al proprio cliente. È peraltro im- deve essere seguito dalla conferma
portante notare che il cliente può anche scritta da parte dell’intermediario en-
Servizi finanziari

tro le 24 ore successive. vestito si sia ridotto di oltre il 30% per


In assenza di errori di questo tipo, effetto di perdite sui mercati. Tale per-
la prova della responsabilità del- centuale si riferisce al controvalore to-
l’intermediario in caso di perdite tale del patrimonio a disposizione alla
è più difficile. La prova di aver ese- data di inizio di ciascun anno.
guito correttamente l’ordine o di
aver gestito con diligenza e pruden-
za spetta comunque alla banca ov- È indispensabile controllare
vero alla società di investimento. sempre molto attentamente cosa si sot-
Chi agisce in qualità di intermediario toscrive. Accanto alla firma andrebbe in- 125
finanziario deve inoltre attenersi ai dicata anche la data della sua apposizione,
seguenti principi: richiedendo quindi una copia dei docu-
• deve comportarsi con diligenza, cor- menti sottoscritti.
rettezza e trasparenza nella gestione
del patrimonio affidatogli, curando
l’interesse del proprio cliente e quello Mutui casa online
dell’integrità dei mercati; Anche in Internet si possono raccogliere
• deve operare in modo che i clienti sia-
offerte relative ai mutui casa. Si tratta di
no sempre adeguatamente informati;
prodotti di sicuro interesse e che posso-
• la gestione dell’investimento va orga-
no senz’altro concorrere con quelli offerti
nizzata con un’attenzione tale da ga-
dalle banche tradizionali. Un esempio: la
rantire in qualsiasi momento i diritti dei
Woolwich-Bank offre attualmente un tas-
clienti sul proprio capitale investito;
so fisso del 5,10% su una durata di 10 anni
• le istruzioni impartite dagli investitori,
e del 5,50% su 15 anni. Attraverso questo
vale a dire dai clienti, vanno eseguite
tipo di offerte si possono risparmiare com-
con tempestività;
missioni e costi a vario titolo, ad esempio
• prima di ogni operazione deve informa-
re adeguatamente il cliente sulla tipolo- quelli relativi alla perizia sul valore o alla
gia dell’operazione e sui possibili rischi copertura assicurativa. Per alcuni prodot-
ad essa connessi, così da permettere al ti non è neppure richiesta la contestuale
cliente di partecipare consapevolmente apertura di un rapporto di conto corrente.
alla decisione di investimento; Anche il procedimento di inoltro della do-
• deve astenersi da qualsiasi operazione cumentazione e di concessione del mutuo
inadeguata rispetto alle informazioni avviene in gran parte online.
raccolte presso il cliente all’atto della
sottoscrizione del mandato (vedi so-
pra), quando questa potrebbe danneg- www.mutuionline.it
giare il cliente stesso;
• in caso di gestioni patrimoniali deve
immediatamente dare comunicazione
Mutuo casa
scritta al cliente ove il patrimonio in- Giungere ad accendere un mutuo per
Servizi finanziari

l’acquisto o la costruzione della propria versi canali possibili, dal mutuo provincia-
abitazione è spesso il risultato di un per- le a quello bancario.
corso e di decisioni non semplici. Può es-
sere quindi utile disporre di alcuni consigli Verificare con certezza le condizioni
relativi ai mutui in generale e a quelli ipo- richieste dalla Provincia per l’erogazione
tecari in particolare. di un contributo e la rispondenza a tali
requisiti.
Accertarsi di quanto si può investire
mensilmente o semestralmente nel pa- Prima di accendere un mutuo presso
126 gamento delle rate di un mutuo senza un istituto di credito è bene raccogliere
andare in contro a difficoltà di carattere da due a tre diverse proposte presso ban-
finanziario. Il calcolo base è il seguente: che diverse. Dall’ottobre 2002 il mondo
• dal reddito medio familiare mensile bancario si è impegnato al rispetto di un
(comprese le tredicesime) vanno de- codice europeo di comportamento etico
tratte le spese correnti medie mensili che prevede una dettagliata informativa
(vitto, auto, luce, telefono, tassa rifiuti, precontrattuale da porre a disposizione
affitto, assicurazioni, vacanze, ecc.); in della clientela. Essa dovrebbe indicare con
alternativa si può detrarre l’importo precisione il costo effettivo del mutuo
previsto quale minimo vitale; (TAN, TAEG, ecc.) e le condizioni che re-
• all’importo così ricavato va quindi som- goleranno il relativo contratto.
mato il contributo provinciale al quale
si ha diritto (ad esempio contributo in Non dimenticare, quando si richiedo-
unica soluzione a fondo perduto); no preventivi alle banche, di distinguere
• a questo punto si è ricavato l’importo tra prodotti a tasso fisso e quelli a tasso
in base al quale decidere se l’acquisto o variabile collegato a vari indici. Le offer-
la costruzione di una casa è alla propria te raccolte andranno valutate ricorrendo
portata o meno. all’aiuto di un esperto indipendente. Un
È chiaro che andranno considerati anche aiuto è offerto anche dalla tabella di “con-
altri eventuali impegni di ordine finanzia-
rio, cercando altresì di prevedere se in futu-
ro sarà necessario sobbarcarsene di nuovi.
Un aiuto per giungere alla determinazione
dei costi da considerare per non rischiare
il tracollo può venire anche dalla compi-
lazione per qualche tempo di un “libretto
del bilancio familiare” (si veda anche sot-
to tale voce).

Sulla base dei calcoli eseguiti si tratta


ora di determinare il proprio fabbisogno
di capitale a prestito, individuando i di-
Servizi finanziari

fronto tra i mutui casa” costantemente bene a verificare di quando in quando il


aggiornata dal Centro Tutela Consumato- tasso effettivamente applicato e le moda-
ri Utenti. lità di calcolo.

Scegliere tra tasso fisso e tasso variabi- Usura. Per chi ha in corso un mutuo a
le non è semplice, e difficile è anche dare tasso variabile o indicizzato, è sempre utile
una risposta universalmente valida. Sono confrontare i limiti di usura fissati ogni tre
comunque da evitare i mutui a tasso varia- mesi dal Governo.
bile “puro”, magari con clausole del tipo:
“La banca si ritiene libera di variare il tasso Attenzione nella fase decisionale al 127
di interesse, in base alle variazioni dei tassi fatto che le banche solitamente non finan-
sul mercato”. In questi casi si dà pratica- ziano più del 70-80% del valore di merca-
mente carta bianca all’istituto di credito di to dell’immobile.
variare il tasso di interesse a suo piacimen-
to. Chi decide per il tasso variabile dovreb- Accanto all’accensione di un mutuo
be orientarsi verso un tasso indicizzato, può risultare conveniente stipulare una
vale a dire legato ad un parametro di mer- polizza di assicurazione che copra dai rischi
cato (normalmente si tratta dell’EURIBOR che potrebbero compromettere la capaci-
a tre o sei mesi). Ha il vantaggio di essere tà di garantire i pagamenti, ad esempio in
facilmente verificabile, perché il relativo caso di malattia, infortunio, ecc.
valore viene pubblicato quotidianamente
anche sulle pagine economiche dei gior- La formula del “risparmio casa” è
nali, e di non essere modificabile da parte un’ipotesi da prendere in considerazione
della banca. tra le varie offerte, ora che viene offerta
anche in provincia di Bolzano.
In periodi di tassi bassi si consiglia an-
che di pensare ad un tasso fisso. In que-
sto caso le rate del mutuo sono costanti www.provincia.bz.it/
dall’inizio alla fine del rimborso e non si wohnungsbau/edag/edag_home_i.asp:
corrono rischi. Controllare comunque la calcolo online dell’agevolazione provin-
corrispondenza delle rate con il piano di ciale
ammortamento consegnato dalla banca www.provincia.bz.it/wohnungsbau/
all’atto della stipula del mutuo. agevolazioni/index_i.htm
www.centroconsumatori.it/
Spesso le banche consigliano anche 40v16427d695.html: confronto mutui
delle forme miste tra tassi fissi e tassi va- www.centroconsumatori.it/45v505d695.
riabili. Si tratta di prodotti molto disparati, html: confronto mutui prima casa
da valutare caso per caso. www.centroconsumatori.it/
45v188d1222.html: tabella Euribor 6 mesi
Chi ha già contratto un mutuo a tas- www.centroconsumatori.it/
so variabile o a tasso indicizzato farebbe 45v188d853.html: tassi medi e di usura
Servizi finanziari

attraverso Internet. L’online-banking so-


Obbligazioni stituisce in tutto il tradizionale sportello
Le obbligazioni sono titoli di credito che e significa per le banche coinvolte un ri-
incorporano il riconoscimento di un de- levante risparmio in termini di personale
bito. Attraverso l’emissione di questi tito- e di investimenti strutturali. Queste ban-
li un’impresa o anche lo Stato attingono che offrono condizioni più vantaggiose
una provvista di mezzi finanziari sul mer- rispetto a quelle di un conto a gestione
cato. Quando il risparmiatore acquista classica. Alcune peraltro addebitano ai
un’obbligazione concede praticamente propri clienti commissioni fisse mensili e
128 un credito all’emittente della stessa, che spese variabili al di sopra di un certo volu-
questi è tenuto a restituire al risparmiato- me di movimentazioni.
re a una certa scadenza. Esistono obbliga- L’assoluta sicurezza delle transazioni at-
zioni convertibili, strutturate, bonds, ecc. traverso i mezzi informatici non può però
La storia recente ha insegnato con alcuni essere garantita da nessuno. Chi infatti si
esempi eclatanti quanto possa essere ri- ritrova in possesso di un numero di conto
schioso investire in obbligazioni di società e di un codice PIN ha facilmente accesso
private. Esistono attività d’impresa che ad un conto online.
sembrano fiorire e che invece vengono Va detto comunque che la banca che offre
improvvisamente colpite da casi di insol- questi servizi è anche responsabile della si-
venza o da crac finanziari, lasciando die- curezza garantita al cliente disponibile ad
tro di sé migliaia di piccoli investitori con operare direttamente sul proprio conto.
le tasche vuote. Qualche ombra si allunga L’Autorità di vigilanza sorveglia d’altron-
al proposito anche su certi istituti bancari de gli istituti perché i servizi offerti siano
che, pur al corrente di pericoli imminenti, anche sicuri.
non avrebbero esitato a consigliare, im-
perterriti, prodotti a rischio. Altri pericoli
si possono intravvedere per diverse obbli- • I conti bancari online possono
gazioni presenti sul mercato: soprattut- essere consigliati a chiunque abbia di-
to quelle che non hanno un “mercato”, mestichezza con i mezzi informatici e
e dunque non si riescono a rivendere in desideri un accesso veloce al proprio
caso di necessità. conto;
• l’accesso online può aver senso anche
per dei risparmiatori desiderosi di ge-
Online-banking stire le operazioni di acquisto e vendita
Ci sono sempre più clienti di istituti di di titoli e senza l’intermediazione della
credito che, dopo aver conosciuto le op- banca;
portunità offerte dai moderni sistemi di • le opportunità dell’online-banking
comunicazione, hanno deciso di rivolger- possono risultare interessanti anche
si ad istituti di credito senza sportelli: il per il titolare di un semplice deposito
contatto tra banca e cliente si svolge solo titoli;
Servizi finanziari

129

• questo tipo di conto è invece sconsi- to puntuale pagamento di una o due rate.
gliato a chi non ha dimestichezza con
i mezzi di comunicazione elettronica e Conseguenza n. 2: senza informarsi cir-
soprattutto a chi non ha fiducia in in- ca le ragioni del ritardo nei pagamenti, la
ternet quale mezzo al quale affidare i finanziaria trasmette la pratica ad una dit-
propri dati. ta esterna specializzata in recupero crediti,
con il preciso mandato di avviare la proce-
dura per l’incasso dell’intero importo do-
Rate e scadenze vuto, oltre a interessi e spese. Il debitore
Chi finanzia a rate degli acquisti, grandi o da questo momento non ha più rapporti
piccoli, destinati al consumo quotidiano ri- con la finanziaria, bensì con la società di
chiede e ottiene questa forma di finanzia- recupero crediti, che in una prima lettera
mento da società specializzate in questo ingiungerà l’immediato rimborso dell’in-
ramo. Nel caso poi non si riesca a rispetta- tero capitale. Questo nuovo interlocutore
re puntualmente una o più scadenze, vuoi ha sede probabilmente in un’altra città,
perché si ha un momentaneo problema di non è sempre facilmente contattabile e
liquidità, vuoi perché la propria banca non – dulcis in fundo – può pretendere anche
ha provveduto a versare il relativo impor- la sottoscrizione di cambiali a garanzia
to con la valuta corretta, arrivano pun- della restituzione del denaro. Inoltre ven-
tuali numerose e spiacevoli conseguenze. gono addebitati interessi di mora ed altre
Conseguenza n. 1: chi paga con ritar- spese che si aggiungono al debito iniziale.
do una o due rate può perdere il cosiddetto Conseguenza n. 3: il debitore deve
”beneficio del termine”, vale a dire la pos- inoltre fare i conti con un’iscrizione del
sibilità di restituire attraverso rate mensili proprio nominativo all’interno del re-
il credito ricevuto. In genere tutti i con- gistro dei “cattivi pagatori”. Si tratta di
tratti di finanziamento a rate contengono banche dati che raccolgono informazio-
una clausola che prevede la perdita della ni relative a soggetti con problemi nel
possibilità di rateazione in caso di manca- rimborso di finanziamenti. Chi appare
Servizi finanziari

in tali elenchi rappresenta per le ban-


che una persona “non affidabile” e deve
Risparmio etico
sapere che per alcuni anni non riuscirà Sempre più persone individuano nell’in-
ad ottenere più alcun credito, neppu- vestimento di denaro non solo uno stru-
re un mutuo per l’acquisto della casa. mento in grado di massimizzare l’utile,
ma anche una possibilità per offrire un
aiuto economico a persone svantaggiate.
• È opportuno riflettere bene Risparmiare ed investire responsabilmen-
prima di acquistare un prodotto, con- te è possibile però solamente conoscen-
130 siderando anche l’intero costo del fi- do nel dettaglio i passaggi che attraversa
nanziamento, valutando bene se si ha il denaro investito.
la certezza di restituire il prestito e gli Come per il consumo critico, anche il ri-
interessi con puntualità. sparmio etico e consapevole può attuarsi
• Controllare minuziosamente che i ver- solamente ampliando l’orizzonte relativo
samenti a copertura delle rate siano al prodotto o al servizio desiderato, cosa
stati trasmessi alle scadenze precise spesso non facile data la scarsa informa-
(disporre eventualmente un ordine zione circa i flussi del denaro all’interno
permanente). dell’economia. Ogni tipo di investimento
• Per andare sul sicuro ed evitare even- porta il denaro a “lavorare”; la difficoltà
tuali disguidi causati dalla banca, con- consiste nell’individuare dove e per quali
viene recarsi personalmente in posta finalità. Ciò vale per i libretti a risparmio
e pagare direttamente un bollettino ed i conti correnti quanto per gli investi-
intestato alla società finanziaria. menti che transitano nei mercati finan-
• Nel caso si fosse omesso un pagamento ziari virtuali attraverso internet, come
entro i termini, provvedere immediata- anche per tutti i prodotti quali obbliga-
mente e informare via fax la finanziaria zioni, assicurazioni sulla vita o a caratte-
dell’avvenuto pagamento! re previdenziale, fondi pensione. In tutte
le occasioni di investimento affidiamo
con fiducia il nostro denaro a istituzioni
Rating e società che a loro volta lo reinvesto-
Il “rating” rappresenta una valutazione no. Alla fine nessuno sarà piú in grado
dell’affidabilità dei titoli obbligazionari di ricostruire i passaggi che ha attraver-
in circolazione sul mercato: AAA indica sato e le finalità per le quali ha lavorato.
la valutazione miglior, mentre A indica un Nell’investimento guidato da considera-
giudizio di sufficienza e D il grado minore zioni etiche è proprio questo il movente
di affidabilità. principale: chi investe eticamente vuo-
le sapere dove lavora il proprio denaro.
L’entità della remunerazione connessa
www.moodys.it/ a tale lavoro passa invece solitamente in
Moody’s - Agenzia di rating secondo piano.
Servizi finanziari

La rispondenza del prodotto finanziario tutte le grandi banche nazionali hanno


a criteri di eticità assume risvolti molto attivato dei canali più o meno “etici”,
soggettivi, perché ognuno può commi- persino quelle che secondo la Relazio-
surare la scelta dell’investimento ai valori ne Parlamentare sul finanziamento del
nei quali crede maggiormente (vedi ta- commercio autorizzato di armamenti
bella sotto). Per qualcuno riveste grande occupano i primi posti in tale attività.
importanza il sostegno offerto a proget- Esistono peraltro esempi positivi di grup-
ti in ambito ecologico, per altri è invece pi bancari che hanno diversificato effet-
importante che il proprio denaro lavori in tivamente il proprio impegno in attività
131
progetti destinati al miglioramento della no-profit, anche se il denaro raccolto at-
condizione femminile. traversa per un periodo di tempo più o
meno lungo il normale paniere di inve-
Rispetto per l’ambiente stimento “convenzionale” della banca.
Tutela dei diritti dei lavoratori Il consumatore dunque non può avere
Nord-Sud
la certezza che il suo denaro non venga
Solidarietà persone svantaggiate
temporaneamente “parcheggiato” in in-
Tutela della salute
vestimenti nei mercati speculativi inter-
Trasparenza gestionale
nazionali.
Per capire la “valenza” delle imprese sulle Si segnala in particolare l’impegno di
quali si desidera investire, è utile esami- ETHICAL BANKING, servizio organizza-
nare le valutazioni che regolarmente ven- to da 13 Casse Rurali con il coordinamen-
gono elaborate da associazioni e comitati to della Cassa Rurale di Bolzano.
che lavorano per un’economia di giustizia Qui il risparmiatore può decidere (entro
(vedi bibliografia). un tetto massimo dell’1,5%) quale sia la
remunerazione desiderata. La destinazio-
A grandi linee si possono distinguere due ne del denaro investita è trasparente e
grandi circuiti: può essere differenziata sempre ad opera
del risparmiatore tra diversi canali, che
Circuito tradizionale attualmente sono: energie rinnovabili,
Si tratta del normale canale bancario, commercio equo e solidale, agricoltura
quando una banca offre tra i diversi pro- biologica, aiuto nella solidarietà rurale,
dotti “convenzionali” anche prodotti meno handicap, conto sole, Filmclub, da
“etici” per quanto riguarda la destina- donna a donna per tutti, Solidaris.
zione del capitale investito. Si tratta di
prodotti che prevedono una destinazio- Circuito alternativo
ne del denaro in attività rispettose di cri- Si tratta di iniziative che nascono da atti-
teri quali la tutela dell’ambiente e delle vità no-profit ed offrono, in via esclusiva
condizioni dei lavoratori, il rispetto nei o quale opzione accessoria ad altre attivi-
confronti del Sud del mondo, ecc. Quasi tà svolte, prodotti di finanza etica.
Servizi finanziari

Di seguito ne elenchiamo alcune fra le piú Altre iniziative:


note: un’altra possibilità di influire in senso
etico sulle scelte dell’economia consi-
BANCA ETICA con sede a Padova e fi- ste nell’intervento attivo presso varie
liali nelle principali città italiane, in pre- società in veste di azionisti o soci. Si in-
visione anche a Bolzano: è una banca serisce in quest’ambito l’iniziativa degli
a tutti gli effetti ed offre tutti i servizi “azionisti critici”, che da più di vent’an-
finanziari, dal conto corrente al home- ni contribuisce ad indirizzare la politica
banking, fino ai fondi etici certificati. Il di moltissime aziende di capitale quo-
132 risparmiatore definisce autonomamen- tate in Borsa verso obiettivi sostenibili.
te l’interesse richiesto entro un tetto
prefissato, mentre al credito possono
Bibliografia:
attingere associazioni non lucrative e
- AA. VV.: “Guida al risparmio consape-
progetti di sviluppo rispondenti ai cri- vole”, EMI Edizioni
teri stabiliti dall’assemblea dei soci. - L. Davico: “Soldidarietà, il risparmio
autogestito”, Macro Edizioni
MAG (mutue autogestite): - E. Baldessone: M. Ghiberti, “L’Euro
fanno capo alle principali associazioni solidale”, EMI Edizioni
di gestione delle Botteghe del Mondo. - G. Stiz, Coop: Il seme, “Guida alla fi-
nanza etica”, EMI Edizioni
OIKOCREDIT - F. Gesualdi: “Manuale per un consu-
Banca ecumenica di aiuto allo sviluppo mo responsabile”, Feltrinelli Editore
con sede nei Paesi Bassi, eroga crediti a - R. Milano: “La finanza e la banca eti-
progetti sparsi in tutto il mondo, con par- ca”, Edizioni Paoline
ticolare impegno verso le organizzazioni - M. Calvi: “Sorella banca”, Edizione
autonome di donne e le piccole coopera- Monti
tive, solitamente considerate non solvibili - J. Weber: “Zukunftssicher anlegen”,
e pertanto non degne di credito da parte ÖKOM
del circuito bancario tradizionale. Il fun- - M. Bammert, M. Böcke, B. Bosold:
zionamento di Oikocredit è organizzato “Grünes Geld, gutes Geld: Ökologisch
sulla base di gruppi locali di sostenitori. investieren mit Gewinn”, taz journal
- J.-L. Gerard: “Praxishandbuch Börse
oder Leben. Geld ökologisch-ethisch
ASSOCIAZIONE MANI TESE:
anlegen“, Rüegger
offre il finanziamento di microprogetti e
- J. Hoffmann, G. Scherhorn: „Saubere
microcredito in Paesi in via di sviluppo.
Gewinne. So legen Sie Ihr Geld ethisch-
ökologisch an“. Herder Spektrum
MACROCREDIT
- W. Pinner: „Ethische Investments.
Cooperativa con sede a Diegaro di Cese- Rendite mit ‚sauberen‘ Fonds“, Gabler
na (FC) che offre investimenti etici.
Servizi finanziari

Tessera bancomat
Contatti / Links: La tessera bancomat “attinge” alla dispo-
Altreconomia, nibilità del conto del titolare. Col banco-
www.altreconomia.it mat si possono effettuare prelievi di de-
naro contante e anche pagamenti (POS).
Banca Etica
Padova, Piazzetta Forzatè 2
Tel.: 049 8771111 Solo il prelievo presso la propria
www.bancaetica.com 133
banca è gratuito! Nel caso di scopertura
responsabile per l‘Alto Adige: del conto indotta dall’utilizzo del banco-
pmartini@bancaetica.it mat, maturano tutte le spese che normal-
mente sono legate allo scoperto di conto
Oikocredit
corrente, senza eccezioni particolari. È
Tel.: 0471 962731
Oikocredit.suedtirol@tin.it possibile concordare con la propria ban-
ca un fido da utilizzare in modo flessibi-
MAG le quando si preleva col bancomat più di
Verona, quanto è disponibile sul conto, ma anche
Via Aeroporto Angelo Berardi 9 per questa possibilità verranno addebita-
Tel.: 045 573011 te le relative spese.
www.rcvr.org/mag/Home.htm
Le diverse forme di bancomat:
Mani Tese Bancomat POS nazionale (tessera banco-
Milano, Piazza Gambara 7/9 mat utilizzabile solo sul territorio nazio-
Tel.: 800 552456 nale)
www.manitese.it
Bancomat POS internazionale (tessera
bancomat utilizzabile anche all’estero)
Cassa Rurale di Bolzano
Bolzano, Via De Lai 2 Bancomat POS carta di credito (riunisce
Tel.: 0471 978666 le funzioni di bancomat e carta di credi-
www.ethicalbanking.it to).

Ethical Shareholders Massimali per il prelievo col


www.ethicalshareholders.net bancomat:
L’importo standard del massimale gior-
International Association of Investors naliero è di 250,00 Euro, quello mensile
in the Social Economy; INAISE varia tra i 1.000 ed i 1.500 Euro, a seconda
www.inaise.org di quanto concesso dal proprio istituto.
Alcune banche consentono di aumentare
il massimale, a seconda delle esigenze del
Servizi finanziari

cliente e della disponibilità del conto.


Per ciò che attiene ai pagamenti POS,
i limiti di utilizzo giornaliero e mensile
sono pari in genere a 1.500 Euro; anche
tale limite può essere aumentato dietro
richiesta del correntista. Tra prelevamenti
bancomat e pagamenti POS non si posso-
no superare in genere i 2.500 - 3.000 Euro
complessivi mensili.
134

Più sono elevati i massimali di


so e limitare i danni alle finanze del mal-
utilizzo della tessera, più alto è anche il
capitato.
rischio di uso indebito a seguito di furto,
uso improprio o clonazione del banco-
Bloccare immediatamente la carta e
mat. Non tutti gli istituti bancari dispon-
sporgere denuncia con altrettanta celerità
gono di un sistema di blocco automatico
presso il più vicino posto di polizia, facen-
della carta quando si supera il massimale.
dosi rilasciare una copia della denuncia
In tal modo non viene posto alcun limite
presentata.
agli accessi non autorizzati sul conto. In
caso di scoperto di conto, il titolare dovrà
anche pagare gli interessi passivi matura-
Il blocco della carta da una loca-
ti.
Nel caso la banca non preveda il blocco au- lità del territorio nazionale avviene chia-
tomatico del conto è consigliabile tenervi mando un numero telefonico che non è
meno denaro possibile e controllare con lo stesso che si dovrà chiamare se ci si tro-
una certa regolarità i movimenti registrati. va all’estero. In ogni Paese è presente un
diverso servizio incaricato del blocco, con
un proprio numero telefonico. È opportu-
Tessera bancomat e no annotarsi precauzionalmente i numeri
carta di credito: furto, da chiamare e organizzarsi con le neces-
smarrimento, duplicazione sarie informazioni, soprattutto in caso di
Se qualcuno attinge ad un conto corrente soggiorno all’estero.
utilizzando la tessera bancomat o la carta
di credito sottratta in modo fraudolento Entro i due giorni lavorativi seguenti,
al legittimo titolare, quest’ultimo deve va confermata per iscritto la richiesta di
agire con la massima urgenza per la tutela blocco, inviando una raccomandata AR e
dei propri interessi. I passi che consiglia- allegando anche una copia della denuncia
mo dovrebbero permettere di bloccare alla propria banca e alla società gestrice
nel più breve tempo possibile questo abu- del circuito bancomat, la S.I.A., oppure
Servizi finanziari

alla società emittente della carta di credi- lizza assicurativa, al cliente danneggia-
to. to non verrà chiesto normalmente nul-
Nel caso di una duplicazione (clonazione) la. Se però la banca non dispone di una
della carta si rimane di solito all’oscuro di copertura assicurativa per questa even-
tutto fino a quando si legge sull’estratto tualità, essa in un primo momento po-
conto la registrazione dei prelevamenti trebbe cercare di rifiutare il risarcimento.
effettuati. In questa situazione si ha tem- La premessa di qualsiasi richiesta di risar-
po – dopo aver immediatamente dispo- cimento è costituita dalla prova che il dan-
sto il blocco della carta – ancora 60 giorni neggiato ha adottato tutte le precauzioni
per inviare la comunicazione scritta alla necessarie ad evitare il danno. Solo il le- 135
società, sempre allegando la denuncia. gittimo possessore può infatti fare uso di
una carta di credito o di una tessera ban-
Nel caso siano stati già effettuati pre- comat, al più potrà autorizzare in modo
levamenti indebiti, questi vanno conte- esplicito una persona di sua fiducia. Tra i
stati dal titolare del conto entro 60 giorni mezzi di prova che il danneggiato può ci-
dal ricevimento dall’estratto che riporta tare per dimostrare la propria estraneità
gli stessi, altrimenti verranno automatica- è ammessa anche la richiesta dei filmati
mente considerati come accettati. ripresi dalla telecamera che sorveglia gli
sportelli automatici della propria banca.
Il risarcimento danni
Finché non si effettua la richiesta di bloc-
co, tutti i prelevamenti ed addebiti effet- • Non conservare mai il numero
tuati da terzi restano a carico del titolare. di codice segreto nelle vicinanze della
Effettuato il blocco, rimane a carico del tessera, né in una borsa, né nel porta-
titolare una franchigia di 150 Euro, a pre- fogli.
scindere dall’importo complessivamente • Anche in casa propria bisogna prestare
sottratto dopo aver disposto il blocco. attenzione. Non sarebbe la prima volta
Alcuni gestori di carte, per importi com- che dei prelevamenti non autorizzati
plessivamente sottratti inferiori alla fran- vengono effettuati da familiari del tito-
chigia, non fanno pagare neppure questa. lare.
La richiesta di risarcimento danni nei • Attenzione anche ai pagamenti con
confronti di chi ha prelevato denaro in carta di credito in internet!
modo fraudolento dopo aver duplicato • Il pagamento con la carta di credito al
una carta, andrà fatta dall’istituto di cre- ristorante può nascondere delle insidie;
dito, dal momento che esso deve custodi- è meglio non fidarsi troppo del perso-
re dietro compenso il denaro del cliente. nale e controllare il più possibile cosa
Il rischio dunque va sopportato da chi of- accade con la carta.
fre ed organizza il servizio bancomat o il • Attenzione anche con i distributori au-
circuito di credito. Se la banca ha coper- tomatici: se l’apparecchio non dovesse
to questo suo rischio stipulando una po- restituire la tessera, va subito disposto
Servizi finanziari

il blocco della carta, a meno che non in- nibile: la banca vuole guadagnare la sua
tervenga un operatore di sportello. In parte e in questo senso parla di “giorni di
nessun caso va abbandonata la tessera valuta”. Si tratta del periodo che la banca
nell’apparecchio, perché potrebbe trat- si riserva per la movimentazione del de-
tarsi non tanto di un “problema tecni- naro; a partire dalla data di registrazione
co” quanto di una truffa escogitata da dell’operazione e a seconda del tipo di
bande di malviventi. operazione si determina in quanti giorni
• Generalmente è preferibile non pre- ammonta questo periodo, al termine del
levare contanti dal bancomat nel fine quale il denaro sarà effettivamente dispo-
136
settimana, preferendo invece le giorna- nibile. Esso viene espresso in un numero
te e gli orari di apertura degli sportelli di giorni fissi o fa riferimento ai cosiddet-
bancari. ti “giorni lavorativi bancari”. Dal giorno
della valuta l’importo è a disposizione del
cliente senza oneri e da quel momento
inizia il calcolo degli interessi. I giorni di
Titoli di Stato valuta variano a seconda dell’operazione
Si comprendono sotto questa voce sia i effettuata:
titoli dello Stato italiano, quali BOT, CTZ, • versamenti in contante sul c/c: accre-
CCT, BTP, sia quelli di altri Stati europei dito nello stesso giorno
o quelli emessi dalle Poste. Essi vengono • prelievi e pagamenti (ad esempio ordi-
considerati relativamente sicuri, anche se ni permanenti): addebito nello stesso
le rendite non sono delle più alte. D’altron- giorno
de il capitale è al sicuro, e in tempi come • bonifici (in entrata): valuta del giorno
questi non è poco. L’eventualità che uno in cui avverrà l’accredito o altra valuta
Stato europeo dichiari bancarotta è piut- assegnata dall’ordinante (la cosiddetta
tosto improbabile – per una banca non è valuta fissa)
invece da escludersi al cento per cento. • bonifici (in uscita): addebito nello stes-
so giorno dell’operazione; possibile
predatazione nel caso di una valuta fis-
http://www.dt.tesoro.it/ sa a favore del ricevente
Aree-Docum/Debito-Pub/Emissioni- • accredito di assegni circolari della stes-
/index.htm sa banca: giorno del versamento
Aste titoli di Stato • accredito di assegni circolari di altre
banche: varia a seconda che si tratti
di una banca locale o di una banca di
un’altra provincia
Valuta di accredito • accredito di assegni bancari emessi da
Il denaro che si deposita sul conto cor- un cliente della stessa filiale: giorno del
rente non è mai immediatamente dispo- versamento
Servizi finanziari

137

• accredito di assegni bancari di un’altra


filiale o di un’altra banca: varia a se-
conda che si tratti di un assegno di una
banca locale o di un’altra banca.
Servizi finanziari

138
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

Economia domestica,
abbigliamento, consumo critico
Abbigliamento ____________________________________________________________________________________________________________ pag. 140
Allevamenti di massa _________________________________________________________________________________________________ pag. 140 139
Assicurazione contro gli infortuni domestici __________________________________________________________ pag. 141
Calzature – l’etichettatura ________________________________________________________________________________________ pag. 142
Car sharing __________________________________________________________________________________________________________________ pag. 143
Clean Clothes _____________________________________________________________________________________________________________ pag. 143
Commercio equo e solidale (fair trade) __________________________________________________________________ pag. 144
Cooperative spontanee di viaggiatori______________________________________________________________________ pag. 145
Fast food _____________________________________________________________________________________________________________________ pag. 145
Fiori ______________________________________________________________________________________________________________________________ pag. 146
Libretto contabile_______________________________________________________________________________________________________ pag. 147
Parassiti & Co. _____________________________________________________________________________________________________________ pag. 149
Puliture a secco __________________________________________________________________________________________________________ pag. 150
Seconda mano ____________________________________________________________________________________________________________ pag. 150
Sostenibilità ________________________________________________________________________________________________________________ pag. 151
Tessuti – l’etichettatura ____________________________________________________________________________________________ pag. 151
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

vamente la pulitura a secco. Quest’ultima


Abbigliamento
avviene infatti con solventi dannosi per
Gli abiti sono la nostra seconda pelle. Per l’ambiente.
tale ragione è importante che essi non Quasi tutto l’abbigliamento che troviamo
contengano sostanze tossiche che, at- in commercio, anche quello offerto da
traverso la pelle, possano penetrare fino grandi firme del settore, viene confezio-
a giungere nella circolazione sanguigna. nato nei Paesi poveri, dove la manodo-
Una possibilità è senz’altro quella offerta pera, soprattutto femminile e minorile,
dai tessuti in fibre naturali non trattate, viene remunerata spesso con salari da
140 consigliabili in particolare per la bianche- fame e senza i meccanismo della sicu-
ria dal letto, quella intima e per l’intero ab- rezza sociale. Diverse unioni di donne e
bigliamento di lattanti e bambini. È invece gruppi di iniziativa cercano in tutta Euro-
sconsigliabile la biancheria e in generale pa di sensibilizzare su queste dinamiche,
l’abbigliamento definito “no stiro”, dal motivando l’opinione pubblica ad eser-
momento che ha subito un trattamento a citare le necessarie pressioni sulle gros-
base di resine derivate dalla formaldeide se imprese multinazionali del settore (si
per garantire al tessuto l’assenza di sgual- veda anche alla voce “Clean clothes”).
citure. Un pericolo si rinviene anche nelle
sostanze impiegate per colorare i tessuti:
se la coloritura non è perfetta, il sudore www.afb-efs.it
porta a sciogliere microscopici pigmenti “La chimica nell’armadio”
che poi vanno a finire sulla pelle e infine
nella circolazione sanguigna. In ogni caso
è importante lavare sempre qualsiasi capo Allevamenti di massa
prima di indossarlo la prima volta. Prima Si parla di allevamenti di massa nell’agri-
dell’acquisto vanno lette bene le istruzio- coltura quando all’interno di aziende agri-
ni di manutenzione, cercando di evitare cole ad elevato grado di specializzazione
l’acquisto di capi che permettono esclusi- viene allevato un gran numero di capi di
bestiame in condizioni limitate di spazio.
In tali realtà l’automazione ed il computer
sostituiscono in ampia misura la manodo-
pera, le derrate prodotte dall’azienda non
bastano assolutamente all’alimentazione
del bestiame e pertanto si fa ampio ricor-
so all’acquisto di foraggio di provenienza
esterna e spesso estera, al quale viene
aggiunta tutta una serie di integratori e
additivi. Questo tipo di allevamento co-
stituisce un notevole onere per l’intero
ecosistema: ne fanno le spese l’acqua, il
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

terreno e l’aria; ma soprattutto si tratta di legati alle attività domestiche o di cucina,


una forma di sfruttamento degli animali sono più numerosi di quelli degli uomini
che trascura qualsiasi forma di rispetto. per i differenti ruoli svolti nella famiglia.
Milioni di bovini, maiali e polli vegetano Le cause di questi incidenti vanno ricerca-
negli allevamenti industriali in condizio- te nella disinformazione, nel comporta-
ni affatto consone alla loro razza, con mento imprudente, negli spazi inadegua-
pesanti conseguenze sul loro comporta- ti, nel crescente numero di elettrodome-
mento e sull’ampia diffusione di malattie. stici, nell’uso non accorto di farmaci e di
La risposta degli allevatori consiste nella prodotti per l’igiene.
somministrazione di numerosi e potenti Attraverso la legge n. 493 del 3.12.1999 141
medicinali, dagli antibiotici agli psico- è stata istituita un’assicurazione contro
farmaci e ai chemioterapici. Il comparto gli infortuni domestici: si tratta per molti
alimentare produce sempre più prodot- versi di un riconoscimento del valore del
ti con componenti di origine animale, e lavoro svolto da uomini e donne impe-
con costi di produzione sempre più bassi. gnati abitualmente in ambito domestico,
L’allevamento viene così posto al servizio a titolo esclusivo e senza retribuzione. Lo
dei bisogni del mercato: chi vuole o deve Stato italiano per la prima volta ne sotto-
vendere la carne a buon prezzo non può linea l’importanza dal punto di vista sia
permettersi di badare ad un allevamen- sociale che economico.
to rispettoso dell’animale. La prossima A partire dal 1° marzo 2001 è divenuta
mossa tocca al consumatore: chi acquista obbligatoria presso l’INAIL l’iscrizione
carne di allevamento biologico o almeno di una o più persone dello stesso nucleo
estensivo, meglio ancora se direttamen- familiare che abbiano queste caratteristi-
te dal produttore, offre un sostegno alle che:
aziende che lavorano in modo responsa- • età compresa tra i 18 ed i 65 anni,
bile. La carne prodotta proviene da ani- • svolgono un’attività rivolta alla cura dei
mali che hanno potuto condurre una vita componenti la famiglia e dell’ambiente
quasi normale in stalle adeguatamente in cui dimorano,
areate, luminose e sufficientemente spa- • non sono legate da vincoli di subordi-
ziose. Queste aziende sono sottoposte a nazione,
controlli molto severi, a garanzia del ri- • prestano lavoro domestico in modo
spetto di una sana gestione del patrimo- abituale ed esclusivo, non svolgono
nio zootecnico. cioè altre attività per le quali sussiste
obbligo di iscrizione ad un altro ente o
cassa previdenziale.
Assicurazione contro
gli infortuni domestici Rientrano tra i soggetti assicurabili:
Il numero degli infortuni registrati in am- • pensionate e pensionati che non hanno
bito domestico è molto elevato. Gli inci- superato i 65 anni,
denti che vedono protagoniste le donne, • cittadine e cittadini stranieri che sog-
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

giornano regolarmente in Italia,


• tutti coloro che, avendo già compiuto
Calzature – l’etichettatura
18 anni, lavorano esclusivamente in Anche per le calzature esiste un obbligo di
casa per la cura dei componenti della etichettatura. Le informazioni riportate in
famiglia (ad esempio ragazzi o ragazze etichetta devono consentire di conoscere
che sono in attesa di prima occupazio- i materiali che compongono la tomaia,
ne), la suola e il rivestimento della tomaia. Si
• studentesse e studenti che, pur stu- tratta di elementi importanti soprattutto
diando ed avendo dimora in una locali- se si pensa a come le scarpe ormai siano
142 costituite in parte o anche integralmente
tà diversa dalla città di residenza, svol-
di materie plastiche, lavorate anche con
gono attività in ambito domestico,
caratteristiche che le fanno somigliare
• lavoratrici e lavoratori in cassa integra-
molto ai pellami. La definizione di “vero
zione guadagni,
cuoio” rimane come sempre espressione
• lavoratrici e lavoratori in mobilità,
che indica la pelle di animale conciata e
• lavoratrici e lavoratori stagionali, tem-
lavorata, mentre “cuoio rivestito” si de-
poranei, a tempo determinato. finisce un materiale sintetico rivestito di
un sottile strato di cuoio. Per tutti i ma-
Il costo annuo del premio ammonta a teriali impiegati esistono dei simboli per
12,91 Euro. Esso va corrisposto in un’uni- facilitarne il riconoscimento. Si distingue
ca soluzione ed è detraibile fiscalmente. tra cuoio o pelle, cuoio rivestito, materie
tessili naturali o sintetiche e altre materie.
Se uno di questi materiali costituisce al-
www.inail.it/pubblicazionieriviste/ meno l’80% della calzatura, va obbligato-
tuttititoli/guide/casalinghe2005/ riamente indicato in etichetta; altrimenti
indice.htm vanno indicati solo i due principali.
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

Car sharing
Car sharing significa qualcosa come “divi- www.carsharing.bz.it
dersi l’automobile”; in Europa questa pos-
sibilità di condivisione è apprezzata già da
circa 100.000 persone che posseggono o Clean Clothes
pagano un’automobile solo nella misura e
Con la Campagna “Clean Clothes” (ab-
per il tempo necessari ai loro effettivi bi-
bigliamento pulito) si intendono sensibi-
sogni. Anche in Alto Adige esiste questa
lizzare i consumatori circa le condizioni
possibilità, al momento solo a Bolzano, 143
ma con la prospettiva di allargare il cam- di produzione dell’abbigliamento e dei
po d’azione dell’iniziativa. La cooperativa tessuti nell’industria tessile e in quella
“Car sharing BZ” è la prima ed unica nel degli articoli sportivi, offrendo agli stessi
suo genere in Italia. le informazioni e gli strumenti utili ad in-
fluenzare in chiave consapevole gli svilup-
Per contatti: Ecoistituto dell’Alto
pi in atto a livello mondiale. Attraverso un
Adige, telefono 0471 980048
consumo responsabile si vuole offrire un
importante contributo all’affermazione
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

di condizioni di lavoro rispettose della di- nismo in grado di assicurare ai produttori


gnità umana. Con un’iniziativa denomina- un reddito adeguato nonostante le pres-
ta “Il mondo dietro il guardaroba” anche sioni del sistema imperante all’interno
in Alto Adige ci si è attivati in questa dire- dei mercati globalizzati. Esso si basa sulla
zione, ad opera del Movimento Cattolico commercializzazione diretta nei Paesi ric-
delle donne sudtirolesi. chi dei prodotti agricoli coltivati nei Paesi
poveri e rivenduti con l’applicazione di un
margine che serve ad assicurare ai coltiva-
“Die Welt hinter dem Kleiderstän- tori un reddito adeguato e, accanto all’ap-
144 der” (“Il mondo dietro il guardaroba”) plicazione di contratti di fornitura di lun-
www.kfb.it go periodo, un avvenire meno incerto. Sia
“Clean Clothes Campaign” per i prodotti agricoli che per quelli del-
www.cleanclothes.org l’artigianato vengono garantiti dei prezzi
che sul mercato di origine rappresentano
il 20 – 30% in più rispetto alle quotazioni
Commercio equo e usuali. Tutto ciò permette a chi lavora e
solidale (fair trade) produce non solo di vivere dignitosamen-
Il mondo intero è paragonabile a un unico te, ma anche di investire una parte del
grande mercato. Alcuni producono, altri reddito in programmi in ambito sociale
vendono, altri ancora – ultimo anello del- e culturale per giungere con le proprie
la catena – acquistano. Il commercio or- forze a garantirsi nel tempo le premesse
ganizzato su scala globale non è però in necessarie per lo sviluppo e l’autonomia.
grado di garantire a chi produce in molti Oggi il commercio equo e solidale è una
settori dei Paesi meno ricchi (ad esempio realtà cui fanno riferimento più di 4 mi-
nelle coltivazioni di caffè, cotone, zucche- lioni e mezzo di coltivatori e le relative fa-
ro) neppure il minimo necessario per so- miglie sparsi in 45 Paesi del mondo. Una
pravvivere. Tra produttore e consumatore tra le più grandi centrali di importazione
si inseriscono infatti organizzazioni com- di prodotti equi e solidali è stata fondata
merciali e multinazionali; sono loro ad ar- nel 1988 a Bolzano: si tratta della coope-
ricchirsi più di tutti e a realizzare enormi rativa “CTM Altromercato”, collegata alla
profitti. grande rete europea (EFTA - European
I produttori veri e propri, piccoli coltiva- Fair Trade Association) e mondiale (IFAT
tori e braccianti agricoli, lavorano in con- - International Fe-
dizioni spesso inaccettabili, con salari da deration Alternative
fame e senza alcun tipo di assicurazione Trade) del commercio
sociale, di tutela sindacale e di assistenza equo e solidale.
sanitaria. La chiave del cambiamento, che I prodotti del com-
può porre fine a questa situazione di in- mercio equo e solidale
giustizia e sfruttamento, è il “commercio provenienti da Paesi in
equo e solidale” o “fair trade”, un mecca- via di sviluppo saranno
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

contrassegnati in tutta Europa da un mar- Anche il singolo può organizzare queste


chio unitario, assegnato da “TransFair”, cooperative spontanee per piccoli spo-
una federazione che comprende 38 orga- stamenti, mentre per distanze maggiori
nizzazioni attive nella cooperazione allo può essere utile rivolgersi ad una “centra-
sviluppo, sulla base di requisiti sociali e le”, come quella che si è costituita in Val
ambientali molto rigidi, ad esempio per Pusteria e che ha preso il nome di “mo-
quanto attiene alla coltivazione rispet- bility easy connection”. Questo modello
tosa dell’ambiente, all’assenza di lavoro ha dimostrato la sua piena validità, e chi
minorile. vi partecipa regola le spese attraverso un
Questo progetto si regge essenzialmente ufficio centrale. 145
sul comportamento dei consumatori fi-
nali. Chi acquista regolarmente i prodotti
del commercio equo sostiene di fatto i MOBILITY –
produttori nei Paesi d’origine delle merci www.mobility-online.org
e influenza il mercato, assumendo quel-
l’importante ruolo del quale purtroppo
Fast food
non sempre i consumatori sono piena-
mente consapevoli. A prescindere da quelle che possono es-
sere le ripercussioni del consumo di fast
food sulla salute umana, va detto qui che
www.transfair.org la diffusione in tutto il mondo di catene
www.altromercato.it che propongono questo tipo di alimen-
tazione conduce ad enormi problemi
di ordine ecologico e sociale. Nelle aree
Cooperative spontanee tropicali del pianeta, ad esempio in Costa
di viaggiatori Rica, negli ultimi 20 anni si è assistito alla
La maggior parte delle autovetture sono
omologate per il trasporto di cinque per-
sone, ma viaggiano con una sola persona
a bordo, il conducente, ma circa il 70%
dei lavoratori che raggiunge quotidiana-
mente il posto di lavoro con l’automobile
viaggia da solo. Costituendo dei gruppi
spontanei, ad esempio tra colleghi, si rie-
sce a ridimensionare di molto il traffico
soprattutto nelle ore di punta. Con tre
persone a bordo si risparmia un 60% dei
costi, ma già due persone portano un ri-
sparmio della metà. Val la pena calcolare,
quanto si riesca a risparmiare in un anno.
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

scomparsa di una metà delle superfici oc- conveniente. Le iniziative di boicottaggio


cupate dalla foresta tropicale: essa viene avviate in un primo momento nei Paesi
via via eliminata, ad esempio appiccando- destinatari di queste produzioni hanno
vi incendi, allo scopo di creare lo spazio lasciato lentamente lo spazio a considera-
per il pascolo dei bovini. Essi saranno poi zioni di diversa natura: le stesse lavoratrici
i fornitori di carne per le catene di fast del settore andrebbero infatti a risentire
food. Le perdite di questo tipo rappresen- di un’eventuale chiusura delle coltivazio-
tano una catastrofe non solo per l’intero ni, perché, pur con un salario da fame,
ecosistema, ma anche per l’economia dei riescono oggi a mantenere non di rado
146 Paesi tropicali. Senza la tenuta garantita intere famiglie. Le organizzazioni attive
dalle radici, il terreno viene dilavato dalle nella tutela dei diritti umani cercano inve-
fitte piogge e vanno anche perse le condi- ce di sensibilizzare l’opinione pubblica e il
zioni che permetterebbero coltivazioni al- consumatore. I produttori che decidano
ternative. Basta pensare che l’hamburger di modificare e migliorare le condizioni
di una qualsiasi catena di fast food, costa di lavoro possono ottenere oggi un par-
circa 6 m2 di foresta tropicale. I problemi ticolare marchio col quale essi dichiarano
che ne derivano sollecitano il nostro sen- al consumatore che le proprie produzioni
so di responsabilità; possiamo sintetizzarli florovivaistiche sono state ottenute nel
così: rispetto della dignità del lavoratore. In
- enormi difficoltà nella compagine socia- Germania, Austria e Svizzera sono mol-
le dei Paesi interessati ti i fiorai che offrono fiori con il marchio
- moria su ampia scala di specie animali “FLP”, mentre in Alto Adige si sta appena
- mutamenti irreversibili del clima. cominciando.

Fiori
www.flower-label-programm.org
I fiori recisi prodotti oltreoceano rap-
presentano per il mercato europeo una Il marchio rilasciato dal FLP - Flower La-
merce molto apprezzata, in quanto i costi bel Program - “Fiori di produzione equa
di produzione sono di molto inferiori a e solidale nel rispetto dell’ambiente”
quelli del prodotto locale. La convenienza
deriva però da condizioni di sfruttamen-
to del lavoro e dal trattamento inumano
della manodopera nelle grandi coltivazio-
ni in serra dell’America Centrale e del Sud.
Gli spregiudicati metodi di coltivazione lì
usuali coinvolgono soprattutto donne e
bambini che, tra la manodopera a buon
mercato dei cosiddetti Paesi in via di svi-
luppo, rappresentano la fetta ancora più
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

147

rappresenta un’iniziativa lanciata su scala aiuta a capire quando durante l’anno po-
mondiale dalle organizzazioni per i diritti tranno verificarsi dei momenti di difficol-
umani, dai sindacati e dalle associazioni di tà e quando invece il margine d’azione
categoria dei fioristi. sarà più ampio. Esso non serve soltanto
a controllare i flussi dei pagamenti, ma
Tra i criteri da rispettare per otte- anche ad orientarsi e formulare previsioni
nere il marchio sono previsti: realistiche circa le possibilità di realizzare
i propri obiettivi di bilancio. È consigliabi-
• libertà sindacale le partire con l’inizio del mese, dopo aver
• divieto di lavoro minorile e forzato fatto una verifica di cassa.
• rapporti di lavoro continuativi e alto
standard di prestazioni sociali
• tutela della salute e sicurezza del la- Prima di tutto va contato tutto
voro il denaro disponibile in casa e va control-
• uso responsabile delle risorse natu- lata la situazione del conto in banca. È poi
rali bene riflettere su tutte le fonti di reddito
• divieto di fitofarmaci pericolosi. sulle quali si può contare (entrate da la-
voro dipendente o autonomo, pensione,
sussidio di disoccupazione, ecc.). Anno-
tarsi poi tutte le spese fisse e variabili.
Libretto contabile Appartengono alle prime i costi di affit-
Tenere un libretto contabile non signifi- to, polizze assicurative, bollette di luce e
ca ancora avere risparmiato denaro, ma gas, contributi ad associazioni, spese per
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

148
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

generi alimentari, tempo libero, cultura e aggiungendoci eventualmente una foglia


istruzione, articoli per l’igiene e la pulizia. di alloro, generalmente repellente per i
Conviene annotarsi le spese almeno una parassiti. La migliore prevenzione consi-
volta alla settimana, conservando fino a ste però in un controllo periodico e una
quel momento tutte le ricevute e gli scon- conservazione non protratta per lungo
trini in una scatola o in un vecchio vaso tempo, soprattutto nei mesi più caldi.
della marmellata. Per mantenere lontane le tarme dai capi
in lana si consiglia ancora di arieggiare
Pianificazione annuale con regolarità l’armadio e di controllare
Per poter avviare una seria programma- di quando in quando. È bene anche lascia- 149
zione delle spese più impegnative o di re aperto ogni tanto l’armadio guarda-
una vacanza, è utile riuscire a stilare un roba, meglio ancora se possono entrarci
prospetto delle proprie previsioni econo- i raggi del sole: le tarme odiano infatti la
miche (entrate e uscite), magari ad inizio luce ultravioletta. Dell’olio di lavanda o
anno. Chi sarà riuscito a rimanere fedele dei sacchettini ripieni di questo fiore aiu-
per anni a queste registrazioni potrà an- tano inoltre a tenere lontane le tarme, se
che stimare meglio lo sviluppo delle pro- si ha l’accortezza di scuotere ogni tanto
prie finanze nel tempo e dunque riuscire, il contenuto dei sacchetti e di rinnovarli
con una migliore approssimazione, a pro- ogni anno. I capi in lana e l’abbigliamen-
grammare le proprie spese di una certa to invernale andrebbero custoditi tutta
entità. l’estate in appositi sacchi per abiti, ponen-
do in ognuno di essi anche un sacchetti-
no di lavanda. Se proprio qualche capo
Una tabella di calcolo per il proprio dovesse subire un attacco delle tarme, è
bilancio familiare è disponibile nella se- consigliabile appenderlo un po’ sul balco-
zione “downloads” del sito www.centro- ne quando la temperatura è sotto lo zero,
consumatori.it. oppure metterlo nel frigorifero o nel con-
gelatore.

Parassiti & Co.


I parassiti alimentari prediligono tutti gli
alimenti secchi, dai cereali ai legumi, dal-
la farina al pane grattugiato per giungere
fino alle foglie del tè. Una volta infestati,
gli alimenti non possono che essere gettati
con tutto il loro involucro, per essere sicu-
ri di eliminare anche le uova deposte nella
confezione. Per evitare ulteriori attac-
chi, sarebbe bene conservare gli alimenti
secchi in confezioni a chiusura ermetica,
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

I ragni invece possono dimostrarsi insetti


molto utili: in casa eliminano grandissime
quantità di acari, in giardino divorano gli Che fare in caso di danno o di
insetti che attaccano verdure, alberi da perdita del capo?
frutta e rose. Per tali ragioni andrebbero
possibilmente tollerati. Il capo danneggiato andrà inviato ad
una laboratorio di analisi specializzato,
che fornirà una perizia scritta. Verrà così
Puliture a secco
chiarita la responsabilità, e su tale base il
150 Già nella fase di acquisto degli abiti biso- consumatore potrà rivolgersi, a seconda
gnerebbe prestare attenzione alla possibi- del caso, al venditore del capo o al pu-
lità di trattare i capi anche senza il ricorso litintore chiedendo un risarcimento. Per
alla pulitura a secco. Tutti gli abiti devono l’analisi di un capo vengono richiesti 26
riportare un’etichetta di manutenzione, Euro, per un capo in pelle 52 Euro. L’im-
obbligatoria dal 1997, con tutte le indica- porto viene richiesto dal postino in con-
zioni utili al trattamento del capo. Esse si
trassegno alla consegna del pacco. Se la
rivelano particolarmente importanti an-
responsabilità del danno viene attribuita
che nel momento in cui si tratta di chiarire
alla pulitura, questa dovrà anche soste-
chi è responsabile di un difetto accertato
nere le spese di perizia.
dopo la pulitura.
L’indirizzo del laboratorio è disponibile
Abiti confezionati con l’ausilio di PVC, ad
presso la pulitura convenzionata o diret-
esempio un impermeabile, non dovreb-
tamente presso il Centro Tutela Consuma-
bero proprio essere acquistati: risulta im-
tori Utenti. Il capo può esservi inviato an-
possibile sia lavarli ad acqua, sia trattarli
che attraverso la pulitura convenzionata.
a secco in pulitura. Anche i capi in pelle
possono riservare brutte sorprese; da evi-
tare soprattutto gli inserti in pelle scura In caso di perdita si procede a regolare
applicati su un abito chiaro. il danno attraverso una tabella che tie-
ne conto del deprezzamento subito dal
In lavanderia capo nel tempo.
I capi composti da più pezzi (ad esempio
giacca con cappuccio, tailleur completo,
Seconda mano
ecc.) andrebbero consegnati insieme, così
da evitare sorprese al ritiro in merito a Quando si intende acquistare qualcosa,
perdite di colore o altre differenze inde- vale la pena di considerare la possibilità
siderate. Anche particolari elementi (ad di acquistare un bene usato. Se ne ottie-
esempio una macchia) vanno fatti subito ne non solo un risparmio economico, ma
presenti alla consegna, così da consentire anche un ridimensionamento del con-
un trattamento mirato e quindi un risul- sumo generale di risorse, un risparmio
tato migliore. dell’energia necessaria alla produzione e
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

una riduzione del trasporto e delle quan- le lavanderie: se la pulitura rispetta l’eti-
tità di rifiuti prodotti. Si offre al tempo chetta, la responsabilità di eventuali dan-
stesso un contributo allo sviluppo soste- ni rimane a carico del produttore (vedi
nibile. Un capo di abbigliamento usato alla voce „Puliture a secco“), e verso il
contiene infine meno sostanze nocive cliente ne risponde il venditore del capo.
rispetto ad un abito nuovo. Per quanto riguarda invece l’obbligo di
dichiarare in etichetta la composizione
delle fibre, è in vigore la disciplina pre-
www.centroconsumatori.it vista dal decreto legislativo n. 194 del
151
www.second–hand.it 22.5.1999, che in attuazione della diretti-
va UE 96/74/CE dispone tra l’altro che:
• i tessuti definiti “100% cotone” o con
Sostenibilità la dicitura “puro” cotone, seta, lino
Il concetto di sostenibilità mira ad uno ecc. la tolleranza di altre fibre è pari al
sviluppo della società, dello Stato e del 2% del peso del prodotto;
mercato improntato a criteri che a lun- • tale tolleranza di altre fibre viene este-
go termine assicurino il rispetto del- sa al 5% nel caso di fibre cardate;
l’ambiente, dei lavoratori e dei soggetti • la definizione “lana vergine” può ve-
deboli, senza minare le prospettive delle nire impiegata solo nel caso di fibre
generazioni future. Un contributo in tal di lana mai utilizzate in altri prodotti,
senso deve provenire da tutti gruppi so- quindi se non si tratta di lana riciclata;
ciali e da ogni soggetto singolo, che, nel • l’indicazione “100% pura lana” è am-
proprio ambito, può agire nell’interesse messa per i capi che contengono lana
generale. riciclata. Inoltre, in caso di altre fibre
miste, non è obbligatoria la dichiara-
zione dettagliata, se il contenuto rap-
Tessuti – l’etichettatura presenta “solo” e non oltre il 30% del
Il Ministero dell’Industria ha provvedu- peso del prodotto;
to con una circolare ad estendere anche • le indicazioni circa la composizione
all’ambito dei prodotti tessili le dispo- devono essere anche riportate sui ca-
sizioni di legge previste per le istruzio- taloghi di vendita e nei materiali pub-
ni d’uso di un gran numero di prodotti blicitari.
(legge n. 126 del 10.4.1991, D.M. n. 101
del 8.2.1997). L’organo di vigilanza com-
petente è la Camera di commercio, che
può irrogare sanzioni fino a 3.000 Euro.
Attraverso l’obbligo di etichettatura
si chiarisce anche il problema delle re-
sponsabilità per danni avvenuti presso
Economia domestica, abbigliamento, consumo critico

152
Viaggi

Viaggi
Autocaravan: diritti e doveri _____________________________________________________________________________________ pag. 154
Carta dei diritti del passeggero aereo ______________________________________________________________________ pag. 155
Mezzi di pagamento e viaggi internazionali ___________________________________________________________ pag. 156
Prenotazioni, disdette e relative penali in Italia ______________________________________________________ pag. 158
Risarcimento danni per “vacanza rovinata” ____________________________________________________________ pag. 160 153
Ritardi e perdita del bagaglio ____________________________________________________________________________________ pag. 160
Salute in viaggio _________________________________________________________________________________________________________ pag. 162
Seggiolini per bambini _______________________________________________________________________________________________ pag. 163
Sovraprenotazioni (overbooking) dei passaggi aerei_____________________________________________ pag. 166
Time sharing _______________________________________________________________________________________________________________ pag. 167
Viaggiare con rispetto _______________________________________________________________________________________________ pag. 169
Viaggi last-minute ______________________________________________________________________________________________________ pag. 170
Viaggi tutto compreso _______________________________________________________________________________________________ pag. 171
Viaggi

dalla sosta anche tutti gli altri veicoli con


Autocaravan: analoghe caratteristiche dimensionali e di
diritti e doveri massa e solo se legittimato da oggettive
Risulta di fondamentale importanza la di- situazioni d’intransitabilità.
stinzione tra “sosta” e “campeggio”, così Lo stesso vale per i parcheggi pubblici e
come delineata dal Codice della Strada e per le aree private aperte all’uso pubblico,
dal suo Regolamento. Ciascuna delle due dotati di sbarra orizzontale che impedisce
ipotesi viene disciplinata diversamente, l’accesso a veicoli con altezza superiore a
attribuendo al conducente dell’autocara- due metri. Le sbarre sono legittime solo
154 van diversi diritti e doveri. qualora all’interno dell’area ci sia un ef-
fettivo impedimento strumentale per la
Diritto di sosta sosta di veicoli di tali dimensioni e mai
Il camper appartiene alla categoria degli quando servano unicamente ad impedire
autoveicoli ed è soggetto alla stessa disci- il diritto di circolazione o di sosta dei sum-
plina prevista per gli altri veicoli. Il Codice menzionati mezzi.
della Strada statuisce che la sosta di un
autocaravan non costituisce campeggio, Diritto di campeggio
attendamento o simili quando ricorrono Si ha campeggio, attendamento o simili,
le seguenti condizioni: ogni qualvolta non si rientri nelle condi-
• non si deve trattare di zona per la quale zioni di sosta previste al paragrafo “Di-
è previsto il divieto di sosta per i veicoli ritto di sosta”. Ciò significa, ad esempio,
in genere (vedi capoverso seguente), che l’aver appoggiato uno scalino per
• il veicolo deve poggiare sul suolo con le terra, che permetta un più agevole acces-
sole ruote, so all’autocaravan, integra già un’ipotesi
• non deve emettere deflussi propri, sal- di campeggio e non di sosta. Considera-
vo quelli del propulsore meccanico, to che campeggiare esula dalla semplice
• non deve occupare comunque la sede circolazione dei veicoli, è prevista per gli
stradale in misura eccedente l’ingom- enti territoriali, proprietari delle strade, la
bro proprio dell’autoveicolo medesi-
mo.
Ne deriva che, qualora vengano rispetta-
te le summenzionate condizioni, è lecito
pernottare all’interno dell’autocaravan in
sosta.

Divieti di sosta e parcheggi pubblici e pri-


vati con sbarre orizzontali
Il divieto di sosta per soli autocaravan può
essere previsto dalle amministrazioni lo-
cali solo qualora il provvedimento escluda
Viaggi

facoltà di limitare tale possibilità ad aree Nel caso in cui venga proposto ricorso al
attrezzate adeguatamente allo scopo. Ed Prefetto, questi potrà dichiarare fonda-
infatti all’entrata di molti Comuni viene ta o meno la rilevazione dell’infrazione.
segnalato, con apposito cartello previsto Nel primo caso emetterà un’ordinanza-
dal Codice della Strada, il divieto di cam- ingiunzione che obbliga al pagamento
ping sul territorio dello stesso (ma non di della multa, nel secondo un’ordinanza
sosta come sopra precisato!). È del resto di archiviazione che chiude il caso. Con-
compito del conducente dell’autocaravan tro l’ordinanza-ingiunzione e contro
informarsi preventivamente sull’esistenza la cartella esattoriale si può comun-
e sulla dislocazione dei camping lungo la que ricorrere all’Autorità Giudiziaria. 155
tratta prescelta. Stesso discorso vale anche
per quanto riguarda gli impianti igienico-
sanitari per lo scarico dei residui organici Informarsi prima di comincia-
e delle acque chiare e nere raccolte negli re il viaggio sui camping e sulle strutture
impianti interni degli autocaravan. Pres- con impianti igienico-sanitari dislocati sul
so il Centro Europeo dei Consumatori di territorio – il Centro Europeo dei Con-
Bolzano è disponibile una guida dei pre- sumatori di Bolzano dispone di una lista
sidi ecologici in Italia, nei quali è possibile relativa all’Italia.
scaricare ecologicamente le acque reflue Non disperdere mai nell’ambiente i residui
dei veicoli, predisposta dall’Associazione organici e le acque, potabili e di scarico,
Nazionale Coordinamento Camperisti. raccolti negli impianti del camper. Oltre
Guide ai camping si trovano invece in tut- a costituire un’infrazione sanzionata con
te le maggiori librerie. una multa da 60 a 242 Euro, lo scarico
abusivo crea danni enormi all’ambiente e
In caso di contravvenzione stradale pericoli igienico-sanitari per la popolazio-
Il Codice della Strada prevede che contro ne residente.
l’irrogazione di una multa si possa ricor-
rere al Prefetto del luogo della commessa
violazione entro 60 giorni (dal momento Carta dei diritti del
in cui l’infrazione viene personalmente passeggero aereo
contestata da un agente o dalla notifica- La Carta dei diritti del passeggero riunisce
zione del verbale di rilevamento dell’in- tutte le disposizioni previste dalle legisla-
frazione). zioni nazionali, europea ed internazionale a
In alternativa, ma nel termine di 30 gior- tutela del passeggero di Compagnie aeree.
ni, è possibile adire direttamente l’Autori- Essa può essere visionata alla homepa-
tà Giudiziaria. Il ricorso va presentato su ge dell’ENAC (Ente Nazionale Aviazione
carta uso bollo nella cancelleria dell’au- Civile) e di lì anche scaricata in formato
torità competente ed il ricorrente potrà testo.
stare in giudizio anche senza il patrocinio Per informazioni riguardanti i diritti del
di un difensore. passeggero nel caso di voli provenienti da
Viaggi

altri Paesi europei è necessario rivolgersi Maestro) possono tranquillamente essere


ai relativi Uffici aeroportuali. utilizzate anche in molti altri Paesi sia per
effettuare prelevamenti di contante agli
sportelli bancomat, sia per il pagamen-
www.enac-italia.it to diretto negli esercizi convenzionati.

Con il 1° luglio 2002 sono stati armo-


Mezzi di pagamento e nizzati in tutti i Paesi dell’euro i costi
viaggi internazionali relativi ai pagamenti con tessere elet-
156 Denaro contante troniche (operazioni bancomat e POS),
Per quanto riguarda il cambio di denaro mentre all’esterno di tale area riman-
contante nelle valute dei Paesi UE non gono costi di entità variabile che la
appartenenti all’area dell’Euro (Gran Bre- propria banca addebiterà nell’estratto
tagna, Danimarca, Svezia) o in quelle di conto: a seconda dell’istituto di cre-
Paesi extracomunitari (tra questi anche dito si va da 2,58 a 5,16 Euro, ma esi-
la Svizzera), abbiamo sempre una situa- stono anche oneri su base variabile, ad
zione di continui aggiustamenti nei tassi esempio 1,5 Euro di commissione fissa
di cambio. È consigliabile prenotare in più lo 0,25% dell’importo prelevato.
tempo utile il contante nella valuta stra- Teoricamente si dovrebbe poter effettua-
niera e in misura non eccessiva, tenendo re anche il pagamento diretto attraver-
presente che in Paesi come quelli asiatici, so il sistema POS (point of sale) in tutti
africani e dell’America centrale e meridio- gli esercizi convenzionati, ma in realtà
nale esistono disposizioni valutarie che si segnalano sempre problemi nell’ef-
vietano l’esportazione della relativa valu- fettiva accettazione di questo mezzo di
ta. Premunirsi di troppo contante rispetto pagamento all’estero. Meglio dunque
a quello che ragionevolmente potrà servi- non affidarsi solamente a tale modalità.
re significa poi scontrarsi con la difficoltà Il pagamento diretto, di solito, risulta
di consegnare la rimanenza alla propria comunque più conveniente del preleva-
banca, che difficilmente accetterà con-
tanti in valute scarsamente scambiate, ad
eccezione dello yen giapponese. Maggiori
informazioni sulle disposizioni valutarie si
possono raccogliere in queste pagine.

www.viaggiaresicuri.mae.aci.it
www.bmaa.gv.at/

Bancomat POS
Le tessere bancomat appartenenti a cir-
cuiti internazionali (come EC, Cirrus,
Viaggi

mento del contante necessario presso credito nel circuito internazionale, in re-
lo sportello bancomat; alcuni istituti di lazione al crescente utilizzo ed anche alla
credito prevedono la gratuità del POS. sempre più diffusa accettazione di questo
Il limite mensile per pagamenti POS mezzo di pagamento. Talvolta la preno-
(1.500 Euro o più) è separato da quello di tazione in hotel o il noleggio di auto al-
prelievo, solitamente altrettanto elevato, l’estero diventa possibile solo con la carta
per cui può capitare che, senza accorger- di credito, che funge in tali casi anche da
sene, il conto corrente vada “in rosso”, cauzione.
con il conseguente addebito di interessi Il costo annuo varia a seconda del tipo di
salati e commissioni di massimo scoperto. carta richiesta e può andare da un mini- 157
È importante altresì informarsi sul tetto mo di 25 fino ad un massimo di 150 Euro.
massimo dei prelevamenti consentiti al- Per ogni operazione di prelievo effettuata
l’estero, poiché questo spesso è più ele- all’estero si paga una commissione nel-
vato che nel proprio Paese. Soprattutto l’ordine del 3-4% della somma prelevata,
in caso di furto della carta questo aspetto con la fissazione, in certi casi, di un impor-
potrebbe rivelare conseguenze piuttosto
to minimo di 5 Euro. Per i prelevamenti
spiacevoli.
conviene far uso della carta bancomat!
Esistono dei massimali giornalieri o setti-
manali, diversi da carta a carta. Solitamen-
• Confrontare bene i massimali
te non è addebitato alcun costo di utilizzo
giornalieri e mensili previsti per i pre-
della carta all’estero per i pagamenti diretti.
levamenti in Italia e all’estero riporta-
Alcune carte offrono inoltre dei servi-
ti sul proprio contratto di adesione al
zi gratuiti (come la prenotazione del
servizio bancomat: possono esservi
differenze anche notevoli. biglietto aereo o dell’hotel, assisten-
• Attenzione alle commissioni applicate za medica per emergenze, copertura
per ogni tipo di prelevamento ed ogni assicurativa). A seconda del tipo e del
pagamento POS; ci si può eventual- prestigio della carta (alcune vengono
mente accordare in anticipo con la pro- rilasciate solo al di sopra di determi-
pria banca . nati livelli di reddito) vengono previsti
• In caso di furto della tessera banco- inoltre servizi aggiuntivi di vario tipo.
mat è bene avere a portata di mano il
numero verde per tutta Italia da chia- Traveller’s Cheques
mare immediatamente per bloccare la I traveller’s cheques continuano ad essere
carta. All’estero vi sono numeri diversi un buon strumento di pagamento per chi
da Paese a Paese. Ci si può informare si reca all’estero. Essi sono generalmen-
presso la propria banca prima di recarsi te accettati ovunque. Qualche problema
in un altro Stato. si può avere in caso di cambio di questo
tipo di assegni presso banche di piccole
Carta di credito dimensioni.
Assai varia è anche l’offerta di carte di I traveller’s cheques vengono acquistati
Viaggi

presso la propria banca e vanno richiesti si decide di non effettuare il soggiorno, bi-
nella valuta del Paese nel quale ci si reca. sogna comunicare regolare disdetta, me-
Non sempre però ciò è possibile, per cui glio per iscritto (gli usi locali accertati dalle
si ricorre normalmente a valute accetta- Camere di commercio stabiliscono entro
te pressoché ovunque all’estero, quali ad quanto tempo si può dare disdetta senza
esempio l’euro o i dollari americani. dover pagare penali). L’albergatore può
Il cambio di questi assegni segue pratica- richiedere una penale anche se a riguardo
mente la stessa logica del cambio di valu- non è previsto alcun diritto ex lege, a par-
ta. L’assegno viene cambiato nella valuta te appunto quello eventualmente fissato
158 locale secondo il tasso di cambio in corso, da usi e consuetudini. Se mancano gli usi,
a cui va aggiunto un costo di commissione ci si può opporre affermando che la pena-
(in genere tra l’1 e il 2%). le non era stata chiaramente concordata
I traveller’s cheques sono una forma di al momento della prenotazione. Atten-
pagamento relativamente sicura in quan- zione però che l’albergatore ha comun-
to vengono obbligatoriamente sottoscrit- que diritto al risarcimento dei danni (vedi
ti dal titolare al momento dell’emissione oltre) effettivamente subiti, che deve co-
e al momento della riscossione. Se si viene munque dimostrare (es. non riesce più ad
derubati è possibile ottenere il rimborso assegnare la stanza a terzi oppure aveva
senza grosse difficoltà presso una qual- respinto altre prenotazioni).
siasi banca, ma solo dopo avere sporto
denuncia alla polizia. Occorre però asso- Stanza prenotata, con versamento di
lutamente aver rispettato le regole di si- caparra
curezza predisposte per questo tipo di pa- L’albergatore deve tenere la stanza a di-
gamento, che vengono in genere chiarite sposizione del cliente in genere fino alle
al momento della consegna degli assegni ore 10.00 del giorno successivo a quello
o specificate in un apposito foglietto in- preventivato per l’arrivo (con possibilità
formativo allegato agli assegni. di varianti locali). L’albergatore può trat-
tenere la caparra versata se il cliente non
arriva. Meglio concordare da subito che la
Prenotazioni, disdette e somma versata quale acconto costituisce
relative penali in Italia caparra per il caso di recesso, onde evitare
Hotel e pensioni che l’albergatore, avendone la possibilità,
Stanza prenotata, senza versamento vada a richiedere il prezzo pattuito per
di caparra l’intera durata del soggiorno o comunque
L’albergatore deve tenere la stanza a di- un importo a titolo di risarcimento.
sposizione del cliente fino alle ore 18.00
del giorno di arrivo (possibili varianti ri- Stanza prenotata telefonicamente
spetto all’orario di arrivo in relazione alle (senza prova di prenotazione scritta
consuetudini locali). Poi può essere asse- e senza versamento di acconto)
gnata ad altri, salvo diversa pattuizione. Se Anche in una simile eventualità il recesso
Viaggi

Prenotazioni in eccesso (over-


booking)
Può capitare che l’albergatore dia con-
ferma al cliente di una prenotazione an-
che quando già tutte le stanze risultano
occupate. In questo caso l’albergatore
inadempiente è tenuto a procurare una
sistemazione corrispondente a quella
prenotata, nello stesso o in un altro al-
bergo di pari categoria. Se il cliente non 159
accetta tale sistemazione può richiedere
il doppio della somma anticipata (Art.
1385 Codice Civile), rinunciando però a
qualsiasi altra richiesta di risarcimento.

Prenotare sempre per iscritto,


facendosi confermare – sempre per iscrit-
to – l’avvenuta prenotazione.
andrebbe sempre comunicato per tempo,
almeno a voce. Per penali e risarcimento Passaggi aerei
vedi quanto esposto sopra. Prenotazione
Il posto prenotato è garantito, in gene-
Occupazione di una stanza d’albergo re, fino a 30 minuti prima della partenza,
Se la camera non viene liberata entro le dopo di che la Compagnia può cancellare
ore 12.00 del giorno della partenza (in la prenotazione. Fa fede comunque il re-
molte località di villeggiatura si pretende golamento di trasporto di quest’ultima,
in genere già entro le ore 10.00), essa si vale a dire le condizioni generali di con-
intende confermata per un’ulteriore not- tratto, delle quali in genere il viaggiatore
te. non ha conoscenza.

Quale richiesta di danno può avanza-


re l’albergatore in caso di disdetta? Non presentandosi all’imbarco
La legge non prevede alcuna quantifi- del volo prenotato, si rischia di perdere
cazione al proposito; in genere si chiede il prezzo intero del biglietto (soprattutto
almeno il prezzo corrispondente ad un nel caso di biglietti scontati).
pernottamento. Consigliamo però di ri-
chiedere già al momento della prenota- Prenotazioni in eccesso (overbooking)
zione delle informazioni scritte relative Nel caso la Compagnia aerea abbia vendu-
alla penalità prevista in caso di disdetta. to due o più volte lo stesso posto, i malca-
Viaggi

pitati che rimangono a terra hanno diritto nata.


ai sensi del Regolamento UE n. 295/1991 L’articolo 5 della Direttiva sui viaggi “tut-
ad un risarcimento pari a 150 Euro per to compreso” (n. 90/314/CEE) impone
voli sino a 3.500 km e di 300 Euro per voli agli Stati membri l’obbligo di prevedere
oltre 3.500 km. all’atto del recepimento delle norme nel
proprio ordinamento ogni misura utile a
Viaggi organizzati consentire il risarcimento dei danni causati
Prenotazione – disdetta al consumatore da un inadempimento to-
All’atto della prenotazione di un viaggio tale o parziale del contratto di viaggio. Lo
160 “tutto compreso”, l’agenzia viaggi può stesso articolo prevede che gli Stati mem-
richiedere un anticipo che può giungere bri possano permettere una limitazione
fino al 25% del pacchetto turistico acqui- contrattuale del risarcimento previsto
stato. Se prima della partenza si decidesse in caso di danni immateriali, sempre che
di disdire il viaggio, è previsto il pagamen- tale limitazione non risulti inadeguata.
to di una penale (tanto maggiore quanto Si tratta di una previsione normativa che
più la comunicazione del recesso si trova a – interpretata per converso – apre fonda-
ridosso del giorno previsto per la parten- mentalmente al consumatore un diritto al
za) che può andare dal 10% al 100% del risarcimento per danni immateriali.
prezzo dell’intero pacchetto turistico. Questa interpretazione viene confortata
dal fatto che la corresponsione di un in-
dennizzo per vacanza rovinata trova una
Soprattutto in relazione a viaggi esplicita previsione normativa solo in al-
costosi è bene stipulare un’assicurazione cuni degli Stati membri, e che l’assenza
che copra il rischio di un eventuale re- di un tale diritto in altri Paesi dell’Unione
cesso: questa servirà a risarcire tutte le comporterebbe apprezzabili alterazioni
richieste di danni e penalità connesse alla delle condizioni di concorrenza, dal mo-
mancata partenza. mento che, secondo la Commissione Eu-
Se invece è l’agenzia viaggi che, senza ropea, i danni immateriali nel comparto
giustificato motivo, annulla il viaggio, il turistico si riscontrano in misura relativa-
consumatore avrà diritto a richiedere il mente frequente. Anche in relazione alla
doppio dell’anticipo già versato. normativa italiana sui viaggi “tutto com-
preso” si tratta di un’interpretazione pos-
sibile, visto che all’articolo 14 si parla solo
Risarcimento danni per genericamente di risarcimento danni.
“vacanza rovinata”
Ai sensi di una sentenza emessa dalla Cor-
te Europea di Giustizia il 12 marzo 2002 Ritardi e perdita
i turisti vittime di un inadempimento del del bagaglio
contratto di viaggio hanno diritto ad un Le indicazioni che seguono si riferiscono a
risarcimento per danni da vacanza rovi- rimborsi e risarcimenti legati al contratto
Viaggi

di trasporto di persone e cose singolar- l’acquisto del biglietto, fra passeggero e


mente considerato. Nel caso si tratti inve- Compagnia viene a stipularsi un regolare
ce di viaggi “tutto compreso”, le richieste contratto di trasporto ai sensi degli arti-
di rimborso ed i relativi risarcimenti ven- coli 1678 del Codice Civile e 940 del Codi-
gono disciplinati dall’apposita normativa ce della Navigazione).
(Decreto Legislativo n. 111/1995). La richiesta di risarcimento potrà riguar-
dare, ad esempio, la parziale restituzione
Viaggi in ferrovia dell’importo pagato per il biglietto. Inol-
Un rimborso per ritardi è previsto solo tre, la compagnia potrà essere chiamata
per i treni di lunga percorrenza, in parti- a rispondere dell’eventuale danno cagio- 161
colare per i treni “Eurostar”, con almeno nato al passeggero per via del ritardo. Se
25 minuti di ritardo alla partenza, per IC la compagnia tentasse di esonerarsi dalla
ed EC con almeno 30 minuti di ritardo alla responsabilità con clausole particolari,
partenza e per i treni IC Notte ed Espressi queste potranno essere comunque consi-
con almeno 60 minuti di ritardo, sempre derate vessatorie ai sensi degli artt. 1469
alla partenza. Il rimborso viene corrispo- bis e seguenti del Codice Civile.
sto in forma di buono sconto su un suc- In caso di overbooking, ossia di sovrapre-
cessivo viaggio e a una scadenza di sei notazione aerea (che si verifica quando,
mesi dalla data di emissione. nonostante il possesso di un regolare bi-
Nessun rimborso è previsto in caso di glietto, venga negato l’imbarco perché il
ritardi dovuti a cause di forza maggiore: posto è già occupato da un’altra persona),
scioperi, occupazione di binari da parte di l’Unione Europea ha imposto alle Com-
terzi, calamità naturali, ecc. pagnie aeree di prevedere un rimborso.
Per perdita o danneggiamento dei ba- (Si veda in questo manuale alla voce
gagli le Ferrovie rispondono soltanto “Sovraprenotazioni…dei viaggi aerei”).
nel caso in cui essi siano conseguenza di Per i rimborsi in caso di smarrimento o
sinistro imputabile alle stesse Ferrovie. danneggiamento del bagaglio esistono
Il danno conseguente alla perdita del ba- diverse norme di riferimento: per i voli
gaglio è coperto da assicurazione fino al nazionali si applica un indennizzo che può
controvalore di 516 Euro (ad esclusione di arrivare fino a 222,08 Euro per collo e
bagaglio a mano, portafogli, denaro con- vale solo per i bagagli registrati.
tante e carte di credito). I bagagli vanno Per i voli internazionali il limite di re-
depositati durante il viaggio negli appositi sponsabilità per il vettore è di 24 Euro
vani. per chilo di bagaglio registrato al check-
in (con il limite di franchigia di 20 kg) e
Viaggi aerei di 461 Euro per passeggero per il baga-
In caso di ritardo nella partenza o nell’ar- glio a mano (Convenzione di Varsavia
rivo del volo prenotato, la Compagnia del 1929). Nel caso in cui si portino con
aerea può essere citata in causa per par- sé oggetti di un certo valore, è consiglia-
ziale inadempimento contrattuale. (Con bile assicurare ad hoc il bagaglio registra-
Viaggi

to; cosa che è possibile su qualsiasi volo. Viaggi in autobus


In alternativa, al momento del check-in, Per i ritardi non si prevede alcuna forma
si può richiedere la “dichiarazione di va- di risarcimento. In caso di perdita del ba-
lore”, che permette di elevare in qualche gaglio la Compagnia è tenuta ad inden-
misura il limite di risarcimento illustrato. nizzare il viaggiatore qualora non riesca
a provare la sua estraneità nel causare il
Viaggi in nave danno.
Per eventuali ritardi non sono previsti
rimborsi.
162 Salute in viaggio
Per lo smarrimento dei bagagli vengono
applicate normative differenti a seconda Primo soccorso e/o trattamenti ur-
che si tratti di viaggi nazionali o di viaggi genti
internazionali. Nel caso dei collegamenti Chi si trova in viaggio in un Paese del-
interni il risarcimento massimo per i baga- l’Unione Europea per vacanza, studio o
gli registrati è di 6 Euro per chilo (se non esigenze professionali dovrebbe recare
assicurati); per quelli non registrati non con sé il modello E 111: questo certifica
che il possessore è coperto da un sistema
esiste invece alcuna previsione di risarci-
sanitario di uno dei Paesi membri e che
mento, a meno che non si riesca a provare
pertanto le prestazioni mediche d’urgen-
che la causa della perdita è imputabile alla
za in qualsiasi altro Paese sono assicurate.
Compagnia.
Analogo discorso vale anche per Pae-
Nei viaggi internazionali è previsto in-
si esterni all’Unione, con i quali l’Italia
vece un risarcimento massimo di 10.000
ha stipulato una convenzione per l’as-
franchi oro (pari a ca. 25.000 Euro), ma
sistenza sanitaria (l’elenco di tali Paesi è
anche in questo caso è necessario dimo-
disponibile presso l’Azienda Sanitaria del
strare che la perdita del bagaglio è dovuta
comune di residenza). È bene dunque
a colpa della compagnia (Convenzione di procurarsi questo modello e conservarlo
Bruxelles del 1967). per tutta la durata del viaggio. Per non
lasciare nulla al caso, sarebbe anche op-
portuno recarsi presso uno sportello del-
l’assistenza sanitaria del Paese ospitante e
richiedere un documento che attesti il di-
ritto alla prestazione medica nella forma
e nella lingua prevista nel relativo Paese.
Per trattamento sanitario d’urgen-
za si intendono tutti i servizi sanitari
e medici resi necessari dall’insorgen-
za improvvisa di uno stato morboso
o dalle conseguenze di un infortunio.
Nel caso venisse richiesta l’anticipazione
Viaggi

163

di spese per consentire le cure necessa- poi il rimborso appena rientrati in Italia.
rie, va preteso senz’altro il rilascio di una Esso verrà computato sulla base delle ta-
fattura o ricevuta da parte della struttura riffe praticate dal Paese che ha elargito la
coinvolta (ambulatorio,ospedale, farma- prestazione.
cia, distretto sanitario...), così da consen-
tire al rientro in Italia la richiesta di rim- Se il Paese di destinazione è extraco-
borso alla competente Azienda Sanitaria. munitario
Se il Paese di destinazione non appartiene
all’Unione Europea e non ha con l’Italia
Il rimborso verrà computato sul- alcun accordo bilaterale per l’assisten-
la base delle tariffe praticate dal Paese che za sanitaria (ad esempio gli stati Uniti),
ha elargito la prestazione! il modello E 111 non ha alcun valore e si
dovranno sostenere in proprio tutti i co-
Cure mediche d’urgenza in mancan- sti, solitamente per il personale medico e
za del modello E 111 per il soggiorno in ospedale, senza alcuna
Se all’estero si rendessero necessa- possibilità di rimborso in Italia. In tal caso
rie delle cure mediche d’urgenza e è bene valutare per tempo l’eventuale
non si fosse in possesso del model- sottoscrizione di una copertura assicura-
lo E 111, il Paese ospitante pretende- tiva adeguata.
rà il pagamento diretto degli oneri.
Anche in questo caso è indispensabile ri-
chiedere il rilascio di una fattura o ricevu- Seggiolini per bambini
ta comprovante il pagamento, chiedendo Gli incidenti automobilistici rappresenta-
Viaggi

no una delle cause più frequenti di deces- que solo per prodotti con la sigla 44/03.
so dei bambini. Essi rischiano la vita quan- Ai sensi del Codice della strada italiano
do viaggiano senza cintura o al di fuori tutti i passeggeri che non hanno ancora
degli appositi sistemi di ritenzione. raggiunto il dodicesimo anno di età o che
sono di statura inferiore ai 150 cm devo-
Fino all’età di dodici anni la legge
no viaggiare con un apposito sistema di
prescrive l’adozione di particolari seg-
ritenuta adatto al peso e alla statura del
giolini e di cuscini omologati, rispon-
passeggero. In questo senso le norme
denti a determinate classi di peso e
europee distinguono quattro gruppi di
164 corporatura dei piccoli.
seggiolini e cuscini di sicurezza, indicando
Si tratta di prodotti che devono rispon- per ognuno di questi anche il posiziona-
dere alla normativa italiana e a quella del- mento corretto all’interno della vettura:
l’Unione Europea, come segnala la pre-
senza del marchio europeo ECE R 44. Gruppo 0:
Quando si acquista uno di questi sistemi peso da 0 a 10 kg / età da 0 a 9 mesi
in negozio, si troverà un modello rispon-
dente alla normativa più recente, indicata Gruppo 0+:
dalla sigla 44/03, ma rivolgendosi al mer- peso fino a 13 kg. Questo tipo di seg-
cato dell’usato si possono trovare anche giolino offre al bambino, rispetto al
modelli omologati con le sigle ECE R 44 o tipo 0, una protezione maggiore nella
EC R 44/02. Da evitare invece l’acquisto e zona della testa e in quella delle gambe.
l’utilizzo di seggiolini ed altri sistemi sprov- Se il veicolo non disponge di airbag in
visti del marchio di omologazione. La ven- corrispondenza del posto del passeggero
dita di prodotti nuovi è permessa comun- anteriore o se questo può essere disat-
tivato, i seggiolini delle tipologie 0 e 0+
possono essere montati anteriormen-
te in senso contrario a quello di marcia.

Gruppo 1:
peso da 9 a 18 kg / età da 9 mesi a 4-
5 anni. Questi seggiolini vengono in-
stallati sui sedili posteriori in direzione
di marcia ed assicurati agli stessi per
mezzo delle normali cinture di sicu-
rezza (con tre punti di ancoraggio).

Gruppo 2:
peso da 15 a 25 kg / età da 4 a 6 anni.
Si tratta di particolari cuscini con brac-
cioli o di seggiolini che vengono instal-
Viaggi

lati sui sedili posteriori in direzione di dotato di sistemi di ritenuta, purché siano
marcia ed assicurati agli stessi per mez- accompagnati da almeno un passeggero
zo delle normali cinture di sicurezza. di età non inferiore ai 16 anni.
I minori di 12 anni, che superano i 150
Gruppo 3: cm di altezza, devono utilizzare le nor-
peso da 22 a 36 kg / età da 6 a 12 anni. mali cinture di sicurezza, in dotazione al
Cuscini senza braccioli appoggiati sul se- veicolo. Viceversa, per i bambini sopra i
dile posteriore per elevare il bambino fino 12 anni, che non raggiungono i 150 cm
ad un’altezza utile a consentire l’applica- di altezza, il seggiolino non è obbliga-
zione della normale cintura di sicurezza. 165
torio, anche se comunque consigliabile.
Infrangendo le regole qui evidenziate,
Gruppi 1, 2 e 3 si rischia una sanzione amministrativa
Solo nel caso non ci sia doppio airbag si da 68,25 a 275,10 Euro, oltre alla detra-
può utilizzare il sedile anteriore, nel senso zione di 5 punti dalla patente di guida.
di marcia. Secondo la normativa attua- Generalmente bisogna dire che va data
le i seggiolini di gruppo 1, 2, 3 in realtà priorità assoluta alla massima sicurezza
possono essere posizionati su qualsiasi del bambino. Indipendentemente da pre-
sedile dell’automobile, ma la presenza di scrizioni legali e sanzioni, va da sé che al-
airbag frontali, anche se non vietata dal- l’atto dell’acquisto si scelga un dispositivo
la legge in presenza di seggiolini di grup-
di sicurezza aggiornato all’ultimo stadio
pi diversi dallo 0 e 0+ (per i quali rimane
della tecnica, posizionandolo poi in modo
invece assolutamente vietata la presenza
ottimale nel veicolo.
di airbag frontali inseriti), può costituire
Il marchio di omolo-
un pericolo per il bambino e pertanto è
gazione in dettaglio:
opportuno posizionare altrove il seg-
• ECE R44/03:
giolino, tenendo conto anche del fatto
normativa di riferi-
che i sedili posteriori naturalmente sono
mento
i più protetti in caso di urto frontale.
• “Universal”: que-
sta scritta si riferisce
alla compatibilità
Anche la migliore delle protezio-
del seggiolino con
ni potrebbe non adattarsi a qualsiasi au-
tomobile. È quindi consigliabile provare qualsiasi automobile
il seggiolino nella propria auto prima di in commercio
acquistarlo! • -13 kg: categoria di peso del bambino
Vietato quindi mettere un bambino senza per il quale il sistema di ritenzione è
dispositivo di sicurezza sul sedile anterio- stato studiato
re, anche se in braccio a un adulto. • E2: marchio di omologazione interna-
Sotto i 3 anni i bambini possono stare se- zionale.
duti sui sedili posteriori di un veicolo non Il numero indica il Paese che ha rilascia-
Viaggi

to l’omologazione: A cosa ha diritto il viaggiatore?


1 Germania • Al rimborso senza penali del prezzo del
2 Francia biglietto per la parte del viaggio non
3 Italia effettuata o, a sua scelta, ad un volo al-
4 Paesi Bassi ternativo, quanto prima possibile, fino
5 Svezia alla destinazione finale, o ancora, ad un
volo alternativo fissato ad una data suc-
11 Gran Bretagna
cessiva richiesta dal viaggiatore stesso.
Se il passeggero sceglie un volo alter-
166 • 03.60.09: numero di omologazione.
nativo da effettuarsi prima possibile, e
Se inizia con “03”, il seggiolino è sta-
tale volo parte da un altro aeroporto, la
to omologato in base al nuovo regola- Compagnia aerea è obbligata a pagare
mento. lo spostamento verso tale aeroporto.
• Al pagamento immediato da parte del
vettore aereo di una compensazione
Sovraprenotazioni (over- pecuniaria minima pari a 150 Euro per
booking) dei passaggi aerei i voli sino a 3.500 km e a 300 Euro per
Capita purtroppo non di rado che lo stes- i voli oltre i 3.500 km. Tale indennità
so posto sull’aereo venga venduto a due forfetaria può essere ridotta del 50 %
passeggeri, con la conseguenza che, se qualora il passeggero abbia optato per
tutti i posti risultano occupati, qualcuno un volo alternativo per la destinazione
deve rimanere a terra. Un regolamento finale, da effettuarsi al più presto pos-
sibile e quando il ritardo all’orario di
comunitario (n. 295/91) prevede però
arrivo previsto non superi le 2 ore sui
che il viaggiatore svantaggiato possa esi-
collegamenti sino a 3.500 km e le 4 ore
gere che vengano rispettati determinati
sui collegamenti oltre i 3.500 km. In
diritti. ogni caso, tale indennità non può ec-
cedere il prezzo del biglietto necessario
Quando ci si avvale di questi diritti?
• Quando si tratta di un volo di linea in
partenza da un aeroporto situato sul
territorio dell'Unione europea,
• quando il viaggiatore è in possesso di
un biglietto valido sul quale è indicata
una prenotazione confermata per il
volo in causa,
• quando il viaggiatore si è presentato al
banco di accettazione per tale volo pri-
ma dell’ora limite di accettazione fissa-
ta dalla Compagnia aerea.
Viaggi

per raggiungere la destinazione finale.


• La Compagnia aerea deve inoltre rim-
Time sharing
borsare le seguenti spese: una comu- Time sharing significa propriamente una
nicazione telefonica o un messaggio a “suddivisione su base temporale”: si ac-
mezzo fax al luogo di destinazione, pa- quista infatti per una o più settimane
sti e spuntini nella misura adeguata al all’anno un diritto di abitazione in un ap-
periodo di attesa, sistemazione in ho- partamento di una località turistica, gene-
tel nel caso in cui il passeggero si trovi ralmente per lunghi periodi di tempo (30
bloccato per una o più notti. anni e più). Per evitare poi di trascorrere le
ferie sempre nello stesso posto e sempre 167
Risarcimento nello stesso periodo, ci si può rivolgere ad
Il passeggero che si vede negare l’imbarco apposite agenzie e circuiti che provvedo-
su un volo ha comunque il diritto di inten- no allo scambio degli appartamenti e dei
tare ogni ulteriore ricorso dinanzi alle giu- relativi periodi di fruizione.
risdizioni competenti in previsione di un Questo tipo di contratti viene spesso pro-
posto con aggressive tecniche di vendita,
più congruo risarcimento, a condizione
nell’ambito di manifestazioni a fini di ven-
che non abbia ceduto volontariamente la
dita organizzate ad hoc, spesso proprio in
sua prenotazione in cambio di una com-
località turistiche.
pensazione.
Come investimento il time sharing è sicu-
ramente sconsigliabile, perché connesso
Obbligo di informazione
a diversi costi che annualmente incidono
La Compagnia aerea ha l’obbligo di con-
sulla sua redditività: oneri di manuten-
segnare ai passeggeri ai quali è stato nega-
zione dell’immobile, costi di adesione
to l’imbarco un modulo che illustri i loro
al circuito di scambio, costi connessi ad
diritti. Inoltre il vettore aereo deve fissare ogni singolo servizio concordato. Inoltre
le regole per l’imbarco dei passeggeri in l’intero comparto delle multiproprietà
caso di volo sovraprenotato e metterle a è particolarmente esposto ai rischi di un
disposizione del pubblico presso le agen- fallimento. La propria quota rappresenta
zie e presso i suoi banchi di accettazione. un bene praticamente invendibile su un
mercato completamente saturo. Se inol-
Per i viaggi “tutto compreso” tre si dovesse addivenire a controversie di
Se l’imbarco negato avviene nell’ambito carattere legale, le relative spese – soprat-
di un viaggio “tutto compreso”, il vettore tutto all’estero – possono raggiungere ci-
aereo ha l’obbligo di compensare il tour fre esorbitanti.
operator con cui il passeggero ha stipu-
lato il contratto. In tal caso l’operatore è Recesso ed altri diritti:
tenuto a versare a sua volta le somme per- In Italia ci si avvale di un’apposita norma-
cepite a tale riguardo ai propri clienti che tiva che ha recepito la relativa direttiva
hanno subito questo disguido. UE. Essa prevede che:
Viaggi

• il contratto deve essere sempre redatto eventualità il venditore non avrà diritto
per iscritto, a pena di nullità, e nella lin- ad alcun indennizzo o rimborso;
gua dello Stato membro in cui risiede • il venditore non può richiedere alcun
l’acquirente oppure in un’altra lingua a anticipo prima che siano trascorsi dieci
sua scelta; giorni dalla sottoscrizione del contrat-
• deve essere previsto un recesso incon- to! È illegale in tale lasso di tempo ri-
dizionato da esprimere entro 10 giorni chiedere pagamenti a qualsiasi titolo.
dalla sottoscrizione del relativo con- Dal momento che tutti i Paesi dell’Unione
tratto (con lettera raccomandata A.R.); Europea hanno recepito questa direttiva
168
• il venditore potrà chiedere il rimborso nel proprio ordinamento, il consumato-
delle spese sostenute per la conclusio- re ha la garanzia che in tutta Europa sia
ne del contratto solo e nella misura in ormai sicura una tutela dei suoi interessi,
cui queste erano indicate nel contratto con la previsione in tutti gli Stati di un di-
e sono supportate da adeguata docu- ritto di recesso di almeno dieci giorni. Di
mentazione; regola si applica tuttavia il diritto del Pae-
• qualora il contratto non riporti ele- se nel quale è presente l’immobile o nel
menti importanti o previsti dalla nor- quale venne stipulato il contratto, e... al di
mativa, come il riferimento al diritto fuori dell’Europa non si applica la norma-
di recesso e l’indicazione esatta delle tiva ora citata!
generalità e del recapito del venditore,
esso viene assoggettato dalla legge ad
una più estesa facoltà di recesso da par- • Evitare assolutamente di far-
te dell’acquirente, che avrà tre mesi per si convincere a sottoscrivere qualcosa
attivarsi in tal senso per iscritto. In tale senza avere la possibilità di rifletterci
Viaggi

sopra con calma! È meglio richiedere


comunque il parere di un esperto indi- Possibilmente è bene anche gesti-
pendente. re in proprio il momento del cambio
• Non concedere alcun pagamento in ac- degli asciugamani e della bianche-
conto – e in nessuna forma! ria d’albergo, chiedendo di lavare
• Evitare di sottoscrivere ulteriori moduli solo ciò che è veramente necessario.
contrattuali, spesso legati a contratti di È bene inoltre chiedersi se la di-
finanziamento che si rivelano di vera e sponibilità di bevande refrigerate
propria usura, senza alcuna possibilità sempre ed ovunque sia realmente
di uscita! una primaria necessità del turista. 169
Quando si dispone di un impian-
to di aria condizionata è spesso suf-
Viaggiare con rispetto ficiente impostarlo ad un livello di
Anche nel settore dei viaggi acquista sem- funzionamento minimo, tenendo
pre più importanza il tema della sosteni- presente l’opportunità di chiudere
bilità, intesa sia come opportunità di uno bene porte e finestre per consentir-
sviluppo sostenibile nei Paesi meta del ne un funzionamento ottimale. Nor-
turismo internazionale, sia come criterio malmente di notte si può spegnere
al quale informare tutte le fasi che com- completamente il condizionamento.
pongono l’organizzazione delle proprie Spesso manca anche nelle località
vacanze, dai preparativi allo svolgimento turistiche più “gettonate” un serio
vero e proprio. Il turismo continua ad ac- programma di riduzione e valorizza-
crescere il proprio ruolo in tutto il mondo, zione dei rifiuti. Il turista informato
può però evitare ogni sorta di imbal-
rappresentando anche per molti Paesi che
laggi acquistando gli alimenti al mer-
si trovano sulla via dello sviluppo un im-
cato e riportando a casa propria sac-
portante fattore di crescita. Se i viaggiatori
chetti di nylon e bottiglie di plastica.
e chi li ospita vengono in contatto, viene
Anche le autovetture a noleggio non
a crearsi anche l’occasione di un arricchi-
sono sempre indispensabili: spesso,
mento reciproco e di nuove esperienze
informandosi bene sul posto, si riesce
– in Europa come nel resto del mondo.
ad organizzare gli spostamenti anche
Dal momento che soprattutto i Paesi in
con i mezzi pubblici o con interessanti
via di sviluppo sono perseguitati da una
alternative (autobus, taxi collettivi, bi-
carenza di energia e di acqua, il turista re-
ciclette).
sponsabile dovrebbe tenerne conto anche
nel corso del proprio periodo di vacanza.
Ciò significa ad esempio che si dovrebbe
evitare di farsi la doccia più volte al gior- www.eco-tour.org banca dati multi-
no sprecando abbondantemente acqua, lingue che permette ai navigatori di otte-
anche se l’hotel non lesina nulla ai propri nere non solo informazioni utili su come
ospiti. si possa viaggiare in modo ecologico e
Viaggi

sostenibile, ma anche moltissime propo- ranzie per quanto riguarda contratti di


ste di viaggio, strutture ricettive ed aree viaggio, assicurazioni ed acquisti onli-
turistiche che rispettano appieno i criteri ne.
ecologici e sociali richiesti. • Considerando la data della partenza, si
www.respect.at respect - Institut für In- può valutare se ci si trovi effettivamen-
tegrativen Tourismus und Entwicklung te in presenza di un’offerta last minute;
Diefenbachgasse 36/3, 1150 Wien se la partenza è prevista a distanza di un
www.aitr.it Associazione Italiana Turismo mese, non si sta comprando un viaggio
Responsabile dell’ultimo minuto e questo può voler
170 www.akte.ch Arbeitskreis Tourismus und dire che più la data di partenza del pac-
Entwicklung chetto si avvicina, più il prezzo potreb-
be ulteriormente abbassarsi.
• Spesso un’offerta superstracciata na-
Viaggi last-minute sconde il soggiorno in hotel di bassa
Le offerte di viaggi last-minute attira- categoria. Anche in questo caso è bene
no il consumatore con sconti che van- informarsi per non arrivare imprepara-
no dal 10 al 50%, per giungere talvolta ti alla meta turistica o in ogni caso con
a ribassi del 75%. Si tratta di pacchetti aspettative superiori a quello che l’of-
turistici, ma spesso anche solo di voli o ferta può realmente garantire.
soggiorni rimasti invenduti a pochi gior- • Si dovrebbe acquistare un viaggio last-
ni dalla data di partenza. Per tali ragioni minute solo quando si è assolutamen-
l’offerta propone quotazioni stracciate, te sicuri di partire. Proprio perché il
anche senza pregiudicare il livello qua-
litativo e l’ampiezza dei servizi offerti.

• Proprio perché si tratta di


viaggi dell’ultimo minuto, con la deci-
sione di partire presa quasi sempre in
gran fretta, c’è il rischio che non si ap-
profondiscano alcune informazioni sul
pacchetto di viaggio.
• Evitare di farsi prendere dall’ansia del
buon affare e dedicare il tempo neces-
sario alla verifica di cosa l’offerta real-
mente comprende.
• Anche per i viaggi last minute conviene
assolutamente fare un confronto dei
prezzi.
• Affidarsi a operatori e rivenditori co-
nosciuti e che in particolare diano ga-
Viaggi

pacchetto last minute viene venduto a • data del viaggio, destinazione, itinera-
ridosso della data di partenza, le pena- rio esatto
li per un eventuale annullamento del • prezzo e modalità di un’eventuale sua
viaggio sono particolarmente elevate. revisione, precise indicazioni sui costi
di trasporto, su tasse, cambi di valuta e
calcolo delle voci di costo
www.lastminutetour.com • ammontare dell'acconto che può ar-
www.cisalpina.it rivare al massimo al 25% del prezzo e
www.welcomeonline.it indicazioni sul saldo del debito residuo
• indicazioni sulla copertura assicurativa 171
www.lets.it
www.cts.it e su altre prestazioni assicurative con-
venute
• informazioni precise sull'alloggio (ubi-
Viaggi tutto compreso cazione, categoria, comfort, vitto ecc.)
• informazioni su modalità del viaggio,
La normativa europea e le relative norme
escursioni, visite e presenza di accom-
di recepimento nell’ordinamento nazio-
pagnatori e guide turistiche
nale (vedi codice del consumo) regolano
• ultima data di possibile recesso dell'or-
giuridicamente il settore dei viaggi tut-
ganizzatore in caso non venga raggiun-
to compreso, detti anche a pacchetto.
to il numero minimo di partecipanti (al
massimo 20 giorni prima della parten-
Ai sensi del disposto legislativo per
za)
viaggio “tutto compreso” si intende la
• spese a carico del consumatore in caso
combinazione stabilita a priori di al-
di cessione del contratto a terzi (fino a
meno due delle seguenti prestazioni:
4 giorni lavorativi prima della data di
• trasporto
partenza)
• alloggio
• termini di presentazione di eventuali
• altri servizi turistici (per esempio
reclami
macchina a noleggio, escursioni sul
• eventuali accordi specifici tra consu-
posto).
matore e organizzatore del viaggio
Altri presupposti sono:
• termine entro il quale il consumatore,
• un prezzo globale e
in caso di modifiche del viaggio "tutto
• una durata di almeno 24 ore.
compreso", dovrà comunicare l’even-
Queste regole valgono quindi, ad esem- tuale recesso.
pio, per un soggiorno in un club, ma non
per il solo acquisto di un biglietto d'ae- Quali informazioni sono inoltre indi-
reo. spensabili?
Il turista ha diritto ad ottenere una copia Prima di sottoscrivere il contratto:
del contratto sottoscritto, con l’indicazio- • disposizioni e scadenze per visti e pas-
ne dei seguenti elementi: saporti
Viaggi

• disposizioni sanitarie (vaccinazioni ob- Quali sicurezze si hanno in caso di fal-


bligatorie, ecc.) limento dell’organizzatore?
Prima della partenza: Nel 1999 è stato istituito un fondo di
• orari e luoghi di fermate, scali e coinci- garanzia che, in caso di fallimento o di
denze insolvenza dell’operatore italiano, cor-
• esaurienti indicazioni sul tipo di siste- risponde al viaggiatore un risarcimento
mazione durante il viaggio pari all’intero pacchetto acquistato se il
• generalità dei rappresentanti dell’or- viaggio non è ancora iniziato, o organizza
ganizzazione e dell’agenzia di viaggio il rientro nel luogo di residenza del viag-
172 giatore, senza alcun costo accessorio, nel
sul luogo di destinazione
• indicazioni sulla possibilità di stipulare caso in cui il viaggio sia già stato avviato.
assicurazioni relative al viaggio. Ci si può avvalere di tale fondo di garan-
Anche le indicazioni contenute nel pro- zia unicamente per viaggi a pacchetto
spetto di viaggio devono essere esau- acquistati in un’agenzia ubicata in terri-
rienti e impegnano l’organizzatore anche torio italiano.
sotto il profilo della loro eventuale ingan-
Cosa fare per presentare reclamo?
nevolezza.
Se nel luogo prescelto per la vacanza la
situazione fosse diversa rispetto a quella
È possibile che il prezzo pattuito per
promessa dal catalogo, si dovrà reclama-
il viaggio già prenotato possa essere
re subito, senza esitazioni. Solamente in
modificato?
questo modo l’organizzatore potrà, even-
Il prezzo concordato nel contratto di
tualmente, provvedere a risolvere in loco
viaggio non può essere modificato, a
il problema. Nel caso in cui alle mancanze
meno che nel frattempo non siano cam-
e/o difformità lamentate non venga po-
biati i costi di trasporto, le tasse o i tas- sto rimedio entro un periodo ragionevole,
si di cambio. La revisione di prezzo non gli stessi turisti potranno correre ai ripari
deve superare il 10%, altrimenti il con- e addebitare gli eventuali costi aggiuntivi
sumatore può recedere dal contratto. all’organizzatore del viaggio.
In nessun caso il prezzo può aumentare Qualora le prestazioni erogate differisse-
dopo il ventesimo giorno antecedente la ro in misura rilevante da quanto stabilito
data della partenza, nemmeno per i mo- nel contratto di viaggio, in modo da ren-
tivi prima elencati. dere il soggiorno completamente privo di
valore per il viaggiatore, questi potrà in-
Chi risponde in ultima istanza in caso terrompere la sua permanenza e chiedere
di inadempimento del contratto? la restituzione di quanto pagato. L’orga-
La responsabilità in caso di inadempi- nizzatore potrà trattenere soltanto i costi
mento rimane in capo sia all’organizza- dei servizi realmente goduti. Ma anche
tore del viaggio, sia all’agenzia di viaggio, in questo caso vale la regola: i disservizi
per quanto di relativa competenza. dovranno essere stati segnalati ed agli
Viaggi

stessi non deve essere stato offerto alcun


apprezzabile rimedio (attenzione sempre
alle prove!).
Una volta rientrato al proprio domicilio,
il consumatore dovrà inoltrare reclamo
scritto (raccomandata con avviso di rice-
vimento) entro dieci giorni lavorativi dal
giorno del rientro (allegando una lista
dettagliata delle difformità incontrate).
Se l’organizzatore respingesse le richieste 173
avanzate od offrisse un indennizzo insuf-
ficiente, i danneggiati potranno rivolgersi
ad un legale o al Centro Tutela Consuma-
tori e Utenti per valutare i passi da intra-
prendere.

Attenzione ai termini di prescri-


zione dell’azione legale: è di un anno dalla
conclusione del viaggio.
Viaggi

174
Ambiente e salute

Ambiente e salute
Animali esotici ____________________________________________________________________________________________________________ pag. 176
Barattoli dei prodotti alimentari: da svuotare appena aperti _______________________________ pag. 177
Batterie da restituire quando sono esaurite ___________________________________________________________ pag. 177
Carta ecologica ___________________________________________________________________________________________________________ pag. 178
Compostaggio ____________________________________________________________________________________________________________ pag. 179 175
Consumi delle autovetture _______________________________________________________________________________________ pag. 179
Cosmetici ____________________________________________________________________________________________________________________ pag. 180
Detersivi all’attacco ___________________________________________________________________________________________________ pag. 181
Diritti degli animali ____________________________________________________________________________________________________ pag. 182
Diritti degli animali sull’esempio di cani e gatti______________________________________________________ pag. 182
Elettrosmog ________________________________________________________________________________________________________________ pag. 185
Evitare i rifiuti _____________________________________________________________________________________________________________ pag. 187
Frutta e verdura __________________________________________________________________________________________________________ pag. 187
Guida alle riparazioni_________________________________________________________________________________________________ pag. 188
Legno tropicale___________________________________________________________________________________________________________ pag. 188
Materassi _____________________________________________________________________________________________________________________ pag. 189
Medicinali ___________________________________________________________________________________________________________________ pag. 190
Muffa sugli alimenti ___________________________________________________________________________________________________ pag. 191
Piante che ci difendono da ospiti indesiderati ________________________________________________________ pag. 192
Prato seminaturale _____________________________________________________________________________________________________ pag. 192
Punture di insetti________________________________________________________________________________________________________ pag. 193
Riscaldamento a legna _______________________________________________________________________________________________ pag. 193
Risparmiare acqua ______________________________________________________________________________________________________ pag. 194
Rumore________________________________________________________________________________________________________________________ pag. 195
Scuola e relativi materiali __________________________________________________________________________________________ pag. 196
Slitte in legno ______________________________________________________________________________________________________________ pag. 197
Sperimentazioni animali____________________________________________________________________________________________ pag. 197
Spese dentistiche _______________________________________________________________________________________________________ pag. 198
Stile di guida _______________________________________________________________________________________________________________ pag. 201
Taglieri di legno in cucina _________________________________________________________________________________________ pag. 201
Utilizzo dell’acqua piovana ________________________________________________________________________________________ pag. 202
Ambiente e salute

Animali esotici
Nei negozi di animali si possono acquista-
re numerosi animali esotici – dal furetto
al cincillà, dal pappagallo testa di prugna
a quello Ara, e molti animali rari. Questi
animali vengono offerti come animali do-
mestici, ma chi ama veramente gli animali
non si lasci trarre in inganno. Infatti:
176 • i pappagalli sono uccelli dallo spicca-
to senso di socialità e con una lun-
ga aspettativa di vita. Essi non sono
adatti per vivere in una casa privata,
perché in una simile situazione fini-
• Uccelli di bosco ed altri animali esoti-
scono con l’essere tenuti in condi-
ci strappati al loro habitat naturale
zioni non idonee alle loro esigenze.
risultano del tutto inadatti alla vita in
cattività. Inoltre con questo tipo di at-
• Se già tra il criceto dorato e il coniglio
teggiamento si accelera ulteriormente
non corre buon sangue quando si trat-
il processo, già in atto, dell’estinzione
ta di dividere uno spazio in comune,
di molte specie. Acquistando uno di
la cosa diventa alquanto problematica
questi animali si finisce con l’essere
quando la convivenza forzata riguarda
corresponsabili di questo squallido
animali come il furetto o il cincillà e
commercio e dei maltrattamenti che
molti altri piccoli mammiferi. In un’abi-
tazione non è possibile tenere questi essi subiscono.
animali nel rispetto delle caratteristi- • La maggioranza dei rettili come serpen-
che della loro specie; in tutta sincerità, ti, coccodrilli e sauri non si presta par-
si tratta di un maltrattamento vero e ticolarmente ad una vita in cattività tra
proprio per gli animali. le mura domestiche. Inoltre per allevar-
li in maniera adeguata sono necessarie
conoscenze specifiche molto profon-
de. Lo stesso discorso vale anche per le
giovani tartarughine d’acqua vendute
spesso in dimensioni non più grandi di
una moneta da due Euro. Una volta cre-
sciute assumono le dimensioni di una
scodella e non potrebbero mai essere
tenute adeguatamente in un terrario
domestico o addirittura sul balcone. Del
resto non vanno tenute assolutamente
neppure nello stagno in giardino.
Ambiente e salute

toli “open-top” o “ad apertura facile”, co-


Barattoli dei
stituiti da materiali innocui. Si riconosco-
prodotti alimentari:
no dal coperchio leggermente sporgente.
da svuotare appena aperti
I barattoli in latta bianca rappresen- Prima di smaltire i barattoli (nell’apposi-
tano ormai un imballaggio consueto to container per la raccolta differenziata)
per molti generi di prodotti e sarebbe non serve risciacquarli, perché i residui
impensabile non trovarli sugli scaffali verranno eliminati in modo molto natu-
dei negozi. La loro struttura è costitui- rale. Così si può anche risparmiare un po’
ta da una sottile banda stagnata, per- d’acqua. 177
lopiù laccata. Proprio questo strato di
lacca serve ad impedire che dei residui Lattine in alluminio per bevande:
di stagno possano finire negli alimenti. producono molto più che solo rifiuti. La
Dopo l’apertura prende però avvio inevi- bauxite, materia prima per la loro pro-
tabilmente un processo di corrosione che duzione, viene ricavata dalle miniere a
porterà ad un distacco del rivestimento. cielo aperto di zone come la foresta tro-
Una forte azione in tal senso è esercita- picale del Brasile. Non solo piante ed
ta dalla polpa di pomodoro, dai fagioli, animali devono lasciar spazio alle ruspe
dagli asparagi e da diversi tipi di frutta. nell’area del Grande Carajas, anche gli
Per tale ragione conviene dunque trava- Indios della zona devono ridimensiona-
sare sempre il prodotto che non venga re progressivamente il proprio territorio.
immediatamente consumato in un altro Ma non solo: la produzione di lattine pro-
contenitore. voca gas pericolosi e inquina l’atmosfera,
Al momento dell’acquisto è meglio inve- mentre il terreno viene inquinato per lo
ce evitare i barattoli saldati, riconoscibili scarico di velenosi metalli pesanti. La stes-
dal punto di saldatura presente al centro. sa operazione del riciclaggio produce a
Una miriade di barattoli di produzione sua volta gas tossici. E sia nella produzio-
germanica sono invece i cosiddetti barat- ne che nel riciclaggio si impiega una gran-
de quantità di energia. Per un raffronto:
la bottiglia a rendere può essere utilizzata
da 50 a 60 volte.
Il consumatore può decidere cosa vuole:
basta prendere le proprie decisioni di ac-
quisto in modo oculato!

Batterie da restituire
quando sono esaurite
Già dall’ottobre del 1998 i commercian-
ti e le amministrazioni comunali sono
Ambiente e salute

obbligati ad accettare gratuitamente la Le ripercussioni sull’ecosistema hanno


restituzione di batterie ed accumulatori assunto le dimensioni di una catastrofe
esauriti. Dei test campione effettuati da (basti pensare alle Filippine). Al fine di
varie associazioni dei consumatori hanno preservare le riserve di questa materia
però evidenziato come i consumatori non prima da un lato, e per poter dare un
siano informati a sufficienza del proprio impiego sensato alle enormi quantità di-
diritto e dell’obbligo alla restituzione. sponibili di carta da macero dall’altro, la
carta vergine viene sostituita se possibile
Fondamentalmente occorre sapere da quella riciclata (= reimmessa in circolo
178 che le batterie non vanno buttate nei dopo un processo di valorizzazione). Ne-
rifiuti domestici! gli ultimi anni si è riusciti ad ottimizzare la
Tutte le batterie e gli accumulatori non produzione di carta riciclata, anche se non
più utilizzabili vanno riportati al ne- tutto ciò che porta questo nome e viene
goziante o consegnati ad un centro di venduto come tale è ecologico al 100%.
raccolta gestito dal Comune.

I commercianti a loro volta sono tenuti ad La carta nuova “sbiancata al cloro”


viene ottenuta usando legno vergi-
accettare gratuitamente la restituzione di
ne ed ingenti quantitativi di acqua ed
questi prodotti, anche se non viene acqui-
energia; il processo di sbiancamento
stata una nuova batteria. Va detto però
produce un forte inquinamento del-
che essi sono tenuti ad accettare solo il
le acque, dal momento che vi vengono
tipo di batterie che essi effettivamente
scaricati massicci quantitativi di cloro.
vendono. Anche la batteria dell’auto-
La carta nuova “sbiancata senza cloro”
mobile può essere restituita senza alcun
presenta lo stesso consumo di acqua ed
onere, ma in caso di nuovo acquisto senza
energia necessario alla produzione della
la contestuale restituzione della vecchia
carta sbiancata con il cloro, ma con la dif-
batteria il commerciante sarà tenuto ad ferenza che il processo di sbiancamento
addebitare una cauzione pari a 7,50 Euro, avviene con preparati a base di ossigeno e
che verrà restituita al cliente solo nel mo- dunque non si inquina l’acqua con i rifiuti
mento in cui egli riporterà in negozio la di cloro. Questo tipo di carta è comunque
batteria scarica. consigliabile solo nei casi in cui sia proprio
impossibile utilizzare carte ricavate da fi-
bre riciclate (ad esempio nella stampa fo-
Carta ecologica
tografica).
Il legno, materia prima per la fabbricazio- I quaderni di scuola dovrebbero invece
ne della carta, non è disponibile illimita- essere in vera carta riciclata, perché usan-
tamente. Per motivi di prezzo l’industria do solo carta sbiancata senza cloro non si
cartaria è passata all’importazione di le- rende all’ambiente un gran servizio!
gname da Paesi a basso costo salariale,
dove non esiste un programma selettivo Carta riciclata (100% fibre di recupero)
di taglio e soprattutto di riforestazione. La materia prima non è il legno (cellulo-
Ambiente e salute

sa), ma la carta da macero ottenuta con la osservino alcune regole.


raccolta differenziata. Migliore è il conferi- Lo strato di base deve sempre essere co-
mento alla raccolta differenziata e più ele- stituito da rami e sterpaglia secchi, la co-
vata sarà la qualità delle fibre di recupero. siddetta struttura. Quindi vanno aggiunti
Una raccolta non proprio ordinata rende i materiali di rifiuto freschi, da ricoprire
necessario uno sbiancamento (“deinking”) con un leggero strato di terra sulla qua-
ottenuto con l’ausilio di composti chimici le verranno appoggiati ancora un po’ di
(senza cloro) per giungere ad una tonalità sterpi. Andranno poi aggiunti altri strati
sufficientemente chiara. con lo stesso criterio, fino a raggiunge-
La carta riciclata “originale” viene ottenu- re un’altezza di circa un metro. A que- 179
ta al 100% da fibre di recupero e non su- sto punto il cumulo andrà ricoperto con
bisce alcun processo né di decolorazione l’apposito telo, impermeabile all’acqua
(deinking) né di sbiancamento. Il mode- piovana. Ogni quattro settimane si do-
sto consumo di materie prime, di energia, vrà provvedere a rivoltare bene tutta la
di acqua e di prodotti chimici fa di que- massa che costituisce il cumulo o che è
sto prodotto l’alternativa certamente più contenuta nell’apposito composter. Così
ecologica. il processo di compostaggio viene acce-
lerato, e al tempo stesso si tengono alla
larga i roditori. Il tutto va mantenuto umi-
do, ma non bagnato. Dopo circa sei mesi
Riferimenti normativi: si provvederà infine a ottenere il terriccio
Gli utilizzatori pubblici (Stato, Comuni, setacciando il tutto, e avendo anche l’ac-
Amministrazioni pubbliche) sono tenuti cortezza di conservare i resti per utilizzarli
ad impiegare prodotti in carta riciclata ai in un nuovo processo di compostaggio.
sensi della legge n. 283 del 05.06.1985.

Consumi delle autovetture


Compostaggio A causa degli elevati costi del carburante,
Il terriccio ottenuto con il compost di uniti al progressivo esaurirsi delle risorse
produzione propria riceve sempre i pun- petrolifere ed alla necessità di contenere
teggi migliori nei test comparativi sulla l’inquinamento e soprattutto le emissio-
qualità del terreno. Chi possiede un pezzo ni di anidride carbonica (CO2), diviene
di giardino potrebbe dunque dedicarsi al sempre più importante, soprattutto al
compostaggio in proprio dei rifiuti orga- momento dell’acquisto di un’autovet-
nici della cucina e del giardino stesso. Pre- tura, confrontare le caratteristiche di
parato in uno degli appositi contenitori consumo dei diversi veicoli presenti sul
o ottenuto raccogliendo semplicemente mercato. Le indicazioni fornite dalle case
i rifiuti in forma di cumulo, il compost automobilistiche ai sensi delle norme
riesce sempre senza creare cattivi odori DIN (consumi alla velocità media di 90 e
e senza attirare roditori – a patto che si di 120 km/h nonché nel traffico urbano)
Ambiente e salute

offrono valori di riferimento attendibili. ad attirare i favori della clientela. Non im-
Anche l’aspetto dell’aerodinamica della porta se poi il reale contenuto è minimo
vettura (il valore Cw) dovrebbe interessa- rispetto alle dimensioni della confezione:
re, in quanto più piccolo risulta tale valo- per questo si parla anche di confezioni
re, tanto più contenuti sono i consumi. Se truffaldine, in quanto suggeriscono con-
un veicolo consuma un litro di carburante tenuti ben più consistenti. E un ulteriore
in meno di un altro su una percorrenza di motivo di amarezza è dato dai test sugli
100 chilometri, ciò comporta in un anno animali, ancora molto diffusi nella fase di
- nell’ipotesi di 15.000 chilometri percorsi sviluppo di nuovi prodotti.
180 - un risparmio pari a 150 litri di carburan-
te. Da questo punto di vista non va di- Nell’ambito del recepimento di una di-
menticato che le auto a metano e a GPL rettiva dell’Unione Europea del 2003
risultano più efficienti e a minore impatto (2003/80/CE), l’Italia intende proibi-
ambientale. re gradualmente entro il 2013 le spe-
rimentazioni su animali destinate alle
produzioni di cosmetici e di loro com-
Cosmetici
ponenti, nonché la vendita di cosmetici
L’industria cosmetica vive un periodo di prodotti con l’ausilio di test su animali.
boom, e particolarmente ampia è la gam-
ma dell’offerta di prodotti di bellezza spe- Un aiuto nella scelta dei cosmetici più in-
cifici per fare mantenere un aspetto grade- dicati alle esigenze individuali è offerto dai
vole. Il budget pubblicitario di quest’indu- numerosi test merceologici condotti dalle
stria è elevatissimo, i consumatori pagano riviste specializzate in analisi dei prodotti.
tutti questi costi insieme al prodotto che A seconda dei parametri scelti di volta in
acquistano. Per la vendita si punta molto volta da chi effettua questi test, il criterio
anche sulla confezione, che deve riuscire selettivo può essere quello degli effetti
Ambiente e salute

sulla salute e sull’ambiente, la qualità de- • Per togliere i depositi di calcare da doc-
gli ingredienti impiegati ed il prezzo. cia, bagno e sanitari funzionano bene
l’aceto o l’acido citrico, da usare secon-
do il grado di sporcizia puri o diluiti e
Detersivi all’attacco avendo l’accortezza di lasciarli agire sui
Insieme all’acqua usata per le pulizie fi- punti più difficili per un po’ di tempo.
niscono negli scarichi quantità incredibili • I deodoranti solidi per water sono un
di sostanze chimiche, metalli pesanti, sol- prodotto “cosmetico” senza alcuna
venti, colori e sostanze aromatiche. Le so- azione se non quella di inquinare le
stanze inquinanti che non vengono trat- acque di scarico. Il servizio che ci si at- 181
tate nei depuratori – sempre che ci siano tende da questo prodotto lo si ottiene
– finiscono nei fiumi, nei mari e nelle fal- meglio con un po’ di aceto o un pizzico
de freatiche. Il cerchio si chiude quando di acido citrico.
queste sostanze entrano nella catena ali- • Va prestata attenzione al corretto fun-
mentare e giungono infine all’uomo. Una zionamento dell’addolcitore, ovvero
visione previdente e sostenibile dovrebbe dello scambiatore di ioni all’interno
aiutare anche nelle scelte riguardo all’uso della lavastoviglie. Se la rigenerazione
dei detergenti. Chi in tal senso compie dello stesso avviene correttamente non
una scelta a favore dei detergenti ecologi- si verificano depositi di calcare sulle
ci finisce con l’adoperare meno prodotto stoviglie. Ciò si riscontra invece tutte le
e spendere anche meno denaro, guada- volte in cui l’addolcitore non funziona
gnando in salute e in termini finanziari e correttamente, e assolutamente mai a
di rispetto ambientale. causa dell’impiego di detergenti ecolo-
gici.
• L’uso del brillantante nella lavastoviglie
• Per la maggior parte delle è superfluo; vi si può tranquillamente
superfici da pulire bastano un buono rinunciare oppure si può sostituirlo con
strofinaccio (in microfibre) ed un de- acido citrico o acido acetico.
tergente universale. • Se si opta per il lavaggio delle stovi-
• Per le finestre conviene prima dedicarsi glie a mano, andrebbero acquistati dei
alle macchie più ostinate, trattando- prodotti privi di conservanti. L’even-
le con acqua calda. Poi si può passare tuale presenza degli stessi dev’essere
tutta la superficie con una soluzione di indicata sull’etichetta. I detergenti per
acqua e aceto o di acqua e alcol. Asciu- il lavaggio a mano privi di conservanti
gare infine con uno straccio che non vengono perlopiù venduti come pro-
perda pelucchi. dotti altamente concentrati e quindi
• Eventuali prodotti abrasivi dovrebbe- offrono anche un maggior rispetto per
ro essere usati con molta parsimonia; l’ambiente. Bisogna però ricordarsene
spesso è più efficace una paglietta in- anche quando si usano, dosandoli con
sieme ad un detergente universale. la massima parsimonia. Anche le so-
Ambiente e salute

stanze profumate o coloranti risultano re protetti dal rischio di estinzione della


del tutto inutili nei detergenti. specie (art. 12). La Provincia di Bolzano
• Tappeti e moquettes andrebbero pas- ha legiferato in materia e dispone di una
sati di quando in quando con dell’ac- disciplina a tutela degli animali moderna
qua mescolata ad aceto. e di ampia portata, introdotta con legge
• I detergenti antibatterici sono un’in- provinciale n. 9 del 15 maggio 2000.
venzione della pubblicità. Nel normale
ambiente familiare si rivelano non solo
inutili, ma anche nocivi. Spesso infatti
Diritti degli animali
182 contengono agenti attivi sospettati di
sull’esempio di cani e gatti
favorire le allergie o addirittura di esse- I cuccioli di cani e gatti provengono in
re cancerogeni. gran parte da allevamenti organizzati nel-
• I panni in microfibre presentano una l’Est europeo, dove essi vengono strap-
particolare superficie che li rende idea- pati alla madre dopo poche settimane
li aiutanti nei lavori di pulizia, contri- di vita e trasportati sui nostri mercati.
buendo anche a risparmiare prodotti Il trasporto dai Paesi dell’Est all’Italia av-
detergenti in quanto lo sporco viene viene dentro una scatola o una cassetta, al
rimosso attraverso un’azione meccani- buio, senz’acqua, senza cibo, senza aria, al
ca. freddo gelido d’inverno e al caldo rovente
in estate.
Secondo la letteratura specializzata si trat-
Diritti degli animali ta di un traffico annuale di 50.000 animali
Il 27 gennaio 1978 l’UNESCO (www.une- che raggiungono l’Italia. Molti dei cuccioli
sco.it) ha proclamato una “Universal De- muoiono, ma i margini di guadagno delle
claration of Animal Rights”: vendite sono talmente elevati da compen-
In tale dichiarazione viene sottolineato il sare tali perdite. Per i cuccioli sopravvissu-
diritto alla vita (art. 1), al rispetto, all’as- ti poi, continua la tortura. Spesso si am-
sistenza e alla tutela da parte dell’uomo malano perché non sono stati vaccinati e
(art. 2) e quello ad una tenuta rispettosa
della specie (art. 5). Inoltre si specifica
come gli animali debbano essere pre-
servati da torture (art. 3), dallo sfrutta-
mento ai fini di divertimento (art. 10) e
da una morte inutile (art. 11). Ancora, si
sostiene che gli esperimenti condotti su
animali dovranno lasciare il posto a me-
todi alternativi, che non infliggano dolore
e sofferenza gli animali. Agli animali vivi
viene riconosciuto il diritto a vivere in
un ambiente naturale (art. 4) e ad esse-
Ambiente e salute

contraggono gastroenteriti virali, parassi- teressa, verificando in che misura può


tosi ed altre malattie facilmente trasmissi- adattarsi alla nuova situazione e sen-
bili, non di rado a decorso letale. Le leggi a za lasciarsi guidare troppo da consi-
loro tutela vengono sistematicamente di- derazioni di puro carattere estetico.
sattese da questi trafficanti (legge n. 189 Un veterinario può offrire risposte a do-
del 20.07.2004 contro il maltrattamento mande quali:
degli animali, legge n. 532 del 30.12.1993 • che particolarità ha la razza in questio-
in recepimento di una direttiva comunita- ne?
ria relativa al trasporto degli animali, non- • che esigenze ha?
ché legge provinciale n. 9 del 15.05.2000 • quanto costa nutrire l’animale? 183
per la protezione degli animali). Se al canile, anche dopo varie ricerche,
Come consumatori abbiamo almeno la non si trova nulla di adeguato, conviene
possibilità di non favorire questi traffi- rivolgersi ad un allevatore professioni-
ci, prestando la massima attenzione in sta. Quest’ultimo si differenzia da altri
ogni acquisto e ponendo le domande operatori per il fatto di prestare molta
giuste, anche se scomode. Si tratta di un attenzione a chi si interessa all’animale,
elemento importante anche perché gli ponendogli domande analoghe a quelle
animali muoiono poco dopo l’acquisto. che egli stesso si sarebbe dovuto porre.
Perché gli animali possano trovare an- Inoltre proporrà di mantenere i contatti
che nelle nostre case tutte le condizioni anche dopo l’acquisto, per poter chiarire
necessarie per crescere sani e rimanere eventuali dubbi futuri.
in forma nel corso della loro esistenza, Nell’acquisto di cuccioli sarebbe impor-
l’aspirante acquirente dovrebbe porsi al- tante poter conoscere anche la madre
cuni interrogativi: dell’animale, e possibilmente anche il pa-
• Quanto tempo posso dedicare all’ani- dre. I caratteri dei genitori, soprattutto
male? della madre, potrebbero spiegare anche
• Come si fa con i bambini? Sono abba- qualche comportamento del cucciolo. Se
stanza grandi per vivere con un anima- l’allevatore dovesse impedire al potenzia-
le in casa? le acquirente l’accesso all’allevamento e
• C’è un giardino per poterlo lasciare li- agli animali, è assolutamente sconsigliato
bero? comprare animali da lui.
• È recintato, così da non avere problemi
con i vicini? Cani e gatti non si dovrebbero mai
• È chiaro il fatto che ci si dovrà occupare acquistare ad esposizioni, fiere o
dell’animale per i prossimi 15 anni? mercati!
• Non c’è forse al canile un animale ri- In queste occasioni, infatti, le ma-
spondente alle mie esigenze, prima di lattie si diffondono molto rapida-
rivolgermi al negozio? mente, dal momento che gli anima-
È quindi opportuno informarsi in det- li vengono a stretto contatto tra loro.
taglio sulla razza per la quale ci si in- Se si vuole assolutamente acquistare
Ambiente e salute

un cucciolo in un negozio, bisogna in- All’età di quattro mesi gli viene inoltre
formarsi sulla sua esatta provenienza. effettuato un tatuaggio sull’orecchio
Anche queste informazioni andrebbero o sulla coscia destra. La data di nasci-
poi verificate; qualsiasi allevatore serio ta riportata sul pedigree e quella del
dispone oggi di un proprio sito Internet. libretto sanitario devono coincidere,
Il cucciolo deve disporre di un libretto perché se così non fosse, il pedigree
delle vaccinazioni, dove oltre alla data potrebbe appartenere ad un altro ani-
di nascita siano riportate annotazio- male. Infine, l’animale deve risultare re-
ni sui trattamenti antiparassitari e sul- golarmente iscritto ai libri genealogici,
184
le vaccinazioni eseguite dal veterinario. perciò non deve essere richiesto alcun
In nessun caso si dovrebbero acquistare supplemento per procurare il pedigree.
dei cuccioli allontanati dalla madre prima
dell’ottava settimana di età. Questa età è Garanzia anche per gli animali
assolutamente da osservare per garantire Non sembra molto indicato parlare di
un normale sviluppo psichico del cucciolo. garanzia in rapporto all’acquisto di un
Tra l’altro esistono anche alcuni aspetti animale.
esteriori che possono aiutare a compren- Tuttavia il legislatore ha previsto all’in-
dere se il cucciolo sia sano e provenga da terno del testo di legge relativo al diritto
un allevamento rispettoso della specie. di garanzia anche un articolo che disci-
plina la materia dell’acquisto di animali.
L’animale dovrebbe essere: L’articolo 1496 del Codice Civile recita
• pulito testualmente: “Nella vendita di animali
• ben nutrito la garanzia per i vizi è regolata dalle leggi
• vivace e socievole. speciali o, in mancanza, dagli usi locali. Se
neppure questi dispongono, si osserva-
Un indizio di possibili malattie po- no le norme che precedono (1490 ss.)”.
trebbe invece essere dato da: In parole semplici questo significa che,
• nasino sporco se ci si accorge che l’animale acquistato
• orecchie sporche presenta una malattia che si rivela pree-
• occhi lacrimanti sistente alla vendita, ci si può avvalere
• croste di sporco sul pelo delle nuove norme sulla garanzia come
• pulci. per qualsiasi altro prodotto acquistato.

Gli animali di razza hanno un pedi- Prescrizioni burocratiche


gree Dopo l’acquisto di un cucciolo di cane ne
Se l’animale è di razza, all’atto dell’ac- va dichiarato il possesso all’ASL perché
quisto deve essere consegnato il relativo esso venga registrato. Il costo della regi-
pedigree, che l’animale riceve insieme strazione è di 4,50 Euro, oltre a 3,60 Euro
ad un numero al momento della nascita. per il microchip e ulteriori 2,70 Euro per
Ambiente e salute

l’impianto dello stesso. visione di questi fenomeni in cinque diffe-


renti categorie:
Indirizzi utili: • campi elettrici alternati
Prima dell’acquisto di un animale (cuc- • campi magnetici alternati
ciolo) si possono raccogliere diverse • radiazioni elettromagnetiche
informazioni presso: • campi elettrici continui
• campi magnetici continui
Servizio veterinario provinciale
Via Bivio 59, Bolzano, Elettrosmog e salute
telefono 0471 635161 Le cellule, i tessuti e gli organi del corpo 185
da lunedì a venerdì: umano comunicano tra di loro non solo
ore 9.00 - 12.00 e 14.30 - 16.00 attraverso l’attivazione di segnali chimici,
ma anche a mezzo di segnali elettrici. Per
Canile Sill tale ragione l’uomo è un essere elettro-
Via Sill 9, Bolzano, magnetico. L’elettrosmog può tra l’altro
telefono 0471 329800 influire sul sistema nervoso centrale, sul
da lunedì a venerdì: ore 14.30 - 16.30 bilancio ormonale, sui cromosomi e sul-
le singole cellule, alterandone il funzio-
Sportello per i diritti degli animali
namento. Un’esposizione troppo lunga
Vicolo Gumer, Bolzano,
e troppo intensa a delle fonti di inqui-
telefono 0471 997435

Lega Tutela Animali


Via Dalmazia 25, Bolzano,
telefono 0471 916518

www.regione.taa.it/giunta/
normativa_it/leggi_prov_bz/2000/
lp_bz_9_00
www.aerzte-gegen-tierversuche.de

Elettrosmog
Si definisce elettrosmog l’inquinamento
ambientale causato da campi tecnici e
radiazioni prodotti da condutture elettri-
che, apparecchi, trasmettitori, superfici
caricate elettrostaticamente e materiali
magnetizzati. La fisica prevede una suddi-
Ambiente e salute

namento elettromagnetico può portare Spegnere le fonti non utilizzate


anche all’insorgenza di patologie di vario In molti casi troviamo apparecchi accesi
genere. Esistono individui che reagiscono anche quando non servono, oppure in
in modo particolare a sollecitazioni ester- “standby”. Ciò non porta soltanto a spre-
ne prodotte da campi elettromagnetici, e care inutilmente corrente elettrica, con
vengono quindi definiti soggetti elettro- conseguente dispendio di denaro e im-
sensibili. Il loro numero è in continua cre- patto ambientale, ma anche a creare dei
scita, e la causa va probabilmente cercata campi magnetici che con un po’ di caute-
nella gamma di frequenza dei chilohertz la potrebbero essere evitati.
186
(monitor, notebooks, lampade a rispar-
mio energetico) e in quella più elevata dei Diminuire la durata dell’esposizione
megahertz (telefoni cellulari, stazioni ra- Anche la durata dell’esposizione si può
diomobili e telefoni cordless). spesso ridurre con facilità. Ad esempio,
In tutti gli apparecchi che richiedono e possono essere semplicemente spenti
consumano elettricità, compresi i cavi quegli apparecchi che non vengono uti-
elettrici sotto tensione, vengono prodotti lizzati al momento, o ci si può spostare
campi elettrici e magnetici. Sui loro even- da apparecchi in funzione. Le telefonate
tuali effetti sull’organismo umano non con un telefono cellulare o con un appa-
esiste del resto ancora un’assoluta con- recchio cordless funzionante con lo stan-
cordanza di pareri nel mondo scientifico. dard DECT dovrebbero essere limitate
Esistono comunque varie possibilità per allo stretto indispensabile, dal momento
contenere gli effetti dei campi elettrici e che i segnali pulsati originati da questi
magnetici di bassa frequenza, nonché di apparecchi possono raggiungere inten-
quelli elettromagnetici di alta frequenza. sità di campo molto elevate. Il telefono
fisso rappresenta la migliore alternativa
Mantenersi il più possibile a distanza per conversazioni telefoniche di una cer-
Nella maggior parte dei casi l’intensità ta durata.
dei campi, sia di bassa che di alta frequen-
za, diminuisce di molto aumentando la
distanza dalla fonte. Per tale ragione, in Conviene organizzare delle mi-
molti casi si può ottenere una buona ri- surazioni dei campi elettrici e magneti-
duzione degli effetti indesiderati aumen- ci e delle radiazioni elettromagnetiche
tando la distanza da questi campi con nella zona notte, dove si soggiorna nor-
semplici accorgimenti. Qualche esempio: malmente e anche sul posto di lavoro,
una radiosveglia alimentata a tensione di affidando questo compito ad un tecnico
rete dovrebbe essere posizionata lontana specializzato in misurazioni dell’elettro-
dalla testa; gli apparecchi del tipo “baby smog o in bioedilizia, e chiedendo anche
phone” dovrebbero essere tenuti ad una dei consigli utili a contenere il più possi-
certa distanza dal bambino. bile l’eventuale inquinamento. Sia i risul-
Ambiente e salute

tati delle misurazioni che le proposte di o verdura spesso è sufficiente un sac-


risanamento devono essere presentati chetto di carta.
per iscritto. • Applicando alla propria cassetta delle
lettere l’adesivo giallo del Centro Tute-
la Consumatori Utenti si evita di essere
www.salzburg.gv.at/ sommersi da materiale pubblicitario,
umweltmedizin dai volantini agli opuscoli.
www.elettrosmog.com • Conviene utilizzare batterie ricaricabi-
www.buergerwelle.it li.
187
www.buergerwelle.de • Separare i rifiuti è facile, e lo è anche
www.gigaherz.ch organizzare in proprio il compostaggio
www.microwavenews.com dei rifiuti organici se si dispone di un
giardino anche piccolo.

Evitare i rifiuti
Evitare i rifiuti significa in primo luogo Mercatino delle pulci online
risparmiare materie prime e risorse ener- www.provincia.bz.it/trend
getiche. Prima di acquistare un articolo di www.provincia.bz.it/
consumo, converrebbe soffermarsi a riflet- umweltagentur/2906/secondhand/
tere se veramente c’è bisogno di acquista- seha_obj_list_i.asp
re tutto ciò che sarebbe bello avere. Prima Agenzia provinciale per la tutela dell’am-
o poi infatti, tutto andrà a finire nei rifiuti. biente
www.provincia.bz.it/agenzia-ambiente/
index_i.asp
• All’atto dell’acquisto preferi-
re prodotti di elevata qualità, durata
e possibilmente riparabili. Anche ciò Frutta e verdura
aiuta a ridurre le nostre montagne di Acquistando frutta e verdura con il crite-
rifiuti. rio della stagionalità e del carattere locale
• I criteri di scelta del prodotto dovreb- delle produzioni si riesce ad ottenere una
bero comprendere anche l’imballaggio, riduzione dei trasporti merci su lunga di-
dando la preferenza in prima istanza a stanza e si evita di portarsi a casa, magari a
contenitori direttamente riutilizzabili, caro prezzo, degli alimenti coltivati in serra.
e solo in seconda istanza a contenitori Chi desidera mangiare fragole in gennaio
riciclabili. Da evitare dunque le lattine non può certo attendersi di trovare un
in alluminio, le imbottiture in espansi prodotto fresco, ma lo stesso discorso
poliuretanici, i materiali multistrato e vale per altre varietà di frutta e verdura
tutti gli altri imballaggi che inquinano che (in ogni stagione) raggiungono i no-
l’ambiente. Quando si acquista frutta stri mercati dopo un lungo viaggio. La
Ambiente e salute

188

frutta viene spesso portata a maturazione l’industria del legno porta avanti un disbo-
in modo artificiale (con trattamenti chi- scamento selvaggio che interessa gli ultimi
mici o termici). resti di foreste vergini europee o le foreste
vergini dell’Africa, dell’America e dell’Asia.
E anche se non sono le foreste vergini a
Guida alle riparazioni fornire il legno per i nostri soggiorni, pa-
Non dev’essere sempre tutto nuovo: tal- vimenti e mobili da giardino, può essere
volta ci si trova proprio bene con oggetti comunque che il legno provenga da zone
usati, riparati o presi in prestito. La banca minacciate o da zone in cui vengono ab-
dati EX NOVO, organizzata online dalla battute le ultime riserve di una specie per
Provincia Autonoma di Bolzano, presenta pure finalità speculative. Il maggior danno
un ricco repertorio di aziende presenti in ecologico riguarda i cosiddetti legni tro-
provincia che offrono attività di riparazio- picali. Lo sfruttamento predace distrugge
ne, prodotti di seconda mano o a noleg- ogni anno 20 milioni di ettari di foreste
gio, servizi di ricarica. tropicali. Quello che significa la perdita di
queste foreste per il clima della Terra e la
varietà delle specie è stato detto e scritto
www.provincia.bz.it/ innumerevoli volte. Ciononostante, mi-
agenzia-ambiente/2906/exnovo/ lioni di metri cubi di legname tropicale
finiscono nei nostri appartamenti come
pavimenti o mobili. E c’è da segnalare
Legno tropicale perfino un’incredibile svolta nelle strate-
Se si stanno cercando dei mobili o un gie di vendita: mentre ancora pochi anni
pavimento in legno, allora sarebbe bene fa non si ammetteva volentieri che si trat-
chiedere informazioni sicure sulla prove- tasse di legno tropicale per non scatenare
nienza del materiale. Perché ancor oggi reazioni negative da parte dei clienti, oggi
Ambiente e salute

la denominazione legno tropicale sembra come legno di quercia e venduto in


essere da tutti accettata, così come se il Europa. Solo chiedendo con grande
problema dell’abbattimento delle foreste insistenza si può evitare di finire seduti
vergini non esistesse più. Ma, anche con il senza volerlo su una sedia in legno tro-
legname locale c’è da stare cauti. Il ciliegio, picale.
ad esempio, spesso proviene dall’Europa
dell’est, e anche lì non si possono esclude-
re distruzioni di foreste. Lo stesso vale per Greenpeace
il larice, un legno che da noi è richiesto so- www.greenpeace.it
prattutto come pavimento. Chi crede che www.greenpeace.de 189
il larice sia il legno tirolese per eccellenza
e che il pavimento provenga direttamen-
te dai boschi sudtirolesi si sbaglia. Il larice Materassi
è in gran parte importato, specialmente Quando appare un nuovo test sui mate-
dalla Siberia, e questi alberi provengono rassi, esso viene accolto sempre con inte-
dalle ultime foreste vergini siberiane, che resse dai consumatori, e questo è anche il
rischiano di scomparire completamente. motivo per cui spesso ci si dedica a queste
analisi. I criteri esaminati per esprimere
una valutazione comprendono le pro-
• È bene spiegare molto chiara- prietà legate alla comodità ed al comfort,
mente al proprio architetto e al riven- quelle propriamente connesse alla qualità
ditore di mobili o pavimenti che non dei materiali e alla loro durata nel tempo,
si intende assolutamente acquistare ai tessuti impiegati ed agli effetti sulla sa-
legno tropicale. Incaricate il vostro ar- lute e sull’ambiente connessi al prodotto
chitetto di cercare un fornitore che ga- in esame, senza dimenticarne la maneg-
rantisca la provenienza locale o nazio- gevolezza. L’offerta reperibile sul mercato
nale del suo legname, ma senza fidarsi è molto diversificata per tipo di fabbrica-
troppo delle parole: meglio pretendere zione e per varietà dei materiali utilizzati
certificati scritti. e spazia dal materasso in lattice a quello a
• Se come area di provenienza viene indi- molle, da quello in gommapiuma fino al
cato un Paese dell’Africa, dell’Asia o del materasso ad acqua, passando da modelli
Sud America bisognerebbe orientare comprensivi di camere d’aria. Gli ultimi
altrove la propria scelta responsabile. due non ricevono solitamente giudizi in-
• Attenzione anche agli impiallacciati, coraggianti nei test, dal momento che ri-
che spesso si presentano come imita- sultano scomodi ed emanano odori sgra-
zioni di legni locali. Esiste ad esempio devoli. Inoltre sono valutati come scarsa-
un legno tropicale chiamato Wengé, mente maneggevoli e piuttosto costosi. I
le cui condizioni naturali sono definite modelli in gommapiuma invece ricevono
“catastrofiche” da Greenpeace. Bene, una valutazione bassa a causa dell’elevata
proprio questo legno viene trattato presenza di sostanze nocive.
Ambiente e salute

Nelle rimanenti tipologie di materasso dal momento che i test hanno eviden-
contano molto le esigenze particolari di ziato come essi non siano in realtà a
ognuno; le valutazioni condotte da col- prova di acari, a meno che non abbiano
laudatori indipendenti portano a giudizi subito trattamenti chimici che uccido-
egualmente positivi per tutti i prodotti no sì gli acari, ma che non sono innocui
testati. Quello che si consiglia caldamente per l’uomo. Si raccomanda di combat-
è il test soggettivo, cioè la prova da effet- tere gli acari stendendo all’aria lenzuo-
tuare con calma su alcuni materassi prima la e coperte possibilmente ogni giorno
di decidere quale acquistare. L’ideale sa- o scuotendola dalla finestra spalancata,
190 rebbe che il venditore acconsentisse ad un nonché cambiandole ogni due settima-
breve periodo di prova presso il domicilio ne.
del cliente.

Medicinali
• Per consentire un grado di uti- Farmaci generici: dal 1996 è in vigore in
lizzo il più possibile uniforme, sarebbe Italia la legge che regola il settore dei co-
opportuno girare e capovolgere il ma- siddetti farmaci generici. Con il relativo
terasso almeno quattro volte all’anno. decreto di attuazione n. 323/96 è disci-
• Arieggiare e passare con l’aspirapolvere plinata la commercializzazione di questi
il materasso a cadenze regolari aiuta a medicinali. Si tratta di farmaci i cui diritti
ridurre la presenza degli acari della pol- di brevetto sono scaduti e la cui produ-
vere, che si annidano soprattutto nelle zione continua sotto il nome del relativo
fessure del materasso e nelle intercape- principio attivo (e non più dunque con
dini del letto, nutrendosi principalmen- un nome di fantasia), entrando poi nel
te delle cellule morte dell’epidermide. circuito di vendita a prezzi molto più con-
• Copriletti e coprimaterassi venduti tenuti (la legge prevede un abbattimento
come a prova di acari non hanno quasi del prezzo di almeno il 20 % rispetto al
mai superato le prove merceologiche, prezzo originale). Nel caso in cui il medico
Ambiente e salute

di base prescriva un farmaco non generi- sito si trovano di regola sulle confezioni).
co, in farmacia il paziente può richiedere
al posto dello stesso un farmaco generico Le aflatossine resistono alle alte tempera-
contenente lo stesso principio attivo. ture e quindi non soccombono alla cottu-
ra. Se si nota della muffa non occorre però
gettare tutto, dal momento che i funghi
www.generici.com/italia.htm; nocivi si propagano velocemente solo ne-
www.altroconsumo.it gli alimenti a ricco contenuto di liquidi.

Foglietto illustrativo: Qualora la con- Alcune varietà di formaggi assumono il 191


fezione del farmaco richiesto non sia già loro tipico sapore e l’aspetto venato solo
provvista del relativo foglietto in lingua grazie a particolari muffe innocue. Uno
tedesca, esiste la possibilità di richiederne strato di muffa sulla superficie di formag-
la stampa in farmacia. Se anche ciò risul- gi freschi, morbidi o al taglio può però es-
tasse impossibile, il farmacista è tenuto a sere tossico e si dovrebbe dunque gettare
fornire tutte le informazioni necessarie. l’intero prodotto; nel caso invece di uno
strato di muffa su un formaggio stagiona-
to, basta rimuovere con un buon margine
Muffa sugli alimenti di sicurezza la parte ammuffita. Quando
Le aflatossine sono prodotte da particolari la marmellata contiene una buona per-
specie di funghi che trovano un favorevole centuale di zucchero è sufficiente elimi-
ambiente di crescita soprattutto sugli ali- nare, anche qui con un buon margine di
menti. Esse possono giungere a danneg- sicurezza, la zona macchiata dalla muffa.
giare organi del corpo umano come fega- Le marmellate dietetiche ed altri prodotti
to, reni, milza, tiroide, nonché il sistema analoghi, in genere a basso tenore di zuc-
nervoso. In alcune sperimentazioni con- chero, come pure le creme ed altri prodot-
dotte su animali si è visto che già piccolis- ti sbattuti a freddo divengono pericolosi,
sime quantità di aflatossine sono in grado se contaminati dalla muffa, e vanno com-
di causare il cancro del fegato. Sugli ali- pletamente gettati! Lo stesso discorso
menti le si rinviene in particolare su pane, vale per conserve di frutta, succhi e com-
carne affumicata, prosciutto affumicato, posta attaccate dai funghi della muffa.
castagne, scaglie di noce di cocco, man-
dorle, noci (soprattutto arachidi e noci Contrariamente a quanto si pensava una
del Parà) e tutti i prodotti a base di noci, volta, anche il pane contaminato da que-
spezie, prodotti a base di cereali e latticini, sti funghi va gettato interamente nella
quando risultano avariati o presentano già spazzatura.
della muffa. Per tale ragione va assoluta- (Si veda anche alla voce “Alimentazione”)
mente evitato che si formi della muffa su-
gli alimenti a causa di una conservazione
non appropriata (le indicazioni al propo-
Ambiente e salute

o narciso usati come piante di delimita-


Piante che ci difendono
zione
da ospiti indesiderati
Radici, foglie e fiori di determinate piante • contro il mal bianco:
possono secernere delle sostanze che ri- aglio, erba cipollina o quest’ultima in
sultano repellenti per parecchi “parassiti” combinazione con alcune piante di
o agenti patogeni. aglio poste sotto gli alberi da frutto o
tra fragole e rose

192 • contro le formiche: • contro la mosca delle carote:


lavanda, erba amara e valeriana o una cipolla, salvia e cipolla, salvia e crescio-
combinazione tra rose e lavanda ne o una combinazione tra carote e ci-
polla o carote e crescione
• contro pidocchi e afidi:
tropeolo, lavanda e santoreggia da sola • contro i nematodi (delle radici):
o in combinazione con tropeolo, sotto tagete e calendula o quest’ultima in
i frutteti, accanto ai broccoli, alle rose, combinazione con un bordo misto da
alla lavanda e alla santoreggia affiancare a rose, patate e pomodoro

• contro le pulci del terreno: • contro la sesia del ribes:


piantaggine, menta, insalata e rami di assenzio o una combinazione di assen-
ginestra in fiore o una combinazione di zio con rametti di ribes
cavolo e insalata, piantine di cetriolo e
ginestra • contro le lumache:
senape, cipolla, aglio, tropeolo, salvia,
• contro le mosche: issopo e timo
basilico, erba amara e noce
• contro la mosca delle cipolle:
• contro le cavolaie: carote o una combinazione di cipolle e
aneto, salvia, rosmarino, timo, menta, carote
artemisia, pomodoro e sedano, una
combinazione di cavolo e pomodoro • contro la dorifora della patata:
oppure di sedano e cavolo accanto ad rafano, ortica morta e felce.
una delimitazione costituita da erbe
aromatiche
• contro i topi e i microtini: Prato seminaturale
aglio, corona imperiale, euforbia, lin- Le specie animali e vegetali autoctone
gua di cane, meliloto, girasole e narciso sono legate ad habitat il più possibile si-
da solo o in combinazione con meliloto mili a quelli naturali. Un prato mantenuto
su un sottile strato di legno, o girasole allo stato seminaturale – diversamente
Ambiente e salute

da quanto avviene in un tappeto erboso la zona della puntura con sapone duro
all’inglese – offre spazio a una miriade di inumidito o passandovi sopra del mie-
esseri viventi. Cavallette, grilli, farfalle e le. Un leggero gonfiore si può anche
coleotteri vi possono trovare un ambiente trattare raffreddando la zona con dei
ideale. Api e bombi trovano nutrimento cubetti di ghiaccio. Un’alternativa è of-
sui tanti arbusti, dove gli uccelli canori si- ferta dalle foglie di piantaggine, melissa
stemano il loro nido. L’erba viene tagliata o salvia schiacciate fresche e strofinate
solo due volte all’anno (in giugno ed otto- delicatamente: sia dolori che gonfiori
bre) e nell’alternarsi delle stagioni il prato spariscono in breve tempo.
torna a ripopolarsi di tutti i suoi numerosi • Le punture nella zona della bocca e 193
ospiti. I giardini seminaturali permettono della gola possono avere conseguenze
di recuperare un pezzetto di natura anche anche letali. Se possibile bisognerebbe
in città. succhiare un cubetto di ghiaccio o bere
qualcosa di ghiacciato per ritardare il ri-
gonfiamento della parte, fino a quando
Punture di insetti non si riesce a raggiungere un medico!
In caso di reazioni allergiche quali forti ri-
Il veleno di api, vespe e zanzare provoca ge-
gonfiamenti, pallore, difficoltà respirato-
neralmente delle reazioni nella zona della
rie, sudorazione, polso accelerato, perdita
puntura, con arrossamenti e prurito cuta-
di conoscenza o disturbi della circolazione
neo. Con l’impiego di semplici rimedi casa-
non bisogna esitare a chiamare il servizio
linghi si può peraltro lenire questo fastidio:
medico d’urgenza!

• Nel caso di punture di vespe e Riscaldamento a legna


api va prima di tutto rimosso con cau- Il legno è una risorsa energetica rinno-
tela il pungiglione, avendo l’accortezza vabile e come tale può essere impiegato
di non toccare o schiacciare il serbatoio come combustibile rispondente sia alle
del veleno posto alla sua estremità. esigenze ecologiche che a quelle della so-
Degli impacchi a base di rafano o succo stenibilità. Se però la combustione non
di cipolla pressata esercitano un’azio- avviene correttamente, il fumo sprigiona-
ne disinfettante, lenitiva e, impedendo to è ricco di varie sostanze nocive e tos-
un’infiammazione, fanno sì che il gon- siche, tra le quali si può trovare anche un
fiore a poco a poco scompaia. Un’azio- superveleno, la diossina. Questo sviluppo
ne analoga si ottiene appoggiando di sostanze indesiderate si può (e si deve)
sulla zona della puntura delle fettine evitare, semplicemente osservando alcu-
di cipolla o di limone appena tagliate. ne regole.
Per evitare l’infiammazione si può an-
che umettare la zona con alcool, acqua
di colonia o ammoniaca. Il prurito può • il legno rimane un combustibile
essere lenito sfregando delicatamente pulito solo se la combustione è completa
Ambiente e salute

• va lasciato asciugare almeno due anni, • per bere e cucinare: ca. 3 litri
conservandolo all’aperto ben areato e • irrigazione giardino: ca. 5 litri
riparato dalla pioggia • lavaggio stoviglie: ca. 8 litri
• vanno seguite attentamente le istru- • pulizia personale: ca. 8 litri
zioni d’uso della caldaia o comunque • pulizie e lavaggio auto: ca. 10 litri
dell’impianto nel quale si brucia la le- • bucato: ca. 17 litri
gna • doccia e bagno: ca. 42 litri
• la fase di precombustione (caratteriz- • scarico water: ca. 45 litri.
zata da un elevato sviluppo di prodotti
194
di decomposizione) va limitata al tem- L’acqua potabile può essere risparmiata
po strettamente necessario, aiutandola in casa adottando semplici accorgimenti
con l’apporto di legna sminuzzata oppure organizzando dove possibile una
• va garantito un sufficiente apporto sostituzione con acqua piovana, senza
d’aria alla combustione che il livello di comfort debba risentirne.
• nella fase di spegnimento non chiudere
completamente l’afflusso di aria – esi-
ste altrimenti il pericolo di formazione • Quando ci si lava i denti o ci si
di ossido di carbonio insapona sotto la doccia si può chiude-
• adeguare la quantità di legname al fab- re l’acqua se non serve
bisogno di calore; meglio aggiungere • i rubinetti che perdono andrebbero ri-
spesso piccole quantità che in poche parati immediatamente
riprese quantità consistenti • fare la doccia è preferibile al bagno
• evitare legname ricco in resine (come • installare nello scarico del water un ta-
quello di pino silvestre). sto di arresto o ridurre la quantità di
acqua nella vaschetta
• non risciacquare le stoviglie sotto un
Risparmiare acqua getto di acqua corrente
La superficie terrestre è costituita per ol- • sia nella lavatrice che nella lavastoviglie
tre il 70% di acqua, ma di questa il 97% è effettuare solo lavaggi a pieno carico
salata e solo il 3% è acqua dolce. Se si con- • installare dei riduttori di flusso nella
sidera poi che la maggior parte delle riser- doccia, nel lavandino e nel bidet
ve di acqua dolce sono immagazzinate nei • utilizzare ovunque è possibile acqua
ghiacciai o si trovano in falde profonde piovana (si veda alla voce “Utilizzo del-
e non raggiungibili con un dispendio di l’acqua piovana).
mezzi sostenibile, diviene chiaro come
l’acqua non sia una risorsa inesauribile.
Il consumo giornaliero di un abitante dei www.centroconsumatori.it
Paesi occidentali ammonta in media a 140 www.contrattoacqua.it
litri, così distribuiti: www.energiesparhaus.at
Ambiente e salute

normali occupazioni della giornata. Se


Rumore poi i disturbi del sonno si cronicizzano nel
Il rumore è un fattore di stress in gra- tempo, possono subentrare anche danni
do di avere ripercussioni sul benes- permanenti all’organismo. L’Organizza-
sere dell’uomo come degli animali. zione Mondiale della Sanità (OMS) rac-
Il punto di passaggio dal livello di suono comanda di non superare un livello medio
a quello di rumore non è determinabile di 35 dB(A) nelle ore notturne, evitando
con esattezza scientifica, dal momento assolutamente di superare picchi di 45
che ognuno ha una diversa sensibilità. dB(A) per scongiurare il rischio di ave-
195
Il fatto che il rumore abbia ripercussio- re disturbi del sonno. Il livello di rumore
ni sullo stato di salute è però indiscusso. all’esterno delle abitazioni non dovrebbe
Chi si trova esposto ad elevati livelli di peraltro superare mediamente i 45 dB(A)
rumore continuo può danneggiare il pro- nelle ore notturne, per poter dormire con
prio udito in modo irreversibile. Le fonti le finestre aperte.
di pericolo non sono legate soltanto ad
esposizioni professionali, ma sono pre- Rumore e ripercussioni sul sistema
senti anche nell’ambito ricreativo e del di- cardiocircolatorio
vertimento, ad esempio nelle discoteche I rumori intensi determinano la contra-
o nell’utilizzo continuato del walkman. zione dei vasi sanguigni; questo tipo di
Anche lo scoppio isolato causato da una reazione si nota anche negli individui
pistola giocattolo può rovinare per sem- che da anni vivono in ambienti rumorosi.
pre l’udito. Molte ricerche hanno inoltre Alcuni studi hanno rilevato un innalza-
documentato come il rumore ambientale mento cronico della pressione sanguigna
influisca in varia misura su qualità del son- misurata a riposo nei soggetti esposti ad
no, pressione arteriosa, sull’intero siste- inquinamento acustico, come pure un
ma cardiocircolatorio e sulla regolazione aumento del rischio di infarto in caso di
della produzione ormonale. esposizioni giornaliere a rumori del traffi-
co superiori in media a 65 dB(A). Sempre
Rumore e sonno l’OMS consiglia di non superare nelle ore
L’udito è sempre acceso e pronto a lancia- diurne un livello di rumore in ambiente
re segnali a tutto l’organismo. Durante la aperto superiore ai 55 dB(A).
notte anche i rumori che di giorno risul-
tano impercettibili si rivelano in grado di
compromettere l’azione rigenerante del www.ambientediritto.it
sonno; un rumore più forte può invece www.tuttoambiente.it
indurre il risveglio. Quando ci si risveglia Gesellschaft für Lärmbekämpfung e.V.
dopo alcune notti passate senza dormire http://www.gfl-online.de
bene ci si sente deboli e sono necessari Deutscher Arbeitsring für Lärmbekäm-
sforzi maggiori per riuscire a svolgere le pfung (DAL)
Ambiente e salute

http://www.dalaerm.de/awl0004b.htm mente ecocompatibili, vale a dire di polie-


Bundeszentrale für gesundheitliche tilene (PE) oppure di polipropilene (PP).
Aufklärung Verificare al proposito le indicazioni del
http://www.bzga.de/bzga_stat/lug/ produttore. Il PVC andrebbe evitato, dal
momento che nella sua produzione e nel
suo smaltimento causa la formazione di
Scuola e relativi materiali sostanze tossiche (acido muriatico e dios-
Le moderne cartelle scolastiche ed il loro sina).
contenuto somigliano sempre più ad una
196 raccolta di rifiuti speciali. Gli oggetti in Quaderni, blocchi, ecc. dovrebbero
essere di carta ecologica. Per la pro-
plastica sono in gran parte di PVC, i colori
duzione di carta riciclata ed ecologica si
e le colle si compongono di materiali che
impiegano meno acqua, legno, energia e
spaziano dal cancerogeno al mutageno.
prodotti chimici che non per la produzio-
Le alternative non si trovano con facilità
ne di carta di cellulosa. Esiste anche una
e soprattutto ci si deve impegnare con
ricca e buona produzione di oggetti di
grande fatica per farle apprezzare ai più
cancelleria realizzati partendo dalla carta
piccoli. Un aiuto in tal senso può giungere da macero. Alcuni accorgimenti ecologici
da una collaborazione tra la famiglia e la aiutano anche a risparmiare: ad esempio,
scuola. Se tutti gli scolari di una classe op- per prendere appunti si possono utilizza-
tano per l’impiego di materiali ecologici, il re dall’altro lato i fogli che spesso restano
singolo bambino non ha più sulle spalle il dal lavoro al computer (stampe sbagliate,
peso di una scelta controcorrente. ecc.). In linea di principio i bambini do-
vrebbero imparare a risparmiare carta.

Cartelle ed astucci dovreb- Le penne stilografiche dovrebbero ave-


bero essere di materiali plastici relativa- re un serbatoio ricaricabile, cioè funzio-
nare senza cartucce, per evitare rifiuti in
plastica. L’inchiostro blu è relativamente
innocuo, perché si compone per il 90% di
acqua e per il resto di sostanze coloranti
e conservanti. Nell’acquisto di penne sti-
lografiche andrebbero scelti modelli resi-
stenti e durevoli, ad esempio in metallo o
legno, preferendoli a tanti prodotti colo-
rati di poco valore ed anche molto fragili.
Si tratta di scelte che in poco tempo si ri-
pagano anche economicamente.

Il corpo in plastica dei pennarelli è


spesso di PVC e quindi in realtà un ri-
Ambiente e salute

fiuto speciale, dal momento che que- ci, sempre che siano fabbricate con
sta plastica contiene metalli pesanti e caucciù. In tal caso sono perlopiù ros-
plastificanti. Inoltre i pennarelli conten- sicce, rosse e blu o beige e marrone.
gono in genere qualche solvente tossi- La maggior parte delle gomme di altri co-
co e, nel caso dei colori ad acqua, anche lori sono costituite da PVC con un’elevata
della formaldeide come conservante. presenza di sostanze plastificanti.
Se proprio si vogliono i pennarelli, si pos-
sono acquistare quelli dichiarati come
non tossici (osservando le indicazioni del Attenzione dunque alle gomme
produttore). I bambini non dovrebbero
troppo variopinte o addirittura profuma- 197
comunque succhiare i pennarelli o scri-
te. I bambini non devono assolutamente
versi sulle mani.
succhiarle o masticarle (attenzione ai fra-
tellini più piccoli!).
Le matite, nere o colorate, andrebbero
comunque preferite ai pennarelli anche
in base a considerazioni fisiografologi- Slitte in legno
che. Le matite colorate si compongono
di grafite, sostanze coloranti (a base di Le classiche slitte in legno sono sì un po’
metalli pesanti!) e leganti; mentre le mine più costose, ma anche molto più stabi-
contengono grafite, argilla, cera e grasso. li e durevoli di quelle in plastica. In caso
I bambini mordicchiano spesso l’estremi- di rotture poi, sostituire o riparare una
tà di penne e matite; per questa ragione è stecca di legno non è difficile, mentre ri-
meglio rivolgere il proprio acquisto verso parare la plastica è impossibile. Inoltre le
prodotti non laccati, dal momento che la materie plastiche sono causa di inquina-
lacca può contenere metalli pesanti. Par- mento ambientale sia nella fase della pro-
ticolarmente consigliabili sono i pastelli a duzione che in quella dello smaltimento.
cera.

Scolorine e altri antimacchie conten- Quando la slitta non viene usata


gono saponi, soda, idrosolfati di sodio per lungo tempo, è bene passare i pattini
(come decoloranti) e in parte anche sol- con un po’ di cera e riporre la slitta in un
venti e formaldeide. Sono dunque parec-
luogo asciutto. In questo modo si è sicuri
chio problematici e molti insegnanti non
che essa riuscirà a superare tutti gli inver-
vedono questi prodotti di buon occhio,
ni di una generazione di bambini.
anche da un punto di vista pedagogico
(si possono semplicemente cancellare gli
errori!). Qui possono venire in aiuto solo
Sperimentazioni animali
delle regole chiare della scuola, adeguata-
mente spiegate alle famiglie. Le sperimentazioni su animali vivi sono
una prassi consolidata nella ricerca medi-
Le gomme per cancellare sono in- ca e farmaceutica. Agli esperimenti sugli
vece degli utensili molto ecologi- animali si ricorre anche nell’industria co-
Ambiente e salute

smetica per testare gli effetti dei prodotti. Il reddito depurato è calcolato sottraen-
Gli animali usati come cavie sono in genere do il 30% dalla quota del reddito da la-
topi, ratti, uccelli, maiali e scimmie (soprat- voro subordinato, meno gli importi esenti
tutto Reso). Intorno al tema degli esperi- (2.000 Euro per il coniuge, 1.800 Euro per
menti su animali e della vivisezione si assiste la prima persona a carico, 2.600 Euro per
da anni ad un acceso dibattito, che coinvolge la seconda, 3.000 Euro per la terza e 3.300
l’industria farmaceutica e cosmetica da un Euro per ogni altra persona a carico). Per
lato e le organizzazioni animaliste dall’altro. le domande presentate entro il 31 luglio
Queste ultime sostengono che le sperimen-
198 di ogni anno si fa riferimento alla dichia-
tazioni condotte senza animali vivi siano
razione dei redditi di due anni prima, per
divenute nel frattempo più precise, veloci e
quelle presentate dal 1° agosto ci si basa
più economiche rispetto a quelle effettuate
invece sulla dichiarazione dell’anno pre-
sacrificando la vita di poveri animali.
cedente.

Spese dentistiche Informazioni generali


Contributi provinciali per prestazioni Fatture emesse all’estero
dentistiche Il Servizio sanitario provinciale rimborsa
Il Servizio sanitario provinciale concede un anche le spese per cure medico-dentisti-
rimborso per le cure medico-dentistiche se- che eseguite all’estero (secondo la legge
condo criteri indipendenti dal reddito e dal provinciale n. 7 del 05.03.2001). Per otte-
patrimonio del richiedente. Gli importi rim- nere il rimborso degli importi sopra indi-
borsati per le singole prestazioni sono indi- cati, la fattura deve soddisfare le seguenti
cati nella tabella che segue. Il modulo con condizioni:
la domanda di rimborso va presentato alla
ASL di competenza unitamente all’originale • deve essere emessa da un medico spe-
della fattura quietanzata, entro sei mesi dal- cialista in odontoiatra
la data di emissione della fattura. • deve contenere una descrizione detta-
gliata dei trattamenti eseguiti, con spe-
Contributo provinciale per prestazioni cificazione del dente curato e importo
protesiche dentarie parziale per la prestazione specifica
• deve riportare l’importo totale delle
Hanno diritto al contributo per prote-
cure effettuate
si dentarie tutte le persone residenti
• nel caso di fatture in lingua straniera è
in Alto Adige e iscritte al Servizio sa-
necessario accludere all’originale una
nitario provinciale. A differenza del
traduzione in lingua italiana o tedesca;
rimborso per prestazioni dentistiche, il
la traduzione, che può essere effettuata
contributo per protesi dentarie è scag-
dal richiedente stesso, deve corrispon-
lionato in base al reddito depurato e al
dere letteralmente alla fattura origi-
patrimonio del richiedente.
nale (ad esempio se l’originale riporta
Ambiente e salute

Importo
Prestazione
rimborsato (f)
Visita odontoiatrica 13,63
Estrazione dente con anestesia 6,71
Estrazione dente del giudizio in disodontiasi 13,38
Estrazione dente del giudizio 33,47
(in inclusione ossea parziale o totale)
Intervento per epulidi con anestesia 23,45
Interventi di chirurgia orale – ascesso, raschiamento osseo, sequestrotomia 10,02
Interventi chirurgici preprotesici 13,38
Prelievo per biopsia 8,93 199
Rimozione di protesi fissa (per elemento) 6,35
Cura e otturazione dentaria: mesiale, distale, vestibolare lingual., boccale 12,76
palatale, occlusiale
Cura canalare in dente monoradicolato 22,31
Cura canalare in dente pluriradicolato 26,6
Ablazione tartaro 3,51
Cura stomatite – gengivite 2,32
Cura piorrea alveolare 3,93
Radiografia dentale 3,43
Seconda radiografia dentale 2,23
Asportazione ranula sublinguale 10,43
Asportazione epulidi 13,27
Frenulotomia 5,22
Ambiente e salute

Contributi provinciali erogati dal 1° agosto 2004 in base al reddito depurato


Limiti di reddito (Euro) Per elemento (protesi mobile)
fino a 13.944,34 54,89 Euro
oltre 13.944,34 fino a 17.031,31 31,67 Euro
oltre 17.031,31 fino a 21.691,19 21,11 Euro
oltre 21.691,19 nessun rimborso!
Limiti di reddito (Euro) Per elemento (protesi fissa; corona)
fino a 13.944,34 240,15 Euro
oltre 13.944,34 fino a 17.031,31 138,55 Euro
oltre 17.031,31 fino a 21.691,19 92,37 Euro
200 oltre 21.691,19 nessun rimborso!
Limiti di reddito (Euro) Apparecchio mobile*
fino a 13.944,34 1.948,71 Euro
oltre 13.944,34 fino a 17.031,31 1.461,52 Euro
oltre 17.031,31 fino a 21.691,19 974,35 Euro
oltre 21.691,19 nessun rimborso!
Limiti di reddito (Euro) Apparecchio fisso*
fino a 13.944,34 2.634,87 Euro
oltre 13.944,34 fino a 17.031,31 1976,16 Euro
oltre 17.031,31 fino a 21.691,19 1.317,44 Euro
oltre 21.691,19 nessun rimborso!
(*) gli apparecchi vengono finanziati solo fino ai 18 anni di età!

“Invoice n. 60 of 24th June 2004”, il


testo tradotto deve recitare “fattura n.
60 del 24 giugno 2004”).

Termine di presentazione
La fattura originale, unitamente al modu-
lo di richiesta del contributo, deve essere
presentata all’Azienda sanitaria locale di
competenza entro sei mesi dalla data di
emissione. In caso di trattamenti orto-
dontici, alla fattura dello specialista deve
essere allegata la prescrizione del denti-
sta.
Ambiente e salute

automatici.
Importante!
• Cambiare marcia rapidamente e quindi
L’importo residuo effettivo a carico
procedere con la marcia più alta possi-
del richiedente (importo della fattura
bile (basso numero di giri).
meno il rimborso da parte del Servizio
• Spegnere il motore in caso di sosta su-
sanitario) può essere dedotto parzial-
periore ai tre minuti (passaggi a livel-
mente dalla dichiarazione dei redditi. Si
lo, ingorghi, semafori): in tre minuti
raccomanda pertanto di fare una copia
di sosta col motore acceso si consuma
della fattura!
una quantità di carburante sufficiente a
Lo stesso vale per le fatture per presta- 201
percorrere mezzo chilometro.
zioni dentistiche eseguite all’estero e
• Nella maggior parte delle vetture si ha
debitamente accompagnate da tradu-
una buona accelerazione anche se non
zione. A tale proposito si rammenta
si schiaccia fino in fondo il pedale del-
che, se l’originale è redatto in tedesco,
francese, inglese o spagnolo, è suf- l’acceleratore, ma fino a circa tre quarti
ficiente una traduzione da parte del della sua corsa. Ciò però risulta conve-
richiedente. Nel caso di altre lingue niente solo se non bisogna continua-
straniere è richiesta invece una traduzi- mente frenare (come avviene per for-
one autenticata. Qualora l’importo sia za di cose nel traffico cittadino e nelle
espresso in valuta straniera, per calco- code).
lare la quota detraibile si applicherà il • A motore freddo (con una temperatura
tasso ufficiale di conversione relativo ambiente al di sotto dello zero) il con-
alla data di emissione della fattura. sumo di carburante di un’autovettura
Le presenti informazioni sono mera- di media cilindrata rimane al di sopra
mente indicative e comunque parziali; dei valori normali per i primi tre-cinque
i necessari approfondimenti andranno chilometri. I tragitti brevi sono dunque
fatti dal consumatore presso l’Azienda i più costosi, pertanto è proprio il caso
Sanitaria competente! di preferire la bicicletta o l’autobus, op-
pure di andare a piedi!
• Adottando uno stile di guida prudente
si riesce a consumare meno e quindi ad
Stile di guida influire sul consumo di carburante.
Lo stile di guida del singolo può condizio-
nare di molto il consumo di carburante.
Taglieri di legno in cucina
I taglieri utilizzati per tagliare e sminuzza-
• Quando si mette in moto, non re vari alimenti in cucina risultano più igie-
attendere che il motore si riscaldi, ma nici se di legno piuttosto che di plastica,
partire subito: i motori moderni non poiché il legno contiene delle sostanze ad
necessitano di preriscaldamento, per- azione antibatterica, che impediscono che
ché dotati di dispositivi di regolazione gli agenti patogeni si depositino sulla sua
Ambiente e salute

superficie. Si è visto invece che sui taglieri


in plastica i batteri non solo si stabiliscono
più a lungo, ma addirittura si moltiplicano.
Il legno è comunque preferibile non solo
dal punto di vista igienico. I coltelli per-
dono prima il filo se usati su un tagliere in
plastica, e la loro sostituzione comporta
anche delle spese che gravano inutilmen-
te sul bilancio familiare. Inoltre, per un
202 tagliere in legno non si inquina quasi per
nulla l’ambiente né per la produzione, né
per lo smaltimento. E volendo prescinde-
re anche da questo aspetto, il tagliere in
legno dura molto più a lungo e spesso co-
sta anche meno!

Utilizzo dell’acqua piovana


In molti ambiti della vita di ogni giorno
si può approfittare dell’acqua piovana
per risparmiare la preziosa acqua pota-
bile. Si può sostituire l’acqua potabile
con acqua piovana per irrigare il giardi-
no, per tutte le pulizie, per lavare l’au-
to, per il bucato e lo scarico del water.
Il principio di utilizzo è semplice: dal tet-
to, dove si raccoglie durante le piogge,
essa può essere convogliata mediante la
grondaia in un’apposita cisterna. Da qui
essa, opportunamente filtrata, può essere
prelevata tramite una pompa e indirizzata
ai singoli punti di utilizzo, per esempio al
WC. Serbatoio, filtro e pompa sono nor-
malmente disponibili presso i rivenditori
specializzati.

www.energiesparhaus.at
Trasporti e comunicazioni

Trasporti e comunicazioni
Acquisto di un’autovettura nuova di fabbrica ________________________________________________________ pag. 204
Autobus e ferrovia _____________________________________________________________________________________________________ pag. 207
Costi telefonici ___________________________________________________________________________________________________________ pag. 209
Foglio rosa ___________________________________________________________________________________________________________________ pag. 210
Indennizzi da richiedere a Telecom __________________________________________________________________________ pag. 211 203
Informazioni su autovetture e motocicli _________________________________________________________________ pag. 211
Internet _______________________________________________________________________________________________________________________ pag. 211
Motori funzionanti a metano o gas liquido (GPL)_________________________________________________ pag. 213
Multe dal Comune di XX __________________________________________________________________________________________ pag. 213
Pneumatici invernali __________________________________________________________________________________________________ pag. 215
Pneumatici ricostruiti ________________________________________________________________________________________________ pag. 216
Risparmiare nei viaggi________________________________________________________________________________________________ pag. 216
Tariffa telefonica sociale ___________________________________________________________________________________________ pag. 217
Tassa automobilistica _________________________________________________________________________________________________ pag. 218
Telefono cellulare _______________________________________________________________________________________________________ pag. 218
Trasporti e comunicazioni

recesso dell’acquirente. Secondo la legge


Acquisto di un’autovet- (articolo 1469bis del Codice Civile) non
tura nuova di fabbrica può però trattarsi di un importo esage-
Mercato nazionale ratamente elevato. Nella prassi viene ri-
Se si decide di acquistare un’autovettura chiesto il 10% del prezzo complessivo e
sul mercato nazionale è bene sapere che persino il 15%.
la legge che regola la compravendita all’in-
terno dei locali di vendita (del concessio-
nario) non consente un recesso contrat- • Contrattare il più possibile
204 tuale*. Ancora più importante è dunque per contenere la misura dell’acconto,
prestare attenzione affinché le trattative confrontando anche le condizioni di
di acquisto si svolgano all’insegna della altri concessionari.
correttezza e del rispetto verso il cliente. Il prezzo d’acquisto è quello indica-
Il nuovo diritto di garanzia prevede espli- to nel contratto e non può più subire
citamente che le promesse della pubblici- variazioni fino alla consegna dell’auto!
tà debbano essere anche mantenute nei Eventuali clausole che prevedessero
fatti: ciò significa che l’automobile dovrà adeguamenti di qualsiasi tipo sono ves-
presentare tutte le caratteristiche cele- satorie e dunque impugnabili.
brate negli spot televisivi, negli annunci
pubblicitari e nei prospetti della casa co-
struttrice. Tutte le clausole contrattuali • Se nel contratto sono già pre-
tese a prevedere un’esclusione di questo stampate delle clausole non rispettose di
importante principio sono vessatorie e questo principio, il consumatore può de-
dunque nulle. pennarle, apponendo poi a lato la propria
firma e chiedendo al venditore di fare al-
trettanto.
È bene che tutti gli optional sia- I ritardi nella consegna sono ormai dive-
no indicati nel documento contrattuale; nuti la regola nel settore automobilistico,
nel caso si tratti di extra a pagamento va
indicato anche il relativo prezzo.
Stesso discorso per le clausole che doves-
sero limitare la garanzia, ad esempio nel
caso in cui i tagliandi vengano eseguiti da
un’officina non autorizzata. Si tratta an-
che qui di clausole impugnabili.
Abbastanza problematico è l’istituto del-
l’acconto, normalmente preteso all’atto
della sottoscrizione del contratto. I riven-
ditori lo chiedono per cautelarsi, riservan-
dosi di trattenere tale importo nel caso di
Trasporti e comunicazioni

tanto che nella maggior parte dei contrat- e il suo equipaggiamento coincidano con
ti esistono delle clausole che prevedono le proprie aspettative. Per acquisire infor-
come normale il verificarsi di ritardi (tra i mazioni circa l’iter burocratico da seguire
45 e i 60 giorni). Solo poche concessiona- per importare un’autovettura, è possibile
rie prevedono in tale evenienza la corre- rivolgersi all’Ufficio motorizzazione; di
sponsione di un indennizzo all’acquiren- seguito riportiamo l’indirizzo della sede
te o gli mettono a disposizione un’auto di Milano, che nella propria homepage
di cortesia. L’acquirente può intervenire elenca in dettaglio le formalità richieste.
solo quando è trascorso anche il termine La registrazione dell’autovettura presso
di tolleranza previsto. il Pubblico Registro Automobilistico ita- 205
liano (PRA) riserva oggi meno difficoltà
di un tempo: è sufficiente un semplice
• È bene prestare attenzione contratto di acquisto (possibilmente bi-
che il contratto riporti esplicitamente lingue) o una fattura del rivenditore. La
sia il termine di consegna, sia il periodo persona interessata è tenuta a sottoscri-
di tolleranza. Solo così il consumatore vere e a far autenticare presso uno studio
può intervenire quando anche il secondo notarile un’autocertificazione nella quale
termine fosse trascorso inutilmente (vedi dichiara che il testo contrattuale risponde
oltre). al vero (dichiarazione di intestazione/im-
*Recesso in casi eccezionali: portazione). Tale documento va presen-
Un annullamento del contratto di acqui- tato, insieme al contratto o alla fattura,
sto da parte del consumatore è possibile allo sportello del PRA. Eventuali novità
solo quando: procedurali vengono comunicate attra-
• il prezzo alla consegna supera quel- verso la homepage dell’Automobile Club
lo pattuito al momento dell’acquisto Italiano.
(vedi sopra)
• sono trascorsi sia il termine di consegna
che quello di tolleranza (45-60 giorni, www.euroconsumatori.org
vedi sopra) http://europa.eu.int/comm/
• le caratteristiche dell’auto consegnata competition/car_sector/price_diffs/
non corrispondono a quelle vantate www.mctcmilano.it
dalla pubblicità (vedi sopra). www.aci.it

Mercato estero Autovetture usate


Per quanto concerne l’acquisto di auto- Sincerarsi prima di tutto che:
vetture all’estero, la Commissione Euro- • le caratteristiche specifiche dell’auto
pea ogni sei mesi sottopone a confronto i corrispondano a quelle riportate sul li-
prezzi praticati in tutti i Paesi europei (vedi bretto di circolazione (numero di telaio
link sotto). Prima di un acquisto è bene e del motore, tipo di gomme, accessori
che l’acquirente si accerti che il modello ed optional autorizzati…);
Trasporti e comunicazioni

• il mezzo non sia incidentato oppure tario del mezzo, potrebbe rivelarsi utile
un’auto di prova, oppure ancora un’au- chiedere di esibire la procura a vendere
tovettura impiegata per scuola guida; è e una copia del documento di identità
meglio che ci sia una conferma scritta del proprietario del mezzo.
in tal senso sul contratto;
Chi acquista oggi una vettura usata, deve
• il motore sia quello originale e non uno anche fare i conti con la normativa sui gas
di ricambio; anche qui, fare in modo di scarico emanata dall’Unione Europea;
che questo compaia sul contratto; vale dunque la pena di informarsi in me-
206 rito.
• il concessionario o il prece-
Anno di Normativa europea di Standard
dente proprietario abbiano
fabbricazione riferimento
eseguito o fatto eseguire con 1989-1996 91/441, 93/59 Euro 1
regolarità i controlli periodi- 1995-2000 94/12, 96/69, 98/77 Euro 2
ci sulla vettura (ad esempio i 1999-2005 98/69, 98/77 – 98/69 Euro 3
cambi dell’olio); farsi rilascia- 2000-2006 98/69 B, 98/77-98/69 B Euro 4
re dal rivenditore il libretto di
manutenzione che riporta le registra-
L’Unione Europea ha fissato degli stan-
zioni di tali controlli. Se il rivenditore si
dard ecologici a cui le automobili nuove
rifiutasse o sostenesse che “ il libretto è
vanno adeguate per non incorrere, nel
andato smarrito”, sarà bene nutrire dei
medio o lungo termine, nel divieto asso-
sospetti! luto di circolazione. Le automobili prive
delle caratteristiche previste dai nuovi
• le parti meccaniche, elettriche ed elet- standard antinquinamento (da gennaio
troniche del mezzo siano a posto, e che 2006 entra in vigore anche lo standard
anche la carrozzeria non presenti di- Euro 4) si deprezzeranno: motivo questo
fetti, palesi o occulti; se possibile, farsi per poter pretendere dal rivenditore una
accompagnare presso il rivenditore da riduzione del prezzo nel momento in cui
una persona esperta di meccanica e di si decidesse di acquistare un’auto fuori
auto in genere (il Centro Tutela Consu- norma. Non ci si dovrà stupire però se la
matori Utenti offre questo servizio, si circolazione con tale veicolo dovesse su-
veda alla pagina www.centroconsuma- bire delle limitazioni.
tori.it/46v19877d12767.html;

• la chiusura di porte e finestrini sia per- Il Centro Tutela Consumatori Uten-


fettamente funzionante e che non vi ti e il Centro Europeo dei Consumatori
sia qualche infiltrazione o passaggio di mettono a disposizione dei consumatori
acqua nell’abitacolo; un vademecum per l’acquisto dell’auto
usata, scaricabile da Internet all’indirizzo:
• nel caso in cui il rivenditore non risulti www.centroconsumatori.it/download/
essere contestualmente anche proprie- 35v35d11937.doc
Trasporti e comunicazioni

Check-list dell’auto usata (presente an- Se una carta valore non dovesse più fun-
che nel vademecum): zionare, nonostante contenga un impor-
www.centroconsumatori.it/download/ to da scalare, ci si può far accreditare tale
11v11d16728.pdf importo su una nuova carta valore presso
uno sportello della SAD.
Dopo un anno la carta valore scade. È
Autobus e ferrovia quindi necessario far trasferire il credito
Il sistema di trasporto pubblico integrato entro un mese dalla scadenza su una nuo-
Le informazioni generali sull’utilizzo del va carta valore.
sistema altoatesino di trasporto integra- 207
to sono riportate nell’opuscolo ufficiale L’abbonamento
redatto dall’Ufficio provinciale trasporti, L’abbonamento non offre vantaggi sol-
disponibile presso tutti gli sportelli della tanto ai pendolari, ma a tutti coloro che
società SAD. per un periodo di tempo più o meno lun-
go devono percorrere un determinato
La carta valore tragitto.
L’elemento centrale dell’intero siste- L’abbonamento è particolarmente indica-
ma altoatesino di trasporto integra- to per le persone oltre i 60 anni, in quanto
to, è la carta valore da 5, 10 o 25 Euro, la tariffa di abbonamento è scontata del
che è possibile acquistare sulle corriere 50%.
extraurbane della SAD, presso i tabac-
cai e gli sportelli del servizio di autobus Trenitalia
urbani e delle Ferrovie. Rispetto al bi- Riduzioni per gruppi
glietto di corsa semplice, la carta valore Chi viaggia in gruppo in treno ha diritto
consente un risparmio medio del 30%. ad una riduzione per gruppi. L’offerta è
valida a partire da 6 persone e limitata-
Questo mezzo di pagamento viene im- mente ai periodi di minor traffico. Esiste
piegato sulle linee di autobus urbani ed anche un‘offerta per famiglie. Ulteriori in-
extraurbani integrati nel sistema tarif-
fario provinciale (ad esempio SASA,
SAD, ALM, Oberhollenzer ecc.), sulle
funivie e funicolari della SAD e sulle
tratte ferroviarie Innsbruck – Trento,
Bolzano – Merano und Fortezza – San
Candido.

Non può invece venire impiegata


sui treni Eurostar, come il Pendolino.
Con la carta valore si ha diritto in Alto
Adige a corse di corrispondenza gra-
tuite con le linee di autobus urbane.
Trasporti e comunicazioni

formazioni si trovano in Internet o presso Biglietti per il fine settimana, biglietti cu-
gli sportelli delle Ferrovie. mulativi ecc.
Le ferrovie germaniche e quelle austria-
Spendere meno il fine settimana che sono in genere più care di quelle ita-
Trenitalia in genere non propone ridu- liane. Ma esistono alcune offerte speciali
zioni per il fine settimana, ma esiste la che vale la pena sfruttare. Un esempio è il
possibilità di usufruire di offerte speciali, biglietto per il fine settimana delle ferro-
quale ad esempio “Il sabato di Trenitalia”. vie germaniche, o il biglietto della Bavie-
Si tratta di offerte speciali rese note a bre- ra e altri biglietti dei “Bundesländer”, la
208 ve termine e che prevedono opportunità “Bahncard” oppure, in Austria, il biglietto
estremamente vantaggiose di usare il tre- economico per gruppi “Gruppenvorteil-
no in tutt’Italia nella giornata di sabato. skarte”.
Informazioni dettagliate sulle offerte spe-
ciali si possono reperire in Internet o in
opuscoli informativi, mentre allo sportel- I collegamenti veloci hanno
lo si ottengono di norma risposte precise sempre una tariffazione più costosa.
a richieste specifiche. La Fondazione “Stiftung Warentest” offre
in Internet un servizio per conoscere nel
Orari dettaglio le offerte più convenienti, all’in-
Informazioni sugli orari delle ferrovie ita- dirizzo www.test.de.
liane si ottengono consultando l’orario
ufficiale, nel sito internet delle ferrovie La fretta costa cara
italiane www.trenitalia.com oppure nel Questo principio vale per tutte le ferro-
sito delle ferrovie germaniche www.bahn. vie del mondo: più velocemente si viag-
de. Quest’ultimo dà informazioni sulla gia, più alto è il costo. Un Pendolino o un
maggior parte delle ferrovie europee. ICE è notevolmente più caro di un treno
del trasporto locale. Quest’ultimo risulta
Per viaggiare a livello internazionale sempre il meno costoso in tutti i Paesi.
Trasporti e comunicazioni

Perciò prenotando conviene sempre in- tutto il materiale informativo disponibile.


formarsi sui treni locali o su treni senza
troppe pretese, come gli espressi. Questi
sono sì più lenti ma spesso percorrono i www.trenitalia.com
tragitti più belli. (Ferrovie italiane)
Per gli intercity e gli eurocity è previsto www.sii.bz.it
un costo supplementare, a meno che non (Sistema trasporto integrato Alto Adige)
www.oebb.at (Ferrovie austriache)
si usino carte valore e abbonamenti del
www.bahn.de (Ferrovie germaniche)
sistema tariffario provinciale all’interno 209
www.sbb.ch (Ferrovie svizzere)
della zona di competenza (cioè da Trento
www.vvt.at (Sistema trasporto integrato
ad Innsbruck). Il Pendolino è escluso dal
Tirolo del Nord)
sistema tariffario provinciale.

Timbrare il biglietto è obbligatorio quan- Costi telefonici


do si viaggia con le ferrovie italiane La bolletta telefonica costituisce spesso una
Tutti i biglietti, anche quelli nazionali, van- voce piuttosto rilevante all’interno del bi-
no timbrati prima della partenza: quelli lancio familiare. Ciò significa anche che non
nazionali si inseriscono nella obliteratrice è sbagliato concentrarsi proprio sui con-
di colore giallo, quelli del sistema tariffa- sumi telefonici per cercare di risparmiare.
rio provinciale nella obliteratrice di colo-
re verde. Anche le prenotazioni dei posti
andrebbero per sicurezza obliterate nella Conviene controllare sempre la
macchinetta gialla. bolletta telefonica. Non solo la cifra fina-
le, ma anche le singole voci:
• chiamate locali
Si timbra sempre solo la corsa • chiamate distrettuali
• chiamate nazionali
che si sta per effettuare; attenzione quin-
• chiamate a cellulari
di a non timbrare anche il ritorno quando
• chiamate internazionali
si sta per effettuare l’andata.
• chiamate a numeri speciali
• canoni
• accessori
Chi viaggia informato spende
meno. È utile quindi acquisire il maggior Questo permetterà di capire:
numero possibile di informazioni senza 1. dove si spende di più
esitare a chiedere anche più volte, infor- 2. se le cifre corrispondono alle chiamate
marsi in merito alle proposte più conve- effettivamente eseguite
nienti, anche consultando Internet, prima 3. se sono stati attivati servizi non richie-
di rivolgersi allo sportello e raccogliere sti
Trasporti e comunicazioni

210

4. se gli accessori corrispondono ancora lora arrivassero fatture o bollette di


alle proprie esigenze o meno. altre società di telefonia, a cui non è
mai stata data alcuna adesione né per
Conviene tenere sott’occhio la bolletta iscritto né attraverso una contrattazio-
per alcuni mesi, e qualora si scoprissero ti- ne telefonica, è meglio non pagare, ma
pologie di chiamate che incidono in modo chiamare il numero verde delle rispet-
particolare: tive società pretendendo l’invio di una
1. si può cercare un secondo operatore nota di credito. Si potrebbe anche non
che permetta di risparmiare il massi- reagire, ma si rischia che la questione
mo possibile su quella tipologia di traf- vada a complicarsi, arricchendosi di
fico e che abbia magari anche in media corrispondenza inviata da società di
migliori tariffe per le altre tipologie di recupero crediti. Ci si può comunque
chiamate; rivolgere ad un’associazione di consu-
2. evitare di comunicare i propri dati per- matori per farsi assistere.
sonali ed il numero di codice fiscale a
chi si presenta al telefono con la scusa
di condurre dei sondaggi statistici. Per Foglio rosa
liberarsi da questo tipo di chiamate si Chi siede accanto al conducente di un’au-
può inviare una lettera raccomandata tomobile provvisto del solo permesso
alla società che organizza tali intervi- provvisorio di guida (“foglio rosa”) su
ste, diffidandola dall’uso dei dati per- un’autovettura non provvista di doppia
sonali per finalità commerciali. pedaliera non può avere più di 60 anni,
3. Che si abbia o meno Internet, è bene ma il limite passa a 65 se sono disponibili i
chiamare il 187 di Telecom Italia e farsi doppi pedali per azionare freno e frizione.
bloccare tutte le numerazioni possibili Questo equipaggiamento è solitamente
relative a servizi a pagamento. Qua- presente nei veicoli in uso presso le scuole
Trasporti e comunicazioni

guida. Il passeggero dovrà inoltre essere lavorativo di ritardo o di inadempimento


in possesso da almeno 10 anni di paten- delle condizioni di volta in volta stabilite".
te di guida corrispondente alla catego-
ria per la quale è stato rilasciato il foglio
rosa. Compito del passeggero in questa È bene prendere nota del giorno
situazione è di vigilare attentamente sul- e dell’ora in cui viene comunicato tele-
le condizioni di traffico, intervenendo, se fonicamente il proprio reclamo, nonché
necessario, con tempestività. Se chi è alla il codice dell’operatore che accoglie tale
guida dovesse essere sprovvisto del foglio segnalazione.
rosa, rischia insieme al passeggero una In caso di ritardi va inviata una comuni- 211
sanzione pecuniaria da 343,35 a 1.376,55 cazione scritta con la contestuale richiesta
Euro. In caso di incidente la Compagnia di indennizzo alla
assicurativa liquiderà il sinistro, ma si ri- Telecom Italia
varrà poi sul conducente dell’autoveicolo Servizio Clienti
per recuperare la somma pagata. Via Resia 188
39100 Bolzano

Indennizzi da
richiedere a Telecom Informazioni su
Se Telecom esegue in ritardo i lavori con- autovetture e motocicli
cordati viola il proprio regolamento, che Tutte le informazioni riguardanti l’imma-
prevede espressamente come tricolazione (nuova immatricolazione,
• una nuova linea telefonica debba es- libretto di circolazione, cambio di pro-
sere attivata entro dieci giorni dalla ri- prietà, targhe, motorini), la revisione (re-
chiesta visione periodica, autofficine autorizzate,
• i guasti debbano essere risolti entro il modifiche tecniche), lo sportello telema-
secondo giorno lavorativo dalla richie- tico ecc., si possono trovare nelle pagine
sta, ad eccezione di guasti di rilevante della Rete civica altoatesina, o diretta-
entità mente all’indirizzo dell’Amministrazione
• le riparazioni debbano avvenire gratui- provinciale, www.provincia.bz.it/mobili-
tamente, a meno che non siano state ta/3804/index_i.htm
causate dall’utente stesso.
All’articolo 26 delle condizioni generali di
abbonamento sono inoltre previsti gli in- Internet
dennizzi spettanti all’utenza in occasione Esistono diverse modalità di accesso alla
di ritardi nell’adempimento degli obblighi rete, cui corrispondono differenti possibi-
assunti da Telecom Italia nella fornitura lità di contabilizzazione:
del servizio: l’abbonato "ha diritto ad un • Accesso ordinario con contabiliz-
indennizzo pari al 50% del canone mensi- zazione a consumo: si tratta della
le corrisposto dal cliente per ogni giorno modalità adatta soprattutto a famiglie
Trasporti e comunicazioni

212

con bambini con un utilizzo abbastanza • Accesso ADSL con contabilizza-


sporadico della rete. zione FLAT: consente di controllare la
• Accesso ordinario con contabilizza- spesa ed è adatto a chi utilizza molto
zione FLAT: questa modalità consente Internet scaricando anche molti dati.
di non pagare più il costo di connessio- • Accesso satellitare: consente di navi-
ne a Internet, bensì semplicemente un gare a velocità elevata anche a coloro
canone fisso di abbonamento mensile, che necessitano di collegarsi alla rete
navigando senza limiti di orario. Adat- spesso ma non hanno la possibilità di
to a chi desidera navigare regolarmente accedere al servizio ADSL.
per diverse ore ma senza dover scarica-
re grossi file.
• Accesso ADSL con contabilizzazio- Attenzione alle offerte che ven-
ne a consumo: per accesso in tecnolo- gono proposte attraverso il marketing
gia ADSL si intende il sistema in grado telefonico: spesso non viene fornito alcun
di trasformare la linea telefonica ordi- materiale cartaceo, quindi è necessario
naria in una linea digitale ad alta veloci- chiedere all’operatore che ripeta esatta-
tà, che consente un collegamento ad in- mente il contenuto dell’offerta e segnarsi
ternet molto rapido. Più precisamente degli appunti. Prima di un’eventuale accet-
si può raggiungere una velocità di 640 tazione è comunque consigliabile accedere
kb/s in ingresso (download) e 128 kb ad Internet ed effettuare tutti i confronti
in uscita (upload), rispetto ai 56 kb del necessari su siti come www.tariffe.it (pros-
tradizionale modem analogico. Adatto simamente saranno disponibili confronti
a chi desidera collegarsi alla rete spesso tariffari anche sui siti www.provincia.bz.it
e senza limitazioni di orario. e www.centroconsumatori.it).
Trasporti e comunicazioni

na fuori provincia;
Motori funzionanti a • se il veicolo viene rivenduto ad una
metano o gas liquido (GPL) persona residente in provincia di Bol-
Elementi tecnici zano, il diritto all’esenzione si trasmet-
Il metano è un combustibile con una ri- te al nuovo acquirente e matura il suo
dotta nocività delle emissioni; dei quattro decorso senza interruzioni;
carburanti attualmente in uso per l’ali- • se invece l’autovettura viene rivenduta
mentazione dei motori (benzina, gasolio, a persona residente fuori provincia, si
Gpl e metano), quest’ultimo è sicuramen- decade dal diritto all’esenzione dalle
te il più economico, tanto da permette- tasse automobilistiche; 213
re un veloce ammortamento dei costi • il diritto all’esenzione viene garantito
necessari all’installazione dell’impianto. solo se la presenza dell’impianto risulta
dalla carta di circolazione del veicolo.
Incentivi previsti a livello provinciale
Ai sensi della legge provinciale n. 12 del Incentivi previsti a livello statale per
28.07.2003 sono previsti dei benefici tri- i nuovi acquisti o le installazioni suc-
butari per i veicoli a metano o gas liquido cessive
acquistati dopo il 6 agosto 2003: essi con- Chi acquista un’autovettura nuova già
sistono nella completa esenzione dalle funzionante a metano presso un conces-
tasse automobilistiche per i primi 3 anni. sionario aderente ad una categoria che
Queste le premesse necessarie per poter partecipa all’iniziativa a livello nazionale,
applicare lo sgravio: ottiene uno sconto pari a 1.500 Euro sul
• i veicoli immatricolati a partire dal 6 prezzo di acquisto.
agosto 2003 devono essere dotati di È invece prevista una riduzione pari a 650
un impianto che permetta l’alimenta- Euro sul prezzo dell’intervento per chi,
zione a gas. L’esenzione si applica dalla entro tre anni dalla prima immatricola-
data di immatricolazione; zione, faccia istallare un impianto GPL o
• il proprietario deve essere residente a metano.
nella provincia di Bolzano; In questi casi, la somma verrà successiva-
• sono ammesse anche le auto trasfor- mente rimborsata al concessionario o all’
mate a partire dal 6 agosto 2003 con officina dall’Agenzia delle entrate.
un impianto di alimentazione a gas.
L’esenzione ha effetto dalla data di in-
stallazione, ma a condizione che il vei- Multe dal Comune di XX
colo abbia superato il relativo collaudo Chi ha ricevuto un verbale di contravven-
presso la motorizzazione, e per i perio- zione al Codice della strada da un qualsiasi
di tributari successivi alla scadenza già Comune d’Italia senza che la propria vet-
maturata; tura sia mai transitata da quelle parti non
• l’installazione dell’impianto a gas può può semplicemente ignorare la cosa. Per
essere eseguita anche presso un’offici- evitare problemi anche seri è necessario
Trasporti e comunicazioni

attivarsi e contestare tale verbale. dei terzi dichiaranti, copia del libretto
Contro il verbale va proposto ricor- di circolazione della vettura.
so al Prefetto di XX, inoltrandolo a Il consumatore farà bene a custodire
questi per il tramite del Corpo della una copia di tutto ciò che viene invia-
Polizia Municipale di XX. to, compresi gli allegati.
Il ricorso va inviato assolutamente en- Una copia semplice del ricorso va
tro 60 giorni dalla data di ricevimen- spedita al Centro Tutela Consumato-
to del verbale di contravvenzione; fa ri Utenti.
fede la data del timbro dell’ufficio
214 postale del proprio luogo di residen- A questo punto si sono mossi i passi ne-
za che ha ricevuto la raccomandata, cessari; la prossima mossa spetta alla Pre-
oppure la data esatta in cui il postino fettura.
ha consegnato la raccomandata. • Se entro 120 giorni dall’inoltro del ri-
Nel ricorso vanno riportate tutte le corso (vale la data di ricevimento) l’Uf-
circostanze che possono essere uti- ficio del Prefetto non emette un prov-
li a provare che né l’autovettura, né vedimento di ingiunzione, la pratica va
il suo proprietario si trovavano nel considerata chiusa e archiviata.
Comune di XX in “quel giorno” e a • Se l’ingiunzione viene recapitata inve-
“quell’ora”. ce dopo i 120 giorni, è necessario fare
Queste circostanze vanno provate con ricorso al Giudice di Pace chiedendone
ogni mezzo (testimonianze, dichiara- l’annullamento, perché il Prefetto non
zioni sostitutive di atto di notorietà, ha emesso il provvedimento entro il
dichiarazioni del datore di lavoro su termine tassativo di 120 giorni previsto
carta intestata della ditta,…). dal Codice della strada.
Tutte queste dichiarazioni vanno pro- • Il ricorso davanti al Giudice di Pace va
dotte in originale (il consumatore ne fatto entro 30 giorni dalla notifica del-
deve tenere una copia). l’ingiunzione.
Se proprio non si hanno prove, nel
ricorso si può indicare che si è dispo- Se nel giro di breve tempo fossero giunti
nibili ad essere sentiti direttamente più verbali di contravvenzione, potrebbe
dall’Ufficio del Prefetto di XX. Se significare che la targa della propria auto e
poi però si viene convocati e non ci forse anche il libretto di circolazione sono
presenta, il ricorso viene sicuramente stati duplicati da qualche banda di truffa-
respinto. tori. In tal caso conviene allora inviare una
Il ricorso va datato, firmato e spedito copia del ricorso anche alla Procura com-
con raccomandata con avviso di ri- petente per zona ed eventualmente anche
cevimento. Al ricorso vanno allegati ad una locale sezione di Polizia. Nel ricor-
copia del verbale di contravvenzione, so andrà indicato chiaramente che si trat-
gli originali delle dichiarazioni di cui al ta già del secondo o terzo verbale che si
punto 4, copia delle carte di identità riceve e che quindi vi è il forte sospetto di
Trasporti e comunicazioni

essere rimasti vittime di qualche raggiro. ma poteva essere montata. In caso con-
È inoltre consigliabile a questo punto va- trario, il veicolo non superava il collaudo.
lutare la possibilità di sostituire la targa Visto che alcune delle “misure invernali”
del veicolo con una nuova; a tale propo- indicate nei vari libretti in commercio non
sito andranno avviate le necessarie prati- si trovavano nemmeno più in commercio,
che presso l’Ufficio della Motorizzazione il Ministero dei trasporti con una circola-
Civile. re (335M361) del 30 settembre 2004 ha
dato nuove indicazioni. In base a queste
ultime ora è possibile equipaggiare la pro-
Pneumatici invernali pria automobile con pneumatici invernali 215
Finora, all’atto di acquisto delle gomme che corrispondono a scelta ad una delle
invernali, dovevano venir rispettate scru- misure alternativamente menzionate nel
polosamente le indicazioni del libretto di libretto di circolazione.
circolazione. Pertanto poteva essere usata
solo la misura specificatamente indicata Ora è importante solo che i pneuma-
per tale scopo mediante la sigla “M+S”. tici invernali:
Delle varie misure ammissibili indicate sul • siano dotati della sigla M+S (o anche
libretto, in inverno doveva essere mon- MS, M-S, M&S)
tata quella che riportava questa sigla. Se • abbiano un indice di velocità di almeno
per esempio erano indicate come misure 160 km/h, ossia “Q”.
195/65 R 1591 H, 205/55 R 1691 V e È dunque possibile scegliere pneumatici
205/55 R1691 H (M+S), solo quest’ulti- invernali di un livello di velocità superiore
o inferiore a quelli estivi, sempre che non
si scenda sotto il limite della classe Q. Non
osservare tale norma potrebbe avere con-
seguenze molto serie, anche perché, in
caso di incidente, l’impresa che assicura il
veicolo, ai sensi della legge n. 990/1969,
può esercitare il diritto di rivalsa per la som-
ma che ha dovuto pagare in caso di danno.

Mentre con le ruote chiodate è


possibile viaggiare solo nel lasso di tem-
po compreso tra il 15 novembre ed il 15
marzo, i pneumatici invernali possono
essere utilizzati per tutto l’anno. Tutta-
via si consiglia di utilizzarli esclusivamen-
te in inverno, perché con il caldo l’usura
aumenta considerevolmente, andando a
Trasporti e comunicazioni

consumare anzitempo proprio il tipo di la normativa ECE-108 viene garantita da


pneumatico più costoso. questa marchiatura apposta lateralmente:

• la sigla 108R si riferisce


Pneumatici ricostruiti alla norma,
Si calcola che la sola sostituzione periodi- • segue una E cerchiata,
ca dei pneumatici porti a dismettere ogni nonché
anno qualcosa come 140 milioni di pezzi • un codice di sei cifre.
in tutta Europa. A questi se ne aggiungo- Inoltre devono essere indicate:
216 no altri 40 milioni appartenenti a veicoli • la dicitura “ricostruito” o "Runder-
che vengono condotti alla rottamazione. neuert" o "Retread"
I pneumatici dismessi vengono in parte • la marca del produttore che ha operato
esportati, in parte trattati localmente e tra- la ricostruzione
sformati in granulato, che viene poi impie- • la data di produzione, precisamente
gato nell’industria del cemento e in quella settimana ed anno.
calzaturiera, nelle centrali a conversione
termica, nell’agricoltura (quale copertura I pneumatici sprovvisti di codice non po-
dei silos) o nell’economia portuale. Tutto tranno essere ricostruiti.
ciò che non si riesce a riciclare o a riuti- Il pneumatico deve riportare, in maniera
lizzare va comunque a finire in discarica. indelebile, anche le eventuali limitazio-
La produzione del nuovo abbisogna di ni d’uso: in caso di difetti che non ga-
petrolio greggio in misura compresa tra i rantiscono più l’utilizzo (la velocità ed il
20 ed i 28 litri, mentre nel prodotto rico- peso) previsto dal produttore originario,
perto ne bastano circa 5,5 litri – dunque il pneumatico subisce un declassamento.
questa forma di riciclaggio consente un Della completezza e veridicità di tutte le
risparmio di energia di circa il 70%. indicazioni apposte sul pneumatico ri-
Il procedimento di riciclaggio consiste sponde il ricostruttore.
nel sostituire il battistrada consumato
con del materiale nuovo, che a sua volta Sicurezza
viene ottenuto selezionando dei pneu- Le norme europee (ECE ONU 108+109)
matici usati in base alla qualità della car- prescrivono che il prodotto ricostruito
cassa, che deve essere ancora intatta. venga sottoposto agli stessi controlli di si-
Dopo vari controlli tesi alla centratura curezza previsti per pneumatici nuovi.
ed equilibratura si passa alla vulcanizza-
zione, che riveste la superficie di questo
pneumatico con un nuovo strato di gom-
Risparmiare nei viaggi
ma. Al termine di questo processo si ese-
guono ancora severi controlli di qualità.
Il rispetto della procedura di riciclaggio e • Dimezzare il numero degli
ricostruzione condotta nel rispetto del- spostamenti fatti con veicoli a moto-
Trasporti e comunicazioni

re: bici, trasporti pubblici, car pooling dili ne consumano molta. Per produrre
e car sharing sono valide alternative un chilowatt di elettricità serve quasi 1
all’auto privata (visto che il 33 % degli litro di carburante.
spostamenti è inferiore ai 3 km). • Evitare le velocità elevate: un’automo-
• Preferire auto a basso consumo: quan- bile lanciata a 160 km/h consuma circa
do si deve acquistare una nuova au- il 45% in più che a 120 km/h.
tomobile, sarebbe opportuno tenere
conto delle caratteristiche di consumo.
• Stile di guida: accelerare con dolcezza,
Tariffa telefonica sociale
cambiare rapidamente e quindi proce- Per gli utenti telefonici della categoria B 217
dere con la marcia più alta possibile e (abitazioni private) valgono a partire dal
a velocità costante. Evitare di cambiare 1° dicembre 2001 delle nuove regole per
con frequenza. Viaggiare in quarta o in usufruire della tariffa sociale Telecom (ri-
quinta anche in città. duzione del 50% del canone mensile di
• Adottare uno stile di guida previdente, abbonamento). Tale riduzione, applicata
ricordando che l'uso continuo dei freni in passato solo agli utenti a “basso traf-
dissipa energia. Ove possibile, sfruttare fico”, sarà concessa se nell’abitazione:
il freno motore. Già con questi sempli- - vive una persona titolare di pensione
ci accorgimenti si riesce a risparmiare d’invalidità civile o di pensione sociale,
fino al 10-20 % di carburante. o una persona oltre i 75 anni d’età, op-
• Togliere dall'auto oggetti pesanti e inu- pure se il capofamiglia è disoccupato e se
tilizzati; il consumo di carburante sale l’indicatore della situazione economica e
del 10-15 % con il portapacchi vuoto patrimoniale (ISEE) non supera i 6.713,96
e anche del doppio con il portapacchi Euro annui. Per ottenere l’agevolazione è
carico. necessario compilare l’apposito modulo
• Pneumatici: aumentarne leggermente di richiesta (disponibile anche all’indirizzo
la pressione (0,2 bar) e controllarli re- www.187.it) e inviarlo a mezzo raccoman-
golarmente. data. Alla domanda va allegato l’attestato
• Quando si mette in moto, non atten- ISEE rilasciato dai centri di assistenza fi-
dere che il motore si riscaldi, ma partire scale (CAF), dagli uffici comunali o dalle
subito: i motori moderni non necessi- sedi territoriali dell’INPS.
tano di preriscaldamento. I nuclei familiari in cui vi sia un compo-
• Spegnere il motore in caso di sosta: nente sordomuto possono richiedere
conviene anche quando si sta fermi l’esenzione totale dal pagamento del ca-
solo per una ventina di secondi, a patto none mensile di abbonamento.
che il motore sia già caldo. Il calcolo dell’indicatore della situazione
• L’energia elettrica in auto è prodotta economica equivalente (ISEE) non è dei
con un alto consumo di carburante: più semplici. Nella determinazione del
l’impianto di aria condizionata, l’im- reddito familiare rientrano tutti i redditi
pianto stereo, il riscaldamento dei se- denunciati ai fini IRPEF nell’ultima dichia-
Trasporti e comunicazioni

razione, nonché i redditi derivanti da atti- zione e interessi:


vità finanziarie calcolati applicando il tas- • se il pagamento tardivo avviene entro
so d’interesse medio dei buoni del Tesoro 30 giorni dalla scadenza, le sanzioni
decennali. Per le spese di affitto possono ammontano al 3,75% dell’importo re-
essere detratti fino a 5.164,57 Euro. lativo alla tassa;
Per quanto riguarda il patrimonio invece, • se il pagamento tardivo avviene invece
quello immobiliare è costituito dal valore oltre il 30mo giorno dalla scadenza, la
degli immobili utilizzato per il calcolo del- sanzione passa al 6%;
l’ICI, da cui possono essere detratti gli im- • se il pagamento tardivo avviene ad una
218 porti del debito residuo di eventuali mu- distanza di oltre 12 mesi dalla scaden-
tui o, qualora ciò sia più conveniente per za, si applica una sanzione del 30%.
il nucleo familiare, un importo forfetario Inoltre, in caso di pagamento tardivo cor-
pari a 51.645,69 Euro. Questa franchigia risposto entro un anno dalla scadenza, si
si applica in alternativa a quella relativa devono calcolare interessi in ragione dello
all’affitto. 0,0082% per ogni giorno di ritardo (3%
Il patrimonio mobiliare è costituito dalle annuo, a partire dal 1 gennaio 2002).*
voci finanziarie in senso stretto: depositi Se il pagamento avviene ad oltre un
bancari, libretti di risparmio, depositi po- anno dalla scadenza, oltre alla sanzione
stali, titoli di credito, prodotti finanziari, si applica un interesse di mora in ragio-
polizze vita, partecipazioni in società non ne del 2,5% computato su ogni seme-
quotate in Borsa e altri beni patrimoniali stre iniziato dopo la data di scadenza.*
individuali. Il giorno di riferimento per i * Fonte: homepage della Direzione delle
calcoli è il 31 dicembre dell’anno prece- Entrate del 14.02.2002
dente. È inoltre prevista una franchigia
pari a 15.493,71 Euro.
Possibilità di verificare quando e
come pagare la tassa automobilistica e
Tassa automobilistica quale importo versare:
Ritardi nei pagamenti www.provincia.bz.it/
La possibilità del ravvedimento operoso finanze-bilancio/0502/index_i.htm
I ritardatari possono già pagare oltre al- www.aci.it
l’importo dovuto anche la sanzione (come
sotto specificato) e gli interessi previsti. In
questo modo si eviterà la maggiore san- Telefono cellulare
zione del 30% del debito d’imposta oltre Prima dell’acquisto
gli interessi, prevista per il mancato ver- Prima di acquistare un telefono cellulare
samento. La possibilità del ravvedimento sarebbe bene chiedersi se se ne abbia ve-
operoso si ha solo fino a 12 mesi dalla sca- ramente bisogno. Inoltre è consigliabile
denza di pagamento del bollo auto. riflettere sulle reali esigenze di impiego: a
Importi e termini per il pagamento di san- cosa ci serve, se possa essere utile il servi-
Trasporti e comunicazioni

vale per la fotocamera inclusa nei modelli


più in voga, ma a che serve se già si pos-
siede una fotocamera digitale? Il trialband
può essere utile solo se si viaggia molto
all’estero. L’aspetto più inquietante rima-
ne il fatto che questi apparecchi sono una
fonte di elettrosmog, vale a dire radiazio-
ni elettromagnetiche con effetti indeside-
rati sulla salute. I bambini non dovrebbe-
ro neppure avvicinarsi ad un telefonino, i 219
giovani dovrebbero farne un uso molto
sporadico e gli adulti dovrebbero accen-
derlo solo in situazioni di reale necessità.

Se si è deciso l’acquisto
I prezzi dei telefoni cellulari possono
cambiare molto da negozio a negozio.
Se ci si è decisi per un modello, convie-
ne confrontare i prezzi in più negozi: si
può risparmiare parecchio. Se si possiede
già una tessera SIM con un operatore,
conviene verificare se il modello che ci
interessa riporti il marchio dello stesso
operatore: in genere l’acquisto risulta più
vantaggioso. Conviene anche informarsi
bene sulle modalità da seguire per far va-
lere la garanzia e quale sia il servizio di as-
sistenza a cui rivolgersi in caso di guasto.
zio di inoltro sms, se infine ci sia bisogno
di un modello particolarmente robusto o
piuttosto di dimensioni ridotte. • Il responsabile della garanzia
È importante controllare ogni caratteri- è sempre il venditore! Se il telefonino
stica: livello di radiazioni prodotte, peso, dovesse presentare un difetto di fab-
ingombro, caratteristiche ergonomiche, bricazione, non esitare a far valere la
possibilità di blocco della tastiera, ecc. garanzia nei suoi confronti.
La grandezza dello schermo può essere • Se non si hanno preferenze verso un
rilevante se si hanno problemi di vista o particolare gestore della telefonia mo-
se si scrivono molti messaggi sms. Alcuni bile, si possono verificare quali tariffe
modelli offrono infinite funzioni che, na- rispondono meglio alle proprie esigen-
turalmente, si pagano. Lo stesso discorso ze: è utile informarsi ad esempio pres-
Trasporti e comunicazioni

so quali gestori si servono le persone o


le ditte che chiameremo più spesso, se
riteniamo di fare molte chiamate brevi
o poche chiamate lunghe e in quali ore
della giornata o della settimana usere-
mo il cellulare. In Internet si possono
confrontare le tariffe, ad esempio, agli
indirizzi www.provincia.bz.it e www.
centroconsumatori.it.
220 • Per prevenire le conseguenze di un
eventuale furto conviene innanzitutto
individuare il numero di serie del telefo-
no, digitando sulla tastiera *#06# . Ap-
parirà sullo schermo una combinazione
di 15 cifre: si tratta del codice IMEI, che
identifica ogni cellulare esistente. Que-
sto codice va trascritto e conservato in
un luogo sicuro. Nel caso in cui il tele-
fono venisse rubato, si potrà chiamare
il proprio servizio assistenza e comuni-
care il numero di codice. Il telefono ver-
rà completamente bloccato, anche se il
ladro avesse provveduto a sostituire la
tessera SIM. Probabilmente il telefono
cellulare non ritornerà al suo proprie-
tario, ma almeno rimarrà inutilizzabile.

Nuovi gestori
Prezzi e numeri verdi
Cercando in Internet si possono trovare le
offerte e le modalità di contatto di tutti i
gestori di servizi telefonici. I siti più noti di
confronto tariffario sono:
www.tariffe.it
www.euros-tel.net/servizi
Assicurazioni e previdenza

Assicurazioni e previdenza
Danni a cose nella garanzia RC auto _________________________________________________________________________pag. 222
Fabbisogno assicurativo _____________________________________________________________________________________________pag. 223
Motorini truccati_________________________________________________________________________________________________________pag. 223
Polizza assicurativa di tutela legale ___________________________________________________________________________pag. 225
Polizza assicurativa infortuni _____________________________________________________________________________________pag. 226 221
Polizza assicurativa malattia (privata)_______________________________________________________________________pag. 229
Polizza assicurativa per l’abitazione __________________________________________________________________________pag. 231
Polizza assicurativa responsabilità civile (RC) auto _________________________________________________pag. 234
Polizza assicurativa responsabilità civile (RC) vita privata ______________________________________pag. 237
Polizza assicurativa RC auto con premi convenienti _______________________________________________pag. 239
Polizza assicurativa sulla vita o previdenziale __________________________________________________________pag. 240
Polizza assicurativa vita caso morte __________________________________________________________________________pag. 241
Polizze assicurative senza intermediari ____________________________________________________________________pag. 242
Polizze previdenziali (fondi pensione) ______________________________________________________________________pag. 242
Assicurazioni e previdenza

essere rimborsati dalla compagnia di assi-


Danni a cose nella curazioni. Bisogna comunque dimostrare
garanzia RC auto che li si indossava o che erano presenti in
La quantificazione del danno materiale auto al momento dell’incidente e che sono
nella copertura RC auto avviene nel modo stati danneggiati (si possono ad esempio
seguente: presentare delle fotografie). Viene rimbor-
importo della fattura della riparazione più sato solo il valore attuale dell’oggetto.
interesse di mora dal giorno del sinistro. Il 22 maggio 2004 è entrato in vigore il
Se l’importo della fattura supera il valore decreto ministeriale n. 74 del 20 febbraio
222 dell’automobile, allora viene pagato solo 2004, che dà attuazione all’articolo 3 del-
il valore dell’auto al momento dell’inci- la legge n. 57 del 5 marzo 2001. Esso rap-
dente, ricavato ad esempio da Quattro- presenta un grande passo avanti verso una
ruote o Eurotax. maggiore trasparenza nella liquidazione
Qualora l’auto venga demolita, il danneg- dei danni conseguenti ad incidenti stradali.
giato ha ancora diritto al risarcimento dei Quest’articolo tratta in particolare del di-
costi di rottamazione, delle spese di reim- ritto di accesso agli atti della compagnia di
matricolazione della nuova auto, delle assicurazione che il contraente, l’assicurato
eventuali spese di traino, del bollo auto, e il danneggiato possono far valere quan-
se questo è stato pagato in anticipo per do tali atti siano rilevanti ai fini delle pre-
l’intero anno. tese che si potranno porre alla compagnia
Risarcimento per il cosiddetto “danno da stessa ai fini della liquidazione del sinistro.
fermo tecnico”: se si riesce a dimostrare La richiesta di presa visione degli atti può
l’assoluto bisogno dell’auto (ad esempio essere avanzata nei seguenti casi:
per motivi di lavoro), si può pretendere il • se è già stata presentata un’offerta di ri-
risarcimento di tale danno per il periodo sarcimento;
necessario alla riparazione dell’automo- • se l’assicurazione comunica che non in-
bile (attenzione: ciò non equivale neces- tende fare un’offerta e ne adduce i mo-
sariamente all’intero periodo trascorso tivi;
dall’automobile in officina). Al momento
vengono calcolati circa 26 Euro al gior-
no. Se una persona dovesse aver preso a
noleggio un’automobile, anche queste
spese le verranno rimborsate. Meglio co-
munque informarsi prima presso la com-
pagnia se tale risarcimento verrà pagato,
per evitare che alla fine si debba metter
mano al portafogli.
Abbigliamento ed altri oggetti di valore
danneggiati: tutti gli oggetti che siano
stati danneggiati nell’incidente devono
Assicurazioni e previdenza

• se l’assicurazione non ha fatto offerte. ri per il completamento della pratica.


Il procedimento deve essere concluso
La richiesta di accesso agli atti può essere entro 60 giorni dalla data della richie-
fatta rispettando i seguenti termini dalla sta. Inoltre la compagnia di assicurazio-
data di richiesta di risarcimento: ne deve indicare al richiedente, entro
• dopo 30 giorni, se si tratta di danni a 15 giorni, il nominativo del liquidatore
cose e se il modulo di denuncia è stato responsabile e concedere un termine
sottoscritto da entrambi i conducenti non inferiore a 10 e non superiore a 20
dei veicoli; giorni per prendere visione degli atti.
• dopo 60 giorni se si tratta di danni a All’atto della presa visione, l’interes- 223
cose; sato può prendere appunti oppu-
• dopo 90 giorni se il sinistro ha causato re ottenere una copia a pagamento.
lesioni personali o il decesso; Nel caso in cui la compagnia di assicura-
• in ogni altro caso, dopo 120 giorni dalla zione non ottemperi all’obbligo di acco-
data di accadimento del sinistro. gliere la richiesta, l’interessato può fare
Per l’accesso agli atti è necessario attener- reclamo all’Istituto Superiore di Vigilanza
si a uno specifico procedimento formale: (ISVAP).
• la richiesta scritta deve essere inviata Il decreto si applica a tutti i sinistri verifi-
a mezzo raccomandata con avviso di catisi successivamente alla data di entrata
ricevimento o a mezzo telefax purché in vigore della legge 5 marzo 2001, n. 57.
con rilascio del relativo rapporto di tra-
smissione, o consegnata a mano alla di-
rezione dell’compagnia di assicurazio- Fabbisogno assicurativo
ne o all’ufficio di liquidazione sinistri La tabella che segue illustra le caratteri-
della stessa. stiche del fabbisogno assicurativo di base.
• Nella richiesta devono essere indicati Prima di stipulare una qualsiasi polizza
gli estremi dell’atto oggetto della ri- sarebbe bene conoscere con chiarezza le
chiesta facendo riferimento all’interes- proprie necessità in termini di copertura
se personale e concreto del soggetto dei principali rischi. A tal fine può essere
interessato. utile rivolgersi ad un consulente assicura-
• L’interessato deve dimostrare la pro- tivo indipendente o al Centro Tutela Con-
pria identità (è anche possibile incari- sumatori Utenti.
care un’altra persona munita di apposi-
ta procura o delega).
Se ci sono tutti i presupposti, l’assicu- Motorini truccati*
razione deve accogliere la richiesta. Se Migliaia di ragazzi e ragazze minorenni
la richiesta è irregolare o incomple- continuano a circolare su motorini truc-
ta l’assicurazione deve darne avviso cati, benché la legge imponga, per la gui-
entro 15 giorni al richiedente, speci- da di veicoli con queste caratteristiche, il
ficando quali elementi sono necessa- possesso della patente A. In caso di sini-
Assicurazioni e previdenza

224

stro le assicurazioni possono esercitare strada ribadisce il concetto con chiarezza:


azione di regresso, sempre che non si sia
provveduto ad escludere esplicitamente
“Detti veicoli, qualora superino il limite
tale eventualità nel contratto di polizza.
stabilito per una delle caratteristiche
indicate, sono considerati motoveico-
Ai sensi dell’articolo 52/1 del Codice li”
della strada, per ciclomotore si inten-
de un veicolo a motore che presenti
(art. 52/4). In tal caso il veicolo dovrà
queste caratteristiche:
essere assicurato come motoveicolo, e
a) il motore non deve superare i 50 cc
il conducente essere munito della re-
di cilindrata
lativa patente di guida (categoria A).
b) la velocità massima che può svilup-
In caso di incidente riconducibile al supe-
pare non deve superare i 45 km/h.
ramento della velocità consentita, i geni-
Si tratta di specifiche tecniche che devo- tori del minore responsabile rischiano di
no essere osservate dal costruttore e non andare incontro a spese considerevoli, a
possono essere modificate. Il Codice della meno che una clausola di polizza non ven-
Assicurazioni e previdenza

ga loro in soccorso. Essa dovrebbe preve- possono essere inclusi facoltativamente.


dere espressamente che:
“La compagnia assicuratrice, in deroga
alle Condizioni generali di assicurazione, • La polizza dovrebbe contenere
rinuncia al diritto di rivalsa ai sensi dell’ar- le seguenti garanzie nell’ambito della
ticolo 18 della legge n. 990/1969, appli- vita privata e della circolazione strada-
cabile qualora il ciclomotore assicurato le: gli oneri per l’intervento di un legale,
presenti caratteristiche diverse da quelle sia in caso di assistenza giudiziale che
previste dall’articolo 52/b del Codice del- stragiudiziale, gli oneri per l’intervento
la strada.” di un perito o consulente tecnico nomi- 225
nato sia dal giudice che dall’assicurato,
le spese giudiziali, le spese di soccom-
Si può insistere con il proprio benza (100%) liquidate a favore della
assicuratore perché accetti l’inclusione di controparte e i costi da sostenere per
questa clausola, o in alternativa andrebbe procedimenti penali.
cercata una compagnia che già la preve- • Esclusioni: la garanzia non si estende
da o comunque la accetti. In tal modo si di regola alla materia amministrativa,
evita un bel rischio, che potrebbe divenire fiscale, familiare (divorzi e separazio-
un grosso problema finanziario in caso di ni), a donazioni e successioni, a contro-
sinistro. versie riferibili a beni immobili diversi
(*) Per “truccato” si intende lo scooter che dall’abitazione ove l’assicurato ha la
abbia subito una modifica – meccanica o di residenza.
altra natura – tale da permettere un aumento
della velocità massima senza modifica della
cilindrata. Attenzione: sono sempre esclu-
se dalla copertura le controversie rela-
tive a costruzione e ristrutturazione di
Polizza assicurativa immobili (che eventualmente andran-
di tutela legale no assicurate separatamente). Inoltre
Una polizza assicurativa di tutela legale sono di regola escluse le controversie
offre una copertura per i casi nei quali l’as- contrattuali al di sotto di un certo valo-
sicurato debba affrontare una controver- re, solitamente 260 Euro (attenzione:
sia giudiziale o stragiudiziale, sia perché è bene evitare limitazioni al valore del
chiamato in causa da terzi, sia di propria contenzioso, fissando ad esempio per
iniziativa per ottenere il riconoscimento le controversie contrattuali un limite
di un proprio diritto. massimo di valore del contenzioso di
In tal senso si tratta di una polizza di am- 8000 Euro). Per liti concernenti il co-
pia utilità. Oltre al contraente sono assicu- dice della strada sono sempre esclusi i
rati anche i familiari e conviventi presenti casi in cui il veicolo non era coperto da
nello stato di famiglia, ma altri conviventi assicurazione RC auto obbligatoria, o
Assicurazioni e previdenza

in cui il conducente guidava in stato di vocato prenda iniziative non previste


ebbrezza o non era abilitato alla guida. nel contratto assicurativo.
Talvolta sono escluse anche le contro-
versie in materia di lavoro subordina-
to. Polizza assicurativa
infortuni
La polizza infortuni copre i casi di inabilità
• Attenzione: se la tutela legale temporanea, di invalidità permanente e di
viene concordata quale garanzia acces- morte per infortunio. Possono essere co-
226 soria in aggiunta alla polizza RC auto, perti gli infortuni subiti durante l’attività
tale copertura vale solo nel caso di con- professionale dichiarata (rischio profes-
troversie legate al veicolo assicurato e sionale), ma anche durante il tempo libe-
non per tutte le altre controversie che ro (rischio extraprofessionale). È possibile
possono svilupparsi nella vita privata! assicurare tutti e due i rischi o limitare la
• Diritto di recesso: le compagnie si ri- copertura a una sola delle due categorie.
servano la possibilità di recedere dal Spesso viene offerta all’assicurato anche
contratto dopo ogni denuncia, ogni li- una diaria in caso di gesso o bende ges-
quidazione o ogni rifiuto di liquidazio- sate o apparecchi di contenzione o tutori
ne del sinistro. Si tratta di una clausola equivalenti e un rimborso spese ospeda-
vessatoria che può essere impugnata liere e mediche.
davanti al Giudice. In genere sono coperti i seguenti rischi:
• Massimale: la copertura per ogni lite è l’asfissia, gli avvelenamenti da ingerimen-
prestabilita nel contratto, e può essere to o assorbimento di sostanze, l’annega-
indicata come massimale unico o anche mento, l’assideramento, i colpi di sole o
come massimale annuo. È consigliabile di calore, le lesioni determinate da sforzi
non concordare nessun importo come (esclusi però infarti, ernie, rotture sotto-
massimale annuo assoluto. cutanee dei tendini), gli infortuni subiti
• Franchigia: normalmente è prevista in stato di malore o negligenza grave, gli
una franchigia fissa di almeno 100 infortuni derivanti da sommosse popolari
Euro. Sono escluse spesso le controver- o atti terroristici se la persona assicurata
sie con un valore in lite al di sotto dei non vi ha partecipato.
260 Euro.
• Nel caso in cui si sia provveduto a sce- A chi si rivolge la polizza infortuni?
gliere un avvocato e ad affidargli re- L’assicurazione infortuni è indispensabile
golare mandato, va scritta una lettera e assolutamente consigliabile a chi svol-
raccomandata sia all’assicurazione che ge un lavoro autonomo. Solo i coltivatori
all’avvocato, nella quale si intima al diretti, gli artigiani, i collaboratori coordi-
legale di prendere accordi con la com- nati continuativi e i soci collaboratori per-
pagnia in merito ad ogni attività che cepiscono, in caso di infortunio sul lavo-
intende esercitare. Si evita così che l’av- ro, un indennizzo dall’INAIL in base a un
Assicurazioni e previdenza

importo convenzionale stabilito, che però segua una invalidità permanente pari o
potrebbe rivelarsi insufficiente. superiore al 33%. Anche per loro è quindi
L’assicurazione infortuni è dunque rac- consigliabile un’assicurazione per invali-
comandata ai lavoratori autonomi e do- dità permanente, soprattutto per i rischi
vrebbe comprendere sia l’invalidità per- extraprofessionali.
manente che l’inabilità temporanea in
caso di infortuni sul lavoro ed anche nel
tempo libero. • Esclusioni: nelle polizze in-
Per i lavoratori dipendenti invece è consi- fortuni le esclusioni sono numerose.
gliabile la sola assicurazione per invalidità Quelle più frequenti riguardano l’eser- 227
permanente derivante da attività extra- cizio di determinate attività sportive,
professionale. L’inabilità temporanea è in particolare: parapendio, deltaplano,
superflua, perché essi percepiscono co- free climbing, immersione subacquea,
munque lo stipendio per il periodo fissato scalata di roccia o ghiacciai oltre il 3°
dal contratto collettivo nazionale. Attra- grado e comunque ogni sport pericolo-
verso una maggiore copertura del rischio so come gare di motociclismo, ecc. Non
per invalidità offerta dall’assicurazione vengono indennizzati di solito neanche
obbligatoria, il lavoratore dipendente può gli infortuni causati da guida di veicoli
evitare di stipulare una copertura assicu- senza patente o in stato di ubriachezza,
rativa privata per invalidità permanente abuso di psicofarmaci o stupefacenti,
dovuta a malattia od incidente. interventi chirurgici, guerra, insurre-
Le casalinghe aderenti all’assicurazione zioni, calamità naturali, ecc.
infortunistica obbligatoria vengono risar- • Franchigie: di regola tutte le polizze
cite per infortuni domestici dai quali con- infortuni prevedono una franchigia sia
Assicurazioni e previdenza

per l’invalidità permanente (in percen- sta del consumatore, evitando coperture
tuale), sia per l’inabilità temporanea assicurative superflue e quanto ne conse-
(in giorni). gue in termini di spesa. Tale valutazione
• Facoltà di recesso dopo ogni sinistro: rientra tra i servizi offerti dal Centro Tute-
le compagnie si riservano talora la pos- la Consumatori Utenti.
sibilità di recedere dal contratto dopo
ogni denuncia o liquidazione o rifiuto a Disdetta della polizza
liquidare. Si tratta di una clausola vessa- Normalmente le polizze infortuni sono
toria che può essere impugnata davanti vincolanti fino alla scadenza del contrat-
228 al Giudice. to.
• Persone non assicurabili: le compagnie
Per questo motivo andrebbero stipu-
rifiutano di assicurare gli alcolisti, i tos-
lati sempre solo contratti con durata
sicodipendenti, le persone affette da
annuale e con rinnovo automatico alla
infermità mentale, le persone affette
scadenza.
da AIDS e gli anziani sopra i 70 anni di
età. In genere esiste comunque la possibilità
• È consigliabile chiedere che nel con- di recedere dal contratto in occasione del-
tratto di polizza venga contemplata la la liquidazione di un sinistro o del formale
valutazione della tabella INAIL in caso rifiuto di liquidarlo, nel periodo compreso
di una invalidità permanente, in quan- fino al 60° giorno dalla data del sinistro.
to più favorevole per l’assicurato.
• Da verificare anche che la polizza non Denuncia di sinistro
preveda che, in caso di controversie Essa va presentata entro tre giorni dall’in-
con la compagnia, venga attivato ob- cidente o dal giorno in cui l’assicurato è in
bligatoriamente l’istituto dell’arbitra- grado di formularla. Se la durata dell’ina-
to. Tale clausola è vessatoria in quanto bilità temporanea dovesse protrarsi oltre
preclude all’assicurato la via della giuri- il periodo indicato nel primo certificato
sdizione ordinaria e può quindi essere medico, è indispensabile inviare all’assi-
impugnata davanti al Giudice. curazione un ulteriore certificato prima
della data di scadenza indicata sul primo
Somme assicurate e relativi premi certificato. È importante che dalle due
Per determinare l’ammontare delle som- certificazioni risulti un periodo di inabi-
me assicurate consigliabile nel singolo lità ininterrotto. Se le lesioni avessero
caso, nonché per quantificare il relativo causato postumi di invalidità permanen-
premio è consigliabile una attenta valuta- te, è necessario munirsi di un certificato
zione del fabbisogno assicurativo. Si trat- medico o, meglio ancora, di una relazio-
ta di un’analisi della situazione individua- ne medico-legale indicante il quadro cli-
le che permette di stimare con una certa nico e la percentuale di invalidità; anche
precisione quali siano le reali necessità questa andrà poi inviata all’assicurazione.
assicurative considerate dal punto di vi- Inoltre l’assicurato è tenuto, in virtù di
Assicurazioni e previdenza

una specifica clausola contrattuale, a sot- la copertura per invalidità permanente da


toporsi alle visite mediche richieste dalla malattia, è indicato più che altro il solo
compagnia. rimborso spese limitato ai grandi inter-
venti chirurgici, in quanto essi possono
ottenere degli acconti per spese sanita-
Polizza assicurativa rie anche dal proprio datore di lavoro, a
malattia (privata) valere sul trattamento di fine rapporto
La polizza malattia privata è un prodotto e/o sull’importo capitalizzato dal fondo
assicurativo facoltativo, che può garantire pensionistico integrativo. Attraverso una
la diaria di ricovero per coprire la perdita maggiore copertura del rischio per inva- 229
reddituale in caso di ricovero oppure, in lidità offerta dall’assicurazione obbliga-
aggiunta, anche le spese per la cura in una toria, il lavoratore dipendente potrebbe
clinica o in un ospedale specializzato. Le anche evitare di stipulare una copertura
polizze malattia possono prevedere: assicurativa privata per invalidità perma-
un’indennità in seguito a invalidità nente dovuta a malattia od incidente.
permanente da malattia
una diaria per degenza ospedaliera
o per malattia con o senza ricovero,
estesa eventualmente al caso di in-
gessatura, applicazione di apparecchi
di contenzione o tutori equivalenti
un rimborso delle spese sostenute in
occasione di ricoveri e cure oppure,
in alternativa, il rimborso spese solo
per grandi interventi chirurgici.
Di certo consigliabile a tutti i membri di
una famiglia, compresi i minorenni, la
garanzia per l’invalidità permanente da
malattia – a meno che la famiglia non di-
sponga di riserve finanziarie adeguate a
sostenere una situazione di questo tipo.
Per i lavoratori autonomi è convenien-
te stipulare anche la diaria giornaliera in
caso di malattia. Infatti se non sono in
grado di lavorare a causa di una malattia,
non percepiscono alcun reddito. Inoltre
può essere utile stipulare il rimborso spe-
se di cura ma solo per grandi interventi
chirurgici (ad esempio in caso di tumori).
Per i lavoratori dipendenti invece, a parte
Assicurazioni e previdenza

denza, l’Aids o la schizofrenia, queste


determinano l’immediata cessazione
• Le polizze per invalidità per- della copertura assicurativa.
manente da malattia offrono in genere • Decorrenza: verificare in polizza il mo-
una copertura a partire da una soglia mento dal quale decorrono le singole
d’invalidità pari ad almeno il 26%. È garanzie previste dalla polizza. È possi-
consigliabile chiedere l’applicazione bile che la copertura assicurativa inizi
delle tabelle INAIL. più tardi.
• Al momento della stipula del contrat- • Facoltà di recesso: qualche volta le
230 to è bene prestare attenzione a quale compagnie si riservano la facoltà di re-
tipo di rimborso spese sia previsto, se cesso dopo ogni denuncia o liquidazio-
solo la parte non coperta dal Servizio ne. Si può cercare di escludere questa
sanitario nazionale o se piuttosto l’am- clausola od eventualmente impugnar-
montare globale delle stesse. Soprat- la.
tutto per lavoratori autonomi e liberi • Un consiglio riguarda la durata contrat-
professionisti può essere interessante tuale, possibilmente breve: l’ideale è
la copertura completa. dato dalle polizze annuali con rinnovo
• Sempre al momento della stipula del tacito alla scadenza in caso di mancata
contratto va verificato se la polizza pre- disdetta. Una lunga durata può però
vede che nel caso di controversie con la convenire quando la compagnia abbia
compagnia si debba ricorrere obbliga- accettato di rinunciare espressamente
toriamente ad un arbitrato. Tale clau- alla propria facoltà di recesso in caso di
sola è vessatoria, in quanto preclude al- sinistro.
l’assicurato il ricorso alla giurisdizione • Le spese mediche per un controllo ge-
ordinaria. Essa può essere impugnata nerale dello stato di salute non vengo-
davanti al Giudice. no rimborsate. È necessario che una
• Esclusioni: sono solitamente escluse malattia sia almeno sospettata o pre-
dalla copertura assicurativa le malfor- sunta.
mazioni preesistenti alla stipulazione • La polizza malattia cessa di regola se
del contratto, le malattie mentali, le nel corso del contratto l’assicurato rag-
cure dentarie, l’interruzione volonta- giunge l’età limite, che di solito è di 70
ria non terapeutica di gravidanza, gli o 75 anni.
interventi di chirurgia estetica, le con- • A differenza di quanto avviene in altri
seguenze di guerre, eruzioni vulcaniche Paesi, le compagnie attive in Italia of-
e terremoti. Inoltre sono esclusi i dan- frono esclusivamente la diaria legata ai
ni provocati dall’assicurato intenzio- ricoveri o alla degenza post-ricovero,
nalmente o mentre era sotto l’effetto ma non alla semplice malattia.
di alcol o di sostanze stupefacenti. Se • Attenzione alle informazioni fornite al
durante il contratto insorgono malat- momento della sottoscrizione!
tie come l’alcolismo, la tossicodipen- • Accanto alla proposta contrattuale,
Assicurazioni e previdenza

l’assicurato deve sottoscrivere il cosid- sarà opportuno includere espressamente


detto questionario anamnestico, che tali garanzie nella propria polizza.
contiene tutta una serie di domande Per fabbricato s’intendono tutti gli im-
inerenti allo stato di salute del con- pianti e componenti fissi ovvero immobi-
traente. Su questa base la compagnia li; per contenuto e arredamento si inten-
decide se offrire o meno la propria co- dono tutti i beni mobili (le cose) presenti
pertura assicurativa, a quali condizioni nella casa o nell’appartamento.
e soprattutto a che prezzo. La since-
rità è assolutamente indispensabile, Sono coperti dalla stessa polizza an-
altrimenti si rischia che l’assicurazione che altri edifici di pertinenza, come 231
respinga una liquidazione in caso di si- per esempio il garage e la casetta de-
nistro o annulli la polizza. In presenza gli attrezzi del giardino. Questi ultimi
di dubbi o incertezze interpretative è non possono però superare 1/10 della
bene chiedere lumi al proprio medico superficie complessiva assicurata, altri-
di fiducia. menti devono essere indicati espressa-
mente nella polizza e assicurati a parte.
La polizza assicurativa contro i rischi di
Polizza assicurativa incendio può essere stipulata in diverse
per l’abitazione forme:
Una buona assicurazione contro l’incen-
dio copre sia l’immobile, sia il suo con- • a valore a nuovo o di ricostruzio-
tenuto (mobili, suppellettili, ecc.). Essa ne: l’assicuratore si obbliga a pagare
giunge solitamente ad offrire una coper- la spesa necessaria per la ricostruzione
tura molto ampia, comprendendo anche integrale del fabbricato o per la sostitu-
danni causati da fulmini, tempeste, esplo- zione dei beni mobili, fino al massimale
sioni, implosioni, scoppio, grandine, ven- stipulato. Si consiglia di stipulare que-
to, neve, acqua (spesso in questo caso è sto tipo di polizza sia per il fabbricato
coperto solamente il danno provocato da che per i beni mobili in esso contenuti,
rottura accidentale e non quello dovuto a in quanto si evita così la liquidazione
difetto di manutenzione), caduta di aerei e del danno con riferimento al valore che
satelliti sulla casa, fumo, gas, onda sonica, la cosa assicurata ha al momento del si-
fenomeni elettrici, atti vandalici ed even- nistro.
ti sociopolitici come scioperi, sommosse,
urto di veicoli (esclusi quelli dell’assicura- • A valore intero: l’assicurazione copre
to). Spesso sono però esclusi i danni da la totalità del valore delle cose assicu-
gelo (è importante cercare il guasto ed as- rate. Se il valore dichiarato risulta infe-
sicurare la riparazione), i danni provocati riore a quello effettivamente stimato
da terremoti, alluvioni e frane. Se si abita al momento del sinistro, viene però
in una zona dove è relativamente proba- applicata la regola proporzionale (ad
bile che si verifichi un evento di tale tipo, esempio: il capitale assicurato è pari a
Assicurazioni e previdenza

50.000 Euro, ma il valore complessivo derato piano anche il solaio immedia-


dei beni si compone del valore dei beni tamente sottostante al tetto.
bruciati di 25.000 Euro e di quello dei
beni rimasti che, secondo la stima del • Classe 2: fabbricato con strutture por-
perito, è di 40.000 Euro. Dunque un tanti verticali, pareti esterne e manto
totale stimato di 65.000 Euro, ma l’assi- del tetto in materiali incombustibili,
curazione sarà tenuta a risarcire in pro- solai o armatura del tetto comunque
porzione al valore dichiarato di 50.000 costruiti.
232 Euro, che qui rappresenta il 76,92% di
quello stimato. Dunque viene liquidato • Classe 3: fabbricato con strutture por-
il 76,92% di 25.000 Euro, cioè 19.230 tanti verticali in materiali incombusti-
Euro). Questa forma è più economica, bili, solai, pareti esterne e tetto comun-
ma anche molto più rischiosa! que costruiti.

• A primo rischio assoluto: • Classe 4: fabbricato comunque co-


struito.
l’assicuratore si obbliga a pagare fino al
raggiungimento di un certo massimale
Esistono comunque delle tolleranze! Ad
senza applicare la regola proporziona-
esempio è consentito escludere i seguenti
le. Spesso è previsto nella polizza un
elementi:
abbattimento del valore: l’assicurazio-
• le caratteristiche costruttive di una sola
ne liquida in caso di danno un importo
porzione di fabbricato, la cui area co-
dato dal valore del bene nuovo depu-
perta non superi un decimo dell’area
rato dal deprezzamento. Questo tipo
coperta dal fabbricato stesso;
di polizza è consigliabile a chi effettua
• i materiali combustibili presenti nelle
personalmente lavori di costruzione ed
pareti esterne, nei solai e nella struttu-
ai proprietari di fabbricati rurali, per i
ra non portante del tetto, se la relativa
quali solitamente risulta troppo one- superficie non eccede 1/10 della su-
rosa la forma assicurativa del valore a perficie totale delle pareti esterne, dei
nuovo. solai e della struttura non portante del
Ogni fabbricato viene suddiviso in una tetto. Tale tolleranza aumenta ad 1/3
delle seguenti classi, e su tale base si de- se si tratta di materie plastiche non
termina il premio da pagare: espanse né alveolari;
• i materiali impiegati per impermeabi-
• Classe 1: fabbricati con strutture por- lizzazione o rivestimento, se aderenti a
tanti verticali, solai, pareti esterne e strutture continue in laterizio, cemen-
tetto in materiali incombustibili. Nei to armato o calcestruzzo.
soli fabbricati a più piani è tollerata
l’armatura del tetto in legno; è consi-
Assicurazioni e previdenza

• Prima di stipulare una polizza per l’abi-


Una polizza di assicurazione contro tazione va tenuto conto di quali rischi
l’incendio è consigliabile a chiunque si vogliano assicurare. Ad esempio, se
possieda una casa o sia in affitto (in tal
basta la sola assicurazione contro l’in-
caso limitatamente alla copertura del
cendio o se è importante assicurarsi
rischio locativo). La polizza incendio
anche contro i danni da gelo in quan-
interessa anche chi abita in un condo-
to si abita in una zona particolarmente
minio, dato che le polizze comuni (po-
fredda.
lizza globale fabbricato) non coprono
• Ricorso di terzi: è una garanzia che ri-
il contenuto delle singole abitazioni
sarcisce i danni a beni di terze persone 233
del condomino. È importante che nel-
in seguito ad incendio, esplosione o
la polizza globale per il fabbricato sia
scoppio. Copre fino al raggiungimento
compresa la garanzia a copertura del
del massimale assicurato, senza consi-
ricorso di terzi.
derare l’effettiva possibilità di danno.
Esistono delle polizze RC vita privata
Quando si stipula una polizza, non nelle quali è già compreso il ricorso dei
conviene fare false dichiarazioni! vicini a seguito di incendio, fino ad una
Al momento della stipulazione del con- certo massimale prestabilito. Quindi è
tratto verrà richiesta una descrizione bene verificare se la propria polizza RC
dell’abitazione: ad esempio dove si trova, vita privata comprenda tale garanzia. In
se è una casa monofamigliare o un con- caso negativo si consiglia di includere il
dominio, se è costruita in legno o meno, ricorso di terzi nella polizza abitazione
se esiste un sistema d’allarme. Mentire in intestata a qualunque proprietario o
tale circostanza significa rischiare di non inquilino di un’abitazione adiacente ad
essere indennizzati dall’assicurazione. altre case o appartamenti. Tale garan-
zia non serve invece a chi abita in una
casa monofamigliare distante da altre
Prima di stipulare la polizza abitazioni.
vanno sempre osservate le seguenti
regole: Garanzia per responsabilità civile
• Esclusioni: in genere sono esclusi i dan- La responsabilità civile attinente ai dan-
ni provocati con dolo o colpa grave, ni causati a terzi dalla propria abitazio-
non solo dall’assicurato, ma anche dal- ne non va confusa con la responsabilità
le persone che convivono con lui. Un civile del capofamiglia. La prima si limi-
esempio: fumare a letto. È importante ta esclusivamente ai danni causati dal-
che la colpa grave sia prevista dalla po- l’abitazione, mentre la seconda riguar-
lizza. da molte altre forme di danno causato
• Franchigie: sono senz’altro consigliabi- a terzi. Quindi attenzione: nella polizza
li, purché facciano diminuire il premio di responsabilità civile dell’abitazione
assicurativo. non è compresa la RC del capofamiglia!
Assicurazioni e previdenza

Esistono però anche prodotti assicurativi Disdetta della polizza


che contengono sia la garanzia incendio Normalmente le polizze abitazione sono
che la responsabilità civile del buon padre vincolanti fino alla scadenza del contratto.
di famiglia.

Assicurazione contro i danni causati Per questo motivo è bene


da un cantiere edile stipulare sempre solo contratti con
La stipula di un’assicurazione RC del co- durata annuale e con rinnovo au-
struttore è consigliabile a chiunque si ac- tomatico alla scadenza. Di regola è
234 cinga a costruire una casa; essa varrà per possibile comunque esercitare il di-
tutto il periodo dei lavori di costruzione. In ritto di recesso dal contratto fino al
tal modo si sarà coperti dai possibili danni 60° giorno successivo al pagamen-
causati a terzi dalle attività del cantiere. to dell’indennizzo od alla contesta-
zione formale del sinistro.
Quanto costa una polizza per l’abi-
tazione? Garanzie accessorie nella polizza abi-
Una consulenza circa i costi connessi con tazione
questa copertura viene offerta in occasio- Le polizze per l’abitazione possono as-
ne del check-up assicurativo organizzato sicurare anche il rischio contro il furto.
dal Centro Tutela Consumatori Utenti. Si Esistono sul mercato anche dei pacchetti
tratta di un’analisi della situazione indivi- “multirischi” che coprono una pluralità di
duale, che permette di stimare con una rischi.
certa precisione quali siano le reali neces-
sità assicurative dell’interessato, evitando
coperture assicurative superflue e quanto Polizza assicurativa re-
ne consegue in termini di spesa. sponsabilità civile (RC) auto
La polizza RC auto copre i danni involon-
Come comportarsi in caso di sini- tariamente cagionati a terzi o ai passegge-
stro? ri trasportati dal veicolo assicurato, fino al
Il fatto va denunciato alla compagnia en- massimale stabilito. Si consiglia di stipula-
tro il termine fissato nelle condizioni ge- re la polizza con un massimale di almeno
nerali (di regola tre giorni), descrivendo 2.500.000 Euro.
l’accaduto e i danni che ne sono risultati al L’unica persona a non essere risarcita dalla
fabbricato e ai beni mobili in esso presenti. polizza RCA è il o la conducente del veico-
lo che ha provocato il sinistro, nel caso in
cui dovesse subire danni fisici. Per questa
Conviene raccogliere delle persona può essere interessante stipulare
prove, ad esempio scattando delle una copertura che la tuteli da tali eventi,
foto delle cose danneggiate. ma solo se non è già in possesso di una
polizza infortuni!
Assicurazioni e previdenza

• controllare che non siano state aggiun-


La copertura del rischio per responsa- te coperture assicurative non richieste
bilità civile è obbligatoria per tutti gli (ad esempio tutela legale, tutela del
autoveicoli, i motocicli, i ciclomotori
conducente, ecc.);
ed i natanti. Chi viaggia in automobile
• optare per il pagamento annuale an-
senza assicurazione rischia sanzioni se-
ziché semestrale del premio, dal mo-
vere e multe salatissime.
mento che risulta più conveniente;
L’assicurazione auto è necessaria an-
• valutare l’applicazione di una franchi-
che se un veicolo non viene più usato,
gia, che conviene se permette di ridur-
ma viene parcheggiato in un parcheg-
re in misura considerevole il premio da 235
gio o luogo comunque pubblico.
pagare.
L’assicuratore accerta con una serie di do- Se si desidera dare la disdetta ad una po-
mande il grado di rischio e quindi la tariffa lizza in corso, essa andrà inoltrata trami-
da applicare nel contratto assicurativo. In te fax o con lettera raccomandata con
caso di indicazioni false l’assicurazione pa- avviso di ricevimento almeno 30 giorni
gherà i danni dell’automobilista coinvolto prima della scadenza (legge n. 57 del
in un sinistro, ma chiederà poi il rimborso 05.03.2001). Le polizze stipulate via tele-
all’assicurato, applicando il diritto di rival- fono o via Internet scadono di regola al
sa. termine del periodo concordato, senza
Prima di porre la propria firma in calce ad proroghe automatiche.
un contratto di assicurazione a copertura È meglio spedire la raccomandata con
del rischio RC auto andrebbero usate al- avviso di ricevimento con un po’ di an-
cune precauzioni: ticipo, senza aspettare gli ultimi gior-
• conviene verificare alla voce “esclusio- ni, in quanto conta il giorno d’arrivo.
ni e rivalse” se la compagnia assicura-
tiva rinuncia al diritto di rivalsa in caso Recesso in seguito ad
di guida in stato di ebbrezza o con la aumenti del premio
patente scaduta o in caso di incidente Nel caso in cui l’aumento del premio ri-
causato da una persona ad esempio chiesto superi il tasso d’inflazione ufficia-
sotto i 25 anni di età (alcune compa- le, il cliente di una compagnia assicurativa
gnie prevedono in questi casi delle può esprimere il proprio recesso dal con-
esclusioni); tratto fino all’ultimo giorno della sua va-
• prima di sottoscrivere il contratto, è lidità (è valida anche una comunicazione
bene anche controllare la corrispon- via fax). Naturalmente non si considera-
denza dei dati contenuti nella polizza no qui le variazioni di premio apportate
con quelli riportati sul libretto di circo- dopo il verificarsi di un sinistro provocato
lazione e l’esattezza del codice fiscale; dal contraente.
• trasmettere sempre una copia del li- Se invece l’aumento del premio si mantie-
bretto di circolazione alla compagnia ne al di sotto del tasso di inflazione ufficia-
assicurativa; le, il contraente deve controllare la propria
Assicurazioni e previdenza

polizza, verificando se essa prevede che dunque ciclomotori e macchine agricole)


la compagnia debba o meno comunicare e non vi possono essere danni alle perso-
al proprio cliente le variazioni del premio. ne. L’assicuratore deve, in caso di accordo
Nel primo caso il contraente avrebbe il di- con l’assicurato, pagare l’importo concor-
ritto di ricevere una comunicazione circa dato entro i 15 giorni successivi alla peri-
eventuali aumenti almeno entro 60 giorni zia eseguita sul veicolo, mentre in caso
prima dello scadere della polizza (l’indica- di disaccordo pagherà semplicemente
zione deve riguardare l’importo da paga- quanto ritiene dovuto. L’assicurato po-
re, non solo un tasso percentuale). Se in- trà quindi chiedere all’assicurazione della
236 vece la polizza non lo prevede, indicando controparte l’ulteriore somma che ritiene
ad esempio che le nuove tariffe vengono gli debba essere risarcita.
semplicemente esposte al pubblico nei lo- - all’assicurazione della controparte,
cali dell’agenzia, l’assicurato ha la facoltà quando non è applicabile la procedura
di comunicare la disdetta fino all’ultimo CID. È bene richiedere per iscritto a tale
giorno indicato in polizza. compagnia un elenco dei documenti da
presentare. Una volta ricevuti tali docu-
menti, l’assicurazione dovrà formulare
Che fare in caso di sinistro? un’offerta entro 60 giorni (se ci sono solo
Non sottoscrivere alcun modulo se danni materiali) o 90 giorni (se sono pre-
non si è assolutamente sicuri di aver senti anche danni a persone).
causato direttamente l’incidente, o Presso il Centro Tutela Consumatori
se ci si trova sotto shock o in stato Utenti sono disponibili dei modelli di let-
confusionale. tera per le varie richieste.
Procurarsi nome e indirizzo di even-
tuali persone che abbiano assistito al Polizze assicurative stipulate per te-
fatto, così da poterle contattare nel lefono o attraverso Internet
caso in cui servisse una testimonian- Spesso consentono un notevole rispar-
za. mio sul costo della polizza (soprattutto a
Presentare regolare denuncia di dan- chi guida da tempo senza incidenti), per-
no firmata entro tre giorni dall’inci- ché il cliente tratta direttamente con l’as-
dente, indirizzandola: sicurazione e non tramite un agente. Però
- alla propria assicurazione, quando è ap- anche qui è importante verificare attenta-
plicabile la procedura CID: tale procedura mente le clausole sull’esclusione e sul di-
consente all’assicurato che abbia in tutto ritto di rivalsa. Il pagamento del premio si
o in parte ragione di ottenere il risarci- effettua direttamente alla compagnia ed
mento direttamente dal proprio assicu- il contratto, con il contrassegno assicura-
ratore. Il relativo modulo, di colore blu, tivo, arriva a domicilio per posta. Le poliz-
va firmato da entrambi i conducenti. Per ze RCA stipulate per telefono o attraverso
applicare la procedura CID si deve tratta- Internet prevedono generalmente un di-
re di urto effettivo fra due veicoli (esclusi ritto di recesso di almeno 7 giorni
Assicurazioni e previdenza

In caso di sinistro, la segnalazione va fatta mestici in genere; intossicazione o avve-


secondo le modalità previste dalla poliz- lenamento da cibi e bevande; animali do-
za. mestici (proprietà e possesso); esercizio
di attività sportive di pratica comune e
Garanzie accessorie partecipazione a gare dilettanti; pratica di
Sono facoltative, dunque non obbliga- hobby; messa in moto di veicoli e natanti
torie: le garanzie kasko, incendio, furto, a motore da parte dei figli dell’assicurato
cristalli, tutela giudiziaria, tutela del con- di età inferiore ai quattordici anni; uso di
ducente, assistenza, eventi socio-politici, cavalli e animali da sella in genere.
eventi atmosferici, gancio e rischio stati- 237
co. Queste coperture risarciscono i dan-
Nella polizza RC vita privata sono co-
ni derivanti da eventi non previsti nella
perti sempre solo i danni provocati in-
polizza RC auto e la loro opportunità va
volontariamente (colposi) e non quelli
valutata con attenzione di caso in caso.
intenzionali (dolosi).

www.centroconsumatori.it A chi si rivolge la polizza RC vita pri-


vata?
Questo tipo di polizza è indispensabile
per chiunque non voglia trovarsi di fronte
Polizza assicurativa
a ingenti richieste di risarcimento danni
responsabilità civile (RC) avvenuti nell’ambito della vita privata. Va
vita privata sempre tenuto presente che chi cagiona
La polizza RC vita privata – la cosiddetta un danno ne risponde col proprio intero
RC capofamiglia - copre fino al massimale patrimonio personale. Questa forma assi-
stabilito nella polizza i danni che l’assicu- curativa converrebbe a chiunque.
rato o i suoi familiari, nonché le persone Inoltre è importante non confondere la
che vivono stabilmente con lui, provoca- polizza RC vita privata con la polizza RC
no a terzi con il conseguente obbligo di abitazione. Quest’ultima infatti copre so-
risarcimento. Normalmente sono com- lamente i danni provocati dall’abitazione
presi in garanzia anche i fatti commessi ad un terzo, ma non quelli che si verifica-
dai domestici. no in genere nella vita privata.
I rischi solitamente coperti dalla polizza
RC capofamiglia sono: fabbricati adibiti
a dimora abituale e saltuaria (in proprie- • Tenere in debita considerazio-
tà o conduzione), comprese pertinenze, ne il fatto che molte compagnie esclu-
dipendenze ed impianti; perdite di acqua; dono la copertura assicurativa di que-
esplosioni di gas (limitato alle lesioni per- sto tipo di polizze in molte eventualità,
sonali); scoppio di apparecchi televisivi; ad esempio nei danni da inquinamen-
caduta di antenne; uso di apparecchi do- to, nella guida di veicoli a motore, nei
Assicurazioni e previdenza

danni a cose custodite dall’assicurato, costi può essere richiesta al Centro Tutela
nei lavori di manutenzione straordina- Consumatori Utenti. Si tratta di un’analisi
ria, nei danni causati da animali diversi personalizzata che consente al consuma-
da quelli domestici. tore di conoscere esattamente le proprie
• Chi desidera una copertura in occasio- esigenze in ambito assicurativo e quindi di
ne dei lavori di costruzione o di manu- evitare sia le coperture inutili che il relati-
tenzione straordinaria di una casa può vo dispendio di denaro.
stipulare una polizza RC per la respon-
sabilità del committente. Come dare disdetta di una polizza as-
238 • Non vengono considerati terzi il coniu- sicurativa?
ge, i genitori, i figli e i fratelli dell’assi- Di solito non è possibile disdire un con-
curato, nonché qualsiasi altro parente tratto prima della sua scadenza, anzi, qua-
o affine con lui convivente. si tutti i contratti prevedono il rinnovo
• Franchigie: la franchigia è senz’altro tacito alla scadenza se non si dà disdetta
consigliabile, purché faccia diminuire in tempo (di regola 60 o 90 giorni prima
il premio assicurativo (una franchigia della scadenza). Però in genere esiste una
di 250 Euro potrebbe ridurre il premio possibilità di recesso nei 60 giorni che se-
anche del 30%). guono la liquidazione di un sinistro o la
comunicazione del diniego della liquida-
zione.
• Attenzione: va verificato se
nella propria polizza è compreso il ri-
corso di terzi per danni derivanti da in- Che fare in caso di sinistro?
cendio o scoppio. Se non è compreso In caso di sinistro va inviata alla compa-
e si abitasse in un appartamento o in gnia entro tre giorni dal verificarsi del
una casa adiacente ad un’altra, è con- danno o dal momento in cui l’assicurato
sigliabile includere tale garanzia nella ne ha avuto notizia una comunicazione a
propria polizza incendi (assicurazione mezzo raccomandata con avviso di ricevi-
fabbricati); mento (o con altre modalità, se previste
• Copertura mondiale: la polizza deve dalla polizza). Va posta molta attenzione
prevedere la copertura per tutto il a ciò che si scrive, badando a non offri-
mondo, soprattutto se si viaggia. Certe re alla compagnia degli elementi che essa
compagnie coprono però solamente i potrebbe utilizzare per negare il risarci-
Paesi europei. mento! La liquidazione del danno dipen-
de spesso da come si è descritto il sinistro.
Capitale assicurato e costi di una co- Importante è senz’altro raccogliere tutte
pertura assicurativa RC vita privata le prove utili (foto, testimonianze, ...)
Una valutazione del fabbisogno assi- Un modello per la denuncia del danno è
curativo comprendente l’individuazio- disponibile presso il Centro Tutela Consu-
ne della copertura necessaria ed i relativi matori Utenti.
Assicurazioni e previdenza

essere comunicato (anche a mezzo fax)


Polizza assicurativa RC fino a 30 giorni prima della sua sca-
auto con premi convenienti denza (in caso di assicurazione diretta
Differenze di premio che giungono fino telefonica o online il contratto decade
al 290% per la stessa identica copertura automaticamente).
assicurativa RC auto rendono più che mai • Nessun preavviso è dovuto per espri-
evidente che il consumatore può rispar- mere il recesso (anche a mezzo fax)
miare cifre considerevoli se valuta con at- fino all’ultimo giorno di decorrenza
tenzione le offerte delle compagnie pre- della polizza, nel caso in cui il premio
senti sul mercato. Ad esempio, per il pro- sia aumentato in misura maggiore del 239
filo D i dati pubblicati ai sensi di legge pre- tasso d’inflazione programmato. Natu-
sentano, per la provincia di Bolzano, delle ralmente sono esclusi gli aumenti do-
richieste di premi che spaziano dai 166 ai vuti a responsabilità in sinistri. Va ricor-
649 Euro. Il consumatore intenzionato a dato che, in caso di recesso, la coper-
non accettare subito la prima proposta tura assicurativa termina alla scadenza
che gli capita ha dunque la possibilità, del contratto e non viene prorogata dei
grazie tra l’altro all’obbligo di informazio- 15 giorni di tolleranza, come altrimenti
ne sancito dalla nuova normativa sulla RC avviene abitualmente.
auto (legge n. 57 del 5 marzo 2001, entra- • L'assicurato ha inoltre il diritto di co-
ta in vigore nell’aprile dello stesso anno), noscere l'importo esatto del danno
di orientarsi meglio sul mercato e trovare rimborsato e di ricevere l'attestato di
la copertura assicurativa più consona alle rischio con almeno 5 giorni lavorativi
proprie esigenze. di anticipo dalla scadenza della polizza
Le nuove disposizioni in materia prevedo- RC auto.
no quanto segue:
• Le compagnie assicuratrici sono tenute
a pubblicizzare i premi annuali e le re- • Conviene sempre richiedere
lative condizioni generali di polizza sul anche un preventivo alle compagnie di-
proprio sito Internet, oltre a tenerne rette, che operano senza intermediari;
una copia a disposizione del pubblico • è bene concordare una copertura con
in tutte le proprie agenzie. massimale non inferiore a 2.500.000
• Gli assicurati hanno il diritto di esse- Euro;
re avvertiti dalla compagnia in caso di • valutare l’applicazione di una franchi-
aumento tariffario almeno 60 giorni gia, che conviene se permette di ridur-
prima della scadenza della polizza. In re in misura considerevole il premio da
mancanza di comunicazione, il con- pagare;
traente avrà diritto a rinnovare la po- • trasmettere sempre una copia del li-
lizza alle stesse condizioni del periodo bretto di circolazione alla compagnia
precedente. assicurativa, anche se non richiesto;
• Il recesso dal contratto assicurativo può • prima di sottoscrivere il contratto, è
Assicurazioni e previdenza

bene anche controllare la corrispon- esempio le polizze miste, le polizze unit


denza dei dati contenuti nella polizza linked o index linked, le assicurazioni pre-
con quelli riportati sul libretto di circo- videnziali. Prima di stipulare una polizza
lazione; vita di capitalizzazione è consigliabile ana-
• controllare che non siano state aggiun- lizzare attentamente la propria situazione
te coperture assicurative non richieste previdenziale.
(ad esempio tutela legale, passegge-
ri trasportati, tutela del conducente, Cos’è una polizza di capitalizzazione?
ecc.). La compagnia non può imporre La compagnia assicurativa s’impegna a
240 nessuna garanzia accessoria; pagare un capitale o una rendita in caso
• conviene verificare se la compagnia as- di sopravvivenza della persona assicu-
sicurativa rinuncia al diritto di rivalsa in rata al momento stabilito nel contratto.
caso di guida in stato di ebbrezza o con Le forme di copertura possono puntare ad
la patente scaduta; • una rendita o un capitale differiti: in tal
• controllare infine se ognuno dei poten- caso l’assicurazione si impegna ad ero-
ziali conducenti della vettura rientra gare la rendita o il capitale non imme-
nelle figure assicurate o se la polizza diatamente, ma dopo un certo numero
preveda una franchigia in caso di inci- di anni;
dente causato da una persona al di sot- • una rendita immediata: qui è previsto
to dei 25 anni di età. il versamento di un premio unico, e la
compagnia si impegna ad erogare la
rendita pattuita in polizza.
Polizza assicurativa sulla
vita o previdenziale Polizze miste: si tratta di una combina-
Le assicurazioni sulla vita rivestono gran- zione fra una polizza di capitalizzazione ed
de importanza, poiché assicurano la fa- una polizza caso morte. La compagnia as-
miglia contro i rischi connessi con il de- sicurativa si impegna non soltanto ad ero-
cesso della persona titolare dei redditi gare una rendita o un capitale alla scaden-
necessari al suo sostentamento, oppure za in caso di sopravvivenza della persona
connessi con la sopravvenuta inabilità assicurata, ma anche a versare un deter-
della stessa ad un’attività lavorativa re- minato importo in caso di decesso di que-
munerata. La forma di assicurazione ap- st’ultima durante la durata del contratto
propriata in tali circostanze è quella di (oltre alla restituzione dei premi versati,
puro rischio, o caso morte, dove bene- che normalmente è prevista dalle polizze
ficiaria della copertura è la famiglia del- di capitalizzazione ad erogazione differita).
la persona assicurata (si veda alla voce La stipulazione di polizze vita miste non è
“Polizza assicurativa vita caso morte”). consigliabile. L’assicurazione caso morte
Accanto all’assicurazione di rischio esisto- (a copertura di un determinato rischio) e
no anche polizze vita di capitalizzazione quella di capitalizzazione (che è una for-
basate su un piano di risparmio, come per ma di risparmio) hanno finalità diverse, e
Assicurazioni e previdenza

tenendole separate si guadagna in termini riferimento. Queste garanzie possono co-


di flessibilità, di rendimenti più elevati e di prire sia il caso di vita che il caso di morte.
una migliore copertura assicurativa. Generalmente sono a premio unico. An-
che qui l’assicurato sostiene sia il rischio
Polizze unit-linked: si tratta di polizze del capitale che quello della rendita.
vita legate all’andamento di fondi comuni
di investimento. Qui l’entità del capitale
assicurato dipende dal valore delle quote Polizza assicurativa
di fondi di investimento interni (di pro- vita caso morte
prietà della compagnia) oppure esterni La polizza di assicurazione vita per il caso 241
(OICVM – Organismi di investimento morte rappresenta un prodotto assicura-
collettivo in valori mobiliari) in cui vengo- tivo di puro rischio, stipulabile nella mo-
no investiti i premi versati. Al termine del dalità della polizza temporanea o in quel-
contratto verrà restituito all’assicurato la a vita intera. Essa può risultare interes-
un importo pari al valore unitario a quel sante soprattutto per chi ha delle persone
momento delle quote moltiplicato per il a carico o ha contratto un mutuo, con la
numero delle quote possedute del rela- possibilità in quest’ultimo caso di commi-
tivo fondo. Il pagamento dei premi può surare la durata della polizza alla durata
essere in un’unica soluzione o a cadenza del mutuo. Risulta particolarmente utile
periodica. In questa forma di polizza l’as- quando non si ha una sufficiente disponi-
sicurato sostiene sia il rischio del capitale bilità di risparmi.
che quello della rendita. La compagnia assicurativa è tenuta a li-
quidare la somma convenuta in caso di
Polizze index-linked: si tratta di con- decesso della persona assicurata nel corso
tratti dal rendimento legato agli indici del periodo di validità della polizza.
di alcuni mercati borsistici. L’entità del
capitale assicurato dipende dal valore di • Le polizze vita caso morte possono
un indice azionario o di un altro valore di essere stipulate a capitale costante (è
questa la forma più diffusa), o a ca-
pitale decrescente. Quest’ultima for-
ma è consigliabile soprattutto a chi ha
contratto un mutuo (e assicura così la
somma necessaria a coprire le rate del
mutuo in base al relativo piano di am-
mortamento), oppure a chi desidera
offrire ai propri figli una sicurezza eco-
nomica fino al momento in cui questi
non avranno più bisogno di essere so-
stenuti dalla famiglia.
• Esclusioni: va studiata attentamente la
Assicurazioni e previdenza

presenza di esclusioni contenute nella


polizza! Non si è mai coperti nel caso Crowe - Gruppo Lloyd Londra
di partecipazione attiva ad azioni do- Tel. 800-116655 - www.crowe.it
lose, a fatti di guerra, suicidio, o anche
nel caso in cui il sinistro si verifichi in Genertel - Gruppo Generali
un periodo escluso dalla polizza (qui va Tel. 800-202020 - www.genertel.it
controllato accuratamente il termine
Genialloyd - Gruppo RAS
indicato in polizza), solitamente entro
Tel. 800-999999 - www.genialloyd.it
i primi due anni dalla stipula del con-
242
tratto.
Royal Insurance - Gruppo Royal
• Va consigliata sempre una visita medi-
Tel. 800-335599 - www.royal.it
ca, inviando comunque il referto all’as-
sicuratore, anche se ciò non fosse pre- Zuritel - Gruppo Zürich
visto. Tel. 800-247247 - www.zuritel.it
• Le polizze temporanee per il caso mor-
te non sono rinnovabili tacitamente Dialogo Assicurazioni - Gruppo La
alla scadenza, in quanto scadono auto- Fondiaria
maticamente. Tel. 800-066800 - www.dialogo.it

Direct Line - Gruppo Royal Bank of


Polizze assicurative Scotland
senza intermediari Tel. 848-801180 - www.directline.it
Da quando, nel 1995, sono entrate in Tel. 045-8181911 - www.arcadirect.it
vigore le direttive europee in materia
di assicurazioni, il mercato europeo si è Onlinear - Gruppo Unipol
aperto alla liberalizzazione del settore. A Tel. 800-992222 - www.onlinear.it
partire da quel momento sia i premi as-
sicurativi che le condizioni di copertura
assicurativa non vengono più stabiliti da Polizze previdenziali
un’autorità amministrativa, ma sono fis- (fondi pensione)
sati dalle compagnie attive nel settore. Revoca e recesso, riduzione e riscatto:
Per non perdere l’orientamento tra le La persona assicurata può revocare il con-
tante offerte disponibili nell’ambito tratto finché non viene informata del-
della RC auto, conviene richiedere un l’accettazione da parte della compagnia;
preventivo prima della scadenza con- in genere il termine di revoca è indicato
trattuale a diverse compagnie, anche a nella polizza. Se invece è stato informato
quelle che operano senza intermediari. dell’accettazione o gli è stata inviata la
Tra queste ultime segnaliamo in particola- polizza, l’assicurato ha 30 giorni di tempo
re le più diffuse: per recedere dal contratto.
Assicurazioni e previdenza

tipo fondatori assicurati valutazione


Fondi chiusi (ad esempio Parti sociali lavoratori conviene (per
Laborfonds) dipendenti presenza quota
datore di lavoro)
Fondi aperti banche, SIM, società di tutti conviene meno
risparmio, assicurazioni
FIP,PIP (Forme o Piani assicurazioni tutti non
individuali pensionistici) conviene
La riduzione è regolata dalle condizioni compagnia assicurativa per la firma da 243
contrattuali e consiste nella sospensione parte del contraente vanno studiati in
del pagamento dei premi. modo approfondito, rivolgendosi per
Il riscatto consiste invece nell’interruzio- eventuali dubbi ad un’associazione in-
ne anticipata del rapporto contrattuale. dipendente di consumatori.
Ulteriori coperture assicurative: • Non sono pochi gli investitori che, giun-
dietro pagamento di un sovrapprezzo la ti al termine del periodo previsto per
polizza può prevedere ulteriori coperture: l’accumulazione, si ritrovano a vedersi
tipicamente la morte per infortunio, l’in- erogato più o meno il capitale versato.
validità permanente, la diaria. Si sconsiglia Le ragioni di tutto ciò sono da ricercarsi
però di inserire tali coperture, dal momen- sia negli elevati costi di gestione adde-
to che normalmente sono troppo costose. bitati al risparmiatore, sia nella magra
Stipulando invece delle polizze separate rendita prodotta dall’investimento.
rispetto alla polizza vita si gode di una • Particolare cautela va suggerita in re-
maggiore flessibilità, di rendite superiori e lazione ai prodotti legati a fondi di in-
di migliore copertura assicurativa. vestimento o indici borsistici (“unit” o
“index linked”): qui il rischio di perdere
Alcuni consigli utili: il capitale investito è particolarmente
• assicurazioni e investimento andreb- elevato.
bero mantenuti separati. Se l’obiet- • Prima di rivolgere i propri pensieri al
tivo è quello di tutelare i propri cari è terzo pilastro del sistema pensionisti-
consigliabile eventualmente stipulare co (la previdenza integrativa privata),
una polizza caso morte ed una contro è forse meglio pensare al secondo pi-
il rischio di inabilità permanente (com- lastro, vale a dire ai fondi pensione
binando una polizza infortuni con una complementari regionali o di categoria
polizza malattia). Per quanto riguarda (Laborfonds). I vantaggi fiscali e anche
l’aspetto previdenziale, va detto che i rendimenti che questi strumenti pre-
esso ha poco a che fare con le polizze sentano per il lavoratore dipendente
vita o le coperture assicurative previ- sarebbero difficilmente conseguibili
denziali. con i prodotti offerti dalla previdenza
• Tutti i documenti predisposti dalla privata. Solo in terza istanza andrebbe
Assicurazioni e previdenza

valutato il ricorso a forme di previdenza stare attenzione al rischio finanziario:


integrativa individuale come p.es. poliz- se non si è contrattata una garanzia
ze vita di capitalizzazione. La possibilità minima (garanzia di tutto il capitale e
più diretta è costituita dall’acquisto della tasso di rendimento minimo annuo),
propria abitazione - anche in vista della la liquidazione del capitale può risul-
vecchiaia. Per quanto riguarda la previ- tare anche inferiore ai premi versati!
denza integrativa privata (importante Nella nota informativa prescritta deve
per i lavoratori autonomi) andrebbe essere ben evidenziata la presenza o
valutato l’investimento in beni al ripa- meno di rischi finanziari a carico del
244 ro dall’inflazione (come immobili, titoli contraente (circolare ISVAP n. 332 del
di Stato e obbligazioni). Chi dispone di 25.05.1998). Inoltre devono essere de-
cospicui risparmi ed è pratico di econo- scritte in modo chiaro le effettive pre-
mia può investire anche in azioni o in stazioni dell’assicurazione e l’eventuale
fondi azionari convenienti oppure in un presenza di garanzie accessorie.
contratto di risparmio, che garantisce • All’atto della sottoscrizione di polizze
sicurezza, liquidità, rendimento minimo di assicurazione sulla vita e di capitaliz-
e, eventualmente, un impiego etico del zazione rivalutabili deve essere conse-
capitale investito. gnato, oltre alla nota informativa, un
• È bene cominciare presto ad informarsi prospetto esemplificativo dello svilup-
su quale potrà essere la propria pensione po del capitale assicurato (rendita) e
futura. Un calcolo previsionale lo si può dei premi nel corso della durata con-
chiedere ad un patronato. Chi desidera trattuale, con l’evidenza, ad ogni ricor-
disporre di una “entrata extra” di 500 renza annuale, dei valori di riscatto e di
Euro al mese dopo il pensionamento, riduzione.
deve aver costituito entro tale data un
patrimonio di circa 100.000 Euro.
• Ogni anno si dovrebbe richiedere un Attenzione: il prospetto esem-
rendiconto dei rendimenti netti conse- plificativo, in quanto basato su ipotesi di
guiti e dei costi addebitati per la polizza. rendimento, non riveste alcun valore di
• Prima di decidere il “riscatto” di un’as- impegno vincolante per l’assicurazione.
sicurazione sulla vita è meglio sempre Prima di sottoscrivere alcunché va sempre
chiedere per iscritto il valore di riscatto e preteso un elenco dettagliato di tutte le
l’elenco di tutti i costi applicati sulla po- voci di costo (spese amministrative, tasso
lizza. tecnico, imposte, costi per il caso morte e
• Va ricordato che, nell’ipotesi di riscatto per coperture aggiuntive, criteri di com-
nei primi cinque anni della durata con- puto del rimborso). Solo in tal modo ci si
trattuale, vanno perdute (sono da resti- può render conto con chiarezza di quale
tuire al fisco) tutte le agevolazioni fiscali somma venga effettivamente investita.
godute (vale per le polizze sottoscritte
antecedentemente all’1° gennaio 2001).
• Nelle polizze “linked” occorre pre-
Indice analitico alfabetico

Indice analitico alfabetico


Abbigliamento ________________________ pag. 140 Car sharing ____________________________ pag. 143
Accesso alla giustizia – quale percorso _______________________________________ pag. 217
compie un reclamo ____________________ pag. 20 Carta ecologica ________________________ pag. 178
Acido citrico___________________________ pag. 94 Carta dei diritti del passeggero aereo ____ pag. 155
Acrilamide ____________________________ pag. 94 Carta dei servizi _______________________ pag. 36
Acqua minerale ________________________ pag. 94 Carte di credito ________________________ pag. 118 245
Acquistare a rate _______________________ pag. 116 Cioccolato ____________________________ pag. 98
Acquisto dell’abitazione ________________ pag. 70 Clausole vessatorie ____________________ pag. 36
Acquisto di un’autovettura Clean Clothes _________________________ pag. 143
nuova di fabbrica ______________________ pag. 204 Clonazione (duplicazione) ______________ pag. 118
Adesivo giallo _________________________ pag. 58 Codice a barre _________________________ pag. 37
Agenzie matrimoniali __________________ pag. 30 Collettori solari ________________________ pag. 75
Agevolazioni fiscali per la prima casa ____ pag. 73 Coltivatori biologici ____________________ pag. 98
Allevamento a terra ____________________ pag. 95 Come ottenere giustizia ________________ pag. 21
Allevamento all’aperto _________________ pag. 96 Commercio elettronico (e-commerce) __ pag. 38
Allevamento biologico _________________ pag. 96 Commercio equo e solidale (fair trade) __ pag. 144
Allevamento del pollame _______________ pag. 95 Compostaggio _________________________ pag. 179
Allevamenti di massa___________________ pag. 140 Conciliazione __________________________ pag. 42
Conciliazione extragiudiziale____________ pag. 21
Animali esotici_________________________ pag. 176
Condominio ___________________________ pag. 76
Appalto _______________________________ pag. 50
Confezioni ingannevoli (o truccate) _____ pag. 45
Applicazione incondizionata delle
Congelamento ________________________ pag. 110
norme sulla garanzia ___________________ pag. 51
Consegna non richiesta_________________ pag. 41
Assicurazione contro
Conservazione attraverso
gli infortuni domestici__________________ pag. 141
lattofermentazione ____________________ pag. 111
Assicurazione sulla vita _________________ pag. 61
Conservazione dei documenti __________ pag. 45
Associazioni di produttori biologici _____ pag. 97
Consigli ai risparmiatori meno giovani ___ pag. 118
Attività di controllo dei
Consumi delle autovetture _____________ pag. 179
prodotti alimentari ____________________ pag. 97 Conto corrente ________________________ pag. 120
Autobus e ferrovia _____________________ pag. 207 Contratti ______________________________ pag. 46
Autocaravan: diritti e doveri ____________ pag. 154 Contratti conclusi al di fuori
Autocertificazione (dichiarazione dei locali commerciali __________________ pag. 47
sotto la propria responsabilità) _________ pag. 31 Contratti negoziati a distanza ___________ pag. 61
Avvocati ______________________________ pag. 31 Corte Costituzionale ___________________ pag. 22
Azioni ________________________________ pag. 117 Cosmetici _____________________________ pag. 180
Barattoli dei prodotti alimentari: Costi telefonici ________________________ pag. 209
da svuotare appena aperti ______________ pag. 177 Cooperative spontanee di viaggiatori ____ pag. 145
Batterie da restituire Cottura sottovuoto / pastorizzazione ___ pag. 112
quando sono esaurite __________________ pag. 177 Credito al consumo ____________________ pag. 116
Beneficenza ___________________________ pag. 34 Danni a cose nella garanzia RC auto _____ pag. 222
Beni di consumo _______________________ pag. 50 Decalogo del consumatore _____________ pag. 9
BSE ___________________________________ pag. 97 Denuncia _____________________________ pag. 50
Calzature – l’etichettatura ______________ pag. 142 Derivato da ... geneticamente
Cambio merce _________________________ pag. 36 modificato ____________________________ pag. 102
Car pooling ___________________________ pag. 217 Detersivi all’attacco ____________________ pag. 181
Indice analitico alfabetico

Diritti degli animali ____________________ pag. 182 Internet _______________________________ pag. 211
Diritti degli animali sull’esempio Investimenti e perdite __________________ pag. 123
di cani e gatti __________________________ pag. 182 Irradiazione degli alimenti ______________ pag. 102
Diritto del consumatore – Isolamento termico ____________________ pag. 81
accesso alla giustizia – autoaiuto ________ pag. 18 Legno tropicale ________________________ pag. 188
Diritto di recesso ______________________ pag. 48 Libretto contabile ______________________ pag. 147
_______________________________________ pag. 226 Lotterie estere _________________________ pag. 53
Ditta fornitrice esterna all’Unione Lutto in famiglia _______________________ pag. 53
Europea _______________________________ pag. 41 Mangime geneticamente modificato ____ pag. 96
Edifici di abitazione plurifamiliari _______ pag. 68 Manifestazioni (meeting)
Elettrosmog ___________________________ pag. 185 organizzate a fini di vendita_____________ pag. 54
Eliminazione dei vizi ___________________ pag. 51 Materassi _____________________________ pag. 189
246 Energie rinnovabili _____________________ pag. 78 Materiali edili _________________________ pag. 81
Energy drinks __________________________ pag. 99 Medicinali _____________________________ pag. 190
Esposizione del prezzo _________________ pag. 57 Mezzi di pagamento e
Essere consumatori oggi________________ pag. 6 viaggi internazionali ___________________ pag. 156
Essiccazione ___________________________ pag. 112 Mobili ________________________________ pag. 82
Estratto conto _________________________ pag. 122 Motori funzionanti a metano o
Etichetta dell’efficienza energetica ______ pag. 78 gas liquido (GPL) ______________________ pag. 213
Etichettatura dei prodotti Motorini truccati ______________________ pag. 223
alimentari confezionati _________________ pag. 99 Muffa _________________________________ pag. 83
Etichettatura dei prodotti alimentari ____ pag. 101 _______________________________________ pag. 81
Evitare i rifiuti _________________________ pag. 187 Muffa sugli alimenti____________________ pag. 103
Fabbisogno assicurativo ________________ pag. 223 _______________________________________ pag. 191
Fabbricare o produrre __________________ pag. 50 Multe dal Comune di XX _______________ pag. 213
Farmaci generici _______________________ pag. 190 Multiproprietà ________________________ pag. 47
Fast food ______________________________ pag. 145 Mutui casa online ______________________ pag. 125
Fideiussione ___________________________ pag. 122 Mutuo casa ___________________________ pag. 125
Fido bancario __________________________ pag. 122 Nitrati - Nitriti - Nitrosamine ___________ pag. 104
Finanziamenti a rate ___________________ pag. 116 Numeri “E” ___________________________ pag. 105
Fiori __________________________________ pag. 146 Obbligazioni __________________________ pag. 128
Frutta e verdura _______________________ pag. 187 Offerte al di sotto del prezzo di costo ___ pag. 57
Foglietto illustrativo ___________________ pag. 191 Offerte e tasse_________________________ pag. 55
Foglio rosa ____________________________ pag. 210 Onere della prova______________________ pag. 62
Fondi di investimento __________________ pag. 122 Onere della prova per il consumatore ___ pag. 51
Fotovoltaico ___________________________ pag. 79 Online-banking ________________________ pag. 128
Garante del contribuente_______________ pag. 49 Opera ________________________________ pag. 50
Garanzia ______________________________ pag. 50 Parassiti & Co. _________________________ pag. 149
Garanzia convenzionale ________________ pag. 52 Patrocinio a spese dello Stato ___________ pag. 55
Garanzia legale gratuita ________________ pag. 52 Pavimenti e rivestimenti ________________ pag. 81
Garanzia sulle auto usate _______________ pag. 52 Permuta ______________________________ pag. 50
Gestioni patrimoniali di fondi (GPF) ____ pag. 123 Pesce _________________________________ pag. 106
Giudice di Pace ________________________ pag. 21 Peso netto ____________________________ pag. 56
Grigliate ______________________________ pag. 101 Piante che ci difendono
Gruppi di lavoro per l’autocostruzione __ pag. 79 da ospiti indesiderati ___________________ pag. 192
Guida alle riparazioni __________________ pag. 188 Pitture murali _________________________ pag. 82
Home-banking ________________________ pag. 123 Pneumatici invernali ___________________ pag. 215
Hotel e pensioni ______________________ pag. 158 Pneumatici ricostruiti __________________ pag. 216
Imposte e tasse sull’acquisto di immobili pag. 80 Polizza assicurativa di tutela legale ______ pag. 225
Indennizzi da richiedere a Telecom ______ pag. 211 Polizza assicurativa infortuni ____________ pag. 226
Informazioni su autovetture e motocicli _ pag. 211 Polizza assicurativa malattia (privata) ____ pag. 229
Ingegneria genetica e alimenti __________ pag. 101 Polizza assicurativa per l’abitazione _____ pag. 231
Indice analitico alfabetico

Polizza assicurativa responsabilità Scontrino di cassa______________________ pag. 63


civile (RC) auto ________________________ pag. 234 Scontrino o ricevuta fiscale _____________ pag. 52
Polizza assicurativa responsabilità Scuola e relativi materiali _______________ pag. 196
civile (RC) vita privata __________________ pag. 237 Seconda mano_________________________ pag. 150
Polizza assicurativa RC auto con Seggiolini per bambini _________________ pag. 163
premi convenienti _____________________ pag. 239 Sistemi di vendita piramidali ____________ pag. 64
Polizza assicurativa sulla vita o Slitte in legno__________________________ pag. 197
previdenziale __________________________ pag. 240 Somministrazione _____________________ pag. 50
Polizza assicurativa vita caso morte______ pag. 241 Sostanze tossiche nelle abitazioni _______ pag. 91
Polizze assicurative senza intermediari __ pag. 242 Sostenibilità ___________________________ pag. 151
Polizze previdenziali (fondi pensione) ___ pag. 242 Sovraprenotazioni (overbooking)
Prato seminaturale _____________________ pag. 192 dei passaggi aerei ______________________ pag. 166
Prenotazioni, disdette e relative Sperimentazioni animali ________________ pag. 197
247
penali in Italia _________________________ pag. 158 Spesa in beni di consumo _______________ pag. 16
Prezzi _________________________________ pag. 56 Spese dentistiche ______________________ pag. 198
Prezzi di listino ________________________ pag. 57 Stand-by ______________________________ pag. 91
Prezzi indicativi per il settore edile ______ pag. 84 Stile di guida __________________________ pag. 201
Prezzo base ___________________________ pag. 57 Taglieri di legno in cucina ______________ pag. 201
Prodotti dell’agricoltura biologica _______ pag. 108 Tariffa telefonica sociale _______________ pag. 217
Prodotti “light” ________________________ pag. 109 Tassa automobilistica __________________ pag. 218
Pubblicità _____________________________ pag. 58 Telefono cellulare ______________________ pag. 218
Pubblicità ingannevole _________________ pag. 59 Termine minimo di conservazione ______ pag. 64
Pubblicità occulta ______________________ pag. 59 Tessera bancomat ______________________ pag. 133
Puliture a secco ________________________ pag. 150 Tessera bancomat e carta di credito:
Punture di insetti ______________________ pag. 193 furto, smarrimento, duplicazione _______ pag. 134
Rate e scadenze _______________________ pag. 129 Test su prodotti o servizi _______________ pag. 64
Rating ________________________________ pag. 130 Tessuti – l’etichettatura ________________ pag. 151
Recesso contrattuale ___________________ pag. 60 Time sharing __________________________ pag. 167
Regole di conservazione dei cibi ________ pag. 110 Titoli di Stato __________________________ pag. 136
Responsabilità per danno Tribunale ______________________________ pag. 21
da prodotti difettosi ___________________ pag. 61 Tutela dei dati personali ________________ pag. 65
Ricorsi amministrativi __________________ pag. 22 Tutela del consumatore e diritto civile ___ pag. 19
Risanamento termico dell’edificio _______ pag. 84 Tutela del consumatore e diritto penale __ pag. 18
Riscaldamento a legna _________________ pag. 193 Tutela del consumatore
Riscaldare con il gas in Alto Adige __________________________ pag. 15
(metano e gas liquido) _________________ pag. 84 Tutela del consumatore in Italia _________ pag. 13
_______________________________________ pag. 85 Tutela del consumatore
Risparmiare acqua _____________________ pag. 194 nell’Unione Europea ___________________ pag. 6
Risparmiare energia con il frigorifero ____ pag. 87 Utilizzo dell’acqua piovana ______________ pag. 202
Risparmiare energia nel Uova _________________________________ pag. 113
riscaldamento domestico _______________ pag. 88 Valore “U” ____________________________ pag. 92
Risparmiare nei viaggi __________________ pag. 216 _______________________________________ pag. 81
Risarcimento danni per Valuta di accredito _____________________ pag. 136
“vacanza rovinata” _____________________ pag. 160 Valutazione del
Risparmio etico ________________________ pag. 130 fabbisogno assicurativo ________________ pag. 238
Ristrutturazione finalizzata al Vendita porta a porta __________________ pag. 47
risparmio energetico ___________________ pag. 90 Vernici e colori ________________________ pag. 82
Ritardi e perdita del bagaglio ___________ pag. 160 Viaggiare con rispetto __________________ pag. 169
Ritardi nella consegna __________________ pag. 62 Viaggi last-minute _____________________ pag. 170
Rumore _______________________________ pag. 195 Viaggi tutto compreso _________________ pag. 171
Salute in viaggio _______________________ pag. 162 Vizi di costruzione, danni e garanzia _____ pag. 66
Scadenza ______________________________ pag. 63
Manuale per la tutela dei consumatori
Consigli dalla A alla Z

Ministero delle Provincia autonoma Centro Tutela


Attività Produttive di Bolzano Consumatori Utenti