Sei sulla pagina 1di 16

anno I serie II n.

4 maggio 2011

Sommario
A PROPOSITO DI...
Tre Golfi e Campionato
Nazionale del Tirreno 2-3

Scugnizza alla Rolex Capri Sailing Week, Fotografia di Rolex/Carlo Borlenghi


REGATA
Alcor V trionfa ad Antigua 5

REGATA
Scoprire il Cilento con una
regata 7
Napoli e i Dinghy: coppia
d’oro 8
A Punta Ala il Campionato
Europeo X-35 9

sentite in banchina 3

short news 6

mare in mostra 10-11

velacucino 13

***
Cari Naviganti, lo naturalmente delle regate di Vele
Saphira news, pubblicazione mensile.
è iniziata la stagione calda della vela di Levante e l’evocativa regata delle
Registrazione Tribunale di Napoli, n.12
e davvero numerosi sono gli appun- Torri Saracene, di cui vi raccontiamo
del 07/01/2011
tamenti in tutta Italia. in anteprima tutte le novità! 
Anno I
Con grande soddisfazione personale Ma in questo mese di serrate com-
serie II n. IV
vi raccontiamo come sono andate le petizioni vi proponiamo anche un po’
cose durante il classico Trofeo Punta di cultura con la nuova rubrica Mare
Redazione Via Roberto Bracco 45
Stendardo che si disputa ogni anno in Mostra, che vi farà scoprire le mo-
– 80133 napoli – tel. 081.552.13.85
a Gaeta, dove la barca Saphira, da stre più importanti sul nostro terri-
saphiranews@gmail.com;
cui questo giornale prende il nome, torio. Mentre nella rubrica  Scatta il
commerciale@saphiranews.it
ha ottenuto degli splendidi risultati. mare troverete uno strano fenomeno
Direttore Editoriale
Poi naturalmente ci siamo occupati avvenuto a Punta Campanella.
Raffaele Archivolti
delle più importanti e competitive re- Vi segnaliamo che se volete diventa-
Direttore Responsabile
gate del golfo, il Campionato Nazio- re distributori di SaphiraNews potete
Francesco Bellofatto
nale del Tirreno, e poi la suggestiva farne richiesta direttamente in reda-
In redazione Claudia Campagnano,
Tre Golfi e la lussuosa Rolex a Capri zione.
Antonella Panella, Paola Vona
dove l’ha fatta da padrona la Scu- Con l’auspicio che stiate leggendo
Ideazione grafica e
gnizza di De Blasio. SaphiraNews al sole, sulla vostra
impaginazione Francesca Sessa
Non abbiamo però dimenticato gli barca o nel vostro circolo,  vi augu-
Editore Arpi costruzioni srl eventi più piccoli,  perché meno riamo buona lettura e soprattutto
stampato
su carta Tipografia Arti Grafiche sponsorizzati,  ma che meritano tut- Buon vento!
riciclata Solimene ta la nostra attenzione per la qualità
dell’organizzazione delle regate; par- Raffaele Archivolti
A proposito di...

Scugnizza domina la Tre Golfi


Antonella Panella

Gran Pavese alla Lni di Napoli, gli ed agganciare il vento sinottico, lo


Scugnizzi di De Blasio dopo 170 scirocco previsto, che l’ha spinta fino
nm riportano a Napoli la presti- alla vittoria del challenge perpetuo,
giosa Coppa Senatore Matarazzo. la Coppa Senatore Andrea Mataraz-
zo, assegnata ai vincitori della stori-
È impossibile non avere un’ escla- ca regata, e prima in ORC ha vinto
mazione di stupore di fronte allo anche la Vela d’oro.
spettacolo meraviglioso che offre la “La barca è molto veloce e ben pre-
partenza della Tre Golfi, regata orga- parata grazie al lavoro e la messa a
nizzata dal Circolo del Remo e della punto che si sono eseguiti già duran-
Vela Italia, tra le più antiche del me- te l’invernale di Napoli. Gli avversari
diterraneo, giunta alla sua 57esima delle nostre dimensioni li abbiamo vi-
edizione. sti solo al mattino; i nostri riferimenti
Nei giorni che precedono la sugge- erano i barconi poco avanti in reale”
stiva partenza a mezzanotte, è tutto ha commentato Marco Augelli, il tat-
un fermento; barche di diverse di- tico che per queste regate, ha sosti-
mensioni e provenienza popolano la tuito egregiamente Paolo Cian.
banchina, laboriosi regatanti lavo- La Coppa Gustavo d’Andrea, asse-
rano alla preparazione dell’imbarca- gnata al primo in tempo reale, è an-
zione fino all’ora della cena di gala, data ad Argo il 44.7 del milanese Lu-
quando, uomini dal volto abbronzato ciano Manfredi.
e capelli schiariti dal sole, si mesco- Non va via a mani vuote il vincito-
lano ad abiti lunghi e luccicanti ed re dello scorso anno, Wolverine, di
alle cravatte degli eleganti ospiti del Giacomo Dell’aria, di Catania, che
Circolo partenopeo. gnizza, NM 38 di Vincenzo De Blasio, ritira il premio assegnato ai vincitori
Sono i fuochi d’artificio a richiamare LNI Napoli, già nel canale di Ischia in classe IRC, la Coppa Mariano Ve-
l’attenzione di chi è ancora alle prese approfittava del vento nuovo prove- rusio.
con il buffet e degli spettatori di via niente dal largo, capitalizzando un
Caracciolo, che restano rapiti dalla grosso vantaggio sulla flotta e giran-
naturale sfilata che offrono le barche do Ponza terzi assoluti.
portandosi sulla linea di partenza, Al mattino, sopraffatta come gli al-
illuminata a giorno dalle fotoelettri- tri, dal calo d’aria all’altezza di punta
che. campanella, la barca vincitrice del
Quest’anno, la partenza di Venerdì TAN e del Trofeo Punta Stendardo, Nelle foto Scugnizza vincitrice della
che ha anticipato la Settimana del ha saputo sfruttare bene le termiche Tre Golfi, la partenza della regata.
Tirreno, il percorso, che ha previsto
la periplo di Ponza nel golfo di Gaeta,
ed il giro intorno ai Li Galli, in quel-
lo di Salerno, con arrivo a Napoli, ha
rappresentato un ritorno alla formu-
la abbandonata qualche anno fa.
Partiti con un vento da sud di 5-6
nodi, la flotta ha raggiunto Ischia
solo alle quattro del mattino ed era
a largo di Ventotene mentre i primi,
alle 16, giravano Ponza. Ha condotto
per circa 70 nm Le Coq Hardì, l’X-
41 di Maurizio e Giampaolo Pavesi;
superata quella più a nord delle isole
pontine, è stata raggiunta a largo di
Fotografie di Blu passion

Ventotene da Aleph, di Giorgio Ruffo,


che a metà del percorso ha guada-
gnato la prima posizione fino a punta
Campanella dove è arrivata alle 9 di
domenica mattina.
Da subito nel gruppo di testa Scu-

2 - maggio 2011
A proposito di...

Campionato Nazionale del Tirreno


Ad Ischia vincono Alvarosky ed Hypnotic
Per il secondo anno sventolano sulle
banchine di Lacco Ameno di Ischia
le bandiere della Settimana dei Tre
Golfi, regate organizzate dal Circolo
del Remo e della Vela Italia, che as-
segnano il titolo di Campione Nazio-
nale del Tirreno e valide per la qua-
lificazione al Campionato Italiano
Assoluto.
Circa cinquanta le barche iscritte,
tra cui otto X–41che proprio in que-
sta occasione aprono la stagione del-
la classe. Sole e vento da 270°, d’in-
tensità costante, circa 10 kn, hanno
caratterizzato il primo giorno di rega-
ta. Due le prove disputate che hanno
messo da subito in evidenza gli equi-
paggi protagonisti: Alvarosky, del dal lato giusto ha tagliato l’arrivo la- al Mondiale.
neo Presidente dell’UVAI, Francesco sciando la flotta ciondolare a lungo. No wind no race domenica, Wb five
Siculiana, in classe 1-2, ed Hypnotic, Consolidano la posizione assicuran- perde l’occasione di recuperare il
T 34 degli armatori Laccetto-Marini, dosi il titolo di Campioni Nazionali punto che la distanzia da Malafem-
in classe 3-4. Nella prima prova, a del Tirreno Alvarosky ed Hypnotic. mena di di Lorenzo, che vince il pri-
pochi metri dall’arrivo, Malafemme- Soddisfatto Siculiana del risultato, mo appuntamento della stagione. “È
na, l’x-41 di Arturo di Lorenzo ap- non condivide però alcune decisio- una barca veloce, il team sembra af-
profitta della generosa distrazione di ni del comitato; elogia la cornice e il fiatato, ora il vero banco di prova sarà
Raffica al Comunicato 2, tagliando bellissimo campo di regata. Contento in condizioni di più vento” commenta
prima la linea di arrivo. Complica- Dario Desiderio, che al timone di Hy- il tattico, Pietro d’Alì.
te le regate di sabato caratterizzate pnotic batte la temibile Scugnizza e A WB five il premio Fai–baia di Ieran-
da grossi salti e cali di vento, in cui incrocia le dita per il programma an- to consegnato da Francesca Fuccia,
chi ha saputo interpretare e trovarsi cora da definire; forse li ritroveremo
a.pa.

sentite in banchina

Comitato Circoli Velici. A Napoli, yak per adulti. ta LNI sez Gaeta Yacht Club Gaeta
grazie all’interessamento di Pippo E.V.S.
Dalla Vecchia, è rinato il Comitato Vele di Levante. Il 29 maggio 2011, La regata a scopo benefico attraverso
dei Circoli Velici del Golfo di Napoli. nell’ambito delle premiazioni del Tro- l’associazione sportiva dilettantistica
Il presidente superpartes scelto con feo “E. Petrella”, settima ed ultima “Sailing for Children” è un progetto
carica di durata quadriennale è il to- tappa del Campionato Primaverile di destinato a sostenere la ricerca e la
scano Gianfranco Busatti. La prima Vele di Levante organizzato dal Cir- salute dei bambini.
sfida del Comitato sarà portare a Na- colo Nautico Arcobaleno di Torre An- Il ricavato sarà devoluto all’Ospedale
poli le prossime Olimpiadi. nunziata, è stato consegnato anche Pediatrico Bambino Gesù.
il riconoscimento al velista più gio- La partecipazione è aperta a tutti gli
LNI Napoli. La scuola di Vela e Ka- vane partecipante. Premiato Dome- armatori che si sfideranno in una
yak della Lni sez. di Napoli è la prima nico Santoro di 13 anni, imbarcato regata costiera aperta anche ad im-
scuola vela in Italia ad aver ottenuto sul First 36.7 Mimmone della LNI di barcazioni a “vele bianche”, vedrà la
la certificazione ISO 9001 : 2008 per Castellammare, classificatosi terzo partenza e arrivo nello specchio d’ac-
il Sistema di Gestione della Qualità in classe ORC a. qua antistante il piazzale Caboto di
del corso di “Abilitazione al comando Gaeta.
di unità da diporto senza limiti dalla Sailing for Children. Si disputa il 4 L’evento si ripeterà il 09 luglio a Civi-
costa a vela e a motore” (PATENTE giugno a Gaeta il Trofeo challenger tavecchia e il 16 ottobre a Fiumicino.
NAUTICA VELA E MOTORE SENZA “regata dell’amicizia”.
LIMITI) e per i suoi corsi di vela e ka- Organizzato dal Club Nautico Gae-

3 - maggio 2011
regata

Rolex Capri Sailing Week


Ad Alegre il podio della nuova Volcano Race
Arricchita quest’anno dal debutto Domina Scugnizza, di Vincenzo De
della Rolex Volcano Race, regata de- Blasio, in Orc, che in occasione della
dicata a maxi e mini-maxi, che ha Rolex si cambia d’abito e veste North
visto la partenza nel golfo di Gaeta e Sails, facendo le prove per il vicino
l’arrivo previsto a Capri costretto ad Mondiale di Cherso. Vince conceden-
Alicudi per mancanza di vento, si è do un unico primo: a Twin Soul V, il
conclusa sabato 28 maggio la Rolex Mylius di Luciano Gandini, per soli
Capri Sailing Week, prestigioso ren- cinque secondi. È Contento l’arma-
dez-vous della vela internazionale, tore-timoniere della barca napoleta-
organizzato dallo Yacht Club Capri na che ha già vinto il Tan, il Trofeo
in collaborazione con la Federazione Punta Stendardo, la Tre Golfi, ma
Italiana Vela, Unione Vela Altura Ita- è alto. Fino alla fine abbiamo cercato che era rimasto con un po’ di amaro
liana, International Maxi Yacht As- il podio. L’autopenalizzazione per un per quell’argento alla Settimana del-
sociation e lo Yacht Club Gaeta. incrocio azzardato ci ha fatto perdere la Tre Golfi! “Ora siamo concentrati
In calo nei numeri, Capri non delude Earlybird pur tenendo testa a Chieffi sul Mondiale, ancora qualche piccola
per l’alto livello dei partecipanti, un che ci inseguiva con Talja.” commen- cosa da mettere a punto e siamo pron-
impeccabile Comitato di Regata Pre- ta Francesco Cruciani a bordo di Uli- ti ad affrontare i nostri competitors;
sieduto da Maria Torroijo, affiancata ka. teniamo d’occhio soprattutto Sricca,
dal valido Alfredo Ricci, già Presiden- Farwell III di Alberto Franchella, Alvarosky e Rewind” dichiara.
te del CdR la scorsa Settimana ad con un equipaggio composto tutto Nel frattempo, lasciato il porto di
Ischia per la Settimana della Tre Gol- da atleti della Aeronautica Militare, Gaeta dove sono stati salutati dal
fi, e un campo di regata che si dimo- vola tra i comet battendo Libertine di Lungomare Caboto al suono della
stra ancora una volta interessante; il Marco Paolucci, invertendo il podio Banda della Marina Militare, Maxi e
vento, assente il primo giorno, impo- che era stato della Roma per tutti. Mini Maxi si sono diretti verso Pon-
ne N a riva, e manda tutti a casa con “Ci siamo presi una bella soddisfa- za, primo mark della Volcano Race,
un intelligenza su A, consente una zione”, dichiara sorridente Giancarlo proseguendo verso le eolie dove, l’as-
sola prova secondo giorno, finalmen- Simeoli, Skipper di Farwell, aiutato senza di vento fin dal primo giorno
te si dichiara da sud concedendo lo alla tattica da Francesca Komatar, e di navigazione, ha imposto una ridu-
svolgimento regolare di tre prove al assistito dal navigatore Sveva Car- zione del percorso con traguardo ad
giorno venerdì e Sabato. raro, equipaggio italiano secondo Alicudi.
Alternati sul podio delle singole pro- classificato alle olimpiadi 4.70 fem- Con a bordo Francesco De Angelis,
ve, la classifica degli Swan 45 ha su- minili, “la barca, sponsorizzata da è Alegre di Andrea Soriano il primo
bito visto in testa Earlybird di Henrik Italcementi affidata all’Aeronautica, nome iscritto nell’albo dei vincito-
Brandis. Il team tedesco con il fiato rappresenta un buon esempio di col- ri del Line Honours Trophy, primo
sul collo di Ulika di Andrea Masi, se- laborazione tra pubblico e privato, in tempo reale. Nei minimaxi primo
conda a soli 3 punti, seguita da Talj, continuerà con la giraglia e la copa Grande Orazio di Massimilano Flo-
di Vittorio Ruggieri, ha dovuto at- del Rey”. rio, “Regata molto tecnica dal punto
tendere l’ ultimo giorno di prove per Dietro di loro Athanor, dello Yacht di vista della tattica” commenta Pie-
tirare un sospiro di sollievo e innal- Club Capri, timonato da Conni Vuot- tro d’Alì a bordo di Edimetra, seconda
zare la coppa del vincitore, “il livello to. tra i minimaxi “la prevalenza di ven-
to leggero tipico di questo periodo nel
percorso scelto richiede una grossa
attenzione a sfruttar bene le bavette
d’aria e a valutare quanto avvicinarsi
alla spettacolare costa. Edimetra no-
nostante sia una barca datata 1994,
si è dimostrata competitiva, grazie
Fotografie di Rolex/Carlo Borlenghi

anche alla rivisitazione del piano ve-


lico” conclude contento del risultato.
Conclusa la premiazione li rivedremo
tutti o quasi alla Giraglia.
Nelle foto: in alto, Farewell e in bas-
so, DSK Pioneer Investments (ITA) e
Alegre (GBR) durante la regata.

Antonella Panella

4 - maggio 2011
regata

Alcor V trionfa ad Antigua


Paola Vona

Alcor V ed il suo equipaggio torna-


no a vincere in acque caraibiche.

Gli Alcor.izzati, capitanati dall’ar-


matore e Presidente del Club Nau-
tico della Vela Gennaro Aversano, ci
avevano già abituati ad esotiche ve-

Fotografie di Tim Wright / www.photoaction.com


leggiate: non è ancora trascorso un
anno infatti dalla bella prova della
Atlantic Really for Cruisers 2010, da
Las Palmas a St Lucia nelle Antille,
terminata con un ottimo secondo po-
sto in classifica di classe IRC Racing
ed un  quarto posto Overall su un to-
tale di circa 200 barche partecipanti
provenienti da tutto il mondo.
Un altro importante riconoscimento
è giunto recentemente da oltre ocea-
no: il partenopeo First 47.7 invelato
Banks Sails è tornato infatti vittorio-
so dall’Antigua Sailing Week, tenuta-
si dal 24 al 29 aprile scorso, portan- portare a termine la regata evitando impegnativi, con condizioni meteo
do a casa un meritatissimo secondo così il ritiro e la perdita di punti pre- marine da “paradiso del velista”: ol-
posto di classe. ziosi. tre venti nodi, sole, mare limpido e
Preceduta solo dall’inglese Swan 44 L’equipaggio, composto dall’arma- temperature tropicali.
Sleeper, Alcor V è riuscita a mante- tore Gennaro Aversano, dai “vete- Elemento di reale divertimento pro-
nere, durante le impegnative prove rani” Rosario Ceci, Dario Desiderio prio i particolari percorsi predisposti
disputate, sempre posizioni di testa: e Gianluca Ferrante, ha visto, per dal Comitato organizzatore, un mix
partendo da un quarto posto, risul- l’occasione, la partecipazione di An- vincente di regate costiere e su boe
tato della prima giornata, ha poi man timo D’Alterio, Luigi Moschera e Co- - in alcuni casi anche una decina -
mano recuperato punteggio ritrovan- stantino Prattico, rappresentati del inconsueti per le competizioni locali..
dosi, già dopo le prime cinque regate, Club Nautico della Vela di Napoli, e almeno fino ad oggi: novità in questa
seconda in classifica generale grazie di Gennaro Cascinelli, vicepresiden- direzione potrebbero giungere pro-
a un primo, un secondo e due terzi. te dello stesso. prio dal Club Nautico della Vela.
Unico scivolone durante la seconda I componenti dell’equipaggio si sono
regata della quarta giornata conclu- dichiarati estremamente soddisfatti
sa solo al sesto posto ma in maniera del risultato e dell’esperienza che ha
ammirevole: l’equipaggio, infatti, no- messo a dura prova tutti: in ognuna
nostante una lunga bolina con lo spy delle cinque giornate della manife-
irrimediabilmente avvolto allo stral- stazione velica sono state infatti di-
lo, è riuscito tenacemente, sorpren- sputate 2 prove su tracciati costieri
dendo regatanti ed organizzatori, a sempre differenti e particolarmente

5 - maggio 2011
regata

short news In trenta a Punta Stendardo


Antonella Panella

18 – 26 giugno Chiusi i campionati invernali, si


Croazia Isola di Cres sono dati appuntamento, dal 29
Mondiale Orc International, aprile al 1 Maggio, alla base nau-
www.uvai.it tica Flavio Gioia, 30 imbarcazioni
provenienti per lo più dalla IV e V
19 – 25 giugno zona Fiv, per il consueto appunta-
mento annuale che segna l’aper-
St Tropez – Genova
tura della stagione estiva per la
Giraglia Rolex Cup vela d’altura: il Trofeo Punta Sten-
www.regattanews.com dardo, organizzato dall’accogliente
Circolo Nautico di Gaeta, giunto alla
22 - 25 giugno sua XVI edizione e valido per la qua-
Napoli, 2° Summer lificazione al Campionato Italiano
Interclub Race, Match Race. Assoluto.
www.crvitalia.it Vincitore indiscusso è ancora una
volta il padrone di casa, Vincenzo
Addessi con il suo Fra’Diavolo, il 48’
30 giugno – 3 luglio
dei cantieri milyus, che a breve va-
Roma, Roma – Giraglia reranno la loro ultima creatura, un
Circolo Nautico Riva di elegante 65’.
Traiano, www.cnrt.it Non delude Scugnizza, l’NM 38 di
Vincenzo De Blasio, che ha vinto in
2 – 3 luglio classe 3-4 anche in assenza del suo
Salerno, Raduno under 16, tattico, Paolo Cian.
LNI Salerno - Circolo Rientro interessante in classe rega-
Canottieri Irno - ta per il first 50 del nostro editore,
Circolo Velico Stabia Raffaele Archivolti, che assente dal-
Fotografia di Antonio Costantino
lo scorso Luglio dai campi di regata,
www.velaincampania.it
vince, affidando la conduzione ad
Armando Cardola la tattica a Rai-
3 luglio mondo Cappa e le scotte ad Andrea Concluso il trofeo al massimo delle 5
Salerno, Campionato Zonale Trani. Randista d’eccezione e team prove, è soddisfatto Giacomo Bonel-
Optimist, Circolo Canottieri manager, Paolo Bonavolontà. li per il numero di partecipanti, ma
Irno, www.velaincampania.it Diverse le condizioni meteo che han- soprattutto per la presenza di diver-
no segnato i tre giorni di regata; sole si nuovi icritti e passa a premiare in
10 luglio e vento medio il primo giorno, due classe 1-2 il vincitore, Fra Diavolo,
Salerno, Velacittà, prove, una riduzione di percorso, gli Libertine, e Vahinè, il first 45 di Da-
equipaggi si sono scaldati e soprat- niela e Francesco Ramponi; in clas-
LNI Salerno
tutto rodati per il vento, un NE di se 3-4 dietro Scugnizza si collocano
www.velaincampania.it circa 18-20 Knt, che ha soffiato sa- Vlag il Vismara di Salvatore Casolaro
bato, creando un po’ di disagio e un e Stupefacente il 36.7 di Antonello
16 – 17 luglio brutto incrocio che ha segnato la fine Stanzione.
Salerno, Campionato Zonale del trofeo per qualche imbarcazione. Vlag, stupefacente, l’ottavo peccato,
Laser, LNI Salerno Due prove tanta pioggia e qualche è la classifica della classe crociera.
www.velaincampania.it protesta: Saphira vince la discussio-
ne contro Libertine di Marco Paoluc-
16 luglio ci, fresco di vittoria dalla Roma Per
Procida, Regata Isola di Tutti.
Passata la perturbazione, asciugati
Procida, LNI Procida
da un bel sole, godendo della vista
www.velaincampania.it dell’incantevole cattedrale gotica che
si erge maestosa dalla città lascian-
7 agosto dosi ammirare durante il bordeggio
Sapri, Trofeo N. Gallo, Vela di bolina, gli equipaggi, spinti da un
Latina, Circolo Nautico di vento leggero, hanno disputato do- Nella foto Saphira il first 50 di
Sapri, www.velaincampania.it menica l’ultima prova. Raffaele Archivolti

6 - maggio 2011
regata

Scoprire il Cilento con una regata


Al via Torri Saracene
Il nome è suggestivo e chiama in però solo regate,
causa le numerose Torri Saracene gli organizzatori
che costellano il territorio cilentano, non hanno rispar-
la regata “è una vera è propria regata miato le energie
d’altura”, - come l’ha definita il presi- dei regatanti met-
dente Fiv Campania Giovanni Pelliz- tendo in calenda-
za in occasione della presentazione rio altre attività
presso la sezione Velica della Marina alla scoperta del
Militare – “per un percorso di 200 mi- territorio; oltre alle
glia andata e ritorno, l’unica altra re- cene con prodotti
gata che possiamo chiamare d’altura tipici, ci saranno
in senso stretto, nel golfo di Napoli, è numerose escur-
la Tre Golfi”. sioni nell’entroter-
In sei anni di esistenza la Regata ra e nelle aree Ma-
delle Torri Saracene ha visto un cre- rine Protette, come
scendo di consensi e quest’anno si è quelle a Morigera-
arrivati a 50 imbarcazioni, tanto che ti, a Punta degli In- so l’accento sul servizio di Tracking,
la partenza è stata prevista da un freschi, Rocca Gloriosa e al sentiero novità del 2011, attivato, pur in as-
porto più grande di quello delle edi- saraceno tra Sapri e Maratea. senza di sponsor, con l’uso di smar-
zioni precedenti, il Marina di Stabia, “Una manifestazione certamente im- tphone e di un servizio google, che
il 2 giugno alle ore 11.00 alla volta portante da un punto di vista sportivo permette la geolocalizzazione delle
del golfo di Policastro, qui le imbar- ma anche ambientale, che ha avuto il imbarcazioni, sia per dare a tutti la
cazioni sono attese per la serata di merito di valorizzare le bellezze loca- possibilità di seguire la regata, sia
venerdì 3; il 5 si terrà la prima delle li” - come ha ricordato il consigliere come ulteriore misura di sicurezza in
regate collaterali, la regata Sapri – regionale con delega allo Sport, Lu- mare.
Scario; seguirà il 9 la regata costiera ciano Schifone, “portando i parteci- La regata sarà premiata il 25 giugno.
Palinuro Race, mentre sabato 11 la panti alla scoperta di luoghi ancora www.regatatorrisaracene.it
regata lunga di rientro da Sapri ver- incontaminati.”
so Capri. Mario Muscari, presidente dell’as-
Il ricco programma non comprende sociazione Torri Saracene, ha mes- c.cam.

regata

A Pasqua il Nazionale 420 in Sardegna


Claudia Campagnano

Si è disputata ad Arzachena, du- l’orografia della zona, tra la secca Tre cietà velica Barcola Grignano sono
rante le festività pasquali, la se- Monti e lo scoglio della Maddalena, arrivarti primi, conducendo quasi
conda Regata Nazionale della clas- che però si sono saputi comunque sempre la classifica.
se 420, ospitata dal Club Nautico comportare bene anche in questa oc- Al secondo posto Luca Paolillo e Pie-
di Arzachena, con base logistica a casione. tro Iavicoli del Circolo canottieri Te-
Cannigione. “Abbiamo avuto un bel vento, forse vere Remo e medaglia di bronzo per
un po’ ballerino il campo di regata ma Tito e Agostino Rodda del Circolo
Centodiciassette imbarcazioni prove- sono state delle belle regate” ha di- Adriatico.
nienti da tutta Italia, quattro i giorni chiarato Guido D’Errico, del Circolo Tra i circoli di casa in tredicesima
di competizione, dieci le regate svol- Savoia, giunto ottavo in classifica ge- posizione lo Yacht Club di Cagliari
tesi, un po’ di pioggia ed una media nerale con il suo compagno Gabriel- con Andrea Ferrero e Luca Piras.
di 16 kn di vento proveniente da sud. le Minelli, coppia molto promettente Quasi seicento le persone che sono
Queste le condizioni per un campo che punta all’europeo di quest’anno arrivate a Cannigione per assistere
di regata un po’ difficile per gli atle- e forse anche al mondiale. Jacopo alle regate, un enorme flusso turisti-
ti napoletani del Circolo Savoia data Cunial e Michele Inchiostri della so- co per la bassa stagione.

7 - maggio 2011
regata

Napoli e i Dinghy: coppia d’oro


Veronica Cardella

Dal 28 aprile al 1 maggio 2011 si precedenti) e tra i “Matusalemme”


sono tenute le regate per la con- (chi arriva e supera quota 100 som-
quista della Coppa Maurizio e mando la propria età e quella della
Giancarlo Alisio, organizzata dal propria barca). Il primo equipag-
Reale Yacht Club Canottieri Savo- gio “Famigliare in doppio” è quello
ia. composto da Francesco Di Tarsia e
dall’undicenne figlia Lavinia mentre
Napoli ha accolto, per la quinta volta primi fra i “Maiden” (coloro che non
consecutiva, l’armata dei Dinghy in hanno mai vinto una delle caviglie
legno. Quest’anno sono stati in 46 firmate Riccardo Barthel – www.ric-
a darsi appuntamento per la tappa cardobarthel.it) sono Guido d’Errico grandi soddisfazioni. Vi aspettiamo
partenopea della decima edizione del e Federico Cattaneo. Nella “Categoria l’anno prossimo”. Con queste parole
Trofeo Nazionale Dinghy 12’ Classico Femminile” a vincere è il neo segre- il Presidente del Circolo Savoia Pippo
Swiss & Global Cup (www.dinghy- tario della Classe Dinghy 12’ France- Dalla Vecchia ha salutato e ringra-
classico.it). sca Lodigiani del CV Santa Marghe- ziato i dinghisti per la partecipazio-
Tra presenze fisse e new entry si sono rita Ligure. A Emanuele Ottonello va ne alla tappa sponsorizzata dall’In-
svolte le sette gare previste. Undici il titolo di “Dinghista prediletto” di vestment Banking Boutique Garnell,
i campani di cui cinque del Circolo tappa; questo lo fa entrare di diritto patrocinata dal Comune di Napoli ed
Savoia: tra i più giovani figurano Fe- tra i papabili vincitori della Frisbee inserita nel calendario di appunta-
derico Cattaneo e Guido d’Errico al Dinghi, la bicicletta elettrica a peda- menti del Maggio dei Monumenti.
loro debutto su un Dinghy classico. lata assistita che andrà al più votato Soddisfatto della tappa partenopea
A dominare è Italo Bertacca del CV dopo le sei tappe del circuito. anche Filippo La Scala, Ammini-
Artiglio con quattro prove vinte. Al La Targa Savoia – assegnata al mi- stratore Delegato in Italia di Swiss
secondo posto Ezio Donaggio del CN glior restauro su Dinghy classico – è & Global Asset Management (www.
Chioggia e a seguire Uberto Capan- stata vinta da Ezio Cantone dell’As- swissglobal-am.com), una delle prin-
noli del CN San Vincenzo. sociazione Velica Monvalle con Ar- cipali realtà di pura gestione patri-
Nuove categorie e nuovi premi: pri- mida, un Dinghy del 1963 realizzato moniale in Svizzera e nel mondo, ge-
mo “Juniores” (categoria dedicata dal Cantiere Patrone e totalmente store esclusivo dei fondi Julius Baer,
agli under 16) è Romeo Giordano del auto restaurato tra il 2009 e il 2010. da due anni Title Sponsor del Trofeo
CN Posillipo. Ezio Donaggio si aggiu- “Napoli resta una delle tappe più Nazionale: “Ogni circolo fa riemerge-
dica il primo posto nella categoria amate dai dinghisti per accoglienza, re un pezzo della sua storia e delle
“Barche d’epoca” (dedicata ai Dinghy clima, atmosfera e molto altro. Anche sue tradizioni per questo siamo felici
in legno costruiti nel 1986 o in anni quest’anno la tappa ci ha regalato di essere stati al Circolo Savoia, un
luogo che ha fatto la storia della vela.
Napoli offre infiniti spunti di riflessio-
ne per comprendere la complessità di
ciò che accade nel mondo”.
Il 10° Trofeo Nazionale Dinghy 12’
Classico Swiss & Global Cup conti-
nua la sua marcia: prossima tappa,
dal 31 maggio al 4 giugno, Venezia e,
a seguire, Castiglione della Pescaia,
Bellano e, a fine settembre, la chiu-
sura a Torre Del Lago.
Mentre il prossimo appuntamento al
Circolo Savoia è con Le Vele d’Epo-
ca a Napoli – Trofeo Banca Aletti in
programma dal 29 giugno al 3 luglio
con una importante novità: alle anti-
che signore del mare si aggiungerà la
flotta dei Dragoni classici che regate-
ranno sul percorso di triangolo olim-
pico come fu per i Giochi del 1960
nel Golfo di Napoli.

Fotografie di JR Taylor Nelle foto due momenti della regata.

8 - maggio 2011
regata

A Punta Ala il Campionato Europeo X-35


Antonella Panella

Aveva dimostrato di aver caratte- Finale da cardiopalma sabato 21 della vela italiana ed internazionale,
re già lo scorso Settembre, Spirit Maggio, in cui il team del tattico quali Francesco de Angelis e Tom-
of Nerina, bronzo al Mondiale di Roberto Spato da prova di determi- maso Chieffi,Branco Brcin, Cossutti,
Scarlino. Torna nelle acque tosca- nazione e concentrazione; complice tanto per citare quelli più celebri. Con-
ne, ed a Punta Ala vince il Cam- anche una black flag che riappiana i tinua inoltre a vantare la presenza
pionato Europeo della classe X- conti con gli avversari, solo nell’ulti- degli equipaggi che negli ultimi anni,
35. ma prova, in cui è scattato il secondo hanno fatto segnare il proprio nome
scarto, si sono chiusi i giochi. Spi- negli albi degli eventi top della clas-
Dieci le prove disputate su percorsi rit of Nerina, prima a pari punti con se.” Commenta Niccolò Bianchi, alla
a bastone. Comincia bene Spirit of Karma di Vladimiro Pegoraro, per la randa del team Campione Europeo, e
Nerina, del gruppo di armatori Fer- regola dei migliori piazzamenti, vince continua “il nostro equipaggio è insie-
rari, Fusco, Diamantini, Bargolini, il titolo continentale. Bronzo al Cam- me da poco più di un anno, costituito
Cantamesse, che chiude in vantag- pione del Mondo in carica Lelagain di dal gruppo di armatori, amici tra loro;
gio nella classifica generale provvi- Franco e Francesco Solario. il risultato ci da grande soddisfazio-
soria del primo giorno. Un richiamo “La flotta, meno numerosa rispetto ne. Molto emozionante la finale”.
in partenza, pregiudica il podio dei agli scorsi anni, continua a godere Prossimo obiettivo stringere la mano
futuri campioni europei che nel se- della attenzione e soprattutto della al Re Juan Carlos alla Copa del Re e
condo giorno di prove, scivolano in partecipazione al circuito di alcuni dei poi concentrarsi Sul Campionato Ita-
quarta posizione. velisti più significativi nel panorama liano di Classe.

regata

Archiviato il Primaverile di Vele di Levante


Paola Vona

Con le ultime tre prove di maggio del C.N. di Torre An-


si è concluso il Campionato Pri- nunziata. 
maverile di Vele di Levante. Settima ed un’ultima
Domenica 1 Maggio si è svolta la prova del Campiona-
Capri – Stabia, organizzata dalla to, il Trofeo “E. Pe-
LNI di Castellammare di Stabia e trella” del 29 maggio,
dallo Yacht Club di Capri, che ha organizzato dal C.N.
visto regatare ben 46 barche con di Torre Annunzia-
accettabili 7 nodi di vento. ta, che ha visto salire
sul podio perlopiù le
In questa V prova del Campionato stesse imbarcazio-
hanno confermato la loro competiti- ni poi confermatisi
vità imbarcazioni come Work in pro- vincitrici dell’intero
gress, Mary Poppins e Lupo Alberto. campionato: nelle
Grande successo di iscrizioni per classi ORC a, b e c
l’attesa regata “Sulle rotte dei Borbo- d’acqua antistante il celebre Miglio Work in Progress, Lady X di P.Boccia
ne”, valida come VI prova, organizza- d’Oro, lungo la costa del Vesuvio. e Lupo Alberto di M.Niglio; in classe
ta dal C. N. di Torre del Greco con la Dei 60 equipaggi partecipanti, pochi minialtura a e b: Finimondo di Sco-
collaborazione della Provincia di Na- sono riusciti a raggiungere il tra- gnamiglio/Ciannella e Sodina (III in
poli, ed inserita negli appuntamenti guardo nei tempi a causa del vento prova) di F.Serlini; Libera a e Libe-
degli “Itinerari Vesuviani”. debole; hanno conquistato le prime ra b: Zorba di A.Storti e Aloa 34 di
La tradizionale regata, che riesce a tre posizioni del Trofeo: Grande Ven- A.Fusco.
conciliare armonicamente sport e to di E. Somma della LNI di Castel-
cultura al fine di valorizzare le ric- lammare, Greyhound dell’armatore I vincitori del Primaverile saranno
chezze del territorio vesuviano, si è F.De Luca del C.N. di Torre del Greco premiati il 2 giugno prossimo presso
svolta il 15 Maggio nello specchio e Work in Progress di R. De Santis la LNI di Castellammare di Stabia.

9 - maggio 2011
mare in mostra

Memorie da preservare
Paola Vona

Ogni oggetto custodito nel Museo


del Mare di Bagnoli racchiude in
se una testimonianza, un passo
del lungo cammino di evoluzione
storica della marineria campana.

Le migliaia di pezzi delle collezioni ed


i volumi della raccolta libraria spe-
cializzata fanno di questo Museo,
istituito nel 1992 all’interno dello
storico Istituto Nautico “Duca de-
gli Abruzzi” dal prof. Antonio Mus-
sari - e dallo stesso ancora diretto
con impegno e passione ammirevoli
- un tassello fondamentale per rico-
struire la memoria storica che lega
le attività marinaresche al territorio.
Dall’istituzione del Museo, infatti,
l’Associazione “Amici del Museo del
Mare ONLUS” si propone, di “favorire O ancora il modellino della goletta zioni specifiche, attualmente in fase
e divulgare la cultura e la conoscen- Emma, con la quale Dumas padre di lavorazione proprio una guida det-
za del mondo marittimo e navale” e approdò ad Acciaroli con un carico tagliata alle diverse sezioni museali,
di “curare la conservazione, la salva- di circa 400 fucili, munizioni e viveri rassegne di approfondimento e mo-
guardia e la valorizzazione del patri- destinati proprio alle camice rosse. stre.
monio ancora esistente” e, a tal fine, Interessanti anche i modelli che ri- Ultima in ordine di tempo l’interes-
porta avanti da anni il progetto “Me- chiamano le tradizioni costruttive sante esposizione “Viaggio di Ulisse
moria” che mira proprio a continuare locali come la “tartana”, piccola im- in Campania”, inaugurata il 14 mag-
l’opera di reperimento, catalogazione barcazione a vela latina usata per la gio scorso, che consente di ripercor-
e archiviazione di testimonianze fon- rere, guidati della narrazione omeri-
damentali per il recupero della me- ca, le tappe campane del viaggio di
moria storica. Ulisse, alla scoperta dei luoghi mitici
Oltre 2000 i pezzi conservati: stru- che hanno fatto da sfondo a molte
menti storici, carte nautiche, appa- delle avventure vissute dall’eroe gre-
recchiature di navigazione di tutte co.
le epoche, modelli di imbarcazioni in Ancora in corso la mostra curata dai
legno e metallo, attrezzi, tutti frutto proff. Mussari e Troiano “Topos, Cro-
di donazioni di Enti pubblici e colle- nos, Nautes”, notevole esposizione di
zionisti privati. strumenti - anche antichissimi - per
Di grandissimo interesse i modelli in la misurazione di tempo, direzione,
scala di imbarcazioni, a cui i maestri posizione, lunghezza e velocità in na-
d’ascia di un tempo guardavano per vigazione.
realizzare l’opera finita, caratterizza-
ti da grandissima dovizia di dettagli. Il Museo del Mare è a Bagnoli, in Via
Particolarmente significativo in rela- Di Pozzuoli n.5.
zione alle celebrazioni in corso per i Per maggiori info su orari di visita ed
150 anni di unità nazionale, il mo- attività www.museodelmarenapoli.it.
dello risalente alla seconda metà del pesca e per il trasporto di merci nel
XIX sec. della pirofregata ad elica, Golfo di Napoli, ed il “gozzo” con le
realizzata nel Regio Cantiere Reale tradizionali decorazioni tra il sacro,
di Castellammare di Stabia, deno- il patrono della marineria sorrentina
minata significativamente, dapprima Sant’Antonino e le anime del Pur-
“Borbone” e poi, ad unità compiuta, gatorio, ed il profano, gli occhi della
“Garibaldi”. “buona rotta” dipinti a poppa.
La stessa prese parte, ironia della La direzione del Museo si propone
sorte, all’assedio di Gaeta, ultima di divulgare tali conoscenze e valo- Nelle foto Tartana e Garibaldi (ex
roccaforte borbonica. rizzarne il patrimonio attraverso edi- Borbone)

10 - maggio 2011
mare in mostra

Alla scoperta della marineria sorrentina


Paolo De Luca

Tra modellini, immagini e stru-


menti nautici a Villa Fiorentino è
in mostra la storia della marineria
e della cantieristica sorrentina.

21 agosto 1946, Piano di Sorrento.


Il brigantino “San Michele” prende
il largo dalla Marina di Cassano. E’
l’ultimo bastimento ligneo varato in
quel porto: la marineria sorrentina
(che comprende tutta la zona costie-
ra tra Castellammare e Massa Lu-
brense) chiude qui la sua stagione
aurea di maestranze e vari transoce-
anici, iniziata nel primo Settecento.
Ne aprirà un’altra, più manageriale e
decentrata, ugualmente gloriosa, ma
certamente meno romantica.
Ma la tradizione permane, e le sto- per rendere impermeabili i fasciami e Sant’Agnello, terzo armatore italiano
rie di questa borghesia mercantile gli scafi in legno), immagini di ex voto verso metà Ottocento con ben sedici
e specializzata, si rinnovano tuttora e modellini. Oggetti e accessori pret- bastimenti transoceanici attivi, agli
nei cognomi locali di celebri maestri tamente ottocenteschi, ma non solo. Aponte, il cui ultimo rampollo, Gian-
d’ascia e capitani di lungo corso, an- Particolarmente importanti sono in- luigi, è l’attuale proprietario di “MSC
cora in piena attività. fatti l’ottante di fabbricazione inglese Crociere” e Snav. La sua, fu una del-
risalente al tardo Settecento, e due le prime famiglie ad applicare i moto-
specchi di poppa in legno intarsiato. ri alle loro feluche per i collegamenti
Fiori all’occhiello, due polene, forse tra Sorrento e Napoli.
provenienti da un’imbarcazione vica-
na, che rappresentano sant’Andrea
apostolo e un’anima del Purgatorio. La mostra è organizzata dalla “Fon-
Uno spaccato di vita e arte marina- dazione Sorrento” e curata dall’asso-
ra del diciottesimo diciannovesimo ciazione “Studi, ricerche e documen-
secolo dunque, quando la costruzio- tazioni sulla Marineria della Penisola
ne di bastimenti oceanici lignei rag- sorrentina” insieme all’istituto nauti-
giunse la domanda massima (con la co “Nino Bixio” a Piano.
media di circa quindici vari l’anno) Orario ingressi: 10-13, 16-21.
nelle sei marine principali tra Castel-
E proprio su questi tre secoli di glo- lammare di Stabia, Marina d’Equa a Info: www.fondazionesorrento.com
ria e prestigio, verte “Storia della Seiano, Alimuri e Cassano a Meta e
marineria e cantieristica sorrenti- Piano, Marina grande e della Lobra a
na”, mostra allestita a villa Fiorenti- Sorrento e Massa Lubrense. Ognuna
no (lungo il corso Italia a Sorrento, coi propri cantieri e famiglie di arma-
info 081 878 2284, ingresso gratuito) tori, che fornirono al Regno di Napo-
fino al 26 giugno. Accolti all’ingresso li la flotta mercantile più numerosa Nelle foto: (da sinistra)
da una riproduzione lunga sette me- d’Italia, seconda solo a quella geno- 1. Specchio di poppa, che corrispon-
tri del “Rosa madre”, brigantino del vese. de alla parte terminale posteriore,
1876, assemblato pezzo per pezzo solitamente piatta, di un’imbarca-
dall’associazione Gruppo di Gaeta, Dei 46 pannelli esplicativi affissi, zione, di una feluca (piccola e velo-
i visitatori potranno osservare foto 11 sono dedicati alle storie delle più ce imbarcazione a vela) ottocentesca
d’epoca, diari di bordo, ritratti di uf- antiche e rinomate famiglie locali di sorrentina.
ficiali e navi (detti “ship portraits”). capitani, armatori e maestri d’ascia 2. Polena (decorazione per la prora
Numerosi anche gli strumenti nau- che tuttora spiccano nel mondo mer- delle navi) di fine Settecento raffigu-
tici, molti dei quali provenienti dal cantile e dei trasporti via mare. Dai rante un’anima del Purgatorio
Museo “Mario Maresca” a Meta di Cafiero di Piano, antenati di Achille 3. Polena (decorazione per la prora
Sorrento: bussole, attrezzi ottocen- Lauro, agli Storace di Vico, dal ca- delle navi) ottocentesca raffigurante
teschi per il calafataggio (procedura valier Francesco Saverio Ciampa di un apostolo, forse sant’Andrea.

11 - maggio 2011
ecosaphira

Il Turtle Point di Bagnoli


A Napoli un polo per la cura delle tartarughe marine
Giulio, Isab, Natalina, Agatha Chri-
stie, Senza Becco e Michelangelo si
trovano tutti insieme per essere cu-
rati e seguiti, in attesa della loro li-
berazione. No, non sono persone ma
per il personale del Turtle Point di
Bagnoli è come se lo fossero. Ogni
Tartaruga marina ritrovata ha un
nome proprio e viene curata, accu-
dita e solo grazie alle attenzioni che
riceve che può essere rimessa in li-
bertà e tornare alla sua vita.
Questa struttura è una sezione di-
staccata della più nota stazione zoo-
logica Anton Dohrn, nella villa comu-
nale di Napoli, dove sotto le direttive
di Flegra Bentivegna, sono curate le
tartarughe ferite trovate nelle nostre
acque. I casi più gravi restano presso
la sede centrale della stazione Zoolo- scomposta che gli ha procurato una di riabilitazione dei ragazzi del pe-
gica, che non è aperta al pubblico, vera e propria gobba, nuota per que- nitenziario minorile, alcuni di loro,
mentre il Turtle Point funge da cen- sto completamente storta, mentre infatti, si occupano di attività di
tro di riabilitazione prima della libe- Senza Becco, invece, ha perso la par- routine, dall’alimentazione alla pu-
razione definitiva e da polo didattico. te superiore del becco. Tutte queste lizia di vasche e animali.Un altro
L’obiettivo perseguito è naturalmen- tartarughe anche se con handicap protocollo d’intesa è stipulato con
te la preservazione di questa specie permanenti saranno presto libera- le forze dell’ordine in mare che con
protetta, attraverso la riabilitazione, te, grazie all’ottimo sistema con cui grande cura si occupano di portare
il rilascio in mare, la ricerca e so- si controlla che abbiano la possibi- le tartarughe ferite in cambio dello
prattutto la prevenzione effettuata lità di cavarsela in mare nonostante stoccaggio di animali sequestrati, e
attraverso la didattica e la sensibiliz- le menomazioni. Il Ministero di Gra- così che qui troviamo pesci tropicali,
zazione al problema. Molti esempla- zia e Giustizia ha concesso, infatti, alcune tartarughe di terra, e di ac-
ri di tartaruga muoiono nelle nostre al Turtle Point di formare una va- qua, e poi ancora iguane e piraña, e
acque per i danni causati dall’uomo, sca naturale in mare a Porto Paone, le comunissime Trachemys scripta
l’inquinamento, ma anche la pe- esattamente sotto il carcere minorile ovvero le tartarughe di acqua dolce
sca, sono tante quelle che restano di Nisida, un’ area di 16.000 mq con che compriamo e teniamo in casa,
intrappolate nelle reti dei pescato- profondità di 8 m, dove le tartarughe queste provengono dalla Florida, e
ri, o quelle che ingoiano un amo e vengono poste in osservazione, se se anche se l’ambiente in cui vivono è
la maggior parte sono quelle che si la cavano in questa zona allora sono molto simile a quello della tartaruga
scontrano con le imbarcazioni. Un pronte per il rilascio in mare. di acqua dolce italiana, la Emys Or-
esempio è Giulio che a causa di un In cambio di quest’area marina il bicolari, sono molto più aggressive
impatto molto forte ha una frattura Turtle Point svolge anche un lavoro e raggiungono anche 5 kili, quando
vengono liberate sconvolgono quindi
l’ecosistema in cui vengono immes-
se. A brevissimo il Turtle Point si
trasferirà in una nuova sede, l’ac-
quario tematico all’interno dell’ex
area Italsider di Bagnoli, una sede
più grande che continuerà a svolgere
le attività di riabilitazione e didatti-
che, affiancandole ad aree espositive
e ricreative.
Nelle foto lo stabulario e una delle
tartarughe.

Claudia Campagnano

12 - maggio 2011
ecosaphira

Carta delle Aree Marine Protette


Presentato il vademecum del buon diportista
Quali sono le corrette regole di na- al diportista che voglia vivere l’espe-
vigazione e di comportamento in rienza delle aree più belle della co-
un’ Area Marina Protetta (AMP)? A sta campana. La carta presenta due
questa domanda cerca di rispon- facciate, da un lato i numeri utili, i
dere la prima carta nautica delle recapiti dell’autorità marittima ed
AMP. i servizi per il diportista; dall’altra
La Campania è da sempre una del- una mappa sinottica per la naviga-
le più apprezzate regioni d’Italia per zione che mostra in dettaglio le sei
le sue bellezze paesaggistiche e am- zone con l’aggiunta fuori mappa di
bientali, basti pensare che su tren- Ponza e Ventotene, isole molto fre-
ta aree marine protette sono ben sei quentate dai navigatori napoletani;
quelle in campane: il Regno di Net- accompagna la pianta un elenco det-
tuno (Ischia e Procida), il Parco som- tagliato delle attività consentite in
merso della Gaiola , il Parco som- queste zone. Sul retro della piantina
merso di Baia, Punta Campanella, un Quick Response Code (codice QR) che ha voluto, insieme all’Assessore
Santa Maria di Castellabate e Costa inserito per permettere ai possessori provinciale alla Risorsa Mare Mar-
degli Infreschi, e l’area marina pro- di telefoni di ultima generazione di co Di Stefano, firmare un protocollo
tetta del Parco Regionale dei Campi scaricare agevolmente la mappa. d’intesa in cui le due parti si impe-
Flegrei. Era dunque necessario che La cartina, realizzata dall’Associa- gnano a collaborare allo sviluppo di
a tutela di questi meravigliosi luo- zione Nautica Regionale Campana iniziative e progetti finalizzati alla va-
ghi nascesse uno strumento come la (ANRC), è stata presentata dal suo lorizzazione della risorsa mare.
carta delle aree marine protette, in presidente Marco Monsurrò, durante
grado di offrire un quadro d’insieme la fiera Navigare al circolo Posillipo, c.cam.

velacucino

Acqua pazza: non solo spigola…


L’Acqua pazza era il pranzo tipico
dei pescatori del Golfo di Napoli.
Il nome deriva dal fatto che il pe-
sce pescato era cucinato nella
stessa acqua giorno dopo giorno.

La ricetta:
Si prepara prima un “brodo” detto
“fumetto di pesce” nel quale poi verrà
cotto brevemente il filetto del pesce.

-Fumetto di pesce:
Ingredienti
Lisca del pesce e acqua (in proporzio-
ni: ¼ di scarti di PESCE-3/4 ACQUA) quido ottenuto 2. Preparare cipolla, sedano, patata
Sedano, carote e cipolle e pomodoro
Vino bianco -Cottura del pesce: 3. In padella con olio aromatizzato
Procedimento Ingredienti all’aglio aggiungere patata e cipolla
1. Sfilettare il pesce Filetto di pesce 4. Aggiungere poi le teste del pesce
2. Soffriggere sedano, carote, cipolle Sedano, cipolla, patata e pomodoro 5. Aggiungere il Fumetto (vedi sopra)
in un fondo di olio di oliva e.v. Olio e.v. di oliva 6. Aggiungere poi i Pomodori, i Filetti
3. Aggiungere la lisca e lasciarla im- Aglio di Pesce e far cuocere per non più di
biondire Prezzemolo tritato 4 minuti!
4. Sfumare con vino bianco Sale e pepe 7. Controllare di sale e servire con un
5. Versare l’acqua fredda e portare Fumetto di pesce pizzico di pepe e prezzemolo tritato.
ad ebollizione. Preparazione
6. Spengnere il fuoco e passare il li- 1. Pulire il filetto di pesce dalle spine Gianluca Ferrante

13 - maggio 2011
scatta il mare

Questo mese per Scatta il Mare ab- ardo Ruspantini, in immersione a tenente migliaia di uova.
biamo scelto la curiosa fotografia Punta Campanella. Si tratta di una Continuate a inviarci le vostre foto di
scattata da Daniele Castrucci e Edo- grossa teca ovarica di calamaro con- mare a saphiranews@gmail.com

Fotografia di Daniele Castrucci e Edoardo Ruspantini


andar per libri

Mare Sostenibile
Un vademecum per imparare a rispettare il mare
“Dobbiamo ascoltare il mare per sot- che la flora e la fauna marine incon- me anche le pratiche di pesca illecite
trarlo al degrado e restituirlo ai citta- trano a causa dell’uomo e soprattut- che non fanno che arrecare danno al
dini […] bisogna che i cittadini per to ad ovviare a questi con semplicis- mare e i suoi abitanti. Un manuale di
primi riconoscano il mare come una simi gesti quotidiani. Un vademecum buona educazione dedicato al citta-
sorgente di vita da rispettare fonte di comportamento: in spiaggia, dove dino adulto e ai ragazzi, perché tutti
inestimabile di risorse da salvaguar- azioni che a noi sembrano norma- imparino ad avere rispetto della ri-
dare.” li sono profondamente nocive per sorsa mare.
Inizia così la prefazione dell’assesso- l’ecosistema; in barca, soprattutto Il libro, corredato da bellissime illu-
re al mare della Provincia di Napo- nel periodo estivo quando il mare si strazioni originali di Quintino Sco-
li Antonella Basilico del libro Mare riempie di imbarcazioni e navigatori lavino, è disponibile gratuitamente
Sostenibile, il libro scritto da Flegra indisciplinati; in casa, dove tantis- presso la stazione zoologica Anton
Bentivegna, direttrice della stazione simo puo’ essere fatto, poiché come Dohrn con sede nella Villa Comuna-
zoologica Anton Dhorn, meglio co- sappiamo tutto quello che gettiamo le di Napoli
nosciuta come l’Acquario di Napoli. prima o poi finisce in mare! (www.szn.it - 081 5835111).
E’ proprio sui cittadini e la loro edu- Importante anche il capitolo dedicato
cazione che punta il libro, insegna- alla pesca, perché moltissime sono le
re loro a conoscere il mare, i pericoli specie in via di estinzione e moltissi- c.cam.

14 - maggio 2011
appuntamenti

Millevele 2011 progetto in collaborazione con i Vigili zi da pesca caratteristici dei pescato-
Si terrà il 2 giugno a Genova Milleve- del Fuoco, la Marina Militare, le Capi- ri puteolani e strumenti di marineria
le la tradizionale regata aperta a tutte tanerie di Porto e la Croce Rossa Ita- (bussole, igrometri, eliche, ancore, cor-
le imbarcazioni a vela, suddivisa in 11 liana. ni da nebbia, ecc).
categorie. Per la sua 25esima edizio- Campogiovani è un progetto del Mini- E’ possibile trovare informazioni detta-
ne, la manifestazione si trasforma in stro della Gioventù destinato a ragaz- gliate sulle attività e sui corsi proposti
festa della solidarietà, infatti, la quota zi e ragazze residenti in Italia, di età dall’Associazione
d’iscrizione di 50 euro sarà devoluta all’ compresa tra i 14 ed i 22 anni compiuti “Il Borgo dei Marinai” presso il Museo
“Associazione Meglio Insieme” di Geno- alla data di compilazione della doman- sul sito www.museodelmarepozzuoli.it.
va, che opera dal 2002 nel settore del da, che frequentino istituti scolastici Il Museo del Mare di Pozzuoli è in Via
disagio psichico e della salute mentale superiori o siano iscritti ai primi anni Maria Puteolana 9 ed è aperto dal mar-
e, attraverso lo sport della vela, coinvol- del ciclo universitario. tedì al sabato dalle ore 9:00 alle 13:00
ge le fasce deboli della società, le perso- La graduatoria di coloro che potranno e dalle 15:00 alle 20:00 ed il lunedì
ne fragili per età, patologia o emargina- prendere parte ai campi estivi si forma solo dalle 09:00 alle 13:00.
zione, trasformandole in soggetti attivi in base a criteri di merito scolastico e,
e protagonisti dei progetti di cura, di in caso di parità, all’Isee più basso che p.vn.
riabilitazione e di reinserimento sociale. sarà richiesto in caso di necessità.
I corsi sono tutti gratuiti e hanno una
Invitati dal Bocconi Sailing Club sa- durata minima settimanale, ma varia- Campi Naturalistici Estivi
ranno presenti anche alcuni bambini no a seconda dell’istituzione presso cui
del CAF (Centro di Aiuto del Bambino si svolgono. Ripartono anche quest’anno al Centro
e dalla Famiglia in crisi) passeranno I corsi organizzati dalla Marina Mi- Studi Gaiola i campi naturalistici estivi
una giornata divertendosi nella sereni- litare, nello specifico, si svolgeranno per bambini dai 6 ai 10 anni, un nuovo
tà dell’ambiente della vela. Il “Catama- presso l’Accademia Navale di Livorno, modo per conoscere ed imparare a ri-
rano d’amare”, senza barriere architet- la Scuola Sottufficiali di La Maddalena spettare il mare e la natura. Nel perio-
toniche, della Fondazione Buon Vento ed il Distaccamento Marina Militare di do dal 20 giugno al 29 luglio, per una
onlus navigherà invece con un gruppo Napoli.   settimana, i bambini seguiranno atti-
di disabili, velisti e medici coniugando Campogiovani vuol dire una settimana vità didattiche divertendosi; faranno
i principi della solidarietà con quelli da protagonisti in difesa dell’ambiente, snorkeling, escursioni con il battello
dell’ecologia. in aiuto alla popolazione, al servizio con il fondo trasparente acqua vision,
dell’Italia. Una settimana per appren- laboratori di biologia marina, labora-
E proprio all’ecologia guarda lo Yacht dere nozioni utili, fare amicizia, cono- tori sull’acqua, laboratori di botanica,
Club Italiano che si fa promotore di scere persone straordinarie, scoprire scavi archeologici, il tutto seguiti da
un iniziativa che riguarda tutta l’Italia, attitudini e soddisfare la propria voglia professionisti dei diversi settori, ecolo-
chiedere l’impegno di tutti gli attori del- di impegno civile. gi, naturalisti, biologi marini, archeolo-
la filiera della nautica (a partire dalla Per scaricare il regolamento e la do- gi, guide sub.
acquisizione delle materie prime, alla manda di partecipazione: www.gioven- Per avere maggiori informazioni e pre-
progettazione, alla costruzione e allo tu.gov.it notare www.gaiola.org
smaltimento del prodotto) ad adottare
un comportamento teso a diminuire, ***ERRATA CORRIGE***
fino a eliminare, l’inquinamento am- L’immerso in mostra Errata Corrige: la foto di copertina del
bientale. numero di aprile di SaphiraNews era
Nella borsa dei gadget che sarà donata Dal 18 al 25 giugno sarà possibile vi- di Antonio Costantino, ci scusiamo con
ai primi 500 iscritti, armatori troveran- sitare presso il Museo del Mare di Poz- l’interressato per l’errore.
no un pieghevole con alcuni suggeri- zuoli la mostra “L’immerso in mostra”,
menti per attuare un comportamento esposizione di fotografia subacquea

Bacheca annunci!
ecocompatibile, a terra e in mare. suddivisa nelle sezioni ambiente, ma-
  Anche la T-shirt che usualmente vie- cro e flora marina.
ne regalata ad ogni armatore è ottenuta L’ingresso è gratuito e seguirà gli orari
dal riciclo di bottiglie in plastica PET. di apertura del museo. VENDESI BONAVENTURA ketch
Tante ancora le novità di questa edi- Obiettivo dell’Associazione culturale 35 piedi
zione da scoprire sul sito www.yci.it, “Il Borgo dei Marinai”, responsabile Due alberi, lunghezza 10,70 mt per
da dove è possibile anche iscriversi alla dell’esposizione ed, in generale, di tut- 3,45 mt, ristrutturato completamen-
regata. te le attività legate al Museo, impiegare te nel 2006, ottime condizioni, motore
l’arte della fotografia per far conoscere NANNI 40 cavalli HP nuovo, spi, gps,
Campogiovani 2011: sono aperte le al grande pubblico le bellezze del mon- 8 posti letto, 1 bagno e cucina, con di-
iscrizioni! do sommerso: a questo proposito, nei nette. Euro
locali adibiti all’esposizione, saranno 30.000 trattabili. Visibile a Grado. AF-
Sono aperte le iscrizioni per l’edizione proiettati anche video realizzati duran- FARE!!!
2011 di Campogiovani: da giugno a te immersioni in aree campane. 347 4190097 o mail mmargherit@ya-
settembre del 2011, il Ministero della Interessante anche la collezione fissa hoo.it
Gioventù organizza la terza edizione del del museo composta da antichi attrez-

15 - maggio 2011
Dal 14 maggio al 31 luglio
da lunedì a sabato 9-13 e 15-19
domenica 10-13