Sei sulla pagina 1di 3

Lezione 24 37

Grazie alle sue caratteristiche, il motore ad induzione a quattro poli è


molto usato nei giradischi alimentati con tensione di rete; le piccole irrego­
larità di velocità che in esso si manifestano possono infatti essere facilmente
compensate con l'uso di un piatto che realizzi un "effetto volano" di tipo
meccanico. A tale scopo i giradischi di buona qualità sono dotati di un piatto
pesante che, quando è posto in rotazione, tende con la propria inerzia a ren­
dere perfettamente costante la velocità di rotazione.
Dopo aver analizzato come avviene la corretta rotazione dei vari tipi
di motorino, si vedrà ora in che modo si provvede a trasferire al piatto del
giradischi la rotazione dell'albero del motorino stesso; ricordi, infatti,che la
maggior parte dei motori gira ad una velocità di circa 1.500 giri al minuto,
per cui è indispensabile interporre un dispositivo di riduzione della velocità
tra il rotore stesso ed il piatto, in modo che questo possa ruotare alle velo­
cità previste di 78, 45, 33-1/3 e 16 2/3 giri al minuto.
Una soluzione molto semplice consiste nell'usare una rotella gom­
mata di rinvio, posta come elemento di collegamento tra l'albero del mo­
tore ed il piatto portadischi; tale sistema è rappresentato graficamente nella
fig. 19.
Appare evidente che l'albero del motore pone in rotazione la rotella
gommata, la quale a sua volta fa ruotare il piatto; scegliendo opportuna­
mente il diametro dell'albero del motore, della ruota di accoppiamento e
del piatto, si riesce ad ottenere che quest'ultimo giri alla velocità deside­
rata.
Inoltre, se l'albero del motore è provvisto di una puleggia a diversi dia­
metri, come illustrato nella fig. 20, si possono ottenere le varie velocità de­
siderate portando la rotella gommata ad accoppiarsi di volta in volta con la
parte di puleggia di diametro appropriato.
La leva del cambio di velocità determina l'abbassamento o il solleva
mento della rotella gommata, permettendole di assumere cinque posizioni
diverse.
Nella posizione più bassa, che corrisponde a quella di riposo, la rotella
non è a contatto con il bordo del piatto del giradischi, per cui il motore può
ruotare in folle senza determinare il trascinamento del piatto.

<•> 26AA
38 Lezione 24

ROtELlA
GOMMAtA

Fig. 19 Sistemi di trasmissione ad ingranaggio ed a ruota d'accoppiamento


lo frizione).

Nella posizione successiva, la rotella si appoggia sia sulla parte più grossa
della puleggia motrice, sia sul bordo del piatto portadischi,trasmettendo il
moto di rotazione dell'albero motore al piatto stesso alla velocità massima
pari a 78 giri al minuto.
Nelle altre posizioni della leva del cambio, la rotella gommata aderisce
alle successive scanalature della puleggia motrice, facendo girare il piatto
portadischi alle altre velocità normalizzate.
Questo tipo di trasmissione del movimento di rotazione provoca però

26AA (e>
Lezione 24 39

PIATTO PULEGGIA
PORTADISCHI MOTRICE
/ ROTELLA
GOMMATA

LEVA DEL
CAMBIO DI
VELOCITA'

MOTORE

Fig. 20 ■ Cambio di velocità con sistema a ruota d'accoppiamento

vibrazioni meccaniche del piatto, per ovviare alle quali si è ricorsi al tipo di
trasmissione a cinghia, visibile nella fig. 21.
In tale tipo di trasmissione il motore è di solito montato ad una certa
distanza dal piatto, per cui con questa disposizione risulta meno probabile,
che non con quella a ruota di accoppiamento, che le vibrazioni possano tra
smettersi attraverso la base del sistema; inoltre la cinghia stessa è un ottimo

<•> 26AA